close

Enter

Log in using OpenID

10244 - Infn

embedDownload
ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE
GIUNTA ESECUTIVA
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
DELIBERAZIONE N. 10244
La Giunta Esecutiva dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, riunita in
Roma in data 17 aprile 2014
premesso che, in base all’art. 2 del proprio Statuto, l’Istituto Nazionale di
Fisica Nucleare promuove, coordina ed effettua la ricerca scientifica nel
campo della fisica nucleare, subnucleare, astroparticellare e delle
interazioni fondamentali, nonché la ricerca e lo sviluppo tecnologico
pertinenti all’attività in tali settori;
-
visto il Regolamento per la prestazione di attività e servizi a favore di
terzi, pubblicato nella G.U.R.I. n. 12 del 30 maggio 2006, il quale
definisce la disciplina dello svolgimento di attività e prestazioni per
conto di terzi tra le quali rientrano, in via esemplificativa, le attività e
prestazioni di ricerca, di studio, lavorazioni e trattamenti di materiali,
analisi, misurazioni, tarature e prove, consulenza e formazione non
rientranti nei compiti istituzionali dell’INFN e caratterizzati dalla
prevalenza dell’interesse dei terzi;
-
premesso che la Meccanotecnica Umbra S.p.A. (Meccanotecnica) è
un’azienda leader nel settore Sistemi di tenuta per alberi rotanti relativi
ad applicazioni automobilistiche, industriali ed elettrodomestiche, che ha
sviluppato un’elevata e specifica tecnologia nell’ambito della meccanica
di precisione e che con nota dell’8 agosto 2013 ha chiesto all’Istituto lo
svolgimento di un’attività di ricerca denominata “Studio di saldobrasatura
ceramica-metallo per la realizzazione di giunti rotanti”;
-
Considerato che considerato che i Laboratori Nazionali di Legnaro
dell’INFN, sono dotati di competenze e attrezzature adeguate allo
svolgimento della prestazione richiesta;
-
esaminata la proposta del Direttore dei Laboratori Nazionali di Legnaro
dell’INFN, formulata con comunicazione prot. n. 708/14/GF/fa del 27
febbraio 2014 e relativa alla realizzazione della suddetta attività;
-
accertata la congruità e la economicità della proposta e verificato che
l’esecuzione dell’attività richiesta dalla Meccanotecnica rispetta i criteri
co
-
17-­‐4/5bis previsti dall’articolo 6.3 del Regolamento per la prestazione di attività e
servizi a favore di terzi;
premesso che l’onere finanziario sostenuto dall’Istituto per la prestazione
di attività a favore di terzi di cui alla presente deliberazione trova
copertura con le assegnazioni dei Laboratori Nazionali di Legnaro per il
funzionamento negli esercizi di competenza e che l’entrata prevista per
l’Istituto verrà accertata tra le entrate dell’Istituto con successive
deliberazioni del Consiglio Direttivo;
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
-
-
visto l’articolo 7, comma 2 del vigente Regolamento per la prestazione di
attività e servizi a favore di terzi dell’INFN che sottopone le proposte
contrattuali per lo svolgimento di attività e prestazioni in conto terzi alla
previa approvazione della Giunta Esecutiva;
co
DELIBERA
1. Di approvare la proposta di prestazione conto terzi formulata dal
Direttore dei Laboratori Nazionali di Legnaro con comunicazione prot. n.
708/14/GF/fa del 27 febbraio 2014, indicata in premessa.
2. Di approvare lo schema di “Contratto per la prestazione di attività e
servizi a favore di terzi” tra l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e
Meccanotecnica Umbra S.p.A., allegato alla presente deliberazione, di
cui costituisce parte integrante e sostanziale. Il Presidente o persona da
lui delegata, è autorizzato a negoziarlo e a sottoscriverlo.
3. Di autorizzare il Presidente ad esercitare i diritti e le facoltà previste dallo
schema di contratto di cui al precedente numero 2.
CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DI ATTIVITÁ E SERVIZI A FAVORE DI
TERZI
TRA
l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, in seguito indicato “INFN”, con sede legale in
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
Frascati (Roma) via Enrico Fermi 40 cod. fisc. 84001850589 – in persona del suo
Presidente pro-tempore, prof Fernando Ferroni, a ciò autorizzato con deliberazione della
Giunta Esecutiva n……... del…….
e
MECCANOTECNICA
UMBRA
S.p.A.,
(in
seguito
indicata
come
MECCANOTECNICA o Committente), con sede legale in via G. Agnelli 7/9 06042,
Campello sul Clitunno PG, Italia, cod. fisc. IT. 00163450547 rappresentata dal suo
Presidente Sig. Alberto Pacifici.
co
Congiuntamente denominate Parti.
