close

Enter

Log in using OpenID

Bulthaup “b3” – Aggiornamento documentazione

embedDownload
Bulthaup ver. 2014 – Aggiornamento documentazione
Rispetto al manuale contenuto nel file “manuale.doc” sono presenti le seguenti variazioni:
1. Aggiornamento cataloghi alla versione in vigore dal 01/02/2014 (b1, b2, b3, Technic
e Comunicazione), modifiche e novità introdotte dai Bulthaup Information Bullettins.
2. Già dalla versione 2012, sono stati modificati i codici B1 che hanno prezzi unitari
diversi in base la range della misura specificata. I codici terminano, per esempio,
con “(0-280)” al posto di “(finoa280cm)”.
3. Dalla versione 2.52 (secondo semestre 2011) sono correttamente supportate le
misure per i pannelli e gli altri elementi il cui prezzo viene calcolato al metro
quadrato. Si ricorda che le misure “lineari” sono in cm, mentre le misure di
superficie devono essere specificate in metri quadrati. Si ricorda che alcuni codici
hanno prezzo variabile in base allo scaglione di metratura della superficie in
cui ricade l'elemento ordinato: è a carico dell'utente selezionare il codice
corretto, ovvero il codice della parte bulthaup che contiene in coda tra
parentesi il “range” di superficie cui si riferisce il codice stesso. Solo così il
prezzo calcolato risulta corretto. Vedere anche i punto 3) e 4) seguenti. Le
misure al mq sono per ora presenti solo nei cataloghi B1 e B3.
4. Sistemazione vari problemi segnalati dagli utenti. Aggiornamento a tutti i B.I.
successivi alla versione 2.33.
5. (v.2010 – 2.33) Aggiunto il calcolo in base al metro quadrato dei pannelli:
ATTENZIONE, il rivenditore deve sempre selezionare il codice corretto del pannello
in base alla dimensione della superficie e quindi indicare la misura in metri quadrati
nel campo misura (che di solito contiene centimetri!). Il programma non verifica che
la fascia del codice sia compatibile con la misura indicata: rimane a carico del
rivenditore indicare codice e misura compatibili per evitare il calcolo errato
del prezzo!
6. (v.2010 - 2.30 & 2.31) Rispetto al catalogo Bulthaup cartaceo b3, dove sono
presenti, alle pagine 318-319, i codici 50PM10M2, 50PM13M2, 50PM16M2, il
catalogo elettronico riporta gli stessi codici seguiti dalla fascia della misura della
superficie che ne determina il costo: per fare un esempio, il codice 50PM10M2
del catalogo cartaceo viene splittato nei codici 50PM10M2(0,05-0,20),
50PM10M2(0,201-0,40),
50PM10M2(0,401-0,60)
e
cosi'
via
fino
a
50PM10M2(1,801-MAX). Per il catalogo b1 dove sono presenti, alla pagina 25, i
codici 10PM19M2, 10PM22M2, 10PM25M2, 10PM30M2, il catalogo elettronico
riporta gli stessi codici seguiti dalla fascia della misura della superficie che ne
determina il costo: per fare un esempio, il codice 10PM19M2 del catalogo
cartaceo viene splittato nei codici 10PM19M2(0,05-0,20), 10PM19M2(0,2010,40), 10PM19M2(0,401-0,60) e cosi' via fino a 10PM19M2(1,801-MAX). Le
dimensioni della fascia di superficie, come anche le parantesi tonde, fanno parte
integrante del codice della parte bulthaup, senza le quali il codice non viene
accettato! Si ricorda inoltre di riportare sempre nel campo “Varie” le misure
esatte del pannello e i dettagli di progettazione.
7. (v.2009b-2.17) Nuovo catalogo Bulthaup, in vigore dallo 01/07/2009.
8. (v.2009-2.15) Aggiunta di un nuovo gruppo prezzi per il B1: la modifica risulta
trasparente per l'utente. Prezzi aggiornati per catalogo B1. Correzioni conseguenti
alle segnalazioni da anomalie ricevute degli utenti.
9. (v.2008-2.12) Aggiunta gestione catalogo B2 (analoga alla gestione del prodotto
B1). Modifica della funzione di importazione ed esportazione. Nuovo form d'ordine
per Bulthaup. Nuovi form per tutte le stampe, basati sullo stile del form d'ordine di
Bulthaup.
