close

Вход

Log in using OpenID

CISI j FOGGI@ - Cisl Foggia

embedDownload
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
CISI FOGGI@
j
~
'\ UNIONE SINDACALE TERRITORIALE
"
"
a cura dell'Ufficio Informazione
Via Trento, 42 - Foggia
TeL 0881,724388 - 348.8543490 Fax 0881,771681
e-mail: [email protected]
www.cis1foggia.it
1
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
vAttacco
elitari
Guerra
di Capitanata Las
è la uquèstione IIlOrnle"
FRANCESC.oSElLlz,z1
dei rifiuti che non permette-'
vano l'avvio dei cantieri del
La situazione sì è complica- nuovo Cimitero;
ta notevolmente, .di certo TI presidente degli Edili ha
più di quanto il presidente posto in Confindustrialase~
. degli Edili potesse prevede- . guentequestione:Marcolnre. li suo· piano di rinnova- salata, pagando la mazzetta
, . mento del gruppo dirigente e non denunciando subito il
'storico di via Valentini Vista fatto, ha violato il codice etiFran.co sta subendo più di co dell'associazione? Il suo
. unintoppo.Dopoilmuroal- obiettivo era quello delle di-zato la"settimana scorsa da missioni di Insalata dal vermolti dei' componenti del tice dell'Ente Bilaterale.
suo direttivo, Gerardo Bian- La riunione della scorsa setcofiore oggi deve fare i conti timana era stata convocata
con una controffensiva che perchiederel'azzeraramen~
an1va proprio da quella as" to delIe-Pl'esidenze di tutti gli
semblea di cui era éerto organi paritetici di Confinavesse la maggioranza.
dustria: la Fonnedil di Gianni Rotice e rAtp di Federico
II forziere di Cassedile
Moschella. Un azzeramento
TI terreno di scontro è la pre- motivato con la necessità di
sidenzadiCassaEdile.Bian- rilandare l'azione deII' orgadimis- nizza710ne di categoria alle
cofiore vorrebbe
sioni di Marco Insalata, prese con la scadenza del
l'imprenditoreprotagonista mandato del Presidente Pì~
deUe ultime novità prove- noDi Carlo.
nienti dalrinchiesta sulle
tangenti nell'ufficio dei La- Riposizionamenti
vori pubblici del comune di Una linea che Biancofiore
Foggia. Davanti al giudice era fiducioso di far passare
per le intlagini preliminru;i, facilmente, convinto di poInsalata ha confermato, di ter contare su 9 dei 16 comaver pagato il dirigente Fer~
ponenti del suo direttivo. Ma
!landa Biagini e il consiglie~ l'esito della riunione dì vere 'comunale Massimo Lac~­ nerdì non gli ha· dato ragio~
c~ttl una tangente da lOmila
ne.
et,tt,o. Ricevuto il denaro, ~ Nonsonomancatiliposizionamen ti e salti della quaglia.
Federico Moschella (socio
di Eliseo Zanasi), dopo aver
. m;""",""O E!ms~..ta
rimesso il proprio mandato
lIm~c,,_<ti .
nelle mani dì Biancofiore,
come da lui richiesto, avreb"""'''lF'''!Y''ot.. be espresso la propria disponibilità a vptareper le dimis~
~
sioni di Insalata e alasciare il
proprio posto neII'Atp dopo
due attualmente in carcere aver capito qua,li fossero le
con 'una doppia accusa di sue intenzioni definitive. Sa~
concussione -la prima è rerebbe quindi intervenuto Di
lativa all'estorsione denl,1.n~
Cado in una discussione che
data ai suoi danno dal co- è andata accendendosi fino
struttore Leno Zammarano allo scioglimento della se- avrebbero sbloccato l'au- .duta senza che si giungesse
tori7..zazione ad Insalata e al al voto.
suo socio Giamu Trisciuo- Atmosfera tesissima, scamglia per i lavori di rirhozione bi di. accuse durissime, at ~
"le
tacchi personali. E il codice
etico? Missing, in pochi durante il dibattito senibrava'no aver letto almer.1.O qual~
che pagina.
Leverepàrtite
Quasi tutti però hanno-inte"So che dietro l'evocazi'one
de}l.a misteriosa questione
morale si giocano ben altre .
partite: la selezione del ruo-
l'Astronomia (vedi .defenestrazIone del foggiano AlIreHo .Regina, per esempio); i
grandi appalti del prossimo
quinquennio amministrativo tra-zonaAsi einvestimen~
ti infrastrutturali nella città.
· capoluogo; la costruzione di
un asse',strategico tra Cerignohi e Manfredonia con la
Pl'esidenzaaffidata a Gianni
, Rotice..
Lo sfogo di Insalata
· Marco Insalata questo lo ha
capito. E ha deciso di rilan
ciare. "NQn faccio l'agnello
sacrificale. Biancofiore vuole le mie dimissioni?Va bene
ma si dimettesse anche
Iui ...".Lohadettovenerdìdavantia tutti. E poisi èsfogato
lo di referente sul territorIO con alcuni amici: <1Non è
del processo di razionalizza- pOSSibile chiedermi di farmi
zione impresso dalla Presi~ da. parte per la vicenda di
denza Squinzi a Viale del~ quella . tangente, io sono
li! p ....sid<m.t'"
lk>e", 11m chiesto
la testa d",! .
iI"lIresid....t ..
<ti C..,."edil..
M
quello' che ha denunciato ...
hocapitoconchiavevoache
fare (Massimo Laccetti,
ndr.) soltanto leggendoleintercettazionldeUamagistratura",. Poi ha portato come
esempio il-presidente degli.
Industriali,trapanesi cheha
iniziato a denunciare'dopo
anni di taglieggiamentia cui
si era piegato. Oggi Insalata
torna a parlare e commenta
a l'Attacco: "Voglio conoscere le motivazioni della ri~
chiesta di Biancofiore".
· lnsomma,ilpresidentedegli
Edilì,-da accusatore, rischia
di salire sul bando deglUm~
. putati. Le" simpatie iniziali
sembrano dissolversi e gira
voce di una raccolta di finne
che potrebbe partire (o che
forse è già partita) per chie~
dere la sua testa. 1ndiriZzata
direttamente al gran capo
Squinzi.
t_\I\I"'."'''
e m:...",."etti
m..
2
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
·
lAl:tacoo MARTEDì 20 MAGGIO 2014
Carriere
, Sacco ORotice? Idue'aspirantialdopoDiCarlo,
taedaibigdelmattonefog-
Il dibattito in corso in viaVista Franco Valentini è_particolarmente acceso anche
per via delle elezioni ormai
alle porte. A fine giugno, '
scade il mandato di Di Carlo che proprio in questo periodo" sta cercando di far
.. confluire gli iscritti su un
unico nome, per evitare votaZioni e inevitabili corren-
giano. Poi De Girolamo ha
ritirato lasua disponibilità,
pare, per motivi personali.
Lo stesso gruppo ha indicato uno dei due king maker,
Gianni Rotice, edile, forte
nel settore della difesa del
. suolo ma con significative
diversificazioni che lo hanno portato alla Presidenza
di Marina del Gargano e a
spendersi nell'organizzazione del distretto della
portualità turistica. Rotice
oggi, inoltre, appare molto
più indipendente rispetto
P"""'''
"".."didai:o" s""t..
!ili.
D", ~w..o della
~s dii" peri>
11>... """'...." ...to
ti interne. In un primo momento sembra che il suo
ne
del gruppo Biancofioresuccessore dovesse essere
inviduato tra Armando De Rotice, e 'Umberto Sacco,
Girolamo, titolare dell'im- . Presidente di ltalMopa,
portante azienda di tra- una vitaa via ValentiniVista
sporto Lotrasmerci presen- Franco, indicato da Gianni
ti nella zona Asi, espressio- Tri8ciuogIio, Marco 1118ala-
3
alla politica che dà ancora
le carte nel Golfò. La radi-
calizzazìone del conflitto
potrebbe però portare all'individuazione di una figura di,mediazione.
