close

Enter

Log in using OpenID

Dal 9 al 25 ottobre torna la grande vetrina della

embedDownload
Spedizione in a.p. -45% - art.2 comma 20/b legge 662/96 - filiale di Parma
VIE
Dal 9 al 25 ottobre torna la grande vetrina
della scena contemporanea internazionale
B9930914
Musica
La Stagione
del Comunale
prende il via il 12
con un concerto
di Wikiclassica
CINEMA
La Sala Truffaut
riapre il 16
con Felice chi è
diverso di Gianni
Amelio
INCONTRI
Tante iniziative
ai Musei Civici
con incontri
installazioni
e workshop
o
r
i
La Sala Truffaut
riapre il 16
con Felice chi è
diverso di Gianni
Amelio
INCONTRI
Tante iniziative
ai Musei Civici
con incontri
installazioni
e workshop
pag. 06 - 07 Proseguono al Foro Boario le mostre di Fondazione Fotografia dedicata alle opere di Mimmo Jodice, Kenro Izu e alla fotografia antica andina. La Galleria
Civica propone a Palazzo Santa Margherita la mostra di Jamie Ried e alla Palazzina
Michelangelo e il Novecento. Alla Biblioteca Poletti è ancora allestita la mostra dedicata a Enrico Baj mentre al Museo della Figurina c’è Celebrity.
Musica
m
Art director
Pietro Spagnulo,
[email protected]
o
Incontri
In redazione:
Marina Leonardi, Micol
Lombardi, Mirna Loren
Per informazioni e contatti
Redazione de Il Mese di Modena:
[email protected]
Erika Varesi - Edicta
via Torrente Termina 3/b
43124 PARMA
Tel. 0521251848
Fax 0521907857
[email protected]
Editore
Edicta p.s.c.
via Torrente Termina 3/b
n. iscrizione ROC: 9980
43124 PARMA
www.edicta.net
Per la pubblicità
Tel. 0521258210
Tiratura 12.000 copie
Stampa
Stamperia s.c.r.l. - PARMA
i
Direttore responsabile
Simone Simonazzi,
[email protected]
n
Cinema
s
pag. 08 - 09 Presentate le stagioni Concertistica e Lirica del Teatro Comunale: il
15 appuntamento con i Munchner Symphoniker. Entra nel clou il festival di musica
antica Grandezze & Meraviglie con concerti a Modena e a Vignola. Prende il via ad
ottobre la rassegna Musica Fuori della Gmi con il pianoforte di Maria Perrotta.
.
Aut. Tribunale di Parma
n. 9 del 24.03.2003
ISSN 1827-5958
Il Mese di Modena n.133
Arte
pag. 10 Riapre il 16 ottobre la Sala Truffaut con il docufilm Felice chi è diverso di
Gianni Amelio che sarà in sala. I film da non perdere del Festival di Venezia.
pag. 11 La Tenda riprende le sue iniziative ad ottobre. Da segnalare la rassegna Jazz
& Others che il 22 ottobre propone il concerto del trombettista americano Ambrose
Akinmusire. Il 26 riprende la Stagione degli Amici della musica a Nonantola.
Incontri
pag. 12 - 13 Iniziative autunnali ai Musei mentre alla Biblioteca Delfini tornano gli
incontri di Autori in zona. Tante le iniziative per ragazzi e famiglie al Parco della
Terramara di Montale. Il 4 e 5 ottobre i bambini diventano chef con Cuochi per un
giorno. Ripartono le lezioni al San Carlo.
Carpi
pag. 14 - 15 Proseguono le mostre ai Musei di Palazzo dei Pio. All’Auditorium Loria
si tiene un corso sul cinema di Clint Eastwood con Bruno Fornara. Ancora un appuntamento del progetto Radio Loria, con il Live Show, quattro serate con i conduttori di
K-Rock. Per i bambini carpigiani Halloween si festeggia con il Castello dei ragazzi.
il Mese Modena
Distribuito gratuitamente in città:
Comune di Modena, Informagiovani/IAT,
Biblioteca Delfini, Provincia di Modena,
Teatro Storchi, Teatro delle Passioni,
Fondazione Cassa di Risparmio di Modena,
Sala Truffaut. Musei Civici, Biblioteca Facoltà di
Lettere, Biblioteca Facoltà di Giurisprudenza,
Facoltà di Economia e Commercio, Facoltà di
Ingegneria, La Tenda, Forum Monzani, Fusi
Orari, Baluardo
In provincia a Carpi:
Comune, Biblioteca Arturo Loria, IAT,
Urp QuiCittà
B9690614
GLORIA
VIE
ARTE
Spedizione in
a.p. -45% - art.2
comma 20/b
legge 662/96
- filiale di Parma
CINEMA
m
La Stagione
del Comunale
prende il via il 12
con un concerto
di Wikiclassica
pag. 04 - 05 Dal 9 al 25 ritorna Vie Festival che propone il meglio della scena contemporanea internazionale. Spettacoli a Modena e provincia, a Rubiera e Bologna.
Emilia Romagna Teatro presenta le stagioni di Storchi e Passioni. Su il sipario anche
al teatro Michelangelo.
Spedizione in a.p. -45% - art.2 comma 20/b legge 662/96 - filiale di Parma
VIE
a
Spedizione in a.p. -45% - art.2 comma 20/b legge 662/96 - filiale di Parma
Teatro
Dal 9 al 25 ottobre torna la grande vetrina
della scena contemporanea internazionale
MUSICA
in sommario
Dal 12 al 14 settembre
a Modena, Carpi e Sassuolo
torna il festivalfilosofia
Dal 9 al 25
ottobre tor
na
della scena
contemporane la grande vetrina
a internaziona
le
MUSICA
INCONTRI
Nuove mostre
in città:
al Foro Boario
e a Palazzo
Santa Margherita
L’omaggio
a Pavarotti
in Piazza Grande
e Grandezze
& Meraviglie
MUSICA
La Stagione
del Comunale
prende il via
il 12
con un conce
rto
di Wikiclassic
a
Passa la parola
happening
di lettura
per bimbi
e ragazzi
B9820814
CINEMA
La Sala Truffa
ut
riapre il 16
con Felice chi
è
diverso di Giann
i
Amelio
INCONTRI
Tante iniziative
ai Musei Civici
con incontri
installazioni
e workshop
di Marina Leonardi
Vie Festival
in grande stile!
P
er il decennale di Vie Festival, Emilia
Romagna Teatro, dal 9 al 25 ottobre,
disegna un grande programma degno
delle più rinomate vetrine internazionali,
che coinvolge i palcoscenici di tre province emiliane, Modena, Bologna e Reggio
Emilia e i maggiori protagonisti della scena
contemporanea.
A partire da Angélica Liddell, Leone
d’argento alla Biennale di Venezia di cui
Ert produce il nuovo lavoro, You are my
destiny che arriva a VIE pochi giorni dopo
il debutto a Rennes (Teatro Storchi, Modena, 16 ottobre ore 21.00 e il 17 ore
21.30). Ritorna il Belarus Free Theatre,
compagnia costretta ad abbandonare
la Repubblica Bielorussa a causa delle
persecuzione politica che arriva a Vie con
Red Forest (Teatro Fabbri, Vignola, 24
ottobre ore 21, il 25 alle 18.30) così
come politicamente orientato è anche
One Flew over the Kosovo Theater (Teatro
Dadà, Castelfranco, 17 ore 19 e 18 ore
22), il lavoro che il regista Jeton Neziraj
dedica alla storia recente del suo Paese.
Si tratta di una prima nazionale così come
il lavoro del duo franco-israeliano Winter
family, un viaggio nella società israeliana
di oggi attraverso suoni, immagini e testi
(Pubblico, Casalecchio di Reno, 23 ore
19.30 e 24 alle 23).
Gradito ritorno anche per il giapponese Toshiki Okada, che presenta Super Premium
[04] - il mese ottobre \ 2014
Soft Double Vanilla Rich (Teatro delle Passioni, Modena, 24 ore 18 e 25 alle 21),
nuova tappa del suo folgorante percorso
drammaturgico, e anche per Pippo Delbono che regala a VIE l’anteprima del suo
concerto con Enzo Avitabile Bestemmia
d’amore (Arena del Sole, Bologna, 12 ore
22) e il suo nuovo lavoro su Koltès, La Notte (25, Teatro Storchi di Modena). E pure
per Danio Manfredini che porta in scena
il nuovo Vocazione (Teatro delle Passioni,
Modena, 10 ore 22 e 11 alle 18.30) in
cui riflette sull’essere artista oggi.
