close

Enter

Log in using OpenID

Chiarimenti in sede di offerta ( 255,00 KB )

embedDownload
LAit - LAZIO innovazione tecnologica S.p.A.
SISTEMA INFORMATIVO FASCICOLO SANITARIO
ELETTRONICO (F.S.E.) DELLA REGIONE LAZIO
CIG: 5719253CDE
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
LAIT – LAZIO INNOVAZIONE TECNOLOGICA S.P.A.
Sede legale: Via Adelaide Bono Cairoli, 68 – 00145 Roma
Tel.: 06/51.68.98.00 – Fax: 06/51.89.22.04
e-mail: [email protected]
PEC: [email protected]
www.laitspa.it - www.regione.lazio.it
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
1. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif: Documentazione amministrativa requisito D - La società XXXXXX ha in essere la
procedura di certificazione UNI EN ISO 9001/2008.
Nel caso la procedura non sia completata nei termini di presentazione dell'offerta di gara,
per soddisfare il requisito D, è sufficiente allegare una dichiarazione attestante la procedura
in essere?
Se si, da chi deve essere rilasciata la dichiarazione: Ente certificatore o consulente che ci
segue nella procedura?.
In considerazione di quanto previsto dall’art. 43 del D.Lgs. n.163/2006, il possesso del requisito di
cui al punto 2.1, lett. D), del Disciplinare di gara può essere dimostrato mediante altre prove
relative all’impiego di misure equivalenti di garanzia della qualità.
Pertanto, è possibile presentare una dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi dell’art. 47 D.P:R. n.
445/2000, dalla quale risulti l’avvenuta approvazione, da parte del competente organo
dell’operatore candidato, di idonee procedure, istruzioni e modulistica relative all’impiego di misure
equivalenti di garanzia della qualità, fermo restando quanto previsto nel punto 5 del Disciplinare di
gara in tema di controlli sulla veridicità di quanto dichiarato a dimostrazione del possesso dei
requisiti richiesti
2. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. Documentazione amministrativa requisito E
Per dimostrare il possesso del requisito di cui al punto 2.1 lett. E) che tipo di documenti è
necessario produrre:
contratti, fatture, dichiarazione del cliente che la società XXXX ha realizzato un sistema di
gestione di documenti sanitari?
La società XXXX ha in essere un contratto il cui oggetto è "Servizi di sviluppo software"
nell'ambito del quale fornisce personale per la progettazione e lo sviluppo di sistemi di
gestione di documenti sanitari.
Detto contratto è sufficiente per soddisfare il requisito di cui alla lett. E)?
Per dimostrare il possesso del requisito di cui al punto 2.1, lett. E), del Disciplinare di gara, è
richiesta una dichiarazione sostitutiva - resa ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 - dalla
quale risulti la corretta realizzazione, nel triennio di riferimento, di un sistema informativo di
gestione di documenti sanitari, a fronte di un corrispettivo almeno pari ad € 300.000,00 oltre I.V.A.,
nonché l’indicazione del committente e, se trattasi di attività prestata in favore di
un’Amministrazione o Ente pubblico, anche degli elementi indispensabili per il reperimento d’ufficio
delle informazioni e/o dei dati dichiarati, fermo restando quanto previsto nel punto 5 del
Disciplinare di gara in tema di controlli sulla veridicità di quanto dichiarato a dimostrazione del
possesso dei requisiti richiesti
3. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. disciplinare di gara, i requisiti di partecipazione di cui alla lettera E) chiedono il
possesso del seguente requisito: “E) corretta realizzazione, negli ultimi tre anni a decorrere
dalla data di cui al punto VI.5 del Bando di gara, di un sistema Informativo di gestione di
documenti sanitari, a fronte di un corrispettivo almeno pari ad E 300000,00 oltre I.V.A., con
indicazione del committente e, se trattasi di attività prestata in favore di un'Amministrazione
o Ente pubblico, con Indicazione del committente e degli elementi Indispensabili per il
reperimento d'ufficio delle Informazioni o dei dati dichiarati”.
Si dice inoltre che in caso di RTI tale requisito deve essere sodisfatto in maniera
maggioritaria dalla mandataria.
Si chiede di chiarire:
-2-
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
a) Se il requisito si riferisce ad un unico contratto del valore di 300.000 oppure il requisito
possa esser raggiunto con più contratti?
b) In caso di RTI, dovendo la Mandataria essere in possesso della quota maggioritaria e
qualora non raggiunga con unico contratto il valore di 300.000 euro, le mandanti devono
anch’esse avere un unico contratto per raggiungere il requisito richiesto? In questo caso
si deve intendere un unico contratto per ditta partecipante all’RTI?
c) Si chiede di chiarire se la realizzazione di un sistema informativo per la gestione di
documenti sanitari nel triennio, si debba intendere come un contratto di sviluppo ex
novo di un sistema oppure si possa intendere anche come attività di manutenzione
evolutiva e correttiva su un sistema esistente?
d) Si chiede di chiarire se possa essere considerato valido un sistema informativo sanitario
che gestisce sia processi sanitari che documenti sanitari e dunque un sistema
informativo sanitario nel termine più ampio (ad esempio un sistema informativo per la
gestione centralizzata dei servizi sanitari, tra i quali è compreso anche la gestione del
Fascicolo Sanitario Elettronico?
