close

Enter

Log in using OpenID

continua... - Bologna

embedDownload
Lungo la strada porrettana
da Casalecchio di Reno a
Sasso Marconi
DA NON PERDERE….
• La Chiusa di Casalecchio di Reno
patrimonio UNESCO dei Messaggeri di
una Cultura di Pace a favore dei Giovani
con il Parco Talon e il Lido sul fiume
Reno
• Il Museo Marconi a Pontecchio (Sasso
Marconi)
• L’oasi naturale di San Gherardo
CASALECCHIO DI RENO
• LA CHIUSA
La più antica opera idraulica nel mondo
ancora in funzione, la Chiusa è stata inserita nel Programma UNESCO 2000-2010
fra i Patrimoni Messaggeri di una Cultura
di Pace a favore dei giovani
Come raggiungere la Chiusa:
Vedute panoramiche sulla Chiusa si possono godere dall’area verde del Prè Znein
(Pracinino) un piccolo giardino con ingresso da Via Giordani o da Via IV Novembre. Salendo una piccola scala in pietra,
si raggiungere un punto panoramico sul
letto del Fiume Reno, entrando così nel
parco Si può anche utilizzare il percorso
pedonale Vialetto Card. Lambertini che
Casalecchio di Reno, Sasso Marconi, Monte San Pietro, Zola Predosa
Valsamoggia (località: Crespellano, Bazzano, Monteveglio, Castello di Serravalle, Savigno)
Storia, Cultura, Natura e Gastronomia nei comuni di
Tour nei colli bolognesi attraverso i Comuni di:
Casalecchio di Reno, Sasso Marconi, Monte San Pietro, Zola Predosa
Valsamoggia (località: Crespellano, Bazzano, Monteveglio,
Castello di Serravalle, Savigno)
La mappa offre le informazioni per mettere in contatto il turista non
solo con un territorio che offre una straordinaria ricchezza storica,
artistica culturale ed ambientale ma anche, attraverso i suoi imprenditori, con le eccellenze di prelibatezze enogastronomiche tipiche
che rappresentano senza dubbio il migliore biglietto da visita dei
colli bolognesi
Si propongono percorsi “appetitosi”, fatti di cibi e di vini di alta
qualità da gustare direttamente nei luoghi di produzione, ospiti di
imprenditori che lavorano ispirandosi alle antiche tradizioni agroalimentari di questa terra: Mortadella IGP di Bologna, ParmigianoReggiano DOP, Pignoletto DOC Colli Bolognesi, Castagne e Tartufo
ne costituiscono la punta di diamante
• PARCO DELLA CHIUSA O
PARCO TALON
A fianco della Chiesa di San Martino, via
Bregoli 3, si trova l’ingresso del Parco della Chiusa, che si estende per centodieci
ettari tra il Fiume Reno e il crinale delle
prime colline bolognesi . Celebre è il Sentiero dei Bregoli che dalla Chiesa di San
Martino collega Casalecchio di Reno al
Santuario della Beata Vergine di San Luca
• IL CONTRAFFORTE PILOCENICO
Una parte del territorio è compreso in
una Riserva Naturale Regionale, quella
del Contrafforte Pliocenico. Si tratta, della
zona del Contrafforte, riconoscibile per le
sue luminose pareti di arenaria che si ergono a picco sulla valle del Setta.
ZOLA PREDOSA
• PALAZZO ALBERGATI
Grandiosa residenza di campagna è una
delle più importanti e originali opere architettoniche di tutto il Seicento emiliano. L’edificio colpisce e sorprende per le
sue eccezionali dimensioni e per l’insolito contrasto tra l’austerità dell’esterno e
l’imprevedibile spazialità barocca dell’interno. Apre le sue magnifiche stanze in
occasione di iniziative e manifestazioni
organizzati annualmente
in cui è possibile ricevere informazioni
sugli itinerari e le attività proposte dal
Parco e conoscere i prodotti del territorio.
Le colline di Crespellano
• IL CASTELLO E L’ABBAZIA DI
MONTEVEGLIO
Raggiunto il borgo all’interno del parco
sulla collina che domina Montevglio, si
distingue il profilo dell’antica Abbazia di
Santa Maria Assunta Il grande complesso
monastico venne fondato da Matilde di
Canossa nell’XI secolo.