La decima edizione di VIE riserva uno
sguardo attento a quella scena contemporanea che, dopo la lezione di Pina Bausch
è stato chiamato teatrodanza e si parte
dall’eccellenza del bravissimo Alain Platel,
che porta in scena Coup Fatal (Arena del
Sole, Bologna, 18 ore 22 e il 19 alle ore
16). Lisbeth Gruwez, sarà a VIE con il suo
gruppo, Voetvolk per presentare in prima
nazionale AH/HA (Teatro delle Passioni,
Modena, 14 e 15 ottobre ore 21). Straordinaria la forza scenica del congolese
DeLaVallet Bidiefono a VIE con Au-delà
(Teatro Storchi, Modena, 10 ottobre ore
21.00) e del duetto Gintersdofen/Klassen con Logobi05 (Teatro delle Passioni,
Modena, 24 ore 23 e 25 alle ore 18). In
cartellone a Vie anche Virgilio Sieni con
Dolce Vita_Archeologia della passione (Teatro Comunale, Modena, 19 ore 21.30)
Per i suoi primi dieci anni
la kermesse internazionale
di Emilia Romagna Teatro
amplia durata e territorio
e propone i maggiori
protagonisti della scena
da Alain Platel a Neziraj
da Angelica Liddell, ai
Belarus a Delbono e Okada
e con Deposizione e Crocifissione (Teatro
Comunale, Carpi, 10 e 11 ore 19.00 e
21.00, 12 ottobre ore 16.30 e 20).
Ancora a Vie Oskar Gómez Mata, Marianne Pousseur e Enrico Bagnoli, Babilonia
Teatri Carullo-Minasi e lo Zagreb Youth
Theatre e le compagnie emiliano romagnole CollettivO CineticO, Barokthegreat,
Laminarie e l’immancabile Teatro delle
Albe con la prima assoluta di Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi (Teatro Herberia,
Rubiera, 24 e 25 alle 20.30).
VIE ospita una tappa del progetto Festival
Focus Jelinek, che presenta tre produzioni: Un pezzo per SPORT di Andrea
Adriatico, Le amanti di Teatrino Giullare
e Nuvole.Casa di Chiara Guidi. Prosegue
inoltre la collaborazione con Node, il festival che Modena dedica all’incrocio tra
musica e arti visive, tra cinema e nuove
tecnologie con il concerto di Ryoichi Kurokawa. Non mancano inoltre gli esiti
dei laboratori che si sono tenuti con la
popolazione della Bassa modenese colpita
dal terremoto e condotti da Teatro delle
Albe, Elena Bucci, Piccola Compagnia
Dammacco e Claudio Longhi.
Info: www.viefestivalmodena.com
tel. 059305738
p r i m o p i a n o
Ert presenta le Stagioni
Anche Muzzarelli sostiene la candidatura a Teatro Nazionale
L
a presentazione alla stampa delle nuove
stagioni di Storchi e Passioni ha fornito
l’occasione per fare il punto sull’eccellenza
dell’attività teatrale modenese. Innanzitutto
con il riconoscimento da parte del sindaco Muzzarelli “del grande lavoro svolto
in questi anni da Ert e dal suo direttore
Pietro Valenti”. Il sindaco ha sostenuto
con forza la candidatura dello stabile regionale a Teatro Nazionale, sottolineando la
volontà di mantenere la sede a Modena.
“Questa amministrazione – ha detto - vuole
impegnarsi a tenere Modena in prima fila”.
Facendo riferimento al Teatro delle Passioni,
Muzzarelli ha poi parlato dei contenitori per
le attività teatrali, del loro uso e riuso. Ha
detto chiaramente che sosterrà le giovani
compagnie modenesi così come ha portato
buone notizie sul Piano di recupero dell’Ex
Giuseppe Battiston (ph Fabrizio Cestari)
Amcm, dove trova sede appunto il teatro
delle Passioni e di cui potete leggere gli sviluppi nella scheda qui a fianco.
Valenti, che ha tenuto a ribadire che “Lo spirito di Ert è vedere al di là del quotidiano” ha
presentato i titoli delle due stagioni, sempre di grande qualità ribadendo che gli spettacoli
del sabato avranno inizio alle ore 19.45. Questo per stare in linea con i teatri di tutto
il mondo, dove la programmazione inizia alle ore 19. Avremo modo di entrare maggiormente nel dettaglio delle due stagioni nel prossimo Mese Modena di novembre, quando
apriranno le sale. Si parte infatti alle Passioni il 13 e 14 novembre con Sulla Sabbia,
un progetto condiviso con la scuola Paolo Grassi di Milano e la regia di Livia Ferracchiati.
Il sipario del Teatro Storchi si alzerà il 25 novembre con Andrea De Rosa che torna a
Modena con Falstaff da William Shakespeare. Il regista prosegue la collaborazione con
Giuseppe Battiston, che vestirà i panni del famoso buffone shakesperiano. Ancora in
cartellone Luigi Lo Cascio, Toni e Peppe Servillo, Daniel Pennac, Ottavia Piccolo diretta
da Gassman, Isabella Ferrari, il Teatro delle Albe, Cesar Brie, Laura Marinoni e una
interessante riedizione di Arancia Meccanica.
Così l’area ex Amcm
sarà un polo culturale
Il percorso di riqualificazione dell’area
dell’ex Amcm partirà dalla realizzazione della nuova sede del Teatro delle
Passioni, con una progettazione che
terrà conto delle esigenze anche produttive di Emilia Romagna Teatro. Ert,
infatti, con la riforma promossa dal
governo si candida a diventare teatro
nazionale e in questa prospettiva la
sede del Teatro e la sua funzionalità
diventa la priorità del Piano ex Amcm.
Lo ha affermato il sindaco Gian Carlo
Muzzarelli dopo che nella seduta di
Giunta del 17 settembre ha fatto il
punto sul Piano urbanistico attuativo
dell’area adottato circa un anno fa
dal Consiglio comunale. La sede del
Teatro delle Passioni, con magazzini, camerini e sale prova, oltre ad
altri spazi per servizi, come bar e
ristoranti, sarà collocata nell’edificio
dell’ex centrale Enel, con ingresso da
via Peretti, destinato quindi a essere
il polo culturale di tutta l’area.
Info: www.emiliaromagnateatro.com, tel. 059 2136021
Prosegue a ottobre l’attività del
Teatro Nero con la messa in scena
della commedia di Neil Simon Andy
e Norman nelle serate dell’11, 12,
18 e 19 ottobre alle ore 21 presso
la sede di Via Bolzano 31. Due amici
gestiscono l’impresa di pubblicazioni
“I geni della biro”, Andy funge da
procacciatore d’affari e Norman è
lo scrittore, ma in crisi creativa. La
convivenza dei due, subisce una vera
e propria destabilizzazione, all’entrata
in scena di una fascinosa nuotatrice
olimpionica che si trasferisce nell’appartamento accanto a quello occupato da due. Ritrmo e risate.
Info: tel: 3356663510
www.teatronero.it
Si leva il sipario al Michelangelo
Si parte il 21 ottobre con la prosa e una dedica al Quartetto Cetra
Il Teatro Michelangelo di Modena (via Giardini 255) riparte
per un nuovo anno all’insegna dello spettacolo di intrattenimento con un cartellone molto differenziato dove, oltre
ai canonici 14 spettacoli di prosa, trovano posto rassegne
dedicate ai comici, al balletto, al teatro per passione e al
musical. Si parte con la Prosa, il 21, 22 e 23 ottobre
con Cetra… una volta – Dedicato al Quartetto Cetra. La
musica, le canzoni, le parodie memorabili dell’indimenticabile
quartetto con Toni Fornari, Emanuela Fresi e Stefano Fresi.
Testo di Toni Fornari, regia di Augusto Fornari.
Secondo appuntamento il 28, 29 e 30 con La spallata,
di Gianni Clementi, regia di Vanessa Gasbarri, con Antonio
Conte, Giorgia Trasselli e Gabriella Silvestri. Anni ’60, nell’Italia del boom economico, le
avventure di una famiglia che si mette in proprio e apre un’agenzia di pompe funebri:
“L’ultimo respiro”. Esilarante e amaro.