a) Il requisito di cui al punto 2.1, lett. E), del Disciplinare di gara si riferisce ad un'unica commessa
con un corrispettivo almeno pari ad € 300.000,00;
b) In caso di R.O.E. costituito o costituendo, ciascun operatore raggruppato/raggruppando deve
possedere un'unica referenza (ossia un solo contratto d'appalto per ciascun operatore
economico partecipante al raggruppamento), fermo restando che il requisito in questione deve
essere interamente soddisfatto, a pena di esclusione, dal raggruppamento nel suo complesso e
che l'operatore mandatario deve soddisfarlo, a pena di esclusione, in misura maggioritaria;
c) Ai fini del possesso del requisito di cui al punto 2.1, lett. E), del Disciplinare di gara è necessario
aver correttamente realizzato ex novo, nel triennio di riferimento, un sistema informativo di
gestione di documenti sanitari, a fronte di un corrispettivo almeno pari ad € 300.000,00;
d) E' ammessa un'unica referenza riguardante la corretta realizzazione, nel triennio di riferimento,
di un sistema informativo di gestione di processi sanitari e di documenti sanitari, ferma restando
la necessità che il sottosistema di gestione di documenti sanitari sia stato correttamente
realizzato a fronte di un corrispettivo almeno pari ad € 300.000,00
4. DOMANDA e RISPOSTA:
Requisiti di capacità tecnica di cui al punto 2.1 lett. E) pag.9 del disciplinare di gara - si
chiede di confermare che l’Application management (servizi di sviluppo, manutenzione e
supporto del sw applicativo) di un sistema che gestisce le cartelle cliniche presso un
cliente pubblico, soddisfa il requisito richiesto
Ai fini del possesso del requisito di cui al punto 2.1, lett. E), del Disciplinare di gara è necessario
aver correttamente realizzato ex novo, nel triennio di riferimento, un sistema informativo di
gestione di documenti sanitari, a fronte di un corrispettivo almeno pari ad € 300.000,00
5. DOMANDA e RISPOSTA:
Requisiti di capacità tecnica di cui al punto 2.1 lett. E) pag.9 del disciplinare di gara - si
chiede di confermare che la “Gestione, attraverso un sistema informatico, dei documenti
relativi alle cartelle cliniche”, soddisfa il requisito richiesto
Un servizio di gestione, attraverso un sistema informativo, di documenti relativi alle cartelle cliniche
non equivale ad un servizio di realizzazione (ex novo) di un sistema informatico di gestione di
documenti sanitari
-3-
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
6. DOMANDA e RISPOSTA:
Requisiti di capacità tecnica di cui al punto 2.1 lett. E) pag. 9 del disciplinare di gara - si
chiede di confermare che il corrispettivo di almeno 300.000 euro non deve essere tutto
fatturato alla data del 30 aprile 2014
Si conferma
7. DOMANDA e RISPOSTA:
Requisiti di capacità tecnica di cui al punto 2.1 lett. E) pag.9 del disciplinare di gara – si
chiede di chiarire se il corrispettivo di almeno 300.000 euro debba riferirsi ad unico
contratto/progetto o alla somma di più contratti/progetti
Si veda risposta 3, lett. a)
8. DOMANDA e RISPOSTA:
Si chiede di sapere se gli allegati previsti per l'offerta tecnica, compresi i curricula dei
componenti del gruppo di lavoro, possono essere acclusi separatamente per comodità di
lettura o se al contrario devono necessariamente essere contenuti al suo interno, e se
concorrono al calcolo del limite di 100 pagine previste per l'offerta tecnica?
Premesso che occorre allegare all’offerta tecnica solo ed esclusivamente i curricula dei
componenti del Gruppo di lavoro, si precisa che gli stessi non concorrono al calcolo del limite di
100 (cento) pagine previsto per l’offerta tecnica
9. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. “Capitolato d’oneri FSE per.4.2, pag.29 – par.4.2.5, pag.39 – par.4.2.5,pag.39
Al par. 4.2 pag.29 punto 4 è scritto “Registry/Repository ovvero singoli sistemi documentali
afferenti ad ASL/AO e contenenti tutti i documenti sanitari di propria competenza. Tale
sistema verrà messo a disposizione della Società Appaltante e non è pertanto oggetto del
presente appalto, salvo le attività di integrazione dello stesso con il sistema FSE.”
a) Si chiede di confermare che FSE dovrà consentire la ricerca e la visualizzazione delle
tipologie di documenti e di dati elencati al par. 4.2.6 ma non ne dovrà consentire la
gestione in termini di inserimento, tracciatura delle versioni, modifica, cancellazione.
Al par.4 .2.5, pag.39 è scritto” Il sistema FSE DEVE comunque essere predisposto ad
archiviare i seguenti dati e documenti”.
b) Si chiede di confermare che l’archiviazione dei documenti elencati dalla lettera A alla T
va attuata solo ai fini dell’esposizione del FSE.
Valgono i requisiti espressi nel Capitolato
10. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. Capitolato Oneri par.4.2 pag. 29
Si chiede di confermare che nell’ambito della fornitura non sono previste attività realizzative
sui sistemi afferenti ad ASL/AO e in generale sui sistemi messi a disposizione della
Stazione Appaltante.
Non sono previste attività realizzative sui sistemi afferenti ad ASL/AO e sui sistemi messi a
disposizione dalla Società Appaltante ma, come specificato nel citato par. 4.2, sono richieste
funzioni d’integrazione per permettere l’utilizzo di servizi esposti dai sistemi esterni.
-4-
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
11. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif.”Capitolato Oneri par. 2.5.7.2, pag 26, si chiede di:
a) Fornire il numero dei sistemi Registry/Repository locali che dovranno essere integrati
con il FSE;
b) Specificare, ove fosse possibile, la tipologia dei sistemi Registry/Repository locali che
dovranno essere integrati con FSE.
a) Almeno 21
b) La tipologia dei sistemi verrà rilevata in fase di progettazione esecutiva
12. DOMANDA e RISPOSTA:
In riferimento a quanto descritto al paragrafo 4.2.6 del Capitolato d’oneri a pagina 39, si
richiede di confermare che il sistema FSE oggetto dell'appalto deve essere dotato delle
funzionalità per archiviare ed indicizzare esclusivamente documenti strutturati (es: referti) e
non è richiesta l’archiviazione e l’indicizzazione di dati atomici (es. rilevazioni di glicemia,
pressione arteriosa).
Come specificato al citato paragrafo 4.2.6, il Sistema FSE deve gestire documenti strutturati (es:
referti) e non strutturati (es: lettera di dimissione ospedaliera) e i relativi metadati.
13. DOMANDA e RISPOSTA:
In riferimento a quanto descritto al paragrafo 4.2.6 del Capitolato d’oneri a pagina 39, si
chiede di confermare che al fine di garantire l’interoperabilità richiesta, nel FSE i documenti
devono essere archiviati ed indicizzati esclusivamente nel formato CDA-R2
Deve essere garantita almeno la gestione di documenti in formato CDA-R2.
14. DOMANDA e RISPOSTA:
In riferimento a quando descritto al par. 4.2 del Capitolato d’oneri, pag. 29, punto 2:
“Sistema di Single Sign On: ……. Tale sistema verrà messo a disposizione dalla società
Appaltante e non è pertanto oggetto del presente appalto, salvo le attività di integrazione
dello stesso con il Sistema FSE”, si chiede di confermare che le suddette attività di
integrazione si riferiscono esclusivamente ad attività sul FSE e non includono attività sul
sistema SSO.
Si conferma
15. DOMANDA e RISPOSTA:
In riferimento a quando descritto al paragrafo 4.2 del Capitolato d’oneri a pagina 29, punti 4
e 5, “Registry/Repository/Super Registry: ……. Tale sistema verrà messo a disposizione
dalla società Appaltante e non è pertanto oggetto del presente appalto, salvo le attività di
integrazione dello stesso con il Sistema FSE”, si chiede di confermare che:
1. le suddette attività di integrazione si riferiscono esclusivamente ad attività sul FSE e non
includono attività sui sistemi Registry/Repository/Super Registry.
2. I Registry e Repository sono:
a. uno per ogni ASL per un totale di 12 Registry e 12 Repository
b. uno per ogni AO per un totale di 6 Registry e 6 Repository
1. Si conferma
2. Rif. risposta alla domanda 11.a
-5-
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
16. DOMANDA e RISPOSTA:
In riferimento alla figura 8 a pagina 29, del paragrafo 4.2 del Capitolato d’oneri, si chiede di
confermare che i sistemi: Piattaforma ReCup, Piattaforma SIO, Piattaforma SIAT e
Piattaforma Emergenza; alimenteranno il FSE attraverso l’invocazione dei servizi da esso
esposti per le quali il concorrente (fornitore) provvederà a produrre appositi documenti di
specifiche tecniche.
