close

Enter

Log in using OpenID

Bando allievi Master Criminologia - Università degli Studi di Messina

embedDownload
Università degti Studi di Messina
UNMECLE - Dipartimento di
Giurisprudenza
.5.4?--t8......- nrerno
der ..?.!1..r..9..*...tk..Lli
Prot. n.
Tit. /cr.
@
ttl.l..l-
|
Fascicoro
.t].Ly.P.i
Università degli Studi di Messina
Dipartimento di GiurisPrudenza
Il Dírettore
Master di ll livello in
CRIMINOLOGIA E SCIENZE FORENSI
lo edizione
A.A.20'.14-2015
BANDO
Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degti Studi di Messina, con la
collaborazione del Ministero della Giustizia Dipartimento dell'Amministrazione
Penitenziana e della Comunità FARO, per I'A.A. 201412015 il Master Universitario di ll
livelfo in "Criminologia e Scienze Forensi", con sede presso la Scuola di Specializzazione
delle Professioni Legali e Direzione presso il Dipartimento di Giurisprudenza entrambi siti
in piazza Pugliatti, 1, 98100 Messina.
lf
OBIETTIVI FORMATIVI
ff Master in Criminologia e Scienze Forensi è finalizzato alla formazione teorica e
professionale della figura del Criminologo, pertanto si propone di fornire una preparazione
di alto livelto, aggiornata ai più recenti sviluppi della ricerca scientifica, sulle principali
tematiche della Criminologia e delle Scienze Forensi.
ll Master attivato dal Dipartimento di Giurisprudenza rappresenta la continuazione didattica
e accademica del Master di ll livello attivato fino all'A.A. 2UA|2O11 dal Dipartimento di
Protezionistica Ambientale, Sanitaria e Sociale e diretto dalla prof.ssa Gaetana Russo.
ll Master è rivolto a tutti coloro che intendono acquisire competenze specifiche e capacità
professionali in ambito criminologico.
In particolare il Master si propone difornire un'adeguataformaztone a coloro che, in ragione
deila loro attività, siano motivati ad ampliare le proprie conoscenze sui fenomeni criminosi,
sugli autori dei comportamenti criminali e sulle più aggiornate strategie di contrasto.
ll professionista formato, pertanto, dovrà possedere le seguenti competenze:
. analizzare i fenomeni criminali in tutta la loro complessità sotto il profilo etico,
antropologico, psicologico, psichiatrico, sociale e giuridico;
.
.
ed interpretare i dati alla luce delle scienze psichiche
e
comportamentali, della conoscenza delfenomeno criminale e della reazione sociale
ad esso;
operare efficacemente nelcampo dell'investigazione, delle perizie e delle consulenze
in ambito giudiziario, offrendo al giudice delle informazioni utili sulle dinamiche
rilevare, valutare
.
.
psicologiche, psicopatologiche e sociologiche che sono alla base del comportamento
criminaie, anche alfine dell'applicazione individualizzala e risocializzativa della pena;
approfondire le più efficaci tecniche sulle indagini difensive;
operare efficacemente nel campo della prevenzione, diagnosi e trattamento dei
comportamenti antisociali e nel settore psichiatrico- forense.
REQUISITI PER L'AMMISSIONE
ll Master si rivolge a chi è in possesso del diploma di laurea conseguito in base al vecchio
ordinamento (precedente al Decreto MURST 509/1999) o del diploma di laurea specialistica
o magistrale rilasciato secondo il vigente ordinamento.
possóno accedere al Master coloro i quali siano in possesso dititoli accademici rilasciatida
Università straniere, preventivamente riconosciuti idonei ed equipollenti in base alla
normativa vigente dal comitato tecnico-scientifico del Master: i titoli vanno debitamente
corredati di traduzione ufficiale in lingua italiana munita dt legalizzazione e di dichiarazione
di valore rilasciata a cura della Rappresentanza ltaliana nel Paese in cui hanno conseguito
il titolo.
Non è consentita I'iscrizione a coloro che siano in possesso di diplomi di laurea breve o
lauree di primo livello di durata triennale.
L'iscrizione al Master è incompatibile con la contemporanea iscrizione ad altro Master,
Corso di Laurea, Scuola di Specializzazione e con la frequenza del Dottorato di Ricerca.
DESTINATARI
Laureati interessati ad acquisire e perfezionare le proprie conoscenze negli ambiti della
Criminologia e delle Scienze Forensi.
