close

Enter

Log in using OpenID

Ancora sul POS: le richieste di Confesercenti

embedDownload
Poste Italiane Spa Spedizione in abbonamento postale - 70% DCB Ravenna - Direttore Roberto Lucchi - Proprietaria Confesercenti Provinciale Ravenna - Autorizzazione Tribunale
Ravenna n. 448 del 29.7.1963 - Periodicità settimanale. Uffici: Ravenna - Piazza Bernini 7 Tel. 0544.292711; Cervia - Via Levico 21/C tel. 0544.911011; Lugo - Via Foro Boario 4/1 int. 1
tel. 0545.904211; Faenza - Via Bettisi 4 tel. 0546.671611 - Stampato in proprio.
Anno XXXI, n. 5, Ravenna 16 aprile 2014.
www.confesercentiravenna.it
Il mercato elettronico: un'opportunità di affari e di sviluppo
per le aziende che lavorano o vogliono lavorare con la pubblica
amministrazione
Giovedì 8 maggio ore 15 a Ravenna:
un pomeriggio di formazione pratica per capirlo e gestirlo
Sono sempre di più gli acquisti delle Pubbliche Amministrazioni che passano dal Mercato
Elettronico: dal 2007 infatti la normativa ha mano a mano obbligato, tramite passaggi progressivi, le
PA a rifornirsi esclusivamente sulle piattaforme elettroniche, attraverso procedure standardizzate e
trasparenti. La novità non interessa solamente i grandi fornitori della PA, ma anche le piccole imprese
che lavorano con i comuni, gli istituti scolastici, gli uffici pubblici in generale. Oltre ad essere gli unici
strumenti per acquisire commesse dal settore pubblico, le piattaforme elettroniche, il MEPA a livello
nazionale e Intercent-ER su scala regionale, sono un'opportunità di sviluppo e di ampliamento del
proprio bacino di affari perché, una volta inseriti nel Mercato Elettronico, le proprie specifiche sono
accessibili da tutte le amministrazioni dell'area. Potete quindi ricevere richieste di preventivo non
solo da PAdella vostra città ma anche dalle altre aderenti allo strumento.
L'Emilia-Romagna è una delle poche regioni italiane ad essersi dotata di una propria piattaforma
elettronica, Intercent-ER appunto, che consente, dopo la procedura di abilitazione, di gestire il
proprio settore merceologico o di servizi e rapportarsi con tutte le PAdella regione.
Per questo Confesercenti promuove, GIOVEDÌ 8 MAGGIO dalle ore 15 alle ore 18, presso la
sede di Ravenna in Piazza Bernini 7, un corso di formazione rivolto alle aziende associate che
vogliono approfondire questo strumento, comprendere e portare a termine la procedura di
abilitazione e gestire le richieste di offerta da parte degli enti pubblici.
Siete quindi invitati a partecipare: il corso è completamente gratuito, e durante lo stesso
verranno presentati anche i servizi di assistenza che Confesercenti mette a disposizione degli
associati per il Mercato Elettronico. Per informazioni contattare Riccardo Ricci Petitoni (tel.
0544/292734). Per le iscrizioni rivolgersi alle sedi Confesercenti.
Ancora sul POS: le richieste di Confesercenti
La Confesercenti è intervenuta nuovamente con una richiesta di modifiche in merito all'entrata in vigore
delle norme sui P.O.S.
A decorrere dal 30 giugno 2014, come si ricorderà, i soggetti che effettuano l'attività di vendita di prodotti
e di prestazione di servizi, anche professionali, sono tenuti ad accettare anche pagamenti effettuati
attraverso carte di debito.
Il D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito in legge 17 dicembre 2012, n. 221, stabilisce che con uno o più
decreti del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze,
sentita la Banca d'Italia, vengano disciplinati gli eventuali importi minimi, le modalità e termini, anche in
relazione ai soggetti interessati, di attuazione della disposizione che prevede l'obbligo.
Il decreto del Ministero dello sviluppo economico del 24 gennaio 2014, in effetti, ha stabilito le definizioni
e l'ambito di applicazione dei pagamenti mediante carte di debito.
Lo stesso decreto, invero, aveva previsto disposizioni valide "in sede di prima applicazione", comportanti
un'entrata in vigore "graduale" delle nuove nonne.
Dette disposizioni sono poi state vanificate dall'approvazione del D.L. 30 dicembre 2013, n. 150, che ha
comportato lo “slittamento” dell'intera disciplina alla data del 30 giugno p.v., senza previsione di alcuna
gradualità.
La Confesercenti, al fine di ristabilire il principio della gradualità dell'entrata in vigore delle nuove
disposizioni, ha avanzato alcune istanze sia per allungare i tempi che gli importi soggetti alla norma
(pagamenti superiori almeno ai 50 euro) che per tenere conto di alcune categorie.
Una graduale estensione dell'obbligo di accettazione della moneta elettronica eviterebbe una congestione
tecnica difficilmente altrimenti evitatile e permetterebbe alle imprese "meno strutturate" di predisporsi
con presumibili minori oneri rispetto al disposto normativa.
E' prevedibile infatti che nell'arco di un biennio gli oneri di gestione dei P.O.S. possano sensibilmente
ridursi.
Per il settore dei tabaccai e distributori carburanti, considerati i ristretti margini di guadagno,
l'accettazione della moneta elettronica porterebbe ad forte riduzione di redditività ed in alcune situazioni
(rinnovo BolliAuto) ad una decisa perdita.
Per queste già un precedente decreto, poi reso vano, prevedeva il costo zero delle operazioni. Cosa che
andrebbe ripresa. Per il commercio su aree pubbliche diventa pressoché impossibile garantire, in tutte le
località, il corretto funzionamento di P.O.S. mobili, per cui se ne suggerisce un congruo slittamento
tecnico, in attesa di potere fruire di una completa copertura telefonica.
Un bando della Regione: presentazione domande a partire dal 5 maggio
Riqualificazione energetica di imprese turistiche,
commerciali e stabilimenti balneari
La Regione Emilia Romagna ha approvato in questi giorni un bando per il sostegno a progetti
innovativi nel campo delle tecnologie energetico-ambientali volti al risparmio energetico e
all'utilizzo delle fonti rinnovabili.
