close

Enter

Log in using OpenID

Camilla e lo gnomo - Benvenuti nel sito di Amanda Pitto

embedDownload
Camilla era una bambina con lunghi capelli
rossi e bellissime lentiggini, che viveva in una
piccola casa con il tetto di paglia, con la
mamma, il papà e il suo gatto di nome Alf.
Ogni anno la bambina aspettava l'inverno, la
sua stagione preferita.
Quando i fiocchi di neve
iniziavano a scendere
dal cielo grigio, poteva
mangiare la torta di
mele guardando alla
finestra tutto il mondo
diventare bianco come
per magia, mentre
accarezzava il suo gatto
e sognava di fare un
pupazzo di neve grande
almeno come il papà.
Quando a scuola gli altri bambini le
chiedevano perché le piacesse tanto
l'inverno, lei rispondeva sempre che c'erano
tante cose veramente speciali, soprattutto
quando si avvicinava il Natale,ed erano così
tante che non le ricordava nemmeno tutte...
La mamma guardava
le vetrine addobbate e
piene di oggetti colorati
dei negozi con un
magico luccichio negli
occhi, tutti si
impegnavano a fare
belle le strade e la
sera, come per incanto,
le luci rallegravano il
buio in ogni angolo
abitato.
Camilla aveva sentito fin da molto piccola
raccontare dalla nonna dello gnomo
"Nisse", che viveva nelle foreste vicine, e
che portava i regali ai bambini buoni.
Così ogni anno lei lasciava un piccolo cartello
di legno, nel viale di casa, con scritto "Camilla
abita qui". Se c'era tanta neve che rischiava di
nascondere le strade, la bambina era sicura
che lo gnomo l'avrebbe raggiunta
ugualmente. Ogni anno lo gnomo trascinava
un grosso sacco per raggiungere le case di
tutti i bimbi norvegesi, e spesso, decideva di
andare casa per casa sopra una graziosa
capretta. Camilla la mattina di Natale si
svegliava molto presto e correva ai piedi
dell'albero,decorato con fettine di arancia
essicata e bastoncini di cannella, per aprire i
suoi regali. Quello era il giorno più bello
dell'anno.
Nel pomeriggio beveva la cioccolata calda e
cercava le orme lontane dello gnomo. Ma lui
era furbo, non si lasciava mai scoprire. Ogni
volta mangiava tutti i biscotti e beveva il latte
che lasciavano accanto al camino, lasciando
qualche briciola...
Quel Natale Camilla preparò il vassoio con
due biscotti allo zenzero e un bicchiere di
latte, e aggiunse una scodella di porridge! E
quell'anno, anche il porridge la mattina dopo
sparì. Aprì il suo regalo e trovò un bellissimo
orso bianco.
-God Jul- (Buon Natale) disse a mamma e
papà, mentre Alf sgranocchiava le sue
crocchette.
A proposito...tutti i bambini in
Norvegia sanno che lo gnomo Nisse
è Babbo Natale!
Testi e fotografie di Amanda Pitto
www.stregamanda.com
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 295 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content