close

Enter

Log in using OpenID

Bando - Comune di Gazzo Veronese

embedDownload
COMUNE DI GAZZO VERONESE
Provincia di Verona
UFFICIO TECNICO
Servizio Lavori Pubblici
OGGETTO: Bando di gara per l’affidamento concessione di area pubblica Parco 1°
Maggio e per la gestione del chiosco-bar destinato all’esercizio di
somministrazione al pubblico di alimenti e bevande.
CODICE CPV 92000000-1
CIG Z420FC72C2
AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE
Comune di Gazzo Veronese (VR), Roma, 89
telefono: 0442 579000 fax 0442 579036
e-mail: [email protected]
sito internet : www.comune.gazzo.vr.it
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
(Decreto del Sindaco n. 1 del 02.01.2014)
In esecuzione della determinazione n. 214 del 23/06/2014, esecutiva ai sensi di legge,
RENDE NOTO
che è indetta procedura aperta per la concessione di area pubblica compresa la gestione di un chiosco bar
esistente per l’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e del servizio di pulizia e
manutenzione delle aree ad esso pertinenziali presso il Parco 1° Maggio, frazione Roncanova.
La concessione della struttura è effettuata alle condizioni di cui al presente bando e al capitolato d’oneri
approvato con determina del responsabile del servizio n. 214 del 23/06/2014, esecutiva ai sensi di legge.
1 - Oggetto
Il presente bando ha per oggetto la concessione di un’area pubblica e la gestione di un chiosco bar
esistente per l’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e del servizio di pulizia e
manutenzione delle aree ad esso pertinenziali presso il Parco 1° Maggio in frazione Roncanova.
Le modalità di gestione sono indicate nel capitolato d’oneri approvato con determina del responsabile del
servizio n. 214 del 23/06/2014.
Il chiosco dovrà essere adibito alla vendita di alimenti e bevande.
La superfice a verde del parco ammonta a circa mq 8.500,00.
2 - Durata
La concessione avrà la durata di anni 6 (sei) decorrenti dalla sottoscrizione del relativo contratto,
comunque dal 1 gennaio 2015.
3 - Requisiti di partecipazione
Sono ammessi a partecipare alla gara i soggetti di cui all’art. 34 del D.Lgs. n. 163/2006, in possesso dei
seguenti requisiti:
a) requisiti morali e professionali richiesti dalla normativa vigente che disciplina l’esercizio dell’attività di
somministrazione di alimenti e bevande, ai sensi dell’art. 71 “requisiti di accesso e di esercizio delle
attività commerciali” del D. L.vo n. 59 del 26/03/2010;
b) non trovarsi in alcuna delle clausole di esclusione di cui all’art. 38 del D. Lgs. 163/2006 e salvo
modifiche ed integrazioni e in ogni altra situazione che possa determinare l’esclusione della gara e/o
l’incapacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione;
c) essere in regola con gli adempimenti di cui al D.lgs. n. 81 del 09/04/2008 in materia di tutela della
salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
d) il soggetto candidato gestore dovrà dimostrare il possesso dei requisiti professionali di cui all’art 71
D.L.vo 59/2010 per gestione di locali pubblici per somministrazione di alimenti ed aver gestito locali di
tale tipo con un’anzianità di almeno anni quattro;
Nel caso di partecipazione in A.T.I., i requisiti di cui al presente punto possono essere posseduti anche da
una sola delle partecipanti.
4 - Termine, indirizzo di ricezione, modalità di presentazione
L’offerta dovrà pervenire, in busta chiusa, sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, esclusivamente
all’Ufficio del Protocollo del Comune di Gazzo Veronese, Via Roma, 89 – 37060 GAZZO VERONESE (VR)
dovrà riportare, oltre al nominativo del mittente, l’indicazione “PROCEDURA APERTA GESTIONE CHIOSCO –
BAR ED AREA VERDE PARCO 1° MAGGIO IN RONCANOVA”, a mezzo raccomandata del servizio postale o
agenzia di recapito autorizzata, o direttamente a mano, con rilascio da parte dell’Ufficio di apposito timbro
di ricezione, entro le ore 12:30 del giorno 25/07/2014 a pena di esclusione dalla gara.