PREMESSO CHE
• l’INFN, in base all’art. 2 del proprio Statuto, promuove, coordina ed effettua la ricerca
scientifica nel campo della fisica nucleare, subnucleare, astroparticellare e delle
interazioni fondamentali, nonché la ricerca e lo sviluppo tecnologico pertinenti
all’attività in tali settori, prevedendo forme di sinergia con altri Enti di ricerca e il mondo
dell’impresa;
• l’INFN, secondo quanto stabilito nel Regolamento per la prestazione di attività e servizi
a favore di terzi, pubblicato nella GURI n. 12 del 30 maggio 2006, può svolgere attività e
prestazioni di ricerca, di studio, lavorazioni e trattamenti di materiali, analisi,
1
misurazioni, tarature e prove, consulenza e formazione non rientranti nei compiti
istituzionali dell’INFN e caratterizzati dalla prevalenza dell’interesse dei terzi;
• MECCANOTECNICA è un’azienda leader nel settore Sistemi di tenuta per alberi rotanti
relativi ad applicazioni automobilistiche, industriali ed elettrodomestiche che ha
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
sviluppato un’elevata e specifica tecnologia nell’ambito della meccanica di precisione;
• la MECCANOTECNICA ha la necessità di disporre di giunti rotanti con
un’interfaccia ceramica a basso coefficiente di attrito, ma gli studi preliminari dalla
stessa eseguiti, con tecniche di riporto PVD di film ceramici su substrato metallico,
hanno mostrato precoci segni di usura e non hanno condotto al risultato auspicato;
• pertanto è interesse di MECCANOTECNICA utilizzare le competenze e le conoscenze
specifiche dell’INFN, per un’attività di ricerca denominata “Studio di saldobrasatura
ceramica-metallo per la realizzazione di giunti rotanti”, secondo quanto dettagliatamente
co
descritto nell’Allegato 1 al presente contratto;
• l’INFN possiede le competenze specifiche e le strutture adeguate allo svolgimento delle
attività richieste da MECCANOTECNICA, in quanto INFN ha sviluppato nel corso degli
ultimi 25 anni un expertise specifico nei trattamenti di superficie per le cavità
acceleratrici superconduttive;
• la soluzione di usare il supporto ceramico già ottimizzato da MECCANOTECNICA
Umbra su cui legare il substrato metallico tramite tecniche d saldobrasatura può essere
interessante da studiare in quanto suscettibile di futura applicazione industriale.
Tutto quanto sopra premesso,
2
SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:
ART. 1 - OGGETTO DELLA PRESTAZIONE
1.1 Con il presente atto MECCANOTECNICA affida all’INFN, che accetta, l’incarico
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
di svolgere la seguente attività di ricerca denominata: “Studio di saldobrasatura
ceramica-metallo per la realizzazione di giunti rotanti”, come dettagliatamente
descritta nell’Allegato 1 che costituisce parte integrante e sostanziale del presente
atto, fornendo a tal fine all’INFN i substrati necessari alle attività di ricerca nelle
quantità che verranno concordemente ritenute adeguate dalle Parti.
ART. 2 LUOGO E MODALITÁ DI SVOLGIMENTO DELLA PRESTAZIONE
2.1 Le attività oggetto del presente Contratto saranno svolte integralmente presso il
co
Servizio di Scienza e Tecnologia dei Materiali per la Fisica Nucleare dei Laboratori
Nazionali di Legnaro dell’INFN, con diritto d’accesso ad esso per i referenti scientifici
di MECCANOTECNICA per poter assistere alle Fasi salienti della ricerca.
2.2 Ad eccezione di quanto previsto dall’articolo 2.1, i test di prova effettuati da
MECCANOTECNICA al termine di ciascuno dei due Work Package in cui si articola
l’attività di ricerca, saranno condotti presso i locali di MECCANOTECNICA, destinati
a tale scopo.
2.3 Per lo svolgimento dei suddetti test di prova, il Responsabile Scientifico dell’INFN o
un suo collaboratore avrà accesso alle strutture della MECCANOTECNICA, nelle
giornate e negli orari che verranno concordati per le vie brevi e a seconda delle
3
occorrenze, nel reciproco rispetto dell’autonomia e delle esigenze dell’organizzazione
aziendale, fermo restando che, comunque, dovrà essere garantita la presenza di un
incaricato INFN durante l’esecuzione delle prove.
