close

Enter

Log in using OpenID

BOLLETTINO N° 1

embedDownload
BOLLETTINO N° 1
CONSIGLIO DIRETTIVO
ANNO 2014/2015
PRESIDENTE……… Gian Paolo GHELARDI
VICE PRESIDENTE……….. Franco MELONE
SEGRETARIO………………...Walter CHIAPPINI
PREFETTO………………….. Lorella FALLA ROCH
TESORIERE………………… Paolo PARODI
PAST PRESIDENT…………. Andrea BASCHIROTTO
INCOMING PRESIDENT…..Enrico LOVIGIONE
CONSIGLIERI:
o Valentina FILZ
o Matteo LAVARELLO
o Vilmo REPETTI
o Monica SCIUTTO
CLUB GEMELLO: ROTARY CLUB di SALERNES en HAUT VAR (FRANCIA)
o CLUB PADRINO DEL ROTARY CLUB di GAVI-LIBARNA e del ROTARACT CLUB di
NOVI LIGURE
o UFFICIO di PRESIDENZA: Via Cavanna 35 – 15067 NOVI LIGURE
o UFFICIO di SEGRETERIA: Via Emilia, 49 – 15057 TORTONA
o
Il Club si riunisce presso il:
RELAIS VILLA POMELA, Via Serravalle, 69 Novi Ligure – FAX e
Telefono 0143329910 ogni VENERDÍ alle ore 20,15 (conviviali), alle ore 19,15
(aperitivo) e alle ore 21,15 (caminetto).
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Cari amici rotariani
E’ banale e retorico dire che sono orgoglioso di essere presidente di
un club che ha una storia importante alle spalle, forse meno scontato è il fatto che ho
voluto rimandare questo impegno, come alcuni di voi già sanno, fino ad avere la
concreta possibilità di interpretarlo secondo il mio personale modo di comportarmi con
la famiglia, con gli altri nel modo del lavoro, che ha contrassegnato finora la mia vita e
che vorrei applicare anche al nostro club, giacchè è basato sugli stessi valori fondanti
rotariani. Certamente il tempo è passato in fretta e forse sarei quasi da “rottamare” per
utilizzare un modo di dire attuale !
Quanto ho premesso tuttavia non deve creare facili aspettative.
Il mondo è diverso da quello di Paul Harris e sta ancora velocemente cambiando verso
scenari difficilmente prevedibili.
Il mondo Rotariano ha necessità di essere ripensato come si sta facendo attraverso i
meccanismi operativi della Future Vision: i valori fondamentali però devono essere
ancora validi per assicurare una strategia sostenibile nel prossimo futuro.
Al governatore dell’ a.r. 13-14 Fabio Rossello avevo già anticipato sinteticamente le linee
guida che vorrei seguire:
 Rilancio dei valori rotariani
 Un po’ meno autoreferenzialità
 Attenzione al territorio attraverso service che preservino l’immagine del Rotary e
la sua specificità che è la capacità progettuale e l’attitudine a lavorare insieme per
progetti e che lo differenziano dalle altre organizzazioni assistenziali e caritatevoli.
Riprendo volentieri quest’ultimo concetto: dobbiamo riuscire a stare insieme e a
collaborare, possiamo fare moltissimo. Per gli altri, certamente, ma anche per noi stessi.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
3
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Non mi riferisco solo ai membri del consiglio, ma a tutti i soci, ciascuno di noi ha
certamente delle esigenze diverse a cominciare dagli impegni di lavoro ma stiamo
pensando ad iniziative che possano coinvolgere tutti e tenere conto di tali diversità.
Dobbiamo dare un forte messaggio di entusiasmo e di vitalità proprio perché Il
passaggio dalla cultura della presenza a quella della partecipazione è essenziale per
continuare ad avere successo negli anni futuri.
Sarebbe bello se, alla fine di quest’anno rotariano, ogni socio avesse contribuito
direttamente, anche solo in piccola parte, a un’azione, un evento, un’iniziativa. E’ un
obiettivo ambizioso, probabilmente velleitario, ma nessuno ci impedisce di puntare in
alto, non credete?
4
Questa buona intenzione può e deve essere estesa ai contatti con altri club: occorre
creare occasioni per conoscere persone “speciali” e per allargare la nostra rete di
relazioni. E’ un tema importante, perché sempre più, se vogliamo svolgere al meglio la
nostra attività di servizio, dobbiamo fare squadra e mettere in comune le nostre energie
con quelle di altri. Il nostro Club ha già da tempo intrapreso questa strada collaborando
con il club gemello di Salernes, con il Grappolo e con i Club di Gavi-Libarna ed Ovada
del Centenario. Dobbiamo partire da queste basi, rilanciando la collaborazione con il
club francese ed organizzando più interclub e magari creando l’occasione per costruire
nuovi legami con amici di altri club fuori dal territorio che, sono sicuro, ci aiuteranno a
fare ancora di più e meglio.
Per ultimo purtroppo devo confermarvi la critica situazione del nostro Rotaract le cui
tradizionali attività siamo chiamati a surrogare in attesa di tempi migliori, gestendole al
meglio attraverso la preziosa collaborazione dei nostri giovani soci provenienti dal
rotaract.
Il bollettino di quest’anno sarà trimestrale ma avrà alcuni supplementi che ricorderanno
gli eventi e le iniziative a livello settimanale solo in forma elettronica.
Vi ringrazio tutti in anticipo per l’impegno che metterete nella vita del Club.
Un abbraccio rotariano
Gian Paolo
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Secondo il primo presidente internazionale cinese Confucio è stato il primo rotariano della storia….
5
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Il primo presidente internazionale cinese
6
Ama il progresso ed il cambiamento: quando il Rotary
Club di Taipei di Taiwan, dove si era rifugiata la sua
famiglia dalla Cina di Mao, gli comunicò che era
troppo giovane per farne parte, lui perseverò
partecipando ad ogni incontro per i successivi 9 mesi
finchè non ricevette l’invito ufficiale all’età di 30 anni.
Dopodichè divenne il più giovane governatore
distrettuale, il più giovane RI Director ed il più
giovane fiduciario della Fondazione Rotary.
Gary C.K. Huang e la moglie Corinna Yao
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Dopo il Liceo visse negli USA presso una famiglia che lo chiamò Gary in onore dell’attore Gary Cooper.
Nella foto sotto è con la moglie Corinna Yao, sposata 28 anni fa, ed i suoi tre figli (tutti rotariani) e due nipotini,
Eddie ed Evan, nato lo stesso giorno in cui Haung ha scoperto di essere stato nominato Presidente RI. Il suo
nome è l’abbreviazione di “Evanston”.
Huang e Yao hanno cresciuto la loro famiglia con il Rotary, per questo esso gioca una parte così importante nei
ricordi fìdei loro bambini: Nancy, la secondogenita, ricorda la visita ad un orfanotrofio con il padre quando era
piccola. “Era la prima volta che capivo davvero cosa facesse il Rotary ed in quel momento capii perché mio padre
fosse così appassionato”.
7
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Il nostro Governatore Giorgio Groppo
8
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
LETTERA DEL GOVERNATORE
Mese di Settembre 2014
Cari Amici,
Settembre è il mese dedicato alle “Nuove Generazioni” e cioè il mese che più di ogni altro
focalizza l’immagine del Rotary sui giovani e sull’importanza di creare con loro un rapporto
soddisfacente per garantire un futuro al nostro sodalizio.
E’ inutile dire che i rotariani non hanno mai avuto un grande rapporto con i giovani e molte
volte, nel pianificare un aumento dell’effettivo dei nostri Club ci dimentichiamo di loro,
andando a ricercare potenziali Soci all’esterno della famiglia rotariana, mentre abbiamo una
ricchezza dentro che non sfruttiamo.
Nella famiglia del Rotary c’è l’Interact che è un'associazione di club di servizio istituita per i
giovani di età compresa tra i 12 e i 18 anni e sebbene ogni club Interact sia sponsorizzato da
un Rotary club che fornisce aiuti, consulenza e supervisione, i club si gestiscono da soli e
devono essere finanziariamente autosufficienti.
Ogni anno i club Interact devono portare a termine almeno due progetti di servizio, uno dei
quali deve avere come obiettivo la diffusione della comprensione e della buona volontà nel
mondo. Attraverso questi progetti gli Interactiani sviluppano una rete di amicizie con i club
locali e con quelli di altri Paesi.
Attraverso il servire, gli Interactiani capiscono l'importanza di alcuni valori fondamentali, tra
cui: lo sviluppo delle capacità di leadership e l'integrità personale, l’importanza di aiutare e
rispettare gli altri, il senso della responsabilità personale e il valore del lavoro, l’importanza di
promuovere la comprensione e la buona volontà nel
mondo.
Il Rotaract invece è un'associazione promossa anch’essa dal Rotary ma dedicata a uomini e
donne di età compresa tra i 18 e i 30 anni, di buon carattere e con potenziali qualità di
leadership: il suo scopo è offrire ai giovani di entrambi i sessi l'opportunità di elevare le
conoscenze e le capacità che contribuiranno al loro sviluppo personale, di affrontare le
esigenze materiali e sociali delle loro comunità e di promuovere migliori relazioni tra i popoli
del mondo attraverso l'amicizia e il servizio.
Il nome di Rotaract, combinazione tra le parole "Rotary" ed "Action", fu scelto in seguito ad
un sondaggio tra gli studenti dell'Università di Houston, nel Texas. Il primo Club Rotaract
nacque a North Charlotte, nel North Carolina, il 13 marzo 1968; tre giorni dopo, il 16 marzo, fu
certificato il Rotaract Club Como, attualmente situato nel Distretto 2042, primo in Europa.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
9
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
La Famiglia del Rotary non ha solo queste due importanti Associazioni giovanili, ma realizza
anche programmi per lo sviluppo delle doti di leadership, come il Ryla, organizzato a livello di
Club, Distretto o Multidistrettuale. Il formato usato dipende dall'obiettivo che si desidera
conseguire, e sebbene non esista una fascia d'età precisa, la maggior parte degli eventi è
incentrata sugli studenti delle scuole superiori, universitari o giovani più maturi per fare da
mentore ai giovani professionisti perché diventino dei leader responsabili.
Esistono infine il Programma Centri per la Pace e lo Scambio Giovani che permettono ai
giovani di conoscere realtà importanti di altre nazionalità nei campi dello studio e
dell’educazione.
Cari amici, credo fermamente al fatto che i nostri giovani, gli interactiani ma ancor più i
rotaractiani meritino essere meglio conosciuti per essere apprezzati ed allora sarebbe
auspicabile invitarli alle nostre Conviviali, chiamarli come relatori per conoscere i loro
programmi al fine di condividerli e se necessario aiutarli, ma sempre sostenendoli, così come
sarebbe opportuno invitarli qualche volta ad altre riunioni e conferenze per fargli “sentire sulla
pelle” la vita del Club.
10
Se i nostri giovani interactiani e rotaractiani vengono conosciuti nella loro attività associativa,
nell’attimo di abbandonare il sodalizio per sopraggiunti limiti di età, sarebbe naturale il loro
passaggio al Rotary Club di competenza, mentre oggi così non succede in quanto si sono
elevati muri tra le generazioni e trovano soddisfazione in altre Associazioni, mentre i ryliani,
riversano le conoscenze acquisite ed il proprio entusiasmo nelle proprie attività lavorative,
perché nessun rotariano gli ha dato loro una nuova possibilità.
Noi vogliamo invertire questa tendenza in quanto pensiamo che i giovani non sono il nostro
futuro perchè sono già il nostro presente e possono invece garantire il futuro al nostro
sodalizio.
Se notate nell’Organigramma Distrettuale, la Commissione Nuove Generazioni è
notevolmente rinnovata e la Sottocommissione per i Rapporti con il Rotaract è composta per
la prima volta da rotariani e rotaractiani che hanno tra le altre incombenze, quella di studiare
fianco a fianco, un Progetto teso a migliorare i rapporti tra rotariani e rotaractiani al fine di
creare le condizioni per lavorare insieme, senza “barriere mentali”, generazionali e caratteriali.
Il loro lavoro sarà presentato in un pubblico Convegno Sabato 16 Maggio p.v. in Sanremo, dal
titolo significativo “Uno sguardo rivolto alle nuove generazioni di rotariani” perché oggi più
che mai l’Italia deve puntare sulle nuove generazioni, vera risorsa strategica per la crescita.
Nessun cambiamento è realizzabile senza il loro contributo, e del resto le cronache recenti ne
testimoniano il ritrovato desiderio di partecipazione.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Il paese ha bisogno di politiche coraggiose e obiettivi misurabili, perché le radici del futuro
stanno nel presente ed anche il Rotary, come le altre organizzazioni di servizio, non può
esimersi dal puntare sulle nuove generazioni che hanno un grande futuro, ma anche un
grande avvenire dietro le spalle, hanno grandi sogni, ma anche tanti rotariani che con la loro
esperienza possono aiutarli a far si che i sogni diventino desideri, diventino speranze.
Se crediamo nel Rotary, se crediamo che sia ancora un sogno che valga la pena di essere
sognato, camminiamo insieme ai giovani, per far sì che diventino presto il nostro futuro, il
quale inizia già oggi, con i nostri comportamenti, scrivendo con loro la storia di una nuova
generazione di rotariani.
Giorgio
11
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
CALENDARIO ROTARIANO DISTRETTUALE (a.r. 2014/15)
Con l’indicazione in rosso del significato rotariano dei mesi del calendario
Luglio: Mese dell’ Informazione