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
\
Martedì 20 Maggio 2014 Corriere del Mezzogiorno
6lBat-Foggia
M
,II caso Opposizione all'iniziativa del dg Pazzaglia di cancellare i privilegi. L'avvocatura non è intervenuta
I dirigenti pignorano il Comune
Foggia, otto rivendicano 180 mila euro per gli interim ricoperti
FOGGIA - Hanno avviato la gente Fernando Biaglni che però
procedura di pignoramento della non ha rinnovato come gli altri il
cassa del Comune per ottenere il precetto. Per l'indolenza della polipagamento di circa 180mila eurO. tica e nel silenzio del sindacàto delNon si tratta però di imprese, che la dirigenza per anni i vertici amhanno lavorato per l'ente e atten- ministrativi dell'ente beneficiavadono di essere onorate, ma di otto no del così detto «interim» e guidatra dirigenti ed ex dirigenti che vano più di un assessorato. Al mohanno avviato azione di recupero mento del suo insediamento iI didi quelle somme percepite per an- rettore Pazzaglia ha contestato l'anni -per aver guidato più uffici, inca- dazzo: la legge prevede che l'<<interichi poi bloccati all'indomani rlm», il cui decreto è firmato dal
dell'arrivo a Palazzo di città del di- sindaco in carica, possa essere darettore generale, Mario Pazzaglia. to per quattro mesi gratuitamente,
Il contenzioso, dinanzi al giudice IJ?a non può essere rinnovato
del Lavoro, è partito un anno fa all'infinito. Il Comune doveva riorcon un primo decreto ingiuntivo ganizzare i servizi oppure bandire
al quale l'avvocatura dell'ente non un concorso per coprire i posti di
si è opposta. E fit€! è giunto senza dirigenza scoperti. Tranne i servizi
intoppi sino al precetto. Coinvolti finanziari, 1'avvocatura e la polizia
-nel contenzioso i dirigenti Claudio . municipale, a Palazzo di città tutri
Taggio, Gloria Fazia, Paolo Affata- i dirigenti di fatto godevano di queto, Ernesto Festa, Angelo Masciel- sti doppi e tripli incarichi che inlò e due dirigenti in pensione Cor- crementavano di molto gli stipenrado TiboIlo e Matteo Ercolino. di. Quando c'è stato l'accorpamenNell'elenco figurava anche l'ex diri- to dei servizi su disposizione di
1/ Comune di Foggia si ritrova al centro di un nuovo caso
Pazzaglia e gli <<interim.» sono stati
cancellati è partito il braccio di ferro. n dg ha ritenuto illegittimo il
pagamento almeno del 2013- E da
qui è nato il contenzioso, al quale
4
l'avvocatura del Comune, chiamata a tutelare l'ente e non i suoi dipendenti, non si è opposta E l'avvocatura, stando al carteggio dei
mesi scorsi, non si è opposta in
quanto dall'ufficio personale, diretto all' epoca da uno dei dirigenti
coinvolti nel contenzioso, non è
stato dato il via hoera all'opposizione. Intanto all'assessorato all'agricoltura, in particolar modo all'nflicio Urna, ancora pi"oblem.j. dopo
l'avvio del procedimento disciplinare nei confronti di due dei quattro dipendenti'trovati al barin orario d'ufficio. L'assessore Giusy Albano ha rimesso la delega all'agricoltura al sindaco dopo aver appresò che il dirigente dell'nflicio ha
tolto le ore di straordinario alla im. piegata che era regolarmente in ufficio e non ha dato corso al procedimento disiciplinare nei confronti dei due assenteisti. Una situazione che, per altro, sta determinando problemi agli utenti: gli agricoltori che non riescono ad avere in
tempi brevi iI rilascio dei libretti
per il gasolio agricolo.
Antonella Caruso
"R!P!l(JW~OIi<RlS<IlVA1~
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
"
?,
\
D{{~Jì {'i 1- J~
lA GAZZE'ffi\DELMEZZOGIORNO
JC tJU'BJ1.ri
Martedì 20 maggio 2014
'INFRASTRUTTURE
FINANZIATA DAL CIPE
;c,,,,,,>,,,,;;.'!,,·,,,,,,=_,:,=--===~--=~z,~';:'''''';=~'''Y''::O~~''';'.~ ,~"",,-,,,,,,,'-."!.,'.c..',,"
L'OPERA
Costerà 30 milioni di euro. Rnanziato il tronco
che servirà acollegare l'attuale casello
autostradale con quello in costruzione
,
4":Y7VtllAi
~1vJ.. l.1
"
Il SINDACO MONGElU
Un così grande cantiere qualifica gli sforzi che
la giunta ha prodotto in 5anhi anche sul fronte
della funzione di Foggia città capoluogo
Via libera alla nuova (~orbitale)}
Una tangenziale che collegherà i caselli autostradali di Foggia nord e sud
1'& Partono le procedure di gara per
la realizzazione della nuova Orbitale
'urbana, opera dal valore di trenta
milioni di euro finanziata da! CIPE e
fra le infrastrutture più importanti
programmate nel Piano strategico
"Capitanata 2020", nel Piano'ur1;>ano
della mobilità di area vasta e nel
Piano Urbanistico Generale di Fog-
gia,
'
«Un cosÌ grande cantiere qualifica
gli sforzi che 1'Amministrazione ha
prodotto in cinque anni anche sul
fronte della funzione di Fbggia città
capoluogo». rileva il sindaco, Gianni
Mongelli,
<dl parere favorevole del Nucleo di
Valutazione e Verifica .degli Inve-
stimenti della Regione Puglia chiude
positivamente una lunga e 'laboriosa
istruttoria che, adesso, ci consente di
concentrarci su una gara da far pro-
cedere nel modo più rapido ed efficiente»; osserva l'assessore alla Mobilità di area vasta, AlfredO" Ferrandino.
l'Alta Velocità Bari-Fbggia-Napoli e
altri interventi prevìsti nel Piano
strategico di area vasta "Capitanata
2020" come la Tangenzia!eEst di
Inserito nel pacchetto infrastrut- Severo.
ture -finanziato dal Comitato interTI tracciato dell'orbitale prevista
ministeriale di programmazione eco- ' per smistare meglio il traffico aunomica il 3 agosto 2011, questo primo tomobilistico, nella versione contelotto dell'Orbitale urbana è pensato nuta nel PUMAV approvato definiper mett~e in collegamento il traf- tivamente il 16 gennaio scorso: è stato
fico veicolare tra i due caselli au- elaborato in ftmzione-dei diversi pro~
tostradali di Candela' e Foggia Nord grammi mtervenuti negli Ultimi
su via Manfredonia esistenti, è il "quattro anni: dal nuovo casello aunuovo' Foggia Sud di Incoronata.
tostradale, a! progetto di bretella di
Oltre all'Orbitale progettata da collegamento tra quest'ultimo e via
Fbggia nel PUMAV (ptano urbani- -Trinitapoli, fino alla riorganizzaziostieo di mobilità di area vasta), il ne del disegno urbanistico che è stata
pacchetto CIPE comprende anche le imposta ai programmi di Housing
. "ppere che consolidano FpgiP,à In- Sociale. IÌ1somma, una grande opera
caronata come piattaforina logistica destinata a migliorare la qualità dellé
ferroviaria e il~, potenziamento Infrastrutture ,di Fbggia e dell'intera
dell'aeroporto "Gilio Lisa", oltre che Capitanata,
San
FOGGIA La città sarà dotata di un secondo casello autostradale
- -- ..5
---~--,--~--
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
ASjlJNIDO
ISTRUZIONE
LE POLITICHE COMUNALI
i)..~<""'-~J1'-'\~=---~Qu,=~;,;:.~'P.=
LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
Promossa invece la politica comunale
adottata per il servizio degli asili nido e I~
sezioni primavera convenzionate
.
Scuole dell'infanzia
c'è un ricorso al Tar
Secondo gli istituti «paritari» il Comune di foggia
non rispetta i vincoli della nuova legge regionale
o. Avrà luogo 1'11 giugno prossimo l'udienza dinanzi ai giudici del
Tribunale amministratiro regionale di Bari per il ricorso proposto
dalla FISM di Foggia nei confronti
dell' Amministrazione Comunale
del capoluogo dauno.
La delegazione provinciale della
Federazione Italiana Scuole Materne si ·è rivolta alla giustizia am-
ministrativa perché ritiene che non
sia stato correttamente rispettato il
dettato della legge regionale n. 31
del 2009 relativo alle "Norme regionali per l'esercizio del diritto
all'istruzione e alla formazione".
«C'è stata una disparità eccessiva
per ciò che concerne il trattamento
economico nei confronti dei bambini che frequentano le scuole
dell'infanzia paritarie nella nostra
città - dichiara Fabio Daniele, pre*
sidente provinciale FISM dal 2000 e
regionale dal 2012, a margine del
rola, ma è stata disattesa». '.