Una scultura esposta a Ca’ La Ghironda
VIlla Stagni
Vedute di Palazzo Albergati
lognese “Percorso delle 10 Ville” che of- L’Abbazia di Monteveglio
fre al visitatore, da primavera all’autunno,
tutto lo straordinario campionario di architetture che vanno dal XVI e XIX secolo.
Per conoscere le date di apertura delle
iscrizioni ai percorsi, consultare il sito ino è la testimonianza di un glorioso passaternet del comune di Crespellano,
to medioevale, in cui il castello era la sede
del Capitano della Montagna occidentale
e che oggi ospita la sede dell’Eco-museo
VALSAMOGGIA
località BAZZANO
Contrafforte Pilocenico
DA NON PERDERE…
• La collezione motoristica Nigelli a
Monte San Pietro
• I Borghi di Monte San Pietro
• Le Ville senatorie tra Zola e Crespellano
• Il polo museale di Ca’ La Ghironda
• La Rocca di Bazzano
• L’Abbazia di Monteveglio e il suo
Parco Regionale
• Il borgo medievale di Castello di
Serravalle
• I mulini di Savigno
MONTE SAN PIETRO
• COLLEZIONE “NIGELLI”
Collezione privata di grande valore che
comprende 300 pezzi di moto d’epoca, in
alcuni casi unici.
La Collezione Nigelli fa parte del circuito
regionale di “Motor Valley”.
Le Visite sono possibili su appuntamento.
Collezione Nigelli
• BORGHI A MONTE SAN PIETRO
Si consigliano passeggiate alla scoperta
di antichi borghi rurali: Amola , San Lorenzo in Collina Monte San Giovanni ,l’ Oca, S.
Chierlo, Mongiorgio, fino a Montepastore,
da dove la vista può spaziare anche sulla
pianura del Po fino a raggiungere, nelle
giornate di cielo limpido, le Prealpi lombarde e i Colli Euganei.
Lungo la strada Bazzanese da
Zola Predosa a Valsamoggia
VALSAMOGGIA
località CRESPELLANO
Crespellano è Terra di Ville e sul suo territorio si trovano sontuose dimore storiche,
residenze di campagna del patriziato bo-
• LA ROCCA DEI BENTIVOGLIO
La Rocca di Bazzano domina il paese
dall’alto di una collina adiacente al centro
storico a cui è collegato da una scalinata
panoramica. Ospita il Museo Civico Archeologico “Arsenio Crespellani”.. Origini
siano da ricondurre ad un’epoca anteriore al Mille Nella Cantina è oggi allestito
il Punto Informativo dei Prodotti della
Il viaggiatore che attraversa questi territori si trova nell’Emilia più autentica
con una natura, per la maggior parte,
ancora incontaminata dove può vivere
l’esperienza unica si assaggiare e scoprire i segreti di una delle cucine più
note ed apprezzate al mondo.
• IL VINO
Le colline di dei colli bolognesi sono
da sempre terre note per il vino di pregio. Percorrere queste colline attraverso le loro cantine è uno stile di viaggio
e di scoperta del vino DOC e DOCG,
che vede, di anno in anno, sempre più
turisti, curiosi ed enoappassionati avvicinarsi alle cantine, desiderosi di fare
un’esperienza diversa dal comune. Oltre alla possibilità di assaggiare i vini e
di acquistarli direttamente in azienda,
dove: CASALECCHIO DI RENO
quando: 1° week end di giugno
cosa: Festa dei sapori curiosi, giornate dedicate alla scoperta del gusto dei
“nostri” sapori, da quelli tipici a quelli curiosi
dove: VALSAMOGGIA, località Monteveglio
quando: 2° week end di giugno
cosa: Abbazia in festa, rievocazione storico culturale del periodo medioevale
all’interno del borgo dell’Abbazia
Castello Serravalle
VALSAMOGGIA
località SAVIGNO
La Rocca di Bazzano
Strada dei Vini e dei Sapori “Città Castelli
Ciliegi”.
• IL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO “
ARSENIO CRESPELLANI”
Ospita una collezione di reperti archeologici e storici provenienti dal territorio
provinciale.
