close

Enter

Log in using OpenID

B_Mag_n_8

embedDownload
numero 6 | LUGLIO/AGOSTO 2014 | distribuzione gratuita
il primo mensile interamente dedicato al basket mantovano
MAGAZINE
pag.21
All’interno
ne
Premiazio
e
in Comun
a
a Mantov
EDITORIALE
Un traguardo Gold
La squadra fa visita
al main sponsor
Dinamica Generale
PLAYOFF
Quarti - Semifinali - Finali
la storia di questa
promozione in A2
mirza alibegovic
oltre al nome c'è di più
Photo Sara Frigeri
di Nicola Antonietti
editoriale
MAGAZINE
Direttore
Responsabile
Adriano Negri
Ufficio stampa
[email protected]
Ufficio marketing e pubblicità
[email protected]
Hanno collaborato
a questo numero
Nicola Antonietti
Davide Dusi
Michele Fadani
Alessia Negri
Leonardo Piva
Luca Rallo
Luca Russo
Silvia Scarbolo
Ufficio Stampa Dinamica Generale S.p.A
Fotografie
Gabriele Capucci
Luca Sacchi
Enrique Quintanilla
Omar Giovanelli
Doriano Bassi
Sara Frigeri
Pippoclik
Cristian De Bianchi
Progetto grafico
Enrica Bergonzini
grafica con passione
www.enricabergonzini.it
Stampa
Mail Boxes Etc.
Mantova
Testi e foto sono
di proprietà dell’editore
E’ vietata ogni riproduzione
non autorizzata.
corrispondente per "La Voce di Mantova"
e "Radio Virgilio/Mantova24")
Da un avvio nero
ad un traguardo Gold!
Da dove iniziare per raccontare un trionfo
tanto speciale, prima inatteso e poi
lungamente sognato, da essere diventato
ormai, e per sempre, “storia”? Dal momento
più difficile, da una sconfitta che è stata
al tempo stesso il punto più basso della
stagione e la molla decisiva per mettere
insieme un filotto impressionante di risultati.
Ora che la nostra Pallacanestro Mantovana
è in A2 (o Adecco Gold se preferite le
denominazioni più “moderne”) la mente va
a ripercorrere una stagione indimenticabile
e difficile ed il pensiero non può non
soffermarsi su quel sabato 14 dicembre
quando al PalaBam passò Recanati: fu una
sconfitta durissima da digerire eppure fu
proprio in quel momento che furono poste
le basi per la promozione. Squadra, società
e tifosi si compattarono e lentamente, ma
inesorabilmente, dalla zona retrocessione si
passò alla zona tranquillità, quindi alla zona
playoff e infine addirittura ad un secondo
posto. I playoff, chi ci avrebbe pensato
quel giorno di dicembre? Eppure erano
lì, ed erano veri, e la Dinamica vi arrivava
da favorita, dopo avere incantato mezza
Italia con un basket tutto cuore e cervello,
grinta e tecnica, sciorinati su parquet che
sembravano irraggiungibili o in un PalaBam
sempre più ribollente di tifo e passione.
Già arrivare ai playoff sembrava il massimo
della vita, ma tra maggio e giugno la
Dinamica ha deciso di mettere il punto
esclamativo su una stagione da sogno:
nei quarti asfaltava Chieti, in semifinale
si prendeva pure il lusso di andare a
eliminare Ferrara a domicilio, e infine, in
una serie rovente di tifo, tensione e…
temperatura, metteva in riga anche una
ottima Casalpusterlengo: prima con un
cuore grande così in gara-4, poi giocando sul
filo dei nervi in una gara-5 non bellissima sul
piano del gioco ma indimenticabile dal punto
di vista agonistico. Ed ora, giustamente, è
festa per questa squadra, per i giocatori,
il coach e il suo staff, per la società, e per
tutti coloro che silenziosamente hanno
lavorato perché questo piccolo grande
miracolo andasse a realizzarsi. Ora c’è
attorno un grande entusiasmo, ci sono quelli
che seguivano questa squadra anche nei
campetti più minuscoli, e ci sono coloro che
solo da poco si sono accorti di quanto può
essere bello il basket a Mantova: chi vi scrive
ha raccontato – su carta e attraverso una
radio – questa stagione fin dalla prima gara,
e può confermarvi che questo successo è
stato il frutto di un paziente, ostinato lavoro,
che ha avuto ragione anche dei momenti
più bui trasformandoli, da possibili salti
nel vuoto, in veri e propri trampolini verso
qualcosa di unico. Da quel 14 dicembre
quando tutto sembrava compromesso, si è
iniziato a scrivere la storia, e questa storia
è stata a lieto, lietissimo fine. In attesa della
prossima stagione, l’unica cosa che si può
dire adesso è…Forza Stings!
DOPPIA COPERTINA
Un numero speciale di B-Mag Magazine chiude una stagione entusiasmante
che ha coinvolto una società, una città ed un territorio in un viaggio lungo 10
mesi. Si chiude con una promozione in Adecco Gold, la stagione della Pallacanestro Mantovana, protagonista di una cavalcata vincente. B-Mag Magazine ha
presentato al pubblico mantovano tutti gli attori di questa spettacolare annata,
con una copertina, una intervista e diversi poster. Questa volta, per concludere gli
spazi dedicati agli Stings, la redazione ha intervistato Mirza Alibegovic e Giovanni
Allodi, che in questa edizione estiva saranno raffigurati entrambi in prima pagina. Una
www.stings.it
[email protected]
doppia-copertina che darà la giusta visibilità a due giovani prospetti che hanno dato il
loro prezioso apporto alla promozione della Dinamica Generale Mantova. Due copertine
ad aprire un intero magazine tutto dedicato agli Stings e alla loro impresa.