Il bando
La Regione Emilia Romagna ha pubblicato il bando a valere sul POR FERS 2007-2013 Attività
III.1.2 Sostegno a progetti innovativi nel campo delle tecnologie energetico-ambientali volti al
risparmio energetico e all'utilizzo delle fonti rinnovabili.
Il bando mette a disposizione 7 milioni di euro per sostenere la qualificazione ambientale ed
energetica del sistema produttivo regionale, in particolare dei settori del commercio e del turismo.
Per essere ammessi a contributo gli interventi dovranno garantire requisiti prestazionali minimi riferiti all'energia primaria risparmiata o all'energia primaria prodotta da fonti rinnovabili - variabili
tra 2 a 5 TEP in funzione della tipologia di soggetto proponente.
I beneficiari
Possono accedere ai contributi le piccole e medie imprese, compresi i consorzi e/o le società
consortili, costituiti anche in forma cooperativa o di associazione temporanea d'impresa, aventi serie
operativa in Emilia-Romagna (intesa come sede in cui si svolge l'attività economica e in cui saranno
realizzati gli interventi agevolabili ai fini del bando).
Per quanto riguarda il settore del turismo, possono presentare domanda le imprese appartenenti alle
categorie definite negli articoli 5-11 di cui alla legge regionale 16/2004 (strutture ricettive
alberghiere, extra alberghiere e strutture ricettive all'aria aperta). Per quanto riguarda il settore
del commercio, la misura si rivolge alle imprese che esercitano attività all'ingrosso o al dettaglio e
di somministrazione al pubblico di alimenti o bevande.
2
Sono inoltre ammesse le imprese la cui attività rientra nelle categorie definite come stabilimenti
balneari, discoteche e sale da ballo.
Entità dell'agevolazione
Il contributo è concesso a titolo "de minimis", nella misura massima del 40% delle spese ammesse e
fino ad un massimo di 150.000 euro.
Progetti finanziati
Sono ammessi ai benefici i progetti, avviati dopo il 1° settembre 2013, la cui spesa non sia inferiore
a 20 mila euro inerenti le seguenti tipologie:
- interventi integrati di risparmio energetico o di miglioramento dell'efficienza energetica;
- impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili;
- installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili.
Spese ammissibili
Le principali tipologie di spesa ammissibili sono le seguenti:
- spese di progettazione, installazione, direzione lavori, collaudo;
- spese per la fornitura dei materiali e la realizzazione di opere accessorie, qualora strettamente
funzionali alla realizzazione dell'intervento;
- consulenze specialistiche per la diagnosi energetica e la certificazione degli interventi; polizze e
fideiussorie a sostegno della richiesta di pagamento di un anticipo del contributo.
Presentazione della domanda
Le domande possono essere presentate esclusivamente on line – con PEC Aziendale - attraverso
l'applicativo web che sarà reso disponibile sui siti regionali Por Fesr 2007-2013, Ermes Imprese e Er
Energia, dal 5 maggio 2014 e fino al 15 luglio 2014. Per definire la graduatoria delle imprese
ammesse a finanziamento la Regione utilizzerà l'ordine d'arrivo cronologico fino ad esaurimento
fondi. Nella domanda, firmata digitalmente dal Legale Rappresentante dell'impresa, fra i documenti
da allegare è prevista una relazione tecnica e una diagnosi e/o certificazione energetica aziendale
firmate ed asseverate da un tecnico abilitato all'esercizio della professione.
E' quindi necessario che l'impresa si doti di tale professionalità.
Per ulteriori informazioni e documentazione rivolgersi agli uffici Credito delle Confesercenti locali.
ANCORA SEGNALAZIONI DI TENTATE TRUFFE E VENDITE
Per inesistenti contributi europei e statali…
Aziende associate hanno nuovamente segnalato di essere state contattate con modi accattivanti e suadenti
da aziende che “vendono” finanziamenti e incentivi europei e statali peraltro inesistenti.
Prima di averli (?) bisogna fare dei bonifici o degli assegni (anche di 545 euro) per ricevere un cd o
collegarsi a dei siti di informazione.
Anche per poter smascherare gli organizzatori e i promotori di queste iniziative (ce ne sono di 3 tipi in
corso) oltre a prestare la massima attenzione per non arricchirli si invita a contattare gli uffici
dell'Associazione, a prendere tempo e/o a registrare appuntamenti e telefonate anche per segnalarli alle
forze dell'ordine.
… e anche per inutili elenchi imprese, pubblicazioni
miracolose e iscrizione a portali
E sempre in tema di iniziative private “truffaldine” e lucrose vengono segnalati in questo mese: l'invito
(ricevuto da aziende associate) dell'ennesimo elenco imprese iscritte alla Camera di Commercio per avere
nuovi servizi web al “modico” prezzo di 48,80 euro (il bollettino è persino allegato, solo da compilare).
Nulla a che fare con adempimenti veri. Altra carta e posta che si può buttare o usare in altro modo
(accendere il camino, ecc.): gira poi un bollettino “antiprotesti cambiari” (120 euro) per evitare sorprese
(appunto, evitiamole); un bollettino (di cui ci siamo già occupati) per l'iscrizione ad un portale delle ditte
iscritte alla Camera di Commercio (309,87 euro). Fatene lo stesso uso sopra suggerito e passiamo parola
perché nessuno arricchisca queste iniziative.
3
Cessazione dell'attività commerciale: prorogato l'indennizzo
La norma che prevedeva l'indennizzo per il triennio dal 1996 al 1998 e più volte prorogata viene
restituita fino al 31 dicembre 2016.
La riconsegna al comune dei titoli abilitativi dell'attività (licenza, abilitazione, SCIA, ecc.) potrà
consentire di ricevere dall'Inps, per il periodo dalla chiusura fino quella della pensione di vecchiaia,
una somma di circa 500 euro al mese. L'intervento è finanziato con un contributo dello 0,09 per cento
a carico dei commercianti, che sarebbe scaduto il 31 dicembre 2014 e che viene anch'esso prorogato
al 31 dicembre 2018. Le richieste dovranno essere presentate entro il 31 gennaio del 2017.