La norma, in questione, che ha
come obiettivo quello di promuo·
vere e sostenere azioni volte aga·
rantire il diritto allo studio, pro·
grammando interventi diretti a rimuovere gli ostacoli di ordine economico, sociale e culturale per rendere effettivo per tutti, indipendentemente dalla scuola che frequentano statale o paritaria, il pie·
FISSATA L'UDIENZA
L11 giugno la ptiIna udienza
nel merito dopò il ricorso
presentato dalla Fism
e l'Infanzia· nella città di Foggia"
no esercizio del diritto all'istruzione e alla formazione, prevede che
spetta agli Enti locali esercitare ·le
funzioni amministrative relative
agli interventi della Legge regio·
che si è tenuto all'Istituto Maria
Regina - avevamo chiesto al Sin·
daco un segnale di maggiore at·
tenzione, senza le Scuole dell'Infanzia Parìtarie non .sarebbe garantito un servizio essenziale come
sposjzione di un programma, con la
gestione delle relative risorse e la
trasmissione alla Regione di una
relazione annuale sull'utilizzo dei
fondi regionali e sul raggiungimen-
la Scuola dell'Infanzia per tutie le
to degli· obiettivi della program-
famiglie. Ci aveva dato la sua pa-
mazione, sulle esigenze e le par·
convegno «Politiche per la Famiglia
~-,-_
nale 31/2009, atiraverso la predi-
ticolarità del loro territorio.
«Le spese vengono ripartite in tre
voci trasporto, mensa, contributi di
gestione - spiega Daniele - per la
mensa delle scuole dell'infanzia il
Comune di Foggia ha previsto una
spesa di 3 euro in media a bambino
nelle scuole statali e. comunali,
mentre solo O,SO euro per ogni bambino delle paritarie. Per le spese dei
contributi di gestione,. che nelle
scuole paritari~·.vengono utiliziate
sopratutto per- i 'pagamenti del per·
sonale, è previsto un cOJ:?triQuto di
19 euro annui a bambino a fronte di
una spesa nelle .(:lcuole comunali di
circa 6.000,q~.eqro annuj a. b<:up,b~9·
. prosegue· mentre per· le' spese di
trasporto per i bambini delle scuole
statali e comlUlali sono stati impegnati 740mila euro, nulla è pre·
visto per i bambini delle scuole
paritarie. Chiediamo, per questo,
che sia rivisto l'impegno del Comune di Foggia che è quello che
investe meno di tutti gli altri prin~
cipali comuni di Capitanata in que~
sto ambito. II Comune di Man-
fredonia - osserva - ad esempio
eroga il mèdesimo contributo per la
mensa per ognd bambino, sia che
frequenti la,-scuola paritaria o statale. Ritenfumo questa situazione
una discriminazione nei confronti
"
delle scuole dell'infanzia
paritarie e
dei bambini che le frequ.entano e
La F.I.S.M. è un'associazione nata
nel 1973 per volontà della Con-
rignarda la prima infanzia Asili
ferenza Episcopale Italiana che ne
promosse la costituzione per rappresentare le istanze delle scuole
dell'infanzia paritarie di ispirazio·
ne' cristiana.
Nido e Sezioni Primavera: «Nel comune capoluogo il 90% dei bambini
tra i 3 e i 36 mesi frequenta una
struttura' educativa a gestione pri·
Atinalmente nella città di Foggia
sono 55 gli Istituti dell'infanzia cat·
tolici e d'ispirazione cristiana diffusi in tutto il territorio cittadino,
delle famiglie per la sola colpa di
aver responsabilmente scelto la nostra scuo!a».
Le cose vanno meglio per ,quanto
FuruRAAMMINISTRAZIO.NE
La questione sarà comunque
gestita dal governo comunale
che sarà eletto il 25 maggio
che quotidianamente accolgono cir·
. ca' i.900 bambini, ovvero il 39% dei
fanciUlli di età compresa tra i tre ed
i sei anni.
Mentre nelle strutture alla prima
infanzia a gestione privata (asili
nidi e sezioni primavera) sono, accolti circa 700 bambini cioè il' 90%
del totale con una domanda inevasa
di oltre 400 bambini.
vata - aggiunge - e in questo caso il
Comune impegna oltre un milione
di euro con propri fondi per con·
venzionare dieci nidi, gestisce in
maniéra esemplare i fondi regionali
destinati ai buoni di servizio per la
conciliazione e ha ripartito rispet·
tivamente in 700mila euro per le
strutture comunaJ:i e 400mila per
quelle private i fondi provenienti
Non resta che attendere il pro·
nunciamento dei giudiCi del Tribunale amministrativo regionale
della Puglia per dirilnere la questione, ànche se la vicenda delle
scuole dell'infanzia contestata dalla
Fism sarà poi affrontata dalla prossima amministrazione, quella che
sarà indicata dagli elettori con il
voto del 25 maggio ·ed eventual-
dalla prima annualità dei PAC In-
mente al ballottaggio fissato all'8
giugno.
fanzia, Piano di Azione e Coesione
del triennio 2014-2016».
Enza Moscarftolo
... _---
6
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
Aiuti europei, passa la linea «dau ~-~~"~
Premi accoppiati anche per grano epomodoro. Coldiretti: «Prenderemo le briciole»
MASSIMO lEVANTACI
., Senza sosta il pressing
delle organizzazioni agricole e
delle associazioni di categoria
sul ministro dell'Agricoltura.
La riforma Pac avrà un sensodicono - solo se il premio alla
produzione sarà accoppiato,
insomma se nessuna o quasi
delle produzioni che compçmgono il ricco e variegato pa-
niere italico ne resterà esclusa.
Parliamo di àiuti alla produzione aiJ.cora indefiniti, c'è chi
prospetta. 500 euro a ettaro per
il pomodoro, chi appena 150.
Briciole, in ogni caso, con·
siderate le ricche quote oggi in
vigore, ma il documento (fIrmato anche da Federalimentare)
sembra fatto per le as-
sociazioni agricole foggiane
che temono -l'incapacità di autosostenersi suI mercato senza
anche solo il becco di un contributo legato alla produzione.
n fronte sembra compatto,
ma sono soprattutto le regioni
del Nord a insistere su questa
linea, per così dire "ecumenica", in aperto contrasto con
l'impostazione conferita alla
Pac dall'assessore pugliese, Fabrizio Nardoni, che coordina
gli assessorati
regionali
all'Agricoltura. E' un vero e
proprio braccio di ferro quello
che si proma nella settimana
(si prevede un accordo, ma non
prima di venerdì o al massimo
la prossima settimana), ma
Nardoni non è isolato: la pensa
come lui anche la Coldiretti
che difende la linea seguita in
Puglia, ad eSempio, per l'oli-
vicoltura, produzione di eccellenza che ha bisogno di incentivi mirati per scrollarsi di
dosso la concorrenza dell'olio
lampante (spagnOlo e greco).
DEFILlPPO·
«La cosa certa è che
perderemo nei prossimi
anni il 33% di aiuti"
duzioni proteaginose: ndr);
Se facessimo un passo indietro - dice Mercuri - diventeremmo poco competitivi persino su produzioni
storiche come grano e pomodoro».
La Coldiretti è convinta
che si continui a ragionare
su concetti astratti: «Non sono numeri ufficiali - ribatte
De Filippo - quelli sui quali
ci siamo finora confrontati
al ministero, anch'io ho davanti a me diverse simulazioni ma un'idea precisa
non ce l'ho. La cosa certa è
che perderemo nei prossimi
anni, sia pure'gradualmente,'
il~33%: diaiutL- La coperta è
dlventata -corta, il tentativo
di allungarla non mi sembra
un'operazione tanto lungi·
mirante»,
"
<<E' l'impostazione che con-
sideriamo più logica - spiega il
presidente provinciale di Coldiretti, Giuseppe De Filippo se si applica il sistema accoppiato anche per pomodoro
e grano nelle tasche degli agricoltori arriveranno solo le briciole. il bUdget è già esiguo, se
- poi lo distribuisci a tutti non lo
avrà nessuno}).
La polverizzazione del contributo Pac è però un falso
problema, dice il presidente
nazionale di Fedagri, Giorgio
Mercuri: «L'accoppiato lo chiedono tutti, l'hanno applicato
anche altre nazioni, perché
l'Italia dovrebbe tirarsi fuori?