2
All’interno
numero 6 | LUGLIO/AGOSTO 2014 | distribuzione gratuita
il primo mensile interamente dedicato al basket mantovano
MAGAZINE
Doppio
Poster Stings
Le interviste
degli atleti Stings
pag.23
Gli Stings
calcio
giocano a
struzione
per la rico
post-sisma
Basket Csi
Il Dosoloso,
un sogno lungo 11 anni
giovanni allodi
dedizione e passione da 30 e lode
Photo Sara Frigeri
MAGAZINE
INERVISTA
di Davide Dusi
Mirza Alibegovic
Non solo un nome: un vero atleta
col pieno di determinazione
Figlio d’arte, in quanto il padre Teoman è stato un cestista di valore che ha indossato le
maglie di Fortitudo Bologna, Trieste, Udine e nazionale slovena, Mirza ha già dimostrato di
aver ereditato i geni paterni, essendo un giocatore di talento dotato di atletismo e tecnica
sia da dietro l’arco che in penetrazione.
Cresciuto cestisticamente ad Udine dove ha esordito in Legadue, ha poi vestito la divisa
della Fortitudo Bologna nel campionato di B Dilettanti dove è stato avversario proprio
degli Stings. Nella stagione 2011/12 è approdato a Pesaro in Serie A mentre nella passata
stagione comincia l'anno a Pistoia (Legadue) dove ha disputato 15 partite viaggiando a 3.4
punti in 16.3 minuti di utilizzo per poi passare a Brindisi la stagione scorsa.
1
Ciao Mirza, come ti sei trovato
qua a Mantova?
Direi che mi sono trovato molto
bene... Le gente di Poggio Rusco è
stata davvero amichevole e ci hanno
accolto come una famiglia.
2
Come hai iniziato a giocare a
basket?
Da piccolo giocavo sia calcio
che a basket... Poi l’amore per
la Pallacanestro ha preso il
sopravvento.
NOME: MIRZA
COGNOME: ALIBEGOVIC
SOPRANNOME: Mirzone
Numero: 15
Ruolo: GUARDIA
Nazionalità: ITA
Città di nascita:
Corvallis (Oregon, USA)
Data di nascita: 25/09/92
Altezza: 198 CM
MIGLIOR GIOCATORE DI BASKET:
Michael Jordan
MIGLIOR GIOCATORE CON CUI
HAI GIOCATO:
4
James White
È molto dura portare un cognome
così prestigioso. Finchè non
diventerò più forte di mio papà
alcuni avranno sempre qualche
pregiudizio e devo fare in modo che
si parli di me non tanto per il mio
cognome ma per quello che faccio
in campo.
Cosa ti ha spinto a voler
giocare per gli Stings?
Devo innanzitutto ringraziare John
Ebeling perché si è fortemente
impegnato per farmi arrivare a
Mantova, naturalmente sono grato
al Presidente Adriano Negri per
avermi voluto prendere.
3
4
Tuo padre è stato un giocatore
così importante tanto da aver
militato nella Fortitudo Bologna
e nella nazionale slovena. Cosa
si prova a portare sulla maglia
un cognome così prestigioso?
5
Qual è il giocatore più forte che
hai mai affrontato fino ad oggi?
James White che mi toccava
marcare in allenamento quando
giocavo a Pesaro (stagione
2011/2012/ n.d.r.) ed era veramente
dura fermarlo.
6
Cosa ti piace fare nel tempo libero?
7
La tua top 5 tra i giocatori di tutti i tempi?
8
Le tue squadre preferite in NBA ed Eurolega?
Mi piace uscire con i compagni di squadra, gli amici e
naturalmente stare con la mia fidanzata.
Altrimenti mi diverto anche a giocare alla PlayStation.
Drazen Petrovic, Michael Jordan, Carmelo Anthony, mio
padre Teoman Alibegovic e Shaquille O’Neal
In NBA tifo per i New York Knicks perché il mio
giocatore preferito è Carmelo Antony, mentre in
Europa apprezzo il Real Madrid perché è uno dei club
più prestigiosi.
9
10
ETIOPIA
LA ROTTA STORICA
TOUR DI GRUPPO
PARTENZA PREVISTA
FINE SETTEMBRE
CUBA
D’AUTORE
TOUR DI GRUPPO
PARTENZA PREVISTA
NOVEMBRE /DICEMBRE
Quali sono gli aspetti del tuo gioco in cui senti
di dover migliorare?
Devo migliorare nel ball-handling, ma sopratutto
devo avere più fiducia in me stesso e confidare
maggiormente nelle mie qualità.
Il tuo sogno nel cassetto?
Il mio sogno è di arrivare prima o poi in NBA.
V&V VELLINI VIAGGI
Via XX Settembre 9/A Mantova Tel. 0376.310170 fax 0376.367615 [email protected]
Cipro nord
PARTENZA DA VERONA
DA LUNEDI’ 8/09 A LUNEDI’ 15/09
IN ALL INCLUSIVE COSTI AGGIUNTIVI COMPRESI
UNA PIACEVOLE SORPRESA
SARA’ RISERVATA AI PARTECIPANTI
HOTEL ACAPULCO RESORT & CASINO*****
€ 748,00 QUOTA DI PARTECIPAZIONE
PER PERSONA IN CAMERA DOPPIA PINES II
PROGRAM
M I D E T TA G L I AT I I N A G E N Z I A
organizzazione tecnica V&VELLINI VIAGGI Aut. Nr.91895/03
5
MAGAZINE
INERVISTA
di Davide Dusi
Giovanni Allodi
Tra libri e palestra,
dedizione e passione:
30 e lode per il nostro Gio
Prodotto dalla Magik Basket Parma con cui ha partecipato fino al campionato Under 15,
viene reclutato dalla Pallacanestro Reggiana con la quale disputa i campionati Under
17 e Under 19, facendo registrare anche alcune presenze con la prima squadra sia in
campionato che amichevoli. Nel giro della nazionale Under 20, dopo la grande esperienza
maturata a Reggio Emilia, per Giovanni Allodi con gli Stings è la prima vera esperienza in
una squadra senior.
