close

Enter

Log in using OpenID

Cliccate su questo link per scaricare la newsletter in

embedDownload
IN DIRETTA DALL’UNIONE EUROPEA
QUINDICINALE DI INFORMAZIONE
2 DICEMBRE 2014
ATTUALITÀ
GLI
STIPENDI
DEGLI
INSEGNANTI IN EUROPA
Nel 2013-2014 gli stipendi degli
insegnanti hanno registrato un
aumento in 16 paesi del continente europeo (Belgio, Danimarca, Germania, Estonia, Francia,
Croazia, Lussemburgo, Ungheria, Malta, Austria, Slovacchia,
Finlandia, Regno Unito, Norvegia, Repubblica di Macedonia e
Turchia) rispetto al precedente
anno scolastico: è quanto emerge da una relazione della rete
Eurydice svolta per conto della
Commissione europea. Gli aumenti risultano principalmente
dalle riforme salariali e dagli adeguamenti al costo della vita.
L'inchiesta riguarda gli insegnanti
e i dirigenti scolastici nell'istruzione pre-primaria, primaria, secondaria inferiore e secondaria
superiore. Sui 33 paesi europei
che figurano nella relazione, in
circa la metà il potere d'acquisto
degli insegnanti nel 2014 è inferiore al livello del 2009. La riduzione del potere d'acquisto è relativamente modesta (inferiore al
3%) in alcuni paesi: Belgio (regione neerlandofona), Danimarca (scuola primaria e secondaria
inferiore), Lituania, Lussemburgo, Austria, Finlandia (scuola
primaria e secondaria inferiore) e
Italia (scuola secondaria superiore). In altri paesi, al contrario, è
stato registrato un calo compreso
N. 476
tra il 5 e il 10%: Cipro, Italia
(scuola primaria e secondaria
inferiore), Paesi Bassi, Portogallo, Romania (scuola primaria) e
Regno Unito. In Irlanda, Spagna,
Romania (scuola secondaria),
Slovenia e Islanda gli insegnanti
hanno subito una riduzione del
potere d'acquisto che va dal 13
al 17%, mentre il calo più drastico è avvenuto in Grecia, con una
riduzione del 40%. La relazione
Teachers' and School Heads'
Salaries and Allowances in Europe 2013/14 (relazione 2013/14
sugli stipendi e sulle indennità
degli insegnanti e dei dirigenti
scolastici in Europa) indica che
gli stipendi base degli insegnanti
all'inizio della carriera nell'istruzione primaria e secondaria inferiore sono inferiori al PIL nazionale pro capite in circa tre quarti
dei paesi oggetto dell'inchiesta
(ad eccezione di Germania,
Spagna, Cipro, Malta, Portogallo,
Regno Unito-Scozia, Montenegro
e Turchia). Per la maggior parte
dei paesi questa considerazione
vale anche per gli stipendi degli
insegnanti dell'istruzione secondaria superiore. La relazione rivela inoltre che, nella stragrande
maggioranza dei paesi, gli stipendi degli insegnanti aumentano con l'anzianità di servizio. Il
livello e la frequenza degli scatti
di stipendio sono però diversi. In
alcuni casi l'entità degli scatti è
relativamente modesta ma il livello massimo della scala retributiva si raggiunge piuttosto rapidamente (Danimarca, Estonia,
Lettonia, Malta, Finlandia e Regno Unito-Scozia), mentre in altri
è possibile ottenere aumenti più
consistenti soltanto alla fine di
una lunga carriera (Grecia, Ungheria, Austria, Portogallo e Romania). Gli stipendi base degli
insegnanti possono anche aumentare grazie al riconoscimento
economico di qualifiche supplementari, di valutazioni delle prestazioni o dell'insegnamento a
bambini con necessità particolari.
Tali incentivi possono contribuire
a rendere più attraente la professione; l'avanzamento di carriera
non è più legato all'anzianità di
servizio bensì a un'ottica di sviluppo e di prestazioni. Mettere in
correlazione l'avanzamento di
carriera con l'acquisizione di
nuove competenze e con il miglioramento dei metodi di insegnamento potrebbe fungere da
incentivo per l'intera popolazione
insegnante e più in particolare
per i neo assunti, compresi quelli
che abbracciano l'insegnamento
dopo aver esercitato un'altra professione. La relazione Eurydice
succitata è stata pubblicata in
concomitanza con la Giornata
mondiale degli insegnanti il 5
ottobre, e contiene una panoramica comparativa degli stipendi
degli insegnanti e dei dirigenti
scolastici pienamente qualificati
e che lavorano a tempo pieno
nell'istruzione pre-primaria, primaria, secondaria inferiore e secondaria superiore. La relazione
riguarda 33 paesi del continente
europeo (gli Stati membri dell'Ue,
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
TECNOPOLO (EX REGGIANE) - P.LE EUROPA, 1 - 42124 R EGGIO EMILIA
TEL +39 0522 278019
[email protected] - http://www.europedirect-emilia.eu
Cofinanziato
dall’Unione europea
2
ad eccezione della Bulgaria,
nonché Islanda, Liechtenstein,
Montenegro, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Norvegia
e Turchia). Informazioni specifiche a livello nazionale coprono
aspetti quali:
gli organi decisionali che fissano le retribuzioni degli insegnanti e dei dirigenti scolastici;
gli accordi salariali vigenti nel
settore privato;
gli stipendi contrattuali lordi
minimi e massimi degli insegnanti e dei dirigenti scolastici pienamente qualificati e
che lavorano a tempo pieno
nelle scuole pubbliche;
la progressione salariale in
funzione dell'esperienza;
gli aumenti o le riduzioni di
stipendio registrati lo scorso
anno;
i diversi tipi di riconoscimento
salariale e gli organi decisionali responsabili della loro
assegnazione.
La rete Eurydice della Commissione europea presenta informazioni e analisi concernenti i sistemi e le politiche d'istruzione in
Europa. È costituita da 40 unità
nazionali con sede in 36 paesi
partecipanti al programma Erasmus+ (Stati membri dell'Ue, Bosnia-Erzegovina, Islanda, Liechtenstein, Montenegro, ex Repubblica jugoslava di Macedonia,
Norvegia, Serbia e Turchia). La
rete è coordinata e gestita dall'Agenzia esecutiva per l'istruzione,
gli audiovisivi e la cultura a Bruxelles, che elabora i suoi studi e
offre una serie di risorse online.
PROGRESSI E IMPASSE
DELL’ALLARGAMENTO UE
La recente presentazione della
relazione
annuale
sull’allargamento offre lo spunto
per una riflessione sullo stato di
questa importante politica Ue,
che ha visto, tra le altre cose,
l’avvicendarsi nei giorni scorsi tra
il Commissario uscente, il ceco
Stefan Fule, e il nuovo Commissario, l’austriaco Johannes Hahn,
a cui va il portafogli “Politica di
Vicinato
e
negoziati
per
l’Allargamento”. Obiettivi e risultati attesi certamente ambiziosi, che
portano però a pensare che il
cammino verso nuove adesioni
sarà lungo e pieno di insidie. In
tale contesto va letta la recente
dichiarazione del presidente della
Commissione Juncker, secondo
cui “non ci sarà nessun nuovo
membro dell’Unione europea nei
prossimi
cinque
anni”;
un’affermazione congruente con
quanto avvenuto nell’ultimo ingresso, quello croato del 2013
dopo dieci anni di negoziati e alcune dispute diplomatiche (in particolare con la Slovenia), che
hanno contribuito a rallentare il
percorso di avvicinamento all'Ue.
La relazione prende in esame lo
stato dell'arte dei sei paesi candidati e dei due paesi potenzialmente candidati:
Il Montenegro (candidato dal
2010) sembra il paese che
procede più speditamente verso la meta dell’adesione. 12
capitoli di negoziato sono già
stati aperti (sui 35 totali) e due
chiusi, in un processo in cui i
passi in avanti tangibili sono
stati rilevati dalla Commissione, in particolare sulle riforme
dello stato di diritto.
Più complesso appare il percorso della Serbia (candidato
dal 2012). Il nodo principale
rimangono le relazioni con il
Kosovo, che si sono stabilizzate con l’Accordo dello scorso
anno, ma sono ancora lontane
dall’essere accettate appieno,
tanto che l’avvio dei negoziati
ancora non si intravede
all’orizzonte.
Per il caso macedone (candidato dal 2005), ormai si può
parlare di una vera e propria
impasse. A livello interno le
problematiche maggiori rilevate dalla relazione riguardano le
garanzie alla libertà di espressione, libertà di stampa e indipendenza del potere giudiziario. Va inoltre ritrovato il dialogo tra maggioranza governativa e opposizioni in parlamento. Per quanto riguarda l’ormai
ventennale questione legata al
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
nome (ufficialmente ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, per non urtare la sensibilità greca, che ritiene “Macedonia” parte integrante ed esclusiva del proprio patrimonio
storico e culturale), non si intravedono segnali distensivi, in
una disputa che si trascina
dalla
proclamazione
dell’indipendenza macedone
nel 1991.
L’Albania è l’ultimo stato in
ordine di tempo ad aver ottenuto lo status di paese candidato (2014). Buoni risultati sono stati osservati nel campo
giudiziario e nella lotta alla
corruzione nelle amministrazioni pubbliche. Tuttavia passi
importanti devono ancora essere compiuti, in particolare
nel campo dello stato del diritto e del sistema giudiziario,
per poter avviare il negoziato
di adesione.
Il negoziato di adesione della
Turchia sembra invece procedere per inerzia. Candidato
ufficiale dal 1987, i negoziati
sono stati avviati nel 2005 e
da allora 14 capitoli sono stati
aperti (di cui l’ultimo riguarda
la politica regionale e gli strumenti legati ai fondi strutturali)
ma soltanto uno è stato chiuso. Se l’Ue ritiene che il negoziato debba essere rafforzato,
da parte turca sembra ormai
prevalere un senso di disillusione e di ri-orientamento delle
priorità di politica estera.
L'Islanda, dopo aver fatto richiesta di adesione nel pieno
della crisi finanziaria che ha
investito il paese tra il 2008 e il
2009, l’anno scorso ha chiesto
ufficialmente la sospensione
del negoziato. Sulla scelta pesa in particolare la questione
della politica della pesca:
maggior settore economico
dell’isola ma competenza concorrente con l'Ue per i paesi
membri; nel paese sono in
molti a considerare troppo rischiosa la cessione di sovranità su un settore vitale per
l’economia del paese.