Magistrati, Awocati, Psicologi, Psichiatri, Medici, Medici Legali, Investigatori ed addetti alle
Agenzie di Investigazione e di Sicurezza, Penti e Consulenti Tecnici, Ausiliari per le Indagini
Difensive, Sociologi, Operatori Sociali, Direttori ed Operatori Penitenziari, Appartenenti alle
Forze delf'Ordine, Addetti alla Sicureza Urbana e Aziendale, Appartenenti o aspiranti
appartenenti agli apparati di lntelligence, Operatori nel campo del Diritto, Giornalisti, Biomedici e Laboratoristi coinvolti nell'investigazione e nel procedimento penale, etc.
AMBITI LAVORATIVI DEL CRIMINOLOGO ESPERTO IN SCIENZE FORENSI
ll Master, con riferimento agli obiettivi formativi indicati, intende formare figure professionali
esperte con competenza specifica spendibile nei seguenti settori:
AMBITO GIUDIZIARIO
SETTORE PENALE
. Perito del Giudice - ex art22O e ss. c.p.p., previa iscrizione all'Albo dei Periti istituito
presso ogni Tribunale (consultare artt. 67 e ss. delle norme di attuazione al Codice
di Procedura Penale)
. Consulente Tecnico del Pubblico Ministero - ex art. 359 c.p.p. (in fase di indagine)
. Consulente Tecnico del Difensore - ex art. 327 bis c.p.p. (Attività investigativa del
difensore) - 1. Fin dal momento dell'incarico professionale, risultante da atto scritto,
il difensore ha facoltà di svolgere investigazioni per ricercare ed individuare elementi
di prova a favore del proprio assistito, nelle forme e per le finalità stabilite nel titolo
Vl-bis del presente libro. 2. La facoltà indicata al comma 1 può essere attribuita per
I'esercizio deldiritto didifesa, in ogni stato e grado del procedimento nell'esecuzione
penale e per promuovere il giudizio di revisione. 3. Le attività previste dal comma 1
possono essere svolte, su incarico deldifensore, dal sostituto, da investigatori privati
autorizzati e, quando sono necessarie specifiche competenze, da consulenti tecnici.
o
.
Consulente Tecnico del pubblico Ministero e dei Difensori (lmputato e Parti Civili) ex art. 225 e 233 c.p.p. (in fase di giudizio) Cfr. anche arht.. 220 e ss. del Codice di
Procedura Penale e art. 233 c.P.P.
Ausiliario della Polizia Giudiziaria - ex art 348 c.4 c.p.p."...la Polizia Giudiziaria,
quando, di propria iniziativa o a seguito di delega del Pubblico Ministero, compie atti
od operazioni che richiedono specifiche competenze tecniche, può awalersi di
persone idonee le quali non possono rifiutare la propria opera..."
AMBITO GIUDIZIARIO
SETTORE CIVILE
Consulente Tecnico del Giudice (C.T.U.) e Consulente Tecnico dei Difensori delle
Parti (Attore-Convenuto, Ricorrente-Resistente) (C.T.P.) - ex artt. 61-64, 191-201
c.p.c.e artt. 13-24,89-92 disp. att. c.p.c.
.
AMBITO PENITENZIARIO
. Esperto ex art. 80 dell'Ordinamento Penitenziario. Presso gli lstitutidi Prevenzione e
Pena destinati alla popolazione carceraria adulta è prevista la figura dell' Esperto in
Criminologia Clinica secondo quanto disposto dall'Art. 80, comma 4 della Legge n.
354n5 (Legge sull'Ordinamento Penitenziario) "Per lo svolgimento delle attività di
osservazione e di trattamento, l'amministrazione penitenziaria puo awalersi di
professionisti esperti in psicologia, servizio sociale, pedagogia, psichiatria e
criminologia clinica, corrispondendo ad essi onorari proporzionati alle singole
prestazioni effettuate".
o Esperto presso il Tribunale di Sorveglianza. Tale qualifica si acquisisce a seguito
della nomina da parte del Consiglio Superiore della Magistratura, al quale deve
essere avanzala domanda. La nomina a componente esperto del Tribunale di
Sorveglianza è valida per un periodo di tre anni, ed è rinnovabile. Tale qualifica è
prevista dall'art. 22, commi 3, 4,9, della Legge 663/86 che ha apportato modifiche
all'art. 70 della Legge 354n5 con riferimento all'art. 80, comma 4 della Legge n.