1
Ciao Giovanni, come ti sei
trovato quest’anno nella
famiglia Stings?
3
Mi sono trovato molto bene, sia con
i compagni che mi hanno aiutato
nella mia crescita come giocatore
ma ance come persona, sia con la
dirigenza, molto seria che mi ha
aiutato in tutte le mie esigenze extra
sportive.
2
Sicuramente l’esperienza a Reggio
Emilia è stata fondamentale; oltre
al punto di vista tecnico, in cui
sono cresciuto molto, mi hanno
anche insegnato come funziona
il mondo del professionismo,
facendomi comprendere lo spirito
del sacrificio; sono passato dal fare
3 allenamenti a settimana alla Magik
a fare anche 4-5 ore di allenamento
al giorno tutti i giorni; tutto questo
da conciliare con lo studio.
Che ricordi hai di quando
giocavi a Parma nella Magik
Basket?
Ho ricordi sicuramente molto belli,
eravamo un gran gruppo, vincevamo
sempre e ho ancora ottimi rapporti
sia con i miei ex compagni che con
i miei ex allenatori con cui mi sento
spesso.
Quanto ha influito la
Pallacanestro Reggiana nella
tua crescita cestistica ma
anche umana ?
4
Quali sono gli aspetti del
gioco in cui ritieni di dover
migliorare?
Devo migliorare in moltissimi aspetti
del mio gioco, ma penso che
soprattutto ho bisogno di rinforzarmi
NOME: Giovanni
COGNOME: Allodi
SOPRANNOME: GIO
Numero: 18
Ruolo: ALA/CENTRO
Nazionalità: ITA
Città di nascita:
PARMA
Data di nascita: 15/01/94
Altezza: 205 CM
MIGLIOR GIOCATORE DI BASKET:
Lebron James
MIGLIOR GIOCATORE CON CUI
HAI GIOCATO:
6
Donnel Taylor
7
Hai avuto l’onore di essere
stato convocato a un raduno
con la nazionale Under 20. Che
sensazioni hai provato?
Sicuramente è stato un grande
onore: rappresentare l’Italia fa
sempre un certo effetto, ero molto
contento; per il resto conoscevo
già tutti i ragazzi che hanno fatto
il raduno insieme a me, quindi mi
sono trovato bene ed ero orgoglioso
di essere tra i migliori della mia
categoria.
fisicamente; devo diventare più
tosto sotto canestro.
5
6
A quale o quali giocatori ti
ispiri?
In realtà non mi ispiro a nessuno;
cerco di trarre il più possibile
di buono da tutti i giocatori che
incontro; è indifferente se giochino
nel mio ruolo o in un altro.
8
Quali sono le tue passioni al di
fuori della pallacanestro?
Nel poco tempo libero che ho mi
piace andare a ballare e più in
generale stare in compagnia con gli
amici, qualsiasi cosa si faccia.
9
In ambito NBA, tra quelli che ho
avuto la fortuna di veder giocare,
scelgo: Chris Paul, Allen Iverson,
Tracy McGrady, Tim Duncan e
Shaquille O’Neal.
10
La tua top 5 tra i giocatori di
tutti i tempi?
Cosa avresti voluto fare nella
vita se non fossi diventato un
giocatore professionista?
Ora come ora sto studiando
Economia e mi piacciono gli
argomenti che si trattano, quindi
vedremo in futuro se riuscirò a
inserirmi in quell’ ambito.
Durante il periodo a Reggio
Emilia quali sono stati il
compagno di squadra più forte
che hai mai avuto e l’avversario
più ostico?
Il compagno di squadra più forte
sicuramente Ojars Silins, che
attualmente gioca sempre a Reggio
Emilia in serie A; l’avversario più
forte è una domanda a cui faccio
fatica a rispondere... ce ne sono
stati tanti... Forse Matteo Imbrò
della Virtus Bologna.
IMPIANTI
FOTOVOLTAICI
DA 40 ANNI SOLUZIONI PER
UN’ENERGIA CHE CONVIENE
CHECK UP
ENERGETICO
GRATUITO
IMPIANTI
TERMICI
ad alta
efficienza
IMPIANTI DI
ILLUMINAZIONE
con tecnologia
LED
quart
playoff
MAGAZINE
QUARTI DI FINALE
L'avventura playoff ha inizio
Proger Chieti prima avversaria
della Dinamica
D
opo aver chiuso in bellezza il
campionato regolare di Adecco
Silver (battendo la capolista Agrigento
91-89), gli Stings si piazzano al secondo
posto in classifica dietro solo alla stessa
Fortitudo che come prima della lista si
giocherà i playoff con le squadre di Gold
per l’accesso in Serie A. La Dinamica
Generale invece è la prima squadra tra
le classificate ai playoff di Adecco Silver,
per contendersi la promozione in Gold, e
si assicura quindi il fattore campo contro
qualsiasi avversaria. Comincia così un
cammino tutto da scalare, ogni volta al
meglio delle cinque partite, che inizia con
i quarti di finale nei quali la Mantovana
affronterà la Proger Chieti. Vecchia
conoscenza dei biancorossi, la stessa
che proprio l’anno precedente fu la rivale
della Dinamica ai playout di DNA; la stessa
che si aggiudicò la salvezza in Gara5
negandola ai mantovani.
Oggi la storia si ripete ed il destino mette
ancora le stesse squadre una di fronte
all’altra. In ballo stavolta c’è la Gold, e il
sapore di rivalsa anima questa serie di
incontri tra virgiliani e teatini. Gli Stings
non incontrano particolari difficoltà e
archiviano i quarti con un perentorio 3-0.
