close

Enter

Log in using OpenID

21 maggio 2014 - Segrate Oggi

embedDownload
Fondato nel 1971
2
quindicinale
di attualità, politica e cultura
21 MAGGIO 2014 - anno 43 - n. 10
Editore Milano Communication srl - Redazione: via Cellini 5 - 20090 Segrate (MI). Registrazione presso Tribunale di Milano n. 369 19/11/1974 - Costo di una copia: 1 euro. Mail: [email protected] - Sito: www.segrateoggi.it. Direttore responsabile: Federico Viganò
Forza Italia, Ncd, Indipendenti e Udc fanno muro contro l’ipotesi di potenziamento del terminal ferroviario segratese
ALLA BOFFALORA
Intermodale, no all’ampliamento
Cascina occupata
da trenta abusivi
interviene la PL
La maggioranza contraria al progetto di sviluppo che sarebbe in discussione in Regione e pronta
a lanciare una raccolta firme: “Impatto devastante sulla viabilità locale, Segrate ha già dato”
ENTRO IL 16 GIUGNO
Tasi, Segrate tra i
“virtuosi”...
via al pagamento
della prima rata
Segrate è uno dei 1.076 Comuni virtuosi che hanno provveduto ad approvare in tempi utile l’aliquota per il pagamento
della Tasi, il tributo che ha sostituito l’Imu per le prime case.
Il premio? I cittadini segratesi
dovranno pagare subito la prima rata (scadenza 16 giugno)
mentre ai Comuni ritardatari è
stata concessa una proroga.
• a pagina 2
Un no secco e una raccolta di
firma “preventiva” contro ogni
ipotesi di sviluppo del terminal
intermodale di Segrate che
comporti un aumento del traffico sulla viabilità cittadina.
L'allarme è scattato la scorsa
settimana, durante la quale il
Comune sarebbe venuto a conoscenza di un procedimento,
aperto in Regione, per valutare
la richiesta di un operatore privato per il potenziamento di
“Milano smistamento”, l'enorme aree ferroviaria al centro di
Segrate dove avviene lo scambio intermodale, ovvero di
merci tra treni e camion, e dove sono stoccati migliaia di
container in arrivo e partenza
dal capoluogo.
• a pagina 7
Bimba segratese
nella delegazione
ricevuta dal Papa
• a pagina10
Gomma a terra...
Con l’inganno
derubato Zucconi
• a pagina 6
“Api d’Oro”, le benemerenze cittadine
per l’impegno sociale, la ricerca e l’arte
• servizio a pagina 8
• a pagina 3
A Rovagnasco
grande festa
per San Vittore
Un gruppo di
trenta persone si
era stabilito da
alcune
settimane negli
edifici della
Cascina
Boffalora, dove
era stato
collocato
l’ufficio vendite
del progetto
Santa Monica poi abbandonato e
lasciato nel degrado. Gli occupanti in larga maggioranza rom - avevano
forzato porte e cancelli e avevano
creato degli alloggi di fortuna
all’interno dell’edificio. Allertata dalla
proprietà, la Polizia locale ha invitato
gli abusivi a lasciare i locali, cosa che
hanno fatto lunedì mattina. L’edificio
dovrà ora essere messo in sicurezza.
CALCIO PLAYOFF
Città eliminato
Fulgor, l’1/6 lo
spareggio
Alla Fulgor non è bastato
arrivare seconda in
campionato alle spalle
della Peloritana con nove
punti di vantaggio ( ne
servivano 10!) sulla terza
per la promozione diretta.
Così il 1° di giugno dovrà
disputare in casa lo
spareggio-promozione
contro la vincente di San
Giorgio- Macallesi. Fine
corsa intanto per il Città
di Segrate battuto 3-1 dal
Covo nella prima partita
dei playoff.
• a pagina 19
• a pagina 5
Jérôme Kerviel è stato fermato al rientro in Francia, a Mentone
Arrestato l’ex trader
“adottato” dal Comune
Alla fine si è arreso. Dopo la
lunga marcia cominciata da
Roma in seguito all'incontro
con papa Bergoglio e che l'ha
portato anche a Segrate, Jérôme Kerviel, l'ex trader francese
della banca Société Générale,
colpevole di un buco da 5 miliardi, è stato arrestato domenica sera al suo arrivo a Mentone, appena passato il confine
con l'Italia. Ad accoglierlo, oltre a una folla di giornalisti,
c'erano anche dei poliziotti in
borghese, che l'hanno accompagnato al commissariato da
dove è stato trasferito poi a
Nizza. Con lui c'era anche padre Patrice Gourrier, un sacer-
dote che l'aveva appoggiato fin
da subito. Al momento dell'arresto, Kerviel aveva ancora indosso la felpa del liceo segratese San Raffaele, che gli era
stata donata dopo l'incontro
con gli studenti ad aprile.
• a pagina 5
ALLA SABIN
Papà e mamma
in campo per...
pulire la scuola
In novanta si rimboccheranno le maniche per imbiancare le pareti e dare
una sistemata alle aree
esterne della Sabin di Redecesio. L’iniziativa, sostenuta dal Comune, è
partita da mamme e papà
desiderosi di abbellire la
scuola, ed è stata accolta
dal Comitato genitori che
sta raccogliendo le adesioni dei volontari. In loro
aiuto, è arrivata anche la
fondazione “Aiutare i
bambini” .
• a pagina 10
Clicca “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook: riceverai tutti gli aggiornamenti dal sito www.segrateoggi.it
to
e
r
c
n
o
c
to
Un aiu
ifficili
ti d
nei momen
??
Energia
ASSICURAT
A
+
Senza alcun costo
aggiuntivo
ag
giuntivo
o se,, per disgrazia,
disgrazia,
perdi il lavoro
infortuni,
lavo
oro o ti inf
ortuni,
garantiamo
ti g
arantiamo noi la ffornitura
ornitura
gas
gas fino a un anno!
Le condizioni contrattuali sono meglio
specificate sul materiale informativo
disponibile presso i Cogeser Point o sul sito:
scontogas
1€cent
1
€cent
(Utenze
(Utenz
e Domestiche)
1,5€cent
1,
5€cent
(P.Iva)
(P
P..Iva)
offerta sul mercato lib
e ro
2
Politica
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
CENTRODESTRA Iniziativa di Seracini (ex Pdl, Fli, Monti) e Casadio (FI)
La maggioranza cambia
ancora, nasce il “Fronte”
Altro scossone per la camaleontica maggioranza di governo segratese. La scorsa
settimana i consiglieri Daniele Casadio e Alessandro
Seracini hanno annunciato
la nascita di un nuovo gruppo, il “Fronte per Segrate –
Fuori dal coro”, che va ad
arricchire il puzzle di partiti,
movimenti e gruppi consiliari che sostengono il sindaco Alessandrini eletto, nel
2010, con una maggioranza
composta solo da Pdl e Lega
Nord. Con la nuova formazione consiliare restano sette
i gruppi di una maggioranza
(Forza Italia, Ncd, Indipendenti, Lega, Udc, Gruppo
Misto) sempre più frammentata. Capogruppo del “Fronte per Segrate” è il sanfelicino Alessandro Seracini, arrivato al quarto cambio di
casacca in quattro anni: eletto con il Pdl lasciò il partito
a pochi mesi dalle elezioni
per entrare nel movimento
fondato da Gianfranco Fini,
Futuro e Libertà, per poi abbandonarlo dopo la disfatta
elettorale del 2012 entrando
in Scelta Civica. Con lui Daniele Casadio, eletto anche
lui nel Pdl e poi confluito
nella rinata Forza Italia. Galeotto fu... lo streaming dei
Consigli comunali, bocciato
dalla maggioranza, motivo
Alessandro Seracini e Daniele Casadio, a sinistra e a destra (al centro lʼex consigliere leghista Mombelli)
scatenante della nuova iniziativa autonoma dei due
consiglieri che invece si pronunciarono a favore delle dirette delle assemblee via Internet.
“I tempi sono maturi per dare il via a un'iniziativa politica locale in grado di offrire
a chi a Segrate vota per una
destra moderna e moderata
un riferimento libero da condizionamenti al di fuori dei
tradizionali partiti del centrodestra – spiegano Casadio
e Seracini – gli obiettivi sono una rigorosa attenzione
al risparmio dei soldi pubblici, la valorizzazione della
famiglia, dell’impresa, del
lavoro e del merito, la sicurezza dei cittadini, una gestione razionale del nostro
territorio, trasporti regolari
e affidabili da e verso l’area
metropolitana, il sostegno
dei ceti meno abbienti e interventi concreti a livello comunale in grado di difendere
il potere d’acquisto delle
pensioni”. Il “Fronte”, spiegano i due consiglieri, resterà in maggioranza. Per votare però solo quanto previsto dal programma elettorale: “Per tutte le altre voci ci
riserveremo di decidere di
volta in volta le modalità di
voto dopo aver sentito il parere prevalente dei cittadini.
Un voto che sarà anche fuori
dal coro se necessario per
cominciare a ringiovanire i
vecchi riti di un modo di fare politica che essi ritengono
superato dai tempi”.
LAVORO Organizzata da Afol: colloqui e seminari alla galleria Auchan
IL PROGETTO
Monorotaia,
il ministro Lupi
“Valutiamo
con interesse”
La monorotaia SegratePeschiera-Linate? «Non è
un’idea elettorale». Parola
di Guido Podestà, presidente della Provincia, che
ne ha discusso col ministro dei Trasporti Maurizio
Lupi a un incontro organizzato da Ncd-Udc a Peschiera per il candidato
sindaco Antonio Falletta.
«È un progetto che stiamo
studiando da mesi, la possibilità di un collegamento
corto tra Linate e la stazione di Segrate va approfondita». «Il tema è serio – ha
detto Lupi – Mi prendo
l’impegno di verificare la
proposta fatta, Provincia e
Comuni devono farla presente in Regione. Valutiamo con interesse le proposte e le risorse disponibili». Il costo sarebbe di 5
milioni a chilometro, ovvero la distanza del tratto
“urgente” dall’aeroporto al
passante segratese in vista
di Expo 2015.
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
TRIBUTI Aliquota già approvate, prima rata entro il 16
Tasi, Segrate tra i virtuosi
I cittadini... pagano prima
Entro il 16 giugno i segratesi dovranno pagare la prima rata
della Tasi, l'imposta sulla prima casa entrata in vigore nel 2014
in sostituzione dell'Imu, rimasta per le altre tipologie di immobili. Avendo approvato l'aliquota lo scorso febbraio, Segrate
inizierà a versare subito la prima rata con saldo previsto entro il
16 dicembre. Per il pagamento della Tasi (Tributo sui servizi
indivisibili comunali come illuminazione e manutenzione stradale) i cittadini dovranno utilizzare il modello F24 o un apposito bollettino postale. Non arriverà a casa alcun bollettino già
pronto – che invece arriverà per la Tares(ex Tarsu) pagabile in
tre rate: 30 luglio, 30 settembre, 30 novembre – ma ciascuno
dovrà autonomamente o con l'assistenza della San Marco o di
un Caf calcolare l'importo da pagare. La base imponibile è
quella prevista per l’IMU e le modalità di calcolo sono identiche. Per i fabbricati si dovrà partire dalla rendita catastale, rivalutarla del 5% e moltiplicare il risultato per il coefficiente 160.
Il valore così ottenuto dovrà essere moltiplicato per l’aliquota
comunale, stabilita dal Consiglio comunale allo 0,19%. Sono
previste detrazioni: 100 euro per rendite catastali fino a 300
euro, 50 euro tra 400 e 500 euro, nessuna detrazione sopra i
500 euro. Sul sito del Comune sarà a breve disponibile un calcolatore mentre sono già online tutte le informazioni per il pagamento.
CONTI Il Comune deve versare 1,3 milioni a Generali
Debiti fuori bilancio
a rischio il “Patto”?
Un rimborso da 1,3 milioni di euro da versare a Generali per
oneri di urbanizzazione versati nel 1999 per un progetto poi
mai realizzato. È il debito cui si trova a dover far fronte l’amministrazione, piovuto sui conti comunali dopo la decisione
del Tribunale. Un pagamento “pesante”, imprevisto, che
potrebbe portare qualche grattacapo a via 1° Maggio. Già,
perché se il creditore avanzasse una richiesta di pagamento in
una sola rata, immediato, il Comune potrebbe sforare il Patto
di stabilità attingendo alla cassa. Una situazione di incertezza,
vista la richiesta di rateizzazione avanzata a Generali, che per
il momento ha già congelato alcuni progetti previsti nel piano
delle opere pubbliche.
ELEZIONI Domenica 25 maggio, i nove seggi cittadini aperti dalle 7 alle 23
Record di presenze per la Europee, 26.791 ai seggi
Fiera del lavoro Est Milano quando e come si vota
Due giorni di seminari, colloqui, contatto diretto con
aziende e agenzie per il lavoro. Si aspettano ancora i dati
ufficiali, ma è già positivo il
bilancio della Fiera del Lavoro Est Milano organizzata da
Afol Est Milano, l'Agenzia
formazione orientamento lavoro, in collaborazione con il
Comune di Vimodrone e la
Provincia di Milano, e ospitato giovedì 15 e venerdì 16
maggio presso la galleria del
centro commerciale Auchan
a Vimodrone.
Oltre a una postazione di Afol
in galleria, per colloqui di
orientamento da dove alcune
persone sono state mandate
direttamente a parlare con le
aziende presenti, e le agenzie
per il lavoro, c'era stata anche
una preselezione di 230 candidati per 50 posti disponibili
per dieci aziende, con i colloqui svolti poi sul posto, in
una sala allestita in modo da
garantire la privacy. All'entrata
del centro commerciale è stata
allestita anche una sala per i
nove seminari che si sono
svolti nelle due giornate, su
vari temi: ad esempio come
cercare lavoro su internet, o
come avviare una start-up.
Soprattutto il primo giorno, si
sono verificate code all'apertura da parte degli aspiranti
lavoratori.
«Il numero di presenze è stato
buono – ha detto Mario Palermo, direttore generale di
Afol Est Milano – È la prima
fiera che facciamo in un centro commerciale, l'abbiamo
scelto perché il luogo si presta. La collaborazione è positiva, si può pensare di riproporlo». Soddisfatto dell'interazione con Afol anche Salvatore Pignataro, direttore dell'ipermercato: «Non avevo
dubbi che avrebbe avuto successo, visto che si è toccato
un tema d'attualità come quello del lavoro. C'è stata un'affluenza di giovani maggiore
in questi due giorni». E anche
per il sindaco di Vimodrone,
Antonio Brescianini, è
un'esperienza da ripetere: «È
la dimostrazione che bisogna
lavorare insieme, il futuro sarà
la collaborazione fra Enti».
La fiera è stata preceduta, il
14 maggio a Vimodrone, da
un convegno sul tema “Verso
Expo: opportunità per i giovani” in cui è intervenuto, tra
gli altri, anche Fabrizio Sala,
sottosegretario con delega all'Expo di Regione Lombardia.
Sala ha illustrato le occasioni
concrete di lavoro che Expo
2015 potrebbe offrire, sia ai
giovani: «Non c'è solo Expo
Spa, che si preoccuperà dei
proprio padiglioni, c'è tutto
l'indotto, come Explora che
ha il compito di promuovere
i pacchetti turistici. Suonate
il campanello dei consolati, le
commissioni estere avranno
bisogno di voi», ha aggiunto,
rivolgendosi agli operatori
economici presenti in sala.
Domenica 25 maggio, dalle 7
alle 23, si voterà per l'elezione
dei membri del Parlamento
europeo, attualmente composto da 754 deputati provenienti
da 28 Paesi membri. All'Italia
spettano 73 seggi, che saranno
assegnati con il voto nelle cinque circoscrizioni elettorali in
cui è diviso il Paese (la nostra
è quella Nord-Ovest). A Segrate potranno recarsi alle urne
26.791 elettori aventi diritto,
13.851 donne e 12.940 uomini), che voteranno, sulla base
della residenza, in uno dei nove seggi allestiti nei quartieri,
per un totale di 33 sezioni elettorali.
COME SI VOTA – Al momento del voto l’elettore riceverà per le europee una scheda
unica, di colore diverso a seconda della circoscrizione
elettorale in cui si è iscritti. Il
voto si esprime tracciando sulla scheda un segno sul simbolo della lista scelta. Gli elettori
possono dare la loro preferenza a un massimo di tre candidati, che devono appartenere
alla lista votata. Se vengono
espresse tre preferenze, inoltre,
è necessario scegliere candidati di sesso diverso, altrimenti
la terza scelta verrà automaticamente annullata. Nelle preferenze, infatti, devono essere
presenti entrambi i generi. Se
invece le preferenze espresse
Si avvisa che, per le
persone che fossero impossibilitate a recarsi alle
urne da sole, la
Misericordia di Segrate,
in collaborazione col
Comune, ha attivato un
servizio gratuito:
chiunque abbia bisogno
di essere accompagnato
a votare, può telefonare
ai numeri 02.2139584
oppure 02.26920432.
sono soltanto due non è necessario introdurre l’alternanza
tra uomo e donna.
MARTESANA ALLE URNE – Il 25 maggio, insieme
con il Parlamento europeo, si
voterà per le elezioni amministrative in 4.095 comuni italiani (in totale sono 8.057) e
due regioni (Abruzzo e Piemonte). Tante le città al voto
in Martesana, tra cui due Comuni limitrofi a Segrate. A
Pioltello – 37mila abitanti – si
tornerà alle urne con voto anticipato dopo l'arresto del sindaco Antonello Concas dello
scorso dicembre. Per la poltrona di primo cittadino sono
in corsa il candidato del Pd
Saimon Gaiotto, sostenuto anche da Sel, Socialisti democratici, Idc, Pioltello anch'io;
Cristina Carrer (Forza Italia,
Lega Nord, Polo per Pioltello,
Progetto Pioltello, Insieme per
Pioltello); Mario De Gaspari
(Sinistra per De Gaspari, Territorio e Società), Francesca
Landillo (Ncd), Paola Bocciarelli (M5S), Giuseppe Bottasini (Lista per Pioltello, Vivere
Pioltello), Antonio Gervasi
(Partito Pirata).
A Peschiera Borromeo sfida
invece tra il sindaco uscente
Antonio Falletta – sostenuto
dalla coalizione di centrodestra formata da Forza Italia,
Ndc-Udc, Lega Nord, Fratelli
d'Italia-An e dalla lista civica
Noi di Peschiera –, Luca Zambon, candidato del centrosinistra (Pd, Nota con Enrica Colombo, Vivi Peschiera, Cambiamo Peschiera, Iniziativa
Socialista), Davide Toselli
(M5S), Giancarlo Monici (Peschiera Bene Comune), Francesco Tabacchi (Popolari Democratici per Peschiera, Centro Democratico Peschiera).
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
Politica
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
PROGETTO I partiti della maggioranza (Lega esclusa) pronti anche a una petizione tra i cittadini
No allo sviluppo dell’Intermodale
Il centrodestra sulle barricate
Un no secco e una raccolta
di firma “preventiva” contro
ogni ipotesi di sviluppo del
terminal intermodale di Segrate che comportasse un aumento del traffico sulla viabilità cittadina. L'allarme è
scattato la scorsa settimana,
durante la quale il Comune
sarebbe venuto a conoscenza
di un procedimento, aperto
in Regione, per valutare la
richiesta di un operatore privato per il potenziamento di
“Milano smistamento”,
l'enorme aree ferroviaria al
centro di Segrate dove avviene lo scambio intermodale, ovvero di merci tra treni
e camion, e dove sono stoccati migliaia di container in
arrivo e partenza dal capoluogo. Un progetto (del quale poco si sa per ora, dato
che il Comune non avrebbe
ancora ricevuto alcun atto
formale) contro il quale una
parte della maggioranza di
centrodestra è già salita sulle
barricate, annunciando battaglia.
