close

Enter

Log in using OpenID

delibera C.C.n.33 del 5.08.2014

embedDownload
COMUNE DI CALTABELLOTTA
Provincia di Agrigento
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
Num. 33 del Registro - Seduta del giorno 05.08.2014
Oggetto: Approvazione del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2014. Relazione
previsionale e programmazione del bilancio pluriennale per il triennio 2014/2016.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------L'anno duemilaquattordici, il giorno cinque del mese di agosto, alle ore 09,15 e
seguenti, nel Comune di Caltabellotta e nella solita sala delle adunanze del Consiglio comunale, sita
presso i locali municipali, in seguito a convocazione del Presidente, disposta con regolare invito
diramato ai sensi dell’art. 48 del decreto legislativo Presidente della Regione Sicilia 29 ottobre
1955, n. 6, approvato con la legge regionale 15 marzo 1963, n. 16, successivamente modificato
dalla legge regionale 11 dicembre 1991, n. 48, si è riunito il Consiglio comunale, in sessione
ordinaria ed in prima convocazione, nelle persone dei Signori:
N°
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
Cognome
Grisafi
Sala
Marsala
Castrogiovanni
D’Alberto
Augello
Zito
Vetrano
Cusumano
Pumilia
Sala
Caruso
Tornetta
Abbruzzo
Castrogiovanni
Nome
Daniela
Gaspare
Vito
Enrica
Roberto
Anna
Giuseppe
Ignazio Paolo
Caterina
Patrizia
Federico
Beatrice
Rosalinda
Mario
Maria
Totale
Presenti
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
15
Assenti
---
La seduta è pubblica.
Assume la presidenza la Dr.ssa Daniela Grisafi, nella sua qualità di Presidente del
Consiglio comunale.
Partecipa alla seduta, ai sensi dell’art. 97, comma 4, lett. a), del decreto legislativo 18
agosto 2000, n. 267, il segretario comunale a scavalco, Francesco Piro.
Partecipano, altresì, alla seduta il Sindaco del Comune dr. Paolo Luciano Segreto ed il
Vice Sindaco Dr. Giuseppe Montalbano.
Sono presenti la Dr.ssa Pellegrina Trapani – responsabile del Settore Affari Generali, il
Dr. Rocco Tornambè - responsabile del Settore Finanziario, l’Arch. Pellegrino Pecorino Responsabile del Settore Tecnico, il Revisore unico dei conti - Dr. Giuseppe Termine.
Alla ripresa dei lavori sono le ore 10,45 e, all’appello risultano presenti tutti i 15
Consiglieri comunali e la Presidente, constatata la presenza di n.15 Consiglieri su 15 assegnati a
questo Comune, riconosce a termine dell’art. 30 della legge regionale 6 marzo 1986, n° 9, essere
legale il numero degli intervenuti per poter deliberare ed invita il Vice Sindaco ad illustrare le
motivazioni politiche che hanno ispirato l’odierna proposta di deliberazione per l’approvazione del
sul bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2014.
Prende la parola il Vice Sindaco Dr. Giuseppe Montalbano.
Il Vice Sindaco sostiene che il primo ostacolo che l’Amministrazione ha dovuto superare è stato il
rispetto del patto di stabilità; riferisce che, tenendo conto dell’attuale congiuntura economica
caratterizzata da una crisi particolarmente pesante che ha messo in sofferenza finanziaria la
popolazione, non sono state aumentate né le tasse tributarie né quelle extratributarie, ma sono state
mantenute quelle esistenti; rileva che, nelle more di conoscere i trasferimenti statali e regionali, le
spese correnti sono state destinate per il 58% per il personale, il 30% per le spese obbligatorie e
solo il 10% , ammontanti a circa € 8.000,00, per l’organizzazione di alcune manifestazioni estive.
A tale riguardo precisa che, aumentando le tasse, sarebbe stato possibile fare qualcosa di più ma
l’Amministrazione ha scelto di non tassare ulteriormente i cittadini e ha proposto un bilancio
semplicemente tecnico. Conclude l’illustrazione sulla parte “entrate”, evidenziando che lo Stato e la
Regione Siciliana riducono i trasferimenti finanziari verso i Comuni, lasciando prevedere sulla voce
trasferimenti solo importi in riduzione rispetto agli anni precedenti.
Sulle spese di investimento, riferisce che i € 120.000,00 ipotizzati sono stati destinati per il 50% alla
manutenzione delle strade interne e per il 50% alla manutenzione delle strade rurali.
