close

Enter

Log in using OpenID

COMUNE DI RACCUJA

embedDownload
Originale
COMUNE DI RACCUJA
( PROVINCIA DI MESSINA )
DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL'AREA TECNICA
CODICE
N.87
Data 11/03/2014
CIG. Z520E367DD
OGGETTOiConferimento
incarico
professionale
DIREZIONE,
MISURA,
CONTABILITA'
E
LIQUIDAZIONE PER L'ESECUZIONE DEI LAVORI DI
"RESTAURO DEL MONUMENTO AI CADUTI" .
L'Anno Duemilaquattordici, il giorno Undici, del mese di Marzo, nel proprio Ufficio,
IL FUNZIONARIO RESPONSABILE
Premesso
Che con Delibera di G.M. n. 180 del 30/12/2013 è stata assegnata a questa Area Tecnica la somma di €.
2.656,00 a titolo di competenze professionali al fine di conferire l'incarico a tecnico esterno per le le
prestazioni di cui in oggetto;
- Che con Determina Dirigenziale n. 525 del 31/12/2013 è stato assunto il relativo impegno di spesa;
- Che in base all'art. 125 comma 11, secondo periodo del Codice dei Contratti di cui al D.Lgs. 163/2006
per importi inferiori ad €. 40.000,00 è consentito l'affidamento diretto da parte del Responsabile del
procedimento;
- Che per i servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria l'importo per cui si può procedere
all'affidamento diretto è pari ad €. 20.000,00 giusto regolamento Comunale adottato con delibera di
C.C. n. 4/2008;
- Che in base al suddetto comma 11 secondo periodo dell'art. 125 del D.Lgs la competenza per
l'affidamento diretto è del responsabile del procedimento, tuttavia quando il responsabile del
procedimento non ha i poteri di rappresentanza esterna dell'Ente, la competenza è devoluta al Dirigente
o al funzionario responsabile dell'Area con funzioni dirigenziali, giusto art. 107 del D.Lgs. 267/2000;
- Che pertanto il conferimento dell'incarico rientra nei poteri del sottoscritto affidatario di funzioni
dirigenziali giusto Determina Sindacale n. 01 del 02/01/2014;
- Che per l'incarico di cui sopra è stata redatta parcella preventiva da parte dell'Ufficio ai sensi del D.M.
Giustizia 31/10/2013, n. 143 il cui importo complessivo ammonta ad €. 2.656,00 comprensiva di IVA e
contributo Cassa;
- Che ai fini del conferimento dell'incarico è stato contattato PArch. Rosa Milici, nata a Montagnareale,
che ha redatto il progetto esecutivo ;
- Che il suddetto professionista , presa visione della parcella preventiva , ha prodotto offerta economica
con un ribasso del 21% sull'importo complessivo , disciplinare di incarico, e dichiarazione da cui
emerge che non sussistono atti impedivi all'assunzione dell'incarico;
- Che in relazione al ribasso l'onorario risulta pari ad €. 2.092,46 , oltre IVA e contributo Cassa per un
totale di complessivo di €. 2.654,91;
- Che il professionista ha sottoscritto il relativo disciplinare di incarico;
- Visto 1' Ord. Amm. EE.LL., vigente nella Regione Sicilia approvato con L.R. 15/03/1963, n. 16 e
smi;
- Visto il Codice dei Contratti di cui al D. Lgs. 163/2006;
- Visto il Regolamento di cui al D.P.R. 207/2010;
- Vista la L.R. 12/07/2011 n. 12 ed il relativo regolamento di attuazione;
- Visto il Regolamento di Contabilità Comunale;
- Visto lo Statuto Comunale;
- Vista la Determina Sindacale n.01 del 02.01.2014;
DETERMINA
1.
Di conferire all'Ardi. Rosa Milici , nata a Montagnareale il 22/01/1967 (cod. Fise.
MLC RSO
67A62 F395P), iscritta all'Ordine degli Architetti di Messina con il n. 886, l'incarico professionale per
la "DIREZIONE, MISURA E CONTABILITA' E LIQUIDAZIONE RELATIVA AI LAVORI DI
"RESTAURO DEL MONUNENTO AI CADUTI " giusto offerta economica per la determinazione
del compenso, disciplinare di incarico e dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà da cui emerge
l'assenza di atti impeditivi all'assunzione dell'incarico
2.