Si conferma
17. DOMANDA e RISPOSTA:
Relativamente al requisito di capacità tecnica, si chiede di precisare se il servizio a fronte di
un corrispettivo minimo richiesto di Euro 300.000, deve essere stato erogato alla data
indicata al punto VI.5 del Bando di gara, ma non necessariamente tutto fatturato?
Si conferma
18. DOMANDA e RISPOSTA:
In riferimento al punto E) dei Requisiti di capacità tecnica, di cui al paragrafo 2.1 del
Disciplinare di gara e precisamente: “corretta realizzazione, negli ultimi tre anni a decorrere
dalla data di cui al punto VI.5 del Bando di gara, di un sistema Informativo di gestione di
documenti sanitari, a fronte di un corrispettivo almeno pari ad € 300.000,00 oltre I.V.A., con
indicazione del committente e, se trattasi di attività prestata in favore di un'Amministrazione
o Ente pubblico, con indicazione del committente e degli elementi Indispensabili per il
reperimento d'ufficio delle Informazioni o dei dati dichiarati”, si chiede di confermare che il
fatturato richiesto possa essere riferito anche a servizi di manutenzione e assistenza,
erogati nel triennio indicato, relativi ad un sistema informativo di gestione di documenti
sanitari realizzato in un periodo antecedente al suddetto triennio.
Premesso che non è richiesto alcun fatturato, ma soltanto un corrispettivo minimo di Euro
300.000,00 al netto dell’IVA, si ribadisce che tale importo deve essere riferito esclusivamente ad
un servizio di realizzazione (ex novo) di un sistema informatico di gestione di documenti sanitari,
correttamente prestato nel triennio di riferimento (30/04/2011 - 30/04/2014)
19. DOMANDA e RISPOSTA:
A pag. pag. 13 del Disciplinare di Gara, è chiesto di specificare in sede di offerta tecnica:
a) Le attività che si intendono eventualmente subappaltare
b) Le quote di partecipazione al raggruppamento da parte di ciascun operatore e le
rispettive prestazioni che saranno eseguite
c) Le parti dell’offerta tecnica che costituiscono segreti tecnici o commerciali
Chiediamo pertanto di precisare se quanto sopra indicato può essere esplicitato tramite
apposite dichiarazioni, anche cumulative, sottoscritte dal legale rappresentante
dell’impresa oppure se deve essere ricompreso nell’ambito dell’Offerta Tecnica. In questo
secondo caso, chiediamo di indicare all’interno di quale capitolo tra quelli previsti a pagg.
12 e 13 del Disciplinare
Le specificazioni sopra elencate devono essere inserite nell’ambito dell’offerta tecnica. In
particolare, le attività che si intendono eventualmente subappaltare e le eventuali parti dell’offerta
tecnica che costituiscono segreti tecnici o commerciali possono essere inserite nell’ambito del
Capitolo 2 (Descrizione e articolazione della soluzione); mentre, in caso di R.O.E., l’indicazione
delle quote di partecipazione e la suddivisione delle prestazioni fra i singoli operatori costituenti il
-6-
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
raggruppamento possono essere inserite nel Capitolo 3 (Modello organizzativo e Gruppo di
Lavoro), come già previsto nella Tabella di cui al punto 2.2 del Disciplinare di gara.
20. DOMANDA e RISPOSTA:
Con riferimento al § 2.5.7.2 del Capitolato Tecnico, stante la dichiarata conformità del
Sistema di Gestione Documentale agli standard e architetture promosse da IHE e TSE, si
chiede di esplicitare l’Affinity Domain attualmente in uso, possibilmente dettagliando: le
personalizzazioni relative a metadati richiesti e tipologie di documenti archiviati/trattati e la
modalità di valorizzazione del PatientId.
Tali informazioni verranno fornite in sede di progettazione esecutiva
21. DOMANDA e RISPOSTA:
Con riferimento al § 2.5.7.2 del Capitolato Tecnico, si chiede di esplicitare l’elenco delle
interfacce Web Service conformi allo standard XDS.b. Si chiede inoltre di esplicitare le
caratteristiche delle interfacce Web Service del Sistema di Gestione Documentale non
aderenti allo standard XDS.b
Tali informazioni verranno fornite in sede di progettazione esecutiva
22. DOMANDA e RISPOSTA:
Si chiede la possibilità di pubblicare sul portale LAIT il Capitolato Tecnico in formato pdf
nativo in modo da consentire la ricerca testuale dei contenuti.
Il Capitolato Tecnico e d’Oneri, in formato .pdf nativo, può essere scaricato dal profilo di
committente di cui al punto I.1) del Bando di gara (www.laitspa.it/laitweb/gare), al link
http://www.laitspa.it/laitweb/gare/gare_dett.php?idGara=86, fermo restando che il documento
ufficiale rimane quello protocollato, disponibile nell’ambito dello stesso link
23. DOMANDA e RISPOSTA
Con riferimento al sistema di SSO citato al § 4.2 del Capitolato Tecnico, si chiede quanto
segue:
a. Il sistema di SSO contiene solo le identità degli utenti o anche i ruoli associati?
b. Qualora il sistema di SSO contenga anche i ruoli associati, questi sono aderenti a quelli
indicati nel § 4.2.3 del Capitolato Tecnico?