354n5 (Legge sull'Ordinamento Penitenziario). "ll tribunale è composto da tutti i
magistrati di sorveglianza in servizio net distretto o nella circoscrizione territoriale
della sezione distaccata di Corte d'Appello e da esperti [9 co.] scelti fra le categorie
indicate nel quarto comma dell'art. 80, nonché fra docenti di scienze criminalistiche.
Gli esperti effettivi e supplenti sono nominati dal Consiglio Superiore della
Magistratura in numero adeguato alle necessità del servizio presso ognitribunale per
periodi triennali rinnovabili. Agli esperti componenti del Tribunale è riservato il
trattamento economico assegnato agli esperti di cui al quarto comma dell'art. 80
operanti negli istituti di prevenzione e di pena..."
AMBITO MINORILE
Giudice Onorario presso il Tribunale per i minorenni- Art. 2 R.D.L. n. 1404134
(Modificato dall'art. 4 legge n. 1441156 e successive modifiche) "lstituzione e
composizione deitribunali per i minorenni- in ogni sede di Corte d'Appello, è istituito
il tribunale per i minorenni composto da un magistrato di Corte d'Appello, che lo
presiede, da un Magistrato di tribunale e da due cittadini, un uomo e una donna [6],
benemeriti dell'assistenza sociale, scelti tra i cultori di biologia, di psichiatria, di
antropologia criminale, di pedagogia, di psicologia, che abbiano compiuto il
trentesimo anno di età"
.
a
a
Giudice Onorario presso la Corte di Appello del Tribunale per i minorenni - Art- 5,
comma 2, R.D.L. n. 1404t34 (Modificato dall'art. 4 legge n. 1441156 e successive
modifiche)
"La sezione funziona con intervento di due privati cittadini, un uomo e una donna,
aventi i requisiti prescritti dall'art. 2, che sostituiscono due dei magistrati della
sezione. nita presidenza e alla composizione della sezione sono destinati,
consentendolo le esigenze di servizio, magistrati che già esercitano funzioni nei
tribunali per i minorenni"
La normativa suindicata prevede la nomina di due cittadini, un uomo e una donna,
benemeriti dell'assistenza sociale, scelti fra i cultori di biologia, psichiatria,
antropologia criminale, pedagogia, psicologia.
Esperto presso i Centri per la Giustizia Minorile - ex Art. I D.P.R. n.448188
Componente di Staff relativi a progetti di Pubbliche Amministrazioni e Enti Pubblici e
Privati îinalizzati alla tutela dei minori e alla prevenzione della devianza e della
criminalità
AMBITO DELLA SICUREZZA
. Esperto nella gestione della Sicuîezza delle Aree Urbane (Urban Manager for
Security, Safety and Crisis Management) presso Amministrazioni Pubbliche
(Comuni, Province, Regioni)
. Esperto nella gestione del rischio aziendale e industriale (Chief Security Officer)
presso Aziende ed Enti pubblici e privati
. Componente di Staff relativi a progetti sulla "Sicurezza" della Comunità Europea, di
Pubbliche Amministrazioni e di Enti Pubblici e Privati
. Collaboratore presso Agenzie di Sicurezza Sussidiaria
AMBITO DELL' INVESTIGAZIONE PRIVATA
o Esperto in indagini e investigazioni nell'ambito privato, commerciale e industriale
o Collaboratore presso Agenzie di lnvestigazione Privata
AMBITO DELL' INTELLIGENCE
Esperto presso Agenzie per I'lnformazione e la Sicurezza
. Esperto in Intelligence per la Sicurezza Ambientale. Rilevazione e monitoraggio dei
danni ambientali e delle azioni di minaccia territoriale ad opera di organizzazioni
criminali e non, operanti in aree geografiche nazionali interne e costiere.
. Esperto in lntelligence per la Sicurezza lnformatica (Cyber Security e Computer
Forensic). Raccolta e analisi di dati utili per i processi decisionali; servizi di
investigazione e di analisiforense per individuare prove di crimini informatici o attività
.
.
illecite.
Esperto in lntelligence per la Sicurezza lndustriale
Tecniche di raccolta e analisl dei dati, finalizzati alle decisioni operative e alla verifica
dei risultati del processo produttivo.
