close

Enter

Log in using OpenID

Bari Benessere Fai da te

embedDownload
maggio 2014
Tutti
Bari
Fai da te
Benessere
Nella città
vecchia e nuova
Fioriere
creative e
low cost
I massaggi
total body
Fritti
SOMMARIO
Bene Insieme - magazine di Conad
numero di maggio 2014
Periodico: anno 25 numero 4
Cucinare
È qui la frittura?
I freschi di primavera
comprare
Green passion!
5
13
I massaggi che ti
fanno bene e bella
14
conad
Fritture stuzzicanti
Una rosa che aiuta a crescere 16
Il 19 maggio tutti in campo
per Emergency
50
star bene
Per il corpo e per la mente
viaggiare
Bari, città da scoprire
Vacanze baresi
19
In compagnia
della tata
22
RUBRICHE
Mangiare32
Crescere35
In libreria
41
Succede in Conad
43
Fare44
Comprare47
L’altra età
49
Ginecologo - la posta53
Allenatore - la posta55
Scegliere57
Risolvere59
Giochiamo 61
Oroscopo e soluzioni giochi
62
TIRATURA
QR code generated on http://qrcode.littleidiot.be
USA IL QR Code
PER SCARICARE
SUBITO
CONADAPP!
copie
1.150.000
Bene Insieme è stampato nel rispetto dell’ambiente e del sociale presso gli stabilimenti di
Coptip industrie grafiche.
Azienda certificata SA8000 per il rispetto del lavoro etico e in possesso di certificazioni FSC e
PEFC che prevedono l’utilizzo di carte prodotte
con cellulose provenienti da boschi gestiti nel
rispetto della sostenibilità e dell’impatto ambientale.
Attraverso l’adozione di tecnologie Bat (best available technologies) e di impianti fotovoltaici riduciamo del 90% l’utilizzo di gas metano,
produciamo 106.000
kwh di energia elettrica
risparmiando
annualmente 20 TEP
(tonnellate equivalenti
di petrolio) evitando 56.000 kg di CO2 emessi in
atmosfera. La carta utilizzata è certificata PEFC.
Creazioni con fiori e
oggetti di riciclo
CONAD | Insieme
E spert i
marco marchei, da
sempre appassionato
di running e atleta di
successo, dalla fine
degli anni Settanta a
metà degli anni Ottanta è stato uno dei
migliori fondisti azzurri. Attualmente
dirige l’edizione italiana di Runner’s
World, la più importante rivista della
corsa in campo mondiale.
Dott.ssa Patrizia Baldrighi, laureata in Pedagogia è Consulente Educativa a indirizzo analitico transazionale
e Direttrice del Centro Pedagogico L’Emile di Genova Nervi.
4
Dott. luca borelli, laureato in dietistica, lavora come libero professionista presso il Poliambulatorio Privato
San Michele a Reggio Emilia.
Dott. Marco Corzetto, Agrotecnico
e Operatore Endoterapico, ma anche
apicoltore e insegnante
Dott. Ezio Bergamini, specializzato
in Ostetricia e Ginecologia, è Dirigente di Ostetricia e Ginecologia presso
la Divisione dell’A.U.S.L. di Scandiano
(RE).
Editoriale
Iniziamo questo mese pre-estivo con
un’incredibile voglia di fritto! Prima di metterci in forma per la prova costume, concediamoci qualche
peccatuccio di gola… senza esagerare, però! Nel servizio di cucina, troverete tante ricette in pastella, ma non
da fare tutte insieme… sceglietene un
paio alla volta e seguite i consigli per
friggere in modo sano; se non avete la friggitrice a p.47 vi diamo qualche dritta per l’acquisto.
A proposito di alimentazione, il nostro dietista ci spiega cosa siano le
intolleranze e le allergie alimentari, spesso confuse e trascurate.
In questo numero troverete poi, oltre ai suggerimenti per un fai da te
floreale, un approfondimento in materia di massaggi con una carrellata di tipologie e tecniche. Vi potrete così orientare per scegliere il
trattamento che più si adatta a voi per un benessere total body che
dona energia anche alla mente. E dopo questo piacevole relax, che ne
dite di un weekend a Bari? Un città ricca di suggestioni, soprattutto
nella parte vecchia.
Insomma, come ogni mese abbiamo cercato di presentarvi un numero
ricco di spunti, giochi enigmistici nuovi, idee e consigli, con un piccolo
grande augurio dedicato a tutte le mamme.
Buona lettura!
Avv. Luca Olivetti, specializzato in
Diritto Civile, Comunitario, Societario
e delle Nuove Tecnologie. È docente
presso il Politecnico di Torino di “Diritto dell’Unione Europea”.
Direttore Responsabile: Fabio Fogacci • Editore: Conad - via Michelino, 59 - 40127 - Bologna - tel. 051 508111 •Supervisione editoriale: Elena Nicolini,
Federica Pennati • Coordinatore editoriale: Alessandra Nicorelli • Redazione: Edith Divisione Editoriale Pbcom S.p.A. - Centro San Benigno “I Gemelli”
Torre B - via Scarsellini, 119 - 16149 Genova - tel. 010 643901 fax 010 64390200 • Progetto grafico ed impaginazione: Pbcom S.p.A. • Pubblicità commerciale: Jonathan srl via E.Sirani, 3/2 - 40129 Bologna tel/fax 051 372323 - [email protected] • Pubblicità istituzionale: ViaBagutta Comunicazione - Vicolo
Calusca 10/b 20123 Milano - tel. 0286998453- fax 0286983540 - www.viabagutta.it • Stampa: Coptip Industrie Grafiche - Via Gran Bretagna 50 - 41100
Modena
Hanno collaborato a questo numero
Testi: Patrizia Baldrighi, Ezio Bergamini, Conad, Marco Corzetto, Fabio Fogacci, Francesco Ghiani, Marco Marchei, Erika Muscarella, Alessandra Nicorelli,
Luca Olivetti, Mattia Scarsi, Stockfood, Studio Woquini • Referenze iconografiche: Conad, Corbis, Fotolia, Laura Guida, Olycom, Shutterstock, Stockfood
Iscrizione al tribunale di Bologna n° 5645 del 24/10/1988 • Prezzo copia comprensivo di IVA: e 0,135 • Iscrizione ROC n. 7742 del 21/5/2002. In conformità
al D.Lgs. n. 196/2003 sulla tutela dei dati personali, informiamo che i dati raccolti, saranno trattati con la massima riservatezza e verranno utilizzati per
scopi inerenti la nostra attività. In ogni momento, a norma dell’art.7 del D.Lgs. n. 196/2003, si potrà chiedere l’accesso, la modifica, la cancellazione o
opporsi al trattamento dei dati scrivendo a Conad soc. coop. Via Michelino 59 40127 - Bologna.
CUCINARE | Insieme
5
È qui la frittura?
Dalle verdure alle carni, dai pesci
ai fiori... c’è una frittura per tutti!
Friggitrice o padella?
Scrivilo su
facebook.com/BeneInsiemeConad
L’olio giust
o devi usare
friggiamo cosi
Come ti friggo?
Gli oli più adatti alla frittura sono
nell’ordine: l’olio d’oliva e l’olio di
semi di arachide. Entrambi hanno
un punto di fumo più elevato rispetto ad
altri. L’olio d’oliva è comunque quello da
preferire.
Nidi di rondine
di spaghetti
45’
Fai attenzione al punto
di fumo!
L’olio non deve mai raggiungere il
punto di fumo, ovvero la temperatura
massima raggiungibile da un olio prima
che inizi a bruciare. A quel punto, infatti,
l’olio si altera chimicamente e sviluppa
sostanze tossiche (acroleina).
6
Quando l’olio è pronto
per friggere?
Immergi nell’olio sul fuoco un
cucchiaio di legno o uno stecchino.
Se attorno a esso si formano delle
bollicine, vuol dire che è il momento di
cuocere!
l’olio cotto Non si RIUSA,
ma si RICICLA!
L’olio cotto non va riutilizzato in cucina, ma neppure buttato. Va infatti
conferito negli appositi punti di raccolta
differenziata!
Spaghetti n°5 Conad
confezione da 500 g
se un buo
n fritto vu
oi m
angiare
766
kcal
1
Veg
INGREDIENTI per 4 persone:
400 g di spaghetti 4 - 5 gambi di
prezzemolo 2 uova 3 cucchiai di pesto
rosso, confezionato 30 g di Parmigiano,
grattugiato sale olio di semi di arachidi, per friggere
preparazione: Cuoci la pasta al
dente. Lava e trita finemente il prezzemolo. Mescola le uova con il pesto,
il prezzemolo e il Parmigiano. Scola
la pasta, falla sgocciolare bene e
aggiungila alle uova. Riscalda l’olio in
abbondanza in una padella capiente.
Prendi una forchettata di spaghetti
attorcigliandoli attorno alla forchetta
con l’aiuto di un cucchiaio, poi fai
scivolare un nido dopo l’altro nell’olio
caldo. Fai dorare i nidi di rondine da
ambo i lati e falli sgocciolare su carta
da cucina. Servili caldi.
CUCINARE | Insieme
Tempura di verdure,
erbette aromatiche
e gamberi
50’
658
kcal
1
ingredienti per 4 persone:
100 g di farina 100 g di amido alimentare 2 albumi 1/2 cucchiaino di
sale pepe, macinato fresco circa
1 l d’olio di semi di arachidi, per friggere
2 peperoni rossi 2 zucchine, piccole
4 cipollotti novelli 1 manciata di
basilico 1 manciata di foglie di carota
500 g di gamberi, puliti e sgusciati,
solo con la coda (salsa di soia, per
intingere)
preparazione: Setaccia la farina e
l’amido in una scodella. Aggiungi gli
albumi, insaporisci con sale e pepe
e mescola il tutto con una frusta.
Versa 300 ml d’acqua fredda (tutta
in una volta) poi mescola bene fino a
ricavarne una pastella liscia.
Riscalda l’olio in un tegame o in
una friggitrice (circa 170° C). Lava e
monda i peperoni e tagliali a listarelle. Lava le zucchine e tagliale a
fettine sottili per la lunghezza. Lava
e monda i cipollotti e tagliali a pezzi
di 6 cm di lunghezza. Stacca le foglie
di basilico dal gambo e stacca via le
foglie di carota. Dai una sciacquata
al basilico e alle foglie di carota, poi
tamponale con carta da cucina. Lava
i gamberi e tamponali con carta
da cucina. Immergi le verdure, le
erbette e i gamberi nella pastella e
fai friggere il tutto per 3-4’, le erbette
per 1-2’. Fai sgocciolare su carta da
cucina. Servi il tempura con scodelline di salsa di soia.
Farina di grano tenero 00 Conad
confezione da 1 kg
7
Olio extravergine di oliva
Olio di oliva
Olio di arachide
Olio di girasole
Olio di oliva Conad
confezione da 1 l
Melanzane impanate
con salsetta al basilico
55’
402
kcal
1
Olio di semi vari
Olio di soia
Olio di mais
Margarina
Veg
ingredienti per 4 persone:
2 melanzane, grosse sale
pepe, macinato fresco farina, quanto
basta 2 uova circa 100 g di pangrattato 2 cucchiai di Parmigiano, grattugiato 2 cucchiai di prezzemolo, tritato
olio d’oliva, per friggere 2 manciate di
foglie di basilico 1 spicchio d’aglio
2 cucchiai di succo di limone
8
preparazione: Lava le melanzane e
tagliale a fette di 5-6 mm di spessore.
Cospargile di sale e falle riposare per
circa 10’. Poi sciacquale con l’acqua
fredda e tamponale bene con carta da
cucina. Insaporisci tutte le fette con
il pepe e passale nella farina. Sbatti
le uova. Mescola il pangrattato con il
Parmigiano e il prezzemolo. Passa le
fette di melanzana prima nell’uovo
sbattuto e poi nel pangrattato. Riscalda 3-4 cucchiai l’olio in una padella
capiente e fai dorare le melanzane per
circa 2-3’ per lato, poi falle sgocciolare
su carta da cucina. Eventualmente
aggiungi ancora 2-3 cucchiai d’olio
prima di friggere una nuova porzione.
Per la salsetta versa in un frullatore
il basilico, l’aglio sbucciato, il succo di
limone, 1-2 cucchiai d’acqua fredda
e 3-4 cucchiai d’olio d’oliva e riduci il
tutto in purea. Aggiusta di sale e pepe
e servi la salsetta con le melanzane
fritte.
CUCINARE | Insieme
Cordon Bleu,
c’est moi!
Cordon Bleu
30’
536
kcal
1
ingredienti per 4 persone:
8 scaloppine di vitello, di circa 80 g
ciascuna circa 120 g di Asiago 4 fette
di prosciutto cotto sale pepe, macinato
fresco 3 - 4 cucchiai di farina 2 uova
circa 150 g di pangrattato burro chiarificato, per friggere
Il cordon bleu è una cotoletta di
carne impanata fritta e farcita
di prosciutto e formaggio. Nasce
in America intorno agli anni ’50,
ma si chiama così perché inventata presso la famosa e omonima scuola di cucina francese.
Oggi il termine si è esteso anche
per farciture a base di verdure.
preparazione: Lava la carne sotto
l’acqua corrente fredda, sbattila con
la parte liscia del batticarne e tamponala con carta da cucina. Taglia le
fette di formaggio e di prosciutto in
modo che non siano troppo larghe e
adagiale sulla metà di ogni scaloppina. Chiudi a libro con l’altra metà
della scaloppina, poi pressa un poco i
bordi con le dita. Insaporisci con sale
e pepe e infarina ogni cordon bleu.
Sbatti le uova. Passa ogni cordon bleu
nelle uova e poi nel pangrattato. Riscalda il burro in abbondanza in una
padella capiente e fai dorare i cordon
bleu per 3-4’ da ogni lato. Fai sgocciolare su carta da cucina e servili caldi.
Pane grattugiato Conad
confezione da 250 g
9
IN PROMOZIONE DA CONAD
dal 7 al 10 maggio
Asiago DOP
Sapori&Dintorni Conad
€ 7,50/kg
Dalla
foto di
apertura
Seppie Indopacifiche surgelate Conad
confezione da 500 g
Tempura
di spinaci
40’
Pesce, gamberi e
seppia fritti in pastella
377
kcal
1
Veg
ingredienti per 4 persone:
2 manciate di spinaci 1 uovo
2 cucchiai di salsa di soia, chiara 150 g
di farina 1 cucchiaino di lievito in polvere olio di semi di arachidi, per friggere
preparazione: Lava e monda gli spinaci e tamponali con carta da cucina.
Mescola l’uovo con la salsa di soia e
circa 200 ml di acqua freddissima.
Aggiungi la farina e il lievito in polvere e amalgama bene il tutto. Passa gli
spinaci nella pastella, falli sgocciolare
un poco e friggili nell’olio caldo (circa
170° C) per circa 1-2’. Fai sgocciolare
la tempura di spinaci su carta da
cucina e servila subito.
10
40’
INGREDIENTI per 4 persone:
175 g di amido alimentare 2 cucchiaini di lievito in polvere 2 albumi
1/2 cucchiaino di sale pepe, macinato fresco olio di semi di arachidi, per
friggere 300 g di gamberi, puliti, pronti
per cucinare 250 g di filetto di pesce,
merluzzo o asinello 250 g di anelli di
seppia
570
kcal
Olio di semi di arachide Conad
confezione da 1 l
1
preparazione: Mescola l’amido alimentare con il lievito in polvere e circa 175 ml d’acqua fredda. Incorpora
gli albumi montati a neve insieme al
sale. Insaporisci con il pepe. Riscalda
l’olio in un tegame capiente o in una
friggitrice a 180° C. Lava i gamberi,
il pesce e le seppie e tamponali con
carta da cucina. Taglia a bocconcini
i filetti di pesce e le seppie ad anello.
Immergi il tutto nella pastella e fallo
dorare nell’olio caldo per 2-3’. Fai
sgocciolare su carta da cucina e servi
subito.
Quale padella?