2.4 L’attività di ricerca sarà articolata nei seguenti Work Package (WP):
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
• La prima fase di preparazione dell’esperimento (WP1 e WP2):
• La seconda fase di test volti all’individuazione della tecnica da utilizzare
ovvero alla selezione dei metodi di brasatura da studiare (WP3);
• La terza ed ultima fase (WP4) di fabbricazione dei giunti rotanti secondo il
metodo selezionato, comprensiva della Verifica risultati sperimentali su banchi
prova presso Meccanotecnica Umbra S.P.A;
e verrà condotta con le seguenti modalità:
a) Il WP1 ed il WP2 costituiscono unicamente la fase preparatoria alla ricerca e
co
verranno condotte di comune accordo fra INFN e Meccanotecnica Umbra.
L’INFN eseguirà le attività previste procedendo secondo le milestones indicate nei
WP3 dell’Allegato tecnico 1 al presente Contratto. Il WP3 sarà considerato
concluso con la consegna
dei deliverable ad esso associati, previamente
approvati da MECCANOTECNICA.
b) Al termine del WP3, MECCANOTECNICA eseguirà opportuni test di prova,
informerà tempestivamente il Responsabile Scientifico dell’INFN sui risultati
raggiunti e si coordinerà con l’INFN per la migliore definizione, se necessaria,
delle attività previste nel WP4.
4
c) L’INFN eseguirà le attività previste dal Work Package 4 procedendo secondo lo
schema indicato nell’Allegato tecnico 1 al presente Contratto;
d) il WP 4 sarà considerato concluso con la consegna dei deliverable ad esso
associati, previamente approvati da MECCANOTECNICA;
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
e) alla fine del WP4 le Parti analizzeranno i risultati del progetto di ricerca, alla
luce della possibilità di industrializzazione futura ed eventuale.
2.5
Il
Responsabile
Scientifico
dell’INFN,
senza
ulteriori
oneri
per
MECCANOTECNICA e previo accordo con quest’ultima, potrà chiedere l’assistenza
ovvero la consulenza di professionisti esterni, i quali, prima di assumere l’incarico,
dovranno sottoscrivere un apposito accordo di riservatezza con MECCANOTECNICA.
ART. 3 VARIAZIONI DEL PROGRAMMA DELLE ATTIVITÁ
co
3.1 Nel corso dello svolgimento dei lavori e in relazione alla evoluzione degli stessi, le
Parti potranno concordare, per iscritto, aggiornamenti al programma previsto
dall’Allegato tecnico, nonché eventuali variazioni del corrispettivo di cui all’art 5 del
presente contratto
ART. 4 – PRINCIPALI OBBLIGHI DELLE PARTI
4.1 Con la stipula del presente contratto l’INFN si impegna a:
• Mettere a disposizione l’equipaggiamento esistente all’interno del Servizio di
Scienza e Tecnologia dei Materiali per la Fisica Nucleare dei LNL dell’INFN in
Legnaro (PD), attualmente gestito dal Responsabile Scientifico;
5
• mettere a disposizione la manodopera necessaria allo svolgimento delle attività
di ricerca, tramite l’utilizzo sia di risorse interne che di contratti a termine;
• svolgere i processi di deposizione salienti alla presenza di un delegato
MECCANOTECNICA;
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
• prestare assistenza e consulenza a MECCANOTECNICA durante le fasi di test
che verranno condotte autonomamente da MECCANOTECNICA presso i propri
locali, qualora necessario;
• inviare alla MECCANOTECNICA, report mensili sull’attività svolta.
4.2 MECCANOTECNICA si impegna a:
•
versare all’INFN il corrispettivo previsto al successivo art. 5;
•
fornire all’INFN i substrati sia ceramici che metallici da brasare e necessari
all’attività di ricerca dedotta in contratto;
co
4.3 INFN e MECCANOTECNICA, al fine della migliore realizzazione delle attività di
cui al presente Contratto, concordano di interagire, nello spirito della massima
collaborazione, con libero, reciproco e puntuale scambio di informazioni e di dati
sperimentali e campioni da ambo le Parti.