STRUTTURA E ORGANIZZAZIONE DEI CORSI
ll Master comporterà un impegno teorico e pratico complessivo di 1500 ore di cui circa 350
di didattica frontale, pari a 60 CFU (Crediti Formativi Universitari), programmate nell'arco di
12 mesi.
Le lezioni saranno tenute settimanalmente 6 giorni al mese ovvero tutti ivenerdì pomeriggio
e, due volte al mese, il sabato mattina.
ll percorso formativo prevede attività didattica tradizionale frontale, lavori ,,
Wdidattica
alternativa (tirocini, studio dei casi, seminari, esercitazioni pratiche), studio guidato ed
individuale.
É previsto lo svolgimento obbligatorio di uno sfage nelle seguenti strutture:
. Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Barcellona P.G. (Messina);
. Casa Circondariale di Gazzi - Messina;
o Casa Circondariale di Reggio Calabria;
. CPA (Centro di prima accoglienza) - Messina
. Comunità FARO - Messina
. Associazione diVolontariato Cooperativa Sociale "S. Maria della Strada", Messina
per inderogabiliesigenze organizzative,
f f comitato tecnico-scientifico si riserva la possibilità,
di deliberare la sostituzione dello Stage con attività alternative di equivalente contenuto
formativo.
Le attività didattiche si svolgeranno presso la Scuola di Specializzazione delle Professioni
Legali, sita in Piazza Pugliatti, 1, 98122 Messina.
Lairequenza ditutti i corsi, degli sfages e dei seminari è obbligatoria. Le assenze totali non
potranno superare il 25o/o delle ore di attività didattica tradizionale e alternativa. In caso di
inadempienza al vincolo di frequenza, di scarso profitto o di comportamenti comunque
censurabili, in base a quanto previsto nel Regolamento d'Ateneo, il comitato tecnicoscientifico potrà disporre la sospensione o I'esclusione del partecipante dal Master. In tali
casi, le tasse pagate non verranno rimborsate.
I corsisti saranno assistiti, nelle attività didattiche e nell'elaborazione delle tesi, da tutors.
ll Master è strutturato in moduli in cui ogni singolo argomento verrà trattato in maniera
esauriente ed in un'ottica interdisciplinare.
Qualora vi siano motivate esigenze di riorganizzare i moduli didattici, il comitato tecnicoscientifico potrà deliberare, su proposta del Direttore del Master, modifiche al piano distudi,
fermo restando il numero totale dei crediti e fatti salvi gli obiettiviformativi.
CONTENUTI DEI CORSI
I moduli didattici svilupperanno le seguenti tematiche specifiche:
1. Parte Generale
Diritto penale;
Procedura penale;
Criminologia generale;
Psichiatria:
Psicologia;
Deontologia medico-legale;
Metodologia e tecniche della ricerca criminologica.
2. Fenomenologia delle condotte devianti ed antisociali
ll Suicidio;
Fenomenologia dell'omicidio;
Omicidi familiari;
Serial Killer;
Criminal Profiling;
Criminalità femminile:
C rim na ità organizzata;
Criminalità economica:
Vittime del crimine:
Stalking;
Mobbing;
Criminalità informatica ;
i
I
Traffico di persone e immigrazione clandestina;
Mass media e criminalità;
Crimine e reazione sociale.
3. Le tossicodipendenze
Aspettifarmaco-tossicologici delle tossicodipendenze e delle sostanze d'abuso;
Alterazioni fisio-psichiche indotte da sostanze esogene;
Dipendenze vecchie e nuove e stili di consumo;
Diagnosi di tossicodiPendenza;
Trattamento delle tossicodipendenze;
ll traffico di stupefacenti;
ll coinvolgimento criminale del tossicodipendente;
Tossicodipendenza e carcere.
4. ll sofferente psichico nel diritto penale e civile e fondamenti di psicologia
giudiziaria
Evoluzione della legislazione psichiatrica;
La legge 180;
La perizia in ambito penale;
La perizia in ambito civile;
La perizia criminologica;
lnfermità psichica e criminalità;
La valutazione dell'imputabilità e della pericolosità sociale;
Infermità psichica e carcere;
L'Ospedale Psichiatrico Giudiziario.
5. ll problema della sicurezza
ll concetto psicologico di sicurezza;
La sicurezza urbana;
ll ruolo della polizia nella prevenzione della criminalità;
L'evoluzione del concetto di sicurezza in ambito carcerario;
!l problema della sicurezza a Messina.
