close

Enter

Log in using OpenID

embedDownload
Suor Blandina, la suora
più coraggiosa del West
Nata a Cicagna, salvò la vita al famigerato bandito Billy the Kid,
fondò scuole e ospedali: presto potrebbe diventare santa
La storia di Suor Blandina non è delle più
conosciute come quella di Agostino Devoto
di cui abbiamo pubblicato l’avventurosa vita
nello scorso numero, ma è al pari di quest’ultimo un’importante testimonianza storica
dei nostri antenati emigrati negli Stati Uniti
nella metà dell’Ottocento. La sua storia è
stata approfondita grazie a una ricerca avviata negli anni novanta dalla Biblioteca di
Cicagna sulle origini della suora; la sua vita di
religiosa nelle zone a est del Rio Grande e a
sud delle Sangre de Cristo Mountains (nella
Contea di Santa Fe, Nuovo Messico) è stata
da lei stessa raccontata attraverso il diario At
the End of the Santa Fe Trail, basato sulle lettere da lei scambiate con la sorella Giustina,
anch’essa religiosa in Ohio, con cui intrattenne un lungo rapporto epistolare.
Suor Blandina: una ragazza coraggiosa
Il suo nome completo era Rosa Maria Segale
(Cicagna, 23 maggio 1850 – Cincinnati, 23
febbraio 1941) è stata una religiosa e missionaria cattolica italiana che operò in terre particolarmente pericolose in tempi veramente
duri e lo fece con un coraggio e una forza
unici. Si trasferì all’età di quattro anni con
la famiglia a Cincinnati e l’8 dicembre 1868
prese i voti entrando nel convento delle suore della Carità con il nome di Blandina. Insegnava nelle scuole di Steubenville e Dayton
quando, a ventidue anni, il 27 novembre
1872, fu inviata come missionaria a Trinidad,
in Colorado. Viaggiò da sola e raggiunse la
sua destinazione il 9 dicembre 1872. A Trinidad dovette scontrarsi con la dura realtà, ovvero che la legge era difficile da far rispettare
anche per lo sceriffo. Il linciaggio era difatti
una -seppur barbara- pratica consueta per risolvere i contenziosi. Fu proprio in questa direzione che Suor Blandina si fece conoscere
in città, scagliandosi in più occasioni contro
l’utilizzo della giustizia sommaria e riuscendo anche a salvare alcuni uomini dalla folla
inferocita, facendo sì che fosse la legge e non
la folla a decidere della sorte dei criminali.
12
www.corfole.it /
Salvò la vita a Billy
the Kid e lui ricambiò il favore
Durante il tempo
che trascorse nella città mineraria
di Trinidad, ebbe
modo di conoscere
numerose storie di
omicidi commessi
da fuorilegge noti
e temutissimi da
tutti.Uno di questi fuorilegge di
cui tutti parlavano
era Billy the Kid, il
famoso
bandito
entrato nella leggenda (anche attraverso la cultura cinematografica americana,
da Furia Selvaggia con Paul Newman a Pat
Garret e Billy the Kid di Sam Peckinpah). Un
giorno uno studente di Suor Blandina le
raccontò che uno dei membri della banda
di Billy era stato ferito gravemente e abbandonato in una capanna vicino alla cittadina,
e che nessuno gli voleva prestare soccorso.
Suor Blandina decise di recarsi dal bandito,
senza esitazione, e di curarlo senza preoccuparsi che fosse un criminale o meno, salvandogli così la vita. Tempo dopo, Suor Blandina
seppe che Billy e la sua banda sarebbero arrivati a Trinidad per uccidere i quattro dottori
della città che avevano rifiutato di curare la
sua ferita. La suora decise di fermarli e chiese di incontrarli. Così, uno degli assassini più
temuti del west, la salutò gentilmente, visto
che gli era stato riferito che la suora si era
molto scomodata a rimettere in sesto il compagno ferito, e le disse che avrebbe avuto il
piacere di ricambiare il favore: prontamente
Suor Blandina chiese che la vita dei quattro
medici fosse risparmiata. Con onore e rispetto alla parola data, Billy the Kid acconsentì. Si
narra di incontri con il famoso bandito anche
in altre occasioni, alcune quasi incredibili. In
un viaggio in diligenza, per esempio, sembra
che la religiosa fosse tanto rispettata da Billy
the Kid al punto di ritirarsi dall’assalto dopo
essersi accorto della presenza della suora sul
trasporto, sotto gli occhi increduli del resto
dei passeggeri. Più tardi, Suor Blandina venne trasferita a Santa Fe dove continuò a diffondere la fede in Cristo e ad aiutare le persone in difficoltà. Lì fondò anche una scuola
e un ospedale. Qui ebbe anche modo di incontrare e curare da una brutta ferita la sua
vecchia conoscenza “Billy the Kid”, da poco
catturato e arrestato (per poco tempo, visto
che riuscì a fuggire poco dopo).
L’apertura del processo di beatificazione
Suor Blandina operò nel selvaggio west per
21 anni prima di tornare, anziana, a Cincinnati, dove lei e sua sorella, Suor Giustina, si
dedicarono al sostegno dei poveri in città
insieme a molti emigranti italiani. L’Arcidiocesi di Santa Fe ha annunciato a fine giugno
l’inizio del processo di canonizzazione e beatificazione della religiosa di origini fontanine, in virtù del suo costante lavoro di scolarizzazione e sostegno ai più deboli durante
tutta la sua vita in Ohio, Colorado e Nuovo
Messico. L’Arcivescovo Michael Sheehan ha
dichiarato di aver ricevuto dalla Santa Sede
l’approvazione per l’apertura della causa, anche se ufficialmente un processo di questo
tipo può richiede anni, se non addirittura un
secolo intero, per investigare il lavoro di Suor
Blandina e l’eventuale presenza di miracoli.
Luca Bagnasco
Bookcrossing: Liberiamo i libri!
Prende piede anche nel Levante lo scambio gratuito di libri fra cittadini
Liberare i libri. Sembra uno scherzo, invece
è un'idea che sta contagiando sempre più
persone in tutto il mondo. Partita dagli Stati Uniti con la creazione nel 2001 del portale bookcrossing.com, invita tutti i lettori a
condividere con la comunità i propri libri,
quelli che magari resterebbero negli scaffali a “prendere polvere”, che così possono
avere una seconda vita. Lo aveva proposto
a Rapallo l'associazione culturale “Un'altra
Rapallo”, con la predisposizione di una zona
dove lasciare i propri libri e prenderne altri,
mentre ora a Casarza Ligure, accanto alla
Polisportiva, è stata inaugurata una Little
Free Library, una mini-biblioteca a forma di
piccola casa, dove ognuno può lasciare i pro-
pri volumi e prenderne in prestito altri, tutto
liberamente! Ogni cittadino può installarne
una o comprandola direttamente sul sito
littlefreelibrary.com oppure creandola con le
proprie mani. Maggiori le persone coinvolte,
maggiori saranno le possibilità di creare una
biblioteca sempre più completa. La prossima
volta che deciderete di fare pulizia in casa o
quando vi troverete alle prese con un trasloco non sbarazzatevi dei libri che non leggerete più, ma date loro la possibilità di essere
letti ancora, perchè il loro scopo è proprio
quello. Liberiamo i libri, liberiamo la cultura!
Se conoscete un luogo dove si effettua
bookcrossing segnalatecelo ai recapiti in
copertina e noi lo pubblicheremo!
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
3 386 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content