ART. 5 - CORRISPETTIVO
5.1 Per l'esecuzione del programma di ricerca di cui all'art. 1 MECCANOTECNICA si
impegna a versare all’INFN la somma complessiva di € 84.000,00 oltre IVA (Euro
ottantaquattromila/00 oltre IVA) che saranno corrisposti secondo le seguenti modalità:
6
a) 10% (pari a 8.400,00 € oltre I.V.A) alla conclusione del WP2;
b) 50% (pari a 42.000,00€ oltre I.V.A) alla conclusione del WP3
c) 40% (pari a 33.600,00 € oltre I.V.A) alla conclusione del WP4
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
5.2 Trattandosi di attività di ricerca, il diritto dell’INFN al corrispettivo previsto dal
precedente comma, non sarà in nessun modo condizionato al risultato dei test di prova
previsti al termine di ciascuno dei Work Package; pertanto il relativo pagamento, sarà
dovuto anche in caso di esito negativo degli stessi.
5.3 Ogni pagamento dovrà essere effettuato entro 30 giorni dal ricevimento di regolare
fattura, inviata da parte dell’INFN entro 30 giorni dalla conclusione di ciascun WP e
recante l’indicazione delle coordinate bancarie di riferimento.
ART. 6 - DURATA
co
6.1 Il presente contratto, comprensivo del WP1, WP2, WP3 e del WP4, avrà la durata
di 18 mesi a decorrere dalla data della sua sottoscrizione. Nello specifico il WP1 e
WP2 avranno la durata massima di 4 mesi; il WP3 avrà la durata massima di 9 mesi, il
WP4 avrà la durata massima di 5 mesi.
6.2 Non oltre due mesi prima della scadenza naturale del Contratto, la Parte che ne avrà
interesse potrà richiedere all’altra, mediante raccomandata A.R., una proroga della
durata contrattuale fornendo a tal fine adeguata motivazione. L’eventuale richiesta di
proroga della MECCANOTECNICA dovrà, altresì, indicare le ulteriori attività da
svolgere e in tal caso il corrispettivo offerto per lo svolgimento delle stesse.
7
6.3 L’eventuale accettazione della proroga dovrà essere inviata alla Parte richiedente, a
mezzo lettera raccomandata A.R, entro un mese dalla data di ricevimento della relativa
richiesta.
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
6.4 In caso di mancata risposta, la proroga si intenderà non concessa.
ART. 7 - RESPONSABILI
7.1 INFN affida la responsabilità dell'esecuzione del programma di attività di cui
all’articolo 1 al prof. Enzo Palmieri (nel presente atto denominato anche come
“Responsabile Scientifico”) che, salvo quanto previsto dall’art 2, comma 3 del presente
contratto, potrà far ricorso all’assistenza tecnica e professionale di personale INFN,
individuato con preferenza tra quello già formato sulla tematica in oggetto.
7.2 MECCANOTECNICA designa quale proprio referente l’Ing. Massimiliano
co
Borasso (di seguito indicato come Referente Scientifico MECCANOTECNICA), cui è
affidata la responsabilità dell’interazione con INFN sull’attività di ricerca di cui al
presente Contratto e di controllo del raggiungimento delle Milestones indicate
nell’Allegato 1.
ART. 8 - DISCIPLINA DELLA PROPRIETA’ INTELLETTUALE
8.1 Ciascuna Parte rimarrà esclusiva proprietaria del Know-how e della proprietà
intellettuale di cui già dispone e che metterà gratuitamente a disposizione dell’altra
Parte al solo ed esclusivo fine dello svolgimento delle attività oggetto del presente
Contratto e per il tempo strettamente necessario. In relazione a quanto sopra si precisa
8
che MECCANOTECNICA già dispone, in particolare, del know how relativo alla
sinterizzazione ceramica ed alla fabbricazione dei giunti rotanti, mentre l’INFN già
dispone, in particolare, del know how relativo alla tecnica della brasatura sotto vuoto.
8.2 I risultati che dovessero derivare dallo svolgimento delle attività oggetto del
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
presente Contratto e suscettibili di trovare applicazione nei settori merceologici nei
quali opera MECCANOTECNICA, indicati in premessa, saranno di esclusiva proprietà
di MECCANOTECNICA la quale, fermo restando il diritto spettante agli inventori di
essere riconosciuti autori, avrà diritto di presentare domanda di brevetto a proprio
nome.
Qualora MECCANOTECNICA decida di procedere alla fase di industrializzazione dei
suddetti risultati, si impegna a dare prelazione all’INFN per sviluppare tale seconda
fase con quest’ultimo, previo adeguato ed ulteriore accordo commerciale ed
co
economico.
8.3 Qualora MECCANOTECNICA non intenda avvalersi del diritto di brevettare i
trovati di cui all’art. 8.2, essi potranno essere brevettati dall’INFN, previa
autorizzazione di MECCANOTECNICA.