VALSAMOGGIA
località MONTEVEGLIO
è possibile, grazie alla disponibilità dei
coltivatori, entrare nelle cantine per
scoprire i segreti della vinificazione e
dell’affinamento.
www.collibolognesi.it
• IL TARTUFO BIANCO
È una vera e propria produzione di
eccellenza della gastronomia dell’Appennino e Savigno è uno dei territori
più adatti per la crescita di questo tubero
La Tartufesta è la tradizionale manifestazione che nei mesi di ottobre e
novembre anima i comuni dell’Appennino bolognese attraverso mercatini,
menù prelibati e altre iniziative, tutte
incentrate sul ‘’Tartufo bianco pregiato
dei Colli bolognesi’’.
• PARCO REGIONALE DELL’ABBAZIA DI
MONTEVEGLIO
Percorsi e i sentieri fra un paesaggio gradevole e variegato, nel quale vigneti e
frutteti si alternano a ripidi versanti boscati, interrotti dai calanchi, piccole valli
che racchiudono tesori naturalistici, il
borgo e l’abbazia, che rappresentano le
principali emergenze storico-architettoniche del parco. Presenti tre centri visita
dove: PONTECCHIO ( Sasso Marconi)
quando: settembre
cosa: Fira di sdaz da oltre 300 anni la Fiera mette in mostra suoni e sapori
della cultura contadina dell’Appennino nella scenografia intatta della corte di
Palazzo de’ Rossi
dove: MONTE SAN PIETRO
quando: settembre
cosa: Sagra del vino dei colli bolognesi, occasione per degustare ottimi vini
accompagnati da una selezione di prodotti tipici,
dove: Zola Predosa
quando: ottobre
cosa: Mortedella Please, percorsi enogastronomici che celebrano la Mortadella,
in abbinamento al Pignoletto dei Produttori dei Colli Bolognesi.
dove: VALSAMOGGIA, SAVIGNO
quando: ottobre-novembre
cosa: Tartufesta, il Tartufo bianco pregiato tra gastronomia tradizioni e cultura.
della Collina e del Vino, un luogo imperdibile per chi desidera conoscere direttamente il territorio e le attività svolte dai
suoi abitanti nel passato e nel presente.
Dal borgo è possibile ammirare un panorama sulle dolci colline, su cui domina la
coltura della vite, intervallate da calanchi.
Enogastronomia
• LA MORTADELLA
La Mortadella, Regina della gastronomia bolognese, vanta una storia secolare che parte da lontano e arriva fino ai
giorni nostri diventando l’ambasciatrice di Bologna nel mondo.
E proprio a Zola Predosa hanno infatti sede le aziende leaders mondiali
nella produzione di questo salume e,
annualmente, si può partecipare alla
manifestazione” Mortadella Please”.
ll festival, che si svolge nel mese di
Ottobre, è un momento di valorizzazione della mortadella ma anche delle
altre eccellenze enogastronomiche che
questo territorio sa proporre, opportunamente coniungate con i luoghi, le
dimore e gli scorci più significativi
www.mortadellaplease.it
dove: ZOLA PREDOSA
quando: maggio, giugno
cosa: Zola Jazz Wine, appuntamenti che abbinano arte, musica ed
enogastronomia
dove: CASALECCHIO DI RENO ( Parco Talon)
quando: luglio
cosa: festa del Gelato Artigianale
VALSAMOGGIA-località
CASTELLO SERRAVALLE
• IL MUSEO MARCONI A PONTECCHIO
Provenendo da Casalecchio di Reno, lungo la strada Porrettana, si incontra la frazione di Pontecchio e qui si trova Villa Grifone e il Mausoleo dedicato a Guglielmo
Marconi. Su prenotazione visita guidata
Museo Marconi a Pontecchio
• CÀ LA GHIRONDA
Parco museo unico nel suo genere, formato da un area verde di dieci ettari in cui
l’arte, con le oltre 200 sculture di materiali
vari, e la natura, con un orto botanico, si
fondono, seguendo il dolce percorso collinare. Presente una galleria interna con
oltre cinquecento opere dei più rappresentativi artisti della pittura nazionale ed
internazionale dal ‘500 ai giorni contemporanei. Resort di 49 unità abitative e un
Ristorante.