Scegli una padella dai bordi alti (eviterai che l’olio bollente fuoriesca durante
la cottura e si infiammi a contatto col
fuoco). Anche il fondo è importante:
deve essere pesante in modo da mantenere costante la temperatura.
CUCINARE | Insieme
Vitello in crosta
aromatica e Parma
20’
501
kcal
Parmigiano Reggiano grattugiato Conad
confezione da 100 g
2
ingredienti per 4 persone:
4 scaloppine di vitello, di circa 100 g ciascuna sale pepe olio d’oliva, quanto
basta 4 fette di prosciutto di Parma
1 rametto di rosmarino 2 rametti di
prezzemolo 100 g di burro morbido
80 g di Parmigiano, grattugiato 1
tuorlo d’uovo 70 g di pane bianco,
sbriciolato
preparazione: Riscalda il grill del forno. Sbatti e allarga le scaloppine, precedentemente piazzate fra due fogli
di pellicola trasparente, con la parte
liscia di un batticarne. Insaporisci con
sale e pepe. Riscalda 2 cucchiai d’olio
in una padella e fai dorare la carne
per 2’ da ogni lato. Poi avvolgi ogni
scaloppina con una fetta di prosciutto
e passala su un piatto resistente al
calore. Trita finemente gli aghi di 1/2
rametto di rosmarino e le foglie di
prezzemolo. Poi mescola il burro con
il Parmigiano, il tuorlo, le briciole di
pane, il rosmarino e il prezzemolo.
Spalma la pastella su ogni scaloppina.
Metti il piatto sotto al grill del forno e
fai dorare la crosta per circa 3’.
IL VINO
QUELLO GIUSTO
Le note, l’aroma e il sapore
di un buon vino esaltano i tuoi piatti
Abbinalo ai “Nidi di rondine di spaghetti”
Lambrusco Grasparossa
di Castelvetro Saccamore
Ha spuma cremosa; colore porpora lucido;
profumo fragrante di frutti di bosco (lampone, mora e ribes); sapore garbatamente
fruttato, frizzante e schietto, con piacevole
fondo di frutta matura. Si beve a 12°.
Abbinalo al “Pesce, gamberi e seppia fritti
in pastella”
Greco di Tufo DOCG
‘Nziria dei Principi
Da uve greco di tufo, ha colore giallo
paglierino vivido; profumo fragrante di
fiori amari e di frutta bianca, con ricordo
di muschio; sapore secco, pieno e sapido,
armonico, gradevolmente fruttato.
Si beve a 10/12°.
Abbinalo al “Vitello in crosta aromatica
e Parma”
IN PROMOZIONE DA CONAD
dal 21 al 24 maggio
Prosciutto Crudo di Parma DOP
Sapori&Dintorni Conad
€ 17,90/kg
Primitivo di Manduria DOC
Li Tamarici
Ha colore rosso porpora; profumo ampio,
fragrante di piccoli frutti, con ricordo di
spezie; sapore pieno, robusto, caldo e franco, con fondo fruttato e speziato.
Si beve a 16°.
11
e il burro?
Prugne secche denocciolate Conad
confezione da 500 g
Alcune fritture possono richiedere
l’utilizzo del burro, ma ricordati di
chiarificarlo. Il burro è composto da
una parte grassa e una parte proteica
(la caseina). Alle alte temperature la
caseina brucia facendo diventare nero il
burro e l’alimento.
Per chiarificare il burro, mettilo in
una ciotola, che a sua volta va posta
all’interno di un tegame pieno d’acqua.
Sciogli il burro a bagnomaria, poi filtra
il burro con un colino. Il grasso colerà
e la caseina resterà al di qua del filtro.
Ecco che il burro sarà pronto per la
frittura.
Prugne secche e mele
in pastella
35’
702
kcal
1
12
Ottime
a
merenda!
20’
470
kcal
1
Fiori di
sambuco fritti
INGREDIENTI per 4 persone:
8 - 12 fiori di sambuco 2 uova 180
g di farina 1 pizzico di sale circa 220
ml di vino bianco, secco 1 cucchiaio di
olio di semi circa 100 g di burro chiarificato, per friggere zucchero a velo, per
spolverizzare
INGREDIENTI per 4 persone:
2 uova 200 g di farina 300 ml di
vino bianco, secco 1 pizzico di semini di
vaniglia sale 1 cucchiaio di zucchero
200 g di prugne secche 200 mele Golden olio di semi di arachidi, per friggere
zucchero a velo, per spolverizzare
IN PROMOZIONE DA CONAD
dal 7 al 10 maggio
Mele Golden
Conad Percorso Qualità
€ 1,20/kg
preparazione: Dividi le uova. Mescola la farina con il vino e aggiungi
i tuorli, il burro e la vaniglia. Monta a
neve i tuorli con un pizzico di sale e
aggiungendo a poco a poco lo zucchero, poi incorporali alla pastella con il
vino. Riscalda l’olio in una friggitrice
o in un tegame capiente a 170° C.
Taglia a spicchi le mele. Immergi le
prugne e le mele nella pastella, falle
sgocciolare un poco e falle dorare
nell’olio per 2-3’. Poi falle sgocciolare
su carta da cucina. Servile spolverizzate di zucchero a velo.
preparazione: Scuoti un poco i
fiori per eliminare eventuali sporcizie. Sciacquali con delicatezza e
falli sgocciolare bene. Dividi le uova
e monta a neve gli albumi. Fai una
pastella con la farina, il sale e il vino,
aggiungi i tuorli e l’olio sbattendo con
le fruste elettriche. Infine incorpora
gli albumi montati a neve. Riscalda
il burro chiarificato in una padella.
Immergi bene i fiori nella pastella poi
tirali fuori e falli indorare nel burro
a fiamma moderata. Servili ben caldi
spolverizzati di zucchero a velo.
Zucchero a velo Conad
confezione da 125 g
CUCINARE | Insieme
i fresc hi d i primavera
condimenti
ideale tti!
ri
con i f
salsa aromatica allo yogurt
Versate lo
gr
yogu
l e (1 5 0
a
r
u
t
a
g)
rt n
250
Aggiungete lo
Ol
re e
e
i
h
c
c
r
i
ne l b frullato
di un
c
chiai
o
13
l’ OLIO
d
o
c
c
u
e il s
i
Lim
yogurt
a
l
l
a
a
s
E
l
a
s
Versate la ete le ERBE AROMaTICH
ggiung
a
,
a
l
o
t
io
c
te per bene
in una
a
l
o
c
s
e
m
e
uc
c
1
1c
uc
co
s
re
f
o
er
z
zen tate,
i
d
e
n
i
t
t
e
f
2 finemente tri
spicchio d’aglio pulito,
ERBA CIPOLLINA
o ino
v
e
io hia
one
BASILICO
2 cu c
chiaini
GREEN PASSION!
La passione per il verde in questa stagione esplode in ognuno di noi.
Anche se non si ha il pollice verde, qualche suggerimento per far fiorire
terrazzi, balconi, giardini e orto
A ogni pianta
il suo terriccio
Terricci specifici
14
Un terriccio naturale, privo
di impurità e realizzato con
compostato di origine vegetale
e torba bionda, favorisce
l’areazione delle radici e la
corretta gestione dell’acqua.
Una buona base,
prima di tutto
Concimi liquidi
Il concime liquido contiene una miscela
bilanciata di elementi nutritivi, quali
azoto, fosforo e potassio, che donano il
nutrimento necessario. Rispetta le dosi e
i tempi di somministrazione: risparmi e
non danneggi l’ambiente.
COMPRARE | Insieme
Il mio orto
Frutta,verdura ed erbe aromatiche in sementi
Una buona regola è invasare alcune delle
piantine seminate, per ciascuna specie. In
questo modo potrai effettuare sostituzioni in
caso di errori causati da brinate tardive.
ne
ero
Pep
A tutto fiore
Fiori vari in sementi
Tra le specie da seminare
a maggio, certamente c’è
la Zinnia. Fai attenzione
alla luce: ne necessita
parecchia durante il giorno
e ricordati di innaffiarla
solo quando il terreno sarà
completamente asciutto.
15
Nemici delle piante:
a noi due!
Insetticida per piante ornamentali e fiori
Contro afidi, mosche bianche, tripidi
e ragnetti rossi, può essere utile un
insetticida di contatto a base di Piretro
Naturale. Proteggerai le piante verdi
e anche quelle fiorite come: Rose,
Azalee, Begonie, Gerani, Ortensie,
Oleandri, Ficus, Dracaena, Filodendro.
Per combattere le infestanti nelle
aiuole fiorite, la corteccia da
pacciamatura è un’ottima alleata.
Una rosa che
aiuta a crescere
Dal 7 al 10 maggio in tutti i punti vendita Conad saranno in vendita
le piantine di rosa a favore della Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi
16
Anche quest’anno per la festa della
mamma, scegli di regalare una
piantina di rosa. Dal 7 al 10 maggio,
nei punti vendita Conad sarà possibile acquistarla per donare a tutte
le mamme un pensiero floreale. Con
questo gesto sosterremo in maniera
concreta i Centri Giovanili Don Mazzi,
che da anni sono impegnati nella
prevenzione dei disagi giovanili. Per
ogni piantina di rosa, infatti, Conad
devolverà parte del ricavato alla Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi.
Questo importante sostegno è stato
reso possibile grazie alla partnership
tra Conad e la Fondazione Centri
Giovanili Don Mazzi, che aiutano a
crescere in modo sano migliaia di
giovani adolescenti.
La loro mission è trasmettere ai
ragazzi una “Tremenda Voglia di
Vivere”, restando attivi su tutto il
territorio nazionale con luoghi di aggregazione e di sano divertimento. Lì i
giovani possono ritrovarsi e coltivare
talenti mostrando il meglio di sé.
Le mamme
fanno fiorire
il nostro lato
più amorevole.
€ 4,90
al pezzo
Con l’idea di “arrivare prima” del
disagio, i Centri Giovanili Don Mazzi
si rivolgono agli adolescenti e alle
famiglie attraverso 4 ruote educative:
sport, musica, teatro e volontariato.
Un motivo in più per coltivare un
amore speciale.
Conad | Insieme
Don Mazzi
Don Antonio Mazzi, veronese, classe
1929, dagli anni Settanta si occupa
di tossicodipendenza. Nel 1980 fonda
la Comunità Exodus per il recupero di
ragazzi con problemi di dipendenza e
da allora non ha mai smesso di occuparsi di disagio minorile.
Per il suo operato ha ricevuto tre lauree honoris causa in pedagogia.
5x1000
Puoi sostenere Exodus devolvendo
il tuo 5x1000 al momento della
dichiarazione dei redditi (Mod.
770, CUD o unico), apponendo
nell’apposito spazio dedicato
la tua firma e il codice fiscale
della Fondazione Exodus Onlus:
97181590155.
Grazie!
l’intervista
Perché nasce la Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi?
Nasce perché i nuovi disagi e i problemi,
come alcol, droga e altre dipendenze, non
possono più essere gestite come negli anni
’80. Questi centri sono un’evoluzione delle
comunità, perché non si basano solo sul
sostegno e la riabilitazione, piuttosto svolgono un’azione preventiva. Noi dobbiamo
arrivare prima che il disagio si crei.
La Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi a chi si rivolge?
Agli adolescenti, perché il mondo adolescenziale è sicuramente il più delicato.
Quanto sono diversi gli adolescenti di
oggi rispetto a quelli di vent’anni fa?
L’adolescenza oggi è anticipata. Vent’anni
fa era una fase lenta che copriva i 13-15
anni, oggi si verifica tra gli 11 e i 12 anni e
avviene in maniera esplosiva. Non abbiamo ancora capito il perché, ma tra i miei
chiodi fissi c’è la ristrutturazione della
scuola media inferiore. Bisogna ripensarla,
perché è ferma a 50 anni fa. I ragazzi di
oggi devono poter essere, attraverso attività formative creative, stimolati e appassionati dall’educazione. Bisognerebbe che
la scuola fosse strutturata in modo più
flessibile per riuscire a non annoiarli.
Quali sono le insidie più pericolose che i
giovani di oggi possono incontrare?
Rischiando di essere banale, dico il computer e il telefonino. Se fino a poco tempo
fa era lo spinello, l’alcol… ora moltissimi
ragazzi si chiudono in casa (e in loro stessi) per restare davanti al computer. Non lo
demonizzo, assolutamente: la tecnologia
ha molti aspetti positivi, ma se devo dire è
anche la dipendenza madre da cui derivano e partono altre dipendenze.
Uno degli obiettivi della Fondazione è
aiutare i giovani a sentirsi responsabili.
In che modo è possibile farlo?
Facendoli creare, facendoli partecipare insieme ad altri alla creazione di un qualcosa. Nelle realtà di oggi (famiglia e scuola),
non li coinvolgiamo e questo è sbagliato.
Si trovano tutto pronto, tutto fatto e non
va bene. Dobbiamo farli diventare protagonisti di quello che creano.
Quanto è importante la dimensione del
gioco nei bambini, uomini di domani?
La dimensione del gioco è importante fino
ai 100 anni di età. I nostri bambini non
giocano più, ma l’uomo deve giocare, per
poter divertirsi, gioire, sentirsi libero.
La Fondazione si propone di promuovere
e diffondere luoghi di aggregazione sani,
dove i giovani possono coltivare in modo
altrettanto sano il loro essere. Quali sono
le attività in grado di portare a quella che
lei definisce “la vera nascita dell’individuo”?
In realtà sono molto semplici e si basano
sull’uso terapeutico di attività sportive,
quali la mountain bike, la barca e la cam-
minata. È attraverso un percorso fisico
che si può compiere un percorso interiore
capace di farci crescere.
Sono moltissimi i progetti che la Fondazione promuove, dalla musica al teatro,
passando per la lettura e lo sport. Di
quale di questi progetti va più fiero?
Di tutti, perché partono dalle idee di Don
Bosco. La differenza è che noi le abbiamo
rese attuali.
Chi lavora nei Centri Giovanili Don
Mazzi?
Moltissime persone, da educatori ad
animatori, e anche allenatori, atleti e
musicisti.
Come si può sostenere la Fondazione
Centri Giovanili Don Mazzi?
Con gli sms, quando capita l’opportunità
di seguire progetti che prevedono di donare tramite telefonino, oppure attraverso la
donazione del 5xmille o con l’acquisto di
una piantina di rose, come questa iniziativa con Conad prevede.
www.fcgdonmazzi.org
17
il buono del biologico
dal 1978
alce nero.
CIBO VERO
OGNI GIORNO.
Chi mangia sano, biologico e italiano
sceglie Alce Nero, un Cibo Vero, che
nutre bene. Vero come il rispetto per la
terra degli oltre mille soci agricoltori;
vero come il gusto di materie prime
coltivate con cura e sapienza; vero perché
racconta tutto di sé.
ALCE NERO È UNA PARTE DI TE.
OGNI GIORNO DI PIÙ.
www.alcenero.com
Seguici anche su fattidibio.com
e
STAR BENE | Insieme
Per il corpo
e per la mente
Le tecniche di massaggio che fanno bene anche all’organismo.
Per un benessere total body
19
e benessere a
x
a
l
360 °
re
massaggio shiatsu
I
l massaggio è una coccola che
spesso ci concediamo per rilassarci, ma i massaggi, al di là della
loro funzione defaticante, influenzano tutto il nostro corpo. Per questo
è importante sapersi orientare in
questo ampio mondo che racchiude diverse tipologie e tecniche se
non addirittura delle vere e proprie
filosofie.
Ne esistono, infatti, moltissimi e,
a seconda della tecnica, svolgono
azioni diverse.
Oltre a interessare la muscolatura
e il sistema scheletrico, possono
influenzare: il sistema nervoso, la
circolazione del sangue, il sistema
ormonale, il sistema respiratorio e il
sistema digestivo.
A OGNI MANUALITÀ,
UN EFFETTO
Tra le principali possiamo distinguere: la pressione, o manualità di base,
che favorisce il rilassamento dei muscoli e il flusso sanguigno. Da questa
derivano le successive, ovvero: lo
sfioramento, che può essere utilizzato per stendere l’olio, se il tipo di
massaggio lo richiede, e scaldare il
corpo per i movimenti successivi.