8.4 MECCANOTECNICA concede all’INFN l’utilizzo dei risultati a titolo gratuito ed
illimitato in tutti i campi, ad eccezione dei settori merceologici di pertinenza di
MECCANOTECNICA che la Società stessa sin da ora definisce essere quelli dei
Sistemi di tenuta per alberi rotanti relativi ad applicazioni automobilistiche, industriali
ed elettrodomestiche, e, pertanto, l’INFN potrà disporre dei medesimi risultati per i
9
propri scopi istituzionali e per i rimanenti settori merceologici, senza nulla dover a
MECCANOTECNICA né in termini economici, né in termini di comunicazione.
8.5 I risultati che dovessero derivare dallo svolgimento delle attività oggetto del
presente contratto, ma non pertinenti il campo delle attività e gli scopi in esso previsti,
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
sono di proprietà esclusiva dell’INFN, il quale potrà presentare, in relazione agli stessi,
domanda di brevetto.
8.6 Eventuali concessioni a terzi di licenze, concessioni d'uso e/o di istituti analoghi
relativi a conoscenze sviluppate in relazione al presente Contratto saranno di
competenza esclusiva di MECCANOTECNICA per quanto riguarda i settori
merceologici di
propria pertinenza e di competenza esclusiva dell’INFN per gli
ulteriori settori, nonché nelle ipotesi di cui all’art. 8, comma 3 e comma 5.
co
ART. 9 PUBBLICAZIONI
9.1 I risultati di cui all’art. 8 comma 2, potranno essere utilizzati dall’INFN allo scopo di
ricavarne pubblicazioni di carattere didattico - scientifico e tesi di laurea, di master o di
dottorato, previa autorizzazione scritta della MECCANOTECNICA.
9.2 Dal ricevimento della richiesta scritta dell’INFN, MECCANOTECNICA si impegna
a dare per iscritto risposta entro 30 giorni, nel caso di pubblicazioni scientifiche, 15
giorni
nel
caso
di
tesi
di
laurea,
master
o
dottorato.
La
decisione
di
MECCANOTECNICA in merito alla concessione o meno di detta autorizzazione non
potrà essere messa in discussione per nessun motivo. La mancata comunicazione entro i
termini poc’anzi stabiliti sarà intesa da INFN come tacito assenso.
10
9.3 Qualora i risultati dovessero essere inseriti/utilizzati all'interno di una tesi di laurea,
INFN si impegna a:
a) informarne preventivamente MECCANOTECNICA all’atto della suddetta richiesta di
autorizzazione;
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
b) nel caso di rilascio della suddetta autorizzazione, INFN dovrà:
•
prima della stampa/pubblicazione della tesi, sottoporne il testo all’ulteriore e
preventiva approvazione di MECCANOTECNICA, che potrà imporne la
modifica tramite la rimozione di dati sensibili e la parzializzazione dell’
informazione fornita nel rispetto degli accordi di segretezza di cui all’art. 10 del
presente contratto, e comunque nel rispetto deontologico della veridicità
dell’informazione scientifica.
•
inviare copia della versione finale della tesi alla MECCANOTECNICA.
co
9.4 MECCANOTECNICA, si impegna a citare espressamente l’INFN, previa
acquisizione dell’assenso di quest’ultimo, qualora intenda pubblicare in ambito tecnicoscientifico, i risultati della ricerca di cui all’art. 8, comma 2.
9.5 INFN non potrà essere citato in sedi diverse da quelle tecnico-scientifiche e
comunque non potrà mai essere citato a scopi pubblicitari.
ART. 10 - DISCIPLINA DELLA SEGRETEZZA
10.1 Sono soggette a riservatezza, e come tali non potranno essere pubblicate né
divulgate in alcun modo, tutte le informazioni rivelate da ciascuna Parte all’altra in
11
occasione dello svolgimento delle attività previste dal presente Contratto, che vengano
espressamente indicate come “riservate”, “confidenziali” o simili dalla Parte rivelante.
La disciplina della segretezza, altresì, si applica:
• ai dati risultanti dalla sperimentazione in oggetto espressamente indicati come
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
riservati, confidenziali o simili, specificamente per il settore merceologico di
pertinenza di MECCANOTECNICA;
• al trovato che per una persona esperta del ramo, non risulti in modo evidente dallo
stato della tecnica.
10.2 La disciplina della segretezza non si applica a conoscenze di base, già reperibili
nella letteratura scientifica di riferimento e, in ogni caso, non potranno venire
considerate riservate le informazioni che siano già di pubblico dominio al momento
della loro comunicazione, o che lo diventino successivamente, senza che la Parte che le
co
ha ricevute abbia violato il presente Contratto.