c. Il sistema di SSO offre interfacce web service per richiedere asserzioni o autenticazioni
da parte di applicativi che necessitano di fruire dei servizi B2B? In caso affermativo, si
chiede di fornire la documentazione tecnica relativa o, in mancanza di questa,
l’indicazione degli standard adottati dai web service
Si precisa che:
a. Il sistema SSO contiene solo le identità digitali, mentre i profili autorizzativi sono gestiti
dall’applicazione;
b. I ruoli di cui al § 4.2.3 devono essere gestiti a livello applicativo
c. Il sistema SSO espone interfacce invocabili tramite WS i cui dettagli saranno forniti in sede di
progettazione esecutiva; per gli standard relativi all’implementazione dei WS si fa riferimento a
quanto specificato al § 4.2.9 del Capitolato
-7-
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
24. DOMANDA e RISPOSTA:
In riferimento a quanto riportato a pag.32 del Capitolato Tecnico, "Backup e Ripristino: il
sistema FSE deve fornire funzionalità trasversali a tutte le altre funzioni offerte, al fine di
consentire la gestione di copie di sicurezza dei dati e documenti presenti nel FSE, la
continuità ed il ripristino dei sevizi erogati dai sistemi regionali", si chiede di definire più in
dettaglio tale richiesta in considerazione del fatto che tali funzionalità sono più
efficacemente implementate a livello di infrastruttura hardware e software di base, non
oggetto di gara. Peraltro, al paragrafo 2.5.7.1 del Capitolato Tecnico è riportata la
descrizione di tale infrastruttura che comprende anche "un sistema di backup basato su
VTL, tape library e Backup server”. Nel caso fosse confermata la richiesta di tale macro
funzione da prevedere a livello dell’applicativo del sistema FSE oggetto di gara, si chiede di
indicare anche le relative politiche di backup e ripristino (tipo di backup, frequenza,
politiche di retention, regole di restore, ecc.) che saranno implementate
Si precisa che è richiesto all’Appaltatore, in relazione alle peculiarità della soluzione proposta,
definire le specifiche delle politiche di backup e ripristino avvalendosi dell’infrastruttura riportata al
paragrafo 2.5.7.1 del Capitolato Tecnico, in modo tale da assicurare la massima sicurezza
possibile per il salvataggio e recupero delle informazioni trattate
25. DOMANDA e RISPOSTA:
In riferimento al paragrafo 4.2.2 del Capitolato Tecnico, nel quale viene specificato che
“L’Appaltatore DEVE realizzare l’interfaccia utente da esporre sul nuovo Portale Web
Sanitario della Regione Lazio (in corso di realizzazione) basato tecnologia Portal Server
Liferay.”, si chiede di confermare che per realizzazione dell’interfaccia utente si intende lo
sviluppo dell’intera interfaccia grafica per la fruizione del servizio di fascicolo sanitario
elettronico. In caso affermativo, si richiede la modalità di integrazione con il portale Web
Sanitario della Regione Lazio (in corso di realizzazione) sia in termini di linee guida nello
sviluppo della grafica (colori, font, …) sia in termini operativi (stessa istanza Liferay, oppure
istanze separate
Si precisa che tali informazioni verranno fornite in sede di progettazione esecutiva
26. DOMANDA e RISPOSTA:
In riferimento alla risposta fornita al quesito 3.b) si chiede di confermare se il requisito di
partecipazione sia correttamente soddisfatto nel caso di un R.O.E. dove ogni azienda del
raggruppamento possiede una commessa nella quale ha correttamente realizzato ex novo,
nel triennio di riferimento, un sistema informativo di gestione di documenti sanitari, ed ad
esempio l’azienda A1 ha una commessa svolta per l’ente E1 da 200.000€, l’azienda A2 ha
una commessa svolta per l’ente E2 da 80.000€ e l’azienda A3 ha una commessa svolta per
l’ente E3 da € 60.000.
Si conferma
27. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. Rimborso spese di pubblicazione - Si chiede di chiarire come è previsto il rimborso
delle spese di pubblicazione da parte dell'aggiudicatario.
Come previsto nel punto 1 del Disciplinare di gara, la Società Appaltante si riserva di rendere noto
all’Aggiudicatario, in sede di comunicazione ex art. 79, comma 5, del D.Lgs. n. 163/2006, l’esatto
-8-
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
ammontare dell’importo dovuto a titolo di rimborso spese, nonché le modalità con le quali sarà
operato il suddetto rimborso.
28. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. Termini di pagamento - Si chiede conferma dell'applicazione del D. Lgs 192/2012 e
conferma del relativo termine di 30 giorni data ricevimento fattura, rispetto al diverso
termine che si desume dalla documentazione di gara.
In conformità alla normativa vigente in materia di pagamenti da parte delle Amministrazioni
pubbliche e delle imprese pubbliche (D.Lgs. n. 231/2002 e ss.mm.ii.), si ribadisce che il pagamento
delle fatture accettate sarà effettuato entro 60 (sessanta) giorni naturali e consecutivi dalla data di
ricevimento delle fatture stesse da parte della Società Appaltante, fermo restando quant’altro
previsto nel paragrafo 6.5 del Capitolato d’Oneri.
29. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. Penali - Con riferimento al cap. 6.6 del Capitolato Oneri Fascicolo Sanitario Elettronico,
si chiede di confermare che l’ammontare massimo di penali applicabili al presente
appalto/contratto non potrà in nessun caso superare il 10% del valore complessivo del
presente appalto/contratto.
Si conferma
30. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. Obblighi di riservatezza - Con riferimento al cap. 6.7 del Capitolato Oneri Fascicolo
Sanitario Elettronico, si chiede di confermare che la Stazione Appaltante, in qualità di
“Titolare”, provvederà a nominare l’aggiudicatario “Responsabile del trattamento” ai sensi
e per gli effetti delle disposizioni contenute nell’art. 29 del Decreto Legislativo 30 giugno
2003 n. 196, “Codice in materia di protezione dei dati personali”, con riferimento alle sole
operazioni di trattamento e ai soli dati che il Responsabile sarà chiamato a trattare in
relazione all'esecuzione del Contratto fornendo, altresì, al Responsabile le istruzioni
necessarie in conformità al tipo di trattamenti richiesto, nel rispetto delle prescrizioni del
Codice.
Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati
personali”, il Titolare nominerà l’Appaltatore Responsabile del trattamento dei dati nell’ambito delle
attività e delle prestazioni riguardanti il contratto. Il Responsabile, nel trattamento dei dati ed in
ottemperanza al Codice, dovrà attenersi alle istruzioni impartite dal Titolare.
31. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. Obblighi di riservatezza - Inoltre, si chiede di confermare che il Responsabile non
risponderà della raccolta dei Dati e degli obblighi connessi (per es., raccolta del consenso
degli Interessati), nonché della pertinenza ed esattezza dei Dati. Il Titolare sarà pertanto
responsabile in ordine ad ogni contestazione da chiunque sollevata a tale proposito nonché
di eventuali violazioni derivanti da istruzioni incomplete o errate impartite dal Titolare che,
pertanto lo terrà indenne da qualsiasi pretesa conseguente o connessa.
Il Responsabile del trattamento pone in essere la sua attività, con le connesse responsabilità, così
come previsto dal dettato normativo.
-9-
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
32. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. Obblighi di riservatezza - Si chiede altresì di confermare che la nomina a Responsabile
sarà riferita alla persona giuridica (e non alla persona fisica).
Si, la nomina a responsabile sarà riferita alla persona giuridica (in persona del legale
rappresentante).
33. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. Assicurazioni - Al momento della sottoscrizione dell'eventuale affidamento il
FORNITORE potrà dichiarare di essere contraente assicurato - per un importo coerente con
il valore del Contratto – delle seguenti polizze assicurative rinnovabili annualmente:
A. una polizza assicurativa definita "General Liability " (Polizza Responsabilità Civile
Terzi/Prodotti ) a copertura della responsabilità civile per danni a terzi (intesi come lesioni
personali e danneggiamenti a cose), derivanti dall'attività svolta dal Fontitore nonché a
copertura della responsabilità civile per danni a terzi (intesi come lesioni personali e
danneggiamenti a cose), causati dai prodotti fabbricati, venduti e distribuiti dal Fornitore ;
Massimale assicurato: XXX per sinistro e per anno assicurativo;
B. una polizza assicurativa definita "Professional Liability" (Polizza RC Professionale ) a
copertura della responsabilità civile per perdite patrimoniali involontariamente cagionate a
terzi in conseguenza di un fatto colposo, nell'esercizio dei servizi professionali prestati da l
Fornitore (ove per fatto colposo si intende qualsiasi negligenza, errore, dichiarazione
inesatta o omissione, commessa esclusivamente nello svolgimento dei servizi professionali
prestati) che assicura i rischi derivanti dall' attività professionale svolta dallo stesso
Fornitore; Massimale assicurato: XXX per sinistro e per anno assicurativo;
C. una polizza assicurativa definita "All Risks" o “Property” a copertura di tutti i danni
materiali diretti (incluso il furto) a beni di proprietà del Fornitore.