Lo sfregamento serve a drenare e
prevede tre intensità: cutanea, sottocutanea e muscolare; la frizione,
invece, è capace di sciogliere eventuali aderenze. L’impastamento
dona elasticità ai tessuti, mentre
la percussione o battitura serve a
vasodilatare. Infine, c’è la vibrazione, capace di produrre sul soggetto
un effetto sedativo o stimolante a
seconda dell’intensità.
20
massaggio classico
È ideale per un trattamento estetico
completo. È in grado di favorire la
circolazione e quindi è adatto anche
a chi segue diete dimagranti. La
sequenza manipolatoria principale
prevede movimenti, con tutta la
mano o solo con le dita, di: modellamento, frizione, sfioramento, rotazione, pressioni, leggere percussioni,
vibrazioni.
Si tratta di un massaggio misto,
che deriva dalla fusione dell’antico
massaggio giapponese con l’agopressione e la digitopressione cinese.
Si esercita con tutto il corpo: la
punta delle dita, le nocche, il palmo
delle mani, il gomito o il ginocchio, a
seconda della stimolazione ricercata.
Richiede la partecipazione attiva del
soggetto che, durante le stimolazioni, deve effettuare delle respirazioni.
Lo shiatsu prima di tutto è una filosofia di vita che si basa sull’intui­
zione che, alcune malattie possono
fare apparire al tatto alcune parti
del corpo più fredde o più calde,
più solide o più molli. Da questa
considerazione nasce l’idea che nel
corpo umano l’energia vitale circoli
in canali ben precisi, i “meridiani”, a
cui si associano organi e porzioni del
corpo specifiche.
Lo shiatsu interviene su questi canali e conseguentemente sul sistema
nervoso; dona immediato beneficio,
rappresentando uno dei migliori
massaggi per combattere lo stress.
massaggio ayurvedico
Questo tipo di massaggio è antico e nasce in India; è in grado di
riequilibrare l’organismo, combattere lo stress e migliorare il sonno. È
considerato inoltre anche un valido
aiuto per la cura delle malattie e ha
effetti di potenziamento delle difese
naturali. Agisce sugli organi interni
e preserva le aree vitali del corpo
(marma), mantenendole in ottime
condizioni.
Tra le funzioni benefiche più importanti va segnalata l’attivazione
della circolazione sia sanguigna che
linfatica. Svolge inoltre un’azione
benefica sulla colonna, tonifica i
muscoli, riequilibra i livelli ormonali e favorisce l’eliminazione delle
tossine.
e bene sapere che
I massaggi sono sconsigliati durante
la fase acuta di un’infiammazione (strappi o distorsioni). Meglio
aspettare dalle ventiquattro alle
quarantotto ore prima di effettuare il
massaggio sulla zona interessata.
Chi soffre di ipertensione, flebiti,
problemi cardiaci o circolatori particolarmente seri deve sempre prima
consultare il medico.
STAR BENE | Insieme
massaggio tuina
Tecnica di massaggio cinese capace
di attivare l’energia vitale ovvero
quello che viene chiamato Qi.
L’abilità di manipolazione del
massaggiatore e la sua esperienza
caratterizzano i benefici: l’azione
deve essere leggera ma non superficiale, vigorosa ma senza esagerare e
persistente per durare quanto basta
per avere efficacia. Questo massaggio attiva la circolazione e migliora
l’ampiezza e la capacità articolare.
Aiuta a ristabilire le funzioni normali fisiche e fisiologiche.
massaggi fai da te
per un viso sempre giovane
PER IL VOLTO
massaggio hawaiano
Originario delle isole Hawaii, questo
trattamento può essere eseguito contemporaneamente da due
massaggiatori. Svolge un’efficace e
piacevole manipolazione dei muscoli
e del tessuto connettivo, migliorando
la circolazione, il movimento delle
articolazioni e anche il metabolismo,
grazie al calore che il massaggio è in
grado di sprigionare. Si effettua con
sfioramenti a secco o con l’applicazione di oli e creme oppure con
l’azione combinata di una leggera
pioggia di acqua di mare calda.
Con le dita unite, appoggia le mani, una
a destra e una a sinistra, del mento.
Falle scorrere lungo la mascella fino
all’attaccatura delle orecchie. Ripeti lo
stesso movimento partendo dalla base
del naso fino a raggiungere le tempie.
PER LA FRONTE
21
i meditativi
massaggio svedese
Non solo un semplice massaggio,
ma anche una tecnica di meditazione. È una sintesi di diverse tecniche che inducono, attraverso una
manipolazione dei muscoli con l’uso
di appositi oli, a ritrovare se stessi.
È indicato per migliorare la circolazione sanguigna, alleviare i dolori
muscolari, allentare la tensione e
dare rilassamento.
(A)
massaggio taoista
È una tecnica che si basa sulla
tradizione millenaria dell’equilibrio
dei principi opposti dello yin e dello
yang. Interviene per ristabilirne
l’armonia, essendo il corpo governato dall’equilibrio tra yin-yang: nel
malessere è possibile che tale stato
armonico abbia subito un’alterazione. Attraverso il massaggio e
la riflessione, il benessere viene
riequilibrato.
(B)
Fai scorrere le mani (con le dita unite)
in modo orizzontale, da una tempia
all’altra. Successivamente, per distendere
i muscoli frontali, apri le dita e ripeti lo
stesso esercizio (A). Con il polso rivolto
verso il basso, appoggia i polpastrelli di
una mano tra le sopracciglia e, alternando le mani, fai scorrere le dita unite verso
l’attaccatura dei capelli (B).
PER IL CONTORNO OCCHI
Sull’angolo interno dell’occhio appoggia i polpastrelli dell’indice e del medio
uniti. Muovi i polpastrelli sulle palpebre
(l’indice sulla parte superiore, il medio su
quella inferiore) fino alle tempie, dove le
dita tornano a unirsi. Ricorda: effettua
il movimento contemporaneamente su
entrambi gli occhi.
22
VIAGGIARE | Insieme
Vacanze baresi
Un fine settimana a Bari città.
Tra quella vecchia e quella nuova.
23
Antichissimo crocevia del Mediterraneo, capoluogo della Puglia, Bari è
una città profondamente segnata dal
rapporto col mare che la circonda per
tre quarti. Oggi mantiene una solida
tradizione mercantile e il suo porto è
il maggiore scalo passeggeri del Mar
Adriatico.
I suoi abitanti amano ripetere questa
frase in dialetto: “Se Parigi avesse il
mare, sarebbe una piccola Bari”. Dietro questa simpatica iperbole, si cela
molto della loro cordiale ospitalità,
del loro spiccato senso dell’umorismo
e dell’orgoglio per la loro città, una
bellezza tutta da scoprire.
Primo giorno
mattina:
A SPASSO NELLA BARI VECCHIA
Cominciamo il nostro viaggio, la
mattina del primo giorno, inoltrandoci
nella parte antica, meglio conosciuta come Bari Vecchia. Quello che vi
aspetta è un gustoso concentrato di
storia, fatto di stradine tortuose, di vicoli strettissimi e di angiporti, di suoni
e colori, di antichi palazzi e di un’aria
folk che si respira a ogni passo.
Il cuore commerciale della Città Vecchia è diviso fra le due piazze attigue,
ricche di locali e spesso molto affollate: Piazza Ferrarese (dal mercante
nato a Ferrara nel ‘600, che prosperò
a Bari e che in piazza acquistò diversi
Palazzi) la sede del grande mercato
ittico e Piazza Mercantile. Su quest’ultima si trova il cosiddetto Sedile dei
24
Nobili, l’antica sede del Municipio e la
Colonna della Giustizia, nota anche
come “Colonna degli infami”. Qui, vi
trovate vicino a un gigantesco e bellissimo leone (tranquilli è di pietra). E
proprio qui, un tempo, venivano legati
i debitori insolventi e i ladri, affinché
potessero subire le ire del popolo.
Poco distante, in Largo Abate Elia,
sorge la meravigliosa Basilica di San
Nicola, considerata il simbolo della
città e una delle perle del romanico
pugliese. La Basilica di San Nicola è
aperta dal lunedì al sabato dalle 7 alle
20.30, la domenica dalle 7 alle 22.
pomeriggio
Continuiamo ad assaporare tutto il
fascino della città vecchia imboccando
la strada del Carmine. A quel punto vi
Se siete giunti in treno (o in aereo) avete
il vantaggio di poter girare tranquillamente a piedi senza l’ansia e la perdita
di tempo che provoca la ricerca del
posteggio per l’automobile. Questo è il
nostro consiglio, anche perché Bari si
visita in maniera agevole: i luoghi più
interessanti sono tutti ragionevolmente
vicini e si possono raggiungere a piedi
(o perché no, in bicicletta), passeggiando
(o pedalando) con calma per godersi tutte le bellezze durante il breve tragitto.
Per chi vi arriva in auto, la cosa migliore
è lasciarla fuori dalla città e usufruire
del servizio Park & Ride.
(www.amtab.it )
basteranno pochi passi per ritrovarvi
davanti alla Basilica di San Sabino,
interessante esempio della compresenza di diversi stili. Sulla sinistra
lo vedete quell’edificio dalla forma
circolare? Quella è la Trulla, l’antico
battistero, oggi adibito a sagrestia.
Il nostro primo pomeriggio può ter-
VIAGGIARE | Insieme
minare con una breve visita al Museo
Diocesano, dove troverete alcuni
esemplari di Exultet, antichi rotoli di
pergamena utilizzati per la preghiera
cantata del sabato Santo. Pare che
un tempo il diacono, dall’ambone,
srotolasse la lunga pergamena man
mano che la messa veniva cantata,
permettendo così ai fedeli di seguire
la preghiera, e contemporaneamente
vedere le immagini in una sorta di
cinema manuale a tema mistico.
DOPO LE ORE 20.30 - CENA
Dopo questa prima scorpacciata di
arte, anche lo stomaco vorrà la sua
ricompensa: se a pranzo vi siete
limitati a uno spuntino, magari
per non perder troppo tempo fra
una visita e l’altra, per cena ritro-
vate il piacere di sedervi a tavola
per godere dei sapori genuini della
cucina pugliese. Potreste farlo nel
ristorante quasi cinquantenario “La
Pignata” (C.so Vittorio Emanuele II)
non molto distante da dove vi trovate.
Un piatto di orecchiette ci sembra
quasi scontato (le più note sono con
le cime di rapa) ma suggeriamo pure
le strascinate al ragù di braciola. Poi,
per non appesantirvi troppo, potreste optare per uno dei tanti piatti
di mare: piccoli polpi, spiedini di
gamberoni, filetti di triglie, alici, ricci
di mare, tutto rigorosamente condito
con il favoloso olio extravergine pugliese. La Puglia è una terra di grandi
vitigni per cui non vi è che l’imbarazzo della scelta: Gioia del Colle, Gravina, Castel del Monte, Locorotondo,
sono tutti eccellenti vini doc.
25
E LE CHIAMANO CHIANCHE
Mentre camminate, date uno sguardo
alle pietre che lastricano i viottoli di Bari
Vecchia.
Si chiamano chianche e hanno un’origine
che merita di essere raccontata.
Nella formazione originaria erano di due
colori, bianche e nere, e non venivano posizionate a caso. Il centro storico della città fu anticamente progettato con l’intento
di costituire una vera e propria prigione
a cielo aperto per quei detenuti che non
ci stavano nelle carceri (evidentemente il
sovraffollamento è un problema atavico).
Le chianche erano una sorta di codice
segreto: nere nel mezzo, la strada portava
verso il centro città, nere ai lati la strada
portava verso l’esterno. Così i colpevoli
di reati minori, venivano “liberati” qui
dentro e, confusi da questa segnaletica,
finivano col perdere ogni volta la via di
fuga.
Ormai non c’è più differenza tra chianche
chiare e scure perché durante i lavori per
l’urbanizzazione del borgo, fra le proteste
dei cultori delle tradizioni e degli storiografi, sono state distrutte.
ind stu panoram!
m
a
i
h
c
Ac
[guardate questo panorama!
(questa meraviglia)]
U’ pulp se coce dind
soje
a
u
q
c
a
’
all
[il polpo si cuoce dentro
alla sua acqua]
26
LA MOVIDA BARESE
Alzati da tavola siete già pronti per
la serata. La movida barese infatti si
dipana tutta nella città vecchia, lungo
i vicoli dei quartiere popolare, dove vi
aspettano tantissimi locali.
L’Alterno è uno dei più in voga della
movida barese e una delle location
principali per quanto riguarda la
lounge music. Questo è un Deejay Bar
aperto tutte le sere: quella del giovedì
è da sempre dedicata alla gioventù
universitaria della città.
In Piazza Mercantile c’è il Bari Città
Vecchia, un luogo storico (pare sia
stato il primo bar in assoluto della
città) che oggi è diventato un modernissimo American Bar dotato di un
ampio spazio esterno, ben riparato e
di una saletta interna dove quasi ogni
sera, si possono ascoltare concerti
acustici o anteprime di lavori musicali di prossima uscita.
Se siete di quelli che a una certa ora
vengono raggiunti da un languorino,
niente paura! A due passi dal Petruzzelli, in una splendida struttura con
volte a botte c’è il Mammamia: locale
che, oltre a un’ampia scelta di bevande, offre la possibilità di cene leggere
a base di piccoli involtini di pesce
spada, gamberetti impanati con semi
di sesamo o ancora tonno alla griglia.
L’atmosfera è quella giusta, luci soft,
musica lounge o soft pop in sottofondo.
Infine, per gli amanti dell’esotico,
ecco il Matiti Brown, uno dei locali
più eccentrici del capoluogo pugliese.
Cocktail caffè in cui le calde tonalità
africane si mescolano con la movida barese. Con un arredamento che
ricorda il “continente nero”: bancone
zebrato, poltroncine di vimini, tavolini a forma di tamburo e una testa di
rinoceronte che domina dall’alto.
Se alla folla e al chiasso della movida
preferite la pace di una passeggiata
romantica, nessun posto è più adatto
del Lungomare per tutte le sfumature che la luce dorata della luna
sa conferire ai flutti in una cornice
che, senza dubbio, vi offrirà intense
emozioni.
VIAGGIARE | Insieme
Secondo giorno
mattina
Per la nostra seconda giornata,
torniamo nelle vicinanze della
Cattedrale di San Sabino: alle sue
spalle si erge il Castello Normanno
Svevo, l’imponente fortificazione che
sembra “un gigante intento a scrutare
l’Adriatico”, voluta dal re normanno
Ruggero e poi ricostruito e fortificato
da Federico II. Il Castello, che ancora
oggi è adibito per lo più a mostre di
arte contemporanea, si presenta circondato dall’antico fossato, e mantiene un fascino immortale. Col tempo è
divenuto uno dei grandi simboli della
città e merita sicuramente una visita
(si accede dal lato sud).
Varcate il ponte sul fossato, entrate
nel cortile tra i baluardi e il mastio
svevo: vi sembrerà (specie se avete
bambini con voi) di essere sul set di
un film su Re Artù o fra le pagine dei
grandi poemi cavallereschi.
Il capoluogo della Puglia è una capitale dello street food, per cui, per uno
spuntino veloce, vi consigliamo di
lasciarvi tentare dalle focacce baresi,
con olio, pomodorini freschi e olive
nostrane: semplicemente sfiziose!
PRIMO POMERIGGIO:
UN QUARTIERE DI NOME BORGO
Una volta fatto “rifornimento”,
dirigetevi verso il quartiere (o borgo)
murattiano, forse il più vibrante del
capoluogo. La zona infatti ospita tra
i più frequentati e vitali luoghi della
città come Corso Vittorio Emanuele II
a Piazza Umberto I su cui prospetta
maestoso il palazzo dell’Università
degli Studi.
Nel borgo, andate ad ammirare la
bellezza che toglie il fiato del Teatro
Petruzzelli.
