close

Enter

Log in using OpenID

COMUNE DI PISA - Direzione Ambiente

embedDownload
COMUNE DI PISA
TIPO ATTO ORDINANZE SINDACO
N. atto DN-16 / 48
Codice identificativo
del 06/06/2014
1021060
PROPONENTE Ambiente - Emas
ABBANDONO RIFIUTI - RIMOZIONE RIFIUTI E RIPRISTINO STATO DEI LUOGHI AI
SENSI DELL’ART. 192 DEL D.LGS. 152/2006, SU TERRENO SITO IN PISA, VIA P.
CASTALDI 3 - MENICAGLI DIANA
OGGETTO
Funzionario P.O.
REDINI MARCO
Id. 1021060
COMUNE DI PISA
IL SINDACO
Oggetto: Abbandono rifiuti – Rimozione rifiuti e ripristino stato dei luoghi ai sensi dell’art. 192 del
D.Lgs. 152/2006, su terreno sito in Pisa, Via P. Castaldi 3.
VISTO il verbale di contestazione della Guardia di Finanza di Livorno n. GDF-LI113-225-2012 del
15/12/2012, pervenuto in data 08/07/2013 prot. 34146, relativo all’accertamento di abbandono di
rifiuti speciali costituito in parte da veicoli in stato di abbandono in un area sita in Pisa, Via P.
Castaldi 3 (Foglio 82 mappali 336, 647);
CONSIDERATO CHE tra i suddetti rifiuti è stato rinvenuto il veicolo FIAT Tipo immatricolato con
targa LU 574087 risultato essere di proprietà di MENICAGLI Diana, nata a Livorno (LI) il
15/06/1974, residente in Empoli (FI), Via Valdorme n. 218, Codice fiscale MNCDNI74H55E625B;
CONSIDERATO CHE il veicolo risulta essere in stato di abbandono, a diretto contatto con gli
agenti atmosferici e privo di alcune parti meccaniche e di carrozzeria;
ATTESO CHE il medesimo veicolo è stato posto sotto sequestro giudiziario ai sensi dell’art. 354
c.p.p. per eseguire ulteriori accertamenti e risulta depositato in Pisa, Via P. Castaldi 3;
VISTO il D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.;
VISTO l’articolo 192 del suddetto decreto che impone il divieto generale di abbandono e deposito
incontrollato dei rifiuti sul suolo o nel suolo nonché l’immissione di rifiuti di qualsiasi genere nelle
acque superficiali o sotterranee e prevede, in caso di violazione del divieto, che si disponga con
ordinanza la rimozione, l’avvio al recupero o lo smaltimento dei rifiuti e il ripristino dello stato dei
luoghi;
PRESO ATTO che compete all’Amministrazione Comunale l’emissione di Ordinanza sindacale per
lo sgombero dei rifiuti e il ripristino dello stato dei luoghi da emanare ai sensi dell’art. 192, comma
3, del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.;
VISTA la comunicazione di avvio di procedimento amministrativo ai sensi degli artt. 7 e 8 della
Legge 241/1990 e ss.mm.ii. trasmessa, con prot. 55907 del 16/10/2013, alla Sig.ra Menicagli
Diana in qualità di proprietaria del suddetto veicolo abbandonato;
CONSIDERATO che in data 30/10/2013, tramite posta certificata prot. 59221, l’avv. Massimo Di
Bello del foro di Firenze presentava, per conto della Sig.ra Menicagli Diana, al Comune di Pisa
memorie scritte inerenti il procedimento, dichiarando l’estraneità della propria assistita la quale “già
in data 10 gennaio 2013 aveva inoltrato scritti difensivi alla Polizia Provinciale di Pisa ove dava atto
di essere completamente estranea ai fatti oggetto di rilievo della Guardia di Finanza” e aveva
investivo della vicenda “anche l’autorità giudiziaria presso la quale veniva depositato formale atto
di denuncia-querela” chiedendo pertanto “di valutare gli elementi sopra allegati (nonché l’ignorata
istanza di audizione rivolta alla Polizia Provinciale) al fine di archiviare il procedimento
amministrativo” nei confronti della Menicagli “non essendo ella legittimata passiva di alcun obbligo
di rimozione dei rifiuti e ripristino dello stato dei luoghi”;
RILEVATO, tuttavia, che:
- le memorie presentate dal legale di parte non attestano che la Menicagli si sia avvalsa della
procedura prevista dal Testo Unico del 2.5.2013 (Circolare ACI) che, richiamando la relativa