Info: tel. 059.343662, www.cinemateatromichelangelo.com
primopiano
Al Teatro Nero si ride
con “Andy e Norman”
>arte
Di Micol Lombardi
Mimmo Jodice nell’Arcipelago del mondo antico
È un grande piacere che Fondazione Fotografia abbia scelto di dedicare una delle sue tre mostre d’Autunno al bravissimo fotografo
napoletano Mimmo Jodice (Napoli, 1934). Reduce da una serie di
prestigiosi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, Jodice
torna a Modena, con Arcipelago del mondo antico a cura di Filippo
Maggia, un percorso di cinquanta opere fotografiche, in maggior parte
mai esposte sinora, in cui l’artista ricompone l’immagine delle civiltà
che hanno attraversato la storia antica del mare nostrum, facendo
rivivere statue e templi, eroi e miti, in un tempo sospeso in cui passato
e presente sembrano convivere. Fondamentale per comprendere la
poetica di Jodice è il suo rapporto con la città natale, Napoli per lui
continuo stimolo creativo accanto alla sua incessante sperimentazione
di tecniche e materiali. Come rileva Filippo Maggia, pur avendo iniziato
a fotografare cinquant’anni fa, Mimmo Jodice continua ad “inventare,
a studiare nuove tecniche sempre più raffinate di ripresa e soprattutto
di stampa che implicano lunghe e faticose prove in camera oscura”.
Info: www.fondazionefotografia.org
La spiritualità di Kenro Izu
Proseguono al Foro Boario le tre mostre di Fondazione Fotografia
L
a raffinata ricerca artistica
del giapponese Kenro Izu è
al centro della personale Kenro
Izu. Territori dello spirito curata
da Filippo Maggia per Fondazione Fotografia e interamente
dedicata al lungo lavoro che
ha spinto l’artista ad esplorare
i più importanti luoghi sacri del
mondo, dalle piramidi d’Egitto
alle antiche pietre di Stonehenge, dalla città di Angkor in
Cambogia ai templi buddisti di
India e Indonesia, dal deserto
della Siria alle alte vette del
Tibet. In un percorso di oltre sessanta opere, la mostra presenta l’evoluzione della sua
personale visione: dalle prime opere realizzate in Egitto ai numerosi viaggi intrapresi
per la serie Sacred Places (1979-2001), fino ad includere lavori successivi dalle serie
Bhutan Sacred Within (2002-2007) e India Where Prayer Echoes (2008-2012), dove
per la prima volta nella sua ricerca sulla spiritualità dei luoghi trova spazio anche la
rappresentazione di figure umane raccolte in preghiera. Racconta l’autore – “Spesso mi
domandano perché fotografo monumenti. È ciò che più si avvicina a qualcosa capace di
durare in eterno. Ma se si guarda bene c’è una sottile linea di confine tra la pietra e la
sabbia circostante. Nemmeno la pietra è eterna, come ci insegna il buddismo tutto è
transitorio. La nostra vita, quella di un fiore, perfino quella di un albero o di una pietra
non sono altro che un momento nell’eternità”. Kenro Izu nasce nel 1949 a Osaka.
È ancora studente quando nel 1970 si reca per la prima volta in visita a New York, dove
si stabilirà poi definitivamente. Nel 1983 dopo aver visto delle opere di Paul Strand al
platino-palladio, decide di introdurre questa particolare tecnica di stampa anche nella sua
ricerca personale, uno stile che diverrà una peculiarità in tutta la sua opera futura.
Info: Kenro Izu. Territori dello spirito, Mimmo Jodice. Arcipelago del mondo antico Fotografia de los
Andes 1897-1950 - Foro Boario, via Bono da Nonantola, 2. Fino all’ 11 gennaio 2015.
Orari di apertura: martedì-venerdì 15-19 sabato-domenica 11-19, lunedì chiuso.
Ingresso: € 5, libero i martedì. www.fondazionefotografia.org
[06] - il mese ottobre \ 2014
Uno sguardo storico con
Fotografia de los Andes
Accanto a due mostre che guardano
al presente come di consueto Fondazione Fotografia ne presenta una
di respiro storico: Fotografia de los
Andes. A cura di Jorge Villacorta,
la mostra collettiva conduce il visitatore in un viaggio nella straordinaria
ricchezza della cultura peruviana,
raccontata attraverso il lavoro di numerosi fotografi che, tra la seconda
metà dell’ottocento e la prima metà
del novecento, lavorarono fra le città
di Cusco, Arequipa e Puno.
Le 60 fotografie in mostra, provengono da numerose raccolte private e
documentano il carattere multietnico
della società sudamericana di inizio
secolo. Martin Chambi (1891-1973)
uno dei primi autori indigeni del Sudamerica ,è forse il più celebre dei
fotografi presenti in mostra. Nella
selezione degli autori presenti in
mostra figura anche l’italiano Luigi
Domenico Gismondi, nato nel 1872
ed emigrato in Perù nel 1891, attivo
in Bolivia e Perù fino alla morte avvenuta ne 1947.
Prosegue alla Galleria Civica la mostra dedicata all’artista britannico
Alla Palazzina dei Giardini chiude il 19 Michelangelo e il Novecento
P
rosegue a Palazzo Santa Margherita la mostra Jamie Reid. Ragged
Kingdom, dedicata a Jamie Reid (1947),
artista britannico legato al Situazionismo e
ai movimenti anarchici, che si occupò della
grafica dei Sex Pistols, per i quali dette
vita a immagini radicalmente rivoluzionarie, divenute simbolo della prima ondata
del punk inglese. Disegni, dipinti, collage,
fotografie per raccontare i migliori esiti del
talento di un artista da sempre contrario
al potere costituito, che ha aperto nuove
strade nel mondo dell’immagine e della
comunicazione.
Alla Palazzina dei Giardini prosegue invece
fino al 19 ottobre la mostra Michelangelo
e il Novecento all’interno della quale sono
presenti due disegni originali di Michelangelo prestati da Casa Buonarroti accanto
ad interpetazioni scultoree di opere del
grande artista come Merciful Dream
(Pietà V) di Jan Fabre, L’Esclave (d’après
Michel-Ange) (S 20)” di Yves Klein e il
David di Kendell Geers. Alla Palazzina
sono esposte inoltre immagini di Mapplethorpe, Parisi, Amendola e Basilico e un
cortometraggio di Antonioni.
Info: www.galleriacivicadimodena.it
Dames et Generaux di Enrico Baj alla Poletti
Alla Biblioteca d’arte Poletti prosegue la mostra Dames
et Généraux, che prende il nome dall’omonima opera di
Enrico Baj del 1964, qui esposta, assieme ad alcuni libri
d’artista a fogli sciolti dedicati ai “generali”, personaggi
grotteschi che “per Enrico Baj – spiega la curatrice Carla
Barbieri - rappresentavano l’autoritarismo con la sua boria
plurigallonata e decorata. Molto spesso i generali sono accompagnati da dame, dai nomi evocanti una passata gloria
familiare tanto altisonante quanto ormai ridicola”. Oltre una
ventina le incisioni esposte, a cui si aggiungono “plaquettes”
e altri materiali, tra i quali il celebre “Punching general” del
2003, un generale pupazzone /pallone gonfiato, traballante
da prendere (metaforicamente) a pugni come un punching
ball. La mostra resterà allestita fino al 3 gennaio 2015:
lun 14.30 -19; mart-ven 8.30-13 /14.30-19; sabato 8.30-13.
Info: tel. 059 2033372
Giochi per famiglie al Museo della figurina
Domenica 12 ottobre, al Museo della Figurina
(Palazzo Santa Margherita, C.so Canalgrande
103) nell’ambito della Giornata nazionale
delle famiglie al museo, genitori, nonni e
bambini, tutti insieme, sono invitati a misurarsi
con un gioco di società i cui protagonisti sono
i personaggi famosi della mostra Celebrity.
Icone in figurina allestita al Museo fino al 22
febbraio 2015 e che presenta attraverso
più di 350 immagini 105 celebrità, da Che
Guevara a Elvis Presley, da Chaplin all’introvabile Pizzaballa. Scopo del gioco, che
si terrà all’interno dei vari nuclei familiari, sarà di riconoscere alcuni di questi personaggi, attraverso domande mirate per individuarne le caratteristiche. Il giocolaboratorio è organizzato su due turni, alle 16 e alle 17. Partecipazione gratuita
fino ad esaurimento posti.