Situato nel centralissimo Corso Cavour, è il contenitore culturale della
città e della sua gloria passata. Ma
è anche e soprattutto il simbolo di
una Bari che, con volontà e determinazione ha saputo rinascere. Eretto
nel 1903, il suo palcoscenico ospitò
le opere di giganti quali Rossini,
Verdi, Bellini. Poi, nel 1991, il teatro
fu distrutto da un terribile incendio
doloso.
Dopo varie peripezie burocratiche e
legali, nel 2009 ha riaperto in tutto
il suo splendore, con una grandiosa
cerimonia ed è a tutt’oggi il quarto
teatro d’Italia per dimensioni e il più
grande teatro privato d’Europa.
(www.fondazionepetruzzelli.it)
San Nicola: la ricorrenza
fra storia e mito
Bari è nota per le reliquie di San
Nicola conservate nella omonima Basilica che è uno dei centri
prediletti dalla Chiesa ortodossa in
Occidente.
Era il 1087 quando alcuni marinai baresi, trafugarono i resti di
San Nicola dall’Anatolia; qualche
anno dopo fu eretta la basilica in
suo onore, che assieme al Castello
Normanno-Svevo disegna il profilo
di Bari Vecchia.
Secondo la tradizione, dalle ossa
di San Nicola, che riposano sotto
l’altare costruito nella cripta
della Basilica, fuoriesce un liquido,
chiamato Manna. Ogni anno il 9
maggio, Bari ricorda il “suo” santo,
con rievocazioni storiche e una celebrazione religiosa al termine della
quale, la Manna viene prelevata
dalla tomba del Santo inserendovi
una cannula in oro e argento che
aspira il liquido sacro.
(www.corteostoricosannicola.com )
A Bari, oltre alla già nominata basilica, c’è anche la Chiesa
ortodossa russa di San Nicola, che
non troppi anni fa è stata formalmente consegnata alla Russia: c’è
da sapere infatti che San Nicola
è santo anche ortodosso, e visto
l’importante “doppio incarico”, non
gli si è voluta negare una “duplice
residenza”.
27
la focaccia barese
Più soffice della pizza,
va mangiata bella calda.
Rigorosamente con le mani
28
Prodotto lievitato da forno, la
Focaccia barese nasce come
variante al pane di grano duro,
ma diventa la specialità che oggi
conosciamo anche per ispirazione
alla sua “parente” genovese.
La ricetta è antica e viene
tramandata da generazione in
generazione e anche per questo
può avere diverse varianti: con
pomodori freschi e olive, alle
patate, con rosmarino e sale
grosso o con melanzane.
Nella sua versione più tipica,
la base della focaccia si ottiene
amalgamando: semola, patate
lesse, sale, lievito e acqua,
così da ottenere un impasto
piuttosto elastico, molle ma non
appiccicoso, che viene lasciato
lievitare su di una teglia tonda
unta con molto olio extra vergine
di oliva, quindi lasciato lievitare
ancora e guarnito. Poi cotto,
preferibilmente in forno a legna.
Panificio Fiore
nel borgo antico, a due passi dalla
Basilica di San Nicola.
iun
g
d
u
U saz’ n
un cred a
VIAGGIARE | Insieme
[il sazio non crede al digiuno]
29
voglia di mare?
Certo siamo a maggio e se amate il
sole e il mare, potreste anche concedervi una breve gita sul litorale.
A pochi passi dal centro cittadino troverete la amatissima (dai turisti e dai
locali) Pane e Pomodoro, una spiaggia con sabbia molto fine, circondata
da diverse aree verdi, ideale anche
per un picnic o per una semplice
passeggiata a piedi nudi sull’arenile.
Pane e Pomodoro, costituisce una rarità, giacché, pur trovandosi sul mare,
Bari non offre molte spiagge degne di
essere visitate.
Per raggiungere dei veri paradisi però,
basta spostarsi un po’ a nord (Giovinazzo) oppure verso sud (Ostuni,
Capitolo) per un mare da cartolina.
Questo dipende soprattutto da quanto tempo avrete a disposizione.
SPUNTINO E… VIA CON LO
SHOPPING!
Se è già arrivata l’ora di pranzo, restate nel borgo murattiano: la Vineria il
pane e le rose propone insalatine di
mare tiepide, ampia scelta di salumi
e, ovviamente, un mega assortimento
di vini.
Nel pomeriggio potete scegliere: se
avete voglia di un po’ di sano shopping, ritornate davanti al Teatro
Petruzzelli. Proprio da lì, da Corso
Cavour partono le più famose vie
dello shopping barese fra cui la
regina e senza dubbio Via Sparano:
un’area pedonale di quasi 800 metri
in cui si alternano prestigiose boutique e negozi di ogni tipo, adatti a ogni
genere di tasche. A spasso fra vetrine,
circondati dal vociare nel caratteristico dialetto barese, godetevi il clima
mite, i profumi e i colori del luogo.
SULLA MURAGLIA BARESE
Sul far della sera, se avete anche
solo mezz’ora di tempo, non perdetevi una passeggiata sulla Muraglia,
le antiche mura del centro di Bari,
ancora integre. Da un lato avrete
l’abbraccio del mare aperto, dall’altro la sagoma caratteristica delle
vecchie case dei quartieri popolari.
Consigliamo di andarci nel tardo pomeriggio, (18,30/19) quando di solito
sono meno affollate per trovare un
benefico rifugio dal rumore del traffico, in un luogo conservatosi benissimo a dispetto dei secoli.
il mare intorno a bari...
lie
Bi
g
sce
T r an
i
g n a n o a ma
Poli
re
E PER FINIRE: APERITIVO
30
A Bari, come un po’ in tutte le città
del sud, si usa cenare non prima
delle 20.30 per cui, terminata la passeggiata sulla Muraglia, può starci
un buon aperitivo che, soprattutto in
questa stagione, si usa consumare
all’aperto. Tra i luoghi prediletti dai
baresi per questo rituale, sono proprio le vecchie mura oppure Piazza
Ferrarese, dove li troverete a chiacchierare al fresco.
Le location alternative sono: il Caffè
Borghese (in Corso Vittorio Emanuele II, vicino al Castello Svevo), fra i
più antichi della città e il Caffè Italiano (in Via Matarrese), il più amato
dai giovani e da loro sempre affollato
per l’ampia offerta di stuzzichini e
birre.
Mattia Scarsi
Giovina
zz
o
lf e t t a
o
M
Celebrità baresi
Oltre al grande compositore settecentesco
Niccolò Piccinni, Bari ha avuto e ha altri
figli illustri, come lo scrittore di noir, che
scala le classifiche Gianrico Carofiglio,
la cantante Anna Oxa, gli attori Emilio
Solfrizzi ed Ettore Bassi, e Giovanni
Laterza, fondatore dell’omonima casa
editrice.
VIAGGIARE | Insieme
Maritati Pugliesi
Alta espressione della tradizione
culinaria pugliese, questa pasta porta
in tavola l’abilità artigianale con la
perfetta combinazione di orecchiette
e maccheroncini.
I maccheroncini, dalla caratteristica
forma allungata e le orecchiette, a
forma di piccola cupola, sono preparati esclusivamente con semola
di grano duro e acqua. La pasta è
essiccata lentamente, a basse temperature.
Scopri tutti i prodotti
Sapori&Dintorni Conad su
www.conad.it
Maritati al Cacioricotta e Fave
1h
1
ingredienti per 4/6 persone:
Pasta “Maritati” Sapori&Dintorni Conad gr. 350 cacioricotta grattugiato
gr. 150 pomodorini freschi gr. 800
fave fresche (già sgusciate) gr. 250
olio extravergine d’oliva 4 cucchiai
zafferano 1 bustina radice di
zenzero fresca uno spicchio d’aglio
sale pepe
preparazione:
Prendiamo una padella grande, larga
e bassa e versiamo l’olio extra vergine, lo spicchio d’aglio tagliato a metà
e alcune fettine di radice di zenzero,
tagliate molto sottili.
Facciamo leggermente soffriggere
a fuoco basso, naturalmente senza
bruciare gli ingredienti.
Poi aggiungiamo le fave fresche e
quindi, togliamo l’aglio e versiamo i
nostri pomodorini (anche quelli d’inverno vanno bene) precedentemente
tagliati a metà. Aggiustiamo di sale
(eventualmente un po’ di pepe),
ma facciamo attenzione perché il
cacioricotta solitamente è piuttosto
saporito; si consiglia di assaggiarla
per poi regolarci di conseguenza.
Cuciniamo quindi quello che sarà
il condimento della nostra pasta,
sempre a fuoco basso per almeno
mezz’ora.
Siamo pronti per preparare la nostra
pasta. Mettiamo a bollire la pasta
e la scoliamo “molto” al dente. La
versiamo in una padella per farla
saltare con la bustina di zafferano,
precedentemente disciolta in poca
acqua di cottura, finche la nostra
pasta non risulta ben colorata.
A questo punto versiamo la pasta
nella padella col condimento e la
mantechiamo per qualche minuto.
A fuoco spento aggiungiamo parte
del cacioricotta e mescoliamo per
bene. Servendo il piatto in tavola,
guarniremo ancora con un po’ di cacioricotta e magari una foglia di erba
aromatica o un fiore.
31
allergie e intolleranze alimentari
Quando il cibo è nemico. Le reazioni alimentari:
l’allergia
alimentare
32
È una reazione del nostro organismo
avversa a una piccola quantità di uno
specifico alimento o di un insieme di
alimenti. Questa reazione coinvolge il
sistema immunitario che, a sua volta,
attiva gli IgE, degli anticorpi che entrando in contatto con l’allergene portano alla dilatazione dei vasi sanguigni
e alla contrazione dei muscoli dei polmoni, dello stomaco e della vescica.
ia
da
lto
cosa sono e come si manifestano
nt
e
alim
io
h
c
ris
Granoturco
Uova
come si manifesta
I sintomi delle allergie alimentari si
verificano nel giro di minuti (da 2-3
minuti a 30-120 minuti) dall’ingestione dell’alimento a cui si è allergici e
possono essere: prurito, disturbi gastrointestinali, difficoltà di respirazione, eruzioni cutanee. Nei casi più gravi, l’allergia può dare origine anche a
shock anafilattico.
Latte
come si riconosce
Per diagnosticare le allergie alimentari
i metodi più comunemente utilizzati sono i test cutanei (skin prick test)
e la ricerca degli anticorpi specifici di
classe IgE nel sangue mediante prove
immunochimiche (RAST, ELISA, CAP,
FEIA).
Le allergie più diffuse: Granturco,
Uova e Latte.
Alimenti sostitutivi: Grano Sarace-
no, Segala e Avena, Gelatina (sostituisce le
uova nella preparazione dei dolci), Latte di
soia e derivati.
Pollo
Tacchino
alimenti a basso
Cavolfifiore/
Pere
Broccolo
MANGIARE | Insieme
l’intolleranza
alimentare
Sono reazioni non tossiche (legate
cioè alla suscettibilità individuale verso determinati alimenti e non
causate dalla presenza di tossine
nell’alimento) in cui sono coinvolti
meccanismi patogenetici diversi dal
sistema immunitario.
A differenza dell’allergia, non è una
risposta immunologica e quindi non
coinvolge il sistema immunitario. Di
solito è causata da difetti enzimatici
(tra i più noti la celiachia e l’intolleranza al lattosio), ma le intolleranze
possono anche essere farmacologiche (intolleranza a determinati medicinali) o psicologiche (associazione di
un determinato alimento a un evento
traumatico).
Le reazioni più comuni di un’intolleranza alimentare sono: vampate al
volto, arrossamenti cutanei, brusca diminuzione della pressione, emicrania,
dolori e crampi allo stomaco, diarrea
e vomito.
Pomodori
a
nti
alime
Frutta secca
d
Spezie
Pesce e crostacei
Patate
dolci
Carote
Olio
d’oliva
come si riconosce
Per la maggior parte delle intolleranze alimentari non sono disponibili test
diagnostici specifici e la diagnosi viene
formulata sulla base del quadro clinico generale. Lo specialista vi giunge,
di solito, dopo aver escluso un’allergia
alimentare.
`
Saperne di piu
io
isch
or
alt
Fragole
rischio di allergia
Luca Borelli
Dietista
come si manifesta
Pesche
Riso
Per diagnosticare la celiachia, intolleranza permanente al glutine si ricorre
a un esame del sangue in cui vengono
ricercati alcuni anticorpi. Se vengono
trovati si passa a una biopsia intestinale per verificare l’eventuale presenza di
atrofia dei villi.
Per diagnosticare l’intolleranza al lattosio si ricorre al Breath Test al lattosio
che permette di rilevare la quantità di
idrogeno che viene espirata prima e
dopo la somministrazione di lattosio,
consentendo di evidenziare la carenza
di lattasi responsabile dell’intolleranza.
Questo esame orienterà in modo univoco la dieta del soggetto.
Coniglio
33
CRESCERE | Insieme
AAA baby-sitter
Come scegliere la persona che si prende cura del bambino
Patrizia Baldrighi
Pedagogista
quando i genitori sono impegnati
L
a baby-sitter, o la tata, non è un
genitore, ma lo sostituisce nel
momento in cui è presente.
È importante sapere scegliere in modo
maturo questo nostro “sostituto” perché la tata trasmette se stessa, con i
suoi valori, le sue abitudini, i suoi atteggiamenti e i suoi pensieri.
Va da sé, inoltre, che il bambino quanto
più è piccolo quanto più assorbe, indipendentemente dalla sua volontà.
Ecco perché la scelta della baby-sitter
o della tata deve essere fatta in modo
cosciente e responsabile.
Quando serve
la baby-sitter
Quando il genitore è assente perché è
al lavoro o è impegnato e/o i nonni non
sono disponibili. Chiamarla serve a
sostituire il genitore nell’accudimento
del bambino nelle attività quotidiane,
dai compiti scolastici agli impegni post
scolastici, e, nel caso dei bambini più
piccoli, in sostituzione dell’asilo nido,
oppure per trasmettere le competenze
in una lingua straniera, ecco ad esempio la figura della nanny inglese.
35
a professionale e pr
z
n
e
t
e
p
m
o
C
aticitàa
'
Empatia
Passione
cosa chiedere alla persona
che trascorrerà del tempo
con il vostro bambino
• Attenzione incondizionata: il tempo
trascorso con il bambino deve essere
a lui interamente dedicato.
• Linguaggio corretto, adeguato
all’età e consono alla situazione.
• Rispetto delle regole: siate chiari
nelle richieste e nelle indicazioni.
• Rispetto degli ambienti su cui ricade il compito di gestione dei bambini:
non approfittate della sua presenza
per accedere a compiti di gestione
e riordino che non sono compresi
nell’accordo.
Come scegliere
la persona giusta
Innanzitutto, visto che affiderete a
questa figura il vostro bambino, è
bene raggiungere il giusto grado di
conoscenza, per questo è importante
sapere qualcosa di lei in merito alla
sua famiglia, alla sua formazione
culturale e professionale, alle altre
sue eventuali occupazioni e passioni.
È bene pertanto richiederle le sue referenze: da chi ha lavorato precedentemente, per quanto tempo, con quali
mansioni, di chi si è occupata, l’età
dei bambini che ha gestito, perché è
terminato il rapporto.
Se desiderate mantenere una linea di
coerenza tra ciò che siete voi e colei
che vi sostituirà verificate gli atteggiamenti che vi rispecchiano e, se
qualcosa non vi piace, con estrema
delicatezza e rispetto, indagate su
un’eventuale disponibilità ad apportare qualche leggera modifica ai suoi
atteggiamenti non in linea con i vostri.
Detto questo, cercate anche caratteristiche nuove: la persona che desiderate ingaggiare è molto diversa da
voi, per età, esperienze, cultura, ma
le caratteristiche la rendono interessante.
Infine, verificate il senso del lavoro
educativo: non sempre la baby-sitter
è una professionista del settore pedagogico. Accertatevi quindi che la persona ne abbia chiaro il concetto. Accudire un bambino richiede senso di
responsabilità e attenzione continua.
