close

Enter

Log in using OpenID

embedDownload
Agriturismo Villa Rosa: 40 anni di cose buone
Cucina della tradizione con prodotti dell'azienda agricola
e piatti cotti nel caratteristico “TESTO”
Questo mese vogliamo parlarvi di un agriturismo davvero particolare, legato da quasi
quarant'anni alla tradizione culinaria e ricettiva della Val Graveglia, verde vallata nell'immediato entroterra del Tigullio attraversata
quasi interamente dall’omonimo torrente. È
stato il mondo agricolo a definire i tratti caratteristici del paesaggio: ampi spazi a bosco
e a pascolo si alternano a superfici coltivate,
dove si trovano case isolate e piccoli nuclei
rurali con i tipici tetti in "ciappe", le terrazze
con il pergolato, i portici, gli archivolti. Ancora oggi in Val Graveglia l'attività contadina ha
mantenuto un valore economico, storico e
sociale nel rispetto delle tradizioni locali ed è
proprio qui che viene incastonato, in località
Arzeno, a solo mezz'ora dal casello autostradale di Lavagna, questo posto caratteristico
che propone una cucina casalinga ricca di
sapori genuini grazie ai prodotti a km0 provenienti dalla limitrofa azienda agricola gestita da tre giovani leve che hanno a cuore
la loro terra e il loro territorio. Sono i figli di
Ornella (in foto), la cuoca che, per chi la conosce, è una vera e propria appassionata del
proprio lavoro che prende le radici culinarie
dalla forse ancor più nota suocera Idilia. A
Ogni sabato fino a settembre
A Leivi prodotti
della natura
e artigianali al
Mercatino Agricolo
La cottura sotto al testo e la titolare e cuoca Ornella De Paoli
solo a sentirla parlare già sembra di degustare i suoi ravioli e pansotti, i ripieni, i dolci...
tutto rigorosamente fatti a mano. E già viene
l’acquolina a pensare ai cibi cotti con l'antica
tradizione dei cosiddetti testi di terracotta
cioè una copertura che, precedentemente
arroventata sul fuoco, viene posta sopra i
cibi, in particolare torte, focacce, pane ma
anche portate a base di carne, per ottenere
la cottura cosiddetta sotto al testo, o al testo.
Per gli amanti del lessico il termine testo in-
dica sia questo utensile, sia quello che viene
utilizzato per la preparazione dei testaieu
(anche questi preparati periodicamente) per
il quale, comunque, viene utilizzato sovente
il termine testetto. L'agriturismo Villa Rosa,
dove è anche possibile pernottare nella più
totale quiete, è un posto molto adatto anche per i bambini che possono visionare i
tanti animali presenti (capre, cavalli, mucca,
galline etc) e per le famiglie che possono
acquistare i prodotti sani e genuini della loro
Torna il mercatino di prodotti locali (agricoli, hobbistici e artigianali) che si trova in piazzale Sanguineti (Rostio) tra Leivi e Chiavari.
terra. Inoltre è possibile ammirare la splendida natura con una passeggiata sul vicino
monte Biscia (all’agriturismo potete anche
noleggiare una Mountain Bike). Noi ve lo
straconsigliamo, fateci un salto e diteci come
vi siete trovati!
INFO: Ne Via Arzeno 55, 0185.338948 o
339.5889453 www.villarosaagriturismo.com
GSR
‘Nduja, pitt ‘nchiusa, cuzzupa e tante prelibatezze da provare!
L’Angolo delle Pizza propone specialità
della tradizione calabrese e ligure
Inoltre vendita di fragrante pane di grano duro
e altre specialità cotte nel forno a legna
La varietà di cibi in Italia è unica: posto che
vai, cibo che trovi. Da qualche tempo la Val
Fontanabuona e la Calabria sono meno distanti. Amedeo e Caterina (in foto) hanno
infatti portato una ventata di novità e all’Angolo della Pizza propongono specialità della
tradizione calabrese, senza tralasciare quella ligure. Accanto alle pizze più classiche e
alle prelibatezze nostrane come focaccia al
formaggio e farinata (ma anche il pane, la
focaccetta e tutti i prodotti “da forno”), spicca la Pizza farcita con la Nduja, la più fiera
rappresentante della cucina calabrese. Di
sicuro uno sfizio che non passa inosservato
alle papille gustative di chi la assaggia. Ma a
chi preferisce il dolce al salato e al piccante
propongono diversi dolci tipici della loro regione tra cui la pitta ‘nchiusa e la cuzzupa.
La prima è un dolce tipico natalizio, il cui
nome deriva dal greco e significa “sfoglia”, e
infatti è una dolce e invitante sfogliata cotta
al forno. La seconda invece trae le sue origini in Oriente ed è tipica pasquale perchè
nella tradizione viene inserito al suo interno
un uovo che simbolegga la resurrezione
del Signore. Ambedue possono però essere gustati in qualsiasi momento dell’anno
basta semplicemente prenotarle. Insomma
non solo prelibatezze tipiche liguri, ma anche un pezzo di storia e tradizione che so-
pravvive e che non aspetta altro che essere
scoperto e apprezzato da chi non ha mai
assaporato i piatti tipici calabresi. Ah dimenticavamo....tutto è cotto nel forno a legna e gli ingredineti sono di prima qualità!
Cosa aspettate ad andare a trovarli? Potete
sedervi nei tavoli all’aperto e scoprire che....
vi piace il piccante!
Sono a Calvari di San Colombano in Piazza G.B. Cuneo 10 (proprio di fronte al bar
Torre) Tel 327.6365347
/ www.corfole.it
9
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
3 383 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content