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
3
Bosnia-Herzegovina e Kosovo rientrano invece nella
categoria più generica di paesi
potenzialmente candidati. Per
entrambi non si è ancora arrivati al primo passo verso
l’adesione, ossia la firma
dell’Accordo di Associazione e
Stabilizzazione, a cui dovrebbe far seguito la decisione del
Consiglio europeo di concedere lo status di paese candidato. In Bosnia, a seguito delle
recenti elezioni politiche, l’Ue
attende
misure
socioeconomiche efficaci per stabilizzare la situazione interna,
oltre alle necessarie riforme istituzionali sia a livello centrale
che locale. Il Kosovo spera di
poter trarre giovamento dalla
stabilizzazione delle relazioni
con Belgrado, avviate nel
2011. Le problematiche centrali attengono alle garanzie
costituzionali in tema di diritti e
indipendenza del settore giudiziario.
UN
MERCATO
UNICO
EUROPEO PER TUTTI
Come assicurare un sistema efficiente di tassazione del valore
aggiunto per gli scambi intra-Ue?
Questa la domanda al centro di
un paper pubblicato dalla Commissione europea, volto alla disamina di idee e progetti relativi
al superamento del regime attuale. Sfida centrale, nell'ambito del
mercato unico europeo, è quella
di predisporre un'efficace sistema
di raccordo tra le diverse modalità
di imposizione sui consumi dei
singoli Stati membri della U. Per
la tassazione sugli scambi transfrontalieri, cruciale era sempre
stato il ruolo delle dogane, ma
con l'abolizione delle frontiere tra i
Paesi aderenti al Trattato di Maastricht, l'istituzione dello spazio di
libero scambio rendeva necessario pensare ad un'alternativa. L'idea iniziale era quella di basarsi
sul principio di origine: i prodotti e
i servizi sarebbero stati dunque
sottoposti ad imposizione nel paese d'origine, secondo il meccanismo di calcolo della base imponibile e l'aliquota di imposta ivi
stabiliti. All'epoca, tuttavia, le resistenze sul fronte politico e le
criticità tecniche furono tali da
indurre ad optare per un regime
transitorio, valido, però, ancor
oggi. Si prevede, dunque, che il
pagamento avvenga nel paese
d'origine solo nei rapporti tra soggetti di imposta e consumatori
finali, mentre per le operazioni tra
soggetti d'imposta (business-tobusiness) l'esportazione è considerata operazione non imponibile
e l'acquisto è, invece, assoggettato al pagamento del tributo nel
paese comunitario di destinazione del bene. Tale sistema ha,
però, dimostrato di permettere
spesse volte la realizzazione di
frodi e, d'altra parte, di non incontrare le esigenze delle imprese
che operano in ambito internazionale. La necessità di superamento del meccanismo appare oggi
evidente. Dopo molte consultazioni sia di natura politica che
applicativa, ciò che è risultato è
che qualsiasi regime definitivo
debba necessariamente basarsi
sul principio di destinazione. Ed è
quanto traspare anche dalla relazione della Commissione europea: si punta a un sistema in cui
l'IVA sia dovuta nel paese di destinazione; le opzioni praticabili,
secondo l'esecutivo dell'Unione,
sono diverse. Da una semplice
correzione dello status attuale, a
proposte di riforma che prevedono soggetti passivi diversi: secondo alcune responsabile del
pagamento dovrebbe essere il
venditore, secondo altre spetterebbe
al
consumatore.
L’Esecutivo Ue sta ora effettuando una riflessione approfondita
per determinare l'impatto di ciascuna delle opzioni sugli Stati
membri. Sulla base dei risultati,
sarà poi presentato l'effettivo modello prescelto.
BREVI
Se la Germania è l’unico paese
ad aver abolito completamente
le tasse universitarie dopo una
riforma nel 2007, altri hanno
optato per sistemi forse meno
assistenzialistici, ma di certo
più meritocratici, correlando
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
dunque i versamenti ai risultati
negli studi. In Estonia, ad effettuare i pagamenti sono solo gli
studenti che non riescono a superare un numero di esami sufficiente a passare all’anno successivo. Così, con alcune variazioni,
avviene anche in Repubblica ceca, Spagna, Croazia, Ungheria,
Austria, Polonia e Slovacchia. Il
Regno Unito è il paese con le
tasse universitarie più elevate. Un
punto a favore? Non bisogna eseguire i pagamenti nel corso
degli studi, ma solo dopo la laurea, una volta raggiunta una certa
soglia di retribuzione. In Irlanda,
Italia, Lituania, Ungheria, Paesi
Bassi e Slovenia, invece gli studenti devono pagare subito importi comunque abbastanza rilevanti. Danimarca, Finlandia e
Svezia predispongono un sostegno economico per tutti gli studenti a tempo pieno, alla sola
condizione che soddisfino determinate condizioni di rendimento
negli studi. Resta, tuttavia, il fatto
che nella maggior parte dei paesi
europei è solo una minoranza a
beneficiare di borse di studio. In
Islanda, non è prevista alcuna
forma di sussidio o aiuto. I nuovi
laureati, freschi di studi, sono
un’enorme risorsa per le nostre
economie, offrendo un contributo
rilevante in termini di innovazione
e creatività in tutti i settori.
***
È stata pubblicata in questi
giorni, a cura della Direzione
Generale per le Imprese e
l’industria della Commissione europea, la "Guida sui finanziamenti dell'Ue per il settore del
turismo (2014-2020)". Si tratta di
un prezioso strumento, che raccoglie informazioni sulle varie
fonti di finanziamento Ue di interesse per l'industria europea del
turismo e dei suoi diversi attori
del settore sia pubblico che privato. Il nuovo quadro finanziario
pluriennale per il periodo 20142020 comporta una semplificazione a vari livelli, tra cui la fusione di vari programmi di finanziamento dell'Ue con un più facile
accesso alle informazioni e l'armonizzazione delle procedure di
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
4
domanda. La Guida si presenta
come uno strumento di facile e
immediato utilizzo, concentrandosi su questioni pratiche, quali il
tipo di azioni legate al turismo
ammissibili ai finanziamenti; tipi e
il livelli dei finanziamenti; caratteristiche dei beneficiari e modalità
per procedere nella richiesta. La
Guida riporta inoltre esempi concreti inerenti i finanziamenti realizzati nell'ambito dei programmi
Ue precedenti, affinché possano
ispirare nuove azioni.
***
Nei giorni scorsi la plenaria del
Parlamento europeo ha votato
a
larga
maggioranza
l’eliminazione della doppia sede per il Parlamento europeo
volendo mettere uno stop alla
migrazione mensile da Bruxelles
a Strasburgo. "Sono soddisfatta
di questo risultato importante, che
rappresenta un ulteriore passo
concreto per l'abolizione della
doppia sede, oramai diventata
simbolo di sprechi inaccettabili in
un momento di crisi economica",
ha commentato l'eurodeputata del
PD che ha presentato l'emendamento, Pina Picierno, ricordando
che con una sola sede i risparmi
possono arrivare "fino a 114 milioni di euro all'anno stando alle
ultime stime della Corte dei Conti
Ue''. ''In tanti in Italia fanno demagogia contro questa situazione, ma poi non agiscono nelle
sedi giuste e non spostano di un
millimetro le cose'', ha aggiunto la
capodelegazione del PD, Patrizia
Toia. Soddisfazione per il voto
della plenaria è stata espressa
anche da Lara Comi e Giovanni
Toti (FI), secondo cui i ''i Governi
non possono continuare a ignorare la volontà forte dell'istituzione
che rappresenta 500 milioni di
europei''. Per eliminare la doppia
sede è però necessaria una modifica dei Trattati che solo i Governi all'unanimità possono decidere. Per questo motivo, Comi e
Toti chiedono al premier Matteo
Renzi, come presidente di turno
del Consiglio europeo, di ''prendere l'iniziativa e di proporre questa
modifica che darebbe al Parlamento europeo una sede unica''.
***
Il nuovo portale web del Parlamento europeo per le petizioni
è online. Riprogettato per consentire ai cittadini di firmare petizioni online e seguire meglio gli
sviluppi in Parlamento. L’obiettivo
è di rendere il processo più facile
da usare e più trasparente ai cittadini. Tutti i cittadini europei
hanno il diritto di comunicare le
proprie preoccupazioni al Parlamento europeo. Può essere una
lamentela sull’applicazione di una
norma comunitaria o una richiesta
al Parlamento di adottare una
posizione su una questione specifica. Il nuovo portale delle petizioni web rende più facile presentare
una petizione. Il nuovo sito web è
più interattivo. È possibile firmare
una petizione che è già stata presentata e cercare nell’archivio
delle vecchie petizioni per evitare
doppie richieste.
***
Alimentazione e salute: l'Ue
presenta una proposta su medicinali veterinari e mangimi
medicati. Obiettivo della Commissione europea è quello di "ridurre il ricorso agli antibiotici nei
farmaci veterinari e nei mangimi
medicati per combattere la resistenza antimicrobica nell'uomo".
A ciò si affianca, inoltre, la necessità di mettere a disposizione dei
produttori più medicinali e a costi
minori. Tra le novità presenti nel
documento, troviamo l'introduzione di incentivi per mettere a punto
farmaci specifici per quelle specie
che ne sono privi (in primo luogo
le api, per le quali si tenta di contrastarne la moria). Per la prima
volta poi si propone di introdurre
le crocchette medicate per cani e
gatti.
***
Per tutto il 2015 Torino sarà al
centro dello sport europeo con un
intenso programma di eventi,
campionati, e meeting nazionali e
internazionali dedicati al tema. La
città italiana, che vanta una tradizione sportiva di eccellenza, si è
infatti aggiudicata il titolo di “Capitale europea dello Sport
2015”, conteso in finale con la
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
città di Cracovia. L’iniziativa, che
si svolge in concomitanza con
l’EXPO, consente alla città di confermare il suo profilo internazionale, e, attraverso lo sport, sostenere i valori che sono alla base
dell’Unione
europea:
l’integrazione sociale, la lotta al
disagio in tutte le sue forme e la
costruzione di una comunità che,
al di là di ogni differenza, si riconosca in valori e buone pratiche
comuni.