Conclude osservando che quello proposto è un bilancio “tecnico” che, ameno che non si volessero
aumentare le tasse, non aveva e non consentiva alternative.
Garantisce che l’Amministrazione attiva, nell’utilizzo delle risorse finanziarie, cercherà di porre in
essere le scelte migliori a favore della Collettività.
Invita i Consiglieri comunali a intervenire per chiedere eventuali delucidazioni tecniche al
Responsabile del settore finanziario.
Su invito della Presidente, il Dr. Rocco Tornambè illustra gli aspetti tecnici della
proposta all’ordine del giorno. Sottolinea che c’è corrispondenza tra i dati inseriti nello schema di
bilancio che si propone di approvare e le varie deliberazioni propedeutiche sin qui approvate; cita le
previsioni di entrata riconducibili a ICI, TOSAP, imposta sulla pubblicità, trasferimenti statali,
fondo sperimentale di equilibrio, introiti da impianti eolici esistenti nel territorio comunale.
Continua illustrando la parte previsionale della spesa: riferisce che sono state raccolte le indicazioni
provenienti dall’Amministrazione attiva e dai vari responsabili di settore, seppur nei limiti di quanto
consentito dalle norme di finanza pubblica e/o di altra natura. Conclude riferendo del rispetto del
patto di stabilità e dei liiti di cui all’art. 1, comma 557, della legge n° 296/2006.
Alle ore 10,55, durante la relazione tecnica, si allontana dall’aula il Consigliere Vito
Marsala e, pertanto, il numero dei Consiglieri presenti è di 14, rientrando dopo appena 5 minuti.
Alle ore 11,00 il numero dei Consiglieri presenti in aula è di 15.
Alle ore 11,07, durante la relazione tecnica, si allontana dall’aula il Consigliere
Gaspare Sala e, pertanto, il numero dei Consiglieri presenti è di 14, rientrando dopo appena 5
minuti. Alle ore 11,12 il numero dei Consiglieri presenti in aula è di 15.
Chiede ed ottiene di parlare il Consigliere Abbruzzo Mario per evidenziare che il
gruppo consiliare della minoranza, sinora, ha approvato tutti i punti dell’ordine del giorno. Sul
punto “bilancio di previsione 2014” dichiara che il gruppo di minoranza non è in grado di esprimere
un giudizio di approvazione o di non approvazione. Pertanto, dichiara di ritenere il bilancio il
documento per eccellenza di indirizzo politico, preannuncia l’astensione del gruppo di minoranza,
auspica un confronto politico proficuo per la Collettività, riservandosi, nel prosieguo, di valutare i
contenuti politici dell’azione amministrativa per capire e giudicare l’indirizzo politico che vorrà
realizzare l’Amministrazione attiva.
Chiede ed ottiene di parlare il Consigliere Marsala Vito per sostenere che la linea
dell’Amministrazione è stata quella di non aumentare le tasse, prevedendo di utilizzare i pochi fondi
a disposizione per mettere in moto l’attività amministrativa; ritiene che ci siano le condizioni di
votare la proposta di bilancio all’unanimità.
Interviene il Sindaco Dr. Paolo Luciano Segreto. Rinnova il proprio rispetto per tutto il
Consiglio comunale e, dopo avere dichiarato apprezzamento per le dichiarazioni della minoranza,
osserva che il Vice Sindaco ha esposto con chiarezza la linea politica scelta dall’Amministrazione;
ricorda ai presenti che, nella elaborazione dello schema di bilancio oggi portato all’approvazione
del Consiglio comunale, è stata coinvolta anche la minoranza consiliare. Ribadisce che è stata fatta
la scelta di non incidere sulle tasche dei cittadini e che, per tale motivo, è stato proposto un bilancio
tecnico. Dichiara rispetto verso la scelta di voto dei Consiglieri dell’opposizione ma che lo conforta
la scelta di non gravare sul bilancio familiare dei cittadini. Conclude riconoscendo che, ovviamente,
avrebbe gradito di più un’approvazione del bilancio fatta all’unanimità.
Chiede ed ottiene di parlare il Vice Sindaco per rilevare, ancora una volta, che
l’Amministrazione comunale ha fatto la scelta politica di non incidere sul bilancio dei cittadini.