“Chiediamo al sindaco di rispondere no al progetto di
sviluppo del terminal intermodale Hupac (azienda svizzera di trasporto intermodale
che ha una sede operativa
anche al terminal segratese),
voluto dalla Regione senza
Una parte del terminal intermodale nella zona sud di
Segrate, al di là del ponte degli specchietti
valutare l’aumento conseguente del traffico nello scalo ferroviario – scrivono in
un comunicato i rappresentanti di Forza Italia, Ncd, Indipendenti e Udc - ci opponiamo fermamente in quanto
lo riteniamo deleterio per il
traffico locale. Oltre ai problemi dovuti ai ritardi di Regione e Serravalle per l’ultimazione della viabilità speciale e al traffico della nuova
Brebemi, se questo progetto
dovesse attuarsi il traffico di
mezzi pesanti da e per lo scalo ferroviario intaserà le strade di Segrate”. Uno “spettro”, quello di un aumento
del traffico in entrata e uscita
dall'intermodale, che spaventa i residenti, in particolare
quelli di Redecesio dove si
trova l'ingresso per i mezzi
pesanti diretti ai binari e che
già sopportano il passagio di
centinaia di camion contingentato però grazie a un ordinanza del Comune risalente ad alcuni anni fa. «Ci racconteranno che la scelta intermodale significa meno
emissioni nocive e meno
energia consumata in Lombardia, ma noi sappiamo che
significherà anche un aumento insostenibile del traffico pesante a Segrate – spiega Enzo Gervasoni, consigliere Ncd – ogni treno in
partenza in più dai binari del
terminal equivale a cinquanta container e quindi cinquanta camion in più sul territorio, Segrate ha già dato e
non è disposta a tollerare di
più». Al fianco della protesta
dei gruppi politici, è già partita una petizione organizzata
dall'Associazione Partecipazione, di area centrodestra.
«L’attivazione di questo progetto comporterà di fatto,
una pesante penalizzazione
del nostro territorio, al fine
di impedire l’attuazione di
tale progetto, Partecipazione
chiede l’immediato intervento dell’amministrazione comunale a tutela degli interessi dei segratesi – spiega l'associazione in una nota - a
supporto dell’iniziativa comunichiamo di aver promosso una raccolta di firme che
avrà luogo presso la sede di
via Roma 23 (Piazza San
Francesco) il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore
15 alle ore 18.30”.
No comment del sindaco
Alessandrini, che ieri sera
(mentre andavamo in stampa) ha incontrato la sua maggioranza per una verifica prima del bilancio: in agenda
anche un possibile aggiornamento sulla situazione dell’Intermodale.
3
Boffalora il 5 in Consiglio
Pd: Pronti a dare battaglia
<<< “Saremo pronti a dare battaglia in commissione e in
Consiglio comunale, perché l’amministrazione ci ascolti e
condivida le proposte contenute nella nostra mozione”. È
stato fissato il calendario (29 maggio commissione
territorio, 5 giugno Consiglio comunale) del confronto
politico sulla delicata situazione del quartiere Boffalora,
dopo la notizia delle scorse settimane sulla mancanza delle
garanzie a copertura delle opere di urbanizzazione legate al
progetto urbanistico mai realizzate. Ed è il capogruppo Pd
Vito Ancora a lanciare la palla al Comune affinché il
Consiglio condivida la “road map” lanciata dal partito con
un documento depositato lo scorso febbraio. «Pensiamo che
oltre a far decadere la convenzione l’amministrazione debba
iniziare un’azione per il recupero dei fondi relativi alle
urbanizzazioni mai iniziate - spiega Ancora - l’operatore non
ha adempiuto ai suoi doveri e a pagarne il prezzo sono i
residenti del quartiere e tutta la città che si trova con un’area
in uno stato di quasi completo abbandono”.
Elezioni, Pierluigi Bersani
in tour nella Martesana
<<< C’era anche un pezzo di Segrate alla festa organizzata
a Pioltello per l’arrivo dell’ex segretario Pd Pierluigi Bersani,
accolto da un bagno di folla per il suo passaggio a sostegno del
candidato del partito in città, Saimon Gaiotto. Tra i presenti,
oltre ai deputati Simona Malpezzi e Matteo Mauri, anche i consiglieri segratesi Vito Ancora e Barbara Bianco (nella foto).
2
Se cerchi nelle immediate vicinanze di Milano 2
una nuova residenza, costruita con materiali ecologici
e con bassi costi di gestione (grazie anche all’impianto
fotovoltaico) noi te la possiamo dare SUBITO!
Monolocali, bilocali, trilocali, attici
con ampi terrazzi, posti auto, box e cantine
SEGRATE
178 -- SEGRATE
Cassanese, 178
Via Cassanese,
UFFICIO VENDITE -- Via
Tel. 02 26 92 20 27
[email protected] - www.emporiocase.com
VENDITA DIRETTA SENZA PROVVIGIONI
4
Attualità
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
CASSANESE Inaugurata la rotonda con la posa dello storico aereo d’addestramento, sotto il quale è riportato a caratteri cubitali il nome della città
Il T-6 atterra a Milano 2, polemica sui costi
L’installazione, promossa dal sindaco in omaggio all’Aeronautica, finisce nel mirino per le spese sostenute dal Comune per la realizzazione
Un aereo militare storico a sormontare il nome della città,
scritto a caratteri cubitali e affiancato dall’araldica dell’Aeronautica militare e del Comando 1ª Regione Aerea di
Milano. È il nuovo biglietto da
visita di Segrate, che domenica
11 maggio ha inaugurato il
rondò di Milano 2, intitolato
all’Aeronautica militare. A decorare la rotonda tra Cassanese
e via Fratelli Cervi un velivolo
d’addestramento del 1951, un
T-6 Texan di fabbricazione
americana, nella tradizionale
livrea arancio della scuola di
volo dell’Aeronautica. L’aereo
è stato concesso in comodato
d’uso gratuito al Comune, è
stato restaurato gratuitamente
da un’azienda segratese. Alla
cerimonia di inaugurazione ha
partecipato il generale Mario
Renzo Ottone, accompagnato
dalla Fanfara del Comando 1ª
Regione Aerea. Dalla rotonda
è poi partito un corteo di moto
d’epoca che ha raggiunto il
“Verdi” in via 1° Maggio.
«Un omaggio all’Aeronautica
cui da sempre la nostra città è
legata, data la presenza dell’Idroscalo e dell’aeroporto di
Linate – ha spiegato il sindaco
Adriano Alessandrini (che ha
scherzato sulle ironie sulla “città delle rotonde”: «Ne ho un
paio piccoline anche a casa
mia…!») – considerate elementi di arredo, molte altre ro-
tonde cittadine ospitano opere
e manufatti che hanno attinenza con il territorio: la rotatoria
via 25 Aprile/San Rocco che
ospita una benna, simbolo
dell’attività estrattiva della vicina cava o la rotatoria via
Gramsci/Cassanese/via Papa
Giovanni XXIII che ospita un
bellissimo monumento alla bici, simbolo della vocazione
della città per la mobilità dolce
e degli oltre 100 km di piste
ciclopedonali che punta a realizzare».
LE POLEMICHE – A criticare l’ultima trovata di Alessandrini per l’addobbo delle
vie cittadine diversi partiti e
movimenti d’opposizione, che
hanno contestato la spesa di
48mila euro sostenuta dal Co-
mune per realizzare l’opera.
“Nella fase di decrescita economica in cui viviamo, che da
tempo la giunta ci spiega essere accompagnata a difficoltà
di bilancio, una tale spesa ci
poteva anche essere risparmiata – secondo il M5S Segrate –
la nostra memoria torna instancabile ad altre opere di “abbellimento” della Città rivelatesi
poi inutili, ma che a noi sono
costate fior di soldoni a partire
dal fatidico “tempietto”, nei
pressi della farmacia, fino a
giungere al desolante e solitario bar nel Centro Parco”.
“Opera donata” recita la targa
in bella mostra sul rondò dove
è posato il T-6 dell’Aeronautica concesso in comodato
d’uso gratuito al Comune. Un
piccolo “giallo” che ha scatenato le polemiche su Facebook, dove l’opposizione ha pubblicato la determina di affidamento dell’appalto per i lavori
di posa e allestimento costati
alle casse comunali quasi
50mila euro. Appalto vinto
proprio dall’azienda di costruzioni che avrebbe, secondo la
targa, “donato” l’opera. “Alla
fine il Comune ha ammesso
che lo sponsor si sarebbe limitato a pagare il costo del trasporto e del restauro – spiega
Segrate Nostra – l'ufficio tecnico ci ha informato che la targa verrà rimossa e sostituita”.
VIABILITÀ “Salverà” la via Modigliani dai tir
Pronto a fine mese rondò
tra via Giotto e Redecesio
È ormai quasi ultimata la nuova rotonda tra via Redecesio e
via Giotto. Costruita proprio sulla curva a gomito che
congiunge le due vie, i lavori sono ormai a buon punto e termineranno a fine mese. Il rondò è stato realizzato a scomputo
oneri dall'operatore privato che sta costruendo lungo via
Giotto, sulle sponde della cava Binella, e sarà l'anello di congiunzione della nuova bretella che dovrebbe deviare il
traffico pesante, diretto verso il ponte degli specchietti, dalla
via Modigliani. Dalla rotatoria, infatti, partirà una nuova
strada che, passando su
un terreno di proprietà
di Westfield (la società
che costruirà il nuovo
centro commerciale
nella vicina ex dogana)
acquisito dal Comune a
gennaio, andrà a
innestarsi su via
Cellini, poco prima
dell'incrocio con via
Tiziano. L'ultimo tratto
di via Cellini, dal punto d'incontro con la nuova strada fino
alla rotonda di via Caravaggio (zona Segrate Village), verrà
quindi reso a doppio senso di marcia proprio per permettere
lo scorrere del traffico da e verso il ponte degli specchietti e
via Morandi. L'imbocco della strada su via Cellini subirà
qualche modifica per allargare il passaggio in modo da
permettere il transito dei camion. I lavori per la bretella cominceranno appena il rondò sarà finito, e dovrebbero durare
circa un mese. L'intento quindi è di sgravare dal traffico via
Modigliani, considerata anche un punto sensibile in alcuni
tratti, vista la presenza delle scuole elementari, e di deviarlo
direttamente verso il ponte e la stazione di Segrate senza fare
tutto il giro attorno al Quadrato.
NUOVA APERTURA SEGRATE (MI)
CERCHIAMO
- VENDITORI
- ADDETTI ALLA LOGISTICA
- HOSTESS DI CASSA
REQUISITI RICHIESTI:
superiore
- Diploma di scuola
ponsabilità,
spirito di squadra, res
o,
olt
- Capacità di asc
retezza
ati, dinamismo e conc
orientamento ai risult
vi in ruoli di vendita
- Esperienze anche bre
bblico
o a contatto con il pu
BRICOMAN OFFRE:
-
e dinamico
Un ambiente giovane
crescita professionale
Ottime possibilità di
Formazione costante
lità
Serietà e professiona
LE SELEZIONI SONO INIZIATE, ECCO COME CANDIDARSI:
l’invio del Curriculum va fatto tramite il sito internet aziendale
www.lavorainbricoman.it
indipendentemente dalla posizione per cui ci si candida.
Bricoman Italia è una giovane società nata nel 2008, specializzata nella vendita di prodotti tecnici per la costruzione, la ristrutturazione e la manutenzione
della casa. Bricoman fa parte del Gruppo Adeo, terzo al mondo e primo in Europa nella grande distribuzione di bricolage.
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
Cronaca
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
DEGRADO Erano circa una trentina, se ne sono andati lunedì mattina su richiesta della Polizia locale
5
Il francese aveva incontrato le scuole e le associazioni
Cascina Boffalora, via gli abusivi
che occupavano l’ex ufficio vendite
Kerviel arrestato
Pd: Sindaco si scusi
Occupavano la Cascina Boffalora da almeno un mese, ormai. Sono state invitate ad andarsene le circa trenta persone
che stavano utilizzando l'edificio in via Di Vittorio – ultimamente adibito a ufficio
vendite per gli appartamenti
del nuovo quartiere Santa
Monica, ma chiuso ormai da
anni e abbandonato – per dormirci e viverci dentro: si tratta
per la maggior parte di rom,
ma non solo.
Sotto gli occhi attenti della
Polizia locale, gli occupanti
hanno sbaraccato i loro effetti
personali lunedì mattina, lasciando tuttavia dietro di sé
materassi, sedie e altro ancora.
Non si è trattato però di uno
sgombero vero e proprio, infatti non era stata emessa alcuna ordinanza da parte della
Polizia locale che non ha neppure organizzato un'operazione apposita: «Abbiamo detto
loro che dovevano andare via,
perché la proprietà deve mettere in sicurezza la cascina, e
loro hanno adempiuto all'invito», ha spiegato il comandante Lorenzo Giona.
Infatti la proprietà aveva depositato una denuncia, e solo
dopo gli agenti hanno potuto
recarsi sul posto e avvisare gli
occupanti: essendo il luogo
una proprietà privata, le forze
Era stato il Comune a invitarlo a Segrate, dove l'ex trader
si era fermato alcuni giorni a inizio aprile e aveva parlato
sia con rappresentanti delle associazioni, sia con studenti
di alcune scuole segratesi, tra cui appunto il liceo San
Raffaele. Il sindaco ha postato su Facebook la foto di
Kerviel con la felpa del liceo cittadino, augurandogli
“buona fortuna”, mentre sul sito del Pd di Segrate è
comparso un post di critica: “Ricorderete tutti che poche
settimane fa il Comune propose agli scolari di incontrare
Kerviel – si legge – Se il sindaco avesse un minimo di
dignità, oggi, porgerebbe le sue scuse personali a ogni
famiglia i cui figli sono stati obbligati ad assistere a quel
triste evento”. Kerviel dovrà ora scontare tre anni di pena,
confermata dalla Cassazione francese che ha invece
annullato la multa da 5 miliardi, pari al buco che Kerviel
avrebbe causato alla Société Générale nel 2008 con le sue
operazioni finanziarie da 50 miliardi di euro sui “futures”.
Alcune immagini delle
condizioni in cui versa la
Cascina Boffalora. A
fianco, lʼauto della Polizia
locale parcheggiata
davanti allʼedificio
abbandonato. Sotto, i resti
dei bivacchi di chi
occupava la cascina:
sedie, coperte, materassi,
asciugamani, il segno del
fumo lasciato da un fuoco
acceso allʼinterno dei
locali (Foto Edgar Vannelli)
DALLA PRIMA
Sale per sbaglio sulla rampa
tir bloccato in Rivoltana
<<< Ha infilato la rampa
dell’ordine non possono intervenire se prima non è arrivata una denuncia o querela,
a meno che non ci sia fondato
motivo di cogliere le persone
all'interno in flagranza di reato.
La proprietà dell’area ha deciso di muoversi anche perché
il tetto risulterebbe pericolan-
te, e si sta quindi già procedendo a chiudere la cascina e
murarne gli accessi, onde impedire che la gente vi possa
entrare di nuovo e rischi anche di farsi male.
L'ultimo sgombero effettivo
portato a termine dalla Polizia
locale, con tanto di ruspe al
seguito, è stato il 10 aprile
VENDITA
PROMOZIONALE
%
scorso nel campo abusivo di
Lavanderie, di fianco alla
chiesa, dove la sera prima era
anche scoppiato un incendio
che aveva mandato in fumo
le poche baracche presenti:
gli occupanti se ne erano già
andati, e il mattino seguente
sono state rimosse le macerie
restanti.
chiusa per sbaglio ed è rimasto
bloccato. È successo lungo la
Rivoltana, martedì mattina
scorso: un autocarro guidato
da un 48enne di origine
egiziana residente a Cinisello
Balsamo, procedeva in
direzione Pioltello e ha
imboccato accidentalmente la
rampa ancora chiusa. Quando l'autista se ne è accorto ha
cercato di fare manovra, ma nell'andare in retromarcia, non
essendoci il guard rail in quel tratto, è finito con due ruote
nella parte sterrata di strada: il furgone è rimasto incastrato,
inclinato di 45 gradi ed è dovuto intervenire il carro attrezzi.
Agenzia Allianz Segrate
Via Conte Suardi, 5 - Tel. 02 2137271
Fax 02 022692282 - [email protected]
Agenzia Allianz Milano
Viale Famagosta, 23 - Tel. 02 89406640
Fax 02 89415946 - [email protected]
R
15
20
30
su molti articoli tranne solari e ultime novità
Agenzia Allianz Segrate. Un team di esperti al tuo servizio.
Da oggi con un’unica polizza proteggi te e la tua famiglia dai rischi più gravi.
Scegli tra i 13 moduli di Allianz1 e componi la protezione su misura per te.
Con una piccola spesa mensile attivi subito il tuo abbonamento alla serenità.
ERBORISTERIA
Ti aspettiamo in agenzia.
L’Alternativa...
L
dalla Natura
Via Gramsci 40
20090 Segrate (MI)
COSMESI NATURALE
DI
CORTI VINCENZO
E
COSTABILE DANIELA
Tel./Fax 02 218 72 238
abbonati
alla serenità
6
Cronaca
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
Un’altra macchina è andata
a fuoco sulla Cassanese vecchia. Il rogo si è verificato il
13 maggio, all’incirca tra le
2 e le 3 di notte, in uno degli
stalli di sosta lungo la via, vicino all’edicola che si trova
all’incrocio con via Morandi.
Sul posto sono intervenuti i
Vigili del fuoco per spegnere
le fiamme: al momento, non
hanno escluso che si possa
trattare di un atto di origine
dolosa, sono in corso degli
accertamenti. Anche un’altra
macchina, parcheggiata dietro, è rimasta danneggiata.
È il secondo episodio in poco
tempo: una ventina di giorni
fa erano andate in fiamme
due auto, nell’area parcheggio a fianco, ma in quel caso
era stato escluso il dolo.
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
MILANO 2 Al laghetto dove l’animale vive da tempo
“Liberava la nutria”
Segratese denunciata
da Polizia provinciale
Brucia un’altra auto
sulla Cassanese vecchia
Sono in corso accertamenti sulle cause dell’incendio
VIA GRAMSCI Disavventura per Luciano Zucconi, vittima di un’abile raggiro appena uscito dalla banca
“Hai la gomma a terra”, derubato
presidente del Consiglio comunale
Ruota dell'auto tagliata e borsello rubato: brutta avventura
per il presidente del Consiglio comunale Luciano Zucconi. Il furto ai suoi danni è
avvenuto verso le 13 all'uscita della banca in via Gramsci,
dove si era recato l'altra settimana per prelevare del denaro. Una volta svolte le sue
pratiche, quando è tornato
verso la macchina ha notato
che una delle gomme era a
terra.