I neo dirigenti del Rotary assumono l’incarico
Si fanno conoscere i programmi del Rotary
Agosto: Mese dell’Effettivo e dell’espansione
Settembre: Mese delle Nuove Generazioni


(13) – Presentazione Cofanetto trilogia PHF ( Rapallo )
(20) – Campionati Mondiali Ciclismo Rotariani (Mondovì)
Ottobre: Mese del Servizio Professionale


(10/12) – Forum del Mediterraneo (Marsala)
(18/27) – Viaggio Distrettuale in Israele e Territori Palestinesi
Novembre: Mese della Fondazione Rotary




(8-9) Institute Rotary a Berlino
(15) 90° Rotary Club Genova
(22) Seminario Distrettuale sulla Rotary Foundation ( Novi Ligure )
(29) Colletta Alimentare con i Distretti Italiani
Dicembre: Mese della Famiglia

(13) Rotary District Day ad Acqui e Genova
Gennaio: Mese della Consapevolezza del Rotary
Febbraio: Mese della Comprensione internazionale



(21) Seminario sulla Leadership ad Alessandria con Distretto 2031
(23) Rotary Day – celebrazione fondazione del Rotary International
Conferenza stampa su Progetti Internazionali Rotary ( Castello di Barolo)
RYPEN
Marzo: Mese dell’ Alfabetizzazione