10.3 Al fine di tutelare e rendere possibile il deposito di brevetti per eventuali ritrovati
e/o di tutelare la proprietà intellettuale emergente relativa a procedimenti, metodologie
e/o tecnologie realizzati nel corso dell'espletamento della ricerca, le Parti, e per esse i
dipendenti, nonché i collaboratori delle medesime, sono tenute alla massima
riservatezza e segretezza in merito a fatti, informazioni, documenti e cognizioni
relativi alle innovazioni tecnologiche di cui al presente articolo espressamente
qualificati come riservati ai sensi del precedente art. 10.1.
12
10.4 Gli obblighi di segretezza e riservatezza cessano decorsi 5 (cinque) anni dalla
scadenza del presente contratto, o comunque alla data di pubblicazione dell'eventuale
domanda di brevetto.
10.5 L’obbligo alla riservatezza e segretezza, durante il suddetto arco di tempo, potrà
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
venire meno solamente previa autorizzazione scritta della controparte alla quale dovrà
essere segnalata la necessità o la volontà di comunicare a terzi le informazioni riservate
disciplinate dal presente articolo.
10.6 Le Parti non saranno responsabili di eventuali danni che dovessero derivare dalla
violazione alle disposizioni del presente articolo qualora provino che tali violazioni si
sono verificate nonostante l’uso della normale diligenza in rapporto alle circostanze.
ART. 11 - ONERI ASSICURATIVI
co
11.1 Ciascuna Parte provvede alle coperture assicurative di legge del proprio personale
che, in virtù del presente Contratto, è chiamato a frequentare le sedi di esecuzione delle
attività ed è tenuta ad assicurare il rispetto della normativa vigente in materia di
protezione e sicurezza sui luoghi di lavoro.
ART. 12 - ESONERO DA RESPONSABILITÁ
• 12.1 MECCANOTECNICA esonera l’INFN da ogni responsabilità per danni che
dovessero derivare direttamente o indirettamente, a persone e/o cose di
MECCANOTECNICA nel corso o come conseguenza dell’esecuzione delle attività
oggetto del presente Contratto, causati dal personale di INFN
13
• 12.2 Ai sensi dell’art. 1341, comma 2, c.c. il Committente approva espressamente.
ART.13 - RECESSO E RISOLUZIONE
13.1 Le Parti hanno facoltà di recedere dal Contratto mediante raccomandata A.R. da
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
inviare all’altra Parte con preavviso di almeno tre mesi.
In caso di recesso da parte della Committente, quest’ultima dovrà, pagare all’INFN una
quota del corrispettivo di cui all’art. 5, proporzionale all’attività effettivamente svolta,
nonché tenerlo indenne dalle spese sostenute e dagli impegni assunti fino alla data di
ricevimento della comunicazione di recesso, per l’esecuzione del presente contratto.
13.2 Il mancato adempimento dei pagamenti nei termini previsti dall’art. 4, determina
la risoluzione del Contratto, ai sensi dell’art. 1456 del codice civile.
co
ART. 14 - CONTROVERSIE
14.1 Le Parti, attraverso i rispettivi legali rappresentanti o loro delegati, concordano di
definire amichevolmente qualsiasi controversia che dovesse insorgere dall'esecuzione
del presente Contratto. In caso di mancata soluzione, sarà competente preliminarmente
l'organismo di mediazione forense dell'Ordine degli Avvocati di Roma e, in caso di
fallimento del procedimento di mediazione, in via esclusiva il foro di Roma.
ART. 15 - NORMATIVA APPLICABILE
15.1 Per quanto non espressamente disciplinato dal presente contratto le Parti fanno
riferimento alle disposizioni del codice civile.
14
ART. 16 – PRIVACY
16.1 Ai sensi del D.Lgs 30 giugno 2003, n. 196, le Parti dichiarano di essere
reciprocamente informate che i dati forniti o comunque raccolti, anche verbalmente, in
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
relazione al presente Contratto saranno trattati in modo lecito e secondo correttezza
esclusivamente per il raggiungimento delle finalità di cui al presente Contratto, nonché
per quelle previste dalla legge e dai regolamenti e connesse alla stipula dello stesso. Le
Parti dichiarano, inoltre, di garantire reciprocamente l’esercizio dei diritti di cui all’art.
7 del D.Lgs n. 196/03 e di essere consapevoli che il mancato conferimento dei dati
potrà comportare l’impossibilità di dare esecuzione al Contratto. Titolari del trattamento
sono le Parti come sopra individuate, denominate e domiciliate.
