close

Enter

Log in using OpenID

Competenze Abilità Conoscenze Utilizzare con

embedDownload
Competenze
Abilità
Conoscenze
Utilizzare con autonomia Riconoscere nella
e responsabilità gli stru- generalità le caratmenti informatici
teristiche logicofunzionali di un
computer
-
%
Codifica informazione, immagini, video e suoni
Architettura e componenti di un
computer
Algoritmi (cenni)
Virus antivirus
Backup
Ergonomia
&
"
-0
0
-
7
26
(.
"
"
9.
)
9
/
"
"
-
%
6%7
/ 0 / / 0!
3
%
3 0 34
!
!
!
!7
7 /
/
8
/
.
.
0
/
.
+/
!
!
%
9 %6
"
" !%
,
.
/1 / /
2
5
6
/
0
/
/
/
6 /
/
-
.
3/ #
7 /
.
1
1
/
7
3
5
5
0
"
<
, 8
,9
,:
,, 9
<
;
"
9
,
, ;
6+
(%=
&
,
,
,
,>
<<
6
,
&
,:
8
+(
>
?
B
,
!
B
,
"
<
,
,
<
,
(
#
"
(
"
,
"
"
"
C
,
0
D
9
"
<
#
,
"
, (
,
!
!
C
(
<
,
, (
""
8 5
E
>
?
D
!
!
,
,
>
"
!
, ""
?
>9
?E
>
!
!
!
?
-
!
E
!
(
#
C
)
,
2
D%
D% ( 3
"
"
(
8
9
D6
"
(
9
?
D
+ ?%
6%
%-
2A' %#) 6 # >
?
"
!
(
2
,
>
,
76 ?
(
, <
"
9
,
2#%$#3.A'7'
,
"
,
/63='3:#63' >
" ?
,
"
,
76
,
6
"
?
G
<
9
>
<
/
,
-
,F
(
"
,
? "
%#.3#1#/0$6
C
"
C
(
0
"
>
H2
I
!
?
8
@
>
@
<
<
,
,
8
,
'
!
"
7
>D
D
D
)
?(
D8
>
?
"
""
C
<
>
?
J
>
?
J
6 ; +%"
8
#
""
>
#
"
,<?
<
J
""
>
!
?(
;
;!
6
; %??
;6 6
;
%
%
%?
6
%?
(
6
A
%
K$'
"
"
#$-
,
"
"
E
"" "
"
L
"
E
J8
,
<
""
K$' >
?
<
>8
"
K$'I8
?
""
"
<
D
""
H
25 #2
2( #2
2
#2
2
#2
A
B
$
B $
B $
B $
<
C 20-D B
C 20-D
B
.
C 20-D
B
D
C 20-D
B
8$
>
C
C
2 0DE 43/ B
C
2 03. 3D2 E-D B
C 2 011 422 /-3 33/ B
! H ?
""
(
6
6
%
,
?F G
8
H
- ,
,
"
B
"
""
9
<
B
,
,
&
"
H
"
E
!
+
!
C
"
% ?
&
+ >
"
?( 7
,
,
% ?
!
8
>
9
1
Competenze
Abilità
Conoscenze
Riconoscere le caratteristiche logico-funzionali di
Utilizzare, con autonomia e un computer e il ruolo
responsabilità un Sistema
strumentale svolto nei
operativo
ambiti
Tipologie ed evoluzioni
di un Sistema Operativo.
Struttura e funzioni di un sistema operativo
(
7
"
"
(
9%
# / /
2
+
4
-
&
0
0
0
0-
/
0
5
/
/
/
0
.
!
0
1
0
/
(
>
'
T
?
4
!
( $
T,
"
]
T
"
T
(
!
-
"" "
T
&
9
"
&
3
,
-
•
9
"
(0
!
5>
3
6
7
8
T
6
0
&
"
(
"
#
"
+
' (((? "
0
>
4 ( ?
7 5(
)
( ;<
4
9:0 9 #
4
>
(
9- =
– 9
'
?E
<>>. #
9
"
"
E
– 9
"
,
"
( #
>
?
>
"
?
>
>
?
,
"
,
<?E
– 9
"
,
,
""
( #
T
T
"
;
T
((
00
3
T
T
,
( %
(
[
"
T
,
"
T
(
&
+
""
"
T
,
"" "
"" "
"
E
T "
""
$
T
T
,
""
(
]
,
( '
3
C &
T
C
=
,
""
T
(
(
"
-
0
"
+
–
;
#
,
T
T
T,
]
,
(
T
"
<
,
T
E
,
5
2
9
–
,
T
,
T
"" "
>
?