Rimane fermo che il recapito è ad esclusivo rischio del mittente, se per qualsiasi motivo, il plico non
dovesse giungere a destinazione entro il termine sopra indicato.
Il plico dovrà contenere al suo interno 3 (tre) buste, a loro volta sigillate e controfirmate sui lembi di
chiusura a pena di esclusione e all’esterno di ciascuna dovrà chiaramente indicarsi, oltre alle generalità del
mittente, le seguenti diciture:
- BUSTA A: documentazione
- BUSTA B: proposta di gestione
- BUSTA C: proposta economica
Le buste dovranno contenere quanto indicato la seguente documentazione:
Busta A
Domanda di partecipazione alla gara e dichiarazioni di corredo all’offerta
Allegato A
Allegato A1
Cauzione provvisoria costituita coma da successivo art 7
Copia documento identità di chi sottoscrive la richiesta
Busta B
Relazione compilata secondo quanto previsto all’art. 8 del presente bando, con riferimento agli elementi
del “Progetto di gestione” (8.2), dell’ “Esperienza gestionale e capacità organizzativa”(8.3).
La relazione in parola deve essere rigorosamente articolata in modo tale che ogni punto descrittivo degli
elementi tecnico - qualitativi richiesti (nessuno escluso) sia esauriente, senza richiami non contenuti nella
documentazione presentata.
Nella relazione dovrà essere riportata l’indicazione analitica dei costi relativi agli interventi di miglioria
proposti compresa la tempistica di realizzazione compresi quelli approvati con DGM n° 58 del 19 maggio
2014 (8.2.C e 8.2.D).
Inoltre, la scheda dovrà essere redatta in un numero di pagine massimo di 10 (una pagina equivale ad una
facciata), con carattere di dimensione 12, tipo Times New Roman o analoghi, corrispondenti a circa 50 righe
per pagina.
La proposta di gestione deve essere sottoscritta con firma leggibile e per esteso, dai seguenti soggetti:
- per imprese singole e società: dal titolare e dal legale rappresentante;
- per associazioni di imprese già costituite: dal legale rappresentante dell’impresa capogruppo;
- per associazioni di imprese non ancora costituite: dai legali rappresentanti di tutti i soggetti che intendono
riunirsi.
Busta C
Offerta economica: offerta in rialzo (pena l’esclusione dalla gara) del canone annuo di cui all’art. 8.1, in cifre
ed in lettere.
Deve essere bollata ai sensi di legge, sottoscritta con firma leggibile e per esteso dal titolare o dal legale
rappresentante o da suo procuratore in calce su ogni pagina e non dovrà avere correzioni o abrasioni. Il
canone offerto potrà essere indicato fino alla seconda cifra decimale.
Qualora il canone venga indicato con più di due cifre decimali si provvederà ad effettuare il troncamento
della/e cifra/e oltre la seconda. Quando nell’offerta vi sia discordanza tra la cifra indicata in cifre ed in
lettere, sarà ritenuta valida quella espressa in lettere.
Non sono ammesse offerte pari e inferiori all’importo posto a base d’asta, pari ad €/anno 4.800,00 oltre
IVA, né offerte in variante rispetto all’importo posto a base di gara o condizionate rispetto alle prestazioni
da erogare e alle condizioni della struttura da gestire.
La busta contenente l’offerta non potrà essere ritirata, né modificata, né integrata o sostituita con altre
dopo la scadenza del termine.
5 – Operazioni di gara
L’inizio delle operazioni di gara con l’apertura delle buste è fissato per le ore 10,00 del giorno 28/07/2014
presso il Comune di Gazzo Veronese – Sala Consigliare, Via Roma, 89 – 37060 Gazzo Veronese (VR).
In tale occasione sarà effettuata, in seduta pubblica, da parte di apposita Commissione di gara, la verifica di
ammissibilità alla gara dei concorrenti sotto il profilo amministrativo con l’apertura delle buste “A”.
Successivamente si procederà, in seduta riservata ai soli membri della Commissione, alla verifica delle buste
“B” contenenti “la proposta di gestione”, con conseguente valutazione delle medesime ed attribuzione del
relativo punteggio, ed infine in seduta pubblica, si procederà all’apertura delle buste “C” “proposta
economica”, con attribuzione del relativo punteggio e di quello complessivo.