«Evidentemente mi hanno tenuto d'occhio – ha raccontato
lui stesso – Ho subito immaginato che avessero tagliato
la gomma per qualche motivo, c'era un uomo alto, lì vicino che fumava una sigaretta e mi guardava, poi si è fatto il giro dell'isolato». A quel
punto Zucconi ha chiamato
il figlio, che è arrivato subito
per aiutarlo a cambiare la
ruota. «Nel frattempo è pas-
Torna a far parlare di sé (involontariamente) la nutria che da
alcuni mesi si è stabilita al laghetto dei cigni di Milano 2 –
dove è spesso visibile nuotare e nutrirsi insieme a cigni e pesci
– stavolta protagonista di un curioso fatto di cronaca. Lo scorso
giovedì sera una donna, residente a Segrate, è stata fermata
dalla Polizia provinciale e denunciata per interruzione di
pubblico servizio e indagata per sabotaggio mentre, secondo gli
agenti che l'avrebbero colta in flagrante, tentava di liberare il
roditore da una delle gabbie predisposte al laghetto per la sua
cattura. Un vero e proprio blitz, quello della Polizia provinciale
(che ha competenza sui
reati ambientali), frutto di
un appostamento serale
finalizzato proprio alla
prevenzione di atti di
sabotaggio contro la
cattura delle nutrie. La
donna, animalista, si è
difesa sostenendo di
trovarsi lì solo per
verificare che le gabbie
fossero “istituzionali”, cioè non piazzate illegalmente da
qualche cittadino dedito a caccia o bracconaggio. La vicenda è
poi proseguita il giorno successivo con una nota stampa diffusa
dall'assessore alla Sicurezza della Provincia, Stefano
Bolognini. “La Provincia di Milano svolge da tempo un'azione
di contenimento delle nutrie attraverso posizionamento di
gabbie nelle vicinanze di aree sensibili, scuole, strutture
sanitarie e aree verdi attrezzate frequentate dalla popolazione –
ha spiegato l'assessore dando notizia del fermo della
“sabotatrice” – in contrasto a questa attività si verificano spesso
episodi di furto, sabotaggio e danneggiamento delle gabbie,
che hanno conseguenze in termini di aggravio di costi e di
impossibilità a garantire il servizio alla cittadinanza”. Un'opera,
quella del contenimento della nutria attraverso la cattura e la
conseguente sterilizzazione, che ha visto alzarsi le barricate
degli ambientalisti locali e non, per difendere l'animale che non
ritengono né pericoloso né dannoso per uomo o ambiente.
“Per quanto si cerchi di comprendere le posizioni degli
ambientalisti – secondo Bolognini – è irragionevole che venga
ostacolato il lavoro degli agenti di Polizia provinciale, costretti
a svolgere servizio di appostamento di notte per evitare che
venga vanificata un'operazione, come quella di contenimento
della nutria, finalizzata a salvaguardare la comunità”.
ma, ho messo il borsello per
un attimo, ma sarà stato neanche un minuto, dentro la
macchina, poi quando ho
guardato era sparito!».
Increduli, né lui né il figlio
hanno sentito niente, neppure
il rumore della portiera che
si apriva e chiudeva: la gomma a terra era dal lato del
marciapiede, quindi i ladri
hanno agito sul lato che dava
sulla strada. «Mi sorge il
dubbio che ci fosse un complice, dall'altra parte della
via, ma purtroppo non abbiamo visto niente – ha concluso
sconsolato Zucconi – Ho doIl leghista Zucconi dal 2010 alla guida dellʼassemblea
vuto anche cambiare la sersata di lì un'auto dei carabi- tenuto il borsello a tracolla, ratura di casa, visto che c'era
nieri, li ho fermati e li ho av- anche perché avevo dentro l'indirizzo sui documenti. Ho
visati del fatto»: la pattuglia tutto: contanti, carte di cre- bloccato subito tutte le carte
allora ha fatto un giro di con- dito, bancomat, carta d'iden- e fatto denuncia ai carabinietità, patente, tesserino sani- ri». E ha anche avvisato la
trollo per le vie limitrofe.
«Per tutto il tempo, pensando tario...». Poi, un attimo di di- banca, per mettere in guardia <<< Scontro tra auto al rondò dell'Esselunga, sulla
appunto che avessero bucato strazione, fatale: «Per aiutare i clienti su altri, possibili ten- Cassanese. Una Opel Astra guidata da una 42enne di Vicenza
procedeva lungo la strada in direzione Pioltello, attorno alle
la gomma per derubarmi, ho mio figlio a cambiare la gom- tativi di raggiro simili.
dieci di sera di martedì scorso: arrivata alla rotatoria, nell'immettersi ha urtato un'altra auto, una Daewoo che stava già
percorrendo la rotonda e doveva uscire a Lavanderie. La
donna al volante della Daewoo, una 32enne di origine
ROTONDA IBM Lo sversamento forse da un’autobotte che non s’è accorta, Vigili del fuoco all’opera
peruviana residente a Segrate, è incinta e quindi è stata
portata per accertamenti al San Raffaele, per verificare che
non avesse subito alcun trauma in seguito all'impatto.
Scontro tra auto al rondò
paura per donna incinta
Glicerina in strada, ore per rimuoverla
Strada bloccata per ore a causa di uno sversamento particolarmente... viscido. Gli
agenti della Polizia locale e
i Vigili del fuoco sono stati
impegnati dalle 11.30 fino
quasi alle 19, venerdì scorso,
per un contrattempo verificatosi sulla Circonvallazione
Idroscalo presso il rondò all'altezza della Ibm, sulla corsia che porta verso la Mondadori. Un camion molto
probabilmente ha perso parte
del carico che trasportava,
nello specifico una sostanza
che era un mix tra glicerina
e un lubrificante per ingranaggi, rendendo quindi il
manto stradale completamente scivoloso e molto pericoloso, soprattutto per i motociclisti. Il problema è che
versandoci sopra dell'acqua,
sciogliendosi il composto diventava ancora più vischioso,
per cui sono dovute intervenire ben tre squadre specia-
lizzate dei Vigili del fuoco:
dopo averla lasciata rapprendere, i pompieri hanno do-
vuto praticamente fresare la
sostanza per toglierla dall'asfalto. A quel punto è arrivato anche un mezzo dell'Amsa, che si è occupato di
caricare i resti del materiale
per portarlo via e buttarlo.
Purtroppo le forze dell'ordine
non sono riuscite a risalire al
veicolo responsabile dello
sversamento, che probabilmente ormai era già lontano
e, forse, non si era nemmeno
accorto dell'accaduto.
Collisione in fase di svolta in
Circonvallazione Idroscalo
<<< Una moto è finita contro un'auto nell'uscire dalla
rotonda. È successo al rondò all'altezza del circolo Magnolia,
sulla Circonvallazione Idroscalo, mercoledì scorso. Una
26enne di Roma, a bordo di una Renault Clio, stava
percorrendo la strada tenendosi nella corsia di destra, visto
che avrebbe dovuto imboccare la seconda uscita: sulla stessa
corsia ma all'interno, a sinistra dell'auto, viaggiava una moto
Suzuki, guidata da un 53enne milanese. L'uomo ha cercato di
svoltare a destra, all'uscita precedente, e così è finito contro
l'auto: per lui solo qualche contusione.
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
Attualità
redazione
pubblicità
amministrazione
Primavera, fine settimana, bel
tempo, eventi in strada e in cascina e un grande lavoro di organizzazione alle spalle: ecco
gli ingredienti giusti per la ricetta perfetta di un maggio tutto segratese.
Nonostante la presenza del Segrate Day nella giornata di sabato e gli altri eventi
domenicali previsti a
Segrate Centro, la Festa di San Vittore a
Rovagnasco, arrivata
quest’anno alla 37ª
edizione, è stata il cuore pulsante del weekend tra il 10 e 11
maggio della nostra
città.
La consueta manifestazione, promossa come ogni anno dall’associazione culturale
“Il Quartiere”, si è articolata lungo le giornate di
sabato e domenica offrendo
buon cibo e intrattenimento
come da tradizione. Dopo una
serata di balli in cascina con
l’orchestra Livraghi e di fuochi d’artificio in una Rovagnasco punteggiata di luminarie
colorate, la giornata di domenica ha richiamato altrettanti
visitatori nella cascina Sirtori
e nell’adiacente via Monzese,
affollata da decine di bancarelle. Durante la mattinata ha
sfilato tra le vie del quartiere
il corpo musicale “Sant’Andrea” di Pioltello, e verso le
12 in cascina ha avuto luogo
il ritrovo del 12° Raduno di
moto d’epoca.
«Sono molto contento e soddisfatto di come sia andata la
festa – ha dichiarato Paolo
Melchiorri, neopresidente e
21 maggio 2014
7
ROVAGNASCO Il 10 e 11 maggio la tradizionale kermesse: ad Avis, Cps e asilo “Santa Rita” il ricavato
CALCIO AL PASTRENGO
Festa di San Vittore, un successo
“Grande lavoro di tutti i volontari”
Torneo benefico
a favore di Aido
con Radio 105
ed ex campioni
In alto, da sinistra: la
cascina Sirtori attrezzata
con le tavolate per pranzo
e cena. Di fianco, lo staff
delle cucine che ha
lavorato alacremente per
sfamare i visitatori, e uno
scorcio di via Monzese
piena di gente e
bancarelle. In basso a
sinistra lo staff del bar e
la banda di Pioltello
organizzatore della manifestazione – L’affluenza di persone
è stata molto buona, il tempo
ci ha aiutato limitando al minimo la pioggia e il grande lavoro di tutti i volontari ha reso
possibile il perfetto svolgimento di tutte le attività in pro-
gramma». Si ricorda
che l’invito a prendere
parte attivamente a
questo tipo di manifestazioni
è sempre valido per tutti coloro che desiderano collaborare alla vita della propria comunità locale. «Abbiamo avuto la possibilità di avere più
moto d’epoca rispetto agli altri
anni grazie alla collaborazione
con il Comune di Segrate –
continua Melchiorri – Nonostante sia stata la mia prima
gestione, per tutti noi è stato
molto importante poter mantenere la tradizione della festa,
per tenere viva l’eredità locale
del nostro territorio, infatti
questa è innanzitutto una festa
fatta per passione, che sia anche un’occasione di aggrega-
zione annuale per un paese intero». L’avanzo di gestione
della festa quest’anno è stato
devoluto in beneficenza all’Avis Segrate, al Cps (Circolo
culturale ricreativo pensionati)
di via Amendola e alla scuola
dell’infanzia paritaria “Santa
Rita”. L’appuntamento, dunque, è per l’anno prossimo.
Roberto Rossi
LASCIAMO CHE SIA IL SORRISO
DEI NOSTRI OSPITI A PARLARVI DI NOI
RESIDENZA PER ANZIANI ANNI AZZURRI SAN ROCCO
Il calore di un’atmosfera familiare e la certezza di assistenza medica e riabilitativa
adeguata, anche per anziani non autosufficienti.
È questo che garantiamo ai tuoi cari: competenza, attenzione e ascolto costanti.
Vieni a trovarci in via Monviso, 87 a Segrate (MI): è il modo migliore per comprendere
come si vive da noi.
Tel. 02 26952323
[email protected]
www.anniazzurri.it
Torneo solidale a favore
dell'Aido. Si svolgerà sabato 31 maggio la 3ª edizione di “In campo per la
vita”, quadrangolare di
calcio, a partire dalle 18
presso lo stadio comunale Pastrengo in via Modigliani. L'evento è organizzato dalla sede locale
di Aido e patrocinato dal
Comune, in collaborazione con Radio 105 e la
Nazionale di calcio trapiantati. Si inizia alle 18
con i comici di Zelig (tra
cui Simone Barbato e
Giancarlo Barbara) poi
dalle 18.30 alle 20.30 le
partite da 30 minuti l'una.
A contendersi la palla ci
saranno quattro squadre:
i dj e lo staff di Radio
105, la Nazionale di calcio trapiantati, Radio Segrate e gli Atleti United,
un team di supercampioni formato da ex calciatori tra cui Evaristo Beccalossi, Pietro Vierchowod,
Stefano Eranio, Enzo
Gambaro, Roberto Policano e Fausto Pari. Biglietti 5 euro, prevendita
presso Aido Segrate (tel.
335.6544653), ristorante
Cascina Ovi e Self Storage Milano Est. Il ricavato
sarà devoluto all’Aido.
8
Attualità
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
BENEMERENZE Gli attestati a Mazzarella, Iannacone, Marktel, Peresson, nido “Santa Rita” e alla Lombarda
Impegno sociale, arte e ricerca
l’identikit delle Api d’Oro 2014
L'impegno sociale è stato protagonista alla premiazione
delle “Api d'oro” 2014. La
cerimonia di consegna delle
benemerenze civiche, presentata da uno spumeggiante Cesare Cadeo, si è svolta domenica 11 maggio all'auditorium
del centro civico Verdi: tra le
persone ed enti insigniti, molti sono attivi nel volontariato
o svolgono un servizio per la
comunità. «Dal 2000 l'Ape
d'Oro premia le nostre eccellenze – ha detto il sindaco
Adriano Alessandrini – anche
diverse, magari persone non
conosciute ma che operano
nel volontariato. Ci sono 80
associazioni, migliaia di persone che lavorano gratuitamente per gli altri. Abbiamo
cercato di ampliare il ventaglio delle premiazioni per far
vedere che questa città è sempre un po' particolare rispetto
alle altre».
La prima Ape è stata assegnata alla memoria al grande attore di teatro Piero Mazzarella, scomparso a ottobre
2013, e residente a Milano 2.
Per lui hanno ritirato il premio la moglie Barbara Anna
e i figli Piero e Paolo. Mattatore della Compagnia Stabile
Milanese, lavorò anche con
Giorgio Strehler e il premio
gli è stato assegnato per “l'eccezionale contributo dato alla
IL CONCORSO
Antonella
Lombardi è la
selfie-mamma
Durante la cerimonia
delle “Api d’oro”, è
stata decretata anche la
vincitrice del concorso
“Selfie mamma”,
indetto dal Comune
sulla propria pagina
Facebook. Ad
aggiudicarsi il primo
posto è stata Antonella
Lombardi, che ha
ottenuto 202 “mi piace”
per la foto (che
pubblichiamo qui
sopra) col figlio
Andrea, con lei alla
premiazione.
cultura e al teatro milanese,
per la straordinaria grandezza
dell'uomo e dell'artista”. Premiato anche il 44enne informatico Marco Iannacone,
ideatore del tablet per bambini dislessici e che dal 2012
collabora a una sperimentazione con sette scuole romane
mirata a superare, con l'aiuto
dello strumento interattivo, il
problema causato da questa
disfunzione. Per l'impegno,
dal 1960, nella cura e formazione dei più piccoli, premiate le missionarie clarettiane
della scuola d'infanzia e nido “Santa Rita” del Villaggio Ambrosiano. «Ritiro
questo premio per tutte le
suore che sono passate di qui
prima di me – ha detto la ma“Per lo spontaneo e gratuito
impegno nel sociale, teso all'integrazione tra le culture e
all'inserimento degli extracomunitari nel tessuto della città,
per l'intensa attività insieme
agli studenti e come giornalista “innamorato” di Segrate e
dei segratesi, il Sindaco e la
Commissione sono onorati di
assegnare l'Ape d'Oro a Enrico
Sciarini”. “Loro onorati” e noi,
di Segrate Oggi, felici e orgogliosi. I nostri complimenti. È
vero che Enrico, nostro prezioso collaboratore dagli albori del giornale nel setacciare
la città per segnalare avvenimenti culturali, sociali e religiosi meritevoli di essere conosciuti, e nel dare aiuto e voce ai più bisognosi, ha sempre
lavorato gratuitamente con
grande entusiasmo e in silenzio, ma è bene che la comunità
sappia e si accorga di “Api”
come lui. Un'ape che grazie
alla sua sensibilità, attingendo
dal suo grande amore per il
prossimo e la cultura e da notevole senso civico, “produce”
miele prezioso (e derivati, ci
vien da dire) per la comunità.
Quello che colpisce di Enrico,
storica colonna del giornale,
In alto, le “Api” con la commissione guidata dal sindaco. A
destra dallʼalto in senso orario: Marco Iannacone, suor Maria
Lovecchio, Italo Peresson, Alberto Venturini, Manfred Marktel
e lʼattore Piero Mazzarella, premiato alla memoria.
dre superiora, suor Maria Rita
Lovecchio – Sentiamo la vicinanza di tutta Segrate, continuiamo insieme questo
cammino per aiutare i bambini a crescere».
Per Manfred Marktel hanno
ritirato il premio la figlia Sara
e la moglie Piera: ingegnere
meccanico ed ex dirigente
d'azienda con la passione delle traversate in solitaria in
barca, ha percorso oltre
150mila miglia e scritto libri,
ed è ora attivo nel raccogliere
fondi per la ricerca sulla leucemia, dopo essersi ammalato
lui stesso.
Ape d'Oro all'artista del mosaico Italo Peresson, che ha
anche donato al Comune una
sua opera realizzata con ben
10mila tessere, che raffigura
lo stemma della città e si trova sulla facciata del municipio. Il premio “Speciale impresa” è andato alla storica
azienda di biciclette “La
Lombarda”, con 65 anni di
esperienza alle spalle e conosciuta a livello nazionale e internazionale per le sue creazioni. Ha ritirato la targa il
patron Alberto Venturini, in-
sieme ai suoi dipendenti.
Ultima Ape d'oro a Enrico
Sciarini, per il suo impegno
sociale e culturale per la città,
in particolare con la Caritas
per le lezioni di italiano per
stranieri. E per la collabora-
zione di vecchia data con
“Segrate Oggi”.
La cerimonia si è chiusa con
l'esibizione della fanfara del
Comando 1ª Regione Aerea
dell'Aeronautica Militare.
R.T.
MERITO Dopo quella vinta dalla redazione nel 2012, è benemerita anche una delle nostre storiche “colonne”
“Segrate Oggi” colleziona... Api
Premiato il nostro Enrico Sciarini
sono la sua indefessa attività
(ancora ora, nonostante gli 80
anni ben... mimetizzati) portata avanti in silenzio e col
sorriso. Affronta ogni impegno
con tatto e leggerezza, che è
il modo migliore di approcciare il prossimo senza imbarazzarlo o fargli pesare l'attenzione. “Ci sarebbe...”, “Mi
piacerebbe...”, “Che cosa ne
dite?...” è il suo modo di proporre notizie o servizi alla redazione senza essere mai... respinto. Notevole il feeling con
il mondo della scuola, soprattutto con gli alunni delle elementari e medie coinvolti in
tante iniziative; appassionato
l'impegno (e la soddisfazione
che prova per i risultati) con
gli extracomunitari per l'insegnamento della lingua italiana,
in collaborazione con la Caritas; puntigliosa la sua partecipazione a eventi culturali
della città; discreta la dedizione per l'oratorio e la parrocchia. Suo grande orgoglio resta, nel 2004, l'organizzazione
della mostra delle “Religioni
mondiali, pace mondiale, etica
mondiale” che ha portato a Segrate il noto professor Hans
Kung. Sono sempre il nostro
passato, la nostra infanzia a
forgiarci e per capire Sciarini
basta ripercorrere la sua vita.
Nato nel 1933 a Somma Lombarda (Varese) ma vissuto a
Vergiate, figlio di contadini,
Enrico, dopo aver preso il diploma di avviamento commerciale, comincia a lavorare
come meccanico, prende la
qualifica, fa il militare, ma a
metà anni Cinquanta emigra
in Svizzera dove viene assunto
da una nota officina meccanica di Zurigo. Lavora e la sera
studia per apprendere (dopo il
francese) anche l'inglese e il
tedesco, bagagli per il futuro.
Nel frattempo conosce e poi
sposa la signora Heidi Frei che
gli darà quattro figli. Dopo tre
anni e aver conosciuto la dura
(almeno allora) vita dell'emigrante torna in Italia e viene
assunto dalla Sea all'aeroporto
di Linate dove resta per oltre
trent'anni con responsabilità
crescenti. Nel 1993 è in pensione e viene assunto da... Segrate dove Sciarini, dopo
l'esperienza dell'emigrante che
l'ha segnato, ha tutte le carte
in regola per capire quelli che
approdano nella sua città. Solidarietà per non farli sentire
soli e aiuti concreti per aiutarli
a integrarsi nel paese scelto
per continuare a vivere.