Info: www.museodellafigurina.it
Spettacoli
Gli Este a Palazzo dei Musei
Fino al 6 gennaio 2015
La mostra Gli Este
e la gloria. Ambizioni e rinunce a
cura di Museo Civico d’Arte, Galleria
Estense e Biblioteca Estense è incentrata sulle figure di quattro duchi
estensi di quattro epoche diverse. Si
possono ammirare dipinti, disegni,
libri e bozzetti di monumenti.
Info: tel. 059 2033125
Generazione Critica
23 - 25 ottobre
Si tiene a Metronom (viale Amendola
142), Generazione Critica,
una tre giorni
di confronto e
discussione teorica sui temi della critica d’arte e
dedicata in particolare alla fotografia. Per info e iscrizioni al laboratorio
del 23/10:
Info: www.metronom.it
Vanitas alla Darsena
Fino al 31 ottobre
Alla Galleria d’Arte La Darsena
(Via Saragozza
85) è allestita la
mostra Vanitas,
il cui fulcro espositivo è Le Crane,
una riproduzione
del cranio in cartone ondulato, accompagnato da “altra carta”, libri antichi e incisioni.
Info: tel. 059 219942
ArtBroking
Fino al 1 novembre
Alla galleria ArtBroking (Via Poletti 16/a ) sono
esposte venti
tavole originali di
Giovanni Battista
Piranesi, grande
incisore e architetto italiano del Settecento, nella mostra “Magnificenza
delle rovine”.
Info: www.artbroking.com/it/
arte
incontri
Il Ragged Kingdom di J. Reid
>musica
DI Mirna Loren
Le Stagioni
del Comunale
L
a Stagione 2014-15 del Teatro Comunale Luciano Pavarotti sarà decisamente
più corta, sia per questioni di budget (già
da un paio d’anni la Fondazione modenese
è stata costretta a limare i cartelloni di
concertistica e balletto) che per problemi
di restauro. Il teatro infatti sarà chiuso per
lavori dal 15 dicembre al 15 gennaio e definitivamente dal 16 aprile. Per poter portare
a termine le importanti rassegne di primavera, Altrosuono e Danza, il Comunale sarà
quindi costretto a chiedere ospitalità altrove,
quasi sicuramente al Teatro Storchi.
Forte dell’appoggio incondizionato dei suoi
soci fondatori, il Comune di Modena (“il
nostro impegno sul teatro – ha commentato
l’assessore alla Cultura Gianpietro Cavazza - rimane alto perché alta è la ricaduta sul
tessuto locale e in particolare sui giovani e
il mondo della scuola”) e la FCRMO (“apprezziamo la grande qualità delle proposte
coniugata alla grande capacità e serietà
di gestione” ha sottolineato il presidente
Andrea Landi) il Comunale presenta le sue
due prime stagioni: Concertistica e Lirica
e due rassegne molto seguite: Musica su
Misura una serie di appuntamenti musicali
per le scuole e le famiglie e Wikiclassica.
Mo, la bella iniziativa di divulgazione musicale
realizzata in collaborazione con la GMI di Modena. Sarà proprio il primo appuntamento
di Wikiclassica.MO a riaprire il Teatro, il 12
ottobre con Roberto Cappello, virtuoso di
[08] - il mese ottobre \ 2014
fama internazionale che ritorna al Comunale con l’orchestra del Conservatorio di
Parma, del quale è direttore, per eseguire
un programma dedicato al virtuosismo di
Franz Liszt.
Il secondo appuntamento di ottobre spetta
invece alla Concertistica, il 15 con i Münchner Symphoniker, orchestra stabile con
sede a Monaco di Baviera diretta da Kevin
John Edusei. Il programma prevede anche
il Concerto in mi minore per violino e orchestra di Mendelssohn-Bartholdy eseguito
da Arabella Steinbacher, violinista di fama
mondiale che ha già eseguito il brano con
complessi quali la New York Philharmonic,
la Boston Simphony e l’Orchestra Sinfonica
di Sidney.
In cartellone segnaliamo poi a novembre l’Orchestra Sinfonica della Rai diretta da Juraj
Valcuha con Arcadi Volodos che eseguirà il
Primo concerto per pianoforte di Ciaikovskij;
e poi il giovane talento Jonathan Fournel
con la Croatian Radiotelevision Symphony
Orchestra diretta da Mladen Tarbuk; la
Filarmonica Arturo Toscanini, presente in
due diversi concerti il primo diretto dal suo
direttore ospite principale Kazushi Ono,
impegnato nella Quarta Sinfonia di Mahler,
e in seguito sul palco con i celebri Carmina
Burana di Carl Orff e infine l’ottimo pianista
Krystian Zimerman, fra i maggiori interpreti
al mondo. Da segnalare, fuori abbonamento
il 24 gennaio, il consueto appuntamento con
Il sipario del Pavarotti
si leva il 12 ottobre
con Wikiclassica.Mo
Primo appuntamento
con la Concertistica
il 15 con i Münchner
Symphoniker. La Lirica
prende il via con Rigoletto
di Verdi il 12 novembre
il Concerto della Memoria e del Dialogo
in collaborazione con l’Associazione Amici
della Musica di Modena e la partecipazione
straordinaria dell’attore Elio De Capitani.
La Stagione lirica prende il via il 12 novembre con Rigoletto, titolo fra i più noti di Giuseppe Verdi nonché particolarmente legato
all’identità del nostro territorio. Rigoletto è
una delle due nuove produzioni promosse
quest’anno dalla Fondazione Teatro Comunale di Modena. Nell’occasione uscirà un
nuovo numero della collana Lirica a Strisce
curata dal Teatro Comunale e mirata a un
pubblico giovane. Il fumetto di Rigoletto
sarà realizzato dallo sceneggiatore modenese Stefano Ascari e dal disegnatore Andrea
Riccadonna. La seconda opera allestita a
Modena sarà Don Giovanni di Mozart e
a seguire La Rondine di Giacomo Puccini,
opera mai rappresentata in città e poi I racconti di Hoffmann, l’opera giovane Il viaggio
di Roberto e infine l’Elisir d’amore.
La campagna abbonamenti è in corso, i
prezzi e le proposte sono in linea con quelli
della scorsa stagione, con l’introduzione di
una ulteriore tariffa agevolata per i giovani
tra i 27 ed i 35 anni.
Info: www.teatrocomunalemodena.it,
tel. 059 2033010
Krystian Zimerman - credit Kasskara and DGG
Entra nel vivo il festival con cinque concerti tutti modenesi
in programma a ottobre nelle suggestive chiese del centro
I
l XVII Festival Musicale Estense riprende la programmazione di ottobre sabato
4 alle 21 a Modena, nella Chiesa di San
Pietro con La Reverdie ne la prima esecuzione moderna dei Mottetti per i Dogi di
Venezia. Martedì 7 ottobre, nella Chiesa
di S. Carlo il Festival offre un funambolico
concerto dedicato a J.-M. Leclair e J.-P.
Rameau, omaggio ai 250 anni dalla loro
morte, con l’alternanza fra il virtuosismo
del primo e l’eleganza contrappuntistica e
concertante del secondo. Sono protagonisti Susanne Scholz al violino barocco e
Michael Hell al clavicembalo già apprezzati nel Corelli Day 2013. Domenica 12
ottobre, alle 21 la Chiesa di S. Giorgio
ospita il concerto Oltre il Barocco, frutto
del seminario di perfezionamento dell’associazione Euphonìa, con brani italiani di
epoca classica, preparati da specialisti
della musica del ‘700. Giovedì 16 ottobre alle 21, nel Teatro S. Carlo, torna a
Modena l’olandese Bart van Oort al fortepiano, con musiche di Carl Philipp Emanuel
Bach e dei suoi eredi musicali: J.Ch.Bach,
Mozart e Beethoven, a celebrare i 300
anni della nascita del più celebre fra i
figli di Johann Sebastian. Domenica 19
ottobre alle 21 nella barocca Chiesa di
San Bartolomeo, torna trionfalmente un
capolavoro di Claudio Monteverdi La Selva
Morale e Spirituale 1640, con le voci e gli
strumenti del Conservatorio Reale dell’Aja,
diretti da Charles Toet. Brani a più voci e
strumenti, con pezzi sacri che culminano
nel Magnificat a 8 voci. Biglietti € 12 e
riduzioni; gratuito fino a 14 anni. Incontri
e conferenze: ingresso libero.