Ribadisce che, a suo parere, la scelta politica nel bilancio di previsione c’è ed è quella di non tassare
la Collettività già colpita dalla grave crisi economica. Esprime dispiacere per lì impossibilità, al
momento, di realizzare le previsioni programmatiche.
Interviene il Consigliere Abbruzzo Mario per sottolineare che il proprio gruppo
consiliare non voterà contro la proposta di bilancio ma che si asterrà. Prende atto della scelta
politica dell’Amministrazione.
Chiede ed ottiene di parlare il Consigliere Marsala Vito per dichiarare apprezzamento
per le delucidazioni oggi fornite dall’Amministrazione attiva ed offerte anche al confronto con la
minoranza – fatto importante e nuovo nella vita politica della Cittadina. Dichiara che il gruppo di
maggioranza voterà a favore dell’odierna proposta di bilancio di previsione per l’esercizio
finanziario 2014.
Poiché nessun altro dei Consiglieri presenti chiede d’intervenire, la Presidente sottopone
a votazione la proposta avente ad oggetto ”Approvazione del Bilancio di previsione per
l’esercizio finanziario 2014. Relazione previsionale
e programmazione del bilancio
pluriennale per il triennio 2014/2016”.
IL CONSIGLIO COMUNALE,
vista la proposta di deliberazione avente per oggetto “Approvazione del Bilancio di
previsione per l’esercizio finanziario 2014. Relazione previsionale e programmazione del bilancio
pluriennale per il triennio 2014/2016.”, qui allegata per fare parte integrante e sostanziale del
presente atto, redatta dal responsabile del procedimento amministrativo e che si assume a
motivazione del presente provvedimento;
visto il parere di regolarità tecnica, allegato al presente verbale per farne parte integrante e
sostanziale;
visto il parere di regolarità contabile, allegato al presente verbale per farne parte integrante e
sostanziale;
visto il parere favorevole espresso dal Revisore unico dei conti, allegato al presente verbale
per farne parte integrante e sostanziale;
udita la relazione del Dr. Rocco Tornambè;
visto l’art. 186 dell’Ordinamento Amministrativo degli enti Locali, approvato con legge
regionale del 15 marzo 1963, n. 16;
visto il vigente Statuto comunale;
visto il vigente regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale;
con:
10 voti favorevoli,
5 astenuti (Mario Abbruzzo, Federico Sala, Beatrice Caruso, Rosalinda Tornetta e Maria
Castrogiovanni),
0 contrari,
espressi in forma palese, per alzata e seduta, come accertato e proclamato dal Presidente,
con l’assistenza degli scrutatori precedentemente nominati,
DELIBERA
1. di approvare il bilancio di previsione dell’esercizio 2014, completo degli allegati previsti
per legge, nelle risultanze finali qui di seguito riportate:
ENTRATE
Tit. I
– Entrate Tributarie
Tit. II – Entrate derivanti da contributi e trasferimenti correnti dello
Stato, della regione e di altri enti pubblici anche in rapporto
all’esercizio di funzioni delegate dalla regione
Tit. III – Entrate extratributarie
Tit. IV – Entrate derivanti da alienazioni, da trasferimenti di capitale e da
riscossioni di crediti
Previsione di
Competenze
1.846.425,00
2.061.543,00
464.171,00
Totale Entrate Finali
Tit. V – Entrate derivanti da accensioni di prestiti
Tit. VI – Entrate da servizi per conto di terzi
Avanzo di amministrazione
193.958,00
4.566.097,00
700.000,00
900.000,00
0
Totale generale dell’entrata
6.166.097,00
SPESE
Tit. I – Spese correnti
Tit. II – Spese in conto capitale
Totale Spese Finali
Tit. III – Spese per rimborso di prestiti
Previsione di
Competenze
4.295.359,00
194.958,00
4.490.317,00
775.780,00
Tit. IV – Spese per servizi per conto di terzi
Disavanzo di amministrazione
Totale generale della spesa
900.000,00
0
6.166.097,00
2. di approvare, altresì, la Relazione previsionale e programmatica ed il Bilancio pluriennale
per il triennio 2014/2016, che costituiscono parte integrante del bilancio stesso;
3. di dare atto che la spesa per il personale rispetta il parametro di cui all’art.1, comma 557,
della L. 296/2006 così come sostituito dall’art.14, comma 7, della legge 122/2010, mentre
per la stessa non occorre più rispettare il parametro di cui all’art. 76, comma 7, del decreto
legge 25/06/2008 n.112 convertito in legge n.133/2008 e successive modificazioni ed
integrazioni (limite del 50% delle spese correnti ivi incluse le società a partecipazione
pubblica totale o di controllo) per espressa abrogazione della norma operata dall’art.3,
comma 5, del decreto legge n. 90 del 26/04/2014;
4. di dato atto che le previsioni del bilancio annuale e pluriennale rispettano gli obiettivi
programmatici del patto di stabilità interno ai sensi dell’art. 30 e 31 della L.183/2011 e s.m.i
così come risulta dai prospetti, allegati alla presente, contenente rispettivamente la
determinazione degli obiettivi programmatici per gli anni 2014/2016 e la previsione del
saldo finanziario di competenza degli anni 2014/2016 per la dimostrazione del
raggiungimento degli stessi;
Successivamente, il Consigliere Giuseppe Zito propone di dichiarare il presente
provvedimento di immediata esecutività.