La previsione è contenuta nel comma 490 della legge di stabilità 2014, che ha modificato l'articolo
19-ter del D.L. n. 185/2008 convertito in legge n. 2 del 28 gennaio
II provvedimento si applica a:
? titolari di attività commerciali al minuto in sede fissa o loro coadiutori;
? titolari di attività commerciali su aree pubbliche o loro coadiutori;
? esercenti di attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;
? agenti e rappresentanti di commercio.
I requisiti per ottenere il contributo sono:
- aver compiuto 62 anni di età se uomo o 57 se donna, al momento della cessazione (secondo
l'interpretazione seguita dai Ministeri vigilanti ed enunciata dall'INPS con il messaggio n. 9656 del
13 giugno 2013) fino all'età massima di 66 anni e 6 mesi per gli uomini e 61 anni e 6 mesi per le donne
(sempre che non si verifichi prima la decorrenza del trattamento pensionistico).
E' evidente l'incoerenza fra la finalità dell'indennizzo (accompagnare il commerciante in crisi
economica al momento del pensionamento) e il limite indicato dai Ministeri, assai lontano dall'età che
dall'1.1.2014 vale per il pensionamento di vecchiaia delle lavoratrici autonome (64 anni e 9 mesi);
? al momento della cessazione il soggetto deve essere iscritto alla gestione speciale commercianti
dell'Inps da almeno cinque anni;
? l'attività deve essere cessata in maniera definitiva;
? i titoli abilitativi per l'esercizio commerciale devono essere restituite al comune.
? la cancellazione del titolare dell'attività dal Registro delle imprese presso la Camera di commercio
competente;
? la cancellazione dal ruolo provinciale degli agenti e rappresentanti di commercio.
? II contributo obbligatorio dello 0,09 per cento a carico dei commercianti viene prorogato al 31
dicembre 2018, ed è posto a carico degli iscritti alla gestione degli esercenti attività commerciali
presso l'INPS, in aggiunta ai contributi pensionistici dagli stessi dovuti.
Per ottenere l'erogazione del beneficio sono necessari:
- L'indennizzo è incompatibile con l'esercizio di qualsiasi attività di lavoro autonomo o subordinato
ed è di conseguenza revocato dal primo giorno del mese successivo a quello nel quale sia stata
ripresa l'attività lavorativa sia essa dipendente che autonoma, evento che deve essere segnalato dal
beneficiario entro trenta giorni dalla ripresa.
- L'importo dell'indennizzo è pari al trattamento minimo di pensione spettante ai commercianti
iscritti alla gestione ed il periodo in cui viene riscosso riconosciuto figurativamente ai fini del
diritto al trattamento pensionistico.
Per informazioni e pratiche rivolgersi presso gli uffici dell'Associazione.
Ottenuta la proroga anche per esodati del commercio
Arriva la proroga per i cosiddetti “esodati del commercio”: le lavoratrici e i lavoratori che rischiavano
di rimanere senza lavoro e pensione hanno ottenuto una proroga. Nella nuova Legge di Stabilità,
infatti, è previsto che questa categoria di commercianti, non solo avrà il diritto a una proroga e quindi
percepire la pensione, ma avrà anche la possibilità di fare una nuova richiesta di indennizzo fino al
2016.
“E' una soddisfazione per la nostra organizzazione. Una battaglia intrapresa a livello nazionale da
4
Fipac e Confesercenti insieme per dare risposte ai circa 1500 commercianti, prevalentemente donne,
che avevano scelto di chiudere bottega, spesso a causa della crisi, e quindi optare per il
pensionamento anticipato rottamando così la propria licenza. Il gap era nato principalmente a causa
della Riforma Fornero che ha inasprito i requisiti anagrafici per la pensione di vecchiaia , con il
conseguente innalzamento dell'età pensionabile. Stando così le cose il rischio, rivolto principalmente
alle donne, era l'impossibilità di accesso alla pensione non prima del 2018-2019. Lasciando questa
categoria di lavoratori senza alcun sostegno e quindi esodati. L'introduzione di questa norma nella
Legge di Stabilità ci riempie di grande soddisfazione, adesso però è necessario che il nuovo Governo
faccia un ulteriore passo in avanti per portare avanti la modifica della Legge Fornero che, al momento
risulta inadeguata alle reali condizioni di migliaia di pensionati nel Paese”.
Le sedi del Patronato Itaco sono a completa disposizione per chiarimenti e per espletare le pratiche al
fine di ottenere la prestazione.
Riceviamo dalla Questura
Comunicazione Alloggiati via web anche per case e appartamenti
In relazione alla modalità di comunicazione delle schedine previste dal sistema “Alloggiati Web”, cui
sono tenuti ad adempiere i titolari delle strutture ricettive ex art. 109 T.U.L.P.S., si comunica che sono
altresì tenuti all'obbligo di comunicazione le agenzie immobiliari e i gestori delle case e appartamenti
per vacanze che svolgono tale attività in forma non imprenditoriale.
La comunicazione di cui all'art. 109 T.U.L.P.S. all'Autorità di Pubblica Sicurezza concernente
l'arrivo di persone alloggiate in strutture ricettive è regolamentata, da ultimo, con D.M. del 7 gennaio
2013.
Nella citata disposizione è stabilito all' art.2 che: “… la questura abilita la struttura ricettiva attraverso
la necessaria certificazione digitale, esclusivamente all'inserimento, in un apposito sistema web
oriented esposto su rete internet, dei dati degli alloggiati..” La comunicazione si riferisce ai dati
relativi alle persone alloggiate in strutture ricettive (alberghi, pensioni, affittacamere, bed and
breakfast ecc.), che devono essere inseriti dai gestori mediante il sistema alloggiati-web.
A decorrere dal 5 maggio p.v. le strutture ricettive rientranti nella categoria dei proprietari o gestori di
case o di appartamenti per vacanze e per affittacamere, dovranno inserire in una apposita maschera i
dati relativi agli appartamenti gestiti.
Cercasi disponibilità
Prima accoglienza dei richiedenti protezione internazionale sul
territorio della provincia di Ravenna
La Prefettura di Ravenna ha richiesto agli operatori del ricettivo (albergatori, titolari B&B,
affittacamere) la disponibilità per la prima accoglienza dei cittadini stranieri che chiedono alla
Questura di Ravenna il riconoscimento della protezione internazionale (ex asilo politico) e che
dichiarano di essere privi di qualsiasi mezzo per soddisfare i bisogni primari (in primis vitto e
alloggio).