Assicuratevi che la persona sia consapevole dell’importanza del compito che si sta assumendo.
E se chiamo il baby-sitter?
Lo devo chiamare “Manny”!
Si chiamano così gli uomini che
svolgono questo tipo di lavoro e sono
preparatissimi. Un fenomeno, questo,
nato in America qualche anno fa e
che spopola tra le celebrità del mondo
del cinema. In Italia sta iniziando a
prendere piede, ma ancora con un po’ di
scetticismo. Forse basterebbe pensare a
MRS Doubtfire, un bell’esempio di cura
e attenzione, no?
37
CRESCERE | Insieme
la nanny
La nanny che viene
da lontano: baby au-pair
Gli aspetti gestionali,
economici e fiscali
• La scelta di una copertura assicurativa che copra i possibili danni che la
baby-sitter dovesse causare. In questo caso si può fare ricorso a polizze
riferite alla responsabilità del “capo
famiglia” verificando debitamente
che la copertura sia prevista sia per
il proprio domicilio sia verso terzi,
avendo cura di verificare i massimali
e i possibili casi di interruzione della
copertura.
•Le modalità di costituzione del
rapporto di lavoro con una baby-sitter riprendono i principali connotati
del rapporto di lavoro domestico.
In base alle mansioni il livello da
attribuire è l’“A-SUPER”, nel caso di
lavoratori che svolgano l’attività di
babysiteraggio per periodi di tempo
limitati e senza funzioni di cura, o il
“B” quando l’attività viene svolta in
via continuativa.
La retribuzione viene calcolata su
base oraria per quanto possa essere
corrisposta in maniera mensilizzata
per 13 mensilità con diritto a 26 giorni lavorativi di ferie. Fermo restando
il termine di preavviso, il licenziamento è libero poiché è sufficiente
intimarlo per iscritto senza bisogno
di particolari motivazioni.
• Rispetto degli accordi: dipende dalla chiarezza degli stessi. Stabilite subito la tipologia di mansioni e relativi
compensi. Rimanete sulle decisioni
prese. Specificate eventuali sconfinamenti. Siate sempre precisi e onesti e
pretendete altrettanto.
• Rispetto degli orari: la puntualità
da entrambe le parti. Non concedetevi nè concedete troppe deroghe per
non creare abitudini ed eccessivo rilassamento.
Che cosa deve sapere di voi
• Fatele conoscere i componenti della famiglia, gli orari, le abitudini, i bisogni.
• Presentate il piano di lavoro che
prevedete di affidarle, specificando
tempi e compiti.
• Preparate un time table: l’organizzazione della giornata dei bambini
e della famiglia in modo tale che la
baby-sitter o Tata sia al corrente delle
tempistiche familiari e il suo lavoro si
svolga con la consapevolezza necessaria.
• Concordate con lei la linea pedagogica che desiderate dal suo ruolo
sostitutivo della figura genitoriale:
contatto fisico, interventi educativi,
richiami all’ordine, coccole, premi,
divieti, permessi.
Rispetto a qualsiasi altra soluzione
per favorire l’apprendimento delle
lingue nei bambini la au-pair è
certamente la soluzione più a buon
mercato. Ovviamente bisogna
avere lo spazio per ospitarla.
La ragazza alla pari dovrà
quindi avere una stanza e un
bagno, anche in comune con altri
componenti della famiglia, volendo.
Deve inoltre poter partecipare ai
pasti della famiglia oppure potersi
cucinare da sola quello che vuole.
L’esperienza come au-pair significa
anche che sa che si deve integrare
in un nucleo familiare e che è un
processo lungo (almeno 2 mesi) e
difficile (in un paese straniero di
cui non conosce la lingua e non
ha amici). Verificate l’esperienza
della au-pair. Il curriculum deve
riportare un pregresso di almeno
uno o due anni nella stessa
famiglia o aver lavorato due tre
anni come baby sitter per lo stesso
bambino e per almento due o tre
giorni alla settimana.
Dove trovare
una nanny
au-pair?
www.aupair-world.net
www.aupair.com
www.greataupair.com
39
SCEGLIERE | Insieme
in libreria
per ge
frig
i
ch
Per ti
man
i
gl a lle
de
phic
gra el
nov
unastoria
Gipi
Ed. Coconino Press
€ 18.00
“Unastoria” è la storia
disegnata di un uomo
che va in pezzi. Silvano
Landi, scrittore di successo
lasciato dalla moglie, alla
soglia dei cinquant’anni
finisce in un ospedale
psichiatrico. Landi è
affascinato dalle lettere
ritrovate del bisnonno,
soldato nella carneficina
della Prima guerra
mondiale, che dalle trincee
scriveva a casa. Sempre a
un passo dalla morte, ma
animato da un’incrollabile
volontà di vivere per poter
tornare un giorno dalla
moglie e dal figlio. Le due
storie, il presente di Silvano
Landi e il passato del suo
avo Mauro, si intrecciano e
diventano “Unastoria”.
per ri
ito
i gen
50 sfumature di fritto
AA.VV.
a cura di Pierpaolo Lala
Lupo Editore
€ 10.00
Se vi piace impanare e
friggere qualunque cosa
nell’olio bollente, ecco
questo è il libro che fa
per voi. Piccolo manuale
“untologico”, questo libro
nasce da un’idea del
giornalista Pierpaolo Lala,
patron del concorso di
cucina dozzinale “Fornelli
Indecisi”.
Qui troverete una
raccolta di cinquanta
ricette (rigorosamente
fritte) pensate e scritte
da: giornalisti e docenti
universitari, casalinghe
e pensionate, professori
e professioniste, nonne e
nipoti, mamme e figli.
blog
Schisciando.tumblr.com
L’autore di questo blog, o meglio foodblog si chiama Alessandro
Vannicelli. Poco più che trentenne ha deciso di creare una sorta di
diario della schiscetta. Sì perché “Schisciando”, questo il nome del
blog, deriva dalla schiscetta milanese: il pranzo che un tempo gli
operai si portavano da casa. Così ogni giorno Vannicelli scatta e
posta una foto di un pranzo da lavoro dentro alla schiscetta.
In un momento in cui si deve guardare un po’ di più al portafoglio, perché non prendere ispirazione e preparare un pranzo da
portarsi al lavoro?
smamma
Valentina Diana
Ed. Einaudi
€ 17.00
Un libro ironico che
vuole essere un tentativo
disperato da parte di una
mamma a dialogare con
il figlio teenager. Difficile,
però, riuscire a parlare
con un ragazzo che
risponde a ogni domanda:
“Smamma!”…
L’autrice, al suo esordio
narrativo, si chiede chi
diavolo siano quelle
creature impenetrabili
che avete generato, e
soprattutto come sia
possibile che non vi
assomiglino neanche
un po’; se anche voi vi
siete domandati da quale
pianeta provengano
e perché si aggirino
per casa modificando
lo spazio e il senso di
tutte le cose, compreso
quello della vostra
esistenza, pronunciando
frasi inudibili,
involontariamente
comiche, allora questo
libro vi salverà la vita. O
perlomeno il buonumore,
che è un po’ la stessa cosa.
chi
per le
vuo rsi
pi
stu
ANDORRA
Peter Cameron
Ed. Adelphi
€ 18.00
Alex Fox, dopo essersi
lasciato alle spalle San
Francisco, approda a
La Plata, nello stato di
Andorra, dove spera di
poter cominciare una
nuova vita. Lì incontra
la simpatia di diversi
abitanti: Mrs Reinhardt,
anziana ospite dell’unico
albergo in città, che chiede
ad Alex di leggere per
lei; Sophonsobia, della
potente famiglia Quay,
che certo non sarebbe
contraria a una liaison tra
lui e l’amabile figlia Jean;
o i coniugi Dent, che ben
presto lo mettono a parte
dei lati meno limpidi del
loro matrimonio. Man
mano che approfondisce
le sue nuove conoscenze,
sempre più coinvolto
nella vita sotterranea di
Andorra, Alex si renderà
conto di non essere il
solo a fuggire dal proprio
passato. E quando due
cadaveri emergeranno
dalle acque del porto di La
Plata con chiari segni di
morte violenta, lui sarà fra
i principali indiziati…
41
Photo by Umbria Jazz
CONCORSO
INVITO
A UMBRIA
JAZZ
METTI ALLA PROVA LA TUA
CONOSCENZA DI PERUGIA
E DEL FESTIVAL UMBRIA JAZZ:
POTRAI VINCERE
UN SOGGIORNO IN CITTÀ
E BIGLIETTI PER I CONCERTI
IN CALENDARIO
DALL’11 AL 20 LUGLIO 2014
Un borgo medioevale tra i più grandi e meglio
conservati d’Italia, ma anche moderna città universitaria
dalla ricchissima scena culturale e musicale:
questa è Perugia, perfetto punto di incontro tra passato
e presente, ora candidata a diventare Capitale Europea
della Cultura per il 2019. E quale occasione migliore
per visitarla se non il momento in cui la città si anima
di musica e di artisti internazionali?
In collaborazione con Umbria Jazz e Camera
di Commercio di Perugia, Conad mette in palio
70 soggiorni in città per due persone, con visita
guidata al centro storico e biglietti per assistere a due
concerti in programma presso l’Arena Santa Giuliana.
Partecipare è semplicissimo: è sufficiente collegarsi
al sito www.conad.it/invitoaumbriajazz e rispondere
correttamente a tre domande a scelta multipla
su Perugia e sul festival Umbria Jazz. Tra tutti coloro
che avranno risposto in maniera esatta al questionario,
saranno estratti a sorte 70 fortunati vincitori.
Cosa aspettate a mettervi alla prova?
CONCORSO VALIDO
DAL 7 MAGGIO ALL’8 GIUGNO 2014
WWW.CONAD.IT/INVITOAUMBRIAJAZZ
Estrazione finale entro il 20 giugno 2014. Montepremi complessivo
€ 21.000. Regolamento sul sito www.conad.it/invitoaumbriajazz
Con il patrocinio di
N ot i zi e e i nfo rm a zio
ili
t
u
ni
nd
o
m
l
da
o Con a d
succede | InConad
NUOVE APERTURE
NUOVI SERVIZI
Aperti nuovi punti vendita
Conad city a:
Aperti nuovi punti vendita
Sapori&Dintorni Conad a:
Palagiano (TA)
il 3 aprile
Cesena (FC)
il 22 marzo
DOVE: Via Torre San Domenico, 75 - Palagiano (TA)
carini (PA)
il 4 aprile
DOVE: Piazza Del Popolo, 8 (all’interno del ristrutturato
Foro Annonario) - Cesena (FC)
DOVE: Via Torretta, 38 - Carini (PA)
firenze
il 5 aprile
rovigo
l’11 aprile
DOVE: Borgo San Lorenzo (a pochi metri dal Duomo) Firenze
DOVE: Viale della Scienza, 7 - Rovigo
Aperti nuovi punti vendita
Conad a:
villafranca in lunigiana (MS)
il 10 aprile
DOVE: Via Malaspina a Villafranca in Lunigiana (MS)
Tanti auguri nonno Enrico!
Con piacere ci uniamo agli amici e
clienti per festeggiare il supercompleanno di nonno Enrico di Plodio (SV).
Quest’anno festeggia 102 anni ed è un
appassionato lettore di Bene Insieme.
Auguri!
44
Fiori, l’idea!
Contenitori floreali fai da te
con qualche idea a basso costo
FARE | Insieme
C
he si abbia o meno il pollice
verde, a primavera esplode la
passione per il giardinaggio.
Si trascorre più tempo sul terrazzo
(i più fortunati in giardino) e per
questo si ha più voglia di abbellire
questo spazio talvolta trascurato nei
mesi più freddi.
Le fioriere che esistono in commercio sono perfette per mantenere
ordine e dare un’organizzazione alla
disposizione dei vostri vasi, ma non
sono solo l’unica soluzione. Esistono,
infatti, molte alternative per creare
dei vasi fai da te in modo davvero
personale e qualche volta anche
insolita. Riciclando ad esempio non
solo vecchi contenitori, ma anche
oggetti che altrimenti andrebbero
buttati.
45
I vasi di latta
Per le piante molto piccole, possono
andare di misura anche le latte
utilizzate per la conservazione degli
alimenti. Una volta pulite e asciugate, praticate dei fori laterali e
nella parte inferiore: vi serviranno,
i primi, per far passare la corda e
appenderle, i secondi per drenare
l’acqua. Quindi, coloratele con tempere adatte e resistenti all’acqua.
Decoratele a vostro piacere e, se
avete delle poco estetiche grondaie,
usate le latte per abbellirle.
+
barattoli di latta
+
pittura colorata
+
nastri colorati
dalla foto di apertura
I cassetti vecchi
Avete un vecchio cassettone che non usate più? Prima di sbarazzarvene, tenete da
parte i suoi cassetti. Potrebbero venir bene per diventare un “giardino verticale”.
Verniciateli del colore che preferite e fissateli a una parete (potrebbe essere, se avete
spazio, anche all’interno di casa), poi potrete sbizzarrirvi a ricostruirne la sagoma
del mobile intero. Prima di procedere con la decorazione, meglio tracciare con una
matita il contorno del disegno e poi procedere con pennelli e colore.
cacciavite e martello
46
Bottiglie di plastica
Anche questi contenitori possono
essere oggetto di riuso in termini
di giardino e diventare delle mini
serre. Oltre a proteggere dalle correnti d’aria, la plastica mantiene il
calore della terra.
Per un effetto migliore potete pensare di agganciarli a un pannello,
in legno o plastica, posizionarli su
una parete o sulla ringhiera.
Fiori “stesi” per il party
Realizzare questa decorazione è semplicissimo.
Servono mollette di legno, uno spago o della
raffia e i fiori che più vi piacciono. Ecco un modo
originale per portare un po’ di colore negli ambienti di casa.
non ti scordar di me...
Il segnapianta
Quante volte ci si dimentica del nome delle
nostre piante?
Ecco un modo simpatico per non perderne
memoria e al tempo
stesso personalizzare
i vostri vasi. Basta un
legnetto di balsa e un
pennarello indelebile.
Questa soluzione è
utile anche quando si
semina.
ROSMARINO
Lampadina
Per riciclare le lampadine
bruciate e farle diventare
dei vasi da appendere al
soffitto, dovete: svitarle ed
eliminare i filamenti interni,
poi praticare un foro nella
parte metallica, dove farete
passare la corda.
A questo punto potete
riempirle d’acqua e metterci
i fiori a vostro piacere.
Un’idea geniale, sembrerebbe il caso di dire…
BASILICO
SALVIA
l’idea trendy
menta
comprare | Insieme
la friggitrice
Conosciamo meglio questo elettrodomestico “da cottura”
47
Perché acquistare
una friggitrice?
Il vantaggio principale nell’utilizzo
di una buona friggitrice consiste nella possibilità di mantenere costante
la temperatura dell’olio. Questo fa sì
che il cibo non assorba olio in eccesso.
In altre parole, la friggitrice consente
una cottura più leggera.
quali caratteristiche?
È bene prestate attenzione al materiale di cui la friggitrice è costituita: deve
essere di un tipo di plastica che resiste
alle elevate temperature. Per quanto
riguarda, invece, la forma, scegliete
quella che più si adatta allo spazio che
occuperà in casa vostra.
Le tipologie di friggitrici in commercio
si differenziano poi in base alla potenza della resistenza elettrica: se ne trovano da 1200 a 2200 watt.
La parte della friggitrice che contiene
l’olio caldo è la vasca. Può essere di
alluminio, ma si trovano anche modelli con vasche in acciaio o materiali
antiaderenti. Per quanto riguarda la
capienza, orientatevi in base alle vostre esigenze di consumo alimentare:
piccola, media o grande.
Scegliete bene il cestello, che deve essere a rete in alluminio con un manico
resistente al calore.
Il coperchio delle tipologie più avanzate trattiene gli schizzi e, cosa non
da nulla, anche il fastidioso odore di
fritto. Se volete seguire passo passo la
cottura, meglio prediligere quelli con
finestra: potrete vedere sempre a che
punto è la frittura.