***
Migliorare gli spostamenti e
l’accesso al trasporto pubblico
per persone diversamente abili
o con mobilità ridotta. Questo lo
scopo di un Regolamento adottato dalla Commissione europea il
18 novembre scorso, che prevede nuovi requisiti tecnici obbligatori per i mezzi di trasporto ferroviari. Questi nuovi requisiti tecnici,
in pratica standard tecnici e operativi, saranno applicati in tutti gli
Stati Ue per armonizzare il settore dei trasporti pubblici, anche in
termini di sicurezza e comfort del
viaggiatore. In generale, l'attuazione dei requisiti tecnici avrà altri
benefici, come, ad esempio, facilitare le connessioni ferroviarie
europee, semplificare la legislazione nel settore e snellirne
l’amministrazione. Focalizzandoci
sul fronte sicurezza del trasporto
per particolari categorie di passeggeri, lo standard è calcolato
combinando un mix di fattori quali
sicurezza, affidabilità, disponibilità, condizioni igienico-sanitarie,
protezione ambientale e compatibilità tecnica. Le nuove regole,
che saranno in vigore a partire
dal 25 gennaio 2015, saranno
indirizzate alla rimozione delle
barriere architettoniche, ad esempio, tutte le stazioni dovranno
dotarsi di rampe di aiuto alla salita che siano meno pendenti e più
accessibili. In secondo luogo, sarà migliorata la qualità del loro
viaggio tramite l’obbligo, nelle
stazioni, di disporre di indicatori
tattili di superficie e tramite la garanzia di un migliore livello di illuminazione delle zone di transito
ferroviario. L’adozione di tali misure risulta cruciale se si pensa,
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
5
in generale, all’importanza del
concetto di mobilità in Europa: è,
infatti, chiave di volta della libera
circolazione degli individui, uno
dei
principi
fondamentali
dell’integrazione europea. Guardando alle cifre, secondo un sondaggio Eurobarometro del 2011,
circa il 20% dei passeggeri ferroviari dell’Unione sono classificabili
come passeggeri “frequenti”, ovvero, che utilizzano il treno più di
4 volte al mese, anche al di fuori
del proprio Stato di residenza.
Migliorare la qualità dei trasporti,
in particolar modo per quei cittadini soggetti a difficoltà, implica
anche un passo avanti per
un’Unione ancora più vicina, coesa e inclusiva dal punto di vista
sociale: quest'ultimo è infatti, uno
degli obiettivi centrali di Europa
2020, strategia decennale dell’Ue
per una crescita intelligente, sostenibile e solidale.
***
Per informare i cittadini e quanti si
ritrovano a maneggiare monete,
la Commissione europea ha
pubblicato le caratteristiche dei
disegni di tutte le nuove monete in euro. Gli Stati membri
dell’area dell’euro e i paesi che
hanno concluso con l’Unione europea un accordo monetario relativo all’emissione di monete in
euro sono autorizzati a emettere
monete commemorative destinate
alla circolazione a determinate
condizioni, in particolare che si
tratti unicamente di monete da 2
euro. Tali monete presentano le
stesse caratteristiche tecniche
delle altre, ma recano sulla faccia
nazionale un disegno commemorativo di alta rilevanza simbolica a
livello nazionale o europeo. La
Germania ha emesso una moneta dedicata alla Bassa Sassonia, della serie dedicata ai
Länder. Il disegno raffigura la
chiesa di San Michele a Hildesheim (Bassa Sassonia), che dal
1985 è iscritta nel registro del
patrimonio culturale dell’umanità
dell’Unesco. Il disegno riporta: in
alto, l’anno di emissione «2014»
e, sulla sinistra, il marchio della
zecca; in basso, l’iscrizione
«NIEDERSACHSEN», con sotto
l’indicazione del paese di emissione «D»; in alto a destra, le iniziali dell’incisore OE (Ott Erich).
Sull’anello esterno della moneta
figurano le 12 stelle della bandiera dell’Unione europea e sarà
tirata in 30 milioni di esemplari.
Una seconda moneta commemorativa è dedicata al 25° anniversario dell’unità tedesca. Al
gruppo di persone raffigurato in
piedi in primo piano, incarnazione
di
un
nuovo
inizio
e
dell’avanzamento verso un futuro
migliore, fa da sfondo la Porta di
Brandeburgo, simbolo dell’unità
tedesca. Il proclama “Wir sindein
Volk” («siamo un unico popolo»),
espressione collettiva di volontà
dei cittadini tedeschi, è riprodotto
in modo da evocare il cammino
che ha condotto alla riunificazione
tedesca. Il cerchio interno riporta
inoltre il marchio della zecca di
conio, il codice del paese di emissione «D» e il marchio
dell’incisore (ossia le iniziali
«BW» di Bernd Wendhut).
Sull’anello esterno della moneta
figurano le 12 stelle della bandiera dell’Unione europea e la tiratura è anche in questo caso di 30
milioni di esemplari.
APPUNTAMENTI
Seminario “Opportunità d’affari
con le Nazioni Unite: UNPD,
WFP, FAO e IFAD” - Roma, e
dicembre 2014. Organizzato da
ICE - Agenzia per la promozione
all’estero
e
l’internazionalizzazione delle imprese italiane, il
seminario, a carattere tecnicooperativo, affronterà in particolare
le opportunità inerenti ai seguenti
settori: attrezzature mediche e
prodotti farmaceutici, attrezzature
per la sicurezza, tecnologie per la
comunicazione, ingegneria, veicoli, supporto logistico alle missioni, approvvigionamenti, logistica e trasporti, fertilizzanti, macchinari agricoli. Il seminario prevede una sessione plenaria la
mattina e, nel pomeriggio, degli
incontri bilaterali fra gli specialisti
e gli operatori intervenuti.
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
Seminario "La BEI e la cooperazione nella regione del Mediterraneo - Le opportunità per le
imprese" - Roma, 11 dicembre
2014. Organizzato dall'ICE - Agenzia
per
la
promozione
all’estero
e
l’internazionalizzazione delle imprese italiane, il
seminario ha l'obiettivo di fornire
alle piccole e medie imprese italiane una panoramica dei servizi
e dei prodotti che la BEI rende
disponibili per sostenere le politiche di sviluppo e cooperazione
esterna dell’Ue con i paesi extraeuropei che si affacciano sul Mediterraneo. Tali servizi e prodotti
sono riuniti nell’ambito del programma FEMIP - Fondo Euromediterraneo di Investimenti e Partenariato. Gli interessati a partecipare al seminario sono invitati a
iscriversi direttamente online entro il 3 dicembre 2014.
APRE - Agenzia per la promozione della ricerca europea, segnala
le seguenti iniziative:
CPExpo 2014 e Security Research Event - Genova, 9-11 dicembre 2014. Organizzato dalla
Regione Liguria in occasione del
semestre europeo della Presidenza italiana dell’Unione europea, l’evento è destinato a promuovere le tecnologie e le imprese operanti nel settore della “Secure Society”. Nell’ambito di
CPExpo 2014, si terrà il Security
Event 2014, organizzato dalla
Commissione europea sui temi
della sicurezza.
Corso “Horizon 2020: come
strutturare una proposta di
successo” - Roma, 11-12 dicembre 2014. L'obiettivo di questo modulo formativo è di approfondire gli elementi chiave del
nuovo Programma Quadro di Ricerca e Innovazione della Ue:
dall'architettura, ai temi di ricerca,
fino alle regole di partecipazione
e presentazione dei progetti, per
offrire ai potenziali partecipanti di
Horizon 2020 gli strumenti per
migliorare e strutturare le loro
proposte di progetto.
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
6
Conferenza "Strumenti finanziari 2014-2020 nell'ambito dei
Fondi strutturali e di investimento europei (ESIF)" - Bruxelles, 19-20 gennaio 2015. Organizzata dalla Commissione europea in collaborazione con la Banca europea per gli investimenti, la
conferenza ha lo scopo di fornire
agli Stati membri e alle autorità di
gestione i vantaggi, le caratteristiche e l'idoneità generale degli
strumenti finanziari nell'ambito dei
Fondi strutturali e di investimento
europei e di far conoscere la piattaforma fi-compass come fonte
primaria di assistenza. Il termine
di registrazione per la partecipazione alla conferenza è il 9 dicembre 2014.
PROGRAMMI E BANDI
Di tutte le sintesi degli inviti a presentare proposte di seguito pubblicate, è possibile ricevere il testo integrale, approfondimenti e
documentazione, inviando una email di richiesta al nostro ufficio.
IN
ERASMUS+
EFORM
DEMO
PER
CONSULTAZIONE
Nell’ambito del programma Erasmus+, la Commissione europea
ha reso disponibili i modelli di eform 2015: si tratta di documenti
in formato .pdf, utili per la preparazione dei progetti ma non validi ai fini della candidatura. Tra le
novità, vi segnaliamo che non
esistono più moduli diversi per
Partenariati strategici settoriali o
transettoriali. Maggiori informazioni nella sezione “Moduli eform
2015”
del
sito
www.erasmusplus.it.
NUOVO
ERASMUS+
STRUMENTO
PER
LA
RICERCA PARTNER
Sempre nell’ambito del programma Erasmus+, la Commissione
europea ha sviluppato uno strumento di Ricerca Partners per
progetti afferenti all’Azione Chiave
2. Il data base riguarda, in particolare, le Knowledge Alliances e le
Sector Skills Alliances, ma utilizzabile anche per altre azioni. Molto
semplice risulta il suo utilizzo: infatti, è sufficiente registrarsi, selezionare il Paese di interesse, il tipo
di organizzazione e/o il progetto
cui si desidera lavorare. Se state
cercando dei partner per progetti
nell’ambito dell’Azione Chiave 2,
visitate
il
sito:
http://infodaykassatool.teamwork.fr
/.
eTWINNING: NOVITÀ 20142015
Si prospetta un anno scolastico
ricco di novità in casa eTwinning.