È previsto un rimborso pro capite per ogni cittadino straniero ospitato, che deve coprire vitto e
alloggio in pensione completa.
Ai soggiornanti viene rilasciato dalla Questura un permesso di soggiorno per “richiesta protezione
internazionale”, pertanto sono in regola con le norme che disciplinano il soggiorno degli stranieri in
Italia. Gli stranieri che arrivano nel territorio della provincia di Ravenna sono per la quasi totalità di
nazionalità pakistana e afghana, sporadicamente arrivano persone del Bangladesh, ivoriane o
camerunensi.
Per maggiori informazioni, dettagli e per fornire la disponibilità, si prega di contattare in Associazione
il Sig. Riccardo Ricci Petitoni tel. 0544292734.
5
Sicurezza nei luoghi di lavoro
adempimenti per l'apertura delle attività
Come ogni anno, all'apertura dell'attività occorre fare alcune verifiche per essere in regola con
quanto richiesto da varie normative in vigore, di seguito le principali:
Promemoria ALBERGHI
D.Lgs. 81 Sicurezza lavoro
Verificare che non ci siano delle variazioni rispetto al DVR realizzato Predisporre la formazione dei
dipendenti che ancora non l'avessero fatta, si ricorda che è distinta in due momenti, una di parte generale
ed una specifica per tipologia di attività, e vale 5 anni
Antincendio
Tenere aggiornato il Registro dei controlli con tutte le verifiche eseguite (estintori, naspi, idranti, caldaie,
sistema allarme, illuminazione emergenza ecc).
Si ricorda che vanno verificati periodicamente anche i maniglioni antipanico e, se non sono marcati CE,
vanno sostituiti, inoltre, così come per tutti gli impianti, debbono recare certificato di corretta installazione
sia da parte della ditta installatrice che del geometra che ha seguito i lavori.
Va inoltre verificata la tenuta di tutte le porte tagliafuoco e il corretto funzionamento di chiusura.
Legionella
Occorre avere il documento di valutazione, eseguire tutte le operazioni preventive richieste dalla
normativa e tenere aggiornato il registro della Legionella.
Messa a Terra
Periodicamente, ovvero ogni due anni, deve essere controllata la Messa a Terra.
Pronto Soccorso /AddettoAntincendio
Verificare se si è provveduto all'aggiornamento dell'addetto di Primo Soccorso e Antincendio, previsto
ogni 3 anni. Verificare i contenuti della cassetta di Pronto Soccorso e nel caso sostituire i prodotti scaduti
Rumore
Chi, durante il periodo estivo, esegue feste con musica, esternamente al proprio locale, deve fare una
valutazione di impatto acustico. Si ricorda inoltre che, dopo aver ottenuto la valutazione di impatto
acustico, va presentata richiesta al comune per ottenere l'autorizzazione agli intrattenimenti musicali.
HACCP
Segnalare sulle apposite schede di controllo eventuali difformità alla corretta prassi lavorativa. Chi
propone pesce crudo o semi crudo deve fare comunicazione all'ASL e inserire nel piano HACCP la
procedura adottata. Chi fa preparazioni per intolleranti al glutine deve predisporre apposita appendice al
manuale e darne comunicazione all'AUSL. Si ricorda inoltre che tutti i dipendenti, compreso il titolare ed i
soci, debbono essere formati in materia di igiene (attenzione non è il certificato di idoneità sanitaria)
Attestato di Idoneità Sanitario
Verificate che tutti coloro che manipolano alimenti siano in possesso dell'attestato di idoneità sanitario e
che non sia scaduto. Questo documento, o il diploma per chi ha fatto la scuola alberghiera, va tenuto in
azienda. Attestato Etichettatura
Verificate che tutti i prodotti conservati in frigo o congelatore riportino adeguata etichettatura, se non ne
hanno una loro propria occorre comunque accompagnare i prodotti con un etichetta che ne indichi la
provenienza o far riferimento alla fattura di acquisto.
Preparazioni
E' assolutamente vietato scongelare e poi ricongelare i prodotti alimentari, pertanto sono vietate alcune
preparazioni che vengono eseguite per comodità (es. scongelare i gamberi preparare gli spiedini e poi
ricongelarli)
(L'elenco non è esaustivo, per ogni dubbio informarsi presso l'Associazione)
Promemoria RISTORANTI e GASTRONOMIE
Alcune verifiche da effettuare per essere in regola con quanto richiesto da varie normative in vigore, di
seguito le principali:
D.Lgs. 81 Sicurezza lavoro
Predisporre la formazione dei dipendenti che ancora non l'avessero fatta, si ricorda che è distinta in due
6
momenti, una di parte generale ed una specifica per tipologia di attività, e vale 5 anni.
Messa a Terra
Periodicamente (ogni 5 ani) deve essere controllata la Messa a Terra.
Pronto Soccorso /AddettoAntincendio
Verificare se si è provveduto all'aggiornamento dell'addetto di Primo Soccorso e Antincendio, previsto
ogni 3 anni. Verificare i contenuti della cassetta di Pronto Soccorso e nel caso sostituire i prodotti scaduti.
Rumore
Chi, durante il periodo estivo, esegue feste con musica, esternamente al proprio locale, deve richiedere
parer ARPA e fare una valutazione di impatto acustico, a seguito dei quali, va presentata richiesta al
comune per ottenere l'autorizzazione agli intrattenimenti musicali.
HACCP
Segnalare sulle apposite schede di controllo eventuali difformità alla corretta prassi lavorativa.
Chi propone pesce crudo o semi crudo deve fare comunicazione all'ASL e inserire nel piano HACCP la
procedura adottata.
Chi fa preparazioni per intolleranti al glutine deve predisporre apposita appendice al manuale e darne
comunicazione all'AUSL.
Si ricorda inoltre che tutti i dipendenti, compreso il titolare ed i soci, debbono essere formati in materia di
igiene (attenzione non è il certificato di idoneità sanitaria).
Attestato di Idoneità Sanitario
Verificate che tutti coloro che manipolano alimenti siano in possesso dell'attestato di idoneità sanitario e
che non sia scaduto. Questo documento, o il diploma per chi ha fatto la scuola alberghiera, va tenuto in
azienda.