"
( #
B
?
T
,
>
,
H
C
(?
a?
>
"
E
E
–
(
"
"
,
"
"
<
""
E
01
Competenze
Abilità
Conoscenze
Utilizzare, con autonomia e
responsabilità, le reti e gli
strumenti informatici nelle
attività di studio, ricerca e
approfondimento disciplinare.
Utilizzare le reti anche
per attività di comunicazione interpersonale.
Le reti strutturate
Utilizzare la rete Internet
per ricercare fonti e dati
di tipo tecnico, scientifico, economico
Funzioni e caratteristiche della rete internet e della posta
elettronica
Normativa sulla privacy
A cura di Massimo Mancino e Carmelo Russo
7
"
"
"
!
!
-
%
6%7
!
!
;
. 3
/
/
4
/
<
"
" !%
/
/
/0
/,
//.
,
,
,/
/ /
!
,
9 %6
/
,.
--.
1.
<
C
T
T
""
""
<
""
( [
>
(? ,
"
(
#
,
,
!
&
3
'
•
•
>
( A
,
B
"
a?E
"
>
a?E
"
•
,
)
"
(
-
'
"
−
<
""
""
−
"
-
>
""
]
,
C
?(
C
T
T
,
E
H
(
, <
(
#
"%6 >3
−
0 4
?
T
E
/
−
−
(%6 >#
0 4
T
0 4
?
"
M%6 >
?
C
03
<E
,
T
(
Figura 1 - Rete LAN
Figura 2 - Rete WAN
#
>
?-
T
T
/
Figura 3 - Rete a bus
Figura 4 - Rete a stella
+ /
/
=0
%
,
"
,
−
− ,
J ]
−
E
−
J
""
-
E
,E
] HE
(
−
#
""
""
( 'T
"
""
!
"
C
>8
T !
4
>U 1 ?( A
""
',
$?( [
!
""
!
>
!
?
7b;
(
2
[
"
""
-
/ ,
/(
##
3 1
,
',
7b; ( 0
,
""
)0/ >#
?
T
,F
!
(
Figura 7 - Scheda di rete
/0
F
O
N ,:
[
C
G
]
(#
,
,
( A
,
4
,
,
G
A
]
,
"
(
B
C
>
!
a?
>;
!
8L
!
; ;
a?(
Figura 8 - Switch a 8 porte
#
03
!
( '
,
Figura 9 - Ruolo del Bridge
/
(
Capitolo O: Elaboratori di Testi
BOOK IN PROGRESS
APPUNTI SUGLI
ELABORATORI DI TESTI
a cura di Giorgia Martina e Salvatore Madaro
Book in Progress
Pagina O1
Capitolo O: Elaboratori di Testi
Competenze
Abilità
Conoscenze
Utilizzare, con autonomia
operativa ed organizzativa,
strumenti di comunicazione
visiva e multimediale, anche
con riferimento alle strategie
espressive e agli strumenti
tecnici della comunicazione in
rete.
Utilizzare i principali software
per la produttività individuale
Software di utilità e software
applicativi
Raccogliere, organizzare e
rappresentare informazioni
INDICE DEGLI ARGOMENTI
Gli elaboratori di testi
Prima di iniziare ….
Creare un documento
Formattare il testo
Gli elenchi puntati e numerati
Inserimento di oggetti
Ortografia
Salvataggio dei dati
Book in Progress
pag. 3
pag. 3
pag. 5
pag. 6
pag. 9
pag. 9
pag. 12
pag. 12
La stampa del documento
Le intestazioni e i piè di pagina
La stampa unione
pag. 12
pag. 14
pag. 14
Pagina O2
Capitolo O: Elaboratori di Testi
GLI ELABORATORI DI TESTI
Tutte le attività
che fanno riferimento alla scrittura, modifica, elaborazione,
memorizzazione e stampa di documenti sono riconducibili ai cosiddetti software
di
videoscrittura.
In commercio, ma anche come opensource scaricabile da internet, esistono vari software
che realizzano tutte queste attività. Anche se in parte esistono alcune differenze sia per
quanto riguarda l'interfaccia grafica e sia per quanto riguarda i vari comandi, si possono
comunque definire delle regole e dei concetti di base che sono comuni a tutti i software
della stessa categoria e che devono essere noti prima dell'utilizzo; in questi appunti ci
riferiamo al programma Writer di OpenOffice .
