close

Enter

Log in using OpenID

5° newsletter abs italia

embedDownload
ABS SERVIZINewsletterTECNICI
Autunno 2014
Da più di 15 anni vendiamo i prodotti della linea Valiant.
Sono estremamente soddisfatto dei continui miglioramenti apportati, che
ne hanno garantito il meritato successo. Miglioramenti che sono stati necessari in un mercato così esigente e pieno di concorrenti. Di fatto, col
tempo, Valiant è diventato il disinfettante di riferimento per molti esperti del settore, un prodotto che ha saputo conciliare egregiamente aspetti spesso contrastanti quali il rapporto qualità/prezzo o la capacità gerPierpaolo Dordoni
micida/dermo-protettiva, cioè la capacità di annientare i patogeni senza
Direttore Generale ABS ITALIA
incorrere nel rischio di irritare la cute.
Infatti, con quasi 600.000 litri venduti nell’ultimo anno fiscale, molto probabilmente siamo i leader del mercato italiano.
Forse è proprio per questo che parecchi nostri concorrenti hanno provato ad imitarci: chi copiando il colore o la composizione molecolare, chi tentando invece di emulare l’assistenza tecnica veterinaria, valore aggiunto che da sempre forniamo ai nostri clienti.
Ma si sa, quando si tratta di materie complesse, copiare i compiti in classe non è mai stato cosa semplice. Infatti, così
come non è possibile riprodurre persone dotate di un proprio carattere e personalità, allo stesso modo ritengo sia molto
difficile riuscire a riprodurre Valiant che, grazie alle 129 differenti sostanze di cui è composto, acquisisce un proprio DNA,
unico nel suo genere!
PRODU
CON ABS
r la sanitizzazione
ta prima dell’uso.
LINEA VALIANT:
I SEGRETI DEL SUCCESSO
Potere germicida
Azione sinergica di ben 3 ingredienti:
- N°1 ClO2 (diossido di cloro), il più potente principio attivo disinfettante della categoria.
- N°2 LAS (acido alchil benzen solfonico lineare), presente in tutta
la linea Valiant, è l’unico germicida in grado di espletare un’azione germicida prolungata, coprendo e proteggendo le vostre vacche per quasi la totalità del periodo inter-mungiture.
- N°3 Acido lattico (quello che per molti prodotti sul mercato è l’unico germicida).
stantemente, mungitura dopo mungitura, lo strato di grasso protettivo alla cute, mentre il d-glucitolo assorbe umidità.
Più bassa è l’umidità relativa, più si esalta la capacità del d-glucitolo, in particolare se paragonata alla glicerina (presente nella stragrande maggioranza dei prodotti). Insieme, lanolina e d-glucitolo, mantengono la cute (prima linea di difesa) morbida ed elastica.
Azione prolungata
In molti ci hanno provato ma finora l’UNICO prodotto a base di diossido di cloro attivo per 14 giorni è Valiant. Tutti gli altri perdono la
capacità germicida dopo 2-3 ore, facendo quindi aumentare il quantitativo di prodotto da scartare a fine mungitura. Inoltre, la necessità di miscelarli di volta in volta comporta maggior lavoro per i mungitori e potenziali rischi di sbagli nella preparazione.
Viscosità Dinamica
Si tratta di una caratteristica BREVETTATA, che conferisce a Valiant la
capacità di variare la sua densità, diventando più fluido quando viene applicato (per aumentare capillarità e quindi capacità di raggiungere i batteri negli interstizi della cute e dentro il canale del capezzolo) e più denso a fine immersione (per rimanere attaccato al capezzolo formando una barriera chimico-fisica, riducendo al contempo
gli sprechi per gocciolamento).
Capacità emolliente
Nel controllo della mastite, la salute della cute del capezzolo è di
fondamentale importanza.
La lanolina, un emolliente naturale presente in Valiant, restituisce co-
PRODU
CHIEDI ALL’ESPERTO
!
!
"#
%
CON ABS
!
&
DR. RICHARD ECHEVERRI ERK,
Responsabile ABS Italia
) &
$
!