disciplina, le avrebbe consentito di chiedere al Pubblico Registro Automobilistico l’annotazione
della perdita di possesso;
- conseguentemente, le azioni intraprese dalla Menicagli non hanno prodotto la cessazione del
possesso e, con esso, dell’obbligo del pagamento della tassa automobilistica e, soprattutto,
dell’intestazione del veicolo che continua ad essere iscritto al P.R.A. a nome dello stesso soggetto
nei confronti del quale il Comune ha l’obbligo di procedere al fine della tutela dell’ambiente, nel
rispetto di quanto previsto al citato art. 192 del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.;
RITENUTO, pertanto, sussistere gli estremi per adottare, ai sensi della normativa vigente, a carico
della Sig.ra MENICAGLI Diana, quale proprietaria del suddetto veicolo abbandonato, idoneo
provvedimento finalizzato alla rimozione del medesimo veicolo e al ripristino dello stato dei luoghi;
ORDINA
Alla Sig.ra MENICAGLI Diana, nata a Livorno (LI) il 15/06/1974 e residente in Empoli (FI), Via
Valdorme 218, ENTRO 60 (SESSANTA) GIORNI DALLA NOTIFICA DEL PRESENTE
PROVVEDIMENTO:
- DI PROCEDERE, AI SENSI DELL’ART.192 COMMA 3 DEL D.LGS. 152/2006 E SS.MM.II., A
SUE SPESE E CURA IN QUALITÀ DI PROPRIETARIO, ALLO SMALTIMENTO PRESSO
CENTRO DI RACCOLTA AUTORIZZATO DEL VEICOLO IMMATRICOLATO CON TARGA LU
574087, ABBANDONATO NELL’AREA SITA IN PISA, VIA P. CASTALDI 3 (FOGLIO 82 MAPPALI
336, 647) E AL SUCCESSIVO RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI;
- DI COMUNICARE ALLA DIREZIONE AMBIENTE DEL COMUNE DI PISA E ALLA GUARDIA DI
FINANZA DI LIVORNO LA DATA DI AVVIO DELLE OPERAZIONI DI RIMOZIONE E
TRASMETTERE
AGLI
STESSI
I
DOCUMENTI
ATTESTANTI
L’AVVENUTO
SMALTIMENTO/RECUPERO DEL SUDDETTO VEICOLO.
SARA’ CURA DEL DESTINATARIO DEL PRESENTE PROVVEDIMENTO RICHIEDERE ALLA
PROCURA DELLA REPUBBLICA LA PREVENTIVA AUTORIZZAZIONE ALL’ACCESSO AI
LUOGHI E IL DISSEQUESTRO DEL VEICOLO PER L’ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI
SOPRA INDICATI.
AVVERTE
- che, nel caso di inottemperanza a quanto previsto dalla presente ordinanza, si procederà
all’esecuzione d’ufficio in danno dei soggetti obbligati e al recupero delle somme anticipate da
questa Amministrazione, nonché a presentare denuncia alla competente Autorità Giudiziaria ai
sensi dell’articolo 255 comma 3 del D.lgs. n. 152/2006.
RENDE NOTO CHE
- avverso il presente provvedimento è consentito presentare ricorso straordinario al Capo dello
Stato o ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale rispettivamente entro 120 o entro 60 giorni
dalla data di notifica del presente provvedimento;
- il responsabile del procedimento ai sensi della Legge 241/1990 e ss.mm.ii. è il Funzionario della
Direzione Ambiente Dott. Roberto Papini (telefono 050/901485; fax 050/910416; e-mail:
[email protected]).
DISPONE
La notifica della presente ordinanza, a cura della Direzione Ambiente, tramite il servizio notifiche
del Comune di Empoli (FI), alla Sig.ra MENICAGLI Diana nata a Livorno (LI) il 15/06/1974 presso
la propria residenza in Empoli, Via Valdorme 218.
DEMANDA
-
Alla Guardia di Finanza Stazione Navale di Livorno la verifica del rispetto del presente
provvedimento;
Alla Direzione Ambiente la trasmissione del presente provvedimento alla Guardia di
Finanza Stazione Navale di Livorno, al Comando di Polizia Municipale di Pisa, al
Dipartimento ARPAT di Pisa – Via V. Veneto n. 27, alla Prefettura di Pisa – Piazza G.
Mazzini n.1.
IL SINDACO
Marco Filippeschi
“Documento firmato digitalmente ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 23ter del decreto legislativo n. 82 del 7 marzo 2005 - Codice
dell'Amministrazione digitale. Tale documento informatico è memorizzato digitalmente su banca dati del Comune di Pisa.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
226 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content