Coldiretti fa la sua politica, ma
tutto il mondo agricolo non
vuole privarsi del plafond, sia
pure ristretto, di 570 milioni di
euro del disaccoppiato, li documento che anche la nostra
organizzazione ha frrmato prevede l'allargamento dell'aiuto
accoppiato dal lO al 13 per
cento proprio per abbracciare
tutto il sistema agricolo che
rischia di--restarne fuori (ral-
trO;.2%B,..:.L~tQ~JlThLllr.!l,"-
Così l'Unione taglierà i contqbuti
agli agricoltori non a tempo pieno
• Stop agli agricoltori che svolgono un altro mestiere,
niente più contributi comunitari a quei professionisti che
posseggono il fondo di famiglia e in virtù del quale sono
considerati agricoltori a tutto tondo dalla Commissione europea con tanto di contributi saldati a piè di lista.
La risoluzione congiunta sulla politica agraria approvata
venerdì scorso in commissione Agricoltura alla Camera, alla
presenza del ministro Martina, traccia una netta linea di
demarcazione fra l'''agricoltore'' e l'''agricoltore attivo~', concetto quesfriltimo che' rappresenti Rcardine dèlla riforma
della politica agricola comunitaria varata da Bruxelles.
Esulta per questo provvedimento il movimento Cinquestelle: «Non sarà più possibile - sottolinea il parlamentare
pug}iese Giuseppe L'Abbate - erogare sostegni a soggetti che
solo occasionalmente, o marginalmente, hanno svolto attività
agricola, le aziende cosi dette "senza terra" o i "sofafarmers".
GliaÌutldovranno andare a chil'agricolturalafa davvero, con
7
obiettivi commerciali econ un impatto rilevante in termini di
occupazione e creazione di valore aggiunto, Saranno premiate, inoltre - aggiunge il deputato pugliese 5 Stelle - produzioni e comparti che più dì altri creano beneficio alle nostre
imprese agricole e dovrà essere riconosciuta la qualità dei
nostri prodotti. In questa direzione vanno le nostre scelte
sull'allevamento estensivo e di capi italiani, sulle colture
proteicheesulsettoredell'olio.Insommaabbiamo lavorato ad
una Pac che per l'Italia raggiunga tre obiettivi: -qualità, occupazione e territorio»,
«Considerato il grande lavoro di questi mesi - conclude
Giuseppe L'Abbate- crediamo che questo atto rappresenti, al
momento, la migliore sintesi della proposte fatte e che vada
nella direzione giusta. Ma il nostro impegno non si esaurirà
qui e, come abbiamo fatto in materia di etichettatura, continueremo a seguire l'evoluzione dei lavori e delle future
manovre correttive, sia a livello nazionale che comunitario».
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
/
/
,
lA GAZZE1fA. DELMEZZOGlORNO
Martedì 20 maggio 2014 .
I comitatia Vendola
«Con noi dai ministri»
e TI comitato Vola Gino Lisa ha
Nella nota spedita ieri a Vendola,la chini (direttore generale dì Aeroporti
invitato ieri formalmente il presi- presidente di Vola. Gino Lisa, Ma* di Puglia: ndr) che ha prospettato un
iiente della Regione, Nichi Vendola, a rialuisa D'Ippolito, ne approfitta an- incontro di aggiornamento per l' 8
«guidare una delegazione in un in- che per inviare al governatore il do- giugno prossimo a tornate elettorali
contro a breve termine a Roma con i cumento ufficiale del comitato re· concluse, le inoltriamo 1,1fficialmente
ministri ono Galletti (Ambiente: ndr) e datto a margine della, manifestazione il documento in questione sottoscritto
ono Lupi (Infrastrutture: ndr)>>. L'in- del 6 maggio scorso dayanti l'aero- da tutti coloro che partecipando alla
contro con i due esponenti del go- porto di Bari Palese, sede di Aeroporti manifestazione, hanno espresso e converno viene sollecidi Puglia. Una pro- diviso' la pressante preoccupazione
tato dagli attivisti
testa che non ha chia- che !'iter amministrativo per l'avvio
foggiani «per sciorito i dubbi che gra- dei lavori per l'allungamento della
gliere defmitivameuvano sullo scalo fog- pista di volo'dell'aeroporto' di Foggia
te ogni dubbio e
giano, sia per quanto non si concluda nell'im'minente ter~
sbloccare positivariguarda la possibi- mine del 30 giugno, con conseguente
mente la VIA. (Valità che i lavori di impossibilità di utilizzo dei fondi Cipe
lutazione di Impatto
allungamento della disponibili».
Ambientale) sul propista vengano eseguiL'invito del comitato a. Vendola fa
getto di allungamenti (oltre alla Via, c'è leva sulle dichia.tazioni espresse" dal'
to della pista di volo
pure il fmanziamen- governatore anche nella sua recente
dell'aeroporto "Gino
to comunitario di 14 (29 marzo) visita in Capitanata di
Lisa" da parte della SIT-1N la protesta del 6 maggio milioni di euro da «attenzione e impegno per lo scalo
Commissione minisbloccare prima del della Capitanata», nonchè sull'«amosteriale competente e sia per chiarire 30" giugno), sia sulle reali intenzioni re - ricorda D'lppolito - per questo
defmitivamente rimportanza di in- .' della Regione di portare avanti il territorio. Siamo certi - conclude la '
cludere il "Gino Lisa", scalo sostan- ..',progetto.
.
presidente di Vola ,; Gìno Lisa - che'
ziale nel sistema aeroportuale pu- " «In questa lunga e sempre opaca vorrà accogliere la richiesta' del' no~,',
gliese, nella lista degli aeroporti di.", ':;;situazione di stfill.o.- s~#ve D'Ippolito stro comitato' di guidare, come go~
int~resse nazionale, come ben mo-,,"; . .~:a~~,V~l1<lO~·;"::-,~~$ènte:"lé, incerte ras- vernatore della Regione Puglia, una
~OI:\el,docume.nto.allegil1o)!
.•,_"",,,;i_Ul~m_d;i)
dottor Fran- .{~?~!:~,~~t~f~~?;~,7}lh S1 IL, B8W,) B
'.""_C":"""'"""""'·"'.
.'
,:'0~
o
,_.,,'.
8
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
IAGAzzE'TN
.""nELMEp:OGlORNO
Martedr 20 maggio 2014
le altre notizie
GIOVANitAGRIC()LtORI"/i'
.':
...
,'.''",--
.,-',-.,.'.,'"".,,,,,,., .,._-",-""
-,,,,,',,,- ..
SUCCEDE A SCHIAVONE
Chieffo eletto
al vertice dell'Anga
!
iii L'assemblea generale dei giovani
agricoltori dell' Anga, ha proclamato
per acclamazione Donato Chieffo
nuovo presidente. L'assemblea si è
tenuta presso la sede dì Confagricoltura Foggia alla presenza del presidente, Onofrio Gi)Ùiano e del dìrettore Alfredo 'Giordano. Chieffo, im,prenditore agricolo del '79, conduce
un'azienda in agro di Ascoli Satriano a indirizzo cerealicolo, articolo,
frutta e leguminose. Succede a Filippo Scbiavone, imprenditore agricolo lucerino, oggi alla vicepresidenza nazionale dell' Anga. «Spero di essere all'altezza del compito· ha detto
Chieffo -siamo tutti consapevoli che
dovremo traghettare l'associazione
in un momento molto difficile per la
crisi che avvolge il settore agricolo».
"\
CRA·CER
Visita guidata
ai campi sperimentali
rii1 Visita dei camp-i sperimentali del
era-Cer, questo pomeriggio a partire
dalle ore 16, presso la sede del Centro
ricerca sulla circumvallazione (chilometro 25,200). Durante una visita
alle postazioni tematiche, sono pre·
vi~te prove di confronto varietal~ce
prove di semina per gli agronomi
che parteciperanno al convegno, pre.visto subito dopo. Previstalapresen·
za, tra gli altri, di Antonio Ursitti
(Ufficio regionale Alimep.tazione) e
del presidente dei dottori agronomi
e forestali, Luigi Miele.
