close

Enter

Log in using OpenID

Cacciare a Palla

embedDownload
calibri
375 Ruger: il 375 H
Il 375 Ruger (9,5x65,5 mm) è una cartuccia studiata per la caccia
ai cosiddetti “big game”, con il duplice scopo di fornire maggiori
di Fulvio Tonin performance rispetto al vecchio, ma sempre valido, 375 H&H,
ma su fucili con azioni di lunghezza standard (30/06 per intenderci)
L
a 375 Ruger fu concepita da
una joint-venture di tecnici
Hornady e Ruger e promossa
commercialmente nel 2007 dalla
Hornady, per essere camerata nel
fucile Ruger Hawkeye African e nel
fucile Ruger Hawkeye Alaskan. Come
si può notare due armi dedicate a teatri di caccia specifici e ad animali specifici. Il 375 Ruger si presenta con un
bossolo rimless la cui base ha un diametro di 13,5 mm, che è il medesimo
del 300 H&H Mag e del 375 H&H.
Mag. Poiché Ruger intendeva came-
60
rarlo in fucili con azioni standard, il
bossolo fu tenuto alla lunghezza di
65,5 mm che è solo un millimetro più
lungo del bossolo del 270 Winchester. In sostanza, una cartuccia della
lunghezza massima (O.A.L.) di 84,8
mm, quindi simile al 338 Winch. Magnum e 30/06 Springfield.
Il vantaggio dell’azione corta
Questa soluzione permise alla Ruger
di lasciare intatto l’impianto del suo
fucile di punta, ovvero l’M-77, senza
doverne ridisegnare l’intera piatta-
forma. Mentre il 375
H&H ha una lunghezza maggiore (72,39
mm), il 375 Ruger
ha maggior capacità,
quindi può alloggiare
più polvere al suo
interno. Questo perché il bossolo del 375
H&H presenta una
rastrematura (tapered)
lungo tutto il suo
corpo, mentre il 375
Ruger, seguendo i dettami delle moderne
cartucce, ha bossolo
cilindrico (bottlenecked)
e spalla molto corta.
Mentre il bossolo
del 375 H&H ha una
capacità di 6,19 cm3,
il 375 Ruger ha una
capacità di 6,43 cm3,
quindi maggiore di
circa il 4%. Nella pratica venatoria, questo
calibro ha ovviamente
un indirizzo specifico,
ovvero i grandi animali africani e
nordamericani. La Hornady (che
ne ha l’esclusiva) lo commercializza
con due principali tipologie di palle:
la DGS (dangerous game solid) e la
DGX (dangerous game expanding), entrambi trademark.
Munizionamento
commerciale
La prima, come si evince dall’acronimo, è una palla interamente camiciata (con anima in lega di piombo),
necessaria nei casi in cui sia richiesta
Cacciare a palla
060-061 Calibri 375 Ruger tonin (2).indd 60
23/12/13 10:34
5 H&H ha trovato
il suo erede?
t
1
t
2
1. 2.
La Hornady commercializza il 375 Ruger
con due principali tipologie di palle: la DGS
(dangerous game solid) e la DGX (dangerous
game expanding), entrambi trademark
3.
La 375 Ruger fu concepita da una jointventure di tecnici Hornady e Ruger e
promossa commercialmente nel 2007 dalla
Hornady, per essere camerata nel fucile
Ruger Hawkeye African (in foto) e nel fucile
Ruger Hawkeye Alaskan
3
Prestazioni balistiche
Le sue prestazioni balistiche (dati
Hornady) con palla DGS o DGX da
300 grani vedono una velocità alla
volata di 2.660 f.p.s. e un’energia,
sempre alla volata, di 4.713 ft.lbs. Il
375 H&H ha invece, a parità di tipo
e peso di palla, una velocità di 2.530
f.p.s. e un’energia di 4.263 ft.lbs. La
densità sezionale delle due palle è
pari a .305, un valore già elevato, ma
che necessita di un “buon manico”
per piazzare la palla nei centri vitali
di animali “dangerous” ed è questa
una delle ragioni per cui questo
calibro, così come il 375 H&H, non
è consentito in alcuni stati africani
per la caccia all’elefante. Quale motivo può spingere all’acquisto di un
arma in tale calibro? Direi principalmente due: il primo, l’arma in cui è
camerato, una Ruger che già di per
sé è una garanzia di buona qualità
costruttiva, affidabile robusta e maneggevole, come è giusto attendersi
da un “ferro” da usare in ambienti
difficili su animali per lo più poco
desiderosi di fare bella mostra di
sé nel salotto di casa; secondo motivo il calibro moderno, potente e
preciso, insomma un connubio che
potrebbe fare gola anche a qualche
cacciatore nostrano alle prese con
un cervo al bramito.
t
LM
la massima penetrazione su animali
a pelle dura per raggiungere gli
organi vitali e garantirne l’abbattimento sicuro, rapido e pulito. La seconda è una flat nose (punta piatta)
ed è richiesta laddove è necessaria
la maggior penetrazione, ma nel
contempo la migliore espansione
controllata e conseguente trasferimento della massima energia terminale su animali pericolosi a pelle
morbida. Pertanto, la prima vedrà la
sua migliore applicazione su soggetti
come elefanti, ma anche rinoceronti
e bufali. La seconda è più adatta ad
animali quali leone, grizzly, ma anche grosse alci o cervo wapiti.
t
Cacciare a palla
060-061 Calibri 375 Ruger tonin (2).indd 61
61
23/12/13 10:34
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 208 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content