La Presidente invita il Consiglio comunale a votare sulla proposta del Consigliere Zito intesa
a dichiarare l’immediata esecutività della deliberazione testé approvata.
IL CONSIGLIO COMUNALE,
udita la proposta del Consigliere Giuseppe Zito,
visto l’art. 186 dell’Ordinamento Amministrativo degli enti Locali, approvato con legge
regionale del 15 marzo 1963, n. 16;
visto il vigente Statuto comunale;
visto il vigente regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale;
con:
15 voti unanimi e favorevoli,
0 astenuti,
0 contrari,
espressi in forma palese, per alzata di mano, come accertato e proclamato dal Presidente,
con l’assistenza degli scrutatori precedentemente nominati,
DELIBERA
di dichiarare il presente atto immediatamente esecutivo.
COMUNE DI CALTABELLOTTA
PROVINCIA DI AGRIGENTO
Settore Finanziario
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
OGGETTO: Approvazione del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2014,
della Relazione previsionale e programmatica e del Bilancio pluriennale per
il triennio 2014/2016.
Il Sindaco
L’Assessore
Dott. Paolo Luciano Segreto
_____________________
PARERI EX ART. 12 L.R. N. 30/2000
Parere favorevole per la regolarità tecnica:
Il Responsabile del Procedimento
Il Responsabile del Settore
__________________________
Dott. Rocco Tornambè
Parere favorevole per la regolarità contabile:
Il Responsabile del Procedimento
Il Ragioniere Capo
____________________________
Dott. Rocco Tornambè
VISTO: Si esprime parere favorevole
Il Revisore Unico dei Conti
Dott. Giuseppe Termine
Attestazione ai sensi dell’art.55, della legge 142/90 come modificato dall’art.6,
comma 2, della legge 127/97, recepito con la L.R. n.23/98.
Visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria della presente
determinazione, ai sensi dell’art.55, comma 5, della legge 08.06.1990, n.142, come
modificato dall’art.6, comma II, della legge 15.05.1997, n.127, che pertanto in data
odierna, diviene esecutiva.
Caltabellotta, _________________
Il Ragioniere Capo
________________________
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE APPROVATA INTEGRALMENTE DAL C.C.
Seduta del 05/08/2014
Delibera n. 33
OGGETTO: Approvazione del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2014, della
Relazione previsionale e programmatica e del Bilancio pluriennale per il triennio
2014/2016.