La Proger si trova davanti una Dinamica
Generale solida in difesa e scatenata al
tiro da tre.
Anche un’analisi dei singoli match non
può far altro che confermare la superiorità
della Dinamica Generale che vince tutte
tre le volte con scarti significativi (+20
gara1, +18 gara2, +29 gara3). Gli Stings
riescono a gestire bene le tensioni e la
concentrazione mostrando l’abilità di
saper continuare nella giusta direzione
anche quando ci si trova al comando.
COMUNICAZIONE GRAFICA AZIENDALE
C
8
340 3506347
M
[email protected]
www.enricabergonzini.it
· Creazioni
floreali
· Piante
· Articoli
da regalo
· Arte
funeraria
· Bomboniere
POGGIO RUSCO-Via Matteotti, 194 - Tel. 0386 740294
ti
Dinamica Generale
Mantova
vs
Proger Chieti
Gara1  PalaBam 3.5.14 - W 92 - 72
Gara2  PalaBam 5.5.14 - W 90 - 72
Gara3  PalaTricalle 8.5.14 - W 52 - 81
Durante la seconda partita
al PalaBam la festa è anche
dedicata al risultato ottenuto
da Coach Alberto Morea,
eletto Migliore Allenatore
del mese di Aprile di Adecco
Silver, e premiato in campo
prima della palla a due.
In questi playoff, argomento
focale è stato senz’altro
la presenza del pubblico
mantovano: un’escalation vera
e propria, come vedremo, che
dal picco delle 1800 presenze
contate in questa fase
continuerà a crescere fino
alla finale regalando emozioni
sempre più forti; movimento
che in realtà è in continuo
progresso già dall’inizio del
campionato, quando alle 200
persone delle prime partite
se ne aggiunsero mano a
mano sempre più. Pubblico
spettacolare anche quello di
Chieti che sa bene come fare
gli onori di casa in occasione
di gara3 al PalaTricalle, anche
quando gli Stings, alla fine dei
40’ di gioco, si aggiudicano
la partita e mettono la parola
“fine” alla fase post-season
della squadra di casa.
Hotel Casa Poli | www.hotelcasapoli.it | [email protected]
Tel. 0376 288170 | Fax 0376 362766 | Corso Garibaldi, 32 Mantova
Un secco 3-0 permette
così a Losi e compagni di
prendersi decisamente una
bella rivincita e di passare al
secondo step dei playoff.
9
11
MAGAZINE
MAGAZINE
di Davide Dusi
EUROBASKET.COM PREMIA
“Gigi” Jefferson
e coach Morea
A
l termine di una stagione
entusiasmante, conclusa
con la promozione in Adecco
Gold dopo un’avvincente
ed equilibrata finale
contro Casalpusterlengo,
per la Dinamica Generale
Mantova arrivano altre due
soddisfazioni. Il quotato sito
web Eurobasket.com ha
pubblicato i suoi personali
ma accreditati Awards del
campionato di Adecco Silver
ed i colori biancorossi sono
rappresentati in diverse
categorie.
Coach Alberto Morea, infatti,
è stato eletto “Coach of
the Year” al termine di una
cavalcata impegnativa ma
terminata nel migliore dei
modi, all’interno di una
stagione che lo ha visto anche
allenare la selezione degli
stranieri nell’Adecco All Star
Game di Mantova.
Importanti riconoscimenti
anche per Johndre Leon
Jefferson, centro di South
Carolina, arrivato a Mantova
con grandi ambizioni e autore
di una stagione da incorniciare
chiusa da idolo del pubblico
mantovano.
Protagonista anche lui della
notte delle stelle del PalaBAM
dello scorso 17 aprile, dove è
AUDIO
VID
1st Team
G: Kwame Vaughn
(190-G-90) of Agrigento
PG: Alessandro Piazza
(174-PG-87) of Agrigento
SF: Howard Sant-Roos
(200-SF-91) of
Casalpusterlengo
C/F: Johndre Jefferson
(207-C/F-88) of P.Mantovana
C: Emanuele Rossi
(206-C-82) of Treviglio
"GIGI” JEFFERSON
ALBERTO MOREA
stato inserito nello startingfive dai tifosi, trionfando anche
davanti al proprio pubblico
nella gara delle schiacciate,
Jefferson è stato eletto da
Eurobasket.com “Player of the
Year”e “Forward of the Year”,
oltre ad essere inserito nel
miglior quintetto dei giocatori
stranieri di Silver, nei migliori
cinque difensori ma anche
e soprattutto nel miglior
starting-five della stagione,
insieme a Kwame Vaughn
(Agrigento), Alessandro Piazza
(Agrigento), Howard SantRoos (Casalpusterlengo) ed
Emanuele Rossi (Treviglio).
Complimenti a “Gigi”
Jefferson e coach Alberto
Morea, per questo ennesimo
riconoscimento di un’annata
EO - COMPUT
speciale per la Pallacanestro
Mantovana.