Etichettatura
Verificate che tutti i prodotti conservati in frigo o congelatore riportino adeguata etichettatura, se non ne
hanno una loro propria occorre comunque accompagnare i prodotti con un etichetta che ne indichi la
provenienza o far riferimento alla fattura di acquisto.
Esposizione Prodotti
Occorre esporre un cartello con l'indicazione degli ingredienti dei prodotti esposti alla vendita, in
particolare quelli da forno, così come sui menù va riportata la dicitura se i prodotti, soprattutto il pesce,
sono surgelati, in caso contrario si ravvisa il reato di frode.
Preparazioni
E' assolutamente vietato scongelare e poi ricongelare i prodotti alimentari, pertanto sono vietate alcune
preparazioni che vengono eseguite per comodità (es. scongelare i gamberi preparare gli spiedini e poi
ricongelarli)
Rifiuti I contenitori dei rifiuti debbono avere un coperchio e il comando a pedale. Occorre avere una ditta
autorizzata per lo smaltimento degli oli esausti
Vietato Fumare
Va sempre esposto il cartello “Vietato Fumare” nei locali di pubblico utilizzo, con l'indicazione
dell'addetto al controllo
(L'elenco non è esaustivo, per ogni dubbio informarsi presso l'Associazione)
Promemoria BAR
Alcune verifiche da effettuare per essere in regola con quanto richiesto da varie normative in vigore,
di seguito le principali:
D.Lgs. 81 Sicurezza lavoro
Predisporre la formazione dei dipendenti che ancora non l'avessero fatta, si ricorda che è distinta in due
momenti, una di parte generale ed una specifica per tipologia di attività, e vale 5 anni.
Messa a Terra
Periodicamente (ogni 5 ani) deve essere controllata la Messa a Terra.
Pronto Soccorso /AddettoAntincendio
Verificare se si è provveduto all'aggiornamento dell'addetto di Primo Soccorso e Antincendio, previsto
ogni 3 anni. Verificare i contenuti della cassetta di Pronto Soccorso e nel caso sostituire i prodotti scaduti.
Rumore
Chi, durante il periodo estivo, esegue feste con musica, esternamente al proprio locale, deve presentare
richiesta al comune per ottenere l'autorizzazione agli intrattenimenti musicali.
7
HACCP
Verificare di essere in possesso di idoneo manuale di HACCP e segnalare sulle apposite schede di
controllo eventuali difformità alla corretta prassi lavorativa.
Si ricorda inoltre che tutti i dipendenti, compreso il titolare ed i soci, debbono essere formati in materia di
igiene (attenzione non è il certificato di idoneità sanitaria)
Attestato di Idoneità Sanitario
Verificare di essere in possesso di idoneo manuale di HACCP e segnalare sulle apposite schede di
controllo eventuali difformità alla corretta prassi lavorativa.
Si ricorda inoltre che tutti i dipendenti, compreso il titolare ed i soci, debbono essere formati in materia di
igiene (attenzione non è il certificato di idoneità sanitaria)
Etichettatura
Verificate che tutti i prodotti conservati in frigo o congelatore riportino adeguata etichettatura, se non ne
hanno una loro propria occorre comunque accompagnare i prodotti con un etichetta che ne indichi la
provenienza o far riferimento alla fattura di acquisto
Esposizione Prodotti
Occorre esporre un cartello con l'indicazione degli ingredienti dei prodotti esposti alla vendita, in
particolare quelli da forno.
Preparazioni Verificare le preparazioni che sono consentite in base alla propria licenza, non possono
essere presenti nell'attività derrate non attinenti alle proprie autorizzazioni
Rifiuti I contenitori dei rifiuti debbono avere un coperchio e il comando a pedale
Vietato Fumare Va sempre esposto il cartello “Vietato Fumare” nei locali di pubblico utilizzo, con
l'indicazione dell'addetto al controllo
(L'elenco non è esaustivo, per ogni dubbio informarsi presso l'Associazione)
Attenzione
Obbligo di registrazione per ambiti particolari
Si informa sulla Determina n. 14738/ 2013 del Direttore del Servizio Veterinario e Igiene degli Alimenti
della Regione E.R. che riporta quanto segue:
“Tabaccherie e altre attività che effettuano la vendita di alimenti non deperibili che non necessitano
di particolari condizioni di conservazione (quali esercizi annessi a distributori carburanti, cinema,
teatri, edicole, ecc). Le attività rientranti in tale categoria e non ancora registrate ai sensi del Reg. CE
852/2004 sono soggette all'obbligo di Registrazione secondo le modalità definite nel presente atto. Non è
richiesta la presentazione della relazione tecnica e planimetria indicate nel ModA1.
Per quanto riguarda gli adempimenti di tipo gestionale si ritiene sufficiente il soddisfacimento degli
obblighi relativi alla rintracciabilità ai sensi del Reg. 178/CE/2002, attraverso il mantenimento delle
registrazioni inerenti l'acquisto dei prodotti alimentari per un periodo sufficientemente adeguato,
predisponendo procedure per l'individuazione di tutti i fornitori che possano consentire, se del caso, di
avviare procedure di ritiro dal mercato.
Si precisa che quanto sopra specificato riguarda esclusivamente l'attività commerciale di prodotti non
deperibili; qualora presso l'esercizio venga svolta anche attività di somministrazione, si richiede la
documentazione prevista per le tipologie di riferimento.”
Visure catastali online
Si informa che a partire dal 31 marzo 2014 sul sito dell'Agenzia delle Entrate è disponibile il servizio
telematico "Consultazione personale": si tratta della consultazione della banca dati catastale e ipotecaria,
a titolo gratuito e in esenzione da tributi, relativamente agli immobili di cui il soggetto richiedente
risulti titolare, anche per quota, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento. Per utilizzare il
servizio è necessario essere registrati ai servizi telematici "Entratel/Fisconline". Questo è l'indirizzo web
per accedere alla registrazione ed alla consultazione:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Consultare+dati+catast
ali+e+ipotecari/Visura+catastale/Visura+catastale+online/
8
Riceviamo dalla Camera di Commercio
Registro nazionale delle imprese storiche: riapertura iscrizioni 2014
La Camera di commercio di Ravenna informa che sono stati riaperti i termini delle iscrizioni al Registro
Nazionale delle Imprese Storiche, disponibile sul sito istituzionale dell'Unioncamere
www.Unioncamere.gov.it e chiama all'appello le imprese ultracentenarie ancora in attività della nostra
provincia. Unioncamere ha infatti deciso di riaprire i termini per le iscrizioni al RIS - Registro delle
Imprese Storiche, istituito nel 2011 per celebrare i 150 anni dell'Unità d'Italia, che annovera attualmente
oltre 2.200 imprese ultracentenarie (tra cui 24 della provincia di Ravenna).