(14-15) Convegno Nazionale con i Distretti Italiani su Pace e Comprensione
Mondiale ( reciproca comprensione e dialogo ) a Bra
(2-7) Ryla interdistrettuale (Marene)
(21) SIPE (Villa Cambiaso)
Aprile: Mese delle Riviste del Rotary



(11) seminario sull’ espansione e sviluppo dell’effettivo (La Spezia)
(14-18) Ryla nazionale (Asti)
(14-18) stand salone del libro con Distretto 2031
Maggio: Mese della Cultura



(16) Convegno “Uno sguardo rivolto alle nuove generazioni di rotariani” con
Rotaract e Interact ( Sanremo)
(23) Assemblea di formazione Distrettuale (Alessandria)
(31-3 giugno) Convegno interdistrettuale Fellowship (Loano)
Giugno: Mese dei Circoli Professionali del Rotary


(6-9) Convention Internazionale Rotary ( San Paolo - Brasile )
(19-20) Congresso Distretto 2032 (Cuneo)
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
12
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
«INCIPIT NOVUS ANNUS»
(Cerimonia del passaggio delle consegne)
Villa Pomela 27.06.2014
Sulla “collina degli Incontri” la Villa Pomela si disponeva ad accogliere gli amici
rotariani giunti d’Oltralpe e d’Oltregiogo per celebrare la cerimonia del passaggio delle
consegne.
Nel prato, come in un panno d’arazzo, l’erba era breve; al centro una fontana
zampillava quasi in silenzio e, sullo sfondo, per gradi armoniosi, si levavano querce dalla
chioma cupa, pini giganteschi dai fusti diritti e rotondi come pennoni di antiche galèe e
siepi folte dalle fronde vivaci.
Un turbinio di voci, di colori e di sorrisi annunciava l’arrivo degli ospiti, delle
amiche e degli amici del Club. Ecco Didier Hermont, presidente del Club di Salernes, con
Marie-Helène ed ecco Vincent e Michelle con la loro figlia Marlène accompagnata da
un’amica; poi Gérard e Pascale sempre allegri e sorridenti ed infine Huguette, così felice
di essere a Novi che riusciva a capire tutti i discorsi, pur non conoscendo affatto la lingua
italiana. Ed ecco i numerosi soci del Club a testimoniare, con la loro presenza, il valore
della cerimonia, momento molto significativo nella vita del Club.
Un rumore lieve, qual garrire di rondini, annunciò l’arrivo del vento che via via si
fece sempre più petulante e costrinse gli ospiti a rifugiarsi nei saloni interni ove era
allestito il convivio. Il suono della campana, che si ripete da quasi quarant’anni, annunciò
l’inizio e della cerimonia e quando il Presidente Andrea parlò tutti si fecero attenti. Egli
ricordava con emozione ed orgoglio i numerosi contributi del Club a servizio della
comunità, ma anche le difficoltà incontrate e superate con l’aiuto di tanti amici.
L’emozione si accrebbe quando consegnò il grande Collare, carico di storia del Club, a
Gian Paolo presidente novello che l’accolse con malcelata trepidazione. Fu come se la
ruota gigantesca del Rotary d’un colpo si fosse arrestata: ma fu solo un attimo, poi riprese
i suoi giri consueti: incipit novus annus!
Con un discorso breve e sobrie parole Gian Paolo illustrò le azioni da compiere, le
conquiste da perseguire e, forse, il lauri da cogliere.
I convitati, intanto, assaporavano i cibi che rischiavano, però, di languire nei piatti.
Quale cibo, infatti, ancorché succulento, può eguagliare il piacere della conversazione
conviviale? Gli allegri discorsi con gli amici di Salernes che non si svolgevano né in
italiano né in francese ma in quel linguaggio univesale che è il linguaggio dell’amicizia e
poi le parole del Presidente Didier confermarono che il legame con il Club gemello,
seppur mortificato dalle difficoltà degli incontri, era sempre vivo e saldo.
La cerimonia volgeva ormai al termine e noi che vivemmo con te, Presidente,
stagioni luminose, noi che sognammo con te, all’ombra di un vessillo, noi dall’alloro
divino, gran sacerdote del sapere antico, invocammo saggezza profonda e un felice
cammino per te, Presidente Gian Paolo!
Maria Luisa Angelini P.H.F.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
13
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
14
L’iter del passaggio del collare……..
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Conviviale del 4 luglio 2014 a Villa Pomela– “Parliamo di noi”
Il nostro Programma
Nel corso della simpatica conviviale è stato illustrato ai soci presenti il programma anche
nei dettagli dell’attuazione temporale: nel seguito se ne riporta una breve sintesi.
A.R. 2014-2015 LINEE GUIDA DI PROGRAMMA
PROGETTO PASS multiclub
 Proseguimento dello screening nelle scuole superiori ad Ovada e Novi
PROGETTO AIUTO CONTRO LA POVERTA’
 Il Progetto ha l’obiettivo fondamentale di aiutare in maniera finalizzata e concreta l’attività
sociale del gruppo di Volontariato “Ignis Ardens” Vicariale (San Vincenzo).
Il progetto è articolato su alcuni interventi, il primo dei quali riguarda l’acquisizione del
nuovo gruppo di cucine a gas della mensa dei bisognosi di via Ovada.
PROGETTO GIOVANI 14-15
 L’obiettivo è di permettere agli studenti di Novi ed Acqui una più consapevole scelta degli
studi da intraprendere e della loro carriera lavorativa futura in un contesto socioeconomico di sempre più difficile gestione.
Il progetto è articolato su alcuni moduli differenziati per fasce di età degli studenti al fine
di soddisfare il maggior numero di esigenze di orientamento.
BORSA DI STUDIO 2014
La borsa di studio potrà essere fruita DA UNO STUDENTE novese per iscriversi

nell’a.a.
2014/15 al primo anno di un Corso di Laurea Triennale e/o Magistrale in una Facoltà di
Chimica, Ingegneria Chimica, Biologia, Scienze alimentari e Biotecnologie a scelta tra le
sedi universitarie di Torino, Milano, Pavia, Genova, Piacenza ed Alessandria (Avogadro).
PROGETTO DEFIBRILLATORE