Player of the Year:
Johndre Jefferson
(207-C/F-88)
of P. Mantovana
Guard of the Year:
Alessandro Piazza
(174-PG-87) of Agrigento
Forward of the Year:
Johndre Jefferson (207C/F-88) of P. Mantovana
Center of the Year:
Emanuele Rossi
(206-C-82) of Treviglio
Defensive Player of the
Year: Alessandro Piazza
(174-PG-87) of Agrigento
Coach of the Year:
Alberto Morea of
P.Mantovana
All-Imports Team
G: Alex Legion
(195-G-88) of Sagesse
G: Kwame Vaughn
(190-G-90) of Agrigento
SF: Howard Sant-Roos
(200-SF-91) of
Casalpusterlengo
F: Michael Singletary
(198-F-88) of Ravenna
C/F: Johndre Jefferson
(207-C/F-88) of P.Mantovana
Ttrodomestici
e
l
e
AI
N
O
LEF
Strada Soave, 44
E
T
R
E
articoli in offerta
tv led Samsumg 32 pollici 259 euro
tv led Samsung 40 pollici 389 euro
lavatrice 1000 giri 190 euro
15
All-Defensive Team
PG: Alessandro Piazza
(174-PG-87) of Agrigento
PG: Mike James
(185-PG-90) of Omegna
SF: Howard Sant-Roos
(200-SF-91) of
Casalpusterlengo
F: Ryan Amoroso
(205-F-85) of Barese
C/F: Johndre Jefferson
(207-C/F-88) of P.Mantovana
frigorifero doppiaporta 195 euro
Soave di Porto Mantovano (MN)
Tel. 0376.300594
Fax 0376.351119
Mail: [email protected]
semiFI
playoff
MAGAZINE
SEMIFINALI
Nessuno può fermare
questi Stings
Quattro entusiasmanti gare
conto la vicina di casa Ferrara
A
lla conclusione dei quarti
di finale la Dinamica
non sa ancora chi sarà la
sua prossima avversaria
nella successiva fase delle
semifinali. Ferrara e Ravenna
si stanno ancora dando
battaglia e si portano all’ultima
e decisiva gara5 dove poi a
spuntarla è la Mobyt. Gli Stings
sfruttano questa settimana di
attesa per prepararsi al meglio
fino a quando arriva la notizia
che sarà derby. Sicuramente
una serie sentita da entrambi
i club e da entrambe le
tifoserie.
foto con dida
16
Mantova si presenta al primo
match senza l’ala portoricana
Ramon Clemente che in via
precauzionale viene tenuto
a riposo per un problema
alla vista. Gli Stings però non
si dimostrano per niente
intimoriti e come prima
prestazione rifilano alla Mobyt
lo stesso trattamento riservato
in precedenza a Chieti: gioco
corale di velocità, dove tutti
i giocatori trovano spazio. La
Dinamica Generale sin dal
principio si porta in vantaggio
e conduce per tutta la gara
anche se attraversando
qualche momento un po’
più faticoso. L’incontro si
chiude 78 a 53 (+25) per la
Pallacanestro Mantovana
che regala ai suoi 2000
tifosi un’altra performance
spettacolare. Siamo 1-0 ed è
già tempo di gara2: Clemente
torna a disposizione di Coach
Morea ma questo secondo
incontro risulta comunque più
equilibrato del precedente.
Il punteggio non s’impenna
mai in favore di una squadra
in particolare ma alla fine
la Dinamica Generale si
dimostra più costante e
fredda e chiude con una
vittoria anche Gara2. Forse
la frustrazione della sconfitta
scatena uno spiacevole
episodio a fine partita del
quale si rende protagonista
un atleta ferrarese. Il fattaccio
riguarda il deplorevole
insulto raziale indirizzato al
centro mantovano Jefferson.
L’accaduto crea purtroppo
parecchio comprensibile
dispiacere ma gli Stings, e
tutto l’ambiente intorno a
loro, affrontano anche questo
ostacolo da vera squadra;
si stringono ancora di più
l’uno all’altro ed il gruppo
acquista ulteriore forza. In
questi giorni prende piede
anche il motto WE ARE ONE
che apparirà sulle magliette
rosse della bellissima tifoseria
virgiliana in trasferta al
PalaMit2B. Siamo di fatti a
gara3 e la serie si sposta sul
parquet estense. Dopo tanti
successi arriva il primo stop
per gli Stings: anche questa
partita parte equilibrata e
sicuramente accompagnata da
una palpabile tensione, poi è
Ferrara a prendere le distanze,
la Dinamica tenta la rimonta
ma non riesce ad arrivare
fino in fondo e la Mobyt
annulla il primo match point
biancorosso. Il team di Coach
Morea non sprecherà certo
tempo ad affliggersi, ma anzi
è ben consapevole di dove
mettere le mani per poter
affrontare al meglio gara4.
Gli Stings mandano al mare
i ferraresi cancellando le
illusioni che gli estensi
avevano coltivato dopo gara3.
I pungiglioni non hanno
dubbi: questa sera si può
solo vincere! E così sarà con
una prestazione biancorossa
formidabile che dimostra
che non ce n’è per nessuno
quando ci si mette. La
Mantovana parte sicura e
INALI
Dinamica Generale
Mantova
vs
Mobyt Ferrara
Gara1  PalaBam 17.5.14 - W 78 - 53
Gara2  PalaBam 19.5.14 - W 74 - 68
Gara3  PalaMit2B 22.5.14 - L 79 - 68
Gara4  PalaBam 24.5.14 - W 63 - 76
rimane sempre alla guida
del match anche se l’allungo
arriva solo nel secondo tempo;
Dinamica on-fire e la Mobyt
non può niente davanti ad
un cuore così grande, che ha
fatto valere le sue motivazioni
sul campo. Tra tutte, a mettere
in secondo piano le altre, la
volontà di arrivare in finale per
poter giocare davanti ad un
fan speciale, il piccolo Edoardo
che aspettava gli Stings in
finale per poterli vedere al
PalaBam.
Anche in questa serie i
sostenitori virgiliani sono
stati preziosissimi e fedeli,
dimostrando anche in trasferta
la loro passione. 3 a 1 e
anche Ferrara è orami storia,
spedita prematuramente in
villeggiatura mentre per gli
Stings il cammino continua:
ora è tempo di finali!