La piattaforma dei gemellaggi
elettronici europei ha ampliato la
propria offerta mettendo a disposizione degli iscritti tante nuove
possibilità per attivare progetti,
insieme a rinnovati strumenti online per lavorare meglio. Con il
recente ingresso nel programma
Erasmus+ di Albania, BosniaHerzegovina, Montenegro, Serbia e Liechtenstein, il mondo di
eTwinning si allarga! Gli utenti
iscritti avranno infatti l’opportunità
di lavorare anche con i colleghi di
questi Stati, per un più completo
e diffuso scambio di culture, esperienze e conoscenze tra le
scuole del vecchio continente. La
piattaforma è attualmente in fase
di aggiornamento per attivare le
possibilità di gemellaggio con le
scuole dei nuovi Paesi. Un’altra
importante novità di questo periodo è l’apertura di eTwinning al
contesto nazionale, con la possibilità di attivare gemellaggi elettronici anche solo tra scuole
dello stesso paese, senza quindi
l’obbligo attuale di avere almeno
un partner straniero. La scelta dei
gemellaggi nazionali è stata decisa dalla Commissione europea
con la motivazione di incentivare
la diffusione delle opportunità degli strumenti eTwinning verso
nuove scuole attraverso un approccio più soft, cercando di aggirare o rendere meno traumatico
l’ostacolo principale della lingua
straniera. In questo modo i docenti possono avvicinarsi alle
modalità di lavoro di eTwinning
attraverso la collaborazione con
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
colleghi dello stesso paese però
in un contesto europeo, aumentando quindi le possibilità di un
futuro coinvolgimento in gemellaggi con partner stranieri, per
uno sviluppo dell’offerta formativa
della scuola in termini di internazionalizzazione. Infine, è stata
resa disponibile una versione
aggiornata del TwinSpace, un
nuovissimo spazio di lavoro che
permette alla community di eTwinning di comunicare con i partner, portare avanti le attività del
progetto e documentare i risultati
in modo più semplice ed efficace.
EUROPA CREATIVA: NUOVI
BANDI MEDIA
Nell’ambito del sub-programma
MEDIA di Europa Creativa, il
nuovo programma europeo per i
settori culturali e creativi per il
periodo 2014-2020, sono stati
pubblicati i seguenti inviti a presentare proposte:
EACEA/24/2014 - Sostegno alla
programmazione televisiva di
opere audiovisive europee. L'opera audiovisiva proposta deve
essere una produzione televisiva
europea indipendente (fiction,
animazione o documentario creativo) che preveda la partecipazione di almeno tre società televisive
di vari Stati membri dell'Ue o paesi partecipanti al programma. I
candidati devono essere società
indipendenti di produzione audiovisiva produttrici di maggioranza
dell'opera. I termini per la presentazione delle proposte sono il 13
gennaio 2015 e il 28 maggio
2015.
EACEA/17/2014 - Sostegno allo
sviluppo di progetti singoli. Le
attività ammissibili riguardano:
lungometraggi, animazioni e
documentari creativi di durata
non inferiore a 60 minuti, destinati principalmente alla proiezione in sale cinematografiche;
film drammatici (edizione unica o in serie) di durata complessiva non inferiore a 90 minuti, animazione (edizione unica o in serie) di durata complessiva di almeno 24 minuti e
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
7
documentari creativi della durata complessiva, o concernenti un'esperienza dell'utente
complessiva, di almeno 50 minuti e destinati prevalentemente a un utilizzo attraverso piattaforme digitali.
L'invito è rivolto a società europee, in particolare alle società di
produzione indipendenti legalmente costituite e che possono
dimostrare una comprovata esperienza nel settore. I termini per la
presentazione delle proposte sono il 15 gennaio 2015 e il 16 aprile 2015 alle ore 12.00.
3. attività basate su internet e/o
eventi.
Lo scopo del suddetto invito è di
finanziare attività rivolte specificatamente ai giovani europei, concentrandosi sui seguenti aspetti:
Ai partecipanti ai suddetti inviti è
richiesto di risiedere:
▪
▪
in uno dei paesi membri dell'Ue;
nei paesi aderenti e nei paesi
candidati effettivi e potenziali
che beneficiano di una strategia di preadesione, conformemente ai principi e alle
condizioni generali per la partecipazione di tali paesi ai programmi dell'Unione istituiti a
norma dei rispettivi accordi
quadro, decisioni dei consigli
di associazione o accordi analoghi;
nei paesi EFTA membri del
SEE;
nella Confederazione svizzera,
in forza di un accordo bilaterale da concludere con tale paese;
nei paesi interessati dalla politica europea di vicinato, secondo le procedure definite
con tali paesi in base agli accordi quadro che prevedono la
loro partecipazione ai programmi dell'Unione europea.
COMUNICARE
IL
PARLAMENTO EUROPEO
La Direzione Generale Comunicazione del Parlamento europeo
ha pubblicato un invito a presentare proposte per Progetti specifici e dettagliati per il periodo
1° aprile 2015 - 31 marzo 2016,
nell’ambito dei seguenti settori:
1. televisivo;
2. radiofonico;
evidenziare il ruolo, la natura
politica e le realizzazioni del
Parlamento europeo;
diffondere le informazioni e
promuovere il dialogo sul Parlamento europeo e le sue attività;
migliorare la conoscenza e la
comprensione dei tre pilastri
attorno ai quali il Parlamento
europeo opera - la politica, le
politiche, i valori.
La scadenza per la presentazione
delle proposte è il 15 gennaio
2015. Possono candidarsi esclusivamente le organizzazioni con cui è stata sottoscritta
una Convenzione quadro di
partenariato 2012-2015.
FONDO PER LA SICUREZZA
PUBBLICATI
INTERNA:
NUOVI BANDI
La Direzione Generale degli Affari
interni della Commissione europea, nell'ambito del Fondo per la
sicurezza interna - lo strumento di
sostegno finanziario per la cooperazione di polizia, la prevenzione
e la lotta alla criminalità e la gestione delle crisi - ha pubblicato i
seguenti inviti a presentare proposte:
Prevenzione della radicalizzazione, del terrorismo e dell'estremismo violento - Con questo invito è possibile presentare
proposte riguardanti almeno una
delle seguenti linee di azione:
prevenire il fenomeno della
radicalizzazione e il reclutamento di individui in partenza
per le zone di conflitto e l'adesione a gruppi terroristici;
sviluppare programmi rivolti a
individui radicalizzati, affinché
respingano la violenza e si
riabilitino.
Per soddisfare le priorità di cui
sopra, i progetti devono conseguire uno o più dei seguenti risultati:
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
maggiore resilienza tra gli
individui più vulnerabili, comunità e gruppi destinatari;
maggiore consapevolezza e
capacità tra gli operatori in
prima linea per riconoscere e
rispondere al processo di radicalizzazione, in particolare
attraverso attività di formazione e di sensibilizzazione;
capacità avanzate di unità di
riferimento internet e hotline
per identificare e ridurre la disponibilità di contenuti online
di matrice terroristica .
I richiedenti di progetti devono
essere organizzazioni pubbliche o
private, enti a scopo di lucro o
organizzazioni internazionali legalmente costituite con sede in
uno dei 28 paesi dell'Ue, ad eccezione del Regno Unito e della
Danimarca. Per quanto riguarda i
co-richiedenti questi devono risiedere o in uno dei paesi Ue partecipanti all'invito o in uno dei paesi extra Ue partecipanti (Albania,
Bosnia ed Erzegovina, ex Repubblica iugoslava di Macedonia,
Montenegro, Kosovo e Serbia), o
essere un'organizzazione internazionale. I progetti inoltre devono coinvolgere almeno tre organizzazioni di tre diversi paesi. Il
bilancio complessivo per questo
invito è di 3 milioni di euro. Il termine per la presentazione delle
proposte è il 29 gennaio 2015.
Crimini finanziari ed economici,
corruzione e crimini ambientali
- Con questo invito è possibile
presentare proposte riguardanti
azioni di contrasto alla criminalità
economica, finanziaria, alla corruzione e alla criminalità ambientale. I progetti presentati nell'ambito della lotta alla:
Criminalità economica e finanziaria, corruzione - devono riguardare almeno una delle seguenti priorità:
prevenire l'infiltrazione della criminalità organizzata
nell'economia;
confisca dei beni criminali,
compresa la gestione dei
beni congelati e il riutilizzo
dei beni confiscati;
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
8
migliori pratiche per l'identificazione e il tracciabilità
dei proventi di reato;
migliori pratiche nella individuazione di usufrutto.
Crimini ambientali - devono
riguardare almeno una delle
seguenti priorità:
lotta al traffico di fauna selvatica e altre forme di criminalità forestale;
lotta al traffico illecito di rifiuti;
qualsiasi altro tipo di criminalità ambientale.
I richiedenti di progetti devono
essere organizzazioni pubbliche o
private, enti a scopo di lucro o
organizzazioni internazionali legalmente costituite con sede in
uno dei 28 paesi dell'Ue, ad eccezione del Regno Unito e della
Danimarca. Per quanto riguarda i
co-richiedenti questi devono risiedere o in uno dei paesi Ue partecipanti all'invito o in uno dei paesi extra Ue partecipanti, o essere un'organizzazione internazionale. I progetti inoltre devono coinvolgere almeno tre organizzazioni di tre diversi paesi. Il bilancio complessivo per questo invito
è di 6,2 milioni di euro. Il termine
per la presentazione delle proposte è il 30 gennaio 2015.
PUBBLICATO
COSME:
NUOVO BANDO
Nell'ambito di COSME, il nuovo
programma per la competitività
delle imprese e le piccole e medie
imprese, è stato pubblicato un
invito a presentare proposte per
Facilitare l'accesso alla regolazione dei velivoli leggeri telecomandati Aircraft Systems
(CPT). Questo invito a presentare
proposte mira a sostenere le piccole e medie imprese, start-up e
imprenditori che operano o che
intendono operare nel campo dei
velivoli leggeri telecomandati in
Europa, per lo sviluppo di un portale web che faciliterà il loro accesso alle normative, ai requisiti e
alle procedure pertinenti. Le organizzazioni candidate devono
essere stabilite negli Stati membri
dell'Ue oppure nei paesi che par-
tecipano al programma COSME.
Inoltre, i candidati ammissibili sono organizzazioni no-profit pubbliche o private, autorità pubbliche nazionali, regionali o locali,
organizzazioni internazionali, università o istituti di istruzione, centri di ricerca e imprese. Il budget
previsto è pari a 1 milione di euro
e si prevede di finanziare un solo
progetto. Il termine per la presentazione delle proposte è il 18
febbraio 2015.
fine di sviluppare applicazioni basate su FIWARE che rispondano
alle esigenze del settore agricolo.