Pep
PROGETTO AFFIDO
ACCOGLI UN BAMBINO E AIUTALO A CRESCERE
Promuoviamo insieme la cultura dell’accoglienza anche solo temporanea
È un progetto aperto a tutti, single compresi
3HULQIRUPD]LRQL8ɝFLRDɝGLYLDGHJOL$OSLQL_7HO_ZZZVHJUDWHVHUYL]LLW_LQIR#VHJUDWHVHUYL]LLW
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
9
10
Attualità
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
INIZIATIVA Parte da Redecesio un progetto di manutenzione “dal basso” degli edifici della Sabin, promosso con la fondazione “Aiutare i bambini”
“Ripuliamo le scuole”, genitori in campo
Già novanta le adesioni raccolte per i lavori che inizieranno a giugno: «L’obiettivo è migliorare la qualità degli ambienti scolastici»
Genitori in prima linea per
migliorare le scuole dei propri figli. Parte dall'istituto
comprensivo Sabin, e nello
specifico dal plesso di Redecesio, il progetto “Genitori:
ripuliamo le scuole”, parte di
una campagna che ha l'obiettivo di migliorare la qualità
degli ambienti scolastici con
piccoli interventi di manutenzione.
Del gruppo di lavoro fanno
parte, oltre all'istituto, l'associazione del Comitato genitori di Redecesio, il Comune
e la fondazione “Aiutare i
Bambini” che fornirà a titolo
gratuito il materiale necessario (vernici, pennelli). L'impulso è partito proprio da
mamme e papà, ed è stato
colto dal Comitato genitori:
«È stato proprio un loro desiderio di contribuire ad abbellire la scuola – ha spiegato
la coordinatrice del Comitato,
Barbara Ciccarone – Soprat-
Uno degli edifici del plesso scolastico “Sabin” a Redecesio
tutto elementari e asilo sono
in condizioni non ottimali,
anche all'esterno la situazione
è un po' lasciata andare. Così
ai genitori è venuto in mente
di pulire e imbiancare, e la
preside Elisabetta Tresolini
si è detta d'accordo».
Si comincerà verso giugno,
partendo dall'asilo e passando
poi alle elementari e finora
sono ben novanta le persone
che hanno aderito all'iniziativa: «Lo faremo il sabato, in
modo da lavorare tutti insieme: creeremo squadre da dieci persone per ogni compito,
e lavoreremo in 30-40 per
volta. L'unico problema è che
a giugno l'asilo sarà ancora
EMOZIONE Francesca Damiani ha rappresentato la Lombardia all’udienza
aperto, quindi dovremo ogni
volta finire tutto e rimettere
a posto le aule per le lezioni».
Oltre ad “Aiutare i bambini”
che ha offerto i materiali, anche il Comune farà la sua
parte: «Loro sono subentrati
per le opere che noi non possiamo fare, a livello murario
e di sistemazione più consistente – ha spiegato Ciccarone – Predisporremo il muro
di passaggio tra elementari e
media, che è tutto scrostato,
per un murales fatto dai ragazzi: ogni classe ne farà un
pezzettino. È anche un modo
per far capire ai bambini che
è bello tenere la scuola in un
certo modo». Oltre a imbiancare il tunnel tra le due scuole, tra i lavori sono previsti
anche la sistemazione di alcune porte e la pulizia di giardini e spazi esterni.
È la prima volta che si promuove questo tipo di inter-
vento a Redecesio, mentre altre scuole cittadine, come la
“Leopardi”, hanno già sperimentato i “genitori imbianchini”. «La collaborazione
fra istituzioni, mondo del no
profit e cittadinanza è fondamentale oggi per rispondere
prontamente ai bisogni del
territorio e rappresenta un’occasione per i giovani di intraprendere percorsi di cittadinanza attiva – ha dichiarato
il sindaco Adriano Alessandrini – Iniziare dalle scuole,
il luogo in cui i ragazzi trascorrono buona parte del loro
tempo, ci è sembrata la scelta
più opportuna».
«Sono molto felice di questa
collaborazione – ha detto il
presidente della fondazione
“Aiutare i Bambini”, Goffredo Modena – Se l’iniziativa
avrà esito positivo potremmo
estenderla anche ad altre
scuole».
R.T.
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
A REDECESIO
Il 1° giugno
torna la Festa
dei Popoli
Sarà la parrocchia di Redecesio a ospitare l’annuale
Festa dei Popoli il 1° giugno. Il programma (dalle
15): torneo “internazionale”
di calcetto, giochi e animazione, esibizioni del coro
ucraino e del gruppo “Cerchiodanza”, invocazione
multi-religiosa e “happy
hour” a conclusione del pomeriggio interetnico.
La manifestazione, organizzata dal Coordinamento
Caritas, è aperta a tutti.
Un’occasione di confronto
e di collaborazione per la
realizzazione delle attività
socio-assistenziali che comprendono: la distribuzione
di pacchi viveri, la raccolta
di indumenti, mobili usati
e giocattoli, l’aiuto nei casi
di emergenza sanitaria, il
centro di ascolto e accoglienza, i corsi di italiano
per stranieri.
E.S.
AL “VERDI” Incontro con i delegati del Parlamento Europeo Giovani
I licei segratesi scoprono
“Caro Papa ti scrivo...”
l’Europa delle opportunità
una giovane segratese
a colloquio con Bergoglio
Un libro che raccoglie le lettere indirizzate al Papa, consegnato direttamente a Padre Bergoglio anche da una
bambina segratese. L'iniziativa è nata dal volume “Caro Papa ti Scrivo…”, che fa
parte di una serie analoga
edita dall’associazione Cultura&Solidarietà di Milano.
La prefazione è stata curata
da Fulvio Scaparro e l’introduzione da don Michele
Falabretti, responsabile del
Servizio nazionale di Pastorale giovanile della CEI. Tra
i volumi già pubblicati dall'associazione, ci sono ad
esempio “Caro Presidente
della Repubblica ti scrivo...”
e “Caro Presidente del Consiglio ti scrivo...”.
Stavolta invece sono state
raccolte 525 lettere che gli
alunni delle scuole primarie,
una classe per ogni Regione
italiana, dalla Valle d'Aosta
alla Sicilia, hanno indirizzato al Santo Padre e il libro
è stato consegnato a Papa
Bergoglio nell'udienza del
14 maggio scorso da una
delegazione di sedici bambini, tra cui la segratese
Francesca Damiani della
scuola “Fermi” di via Modigliani, in rappresentanza
Leggi online le
ultime notizie
dalla città sul
nostro sito
segrateoggi.it,
ti basta
“puntare” il
QR Code con il
lettore del tuo
smartphone!
La giovane segratese Francesca Damiani in Vaticano, intervistata da TV2000 dopo lʼincontro con Papa Francesco
della Regione Lombardia:
il Pontefice ha voluto incontrare i ragazzi per rispondere alle loro domande.
Molto diretti e sorprendenti
i messaggi scritti dai bambini: c’è chi si è preoccupato per la propria famiglia e
ha chiesto al Papa di pregare, chi ha dimostrato di
comprendere le difficoltà legate al magistero papale
(“Quali sono le tue preoccupazioni?” e ancora “Per
fare queste cose avresti bisogno di una bacchetta magica”), chi si è complimentato (“Lei è una persona
Santa, l’ho capito quando
ha rifiutato la croce d’oro
per quella di ferro”). Non
sono mancate poi le curiosità (“Quale squadra tifi?”
e ancora “Hai la TV?” o
“Hai mai incontrato Dio?”)
e le incursioni nel mondo
del sociale (“Ti prego occupati dei poveri e degli ammalati” e “Secondo me
quando mio papà dice le parolacce a Gesù dispiace”).
L'evento è stato trasmesso
in diretta su TV 2000, emittente della Conferenza Episcopale Italiana.
R.T.
Un incontro per illustrare ai
giovani un'Europa diversa,
fatta non solo di “troika” e
sanzioni, ma soprattutto di
opportunità. Venerdì 9 maggio, nel giorno della “Festa
dell'Europa”, al centro civico Verdi il Comune ha organizzato una mattinata a tema
dedicata agli alunni delle
scuole superiori segratesi, i
licei San Raffaele e Machiavelli, in collaborazione con
l'Associazione Parlamento
Europeo Giovani (Peg).
Sono intervenuti tre giovani
accademici, membri del Peg:
Andrea Stagni, del Collegio
Superiore dell'Università di
Bologna e membro del Consiglio direttivo italiano del
Peg, Greta Ardito dell'Università Bocconi, Davide
Monticelli del Politecnico di
Milano.
Stagni ha tracciato il percorso storico che ha portato alla
formazione di quella che è
l'attuale Unione Europea,
dalle origini a oggi, mentre
Monticelli ha spiegato quali
sono gli organi istituzionali
da cui è costituita e come
funzionano. Infine, Ardito
ha parlato dei temi che stanno più a cuore ai giovani:
ovvero le opportunità di
scambio, sia di studio che di
lavoro, tra Paesi europei per
cittadini al di sotto dei 30
In alto, da sinistra i relatori dellʼAssociazione Parlamento
Europeo Giovani, Andrea Stagni, Greta Ardito e Davide
Monticelli, che hanno dialogato con gli studenti segratesi
anni con programmi come
Erasmus, Socrates o Comenius. «L'intento è di avvicinare i ragazzi alle possibilità
che l'Unione europea offre,
è importante che queste cose
vengano diffuse perché tanti
neppure sanno che esistono
– ha spiegato Silvia Bellaviti, docente del San Raffaele e tra i promotori dell'evento – A volte succede che si
pagano fior di cifre per
un'esperienza all'estero,
quando invece ci sono queste opportunità». Proprio alcuni alunni del San Raffaele,
sotto la guida della professoressa Bellaviti, l'anno
scorso avevano partecipato
e vinto alle gare nazionali
Divisione
D
ivisione
del Peg, e come premio sono
andati in rappresentanza al
forum internazionale ad Essen, in Germania. Quest'anno toccherà a due altri studenti dello stesso liceo, che
hanno vinto prove singole,
Alberto Batini e Ludovica
Borselli, andare rispettivamente ai forum in Ungheria
e Svezia. «È straordinario
come il Peg riproduca perfettamente i meccanismi del
vero Parlamento europeo, al
quale poi vengono riportati
ufficialmente gli esiti del
parlamento junior – ha detto
Bellaviti – Ho visto un notevole miglioramento nella
qualità apportata dalle scuole alle iniziative».
Sede:
Sed
de: S
SEGRATE
EGRAT
TE - MI
Via
V
ia Roma, 11
TTel.:
Te
el.: 02 2138900
AGENZIA GENERALE
E SEGRATE
SEGR ATE
Filiale:
Filiale: VIMODRONE
VIMODRONE -MI
Via
a XI FFebbraio,
ebbraio, 17
Via
Tel.:
Tel.:
e 02 25007147
ASSICURATORI
ASS
ICUR ATORI D
DAL
A L 1974
[email protected]
info
[email protected]
CORDINI
CO
RDINI SARDI
SARDI NASISI
NASISI
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
11
12
Attualità
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
INAUGURATA In via degli Alpini l’edificio che ospitava la biblioteca è stato “riconvertito” e gli spazi destinati al volontariato e allo sport segratesi
Cascina Nuova, “casa delle associazioni”
Oltre a nove onlus locali sedi per scout, Chiesa Evangelica e al primo piano un nuovo centro di ritrovo per gli anziani ora a Redecesio
Da casa della cultura a casa...
delle associazioni. Sabato 10
maggio è stato inaugurato il
nuovo Centro polivalente di
Cascina Nuova, in via degli
Alpini, nei locali rimessi a
nuovo della vecchia biblioteca, trasferita ormai da un
anno al centro civico Verdi
in via 25 Aprile. Tanti segratesi hanno visitato la struttura
rinnovata, girando per i locali
animati dai rappresentanti
delle associazioni, mentre il
cortile ospitava i motocicli
messi a disposizione dal
Lambretta Club e, in entrata,
carabinieri in divisa storica
accoglievano i visitatori. A
piano terra, dove l'ala sud è
occupata dalla Segrate Servizi, trovano spazio la colorata sede degli scout segratesi
di Agesci e quella della Chiesa Cristiana Evangelica, il cui
rappresentante, il pastore
Emanuele Dalle Crode della
Comunità del Buon Pastore,
ha pronunciato la preghiera
di benedizione al taglio del
nastro, affidato a due piccole
“karateke” sotto gli occhi attenti del sindaco Adriano
Alessandrini e delle autorità
presenti.
La struttura ospita invece, al
primo piano, nove associazioni del territorio, alcune
delle quali prima avevano la
sede presso la casa delle associazioni di Lavanderie, nello stabile della Misericordia:
sono l'Anc (Associazione nazionale carabinieri), l'Anpi
(Associazione nazionale partigiani), l'Associazione Reduci, combattenti e simpatizzanti, gli Arciallegri che condividono una sala con i Lions
Segrate Milano Porta Orientale, il Lambretta Club che
condivide invece lo spazio
In alto, da sinistra: il taglio del nastro, soci Avis e gruppo scout Agesci. Sotto allievi del Shorin Karate-do, a fianco Adolfo DʼArtagnan del Lambretta Club, Bruno Ghidini e Nicola Squillante di Aido.
In basso, gruppo dellʼAnpi, Luciano Russo dei Lions e Antonio Colozzi di Arciallegri, il gruppo Anc.
SPORTING MI2 Convegno scientifico neurologico
Il cervello invecchia?
Ecco come evitarlo
con Aido, e poi Avis Segrate
e Aiau (Associazione in aiuti
umanitari). A loro disposizione c'è anche una sala per riunioni e conferenze. Al primo
piano ci sarà anche un nuovo
centro per anziani, dove si
sposteranno gli ospiti del
MARMOUNOSAS
PAVIMENTI E RIVESTIMENTI
BAGNO NUOVO IN MARMO DA 4.500 €
(MIS. 1,6X2,5 SANITARI COMPRESI)
RIVESTIMENTI FACCIATA A CAPPOTTO
TERMICO PER IL RISPARMIO ENERGETICO
DELLA TUA CASA
INTERVENTO A COSTO ZERO:
65% DELLE SPESE RESTITUITO DALLO STATO
35% RECUPERO DAL RISPARMIO IN BOLLETTA
VIA EMILIA 18 - SEGRATE - TEL. 02.2132427
mail: [email protected]
PIANI PER CUCINA E TOP LAVABO
centro diurno di Redecesio
durante lo svolgimento dei
lavori di riqualificazione del
centro civico di quartiere, e
gestito sempre dalla “Libera
compagnia di Arti e Mestieri
Sociali”. Il piano seminterrato era già occupato, invece,
dalle palestre delle associazioni Segrate Boxe e Shorin
Karate – Do, che continuano
la loro attività sportiva negli
spazi assegnati.
R.T.
Un convegno per capire come contrastare il declino
della nostra mente. Allo
Sporting Club di Milano 2,
in via fratelli Cervi, il 27
maggio si terrà l’incontro
“Il ruolo della medicina
complementare nell’invecchiamento cerebrale”, rivolto a medici ed esperti ma
aperto anche ai cittadini interessati. Interverranno i relatori Maira Gironi, neurologa che collabora con San
Raffaele e Cam Monza, e
Bruno Colombo, neurologo
e responsabile dell’Unità
cefalee del San Raffaele.
Si cercherà, nel corso della
serata, di spiegare quali fattori possono aiutare a prevenire il declino delle funzioni cerebrali. Partecipazione gratuita su invito, per
contatti: Sporting Club, telefono 02.2640251 (sig.
Gatti), orario del convegno
19.45-20.30.
VOLONTARIATO La proposta di Gianfranco D’Amato, di Milano 2, per aiutare la comunità
Cercasi insegnanti per ripetizioni
“solidali”: i ricavi... a Exodus
Un’idea di volontariato decisamente originale. È quello a
cui ha pensato Gianfranco
D'Amato, residente a Milano
2, per raccogliere fondi per la
comunità “Exodus” di don
Antonio Mazzi: il metodo è
semplice, ovvero dare le classiche “ripetizioni” agli studenti, o aiutarli a fare i compiti, devolvendo il ricavato in
beneficenza.
«Il progetto di volontariato
che abbiamo avviato si basa
su un'idea semplice: offrire
lezioni private su varie materie scolastiche agli studenti
delle medie e delle superiori
residenti a Milano 2 e nelle
zone limitrofe (Segrate, San
Felice, Rovagnasco, etc) e destinare il ricavato delle lezioni
alle attività di don Mazzi – ha
spiegato D’Amato – Con la
sua comunità Exodus e con
Educatori Senza Frontiere,
che hanno sede a poche centinaia di metri da Milano 2,
all'interno del Parco Lambro,
gestisce comunità di recupero
e prevenzione per i giovani in
difficoltà, e villaggi che ospitano e danno un'istruzione a
bambini e ragazzi in diversi
paesi del mondo».
Per fare questo, però, serve
chi è disponibile a fare lezione gratuitamente: «L'obiettivo
in questa fase è trovare dei
volontari». Che abbiano certi
requisiti: persone con una laurea o diploma in una disciplina inerente la materia scolastica da insegnare, o che abbiano perfetta conoscenza di
una lingua straniera, esperienza nell'assistere ragazzi per
lezioni private o di svolgimento dei compiti, e alcune
ore di disponibilità durante la
settimana.
«Ci sono già alcune persone
interessate, nel frattempo ci
stiamo muovendo con le istituzioni – ha detto D'Amato –
Abbiamo contatti col Comune, con l'associazione residenti di Milano 2 per capire che
A sinistra don Antonio
Mazzi, la cui comunità
“Exodus” si occupa di
recupero per giovani in
difficoltà, e a cui saranno
destinati i fondi raccolti
attraverso le lezioni
private che cominceranno
da settembre
tipo di supporto ci possono
dare, e se ci sono degli spazi
che possono metterci a disposizione». Le lezioni potranno
svolgersi dunque in eventuali
spazi che saranno reperiti, anche tramite le istituzioni, oppure con la modalità tradizionale della lezione a casa dell'alunno o del professore.
«Il primo passo, da completare entro la fine di maggio,
è quello di creare una squadra
di professori-volontari che si
incontreranno tra loro nel corso del mese, e poi tutti insieme ai primi di giugno presso
le sedi di Exodus con don
Mazzi e i membri del suo
staff», ha concluso il promotore dell'iniziativa. Le lezioni
poi partiranno da settembre,
per il nuovo anno scolastico.
Il tutto per dare una mano alle
tante attività delle comunità
di recupero e prevenzione a
cui fa capo “Exodus” per giovani e bambini in difficoltà,
anche in molti Paesi del mondo. Chi è interessato a offrirsi
come volontario, può scrivere
a: [email protected]
R.T.