E’ il completamento di una iniziativa in corso sul territorio provinciale, nel caso di Novi è
stata
individuata l’esigenza di donare cinque defibrillatori in Città ad istituti scolastici di
istruzione secondaria di secondo grado e di primo grado, ad una primaria con annessa
palestra utilizzata da varie associazioni sportive ed a una struttura sportiva polivalente.
Il progetto sarà completato dal necessario corso di formazione degli operatori.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
15
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
10 luglio 2014 - In visita allo stabilimento della Novi-Elah-Dufour
Un disegno dello storico stabilimento della Barbellotta
16
Undici tra soci e parenti, con la partecipazione di Natale Spineto del Club di GaviLibarna…..
Consegna del gagliardetto alla dott.ssa Maria Cristina Malfatti, responsabile del
laboratorio ed efficace e gentile nostra accompagnatrice durante la visita
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
A sinistra Rinaldo e Franco vicino ad un’apparecchiatura d’epoca e, a destra, foto di
gruppo nel reparto caramelle con i copri-vestiti di “ordinanza”
Manifesti della collezione Novi (a sinistra il cioccolato che accompagnò la spedizione
italiana di conquista del K2 nel 1954 rievocata poi nel 2004 e a destra stile “naif”per il
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
17
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
cacao di origine Equador e una foto della fortunata e recente campagna pubblicitaria).
Nel riquadro sotto viene riportata una breve descrizione di quanto abbiamo visto e
approfondito con la nostra gentile accompagnatrice.
GRUPPO ELAH DUFOUR
LA FABBRICA DI NOVI LIGURE
Nato nel 1982 su iniziativa del Cavaliere del Lavoro Flavio Repetto, il Gruppo Elah Dufour riunisce quattro
Marchi storici dell’industria dolciaria italiana: Elah, Dufour, Novi, Baratti & Milano.
Ciascun Marchio ha mantenuto una filosofia di produzione ben definita e coerente con le proprie origini
pur all’insegna della modernità e dell’automazione.
Lo stabilimento di Novi Ligure, con una superficie più che decuplicata a partire dagli anni 80 del secolo
scorso, come si può vedere nella foto d’epoca riportata sopra, è dedicato alle produzioni dei Marchi Elah,
Dufour e Novi, con un’ala riservata alla produzione dei cosiddetti zuccheri, ovvero tutti i tipi di caramelle,
un’ala dedicata alla produzione del cioccolato, cui si aggiungono i due reparti di tostatura delle nocciole e
del cacao, ed un reparto riservato alla produzione dei Preparati della Pasticceria di Casa Elah.
18
La produzione di caramelle dure e ripiene Dufour vede l’impiego di una linea all’avanguardia il cui cuore è
costituito da un cuocitore continuo altamente automatizzato: dalla miscelazione degli ingredienti sino
all’operazione di avviluppaggio delle caramelle finite, tutto avviene senza soluzione di continuità. Così si
producono grandi specialità come Ghiacciomenta, Goccia menta e Selz Soda. Analogamente lavora la linea
di produzione delle toffées, sulla quale ogni macchina incartatrice è in grado di tagliare e
contemporaneamente incartare alla velocità straordinaria di più di 1500 pezzi al minuto caramelle che
hanno fatto la storia della confiserie italiana ma amatissime tutt’ora come Cubik, 900 Mentaliquirizia,
Kremliquirizia. Una speciale linea è poi dedicata alle caramelle cosiddette colate, così definite poiché la
pasta di cui sono costituite viene dosata e colata ancora calda in stampi d’amido, ovvero le famosissime Big
Frut, gelatine di frutta ricche di succo, e le gommose Morabon con succo di liquirizia. Ogni caramella è
alla fine del processo convogliata alle linee di confezionamento, che provvedono a produrre le colorate
buste in differenti grammature e ad immetterle, correttamente pesate e contate, in scatole di cartone
pallettizzate da bracci robot.
Il Marchio Novi, cui il territorio è particolarmente legato, si fregia di un vanto particolare: quello di
utilizzare, per la produzione del cioccolato, la materia prima per eccellenza: il cacao in fave: la preziosa
materia prima è accuratamente selezionata nei paesi d’origine, ad esempio in Ecuador, ed avviata alla
prima lavorazione presso il reparto di tostatura. L’impianto è totalmente automatizzato e provvede, con
grande efficienza, a garantire la produzione di pasta di cacao ottima sotto tutti i profili. Analogamente, lo
stabilimento si avvale di un modernissimo reparto di tostatura delle nocciole, rigorosamente provenienti
dal territorio, che assicura la produzione dei prelibati Nocciolati, del classico Gianduja e della superba ed
ineguagliabile Crema Novi.
Presso il reparto di produzione del cioccolato, dove tutto avviene con un elevato grado di automazione,
tramite l’utilizzo di raffinatrici e conche si conferiscono al goloso alimento le sue peculiari qualità
organolettiche e si provvede poi, sulle linee di modellaggio, a formarlo in tavolette e praline.
Ultimo ma non meno importante, il reparto di produzione dei Preparati in polvere Elah: qui poderosi
miscelatori alimentano precise macchine dosatrici e confezionatrici producono le celeberrime Creme da
Tavola, dessert ormai entrati nella storia dell’alimentazione italiana.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
16 Luglio 2014 - Riunione del Grappolo
A casa del presidente Teodoro Lechner dopo la discussione …..una simpatica cena con il
maialino alla brace…..
Il Club di Novi ha richiesto una integrazione economica al progetto “Giovani 14-15”già
presentato al distretto per un co-finanziamento secondo il modello “Future Vision”.
19
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
25 Luglio 2014 - La conviviale “fuori porta” all’Hostaria del Golf Club
“Colline del Gavi” di Tassarolo
Tradizionale appuntamento per festeggiare la patrona novese Madonna della Neve, che,
come ha ricordato il nostro storico Franco Melone, non ha alcun legame con la Madonna
Lagrimosa della Collegiata ma è legata alla peste di memoria manzoniana da cui
miracolosamente scampò Novi nel 1630 ed alla chiesa di Santa Maria Maggiore a Roma,
come è descritto brevemente nel riquadro riportato sotto:
Il titolo di MADONNA della NEVE ha origine nel IV secolo, sotto il pontificio di Papa Liberio (352-366).
20
Un nobile patrizio romano di nome Giovanni, assieme alla moglie, non avendo figli, decise di dedicare una
chiesa alla Vergine Maria. Una leggenda narra che la Madonna apparve loro in sogno nella notte tra il 4 e il
5 agosto, informandoli che un miracolo avrebbe indicato loro il luogo su cui costruire la chiesa. Il mattino
dopo i coniugi romani si recarono dal Papa Liberio per raccontare il sogno fatto da entrambi. Anche il Papa
Liberio aveva fatto lo stesso sogno e così si recarono sul luogo indicato, il colle Esquilino, e lo trovarono
coperto di neve. Lo stesso Papa tracciò il perimetro dell'edificio e la chiesa fu costruita a spese dei due
coniugi, divenendo nota come chiesa di Santa Maria "Liberiana" o popolarmente "ad Nives (della Neve)".
La chiesa primitiva fu abbattuta nel V secolo, sotto il pontificato di Sisto III (432-440) per essere ricostruita
in maniera più sontuosa, con il nome di basilica di Santa Maria Maggiore, in ricordo del concilio di Efeso
(431).
Nella Chiesa, in ricordo della Madonna della Neve, il 5 agosto di ogni anno avviene la rievocazione del
cosiddetto "miracolo della nevicata": durante una suggestiva celebrazione vengono fatti scendere dal
soffitto una cascata di petali bianchi.
La serata ha ospitato una interessante relazione del PDG Giuseppe Capone, (governatore
nell’a.r. 1997-98), presidente della Fondo di Solidarietà Interdistrettuale per le calamità
naturali che ha voluto accettare l’invito del presidente del nostro Club con la presenza
della gentile consorte Janine.
Il Fondo è stato istituito nel 1999 ed ha raccolto, grazie alle elargizioni di alcuni Club e
dei governatori sia del Distretto 2031 che del 2032, circa 505.000 Euro, quasi per intero
erogati in varie calamità naturali (9 interventi per la precisione, di cui 4 fuori dal territorio
distrettuale).