Altro aspetto da non sottovalutare, è il
filtro. Uno di buona qualità isola i residui di cibo presenti nell’olio ed evita di
mischiare odori e sapori diversi.
controllo temperatura
Le friggitrici di ultima generazione
possono controllare meglio le temperature e disporre di tre diverse gradazioni: bassa (valori tra i 160 e i 170 gradi centigradi), media (valori tra i 170 e
i 175), e alta (con valori che variano tra
i 175 e i 200 gradi centigradi).
L’apposito ricettario presente nella
confezione vi fornirà le indicazioni necessarie per orientarvi nella gradazione a secondo del cibo che cuocerete.
È bene quindi, consultarlo almeno per
le prime volte.
la sicurezza
È importante accertarsi, come per tutti gli elettrodomestici, della sua qualità e soprattutto della sua sicurezza.
Scegliete quelle che riportano il marchio di garanzia IMQ. Questo marchio
garantisce che l’apparecchio che state
per acquistare ha superato tutti i test
di controllo per la sicurezza, in particolare quella relativa alla capacità di
riscaldamento, utile per raggiungere
la temperatura dell’olio.
A una tentazione così,
è naturale dire di sì.
FRESCHISSIME, COMODISSIME, LAVATISSIME, ITALIANISSIME.
Le insalate DimmidiSì sono davvero irresistibili. Un’incredibile varietà di sapori, profumi
e colori, foglie belle perché appena colte, appetitose, lavate con cura e pronte al consumo.
Con l’assoluta qualità di un prodotto naturalmente ricco di benessere.
Le trovi nel banco frigo del reparto ortofrutta.
www.dimmidisi.it
L’ALTRA ETà | Insieme
sonni tranquilli
Con il passare del tempo non si riposa bene.
Vediamo insieme le cause e i rimedi
IL SONNO CORRETTO QUAL È?
Un normale periodo di riposo notturno attraversa 4-5 cicli di sonno REM,
acronimo per Rapid Eyes Movements,
ed è la fase in cui il nostro cervello è in
piena attività. È in questo momento che
si formano i sogni, indispensabili per un
corretto riposo.
Le fasi REM dovrebbero essere 4-5 a
notte e vanno a intervallare gli stadi
del sonno “a onde lente” che sono: il
passaggio dalla veglia al sonno, sonno
leggero, sonno profondo e sonno profondissimo. A ogni periodo di sonno segue
una fase REM, fondamentale per un
riposo ristoratore.
D
opo i cinquant’anni non è facile riposare bene. Non stiamo
parlando di insonnia, piuttosto
di quei disturbi del sonno che sono caratteristici dell’età che avanza. Spesso sono difficili da rilevare durante la
notte, ma si riscontrano al risveglio
attraverso una stanchezza che è tipica di un cattivo riposo. Responsabili di
questa spossatezza sono delle vere e
proprie interferenze delle fasi del sonno che vanno a disequilibrare un normale riposo notturno.
cosa cambia
Con il passare degli anni possono essere diversi gli aspetti che modificano
un buon sonno. La maggior parte degli over cinquanta soffre di periodi di
apnea. Sono brevi intervalli di tempo
(dai dieci secondi al minuto) in cui
non si respira e ci sveglia, anche senza
accorgersene, creando un riposo poco
ristoratore. Questo disturbo è dovuto a
una modificazione nei centri nervosi
del cervello del controllo della respirazione. Un altro elemento di disturbo è
la contrazione degli arti inferiori, che
aumenta con: l’abuso di eccitanti, tra
cui la caffeina in primis, il consumo di
sigarette e una scarsa attività fisica.
Un fattore ulteriore è la diminuzione
delle fasi di sonno profondo, per cui
si diventa più sensibili ai rumori e alla
luce.
e i sonniferi?
Devono essere presi sotto stretto
controllo medico, perché la loro
assunzione può nascondere insidie
pericolose.
In età avanzata, infatti, i farmaci per
dormire vengono eliminati dall’organismo in modo più lento e, se assunti
a lungo, possono creare assuefazione e/o dipendenza, provocando un
aumento, e non una diminuzione, dei
disturbi del sonno.
cosa fare
Sfortunatamente, va detto, non sempre si può intervenire in maniera risolutiva, ma si può cercare di migliorare
la situazione adottando un coretto stile di vita. Ecco cosa è bene fare:
• eliminare il caffè nel tardo pomeriggio e dopo cena;
• evitare un consumo eccessivo di alcol;
• eseguire (meglio al mattino), per
quanto possibile, esercizio fisico;
• seguire una dieta equilibrata, che
preveda soprattutto a cena un pasto
leggero;
• mantenere gli stessi orari: andare a
letto e alzarsi sempre alla stessa ora;
• abolire i sonnellini pomeridiani.
49
50
in tv
La Partita del Cuore verrà trasmessa in prima serata diretta RAI 1.
Conad | Insieme
Il 19 maggio tutti
in campo per Emergency
Una nuova Partita del Cuore per la Nazionale Italiana Cantanti.
A sostenerla c’è anche Conad
L
unedì 19 maggio allo Stadio
Artemio Franchi di Firenze
si gioca la Partita del Cuore edizione 2014. A “sfidarsi” in campo:
la Nazionale Italiana Cantanti e la
rappresentativa di Emergency.
Un evento, ancora una volta, ricco di
significati in termini di aiuto verso
il prossimo e di sostegno concreto a
quel meraviglioso mondo rappresentato dal volontariato di cui la Nazionale Italiana Cantanti è portabandiera da oltre 30 anni.
Proprio con l’intenzione di lasciare un
nuovo segno tangibile, l’edizione 2014
sarà dedicata a un altro traguardo: il
ventesimo “compleanno” dell’Associazione Emergency, realtà fondata
e guidata da Gino Strada e operante
nelle zone più sensibili del mondo,
dall’Afghanistan all’Iraq, dalla Sierra
Leone al Sudan e tantissimi altri
territori, spesso ancora alle prese con
guerre che purtroppo paiono non
voler finire mai.
In occasione di questa competizione sportiva, la raccolta fondi sarà
devoluta a Emergency, per sostenerla
nella meravigliosa attività che quotidianamente porta avanti, curando da
vent’anni una persona - bambini in
primis - ogni due minuti.
L’evento, a scopo benefico-umanitario, è organizzato dall’Associazione
Nazionale Italiana Cantanti e anche
quest’anno l’iniziativa è resa possibile da Conad che si conferma main
sponsor. Vi aspettiamo numerosi.
provincia di Torino. E ancora le collaborazioni con Admo, con la Fondazione Rita
Levi Montalcini, con il Gaslini di Genova…
ognuno di questi progetti è meritevole di
attenzione.
za e umanità. Volevamo partecipare a una
battaglia senza armi che facesse capire
che ci sono uomini che non uccidono e
che non sparano ai bambini. Far parte
anche noi, in qualche modo, di quella “E”
che si è resa utile nel mondo.
intervista a Luca Barbarossa
Che cosa significa fare parte della Nazionale Italiana Cantanti?
Significa partecipare a tanti progetti che
da soli non riusciremmo a realizzare. Ci ha
fatto capire che unire le forze, e la nostra
notorietà, per metterle a disposizione di
persone bisognose, è un atto importante
che porta a risultati concreti.
La Partita del cuore non è solo sport, ma
è soprattutto impegno sociale. Quali progetti la hanno coinvolta maggiormente?
Difficile scegliere perché tutti i progetti
che ci vedono coinvolti hanno qualcosa
di speciale e di unico. Uno, per me tra i
più sensibili, è certamente quello della
ricerca sulle malattie rare, quelle che non
rientrano in una classificazione, perché
non identificate e quindi non note. Poi, la
ricerca sul cancro: Telethon ha collaborato
insieme a noi con l’Istituto di Candiolo, in
Molte sono state le associazioni a cui
la Nazionale Italiana Cantanti ha dato
sostegno in questi anni. Il ricavato della
prossima “Partita del Cuore” sarà devoluto a Emergency. Da cosa e come nasce
il legame con l’associazione di Gino
Strada?
Volevamo che la Nazionale Italiana
Cantanti incontrasse nel suo percorso
anche Gino Strada, non solo per la stima
professionale nei suoi confronti, ma anche
per i suoi princìpi. Per gli ideali che porta
in posti come l’Afghanistan e l’Iraq, dove
attraverso il suo operato non si aggiunge
dolore alla guerra, ma si porta competen-
Le vostre competizioni sono sempre molte seguite. Ci può descrivere l’atmosfera
e la sensazione che si prova quando si è
in campo?
Mi porto nel cuore le 80 mila persone che
riempirono l’Olimpico di Roma in occasione della prima “Partita del Cuore”. Era
il 1992 ed essere insieme a persone che
erano lì con noi perché avevano accolto
un invito a fare del bene agli altri, è un’emozione indescrivibile. Vorrei dire grazie a
tutti coloro che, da allora, in ogni “Partita
del Cuore” sono lì, sia come spettatori che
come volontari.
51
da
esito
it
n qu Scrivi a
u
i
a
H
com.
b
orci?
p
p
o
t
@
t
i
so
_b
GINECOLOGO | la posta
ione
z
reda
TRO
NOS
di AL o!
e
i
h
C
rt
espe
la prima visita
Dottor Ezio Bergamini
Ginecologo
l'esperto risponde alle vostre lettere
Esiste un momento preciso per effettuare la prima visita dal ginecologo?
[Rory2000]
A meno che non esistano disturbi o
problemi specifici come ad esempio
cicli particolarmente abbondanti e
debilitanti o dolori addominali agli
organi pelvici, di solito è buona norma
prenotare la prima visita in occasione della prima mestruazione, quindi
intorno ai 13/14 anni.
Tra poco dovrò affrontare il primo incontro con la ginecologa… è la stessa
di mia madre, che mi ha detto di non
preoccuparmi, però io sono ugualmente un po’ agitata [stefyBu]
Il mio consiglio è quello di chiedere un
colloquio conoscitivo con la specialista
utile a instaurare un maggiore livello
di empatia e fiducia e soprattutto a
tranquillizzarti su quello che accadrà
durante la visita vera e propria.
saperne di piu
Il pap-test è un esame semplice e innocuo che consiste nel prelievo di alcune
cellule, miste a muco, presenti sulla
superficie del collo uterino e all’interno
del canale cervicale. Esso è un importantissimo strumento di prevenzione
utile a rilevare sia lievi atipie cellulari
(che possono precedere la formazione di
una neoplasia del collo dell’utero) sia la
presenza di virus, batteri e funghi.
Ho 17 anni e tutte le mie amiche hanno
già avuto almeno una visita dal ginecologo. Io non ho mai avuto rapporti
né, per il momento, ho intenzione di
averne… [Giadyna_Stella]
La visita ginecologica non serve solo
a orientare verso un sistema di contraccezione ma, soprattutto alla tua
età, a imparare a conoscere il tuo
corpo e a riconoscere eventuali sintomi e segnali, a insegnare l’importanza della prevenzione e a chiarire
aspetti sugli stili di vita.
Tra qualche settimana avrò la mia
prima visita dal ginecologo. Cosa devo
aspettarmi? [1D Lover]
Anche se non necessariamente nella
sequenza qui riportata, normalmente
il primo incontro con il ginecologo è
contraddistinto da: raccolta di informazioni sulla ragazza ed eventuali
patologie familiari e/o sintomi, esame
obiettivo per valutare la normalità
anatomica e funzionale con esecuzione del pap-test, una volta escluse
o date indicazioni terapeutiche per
eventuali patologie, dialogo con
indicazioni o suggerimenti su qualsia­
si argomento legato alla sessualità,
l’anatomia e quant’altro…
53
riservato d
na
ai clienti co
o
che deciderann
I clienti Conad all’Hotel Esperia
e*
di soggiornar
gno
gio al 30 giu
ag
m
24
dal
re
b
em
sett
e dall’1 al 20
ta
na
or
gi
avranno una
omaggio.
in
o
rn
io
gg
so
di
i
a su soggiorn
* Offerta valid o 7 gg.
di almen
da
esito i a
n qu
iv
Hai u orci? Scr
p
sotto
it
allenatore | la posta
run
ad@
icon
chied
d.
worl
ners
TRO
NOS
di AL
Chie perto!
es
in corsa
Marco Marchei
Direttore di Runner’s World
l'esperto risponde alle vostre lettere
Ho 25 anni e corro 3-4 volte alla
settimana per 40-45 minuti (qualche
volta arrivo anche all’ora). Curo attentamente la mia alimentazione, che
è ricca di verdura, frutta, pesce fresco,
formaggi magri e carboidrati in quantità mirate. Sono poco più di 50 chili
per poco più di 1,60 d’altezza: dallo
scorso anno ho perso 5 chili. Una volta
alla settimana, di solito nel weekend,
sento la necessità di una cena molto
più abbondante del solito, con pizza e
dolce a volontà. Dopo la grande mangiata non provo alcun malessere, ma
mi assale la fobia che i grassi corporei
non smaltiti durante la notte si possano tramutare al più presto in chili
in più. Durante la settimana, poi, non
sgarro più, né a tavola né in corsa. Il
mio metabolismo e l’attività sportiva
ne possono risentire? [Laura M.]
Il problema sembrerebbe essere non
tanto la scorpacciata del sabato sera,
quanto il fatto che tu sia ossessionata dal controllo del peso. Cerca di
correre per il piacere di correre e di
migliorarti, piuttosto che considerare
il running solo come un mezzo per
dimagrire. Vai a correre nei boschi, in
campagna, nei parchi, in posti generalmente gradevoli e goditi, insieme
al tuo fisico, di quei bei momenti.
Con un atteggiamento simile, nel
weekend potrai mangiarne pizze e
dolci senza che la bilancia ne risenta
minimamente.
Ho 45 anni, ho cominciato a praticare la corsa da qualche anno e per un
certo periodo ho anche partecipato a
qualche garetta non competitiva. Ora
corro i miei 35-40 minuti a giorni
alterni perché mi fanno star bene nel
corpo e, soprattutto, nello spirito.
L’essere donna, però, a parere di molti,
non favorisce un buon rapporto con la
corsa. Ho sentito dire, per esempio, che
sarebbe sconsigliata perché potrebbe
portare un abbassamento dell’utero
(io però non presento alcun tipo di
problema al riguardo) o anche perché
l’impatto col terreno provocherebbe
la rottura dei capillari. Devo preoccuparmi? Dovrei davvero pensare di
smettere? [Caterina L.]
Purtroppo sono ancora molti a non
aver compreso che una costante
pratica sportiva è la miglior assicurazione per la nostra salute. Un’altra
delle preoccupazioni, anche questa
infondata, è che la corsa farebbe
ingrossare i polpacci (la controprova sta nelle bellissime gambe delle
nostre atlete più forti, nonostante
quotidianamente facciano una grande quantità di chilometri). Considerato, peraltro, che pratichi la corsa in
maniera davvero soft, con frequenza
e durata ottimali delle uscite, togliti
ogni preoccupazione e continua a
tranquillamente a correre come hai
sempre fatto.
Sono quasi sulla settantina e sto
diradando le mie uscite di corsa per
il timore di qualche caduta e conseguente frattura dovuta al fatto che - è
risaputo - col passare degli anni le
ossa diventano sempre più fragili. Faccio bene? [sasa.benedicenti]
Nella vita è sempre bene essere prudenti, ma senza esagerare. Se prendi
le dovute precauzioni, cioè esci a
correre su percorsi scorrevoli, che
non propongono particolari difficoltà
né ostacoli seri, in orari in cui la visibilità è buona e prestando la dovuta
attenzione a quanto accade intorno,
non dovrebbe proprio accaderti nulla. Continua invece a correre come
hai sempre fatto, anche perché,
secondo studi mirati, anche solo
15 minuti di corsa leggera tre volte
alla settimana sono funzionali per
ridurre del 40 per cento il rischio di
osteoporosi con l’avanzare dell’età.