Si precisa che i lavori della Commissione di gara, in caso di presentazione di un elevato numero di offerte,
potranno proseguire nei giorni successivi a quello fissato per le operazioni della gara stessa, senza bisogno
di ulteriori comunicazioni.
Sono ammessi alle operazioni di gara in seduta pubblica i legali rappresentanti dei concorrenti ovvero i
soggetti muniti di specifica delega loro conferita dai legali rappresentanti.
6 – Cauzione provvisoria:
L’offerta dei concorrenti deve essere corredata da una cauzione provvisoria, redatta secondo il modello
Ministeriale schema tipo 1.1 approvato con decreto 12 marzo 2004 n.123, intestata al COMUNE DI GAZZO
VERONESE, Via Roma, 89 – 37060 GAZZO VERONESE (VR) - (C.F. 82002770236) - per un importo di € di €
576,00 (euro cinquecentosettentasei/00) costituita da fideiussione bancaria o polizza assicurativa, avente
validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell’offerta.
I concorrenti in possesso della certificazione del sistema di qualità ai sensi dell’art. 75, comma 7, del D. Lgs.
n. 163/2006, usufruiscono della riduzione del 50% dell’importo della cauzione.
La fideiussione deve prevedere:
- l’espressa rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale;
- la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957 comma 2 del Codice Civile;
- la operatività entro 15 giorni a semplice richiesta scritta dell’Amministrazione Comunale.
Tale cauzione copre la mancata sottoscrizione del contratto per volontà dell’aggiudicatario.
7 – Cauzione definitiva:
La ditta aggiudicataria è obbligata a costituire, prima dell’avvio del servizio, una garanzia fidejussoria,
redatta secondo il modello Ministeriale schema tipo 1.2 approvato con decreto 12 marzo 2004 n. 123, pari
a due annualità, come derivanti dall’offerta presentata, mediante fideiussione bancaria o assicurativa
secondo le modalità previste dall’art. 113 del D. Lgs. 163/2006 e succ. mod. e int., che copre gli oneri per il
mancato od inesatto adempimento del contratto, nonché eventuali danni arrecati alla struttura ed agli
impianti per incuria o mancata manutenzione.
La mancata costituzione della garanzia determina la revoca dell’affidamento e l’incameramento della
cauzione provvisoria da parte della Stazione Appaltante.
La fideiussione deve prevedere:
- l’espressa rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale;
- la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957 comma 2 del Codice Civile;
- la operatività entro 15 giorni a semplice richiesta scritta dell’Amministrazione comunale;
- dovrà essere previsto lo svincolo degli obblighi garantiti dalla stessa solo dopo emissione da parte
dell’Amministrazione appaltante di idonea certificazione.
Si raccomanda di non inserire documenti di natura amministrativa all’interno dei plichi relativi all’offerta
economica e al progetto gestionale, in quanto la mancanza di un documento di natura amministrativa di cui
è richiesto l’inserimento all’interno della “Busta A – documentazione amministrativa” comporterà
l’esclusione del concorrente e non saranno considerate eventuali dichiarazioni prodotte dal concorrente
stesso attestanti la presenza della documentazione mancante all’interno della busta B o della busta C. E’
vietato inoltre, pena l’esclusione dalla gara, riportare all’interno della documentazione contenuta nelle
buste A e C il contenuto dell’offerta economica.
L’offerta non dovrà contenere né riserve né condizioni, a pena di invalidità della stessa.
8 - Criteri e modalità di aggiudicazione
Procedura: APERTA.
Aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa determinata in base ai criteri indicati nel
presente Bando di Gara.
Lingua utilizzabile per la presentazione delle offerte: italiano.
Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta: 180 giorni (dal termine ultimo
per il ricevimento delle offerte).
Modalità di apertura delle offerte: seduta pubblica per apertura busta “A” – Documentazione - e per
apertura busta “C” – Proposta Economica - presso la SEDE MUNICIPALE, VIA ROMA, 89 – GAZZO VERONESE
(VR).
Persone ammesse ad assistere all'apertura delle buste: i rappresentanti dei concorrenti possono
presenziare a mezzo dei loro legali rappresentanti o delegati con atto scritto alle sedute pubbliche indicate
nel Bando di gara.
