close

Enter

Log in using OpenID

: Il Ministero della Salute nel corso del 2011 ha

embedDownload
•
.,'.
:
Il Ministero della Salute nel corso del 2011 ha predisposto, in collaborazione con Regioni e Province
Autonome, Istituto Superiore di Sanità, Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell' Abbruzzo e del Molise
quale Centro di referenza per la valutazione del rischio e altri Istituti Zooprofilattici Sperimentali, il
"Piano di monitoraggio dei contaminanti ambientali in alimenti di origine animale prodotti nei Siti di
Interesse Nazionale ".
Obiettivo di tale Piano, di durata triennale a partire dal mese di maggio 2011, è l'avvio su scala
nazionale di una serie di osservazioni sugli alimenti di origine animale (latte ovi-caprino, uova e
vongole) prodotti nelle 57 aree a maggior impatto ambientale dette SIN, al fine di acquisire, accanto
alle informazioni di carattere ambientale già disponibili, i dati necessari ad una corretta individuazione
dei livelli di rischio per alcuni contaminanti
(metalli pesanti, Idrocarburi Policiclici Aromatici,
Pentaclorofenolo, Nonilfenolo, PCBnon diossina-simili e diossine e PCBdiossina simili) negli alimenti
di origine animale prodotti in tali SIN. A livello nazionale si è ritenuto che le conoscenze sui principali
contaminanti presenti nei SIN, pur avendo fornito un quadro sufficientemente esaustivo sulle fonti e i
livelli di contaminazione, non permettessero ancora di quantificare il rischio per la salute legato al
consumo di alimenti prodotti nei Siti ed in prossimità degli stessi.
In Umbria il Servizio Prevenzione Sanità Veterinaria
e Sicurezza Alimentare
della Direzione
Regionale Salute, Coesione Sociale ha dato attuazione a detto Piano nazionale con Determinazione
Dirigenziale n. 8237 del lS novembre 2011 "Piano Regionale di Monitoraggio dei contaminanti
ambientali in alimenti di origine animale e vegetale prodotti nel Sito di Interesse Nazionale TerniPapigno", estendendo la ricerca dei contaminanti ambientali anche ad alimenti di origine vegetale.
Sono stati pertanto prelevati 30 campioni di latte ovi-caprino, (uno dei quali è risultato positivo Pb) e
12 campioni di alimenti vegetali
nei quali le concentrazioni delle sostanze soprarichiamate sono
risultate per lo più inferiori alla sensibilità della strumentazione.
In attuazione del Progetto Interregionale di cui all'Intesa siglata in sede di Conferenza Stato Regioni il
22 novembre 2012 (Rep. Atti n. 226CSR),con Deliberazione della Giunta Regionale n. 1780 del 27
dicembre 2012, in continuità con quanto già attuato con il "Piano di monitoraggio dei contaminanti
ambientali in alimenti di origine animale e vegetale prodotti nel sito di interesse nazionale Terni Papigno" si è ritenuto opportuno procedere ad ulteriori indagini nella contigua area industriale della
Conca Ternana, con particolare riferimento a quella parte dell'area stessa dove insistono l'impianto
siderurgico TK AST e i 3 impianti di incenerimento/termovalorizzazione
di rifiuti presenti in Umbria.
L'individuazione di tale area industriale è stata supportata dalla valutazione del Modello matematico
elaborato nel 2011 daIl'A.R.P.A. Umbria per la valutazione delle aree di massima ricaduta delle
emissioni derivanti dagli impianti TK AST. In attuazione di questo ulteriore Piano, integrato con
Determina Dirigenziale n. 3887 del 3 giugno 2013, stati esaminati 8 campioni di latte ovi-caprino e 22
campioni
di
uova di gallina,
all'autoconsumo.
prelevati
da allevamenti
a carattere
rurale,
cioè destinati
Dei campioni prelevati 3 campioni sono risultate positivi per diossina e PCB
diossinosimili e 1 per PCBnon diossinosimile.
Alla luce di queste positività, delle quali peraltro la Direzione Salute e il competente Servizio Veterinario
della Azienda USLUmbria 2 è venuta a conoscenza solo all'inizio del mese di marzo la direzione Salute e
Coesione Sociale ha deciso di:
Attivare un tavolo di coordinamento regionale che preveda la partecipazione dei Servizi del
Dipartimento di Prevenzione della Azienda USLUmbria 2 che si occupano di sicurezza alimentare,
dell'IZS Umbria Marche e dell'ARPA per il coordinamento dei provvedimenti necessari;
;
Attuare entro un mese il censimento di tutte le attività di produzione primaria di alimenti presenti
nelle aree che sono state oggetto dei piani di monitoraggio, sia rispetto ad allevamenti che a