Visto l'art.151 del D.lgs.267/2000 che stabilisce il termine del 31 dicembre entro cui gli Enti Locali
deliberano il bilancio di previsione per l'anno successivo, osservando i principi di unità, annualità,
universalità, integrità, veridicità, pareggio finanziario e pubblicità;
Visto il Decreto del Ministero dell’Interno del 19/12/2013, che ha differito al 28/02/2014 il termine
per l’approvazione del bilancio di previsione per l’anno 2014;
Visto il Decreto del Ministero dell’Interno del 13/02/2014, che ha nuovamente prorogato al
30/04/2014 il termine per l’approvazione del bilancio di previsione per l’anno 2014;
Visti l’art. 2-bis del D.L. 06/03/2014, n. 16, convertito con modificazioni dalla L. 02/05/2014, n. 68
ed il D.M. 29/04/2014 i quali fissano il termine per l’approvazione del Bilancio di Previsione
dell’anno 2014 al 31/07/2014, termine ulteriormente differito al 30/09/2014 con D.M. 18/07/2014;
Dato atto che sono parimenti differiti al 30/09/2014 i termini, collegati a quello del bilancio di
previsione, relativi alle deliberazioni sulle tariffe, sulle aliquote di imposta, sulle tariffe dei pubblici
servizi, sull’addizionale IRPEF, e sui regolamenti relativi ai tributi locali, i cui termini di scadenza
sono stabiliti entro la data di approvazione del bilancio (art.53, c.16, legge 23/12/2000, n.388, nel
testo sostituito dall’art. 27, comma 8, legge 28 dicembre 2001, n. 448, così come modificato
dall’art. 1, comma 169, della legge 27/12/2006 n. 296);
Visti gli articoli 162 e 174 del D.lgs. n. 267/2000 che rispettivamente recano disposizioni relative ai
“principi di bilancio” e alla “predisposizione ed approvazione del bilancio e dei suoi allegati”;
Viste le disposizioni legislative in vigore ed in particolare la legge n. 147/2013 (legge di stabilità
2014), la legge di stabilità regionale n. 5/2014, la legge n. 183/2011 (legge di stabilità 2012), il
decreto legge n. 16/2014, il decreto legge n. 66/2014 e il decreto legge n.90/2014;
Vista la deliberazione di Giunta Municipale n. 85 del 14/07/2014 con la quale è stato approvato lo
schema di Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2014, della Relazione previsionale e
programmatica e del Bilancio pluriennale per il triennio 2014/2016, secondo quanto previsto dagli
artt.170 e 171 del D.lgs.267/2000;
Rilevato che il Bilancio di previsione è stato redatto osservando i principi di unità, annualità,
universalità ed integrità, veridicità e pareggio finanziario;
Dato atto che nella parte entrata del bilancio sono stati previsti gli stanziamenti tenuto conto delle
prescrizioni dettate dalle norme di finanza locale sopra richiamate ed in particolare:
• La IUC (Imposta Unica Comunale) istituita, a decorrere dal 01/01/2014, dal comma 639 della
legge n. 147/2013 si compone dell’Imposta Municipale Propria (IMU), del Tributo per i Servizi
Indivisibili (TASI) e della Tassa sui Rifiuti (TARI). L’IMU è stata iscritta in bilancio in base
agli importi stimati dal Dipartimento delle finanze e al netto della quota ceduta per alimentare il
Fondo di solidarietà comunale per l’anno 2014. La previsione della TASI è pari a zero posto
l’intendimento del Consiglio di azzerare l’aliquota del tributo. La TARI invece è stata iscritta in
bilancio tenendo conto di quanto stabilito nella relativa delibera consiliare, posta all’ordine del
giorno, ad oggetto “Approvazione piano finanziario e tariffe della componente TARI (Tassa sui
Rifiuti) - Anno 2014” le cui considerazioni si intendono integralmente recepite nel presente atto;
• L’imposta comunale sugli immobili (I.C.I.), sostituita dall'Imposta Municipale Propria (IMU),
nel corrente bilancio di previsione è stata iscritta per € 35.000,00 a titolo di bonifica dati ICI per
anni pregressi;
• Le tariffe dell’imposta sulla pubblicità e i diritti sulle pubbliche affissioni sono rimaste
invariate per il corrente anno, giusta delibera G.M. n. 44 del 20/03/2006, in osservanza dell’art.
1, comma 169, della Legge n. 296/2006;
• Le tariffe della T.O.S.A.P. sono rimaste invariate per il corrente anno, giusta delibera G.M. n.
45 del 20/03/2006, in osservanza dell’art. 1, comma 169, della Legge n. 296/2006;
• Il Fondo sperimentale regionale di riequilibrio, che assorbe l’addizionale sul consumo
dell’energia elettrica, è stato iscritto in bilancio per € 42.261,00 nel rispetto dell'art. 4, comma
10, del D.L. 16/2012 convertito in L. 44/2012;
• I trasferimenti statali oggetto di fiscalizzazione sono stati previsti in bilancio, a titolo di
Fondo di Solidarietà Comunale, al Titolo I Categoria 3, nel rispetto delle previsioni legislative
di cui all'art. 1, comma 380 della legge 24 dicembre 2012, n.228 (legge di stabilità 2013) e
s.m.i. La previsione iscritta in bilancio di € 997.261,00, decurtata dal taglio previsto dall’art.47,
comma 8, del D.L. n. 66/2014 convertito in legge n. 89/2014, è consultabile sul sito del
Ministero dell'Interno;
• I trasferimenti statali non fiscalizzati sono stati invece iscritti in bilancio al Titolo II Categoria
1. Tra questi risultano il contributo forfettario per il rimborso TARI alle scuole € 1.400,00, il
contributo per il rimborso delle visite fiscali € 1.702,00, il contributo per minor gettito IMU per
l'abolizione della prima rata sulle abitazioni principali per € 2.441,00, il contributo
compensativo IMU per gli immobili comunali di 7.484,00 e il contributo dello stato per lo
sviluppo investimenti relativo ai mutui già contatti per € 27.418,00.