La procedura di gara è una procedura aperta ai sensi dell’art. 3 c. 37 e degli artt. 54, 83 e 124 del D.Lgs.
12/04/2006, n. 163 con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, determinata da una
commissione giudicatrice nominata ai sensi dell’art. 84 del D.Lgs. 12.04.2006, n. 163 e sulla base dei criteri
e pesi sotto indicati:
8.1. - OFFERTA ECONOMICA: max 30/100 punti saranno assegnati al partecipante che offrirà il canone più
vantaggioso per la Stazione Appaltante (canone più alto), rispetto al base d’asta fissato in € 4.800,00 oltre
IVA, mentre alle rimanenti offerte sarà attribuito un punteggio secondo la seguente formula:
X = Z * 30/ W
Dove:
X = punteggio attribuito all’offerta economica
W =canone offerto più alto
Z = canone offerto dalla ditta
8.2. - PROGETTO DI GESTIONE: max 53/100 punti. Il punteggio relativo al progetto gestionale verrà così
suddiviso:
A. Orario giornaliero di apertura da 0 a 5 punti
Fermo restando una apertura del tipo annuale, e un’apertura minima giornaliera di 11 ore, si premierà
l’ottimizzazione del servizio e la massima estensione giornaliera dell’apertura stessa. Il punteggio più alto
sarà assegnato al partecipante che offrirà la maggiore estensione dell’orario giornaliero, mentre alle
rimanenti offerte sarà attribuito un punteggio secondo la seguente formula:
X = Z * 5/W
Dove
X = punteggio attribuito all’offerta
W = orario di apertura più alto
Z = orario di apertura della ditta
N.B. - L’orario di apertura minima dovrà obbligatoriamente essere garantito nelle fasce orarie 7.30 – 9,30;
11.30 – 14.30; 18.00 – 24.00;
B. Programma di gestione operativa, di manutenzione e delle modalità di conduzione generale della
struttura (comprensiva del personale previsto e della sua utilizzazione temporale).
Dovrà essere sviluppato anche nel dettaglio come si intenderà gestire la struttura dal punto di vista della
manutenzione ordinaria con gli interventi programmati e la loro scadenza e come si intenda procedere in
caso di guasti improvvisi. Il programma dettagliato delle pulizie, dello sfalcio del verde, della
manutenzione del patrimonio arboreo e delle attrezzature a servizio del parco giochi, specificando sia gli
interventi di carattere ordinario (con scadenza giornaliera, settimanale o mensile ecc..) che quelli di natura
straordinaria. Il Piano di utilizzo del personale addetto alla gestione, manutenzione, pulizie, direzione,
numero degli addetti, i relativi turni per coprire gli orari di apertura della struttura,
Programma della manutenzione annuale ordinaria e modalità e tempi di intervento in caso di guasti, sia
agli impianti del chiosco sia alle attrezzature del parco giochi max 9 punti
Programma poco definito
da 0 a 3 punti
Programma sufficientemente definito
da 3,1 a 6 punti
Programma ben definito e razionale
da 6,1 a 9 punti
Programma dettagliato delle pulizie, della cura del prato e del patrimonio arboreo. Settimana tipo
invernale ed estiva più tempistica interventi straordinari max 9 punti
Efficacia del servizio appena sufficiente
da 0 a 3 punti
Efficacia del servizio sufficiente
da 3,1 a 6 punti
Efficacia del servizio ottimale e ben strutturato
da 6,1 a 9 punti
C. Proposte di migliorie da apportare alle strutture esistenti da 0 a 20 punti
Si lascia al proponente la facoltà di presentare proposte mirate all’attuazione di interventi programmati di
rinnovo e manutenzione straordinaria della struttura, degli impianti, delle attrezzature e dell’edificio
esistenti nel rispetto delle disposizioni vigenti nell’area di intervento, compresa tempistica realizzativa max
20 punti.