17
playoff
MAGAZINE
FINAL
FINALI
Il sogno diventa realtà:
il basket mantovano in A2
Una finale tutta lombarda
per la conquista della Gold
I
n questo turno la rivale degli Stings
è già nota, si tratta dell’Assigeco
Casalpusterlengo giunta fino a qui dopo
aver battuto Omegna ai quarti (3-1) e
Matera alla fase semifinale (3-0). Una
finale tutta lombarda dunque quella che
si appresta a cominciare, anche se per
tornare a giocare occorre aspettare due
settimane, fino al 6 di giugno, perché
alcuni atleti lodigiani sono impegnati nelle
finali nazionali Under19. Arriva l’ora di
Gara1 e gli spalti del PalaBam si colorano
di biancorosso con 2200 spettatori che
si ingegnano anche con coreografie
altrettanto colorate.
Un successo sul campo e sugli spalti, il
team e la società virgiliana fanno centro
in questo primo match, raccogliendo una
vittoria e un larghissimo consenso da parte
del pubblico. Il principio del match è un po’
contatto, poi la Dinamica Generale prende
il ritmo, anzi lo detta, e distanzia gli ospiti
di Casalpusterlengo. Negli ultimi minuti
il brivido di un rilassamento casalingo
fa perde un po’ terreno alla Dinamica
che si prende comunque la vittoria. Il
colpaccio però non riesce anche in Gara2,
e l’Assigeco annulla il vantaggio mantovano
portando la serie sull’1-1. La Dinamica
sembra gestire bene anche questo secondo
incontro ma un nerissimo black-out nel
secondo tempo permette a CasalP di segnare
un parziale di 0-18 col quale si porta avanti. In
situazione di parità la Dinamica Generale si sposta
a Codogno, nel caldissimo (in tutti i sensi) “pallone”
del Campus Assigeco dove si dovranno disputare le
successive due gare delle finali.
La società Pallacanestro Mantovana ha deciso
di premiare il suo “sesto uomo” in occasione di
queste trasferte offrendo gratuitamente il viaggio
in pullman ai propri tifosi.
I biancoblu si portano subito
in vantaggio sugli Stings
vincendo largamente Gara3:
la Mantovana non trova
il piglio giusto in questo
match che sembra un po’
la brutta prosecuzione di
gara2. La prestazione già non
idilliaca dei virgiliani viene
ulteriormente influenzata in
negativo dalla scandalosa
manipolazione arbitrale
che purtroppo si rende
protagonista in una delicata
partita di playoff come
questa. Ora è dunque CasalP
ad essere in vantaggio (2-1)
e con la quarta gara ha già
l’occasione di chiudere in
bellezza la sua post-season.
I mantovani invece possono
solo vincere se vogliono
portare la serie al PalaBam,
alla bella e decisiva gara del
“tutto o niente”.
Che dire di Gara4…che partita!
Una memorabile vittoria che
gli Stings si sudano per più di
18
LI
Dinamica Generale
Mantova
vs
Assigego
Casalpusterlengo
Gara1  PalaBam 6.6.14 - W 94 - 92
Gara2  PalaBam 8.6.14 - L 69 - 75
Gara3  PalaCampus 11.6.14 - L 80 - 65
Gara4  PalaCampus 13.6.14 - W 69 - 75
Gara5  PalaBam 15.6.14 - W 64 - 63
OGNI GIOVEDì
E 15.00
selezioni di carni
+ 1 birra media
40’, ci si aggiunge infatti anche
un tempo supplementare, ma
alla fine sono gli affamatissimi
biancorossi a strappare il
risultato ai lodigiani che
probabilmente avevano già
l’acquolina in bocca. Quando si
parla di Stings, non si intende
solo la squadra in campo ma
anche tutti i presenti sulle
tribune: una vera famiglia, un
vero gruppo, un tutt’uno come
dicevamo… tutti a soffrire e
combattere, comunque vada
sempre uniti e fino in fondo.
Tutti al PalaBam per Gara5: qui
si fa la storia. In una cornice
di 3050 spettatori, record
assoluto di presenze per una
singola partita nell’arco di
tutta la stagione di Adecco
Silver, il sogno diventa realtà.
Oramai il risultato è noto:
la Dinamica Generale vince
la finale playoff in gara5
conquistando la promozione
in A2, un primato assoluto per
la storia cestistica di Mantova
e di tutta la provincia. Una
gara mai scontata, fortemente
bilanciata tra le due squadre,
ma sono gli Stings ad essere
sempre un passo in avanti.
Quasi simbolicamente, è
proprio il Capitano Jordan Losi
a sigillare il risultato con due
liberi dalla lunetta; la tripla
ospite del 64-63 non interessa
più a nessuno perché al
PalaBam è già scoppiata la
festa. Il tradizionale taglio
della retina, il “taglio della
barba” di Pignatti, i discorsi,
i cori, l’euforia. Poi ancora
sorrisi, baci, lacrime, abbracci,
tutto per una maglia, quella
biancorossa degli Stings che
cela un mondo di emozioni
e di continue sorprese. GO
STINGS!
Mantova
,6
Strada Ghisiolo
8
84
Tel. 0376.340
STEAKHOUSE PARTY
di Gazzani Massimiliano
IMPIANTI ELETTRICI
CIVILI E INDUSTRIALI
Via Virgilio, 14 - Castelbelforte (MN)
tel/fax 0376.256037
cell. 339.2307281 - 346.6969827
mail: [email protected]
19
MAGAZINE
EVENTI
di Michele Fadani
Un sogno lungo 11 anni,
iniziato sotto il nome di “Basket Castello”
e recentemente trasformatosi nell’ormai celebre
Il Dosoloso
R
ealtà che da tre anni a questa parte
rappresenta i colori Mantovani ai regionali Csi di Lombardia, registrando al suo
attivo più di 50 tesserati tra atleti e soci
sostenitori.
