close

Enter

Log in using OpenID

(PON) “COMPETENZE PER LO SVILUPPO” – FONDI STRUTTURAL

embedDownload
Prot. n. 3121/B38 del 22 Aprile 2014
PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE (PON)
“COMPETENZE PER LO SVILUPPO” – FONDI STRUTTURALI EUROPEI
ANNUALITÀ 2013/14
PON FSE Obiettivo C Azione C1, codice autorizzazione nazionale C-1-FSE-2013-2695 del 26/11/2013
ANNUALITA ' 2013/2014
VERBALE GOP N. 19
Il giorno 22 Aprile 2014, alle ore 14.00 negli uffici di Presidenza della Scuola Primaria “F. Santagata” di via
E. Fermi, si è riunito il Gruppo Operativo di Piano dell’Istituto Comprensivo “F. Santagata” di Gricignano
di Aversa, per discutere e deliberare sui seguenti punti all’odg:
1. Percorsi di Italiano e Matematica Scuola Primaria: Verifica e valutazione intermedia degli eventuali
progressi dei corsisti.
2. Attività di verifica e di monitoraggio del corso.
3. Varie ed eventuali
Il G.O.P. risulta così composto:
- DIRIGENTE SCOLASTICO( Presidente): dott. Carmine Vozza;
- D.S.G.A. (Segretaria): dott.ssa Libera Pommella
- FACILITATORE: doc. Matilde D’Angelo
- FACILITATORE: doc. Maria Teresa Sparano
- REFERENTE PER LA VALUTAZIONE: doc. Rita Colella
- REFERENTE PER LA VALUTAZIONE: doc. Pietra De Michele
Presiede la seduta il D.S., dott. Carmine Vozza, funge da segretario il D.S.G.A., dott.ssa Libera Pommella.
Punto 1: Percorsi di Italiano e Matematica Scuola Primaria: Verifica e valutazione intermedia degli
eventuali progressi dei corsisti.
LINGUA ITALIANA: “PAROLANDO”
Le attività programmate seguono il loro regolare percorso e gli alunni partecipano alle lezioni con interesse
e diligenza interagendo proficuamente con l’esperto esterno il quale si mostra sempre disponibile e ben
disposto ad eventuali chiarimenti ed approfondimenti richiesti.
La situazione iniziale riscontrata è risultata abbastanza positiva poiché la maggior parte dei corsisti
mostrava lievi carenze nelle competenze di base. Considerando la situazione di partenza della classe,
l’Esperto ha mantenuto inalterati gli obiettivi e le competenze da raggiungere.
La prova di verifica intermedia somministrata è stata superata con una valutazione mediamente più che
sufficiente (rispetto agli obiettivi proposti). Questo risultato è stato possibile anche grazie ad un approccio
individualizzato che ha posto l’attenzione sulle singole capacità supportando i corsisti in un corretto
svolgimento delle attività. I ragazzi sono stati allenati con esercizi similari per tipologia alla verifica
intermedia e questo li ha resi autonomi allo svolgimento della prova.
1
MATEMATICA: “IL TRENO DEI NUMERI”
Le attività programmate seguono il loro regolare percorso e gli alunni partecipano alle lezioni con interesse
e diligenza interagendo proficuamente con l’esperto esterno il quale si mostra sempre disponibile e ben
disposto ad eventuali chiarimenti ed approfondimenti richiesti.
Sono state proposte attività che potenziassero le abilità di calcolo orale e scritto anche attraverso giochi
didattici ed esercizi con l’uso della LIM.
Dalla verifica in intermedia è emerso che il gruppo classe, nonostante la presenza di lievi carenze, ha
superato la prova con una valutazione mediamente più che sufficiente (rispetto agli obiettivi proposti).
Inoltre, gli alunni hanno dimostrato di aver conseguito una maggiore sicurezza nell’approccio con la
materia. Questo risultato è stato un successo possibile grazie ad un approccio metodologico-didattico di
tipo laboratoriale e all’individualizzazione dell’apprendimento.
Punto 2: Attività di verifica e di monitoraggio del corso.
Durante l’incontro di verifica intermedia, è stato somministrato un questionario, ovviamente compilato in
forma anonima per garantire la maggiore libertà ed oggettività di risposte, che evidenziasse la validità del
corso relativamente a:
 Aspetti organizzativi
 Aspetti relazionali
 Livello di soddisfazione delle aspettative
Dal monitoraggio si è evinto che il corso risulta adeguatamente organizzato nei tempi e nelle modalità
poiché proporzionato alle esigenze didattiche e interessante nelle proposte.
Le lezioni si svolgono in un clima sereno e collaborativo che favorisce un’interazione produttiva sia tra gli
allievi sia tra allievi e docenti.
Gli argomenti trattati si rivelano utili al progresso didattico ma fondamentali anche da un punto di vista non
strettamente scolastico.
Non avendo altro da discutere e deliberare e dopo aver redatto, letto e approvato il presente verbale,
composto da n 2 pagine, alle ore 17.00, il Dirigente Scolastico dichiara sciolta la seduta.
F.to Il Segretario
Dott.ssa Libera Pommella
F. to Il Presidente
Dott. Carmine Vozza
2
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
563 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content