Con questo invito è previsto che
un numero di 50-60 piccole e
medie imprese e web-imprenditori
potranno beneficiare tra i 50.000
e i 150.000 euro di finanziamento.
L'ambito geografico dell'invito
sono i paesi dell'Unione europea
e il termine per la presentazione
delle proposte è il 28 febbraio
2015.
NUOVI
TALENTI
IMPRENDITORIALI
AUTHORITY DI
NUOVI INVITI
Il Ministero delle politiche agricole
alimentari e forestali ha indetto un
concorso per la selezione nazionale dei "Nuovi talenti Imprenditoriali", finalizzato alla valorizzazione e rappresentazione, in occasione di Expo 2015, delle migliori esperienze imprenditoriali
realizzate nel settore agricolo e
agroalimentare della pesca e dell'acquacoltura da aziende start
up, aperte da meno di 48 mesi,
condotte da giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni e provenienti da tutto il territorio nazionale. Alle prime 25 aziende classificate nella graduatoria finale sarà
attribuito un premio da 30.000
euro e la loro partecipazione a
Expo 2015, in uno spazio dedicato. Il budget complessivo stanziato per sostenere queste iniziative
è di 750mila euro. Il termine per
la presentazione dei progetti è il
15 dicembre 2014.
L'Autorità europea per la sicurezza alimentare, con sede a Parma,
ha pubblicato i seguenti inviti:
PER
LE
FRACTALS
APPLICAZIONI DIGITALI IN
AGRICOLTURA
Il presente invito a presentare
proposte rientra nell'ambito del
programma FIWARE Accelerator, che si propone di aiutare gli
imprenditori delle industrie tradizionali a cogliere le opportunità
provenienti da una nuova ondata
di digitalizzazione. FIWARE è
finanziato dall'Unione europea e
supporta diversi "acceleratori"
Pertanto FRACTALS mira a sostenere le piccole e medie imprese specializzate nelle tecnologie
dell’informazione e comunicazioni
innovative e web-imprenditori, al
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
PARMA:
Invito a presentare proposte
per Nuovi approcci volti a
identificare e caratterizzare i
pericoli microbiologici e
chimici - Scopo dell'invito è di
rafforzare la cooperazione
scientifica tra scienziati e organizzazioni di ricerca, con
una competenza per lo sviluppo e la validazione di nuovi
approcci nel campo della valutazione dei pericoli microbiologici e chimici. Il termine per la
presentazione delle proposte è
il 30 aprile 2015.
Consultazione pubblica di
parere scientifico sul progetto di valori dietetici di riferimento per la vitamina A.
ll termine per la presentazione
dei pareri è il 7 gennaio 2015.
Consultazione pubblica sulla sostanza attiva Diquat. ll
termine per la presentazione
dei pareri è il 12 gennaio
2015.
Consultazione pubblica sulla sostanza attiva Isofetamid. ll termine per la presentazione dei pareri è il 12 gennaio 2015.
SERBIA E MONTENEGRO
NEL PROGRAMMA EUROPA
PER I CITTADINI
A seguito dell'accordo del 27 ottobre scorso, la Repubblica di
Serbia e il Montenegro partecipano al Programma Europa per
i Cittadini 2014-2020: in questo
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
9
modo le organizzazioni della società civile, le città, i comuni e le
autorità locali dei due paesi possono ora partecipare a pieno titolo nell’ambito del programma.
OPPORTUNITÀ
SETTORE
COOPERAZIONE
NEL
DELLA
Strumento europeo per la promozione della democrazia e dei
diritti umani nelle Filippine - Gli
obiettivi specifici dell'invito consistono nel:
sostenere il lavoro delle organizzazioni della società civile,
comprese le organizzazioni
per i diritti umani, a sostegno
dei gruppi vulnerabili e dei socialmente esclusi, con focus
particolare sul sostegno alla
responsabilizzazione di questi
gruppi nel rivendicare i loro diritti, tra cui la tutela dei diritti
dei difensori dei diritti umani e
dei diritti dei bambini colpiti da
conflitti armati;
monitorare e condurre l'educazione civica e degli elettori
in previsione delle elezioni locali che si terranno a giugno
2016.
L’importo totale disponibile ammonta a 1,8 milioni di euro, che
potrà essere ripartito in contributi
di un minimo di 500.000 e un
massimo di 600.000 euro. Il termine per la presentazione dei
concept notes è il 23 febbraio
2015.
Creazione o espansione di
nuovi sistemi di coltivazione
nel settore dello zucchero in
Malawi - Scopo di questo invito è
di concedere una sovvenzione
per l’attuazione di interventi finalizzati a:
aumentare la superficie in ettari di canna da zucchero coltivata e irrigata dai coltivatori;
aumentare il numero di coltivatori di canna da zucchero in
Malawi;
incoraggiare la collaborazione
tra i produttori e le ONG del
settore privato come priorità
fondamentale.
L’importo finanziario è di 6,3 milioni di euro, che potrà essere
ripartito in contributi di un minimo
di 1,9 e un massimo pari a 2,1
milioni di euro. Il termine per la
presentazione dei concept notes
è il 2 febbraio 2015.
gara per la prestazione di servizi di valutazione alla Commissione europea nel settore
del commercio. Il termine per la
presentazione delle offerte è fissato al 16 gennaio 2015 alle ore
16.00.
Strumento europeo per la promozione della democrazia e dei
diritti umani. Rafforzare il ruolo
della società civile nella promozione dei diritti umani e delle riforme democratiche in Algeria - Con il presente invito si
intende realizzare le seguenti azioni:
La Direzione Generale per le Imprese e l'industria della Commissione europea ha pubblicato una
gara d'appalto per uno Studio di
sostegno per il controllo dell'adeguatezza nel settore dell'edilizia. Il termine per la presentazione delle offerte è fissato al 23
gennaio 2015.
sostenere la libertà di espressione e la promozione dei valori democratici;
promuovere i diritti delle donne, dei giovani e dei bambini
nella società.
La Direzione Generale dell'Istruzione e della cultura della Commissione europea ha pubblicato
una gara d'appalto per uno Studio sulla comparabilità delle
prove linguistiche in Europa. Il
termine per la presentazione delle
offerte è fissato al 21 gennaio
2015 alle ore 16.00.
L’importo finanziario è di 600.000
euro, che potrà essere ripartito in
contributi di un minimo di 50.000
euro e un massimo di 150.000. Il
termine per la presentazione dei
concept notes è il 25 gennaio
2015.
Strumento europeo per la promozione della democrazia e dei
diritti umani in Israele - Il presente invito intende contribuire
alla promozione del rispetto dei
diritti umani, in linea con gli standard nazionali e internazionali,
nonché al rafforzamento di un
ambiente favorevole agli attori
non statali. L’importo finanziario è
di 2,4 milioni di euro, che potrà
essere ripartito in contributi di un
minimo di 150.000 e un massimo
di 275.000 euro. Il termine per la
presentazione dei concept notes
è l'8 gennaio 2015.
GARE D’APPALTO
Pubblichiamo di seguito una rassegna non esaustiva delle principali gare d’appalto indette dalla
Commissione europea. Altri documenti sono pubblicati sul sito
TED: http://ted.europa.eu/
La Direzione Generale del Commercio della Commissione europea ha pubblicato una gara d'appalto per un Contratto quadro
multiplo con riapertura della
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
La Direzione Generale della Mobilità e dei trasporti della Commissione europea ha pubblicato
una gara d'appalto per uno Studio di valutazione sull'applicazione della Direttiva 2011/82/UE
intesa ad agevolare lo scambio
transfrontaliero di informazioni
sulle infrazioni in materia di
sicurezza stradale. Il termine per
la presentazione delle offerte è
fissato al 12 gennaio 2015.
La Direzione Generale Bilancio
della Commissione europea ha
pubblicato una gara d'appalto per
uno Studio sulle potenzialità e i
limiti della riforma del finanziamento del bilancio Ue. Il termine per la presentazione delle
offerte è fissato al 23 dicembre
2014.
ORIZZONTE 2020
Borse di mobilità per ricerca
Marie
Skłodowska-Curie
L’azione Marie SkłodowskaCurie (MSCA), sotto il pilastro
Eccellenza Scientifica del programma Orizzonte 2020, mira a
fornire ai ricercatori nuove competenze nel campo della ricerca e
dell’innovazione. L’obiettivo è di
sostenere lo sviluppo della carrieN° 476 - 2 DICEMBRE 2014
10
ra e la formazione dei ricercatori
in tutte le discipline scientifiche e
in qualsiasi stadio della loro carriera, attraverso una mobilità
transnazionale (non solo europea) e transettoriale. Esistono quattro tipologie di borse di ricerca,
per un totale di 6,16 milioni di euro per il periodo 2014-2020. Le
borse MSCA sono aperte sia alle
singole persone, sia alle imprese,
come pure alle istituzioni operanti
nei settori della ricerca e
dell’innovazione a livello mondiale. L’approccio bottom-up, tipico
di tali borse, significa che i temi
specifici dei progetti di ricerca non
sono predeterminati dal programma Orizzonte 2020. Quindi,
è possibile ricevere fondi per: Innovative Training Networks ITN, progetti di ricerca collaborativa (formazione di ricerca e/o
programmi di dottorato) implementati da università partner europee, istituti di ricerca e organizzazioni non accademiche anche
non europee (per cui i candidati
possono realizzare esperienze
formative nel campo della ricerca
anche fuori dall’Unione europea),
Individual Fellowship - IF, mobilità transnazionale e intersettoriale di ricercatori esperti, affinché
trascorrano fino a due anni presso un’altra organizzazione di ricerca (le candidature vengono
valutate in base alla qualità del
progetto di ricerca, le prospettive
di carriera del ricercatore e dal
sostegno
offerto
dall’ente
d’accoglienza), Research and
Innovation Staff Exchange RISE, sostegno alla mobilità di
breve termine del personale impegnato nel campo della ricerca e
dell’innovazione (compresi le figure tecniche e amministrative) a
tutti i livelli di carriera, per cooperazioni di tipo internazionale e
intersettoriale (RISE è aperto ai
partenariati tra università, istituti
di ricerca e organizzazioni non
accademiche), Co-funding of
regional, national and international programmes - COFUND,
programmi che mirano a offrire un
finanziamento aggiuntivo per
nuovi o già esistenti programmi di
formazione di ricerca e sviluppo
della carriera di tipo regionale,
nazionale o internazionale; anche
tali programmi incoraggiano la
mobilità transnazionale e transettoriale dei ricercatori a tutti gli
stadi della loro carriera. I finanziamenti dei progetti nell’ambito
dell’azione Marie SkłodowskaCurie sono realizzati sulla base
delle proposte presentate a seguito dei bandi pubblicati sul Portale dei Partecipanti (Participant Portal) del programma Orizzonte 2020: in tale portale è,
inoltre, possibile trovare tutte le
informazioni sulle modalità di candidature e di presentazione dei
progetti. Ricordiamo che nel 2015
verranno pubblicati i seguenti
bandi:
Innovative
Training
Network - ITN, call MSCA-ITN2015, con scadenza 13 gennaio
2015, Individual Fellowship - IF,
call MSCA-IF-2015, con scadenza 10 settembre 2015, Research
and Innovation Staff Exchange RISE, call MSCA-RISE-2015, con
scadenza 28 aprile 2015 e, infine, Co-funding of regional, national and international programmes
- COFUND, call MSCA-COFUND2015, con scadenza 1° ottobre
2015.