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
Attualità
redazione
pubblicità
amministrazione
MADEIN
SEGRATE
a cura di Pep
21 maggio 2014
Da alcuni mesi ci stiamo occupando di attività
commerciali, artigianali e industriali con alle
spalle una tradizione degna di essere conosciuta. Siamo anche alla ricerca di chi pratica
ancora i mestieri in... via di estinzione. Segnalateci queste realtà al numero 02.2139372 o
scrivendoci a [email protected]
Nei precedenti numeri 2014: Bar Centrale (7/5);
Cus Milano Idroscalo (9/4); Siniscalchi Parrucchieri (26/3); Studio Zoppini (12/3); Runner Abbigliamento (26/2); Bar Cellini (16/2); Azienda
agricola Sirtori (29/1)
2013: Officina Gementi (4/12); Impresa funebre
Preatoni (20/11); Boutique Pirola (6/11); Bar Tabaccheria Parati (9/10); Riparazioni audio-video
13
Casletti (25/9); Laboratorio Orologi Sergio Pezzi
(11/9); Vini Tarsi (17/7) Ferramenta Besia (3/7);
Pasticceria Ilàri (19/6); Green Cat (22/5); Panetteria Bramati (8/5); Macelleria Aldo Modica
(10/4); QB Style (27/3); Sabrina Cake Desing
(13/3); Trattoria La Pergola (13/2)
2012: Cartoleria Mombelli (19/12); Sice-Previt
(16/1)
TRADIZIONE Genovesi di origine, i coniugi Grazia e Luigi (giornalista di lungo corso) sono da oltre 40 anni i punti di riferimento del quartiere
Famiglia Parodi, l’anima di San Felice
Hanno fondato Sanfelicinema (un’istituzione), la biblioteca “La Scighera”, il giornalino locale e sono, in ogni modo, al servizio volontario di tutti
Il Made in Segrate “produce”
anche una famiglia, quella dei
coniugi Luigi e Grazia Parodi
che da sempre a San Felice, vale a dire da più di quarant'anni
– da quando cioè è venuta ad
abitarci quasi da “pioniera” nel
1972 – si prodiga facendo volontariato per il quartiere e il
prossimo. Soprattutto nella cultura. Con ruoli e in campi diversi i coniugi Parodi, originari
di Genova, hanno partecipato
alla fondazione di “Sanfelicinema”, diventato negli anni sala di cinema d'essai ormai nota
anche nell'hinterland milanese,
a quella di “7 giorni a San Felice”, giornalino periodico del
quartiere che esce da 41 anni,
alla fondazione della biblioteca
“La Scighera” (la milanese...
nebbia), alla creazione di una
piccola compagnia di teatro
(nella quale Luigi recita ancora) e poi, sempre in collaborazione stretta con la parrocchia,
all'organizzazione di corsi di
informatica per anziani, feste
di quartiere, tornei sportivi e
beneficenza. E chi più ne ha,
più ne metta. A San Felice i Parodi sono conosciutissimi, sono
un'istituzione. «Ci è sempre
piaciuto dare una mano, renderci utile agli altri... – dicono
i coniugi Parodi – Si rivolgono
a noi, ci rendiamo disponibili
per quello che possiamo fare.
Pare che si fidino di noi dal
momento che alcuni ci affidano
anche le chiavi di casa per intervenire in caso d'urgenza».
Per capire che cosa hanno fatto
e fanno per il quartiere («Mica
da soli, non siamo gli unici e
non vogliamo apparire degli
eroi», continuano a precisare)
bisogna spiegarli, conoscerli
un po' i Parodi che hanno due
figlie (Raffaella e Beatrice) e
cinque nipoti. Lui, Luigi, 80
anni ottimamente portati (un
perticone asciutto “sfruttato”
in gioventù e a buon livello
dall'amato basket), appassionato di sport, specie il tennis,
Da quasi quarantʼanni è
il “grande schermo” dei
segratesi: i coniugi Grazia e Luigi Parodi allʼinterno della sala del “Sanfelicinema”. Qui a fianco,
un “cimelio” che tra poco
non ci sarà più: il vecchio
proiettore di pellicole
giornalista in pensione (ha lavorato per “Il Mercantile” di
Genova, per “La Notte” di Milano quando anch'io collaboravo, e soprattutto come inviato
per “Famiglia Cristiana”) premiato poco tempo fa per i 50
anni di iscrizione all'Albo. Lei,
la signora Grazia, pacata,
amante dell'arte, attitudine all'insegnamento che ha esercitato per tre anni anche all'Actel
di Segrate, l'Università della
Terza Età. Battibeccano di continuo, si correggono a vicenda
su mille cose. Apparentemente
hanno poco in comune (lui, ad
esempio, tifa Genoa, lei Samp,
lui è cattolico praticante, lei
«molto meno ma mi sto riscattando nel finale...»): «Ma stiamo bene insieme da 50 anni...
DIRETTORE RESPONSABILE:
Federico Viganò
Beppe Maseri, Raffaella Turati
REALIZZAZIONE GRAFICA: Federico Viganò
HANNO COLLABORATO: Anna Olcese, Enrico Sciarini,
Robert Rossi, Federica Nin, Elena Azzolini
--E-MAIL: [email protected]
SITO INTERNET: www.segrateoggi.it
FACEBOOK: Segrate Oggi TWITTER: @segrateoggi
STAMPA: Seregni Cernusco S.r.l. - via Brescia 22
Cernusco sul Naviglio (MI)
--Milano Communication srl
via Cellini 5 - 20090 Segrate (MI)
TEL/FAX: 02.2139372 P.IVA 05365660967
E-MAIL: [email protected]
PUBBLICITÀ: 02.2139372 - 349.1750560
REDAZIONE:
Registrazione Tribunale di Milano n.369 - 19/11/1974
– sospira lei – Ci siamo conosciuti all'epoca del liceo: anch'io giocavo a basket, eravamo grandi amici, come tali ci
siamo sposati e siamo rimasti.
Siamo cresciuti e invecchiati
insieme, facciamo vita vera...».
A suo tempo non erano d'accordo nemmeno sulla scelta di
venire a vivere a San Felice.
«Il quartiere era appena stato
costruito – dice Luigi – Io ne
avevo sentito parlare e ne avevo scritto per La Notte, ma mi
chiedevo come si potesse lasciare Genova o Milano per andare a vivere in un quartiere simile avvolto dalla nebbia. Mi
ci ha trascinato mia moglie che
si era fatta convincere da una
sua amica ai giardini. Una volta
qui, in mezzo a tutto questo
verde perfino eccessivo, alla
possibilità che il quartiere offriva di fare vita all'aperto, di
praticare sport in tranquillità,
senza caos, nè pericoli, ho cominciato ad affezionarmici e
poi ad amarlo. Ora la penso
esattamente all'opposto di anni
fa e mi chiedo come si possa
vivere a Milano. Qui si sta proprio bene e poi più che un quartiere è un piccolo paese a dimensione umana, con un'anima, un centro. Ci si conosce...». Con passione, costanza
e tanta tenacia Luigi e Grazia
hanno cercato di rendersi utili,
di venire incontro alle esigenze
del loro quartiere e dei suoi abitanti, hanno cercato di “addobbarlo”, di renderlo più vivibile.
L'iniziativa che li ha resi più...
benemeriti e che ha dato anche
a loro grande soddisfazione è
stata senza dubbio “Sanfelicinema”. «Si rivolga a mia moglie», dice Luigi salvo poi intervenire (come di... consueto)
nel suo racconto per precisare
o puntualizzare. «Era il 1972
– dice Grazia – e volevamo finanziare un po' la biblioteca
appena nata e così a me e ad
altre quattro mie amiche, Luisella, Ricky, Anna e Cristina è
venuta l'idea di proiettare dei
film allestendo la sala più grande della scuola elementare, un
piccolo anfiteatro nel quale facevamo anche cabaret. Allora
il cinema tirava e qualche soldino riuscivamo a raggranellarlo finanziando così un po'
anche la biblioteca». Nel 1975
il cinema si è trasferito nell'ampio salone del sotterraneo (dove si trova tuttora) della chiesa
appena costruita, e dove ci sono anche le aule del catechismo
dell'oratorio. Per portare avanti
l'iniziativa, prese piede l'associazione “Sanfelicinema” costituita da volontari che si occupavano della gestione e della
programmazione. Una parte
del ricavato andava alla parrocchia (a mo' di affitto), l'altra
andava sempre alla biblioteca.
La sala fornita di sole sedie
conteneva 250 persone. Le proiezioni avvenivano dal giovedì
alla domenica (doppia). «Allora – dice la signora Grazia –
prestavamo attenzione ai film
per ragazzi, ma non trascuravamo gli altri. Le soddisfazioni
non mancavano, grazie al volontariato di molti e al fatto che
non c'erano molti cinema in zona. Verso il 2000 però con
l'apertura dei Multisala di Pioltello e Melzo, che tra l'altro offrivano agli spettatori comodità
che noi non potevamo garantire, è iniziata la crisi. A questo
punto i distributori ci hanno indicato la via della... salvezza:
per sopravvivere era meglio
trasformarci in cinema d'essai.
Detto e fatto. Con attente programmazioni, rispolverando
spesso pellicole d'autore sfuggite agli appassionati, la trasformazione ha funzionato. Abbiamo sfondato. Nel frattempo
abbiamo anche ristrutturato la
sala trasformata in una “bomboniera” grazie alle 190 comode poltrone di velluto rosse
recuperate a prezzo di saldo dal
cinema Splendor di Milano che
aveva chiuso i battenti. E ora
– continua entusiasta Grazia –
con una spesa non indifferente
ci stiamo attrezzando per la
proiezione in digitale che migliora di molto la qualità della
visione rispetto alle vecchie
pizze con pellicole 35 mm».
Da marzo il cinema è diventato
parrocchiale per la parte burocratica, mentre restano autonome la gestione e la programmazione (proiezioni, senza
pubblicità, ore 21,15 dal giovedì al sabato; doppio appuntamento ore 16 e 21,15 alla domenica) affidate a delle ragazze
volontarie. «Quando c'è bisogno, sono sempre a disposizione per dare una mano alla cassa», sorride Grazia. L'iniziativa
di Sanfelicinema tira, l'Agis
pubblicizza la programmazione, la media degli spettatori per
ogni proiezione è di 50-60 (circa un migliaio al mese) e qualche volta si registra il pieno anche perchè il biglietto d'ingresso e di 6,50 euro intero, di 5
sotto i 10 anni e sopra i 65. «Il
40% degli spettatori è ovviamente di San Felice, ma molti
arrivano anche da Segrate, Milano 2, Pioltello, Peschiera Borromeo e pure da Milano. Di noi
si fidano». E se qualcuno vuole
avere informazioni più dettagliate, può telefonare al numero
indicato sulla locandina. E indovinate chi risponde? La famiglia Parodi. E, ovviamente,
nessun disturbo...
TENDAGGI CLASSICI
TENDE A PACCHETTO
TENDE A PANNELLO
IO OM
R
O
TENDE VERTICALI
TOW R
A
TENDE A RULLO
ORSHO
TENDE DA SOLE
B
ZANZARIERE
LA ON
C
VENEZIANE
PERGOLATI
RIFACIMENTO
DIVANI
E POLTRONE
PREVENTIVI A DOMICILIO SENZA IMPEGNO
Via Borioli, 34 - 20090 Lavanderie di Segrate (MI)
Tel/Fax 02 26950424 - Cell. 338 9975098
Orari: da martedì a sabato 9.00-12.30 15.30-19.30
mail: [email protected] LUNEDÌ CHIUSO
AG Tende di Grassa Alessandro
14
Ambiente e animali
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
DA MANUALE L’istruttrice cinofila segratese Laura Vicari, con la sua “assistente” Diva, dà consigli e indicazioni per una convivenza perfetta
Cani in famiglia... istruzioni per l’uso
Prendere con sé un animale è una scelta importante che va ben ponderata – Essenziale saper comunicare e impostare le “regole auree”
Prendere con sé un cane non
è cosa da fare a cuor leggero.
Programmato o agito sull’onda di un’emozione, questo
passo ne richiede altri, meditati e appropriati. L’affetto
che deve essere alla base del
rapporto con un cane non è
sufficiente a garantire una felice convivenza per sempre,
cioè per tutta la vita del cane,
e eventuali problemi non si
possono superare con l’abbandono o la cessione a terzi.
Non basta dargli cibo e medicine. Bisogna assumersene
le responsabilità, inclusa
quella di farne un cane felice
e dal carattere equilibrato.
Come? Portandolo “a scuola”.
Laura Vicari, segratese,
istruttrice ed educatrice cinofila professionista riconosciuta APNEC (Associazione
Professionale Nazionale Educatori Cinofili), istruttrice
presso il centro cinofilo “Il
Biancospino” e libera professionista, specializzata in comportamento, che potreste incontrare con la sua assistente
Diva, pastore australiano
femmina che lavora al suo
fianco supportandola come
facilitatore, ha accettato di
aiutarci a far luce sull’argomento.
Perché educare il cane?
«Per dare una risposta bisogna prima chiarirsi perché si
“prenda” un cane. E chiarirlo
non solo a sé, ma con tutti i
componenti della propria famiglia. Perché il cane ne diventerà a tutti gli effetti un
membro, ed è necessario che
ognuno sia responsabile e
preparato ad accogliere il
nuovo arrivato. Il cane è un
compagno per sempre».
Come valutare la bontà della propria decisione? Non
basta desiderarlo tanto?
«No. Innanzi tutto occorre rispondere sinceramente a tre
domande. Sapendo che dopo
potrebbe essere troppo tardi.»
Quali?
«Sono veramente convinta/o
di voler vivere con un cane?
Molte persone adottano un
cane per riempire una carenza di affetto. Su di lui verran-
no allora proiettati desideri,
aspettative, bisogni. Il cane
è un individuo con propri
sentimenti, emozioni, carattere, attese di affetto, necessità di essere accettato, compreso, amato e rispettato per
quel che è. Non si può né si
deve chiedergli di riempire
vuoti, né di soddisfare bisogni che sono solo nostri. Una
bella relazione con il proprio
cane è benefica per lui e per
il suo compagno umano se è
basata sulla comprensione e
sul rispetto reciproco».
Quanto tempo potrò dedicare al mio cane?
«Il cane non deve stare da solo troppe ore. Se il lavoro mi
tiene fuori casa troppe ore al
giorno, sono certo che un altro familiare si prenderà cura
di lui? Se la risposta è “non
so”, meglio lasciare perdere.
Qual è il mio stile di vita? Sono una persona attiva a cui
piace fare delle belle camminate giornaliere o sono un pigrone che la domenica pomeriggio ama piazzarsi sul divano? Ogni cane ha delle esigenze primarie: da adulto, deve uscire almeno 3/4 volte al
giorno e, di queste, almeno
due devono avere una durata
di circa un’ora ciascuna. Da
cucciolo le uscite dovranno
essere ancora più frequenti.
Quando pioverà, farà freddo
o nevicherà sarò disposta/o a
uscire con lui senza fastidio
ma con piacere? Il cane ha
quattro zampe, tanta energia
e deve fare moto, attività ludiche o da lavoro. Qui entra
in gioco la razza (o la razza
prevalente se meticcio). Alcune hanno più bisogno di altre di movimento e di impegno in giochi o sport: l’attività fisica e mentale è importante per la salute psicofisica
di tutti i cani, ma per alcuni
è fondamentale se non vogliamo farne un animale depresso, frustrato o con disturbi comportamentali».
Bene, supponiamo di avere
superato il test di ammissione: possiamo “prendere”
un cane. Poi?
«Poi bisogna sapergli dare fin
dall’inizio il benvenuto. Fin
da cucciolo il cane deve avere delle regole per poter interagire in modo educato con
tutti e per dare una risposta
soddisfacente agli stimoli che
incontrerà sul suo cammino.
I primi mesi di vita sono molto importanti per lui, deve socializzare: con gli umani, con
gli altri cani e con l’ambiente
(rumori, situazioni…). Riceverà molte sollecitazioni nella sua vita: da parte delle persone che incontrerà in casa e
fuori, con i cani con cui si relazionerà quotidianamente e,
Laura Vicari,
segratese, è
istruttrice ed
educatrice cinofila
professionista
riconosciuta
APNEC
(Associazione
Professionale
Nazionale Educatori
Cinofili) e lavora
con la sua Diva
(insieme nella foto)
che la supporta con
il ruolo di
“facilitatore” per gli
allievi. Specializzata
in comportamento,
ha un sito dedicato
alla sua attività:
www.smilingdogs.it
responsabilità di difendere la
“tana”».
Ci sono delle regole base da
conoscere e applicare subito?
«Ci sono alcune regole auree.
La gestione delle risorse è
fondamentale nell’educazione del cane. E il cibo è una
risorsa fondamentale. Il cucciolo deve abituarsi a non
prendere nulla dalla tavola e
aspettare il suo momento per
mangiare. Gli si darà la ciotola quando è tranquillo e mai
quando gli umani stanno
mangiando. Si potrà scegliere
se prima o dopo. Il cane dovrà imparare quando è il suo
momento di mangiare, in
modo che non reclami a suo
piacimento (in questo caso:
guai ad accondiscendere) ma
nella vita di tutti i giorni, dovrà affrontare le più diverse
situazioni, anche difficili, di
una città. Nei primi mesi di
vita dovrà dunque imparare
a conoscere tutto questo».
Se è un membro della famiglia al pari degli altri, allora
qualunque luogo della casa
è un posto anche per lui?
«Non esattamente. Scegliamo il suo posto. Il primo
giorno che entrerà in casa bisognerà predisporre un angolo tutto per lui. Dovremo posizionare la sua cuccia in un
posto dove potrà stare sereno
e tranquillo. Non la metteremo dunque davanti a una
porta, né in una zona di passaggio, né all’ingresso di casa: per evitare che il cane
pensi di doversi assumere la
viva con serenità e sicurezza
il momento della pappa. Le
regole sono molto importanti
per il cane, quanto per un
bambino.
Come si fa a insegnare le
regole al cane? Può farci
qualche esempio?
Bisogna sapere comunicare
e saper comprendere quel che
il cane ci vuole dire. Incominciare a capire il cane, e
conoscerne il linguaggio, è
fondamentale. Per esempio:
il cane sbadiglia non perché ha sonno ma perché
ci sta dicendo che è a
disagio. Molte volte noi
accarezziamo il cane
senza pensare che la
carezza è per lui una
conferma del suo
comportamento. Sia-
Scopr
p i co
ome
m
migliorar
e il tu
uo business
busines
TUITAM
TAMENTE
grate.it
mo sicuri allora di quello che
stiamo facendo? Facciamo
un esempio. Il cane abbaia o
manifesta paura oppure è agitato. Noi lo accarezziamo
credendo di calmarlo o rassicurarlo. Niente affatto! Gli
stiamo invece comunicando
che fa bene ad abbaiare, a essere agitato, a essere pauroso.
Proprio il contrario delle nostre intenzioni. La carezza,
oltre a essere un segnale affettivo, per il nostro amico
significa infatti che in quel
preciso momento sta agendo
un comportamento gradito.
E dunque, il cane ripeterà in
analoga situazione proprio
quel comportamento che invece a noi è sgradito. Un altro esempio: un pastore tedesco (cane da lavoro, da guardia), protettore per eccellenza
del proprietario, sta in un bar.
Il suo compagno umano continua ad accarezzarlo, ed ecco
arrivare il cameriere che si
protende verso il tavolo... il
cane si avventa in difesa. Perché lo ha fatto? Cosa gli ha
comunicato il proprietario?
Provate a pensarci...». Dovremmo allora essere noi
ad andare a scuola di comunicazione?
«Di certo dobbiamo conoscere meglio il linguaggio dei
cani. Loro ci capiscono bene... Ma noi? Dobbiamo imparare a ragionare da... cani.
Dobbiamo guardare il mondo
con i loro occhi. Ecco perché
è importante dare al proprio
cane un’educazione cinofila.
Cane e proprietario imparano
insieme. Avere un cane educato è bellissimo, credetemi.
Poterlo portare ovunque con
noi senza alcun problema. In
questo sta la felicità del cane
e la gioia del suo compagno
umano. Così rendiamo il nostro amico veramente felice
e fortunato di avere un bravo
proprietario. Bravo cane, bravo umano: questo è un
grande binomio».
Pagina a cura di
Federica Nin.
Etologa mancata,
psicologa e docente
di lettere, segratese
da trentʼanni
[email protected]
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
Cultura e spettacoli
redazione
pubblicità
amministrazione
Porta Nuova e Garibaldi
passeggiata nel... futuro
<<< La parrocchia Santo Stefano ha aperto le iscrizioni
per una “Passeggiata nella Milano del futuro”. Ritrovo sabato
14 giugno alle ore 17 alla fermata Gioia della Metropolitana.