• I trasferimenti regionali sono stati previsti, in assenza di un piano di riparto predisposto dagli
uffici competenti, secondo le disposizioni di cui all'art. 6 della legge di stabilità regionale 2014
(L.R. 28/01/2014 n. 5). Nel rispetto delle disposizioni richiamate l’ammontare del fondo
destinato a spese correnti è stato quantificato in complessivi € 1.210.064,00.
Sempre a titolo di trasferimento regionale è stata iscritta in bilancio la somma di € 130.000,00
per la copertura delle spese di gestione dell’asilo nido comunale, la somma di € 84.600,00 per
le spese di trasporto interurbano per gli alunni della scuola media superiore e la somma di €
343.000,00 per la stabilizzazione dei soggetti abilitati del regime transitorio L.S.U. e per
contratti di diritto privato PUC;
• Il canone fognatura e depurazione non risulta iscritto in bilancio atteso che il Servizio idrico è
stato esternalizzato ai sensi della normativa vigente in materia;
• I servizi a domanda individuale gestiti dall’Ente sono l’asilo nido, la mensa scolastica, il
trasporto funebre e l’illuminazione votiva ed i relativi proventi coprono circa il 92,20% del loro
costo complessivo, come determinato con delibera G.M. n. 84 del 14/07/2014;
• I proventi delle sanzioni amministrative sono stati vincolati per il 50% all’ammodernamento,
al potenziamento e al miglioramento della segnaletica stradale, al potenziamento dell’attività di
controllo e di accertamento delle violazioni al codice della strada e alla manutenzione delle
strade di proprietà dell’ente, come da delibera di G.M. n. 83 del 14/07/2014;
• I proventi degli impianti eolici, allocati tra le entrate extra tributarie del bilancio, accolgono i
proventi dei due parchi eolici insistenti sul territorio comunale;
• I trasferimenti di capitale dello Stato allocati al Titolo IV Categoria 2 non vengono previsti in
mancanza di decreti di finanziamento;
• I trasferimenti di capitale della Regione ammontanti ad € 116.958,00 sono stati allocati al
Titolo IV Categoria 3 e la loro previsione trova legittimazione nel rispetto dell’art. 6 della legge
di stabilità regionale 2014 sopra richiamata;
• I proventi derivanti dalle concessioni edilizie e dalle sanzioni delle pratiche di sanatoria
edilizia sono stati allocati al Titolo IV Categoria 5 e destinati al finanziamento di spese in conto
capitale;
Dato atto che nella parte uscita del bilancio:
• il personale di ruolo in servizio al 01/01/2014 presso l'Ente consta di n. 40 unità, a cui si
aggiunge il Segretario Comunale, n. 25 contrattisti di diritto privato e n.11 LSU e la relativa
spesa è stata quantificata in € 1.984.203,63 oltre IRAP, tanto ai sensi dei C.C.N.L. in vigore e
considerando, altresì, gli incrementi relativi all’indennità di vacanza contrattuale;
• la spesa corrente e per investimento è stata prevista in funzione dei servizi gestiti dall’Ente e
della programmazione politica voluta dall’Amministrazione comunale, la quale ha individuato
come obiettivi prioritari i servizi socio-assistenziali, il sostegno occupazionale dei lavoratori
socialmente utili, il sostegno delle promozioni dell’attività turistiche, la manutenzione ordinaria
e straordinaria degli impianti di pubblica illuminazione, delle fognature comunali e della
viabilità interna e rurale, non tralasciando di confermare tutti i servizi già fruiti dalla
collettività;
• non sono stati iscritti interventi di spesa finanziabili con il ricorso a mutui, atteso che non è
prevista in bilancio alcuna accensione di mutui e prestiti:
• Il fondo di riserva, allocato all’intervento 1010811, con stanziamento di € 13.444,00 è stato
previsto nel rispetto del disposto di cui all’art.166 del D. Lgs. n. 267/2000;