Info: tel. 059214333
G&M - Incontri
I Linguaggi delle arti
Gli incontri interdisciplinari
di Grandezze
& Meraviglie a
cura di Enrico
Bellei e Sonia
Cavicchioli,
I Linguaggi
delle Arti, nel
2014 sono dedicati ad “antico-futuro”:
tre conferenze, un convegno, una giornata di studi, che mettono l’accento
fin dal titolo sull’ineludibile relazione
fra gli estremi temporali di antico e
futuro, all’insegna del progetto e della
creazione. La memoria non grava su di
noi come un peso, ma è presupposto
per la creatività di domani. Il primo
incontro si tiene martedì 21 presso il
Foro Boario alle 17.30, in collaborazione con Fondazione Fotografia, con
il titolo Musica antica e ingegneria.
Nuove frontiere della ricerca con
Anna Maria Ferrari e Alessandro
Catellani, che rivelano quanto utile
sia l’indagine scientifica applicata alle
attività culturali allo scopo di studiarne
la sostenibilità e la programmazione.
Ingresso libero.
Musica Fuori assieme alla GMI
G&M - Vignola
Il 23 il piano di Maria Perrotta nelle variazioni Goldbergh di Bach
Nel 1998
e dal 2004
La Rocca
di Vignola
è partner
insostituibile
di Grandezze
& Meraviglie, grazie al sostegno della
Fondazione di Vignola. La Sala dei
Contrari ospita due concerti del Festival
e una lezione-concerto. Venerdì 24
ottobre presenta il primo allestimento
in età moderna della cantata Gloria,
Roma, e Valore di Giovanni Lorenzo
Lulier, musicista ammirato anche
presso la Corte Estense, a cura
dell’ensemble strumentale I Musicali
Affetti di Fabio Missaggia, direttore
e violino barocco con i soprani Lia
Serafini e Chiara Balasso, e l’alto
Matteo Pigato. La Cantata si apre
con brani da un concerto Grosso di
Corelli, come si usava all’epoca della
sua composizione, e mette in scena
tre personaggi che celebrano con
brillanti arie, i fasti dell’antica Roma e
le glorie di importanti famiglie romane.
Prevendita presso la Rocca e biglietti
sul luogo del concerto.
Da alcuni anni la sede di Modena
della Fondazione Gioventù Musicale d’Italia inaugura la propria
stagione con una breve serie
di concerti fuori abbonamento
dal titolo, Musica Fuori, che si
muove non solo nell’ambito della
musica da camera ma affronta
anche repertori, generi musicali
e periodi storici diversi. Giovedì
23 ottobre la rassegna si apre
con uno dei capolavori della
letteratura per tastiera di ogni
tempo: le variazioni Goldberg di Johann Sebastian Bach, affidato al grande talento
di Maria Perrotta, che ha chiesto di potere eseguire l’opera come una sorta di
“prova generale” dello stesso programma che il 25 ottobre terrà nella Cappella
Paolina del Quirinale, in diretta su Radio3. Appartiene invece ad universi musicali
“extra classici” il concerto jazz del 30 ottobre alle 21.30 alla Tenda dal titolo Tracce d’Africa, del gruppo raccolto attorno a Carlo Maver (Achille Succi, Stefano De
Bonis Davide Garattoni, Roberto Rossi) esploratore delle origini etniche del jazz che
abbina a rielaborazioni contemporanee di grande fascino.
Altro bel concerto, sabato 1 novembre al Teatro San Carlo (ore 17.30) con un duo
violino e pianoforte di straordinaria bravura, formato dalle sorelle Lea ed Esther
Birringer che propongono un programma con musiche di Hindemith, Debussy,
Grieg. La rassegna proseguirà con Samuele Telari (16/11) e Gabriella Ghermandi
(30/11). Biglietto d’entrata Faidate da 2, 5 o 10 euro a scelta dello spettatore.
Info: www.gmimo.it tel.3313345868
Appuntamento in Rocca
musica
incontri
Il cuore di Grandezze & Meraviglie
>cinema
DI Marina Leonardi
Sala Truffaut: ciak si riapre
R
iapre la Sala Truffaut (via degli Adelardi
4), con le consuete belle rassegne:
L’Italia si racconta: documentari in sala,
Modern classic – Grandi film restaurati;
Kino Club – Il piacere del visibile e Spazio
aperto – Inediti e riscoperte. Lo schermo
si illumina giovedì 16 ottobre alle ore 21
con il documentario in prima visione, Felice
chi è diverso (Italia 2014) di Gianni Amelio.
Attraverso le parole dei giornali e le immagini di repertorio della televisione, viene
raccontata la battaglia combattuta contro
l’omosessualità in Italia nella seconda metà
del Novecento. Al termine della proiezione
l’incontro con Amelio.
Venerdì 17 alle 21.15 per Kino Club altra prima visione per Altman (id, Canada
2013) di Ron Mann (v.o sottotitolata).
Arriva da Venezia 71 il bel documento che
ricostruisce, anche con materiali inediti,
vita e carriera di uno dei più grandi cineasti
americani.
Mercoledì 22 alle 21,15 sempre in prima
visione (v.o. sottotitolata) arriva In Bloom
(id, Georgia/Germania/Francia 2013) di
Nana Ekvtimishvili, Simon Groß. Una storia
di adolescenti e sullo sfondo, una Georgia
autonoma, libera dall’Urss disgregata. Primo premio al Festival di Sarajevo e Premio
del pubblico al Milano Film Festival.
Giovedì 23 alle 21,15 è la volta di Racconti d’amore (Italia 2013) di Elisabetta
Sgarbi, altra prima visione. Ambientate tra
ferrarese e rovigoto, quattro storie unite
dal filo dell’occasione perduta. La musica
è di Franco Battiato.
La programmazione della sala d’essai riparte il 16
ottobre con il docufilm di Gianni Amelio che sarà
in sala e incontrerà il pubblico a fine proiezione
Venerdì 24 sempre alle 21.15 per Modern
Classics, arriva uno dei capolavori di Francois Truffaut, in versione restaurata dalla
Cineteca di Bologna. I 400 colpi (Les 400
coups, Francia 1959, v.o sottotitolata) il
primo lungometraggio realizzato dal geniale
autore con un adolescente Jean-Pierre
Léaud , protagonista di un poema sulla
solitudine di un ragazzo
come tanti. Imperdibile.
Mercoledì 29, alle 21.15,
prima visione modenese
per Frances Ha (id, Usa
2012) di Noah Baumbach
che in un bel bianco e
nero racconta le vicende
affettive e lavorative di una
ballerina ventisettenne ingenua e in cerca dell’amore perfetto. Giovedì 30, la
bellezza di Napoli, arriva
con Le cose belle (Italia
2013) di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno,
prima visione. Venerdì 31
il mese chiude con Frank
(id, Irlanda/Gran Bretagna
2014) di Lenny Abrahamson, (prima visione, v. o.
sottotitolata) liberamente
ispirata a Frank Sidebottom, alter ego del
comico e musicista britannico Chris Sievey.
Nei fine settimana del 18/19 e 25/26
tornano i film di Spazio aperto – Inediti e
riscoperte i cui titoli potrete trovare sul sito
o sulla pagina Fb.
Info: tel. 059 236288,
www.salatruffaut.it,
www.facebook.com/SalaTruffautModena
Arrivano nelle sale i film del Festival di Venezia ‘14
Dei film migliori presentati al Festival di Venezia qualcuno arriverà o è già arrivato nelle
nostre sale più attente alla qualità come 7B,
Sala Truffaut e Astra; fa eccezione Italy in a
day, l’operazione realizzata da Salvatores con
4400 video amatoriali, già passato sul piccolo
schermo. Saremo felici di vedere a Modena il
surreale film vincitore di questa edizione, Un
piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza e già il titolo introduce alla stramba
ma intelligente visione della società dell’oggi
del regista svedese Roy Andersson. Da non
perdere poi The Look of Silence del regista
americano Joshua Oppenheimer sull’eccidio
dei comunisti in Indonesia, il lucidissimo e iro[10] - il mese ottobre \ 2014
nicissimo Belluscone. Una storia siciliana di
Franco Maresco già passato di qui a gran velocità (passato anche Anime nere, l’applaudito
film di Munzi sceneggiato dell’ottimo Braucci),
e ancora Loin des hommes con un Viggo
Mortensen in perfetta forma in una bella storia
ambientata durante la guerra d’Algeria. Altro
film da vedere Le notti bianche del postino
dove Andrei Konchalovsky racconta la storia di
un portalettere che fa la spola tra un villaggio
russo abbandonato e il resto del mondo e Birdman di Alejandro Inarritu, film davvero molto
interessante e purtroppo snobbato dalla giuria.