Da rimarcare l’efficienza della struttura (0,21% di spese di gestione complessive rispetto
alla somma raccolta) e la tempestività con cui sono stati effettuati gli interventi. In
estrema sintesi 100 euro diventano 99,79 da erogare in breve tempo a chi ne ha bisogno !!
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
12 Settembre 2014 - La conviviale “Una Finestra sul Rotary” a Villa Pomela
Una parte degli intervenuti alla conviviale (all’estrema destra il relatore Matteo Buffa).
Sono stati graditi ospiti il PDG Paolo Biondi, Teodoro Lechner, presidente del Grappolo,
e Sergio Tinello, già dirigente scolastico del Liceo “Amaldi” e collaboratore pluriennale
del nostro Club per le azioni verso le Nuove generazioni.
Come ha premesso il Presidente, si è trattato di una Tavola di amicizia rotariana,
considerato il clima mite estivo e la relativa modesta partecipazione dei soci.
L’argomento brillantemente trattato prima della conviviale dal dott. Matteo Buffa (Club
di Rapallo) della Commissione Distrettuale Formazione ed Informazione è risultato
estremamente interessante e coinvolgente per i soci che hanno ritenuto di partecipare: si
è parlato delle problematiche di “membership” del Rotary e delle possibili azioni per
porvi rimedio.
Una gradita e chiara presentazione delle linee guida e degli obiettivi di quest’anno della
Commissione è stata fatta dal suo presidente PDG Paolo Biondi, che ha illustrato anche
gli strumenti operativi per raggiungerli.
In sintesi i tre argomenti di formazione da sviluppare sono:
 Piano strategico per lo sviluppo ed la conservazione dell'effettivo;
 Il Service;
 Guida alla pianificazione di Club efficienti – Piano direttivo di Club.
Il club di Novi aveva già aderito, tramite il formatore di Club Vilmo Repetti, a questo
programma di formazione che, come ha detto il presidente, costituirà la base, insieme al
nuovo piano strategico triennale, per un nuovo approccio all’incremento ed alla
conservazione dell’effettivo durante l’anno rotariano.
Una ricca Paella ha concluso la serata.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
21
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Programma dei Services (a.r. 2014/15) più in dettaglio
Progetto “Un aiuto contro la Povertà” – capofila Novi in interclub con Acqui
(piccola partecipazione del club termale in attesa di progettare insieme un futuro
intervento globale).
22
La presidente Ada Caraccia con la responsabile del Servizio Mensa signora Adriana accanto alle
nuove cucine acquistate dal nostro Club, di cui nel seguito si riporta una breve descrizione:
CUCINA MOD. 76/10 CGGFL A GAS 6 FUOCHI CON MAXI FORNO A GAS.
RIVESTIMENTI ESTERNI E PIEDINI IN ACCIAIO INOX – ALTEZZA DEL PIANO DI
LAVORO REGOLABILE DA 840 A 900 MM. – CRUSCOTTI SAGOMATI CON COMANDI INCLINATI VERSO L’OPERATORE BRUCIATORI SUPERIORI A FIAMMA
STABILIZZATA, REALIZZATI IN GHISA NICHELATA – VALVOLE DI SICUREZZA A
TERMOCOPPIA CON FIAMMA PILOTA - GRIGLIE IN GHISA SMALTATA NERA RE-
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
SISTENTE AGLI ACIDI CON LE RAZZE LUNGHE PER L’APPOGGIO DI PENTOLE DI
PICCOLE DIMENSIONI – BACINELLE RACCOGLIGOCCE IN ACC. INOX – FORNO A GAS: RISCALDAMENTO CON BRUCIATORE IN ACCIAIO INOX A FIAMMA
AUTOSTABILIZZATA, TEMPERATURA CONTROLLATA TERMOSTATICAMENTE
CON REGOLAZIONE DA 100 A 300°C KW GAS 27,3 + 10 – GAS METANO
DIM.MM. 1200X730X840/900H
Si riporta nel seguito anche il testo della proposta progettuale che ha avuto il riconoscimento da
parte del distretto con un co-finanziamento secondo la formula della “Future Vision”:
Il Progetto ha l’obiettivo fondamentale di aiutare in maniera finalizzata e concreta l’attività sociale
del gruppo di Volontariato “Ignis Ardens” Vicariale (San Vincenzo) che opera con una
ottantina di volontari, laici cattolici, impegnati a testimoniare la carità del Vangelo attraverso un
servizio rivolto alle persone in difficoltà.
Il lavoro dell’associazione a Novi Ligure comprende: il centro di ascolto, la mensa, le docce,
visita alle famiglie e la distribuzione di indumenti.
23
L’associazione opera a Novi da circa 30 anni, dispone di propri locali strumentali all’attività svolta
finora ed ha potuto concretizzare nel tempo:
-
aiuti finanziari di prima emergenza per le numerose famiglie venutesi a trovare in una
situazione economica di grande disagio;
La distribuzione di un pasto caldo nella mensa, a mezzogiorno dal lunedì al venerdì;
La disponibilità di un servizio docce e, al bisogno, anche la biancheria intima nuova, nei
giorni di martedì e venerdì;
La distribuzione di indumenti attraverso un apposito guardaroba rifornito da volontari il
venerdì pomeriggio dalle 14 alle 17.
Si conferma inoltre una buona collaborazione con gli enti pubblici e tutte le associazioni di
volontariato socio-assistenziale: il Comune della città di Novi Ligure, il Consorzio Intercomunale
del Novese per i servizi alla persona ed il Centro di Aiuto alla Vita di Novi.
Nell’attuale contesto di crisi socio-economica il servizio pasti in particolare è divenuto
essenziale per alleviare le difficoltà di un numero di persone sia immigrati che residenti da
tempo in zona che purtroppo continua a crescere.
Le attuali cucine sono datate e non più funzionali alle necessità di questo servizio.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
L’intervento del Club si concretizzerà pertanto nell’acquisto di una cucina a 6 fuochi con
maxi forno a gas (vedi offerta allegata che è il risultato di una analisi di mercato effettuata in
collaborazione con l’associazione).
Inoltre Il club intende contribuire all’evento organizzato dall’associazione il prossimo Natale con
l’acquisto di oggetti di prima necessità in vista dell’inverno (guanti, berretti di lana…) da
regalare agli indigenti in occasione del pranzo di Natale che rappresenterà un momento di
incontro, di socializzazione e di aiuto psicologico.
Il Club di Acqui intende partecipare al progetto inizialmente con l’ offerta di derrate alimentari
per la "Mensa della Fraternità - Mons. Giovanni Galliano – di Acqui " gestita da volontari che
quotidianamente preparano in media 80 pasti caldi da offrire a tutti coloro che hanno "fame".
Opera in strutture nuove, ben attrezzate, composte da locali mensa, cucine e quanto serve per
dare accoglienza e sono messe a disposizione dalla Diocesi di Acqui Terme. Un aiuto importante
in questa opera così meritoria viene dato dalla "San Vincenzo" della città termale, che con
mezzi di privati porta nelle case di molte famiglie i cibi preparati dalla Mensa.
24
E’ nata anche in maniera pressante l’esigenza di dotare Novi di una Casa Famiglia (anche se
di limitate dimensioni quindi un appartamento in grado di ospitare alcune mamme con bambini)
con lo scopo di dare un alloggio a chi per vari motivi non è in grado di procurarselo tramite i
canali tradizionali.
L’intervento del Club di Novi si concretizzerà in questo caso nell’acquisto di 2 camerette
da letto con culla ed armadi di servizio (vedi offerta allegata che è il risultato di una analisi di
mercato effettuata in collaborazione con l’associazione).
Il progetto rappresenta solo il primo passo verso una collaborazione più continuativa con
l’associazione più radicata oggi nel territorio, considerate le note difficoltà della CRI nazionale e
locale con la quale il Club ha lavorato spesso nel passato. La presenza nel comitato
responsabile sia del presidente attuale che di quello eletto garantisce la possibilità
concreta che il service diventi pluriennale.
La partecipazione dei membri del comitato sarà attiva anche nel momento dell’installazione e del
collaudo degli oggetti acquistati che dovranno essere integrati nel contesto attuale, giacchè sia
Lovigione che Parodi per ragioni professionali conoscono bene le problematiche relative.
Il Progetto potrebbe portare nel prossimo futuro ad una collaborazione più strutturata tra
il Club di Novi e quello di Acqui in questo ambito per poter aiutare in modo molto
concreto le persone che hanno bisogno (in senso stretto...) in momenti così difficili.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