Si chiede conferma che le coperture assicurative sopra menzionate, così come sopra
descritte, soddisfano quanto richiesto al riguardo dalla Stazione Appaltante e che, a
comprova delle stesse, la scrivente potrà presentare certificativi assicurativi attestanti le
coperture in essere, in sostituzione delle polizze o di copie delle stesse.
Si conferma
34. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. Assicurazioni - In caso di RTI si chiede altresì se le coperture assicurative sopra
descritte possano essere stipulate pro-quota dai vari membri del RTI o debbano essere
stipulate dalla mandataria a copertura dei danni relativi alle attività previste da parte di tutte
le singole società partecipanti al raggruppamento stesso ed estendibili quindi a anche a
queste.
Come previsto nel paragrafo 6.3 del Capitolato Tecnico e d’Oneri, l’Appaltatore deve possedere
un’adeguata polizza assicurativa, per eventuali danni e infortuni causati a persone o cose nello
svolgimento delle attività appaltate. In caso di aggiudicazione dell’appalto in questione ad un
R.O.E., ciascun componente del raggruppamento deve possedere un’adeguata polizza
assicurativa, salva e impregiudicata la responsabilità solidale degli operatori raggruppati nei
confronti della Società Appaltante.
- 10 -
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
35. DOMANDA e RISPOSTA:
Si chiede conferma degli allegati che un Consorzio Stabile (di cui all’ art. 34 comma 1 lett. c)
del D. Lgs. 163/2006), facente parte di un costituendo R.T.I., nel ruolo di una delle mandanti,
deve esibire:
1) dichiarazione sostitutiva resa da operatori raggruppandi/consorziandi;
2) dichiarazione di impegno resa da operatori raggruppandi o consorziandi;
3) la Dichiarazione sostitutiva, vostro modello “ Dichiarazione resa da Consorzi di cui
all’art. 34 comma 1 lett. b)”, dichiarando per conto di quale consorziata esso concorre,
pur essendo un Consorzio Stabile di cui all’ art. 34 comma 1 lett. c) del D. Lgs. 163/2006,
presumiamo di si, ma vorremmo conferma:
4) chiediamo se tutte le ditte facenti parte del Consorzio Stabile (di cui all’ art. 34 comma 1
lett. c) del D. Lgs. 163/2006), esecutrici e non, devono compilare il modello “
Dichiarazione sostitutiva operatori economici”
Fermo restando quant’altro previsto nel punto 2.1 del Disciplinare di gara, con particolare
riferimento alle disposizioni riguardanti i raggruppamenti costituendi (ad es., la necessità di
presentare una dichiarazione congiunta sottoscritta dai legali rappresentanti di tutti gli operatori
raggruppandi da cui risulti l’indicazione dell’operatore che assumerà la qualifica di mandatario,
nonché l’impegno a costituire formalmente il raggruppamento o consorzio in caso di
aggiudicazione, ai sensi dell’art. 37 del D.Lgs. n. 163/2006), in caso di partecipazione di un
consorzio stabile nell’ambito di un R.O.E. costituendo, occorre presentare:
• una dichiarazione da cui risulti l’indicazione dei consorziati per i quali il consorzio concorre,
fermo restando che a questi ultimi è fatto divieto di partecipare alla presente procedura in
qualsiasi altra forma (individuale o associata);
• una dichiarazione da cui risulti il possesso, da parte del consorzio e di tutti i consorziati per i
quali il consorzio concorre, dei requisiti di cui alle lettere A), B), del punto 2.1 del Disciplinare di
gara;
• una dichiarazione da cui risulti il possesso, da parte del consorzio e/o del complesso dei
consorziati per i quali il consorzio concorre, dei requisiti di cui alle lettere C), D), del punto 2.1
del Disciplinare di gara.
36. DOMANDA e RISPOSTA:
Si chiede di meglio specificare la lettera E) del punto 2.1 del Disciplinare di gara in
riferimento alla definizione di “sistema informativo di gestione dei documenti sanitari”.
Si tratta di un sistema in grado di gestire (a titolo esemplificativo e non esaustivo archiviare,
recuperare, catalogare) documenti sanitari (a titolo esemplificativo e non esaustivo referti, schede
di dimissioni ospedaliere, prescrizioni).
37. DOMANDA e RISPOSTA:
Con riferimento al punto 2.1 del Disciplinare di gara, lett. E (dichiarare la corretta
realizzazione, negli ultimi tre anni, di un sistema informativo di gestione di documenti
sanitari, a fronte di un corrispettivo almeno pari ad € 300.000,00 oltre IVA), si chiede
conferma che detto requisito possa essere soddisfatto considerando il fatturato realizzato
nell’ultimo triennio per la fornitura di un sistema informativo che preveda anche la gestione
di documenti sanitari. In caso contrario, si chiede conferma che il suindicato requisito
possa essere soddisfatto considerando la somma di più servizi analoghi realizzati
nell’ultimo triennio.
Si vedano le risposte 3 e 18.
- 11 -
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
38. DOMANDA e RISPOSTA:
Le ditte consorziate per le quali il Consorzio non concorre, devono anch’esse dichiarare i
punti A e B di cui all’art. 2.1 del Disciplinare di Gara?
In caso di partecipazione di consorzi di cui all’art. 34, comma 1, lettera b), c), del D.Lgs. n.
163/2006, il possesso dei requisiti di cui alle lettere A), B), del punto 2.1 del Disciplinare di gara
deve essere dichiarato dal consorzio e da tutti i consorziati per i quali il consorzio concorre.
39. DOMANDA e RISPOSTA:
Il “Modello – informazione antimafia Dichiarazione sostitutiva familiari conviventi”, deve
essere presentato da parte del consorzio e da tutte le consorziate, concorrenti e non?
Premesso che, ai sensi dell’art. 48 del D.P.R. n. 445/200, l’utilizzo dei Modelli predisposti dalla
Società Appaltante è facoltativo, si precisa che la dichiarazione sostitutiva in questione deve
essere prodotta dal consorzio e da tutti i consorziati per i quali il consorzio concorre, fermo
restando quanto previsto nell’art. 85 del D.Lgs. n. 159/2011.