PRIMA DI INIZIARE …
L'interfaccia grafica del programma
In generale, all'apertura del programma viene presentata una videata caratterizzata:
•
da una parte alta nel quale si trovano sempre la “Barra dei Menu” e la “Barra degli
strumenti”
Book in Progress
Pagina O3
Capitolo O: Elaboratori di Testi
•
da un'area centrale completamente bianca che rappresenta un foglio sul quale
l'utente dovrà scrivere il testo
•
una parte bassa con altre “Barre degli strumenti” e una “Barra di stato”.
Barra dei menu: è una riga che inizia sempre con “FILE” e finisce con “?” e in ogni voce
vengono racchiusi tutti i possibili comandi che possono essere utilizzati all'interno del
programma stesso.
Barra degli strumenti: sono un'insieme di icone ognuna delle quali rappresenta un
comando specifico. Normalmente non vengono visualizzati tutti i comandi ma l'utente può
in qualsiasi momento decidere di attivare o disattivare specifici gruppi di comandi.
Barra di stato: indica in qualsiasi momento il numero di pagine, il tipo di foglio, la lingua
utilizzata ed eventuali comandi attivati.
Sul lato sinistro e alto del foglio bianco viene indicato un righello che permette all'utente si
sapere in quale parte del foglio sta scrivendo (margini del foglio).
Normalmente questo tipo di programma viene utilizzato per creare un documento partendo
da un foglio nuovo, ma bisogna sapere che tutti i programmi contengono una serie di
documenti-tipo (cosiddetti modelli) che, avendo già un contenuto di base specifico, danno
la possibilità all'utente di modificare solo alcune parti e quindi di accelerare la produzione
del documento stesso (ad esempio se si vuole creare un documento che dovrà essere
inviato via fax, esistono dei modelli dove l'utente dovrà solo inserire il mittente, destinatario
e contenuto ed il documento è fatto!).
Book in Progress
Pagina O4
Capitolo O: Elaboratori di Testi
Ogni documento prodotto deve essere salvato associando ad esso un nome. L'estensione
(costituita di solito da 3 lettere) viene assegnata automaticamente dal programma. Spesso
un documento creato con un programma dovrà essere aperto con un altro programma
dello stesso tipo.
Ad esempio se si crea un documento con OpenOffice, questo si può aprire apre
successivamente anche con Microsoft Office. In questi casi bisogna ricordarsi sempre di
salvare il documento facendo riferimento al tipo di estensione del programma che dovrà
aprirlo. Si ricorda che tutti i documenti creati con OpenOffice hanno estensione “.odt”, tutti i
documenti creati con MicrosoftOffice hanno estensione “.doc” oppure “.docx”.
CREARE UN DOCUMENTO NUOVO ...
Quando si usano questi programma è buona norma scrivere tutto il testo senza attivare
alcun comando di formattazione, tenendo presente solo l'eventuale testo a capo (tasto
Invio).
Una volta che il testo è stato completamente scritto, si potranno utilizzare tutti i comandi di
formattazione che permetteranno all'utente di realizzare un documento finale che abbia un
layout, cioè un aspetto grafico, che renda la comunicazione del messaggio chiara ed
efficace.
Es:
Testo non formattato
Testo formattato
Poco chiaro
Molto più chiaro
Book in Progress
Pagina O5
Capitolo O: Elaboratori di Testi
Precisiamo che, all’interno di un documento scritto in un elaboratore testi
la parola è una sequenza di caratteri adiacenti
Il rigo è l'insieme di tutte le parole che si trovano su una linea.
Il paragrafo è l'insieme di tutte le parole che inserisco fino a quando si preme il tasto
INVIO; Il fine paragrafo viene indicato con il simbolo con “¶” che può essere visualizzato
assieme ad altri caratteri nascosti premendo il pulsante:
.
Ad esempio:
FORMATTARE IL TESTO:
Quando si parla di formattazione del testo, ci si riferisce a tutti i comandi possibili che
permettono si modificare le caratteristiche sia del carattere che del paragrafo; tali funzioni
sono accessibili dalla barra degli strumenti oppure dalla barra dei menu alla voce “formato”
Book in Progress
Pagina O6
Capitolo O: Elaboratori di Testi
:
Dalla voce carattere si possono cambiare: tipo di scrittura, stili, dimensione e posizione
Dalla voce paragrafo si può cambiare la posizione del testo all'interno del foglio (ad
esempio allineamento centrato, a destra, a sinistra oppure giustificato. Tra i comandi
legati al paragrafo troviamo anche: interlinea (spazio tra un rigo ed un altro), rientro
(spostamento del testo a destra o a sinistra rispetto alla marginatura del foglio) e lo spazio
tra i paragrafi.