La visibilità dell’intervento sarà molto alta per le ragioni già esposte. Sarà cura del Club di
pubblicizzare adeguatamente il service anche tramite l’amministrazione comunale molto sensibile
alla risoluzione di queste problematiche.
Borsa di Studio “Rotary Club – Novi Ligure”
II Rotary Club Novi Ligure istituisce, in collaborazione con il gruppo dolciario Elah-Dufour di
Novi, una borsa di studio riservata ad un/a studente/essa diplomato/a presso uno degli Istituti
Superiori di Novi Ligure (AL)
La borsa di studio è per un anno e pari a € 2.500,00 (duemilacinquecento euro), al lordo di
eventuali tassazioni tutte a carico del borsista.
La borsa di studio potrà essere fruita per iscriversi nell’a.a. 2014/15 al primo anno di un Corso di
Laurea Triennale e/o Magistrale in una Facoltà di Chimica, Ingegneria Chimica, Biologia, Scienze
Alimentari e Biotecnologie a scelta tra le sedi universitarie di Pavia, Genova, Piacenza, Torino,
Milano ed Alessandria (Avogadro).
I candidati dovranno presentare domanda di partecipazione, in carta semplice secondo lo schema
allegato e in plico chiuso indirizzato all’indirizzo email: [email protected] oppure
all’ufficio di segreteria di via Verdi 66 a Novi, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 20
Settembre 2014. La domanda dovrà riportare Nome, Cognome, Luogo e data di nascita, Indirizzo
di Residenza, Titolo conseguito e votazione finale, Email e Telefono.
Unitamente alla domanda, ogni candidato dovrà presentare un elaborato (max 2 facciate – 6000
caratteri) riguardante una possibile idea progettuale di ricerca
La Borsa di Studio sarà assegnata allo studente diplomato più meritevole e che non percepisca
alcun altro emolumento, pubblico o privato per la stessa finalità.
L'assegnazione della borsa di studio sarà ad insindacabile giudizio della Commissione composta,
oltre al presidente del RC di Novi, da quattro commissari: (1) un socio del RC-Novi nominato dal
Consiglio Direttivo, (2) un rappresentante dell’azienda sponsor Elah-Dufour (3) il Preside dell’
Istituto “Ciampini” di Novi Ligure, (4) il Preside del Liceo “Amaldi” di Novi Ligure,
La Commissione nominerà anche un tutore dell’assegnatario.
II verbale di assegnazione della Borsa di Studio con la graduatoria dei candidati sarà pubblicato
all’albo delle Scuole Superiori di Novi Ligure e sul sito web del RC-Novi Ligure entro il
30/9/2014.
L'erogazione della borsa avverrà entro il 10/10/2014 e sarà subordinato alla presentazione entro
il 3/10/2014 da parte del candidato assegnatario della documentazione di iscrizione al Corso di
Laurea selezionato, come sopra descritto.
Qualora l’assegnatario non consegnasse la documentazione richiesta secondo regolamento, la
Borsa di Studio sarà assegnata al Secondo in graduatoria, che dovrà, entro una settimana dalla
data di comunicazione, presentare la documentazione di iscrizione al Corso di Laurea selezionato.
L’assegnatario della Borsa di Studio dovrà riportare dell’esito dei suoi studi trimestralmente su
richiesta del tutore nominato dalla Commissione, pena la restituzione della Borsa di Studio.
Scadenze importanti:
Scadenza per presentazione candidature: 20 Settembre 2014
Colloqui di selezione (Villa Pomela): 27 Settembre 2014
Pubblicazione dei risultati: 30 Settembre 2014
Consegna della Borsa di Studio: max 10 ottobre 2014
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
25
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Racconti per il libro “Scriviamo… La Mia Novi – Solidarietà tra le
generazioni ”
Si riporta il testo integrale dell’invito pubblico a cui è stata data ampia diffusione in Città
Invito a scrivere racconti
Dopo l’edizione del 2013 (112 racconti, 112 istantanee di Novi che cambia
e 82 fotografie e documenti d’epoca), il Rotary Club di Novi Ligure rinnova l’iniziativa benefica
del libro “Scriviamo … La mia Novi” – edizione 2014 – Solidarietà tra le generazioni.
La nostra città vista con gli occhi di Novesi di tutte le età, dagli alunni delle scuole elementari, a
quelli delle scuole medie e delle superiori, agli 'over' ognuno con la "sua Novi" con ricordi,
immagini, profumi e sensazioni che ci fanno riassaporare ... "la nostra Novi"
26
Siete tutti invitati a comporre un racconto di due facciate (massimo) sulla nostra citta’ di Novi
Ligure. Se possibile corredate il vostro racconto con una foto o (per i giovanissimi) un disegno e
inviate il tutto via mail a:
[email protected]
Oppure potete lasciarli in busta chiusa presso la Libreria Mondadori (Via Girardengo, 37 – Novi
Ligure)
entro il 1 Ottobre 2014
Il bando completo è disponibile sul sito www.noviligure.rotary2032.it
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
27
I migliori racconti verranno inclusi nel libro che verra’ presentato presso la Biblioteca Civica il 6
Dicembre 2014.
Il ricavato della vendita’del libro sarà interamente destinato a :supportare una iniziativa innovativa
dell’ Associazione di Volontariato Servizio Emergenza Anziani (SEA) di Novi ed all’acquisto di
sussidi didattici per alunni delle scuole del Primo Ciclo con Disturbi Specifici per
l‘Apprendimento.
Un “piccolo – grande” contributo da parte dei giovani e dei meno giovani, sviluppato in
maniera sinergica, verso chi si occupa di aiutare gli anziani e verso gli studenti che hanno
necessità di sussidi didattici specifici.
Patrocinio del Comune
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
Progetto Giovani 2014-15 – capofila Novi in interclub con Acqui
Obiettivi: Permettere agli studenti una più consapevole scelta degli studi da intraprendere e della
loro carriera lavorativa futura in un contesto socio-economico di difficile gestione.
Descrizione: Il progetto è articolato su alcuni moduli differenziati per fasce di età degli studenti
al fine di soddisfare il maggior numero di esigenze di orientamento.
I club di Novi ed Acqui si propongono di offrire ad alcuni studenti meritevoli delle scuole
superiori novesi ed acquesi esperienze formative in ambienti universitari di
ricerca (l’Università Cattolica “Sacro Cuore” di Piacenza) e di consentire ad
alcuni studenti di frequentare degli stage presso alcune aziende industriali del
territorio secondo il modello “alternanza scuola-lavoro”.
28
Per gli alunni delle scuole secondarie di primo grado è prevista l’organizzazione di una giornata di
orientamento attraverso strumenti interattivi moderni e idonei alla più giovane età in vista
dell’iscrizione alle scuole di secondo grado.
Il club di Novi intende anche offrire ad alcuni studenti meritevoli
delle scuole superiori novesi esperienze formative in ambienti di
lavoro del terziario (la redazione del quotidiano nazionale “La Stampa” di Torino).
Un ultimo modulo che sarà sviluppato inizialmente solo dal club di Novi si rivolge sia agli
studenti delle scuole secondarie che a quelli delle primarie ed è dedicato all’informazione relativa
alle Energie Rinnovabili (“Alfabetizzazione Energetica”): un tema di vitale importanza per il
paese e per le nuove generazioni.
Metodologia: Il progetto si compone di cinque moduli formativi.
Il primo, per i club di Novi e Acqui Terme, prevede che alcuni studenti trascorrano quattro
giorni presso l’Università Cattolica “Sacro Cuore” di Piacenza nel laboratorio coordinato dal prof.
De Faveri, impegnati nello svolgimento di alcune sperimentazioni chimiche con applicazioni nel
campo alimentare, in considerazione dell’eventuale ricaduta ed interesse per le industrie dolciarie
novesi ed acquesi. Gli studenti pernotteranno presso il dormitorio della stessa Università. Al
termine dello stage presenteranno ad una commissione una sintesi del lavoro svolto. In caso
positivo, a insindacabile giudizio della commissione stessa, potranno essere assegnati 2 crediti
formativi che potranno “spendere” in caso di iscrizione ad un Corso di Laurea dell’Università
Cattolica stessa.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Per questa iniziativa si procederà all’emissione di un bando e alla selezione pubblica degli studenti
previa istituzione di una Commissione a cui parteciperanno persone indicate dal RC e docenti
degli istituti superiori (una a Novi ed una ad Acqui Terme).