***
Il 15 dicembre prossimo sarà
lanciata la 7° call congiunta ERare per finanziare progetti di
ricerca multilaterali sulle malattie rare (JTC 2015) assieme alla
Commissione europea nell’ambito
del meccanismo ERA-Net. Il bando sarà lanciato simultaneamente
dalle parti nei rispettivi paesi. I
seguenti 17 paesi (23 agenzie
finanziatrici) intendono partecipare a questo bando: Austria, Belgio, Canada, Francia, Germania,
Grecia, Ungheria, Israele, Italia
(attraverso il Ministero della Salute e la Regione Emilia-Romagna),
Lettonia, Polonia, Portogallo,
Romania, Spagna, Svizzera, Olanda e Turchia. Obiettivo del
bando è permettere a scienziati di
diversi paesi di costruire una collaborazione efficace su un progetto di ricerca comune interdisciplinare basato su complementarietà
e condivisione di esperienze.
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
LAVORO, CONCORSI
E CANDIDATURE
FUNZIONARIO
REVISIONE ALLA
SKY
2
UNDERTAKING
DI
CLEAN
JOINT
La Clean Sky Joint Undertaking,
che ha sede a Bruxelles, è un
partenariato pubblico-privato che
coinvolge la Commissione europea e le principali industrie europee del settore aeronautico. La
sua missione è di concentrare le
proprie attività sull’integrazione di
nuove tecnologie avanzate per
rendere l’aeronautica più rispettosa dell’ambiente e sulla messa a
punto di ricerche d’avanguardia
per migliorare l’intero sistema dei
trasporti via aerea, in particolare
per ridurre l’inquinamento acustico e il consumo di carburante.
L’Agenzia invita a presentare
candidature per il posto di Funzionario di revisione (2015). Il
termine per la presentazione delle
candidature è il 15 dicembre
2014.
ASSISTENTE AL CENTRO
EUROPEO
SULLE
MALATTIE
Il Centro europeo per il controllo e
la prevenzione delle malattie, con
sede a Stoccolma (Svezia), informa che è possibile presentare
candidature per la copertura del
posto vacante di Assistente agli
appalti (2014-RMC-PA-2). Il termine per la presentazione delle
candidature è il 5 gennaio 2015.
RESPONSABILE
DI
PROGETTO ALL’AGENZIA
EUROPEA DELL’AMBIENTE
L’Agenzia europea dell’ambiente,
con sede a Copenhagen (Danimarca), ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile e contribuire al conseguimento di miglioramenti significativi e misurabili dell’ambiente europeo, tramite
la fornitura di informazioni tempestive, mirate, pertinenti e attendibili ai responsabili delle decisioni
politiche e al pubblico. L’Agenzia
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
11
invita a presentare candidature
per la copertura del posto vacante di Responsabile di progetto Industrie dell'acqua e inquinamento (2014/8). Il termine per la
presentazione delle candidature è
il 15 dicembre 2014.
BANCA EUROPEA PER GLI
INVESTIMENTI: LAUREATO
CERCASI
La Banca Europea per gli Investimenti invita a presentare candidature per la copertura del posto vacante di Laureato junior
(101652). Il termine per la presentazione delle candidature è il
6 dicembre 2014.
ASSUNZIONI ALL'AGENZIA
EUROPEA
PER
I
MEDICINALI
L'Agenzia europea di valutazione
dei medicinali, con sede a Londra, ha la responsabilità di coordinare la valutazione e la vigilanza dei medicinali per uso umano
e veterinario in tutto il territorio
dell'Unione europea. L’Agenzia
indice le seguenti procedure di
selezione volte a costituire elenchi di riserva per i seguenti posti
vacanti:
Analista delle attività, dipartimento Sviluppo tecnologico e delle informazioni (367);
Amministratore di progetto,
divisione Tecnologia d'informazione (368);
Gestore di programma, a
sostegno del capo divisione,
divisione Medicinali veterinari (369).
Il termine per la presentazione
delle candidature è il 6 gennaio
2015.
ESPERTO
PER
LA
MARITTIMA
ALL’AGENZIA
SICUREZZA
L’Agenzia europea per la sicurezza marittima, con sede a Lisbona
(Portogallo), fornisce assistenza
alla Commissione europea e ai
paesi Ue nel settore della sicurezza nella navigazione marittima. L’Agenzia informa che è possibile presentare candidature per
il posto vacante di Esperto nazionale in formazione professionale (2015/01). Il termine per
la presentazione delle candidature è il 9 gennaio 2015.
candidature è il 14 dicembre
2014.
TIROCINANTI ALL'AGENZIA
FERROVIARIA EUROPEA
Compito dell’Europol è di contribuire a migliorare l’efficacia e la
cooperazione delle autorità competenti negli Stati Ue, al fine di
prevenire e combattere qualsiasi
forma grave di criminalità internazionale e il terrorismo. Europol
invita a presentare candidature
per i seguenti posti vacanti:
L’Agenzia ferroviaria europea ha
l’obiettivo di rafforzare la sicurezza e l’interoperabilità delle ferrovie in Europa. L’Agenzia ha due
sedi, entrambe in Francia: quella
operativa si trova a Valenciennes,
mentre le strutture per l'organizzazione di incontri e conferenze
internazionali
sono a Lille.
L’Agenzia invita a presentare
candidature per Tirocinanti. Il
termine per la presentazione delle
candidature è il 4 gennaio 2015.
POSTI VACANTI ALL'AUTORITÀ
EUROPEA
DEGLI
STRUMENTI FINANZIARI E
DEI MERCATI
L'Autorità europea degli strumenti
finanziari e dei mercati, con sede
a Parigi, ha l’obiettivo di proteggere l'interesse pubblico contribuendo alla stabilità e all'efficacia
del sistema finanziario a breve,
medio e lungo termine, a vantaggio dell'economia dell'Unione, dei
suoi cittadini e delle sue imprese.
L’Autorità informa che è possibile
presentare candidature per i seguenti posti vacanti:
Assistente amministrativo
(VAC29/FGIII) - scadenza 7
dicembre 2014;
Esperti nazionali distaccati Profilo legale (VAC31) - scadenza 12 dicembre 2014.
OPERATORE
JUST
ALL'EURO-
Eurojust, istituita nel 2002 con
sede a L’Aja, nasce con l’obiettivo
di migliorare l’efficienza delle autorità statali competenti nelle attività di investigazione transfrontaliera e lotta alla criminalità organizzata. Eurojust ha lanciato un
invito a presentare candidature
per il posto di Operatore ai servizi generali (14/EJ/09). Il termine per la presentazione delle
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
EUROPOL:
CERCASI
ASSISTENTI
Assistente tecnico servizio
desk (022) - scadenza
5 dicembre 2014;
Assistenti di comunicazione
(053) - scadenza 18 dicembre
2014.
MEMBRO DI COMMISSIONE
DI RICORSO ALL'UFFICIO
PER
L’ARMONIZZAZIONE
NEL MERCATO INTERNO
L’Ufficio per l’armonizzazione nel
mercato interno, con sede ad Alicante (Spagna), ha il compito di
rilasciare e gestire il marchio comunitario, che gode di una protezione uniforme e produce effetti
sull'intero territorio dell'Unione
europea. L’Ufficio ha pubblicato
un invito a presentare candidature per il posto vacante di Membro
di Commissione di ricorso
(957). Il termine per la presentazione delle candidature è il 17
dicembre 2014.
INTERREG IVB: FUNZIONARI CERCASI
Il Segretariato Congiunto di Interreg Baltic Sea Region è stato istituito a Rostock (Germania). Interreg Baltic Sea Region è uno
strumento finanziario dell’Unione
europea della politica di coesione
che finanzia progetti transnazionali che contribuiscono allo sviluppo di una regione più innovativa, più accessibile e sostenibile. Il
Segretariato informa che è possibile presentare candidature per la
copertura dei seguenti posti vacanti:
Funzionario finanziario;
Funzionario di progetto.
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
12
Il termine di invio delle candidature è il 12 gennaio 2015.
FRACTALS:
CERCASI
ESPERTI
Il consorzio FRACTALS invita gli
interessati a presentare la propria
candidatura per Esperti per la
valutazione delle proposte ricevute dalla call FRACTALS. Gli
esperti interessati devono avere
esperienza nell’applicazione delle
tecnologie dell'informazione e
della comunicazione al settore
agricolo e più specificamente in
uno (o più) dei seguenti campi:
applicazioni delle tecnologie
dell’informazione e della comunicazione per migliorare la
produttività in azienda;
applicazioni delle tecnologie
dell’informazione e della comunicazione per i mercati e le
fiere dei prodotti agricoli;
applicazioni delle tecnologie
dell’informazione e della comunicazione per la fornitura di
servizi pubblici nel settore agricolo.
Tutti gli esperti selezionati (compresi quelli con esperienza precedente nella valutazione delle
proposte finanziate dall'Ue) dovranno frequentare un corso di
formazione relativo al metodo di
valutazione FRACTALS. Il termine per la trasmissione delle candidature è il 15 dicembre 2014.