X = Z * 20/ W
Dove
X = punteggio attribuito all’offerta
W = migliore proposta migliorativa
Z = proposta migliorativa della ditta
D. Tempistica realizzazione interventi approvati con Delibera di Giunta Municipale del 19 maggio 2014 da
0 a 10 punti
Si lascia al proponente la facoltà di presentare proposte mirate all’attuazione degli interventi approvati con
l’atto sopracitato dall’importo preventivato di € 7.500,00, dichiarando la tempisti di esecuzione in espressa
in mesi, max 5 punti
X = W * 10/ Z
Dove
X = punteggio attribuito all’offerta
W = migliore proposta migliorativa
Z = proposta migliorativa della ditta
8.3 Esperienza gestionale e capacità organizzativa: max 7/100 punti
Viene richiesto di conoscere l’esperienza gestionale e la capacità organizzativa del proponente anche per
verificare poi la potenziale capacità di mantenere o incrementare le attività all’interno della struttura. In
caso di raggruppamento i valori di anni di gestione non vanno sommati ma si terrà conto di quelli con
maggiore anzianità.
Anni di gestione di strutture simili, quali chioschi e/o bar con somministrazioni di alimenti e bevande max
4 punti
Anni di gestione strutture con funzionamento annuale punti 1,00
Anni di gestione strutture con funzionamento per frazioni di anno punti 0,40
8.4 Incentivazione giovani imprenditori
Viene richiesto di conoscere l’età degli imprenditori che saranno titolari della concessione per la gestione,
per le società di qualsiasi tipo sarà necessario elencare tutti i soci con la relativa data di nascita, e sarà
determinata l’età media facendo la media aritmetica, con i seguenti indirizzi da 0 a 6 mesi arrotondamento
all’anno inferiore da 6,1 a 12 arrotondamento all’anno superiore, la data di riferimento sarà la data di
pubblicazione del bando, max 10 punti che sarà riconosciuto alla società o singolo che avrà l’età più
giovane
X = W * 10/ Z
Dove
X = punteggio attribuito alla ditta
W = migliore età
Z = età della ditta
La stazione appaltante si riserva la facoltà di addivenire all'aggiudicazione anche in presenza di una sola
offerta valida. Resta salva la facoltà dell’Ente di non procedere all’aggiudicazione qualora la Commissione
esprima parere negativo in merito all’esistenza di requisiti soddisfacenti in capo a tutti o parte degli
offerenti. In tal caso la Commissione è tenuta, per ogni offerta, ad esporre dettagliatamente le condizioni
specifiche che hanno portato a tale conclusione.
Nel caso di revoca dell'aggiudicazione, la Stazione Appaltante si riserva la facoltà di aggiudicare all'impresa
che segue in graduatoria.
Per sopravvenuti motivi d’interesse pubblico l’Amministrazione Comunale si riserva in sede di autotutela, a
proprio insindacabile giudizio, la facoltà di sospendere, revocare e/o annullare la gara o di non procedere
all’aggiudicazione nei casi previsti dalla Legge, senza che ciò comporti pretesa alcuna da parte dei
concorrenti.
In tutti i casi in cui non sia stato possibile aggiudicare l’impianto secondo le modalità del bando, il Comune
di Gazzo Veronese si riserva la possibilità di assegnare il centro sportivo tramite procedura negoziata.
Nel presente bando non si applica il sistema di esclusione automatica delle offerte.
La presentazione dell’offerta equivale ad accettazione della predetta condizione.
Non si applicherà il sorteggio previsto dall’art. 48 del D. Lgs. n. 163/2006.
Nella seguente tabella si riepilogano i criteri per l’assegnazione dei punteggi:
Punteggi
8.1
8.2
A.
B.
C.
D.
8.3
8.4
OFFERTA ECONOMICA
PROGETTO DI GESTIONE
Orario giornaliero di apertura
Programma di gestione operativa, di manutenzione e delle
modalità di conduzione generale della struttura
Programma della manutenzione annuale ordinaria e modalità e
tempi di intervento in caso di guasti.
Programma dettagliato delle pulizie. Settimana tipo invernale ed
estiva più tempistica interventi
Proposte di migliorie da apportare alle strutture esistenti
Tempistica di realizzazione interventi approvati con determina
del responsabile del servizio n° ----- del ________ da 0 a 10 punti
Esperienza gestionale e capacità organizzativa
Anni di gestione di impianti simili
Incentivazione giovani imprenditori
TOTALE
Punteggio
massimo
Punteggi
parziali
massimi
30
53
5
18
di cui
9
9
20
10
7
10
100
9 - Data della Gara
La gara sarà esperita il giorno 28/07/2014 dalle ore 10,30 in seduta pubblica dinanzi all’apposita
Commissione di gara, presso la Sala Consigliare del Comune di Gazzo Veronese in Roma, 89 per la verifica
dell’ammissione delle offerte, della documentazione amministrativa e per l’apertura della busta contenente
l’offerta economica.