Ci ha delusi invece il Leopardi di Martone, film
davvero molto noioso e affettato.
>incontri
La Tenda riparte col Jazz
Torna sul palco di viale Monte Kosica la rassegna Jazz&Others. Il 22 si
parte con Ambrose Akinmusire 5et che presenta i pezzi del suo nuovo Cd
C
on il mese di ottobre riapre le porte La Tenda, lo spazio
gestito dall’assessorato alle Politiche Giovanili del Comune
di Modena. Anche quest’anno ospiterà la rassegna Jazz &
Others, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio
e del Comune di Modena, in collaborazione con l’associazione
culturale Intendiamoci. Continua la scommessa di far salire
sul palco e presentare le giovani promesse del jazz nazionali
ed internazionali.
Primo concerto del cartellone e unico per ottobre sarà
mercoledì 22 con Ambrose Akinmusire 5et: un quintetto
di giovani americani capitanato dal 32enne trombettista che
presenta il suo ultimo CD dal titolo The Imagined Savior is Far
Easier to Paint. Sul palco con Akinmusire, Walter Smith al sax
tenore, Justin Brown alla batteria, Harish Raghavan al basso,
e Sam Harris al piano.
Il trombettista Ambrose Akinmusire è una delle nuove stelle
del jazz, californiano, strumentista dall’inconfondibile stile eclet-
tico e raffinato, vanta
collaborazioni di grande
prestigio con Jon Henderson, Joshua Redman, e Steve Coleman.
La sua caratteristica
principale è la ricerca
di un nuovo linguaggio
musicale, che lo porta
a sperimentare, analizzare, concettualizzare
tutti i generi, gli stili, da Chopin a Bjork. La rassegna proseguirà poi il 6 novembre con Enrico Zanisi trio Keywords, il 20
novembre con A modo mio omaggio a Lucio Dalla, spettacolo
di musica e danza, il 4 dicembre con Andrea Pozza UK trio e
l’11dicembre con Camillocromo Beat Band.
Info: www.comune.modena.it/latenda
“Musica nel buio” apre la stagione degli AdM
Prende il via domenica 26 ottobre alle
ore 17 al Teatro “Troisi” di Nonantola
la rassegna Note di Passaggio 201415, organizzata e curata dagli Amici
della Musica di Modena. La nuova stagione inaugura con un appuntamento
speciale: la “sonorizzazione”, realizzata da
Marco Dalpane, di “The General” (Come
vinsi la guerra), uno dei grandi classici
del cinema muto, capolavoro di Buster
Keaton. L’accompagnamento musicale,
eseguito dall’ensemble Musica nel Buio,
asseconda la fantasia mirabolante del
protagonista del lungometraggio con pause, accelerazioni, sospensioni, contrasti
ritmici, proiettando la struttura formale in
un continuo e sorprendente divenire. L’ensemble Musica nel Buio che si esibirà a
Nonantola è un sestetto formato da Marco Zanardi al clarinetto, Giorgio Casadei
alla chitarra elettrica, Francesca Aste
al synth, Pierangelo Galantino al contrabbasso, Claudio Trotta alla batteria
e Marco Dalpane al pianoforte.
Il concerto è realizzato in collaborazione
con il Comune di Nonantola e con il
contributo finanziariodella Fondazione
Cassa di Risparmio di Modena e della
Regione Emilia Romagna. Come per
tutti i concerti della rassegna, l’ingresso è gratuito.
Info: tel. 3296336877
amicidellamusicamodena.it
[email protected]
Nella nuova sede di Artisti Drama, in
via Buon pastore 57 prendono il via i
laboratori di teatro, danza e yoga per
la stagione 2014/2015. A condurli
sono Magda Siti, attrice e operatrice
culturale: Siamo brutti. Laboratorio di
teatro per adulti non professionisti 2
ottobre– aprile, un incontro settimanale
ore 18-20. Il grande gioco. Percorso
per bambini dagli 8 ai 10 anni 7 ottobre
– gennaio 2015 un incontro settimanale
ore16,45-19.
Stefano Vercelli, attore e regista: News.
Percorso per ragazzi dagli 11 ai 14
anni, 6 ottobre – dicembre 2014, un incontro settimanale ore 16,45-19.
Teri Weikel, danzatrice e coreografa: Il
tema del corpo, Laboratorio di danza
contemporanea per adulti non professionisti, 7 ottobre – aprile 2015, un incontro
settimanale ore 20,30 - 22.
L’intimo del gesto. Lezioni di Metodo Feldenkrais® 26 novembre – maggio 2015,
un incontro settimanale ore 18-19,30.
Danza creativa per bambini dagli 8 ai 10
anni, 5 febbraio 2015 – aprile 2015, un
incontro settimanale ore 16,45-18,15.
Simona Ambidue, insegnante di Yoga: Ha-
tha Yoga, 7 ottobre - dicembre 2014, un
incontro settimanale ore 19 - 20,30.
Info: [email protected]
tel. 3281827323 (dal lun al ven 11-13/15-19)
http://artistidrama.over-blog.it
incontri
Teatro e danza i laboratori di Artisti Drama
>incontri
Di Micol Lombardi
L’autunno? È al Museo
Tra archeologia, installazioni e Giornata del Contemporaneo
U
n intenso mese di ottobre al Palazzo dei
Musei con due belle iniziative, a partire dalla rassegna di incontri ad ingresso libero Metti
l’autunno al Museo. Il primo appuntamento è
fissato per domenica 19 ottobre con il fascino di un materiale che gli archeologi stanno
studiando con sempre maggiore interesse: il
lapis specularis, o vetro di pietra. Ad introdurre
il pubblico alla conoscenza di questo minerale
Diafano come il ghiaccio, trasparente come
l’aria più pura, come lo descrive Plinio, è Stefano Lugli, Professore del Dipartimento Scienze
della Terra di UniMoRe, di ritorno da un viaggio
fra le cave di età romana. Seguirà sabato 25
ottobre l’incontro Matilde di Canossa. Vita di
una donna che trasformò la storia, affidata
alla studiosa americana Michèlle K. Spike
che ne ha pubblicato una ricca biografia. Gli
incontri, gratuiti, si terranno presso la Sala
Crespellani dei Musei Civici alle ore 17.
L’11 e 12 ottobre, in occasione della Giornata
del Contemporaneo, al Museo Civico d’Arte, si
tiene l’iniziativa Racconti Paralleli. Si parte il sabato, alle ore 16 alla sala dell’ex Oratorio
con Antiche trame, nuovi intrecci. Presentazione degli atti del convegno internazionale dedicato al tema della valorizzazione delle raccolte tessili a cura di Marta Cuoghi
Costantini, Iolanda Silvestri e Cristina Stefani. Alle ore 16.30 al Museo Civico d’Arte,
Heartbeat. Presentazione della linea di oggetti di design ispirati ad un antico tessuto
della collezione alla presenza di Iolanda Silvestri, storica del tessile e Davide Montanaro
designer. Alle ore 17 al Museo Civico d’Arte, sala Gandini inaugurazione dell’installazione
Il denaro è un bene comune alla presenza dell’artista Marina Gasparini e che resterà
allestita fino al 6 gennaio. Al centro dell’intervento una riflessione sulla stretta relazione
tra arte tessile ed economia. L’artista poi terrà al Dida (Viale Vittorio Veneto 5) dal 12
al 19 ottobre (ore 16 – 18) il workshop per famiglie We are family, che consentirà ai
partecipanti di realizzare un disegno tessile floreale.
Con Cuochi per un giorno
i bambini diventano chef
Nuovo appuntamento con Cuochi
per un giorno il Festival nazionale
di cucina per bambini che si tiene
sabato 4 e domenica 5 ottobre dalle
10 alle 20 presso la Corte dei Melograni (strada Pomposiana, 216 a
pagamento). Protagonisti dell’evento
ideato da Laura Scapinelli e da “La
Bottega di Merlino”, i bambini che si
diletteranno ad annusare, toccare,
dosare, impastare, miscelare, modellare, cuocere, imparando tante
cose nuove tra decine di eventi, stand
e laboratori. Con la collaborazione di
grandi chef, i piccoli cuochi avranno
l’occasione e l’opportunità di cucinare numerose ricette, dagli antipasti
ai dolci. Sono in programma vere e
proprie lezioni di cucina con importanti chef anche “stellati” come il
pasticcere Gianluca Fusto, gli chef
Marta Pulini, Aurora Mazzucchelli,
Luca Marchini, Ascanio Brozzetti,
Marcello Leoni, Yoji Tokuyoshi e
non mancherà il nuovo contributo
di Massimo Bottura dell’Osteria
Francescana.