Una grande famiglia a cui si è aggiunta anche una seconda squadra Csi, proveniente
dal comune reggiano di Brescello e prontamente nominata “Brescelloso”. Due entità accomunate da un’ unica passione, la stessa che in questa memorabile
stagione ci ha spinto a riempire di stile gli
sforzi che stanno alla base del nostro lavoro. E se a prima vista qualcuno potrebbe
anche confonderci per un team di raffinati
maggiordomi, sotto sotto abbiamo uno stile più “terra a terra” ed è con grande onore
che a partire dall’imminente torneo Regionale, indosseremo la nostra divisa griffata
“Onoranze Funebri Millenium”.
Per l’occasione, affronteremo gli impegni
casalinghi indossando il nostro “abito da
cerimonia” nero, mentre ci presteremo ad
un abbigliamento più sobrio e leggero, dal
sapore estivo, per i caldi appuntamenti in
terra straniera.
Ritornando alla stagione appena trascorsa
è bene ricordare che
nel campionato più bello e competitivo degli ultimi 10 anni del Csi Mantovano, i “Total
Blacks” replicano il successo della scorsa
stagione vincendo nuovamente il titolo
provinciale. Tale trionfo passa attraverso
una stagione regolare caratterizzata da 18
vittorie e 2 sole sconfitte, per poi giungere
al delicatissimo scontro decisivo di “Gara
3” in semi finale play-Off contro i Pruning
Hook di Gussola, dove una gara secca
avrebbe inaspettatamente decretato il
proseguo di un progetto o una deludente
beffa.
Venti tre punti di scarto rifilati agli Hookies
sono stati la risposta di un gruppo che, mai
come in questa stagione, è stato chiamato a superare l’ illusione di benessere che
una serie di facili vittorie può comportare,
per trovarsi costretto ad affrontare i propri
limiti e le proprie tensioni interne. Ed è proprio questo il motivo per cui la stagione in
corso ha regalato davvero tanto: non solo
i trofei sollevati, ma anche l’essere riusciti
col tempo a sviluppare rapporti più autentici all’interno dello spogliatoio. Di queste
nostre “vittorie” ne ha fatto le spese la
Pallacanestro Gonzaga, che per il secondo
anno consecutivo si è dovuta accontentare
del secondo posto, perdendo entrambe le
gare di finale (68 - 62 e 56 - 60).
Ora il nostro percorso continua nel tentativo di onorare al meglio il torneo regionale
e nella speranza di poter vedere presto realizzato il nostro film, di cui vi anticipiamo
in esclusiva un fotogramma e che potrete
vedere prossimamente per esteso sulla
nostra pagina Facebook, scrivendo ovviamente…Il Dosoloso !
Buona visione a tutti.
RECUPERO E
TRATTAMENTO
CAVO
ELETTRICO
DI SCARTO
20
ASSEL srl - VIA ROMA 28 - NOVI DI MODENA (MODENA) TEL 059.677916 - www.asselrecycling.com
Ufficio Stampa Comune di Mantova
La premiazione
in Comune a Mantova
L'Amministrazione celebra lo storico
risultato sportivo
U
n momento importante
per la Pallacanestro
Mantovana che a conclusione
di un annata strepitosa, ha
visto l’invito del Comune di
Mantova per l’ultimo atto
ufficiale della squadra nella
città virgiliana.
I vertici della società, lo staff
tecnico e i giocatori della
Dinamica Generale Mantova
sono stati, infatti, premiati
martedì 17 giugno nella sala
consiliare del Comune di
Mantova per la promozione
in serie A2 Gold. A fare gli
onori di casa sono stati il
Sindaco Nicola Sodano, il
Vice Sindaco Espedito Rose,
il Presidente del Consiglio
Comunale Giuliano Longfils
e l'Assessore Comunale allo
Sport Enzo Tonghini che hanno
ricevuto il Presidente Adriano
Negri, la dirigenza, lo staff
tecnico e la prima squadra,
protagonisti della bella vittoria
conquistata sul parquet del
PalaBam domenica contro
il Casalpusterlengo. Alla
presenza anche di alcuni
tifosi e dei media locali, il
Presidente Adriano Negri ha
ringraziato le amministrazioni
e fatto un plauso ai suoi
ragazzi, protagonisti di questo
successo che ha anche visto la
crescita del tifo e del pubblico,
sempre in aumento durante la
stagione e soprattutto durante
i playoff.
"Abbiamo portato a termine
una stagione impegnativa, ma
semplice - ha detto Negri grazie ad un gruppo fantastico
che ringrazio e ad un pubblico
straordinario che ci ha
sostenuto".
Orgoglioso anche il primo
cittadino di Mantova, a
rappresentare la soddisfazione
di tutto un territorio che
ha seguito con interesse la
stagione, dall’All Star Game
Da sinistra il Presidente degli Stings Adriano Negri
e l'Assessore allo Sport del Comune di Mantova
Enzo Tonghini
alla Promozione in A2 Gold.
"Il successo della squadra ha aggiunto Sodano - rende
onore alla nostra città. La
promozione in A2 ci permette
di veicolare il nome di
Mantova a livello nazionale".
Insomma, in via Roma si è
tenuto un altro importante
appuntamento per festeggiare
uno storico risultato sportivo
per la città di Mantova,
appuntamento che si è
concluso con la consegna
delle medaglie ai protagonisti
di questa importante impresa.
21
MAGAZINE
EVENTI
Marketing Department Dinamica Generale S.p.A.