*
'
%
Valiant Foam Active è supportato a livello Europeo (Direttiva 98/8/EC) come biocida veterinario per la sanitizzazione
dei capezzoli in premungitura. Adoperare i biocidi in modo sicuro. Leggere le istruzioni sull’etichetta prima dell’uso.
avatigozzi ((CR)
CR)
ABS ITALIA Via Bastida 6, 26020 CCavatigozzi
Fax 0372.532020
Tel. 0372.532011 - Fax
[email protected]
e-mail: [email protected]
-
$
%
Sono passati ormai 24 anni dal lancio di QMS negli Stati Uniti. Per capire come funziona in Italia,
abbiamo intervistato il Dr. Richard Echeverri Erk, responsabile ABS Italia del Servizio QMS.
&
'
)
!
3
,:
;. !
#
' <
QMS dedica molto tempo ai corsi di formazione teorico-pratici
$ per i mungi%
&
!
#
tori,
ma
al
contempo,
in
ogni
visita
all’azienda
viene
valutata
))
$ l’idoneità del)
Con RMS (riproduzione), GMS (genetica e piani di accoppiamento) e DMS
'
# !
la gestione delle cuccette, lettiere e corsie, fornendo consigli pratici che spes(gestione ed efficienza economica della stalla), QMS (Quality Milk System)
so si traducono in un incremento nella produzione e nella))qualità del latte,%
è un altro dei nostri Servizi agli allevatori. Si tratta di una consulenza tec%
nica che mira ad aiutare l’allevatore nel controllo della mastite
e nella pro-( ! con spese il più%delle volte più che contenute.
!
Purtroppo non abbiamo spazio per approfondire, ma la forte correlazione
duzione di latte di qualità. È un Servizio
! gratuito offerto
) " ai nostri numerotra mastiti
"
%
! e ipofertilità va))menzionata, trattandosi di un# aspetto ben dimosi clienti della linea di disinfettanti pre e post dipping Valiant.
' =
%
strato dalla letteratura scientifica.
$
*
'
Perché QMS?
Il concetto “Happy Cow” (vacca felice) è per noi di fondamentale importan"
Il servizio QMS rispecchia i nostri 5 valori aziendali, quindi la nostra visioza. Fornire
!
%
# un ambiente
)
#in grado di garantire all’animale& in confinamento
?
ne globale:
le libertà#di cui godrebbe) al pascolo
(aria, spazio, cibo, acqua e ombra) è
!
#
%
1. Attenzione al cliente: questo Servizio è senza dubbio un sistema
in gra'
un altro degli aspetti chiave del nostro lavoro. Capire
ad esempio i fabbi'
) legate alla
# mastite, incre!
do di aiutare i nostri clienti a ridurre )le perdite
sogni di acqua, i meccanismi per il controllo dello stress da caldo (quali doc+
! cette !e ventilazione
' forzata), il corretto dimensionamento delle cuccette, somentando perciò i loro guadagni.
)
,. /
2. Focus sui risultati: senza riuscire a ottenere una riduzione delle nuove
no #soltanto 1222
alcuni degli aspetti da noi analizzati durante ))
i sopralluoghi
%
&in
,+
0
.
infezioni (siano queste cliniche o subcliniche) e, di conseguenza, delle 3celluazienda.
E
tutto
questo
perché
la
vacca
felice,
la
vacca
senza
stress,
non
! )) !
'
! !
le somatiche, è impossibile avere clienti soddisfatti.' 0
solo è in grado di esprimere tutto il suo potenziale genetico, ma riesce a @ +
#
7 di difesa che
! le
!
Questi sono parametri facilmente monitorabili e i benefici
! che ne derivano
'3
mantenere forte il suo sistema immunologico, un sistema
+B+
C
)
#
!
&
sono una costante nella maggior parte delle aziende dove interveniamo.
permetterà così di contrastare da sola la maggior parte degli attacchi dei
!!
! & Tecnica” è un 14 '
3. Pionieri: il binomio “Prodotto di eccellenza” + “Assistenza
patogeni, inclusi quelli coinvolti nelle mastiti.
&
8
@ +'approccio che nel 1999, data del lancio della linea Valiant in Italia, non
&
+5 ' 6 !
!
&
Qual è dunque il ruolo di Valiant?
aveva precedenti sul mercato italiano. Tuttora sono poche le aziende con)
@ !
!
Senza le indubbie qualità di Valiant, il Servizio
correnti in grado di offrire un servizio simile.
nessun altro ger$ Oltre Valiant
'
@ ! QMS non avrebbe avuto il
!
"di viscosità disuccesso di cui gode. Si tratta di una linea di disinfettanti
micida a base di diossido di cloro può vantare caratteristiche
! lanciata
# negli !USA
6
#
$
)
nel 1997, essendo stata allora la più testata in vitro (prove di laboratorio
namica e di attività prolungata per 14 giorni.