Se ti gestisci col buon senso puoi
mantenersi gagliardo e in ottima
forma ancora per molti anni.
saperne di piu
ADDIO PANCETTA
Ricercatori dell’Università di Dublino
sostengono che in 30 minuti di corsa
un adulto di 75 chili bruci 461 calorie,
contro le 327 che brucerebbe andando
lo stesso tempo in bicicletta o giocando
a tennis. Che vuol dire? Che puoi far
calare la tua pancetta il 40 per cento
più velocemente.
55
n
n
a
D i re, fa
re, pa rt i re e
a pp u nt a m e n
i
s
r
a
t
ot
PeR re
gia
man za
sen ne
ti
glu
Perugia
Dal 30 maggio al 2 giugno
Gluten Free Fest
Al via la terza edizione del primo evento italiano dedicato al senza glutine. Nell’Area Verde di Pian di Massiano,
Gluten Free Fest vuole essere un importante momento di
riflessione e confronto costruttivo sulla celiachia, intolleranza permanente al glutine che in Italia colpisce una
persona su 100 e che è fra le più frequenti patologie a
livello mondiale. Non solo scienza, ma anche divertenti
laboratori per adulti e bambini, degustazioni guidate e
special event, corsi formativi, incontri, esposizioni, presentazioni di libri a tema, ricettari e seminari scientifico-economici condotti da importanti esperti del settore.
www.glutenfreefest.it
PeR a
m
chi atura
t
i
p
la
SCEGLIERE | Insieme
i d a co n v i d e re n e l t e m po libe ro
di
Milano
Palazzo Reale
Fino al 13 luglio
Klimt. Alle origini di un mito
La mostra, curata da Alfred Weidinger, affermato studioso di Klimt e vicedirettore del Belvedere di Vienna,
presenta per la prima volta a Milano alcuni dei più noti
capolavori del pittore austriaco. Nella mostra milanese ve
ne saranno 20, provenienti dai più noti musei del mondo,
oltre ad altri suoi lavori e di artisti a lui vicini, a cominciare dai fratelli Ernst e Georg, per un totale di oltre 100
opere.
Il percorso espositivo indaga rapporti familiari e affettivi
di Klimt, esplorando gli inizi della sua carriera alla Scuola
di Arti Applicate di Vienna e la sua grande passione per il
teatro e la musica attraverso l’esposizione di opere provenienti anche da altri importanti musei, tra cui diversi
capolavori come Adamo ed Eva (Adam and Eve), Giuditta II,
Girasole (Sonnenblume) e Acqua mossa (Bewegtes Wasser).
www.klimtmilano.it
PeR
h
c i AMA
ste
le fe ese
a
di p
Mamiano di Traversetolo (Parma)
Villa dei Capolavori
Fino al 29 giugno
Campigli. Il Novecento antico
Curata da Stefano Roffi, presso la Villa dei Capolavori, sede
della Fondazione Magnani Rocca, questa mostra richiama
l’attenzione su uno dei pittori più significativi del Novecento italiano, presente nei maggiori musei del mondo, ma
pressoché assente dalla grande scena espositiva.
Cinque le sezioni, oltre ai grandi mosaici allestiti nel giardino: la stupenda ritrattistica, con le effigi di personalità
del mondo della cultura, ma anche amici, signore belle e
famose; la città delle donne, che accosta opere che rivelano l’ossessione per un mondo che pare tutto al femminile;
le figure in sé prive di identità ma caratterizzate da scene
di gioco, spettacolo, lavoro; i dialoghi muti, coppie vicine
spazialmente ma incapaci di comunicare, prigioniere del
proprio mistero; gli idoli, presentati nell’evoluzione dalle
figure idolatriche tratte da Carrà negli anni venti a quelle
di ispirazione primitiva che compaiono a partire dagli anni
cinquanta.
www.magnanirocca.it
PeR
h
c i AMA
t
l’ar au
e
v
nou
Bari
7-8-9 maggio
Festa di San Nicola
Una tre giorni di solenni i festeggiamenti religiosi e civili dedicati al Santo sono in programma durante tutto
il mese di maggio. In particolare, dal 7 al 9 la città rivive
l’evento della traslazione delle reliquie del Santo avvenuta nel 1087 con una grande festa in cui alle celebrazioni
religiose si alternano numerose iniziative culturali. Da
non perdere sono: il Corteo Storico, composto da oltre 500
figuranti in costume d’epoca, che sfila per le vie cittadine;
la processione in mare e i suggestivi spettacoli pirotecnici.
www.pugliaevents.it
57
OFFERTE HOTEL
IN ROMAGNA & ADRIATICO
PRENOTA DIRETTAMENTE LA TUA VACANZA
RIVIERA ROMAGNOLA
CESENATICO • GATTEO MARE
Gobbi Hotels HHH
vACAnZA TuTTo gRATuITo: pensione
completa, menu a scelta, acqua e vino
ai pasti, spiaggia privata, pedalò. 3 piscine, acquascivolo 23 mt, tennis, calcetto, biciclette, gonfiabili, reti elastiche, snack bar. Staff animazione con
locale privato per spettacoli, balli e bar gratuito. Sconto famiglie, sconto bimbi. Per promozioni ed offerte contattateci.
Tel. 0547/680551 • 347 2930060
www.rivieradiromagna.net
SA N MA URO M AR E
PI NA REL L A DI C ERV IA
ALEXANDER
Immerso nella pineta, 50 mt.
mare, clima., park priv., camere confortevoli, con servizi e box
doccia rinnovati, ottima cucina gestita dalla direzione. Speciale Maggio/Sett.
P.C. € 47,00, Giugno € 47/55,00, Luglio € 58,00,
Agosto € 55/68,00. Cabina e ombrelloni inclusi .
settimane speciali all inclusive da € 350,00.
La Reclame Srl Tel. 0541 380828
Tel. 0544/987413 www.hotel-parigi.it
CESENATICO VILLAMARINA
HHH
Hotel
Astor
HOTEL
H
HH
Tel. 0547/86090
cell. 339 6534529
www.hdesiree.com WI-FI
Centrale, 50 mt. mare. Ambiente familiare. Ascens.,
parcheggio. Compl. climatizzato. Camere: balconi,
box doccia, cassaf., phon, TV Sat. Menu’ a scelta carne/ pesce con colaz./verdure a buffet. Feste. Possibilità
Weekend. Rimborso autostradale. Formula Famiglia
2+2=3. Settimane azzurre All Inclusive da € 295,00
P.C. da 40,00 a 61,00. PoSSIbIlITà All
InCluSIve SPIAggIA + ACquA vIno e bIbITe
P.C. + bevande pasti, ombrellone + lettino + pedalò
+ canoa + centro fitness +
baby park + palestra 7 gg.
360,00 • Offerta Mirada
bilandia e Italia in miniatura
30 mt. mare. Clima. Ogni confort,
Parcheggio custodito.
Tel. 0541.331488 www.hoteltura.it
Tel. 0541 /643121
www.brighotel.com
MAGGIO GIUGNO BIMBI
E SPIAGGIA GRATIS!
SPIAGGIA H H H Formula All Inclusive: Spiaggia
BELLARIA SAN MAURO MARE
RIMINI VISERBA
CATTOLICA
Tel. 0541/340714
HoTel
HH
Direttamente sul mare
con spiaggia privata
+ acqua e vino ai pasti da
43.00.
gIugno SPeCIAle FAmIglIe
Bambini GRATIS e scontati
LUGLIO 7 gg. P.C. + acqua
e vino + spiaggia + clima
• dal 5/7 al 12/7 355,00
• dal 19/7 al 26/7 365,00
SETTEMBRE 7 gg. P.C.
+ acqua + spiaggia
• dal 31/8 al 7/9 275,00.
Tel. 0541/346985
www.hotelatis.it
BE LLA RIA IGE A M AR I N A
Hotel AdmirAl HHH
SETTIMANA ALL INCLUSIVE DA
299
Completamente rinnovato.
Vicino mare. Climatizzato.
Parcheggio. Camere:
phon, servizi, tel. e TV.
Cucina casalinga.
SPeCIAle gIugno
Spiaggia + bevande ai pasti
fino al 16/6 295
dal 17 al 30/6 315
R I M I N I R I VAB EL L A
HOTEL BARBIANI HH
Tel. 0541/50297
Tel. 0541/963198
Lido HHH
VACANZE
AL 50%
Tel. 0541/954273
novITà: nuovo centro benessere
All inclusive a partire da 41,00 a persona,
3°/4° persona 50%
Piscine, garage, gestioni familiari. Affittasi appartamenti.
Hotels&Residence www.tombarihotels.com
C ATTOLICA
HOTEL CLIPPER HHH
www.hoteladmiralbellaria.it • Tel. 0541/349334
www.hotelbarbianirimini.it
BE LLA R IA
RIMINI
C ATTOLICA
visitate il nostro sito:
Anche tu
sei il
benvenuto!
L’atmosfera familiare, la cucina e la cortesia sono le caratteristiche che assicurano ai graditi ospiti una lieta
vacanza.
Per tutte le offerte vai sul
sito www.hoteloceania.com
BELLARIA
Hotel Universal
HHH
Tel. 0541/346172
www.hotelserenissimavillage.com
Tel. 0541/961178
Ambasciatori HHH
Zona tranquilla,50 metri mare, 30 metri area pedonale. Professionalità e cortesia. Interamente condizionato. Parcheggio. Bici. Wi-fi. Bar e Reception 24h. Camere rinnovate con ogni confort Cucina particolarmente curata, cena romagnola e aperitivo.
Convenzionato Acquario di cattolica. Piscina
in Spiaggia con animazione, baby sitter, miniclub. Pensione completa 42/70. All inclusive
54/82. bimbi 0-2 anni gRATIS SemPRe offerte per Famiglie 4=3 fino 18 anni
0-8 anni gRATIS(fino al 14.6 e dal 7.9) Tel. 0541/954271
- Cell. 333-2648906 - www.hotelclippercattolica.it
Direttamente sul mare. Completamente climatizzato. Parcheggio. WI-FI free.
SPeCIAle FAmIglIe:
dal 1 al 15 giugno 2 adulti
+ 2 bambini fino 10 anni
7 gg All InCluSIve (acqua
P.C.
e vino ai pasti + ombrellone
da 45,00
+ 2 lettini) 1.170,00
Sconto bimbi
Tel. 0541
344427
Scopri le promozioni e gli sconti famiglia,
vacanze a partire da € 812,00 per 4 persone
1 Settimana in formula tutto compreSo. chiama allo 0547/1868839.
Queen Mary HHH Sup.
HOTEL VILLA CICCHINI HH sup.
Tel. 0541/733306 www.hotelvillacicchini.com
Albergo tot. climatizzato, 60 mt.
mare. Camere ogni comfort. Giardino attrezzato con giochi bimbi. Bici gratis. Cucina tradizionale fatta in casa, ricca colazione a buffet.
1 SeTTImAnA All InCluSIve gIugno a 260,00,
luglIo a 320,00. Speciali sconti famiglia.
PonTe 2/06 3 gg All Inclusive 115,00.
Massimo e Alessandra
Vi aspettano!
Animazione
Miniclub
RICCIONE
Gestito dai proprietari, 20 mt. mare, parcheggio, camere vista mare, box doccia, clima e wi-fi. Ricca e prelibata cucina dai sapori locali, 3 menù, specialità marinare.
www.hotelgianfranco.it
Sconto 2%
Tel. 0541/720136
Clienti Conad
ALEXANDER
CESEN ATICO
Hotel
HHH
Tel. 0541/371398
www.hoteldear.it
Elegante, confortevole, situato in splendida posizione
vicino spiaggia. Dotato di tutti i comfort di categoria.
P.C. da 42,00 a 64,00. Richiedete le ns. settimane
speciali All Inclusive P.C. + bevande ai pasti + servizio
spiaggia (ombrellone + 2 lettini) da 355,00.
biglietti scontati su tutti i parchi della riviera
Direttamente sul mare e sul nuovissimo lungomare pedonale di
Riccione. Comfort, ottima cucina e
wi-fi gratis. Completamente climatizzato. Camere con tv led e Sky, frigobar a richiesta, a pagamento. Parco acquatico beach village
gratis. Parcheggio. Noleggio auto. Biciclette. Convenzione con i
principali parchi tematici. SuPeR oFFeRTA fino al 15 giugno:
due adulti + due bambini in all inclusive da 980 a settimana.
Tel. 0547/86029 • www.vacanzeultimominuto.net
Desiree
HHH
Hotel dEAr
HHH
Sul mare, piscina
per grandi e piccoli,
www.hotelalexander.it
centro benessere.
Parcheggi privati e garage coperto.
• Moderno
credito
di e 70,00
• Parcheggio
open
all’
• Box doccia
bar !
• Menu scelta
settimane a partire da € 238
• Area giochi bimbi
a persona All Inclusive
• Piscina
CESENATICO VILLAMARINA
Hotel Tura
HHH
R I M I N I T O R R E P EDR ER A
Tel. 0541/346197
HHH
R I M I NI R IVA Z Z UR R A
I G EA M AR I N A
www.h-universal.com
• Direttamente sulla spiaggia
• Piscina, idro, parcheggi, bici
• Camere vista mare ogni comfort
• Animazione spiaggia/hotel
PIANI FAMIGLIA 2+2=3 • BIMBI
GRATIS/SCONTATI • ALL INKLUSIVE
Residence San Marco HHH
• Appartamenti sul mare • garage, spiaggia, piscina
www.sanmarcoresidence.it
H H H
Hotel london
Tel. 0541/55181
www.hotelottavia.com
A 80 mt dalla spiaggia
del lido di San Giuliano accanto a Marina Centro. Dotato di tutti i comfort ti farà vivere una vacanza unica.
una piccola oasi tutta per te!
nella nuova Darsena di Rimini... contattaci!
Sul lungomare, tutti i comfort, Piscine,
miniclub, Animazione ed All Inclusive.
Tel. 0541/961593 • www.hotellondoncattolica.it
RIMINI
G AB ICCE M A R E
HOTEL TILMAR HHH Sup.
Climatizzato. Sul mare. Rinnovato.
Grande piscina. Camere ogni comfort,
collegamento Internet Wi-Fi e parcheggio gratuito. P.C. da 47. Pacchetti: giugno 7 gg P.C. dal 01/06 al
30/06 320,00; Agosto 7 gg. P.C.
dal 26/7 al 9/8 364,00; dal 17/8
al 24/8 455,00 tutto compreso.
Tel. 0541/383604 www.hoteltilmar.it
Hotel
SPLENDID
Direttamente sul mare, climatizzato, cucina casalinga,
conduzione famigliare. Camere con frigobar, tv, telefono, box doccia e cassaforte.
Parcheggio privato gratuito.
Pensione completa giugno
41,00/45,00 luglio 52,00. Agosto
52,00/66,00. Supplemento
All-Inclusive 12,00.
Tel. 0541/950112
www.hotelsplendidgabicce.it
Visita i nostri siti, troverai tante altre offerte: www.prontovacanze.net | www.informa-hotel.com
RISOLVERE | Insieme
disabilità e lavoro
Trovare lavoro oggi è un percorso ad ostacoli.
Luca Olivetti
Avvocato
E per i disabili spesso si complica
L
a legge n. 68 del 12 marzo 1999
intitolata “Norme per il diritto
al lavoro dei disabili” promuove
l’inserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato.
Scopo della normativa è impiegare le
persone diversamente abili in mansioni compatibili con le proprie condizioni di salute e capacità lavorative,
in modo da realizzare un inserimento
proficuo che soddisfi da un lato le esigenze del soggetto, e dall’altro le esigenze produttive dell’azienda.
Dunque, le persone che, a causa di
una malattia di qualunque origine
o tipo, o a causa di un incidente, ritengono di avere una ridotta capacità
lavorativa, e per questo motivo vogliono accedere alle liste di collocamento
mirato, devono richiedere il riconoscimento dell’invalidità civile e la valutazione delle condizioni di disabilità, al
fine di poter definire le capacità utili
allo svolgimento di un’occupazione.