La passeggiata, di circa due ore, comprende: il palazzo della
Regione, gli edifici di via De Castillia, il bosco verticale e
Zigurath, piazza Gae Aulenti, la stazione Porta Garibaldi,
palazzo Axa e le sculture di Garutti, in via Rosales la Corte
Verde di Cino Zucchi, in via Melchiorre Gioia le Torri Solea,
il Diamantone e i Diamantini e la Torre uffici comunali.
Iscrizioni in segreteria parrocchiale: lun-sab dalle 9.30 alle 11
mercoledì, venerdì e sabato 15 -18 (quota 10 euro).
SANFELICINEMA
Piazza Centro Commerciale San Felice
Tel. 02.7530019 - [email protected]
21 MAGGIO - 4 GIUGNO
BLUE JASMINE
Giovedì 22, venerdì 23 e sabato 24
maggio, ore 21.15 - Domenica 25, ore
16 e 21.15
Commedia drammatica, Usa 2013.
Durata: 1 ora e 38’. Di Woody
Allen, con Cate Blanchett
Jasmine è costretta a trasferirsi, da
New York, dalla sorella Ginger a San
Francisco, dopo che il marito è andato
in bancarotta e il matrimonio è finito.
LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE
Giovedì 29, venerdì 30 e sabato 31
maggio, ore 21.15 - Domenica 1
giugno, ore 16 e 21.15
Commedia, Italia 2013.
Durata: 1 ora e 30’. Di e con Pif, con
Cristiana Capotondi
Educazione sentimentale e civile di un
bambino, Arturo, che nasce a Palermo
il giorno in cui Vito Ciancimino viene
eletto sindaco, nella Sicilia anni '70.
21 maggio 2014
15
RASSEGNA D come Donna e biblioteca organizzano due incontri con gli scrittori Valentina Fraccari e Mauro Novelli
“Vicini di pagina”, si parte sabato
Con il significativo titolo di
“Vicini di pagina”, inizia una
nuova rassegna letteraria che
eredita quella pluriennale di
“Segrate scrive”. La serie di
incontri inizierà sabato 24
maggio e terminerà il 31 ottobre. “Vicini di pagina” si propone di avvicinare chi scrive
a chi legge, soprattutto quando
chi scrive è un vicino di casa.
Si potrà così scoprire che esiste una produzione letteraria
e saggistica locale spesso sconosciuta. La rassegna è curata
dall’associazione “D come
Donna” in collaborazione con
la biblioteca comunale.
Alle ore 11 di sabato 24 mag-
gio nell’auditorium “Luigi Favalli” del centro civico di Cascina Ovi, sarà la professoressa
Valeria Fraccari ad aprire la
rassegna. Parlerà del suo libro,
dal titolo “Per un’infinità di
motivi” e parlerà soprattutto
dello scrittore Beppe Fenoglio.
Le opere di questo straordinario scrittore partigiano, morto
nel 1963 a soli 41 anni, sono
quasi tutte uscite postume. A
ricordarlo ha contribuito anche l’Associazione Nazionale
Partigiani d’Italia.
Il secondo incontro della rassegna avrà luogo venerdì 6
giugno alle ore 18.30 nella sala
conferenze del centro civico
Mauro Novelli
Verdi, in via 25 Aprile. Sarà il
professor Mauro Novelli (nella foto), docente di letteratura
italiana all’Università Statale
di Milano a parlare della grande Guerra nella letteratura italiana. “1914 – 2014: Trincee
d’inchiostro” è il percorso che
seguirà il professor Novelli per
parlare non solo delle poesie
di Giuseppe Ungaretti, ma anche di quello che i semplici
soldati hanno scritto nelle loro
lettere ai famigliari. La preziosa collaborazione di Novelli
con la biblioteca comunale potrà essere anche questa volta
fonte di grande accrescimento
culturale. Guiderà gli incontri
Roberto Spoldi, bibliotecario
e responsabile del Gruppo di
lettura di Segrate.
E.S.
SCHWEITZER Premiate le opere del concorso “Insieme per un mondo a colori” promosso dalla onlus Sinantropo
Scuola, l’integrazione diventa arte
Premiate le opere create dagli
studenti dell'istituto “Schweitzer”. Domenica 11 maggio al
centro Verdi la presidentessa
dell’associazione “Sinantropo”, Maria Crespi e il vicesindaco Mario Grioni, hanno premiato gli allievi delle scuole
primarie che hanno partecipato
al concorso cittadino “Insieme
per un mondo a colori”. Gli
studenti hanno lavorato con le
insegnanti alla presentazione
di lavori e opere che rappresentassero il concetto di integrazione.
L'associazione, con il proprio
progetto basato sul tema del-
l'inclusione sociale, si era aggiudicata il contributo del Comune con il bando per enti noprofit e ha accompagnato i ragazzi nel percorso che ha por-
tato alla creazione di disegni,
opere tridimensionali, collage.
Il “Sinantropo” ha premiato la
dirigente scolastica Giuliana
Borgnino e le insegnanti pre-
senti con una targa ricordo,
mentre a ognuno dei 90 bambini che hanno partecipato
all’evento è stata regalata una
medaglia.
E"TTPSCJUPSJBCSPNVSPEJMJUJPBMJNFOUBUJB
HBTBDRVBDBMEBFTVSSJTDBMEBUB
WBQPSFGVNJ
E4DBNCJBUPSJEJDBMPSFBQJBTUSFJTQF[JPOBCJMJ
FTBMEPCSBTBUJ
E4PUUPTUB[JPOJEJUFMFSJTDBMEBNFOUP
E$BMEBJFDJWJMJBDPOEFOTB[JPOF
FBNPOPCMPDDPTDPNQPOJCJMJDBMEBJF
JOEVTUSJBMJBWBQPSFBDRVBTVSSJTDBMEBUB
PMJPEJBUFSNJDP
E1BOOFMMJTPMBSJQJBOJTPUUPWVPUP
BnVTTPEJSFUUPFGPUPWPMUBJDJ
E5PSSJFWBQPSBUJWF
E"VUPDMBWJCPMMJUPSJ
TFSCBUPJJOBDDJBJPJOPY
E'JMUSJGVNP3FJ1BOOFM3FJ#MPDLDBOOF
GVNBSJFJOBDDJBJPJOPYNPOPFEPQQJBQBSFUF
3JMJFWJNPOUBHHJFGPSOJUVSFDIJBWJJONBOP
Agenzia di vendita prodotti termotecnici
%BMVOHSVQQPEJRVBMJmDBUJBHFOUJDIFSBQQSFTFOUB
MFDBTFQJáQSFTUJHJPTFBMTFSWJ[JPEFMMBDMJFOUFMB
16
Rubriche
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
Smog, l’OMS: Ogni
anno 7 milioni i morti
per l’inquinamento
METEO E... SALUTE
L’inquinamento atmosferico
fa ancora più vittime di quanto
non si pensasse: a livello mondiale è responsabile del decesso di circa 7 milioni di persone
ogni anno. La stima è contenuta in un rapporto dell’OMS
(Organizzazione Mondiale
della Sanità) pubblicato a fine
marzo e il dato è impressionante soprattutto perché indica
un numero di decessi che è circa doppio rispetto a quello di
precedenti studi. Il precedente
rapporto della OMS, basato su
dati del 2008, indicava infatti
in poco più di tre milioni le
persone che ogni anno perdono la vita a causa della pessima qualità dell’aria che respirano. Lo studio appena pubblicato, basato sui dati raccolti
nel 2012, è stato condotto utilizzando una nuova metodologia e soprattutto considerando le più recenti scoperte riguardanti il legame dello smog
con alcune importanti patologie: ecco come si spiega il dato
decisamente più allarmante
che, rispetto al precedente rapporto, vede praticamente raddoppiare le morti premature
causate dall’inquinamento atmosferico. I risultati della ri-
IN SOLDONI
più pericoloso è quello che
guasta l’aria all’interno delle
mura domestiche: a livello
globale, annualmente 4 milioni
e 300mila persone perdono la
vita per l’inquinamento dell’aria interna alle abitazioni,
specie nei Paesi in via di sviluppo dove ancora si utilizzano cucine a legna o carbone,
mentre lo smog respirato all’esterno è responsabile del decesso prematuro di circa 3 mi-
lioni e 700 mila individui. Il
fatto che il totale (8 milioni)
sia di circa un milione superiore alla stima complessiva
delle vittime, deriva dal fatto
che in molti casi il decesso è
da imputare alla pessima qualità dell’aria respirata sia den-
tro che all’esterno delle abitazioni. Il Sud-est Asiatico e i
Paesi affacciati sul’Oceano Pacifico occidentale, inoltre, risultano essere le regioni del
mondo in cui il fenomeno si
presenta con maggiore gravità:
qui ogni anno si contano 3 milioni e 300mila decessi dovuti
a inquinamento domestico, e
2 milioni e 600mila morti a
causa dell’inquinamento atmosferico esterno.
PARERE LEGALE
di LIVIA ACHILLI
Condòmini morosi
ma l’amministratore
non agisce, che fare?
Vivo in un piccolo condominio, nel quale da ormai più
di un anno un paio di condomini non pagano le spese
condominiali, con conseguente aggravio di spese per
tutti gli altri. L’amministratore fino a oggi non ha intrapreso alcuna azione legale contro i condomini morosi, sostenendo che le spese
legali sarebbero maggiori rispetto alle spese condominiali da recuperare. Cosa
possiamo fare?
In via preliminare bisogna
esaminare sinteticamente le
novità introdotte dalla Legge
n.220 del 11.12.2012, entrata
in vigore il 18.06.2013, relative alla disciplina delle spese
dei condomini morosi.
Già precedentemente alla succitata riforma il primo comma
dell'art. 63 disp. att. c.c. prevedeva che: "Per la riscossione dei contributi in base allo
stato di ripartizione approvato
dall'assemblea, l'amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, può ottenere
un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed è tenuto a comunicare ai creditori
non ancora soddisfatti che lo
interpellino i dati dei condomini morosi".
Ora, con l'attuazione della ri-
forma della disciplina del condominio, è stato assegnato all'amministratore un termine
improrogabile entro il quale
deve attivarsi per il recupero
delle spese arretrate dei condomini in ritardo coi pagamenti. Infatti, il nuovo art.
1129, IX comma, c.c. decreta
che "salva espressa dispensa
dell'assemblea, l'amministratore deve riscuotere forzosamente i contributi anche con
ingiunzione ex art. 63 disp.att.
c.c., entro sei mesi dalla chiusura dell'esercizio nel quale il
credito esigibile è compreso".
Pertanto la nuova legge obbliga l'amministratore ad attivare
la procedura di riscossione
mediante il deposito di un ricorso per decreto ingiuntivo
entro un termine perentorio di
sei mesi. Se non agisce entro
tale termine, l’Amministratore
risponde dei danni a lui imputabili per il ritardo. L’Amministratore non ha bisogno
dell’autorizzazione assembleare per agire giudizialmente, mentre ha bisogno dell’espressa dispensa da parte
dell’assemblea in ogni caso in
cui si ritenesse opportuno e
conveniente agli interessi del
Condominio rinviare l’azione
giudiziaria ad un momento
successivo al suindicato termine di 6 mesi.
Altra novità della riforma, il
nuovo Art. 63 delle Disposizioni d’attuazione del C.C. costringe l’amministratore a segnalare ai fornitori i nominativi dei condomini morosi che
impediscano eventualmente
di poter saldare le fatture
emesse dallo stesso fornitore.
L’amministratore per nessun
motivo potrà sottrarsi dalla comunicazione di detti dati, non
esistendo la possibilità di essere in questo caso dispensato
neppure dall’assemblea.
La riforma del condominio,
ha infine, reintrodotto la solidarietà del debito del condominio, precisando, però, che
i creditori devono agire innanzitutto nei confronti del condomino moroso e solo nel caso in cui sia impossibile soddisfarsi sul patrimonio di quest’ultimo, possono rivolgersi
ai condomini in regola.
I condomini sono responsabili
dei debiti condominiali rispetto a terzi per le quote non versate dal moroso. Esse andranno ripartite tra tutti in percentuale ai millesimi, ricalcolati
con l'esclusione del moroso
stesso. I millesimi di riferimento sono quelli relativi al
tipo di spesa affrontata: per
esempio saranno quelli calore,
per la parte che riguarda il riscaldamento, quelli di proprietà, per il rifacimento della facciata eccetera.
di MONICA BUSSO
730, da quest’anno
si può donare il 2 per
mille ai partiti politici
di Andrea Giuliacci | andrea.giuliacci.it
cerca mostrano che, tra le gravi patologie con un forte legame con la pessima qualità
dell’aria che respiriamo, ci sono soprattutto malattie cardiovascolari, ictus, cardiopatie e
diversi tipi di tumore. Sorprendentemente, l’inquinamento
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
Tutti i soggetti che pagano l’Irpef (imposta su reddito delle
persone fisiche) possono decidere a chi devolvere una parte delle loro imposte: ogni 100
euro di onere fiscale è possibile designare i destinatari di
1,5 euro operando tre scelte.
SCELTA DELL’8 PER
MILLE: è stata introdotta nel
1985 e consente di destinare,
ogni 100 euro di imposte, 80
centesimi allo Stato o a una
delle diverse confessioni religiose elencate. Può essere effettuata una sola scelta.
SCELTA DEL 5 PER MILLE: ogni 100 euro di imposte
possiamo destinare 50 centesimi a un ente di volontariato
(indicando il relativo codice
fiscale), oppure alla ricerca
scientifica, o alla ricerca sanitaria, oppure alla tutela dei beni culturali e paesaggistici, o
al sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza, oppure al sostegno
alle associazioni sportive dilettantistiche. Può essere effettuata una sola scelta. Questa
opzione è stata introdotta con
una legge del 2005.
SCELTA DEL 2 PER MILLE, NOVITÀ 2014: ogni
100 euro di imposte possiamo
destinare 20 centesimi a un
partito politico a nostra scelta,
firmando nell’apposito riquadro sotto il nome prescelto.
Le tre scelte illustrate non sono alternative tra loro: possiamo effettuarle tutte.
La scheda con le scelte va presentata, in busta chiusa, entro
il 30 settembre di ciascun anno allo sportello di un ufficio
postale, che provvederà a trasmettere le scelte all’Amministrazione finanziaria. Il servizio di ricezione della scheda
da parte degli uffici postali è
gratuito. L’ufficio postale rilascia un’apposita ricevuta. In
alternativa la scheda può essere presentata direttamente
dal contribuente avvalendosi
del servizio telematico oppure
è possibile consegnarla ad un
intermediario abilitato (professionista o caf) che può chiedere un compenso per la prestazione.
Alcuni contribuenti, pur pagando l’Irpef, sono dispensati
dalla presentazione della dichiarazione dei redditi. Anche
loro hanno diritto di esprimere
la loro preferenza: a questo
scopo ricevono un cud corredato delle relative schede da
compilare. I contribuenti che
presentano la dichiarazione in
forma congiunta devono inserire le schede in due buste
distinte: la dichiarazione congiunta, infatti, lascia comunque liberi i coniugi di operare
scelte autonome e differenti.
Dott.ssa Monica Busso,
revisore legale, e-mail:
[email protected]
Dal Culmine S. Pietro tanti
sentieri con vista Resegone
a cura di DI-HO
ndare
a piedi
Il Culmine San Pietro è un
valico stradale che, all’altitudine di quasi 1300 metri,
mete in comunicazione la
Valsassina con la Val Taleggio. La strada carrozzabile
parte da Moggio in Valsassina (è il paese da cui parte
anche la funivia per i Piani
di Artavaggio) e prosegue,
asfaltata ma piuttosto stretta
e con molti tornanti, fino al
passo per scendere poi verso Vedeseta.
Dal valico (dove si trovano
anche un paio di ristoranti)
parte il Sentiero 21 che, con
splendide vedute sulle creste del Resegone, porta fino
ai Piani d’Erna attraversando, a metà percorso, la carrozzabile che sale invece a
Morterone. Dal Sentiero 21
parte anche il percorso che
in un paio d’ore porta sulla
vetta del Monte Due Mani.
Come si vede, non c’è che
l’imbarazzo della scelta per
un’escursione!
Ricordiamo di essere stati
lì un paio d’anni fa verso
inizi marzo e di aver trovato
talmente tanta neve che è risultato impossibile andare
avanti più di tanto, visto che
nessuno di noi aveva le ciaspole e la neve, dopo un
certo punto, non era più bat-
tuta e si sprofondava fin oltre il ginocchio. Questa volta invece la gita è stata di
tutto riposo: dal Culmine infatti il sentiero è una sterrata, tranquillamente camminabile e con pochi saliscendi. Niente fatica quindi.
al Culmine abbiamo trovato
pure un buon caffè e, per
chi lo volesse, anche la torta.
Nella foto si vede una suggestiva immagine del Resegone che si specchia in una
pozza-abbeveratoio: in mat-
Inoltre, malgrado previsioni
incerte, il sole ci ha accompagnato fin dopo il pranzo
(consumato su prato davanti
a baite abbandonate e in vista del Resegone). Dopo
mangiato, a un certo punto
si è vista arrivare velocemente la… nuvola di Fantozzi che ha coperto metà
del cielo annunciandosi anche con un paio di tuoni poco rassicuranti. Saggiamente abbiamo ripreso la via del
ritorno, anche perché ormai
l’escursione l’avevamo fatta: la nuvola si è poi dissolta
senza altre conseguenze, e
tinata infatti il cielo era molto limpido, ma dopo la nuvola e i due tuoni (cioè al
ritorno) la visuale non era
più così, anzi la montagna
era coperta e la foschia si
stendeva fino a valle!
Un’escursione molto piacevole, e che si presta a essere
ripetuta, non in piena estate
però perché molto soleggiata. Le mete non mancano.
Per informazioni sulle
attività delle Tartarughe
scrivete una mail a:
[email protected]
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
Mercatino
redazione
pubblicità
amministrazione
SCRIVETE A SEGRATE OGGI:
✍ All’indirizzo: “Redazione Segrate Oggi”
via Cellini 5, 20090 Segrate
✍ Con una mail a: [email protected]
✍ Inviando un fax al numero: 02.2139372
SAN FELICE
Quel regolamento è
razzista, si cambi
Caro direttore,
ero molto in dubbio se scrivere questa lettera, ma dopo
molta riflessione ho deciso di
inviare queste poche righe
perché tacere significherebbe
approvare quello che è accaduto. Verso fine gennaio,
mentre aspettavo alla fermata
del bus di San Felice, ho avvicinato una persona di colore
di circa cinquant'anni, distinta,
e gli ho chiesto se fosse africano. “Perché me lo chiedi?”,
mi ha risposto. Una cosa strana, dato che anch'io sono africano e di solito gli africani
non solo rispondono al tuo saluto, ma ti chiamano “fratello”. Non riuscivo a capire il
suo comportamento finché alcuni giorni dopo l'ho rivisto
davanti al supermercato di
piazza Centro commerciale a
chiedere l'elemosina. Parlandogli ho scoperto che è un padre di famiglia con quattro figli e una moglie da mantenere
in Nigeria, ha una laurea in
Filosofia alla Pontificia Università Lateranense e, nonostante gli studi, ha lavorato
per anni come metalmeccanico muovendosi tra Brescia e
l’hinterland milanese. Poi, con
Le inserzioni sono gratuite
e vanno spedite a:
Segrate Oggi - via Cellini
5, 20090 Segrate
oppure inviate via fax al
numero 02.2139372
o con una mail a:
[email protected]
CERCO LAVORO
-Donna 41 anni, bielorussa,
residente a Segrate, referenziata si offre per lavoro di pulizie, assistenza anziani o baby
sitter, pretese modeste e disponibilità
immediata.
Tel.333-8792521 (21/5)
-Mamma quarantenne offresi
come baby sitter e per pulizie.
