close

Enter

Log in using OpenID

COMMISSIONE DSA slide-2.key

embedDownload
COMMISSIONE
DSA
Quando parliamo di DSA
(Disturbi Specifici di
Apprendimento) non tutti
sanno di cosa si tratta.
Chiamata comunemente
Dislessia si articola però in
modo diverso come di seguito
riportato:
Senza entrare in tutte le problematiche inerenti i DSA la mia
proposta per il gruppo “commissione DSA” si articolerebbe così:
!
- Censimento dei gruppi già esistenti nelle nostre scuole (fatto)
- Costituzione di un vademecum operativo sui passi da fare
quando si entra a scuola (fatto ma da confrontare con altri)
- Riunioni (un paio ad anno scolastico) di tutti i referenti dei
gruppi DSA delle scuole per confrontarci sulle cose fatte e
quelle da portare avanti
- Creazione di una mailing list per scambiarci materiali, iniziative
e altro
- Contattare le scuole che ancora non hanno un gruppo DSA per
crearli insieme
- Creazione di corsi per docenti, genitori e alunni (stiamo
organizzando al Mattei insieme al Majorana corso per docenti)
- Eventuale supporto da AID (Associazione Italiana Dislessia) o
altre associazioni che supportano i DSA in varie forme.
SCUOLE GIA' ESISTENTI
REFERENTI
IC 12 Bologna
Pier Paolo Rubini
IC Budrio
Cristina Bussolari
IC1 Bologna
Andrea Stefanini
IPSSAR B. Scappi (Alberghiero)
Valeria Menarini
Istituto Mattei San Lazzaro
Silvia Vaccari
Istituto Tecnico Agrario Serpieri
Silvia Cocchi
ITIS Majorana San Lazzaro
Silvia Vaccari ; Odette Turchi
Liceo Artistico Arcangeli - ISART- Bologna
Valerio Ugolini ; Angela Al Mureden
Liceo Scientifico Fermi - Bologna
Silvana Fusari
IC 8 Bologna
Marina Sammarchi
IIS Belluzzi Fioravanti - Bologna
Elisabetta Tello
IC San Giorgio di Piano
Arianna Guernelli
In formazione
IC 14 Borgo Panigale
Monica Boldreghini
IC 2 Primaria Donini San Lazzaro
Laura Amadori
IC 21 Scuola media Pepoli Bologna
Lea Ballanti
IC 9 Scuole Guercino
Laura Amadori
IC Casalecchio Centro Medie Marconi
Emanuela Branchini
IC Ceretolo Medie Moruzzi
Nadia Tassi
IC San Giovanni
Milena Minghetti
ISIS Archimede
Milena Minghetti
Liceo Scientifico Sabin
Silvia Quinziato
Scuola media Calcara Crespellano
Valerio Ugolini
VADEMECUM PROCEDURE RAGAZZI DSA MAJORANA
DIAGNOSI E PROFILO DI FUNZIONALITA’ - All’atto
dell’iscrizione portare in segreteria la diagnosi DSA dell’alunno e
farla protocollare, accompagnata possibilmente dalla lettera di
accompagno indicata come allegato 1. Importante ricordare che la
diagnosi deve essere recente (meno di 3 anni) e che tutte le volte
si cambia scuola (medie-superiori) si fa fare il Profilo di
funzionalità. (vedi allegato 3) Il coordinatore di classe avrà cura di
comunicare a tutti gli altri colleghi i ragazzi DSA affinchè
prendano visione della diagnosi.
!
PIANO DIDATTIVO PERSONALIZZATO - Prendere
appuntamento e parlare con il responsabile DSA della scuola, per
presentare la situazione e parlare del Piano Didattico
Personalizzato. Entro la fine di novembre, la scuola vi deve
presentare un PDP che verrà letto e concordato con i genitori (per
apportare eventuali modifiche) firmato e al quale si fa riferimento
per le misure dispensative e compensative, obiettivi da
raggiungere, ecc.
LINEA INTERNET - Richiesta linea internet. Questa viene
data dalla scuola ai ragazzi che lavorano con il pc o tablet,
che necessitano di programmi che funzionano solo on line
(tipo dizionari Inglese). Si scrive una lettera (vedi allegato
2), si porta in segreteria e si fa protocollare.
!
FOTOCOPIA VERIFICHE - In alcune scuole si è
addivenuti ad un accordo che permette ai ragazzi stessi,
nel momento della presentazione della verifica corretta, di
chiedere di poter fare una fotocopia (alcuni hanno una
scheda personale per le fotocopie), oppure, noi genitori,
chiedere per iscritto direttamente al professore.