L'iniziativa è rivolta a tutte le imprese, di qualsiasi forma giuridica e operanti in qualsiasi settore
economico, iscritte nel Registro delle imprese e ancora attive, con esercizio ininterrotto dell'attività
nell'ambito del medesimo settore merceologico per un periodo non inferiore a 100 anni (tale requisito
temporale deve essere maturato al 31 dicembre 2013). Le imprese interessate, se in possesso di tali
requisiti, possono presentare alla Camera di Commercio dove hanno sede legale, domanda di iscrizione
nel Registro entro il 30 giugno 2014 utilizzando la modulistica, disponibile sul sito web della Camera di
Commercio di Ravenna al seguente link www.ra.camcom.it/attivitapromozionali/iniziative-e-progetti o
presso l'Ufficio Promozione e comunicazione.
Considerato il ruolo delle Associazioni di categoria, da sempre vicine alle imprese del territorio, si
richiede di voler diffondere fra le aziende loro associate interessate, la presente comunicazione.
Nuovi bandi 2014 per partecipazioni a fiere e per
certificazioni ambientali/sociali
Si informa che con delibera di Giunta n. 47 del 24/03/2014 sono stati approvati i bandi sulla
partecipazione a fiere e certificazioni ambientali, che sono in vigore dal 1° aprile.
L'elenco società ammissibili fiere 2013, verrà pubblicato appena possibile.
Questi sono i link per poter accedere alla pagina:
Fiere: http://www.ra.camcom.it/attivita-promozionali/contributi/contributi-cciaa-ravenna/contributirivolti-alle-imprese/regolamento-per-la-concessione-di-contributi-ad-imprese-della-provincia-diravenna-per-la-partecipazione-a-fiere-allestero-e-a-fiere-internazionali-in-italia
Emas: http://www.ra.camcom.it/attivita-promozionali/contributi/contributi-cciaa-ravenna/contributirivolti-alle-imprese/bando-per-la-concessione-di-contributi-alle-pmi-per-ladozione-di-sistemi-diaziendale-emas-sa8000-e-per-lottenimento-del-marchio-ecolabel-europe
Nuova convenzione con Tecnohelp
Nei giorni scorsi l'azienda Tecnohelp di Enrico Segurini e Massimo Bartoletti Snc con sede a Ravenna in
Via Sansovino n. 17 (tel. 0544 271655) ha chiesto un incontro alla Confesercenti per presentare una
opportunità di convenzione per le aziende associate che fa seguito anche alla collaborazione avviata con il
Cescot per le attività di formazione inerenti la ristorazione.
TecnoHelp da alcuni anni svolge attività di vendita, riparazione e manutenzione di attrezzature per locali
in genere. L'azienda è conosciuta e inserita sul mercato per la vendita, installazione e manutenzione di
qualsiasi attrezzatura per bar, birrerie, pub, alberghi, negozi, ristoranti, pizzerie, ecc.
L'azienda mette a disposizione del cliente l'esperienza di tecnici in grado di suggerire soluzioni ottimali e
diversificate rispettando le diverse esigenze, mentre per quanto riguarda la manutenzione, dispone di un
servizio assistenza attivo tutti i giorni compresi quelli festivi.
TecnoHelp realizza preventivi e progetti di massima senza alcun impegno.
Analogamente ad altre convenzioni realizzate per i soci la Confesercenti ha preso atto
della proposta e ha inserito la Tecnohelp nell'elenco delle aziende convenzionate per le
aziende associate.
9
Nuova convenzione per gli associati con BIOMEDICALSRL
Per la Sanificazione e Disinfezione dei locali
Nei giorni scorsi è stata presentata presso la sede dell'Associazione un'apparecchiatura realizzata e brevettata dalla
azienda Biomedical srl utile per la sanificazione e disinfezione dei locali aperti al pubblico e in particolare laddove si
manipolano cibi e transitano persone e/o animali e dove esistono microorganismi. Si tratta di un'apparecchiatura che
aspira l'ossigeno (O2) dell'aria e lo trasforma in ozono (O3), non necessita di manodopera né dell'uso di prodotti
chimici. In questo modo decontamina microbiologicamente e deodora i locali e le sale di lavorazione dei cibi, le
cucine e tutti gli ambienti sottoposti alla Legge 193/07. L'apparecchiatura in argomento è denominata BIO3Gen ed è
consigliabile utilizzarla anche nell'ambito della propria abitazione per i vari usi che se ne possono fare. Rispetto ai
tradizionali prodotti chimici, i trattamenti di decontaminazione microbiologica e deodorazione ambientale effettuati
con i Generatori di Ozono in questo caso da Bio3Gen sono assolutamente innovativi nel settore H.A.C.C.P. e il
MINISTERO DELLA SALUTE ITALIANO, con protocollo n° 24482 del 31 luglio 1996, ha riconosciuto l'utilizzo
dell'ozono come Presidio naturale per la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore, muffe, acari,
ecc.
Inoltre l'utilizzo del generatore di ozono Bio3Gen presenta notevoli benefits: non necessita di alcuna manutenzione
ordinaria, nessun impiego di manodopera, nessun residuo chimico, nessun prodotto in magazzino.
Per cui il trattamento con l'Ozono assicura la completa distruzione di tutti i microrganismi che nessun prodotto
chimico detergente è in grado di garantire ed ha un notevole ritorno di immagine. E quindi un interessante Ritorno
economico, perché elimina il costante acquisto di prodotti chimici igienizzanti.
Per una copertura ottimale delle aree è necessario fare un valutazione dei metri cubi degli ambienti e calcolare il
numero delle apparecchiature necessarie in base alle specifiche esigenze.