Tel. 347-3000190 (21/5)
- Referenziatissima Filippina,
brava per cura della casa e dei
bambini, molto disponibile,
parla inglese e italiano. Disponibile ad ogni prova. Tel.
328-6224199 (21/5)
-Automunita, residente a Milano 2, libera anche luglio,
agosto espertissima bimbi, offresi. Tel. 339-1253248 (7/5)
-Signora 50enne, referenze,
esperienza in case signorili,
cerca lavoro: cameriera casa
privata, assistenza anziani, stiro, cucina-base, assistenza
notturna. Senza impegni familiari, non fumatrice, disponibile nel week-end. Tel. 3249084390 (7/5)
-46enne segratese cerca lavoro
come assistenza e riparazione
pc desktop e portatili, riparazione cellulari e consolle da
gioco di qualsiasi modello e
marca, e anche come commesso o magazziniere nel settore. Tel: 348-0319433 (7/5)
-Cerco lavoro come magazziniere mulettista con paten-
la crisi, ha perso il lavoro ed
è stato costretto a spedire la
sua famiglia in patria e a mendicare per il biglietto del suo
ritorno. Qualcuno, infastidito
per la sua presenza, ha chiesto
l’intervento delle guardie, le
quali hanno dovuto pregarlo
di andarsene perché il regolamento del condominio di
San Felice non permette di
chiedere l’elemosina. Non riesco a capire, mentre i cani
possono stare davanti al supermercato il nigeriano no.
Questo è secondo me un regolamento di stampo razzista
e mi stupisco delle persone
che lo hanno scritto e che lo
applicano. Vorrei rilevare che
ci sono 68.071 italiani in Africa e 2.600 in Nigeria, espatriati per trovare lavoro. Andando in Nigeria hanno fatto
fortuna e alcuni di loro hanno
messo da parte lo sperato
gruzzolo e hanno pagato il biglietto di sola andata anche ai
famigliari rimasti in patria.
Altri lo hanno usato per tornare in Italia e costruirsi il futuro sulla propria terra.
Seghid Hurui
PARCHEGGI MI2
Bene il sondaggio
meglio uno schema
Ho letto il comunicato relati-
tino. Precedente esperienza di
cinque anni nel settore, disponibilità immediata. Tel: 3490573998 (7/5)
-Cerco lavoro come estetista:
attestato di qualifica, esperienza di due anni presso centro
estetico. Disponibilità immediata. Tel: 392-3659232 (7/5)
-Signora 50enne, referenze
controllabili, esperienza in case facoltose, cerca lavoro: cameriera casa privata, assistenza anziani, stiro, cucina base,
assistenza notturna. Senza impegni familiari, non fumatrice,
disponibile nel weekend. Tel:
324-9084390 (7/5)
-Signora 40enne, residente a
Segrate, disponibile per lavori
di casa, tutti i pomeriggi (da
lunedì a sabato compreso) dalle ore 13 in poi. Tel. 3209011020 (26/3)
-Signora referenziata e con
esperienza cerca lavoro come
assistenza anziani, babysitter,
stiratrice, collaboratrice domestica, pulizie in abitazioni,
uffici e condomini. Tel. 3338296067 (26/3)
-Giovane pensionato automunito si rende disponibile ad
accompagnare persone, eseguire commissioni o svolgere
piccoli lavori. Tel. 3384843773 (26/3)
VENDO-AFFITTO
-Cedo, a chi lo ritira, armadio
180x180x60 circa, tre ante,
di cui una con specchio, mobile impiallacciato, da ritirare
in Segrate, primo piano, euro
100. Tel.345-2437214 (21/5)
-Vendo armadio 7 ante con
cassettiera 315x245x58 nuovo in San Felice. Euro 500.
Tel. 333-5494962 (21/5)
21 maggio 2014
vo al nuovo piano parcheggi
riservato ai residenti. L’ idea
di “avviare un sondaggio per
raccogliere in maniera organizzata e completa esigenze,
richieste e suggerimenti” si
muove finalmente nel senso
corretto: è indispensabile che
gli utenti dei parcheggi esprimano le loro aspettative e necessità.
Va quindi dato atto al Comprensorio di aver preso, anche
se con un certo ritardo, una
iniziativa di informazione a
favore dei residenti sull’argomento, diversamente da quanto ha fatto il Comune, la Circoscrizione e tutti coloro che
spesso si arrogano il diritto di
essere nostri rappresentanti.
L’argomento, di per sé complesso a causa di esigenze talvolta contrastanti, avrebbe
suggerito la definizione di uno
schema attraverso cui “raccogliere dati in maniera organizzata”. La scelta di chiedere
la formalizzazione e l’invio
delle proposte senza uno schema di riferimento appare destinata ad un risultato insufficiente e poco significativo.
Lasciare a ciascuno libertà di
espressione senza il supporto
di un questionario che faccia
da guida nella forma, ed entro
certi limiti nel contenuto, definisce un metodo che, prevedibilmente, porterà alla raccolta di dati non facilmente
riconducibili a una sintesi.
Inoltre, in assenza di un percorso guidato, la diffusa pigrizia a “prendere carta e penna” sarà ulteriormente rafforzata con conseguente perdita
Impartisco, anche a
domicilio, lezioni di
base e avanzate, di
computer: uso di
Internet e posta
elettronica;
creazione di testi
con Word e tabelle
con Excel; uso di
Skype; archiviazione
di foto, video e
musica; creazione
CD e DVD per
musica e foto;
ritocco fotografico;
salvataggio dati del
PC. Chiamare ore
ufficio: 348.8866540
-Affitto in Limito appartamento 3 locali, mq.100, posto
auto, risc. centr., giardino comune, classe G, prezzo da
concordare. Affitto in Limito
magazzino/laboratorio mq
100, posto auto, risc. centr.,
giardino comune, classe G,
prezzo da concordare. Tel.
348-7010010 (21/5)
-Affitto in segrate via Battisti
61 ampio bilocale, cucina abitabile, arredato. Cantina ed
eventuale box. Tel. 3485105910 (21/5)
- In bellissimo residence con
2 piscine , 4 posti letto, compreso di pulizie giornaliere,
cambio lenzuola asciugamani, bagno con vasca e doccia
idromassaggio (per vedere foto del complesso, vedi in internet sotto Palmoasis), a 450
euro la settimana. Tel. 3334941984 (21/5)
-Vendo rete matrimoniale a
doghe in legno, misura
160x190, in ottimo stato, a
80 euro. Tel. 339-3044384
(21/5)
di partecipazione. Non comprendo le ragioni per cui si sia
lasciata completa libertà di
espressione, perdendo di vista
l’obiettivo del sondaggio, peraltro dichiarato in premessa.
Sarà una grande responsabilità utilizzare i dati raccolti
con questo metodo per rivedere il regolamento stabilito
dal Comune. Mi auguro che
i dati raccolti siano, nel rispetto della privacy di chi li ha inviati, resi pubblici.
Guido Gualtieri
RONDÒ MI2
Pazzesco mettere
aereo da collezione
Non ho parole in merito alla
scelta di collocare un aereo
storico sul rondò di Milano 2.
A parte che tale velivolo sarà
preda di disgraziati graffitari
e di giovani amanti armati di
bombolette (già succede con
altri aeroplani vittime di tali
iniziative) ma la cosa piu grave è il tipo di aeroplano scelto
per fare questa triste fine. Un
North American T-6, velivolo
della Seconda guerra mondiale, addestratore dei piloti da
caccia nel conflitto e oggi ricercatissimo (e pagatissimo)
aeroplano storico, ambito da
collezionisti. Si poteva ovviare ponendo un aeroplano non
pregiato come il T-6 (un vecchio G-91 Y o un AMX, ad
esempio, radiati dal servizio
attivo e ben disponibili, senza
un gran valore). Che dire? Povero T-6!
Franco
-Vendo culla in vimini Picci,
per neonati da 0 a 6 mesi, con
fodera color panna e supporto
in legno color faggio. Accessori: materassino, cuscinetto,
trapunta. 65 euro Tel. 3393044384 (21/5)
-Vendo bici marca Mercedes.
Tel. 339-1253248 (21/5)
-Vendo vari oggetti per la casa: 6 piatti orientali, 6 piatti
inglesi in ceramica degli anni
1950 da appendere al muro,
1 vaso tedesco, 2 vasi italiani,
3 vasi orientali in ceramica
degli anni 1950, in perfette
condizioni. Tel. 340-4736177
(21/5)
-Vendo Vespa Piaggio 1972
completamente restaurata, sia
carrozzeria che motore, gommata nuova e revisionata,
prezzo 2.500 euro. Tel. 3355785299 (7/5)
-Vendo seggiolino per auto
Nautilus Graco; gruppo 1/2/3
(da 9 a 36 kg), col. nero e rosso, in ottimo stato (75 euro)
e culla in vimini Picci, 0-6
mesi, con fodera color panna
e supporto in legno color faggio. Accessori inclusi: materassino, cuscinetto, trapunta.
(65 euro). Tel 339-3044384
(7/5)
-Vendo divano sfoderabile color panna con chaise longue.
Dimensioni: 270 cm x 200
cm (si può separare in due
parti di 180 cm x 90 cm e 200
cm x 90 cm). Ritiro a Segrate.
150 euro. Vendo tavolino
75x75 h50 colore rovere e
gambe in acciaio a 25euro.
Tel. 328-9668404 (7/5)
-Vendo vari distintivi da giacca: campagne 1ª e 2ª Guerra
mondiale, associazione partito
monarchico, Civic (inglese),
associazione bersaglieri (in
17
La città a portata di mano
NUMERI UTILI
Carabinieri Segrate:
02.2133721
Carabinieri: 112
Vigili del fuoco: 115
Soccorso stradale ACI: 116
Guardia di Finanza: 117
Emergenza medica: 118
Misericordia Segrate:
02.2139584 / 02.26920432
Associazione segratese
Lotta al Cancro:
02.21871332
Enel: 800.900.800
Aem: 800.199.955
San Marco Riscossione
Tributi: 02.26923026
Ufficio per l'Impiego:
02.95529711
Ufficio cimiteriale:
02.26902398/737
Poste: via Conte Suardi 69
tel. 02.26954814
Spi-Cgil: 02.2132058
Cisl: 02.26922217
Radiotaxi Martesana: 2181
Atm: 800.80.81.81
MUNICIPIO
Tel. 02.269021 (centralino)
Sportelli [email protected]: da lun a gio
9-18; ven-sab 8-12.30
POLIZIA LOCALE
Tel. 02.2693191
OSPEDALI
Cernusco: 02.923601
San Raffaele: 02.26431
Melzo: 02.951221
ASL ROVAGNASCO
02.926549.01-02-03
Orari: lun-mar-gio 8.30-13/
14-16; mer-ven 8.30-13
FARMACIA NOTTURNA
Farmacia Penati c/o centro
commerciale Carosello
(Carugate). Pronto
Farmacie: 800.80.11.85
argento), piatti orientali e inglesi in ceramica degli anni
‘50 in perfette condizioni. Tel.
340-4736177
-Affitto box doppio presso
contesto “La Nevera”. Tel.
338-2301594
-Affitto a coppie e famiglie
bellissimo trilocale a Courmayer, frazione Plan Gorret,
lungo tutto il periodo estivo
giugno-settembre 2014. Tel:
349-3992301 (7/5)
-Affittasi da giugno a settembre trullo e casa vacanza, tra
mare e campagna, a Polignano a Mare. Tel. 368-3132598
(26/3)
- Vendo letto ortopedico in legno, varie posizioni con telecomando, delle Ortopedie
Baldinelli. Praticamente nuovo a un prezzo da concordare.
Tel. 338-8756819 (26/3)
-Affitto al Villaggio Ambrosiano bilocale arredato: 2 camere grandi, cucina abitabile
con terrazzo, servizi. Euro
580 al mese. Si richiede disponibilità a svolgere piccoli
lavori domestici. Tel. 3931859490 (26/3)
-Vendo a Segrate (e dintorni)
motard Aprilia Sx 125 immatricolata a Dicembre 2008.
Per informazioni contattatemi.
Cell. 3349548413 (26/3)
-Vendo a 60 euro raccolta 15
cd mai usati, con singole custodie, di "Roberto Benigni L'Inferno di Dante”. Tel. 3409908378 (26/3)
-Privati vendono a Segrate
Centro camera letto laccato
bianco a euro 600: armadio
m 3x2,7 + comò/specchio +
2 comodini (anche separatamente). Tel. 335-5999624
(26/3)
GUARDIA MEDICA
Asl Milano 2: 848.800.804
RACCOLTA RIFIUTI
Centro raccolta differenziata
via Rugacesio: lun-mar-gioven 9-12, 15-18; merc e sab
9-18. Tel. 02.2136486
BIBLIOTECA CIVICA
via 25 Aprile c/o centro
civico “Verdi”. Tel.
02.26902374
Orario: lun-sab 9.30-19
ORARI SS. MESSE
S. Stefano - Segrate Centro
Fer. 8.30-18. Fest. 8.30-1011.30 -18. Prefestivi 8.30-18.
Tel. 02.2134337
SS. Carlo e Anna - S. Felice
Fer. 9-18. Fest. 10-11.30 18.30. Prefest. 18.30. In lingua
inglese: terza domenica del
mese, h.16 . Tel. 02.7530325
B.V. Immacolata Lavanderie
Fer. 18. Fest. 10.30-18.
Prefestivi: 18. Tel. 02.
2136535
S. Alberto Magno - Novegro
Fer.: 17 - Fest.: 8 -10,30.
Prefest.: 18 (Tregarezzo). Tel.
02.7560204
Dio Padre - Milano Due
Fer. 7.30. Mer-ven 18.30. Fest.
9-11-19. Sab e Prefest. 18.30.
Tel. 02. 2640640
Madonna del Rosario
Redecesio
Fer.: 18,00. Prefest.: 18,30
Fes.: 8,30 (chiesetta S.
Ambrogio)-10,00-11,00-18.30.
Tel. 02.2138808
S. Ambrogio ad Fontes Villaggio Ambrosiano
Fer. 8.30-18. Fest. 8.30-1011.30-18.30. Pref. 18.30. Tel.
02.2131196
OFFRO LAVORO
-Cercasi baby sitter/educatrice con esperienza, possibilmente laureata (28/50 anni),
automunita per 2 bambini
(6/8 anni), disponibile tutti i
pomeriggi lavorativi per il
ritiro a scuola dei bambini,
affiancamento nei compiti
scolastici e gestione delle attività pomeridiane. Tel. 3395613851 (21/5)
-Ricerchiamo personale, con
mansioni di segretariato,
esperienza nel settore condominiale o commercialista,
abitante a Segrate, disponibilità immediata. Inoltrare cv
via mail all’indirizzo:
[email protected] (21/5)
Segrate Solidale
Per dare un primo supporto
a chi ha perso il lavoro o
che lo sta cercando, la nostra attività si vuole affiancare a quelle presenti, istituzionali o no profit, per
estenderne la capacità di
ascolto e indirizzamento.
Ti aiutiamo a preparare il
tuo curriculum, ti diamo
un aiuto qualificato nel fare emergere le tue risorse
e superare le difficoltà del
momento. Ci trovate al
Centro Pensionati Segratesi con sede a Rovagnasco
in via Amendola 3, due volte alla settimana: mercoledì
pomeriggio (ore 17-19) e
giovedì (ore 10-12).
Potete contattarci al numero 389.5274413 o via
mail allʼindirizzo:
[email protected]
18
Sport
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
VOLLEY/B1 Finisce con una sconfitta il bel campionato dei gialloblu che erano chiamati all’impresa per raggiungere la fase finale per la promozione
Troppo Bergamo, Segrate saluta i playoff
Lini: «Bilancio positivo, ripartiremo dai nostri giovani che ci fanno sperare». L’addio di capitan Max Russo che lascia la pallavolo a 38 anni
Niente “miracolo” al Palazzetto. Segrate si ferma a due
set dai playoff e, almeno per
quest'anno, dice addio alla
promozione in A2 inseguita
con una stagione al di sopra
delle aspettative. Non è bastato un secondo set da leoni
ai ragazzi di Massimo Eccheli per superare l'ultimo ostacolo, la Caloni Agnelli Bergamo, che si è imposta al Palazzetto per 3-2 agguantando
così l'ultimo posto disponibile per la fase finale della
stagione, conclusa da Volley
Segrate con un più che onorevole quarto posto. A pagare
la tensione, altissima, nella
gara-spareggio che avrebbero
dovuto vincere lasciando agli
avversari solo un set, sono
stati i gialloblu. Con un disastroso primo parziale (finito in un lampo con un larghissimo 25-13 per i bergamaschi) troppo pesante da recuperare nonostante la bella
reazione d'orgoglio del secondo set, vinto da Segrate
tra l'entusiasmo del pubblico
di casa. Nel terzo parziale infatti il sestetto di Eccheli ripete il brutto spettacolo di
inizio gara, perdendo il treno
per i playoff senza mai entrare davvero in partita (2516). Passata la tensione i segratesi si rimettono sui binari
giusti e vincono un combattutissimo quarto set fonda-
Sopra, capitan Max
Russo. In basso, il direttore sportivo Fabio Lini
mentale per i bergamaschi,
ancora in corsa per l'accesso
ai playoff, che ottengono grazie al tie-break nel quale riescono a imporsi 15-12 con
facilità nonostante qualche
brivido nel finale per una
“mezza” rimonta dei gialloblu.
«Nel primo set loro hanno
giocato molto bene bloccandoci tutte le uscite con 6 muri
vincenti, hanno difeso e servito bene. Nel secondo set
abbiamo vinto bene, ci aveva
ridato speranza ma avremmo
dovuto poi fare altri due set
così, aggredendo con il servizio – il commento di Eccheli – Bergamo è una squadra con valori tecnici alti e
pensare di giocare una partita
importante come questa con
la formazione acciaccata come la nostra oggi, era sicuramente difficile». Il bilancio
è comunque positivo. «È stata una stagione dove siamo
riusciti a far ruotare e valorizzare sempre i nostri tre
giocatori del vivaio (Sbertoli,
Piccinelli e Maggi), che è poi
la nostra mission. L’obiettivo
finale ce lo siamo comunque
giocati fino alla fine, ed è stato importante».
IL FUTURO – «È stato un
anno molto positivo, non era
facile mixare un gruppo di
giovanissimi e atleti più
esperti ma ci siamo... vaccinati e il nucleo dei nostri talenti è cresciuto a livello tecnico – spiega il direttore
sportivo di Volley Segrate,
Fabio Lini – C'erano sicuramente squadre più attrezzate,
abbiamo cullato l'obiettivo
dei playoff ma arrivare a sfiorarli da neopromossa, con
questo gruppo, ci fa ben sperare». E l'anno prossimo? «Ci
stiamo lavorando, dobbiamo
capire quali saranno gli obiettivi della prossima stagione
in B1 e costruire una squadra
competitiva, che comunque
vedrà l'inserimento di altri
giovani dal vivaio che anche
quest'anno ci ha portati ai
vertici della pallavolo giovanile in Lombardia e in Italia
– continua Lini – Capisco la
preoccupazione dei tifosi e
accetto ogni critica costruttiva, ma Volley Segrate è una
realtà fatta da diciotto squadre e di un lavoro quotidiano,
7 giorni su 7, e ci sono dinamiche societarie che vanno
oltre la partita della domenica. Purtroppo sul territorio di
Segrate, nonostante i risultati
L’UNDER 17
Niente titolo
per i giovani di
Eccheli, vince
Vero Volley
Niente da fare per
l’Under 17 di Volley
Segrate, che per il
secondo anno
consecutivo si arrende
in finale ai rivali di
sempre di Vero Volley
Milano che si sono
aggiudicati, tra le mura
del Palazzetto segratese,
il titolo di campioni
regionali. Non è bastata,
a Segrate, la solita
prestazione
straordinaria di capitan
Riccardo Sbertoli (16
anni, già palleggiatore
titolare della prima
squadra, nella foto),
premiato per l’ennesima
volta come miglior
giocatore della fase
finale del torneo.
fantastici di questi anni, non
abbiamo mai trovato uno
sponsor».