ART. 17 - REGISTRAZIONE
co
17.1 Il presente Contratto è redatto in tre originali ed è soggetto a registrazione solo in
caso d'uso, a cura e spese della Parte richiedente.
(Luogo e data) .....................
INFN
MECCANOTECNICA
Il Presidente
(Prof. Fernando Ferroni)
15
Il Presidente
(Sig. Alberto Pacifici)
Il Referente Scientifico
(Prof. Enzo Palmieri)
(Ing. Massimliano Borasso)
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
Il Responsabile Scientifico
Allegato Tecnico 1 al Contratto INFN - MeccanoTecnica Umbra
OGGETTO: “Studio di saldobrasatura ceramica-metallo per la realizzazione di giunti
rotanti”,
L’obiettivo finale della ricerca è l’esplorazione della tecnica di saldobrasatura
co
metallo-ceramica alla costruzione di Giunti rotanti.
Il presente allegato tecnico regola l’attività di ricerca che verrà sviluppata dai LNL
nell’ambito del progetto di Brasatura Metallo-Ceramica di giunti rotanti.
Lo studio pertanto sarà condotto in 3 fasi consecutive suddivise in 4 WorkPachage:
• La prima fase di preparazione dell’esperimento (WP1 e WP2):
• La seconda fase di test volti all’individuazione della tecnica da utilizzare
ovvero alla selezione dei metodi di brasatura da studiare (WP3);
• La terza ed ultima fase (WP4) di fabbricazione dei giunti rotanti secondo il
metodo selezionato.
Il giunto che sarà realizzato è descritto nell’allegato 2.
16
Il dettaglio della ricerca è descritto nello schema a blocchi riportato nell’allegato 3,
qui di seguito riportato.
co
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
1. - Definizione dei 2 sistemi di interesse
1.1. - Sistema Al2O3- Acciaio
Fornitura da parte di MTU delle caratteristiche dei materiali utilizzati
1.2 - Sistema SiC - Acciaio
Fornitura da parte di MTU delle caratteristiche dei materiali utilizzati
2. - Preparazione esperimento
2.1. - Preparazione esperimento a INFN-LNL
2.1.1. - Approvvigionamento materiali
Acquisto brasanti e materiali
Acquisto target da sputtering
2.1.2. -Scelta della tecnica di riscaldamento
Valutazione confronto riscaldamento resistivo e riscaldamento ad induzione
2.2. - Preparazione provini di fornitura MTU
2.2.1. - Fornitura Provini in Al2O3
2.2.1.1. - Fornitura eventuali Provini di test a geometria semplificata
Fornitura provini a differente rugosità e porosità (dal lato brasatura)
2.2.1.2. - Fornitura provini reali a geometria anulare
Fornitura Provini a rugosità e porosità risultante da prove precedenti
2.2.2. - Fornitura provini in SiC
2.2.2.1. - Fornitura eventuali Provini di test a geometria semplificata
Fornitura provini a differente rugosità e porosità (dal lato brasatura)
2.2.2.2. - Fornitura provini reali a geometria anulare
Fornitura Provini a rugosità e porosità risultante da prove precedenti
3. - Test volti all'Individuazione della tecnica da utilizzare
Selezione dei metodi di brasatura da studiare
3.1. - Metodi di brasatura metallo-ceramica diretti
Confronto fra brasanti attivi e brasanti non attivi
Selezione di brasanti ad alta bagnabilità e penetrazione
3.2. - Metodi di brasatura basati sulla metallizzazione preliminare della ceramica
Metodi di metallizzazione preliminare via sputtering o via ionplating
Metodi di metallizzazione preliminare non PVD
3.3. - Disposizione del brasante
3.3.1. - Configurazione a film sottile
Studio di applicabilità di buffer layer singolo
Valutazione della necessità di buffer layer composti
3.3.2. -Configurazione a filler in cava e diffusione per capillarità
Studio dimensioni e posizione della cava per il filler
Studio accoppiamento interferenziale ceramica metallo
Studio diffusione per capillarità
Studio dell' eventuale trasbordo del materiale brasante e probabile rimozione dello
stesso
4. - Fabbricazione giunti rotanti secondo il metodo selezionato
4.1. - Esecuzione test su provini
4.1.1. - Valutazione Parametri di brasatura
Vuoto o atmosfera controllata
Temperatura di processo
Tempo e rampe del ciclo di brasatura
4.2.1. - Valutazione variazione dimensionale
Ridefinizione dimensioni meccaniche e tolleranze
4.1.3. - Valutazione resistenza meccanica giunzione
17
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
Valutazione resistenza in temperatura
4.2. - Fornitura da parte di MTU di giunti anulari di dimensioni modificate sulla base risultati precedenti