10. (v.2008-2.0x) Eliminazione dell'elenco parti System 25 e dei relativi campi “guida”
presenti nella testata dell'ordine.
11. (v.2008-2.0x) Aggiunta del Prodotto “b1” (codificato come gruppo prodotto “10”). La
gestione è analoga al prodotto b3, salvo che non esiste il concetto di Modello e
Materiale, ma solo il concetto di Program, che si comporta come il Modello del b3.
Le parti che non dipendono dal particolare Program (hanno un solo prezzo, non è
possibile specificare una finitura di programma ne' un colore) non vengono gestite
come per il b3 (ovvero come se fossero disponibili in tutte le versioni di facciata
della cucina con lo stesso prezzo), ma come per Comunicazione: hanno in effetti un
solo prezzo e non hanno alcuna specifica di finitura/colore.
12. (v.2008-2.0x) Si ricorda che il “materiale corpo” del b1 e del b3 ha colore “14” 
“grigio argento” per convenzione.
13. (v.2007-1.8x) I campi “altezza piano di lavoro” e “altezza totale progetto” sono
ora liberi: non sono però ammessi valori nulli, negativi e tali che l'altezza totale del
progetto sia inferiore a quella del piano d lavoro.
14. (v.2007-1.8x) Per i codici b3 che necessitano la specifica della dimensione (vecchi
codici contenenti la sequenza “xx” richiedono ora la compilazione dell'apposito
campo “Misura:”. Non é più quindi consentita la vecchia sintassi
“<”+dimensione+”>”. Quindi, per esempio, una mensola 50BMxx29 da 123,4cm che
compariva in un ordine del 2006 con il codice “50BM<123,4>29” ora diventa
semplicemente “50BM29” con l'aggiunta della misura nel campo apposito.
15. Codici 50AVS1 e 50AVV1. I codici in oggetto sono anomali: nella finitura in pietra
artificiale (KSMx), pur appartenendo al gruppo prezzi 4 il loro costo si triplica
rispetto ad altre esecuzioni che appartengono allo stesso gruppo prezzi quali, per
esempio, A2Ax. Non potendosi avere due prezzi distinti per lo stesso gruppo prezzi,
nel caso della pietra artificiale si devono utilizzare i codici 50AVS1(KSMx) e
50AVV1(KSMx) rispettivamente.
16. Parametri. La scontistica per i vari gruppi prodotto (“50”/”55”  b3, “60”  Cappe
etc., “70”  Accessori, “14”  System 25, “18”  System 20, “30” 
Comunicazione) sono ora gestiti in modo analogo a quanto comunicato da Bulthaup
Italia al rivenditore: sconto “base” ed eventuale sconto “addizionale” (applicato
sull’importo già scontato dallo sconto base) . Le classi prezzo sono impostate ai
valori di default in base alla categoria del rivenditore e vanno sempre verificate. Le
classi di sconto devono essere impostate dal rivenditore. In particolare per i gruppi
prodotto “50”, “60” e “70” del catalogo b3, il sistema imposta solo il parametro
relativo allo sconto base (= valore di “ingresso” della categoria di appartenenza del
rivenditore): il valore esatto viene comunicato ad ogni rivenditore da Bulthaup Italia.
Il programma non imposta eventuali sconti addizionali, che devono quindi essere
inseriti da zero.
17. Tasto Ricalcola. Nella finestra della testata dell’’offerta sono ora presenti i nuovi
parametri di scontistica per analogia con la finestra di gestione dei parametri di
setup discussa al punto precedente. Come nelle versioni precedenti, per ogni
nuova offerta i parametri delle classi prezzo e delle classi sconto vengono proposti
al valore impostato dall’utente nel file setup.dbf tramite il menù <File>/<Parametri>.
A causa della dinamicità e della possibilità di variazione, e’ stato ora inserito un
nuovo pulsante (<Ricalcola>) che forza il ricalcolo del prezzo e del costo di ogni
singola parte di tutti gli elenchi collegati alle singole offerte e il conseguente
aggiornamento di tutti gli importi presenti nella testata dell’offerta stessa. Non è più
necessario quindi “ripassare” con la funzione di “modifica” tutte le parti degli
elenchi, se i parametri in questione vengono variati dopo l’inizio della compilazione
degli elenchi stessi. Attenzione: durante la fase di ricalcolo possono presentarsi dei
messaggi di avvertimento relativi ai codici SOF/AND e alle parti con prezzo “su
richiesta”. In questi casi il programma non interviene perché si tratta di situazioni
che vanno valutate caso per caso dall’utente. Tenere a portata di mano carta e
penna per prendere nota delle posizioni segnalate ed intervenire alla fine della fase
di ricalcolo.