Dato atto che al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2014, oltre ai prospetti di
svolgimento e di riepilogo, sono allegati la Relazione previsionale e programmatica ed il Bilancio
pluriennale per il triennio 2014/2016, redatti ai sensi degli artt.170 e 171 del D.lgs. 267/2000;
Visti i seguenti documenti che costituiscono allegati al Bilancio di previsione 2014, ai sensi
dell’art.172 del D.lgs. 267/2000:
a) Rendiconto della gestione del penultimo esercizio antecedente (anno 2012) quello cui si
riferisce il bilancio di previsione, approvato con deliberazione del consiglio comunale n. 36 del
30/04/2013;
b) Bilancio anno 2012 della Società d’Ambito SO.GE.I.R. S.p.A. ATO AG1, società partecipata
dal Comune di Caltabellotta;
c) Bilancio anno 2012 dell’Agenzia PRO.PI.TER Terre Sicane s.p.a., società partecipata dal
Comune di Caltabellotta;
d) Rendiconto di gestione esercizio finanziario 2012 del Consorzio A.T.O. Idrico di Agrigento, di
cui il Comune di Caltabellotta fa parte;
e) la delibera con la quale i comuni verificano la quantità e la qualità di aree e fabbricati da
destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie;
f) la delibera del programma triennale dei lavori pubblici;
g) le deliberazioni con le quali sono determinate, per l’esercizio 2014, le tariffe, le aliquote
d’imposta, le eventuali maggiori detrazioni (IMU-TASI-TARI) e per i servizi a domanda
individuale, i tassi di copertura in percentuale del costo di gestione degli stessi;
h) la tabella relativa ai parametri di riscontro della situazione di deficitarietà strutturale prevista
dalle vigenti disposizioni legislative in materia ed allegata all’ultimo rendiconto di gestione
approvato;
Visti, altresì, i seguenti altri documenti che costituiscono allegati al bilancio di previsione:
a) Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari, ex art. 58 del D.L. 112/2008, convertito
nella Legge n. 133/2008;
b) la delibera di approvazione del piano triennale delle attività e promozioni culturali e turistiche;
Vista la deliberazione consiliare n. 36 del 30/04/2013, esecutiva ai sensi di legge, con la quale è
stato approvato il rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2012 che ha chiuso con un
avanzo di amministrazione di Euro 1.353.822,24;
Accertato che dalle gestioni finanziarie pregresse non si è resa necessaria alcuna azione di
riequilibrio in quanto le stesse hanno sempre evidenziato avanzi di amministrazione;
Dato atto che la spesa per il personale rispetta il parametro di cui all’art.1, comma 557, della L.
296/2006 così come sostituito dall’art.14, comma 7, della legge 122/2010, mentre per la stessa non
occorre più rispettare il parametro di cui all’art. 76, comma 7, del decreto legge 25/06/2008 n.112
convertito in legge n.133/2008 e successive modificazioni ed integrazioni (limite del 50% delle
spese correnti ivi incluse le società a partecipazione pubblica totale o di controllo) per espressa
abrogazione della norma operata dall’art.3, comma 5, del decreto legge n. 90 del 26/04/2014;
Dato atto che le previsioni del bilancio annuale e pluriennale rispettano gli obiettivi programmatici
del patto di stabilità interno ai sensi dell’art. 30 e 31 della L.183/2011 e s.m.i così come risulta dai
prospetti, allegati alla presente, contenente rispettivamente la determinazione degli obiettivi
programmatici per gli anni 2014/2016 e la previsione del saldo finanziario di competenza degli
anni 2014/2016 per la dimostrazione del raggiungimento degli stessi;
Vista la relazione ed il conseguente parere espresso dal Dott. Giuseppe Termine, Revisore Unico
dei Conti;
Visto il viente regolamento di contabilità;
Visto il vigente Statuto Comunale;
Visto il vigente O.R.EE.LL.