Info: www.mutinaboica.it
Info: tel. 059 2033101/25
Teatro in quartiere
con il Salotto magico
Prende il via Teatro in quartiere,
l’iniziativa dell’Università per tutte le
età “Salotto magico arte scienza e
fantasia” presso il Teatro Nero in via
Bolzano 31. In programma (ore 21):
martedì 14 Il teatro comico: viaggio
nelle atmosfere della Commedia dal
‘600 al ‘900; venerdì 24 Il teatro
drammatico, dramma e tragedia
nelle pagine del teatro di tutti i tempi;
giovedì 6 novembre Il teatro dell’assurdo da E. Ionesco a S. Beckett,
da H.Pinter a K.Valentin. Contributo
spese Euro 10 per un incontro (per 3
incontri euro 15). Per chi lo desidera
aper-cena alle ore 20 a euro 5.
Info: tel. 3319069870
www.salottomagico.net
[12] - il mese ottobre \ 2014
Ritorna Autori in zona alla Delfini
Si parte il 18 con Violetta Bellocchio e segue Giuseppe Culicchia
Ritorna alla Biblioteca Delfini (Corso Canalgrande 103) la
rassegna autori in Zona. Apre Violetta Bellocchio sabato
18 alle 17, scrittrice e giornalista che presenterà il suo romanzo/memoir Il corpo non dimentica (Mondadori 2014),
dove ripercorre i tre anni in cui ha sofferto di dipendenza
dall’alcool e i successivi, quando ha cercato di far pace con
la parte distruttiva di sé, seguendo un lungo percorso di
rinascita raccontato con forza, vitalità e molta autoironia.
Il secondo incontro della rassegna cadrà sabato 25 ottobre
alle ore 17, con il reading/spettacolo di Giuseppe Culicchia
e Federica Mafucci Tutti Giù Per Terra Remixed... L’Antipresentazione. Vent’anni dopo il famoso Tutti giù per terra
che raccontava le peripezie di un giovane ventenne torinese
alle prese con università, lavoro, amori e amicizie, Culicchia ha riscritto il libro ambientandolo ai giorni nostri, per vedere se e cosa è cambiato nel frattempo.
Info: www.comune.modena.it/biblioteche/
Tra Fili di storie, trafori, argilla, laboratori e archeologi in erba
I
l mese di ottobre al Parco di Montale
si apre domenica 5 con Fili di storie il
racconto animato dell’attrice Sara Tarabusi
che intreccia idealmente i fili delle storie
che legano alcuni oggetti delle terramare ai
miti dell’antichità (ore 10.15, 11, 14.30,
15.30, 16.30). Seguono dimostrazioni e
laboratori interattivi di approfondimento per
bambini e ragazzi. Domenica 12 ottobre
alla modellazione dell’argilla si associa il
workshop Le mani in pasta per creare
con l’argilla tazze e ciotole come quelle di
3500 anni fa.
Domenica 19 ottobre Tra…foro e trapano
è un’attività divertente per cimentarsi nella
costruzione di un trapano e sperimentare
l’ingegnosità di un attrezzo utilizzato nella
lavorazioni del legno e nella produzione di
utensili e ornamenti.
A chiudere la stagione autunnale il 26 ottobre è Archeologi per un giorno, l’appuntamento da non perdere per vivere fino in
fondo un’esperienza di scavo con mamma
e papà (ore 10, 11.30, 14.30, 16).
Info: www.parcomontale.it
tel. 059 2033101 - 059 532020
Il benessere della donna si impara al Quartiere 3
Due iniziative pensate per il benessere della donna,
organizzate in collaborazione con il Quartiere 3. Dal
7 ottobre (fino al 18 novembre) inizierà il corso “La
sessualità è donna” organizzato dall’Ass.ne Viva le
Mamme e si terrà presso la sala condominiale di Via
Oristano 64. Gli incontri si svolgeranno a partire dalle
ore 17.30 - 19 (donne pre-menopausa) e dalle19.30 21 (donne entrate in menopausa). A pagamento. Info:
[email protected], tel. 349 7614416.
Presso l’Associazione Differenza Maternità (Via del
Gambero, 77) il 23 ottobre alle 20.30 prende il via
il ciclo Menopausa... e non solo. Benessere donna
con l’incontro Osteopatia e Menopausa. Semplici Rimedi per un profondo benessere. Relatrice, Luisa Miraglia, osteopata. I successivi
appuntamenti sono il 6 e il 19 novembre.
Info: www.informanascita.com, tel. 059 271087
I buoni aromi di Sicilia
sono in Piazza Mazzini
Sicilia Viva in festa, torna in
Piazza Mazzini il 10,11,12 ottobre dalle 9 alle 22 con tante
specialità gastronomiche: dalle
olive acciurate, i formaggi, gli
arancini di riso, i salumi, il Tonno
rosso di Favignana, i vini e i dolci
golosi, dai cannoli alla cassata. A
far da cornice i prodotti artigianali
tipici. Domenica alle 16 chiuderà
l’iniziativa lo spettacolo folkloristico del gruppo Sicilia Nostra
che coinvolgerà grandi e piccini
in canti e balli.
Modena si sposa in Fiera
dal 17 al 19 con 120 stand
Modena si sposa,
la rassegna di prodotti e servizi per
la cerimonia nuziale
sarà in Fiera, venerdì
17 ottobre dalle 19
alle 23, sabato 18
e domenica 19 dalle
ore 10 alle ore 20. I futuri sposi potranno
visitare oltre 120 stand espositivi, ci saranno
spettacoli, sfilate di alta moda sposi e cerimonia, inoltre show cooking con i migliori chef
e ristoratori e si potrà addirittura provare il
pranzo di nozze.
Info: www.circuitosisposa.it
in breve
Progresso e ospitalità nelle
nuove lezioni del San Carlo
Nuova stagione di lezioni
per la Fondazione Collegio
San Carlo (via
San Carlo 5,
ore 17.30).
Al tema del
Progresso
è dedicata la
programmazione del Centro Culturale. In calendario: La complessità
del progresso, venerdì 3 con Mauro
Ceruti, professore di Epistemologia
della globalizzazione; Scienza ed
emancipazione, venerdì 10 con Vincenzo Ferrone, professore di Storia
moderna; L’idea di progresso tra
illuminismo e marxismo, venerdì 24
con Stefano Petrucciani, professore
di Filosofia politica; La crisi del progresso. I totalitarismi e le disillusioni
della politica nel ‘900 il 7 novembre
con lo scrittore e saggista David
Bidussa.
Riprendono le attività anche del
Centro Studi Religiosi che saranno
dedicate alla riflessione sul tema
Ospite. Le relazioni con l’alterità
nelle tradizioni religiose. In calendario: il 14, Piero Stefani, professore
di Storia del pensiero ebraico in Il
prossimo nella tradizione biblica e il
28 Franco Riva, professore di Etica
sociale ne La legge dell’ospitalità.
Responsabilità e testimonianza nel
pensiero filosofico.
Info: www.fondazionesancarlo.it
tel. 059.421240/059.421237
Con gli Amici del libro
storia, arte e altre attività
All’Associazione Culturale Amici del Libro (via S. G. Bosco
153) ottobre si apre
il 4 con la consueta mostra d’arte e
l’incontro finale del
ciclo Letteratura
modenese tra ‘700 e primo ‘800
a cura di Gian Carlo Montanari. Sabato 11, 18 e 25 ottobre alle 17 il
giallista modenese Luigi Guicciardi
presenterà “Giallo emiliano”, un viaggio tra i giallisti emiliano romagnoli.
Proseguono i corsi di Disegno dal
Vero, Giapponese, Lettura a voce
alta, Inglese, ecc.
Info: tel. 059 217530
incontri
Ottobre alla Terramara di Montale
di Mirna Loren
Il segno del Petrarca
nella Corte dei Pio
Prosegue la mostra dedicata al ciclo
de I Trionfi che ha ispirato gli affreschi
quattrocenteschi dell’omonima Camera
del Palazzo. Aperta inoltre fino al 31
dicembre 100 oggetti per 100 anni
P
rosegue, ai Musei di Palazzo dei Pio la mostra Il segno
di Petrarca nella Corte dei Pio di Carpi.