Il secondo modulo prevede che alcuni studenti dell’istituto tecnico IIS Ciampini di Novi e
dell’Istituto Tecnico “Rita Levi Montalcini” di Acqui Terme si rechino presso alcune aziende del
territorio per verificare in pratica le attività operative e le loro esigenze di formazione.
Il fine ultimo è quello di avvicinare gli Istituti scolastici provinciali, in particolare gli istituti ad
indirizzo tecnico, alle imprese del territorio, promuovendo percorsi didattici più affini ai bisogni
richiesti oggi dal mercato del lavoro locale.
I benefici di questo approccio si riflettono innanzitutto in un aumento dell’occupazione sul
territorio dei giovani, troppo spesso costretti a spostarsi in altre province o addirittura in altri Stati
per trovare un lavoro in linea con le proprie aspettative; dal canto loro le aziende si avvantaggiano
di un minor costo di ricerca del personale con le giuste competenze tecniche e culturali (es:
conoscenza delle lingue straniere e dei principali strumenti informatici).
Il primo passo di questo modulo è di associare le aziende interessate, Il RC locale ed il gruppo
Giovani di Confindustria AL ad alcuni docenti degli istituti tecnici interessati in un Comitato
tecnico scientifico di indirizzo.
Il secondo passo riguarda proprio i docenti prescelti nell’istituto che avranno così l’occasione di
approfondire la conoscenza dei processi industriali del territorio, lavorando per brevi periodi di
tempo con le imprese associate.
Con questo primo fondamentale passo, i professori saranno in grado di ideare percorsi didattici e
di stage molto più mirati alle necessità del territorio, arrivando a concepire il terzo passo che è un
vero e proprio progetto strutturato di Alternanza Scuola-Lavoro. Grazie a questo programma gli
studenti vengono calati a partire dalle classi terze nelle diverse realtà industriali novesi ed acquesi,
con veri e propri corsi aziendali su temi quali Salute&Sicurezza, Ambiente, Etica, Management
nonché esperienze pratiche di lavoro.
Il terzo modulo è rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo grado della zona con
l’organizzazione di una giornata di orientamento a Novi ed una ad Acqui Terme tra novembre e
dicembre attraverso strumenti interattivi moderni e idonei alla giovane età, con l’obiettivo di
fornire una integrazione ai consigli dei docenti in preparazione all’iscrizione alle scuole di secondo
grado (possibilmente in collaborazione con il Gruppo Giovani di Confindustria).
Il quarto, per il solo club di Novi Ligure, prevede che tre studenti si rechino per tre giorni
presso la redazione del quotidiano nazionale “La Stampa” di Torino. In queste occasioni saranno
accompagnati da professori degli Istituti superiori novesi che hanno dato il loro pieno sostegno e
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
29
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
partecipazione all’iniziativa. Gli studenti, sotto la guida di un giornalista della Stampa, vedranno
come è organizzata e come lavora la redazione, assisteranno alla riunione di direzione del mattino,
nel pomeriggio incontreranno i responsabili dei diversi desk del giornale (esteri, politica,
spettacolo, ecc...) che spiegheranno loro come si svolge il lavoro e come quotidianamente viene
costruito il giornale. L’esperienza è di particolare evidenza in quanto le recenti riorganizzazioni
informatiche de “La Stampa” utilizzano metodologie innovative nella gestione di un quotidiano
cartaceo e, nel contempo, del sito internet dello stesso.
Per questa iniziativa si procederà all’emissione di un bando e alla selezione pubblica degli studenti
previa istituzione di una Commissione a cui parteciperanno persone indicate dal RC e docenti
degli istituti superiori.
Il quinto ed ultimo modulo, per il solo club di Novi, fornirà un panorama delle energie
rinnovabili per valorizzare il concetto di sostenibilità energetica che potrebbe portare ad un
nuovo modello di sviluppo più sostenibile in generale anche rispetto all’ambiente per il mondo
occidentale ma anche per i paesi emergenti.
Sarà accompagnato da visite a centri di Ricerca ed installazioni esistenti sul territorio.
30
Le informazioni e gli stimoli che riceveranno gli studenti serviranno per alimentare il loro senso
critico e la capacità di approfondire fenomeni complessi che hanno e avranno un forte impatto
economico. Però il futuro è nelle mani delle nuove generazioni, sono loro la vera e propria
energia rinnovabile di cui ha bisogno il paese ed il mondo per favorire la pace in un mondo senza
conflitti alimentato sovente per garantirsi a buon mercato le fonti energetiche convenzionali
fossili (gas, petrolio…).
Progetto PASS (Progetto Andrologico di screening per studenti)
Il Service PASS nasce con l’intento di fornire ai giovani le corrette informazioni e le opportunità di
diagnosi e trattamento delle eventuali problematiche uro-andrologiche al fine di entrare con serenità
nell’età adulta. La prevenzione andrologica in Italia è stata a lungo trascurata e con l’abolizione della
visita militare di leva, che in passato rappresentava l’unica forma di screening su larga scala, è venuta a
mancare anche l’unica attività di screening preventiva . Mediante una serie articolata di incontri a
carattere scientifico-divulgativo sarà illustrata agli studenti del 4° e 5° anno delle scuole medie
superiori la figura dell’andrologo quale professionista di riferimento della salute sessuale maschile (così
come il ginecologo lo è per la donna). Si approfondirà l’importanza di una corretta alimentazione e del
controllo del proprio peso corporeo e dell’effetto negativo delle sostanze anabolizzanti steroidei e
delle droghe sulla fertilità e sulla sessualità. Si tratterà delle principali e sempre più diffuse malattie a
trasmissione sessuale correlate con la sterilità , mentre volutamente non si parlerà di contraccezione
maschile e/o femminile (al fine di evitare problematiche etiche morali e religiose). Si insegnerà la
tecnica dell’autopalpazione del testicolo per la diagnosi precoce del tumore del testicolo (cosi come le
donne fanno per il tumore della mammella). Gli specialisti saranno a disposizione degli studenti per la
visita medica che potrà essere eseguita in idoneo ambiente all’interno dell’Istituto scolastico oppure
presso l’ambulatorio di Andrologia dell’Ospedale S. Giacomo di Novi Ligure previo appuntamento
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
telefonico. Responsabile del Service per l’a.r. 2014/15 sarà il R.C. Ovada del Centenario, e vi
partecipano il R.C. Novi Ligure, R.C. Tortona, R.C. Acqui Terme, e R.C. Gavi-Libarna.
PolioPlus
PolioPlus, il più ambizioso programma della storia del Rotary, costituisce la componente di
volontariato dell’ Iniziativa Globale per l’Eradicazione della Polio. Da più di 25 anni il Rotary è alla
guida di questa iniziativa globale per sconfiggere questa terribile malattia. Oggi il PolioPlus è
universalmente riconosciuto come un modello di riferimento nell’ambito della cooperazione tra
pubblico e privato per il perseguimento di obiettivi umanitari. Ad oggi il Rotary ha contribuito oltre 1
miliardo di dollari a favore dell’iniziativa per l’eradicazione della polio. La leadership del Rotary ha
spinto l'Assemblea Mondiale della Sanità, nel 1985, ad approvare una risoluzione per il lancio (tre anni
più tardi, nel 1988) dell'Iniziativa globale per l’eradicazione della polio. Migliaia di Rotariani in tutto il
mondo hanno prestato servizio come volontari durante le giornate nazionali d'immunizzazione allo
scopo di somministrare il vaccino antipolio a milioni di bambini. Il programma PolioPlus consente al
Rotary di finanziare i costi operativi dei Services (trasporti, distribuzione del vaccino, campagne di
sensibilizzazione, formazione del personale sanitario, sostegno alle attività di sorveglianza). I Rotariani
desiderano incoraggiare i governi dei Paesi donatori e di quelli in cui la polio rimane endemica a
continuare ad offrire il massimo supporto politico e finanziario alle attività di eradicazione della
malattia.
LAVORI IN CORSO