Book in Progress
Pagina O7
Capitolo O: Elaboratori di Testi
Dalla voce Pagina si possono cambiare: orientamento del foglio (orizzontale o verticale),
dimensione della carta (es. A4), marginatura del foglio (sinistra, destra, alto, basso)
Una funzionalità del programma molto utile ed interessante è la possibilità, in qualsiasi
momento, di spostare o copiare parte del testo da un punto ad un altro del documento
creato oppure tra documenti dello stesso tipo oppure tra documenti di tipo diverso. Queste
operazioni possono essere eseguite grazie ai comandi TAGLIA – COPIA – INCOLLA che
possiamo trovare sulla barra degli strumenti con le seguenti icone:
Book in Progress
Pagina O8
Capitolo L: Appunti sul foglio elettronico
BOOK IN PROGRESS
APPUNTI SUL FOGLIO ELETTRONICO
A cura dei prof. Madaro Salvatore e Martina Giorgia
Book in Progress
Pagina L1
Capitolo L: Appunti sul foglio elettronico
Competenze
Abilità
Conoscenze
Utilizzare, con autonomia
operativa ed organizzativa,
strumenti di comunicazione visiva
e multimediale, anche con
riferimento alle strategie
espressive e agli strumenti tecnici
della comunicazione in rete.
Utilizzare i principali software per
la produttività individuale
Software di utilità e software
applicativi
Raccogliere, organizzare e
rappresentare informazioni
Metodi dirappresentazione dei
dati e di documentazione.
Rappresentare ed elaborare i
risultati delle misure di grandezze
fisiche utilizzando strumenti
informatici
Foglio elettronico
INDICE DEGLI ARGOMENTI
IL FOGLIO ELETTRONICO ................................. 3
GRAFICO DELLE COMPONENTI DEL
PERSONALE DELLA SCUOLA ................... 27
PER INZIARE ................................................ 7
IL CONTO PERSONALE .................................. 29
LA CELLA ............................................................ 7
DENSITÀ DI UNA SOSTANZA ........................ 32
I RIFERIMENTI DI CELLA ................................... 8
SOLUZIONI E CONCENTRAZIONI .................. 35
OPERATIVITA’ SUL FOGLIO ...........................10
MOTI RETTILINEI ............................................. 38
AREE DI RETTANGOLI .....................................13
EQUAZIONI DI 2° GRADO ............................... 40
QUADRATI, CUBI E RADICI QUADRATE DEI
PRIMI 10 NUMERI INTERI POSITIVI ............15
SISTEMI LINEARI ............................................. 41
RISOLVERE LE PROPORZIONI .......................17
LA RETTA NEL PIANO CARTESIANO............ 43
SEMPLICI CALCOLI STATISTICI .....................21
SOLUZIONE GRAFICA ED ALGEBRICA DI UNA
DISEQUAZIONE DI I GRADO ...................... 47
GRAFICO DELLE TEMPERATURE ..................25
Book in Progress
Pagina L2
Capitolo L: Appunti sul foglio elettronico
Il Foglio elettronico
(chiamato anche Foglio di Calcolo )
Il foglio elettronico è uno strumento utilizzato per risolvere problemi matematici di vario
genere più o meno complessi.
In generale questo tipo di applicativi permette di tenere sotto controllo una serie di dati
numerici strutturandoli in tabelle e di eseguire calcoli semplici (come somme, prodotti, etc)
oppure elaborazioni più complesse; permette, inoltre di realizzare grafici di ottima resa
estetica e di semplice lettura e di elaborare informazioni non numeriche per estrarre dati
da cui si ha bisogno di ottenere tabelle riassuntive.
Il foglio di calcolo elettronico è un programma interattivo, che mette a disposizione
dell’utente un’area operativa strutturata in modo reticolare ed identificabile attraverso righe
e colonne. Le righe sono indicate da numeri, le colonne da lettere. L’intersezione di una
riga con una colonna individuano l’elemento fondamentale del foglio elettronico: LA
CELLA.
Uno dei vantaggi più significativi di un foglio elettronico è il ricalcalo automatico del
risultato di tutte le formule nel momento in cui viene modificato il contenuto di una cella, se
questa cella è inserita, come riferimento, all’interno della formula stessa.
Pertanto, una volta impostato il foglio elettronico, questo può essere usato come modello
sia per l’elaborazione di nuovi insiemi di dati e sia per analisi di previsione.