9
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
}l'Attacco
AmiuPuglia èfatta,Mon Ili
ha mantenuto le promesse
IL SINDACO: "ABBIAMO DATO VITA A UN COLOSSO SOCIETARIO, PRIMO NEL MERIDIONE. SARt'i UN
MODELLO. IL PRESIDENTE: "ENTRO GIUGNO DIFFERENZIATA AL 5%. ORA RIORGANIZZIAMO L:AZIENDA
H
FRANCESCO BELLIZZI
Tra fom,riani'è baresi, i ci ttadini che la neonataAmiu Bari
dovrà occuparsi dei sacchetti di immondizia di 480mila
cittadini. Mentre i suoi impianti dovranno trattare i rifiuti 550mila persone.
Complessivamente, con
l'ingresso di Foggia in società, l'azienda è passata dai 793
ùipendenti del capoluogo di
regione ai 1.135, numero che
vieneraggiuntoconi342foggiani. I mezzi a disposizione
l[! p<>"",..lIWle
dlHI:"",,;!,,, li'us:wll.fia
- .....ta
",,1.a3!ii
Itiliipe..d ....ti
,.~------------------sono invece 500. Sono questi
in umeri ilripress~onanti deIl' azienda presentata ieri nella sala briunta di Palazzo di
Città.
Gianni Mongelli e il presidente dell'azienda Gian-
"UnprogettQ unico per il meridioned'Italia.Abbianiodato via .ad colosso societario .
che rappresenta un modello
al quale in tanti stanno già
guardando", I.:orgoglio del
primo cittadino ieri mattina
era evidente. ''Abbian1o di~
mostrato che Foggia è una
città capace di scelte corag.giose anche se difficili:Amiu
Puglia non è nu carrozzone
ma un'aziend,a con un grande capitale economico e gestionale", ha aggiunto Mon-
gelli.
"Un' operazione storica - gli
ha fatto eco il presidente della società barese, Grandalia~
no-, Èlaplima volta che due
grandicirtàdel sud si unisconoper la gestione di unservi~
zio pubblico tanto impor~
tante", I.:accorpamento foggiano/barese del servizio di
igieneurbanaesmaltimento
rifiuti "è un'anticipazione di
quanto il governo ha stabil\to con un decreto legislativo
cherichiedelariduzionedelle società inhòuse e la collaborazione tra centri urbani",
ha aggiunto Gianfranco
Grandaliano.
:,:
"Adesso è il momento di '
guardare al futuro", ha d>tto .
perentorio Mongelli. il futu ~
via libera di Bari, realizzerem~ anche un impianto di
compostaggio". 'futti im~
pianti che vanno ad aggiungersi a quelli in dotazione
nella città di Bari.
La maggiore sfida che attendeAmiu Puglia è quella della
raccolta differenziata. Materiale e strumenti sono pronti
datempomailserviziononè
ancora partito. Sindaco e
presidente tendono a smimlire. "Entro il 30 giugno
avremo raggiunto 1'obiettivo
che ci permetterà di non incappate nell'aumento dell'ecotassa", I.:obiettivo da
raggiungere è il 5% che, per
unacittàcomeFoggia,ferma
allo Oda oltre un anno, non è
pernullafacile.
n livello di difficoltà è aumentato anche dalla delica~
ta fase che si è aperta subito
dopo la firma della partnership tra le due città: rlqrga~
. nizzare definitivamente la
gestione interna dell'azienda che ·continua a mostrare
gravi deficit come quello dell'accumulo domenicale dei
rifiuti in strada che sfinca il
servizi odi raccolta dellune~
dì e del martedl , "Subito do~
po le elezioni apriremo il ta~
volo delle trattative c6ni sindacati (presenti ieri all'in~
contro, ndr.) per discutere
comeorganizzareilservizio".
Per riorganizzazione si in·
tendeanchel'inquadramen~
to definitivo deì3421avoratoti (di cui 304 impegnati nello
svolgimento del servizio e il
resto negli uffici amministra ~
tivi). Dipendenti che svolgono il prolnlo lavoro con inquadramenti ridotti di grado
rispetto aquelli precedenti al
fallimento della foggiana
Amica spa, ma con la stessa
retribuzione e con la pl"O~
spettiva di tornare alle man~
sioni pm-crack. Mll ::t Gianfranco Grandaliano ieri è
scappata l'epsressione "de~
mansionamento", poi cor~
reggendola con que1hl di "re~
. inquadramentiinmodofunzionale". Ma sia chiaro "at~
tendono sia all'aiìenda che
ai liiVOl'atori dei sacrifici",
franco Grandaliano hanno
incontrato la stampa per ufficiaIizzare quello che era
stato già anticipato da indi~
fO presentato ieri èlastricato
screzioni e da dichiarazioni
di buoni propositi. ''Abbia~
dello stesso sindaco nelle
mo dato vita ad un grande
scorsesetrimane.
polo impiantistico - ha ccnli capoluogo dauno è uffitinuat6 Grandaliano:-, Amiu
cialmente in società con Basi occupa oggi della gestione
ri al 21 %. I.:accordo è stato
del' biostabilizzatore, deI~
formalizzato dop,o l'acquisìl'impianto di multiselezione.
zÌone dì due dei quattro beni
(ancora fermo, secondo fon~
immobili messi sul tavolo
tiint.erne al comune dovrebdeH e trattatived aMongelli: il
be essere pronto perfunziomagazzino di via Miranda e ~:,nare tra un paio di mesi,
l'impianto dimultiselezione
ndr.); !'impianto di trito."va~
peda raccolta differenziata.
gliatura e, quando avremo il
Il valore complessivo dell'operazione è di4,2 milioni'
di euro. .
Questo 21% è il primo passo,
al quale seguire quello conclusivo previsto entro la fine
. dell'anno che consiste ne1!'incremento del capitale so- "
dale fino ad arrivare ad una
. partecipazione foggiana del
30%.
10
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
J:'Attacco
REAZIONI
Accanto a Mongelli e Grandaliapo in sala giunta c'era- :
no miche Marisa Cavaliere .
e Angelo Masciello. La pri~
ma, presidentessa dell'Ordine dei Commercialisti èla
nuova presidentessa del
collegio sindacale di Amiu
Puglia, il, secondo uno dei
Idubbidelcandidatosindacocheavevaincalzato MongelliconunduroreportsullostatoeconomicodelComune
Leo DiGioia: "Masciello eDicesare in CdA?
Potrannofarepocosenzadelegheoperative"
...
~
"'~
del.,...01Iod<>
oii""''''''''''''''tlm.
.. ~ .. l'~
due componenti in quota a
Foggia del consiglio di amministrazione.li capo di gabinetto siederà in cda insieme al dirigente degli uffici
... fmanziari Carlo Dicesare.
, Masciello ha dovuto rinun\~~.are all'incarico di responsabile del controllo suUe
aziende ex municipalizzate
che è passato al segretario
geneàHe Maurizio Guada-
gno.
II compito principale che
attende Angelo Masciello è
la collaborazione nella redazione del contratto di servizio tra la città di Foggia e
l'azienda in cui è entrata in
società. Il contratto attuale
ammonta a 23 milioni, il
prossimodovrebbeaggirarsi intorno a quella somma.
L'obiettivo è mettere nero
su bianco condizioni tali
La nuova aliquota sulla Tasi
'1\spettiamo indicazioni dal Govemd'
"'stiamo aspettando le direttive del
governo 'per deliberare sulla Tasi".
Gianni Mongelli lo ha detto ieri in
conferenza stampa.
Foggia; come tanti altri comuni ita~
Ilan!, è in grande ritardo neUa definizione del costo della nuova tassa sui
rifiuti.
Un'indagine condotta dal Servizio
delle Politiche Territoriali della Uil ha
rivelato nella giornata di ieri che sono 832 i municipi che hanno stabilito
quale aliquota applicheranno sulla.
Tasi, ma di questi solo 514 i sono
quelli che hanno pUbblicato sul, sito
del ministero dell'Economia la loro
delibera. La confusione - tra annun-
ci di rinviì a dicembre del pagamento
prima rata- regna sovrana. Ma stando ai primi dati emersi, su 32 città capoluogo che hanno deliberato la Tasi, in dodici di queste la Tsi costerà al
contribuente più dell'lmu pagata nel
2012.
Le città dove si pagherà di più sono,
al momento, Bergamo, Ferrara, Genova, La Spezia, Macerata, Mantova, Milano, Palermo, Pistoia, Sassari, Savona, Siracusa. Da Roma ad Aosta, da Brescia a Vicenza, sono 23 le
città capoluogo dove inv.ece la Tasi
costerà meno dell'lmu. ! risparmi
maggiori si avranno a Caserta, Aosta, Pordenone, Livorno e"Roma.
