close

Enter

Log in using OpenID

Derivati di Meliaceae effetti biostimolanti nel sistema suolo pianta G

embedDownload
Giornate Tecniche SOI
Biostimolanti, corroboranti, induttori di resistenza e
micronutrienti nelle colture ortoflorofrutticole
Ancona, 29-30 maggio 2014
Derivati di Meliaceae: effetti
biostimolanti nel sistema suolo-pianta
G. Marcolini, E. Baldi, M. Quartieri, G. Sorrenti,
P. Gioacchini, M. Toselli e B. Marangoni
Dipartimento di Scienze Agrarie, Università di Bologna
Famiglia Meliaceae
Azadirachta indica A. Juss
- Origine: sud-est Asia
- Cresce spontanea anche nelle
aree tropicali e subtropicali di
Africa, America e Australia
- Derivati: neem oil, neem cake
- Proprietà insetticide e antimicrobiche legate alla presenza
di limonoidi
Famiglia Meliaceae
Melia azedarach L.
- Origine: India e Cina
- Presente in Europa, America e
Australia
- Usata
come
ornamentale
pianta
- Possibilità di reperire parti di
piante dalla manutenzione del
verde urbano
- Presenza di limonoidi simili a quelli presenti in A. indica
Obiettivi
Valutare gli effetti della somministrazione al suolo di derivati di
Meliaceae nel sistema suolo-pianta
Prova 1. Valutare l'effetto della pasta ottenuta dai frutti di
melia sul processo di nitrificazione e sulla conseguente
disponibilità di N per piante di pesco
Prova 2. Valutare l’effetto delle somministrazione al suolo di
derivati di Meliaceae su
a) dinamica di rilascio dell’N in assenza di pianta
b) sviluppo di piantine micropropagate di GF677
Prova 3. Quantificare l’effetto priming indotto da alcuni
derivati di Meliaceae
PROVA 1
- 40 astoni pesco cv. Rome Star/GF677
- Trattamenti:
Controllo non trattato
DMPP 10 mg vaso-1
Neem cake 20 g kg-1
Pasta di frutti di melia 20 g kg-1
Pasta di frutti di melia 40 g kg-1
Urea
Compost
Biomassa microbica
a
Controllo
DMPP
700
Neemcake 20 g kg-1
(mg C g-1 suolo)
b
Melia 20 g kg-1
Melia 40 g kg-1
500
c
a
300
b
b
d
d
100
c
c
0
19 Maggio
18 Settembre
Peso secco
(g)
TRATTAMENTO
Foglie
Germoglio
Controllo
22.5c
10.3c
58.2b
187.4c
DMPP
28.9bc
12.9bc
66.3ab
204.0bc
Neemcake 20 g kg-1 58.7a
33.1a
73.3ab
270.5a
Melia 20 g kg-1
33.4b
16.4bc
73.9ab
244.1ab
Melia 40 g kg-1
36.8b
20.2b
82.1a
245.8ab
Significatività
***
***
Radici
*
Totale
***
Toselli et al., 2010. Scientia Horticulturae 124: 183-188
Lunghezza germogli (20 giugno)
CONTROLLO
PASTA DI MELIA
DOSE ALTA
NEEM CAKE
PROVA 2
Obiettivo: confrontare la dinamica di rilascio dell’azoto
- Incubazione in laboratorio
- Dosi di applicazione:
8 g kg-1 neem cake
16 g kg-1 foglie di melia
0.5 g kg-1 urea
- 4 repliche
- Nmin (NO3--N, NH4+-N)
Derivati di Meliaceae utilizzati nelle prove
C
N
C:N
(%)
(%)
Neem cake 1
47
2.2
21
neem 1
Neem cake 2
50
3.1
16
neem 2
Neem cake 3
35
3.7
9
neem 3
Neem cake 4
41
1.7
24
neem 4
Neem cake 5
44
1.6
27
neem 5
Neem cake 6
49
4.2
11
neem 6
Melia leaves
42
2.4
17
melia
Neem cake 1
Neem cake 4
Neem cake 2
Neem cake 5
Neem cake 3
Neem cake 6
PROVA 2
Giorno 68
Giorno 113
Clorofilla
fogliare
Peso
secco tot
Clorofilla
fogliare
Peso secco tot
(Spad)
(g)
(Spad)
(g)
Controllo
34 c
2.72b
35c
4.6 c
Neem 1
39 b
4.83a
36 bc
7.6 abc
Neem 2
39 b
4.59ab
37 b
8.7 ab
Neem 3
38 b
5.14a
38 b
8.8 ab
Neem 4
38 b
4.27ab
37 b
6.5 bc
Neem 5
40 b
3.68ab
40 a
6.14 bc
Neem 6
44 a
3.73ab
42 a
10.2 a
Melia
42 a
3.66ab
40 a
6.8 bc
**
*
**
**
Significatività
CK
NEEM 3
MELIA
NEEM 6
PROVA 3
Obiettivo: quantificare l’effetto priming indotto dai derivati di
Meliaceae
- Incubazione in laboratorio
- Suolo C4
- Dose di applicazione: 34 mg N kg-1
- Campionamenti: 1, 2, 4, 7,10, 14, 43, 113, 142
- 4 repliche
- CO2 e d13C
C-CO2 da suolo
CONCLUSIONI
• Diversa dinamica di rilascio dell’N
• Effetto positivo sullo sviluppo delle piante
• Effetto sulla biomassa microbica del suolo
• Effetto priming positivo di tutti i derivati studiati
RINGRAZIAMENTI
Prof. M. Nicoletti (Università La Sapienza, Roma)
Dr. S. Mariani (ENEA, Roma)
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 771 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content