Dato atto che, ai sensi dalPart. 13 della legge 13 Agosto 2006, come modificata dal decreto legge 12
Novembre 2010 n° 187, convcrtito in legge, con modificazioni dalla legge 17 Dicembre 2010, n° 217,
avente ad oggetto norme sulla tracciabilità finanziaria, cosi come previsto dalla Determinazione n° 10
del 22/12/2010 dell'AVCP, per i lavori di cui in oggetto è stato acquisito il seguente codice: CIG.
Z520E367DD;
3.
Approvare in ogni parte l'allegato disciplinare di incarico che regola i rapporti tra Amministrazione e
professionista;
4.
Fare fronte alla spesa con le risorse impegnate con determina dirigenziale n. 525 del 31/12/2013;
5.
Dare atto che al pagamento si prowederà a prestazione eseguita e dopo presentazione di regolare
fattura.
IL DIRIGENTE AREA TECNICA
Ing. CHIOFALO Nunziato
COMUNE DI RACCUJA
(PROVINCIA DI MESSINA)
DISCIPLINARE D'INCARICO
PER L'AFFIDAMENTO DELLA PRESTAZIONE PROFESSIONALE DI DIREZIONE
MISURA E CONTABILITÀ, LIQUIDAZIONE PER L'ESECUZIONE, RELATIVI AI
LAVORI DI "RESTAURO DEL MONUMENTO AI CADUTI ART. 1
L'Amministrazione comunale di Raccuja, rappresentata dal dirigente F.F. dell'Area
Tecnica Ing. Nunziato Chiofalo, che d'ora in avanti sarà indicato semplicemente
"l'Amministrazione", affida all'Archi.. Rosa Milici, nata a Montagnareale (ME) il
22/01/1967 ed ivi residente in via Nuova, 14 - Cod. Fise. MLC RSO 67A62 F395P iscritta all'Ordine degli Architetti P.P.C, della provincia di Messina al n° 886, in seguito
indicato semplicemente "il professionista", l'incarico per la prestazione professionale di Direzione, Misura e Contabilità, Liquidazione ed assistenza al collaudo - dei lavori di
"Restauro del Monumento ai Caduti".
ART. 2
Resta, inoltre, stabilito fin d'adesso che, qualora dovessero ricorrere i presupposti di cui
ai commi 3 e 4 dell'ari. 90 del D.L.vo 81/2008, il professionista svolgerà anche le
funzioni
di
"Coordinatore
della sicurezza
per
l'esecuzione",
previa formale
comunicazione del R.U.P. In tal caso il professionista provvederà a tutti gli adempimenti
previsti dagli artt. 91 e 92 del citato D.L.vo 81/2008 e resta obbligato a svolgere
un'opportuna azione di coordinamento con il "Responsabile unico del procedimento" per
tutte le scelte tecniche che hanno rilevanza ai fini della tutela della sicurezza dei
lavoratori.
ART. 3
II professionista svolgerà l'incarico attenendosi al progetto esecutivo approvato ed alle
direttive del Responsabile Unico del Procedimento. Esso resta obbligato all'osservanza
delle norme del "Regolamento di attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163
e successive modificazioni" approvato con D.P.R. 5 ottobre 2010 n° 207, nonché della
normativa in materia di opere pubbliche vigenti nell'ambito della Regione Siciliana.
Inoltre, nell'esercizio della direzione dei lavori devono essere osservate tutte le norme
tecniche prescritte da leggi e regolamenti, inerenti le opere oggetto della presente
convenzione, per direzione, contabilità e collaudo.
ART. 4
Il corrispettivo per le prestazioni professionali oggetto del presente disciplinare è stato
pattuito in € 2.092,46, oltre IVA ed oneri previdenziali, per la prestazione di "Direzione
Lavori, Misura, Contabilità, e Assistenza al Collaudo", mentre quello per l'eventuale
funzione di "Coordinatore della sicurezza per l'esecuzione" sarà pattuito all'atto del
perfezionamento di tale incarico, sempre oltre IVA ed oneri previdenziali.