$ e professionalità sono i motti dei
#
' AOAC - Associazione Americana Chimici Analitici)
secondo
gli standard della
4. Orientamento verso le Persone: serietà
!
)
#
tecnici ABS. Lavoriamo fianco a fianco con i nostri clienti, con la sincera in- ' e in vivo (seguendo i protocolli del NMC - National Mastitis Council - USA).
#
!
%
&
Per i diversi test furono commissionate università rinomate quali Cornell,
tenzione di apportare un beneficio alle loro aziende.
!
California Davis e Washington State ed interpellati ricercatori di fama mon5. Responsabilità: prima di lanciare un prodotto sul mercato, ci accertiamo
'
#
che esso non possa danneggiare né l’ambiente
né
gli
animali,
e
certamen?
6
# diale quali7 David Sischo, David Galton
# e Larry Fox. Prima di entrare! sul mercato italiano ha dovuto superare# tutti i test nazionali, necessari ad ottenete non le persone che lo utilizzano. Data la totale assenza di residui nel
%
% di &' B
'
#
re il numero di) registrazione
presso il Ministero della!Salute. Sono più
latte, oggi Valiant viene anche utilizzato in numerose aziende biologiche.
+5
3
!
)
15 anni che lavoro nel settore qualità latte, anni nei quali ho visto compa!
'8 )
Quali sono i benefici per gli allevatori?
!
rire e poco# dopo
scomparire decine e decine di prodotti7 disinfettanti. Credo
%
#
,
)
.
La lotta alla mastite, la malattia che reca più perdite economiche alla stalche la permanenza di Valiant al top delle vendite per così tanto tempo, an7
) !
la da latte, necessita di un approccio diversificato,
dato che %le sue cause ! che in momenti' -di crisi come questi degli ultimi anni, sia la miglior prova
!
!
) &
sono molteplici. Valiant non è una bacchetta magica in grado di risolvere
della
Oggi, la linea Valiant rappresenta per ABS7Italia$ un! ter" sua qualità.
!
'
!
da sola ogni problema di mastite.
zo del suo fatturato, dato ancora più significativo se consideriamo che il “cuo% al &settore
%
Non basta utilizzare quello che per la maggioranza degli addetti
re” della ))
nostra attività è la genetica bovina, con la produzione!e com'
$
)
è il disinfettante più completo e potente della categoria, ma ci si deve immercializzazione di materiale seminale di elevata
? e provata
# attendibilità, gra$ !
pegnare su diversi fronti, partendo innanzitutto
dalle
corrette
procedure
in
))
zie
ai
continui
investimenti
in
una
ricerca
sempre
più
all’avanguardia.
!
9
sala mungitura: se dovessi elencare, in ordine di importanza,
i
diversi
ac!
$
'3
Dunque, un binomio perfetto?
!
corgimenti necessari alla produzione di latte
# di qualità, questo #occuperebbe
FG
!
Sì, credo proprio che un prodotto
di altissima qualità, di efficacia rigorosaper me il primo posto. Poi ci sono la gestione dell’ambiente, il manage- '
$
!
$
&
mente testata, abbinato ad un Servizio Tecnico professionale, rappresentino
ment generale (la formazione dei gruppi di mungitura, l’allevamento delle
#
un ottimo “pacchetto” per gli allevatori italiani…ma non solo, visto che
vitelle e manze, ecc…), fino al monitoraggio periodico della mandria rela7
!
tivo all’andamento della salute delle mammelle. In poche parole,
% il Servizio
&
' Valiant viene oggi commercializzato in circa 30 paesi nel mondo.
!
Dottor Echeverri, cos’è il QMS? $
"
!
PRODU
CON ABS
r la sanitizzazione
ta prima dell’uso.
LA PAROLA AGLI ALLEVATORI
AZIENDA AGRICOLA ROSSI,
ARBOREA (OR)
L’azienda Rossi sorge nel cuore della bonifica agricola sarda, nel comune
di Arborea, ed è gestita dai tre fratelli Rossi: Giorgio, Mario, Aldo e i due
figli di Aldo, Luca e Paolo. Oggi vengono munte 265 vacche con una produzione media di 38 litri al 3,40% di proteine e 3,95% di grasso. La conta cellulare è sempre molto bassa (media annua 90.000). Il latte viene
conferito alla Cooperativa Arborealatte che, tramite dei premi, incentiva
moltissimo la produzione di un latte di qualità. Le cuccette sono ricoperte
da tappeti e paglia macinata, trattata con condizionatori di lettiera. Inoltre,
l’allevamento dispone di paddock esterni per due gruppi di animali in lattazione (fresche e stanche). Ogni anno vengono venduti circa 35 animali da
vita con elevati indici genetici. Per capire meglio il rapporto che c’è tra cliente ed ABS, facciamo loro alcune domande:
Quando avete cominciato a lavorare con il Servizio Tecnico ABS?