RICHIESTA LIBRI DIGITALI – Alla fine dell’anno scolastico vengono
stilate le liste dei libri di testo. Per ora i testi sono disponibili solo in
formato cartaceo o misto, ma i ragazzi DSA hanno bisogno del testo in
formato digitale (PDF). Per avere i libri digitali occorre essere iscritti
all’AID – Associazione Italiana Dislessia www.dislessia.it – costa 40 €
all’anno. Dopo di che ci si iscrive alla LIBROAID – www.libroaid.it – e
tramite il computer si ordinano i libri. Vi arrivano a casa con un
dischetto, o si scaricano direttamente dal loro sito, senza pagare
null’altro.
Per prelevare materiale on-line abbinato al proprio libro di testo:
http://libreriaweb.edatlas.it/
È possibile scaricare anche audiolibri. In questo senso vi ricordiamo
anche altre possibilità:
la Biblioteca Sala Borsa è fornitissima e potete richiederli in
prestito;
potete iscrivervi gratuitamente al servizio del libro parlato: Lions
http://www.libroparlatolions.it/
potete iscrivervi ad un prezzo ragionevole al servizio del libro
parlato: http://www.libroparlato.org/
potete cercare in internet le diverse opportunità gratuite di
audiolibri.
SITO E BACHECA DELLA SCUOLA – Il comitato genitori
dovrebbe avere uno spazio nel quale si possono trovare tante
informazioni. Dovrebbe essere presente anche una bacheca
all’interno della scuola, fruibile a tutti.
!
MATERIALE – sul link http://www.mediafire.com/folder/
0s401qydtycqt,wln5v0mpnau0k/shared trovate due cartelle che
contengono una tutto il MATERIALE relativo ai DSA (moduli,
legge, linee guida, ecc.) mentre MATERIE DSA trovate tante
cartelle divise per materia con dentro mappe, link, schemi ecc.
Viene aggiornato continuamente (creato da Odette Turchi e-mail
[email protected])
http://cts.w.istruzioneer.it/
C.T.S.
Centri Territoriali di Supporto
Referenti: Grazia Mazzocchi e Francesco Valentini.
I Centri Territoriali di Supporto nascono all’interno del Progetto del
Miur “Nuove tecnologie e disabilità”, azioni 4, 5 e 7.
!
Azione 4 e 5 Il Progetto ha istituito la prima rete pubblica di Centri
per gli ausili (denominati Centri Territoriali di Supporto – CTS). Tale
rete, distribuita uniformemente su tutto il territorio italiano, offre
consulenze e formazione a insegnanti, genitori e alunni sul tema delle
tecnologie applicate a favore degli alunni disabili. Sul territorio
nazionale sono stati istituiti circa 92 Centri Territoriali di Supporto.
Per sostenere i CTS, il Ministero prevede incontri di formazione e di
discussione con i referenti regionali per la disabilità e con gli operatori
dei singoli Centri.
L’istituzione e il funzionamento dei CTS è stato definito tramite le
azioni 4 e 5 del progetto. Gli obiettivi delle azioni citate sono i seguenti.
Azione 4: Realizzare una rete territoriale permanente che consenta di
accumulare, conservare e diffondere le conoscenze (buone pratiche, corsi di
formazione) e le risorse (hardware e software) a favore dell’integrazione
didattica dei disabili attraverso le Nuove Tecnologie. La rete dovrà essere in
grado di sostenere concretamente le scuole nell’acquisto e nell’uso efficiente delle
nuove tecnologie per l’integrazione scolastica.
Azione 5: Attivare sul territorio iniziative di formazione sull’uso corretto delle
tecnologie rivolte gli insegnanti e agli altri operatori scolastici, nonché ai genitori e
agli stessi alunni disabili.
Azione 7 L’azione 7 del progetto, realizzata in collaborazione con l’Associazione
Italiana Dislessia, ha lo scopo di sensibilizzare i docenti verso questo e gli altri
disturbi specifici di apprendimento (DSA) e organizzare, articolandolo a livello
regionale, un piano di formazione in presenza e on line.
Obiettivi specifici dell’azione 7:
potenziare la piattaforma per la formazione on-line già esistente e attivare un
servizio di supporto continuativo per i docenti già formati.
estendere a tutte le scuole d’Italia il modello di formazione integrata per dotare gli
insegnanti curriculari e non di competenze relative al riconoscimento e alla didattica
per i disturbi specifici di apprendimento (dislessia) negli alunni di ogni ordine e grado
di scuola, anche relativamente all’uso delle tecnologie informatiche come strumento
didattico e compensativo.