L’Amministrazione, a seguito dell’aggiudicazione provvisoria, procederà alla verifica della documentazione
presentata e dell’effettivo possesso dei requisiti morali e professionali dichiarati in sede di gara, e con
determinazione del Responsabile provvederà ad aggiudicare definitivamente la concessione in oggetto.
10 - Adempimenti a carico della ditta aggiudicatrice
La ditta risultata aggiudicatrice dovrà firmare il contratto di concessione nel giorno e l’ora che verranno
indicati con apposita comunicazione scritta, con avvertenza che in caso contrario l’Amministrazione potrà
procedere alla risoluzione del rapporto e all’affidamento della concessione al concorrente che segue nella
graduatoria.
All’atto della stipula il concessionario dovrà prestare cauzione definitiva nella misura pari a due annualità
del canone di concessione.
La ditta aggiudicataria dovrà stipulare la polizza assicurativa di cui all’art. 14 comma 1° del capitolato
d’oneri approvato con determina del responsabile del servizio n. 214 del 23/06/2014.
La ditta aggiudicataria avrà l’onere di chiedere tutte le autorizzazioni necessarie per la gestione del chiosco
bar e gli allacciamenti di tutti i servizi i cui costi saranno a totale carico del concessionario.
11 - Avvertenze
L’aggiudicazione potrà essere effettuata anche in presenza di una sola offerta, ma in questo caso il Comune
si riserva l’insindacabile facoltà di non procedere all’aggiudicazione.
Il Comune si riserva a suo insindacabile giudizio di sospendere, rinviare o annullare la gara prima
dell’aggiudicazione, per qualsiasi causa anche in presenza di più offerte valide, senza che le ditte
concorrenti possano vantare alcuna pretesa al riguardo.
Si precisa inoltre che il concessionario, ai sensi dell’art. 3, comma 1°, lett a) del capitolato d’oneri, non
dovrà avere pendenze di nessun genere, anche di natura economica, fiscale e tributaria, con
l’Amministrazione Comunale.
12. Documentazione richiesta all’impresa aggiudicataria
Resta inteso che la ditta provvisoriamente aggiudicataria, tassativamente entro 10 giorni (pena la revoca
dell’affidamento) dalla richiesta, dovrà produrre:
Comprova dei requisiti di capacità tecnico-professionali dichiarati in sede di gara (art. 48 D.lgs n°
163/2006) e l’eventuale giustificazione dell’offerta (ai sensi degli artt. 86 e 87 D.lgs n. 163/2006).
Dati necessari alla richiesta D.U.R.C.
La ditta, inoltre, provvisoriamente aggiudicataria, tassativamente entro 30 giorni (pena la revoca
dell’affidamento) dalla richiesta, è tenuta a presentare la documentazione sotto elencata; qualora non
abbia ottemperato a quanto richiesto, o non si sia presentata alla stipulazione del contratto formale nel
giorno stabilito, entro il medesimo termine di 30 giorni l’Amministrazione, ai sensi e per gli effetti di cui
all’art. 113 del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e succ. mod. ed int. disporrà la risoluzione per inadempimento,
incamerando la cauzione costituita dall’impresa in sede di gara e riservandosi di chiedere il risarcimento
degli eventuali danni.
N.B. la documentazione di cui sopra potrà essere presentata in originale o in copia autentica.
1. Cauzione definitiva: Dovrà essere presentata, nei modi e nei tempi di seguito indicati, la cauzione
definitiva ai sensi dell'art. 113 del D.Lgs. 163/2006 e succ. mod. ed int. e sarà pari a due canoni annui
come risultanti dalla gara, e deve essere prestata con le modalità indicate al precedente art 7.