Book in Progress
Pagina L3
Capitolo L: Appunti sul foglio elettronico
Breve storia del Foglio elettronico …
Partendo da VisiCalc (Ms-Dos),
è nato negli anni ’80 Lotus 1-2-3 (S.O. Ms-Dos)
Book in Progress
Pagina L4
Capitolo L: Appunti sul foglio elettronico
che è stato superato da Microsoft Office Excel (S.O. Windows).
AppleWork INumber (S.O. Macintosh)
Book in Progress
Pagina L5
Capitolo L: Appunti sul foglio elettronico
Al momento con l’intensificarsi delle attività volte a realizzare software libero di vario
genere sono nati OpenOffice:Calc (S.O. Windows)
Gnumeric (S.O. Linux)
Book in Progress
Pagina L6
Capitolo L: Appunti sul foglio elettronico
D’ora in avanti, in accordo con la filosofia del “Book in Progress”, utilizzeremo il foglio
elettronico di Open Office, CALC, che si può scaricare gratuitamente da Internet; notate
come la differenza con gli altri fogli elettronici non sia poi così tanta! Per questo i nostri
problemi saranno risolti in CALC .
Per iniziare ….
LA CELLA:
La cella è l’elemento fondamentale di un foglio elettronico, in quanto è proprio in questo
contenitore che si possono inserire tutte le possibili informazioni di tipo numerico ed
alfanumerico che vengono classificati in:
DATI (o numeri): che comprendono le 10 cifre, i segni “+” e “-“ e la virgola decimale “,”.
Normalmente è possibile fare operazioni di ogni genere con celle di tipo “DATO”.
ETICHETTE (o testo): comprende tutti i numeri, lettere e simboli. Celle con questo tipo di
informazione vengono utilizzate per definire un aspetto grafico di facile consultazione e
comprensione.
FORMULE (espressioni matematiche): contengono valori numerici
e/o riferimenti a
celle contenenti dati numerici. Il risultato dell’operazione scritta viene immediatamente
visualizzata nella cella stessa. Le formule devono:
iniziare con il segno “=”
possono essere indicate le priorità di operazioni da eseguire con le parentesi tonde “(“, “)”.
Le operazioni vengono indicate con “+” (addizione), “-“ (sottrazione), “*” (moltiplicazione)
“/” (divisione).
L’eventuale elevamento a potenza viene indicato con “^” (es 52
Book in Progress
5^2)
Pagina L7
Capitolo L: Appunti sul foglio elettronico
FUNZIONI : Le funzioni sono procedure memorizzate nel foglio stesso che svolgono
calcoli anche complessi. Tutte le funzioni esistenti sul foglio elettronico sono suddivise in
categorie (tra cui “Matematiche e trigonometriche”, “Statistica”, “Logiche”, etc).
Una funzione viene scritta nel seguente modo:
=NomeFunzione(argomento1;argomento2; …;argomenton) dove gli “argomenti” non sono altro
che i dati in ingresso che saranno elaborati dalla funzione per ottenere un risultato in uscita.
DATO NUMERICO
ETICHETTA
FORMULA
FUNZIONE
I RIFERIMENTI DI CELLA:
Un riferimento nel foglio elettronico rappresenta la posizione di una o più celle dell’area di
lavoro e consente l’individuazione di valori o dati che si desidera utilizzare in una formula o
funzione. Tramite i riferimenti è possibile utilizzare in una formula, dati contenuti in diversi
punti di un foglio di lavoro oppure utilizzare il valore di una cella in più formule. E’ anche
possibile fare riferimento a celle di altri fogli della stessa cartella di lavoro (solitamente
Book in Progress
Pagina L8
Capitolo L: Appunti sul foglio elettronico
quando si apre un foglio elettronico si hanno a disposizione più fogli su cui scrivere e
l’utente può decidere di aggiungere o toglierne).
È
possibile copiare il contenuto di una cella in un’altra zona ma quando di copiano
formule o funzioni allora l’indirizzo delle celle inserite nelle formule stesse viene
aggiornato, adattandosi alla nuova posizione; in questo caso si dice che il riferimento delle
celle è relativo. Normalmente tutte le posizioni possibili che può occupare un dato sono
“riferimenti relativi”. In alcuni casi però è necessario fissare alcuni riferimenti per fare in
modo che, se si copia una formula in più punti del foglio, questa non cambierà
automaticamente i suoi collegamenti ad altre celle. Per fare questo è necessario inserire il
simbolo “$” sia prima del riferimento di riga che di colonna se si intende bloccare entrambi
gli elementi ( riferimento assoluto) oppure prima di uno solo di essi:
Book in Progress
Pagina L9
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
4 969 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content