LE CARATTERISTICHE DELL'OZONO sono:
s Possiede un elevato potere ossidante, essendo una molecola fortemente instabile,
s Ha la capacità di degradare composti organici complessi non biodegradabili
s Esercita una energica azione disinfettante
s Può essere utilizzato anche per la disinfezione dell'acqua potabile perché non lascia odore né sapore
s Contrariamente ad altri disinfettanti (come il cloro) non lascia residui
s Dopo 30 minuti circa, l'ozono si riconverte in ossigeno e quindi non richiede trattamenti di eliminazione
s Allontana gli insetti ed elimina gli odori.
L'azione dell'ozono sanifica l'aria dagli agenti patogeni quali i batteri e le muffe e inattiva i virus.
Le aziende associate che intendano avere informazioni e/o utilizzare questo prodotto sono invitate a segnalarsi
presso la sede dell'Associazione in Piazza Bernini7 a Ravenna Tel. 0544 292721 (Sig.ra Nada). La Confesercenti ha
realizzato per gli associati (come in altri casi) una convenzione con la Biomedial srl (facente parte del gruppo
Finlinea S.p.A) che prevede uno sconto del 10% sull'acquisto di questo prodotto dal costo obiettivamente
abbordabile.
Illuminazione a Led: nuova convenzione con 2C4B
Una nuova convenzione in materia dei Led si aggiunge a quelle già realizzate dall'Associazione.
È quella realizzata con Tocommunicateforbusiness, società nata per la progettazione e la realizzazione di soluzioni
illuminotecniche per aziende industriali, commerciali, nonché strutture pubbliche con utilizzo di prodotti e
tecnologia CREE Inc. (leader mondiale dell'illuminazione a LED di alta qualità).
CREE Inc. è presente nei paesi più industrializzati del mondo, ha un fatturato annuo consolidato di circa 1.400
milioni di dollari ed è presente in Italia con CREE EUROPE (www.cree-europe.com) con sede in Firenze. CREE
EUROPE garantisce la manutenzione degli impianti su tutto il territorio nazionale.
I prodotti CREE commercializzati hanno prestazioni tra i più alti standard di mercato, vengono sottoposti ad un
rigoroso controllo della produzione, sono realizzati con componenti costruiti interamente in USA con una tecnologia
brevettata e con driver progettati ed ottimizzati da CREE Inc. la cui efficienza totale arriva al 91% rispetto al 75 %
delle aziende concorrenti.
Tutto questo permette di ottenere grande efficienza, bassi consumi, lunga durata e zero manutenzione.
Ciò si traduce in una immediata ottimizzazione delle risorse energetiche ed economiche investite ottenendo massima
potenza di luce con minor consumo di energia elettrica.
Una gamma molto ampia di tipologie costruttive ci consente una progettazione personalizzata, in grado di soddisfare
pienamente qualsiasi esigenza, sia per spazi interni (stabilimenti industriali, magazzini, sale di controllo, centri
commerciali, etc.) sia per spazi esterni (aeroporti, stazioni, scali aeroportuali, parcheggi, stazioni di servizio,
gallerie, autostrade, spazi urbani, etc.). Aeroporto Marco Polo di Venezia, centri storici di Firenze, Roma, Aosta,
COOP, IKEA, Stabilimento Industriale Sofidel di Lucca, Autostrade per l'Italia, sono solo alcuni dei progetti per i
quali sono stati utilizzati prodotti e tecnologia CREE.
Obiettivo di 2C4B è quello di offrire l'opportunità, a chiunque gestisca impianti di illuminazione di dimensioni
10
significative di:
s Ridurre da subito i propri consumi energetici fino al 90% mediante la semplice sostituzione dei corpi illuminanti
con nuovi apparecchi basati sulla più avanzata tecnologia a LED ad alta efficienza energetica senza alcuna
necessità di effettuare costosi investimenti in ristrutturazioni o adattamenti degli impianti elettrici e di
illuminazione già in essere.
s Rinnovare totalmente gli impianti di illuminazione con il passaggio alla tecnologia LED tramite lo strumento del
“noleggio operativo” che consente, soprattutto in un momento così difficile per le aziende, di non incidere
minimamente sul cash flow aziendale.
Maggiori informazioni presso le sedi Confesercenti.
Grazie Roberta. La Confesercenti verso una nuova presidenza a Cervia
“Grande rispetto e presa d'atto per la scelta operata dalla collega Roberta Penso di accettare la proposta di
scendere nella scena politica e amministrativa locale e a cui auguriamo la miglior soddisfazione. Dopo averlo
fatto negli organismi locali dell'Associazione proprio ieri e a Lei personalmente, desidero esprimerLe, anche
pubblicamente, a nome di tutta l'Associazione, un ringraziamento sentito e forte per l'impegno, la competenza e
il contributo che Roberta ha dato alla categoria e all'Associazione nel suo insieme in questi anni di esperienza a
Cervia, come a livello provinciale e anche regionale e nazionale in Assohotel. Correttamente per
l'incompatibilità che si è determinata stante quanto previsto dagli statuti e dai regolamenti interni abbiamo preso
atto delle sue immediate dimissioni da ogni responsabilità all'interno dell'Associazione. Le regole interne infatti
a garanzia e tutela dell'autonomia dell'Associazione prevedono rigidamente l'incompatibilità tra responsabilità
interne dell'Associazione con quelle politiche, amministrative e istituzionali. Gli organismi dirigenti della
nostra Associazione a Cervia hanno deciso di convocare l'assemblea elettiva al termine della stagione estiva per
l'elezione della nuova presidenza delegando al Comitato di Presidenza insieme al Presidente onorario e al
Direttore di sede la gestione di questa fase di vita e di lavoro dell'Associazione”.