18. Testata offerta. Sono presenti i dati relativi alle linee guida del progetto b3, ovvero:
a) programma della facciata e relativo colore; b) finitura delle parti indipendenti
dalla facciata e relativo colore; c) tipo di maniglia e relativa finitura/esecuzione
(attenzione la maniglia G5 non prevede finitura, pertanto si può lasciare il relativo
campo vuoto o inserire “NO” che indica la finitura non specificata).
19. Codice del paese (per impianti elettrici). Il codice del paese (206 per l’Italia) per
quanto riguarda gli ordini b3, Comunicazione, System 20 non fa parte del codice
dell’elemento Bulthaup (come per il System 25) ma deve essere inserito nel campo
“Varie” dell’elenco parti, in modo che possa essere recepito da Bulthaup Germany.
20. Piani di lavoro. Tenere presente che i piani di lavoro e gli accessori relativi (bordi)
vengono ora gestiti come parti indipendenti dalla facciata. Nel sistema 25 il codice
di un piano di lavoro terminava con il codice della sua finitura. Nel b3 la finitura del
piano viene indicata come materiale di una parte indipendente della facciata: per
questo motivo tra le possibili finiture sono ora presenti alcuni codici validi solo per i
piani. Evitare nel modo più assoluto di utilizzare nel campo materiale della testata
delle offerte questi codici, che sono di fatto riservati ai soli piani.
21. Codice “SET”. Nella compilazione dell’elenco delle parti b3 il codice di parte SET
permette di lasciare righe vuote o di inserire dei commenti all’inizio di ogni sezione
dell’ordine. L’ordine b3 infatti viene compilato per aree funzionali della cucina
(singole pareti, parte centrale etc.) che devono essere precedute da una riga di
descrizione sintetica. Il codice SET può essere utilizzato all’inizio dell’elenco (come
posizione 0) o in un punto qualsiasi dell’elenco. Nel caso di posizione non iniziale,
le righe con il codice SET devono essere inserite come ultima SOTTOPOSIZIONE
della posizione che termina la sezione precedente della cucina. In caso contrario la
numerazione delle posizioni viene falsata perché la riga SET conta come una
posizione. Se si compila sia il campo descrizione che il campo varie, nella offerta
appare il contenuto del campo descrizione e nell’ordine compare il campo varie. In
questo modo è possibile specificare un commento in italiano e uno in tedesco o
inglese per Bulthaup. Se viene compilato solo uno dei due campi, questo appare
sia nell’ordine che nell’offerta. N.B.: nel caso in cui si voglia inserire all’inizio
dell’elenco di parti un commento, dopo aver già iniziato a inserire le parti b3,
inserire come seconda posizione un codice SET, quindi tagliare la prima posizione
e incollarla dopo la riga con codice SET.
22. Prezzi su richiesta. Alcune parti non hanno prezzo in catalogo. Per esse deve
essere richiesta a Bulthaup una quotazione specifica. Per queste parti risulta
possibile inserire manualmente il prezzo e il costo che non devono mai essere nulli,
per non essere confusi con gli articoli del catalogo b3 che sono compresi nel prezzo
della cucina. Nel caso non si conosca ancora i prezzo in sede di redazione
dell’offerta, specificare un prezzo/costo simbolico (p.e. 1 €). Ricordarsi poi di
aggiornare questi importi in sede di offerta definitiva.
23. Elementi compresi nel prezzo della cucina. Vengono identificati dal fatto che il
loro prezzo è nullo. Nel catalogo b3 elettronico quindi il prezzo 0 non indica più
indisponibilità di una parte in una finitura o in un programma specifico: indica invece
una parte a costo/prezzo nullo perché compresa nel prezzo della composizione che
si sta realizzando. Comunque nella finestra di visualizzazione del catalogo b3, per i
prezzi nulli vengono indicati con la parola “compreso”.