2. Copertura assicurativa per i rischi derivanti da Responsabilità Civile contro Terzi specifica per gli
impianti natatori e relativi accessori, con massimali NON INFERIORI a:
euro 1.000.000,00 per sinistro
euro 1.000.000,00 per danni a persone
euro 1.000.000,00 per danni a cose e animali
3. Certificato di iscrizione al registro delle Imprese
4. Organigramma della sicurezza ai sensi del D. Lgs. 81/28008 e s.m.i.
5. L'iscrizione al registro regionale delle cooperative (se del caso).
6. Solo per associazioni temporanee d’Imprese e Consorzi:
Per le A.T.I. dovrà essere prodotto regolare atto costitutivo, reso in forma giuridica, del raggruppamento
temporaneo, secondo i requisiti stabiliti dall'art. 37 comma 1 del D. Lgs. n° 163 del 12/04/2006. Le società
consortili, devono inoltre comunicare, prima della stipula contrattuale, ai sensi dell'art. 1 del D.P.C.M.
11/05/1991 n. 187, la propria composizione societaria, l'esistenza dei diritti reali di godimento o di garanzia
sulle azioni con diritto di voto sulla base delle risultanze del libro dei soci, nonché l'indicazione dei soggetti
muniti di procura irrevocabile che abbiano esercitato il voto nelle assemblee societarie nell'ultimo anno o
che ne abbiano comunque diritto
7. Solo per Società:
Le società per azioni, in accomandita, a responsabilità limitata, concessionarie devono inoltre comunicare,
prima della stipula contrattuale, ai sensi dell'art. 1 del D.P.C.M. 11/05/1991 n° 187, la propria
composizione societaria, l'esistenza dei diritti reali di godimento o di garanzia sulle azioni con diritto di
voto sulla base delle risultanze del libro dei soci, nonché l'indicazione dei soggetti muniti di procura
irrevocabile che abbiano esercitato il voto nelle assemblee societarie nell'ultimo anno o che ne abbiano
comunque diritto.
8. Certificato nelle serie UNI CEI ISO 9000 (se posseduto)
9. Spese contrattuali richieste.
13. DOCUMENTAZIONE CHE VERRA’ ACQUISITA DIRETTAMENTE DA QUESTO COMUNE, AI SENSI DEGLI
ARTT. 43-46 DEL D.P.R. 28/12/2000 N. 445
a) Casellario Giudiziale: per i legali rappresentanti e per i soggetti muniti di poteri di rappresentanza.
b) Regolarità contributiva imposte e tasse.
c) Certificazione (D.U.R.C.)
f) Certificato Camera di Commercio
14 - Informazioni
Ciascun concorrente, ai sensi dell’art. 71, comma 2, del D.Lgs.163/2006, potrà richiedere chiarimenti relativi
alla gara inoltrando la richiesta via fax al n. 0442/579036 e via mail all’indirizzo:
[email protected], entro e non oltre 8 giorni antecedenti la scadenza del termine di
presentazione delle offerte, e pertanto entro il giorno 17/07/2014, al fine di consentire alla S.A di
rispondere in tempi congrui.
I quesiti posti dalle ditte e le relative risposte saranno riportate sul sito internet del Comune di Gazzo
Veronese: www.comune.gazzo.vr.it nella sezione “BANDI DI GARA”, sotto il link Amministrazione
Trasparente D.lgs n. 33 del 14 marzo 2013.
Gli interessati sono pertanto invitati a consultare il sito sopra indicato fino alla scadenza della gara.
15. Norme di carattere generale
Al presente BANDO si applicano le clausole pattizie di cui al Protocollo di legalità sottoscritto dalla Regione
del Veneto in data 9 gennaio 2012 ai fini della prevenzione dei tentativi d’infiltrazione della criminalità
organizzata nel settore dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, consultabile sul sito della Giunta
regionale: http://www.regione.veneto.it/Ambiente+e+Territorio/Lavori+Pubblici/Osservatorio.
Ai sensi del D.Lgs. n.196/2003 si informa che i dati richiesti alle ditte partecipanti sono raccolti per le finalità
inerenti alla procedura di gara.
Il presente bando viene pubblicato all’Albo Pretorio del Comune, sul sito internet istituzionale del Comune
www.comune.gazzo.vr.it.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LLPP
(Geom. Marco NEGRI)
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
529 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content