ESPERTI
PER
LA
VALUTAZIONE
DEL
RISCHIO
DI
PRODOTTI
COSMETICI
La Direzione Generale per la Salute e i consumatori della Commissione europea ha pubblicato
un invito a manifestare interesse
per la nomina di Esperti incaricati
di assistere il Comitato scientifico
della sicurezza dei consumatori in
materia di valutazione dei rischi
dei prodotti di consumo, prodotti
cosmetici e dei loro ingredienti
che la Commissione utilizza per
sviluppare le politiche in materia
di tutela dei consumatori. È richiesta una competenza in uno o
più dei seguenti settori:
chimica analitica;
tossicocinetica tra cui la modellazione;
tossicità riproduttiva;
dermatologia;
sensibilizzazione;
tossicologia in vitro.
Il termine per la presentazione
delle candidature è l’11 gennaio
2015.
CONCORSO
"NUOVI
FATTORI DI SUCCESSO"
Il Ministero delle politiche agricole
alimentari e forestali, in collaborazione con la Rete Rurale Nazionale (RRN) e con l’Istituto di
servizi per il mercato agricolo alimentare (ISMEA) indice un concorso per la quarta selezione nazionale di “Nuovi Fattori di Successo”, finalizzata alla valorizzazione e alla diffusione delle buone
pratiche nello sviluppo rurale realizzate da giovani agricoltori.
L’iniziativa consiste nella selezione di aziende agricole condotte
da giovani agricoltori che abbiano
usufruito
di
finanziamenti
nell’ambito delle politiche europee
di sviluppo rurale e che abbiano
applicato buone pratiche nello
sviluppo rurale. Le prime tre aziende classificate nella graduatoria finale saranno protagoniste di
tre docu-film appositamente girati,
a marchio Rete Rurale Nazionale.
Inoltre le prime dodici aziende
classificate saranno presentate
come esempi di “eccellenza”
nell’ambito delle iniziative della
Rete Rurale Nazionale e le loro
esperienze saranno diffuse attraverso prodotti divulgativi specifici
a marchio RRN, nel corso di vari
eventi nazionali e internazionali.
Possono presentare la propria
candidatura i giovani titolari di
aziende agricole che svolgono
attività di impresa sul territorio
italiano, in possesso dei seguenti
requisiti:
età inferiore ai 40 anni al momento della presentazione della domanda;
essere beneficiari di finanziamenti nell’ambito delle politiche europee di sviluppo rurale
(fondi FEASR), nella pro-
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
grammazione
2000-2006.
2007-2013
o
La domanda di partecipazione al
concorso dovrà essere presentata dal titolare dell’azienda agricola
che dovrà registrarsi, entro il 30
gennaio 2015 (data di scadenza
del
presente
concorso),
nell’apposita sezione “Nuovi fattori di successo - IV ediz.” del sito
web della Rete Rurale Nazionale
(www.reterurale.it/nuovifattori201
4) e compilare il form online in
ogni sua parte. Successivamente
il candidato dovrà scaricare i moduli di partecipazione, compilarli
in ogni parte, firmarli e farli pervenire, insieme a copia del proprio documento di identità,
all’ISMEA entro e non oltre le ore
12 del 30 gennaio 2015.
PREMIO NATURA 2000 PER
IL 2015
La Commissione europea ha lanciato il Premio Natura 2000 per il
2015. Possono partecipare al
Premio tutte le persone direttamente coinvolte in un sito Natura
2000, al fine di promuovere il
proprio lavoro, il proprio territorio,
stabilire nuovi rapporti e confrontarsi con nuove idee. I Premi saranno conferiti alle migliori pratiche nei siti Natura 2000, in cinque
diverse categorie:
comunicazione;
benefici socioeconomici;
conservazione;
conciliare
interessi/percezioni;
cooperazione transfrontaliera
e networking.
Imprese, enti, ONG, volontari,
proprietari terrieri, istituzioni educative o singoli cittadini, sono incoraggiati a presentare la propria
candidatura. I vincitori saranno
premiati e la loro esperienza pubblicizzata durante una cerimonia
di alto livello che si svolgerà a
Bruxelles il 21 maggio 2015 (Natura 2000 Day). Il termine per la
trasmissione degli elaborati è il 21
gennaio 2015. Quest’anno per la
prima volta i cittadini possono
votare il loro finalista preferito. Ai
candidati infatti sarà chiesto di
fornire una breve descrizione del
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
13
loro lavoro. Queste sintesi verranno visualizzate sul sito del
Premio, insieme a un’immagine
rappresentativa scelta dal candidato. Sulla base di questa sintesi
e della foto, il pubblico potrà votare (una sola) candidatura di qualsiasi categoria. Il voto del pubblico sarà aperto ai primi di aprile
2015, una volta che saranno stati
selezionati i finalisti per ogni categoria. Come per gli altri vincitori, il vincitore del Premio dei cittadini europei riceverà un riconoscimento durante la cerimonia di
alto livello, oltre a un supporto per
l’organizzazione di un evento nella loro zona.
RICERCA PARTNER
ll Servizio per l’innovazione della
formazione del Governo dei Paesi
Baschi cerca partner per un progetto nell’ambito del programma
Erasmus+ - Azione "Partenariato
strategico multilaterale". Scopo
del progetto è rafforzare il multilinguismo attraverso la cooperazione fra centri di formazione europei. Fra gli obiettivi ci sono la
creazione di una solida rete di
centri di formazione che possano
scambiarsi buone pratiche, la gestione di classi con studenti di
provenienze culturali diverse e la
realizzazione di una piattaforma
online con strumenti messi a disposizione degli insegnanti. (EI1)
Sempre
il
Servizio
per
l’innovazione della formazione del
Governo dei Paesi Baschi cerca
partner
per
un
progetto
nell’ambito del programma Erasmus+. In questo caso l’obiettivo
è creare strumenti e migliorare le
strategie per sviluppare i processi
valutativi per dirigenti scolastici e
insegnanti allo scopo di riuscire a
ottenere migliori risultati scolastici. Il progetto durerà due anni, le
lingue di lavoro saranno inglese e
spagnolo e i partner dovranno
provenire da Italia, Germania,
Svezia, Regno Unito, Francia, I
rlanda e Finlandia. (EI6)
L’Università Popolare di Albacete
(Spagna), nell’ambito del programma Erasmus+ - KA 2: educazione degli adulti, cerca partner, in particolare istituzioni/gruppi/università popolari, per
promuovere un progetto europeo
legato ai cestai e alla realizzazione di cesti con l'uso di piante di
diverse regioni europee. In particolare l'iniziativa intende approfondire la ricerca sulle radici comuni dell'intreccio dei cesti in Europa, mettere in comune le conoscenze tradizionali, favorire lo
scambio intergenerazionale di
esperienze su come insegnare
l'intreccio dei cesti e realizzare
materiali didattici sul tema. (EI5)
Il centro CEPA "Fernando Marrero Pulido-Arucas y Firgas” di
Gran Canaria (Spagna) cerca
partner europei per un progetto
sulla
formazione
continua,
nell’ambito del programma Erasmus+ - KA1 - KA2. Il progetto in
questione si prefigge di continuare a sviluppare la vocazione europea della scuola, offrire agli
studenti la possibilità di arricchire
la loro esperienza scolastica,
scambiare buone pratiche con
insegnanti e formatori di altri istituti europei e definire le linee guida di successo nel campo dell'educazione degli adulti. (EI4)
Confimprese Servizi di Pordenone, cerca partner europei per sviluppare un progetto nell'ambito
dell’invito a presentare proposte
per “Progetti transnazionali sui
diritti dei minori nei procedimenti giudiziari" con scadenza
11 dicembre 2014. (EI2)
L'Università privata Neapolis di
Pafos (Cipro), specializzata in
economia e commercio, scienze
della salute, architettura e territorio e scienze ambientali, è interessata a partecipare a un consorzio per la presentazione di un
progetto nell’ambito del programma "Diritti, uguaglianza e
cittadinanza" - Progetti transnazionali sui bambini vittime di bullismo a scuola, in ambienti di cura
residenziali e in regime di detenzione", con scadenza 10 marzo
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
2015 e per questo sono alla ricerca di partner in altri paesi. (EI3)
L'Associazione Telefono Donna di
Milano, cerca partner per un progetto da realizzare nell'ambito
dell'invito a presentare proposte
per "Sovvenzioni di azioni volte
a sostenere progetti transnazionali nel settore della politica
sulla droga" (scadenza 20 gennaio 2015). Scopo del progetto è
di impedire l'ingresso di persone
in potenziali circuiti di dipendenza
attraverso un'azione massiccia,
contattando il maggior numero di
potenziali consumatori di farmaci
e sostanze psicoattive, anche a
livello adolescenziale, all'interno
dei loro contesti di divertimento e
nei vari punti di incontro di aggregazione e divertimento, caratterizzati da situazioni di "rischio".
(ATD)
L'Amministrazione comunale di
Chamusca (Portogallo) cerca partner per un progetto da realizzare
nell'ambito dell'invito a presentare
proposte per "Sovvenzioni per
azioni al fine di accrescere la
consapevolezza dei bambini
riguardo ai loro diritti nei procedimenti giudiziari" (scadenza
11 dicembre 2014). Il progetto
consiste nell'individuare e condividere le migliori pratiche utilizzate per promuovere i diritti dei
bambini e dei giovani; sviluppare
le competenze dei professionisti
che intervengono in questi processi; standardizzare le procedure di interventi professionali in
situazioni di maltrattamento, abuso e pericolo. (MCP)
L’Istituto Pavoniano Artigianelli
per le Arti GrAfiche di Trento,
cerca scuole interessate a un
gemellaggio scolastico. In particolare l’istituto è interessato a uno
scambio di studenti (età 16 anni),
da realizzarsi nei mesi di febbraio/marzo 2015. Scopo dello
scambio è di coinvolgere inizialmente solo un piccolo numero di
studenti (5 o 6), al fine di agevolare e stimolare l'integrazione in un
nuovo ambiente culturale, scolastico o nel mondo del lavoro.
(IPA)
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
14
L'Amministrazione comunale di
Santarém (Portogallo) cerca partner per un progetto da realizzare
nell'ambito del programma Europa Creativa - Categoria 2: progetti di cooperazione su ampia
scala (scadenza prevista fine
settembre 2015). Il progetto, dal
titolo In.Cultural, consiste nell'avviare un processo di collaborazione con gli agenti culturali della
città, al fine di stabilire una
partnership di lavoro che consenta di implementare una strategia
di gestione partecipativa delle
attività culturali, dal punto di vista
della programmazione e raccolta
fondi. Il termine per manifestare
interesse ad aderire al partenariato è il 31 dicembre 2014.