si propone
1) Approvare il bilancio di previsione dell’esercizio 2014, completo degli allegati previsti per
legge, nelle risultanze finali qui di seguito riportate:
ENTRATE
Previsione di
Competenze
Tit. I
1.846.425,00
– Entrate Tributarie
Tit. II – Entrate derivanti da contributi e trasferimenti correnti dello
Stato, della regione e di altri enti pubblici anche in rapporto
all’esercizio di funzioni delegate dalla regione
Tit. III – Entrate extratributarie
Tit. IV – Entrate derivanti da alienazioni, da trasferimenti di capitale e da
riscossioni di crediti
2.061.543,00
464.171,00
Totale Entrate Finali
Tit. V – Entrate derivanti da accensioni di prestiti
Tit. VI – Entrate da servizi per conto di terzi
Avanzo di amministrazione
193.958,00
4.566.097,00
700.000,00
900.000,00
0
Totale generale dell’entrata
6.166.097,00
SPESE
Tit. I – Spese correnti
Tit. II – Spese in conto capitale
Totale Spese Finali
Tit. III – Spese per rimborso di prestiti
Tit. IV – Spese per servizi per conto di terzi
Disavanzo di amministrazione
Totale generale della spesa
Previsione di
Competenze
4.295.359,00
194.958,00
4.490.317,00
775.780,00
900.000,00
0
6.166.097,00
2) Approvare, altresì, la Relazione previsionale e programmatica ed il Bilancio pluriennale per il
triennio 2014/2016, che costituiscono parte integrante del bilancio stesso;
3) Dare atto che la spesa per il personale rispetta il parametro di cui all’art.1, comma 557, della L.
296/2006 così come sostituito dall’art.14, comma 7, della legge 122/2010, mentre per la stessa
non occorre più rispettare il parametro di cui all’art. 76, comma 7, del decreto legge 25/06/2008
n.112 convertito in legge n.133/2008 e successive modificazioni ed integrazioni (limite del 50%
delle spese correnti ivi incluse le società a partecipazione pubblica totale o di controllo) per
espressa abrogazione della norma operata dall’art.3, comma 5, del decreto legge n. 90 del
26/04/2014;
4) Dato atto che le previsioni del bilancio annuale e pluriennale rispettano gli obiettivi
programmatici del patto di stabilità interno ai sensi dell’art. 30 e 31 della L.183/2011 e s.m.i
così come risulta dai prospetti, allegati alla presente, contenente rispettivamente la
determinazione degli obiettivi programmatici per gli anni 2014/2016 e la previsione del saldo
finanziario di competenza degli anni 2014/2016 per la dimostrazione del raggiungimento degli
stessi;
5) Di dichiarare il presente atto immediatamente esecutivo, stante l’urgenza di operare in una
gestione senza ricorso ai dodicesimi.
Letto, approvato, sottoscritto
IL CONSIGLIERE ANZIANO
F.to Rag. Gaspare Sala
IL PRESIDENTE
f.to D.ssa Daniela Grisafi
IL SEGRETARIO COMUNALE A SCAVALCO
f.to Francesco Piro
DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE
CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE
Il sottoscritto Segretario Comunale, in applicazione della L.R. 44/91, su conforme attestazione del
Responsabile del Servizio di Segreteria,
C ERTIFICA
che la presente deliberazione è stata pubblicata, per 15 giorni consecutivi dal 12/08/2014 al 27/08/2014
nell’albo pretorio on line, apposita sezione del sito web istituzionale di questo Comune accessibile al pubblico
all’indirizzo www.comune.caltabellotta.ag.it (art. 32, comma 1, della legge 18 giugno 2009, n. 69).
Dalla residenza comunale, lì _____________
Il responsabile del servizio
_________________________
Il Segretario Comunale
Timbro
_____________________________
ATTESTAZIONE DI ESECUTIVITA'
Il sottoscritto Segretario comunale,
visti gli atti d'ufficio,
visti:
- l’art. 32, comma 1 della Legge 18/6/2009, n.69;
- la legge regionale 3 dicembre 1991, n. 44, e ss. mm.ii.
- la circolare dell’Assessorato Regionale Enti Locali 24/03/2003, la L.R. 44/91 e
attesta
che la presente che la presente deliberazione, in applicazione della l.r. 3 dicembre 1991, n. 44, e ss.
mm.ii., è divenuta esecutiva il giorno 5 agosto 2014,
Χ
avendone dichiarato l’immediata esecutività il medesimo organo deliberante;
decorsi dieci giorni dalla sua pubblicazione all’Albo Pretorio dell’Ente, essendo stata
pubblicata all'albo pretorio per quindici giorni consecutivi dal ______________ al
_______________, come previsto dall'art. 11 della predetta legge, a seguito degli adempimenti
sopra attestati:
Dalla residenza municipale, lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
________________________________
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 822 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content