IL CAPITANO – L’ultima
partita di campionato è stata
anche l’ultima gara dello storico capitano di Volley Segrate, Max Russo, in città dal
2008, che ha deciso di ritirarsi dopo una brillante carriera iniziata nel 1993 a Modena. «Sono felice di aver finito la mia carriera a Segrate
e mi dispiace di essere arrivato tardi, quando ormai gli
anni buoni li avevo già passati – ha detto il 38enne centrale, che ha disputato 96 gare nella massima serie con le
maglie di Forlì, Modena e
Cuneo – È stato un anno
molto bello, perché questo è
un ottimo gruppo, uno dei
migliori a cui abbia mai partecipato. Ci tengo a ringraziare la società che ha dato
tantissimo in questi anni a me
e alla mia famiglia». Russo,
da poco diventato papà della
piccola Maria Giovanna, ha
disputato con Segrate i campionati di A2, B1 e B2. «Ci
mancherà in campo e fuori,
è stato il nostro Zanetti... –
dice Lini – Sappiamo che ora
vuole concentrarsi sulla famiglia ma speriamo che torni
alla pallavolo anche con un
altro ruolo, per lui le porte
sono spalancate. Anzi, ha
proprio le chiavi!».
NUOTO A Sport Management la gestione fino al 2017
DANZA Primo e terzo posto nei “junior”, terzo negli “open” alla competizione “Break the Square” a Lodi
Piscina, da giugno il
solarium raddoppia
con l’ex Accademia
Nei duelli di breakdance vincono
gli “Orphans” della All That Jazz
Sarà Sport Management a gestire la piscina comunale di via
Roma fino all’agosto 2017.
L’ok alla proroga dell’affidamento è arrivata la scorsa settimana con una determina dirigenziale che si è avvalsa della possibilità di estendere di
altri tre anni il contratto con la
società veronese, che gestisce
nel Nord Italia ventotto impianti per un totale di più di
50mila iscritti. Dopo la burrascosa gestione diretta del Comune con la municipalizzata
Acquamarina – oggi a un passo dalla liquidazione in tribunale – Sport Management si
era aggiudicata l’impianto nel
2011. La società veneta continuerà a versare al Comune
un canone annuale di 130mila
euro per la gestione dell'impianto che, nelle prossime settimane, potrebbe arricchirsi di
una nuova zona esterna a disposizione dei bagnanti per la
stagione estiva. Sono iniziati
nei giorni scorsi i lavori per
smantellare l’ex centro sportivo di via 25 Aprile (dove ave-
va sede l’Accademia Segrate,
nella foto), una struttura prefabbricata composta da bar,
spogliatoi e completata da due
campi di calcio a 5. Dopo la
rimozione dello scheletro di
quella che fu la casa del calcio
segratese, il terreno verrà “ripianato” e sarà raddoppiato
così lo spazio esterno della piscina. «Quando saranno
ultimati i lavori di rimozione dell'area che era occupata dagli impianti del
calcio, procederemo con
l'allestimento degli spazi,
speriamo intorno alla metà di giugno – spiega il responsabile dell'impianto
Fabrizio Tamiazzo – avremo così un solarium raddoppiato rispetto all'attuale, che
copriremo con un manto erboso a disposizione degli utenti».
Non si sposterà invece, almeno per il momento, il campo
di bocce autogestito dall'associazione “Anni Verdi”, tra la
piscina e il Palazzetto di via
25 Aprile. «Abbiamo ipotizzato due destinazioni per Redecesio e al Parco Europa –
spiega l'assessore ai Lavori
Pubblici Guido Pedroni – la
nostra intenzione è di spostare
l'attuale sede ma di garantire
due nuovi campi, un progetto
che metteremo in atto a seconda della disponibilità delle risorse».
Scatenati gli allievi della scuola di danza segratese “All That
Jazz”. Tre dei ragazzi del corso
di danza “breakdance”, tutti
segratesi, insieme all'insegnante Remo Scalia hanno conquistato ottime posizioni all'evento “Break the Square” che si
è tenuto a Lodi, presso Bipielle
City il 10 maggio scorso.
Una manifestazione giunta ormai alla sua 4ª edizione, organizzata da “Il Ramo” in collaborazione con “0371 Crew”
in cui i partecipanti si sono sfidati a colpi di... acrobazie.
Piazzamento al primo posto
per Pietro Screti e al terzo posto per Samuele Ofria, che
hanno gareggiato singolarmente nella categoria “junior”,
e terzo posto nella categoria
“open” per la coppia costituita
da Davide Volpi e dal maestro
Scalia nel “contest” (gara) lodigiano.
La squadra, o come si dice in
gergo la “crew” segratese si è
presentata con il nome di “Orphans”, e ognuno dei ragazzi
si è scelto un proprio soprannome da competizione. Un
mondo davvero a parte, quello
della break dance, per chi invece è abituato a stili di danza
più “classici”. «Lì c'è un confronto diretto di botta e risposta – ha spiegato Anna Ricchiuti, una delle insegnanti
della scuola di danza – Si crea
perché il “contest” è una componente tipica della disciplina.
Mentre, ad esempio, per la
danza classica si può ballare
tutta la vita senza aver neanche
mai partecipato a una gara».
Sono una quarantina gli iscritti
ai corsi di break dance di “All
That Jazz”, che contemplano
i livelli base, intermedio e
avanzato (quello di cui fanno
parte gli allievi vincitori) e
molti di loro già si cimentano
nei “contest”.
un cerchio tra le persone partecipanti all'evento, all'interno
del quale si balla. Uno inizia,
fa le sue mosse e l'altro gli risponde, mentre tre giudici osservano e decretano chi va
avanti, dagli ottavi fino alla finale». E non c'è un momento
in cui si è più o meno pronti
per cominciare a cimentarsi in
questi duelli di ballo: «Appena
si può, ci si butta subito nella
mischia – ha detto Ricchiuti –
Qui sopra Pietro Screti, in alto a sinistra Samuele Ofria e
a destra Davide Volpi mostrano alcune evoluzioni. Sopra,
alcuni allievi con lʼinsegnante Remo Scalia
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
Sport
redazione
pubblicità
amministrazione
21 maggio 2014
CALCIO /3ª CAT. Affronterà in casa la vincente di San Giorgio-Macallesi
19
CALCIO/1ª CAT. Sconfitto 3-1. Omini: «Orgoglioso dei miei ragazzi»
Per la Fulgor il 1° giugno Disco rosso al Segrate
lo spareggio-promozione nella prima dei playoff
Rinviata al 1 giugno, all’esito
dello spareggio con la vincente tra San Giorgio e Macallesi, in programma il 25
maggio, la sentenza sul destino della Fulgor. Battere 1-0
domenica scorsa il San Giorgio fuori casa e chiudere la
stagione regolare al secondo
posto, a tre punti dalla capolista Peloritana (promossa così direttamente in 2ª Categoria
dopo aver vinto anche la
Coppa Lombardia) e con nove punti di vantaggio sulla
terza (il San Giorgio), non le
è bastato a maturare alcun diritto per la promozione come
seconda classificata, come era
stabilito dal regolamento fino
a due mesi fa. Regolamento
sul quale, con un po’ di... sadismo, era intervenuta la Lega portando da 9 a 10 i punti
necessari per il salto diretto
di categoria. Un supplizio di
Tantalo per la squadra di Ivan
Tommasello, che tra rabbia e
delusione ha dovuto chinare
la testa e prepararsi ora all’ultima decisiva battaglia. Il 1°
di giugno la Fulgor, cui spetta
il diritto di giocare in casa lo
spareggio con la vincente di
San Giorgio-Macallesi, avrà
a disposizione due risultati su
tre, vale a dire vittoria e pareggio, per festeggiare l’atteso
salto di categoria. «Cercheremo di prepararci al meglio,
concentrandoci sull’obiettivo
che per tutta la stagione abbiamo inseguito con grande
determinazione e per il quale
siamo ancora in corsa – dice
Tommasello – Domenica
prossima cercheremo di sfruttare il giorno di riposo disputando un’amichevole per non
Steven Trezzi, 20 anni
perdere il ritmo-partita. Lo
spareggio con partita secca
rappresenta sempre un’incognita, ma siamo ottimisti.
Speriamo che anche la fortuna ci dia una mano. È un peccato restare ancora nel limbo,
per un punto, per un cambio
in corsa del regolamento, ed
essere ancora in balia degli
eventi dopo aver raggiunto
quota 66 in classifica, di solito sufficienti per salire. Per
il momento ci resta la soddi-
sfazione di aver tenuto aperto
il campionato fino alla fine».
Pensare che nell’ultima giornata la Fulgor aveva per un
attimo sperato nel miracolo,
perché mentre era in vantaggio contro il San Giorgio
(gran gol di Aschettino) aveva saputo che la Peloritana
stava perdendo in casa contro
l’Atletico Cinisello, poi travolto 5-3. Addio sogni. Nella
partita precedente la Fulgor
aveva regolato (2-1) in casa
la Rodense con una doppietta
di Pilastrini. Sugli spalti ad
assistere alla partita c’era da
spettatrice interessata la Peloritana (che osservava turno
di riposo). Sarebbe bastato il
pareggio della Fulgor per anticipare la sua festa di promozione. «Ma i gufi sono stati
respinti. Una goduria...», aveva detto Tommasello.
B.M.
Classifica finale (3ª Categoria - Gir. C Lombardia): Peloritana 56; Fulgor Segrate
54, San Giorgio 51; Rodanese
41; Macallesi 39; Red Devils,
Fatima 37; Agrisport 36; Stella Azzurra 35; Città di Cernusco 33 ; GSA Pioltello,
Atletico Cinisello 32; ; Forza
e Coraggio 31; Peschiera
Borromeo 20; Scarioni 19;
Abanella 6
Il sogno dello splendido Segrate è svanito al primo spareggio dei playoff. Fatale è stato il 3-1 subito domenica scorsa fuori casa contro i bergamaschi dell’Oratorio Juventina
Covo, che avevano a disposizione due risultati su tre (vittoria e pareggio) per proseguire la corsa. Quarto s’era classificato alla fine del campionato e al quarto posto il Segrate è rimasto. Roba da metterci
la firma alla partenza. «Pensando, sperando di fare il colpaccio – dice Omini – avevamo preparato la partita per affrontarla con la dovuta cautela
per tenerla in vita il più a lungo
possibile, per poi tentare il colpaccio nel secondo tempo. Ci
siamo riusciti nella prima frazione conclusa sullo 0-0 con
buone prospettive di farcela.
Invece all’inizio della ripresa
il Covo è passato in vantaggio
con un gol, mi hanno garantito,
segnato in fuorigioco. Così dovendo rischiare qualcosa, per
raddrizzarla ci siamo un po’
scoperti e abbiamo incassato
il 2-0. La squadra, comunque,
non s’è demoralizzata e con
molta determinazione ha riaperto l’incontro con il 2-1 segnato su rigore da Deana,
mancando subito dopo il pareggio per un soffio. A quel
punto abbiamo tentato il tutto
per tutto per rovesciarla, ma
siamo stati impallinati ancora
una volta in contropiede. Pazienza. Ci spiace, ma seppur
con un po’ di comprensibile
amarezza dobbiamo accettare
il responso del campo». Senza
alcuna recriminazione? «Sicuro, chiudiamo la stagione non
a testa alta, ma altissima. A
Giacomo Deana, 30 anni
questi ragazzi bisogna erigere
un monumento per come si sono comportati. Si sono sempre
battuti con orgoglio e determinazione, sciorinando anche un
gioco che ha strappato consensi e applausi agli avversari. Io
sono molto orgoglioso di questo gruppo che ha dato sempre
il massimo ed è andato oltre
le più rosee previsioni, meritando di giocarsi i playoff per
la seconda stagione consecutiva. Io sono stato contagiato
dall’entusiasmo e dalla disponibilità dei ragazzi. Non bisogna dimenticare che la squadra
era giovanissima e che, come
ho spesso dicharato, non aveva
un organico appropriato per
far fronte alle emergenze dovute a squalifiche e infortuni.
Mi spiace per i ragazzi: domenica dopo la partita avevano il
magone». E adesso che cosa
succederà? «Adesso – dice il
tecnico – siamo stanchi e un
po’ delusi, lasciamo sbollire
l’amarezza per qualche giorno
poi parleremo con la società
del futuro».
Nella partita precedente, quella
che concludeva il torneo, il Segrate (già ai playoff) era stato
battuto 2-0 fuori casa dal Badalasco, con una formazione
imbottita di riserve per preservare i titolari e i diffidati in vista dello spareggio.
B.M.
Classifica finale (1ª Categoria - Gir. L Lombardia):
Sporting LB 57; Oratorio Calvenzano 55; Arzago 48; Juventina Covo 46, Città di Segrate 46; Badalasco 41; Borgolombardo, BM Sporting 38;
Carugate 37; ACOS Treviglio
36; ACOP Zelo 33; Boltiere
29; Pantigliate 23; Pessano con
Bornago 20; Briganese 19;
Arx Arcene 15
BASKET/SERIE D Stasera Gara 2 contro Azzano
OPEN DAY Sabato 7 e domenica 8 giugno attività gratuite per bambini e adulti alla scoperta dello storico Club
Playoff in salita per la
Gamma, ora servono
due vittorie in casa
Mi2, lo Sporting si mette in mostra
Un weekend di “prove” per tutti
Strada in salita per la Gamma Basket, alla quale serviranno
due vittorie consecutive a Segrate per poter passare il primo
turno dei playoff, iniziati con una sconfitta lo scorso 16
maggio nella bergamasca, contro l’Azzano San Paolo. Gara
1 da dimenticare in fretta, in attesa della decisiva chance di
stasera a Redecesio (Centro Don Giussani, ore 21) per
pareggiare la serie e giocarsi la “bella” sempre in casa.
Il meccanismo dei playoff di serie D regionale prevede
scontri diretti che sanciscono il passaggio di una squadra al
meglio di tre partite, per poter proseguire fino al secondo
turno e poi alla finale. «Azzano è senza dubbio una squadra
alla nostra portata – spiega coach Michele Colombi –
Purtroppo dobbiamo fare di nuovo i conti con gli infortuni
che continuano ad aumentare, anche durante le partite, ed è
un fattore che ci penalizza troppo a conti fatti.
Probabilmente abbiamo sbagliato l’interpretazione fisica
della gara, dato che subiamo troppo a rimbalzo».
Per la Gamma Basket Segrate la rincorsa per la promozione
in C2 è ripartita dopo aver concluso un buonissimo
campionato con un 69-61 contro Pioltello. «Volevamo fosse
un momento di festa per chiudere il campionato, e così è
stato – racconta Colombi – I ragazzi si sono comportati
bene, anche se con qualche tensione per gli imminenti
playoff». Giocatori e allenatore soddisfatti del terzo posto
finale che li ha proiettati avanti nella strada per la
promozione di serie. «Avremmo potuto finire primi per il
gioco dimostrato, e avremmo potuto finire sesti per le
difficoltà riscontrate con i molti infortuni – continua
Colombi – Alla fine siamo contenti della posizione
raggiunta, soprattutto perché l’obiettivo era quello di
qualificarci per i playoff». Dai quali i giallorossi sperano di
non uscire troppo in fretta, perdendo per il terzo anno
consecutivo l’accesso all’agognata serie C.
Roberto Rossi
Classifica finale (Serie D - Gir. C Lombardia): Agrate,
Basketown Milano 46; Gamma Segrate 42; Varedo 37;
Sesto 34; Brugherio, Bocconi Milano 32; Seregno 30; San
Pio X Milano, Arcore, Biassono 28; Melzo 26; San Carlo
Milano 24; Mojazza Milano 20; Cinisello 16; Pioltello 6
Sabato 7 e domenica 8 giugno lo Sporting Club Milano
2 apre le porte ai cittadini segratesi adulti e bambini che
vorranno provare a cimentarsi
nelle discipline previste dal
programma delle due giornate. Un’occasione unica per testare le proprie capacità e attitudini sportive. Il programma
è molto intenso e avrà il suo
culmine in un importante torneo amatoriale con la partecipazione di 250 tennisti di 4ª
Categoria.
Nell’occasione i visitatori potranno visitare il Club, il parco
e le sue strutture: dalle palestre ai campi da tennis, dalle
meravigliose piscine ai punti
di relax. Chi lo desidera potrà
informarsi sulle modalità per
potersi associare e frequentare la struttura.
Lo Sporting Club Milano 2
non tralascia gli aspetti legati
alla salute dei suoi associati,
sono infatti in programma importanti convegni di medicina:
“Emicranie e cefalee croniche”, “Il ruolo della medicina
complementare nell’invecchiamento cerebrale”, “Sintomi e significato del persistere
dell’affaticamento”. Le conferenze sono a numero chiuso
e i posti sono limitati: è richiesta la prenotazione telefonando allo 02.2640251.
Oltre alla salute, allo Sporting
IL PROGRAMMA
7 giugno - Adulti:
10-20 Sala fitness
10,45-11,45 Aerosurprise
11,45-12,45 Yogilates
13-14 Acqua gym
15-16,30 Jezzercise
17-18 Spinning
7 giugno - Bambini:
10-18 ludoteca 4-11 anni
10-11,30 Baby swim
(gruppi: 24/36 mesi 12/24 mesi - 3/12 mesi)
15-15,40 Polisport 4/5
anni
15,40-16,30 Pallacalcetto
6/8 anni
16,30-17,30 Calcetto
9/13 anni
8 giugno - Adulti:
10-20 Sala fitness
10,30-11,30 Step
11,30-12,30 Total body
workout
13-14 Acqua gym
15-16,30 Zumba
8 giugno - Bambini:
10-18 ludoteca 4-11 anni
10-11,30 Baby swim
(gruppi: 24/36 mesi 12/24 mesi - 3/12 mesi)
15-15,40 Polisport 4/5
anni
15,40-16,30 pallacalcetto
6/8 anni
16,30-17,30 calcetto
9/13 anni
La piscina esterna dello Sporting Club di Milano 2
un importante spazio viene
dedicato alla cultura: il recente
convegno (patrocinato dal
Comune di Segrate) dal tema
“I pericoli del Web” tenuto dal
colonnello della Guardia di Finanza Mario Leone Piccinni
ha riscosso un enorme successo tanto che, consci dell’importanza di questo genere
d’informazione per la tutela
degli adolescenti, si pensa di
riproporre questa conferenza
in autunno (sempre aperta a
tutti i cittadini segratesi).
Verrà poi organizzato il 21
maggio un interessante “salotto” a carattere letterario, l’ultimo di una lunga serie che ha
visto importanti autori presentare ai lettori le proprie opere.
Maggio e giugno sono i mesi
dedicati prevalentemente ai
bambini e ai ragazzi, in questo
periodo vengono presentate
le nuove iniziative didattiche
che prenderanno il via il prossimo settembre: scuola tennis, nuoto, pallanuoto, nuoto
sincronizzato, baby swim,
corsi di psicomotricità, zumba, danza classica, arti marziali. Il periodo migliore per i
genitori per sondare l’interesse dei propri figli verso le attività sportive e iscriverli alle varie attività.
Per partecipare all’Open Day
è necessario iscriversi contattando la segreteria dello Sporting telefonando al tel.
02.2640251 o inviando una
mail all’indirizzo: [email protected] Per partecipare alle attività sportive è obbigatorio portare con sè un
certificato medico.
20
21 maggio 2014
redazione
pubblicità
amministrazione
[email protected]
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
10 886 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content