6. Prevenzione, trattamento e controllo della criminalità e interventi psicosociali in
ambito penitenziario
ll problema del carcere fra sicurezza e trattamento;
Esecuzione penale e ordinamento penitenziario;
Carcere e detenuti stranieri;
Mediazione penale e giustizia riparativa;
Le misure di prevenzione;
Fondamenti di criminalistica e tecniche investigative;
L'ord inamento penitenziario;
ll procedimento di sorveglianza;
ll reinserimento sociale;
Carcere e pena;
L'intervento psicosociale in ambito penitenziario;
7. Criminalistica e Chimica Forense
I ntroduzione alla criminalistica
Attività di sopralluogo giudiziario
Generalità sulle armi e tecniche di rilevazione dei residui dello sparo;
Biologia e genetica forense;
Generalità sulla grafologia ;
Profilo analitico della personalità e grafologia giudiziaria;
Principi generali di dattiloscopia e tecniche di rilevazione;
Aspetti generali e tossicologico-forensi del veneficio'
8. La giustizia penale in ambito minorile: prevenzione e trattamento della devianza e
della criminalità
ll Tribunale per i Minorenni e la legislazione minorile;
ll giudice onorario presso ilT.M.;
Psicologia e psicopatologia dell'età evolutiva;
Abuso del minore,
La valutazione medico-legale e psicologica del minore vittima di abuso;
Nuove frontiere della violenza sui minori;
Pedofilia e pedopornografia;
Aspetti sostanziali e procedurali penali minorili;
La perizia psicologica in campo penale minorile.
Docenti e Gonferenzieri
L'attività didattica è affidata a docenti di comprovata esperienza e professionalità; tra iquali:
Prof. M. Aebi - Professore di Criminologia - Università di Losanna
Dott.ssa M.T. Arena - Gip tribunale di Messina
Prof. A. Asmundo - Professore Associato di medicina Legale - Università di Messina
Dott. S. Barbiera - Sost. Procuratore della Repubblica - DDA Palermo
Dott. E. Campolo - Capo Area Trattamentale Casa Circondariale Reggio Calabria
Dott. O. Canali - Giudice presso il Tribunale di Milano
Dott.ssa A. Canepa - Sostituto Procuratore DNA
Prof. G. Cardia - Professore aggregato di Medicina Legale - Università di Messina
Prof. A. Ceretti - Professore ordinario di Criminologia - Università Milano Bicocca
Dott. N. Cosentino - Criminologo
Prof.ssa L. De Fazio - Professore associato di Criminologia - Università di Modena
Dott.ssa R. De Luca - Direttore CPA - Messina
Dott. M. De Lucia - Sost. Procuratore della Repubblica - DNA
Dott. Corrado De Rosa - Psichiatra forense
Dott.ssa L. Della Villa - Psichiatra e psicoterapeuta
Dott. S. Finocchiaro - Gip Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria
Prof. U. Gatti- Professore emerito di Criminologia - Università di Genova - Past President
stc
Dott. M. La Bella, Dirigente Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni della
Sicilia Orientale
Prof.ssa R. Larcan, Professore ordinario di Psicologia - Università di Messina
Dott.ssa M.C. Longo, Direttore Casa Circondariale di Reggio Calabria
Prof. C. Longobardo, Professore associato didiritto penale - Università Federico ll di Napoli
Gen. L. Garofano - Biologo, Presidente Accademia ltaliana di Scienze Forensi
Dott. N. Gratteri, Procuratore Aggiunto della repubblica presso il Tribunale di Reggio
Calabria
Prof.ssa G. Marotta - Professore Associato di Sociologia della devianza, Università Roma
"La Sapienza"
Prof. P. Martucci - Professore aggregato di Criminologia - Università di Trieste
Dott. A. Marziale - Sociologo, Presidente dell'Osservatorio sui Diritti dei Minori
n lll ll
t
ItI u,
Y{IIN
Dott. N. Mazzamuto - Presidente Tribunale di Sorveglianza Messina
prof. L. Mondello - professore ordinario di Chimica analitica - Università di Messina
prof. M. Pelissero, Professore ordinario di diritto penale - Università di Genova
Dott. Plutino - Dirigente Policlinico Universitario
Dott. M. Prestipino - Sostituto Procuratore della Repubblica - DDA Palermo
Dott. F. Roberti- Procuratore nazionale antimafia
Dott. N. Rosania - Direttore Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Barcellona (Me)
prof.ssa G. Russo - Professore associato di Criminologia - Università di Messina
Dott.ssa A. Ruvolo - Psicologa e psicoterapeuta- Palermo
Prof. F. Schiaffo, Professore associato didiritto penale - Università di Salerno
Prof. S. Settineri - Professore associato di Psicologia clinica - Università di Messina
Dott.ssa A. Sinatra - Sostituto Procuratore Repubblica - Tribunale di Palermo
Prof.ssa E. Sofo - Professore associato di Patologia generale - Università di Messina
Prof.ssa A. Szego, Professore associato di Diritto penale - Università di Bergamo
Dott.ssa R. Taiani - Vice Direttore Casa Circondariale di Messina
Dott. S. Tornesi- Caritas Migrantes Messina
Dott. G. Travaini- Università "Vita e Salute - S. Raffaele"di Milano
Prof. M. Villari, Ricercatore Universitario, Università di Messina
ll comitato tecnico-scientifico del Master si riserva altresì di nominare altri esperti, scelti tra
esponenti di spicco in campo nazionale e internazionale nei settori attinenti il Master, per
arricchire e integrare il corso di studio.