Parco e sculture a Ca’ La Ghironda
SASSO MARCONI
Una specifica webAPP completa le informazioni della mappa accompagnando il turista curioso nella scoperta del territorio e dei
suoi imprenditori
Per tutte le informazioni sulle giornate e gli orari di visita ai
luoghi consigliati si rimanda alla web APP scaricabile con il
Code o agli uffici di informazione Turistica di Zola Predosa
(www.iatzola.it) e Sasso Marconi (www.infosasso.it)
• L’OASI NATURALISTICA DI
SAN GHERARDO
Posta nella bassa vallata del fiume Reno,
si estende per 68 ettari nei pressi di Palazzo de’ Rossi L’accesso all’Oasi naturale è
regolamentato su prenotazione o durante le giornate di apertura.
Come raggiungere l’Oasi:
Lungo la Porrettana, lasciato Pontecchio
Marconi prendere a sinistra per via Vizzano e continuare fino a: Via di Rio Conco
Ritornati sulla strada Bazzanese,
eccoci entrati a Zola Predosa
Da Casalecchio di Reno, lungo
la Strada Bazzanese con
direzione Modena, si incontrano,
alla rotonda con l’inconfondibile
grande opera di
Francesco Martani che immette
a Zola Predosa, le indicazioni per
raggiungere Monte San Pietro.
da Piazza dei Caduti fiancheggia il Fiume
Reno fino al Lido dove, dalla primavera
all’autunno,è possibile prendere il sole sui
lettini negli ampi spazi dedicati, sull’erba
o sulla sabbia, al suono della musica.
Alla scoperta dei colli bolognesi
al primo laboratorio del giovane scienziato e al parco della villa.
dove: VALSAMOGGIA, località Parco dell’Abbazia di Monteveglio
quando: tutto l’anno
cosa: Parchi di Vivere eventi, iniziative, corsi e passeggiate
Un evento
Visitare, Scoprire, Gustare
Un luogo...
Panorama armonioso di colline, valli, boschi e torrenti: un territorio ricco di sentieri adatti al trekking e al cicloturismo,
ma anche ad escursioni storico-culturali.
Il territorio di questa valle è infatti una
continua sorpresa, con le sue pievi, gli
oratori, le case-torri (abitazioni fortificate
sorte attorno al ‘400) e gli antichi mulini
ad acqua.
• BORGHI E MULINI DI SAVIGNO
Per la natura del territorio, percorso da
rivoli e torrenti di buona portata e pendenza, Savigno era un tempo ricca di mulini; alcuni, anche se non più in funzione,
sono visitabili lungo un itinerario che partendo da Via Segaticcio, collega il Mulino
del Notaro, il Mulino del Cozzo di Sotto e
Segaticcio e il Molino del Dottore, il più
antico e ancora funzionante.
dove: IN TUTTO IL TERRITORIO
quando: maggio- settembre
cosa: Corti, Chiese e Cortili- appuntamenti musicali nelle corti, nei cortili delle
ville e nelle chiese della vallata con musica sacra e della tradizione popolare
Uffici
Informazione
Turistica
Portali
di Interesse
Turistico
• ZOLA PREDOSA - Ufficio IAT
Villa Garagnani
Via Masini, 11
Tel. 051 752472
www.iatcollibolognesi.it
• www.tourinbo.it
Orari d’apertura:
lunedì e martedì 9,00 - 15,00
mercoledì/giovedì 9,00-12,00/15,00-18,00
venerdì 12,00-18,00
sabato 8,00-14,00
A Villa Garagnani puoi trovare il PUNTO
DEL GUSTO, in cui il territorio si scopre
attraverso le sue eccellenze enogastronomiche, presentate, raccontate,
manipolate e degustate insieme ai
produttori, ai sommelier ed ai cuochi
che ne sanno esaltare le virtù.
Per appuntamenti ed informazioni:
Tel. 051 752472
[email protected]
www.puntodelgusto.it
• SASSO MARCONI Ufficio UIT
Via Porrettana, 312
40037 Sasso Marconi (BO)
Tel. 051 6758409
www.infosasso.it
Orari d’apertura:
lunedì 15,00-20,00
martedì-venerdì 9,30-14,00/15,00-20,00
sabato e
domenica 10,00-12,30/15.30-20,00
Il parco di Monteveglio
per trovare tutte le offerte turistiche della
città di Bologna e della sua provincia
• www.tipicoatavola.it
guida ai ristoranti con cucina a base di
prodotti tipici del territorio
• www.ilocalidellanotte.it
il portale del divertimento:
i migliori locali, ristoranti, apertivi e gli
eventi di Bologna e provincia
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 908 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content