Il sodalizio con ABS è cominciato nel 2002, quando tramite l’agente di
zona abbiamo conosciuto il Dottor Richard Ekeverri Erk, veterinario dell’assistenza tecnica ABS, e da allora non abbiamo mai smesso di utilizzare i prodotti della linea Valiant.
Quali prodotti utilizzate della linea Valiant?
Valiant Foam come pre-mungitura e Valiant Barrier come post-mungitura.
Quali sono i motivi che vi hanno convinto ad utilizzare Valiant
in pre e post disinfezione?
- L’assistenza tecnica specializzata
- Le cellule somatiche costantemente basse nell’arco dell’anno, anche in
periodi di stress da caldo
- Il controllo delle mastiti (4/5 al mese)
- L’estrema pulizia del capezzolo
- L’ottima condizione dei capezzoli, che risultano essere ben idratati e
senza screpolature
- L’obbligo a seguire una routine di mungitura che consente un’ottima
preparazione della mammella
- L’ottima marcatura dei capezzoli con colorante, molto evidente e persistente fino alla mungitura successiva
- La bassa incidenza di nuove infezioni, che dimostra l’elevato potere
germicida di Valiant.
Ecco la nostra situazione attuale relativa ai dati della mungitura da quando usiamo Valiant
Vacche totali
AZIENDA AGRICOLA RIOZZO,
CERRO AL LAMBRO (MILANO)
Andrea e Marino Taveggia, conducono questa storica e importante azienda situata nel comune di Cerro al Lambro, alle porte di Milano, insieme al cugino, Nicola Moretti. Oggi, l’azienda munge circa 220 capi di
razza Holstein, con una produzione media di 114 q.li/vacca e un punteggio medio sulle primipare pari a 83,7 (anno 2013). Inoltre, vanto dell’azienda sono le 16 vacche EX presenti e le ben 27 primipare classificate VG a 2 anni. Gli ettari lavorati sono circa 100, coltivati principalmente a mais. Nel recente passato, l’azienda si manteneva sulle 130 vacche
in lattazione, producendo latte di altissima qualità, come dimostrato dalla vincita nel 2008 e nel 2009 del 1° PREMIO LATTE/QUALITÀ ITALIA.
Nel 2012, con la realizzazione del nuovo centro aziendale e il significativo aumento del numero di capi, abbiamo ritenuto necessario inserire migliori protocolli di gestione della mandria. In particolare, con l’ausilio dei nostri tecnici e la consulenza di ABS, abbiamo messo in atto il
golden standard della routine, ovvero il metodo Minnesota “premungi,
immergi, asciuga e attacca”, e inserito il Valiant schiuma come pre-mungitura ed il Valiant Barrier come disinfettante post-mungitura.
I risultati sono arrivati praticamente subito. Infatti, nel giro di pochi mesi siamo passati da circa 220.000 a 100.000 cellule somatiche, e abbiamo notato anche una riduzione significativa nell’insorgenza delle mastiti, con una sensibile riduzione nella voce farmaci del nostro bilancio.
Ecco la nostra situazione prima e dopo Valiant.
PRIMA
di Valiant
DOPO
Valiant
CELLULE SOMATICHE
220.000
110.000
PRESENZA MASTITI
10%
4%
TASSO DI GUARIGIONE
3%
7%
TASSO DI NUOVE INFEZIONI
13
7
256
% nuove infezioni
% croniche
3,5 (obiettivo < 8%)
5,9 (obiettivo < 10-12%)
Tot.% malate
9,4 (obiettivo < 20%)
% sane (anche controllo prec.)
% guarite
83,6
7,0
Tot. % sane
90,6 (obiettivo > 80%)
Media CCS
111.289 (obiettivo < 200.000)
% primo controllo funzionale > 200 6% (1/17) (obiettivo < 15%)
Da sinistra: Marino Taveggia, Andrea Taveggia e Nicola Moretti
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 649 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content