I Trionfi di Francesco Petrarca costituiscono infatti il
soggetto di un ciclo affrescato, datato intorno al 1470-1480,
che si trova nella Camera omonima di Palazzo dei Pio di Carpi.
Tema consueto in quel tempo su oggetti di ambito nuziale, il ciclo
carpigiano per la sua ampiezza e rarità costituisce un unicum.
Realizzati probabilmente in occasione del matrimonio di Lionello
Pio e Caterina Pico, gli affreschi sembrano rappresentare una
traccia della prima corte che nasce a Carpi, dietro i modelli
delle due principali corti di riferimento dell’area, la Mantova dei
Gonzaga e soprattutto la Ferrara di Borso ed Ercole d’Este.
“Negli ultimi anni - spiega l’assessore alla Cultura Simone
Morelli - abbiamo visto che ogni sala del nostro rinascimentale
Palazzo offre vastissime potenzialità di studio, ricerca, valoriz-
zazione. Con questa mostra e il volume che l’accompagna, il
centro dell’attenzione si sposta oggi sulla Camera dei Trionfi”.
La mostra, a cura della direzione dei Musei di Palazzo dei
Pio e di Sonia Cavicchioli (Università di Bologna), oltre ad una
nuova lettura del ciclo decorativo e ad una più ampia contestualizzazione dell’iconografia dei Trionfi tra Quattro e Cinquecento,
percorre anche i temi trionfali che dalle corti gonzaghesca ed
estense sono arrivati alla Carpi dei Pio attraverso dipinti, cassoni
nuziali, oggetti di corredo, manoscritti, cinquecentine, stampe
antiche. Tra le opere in mostra, di particolare importanza e
bellezza è un dipinto dello Scheggia, fratello di Masaccio, con
Gli eroi scelti dalla Fama dalle collezioni quattrocentesche dei
Medici, in prestito dal Museo di Palazzo Davanzati di Firenze.
E nell’anno del bimillenario di Augusto, non poteva mancare un
passaggio sul trionfo dell’antico impero romano, con reperti e
monete e una installazione video col celebre Augusto loricato
dei Musei Vaticani, con il trionfo sui Parti scolpito sulla corazza.
La mostra sarà visitabile fino al 6 gennaio. Sono previste visite
guidate e performance nei week end di ottobre e novembre e
incontri e approfondimenti con i curatori della mostra.
Ricordiamo inoltre, che prosegue fino al 31 dicembre, sempre
ai Musei di Palazzo dei Pio, la mostra 100 oggetti per 100
anni: 1914/2014, un secolo di storia dei Musei di Carpi,
realizzata in occasione dei cento anni dei Musei.
Info: tel. 059 649955 e www.palazzodeipio.it
Clint Eastwod? é un classico contemporaneo!
All’Auditorium Loria il 10, 11
e 12 tre lezioni sull’attore
e regista americano tenute
dal critico Bruno Fornara
[14] - il mese ottobre \\2011
2014
Si intitola Clint Eastwood - Un classico
contemporaneo, l’Interessante ciclo di
tre lezioni tenuto da Bruno Fornara,
critico di “Cineforum”, docente di cinema
alla Scuola Holden di Torino, collaboratore del Torino Film Festival, membro del
gruppo di selezione dei film per la Mostra
Internazionale d’Arte Cinematografica di
Venezia.
L’appuntamento è all’Auditorium Biblioteca A.Loria (via Rodolfo Pio 1) nel fine
settimana del 10 (ore 20.30), 11 (ore
15.30) e 12 (ore 9.30) ottobre.
A corollario del corso, al Cinema Teatro
Italia di Soliera (via Giuseppe Garibaldi
80) sabato 11 alle ore 21, ad ingresso
libero, ci sarà la proiezione del film Mystic River di Clint Eastwood, presentato
e commentato da Bruno Fornara.
Prima, attore di secondo piano, poi protagonista in Italia dei film di Sergio Leone
e in America dei film di Don Siegel, infine
regista di una lunga serie di film che
continua a crescere, Eastwood è il continuatore della classicità hollywoodiana,
una classicità sempre rinnovata di film in
film. Ha raccontato la storia americana
della conquista dell’Ovest, della guerra
di Secessione, della seconda guerra
mondiale, della crisi degli anni Trenta,
dell’era kennediana. Ha fatto il poliziotto
brutale o onesto, il pistolero, il soldato, il
cantante country, l’uomo comune.
È un regista sfaccettato e complesso,
anche contraddittorio.
Organizzazione e coordinamento a cura
di Antonia Mascioli. Costo di una singola lezione € 8.00; abbonamento a tre
lezioni € 20. Pagamento direttamente
presso la sede delle lezioni.
Ingresso fino ad esaurimento posti.
Info: tel. 059 649950
c
a
r
p
i
I venerdì di novembre
è Radio Loria Live Show
Sta prendendo corpo
il bel progetto Radio
Loria. Come abbiamo anticipato nello
scorso numero, la
Biblioteca multimediale “Arturo Loria”
possiede un ampio
patrimonio discografico e bibliografico,
in ambito musicale
costantemente aggiornato, di circa
15.000 titoli. Al fine
di promuoverlo è stata scelta la radio come mezzo di diffusione
più efficace e avviato un progetto intitolato “Radio Loria” che
prevede anche il Radio Loria Live Show quattro serate dal vivo
con il pubblico in sala, condotte da Lorenzo Immovilli, Mirko
Colombo e Marco Moser, storici conduttori di K-Rock di
Scandiano. Il progetto di animazione musicale ideato dall’omonima Biblioteca carpigiana è curata da Giampaolo Violi con il
coordinamento di Anna Prandi e Odoardo Semellini e prevede
interviste con ospiti, presentazione di novità discografiche,
ascolti e visioni di video musicali. Le date delle quattro serate,
il cui inizio è fissato per le ore 21, sono i venerdì 7, 14, 21
e 28 novembre 2014 presso l’Auditorium della Biblioteca
Loria via Rodolfo Pio, 1 Carpi (Modena). Ingresso libero fino
a esaurimento posti.
Info: www.bibliotecaloria.it, tel. 059 649950-649368
Il 31 ottobre nelle sale Cervi
ed Estense rappresentazioni
e laboratori per i più piccoli
I bambini carpigiani potranno festeggiare Halloween con gran divertimento!
Grazie a Il Castello dei ragazzi che in
collaborazione con i Musei di Palazzo
Pio ha organizzato Halloween al castello… spettacoli e laboratori per i
più piccoli. Nella Sala Cervi di Palazzo
dei Pio il 31 ottobre dalle 16 ci sarà
una stop spettacolare con Sulle orme
di Pollicino, del TeatrO dellOrsa.
La compagnia porta in scena una delle
più belle storie di Perrault che aiuta i
piccoli a superare ogni paura. Lo spettacolo è adatto a bambini dai 5 anni in
su. Ci saranno due repliche alle 16.30
e alle 17.45.
Nella Sala Estense invece, dalle ore16
alle 18,30 si tiene Sassolini stregati
e palloncini fatati in castelli incantati,
laboratorio creativo per scacciare orchi,
mostri e streghe. Aperto a tutti.
Ricordiamo inoltre che, fino al 19 ottobre,
nella Torre dell’Uccelliera, il sabato e la
domenica dalle ore 15 alle 19 è attiva la
videoinstallazione Io sono la cerva dalle
corna d’oro, il mito di Atalanta, eroina
fanciulla dal racconto di Gianni Rodari con
le illustrazioni di Emanuele Luzzati a cura di
Articolture e narrazioni di Elisa Lolli, Aporie. A partire dal lungo racconto di Gianni
Rodari dal titolo Atalanta. Una fanciulla
nella Grecia degli dei e degli eroi accompagnato dalle straordinarie illustrazioni di
Emanuele Luzzati, il Castello dei ragazzi ha
sviluppato una videoinstallazione aperta al
pubblico dove
le imprese di
Atalanta, personaggio della
mitologia classica vengono
narrate attraverso immagini e parole.
Atalanta viene
abbandonata nei boschi dal padre, re di
un piccolo regno della Grecia, perché
voleva un erede maschio al trono.
Qui allattata da un’orsa ed educata da
Diana diventerà signora dei boschi e
parteciperà numerose imprese tanto
da diventare il mito dell’imbattibile
eroina femminile.
Info: tel. 059 649955
www.castellodeiragazzi.carpidiem.it
cinema
carpi
Quanto è bello Halloween con il Castello dei ragazzi!
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 585 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content