11
che garantiscano al capoluogodauno di ricevere una
qualità di servizi pari al corrispettivo stabilito.
Mongelli lo ha detto ieri: gli
utili che verranno incassati
resteranno nelle casse comunali. Un commento che
è suonato come una risposta alle obiezioni sollevate
da Leo Di Gioia nelle scorse
settimane. 1.: assessore al Bilancio della regione, oggi
candidato sindaco, ha presentato infatti ~n report
molto duro nei confronti
dell'attuale amministrazione. ''Restano i miei dubbi commenta a l'Attacco Di
Gioia -. A me non interessa
quanto incasserà il comune
dalla nuova gestione dei rifiuti perché ritengo che gli
utili debbano essete riconvertitiinscontisuU'imposta
che i cittadini dovranno pagare per il servizio di raccolta, pulizia e smaltimento".
Sulla scelta dei due dirigenti come componenti' del
. cda, il candidato è secco.
"Non esprimo giudiZi sulla
loro preparazione tecnica,
parametro che è stato scelto
dal sindaco per la loro selezione ma mi domando
quanto potranno fare ·in
concreto, dato che sono
consiglieri sema deleghe
operative".
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
lAtt!la:o MARTEDì 20 MAGGIO 2014
. Camillo de Lellis,
nel mirino Gentile
e D'Ambrosia
NUOVE' POLEMICHE SUL RIDIMENSIONAMENTO. CITIADINANZATIIVA
E IL SEGRETARIO GENERALE DI CISNAC SUL PEDIE DI GUERRA
LUCIA PIEMONTESE
Complice" la campagna
elettorale e la corsa dell' assessora regionale .Elena
GentHè peruQ s,~gf3.iO: eurogeo, sòno, nuòvam,ebte rò-'
v~n,fi>i~ p,olemic,Bé ·a·~Ma'I):;!
fi~a'6nia sul ricÙfn"eil$iona::
nieptQdeli'q.siJed~ih-s: Ca~'
millo de 'Leh)s, Nel miriÌÌo
delle ';Ìcctlse, oltre a,'GerìtF'
_le,l c"è l'ex a:sse~sqre sip'ontino Damiano D'AmbrosIa, fedelissiril'o,deUà cerignolana. "Il Piano diriordi-
no lò stiamo facendo rispettare. C.'è Un.".9P~r~'-iio-
tura di Gentile, Parole che
non sono plaGiute né alla
società civile di Cittadinanzattiva né tanto meno
al segretario generale della
confederazione CISNAC,
che afferma: "Finora mi sono astenuto da fare comunicati o articoli per evitare
facili coinvolgimenti. in
questa campagna elettorale per le Europee e mi sono
limitato ad appoggiare e
sostenere le valide iniziative e comunicati fatti da chi
come Cittadinanza a'ttiva
si batteva per una giusta
causa come la tutela dell'ospedale San Camillo di
Manfredonia chiedendo
solamente che tale noso~
comio alla pari di altri ve~;,
':uosQa'~à;n,
nisse rispettato e che attuassero il 'piano di riordi:.
%><>1"'....."'..
no, Ora dopo le prese di po<:<>..~ G",..W",
sizione· ~:H .politici che'pur
di sostene·re l' asscs'so're're'':;
gionale aUàsanitànella;sua
ne che:- oserei ,(lire _di
corsa ·ad·ttna "poltrona' al
sciacallà'ggiQ_'da parte Idi
parlamentg europeo. han-_
Cittadinanzattiva, ed:è un
no accusato Cittadinanqu.alcosa che non fa Qf~n~_ zatthra e chi-ia rappresenta
all'ospedale, che cmÙ '#~'i.
cendo rischia la crisi: Con;l ,di sciacallaggio ·ho deèisg.
di rispondere a.I.Ol: signSHk'
questo allarmismo c'è una
Tale piano .di riordino·.non
totale, mancanza di rispet~
è mai stato attuato e tantoto verso i manfredoniani. Il
meno fatto ri$'pettare c.oPiano di riordino per il no- '
me invece fatto in altri"nostra ospedale prevedeva
sacomi foggiani compreso
120 po'sti e noi ne abbiamo
quello sotto casa dell'as- .
ottenuti addirittura 172",
sessore. ,Anzi, proprio con
àveva tuonato il consiglieil suo arrivo;invece di ottere regionale sipontinQ
nere una modifica a nostro
Franco Ognissanti nei
favore;', abbiamo assistito
giorni scorsi, proprio in ocalla chiusura di vari reparcasione della presentazioti. Per un annO dall'appro-"
ne nel Golfo della candida-
~1Lia1 "'.... p<iiWi<:a. è
..... a.~"'.,,<ì@ ....
na
vazione del Piano, nessuno
prin.{a di lei si'era;sognato
di chiudere reparti e servizi' a: Manfredonia,"Se l·'as~
sessore intende, co'me ·da
lei dichiarato, di' "voler
esportare in 'Europa il modello Puglia, io mene guarderei bene da da"rle ìl mio
voto.
PassiamO' al consigliere r,egionale di maggioranza.
Noi non 'pretendiamo che
faccia' un comunicato
ògn~qualvolta 'incontra 'il
direttore'generale riùfèsi"
giamo' quantÒmeno, visto
erre, si'ede in regione da lO
à:nn~ gràzieai voti dei manfredòniani. che' s'in'for'mi
sui' numeri dì posti che
spettano' al San Camillò,
che sono' o meglio dovrebbero (visto che i 4 per 1'osservazione breve intensiva
ancora non sono attivi, i lO
-di pediatria effettuano soltanto' day-hospital per
mancanzadfmedid) l56'e
nOli come da lei dichiarato
172 'a fronte di 120'che ci
spettavano, Per sua .informazione, mentre la candidata chiudeva l'ostetricia a
Manfredonia i consiglieri
salentini ottenevano ,una
12
prologa e quindi evitarono
la chiusura di Casarano e
Gallipoli città distanti tra
loro neanche 20 km e con
una popolazione qua~i pari 1/3 della nostra",'
Ben più prosaiche le accu'se e gli sfattò riyolti a11'as*
sessora da numerosi cittadini sipontini su web e sociai rtetwork, in un vero invito a boicottarne la cam-
Co....pll"'.. na
"'-p~
..1~1r<IIl!..,
R"" p ..........<:"" "'.
accende
pagnaelettoralee anon votada. "Ho' visto manifesti
con la scritta "L'Europa
Gentile". Ma come può un
manfredoniano' votare
Elena Gentile? Una donna
che ha tolto il diritto di nascita in questa cIttà!
Ha declassato il 'nostro
ospedale ad una semplice.
unità di base, ha ridotto gli
investimen'ti per aumentare il divario tecnologico nei
confronti degli altri ospedali vicini a noi, ha ridotto
ilProntointerventodel118
ai minirni termini e con le.
relative conseguenze, La
sua politica è un attacco alla nostra città perché altre
località pugliesi, special~
mente Cerignola. in pari
condizioni continuano a
man'tenere in deroga gli
stessi standard ospedalied, Questa è Elena Gentile",
conclude il manifesto circolante su Fb, "un nemico
della nostra città e di tutti i .
manfredoniani".
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
,/
,/
\
lA GAZZETIA. DELMEZZOGIORNO
Martedì 20 maggio 2014
l:l""''''''''
"'""<> fl'"': ì!;"
"'t""";l~."" ~Th·""'r"""·ilI. ~IY"!"""
h ...,.~;p~i\ì
....gf~'''-~?~~.~~-i-lt
,--lJ ~.P.••C'"1L
Esami sospesi da oltre due
mesi, l'apparecchio è stato
smontato eportato via.