Il corrispettivo per direzione lavori deve intendersi comprensivo anche del compenso per
la trattazione delle riserve dell'impresa, e ciò anche nel caso in cui a questa siano
riconosciuti maggiori compensi, in dipendenza dell'accoglimento totale o parziale delle
riserve stesse.
Nel caso di risoluzione o rescissione del contratto d'appalto dei lavori, a termine delle
vigenti disposizioni, spetterà al professionista la quota di corrispettivo commisurata
all'importo complessivo dei lavori eseguiti.
Nessun compenso o indennizzo per la direzione, misura, contabilità, liquidazione dei
lavori ed assistenza al collaudo spetterà ai professionisti nel caso che i lavori, per
qualsiasi motivo, non siano comunque consegnati all'impresa aggiudicataria; nel caso
che, avvenuta la consegna, non avranno inizio, spetterà al professionista un rimborso
spese commisurato al tempo impiegato.
ARI. 5
Le somme per onorario e spese, dovute per direzione, misura, contabilità, liquidazione ed
assistenza al collaudo dei lavori ed, eventualmente, per l'eventuale funzione di
coordinatore della sicurezza per l'esecuzione, saranno corrisposte contestualmente al
pagamento dei lavori all'impresa, nella misura del 90% del progresso dell'importo dei
lavori eseguiti, risultanti dai successivi stati d'avanzamento o da altri documenti contabili.
Il restante 10% verrà corrisposto dopo l'approvazione degli atti di collaudo (ove
prescritto) o del certificato di regolare esecuzione e comunque non oltre un anno dopo
l'ultimazione dei lavori.
ARI. 6
Per l'eventuale compilazione di perizie di variante e/o suppletive, che si dovessero
rendere necessarie in corso d'opera su richiesta dell'Amministrazione o comunque
autorizzate dal RUP, l'onorario sarà di volta in volta concordato in via transattiva con il
RUP medesimo, sulla scorta dei criteri con cui è stato determinato il corrispettivo di cui
all'art. 4.
Qualora, per effetto della redazione di varianti approvate, si ha un incremento
dell'importo dei lavori rispetto al progetto esecutivo approvato, il corrispettivo di cui
all'art. 4 sarà conscguentemente adeguato all'effettivo importo lordo dei lavori eseguiti.
ART. 7
Tutte le controversie che possano sorgere relativamente alla liquidazione dei compensi
previsti dalla presente convenzione e non definite in via amministrativa saranno, nel
termine di 30 giorni dalla notifica del provvedimento amministrativo, deferite ad un
collegio arbitrale costituito da tre membri, di cui uno scelto dall'Amministrazione, uno dal
professionista ed il terzo da designarsi d'intesa tra le parti o, in mancanza, dal presidente
del tribunale competente.
ARI. 8
Sono a carico del professionista tutte le spese del presente atto e le consequenziali nonché
le imposte e tasse nascenti dalle vigenti disposizioni.
Restano a carico dell'Amministrazione le somme dovute al professionista ai sensi dell'alt.
10 della legge 3 gennaio 1981, n. 6 , l' I.V.A professionale e quant'altro dovuto per legge.
ART. 9
Per quanto non esplicitamente detto nel presente disciplinare si fa riferimento alla vigente
normativa in materia.
ART. 10
Ai fini della presente convenzione le parti eleggono domicilio:
a) L'Ing. Nunziato Chiofalo nella qualità di legale rappresentante dell'Amministrazione,
presso il Comune di RACCUJA;
b) L'Arch. Rosa Milici, presso il proprio studio sito a Montagnareale (ME) in via Nuova
n. 19.
Letto, confermato e sottoscritto.
Raccuja lì, M- O V?
II Tecnico Incaricate.—~^_
II Legale Rappresentante
COMUNE DI RACCUJA
( PROVINCIA DI MESSINA )
La presente Determinazione è stata pubblicata all'Albo Pretorio del
Comune per quindici giorni consecutivi dal 13/03/2014 al 27/03/2014
Raccuja, lì
L'Addetto alla pubblicazione
II Segretario Comunale
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
452 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content