coltivazione e produzione di vegetali;
Predisporre un opuscolo per l'informazione rispetto a buone prassi di allevamento e conduzione
agronomica, con informazioni da fornire agli allevatori e produttori sulle regole da seguire per
diminuire l'esposizione a fattori di contaminazione ambientale;
Effettuare un sopralluogo negli allevamenti oggetto di positività da parte del competente Servizio
Veterinario (già svolto la scorsa settimana) per controllare le condizioni dell'allevamento e le prassi
di conduzione agronomica;
Effettuare, in un campione rappresentativo di allevamenti e produzioni di vegetali, un ulteriore
monitoraggio, campionando più matrici nelle quali ricercare metalli pesanti (Cromo? Nichel?
Piombo?) da utilizzare come traccianti di possibili contaminazioni, al fine di decidere se e come
interdire ie attività di cui sopra.
In data 20 marzo u.s. presso la Direzione Salute e Coesione Sociale è stata tenuta la prima riunione del
Tavolo di Coordinamento sopra citato, coordinato dal Dirigente del Servizio Prevenzione, Sanità Pubblica
veterinaria e SicurezzaAlimentare, alla quale hanno partecipato:
Regione Umbria - Direzione regionale Salute e coesione sociale Servizio Prevenzione sanità veterinaria e sicurezzaalimentare
Dott.ssa Mariadonata Giaimo
Dott.ssa Isabella Cives
Azienda USLUmbria 2
Servizio Veterinario IAPZ
Servizio Veterinario IADA
Servizio Veterinario SA
Servizio Medico IAN
ARPAUmbria
IZSUmbria e Marche
Dott. Guglielmo Spernanzoni
Dott. Danilo Serva
Dott. Roberto Giannelli
Dott.ssa Luisa Pazzaglia
Dott. Giancarlo Marchetti
Dott. Telemaco Cenci
Il Dott. Spernanzoni ha comunicato di aver proweduto, non appena ricevuta dall'IZS Umbria e Marche
la comunicazione delle Non Conformità riscontrate nell'ambito dei Piani di controllo, ad effettuare un
sopralluogo presso ogni allevamento oggetto delle medesime, per comunicare gli esiti analitici, per
effettuare le verifiche conseguenti e
procedere ad un ulteriore campionamento di latte
nell'allevamento ovi caprino risuitato positivo per la presenza di Piombo. Il campione è risultato in
seguito negativo.
Nel corso della riunione si è inoltre deciso:
1. Procedere a censimento delle attività di produzione primaria (allevamenti di animali destinati ai
consumo umano - produzione vegetali destinate al consumo umano - produzioni vegetali
destinate all'alimentazione animale), da effettuarsi da parte dei Servizi Veterinari SA, rADA e IAPZe
Medico IAN del Dipartimento di Prevenzione Azienda USL Umbria 2, nell'area SIN e nell'area
industriale della Conca Ternana, con particolare riferimento a quella parte dell'area stessa dove
insistono l'impianto siderurgico TK AST e i 3 impianti di incenerimento / termovalorizzazione di
rifiuti;
2. Sensibilizzare i produttori primari all'adozione di Buone pratiche agronomiche mediante l'utilizzo di
specifico opuscolo predisposto ad hoc;
,,
3.
Procedere ai seguenti ulteriori
campionamenti
nell'area della conca ternana, da completarsi
entro il
mese di aprile:
ricerca
matrice
Metalli pesanti (Piombo
Cromo
Vegetali (almeno 500
gr.) in aliquota unica
Nichel- Cadmlo)
Cromo
Vegetali (almeno 500
Metaili pesanti (Piombo
area
industriale
deila
Conca
Nichel - Cadmio)
particolare
gr.) in aliquota unica
Ternana,
con
riferimento a quella parte dell'area
avi
caprino
latte
• Metalli pesanti (Piombo Cromo
stessa dove insistono i 3 impianti di (prelevato in allevamenti
- Nichel- Cadmio)
incenerimento
/ prossimi a quelli in cui si • Diossina e PCB diossina simili
termovalorizzazione
di
rifiuti
sono
PCB non diossine simili
riscontrati
Non •
presenti in Umbria di cui due al Conformità
o
momento attuale inattivi
supera mento
deila
soglia di attenzione
Gli esami saranno effettuati dall'IZS Umbria e Marche entro il mese di aprile
zona
quartiere Prisciano
Si precisa che i campionamenti
effettuati
sui vegetali nel corso del monito raggio effettuato
n° campioni
2
8
5
nell'area
SIN nel 2012 erano risultati tutti negativi.
L'IZSUM si
è impegnato a fornire ai Servizi dell'Azienda USL Umbria 2 e al Tavolo di coordinamento,
risultati delle determinazioni
analitiche entro il 30 aprile 2014.
il campiona mento suddetto è stato awiato e verrà completato
nei prossimi giorni.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
121 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content