40. DOMANDA e RISPOSTA:
Con la presente si chiede di sapere a quanto ammontano le spese per la pubblicazione di
cui al comma 7 dell’art. 66 del D.Lgs. n. 163/2006
Si veda la risposta 27
41. DOMANDA e RISPOSTA:
In relazione alla Vostra cortese risposta alla domanda 33 (rif. pag.10 informazioni
complementari) si chiede altresì conferma che, in caso di ricorso al subappalto, considerato
che le Polizze citate non includono responsabilità connesse ad attività rese da eventuali
subappaltatori, se sia accettabile che gli eventuali subappaltatori dispongano delle
medesime Polizze possedute dalla scrivente e/o, autonomamente, di Polizze in linea con le
previsioni di gara
SI
42. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. “Disciplinare_di_gara_Fascicolo_Sanitario_Elettronico.pdf”, par. 2.2, pag. 12:
a. Si chiede di confermare che l’indice e la copertina sono esclusi dal computo totale delle
100 pagine previste per l’offerta tecnica.
b. Si chiede, inoltre, di confermare la possibilità di utilizzare il font Arial 9 per i contenuti
delle tabelle.
a. Si conferma
b. Si conferma
43. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. “Capitolato_Oneri_Fascicolo_Sanitario_Elettronico.pdf” par. 5.1, pag. 50 e par. 6.9, pag.
63: Al par. 5.1 pag. 50 nella Tabella delle milestone di progetto il periodo di tempo per le
attività di verifica di conformità è di 30 giorni naturali e consecutivi, risultanti dalla
differenza tra la milestone con sotto codice M2-02 e quella con sotto codice M2-01.
Al par. 6.9 pag. 63 è scritto “Le attività di verifica/collaudo devono perfezionarsi entro e non
oltre 60 (sessanta) giorni naturali e consecutivi a decorrere dalla ricezione da parte della
- 12 -
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
Società Appaltante della comunicazione del “pronti al collaudo”, salvo diverso accordo
scritto tra le Parti.”
Si chiede di confermare che i giorni per il perfezionamento delle attività di verifica/collaudo
sono 30 e non 60 come riportato a pag. 63
Il termine temporale previsto nella Tabella di cui al paragrafo 5.1 del Capitolato Tecnico e d’Oneri
(recante le Milestone di progetto), per le attività di cui al sotto-codice M2-02, è quello stimato dalla
Società Appaltante in un’ottica di celere completamento delle attività di realizzazione e
installazione del Sistema FSE; mentre il diverso termine di cui al paragrafo 6.9 del Capitolato
stesso, rappresenta il termine massimo prudenzialmente pre-definito dalla Società stessa per il
completamento delle suddette attività di verifica/collaudo.
44. DOMANDA e RISPOSTA:
Sul portale LAit, assieme alla documentazione di gara ed alla modulistica resa disponibile
dalla S.A. per presentare le dichiarazioni richieste nel disciplinare di gara, è stato
recentemente pubblicato anche il seguente documento “Modulo Dichiarazione Sostitutiva
familiari conviventi”.
Considerato che il Disciplinare di Gara - al par. 2.1 - NON cita tale documento tra quelli da
allegare a pena esclusione alla documentazione di gara, chiediamo:
a) se tale documento è richiesto obbligatoriamente a pena esclusione in fase di
presentazione delle offerte;
b) in caso di risposta positiva al punto precedente, stante la difficoltà di reperire nuove
dichiarazioni in originale da parte dai soggetti sottoposti a verifica antimafia
(Amministratori, Presidente del Collegio Sindacale e Sindaci effettivi), chiediamo se è
possibile presentare copia dichiarata conforme all’originale di analoghe dichiarazioni
depositate presso la Sede Societaria.
a) NO
45. DOMANDA e RISPOSTA:
Con riferimento al Documento “Informazioni Complementari” e più precisamente alle
risposte fornite ai quesiti nn. 2, 3, 4, 6 e 17 chiediamo di confermare che la realizzazione ex
novo di un sistema informativo per la gestione di documenti sanitari, iniziata
antecedentemente al 30/4/2011 ma completata e fatturata tra il 30/4/2011 ed il 30/4/2014 a
fronte di un corrispettivo almeno pari ad euro 300.000,00 + IVA, sia da considerare valida ai
fini della soddisfazione del requisito di capacità tecnica di cui all’Art. 2.1, lettera E) del
Disciplinare di Gara
Si ribadisce che ai fini del possesso del requisito di cui al punto 2.1, lett. E), del Disciplinare di gara
è necessario aver correttamente prestato, nel triennio di riferimento (30/04/2011 - 30/04/2014), un
servizio di realizzazione (ex novo) di un sistema informatico di gestione di documenti sanitari a
fronte di un corrispettivo almeno pari ad Euro 300.000,00 oltre IVA, a prescindere dalle tempistiche
di fatturazione del corrispettivo maturato.
46. DOMANDA e RISPOSTA:
Il Registry Federato Regionale include delle Funzioni di Segnalazione e Gestione degli
Eventi?
Tali informazioni verranno fornite in sede di progettazione esecutiva
- 13 -
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
47. DOMANDA e RISPOSTA:
Per i web services di cooperazione da rilasciare ed in generale per la comunicazione fra
differente applicazioni e domini è già stata prevista, nell’architettura regionale, la creazione
di un BUS di interoperabilità basato su uno specifico prodotto di middleware? Quale
prodotto?
Si precisa che è già in uso nel S.I.R. Regionale uno Enterprise Service Bus implementato tramite
prodotto “Tibco Business Works v 5.x”
48. DOMANDA e RISPOSTA:
I nodi locali di ASL/AO (registry/repository) dispongono già di servizi di Access gateway e
di gestione delle policy di accesso?
Tali informazioni verranno fornite in sede di progettazione esecutiva
49. DOMANDA e RISPOSTA:
Per il profilo sanitario sintetico deve essere previsto un repository di uno specifico
documento, incluso nel FSE regionale, o si pensa ad altre soluzioni (non persistenza del
documento, repository del documento presso un altro nodo ecc)?
Tali informazioni verranno fornite in sede di progettazione esecutiva
50. DOMANDA e RISPOSTA:
In caso di consorzio stabile di cui all'art. 34 lettera c Dlgs 163/06 costituito da meno di tre
anni i requisiti di capacità economica e finanziaria come possono essere provati? Le
referenze degli istituti bancari o degli intermediari finanziari da chi devono essere
possedute?
Si veda il punto 2.1 del Disciplinare di gara (pag. 10).
51. DOMANDA e RISPOSTA:
In riferimento a quanto riportato nel Capitolato d’Oneri a pag.47, “Tutto il software realizzato
ad hoc in ragione del presente appalto DEVE rispettare, oltre alle specifiche linee guida ed
agli standard di sicurezza della Società Appaltante (che verranno consegnati in fase di
progettazione esecutiva), le linee guida di sviluppo sicuro raccomandate dalle principali
organizzazioni nazionali ed internazionali di settore”, e premesso che i dettagli relativi allo
sviluppo sicuro saranno trasmessi a seguito dell'aggiudicazione della gara, si richiede di
chiarire le modalità e le tecnologie da impiegare per poter procedere ad una stima dell'effort
necessario in fase di progettazione, sviluppo e verifica interna della sicurezza:
1. dovranno essere soddisfatti requisiti di sicurezza particolari di cui tener conto durante lo
sviluppo sicuro?