Lepioteste dei cittadini
,
!i:·lV Jl~l'\f~• ....",;gA:i
"","",'<-j7
>
.$G""
LUCERA
rospedàle
«Lastariau e una
veduta del
centro cittadino
RltCARDO ZINGARO
~ LUCERA. Prestazioni ormai ridotte 'ai m:infmi termini per il reparto di Radiologia dell'ospedale Lastaria di Lucera, circostanza che
forse' più di altre restituisce la realtà
di un presidio in lenta e logorante
agonia, dopo essere diventato un
plesso del "Masselli-Mascia" di San
Severo. Da oltre. due mesi, infatti,
sono sospesi gli esanii mediante la
Tac, apparecchio che qualche set·
timana è stato
smontato e portato
. via dopo essere
stato spento già
/
·I1;;ir,asfy)IL REPARTO DI RAIIIOLOGIA DEI:-j<LASTARIA" RIDOTTO AI MINIMI TERMINI. FORSE ARRIVERÀ UN NUOVO IMPIANTO DAL "MASSELU MASCIA"OI SAN SEVERO
dall'inizio di mar·
zo. Le conseguenze
concrete sull'uten-
za del territorio so-
r ospedale privato anche della ({Tac»
no le peregrinazioni per gli altri nosocomi della provincia a cui sono
costretti 'i pazienti
in caso di necessità di . ìndagine
con la tomografia
assiale computerizzata, con evidenti
disagi e allungamenti dei tempi per
ottenere le diagnosi richieste dai
medici della struttura lucerina, sia
dei reparti che del pronto soccorso in
caso di urgenza, senza contare l'uten·
za esterna che deve cercarsi un'altra
strada per conoscere il suo stato di
salute.
A determinare questa situazione ci
sarebbe un risiko di Tac che è stato
i pazienti costretti a rivolgersi altrove
programmato da mesi ma non ano
cora effettuato materialmente, visto
che l'apparecchiatura di Lucera dovrebbe essere sostitu%ta con un'altra
già in uso da tempò 'proprio a San
Severo, a sua volta da-,rimpiazzare
con una nuova di zecca ma non
ancora installata. In effetti questo
tipo di operazioni logistiche richiedono tempo e attenzione, vista la
delicatezza e i costi di impianti di
quel tipo, ma in questa vicenda pare
siano entrati anche i ritardi nell'allestimento strutturale del reparto
sanseverese che di fatto ha provocato
il blocco di tutto il programma di
lavori per i quali non c'è ancora una
stima dei tempi di ripristino della
normalità.
In realtà non è la prima volta che il
reparto di Radiologia fmisce al centro di polemiche, visto che in un
passato più o meno recente le proteste hanno riguardato il servizio di
mammografia, interrotto per mesi a
causa del mancato adeguamento tecnico degli strumenti o per assenza
del medico specializzato, a cui si
aggiunge ancora oggi l'atavica ca·
renza del personale :in generale e le
difficoltà per la manutenzione di
apparecchiature come Tac ed ecografi. «Prima di toglierla di mezzo
~
13
non potevano avere la certezza di
sostituirla del giro di qualche gior·
no?», si è chiesto un paziente che è
stato costretto a uscire dalla città per
effettuare l'esame. «Non penso ci
volesse molto· il suo commento - per
modulare tempi e modi per attuare
questo cambio: Eppure quando si
tratta della sanità pubblica queste
cose succedono spesso e malvolen·
tieri per noi ,~'ittadini».
-~~
~~--/"~,"-
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
MARTEDì 20 MAGGIO 2014
IIAtmcco ID
. LA NOTIZIA
ILFATI'O
La delibera566 del? maggio ricollocai sei dirigenti
Nell~sorvegli3Il2,<ldellaCongreg(lZÌonedelleAncelle
cardiologi diLucera
al vertice del comitato
Uva; Pagllafora; ;.'
'Il\flaggrdn'd~i;J {,ii i I}ì ~..•. Bbh1
t:6spedale
di Lucera è
diventato
"
on oggetto ''l''esignazione Comitato di SorveC
glianza Congregaziçmé An-
plesso
dell'Ospedal
ediSan
Severo e per
la
Cardìologià
sono stati
previsti 4
posti
a Lucera agli altri aspeD
. dali della ASL di Foggia,
Così la delibera 566 del 7
stati verso altre strutture:
dotto Attilio Di Crecchlo a
San Severo; dott.A1essandro
maggio -ricolloca i sei diri~
genti medici di Cardiologia
considerato che "L'Ospedale
di Lucera è diventato plesso
MaggiaSanSeverOidott,Domenico Nazzaro a San S~ve- .
ro; dotto Antonio Francavilla
a Manfredonia; dott, Marco
Mele San Severo; dotto Pietro Paolo La Torre CardiologiaP.a. di Cerignola. Ti:a questi, Mele "continuerà a prestare servizio presso laS.C. di
Cardiologia del P.G. di Cerignola,
dell'Ospedale diSan Severo e
I
per la C~çiiologia sono stati
previsti 4 posti letto, annessi
alla U.o. diMedicinalnterna,
rispetto ai n.l2 posti letto
previsti dalla: RR. 18/2010".
Così i medici sono··stati spa-
a
14
celle della Divina Provvidenza'" leggasi Istituti ospedalieri Don Uva, Attilio Manfrini
designa "il Dott. Alberto PagUafora, Direttore Amministrativo, in seno al comitato
di sorveglianza nell'ambito
delle procedure di amministrazione straordinaria della
CongregazioneAnceHedella
Divina Provvidenza in rappresentanzadiquestaAzienda Sanitruia ASL FG". La nomina fa il paio con quella di
Bartolomeo Cozzali. a commissario straordinario e
quindi daqui è"nominato un
comitato di sorveglianza
composto da tre o cinque
componenti scelti trai creditori chirografarie tra persone
particolarmente esperte nel
ramo dell'attività esercitata
dall'impresa".
L,a""..-mallaill!
p ......"".,'" 'l!"'",mla <ti
C..[email protected] .. '
.C@~sari@
stoIm..~@
Composto da tre o
cinque componenti
scelti trai creditori'
chirografari
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
MARTEDì 20 MAGGIO 2014
20/05/2014
~
lIiII
IL FATTO
TI Cori:iìtato pro-aeropori:orOggi~o chiede ùn incontro c6ri ilministro Lupi euno conilministro Gillletti
,GinoIisa,pressingsuVendola perlaripartenza
ontinua il pressing sul
governatore VeQdola
C
delle istituzioni e del Coml
M
tato Vola 'Gino Lisa per far
,...tornare in funzione l'aero~
porto foggiano e perché il
presidente della Regtone
Puglia si faccia parte attiva
per un tempestivo incontro
congiunto con i Ministri
competenti alla soluzione
del caso. La presidentessa
del .comitato, Marialuisa
d'Ippolito, ha inviato a Ven-
dola un documento
conte~
nente le richieste ed uno di
richiesta di organizzazione
elettorali concluse, Le inol- del 30 -giugno, con consetriamo ufficialmente il do- guente impossibilità di uticumento in questione sot- lizza dei fondi CIPE dispodei Trasporti Maurizio Lupi toscritto da tutti coloro che, nibili", scrive d'lppolito a
e con il Ministero dell'Am- partecipando alla manife- Vendola", "Inoltre, fidando
biente e della TUtela delTer~ stazione del6 maggio scornelle Sue recenti dichiararitorio e del Mare Gianluca so, hanno espresso e condi- zioni di attenzione e impeGalletti. "In questa lunga e viso la pressante preoccu- gno per lo scalo della Capisempre opaca situazione di pazione che l'ìter ammini- tanata", di "amore" per questalla, stante le incerte ras- ' strativo perI'avviodeì1avo- sto territorio, siamo certi
sìÌ::urazioni del Dott. Fran- ri per l'allungamento della vorrà accogliereI' attuale tichini che ha prospettato un pista di volo dell'aeroporto cQ,ìesta del nostro Comitaincontro di aggiornamento di Foggia non si concluda to di guidare, come G.overper 1'8 giugno, a ta,mate neIl'imminent y termine . natore della Regione Pudi·un incontro con il Minisn:O delle Infrastrutture e
,,
'\
15
glia, una nostra Delegazio. ne in un incontro a -breve
termine a Roma con i Mini·
stri ono Galletti e on, Lupi, '
sia per sciogliere definiti~
vamente ogni dubbio e
sbloccare positivamente la
VJ .A. (Valutazione di Impatto Ambientale) sul progetto di allungamento della
pista di volo dell'Aeroporto
"Gino Lisa" da parte della
Commissione Minìsteriale
competente, sia per chiarire definitivamentel'importanza' di includere il "Gino
Lisa", scalo sostanziale nel
sistema aeroportuale pugliése, nella lista degli aeroporti dj interesse naziona~
le, come ben motivato nel
documento allegato, Certi
che il nostro documento e
le nostre ovvie ragioni troveranno la Sua attenzione,
che la nostra istanza non
cadrà nel vuoto di ulteriori
dispendi di tempo ed energie, restiamo in attesa di un
Suo sollecito riscontl:o", .