I programmi dettagliati dei moduli d'insegnamento saranno definiti dal Collegio dei Docenti
e pubblicizzati mediante internet sul sito www.unime.it
MODALITA' DI ACCESSO
Nel caso in cui le domande siano superiori al numero dei posti disponibili, i candidati
verranno selezionatisulla base deititoli presentatie di un colloquio su argomenti di interesse
criminologico.
ll Master prevede un numero massimo di 70 posti disponibili e non sarà attivato qualora il
numero degli iscritti sia inferiore a 30.
ll comitato tecnico-scientifico, con decisione motivata, potrà attivare il Master con un numero
inferiore di iscritti, fatta salva la congruità finanziaria, ovvero rinviarne I'attivazione.
E prevista la riserva di 15 posti, in aggiunta a quelli disponibili, rivolti a coloro che hanno già
conseguito l'attestato di partecipazione ad un Corso di Perfezionamento in Criminologia, per
i qualiè prevista una decurtazione sulle tasse d'iscrizione, stabilita con delibera dal comitato
tecnico-scientifico, direttamente proporzionale alla differenza tra i 60 crediti che saranno
attribuiti alla conclusione del Master e quelli già maturati con il Corso di Perfezionamento in
Criminologia.
Ai fini dell'ammissione, i riservisti verranno sottoposti alla medesima prova di preselezione.
I non ammessi ai posti riservati, verranno collocati nella graduatoria generale ma non
fruiranno della prevista decurtazione.
Tutti i riservisti seguiranno un percorso di studio agevolato deliberato dal comitato tecnicoscientifico.
Aifini dell'ammissione al Master, il punteggio sarà espresso in centesimi in base ai seguenti
criteri di valutazione:
- Colloquio (fino ad un massimo di 70 punti; la prova sarà da ritenersi superata se il
candidato ottiene una valutazione minima di49 punti);
- Voto di laurea (fino ad un massimo di 5 punti);
- Voti di profitto negli esami attinenti al Master (fi no a un massimo di 5 punti per un
A
massimo di 7 esami);
tt
t
ttaat,
I tlil f /
\tal
,nJttl
1t
-
Tesi di laurea attinente le materie del Master (fino a un massimo di 5 punti);
Altrititolidistudio e/o professionali (seconda laurea, Dottoratidi ricerca, Master, Corsi
di Perfezionamento, abilitazioni e attività professionali e scientifiche attinenti, fino ad
un massimo di 10 Punti);
Pubblicazioni scientifiche su argomenti attinenti al Master (fino a un massimo di 5
punti).
La valutazione verrà effettuata da una Commissione composta dal Direttore e da due
componenti il comitato tecnico-scientifico del Master, che potrà richiedere ai candidati di
esibire la documentazione relativa aititoli elencati.
L'esito della procedura di ammissione verrà comunicata con awiso, avente valore di
notifica, sulla bacheca del Master presso il Dipartimento di Giurisprud enza, piazza Pugliatti,
1, 98122 Messina, sul sito web http://www.unime.it.
In caso di rinuncia, iposti liberisaranno assegnati in base allo scorrimento della graduatoria.