2. a quali Framework si dovrà fare riferimento relativamente alle politiche di autenticazione
ed autorizzazione?
3. sono ammesse librerie open source o di terze parti per assolvere ai task di sicurezza più
comuni quali protezione da SQL Injection, XSS, ecc.?
4. deve essere previsto lo storage crittografato delle informazioni sensibili: l'operazione
deve essere effettuata via software o l'ente dispone di sistemi che provvedono a cifrare
automaticamente i dati sensibili?
- 14 -
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
5. di quali politiche per il rilascio e la configurazione sicura dell'ambiente in fase di
esercizio dispone l'Amministrazione? Il collaudo del sistema è subordinato al corretto
funzionamento dell'applicazione in ambiente "sicuro" secondo le politiche
dell'Amministrazione?
1. Valgono i requisiti del capitolato
2. Valgono i requisiti del capitolato
3. Valgono i requisiti del capitolato
4. La stazione appaltante non dispone di storage crittografati
5. Valgono i requisiti del capitolato
52. DOMANDA e RISPOSTA:
Si chiede di confermare che le dichiarazioni sostitutive familiari conviventi (informazioni
antimafia) non debbano essere prodotte in fase di presentazione offerta, bensì solo in caso
di aggiudicazione del relativo contratto, come previsto dall'art. 83 del D.Lgs. n. 159/2011.
La dichiarazione sostitutiva in questione dovrebbe essere prodotta in fase di presentazione
dell’offerta, allo scopo di accelerare le operazioni di controllo di competenza della Società
Appaltante, fermo restando che la produzione della suddetta dichiarazione non è richiesta a pena
di esclusione.
53. DOMANDA e RISPOSTA:
Con riferimento al paragrafo 2.2 - Offerta Tecnica - del Disciplinare di gara, si chiede
conferma che il documento dell’offerta tecnica deve essere composto al più di 100 facciate
A4 (50 fogli se fronte retro) redatti con font ARIAL 10, senza alcuna restrizione
sull’interlinea, e che i Curricula Vitae - essendo parte dell’offerta tecnica - sono ricompresi
nelle succitate 100 facciate
Si veda risposta 8.
54. DOMANDA e RISPOSTA:
Con riferimento al paragrafo 4.2 - Realizzazione del Sistema FSE - del Capitolato Tecnico e
d’Oneri si chiede conferma che quanto riportato nel primo bullet point di pagina 32 è da
interpretarsi come la necessità di effettuare la conservazione sostitutiva a norma di legge
della documentazione componente il FSE.
Se l’interpretazione e corretta, questo servizio e le relative funzionalità non dovrebbero
essere già parte dell’attuale infrastruttura IT e del sistema documentale in uso presso LAit?
Di contro, nel caso in cui le funzionalità ed i relativi servizi per la conservazione sostitutiva
a norma di legge, siano oggetto della presente fornitura - al fine di avere una chiara e
puntuale definizione del perimetro della fornitura medesima - si chiede di indicare
puntualmente le tipologie di documenti da conservare in maniera sostitutiva ed i relativi
volumi annuali previsti per tutta la durata del presente appalto.
Il servizio di conservazione a norma a documenti relativi all’FSE non è oggetto del presente
appalto
55. DOMANDA e RISPOSTA:
Con riferimento al paragrafo 3.2 - Durata - del Capitolato Tecnico e D’oneri si chiede
conferma che la durata dell’appalto oggetto di gara decorre dalla data di avvio
dell’esecuzione del contratto e termina 36 (trentasei) mesi dal corretto rilascio in esercizio
- 15 -
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
dell’intero Sistema informativo FSE presso tutte le Aziende Sanitarie, e non termina 50
(cinquanta) mesi dal corretto rilascio, come riportato alla voce II.3) - Durata dell’Appalto del Bando di Gara
Nel punto II.3 del Bando di gara è correttamente riportata la durata complessiva massima stimata
dell’appalto (50 mesi), al netto dell’eventuale riduzione dei giorni necessari per il “Pronti al collaudo
del Sistema FSE”, espressa in termini assoluti nell’offerta presentata in sede di gara dal
concorrente che risulterà aggiudicatario del presente appalto. Si conferma, pertanto, che la durata
del presente appalto decorre dalla data di avvio dell'esecuzione del contratto e termina dopo 36
(trentasei) mesi dal corretto rilascio in esercizio dell’intero Sistema informativo FSE presso tutte le
Aziende sanitarie (ASL/AO) della Regione Lazio, salvo diverso accordo scritto tra le Parti.
56. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. “Disciplinare_di_gara_Fascicolo_Sanitario_Elettronico.pdf”, cap.6, pag. 25: In
considerazione dei tempi indicati per la Milestone M1-02, pari a T0 + 60 (par. 5.1, pagg. 50 e
51 del “Capitolato_Oneri_Fascicolo_Sanitario_Elettronico.pdf”), essendo tale milestone
propedeutica al completamento delle attività di realizzazione, si chiede di confermare che il
valore Rmin, utilizzato per il calcolo del punteggio tecnico 4.1 e relativo al minore numero di
giorni naturali per la trasmissione del pronti al collaudo del sistema FSE risultante
dall’esame delle offerte tecniche, dovrà essere maggiore di 60.
Considerato che le tempistiche indicate nella Tabella di cui al sotto-paragrafo 5.1 del Capitolato
Tecnico e d’Oneri (Milestone di progetto) rappresentano termini temporali massimi, un’eventuale
riduzione del termine massimo di 30 giorni naturali (a decorrere dalla data di avvio dell’esecuzione
del contratto) previsto per la Milestone M1-01, pur non comportando alcuna attribuzione di
punteggio, potrebbe conseguentemente comportare anche una riduzione del termine di 60 giorni
naturali (a decorrere dalla data di avvio dell’esecuzione del contratto) previsto per la Milestone M102, fermo restando che la Società Appaltante si riserva comunque un termine di 30 giorni per la
verifica del Piano di Qualità e Controllo e del Progetto esecutivo. Naturalmente, resta altresì fermo
che il punteggio relativo al sotto-criterio quantitativo di valutazione da ridurre (sotto-criterio 4.1) sarà
assegnato esclusivamente agli operatori concorrenti che offriranno un numero di giorni naturali per il
“Pronti al collaudo del Sistema FSE” inferiore a 150 (a decorrere dalla data di avvio dell’esecuzione
del contratto), applicando la formula di cui al punto 6 del Disciplinare di gara (pag. 25).