Saperne di piu
Ai fini dell’inserimento lavorativo
sono definiti disabili coloro che sono in
possesso della certificazione di invalidità civile superiore al 45%, invalidità
del lavoro superiore al 33%, invalidità
di guerra, coloro che sono ciechi e/o
sordomuti.
D’altro canto, i datori di lavoro, pubblici o privati, supportati da specifici
servizi di sostegno e incentivi all’assunzione, sono chiamati a considerare i lavoratori con disabilità risorse
produttive e non un mero obbligo occupazionale, e sono tenuti a garantire
la conservazione del posto di lavoro a
quei soggetti che, non essendo disabili
al momento dell’assunzione, abbiano
acquisito per infortunio sul lavoro o
malattia professionale eventuali disabilità.
In esecuzione della legge richiamata,
inoltre, in proporzione al numero di
lavoratori occupati, tenendo in considerazione solo le aziende con almeno
15 dipendenti, è previsto, in capo al
datore di lavoro, l’obbligo di assumere
uno o più lavoratori disabili.
Ai lavoratori assunti a norma della
citata legge si applica il trattamento
economico e normativo previsto dalle leggi e dai contratti collettivi, unitamente alle coperture previdenziali
fissate.
Il datore di lavoro non può chiedere al
disabile una prestazione non compatibile con le sue minorazioni. Anzi, in
caso di aggravamento delle condizioni
di salute del soggetto, o a seguito di
variazioni all’interno dell’organizzazione lavorativa, il disabile può chiedere che venga accertata la compatibilità delle mansioni a lui affidate con
il proprio stato di salute. A sua volta, il
datore di lavoro può voler accertare le
condizioni di salute del lavoratore disabile al fine di poter valutare se può o
meno continuare ad essere impiegato
presso l’azienda. In caso di incompatibilità temporanea, il disabile ha comunque diritto alla sospensione non
retribuita del rapporto di lavoro fino a
che questa persista.
La Legge 68/99 assegna, infine, alle
Regioni, mediante l’istituzione di un
Fondo utile a finanziare i programmi
di inserimento lavorativo dei disabili,
un ruolo chiave nel tradurre il dettato legislativo in opportunità concrete che le aziende possono cogliere
per rimuovere, un passo alla volta, le
barriere che già troppe volte i disabili
sono costretti a sfidare.
59
L
e
e
r
e
ett
a
r
e
l
le n a re l a
p
i
r
e
m
u
n
m
GIOCHIAMO | Insieme
e nt e!
a rigor di logica
crucipuzzle
2
6
'
,
)
)
(
5
(
1
=
$
1
2
6
2
(
1
2
5
5
8
%
(
,
$
&
5
3
$
/
3
(
%
5
$
5
'
8
(
&
1
8
3
2
2
/
=
,
1
'
%
(
9
(
1
7
2
2
1
*
(
(
8
(
5
'
$
%
&
$
$
,
,
7
7
,
$
,
0
,
1
7
5
8
=
7
=
1
&
$
/
*
(
7
7
/
$
2
7
/
%
,
,
2
/
,
1
/
0
(
$
$
6
5
7
2
,
)
(
$
6
&
$
$
7
7
2
3
%
)
,
5
$
/
%
$
0
(
5
0
6
2
5
(
/
/
0
&
2
0
3
$
6
6
2
5
3
$
'
5
(
2
2
+
3
(
6
$
5
%
(
7
5
(
9
6
1
3
(
,
$
0
(
/
2
*
5
$
1
2
2
Com’è possibile?
Riuscite a lanciare una pallina (senza
utilizzare elastici ed evitando di farla
rimbalzare per terra o contro un muro) in
modo che percorra una breve distanza e
poi ritorni al punto di partenza compiendo
a ritroso il medesimo percorso?
61
Cancellate dallo schema le parole elencate. Al termine le lettere rimaste lette di seguito
daranno il nome di una gustosa e apprezzata ricetta orientale.
ABBONDANTE
AZIENDA
BAMBOLA
BASILICO
BURRONE
CALCIATORE
COMPASSO
DIFFERENZA
EVENTO
GEOMETRIA
GIRINO
GIULLARE
MATRIGNA
MELOGRANO
PADRE
PALPEBRA
PERIZOMA
PLASMA
RIENTRANZA
SBILENCO
SCUDETTO
Futoshiki
Rispettando i simboli
< (minore di) e > (maggiore
di), completate lo schema
inserendo le cifre 1, 2, 3, 4
in modo che ciascuna riga e
colonna le contenga una volta
sola tutte e quattro.
Le soluzioni dei giochi le trovi nel prossimo numero
3
SHAMPOO
SOFFITTA
SOMMA
STRAPPO
TUBERO
UVETTA
VERTEBRA
oroscopo | Insieme
OROSCOPO
n
o
e
l
n st a n n o
l
e
t
s
e
l
o
s
s
ag
Sp e
toro 21 apr - 20 mag
u a rd
a re!
Negli ultimi tempi, anche se ti sei impegnato, non hai raccolto i risultati
sperati. Ora qualcosa si muove: nella vita professionale e finanziaria,
come in amore. Attenzione, però, a non buttarti a capofitto: valuta bene
le tue scelte.
ARIETE 21 mar - 20 apr
Con i piedi per terra. Proprio così ti
sentirai questo mese che ti vuole più
vicino alle tue passioni. Rispolvera
hobby semplici in cui ritrovare un po’
di relax. In amore sarai più espansivo
del solito e questo sarà molto apprezzato.
Gemelli 21 magg - 20 giu
62
In questo mese non ti mancherà certo l’energia per realizzare progetti di
lavoro a cui da tempo stai pensando.
Entusiasmo anche in campo affettivo, dove le cose andranno meglio:
sfrutta gli ultimi giorni di maggio.
Cancro 21 giu - 22 lug
Una ventata di ottimismo ti travolgerà: la vita sociale va alla grande e
sul lavoro hai la forza necessaria per
affrontare scelte fondamentali. Le
vecchie abitudini sbagliate lasceranno il posto a quelle nuove, più giuste.
In amore e in famiglia si appianano
le tensioni.
Leone 23 lug - 23 ag
Ti senti meglio, ma questa positività
va valutata con attenzione: occhio a
non illuderti, piuttosto valuta bene
ogni novità. Resta quindi coi piedi per
terra per evitare di fare scelte sbaglia-
te. Se sei single, l’amore busserà alla
tua porta.
mille attività che hai in corso. Nella vita
privata, non metterti a discutere con il
partner. Ascolta di più chi ti vuole bene.
Vergine 24 ag - 22 sett
Capricorno 22 dic - 20 genn
In ambito professionale sarai molto
popolare: riceverai consensi e gli accordi che nasceranno in questo periodo saranno proficui. La vita sentimentale procede a rilento, forse perché hai
puntato sulla persona sbagliata.
Sei più disponibile a goderti i piaceri
della vita e questo atteggiamento ricettivo migliora i rapporti interpersonali. Gli amici ti adorano e tu sei più
produttivo anche sul lavoro. Buono
anche l’amore che migliora in virtù
del tuo ottimismo.
Bilancia 23 sett - 22 ott
Diplomazia dovrà essere il mantra del
mese. Cerca di non perdere le staffe
sia al lavoro che a casa. La cerchia degli amici si allarga e gli inviti si moltiplicano, ma non essere troppo permaloso con chi ti conosce appena. Occhio
ai colpi di fulmine!
Acquario 21 genn - 19 febb
L’inizio del mese ti vede in preda a
dubbi. Le sviste degli ultimi tempi ti
hanno un po’ fatto perdere fiducia
nelle tua capacità. Se sei in coppia,
l’amore va a gonfie vele, mentre se sei
single si prospetta un momento magico.
Scorpione 23 ott - 22 nov
Qualche piccolo intoppo sul lavoro ti
farà innervosire, ma è un momento
passeggero che ti aiuterà a capire che
molte volte è meglio essere un pochino più flessibili. In amore sarai un po’
troppo passionale: attenzione a non
esagerare con la gelosia.
pesci 20 febb - 20 mar
È arrivato il momento di affrontare
con grinta tutti quei piccoli problemi
che negli ultimi tempi hanno messo
a dura prova la tua competenza professionale. Per quanto riguarda i sentimenti, qualche schiarita ti farà tornare il sorriso.
Sagittario 23 nov - 21 dic
Sarà forse la primavera a renderti con
la testa tra le nuvole? Prova a fare una
cosa alla volta, eviterai di perderti tra le
Ecco le soluzioni dei giochi comparsi su Bene Insieme del numero scorso.
A rigor di logica
Dica trenta e tre
la prima soluzione possibile è
33 + 3 = 30;
la seconda 33 – 3 = 30.
7 5 $
( 2
&
2
& $
& $ 3
8 0 $
0 ( 7
$ 5 ,
1 2 1
$ 1 $
6
/
$
9
,
1
$
3
,
/
2
7
,
1
$
,
1
$
/
$
7
2
5
2
0
,
1
$
$ = ,
&
, 7 (
1 ,
( 5 ,
5 , 2
( 7 1
( 1 ( ,
0 ( 7 5 2
2
( $
1 $ 6
2 1 (
+ ( 5
2 5
2 1 2
$
1
7 (
$
2
' (
7 ,
6 $ /
0
$
5
,
7
7
,
0
$
7
(
/
,
(
6
,
2
'
7 2
2
7 2
( 5
0 (
CONAD SCONTA
CIÒ CHE CONTA.
E CONTINUA A FARLO.
Per noi di Conad comprendere viene prima di vendere. Per questo abbiamo deciso di
continuare a sostenere le famiglie italiane con Bassi e Fissi, la grande iniziativa
che riunisce tanti prodotti Conad, indispensabili per la spesa quotidiana, a prezzi
bassi e fissi fino al 31 agosto 2014. Perché andare incontro alle necessità di chi
ci sceglie ogni giorno, per noi è molto più che una promessa. È un impegno reale.
PER CONOSCERE TUTTI I PRODOTTI CONAD DELL’OPERAZIONE BASSI E FISSI, VAI NEL TUO
SUPERMERCATO CONAD, NEL TUO IPERMERCATO E.LECLERC CONAD O SU WWW.CONAD.IT
MAGGIO 2014
Da bru
co
Gli
a
nti
a
t
bi
a
fall
far
a
del prato
MAIN SPONSOR
a
15
edizione
www.conad.it
2014
in bici per l’ambiente
&©FNCC
Informazioni sulle città aderenti
e relativi programmi su:
www.bimbimbici.it
seguici su
MEDIA PARTNER
MEDIA PARTNER
SEGRETERIA TECNICA
SEGRETERIA TECNICA
IDEE E PROGETTI
PER LA SOSTENIBILITÀ
IDEE E PROGETTI
PER LA SOSTENIBILITÀ
IDEE E PROGETTI PER LA SOSTENIBILITÀ
IDEE E PROGETTI PER LA SOSTENIBILITÀ
www.achabgroup.it
PARTNER
PARTNER
TM
CON IL PATROCINIO DI
CON IL PATROCINIO DI
&©FNCC
Filippa
Lagerback
insieme per
una citta
piu sicura e piu bella
TM
TESTIMONIAL
micromondo
Gli animali del prato
i st u d i a g l i i n se t
S a i co
ma ch
t i?
me s i c h i a
Ape
Formica
È uno degli insetti più riconoscibili per il suo caratteristico
corpo a strisce gialle e nere.
Vive in una vera e propria
società organizzata in classi
(come le formiche!).
Le api operaie portano il
polline all’alveare dove risiede l’ape regina, la mamma
di tutte le api che abitano
nell'alveare. Una singola ape
è in grado di produrre fino a
1 chilo di miele ed è capace
di volare a una velocità di
quasi 30 km orari.
Il suo corpo, che è diviso
in: capo, torace e addome,
è grande da 1 a 30 mm.
Ha sei zampe, robuste
mandibole e in testa piccole antenne. La maggior
parte delle formiche è di
colore nero, ma possono
essere anche rosse, arancioni, gialle e verdi.
PRIMAVERIAMO
Finalmente la bella stagione
è arrivata e possiamo trascorrere molto più tempo
all’aria aperta. Le giornate
sono più lunghe e si può restare al parco fino a tardi!
Ma vi siete mai chiesti chi
abita il prato dove giochiamo? E chi piccolo piccolo
vola in mezzo a noi mentre
stiamo all’aria aperta a divertirci? Difficile conoscere proprio
tutti i mini-abitanti, ma insieme
cerchiamo di vedere più da vicino:
la formica, il lombrico, il grillo…
E N TO M O LO G O
Coccinella
È un insetto che appartiene
all’ordine dei coleotteri. La
sua grandezza va dal millimetro ai 10. Ha una corazza coloratissima con pallini
neri. In natura ne esistono
fino a 6000 specie e possono
essere: rosse, gialle, ma anche nere. È spesso considerata un portafortuna perché
è in grado di tenere lontani
alcuni parassiti dannosi per
le piante.
Lombrico
Appartiene all’ordine degli
anellidi, ossia di quella
specie di animali che presentano il corpo suddiviso
ad anelli. Ne esistono circa
700 specie, molte delle quali
si nutrono essenzialmente
di terra. Alcuni lombrichi
possono raggiungere fino a
25 centimetri di lunghezza
e sono in grado di scavare
delle vere e proprie gallerie
sottoterra.
Grillo
È un insetto notturno che
presenta delle lunghe ali
posteriori. È piccolo: le sue
dimensioni vanno dai 16 ai
21 millimetri, ma può raggiungere anche i 2 centimetri. Si riconosce facilmente
dagli altri insetti per il suo
canto, ma forse non tutti
sanno che solo il maschio
canta ed emette due tipi
di suoni: uno debole e uno
potente.
3
Il
co
bru
pe r d i v e n ta r e fa rfa l l a
co m p
ie la
m e ta m o rfo s i
Come nasce la farfalla
È uno degli insetti più belli, ma la farfalla non nasce bella…
Prima di diventare così colorata e meravigliosa deve, infatti,
attraversare varie fasi che si chiamono “stadi”.
Vediamoli insieme, vi stupirete!
La farfalla come tutti
gli altri insetti depone le
uova dalle quali…
Il bruco, per
crescere, mangia ogni genere
di foglie od
ortaggio che
trova sulla sua
strada.
…dopo una decina di
giorni nascono i bruchi.
Il bruco si chiude poi
in un involucro che lui
stesso costruisce e prende il nome di crisalide.
Lì dentro a poco a poco
si trasforma.
Quando, dopo un po’
di tempo la crisalide si
schiude….
…ecco nascere
la farfalla.
minutes
4
Impara l'inglese
con Leo
Learn english
with Leo
primavera
SPRING
farfalla
BUTTERFLY
prato
GREEN
micromondo
EO LO SA!
ESAPOLIS
Museo vivente degli
insetti, dei bachi
e delle api
IOCHIAMO?
A Padova c’è il primo grande
insettario d’Italia. Lì potrai
vedere tantissimi insetti,
conoscerne la storia e partecipare a laboratori divertenti.
Info: www.esapolis.eu
E SE FUORI PIOVE?
In primavera il tempo è
spesso ballerino. Se non puoi
stare all'aria aperta puoi comunque non rinunciare alla
scoperta del "micromega
mondo" degli insetti guardando film d'animazione a
tema. Ecco alcuni titoli:
"Bug's life" - "Bee Movie" "Zeta la formica". Se, invece,
ti piacciono i documentari, "Microcosmo, il popolo
dell'erba" è il film che fa per
te. Scoprirai in modo scientifico il meraviglioso mondo di
queste minuscole specie.
fiore
flower
come NASCE LA
PRIMAVERA?
Come le altre stagioni.
Nasce cioè quando avviene un evento astronomico che riguarda il
nostro pianeta.
La Terra, infatti,
ogni sei mesi compie una rotazione
attorno al Sole. Lo
fa 4 volte l’anno e
questo movimento dà
inizio alle stagioni. La
Primavera nasce il
20 marzo, giorno
dell’Equinozio di Primavera.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
19 309 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content