Dopo la vittoria si festeggia
anche in Dinamica Generale
La squadra fa visita alla sede
del main sponsor
C
onnubio vincente e che si
protrae da anni quello fra
Dinamica Generale SpA, azienda leader nella produzione di
sistemi elettronici per l’ambito agricolo, e la Pallacanestro
Mantovana, squadra neo-pro-
mossa in serie A2 Gold. Una
collaborazione resa possibile
dalla condivisione di valori che
accomunano l’azienda e la società sportiva: la tenacia nel
raggiungimento degli obiettivi,
l’impegno costante volto alla
creazione di valore per il territorio e per i cittadini, la passione e motivazione delle persone
nello svolgimento del loro lavoro. Dinamica Generale da anni
promuove la cultura dello sport
certa che sia un mezzo per far
crescere i ragazzi nel rispetto
delle regole e con la consapevolezza che gli avversari sono
Ospiti senza cui non ci sarebbe
partita né spettacolo.
Ospitalità dimostrata anche
INFISSI IN ALLUMINIO E ACCIAIO ZINCATO
22
all’indomani dell’entusiasmante gara5 contro Casalpusterlengo che ha sancito la vittoria
del campionato di Adecco Silver, con la squadra, lo staff tecnico e la dirigenza che hanno
fatto visita alla sede di Poggio
Rusco di Dinamica Generale.
Gli speciali ospiti biancorossi
hanno preso visione dell’azienda tra i vari reparti, per chiudere con una foto di gruppo con
le due “squadre” al completo
ed un aperitivo per festeggiare
l’importante risultato acquisito.
Dinamica Generale SpA ringrazia i giocatori, lo staff, e tutte le
persone che, gravitano attorno
al mondo delle Pallacanestro
Mantovana per il risultato rag-
giunto, per aver regalato al caloroso pubblico del Palabam
grandi emozioni e un’avventura indimenticabile, per aver
acceso l’entusiasmo della città
e per la serietà con cui sono
state affrontate le avversità,
dando più volte prova di essere
una squadra vera e appassionata, supportata da uno staff
tecnico e dirigenziale di grande
spessore.
Infine, Dinamica Generale rivolge un ringraziamento particolare a tutti i tifosi che hanno
sostenuto la squadra in questa
memorabile annata ed augura sin da ora un “in bocca al
lupo” alla società sportiva per
la prossima stagione.
di Luca Russo
Anche gli Stings giocano a calcio
Raccolta fondi
per la ricostruzione post-sisma
D
a pochi giorni è terminato
un campionato che come
ben sapete ci ha visti raggiungere un traguardo strepitoso,
la Gold, o meglio conosciuta
come A2. Dopo una fase estenuante di playoff sono seguiti veloci i festeggiamenti e la
partenza degli amici americani.
Tutto così veloce, tutto nel giro
di pochi giorni che quasi non
abbiamo avuto la possibilità di
goderci e assaporare il risultato sportivo straordinario ottenuto. Non potevamo terminare
un’annata così speciale senza
un momento di festa che coinvolgesse tutti i nostri sostenitori e, grazie all'invito dell’ACD
Poggese, questo è stato possibile.
Domenica 22 la Pallacanestro
Mantovana è stata invitata ad
un quadrangolare di calcio allo
stadio comunale di Poggio Rusco al quale hanno partecipato
anche altre associazioni, l’amministrazione comunale, e tanti volti noti della zona, tutto a
scopo benefico per raccogliere
fondi a favore della ricostruzione della chiesa parrocchiale.
La nostra Società si è sempre
distinta per gli ottimi rapporti
di collaborazione con le altre
realtà sportive e di paese ed
anche in questo caso ha risposto presente all’invito degli
amici calciatori. La disponibilità
della società è partita dalle più
alte cariche dirigenziali fino ai giocatori stessi: in campo il Presidente Negri, il DG Berni, e l’Amministratore Delegato di Dinamica
Generale Ghirardi, il massaggiatore Angelo Pradella, i collaboratori
Luca Russo, Emanuele Oliani e Maurizio Benatti, mentre in rappresentanza della squadra hanno giocato Losi, Pignatti e Ranuzzi.
La giornata è trascorsa all’insegna del divertimento e con il giusto
agonismo, infatti, nonostante si trattasse di partite amichevoli, al
fischio dell’arbitro tutti hanno dato il massimo e tutti hanno puntato a vincere: i nostri tre giocatori in primis non si sono risparmiati
ma anzi hanno stupito il numeroso pubblico accorso per l’impe-
La premiazione degli Stings durante il torneo
gno e l’intensità con cui hanno
giocato.
Al termine della seconda partita è arrivato il momento tanto
atteso da tutti gli Stings presenti al campo, la premiazione
da parte del Sindaco di Poggio
Rusco Sergio Rinaldoni dei dirigenti, giocatori, staff tecnico
e collaboratori della Pallacanestro Mantovana.
Tutta la tribuna in piedi ad
acclamare i nostri ragazzi ringraziandoli per aver onorato i
nostri colori. Al termine delle
partite (4 in totale, ciascuna di
due tempi da 10 minuti) le foto
di rito e da buoni poggesi una
cena a base di risotto e gnocco
fritto! I dati rilasciati dall’ACD
Poggese parlano di un migliaio
di persone che hanno assistito
alle partite e a circa 250 persone che si sono intrattenute
per la cena consentendo di
raccogliere complessivamente
una cifra vicinissima ai tremila
Euro che verranno devoluti alla
chiesa parrocchiale di Poggio
Rusco.
Ringraziando tutte le associazioni che hanno vissuto con
noi questo momento di aggregazione salutiamo quest’anno
sportivo che si conclude e vi
aspettiamo per questa nuova
avventura nella quale, insieme
a tutti voi, vogliamo essere ancora protagonisti... grazie a tutti… WeAreOne
Integratori alimentari Sport e Benessere
20%
i
di sconto a tutt
i tesserati
Viale Fiume 2/b Mantova
tel. 0376 355 185
23
46031 Bagnolo San Vito (MN) Via Buozzi, 2
Tel. 0376.414191 - Fax 0376.415795 - Spaccio tel. 0376.253522
[email protected]
www.caseificioeuropeomantova.it
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
4 631 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content