57. DOMANDA e RISPOSTA:
Rif. “Capitolato_Oneri_Fascicolo_Sanitario_Elettronico.pdf”, par. 5.1 pag.51 e par. 6.5, pag.
58 - Si chiede conferma che le attività relative alla milestone M3-02 si intendono completate,
al fine della fatturazione del 15% del valore offerto, al corretto avvio in esercizio del sistema
FSE nelle ASL/AO delle Regione Lazio che risultano pronte per integrarsi/utilizzare il FSE
entro e non oltre la milestone T1+210 giorni, pari al tempo massimo per il completamento di
Fase II indicato al par. 5.1 pag.51 del “Capitolato Oneri Fascicolo Sanitario Elettronico.pdf”.
Si ribadisce che le attività relative alla Milestone M3-02 si intendono completate al corretto avvio in
esercizio del Sistema FSE e delle relative integrazioni presso tutte le ASL/AO delle Regione Lazio,
previa verifica di conformità positiva in ambiente di produzione, nonché accettazione della
documentazione a corredo prodotta dall’Appaltatore e approvazione da parte del Direttore
dell'esecuzione nominato dalla Società Appaltante di quanto effettivamente maturato
dall’Appaltatore stesso, come previsto nei paragrafi 6.5 e 6.9 del Capitolato Tecnico e d’Oneri.
- 16 -
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
58. DOMANDA e RISPOSTA:
Anonimizzazione (par. 4.2.5 Capitolato D’oneri) – Premesso che i referti clinici gestiti dal
FSE, che contengono i riferimenti identificativi dei pazienti, sono firmati digitalmente, e
quindi immodificabili pena l’invalidità della firma, si richiede di confermare che:
a. l’anonimizzazione riguardi soli i metadati associati ai documenti e non il contenuto del
documento stesso
b. il FSE della Regione Lazio deve garantire l'anonimato (e quindi la gestione dei dati
anonimizzati) esclusivamente per il trattamento a fini di ricerca, gestione e
programmazione sanitaria e non per i flussi di gestione documentale tipici del FSE,
identificati dai servizi elencati nel par. 4.2.7, a disposizione dei diversi utenti (cittadini,
operatori sanitari...).
Si chiede inoltre conferma che il sistema di “Anonimizzazione Regionale” (citato nel par.
4.2.5) non sia oggetto di fornitura.
Si confermano tutti i quesiti
59. DOMANDA e RISPOSTA:
Conservazione Documenti Informatici (par. 4.2 Capitolato D’Oneri) – si chiede di:
a. confermare che la richiesta della macro funzionalità di “conservazione documenti
informatici” riguardi la fornitura di un sistema applicativo rispondente alle nuove regole
tecniche di cui al DPCM 3-12-2013 (GU n.59 del 12/03/2014)
b in caso di risposta affermativa al punto precedente, confermare che i documenti da
conservare siano i documenti contenuti nei repository delle AO/ASL della Regione Lazio
ed elencati nel super registry.
c. Indicare:
i. il numero di aziende afferenti all’FSE, che producono documenti da conservare
ii. il numero di documenti che saranno oggetto di conservazione nell’ambito del
contratto, indicandone l’anno di produzione.
A. Si conferma
B. Si conferma
C. Tali informazioni verranno fornite in sede di progettazione esecutiva
60. DOMANDA e RISPOSTA:
Proprietà e utilizzabilità dei prodotti e della documentazione (par. 6.4 Capitolato D’Oneri) –
Si richiede di confermare che nel caso in cui una o più funzionalità FSE richieste dal
Capitolato D’Oneri venissero implementate con SW di mercato, vi sarà la cessione alla
Stazione Appaltante o alla Regione Lazio di licenze d’uso, non esclusive, illimitate e
perpetue e non il trasferimento di proprietà del SW.
Salvo il caso di consegna/rilascio con licenze Open Source, la proprietà di tutti i software che
costituiscono e generano il Sistema informativo di Fascicolo Sanitario Elettronico (compresi
eventuali moduli e librerie forniti in ragione del presente appalto), così come descritto nel paragrafo
4 del Capitolato Tecnico e d’Oneri, deve essere trasferita congiuntamente alla Regione Lazio e alla
Società Appaltante, fermo restando che i suddetti software devono essere consegnati alla Società
Appaltante unitamente ai relativi codici sorgente ed alla relativa documentazione tecnica di
supporto, secondo le indicazioni del Direttore dell’esecuzione nominato dalla Società stessa.
Eventuali ulteriori moduli applicativi (diversi dunque dai software che costituiscono e generano il
Sistema di FSE, nell’accezione sopra riportata), realizzati con prodotti software di mercato, devono
- 17 -
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
essere forniti in licenza d’uso, anche non esclusiva, illimitata (ad esempio, per traffico, utenze,
volumi trattati, ecc.) e di durata perpetua.
61. DOMANDA e RISPOSTA:
Relativamente alla proroga dell’obbligo dell'utilizzo del sistema AVCPass (Decreto Legge 30
dicembre 2013, n. 150, art. 9, comma 15-ter), considerando che nel Disciplinare di Gara, non
è presente la richiesta di PassOE e il cui termine di presentazione dell’Offerta cade il 01
luglio 2014 ore 12:00, si richiede la conferma della non obbligatorietà a procedere con
l’inserimento dei documenti nella libreria apposita gestita dall'Autorità di Vigilanza.
Si conferma, atteso che l’entrata in vigore della Banca dati nazionale dei Contratti Pubblici
(AVCPass) è riferita alle procedure di gara i cui CIG (Codice Identificativo Gara) siano stati emessi
a far data dal 1 luglio 2014.
62. DOMANDA e RISPOSTA:
Nel Disciplinare di Gara, § 2.2. la tabella che descrive la struttura dell’Offerta Tecnica
richiede che nel capitolo 2 siano trattate, tra l’altro “le modalità di esecuzione dei servizi di
roll-out”. Tuttavia, nella stessa tabella, il Capitolo 4 è tra l’altro dedicato, di nuovo, alla
“Descrizione delle caratteristiche e delle modalità di esecuzione dei servizi di roll-out”. Si
chiede di confermare che la tematica del roll-out possa essere affrontata nel Capitolo 4,
riservando il Capitolo 2 alla descrizione della soluzione.
Si conferma.
63. DOMANDA e RISPOSTA:
Nel Capitolato d’Oneri il § 3.3. afferma che “Le attività oggetto del presente appalto
DEVONO essere svolte presso la Società Appaltante e/o la Regione Lazio e/o le ASL/AO del
Lazio ovvero, in alternativa, presso gli uffici dell’Appaltatore tramite collegamenti di rete
dedicati (VPN).” Si chiede conferma che ciò significa che gli ambienti di sviluppo, test e
collaudo e i relativi software sono messi a disposizione dalla società appaltante e, in
particolare, che fra tali software sia incluso anche un sistema di gestione della
configurazione necessario a garantire il servizio di cui al § 5.2 del Capitolato
Si conferma
- 18 -
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
255 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content