(MSP)
La IES Universidad Laboral di
Albacete (Spagna), un istituto di
perfezionamento della formazione
professionale nel settore turistico,
cerca ristoranti interessati a ospitare studenti per uno stage. Il periodo dello stage sarà dal 1° aprile al 25 giugno 2015, le ore lavorative sono 8 al giorno per cinque
giorni a settimana. Non è richiesto nessun tipo di remunerazione,
ma solo il mantenimento dello
studente. (IES)
Il Somali Youth Development
Center (SYDRC) di Camden
(Londra), è un’organizzazione di
beneficenza gestita da giovani.
L’organizzazione cerca partner
per un progetto nell’ambito del
programma "Diritti, uguaglianza e cittadinanza". Il progetto
riguarda l’integrazione sociale
delle donne somale e il miglioramento delle loro possibilità di avere accesso agli spazi pubblici
comunitari. (SYD)
Nell’ambito del programma Orizzonte 2020 si segnala la seguente ricerca partner relativa all'area
Sfide per la società:
L'Università degli Studi KORE
di Enna cerca partner per il
progetto “Constitutional changes in North Africa (Morocco,
Algeria, Tunisia, Lybia, Egypt)
and their relevance for political and economical EU stra-
tegies in the Mediterranean
area”. Il progetto riguarda le
recenti modifiche costituzionali nei paesi del Nord Africa
coinvolti nella Primavera araba. Scadenza 28 maggio
2015. (USK)
RASSEGNA
GAZZETTE UFFICIALI
Regolamento (UE) n. 1143/2014
del Parlamento europeo e del
Consiglio del 22 ottobre 2014
recante disposizioni volte a
prevenire e gestire l'introduzione e la diffusione delle specie esotiche invasive.
GUUE L 317 del 4.11.2014
Con questo Regolamento si intende affrontare la crescente minaccia costituita dalle specie esotiche invasive. Tali specie sono
piante, animali, funghi e altri microrganismi che sono stati trasportati in un differente ecosistema, nel quale causano la perdita
della biodiversità e rappresentano
un pericolo per la salute umana e
animale e per l’economia.
Decisione di esecuzione della
Commissione del 20 novembre
2014 che istituisce la struttura
organizzativa e operativa della
rete europea per lo sviluppo
rurale e della rete del partenariato europeo per l'innovazione
e che abroga la Decisione
2008/168/CE.
GUUE L 317 del 4.11.2014
La presente Decisione istituisce
la struttura organizzativa e operativa della Rete europea per lo
sviluppo rurale (RESR) e della
Rete del partenariato europeo per
l'innovazione a sostegno della
produttività e della sostenibilità
dell'agricoltura (Rete PEI) istituendo un'Assemblea e un gruppo direttivo dei quali prevede la
composizione e i compiti e per i
quali fissa le norme che ne disciplinano il funzionamento. L'Assemblea ha, in particolare, il
compito di:
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
promuovere gli scambi e la
creazione di reti tra gli enti
pubblici e privati attivi nei settori dello sviluppo rurale e dell'innovazione a favore della
produttività e della sostenibilità
dell'agricoltura;
garantire il coordinamento tra
la RESR e la rete PEI;
fornire il quadro strategico per
le attività della RESR e della
rete PEI, comprese le attività
tematiche;
garantire una sorveglianza e
una valutazione adeguate delle attività della RESR e della
rete PEI rispetto agli obiettivi
del Regolamento (UE) n.
1305/2013;
proporre al direttore generale
dell'Agricoltura e dello sviluppo rurale i membri del gruppo
direttivo.
L'Assemblea è composta dai seguenti membri:
reti rurali nazionali (un membro per ciascuno Stato membro);
autorità di gestione (un membro per ciascuno Stato membro);
organismi pagatori (un membro per ciascuno Stato membro);
organizzazioni non governative a livello di Ue, iscritte nel
registro europeo comune per
la trasparenza, che sono state
nominate membri del gruppo
di dialogo civile sullo sviluppo
rurale a norma della decisione
2013/767/UE e che hanno espresso il proprio interesse a
partecipare
all'Assemblea
(massimo 29 membri);
organizzazioni a livello di Ue
che rappresentano le autorità
regionali e/o locali attive nel
settore dello sviluppo rurale, in
particolare dei collegamenti tra
zone rurali e urbane (massimo
3 membri);
gruppi di azione locale Leader
(un membro per ciascuno Stato membro);
prestatori di servizi di consulenza agricola che offrono servizi di sostegno all'innovazione
legati a gruppi operativi (un
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
15
membro per ciascuno Stato
membro);
istituti di ricerca agricola che
svolgono attività nel campo
dell'innovazione connesse a
gruppi operativi (un membro
per ciascuno Stato membro).
Il gruppo direttivo ha, in particolare, il compito di:
preparare e realizzare le attività della RESR e della rete PEI
e garantirne il follow-up, conformemente al quadro strategico stabilito dall'Assemblea;
coordinare le attività tematiche
conformemente al quadro stabilito dall'Assemblea e garantire il follow-up della loro realizzazione;
valutare in modo continuo l'efficacia e l'efficienza delle attività della RESR e della rete PEI;
garantire il coordinamento dei
lavori dell'Assemblea con
quelli di altri gruppi di esperti e
comitati istituiti nell'ambito del
dialogo civile in materia di sviluppo rurale;
riferire all'Assemblea in merito
alle proprie attività.
Il gruppo direttivo è composto dai
seguenti membri dell'Assemblea:
autorità di gestione e/o reti
rurali nazionali (un membro
per ciascuno Stato membro);
organizzazioni a livello di Ue
(massimo 12 membri);
autorità nazionali responsabili
della valutazione dei pro-
grammi di sviluppo rurale
(massimo 4 membri);
prestatori di servizi di consulenza agricola e/o istituti di ricerca agricola (massimo 4
membri).
Disposizioni nazionali di applicazione del Regolamento (UE)
n. 1307/2013 del Parlamento
europeo e del Consiglio, del 17
dicembre 2013.
Decreto prot. 6513 del 18 novembre 2014
Col Decreto del Ministero delle
Politiche Agricole Alimentari e
Forestali si conclude l’iter di approvazione della nuova PAC nel
nostro paese.
AVVISI DI EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
Nel corso degli ultimi quindici giorni il centro di documentazione di EUROPE DIRECT - Carrefour europeo
Emilia si è arricchito delle seguenti pubblicazioni, disponibili in consultazione, negli orari di apertura al
pubblico (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 e al pomeriggio solo su appuntamento):
▪
▪
▪
▪
▪
▪
▪
▪
▪
▪
▪
▪
▪
▪
▪
Brochure dell’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo a Milano;
La mente e il corpo d'Europa: una nuova narrazione - a cura dell'Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali delle
Comunità europee (disponibile in inglese);
Guida ai finanziamenti europei 2014 - a cura di Unioncamere del Veneto - Eurosportello del Veneto;
Invito nelle Terre d’Acqua - a cura della Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Bologna;
Quiete, tempo e spazio nella terra di passaggio. Una nuova dimensione per l’Appennino bolognese - a
cura del Centro Divulgazione Agricola di Bologna;
Social Agenda n. 38/2014 - a cura dell’Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali delle Comunità europee (disponibile in inglese);
L’Ambiente per gli Europei n. 53/2014 e Supplemento Settimana verde 2014 - a cura della Direzione
Generale Ambiente della Commissione europea;
Eurofound News n. 9/2014 - a cura della Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita
e di lavoro (disponibile in inglese);
Imprese e industria n. 20/2014 - a cura della Direzione Generale Imprese e industria della Commissione
europea;
Research.eu n. 36/2014 - a cura dell’Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali delle Comunità europee (disponibile in inglese);
Rivista rurale dell’Ue n. 18/2014 - periodico della rete europea per lo sviluppo rurale;
LIFE e le specie aliene invasive - a cura della Commissione europea (disponibile in inglese);
Edizione 2014 delle Pubblicazioni chiave dell’Unione europea - a cura dell’Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali delle Comunità europee (disponibile in inglese);
Eco-innovazione: ottima per l’ambiente, ottima per gli affari - a cura dell’Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali delle Comunità europee (disponibile in inglese);
Guida per i beneficiari dei Fondi strutturali e di investimento europei e i relativi strumenti europei in materia - a cura della Commissione europea (disponibile in inglese).
***
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
16
Martedì 2 dicembre non perdete MoRe Europe, la pillola informativa a cura di Roberta Bedogni e
Francesco Benati in onda su RUMORE Web Radio, la Radio Universitaria di Modena e Reggio Emilia,
con la partecipazione di Andrea Poluzzi e Barbara Finessi, di EUROPE DIRECT delle sedi di
Reggio Emilia e Modena.
Il programma si propone di informare sulle opportunità offerte agli studenti universitari - e non solo dall'Unione europea.
MoRe Europe va in onda ogni martedì alle ore 15.00 su www.rumoreweb.it
***
Il 7 dicembre non perdete la Rubrica d'informazione sulle opportunità offerte dall'Europa (bandi, concorsi e offerte di lavoro) a cura di EUROPE DIRECT - Emilia, all'interno di
“RegionEuropa”, il settimanale europeo della Testata Giornalistica RAI in onda su
RAI 3 ogni domenica alle ore 11,30.
Il settimanale racconta il rapporto tra i territori locali italiani e le loro istituzioni, le Istituzioni dell’Ue, dal
Parlamento europeo alla Commissione europea, al Comitato delle Regioni.
“RegionEuropa” è anche online e in live streaming al sito www.regioneuropa.rai.it ed è possibile seguirla su
Twitter @tgrregioneuropa
***
Ti sei rivolto recentemente a un centro informazioni EUROPE DIRECT? Cosa ne pensi?
www.ec.europa.eu/eusurvey/runner/EDICfeedback2014?surveylanguage=IT
***
Le notizie qui riportate sono riproducibili citando la fonte.
I contenuti di questa newsletter rappresentano il punto di vista degli autori e non necessariamente
la posizione della Commissione europea.
***
Hanno curato questo numero: Roberta Fiaccadori, Andrea Poluzzi, Giancarlo Orsingher e Carla Cavallini
EUROPE DIRECT - CARREFOUR EUROPEO EMILIA
N° 476 - 2 DICEMBRE 2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
294 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content