Una studentessa del Ciampini, Cristina Raschia della classe quarta, ha frequentato
con reciproca soddisfazione lo stage quindicinale a luglio presso lo stabilimento del
gruppo Elah-Dufour.
Sono stati completati l’acquisto e la relativa installazione delle nuove cucine per la
Mensa della S.Vincenzo di Novi.
Comunicazione interna ai Soci:
Il Consiglio Direttivo del nostro Club, riunitosi il giorno 5 Settembre 2014, ha deliberato di
accogliere nell’effettivo del Club il prof. Sergio Tinello, dirigente scolastico del Liceo Amaldi e
promotore di numerose iniziative a favore dei giovani insieme al nostro Club, il dott. Riccardo
Dameri, nuovo responsabile dell’agenzia novese della Banca Passadore, ormai da anni in stretto
contatto con il Rotary, e Laura Valditerra, titolare dell’omonima azienda vitivinicola sulla strada
di Monterorondo, produttrice di un superbo Gavi.
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
31
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
QUIZ
32
Ai soci il compito di indovinare chi (è al centro per farsi riconoscere meglio !?) ha
accompagnato i giovani dello scambio di studio internazionale (ospiti del distretto 2032
in vari Club) a Sarzana all’ormai celebre e simpatico Festival della Mente ……
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
ROTARY CLUB di NOVI LIGURE
Riunioni del Club (Settembre - Ottobre 2014)
MESE di SETTEMBRE 2014
venerdi 5
ore 18:30
Carezzano
Superiore
Apericena
dal Presidente
riservato ai
membri del
Consiglio
U co siglio sotto le
stelle
aggiornamento
Programma delle attività
MESE di OTTOBRE 2014
giovedi 2
ore 21.15
a.r. 2014-2015
Novi Ligure,
Museo dei
Campionissimi
ingresso ad
offerta in favore
di Lilt
promotore della
manifestazione il
Club Gavi-Libarna
IL CARABINIERE ON
MOVIE
Omaggio all'Arma dei
Carabinieri nel
Bicentenario della
nascita
musiche con proiezioni
venerdi12
ore 20
sabato 13
ore 9:30
Villa Pomela
conviviale
(piatto unico)
Rapallo
Hotel Excelsior
Palace
relatore:
dott. Matteo Buffa
formatore distrettuale
U a Fi estra sul Rotary
venerdi 3
ore 20
Ospiti del Distretto 2032
presentazione della
stampa in italiano della
trilogia di Paul Harris (*)
venerdi 10
ore 20
Villa Pomela
conviviale con
consorti
(piatto unico)
relatore: dott.
Massimo Quarati
La successio epassaggio
generazionale di un
patri o io
Villa Pomela
conviviale con
consorti
Interclub con GaviLibarna
relatore: prof. ing.
Francesco Profumo
venerdi19
ore 20
Villa Pomela
conviviale con
consorti
visita al Club del
Governatore Giorgio
Groppo
venerdi 17
ore 20
Villa Pomela
conviviale con
consorti
venerdi26
ore 21:15
Villa Pomela
Assemblea Ordinaria del
Club
venerdi 24
o sabato 25
interclub con
Sarzana-Lerici
oppure gita a
sorpresa (città
d’arte e ostra
di pittura)
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
consegna 2 borse di
studio
relatore: ing. Gianni
Vernazza –
Governatore eletto
a.r. 2015-2016
in fase di definizione
33
ROTARY CLUB DI NOVI LIGURE
sabato27
ore 20
Villa Bollina
conviviale con
consorti
interclub con GaviLibarna ed Ovada del
Centenario
“Festa anni
Sessanta”
venerdi 31
ore 19:30
o sabato 1
novembre
ore 12:30
Novi –in fase di
definizione
tradizionale
conviviale dei
ceci
commemorazione dei
defunti
In cantiere…..
Seminario distrettuale Rotary Foundation a Novi – Museo dei Campionissimi il 22
Novembre
Rotary District Day il 13 Dicembre ad Acqui
34
Anno rotariano 2014/15 - XXXVIII
Commissioni e Sottocommissioni/Progetti speciali
Effettivo
Piero Coscia
Crescita
Franco Melone
G. Carlo Cartasegna
Isabella Di Muzio
Franco Montefiore
Paolo Spineto
Giannandrea Valletta
Donatella Traversa
Immagine Pubblica
Valentina Filz
Rapporti amministrazione locale
Monica Sciutto
Paolo Reppetti
Rapporti provincia/regione Gianni Mogni
Amministrazione Paolo Parodi
La memoria del Premio Rotary
Giovanni Bergaglio
Giancarlo Boggero
Piero Coscia
Lionello Torielli
Teodoro Valletta
Segreteria
Walter Chiappini
Bollettino
Co-segretario
Enrico Lovigione
Sito WEB
Andrea Baschirotto
Organizzazione Eventi Lorella Falla
Progetti
Matteo Lavarello
Lavoro
Luciano Crafa
Economia/Finanza Pio Scarsi
Coordinamento “Fund-raising”
Andrea Baschirotto
Nicola Zingarini
Cristian Repetto
Sanità/Assistenza
Enrico Lovigione
Cene a tema
Istruzione
Monica Sciutto
Rapporti Distretto
Arte e Cultura
Stefania Corte
Rapporti club Gemello Paola Pardini
Scambio Giovani
Ermanno Bertinieri
Grappolo
Matteo Lavarello
Rotary Foundation Vilmo Repetti
Formazione
Vilmo Repetti
Antonio Angelini
Carlo Angiolini
Rinaldo Firpo
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
4 039 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content