24. Ordine b3. L’ordine b3 segue la grafica proposta dalla nuova modulistica d’ordine
Bulthaup. Le fincature sono diverse e alcune informazioni sono disposte in modo
differente rispetto al modulo d’ordine system 25, system 20 e Comunicazione. Pur
rimanendo uguale il sistema di compilazione dell’elenco delle parti, in fase di
stampa (del solo ordine b3) le righe dell’elenco parti hanno un aspetto diverso. Per
esempio, l’indicazione di apertura dell’anta viene estratta dal codice della parte e
riportata in una colonna apposita. Il programma, il colore, la finitura delle parti che
hanno prezzo diverso a seconda della versione, vengono comunque stampate sul
modulo anche se coerenti con le analoghe indicazioni riportate nella testata
dell’offerta. La misura delle parti con una dimensione variabile (p.e. 50ADPxx145),
ora indicata dal simbolo “xx” e non più “..” come nel system 25, appare in una
colonna specifica, mentre il codice della parte mantiene la codifica originale, senza
misura.
25. sistema b3/55. Il sistema b3/55 viene gestito con la stessa scontistica del b3
normale, all'interno del modulo d'ordine b3 standard. Pertanto si possono
combinare nello stesso ordine elementi b3 ed elementi b3/55. Per un ordine si solo
b3/55 seguire le stesse modalità di composizione di un ordine b3 normale. E'
possibile inserire nei dati generali dell'ordine b3-b3/55 finiture ed esecuzioni
specifiche per il b3/55: in questo caso il programma interpreta l'ordine come
composto per la maggior parte da elementi b3/55. E' possibile anche specificare
esecuzioni/finiture relative ai soli piani di lavoro sia b3 che b3/55 (ordine
prevalentemente di componenti e accessori dei piani). Ovviamente, se si utilizzano
finiture/esecuzioni di questo tipo e poi si compila un ordine completo e non solo
b3/55 o di piani di lavoro, ogni volta che si inserisce una parte b3 standard o non
della categoria “piani di lavoro”, il programma proporrà codici di esecuzione/finitura
che non sono compatibili con le parti b3 normali: quindi bisognerà intervenire
manualmente per proporre finiture o esecuzioni congruenti con le parti che si
stanno inserendo: rimane quindi valida la regola generale: i dati relativi a
esecuzioni, finiture, colori, maniglie etc. devono corrispondere alle finiture o
esecuzioni che ricorrono maggiormente nell'ordine. In caso di ordine senza una
finitura e una esecuzione predominante, inserire “NO”  “Non specificato” nei
campi della testata dell'ordine. In questo modo si dovrà specificare per ogni parte la
finitura o la esecuzione o il colore, ma non si rischia di sbagliare a causa della
proposta automatica di codici indesiderati da parte del programma.
26. Distribuzione del software. Il software risulta scaricabile dal sito
www.globalcomputing.it  downloads  Selezionare un software  Programma
Gestione Ordini Bulthaup. Per essere installato necessita di una password e di un
file di attivazione che vengono inviate al rivenditore che acquista il software. Sul sito
sono presenti anche le istruzioni di installazione dettagliate. In pratica è necessario
scaricare il file eseguibile presente sul sito, dopo aver ricevuto la password e il file
di attivazione. ll file è in grado di auto-decomprimersi tramite la password prima
citata. Una volta ottenuto il contenuto del file compresso, basta installare tramite il
file setup.exe compreso nel pacchetto il programma nella cartella c:\bulth2006 e
salvare il file chiave.dbf di attivazione allegato al messaggio di posta prima citato
nella stessa cartella. A questo punto il programma è in grado di funzionare. Se
l’acquisto è avvenuto senza pagamento anticipato o alla consegna, ricordarsi di
inserire le 2 chiavi di attivazione che verranno comunicate dopo il saldo dei ratei di
pagamento della fattura.
27. Aggiornamento del programma. Si ricorda che il programma viene venduto così
com’è. Non si risponde di eventuali danni diretti o indiretti causati dal software. Il
programma è soggetto a continuo aggiornamento per risolvere eventuali problemi
segnalati dagli utenti (le segnalazioni relative a problemi manifestati dal programma
vanno inviate a [email protected]) o per implementare nuove
funzionalità richieste da Bulthaup , pertanto è consigliabile verificare la disponibilità
di nuove versioni nel sito www.globalcomputing.it  downloads  Selezionare un
software  Programma Gestione Ordini Bulthaup. Per aggiornare il programma è
sufficiente ripetere la procedura di installazione come indicato nelle istruzioni
scaricabili insieme al software aggiornato e ricordarsi di ricostruire sempre gli
ordinamenti dei files, eseguendo il programma e selezionando il menù Files 
Riordina Files.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
122 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content