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
yAttacco
SAN sEVERo
RiunionesvoltasialComandodeiVìgili,chenoncondividonolasceltadelComune. "Iniziativaadannodeicittadini"
Polizia Municipale5n stato di agitazione
No al "Pianodirazionalizzazione"
Si è Svolta neUa sala dunioni
deICg.mandodiPolìziaMunicipale di San Severo, l'assem~
blea degli Operatori della Poli·
zia Locale con all'ordine del
mandosanseverese, tral'altro, vive· già una situazione
di precarietà, in quanto·il
25% del pèrsonale.è part timeeconlimitazionifisiche.
giomoi1controverso'~Pianodi
. "'faleazione-riprendonoin
modounanir:neisindacatiè .da stigmatizzare sia nel
raziQnali7..7..azione".AllJass~Jn­
blca hanno' partecipato, Oltre
metodo che nella tempistica, considerato che ci tro-
adunafoltal'dppresentanzadi
ag~ntiJanchelesegreterieunj.-·
tane "FP CGIL", "CISL' FP",
~rjamoinunafaseprèeletto­
'Un. FP" e "DICCAP", con la
presenza delle,R.S.U. dell'eQ~"
te. "TI mò!ivo per il quale èstataconvocatal'a"Ssembleaunitaria - evidenziano i rappresentanti dellesiglesindacali - è
scaturito dall'iniziativa del~
l'Amministrazione comunale
di porreill essere, inrnado unilaterale, un piano di razionalizzazione 'a spese' del personale, degliufficiedeiservizi, 'a
danno' della cittadinanza. In
particolare, la mancata preVÌsione delle risorse necessarie
per garantire servizi specifici
.,come 'la reperibilità', ·di celto .
farà venire meno la presenza
degli Operatori di Polizia Municipale in caso di interv\,!nti
particolari nelle ore diurne e
notturne. eazione unilaterale
"':'continuanoisindacalistì - ha
inciso fortemente sull'organizzazione del sClvizio a di·
scapitodelserviziostesso,gravandosullecondi.z1.onilavora;
tive,provocandodifficoltàagli
Operatori e di conseguenza
disagi alla collettività". Il Co-
. ·rale nella quale velTà eletto
l'organodecisionale,giustificato a dfrarnare gH indirizzi politici ed organizza!ivi a
IL CASO "
Insulti agli omosessuali, Sisbanaindignato
Non accetta intimidazione da parte dei
·sollti ignoti Michele Sisbarra, candidato di Realtà Italia, che ha saputo nel
corso della manifestazione dell'Arci~
gay nell'Isola Pedonale di Foggia di
una·[ettera fatt"a recapitare al comitato
della Lista Tsipras per [e Europee; ·di"
piazza XX Settembre nella quale i mittenti insultavano gli omossessuali.
"Nel giorno del['arcobaleno, per dire
no insieme con Arcigay all'omofob.ia e
alla transfobia, arriva una lettera ano.nima a tentare di guastare [a festa in
corso all'Isola Pedon·ale di Foggia.
Una busta giaJ[aavente come mittente
la sede del Consiglio Regionale di via
Capruzzi, Bari". "Nella missiva, oltre ai
dep[orevoli insulti ben visibili, è contenuta anche una minaccia di attentato
che non ha mancato di preoccupare alcuni dei ragazzi che fanno parte del
movimento, ln appoggio alla lista del
candidato sindaco Gianfranco Piemontese, Nella lettera si fa ricorso a
due tipi di esplosivo molto pericolosi:
~'exem 100" (adoperato per le çave e le
miniere) e, alla lettera, "500 kg di T4
Semtex H", a dire della missiva "già
pronti" per ['uso.
Quanto a quest'ultimo esplosivo, si
tratta di un ordigno a[ plastico illegale
di elevata pericolosità e che, tra [e altre
cose, fu adoperato anche per [a strage
di via D'Amelio".
16
medici temiine. tassemblea
dha dato mandato dimettere in atto tutte le iniziative legali e sindae<:ùi previste dalle
norme contrattuali e di legge,
fra cui la proclamazi.one dello
stato di agitazione del personale, l'avvio delle procedure
di 'raffreddan1ento' dei confIittieleazionipropedeutiche
all'indìzionediunosciopero"..
r
1
Carapelle
Assaltata
unasedepd
Un'altra sede de.! Pd
messa a soqquadro
da ignoti che hanno·
rotto una finestra per
intrufolarsi nel circo~
lo.
È successo a Carapelle, e il segretario
provinciale Raffaele
Piemontese dichiara: "Un altro luogo in
cui si fa politica è stato vandalizzato da
chi ha in odio confronto e partecipazione",
Non è la prima volta
che una sede de! partito viene p~esa di mira da ·facinorosi.
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
20/05/2014
LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
Un tweet blocca Conte
«Ancora alla Juve»
Lallenatore salentino oggi a Melfi tra gli operai della fiat
RENATO BOTTO
®TORINO. Avanti con Antonio Conte, ma'senza rinnovo
del contratto. L'armuncio diffuso dalla Juventus con un sintetico . e freddissimo -tweet
non scioglie del tutto i dubbi
sulla durata del matrimonio tra
il tecnico dei tre scudetti ed il
club bianconero. il tormentone
sembra destinato a continuare:
d:i.f:P.cile capire cosa si sono detti, ierti, il presidente Andrea
Agnelli e l'allenàtore. Difficile
sapere se la notizia della con-
ferma per la prossima stagione
sia preludio ad un prolungamento del contratto o se, al contrario, tra le parti non ci siano
le condizioni per andare oltre il
30 giugno 2015.
Ad alimentare il mistero il silenzio di club e tecnico che non
harmo fatto seguire alcun commento ufficiale all'annuncio.
Per il momento, la missione
di Agnelli e deil'ad Marotta è
riuscita: volevano atutti i costi
trattenere Conte e ce l'hanno
fatta, mentre circolavano già i
nomi dei possibili sostituti, da.
Montella a Mihajlovic passand9 dalla suggestiva ipotesi di
Zidane. «Non esiste un piano
B», aveva però detto Marotta,
stroncando sul nascere le indiscrezioni.
Ma l'incertezza sul futuro
bianconero di Conte era stata
albuentata dalle parole dello
stesso tecnico, stanco per una
stagione vincente ma molto
«dispendiosa». Nella serata-scudetto, il6 maggio scorso
contro l'Atalanta, l'allenatore
salentino aveva fatto nascere i
primi dubbi: «Fare meglio di
17
così sarà difficile, se non impossibile. Eppure non basta
mai, sì vorrebbe la Champions,
ma non sono grado di prometterla».
Un messaggio di riposta più
ai tifosi che alla società: «Con
Andrea Agnelli c'è un rapporto
stupendo: mi hanno scelto lui e
sua mamma».
Conte, tuttavia, se ha deciso
di restare sarà stato accontentato nelle sue richieste. «I miei
giocatori sono ottimi atleti e
uomini straordinari· aveva
detto -ma tutti abbiamo raschiato il fondo del barile con le
unghie e con i denth.
Forte dei suoi successi e dei
suoi record, Antonio Conte voleva chiudere in altri termini
Di fronte ad una eventuale trattativa i freschi 102 punti segnati dalla sua Juventus e l'ovazione esplicita ricevuta alla Juventus Stadium da tutta la tifoseria potevano senz'altro rafforzare le sue everituali richieste. Nello stesso tempo, però, il
tecnico aveva tenuto a ribadire
che il suo contratto con la Juventus scade tra un anno e nessuno lo ha costretto a firmarlo.
Lui quel contratto lo ha fll'mato
«senza alcun fucile puntato»
(parole sue) e da questo Pl.lllto
di vista si sente «assolutamerlte
tranquillo».
C'è da attendersi, 4opo la
schiarita di ieri sera, un rafforzamento della rosa, per essere
più competitivi:in Europa anche se Conte non ha mai nascosto che il gap tra la-Juventus
ed i club più ricchi è ancora
difficile da cobuare.
Difficilmente, però, il club rinuncerà dal canto suo all'equilibrio economico-finanziario.
Sàrà dunque dunque interessante scoprire come saranno
conciliate le due es~enze.
E oggi Antonio Conte sarà a
Meli!: un regalo della Fiat agli
operai dello stabilimento lucano destinato ad un ruolo centrale nel futuro dell'azienda toCopie ad esclusivo uso del destinatario
rinese.
Author
Документ
Category
Без категории
Views
0
File Size
1 902 Кб
Tags
1/--pages
Пожаловаться на содержимое документа