Quatora it numero delle domande non dovesse superare quello dei posti disponibili,
la selezione non sarà effettuata.
-
ISCRIZIONE AL MASTER
La domanda di partecipazione al Master, intestata al Magnifico Rettore dell'Università degli
Studi di Messina, redatta in carta semplice ed utilizzando il modulo allegato "4", va
presentata alla Segreteria del Master in "Criminologia e Scienza Forensi", il Dipartimento di
Giurisprudenza, piazza Pugliatti, 1,98122 Messina, entro il 30 settembre 2014. La
domanda, in alternativa, potrà essere spedita in un plico a mezo raccomandata con awiso
di ricevimento al medesimo indirizzo o via PEC all'indirizzo
[email protected] Ai fini della scadenza del termine di
presentazione fa fede il timbro postale. Sul plico andrà specificata la seguente dicitura:
"Master in Criminoloqia e Scienze Forensi- Dipartimento di Giurisprudenza".
La domanda deve essere corredata della seguente documentazione:
- Certificato di laurea in carta semplice con indicazione dei voti riportati nell'esame di
laurea e nei singoli esami di profitto o dichiarazione sostitutiva;
- Curriculum vitae (secondo il modello europeo) contenente indicazioni suititoli ritenuti
utili ai fini della valutazione:
- Fotocopia di un documento di identità in corso divalidità debitamente firmata;
- lndicazione di indirizzo, recapito telefonico, fax ed e-mail.
La domanda dovrà essere accompagnata da quietanza di versamento di Euro 50,00
effettuato a mezzo bonifico bancario o postale sul Conto corrente con codice IBAN lT
l6W 02008 16511 000300029177 intestato a Università degli Studi di Messina
Giurisprudenza, con la causale "Pre-iscrizione Master in Criminologia e Scienze Forensi".
N.B. Nel caso in cui il Master non dovesse essere attivato per il non raggiungimento
del numero minimo di domande (30), la quota (€ 50,00) non verrà restituita.
TASSE
f l Master prevede un contributo totale pari a € 2.500,00, così rateizzate: I rata di € 1.500,00
entro iltermine perentorio di sette giorni dal ricevimento della comunicazione di ammissione
al Master; ll rata € 1.000,00 entro 90 gg.dall'inizio del Master. Non è previsto rimborso in
caso di ritiro.
ll versamento fa effettuato a mezzo bonifico bancario o postale sul Conto corrente con
codice IBAN lT 16W 02008 16511 000300029177 intestato a Università degli Studi di
Messina - Giurisprudenza, con la causale " l" o ll' rata Master in Criminologia e Scienze
Forensi".
I candidati ammessi dovranno presentare, alla Segreteria del Master ed entro il suddetto
w
termine perentorio, i documenti eventualmente richiesti nonché la ricevuta del versamento
relativo alla I rata.
VALUTAZIONI
ll conseguimento del Master è subordinato al superamento di una prova finale di
accertamento delle competenze acquisite, oltre alla discussione di una tesi di fronte alla
commissione giudicatrice, costituita da tre professori del Master, integrati di volta in volta
dal docente o dai docenti da cui è tenuto I'insegnamento della materia in cui avviene la
dissertazione.
ll superamento della prova finale comporterà il rilascio da parte del Magnifico Rettore
dell'Università degli Studi di Messina e dal Direttore del Master, del diploma di Master
universitario di ll livello in "Criminologia e Scienze Forensi".
E' previsto I'accreditamento del Master, con assegnazione di crediti, nell'ambito deglieventi
formativi previsti dal regolamento per la formazione continua.
ULTERIORI INFORMAZIONI
La sede del Master e della relativa Segreteria si trova presso la Scuola di Specializzazione
delle Professioni Legali, sita in Piazza Pugliatti, 1, 98122 Messina. L'indirizzo e-mail
istituzionale è [email protected] it
Referenti:
Seqreteria amministrativa: Dott. Maurizio Pinizzotto, tel. 090.6766090 e-mail:
[email protected]
Segreteria didattica: Dott.ssa Carmela
maste rcrim i nolog ia @ u n me. it
i
Direzione del Master: Prof.ssa Lucia Risicato, email [email protected]
RINVIO
Per quanto non espressamente previsto nel presente bando, si fa riferimento al vigente
Regolamento sui Master universitari dell'Università degli Studi di Messina.
Messina, 28 luglio 2014
(Prof .
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
718 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content