Fornitura da parte di INFN-LNL di giunti rotanti brasati
Test dei giunti di prova presso MTU
Feedback a INFN-LNL ed ottimizzazione procedura di brasatura
Test dei giunti di prova presso MTU
4.3. - Conclusione dello studio
Preparazione campioni finali
Test finale eseguito da MTU
Preparazione report finale di progetto con descrizione della tecnica dai migliori risultati in
riferimento ai test MTU
Analisi di costo da parte di MTU della metodica finale proposta da parte INFN-LNL
INFN eseguirà l’attività di ricerca circa la brasatura ceramica-metallo su provini che
fornira a MeccanoTecnica Umbra per i test di adesione e di tenuta meccanica. I test
eseguiti da MeccanoTecnica umbra saranno i seguenti:
•
Resistenza alla corrosione del prototipo saldo brasato (immersione nei Sali
fusi a 550 °C)
•
Cicli termici con temperature comprese tra 290°C e 550°C – verifica stabilità
co
dimensionale
•
Verifica stabilità dimensionale dopo 48 h a -40°C
•
Pressurizzazione con acqua a 20 bar a temperatura ambiente – prova statica
•
Test dinamico a temperatura ambiente ad una pressione di 20 bar – fluido di
test acqua
•
Test dinamico - temperatura 550°C – 20 bar
I Provini saranno considerati aver superato i test qualora si consideri superata la
seguente condizione:
18
•
Assenza di degradazione chimica della giunzione ceramico-metallo
•
Assenza di perdita dopo il collaudo in acqua a 20 bar statico
•
Perdita < 3g/h dopo test dinamico con temperatura 550°C e pressione 20 bar
dopo 5000 cicli (durata ciclo 2 minuti)
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
Di seguito, una volta messo a punto il processo, INFN realizzerà la brasatura di 16
giunti rotanti in configurazione definitiva, allo scopo di valutare la frequenza di
successo del processo.
Per l’ottenimento di tale fase, MeccanoTecnica Umbra metterà a disposizione
almeno 100 coppie ceramica-metallo, sia nella forma di provini, che nella
configurazione anulare finale, fornendo a INFN sia la parte ceramica che quella
metallica di supporto. Il numero preciso di provini ed il numero preciso di giunti in
configurazione anulare sarà comunicato da INFN, sulla base della tecnica di
co
brasatura che si configurerà più conveniente. Infatti qualora il riscaldamento
induttivo venisse scelto, i migliori provini son anch’essi a forma anulare.
Trattandosi di attività di ricerca, il diritto dell’INFN al corrispettivo previsto dal
precedente comma, non sarà in nessun modo condizionato al risultato dei test di prova
previsti al termine di ciascuno dei due Work Package; pertanto il relativo pagamento,
sarà dovuto anche in caso di esito negativo degli stessi. In tale malaugurata ipotesi,
INFN dovrà comunque fornire dettagliata reportistica del lavoro comunque eseguito.
19
Le milestones che strutturano il progetto, nel seguito denominate M1, M2, M3, M4,
sono raggruppate nel numero complessivo di 4, corrispondono alle linee di progetto
in tabella e sono rispettivamente le seguenti:
M1 sarà considerata eseguita
2.1.2. -Scelta della tecnica di riscaldamento
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
a conclusione della LP
M2
sarà
considerata
a
3.1. - Metodi di brasatura metallo-ceramica
conclusione positiva di una
diretti
delle due LP
3.2. - Metodi di brasatura basati sulla
metallizzazione preliminare della ceramica
M3 sarà considerata eseguita
4.1. - Esecuzione test su provini
a conclusione della LP
4.3. - Conclusione dello studio - Preparazione
a conclusione della LP
campioni finali
co
M4 sarà considerata eseguita
Il raggiungimento di ogni milestone comporterà la redazione da parte di INFN di
report di progetto.
Lo studio si intenderà arrivato a buon fine, qualora almeno una tecnica fra quelle elencate nell’ All.3
arrivi al risultato con provini saldo brasati che superano i test di MeccanoTecnica Umbra.
20
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
co
Allegato 2
21
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
co
Allegato 3
22
co
co pia
co pia c
o
p
co ia c nf
o
p
co ia c nf orm
o
p
co ia c nf orm e
o
p
co ia c nf orm e
co pia c onf orm e
pi c on or e
a on fo m
co fo rm e
nf rm e
or e
m
e
23
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
969 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content