12 aprile 2014
Roberto Manzoni
Presidente Provinciale Confesercenti
Grazie al Direttore Responsabile del Predinota (ora ex)
Da questo numero l'amico Francesco Marchi, collega per tanti anni in Confesercenti per aver seguito alcune
categorie e iniziative, non firma più la direzione del nostro periodico (nella quale subentra il sottoscritto),
direzione e responsabilità che ha avuto e tenuto per decenni e stante la sua iscrizione all'Ordine dei Giornalisti. A
Marchi, che oggi è in quiescenza, va il ringraziamento della redazione e dell'Associazione per la responsabilità e
la disponibilità avuta nell'assolvimento di un ruolo importante, ancorchè previsto per legge e con
l'autorizzazione del Tribunale di Ravenna. Ruolo nel quale non ci sono mai stati problemi né scorrettezze
nell'informazione fornita attraverso il periodico. Grazie ancora Francesco per quello che ci hai dato, così come ti
ricordiamo qui iniziamo con questo numero un nuovo viaggio, che speriamo possa essere lungo e foriero di
interesse e curiosità come quelli che tu hai organizzato in giro per il mondo.
Roberto Lucchi
Grazie Vilma
Salutiamo da queste pagine (per l'avvenuto pensionamento) una collega, Cattoli Vincenzina meglio conosciuta
come Vilma, che è stata parte organica della nostra struttura fin dalle sue origini nella zona di Cervia e che ne ha
accompagnato, con funzioni diverse e sempre con impegno non comune, disponibilità e solarità, la crescita e lo
sviluppo dell'Associazione, in un rapporto sempre positivo e proficuo con gliAssociati.
Roberto Lucchi
Dal Comune di Lugo un appello alle aziende
Educazione stradale nelle scuole. Richiesta di sponsorizzazione
Il Comune ha scritto una nota alle Associazioni di categoria invitandole a sensibilizzare e informare le
aziende associate per cercare ponsorizzazioni all'iniziativa intrapresa di educazione stradale nelle scuole.
In particolare l'invito è rivolto a fornire utili gadget agli alunni e alle alunne che frequentano il corso di
educazione stradale di quest'anno. Le aziende interpellate possono contattare gli uffici dell'Associazione
per informazioni e per segnalare il proprio interesse.
11
Riceviamo un “nuovo bando”
RIOLO TERME: un bando “esplorativo” per eliminare aree
edificabili dagli strumenti urbanistici vigenti
Il Comune di Riolo, vista la fortissima crisi strutturale che ha investito il settore delle nuove costruzioni e
delle lottizzazioni e data la volontà dell'Amministrazione di non procedere all'urbanizzazione di nuove
aree all'esterno del perimetro della città al fine di non sottrarre suolo agricolo, ha reso noto che:
1. al momento non è intenzione di questa Amministrazione procedere alla approvazione di Piani
Operativi per la lottizzazione di nuove aree esterne al centro urbano.
2. è intenzione del Comune promuovere una variante agli strumenti urbanistici per la sola
eliminazione di aree edificabili (PSC-PRG), già approvate, ma non attivate, con priorità per
quelle esterne alla città.
Le richieste di eliminazione della destinazione di edificabilità del suolo, che i proprietari delle aree
dovranno far pervenire su apposito modulo allegato al presente bando, entro Martedì 3 Giugno 2014,
rappresenteranno una importante base - non vincolante per l'Amministrazione Comunale – con valore
solo conoscitivo per la rigenerazione degli strumenti urbanistici; questi ultimi dovranno assicurare
progettualmente una organica pianificazione e un regolato assetto del territorio in raccordo con gli
indirizzi del RUE in corso di discussione.
Copia della domanda è disponibile presso le sedi dell'Associazione.
Riceviamo da Start Romagna
Emissione abbonamenti agevolati anno 2014 bacino di Ravenna
La Regione Emilia-Romagna ha previsto anche per il 2014 l'emissione degli abbonamenti agevolati per le
categorie protette (anziani con limiti di reddito e disabili ed assimilati), che sarà effettuata da Start Romagna bacino di Ravenna con le modalità di seguito indicate.
A RAVENNA:
Gli abbonamenti per disabili ed assimilati sono in vendita presso Punto Bus, la biglietteria di Piazza
Farini a Ravenna, a disposizione tutti i giorni (compresa la domenica) dalle ore 10.00 fino alle ore 19.00.
Gli anziani con limiti di reddito devono rivolgersi presso:
- Punto Bus, la biglietteria di Piazza Farini a Ravenna, a disposizione tutti i giorni (compresa la domenica)
dalle ore 10.00 fino alle ore 19.00;
- i seguenti Uffici del Decentramento del Comune di Ravenna: Marina di Ravenna Piangipane, San Pietro in
Vincoli, Roncalceci, Sant'Alberto, Mezzano, aperti tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30
alle ore 12.00.
Tutti gli Uffici del Decentramento del Comune di Ravenna sono comunque a disposizione - nei medesimi orari
- per richieste dl informazione e per l'eventuale assistenza alla compilazione dell'autodichiarazione necessaria
per il rilascio degli abbonamenti.
A FAENZA:
Gli abbonamenti per disabili ed assimilati e per anziani con limiti di reddito sono in vendita presso I'URP Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Faenza - Piazza Nenni n. 19/a - Faenza, dal lunedì al venerdì,
dalle ore 9.00 alle ore 13.00; e nel pomeriggi di martedì e giovedì, dalle ore 15.00 alle ore 16.00. Eventuali
informazioni relative alla vendita degli abbonamenti agevolati possono essere richieste all'URP del Comune di
Faenza - Piazza Nenni n. 19/a - Tel. 0546 691444 - 691449.
I requisiti necessari per ottenere le agevolazioni sono definiti in base alle disposizioni della Regione Emilia
Romagna. In particolare possono fruirne:
1. ANZIANI (persone di età non inferiore a 58 anni per le donne e a 63 anni per gli uomini, con un reddito
complessivo pari o inferiore a: € 18.314,00 e, cumulato con quello del coniuge, € 28.708,00; € 20.392,00 per
le persone non coniugate che vivono sole);
2. DISABILI E ASSIMILATI (persone con invalidità permanente riconosciuta in possesso di Carta Bianca
rilasciata dai Comune di Ravenna oppure in possesso dei requisiti richiesti, tra i quali: invalidi civili con
invalidità superiore ai 2/3; invalidi del lavoro, con invalidità superiore al 50%; invalidi di guerra e per
servizio, dalla 1^ alla 5^ categoria; ciechi, sordomuti, minori di anni 18 con accompagnamento, ecc.).
Gli abbonamenti con scadenza successiva al 31 marzo 2014 dovranno essere rinnovati entro la data di scadenza
riportata sugli stessi.
12
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
132 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content