CENTRI RIABILITATIVI – ECC.
http://www.anastasis.it/?me=standard
COOPERATIVA ANASTASIS
Nei Corsi di formazione Anastasis gli obiettivi sono quelli di
conoscere strumenti e strategie per far raggiungerel'autonomia
nello studio a bambini e ragazzi con disturbi specifici
dell'apprendimento, promuovendo l'autostima ed ilpieno utilizzo
delle capacità individuali, sia singolarmente che nel lavoro di
gruppo. !
http://www.oltremodo.eu/?q=node/2
ASSOCIAZIONE OLTREMODO
L'Associazione Oltremodo promuove l'autonomia, la
partecipazione e l'integrazione di persone con Disturbi Specifici
dell'Apprendimento (DSA: DISLESSIA, DISGRAFIA,
DISORTOGRAFIA, DISCALCULIA); attraverso l'uso delle
tecnologie informatiche nell'educazione, di metodologie
didattiche attive e partecipative e di strategie psicoeducative al
fine di favorire il benessere scolastico e la qualità della vita. http://www.centroampia.com/site/#url
CENTRO A.M.P.I.A.
Il Centro A.m.p.i.a. realizza attività didattiche a favore di studenti
con difficoltà e disturbi specifici dell'apprendimento (DSA).
!
www.centrostudisantostefano.it
CENTRO STUDI SANTO STEFANO
Lezioni individuali e collettive di tutte le materie scolastiche di tutti
gli ordini scolastici.
!
www.centroapprendimento.it
CENTRO PER L’APPRENDIMENTO
CASANOVA TASSINARI
Gli interventi (dalla valutazione iniziale fino alla costruzione di
percorsi riabilitativi personalizzati, all'aiuto allo studio in
collaborazione con le famiglie e le scuole) sono frutto
dell’integrazione di professionalità e ruoli diversi: insegnanti, medici,
psicologi, educatori, riabilitatori e famiglie.
http://www.antoniano.it/47-onlus/79-bambini/80centro_terapeutico_per_bambini_%22antoniano_insieme
%22/145-logopedia/
ANTONIANO INSIEME
Antoniano Insieme è un Centro Ambulatoriale di Medicina Fisica
e Riabilitazione Neuropsichiatria dell'Infanzia e
dell'Adolescenza. È parte di Antoniano onlus ed offre servizi di
prevenzione, diagnosi e riabilitazione ai bambini in età evolutiva.
La struttura, una volta comprese le necessità degli
assistiti, realizza interventi abilitativi e riabilitativi per
bambini disabili e offre attività di supporto psicologico alle
famiglie.Per svolgere al meglio questo compito, Antoniano
Insieme si avvale di una équipe medica, specializzata in psicologia
e neuropsichiatria infantile, e di operatori qualificati in varie
discipline come logopedia, fisioterapia, psicomotricità,
musicoterapia.
Spett.le
……………..
…………….
………………
C.A.
Dirigente scolastico
(Città), __________________
OGGETTO: Richiesta accesso linea internet alunno DSA
Io sottoscritta, ______________ genitore dell’alunno __________
frequentate codesto Istituto nella classe_______________________,
sono a richiedere con la presente, la password per avere accesso alla linea
internet utile all’applicazione di alcuni software indispensabili alla
didattica e allo studio degli studenti DSA.
In attesa di Vostro gradito riscontro, porgo distinti saluti
________________________________
ALLEGATO 3
PROFILO DI FUNZIONALITA’.
Fatto che la dislessia non è una malattia, quindi non si guarisce, rimane
valida sempre la prima diagnosi fatta.
A questa viene seguito il profilo di funzionalità, che di solito viene
eseguito dagli stessi specialisti (quando possibile) o dallo stesso centro
che ha redatto la diagnosi.
Il profilo di funzionalità, non è altro che una conferma della diagnosi,
riportando però i miglioramenti, quando ci sono, o il persistere delle
stesse problematiche e quindi i suggerimenti che vengono dati alla
scuola per far sì che l’alunno possa procedere negli anni, con gli
strumenti giusti di cui necessita.
Questo perché ogni ragazzo DSA ha delle peculiarità tutte sue e quindi
un profilo può e deve indirizzare gli insegnanti ad una didattica
assolutamente personalizzata.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
5
File Size
810 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content