close

Enter

Log in using OpenID

CLASSE 5 A - ISIS Paschini Marchi

embedDownload
Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini»
Tolmezzo
A.S. 2013/14
CLASSE 5a A
Liceo Scientifico
P.N.I.
Documento
del 15 maggio
Elaborato dal Consiglio di classe
secondo il D.P.R. 323 / 98, art. 5
1
Composizione del Consiglio di classe:
Italiano
Prof.ssa Monica Diplotti
Latino
Prof.ssa Stefania Del Fabro
Lingua e letteratura Inglese
Prof.ssa Nicoletta Bosa
Matematica e Informatica
Prof. Roberto Konjedic
Fisica
Prof. Marco Clocchiatti
Scienze
Prof.ssa Licia Chiaruttini
Storia dell’Arte
Prof.ssa Claudia Sicorti
Storia e Filosofia
Prof. Federico Sgorlon
Educazione fisica
Prof. Gabriella Zanier
Religione
Prof.ssa Maria Gabriella Monai
Liceo ad indirizzo scientifico tradizionale
con piano nazionale di informatica
Piano di studi
Discipline
Italiano
Latino
Inglese
Storia
Geografia
Filosofia
Matematica
Fisica
Scienze
Disegno e storia
dell'arte
Educazione fisica
Religione cattolica o
attività alternative
Totale delle ore
settimanali
Biennio
I
II
4
5
4
4
3
4
3
2
2
5
5
2
III
4
3
3
2
2
5
3
3
Triennio
IV
4
3
3
2
3
5
3
3
V
4
3
4
3
3
5
3
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
1
1
1
1
1
26
27
30
31
32
2
I PARTE: RELAZIONE GENERALE SULLA CLASSE
Presentazione della classe
Nell'anno scolastico 2009/2010, all'atto dell'iscrizione, la classe è formata da 21 alunni. Alla fine
della classe prima un'alunna non viene ammessa alla classe successiva e due si ritirano ed
iscrivono ad altro Istituto. Nell’a.s 2010/11 si inserisce un allievo proveniente dall’Istituto che
ripete la classe seconda. Alla fine dell’anno due allievi non sono ammessi alla classe terza dopo le
prove di verifica di agosto. All’inizio del terzo anno la classe è quindi costituita da 17 allievi, uno
dei quali non supera le prove di recupero e non viene ammesso alla classe quarta. Durante il primo
quadrimestre del quarto anno, un allievo si trasferisce in altro Istituto ed il numero complessivo
scende a 15. Tutti gli allievi sono ammessi al quinto anno di corso già nel mese di giugno, per uno
soltanto viene sospeso il giudizio, viene poi promosso nel mese di agosto. All’inizio del quinto
anno scolastico si inseriscono due allieve: una proveniente dal Liceo Sportivo Bachmann e una da
questo Istituto in quanto ripetente. La classe 5ªA risulta, pertanto, composta da 17 studenti, 5maschi
e 12 femmine.
La classe ha seguito il ciclo quinquennale dell'indirizzo scientifico P.N.I. secondo il piano di studio
presentato nella pagina precedente.
Continuità dei docenti
Nell’arco dei cinque anni è stata assicurata la continuità didattica in Matematica, Storia dell’arte,
Educazione Fisica e Religione. Per quanto riguarda Italiano e Latino i cambiamenti sono stati
annuali. Per Inglese, un cambiamento nella continuità è sopraggiunto all'inizio della seconda. Per
tutto il triennio gli studenti hanno goduto di continuità didattica per quanto concerne Fisica, Storia e
Filosofia. Infine, per quanto riguarda Scienze, iniziata in seconda con una docente, si è verificato
un cambiamento nell’ultimo biennio.
Profitto, interesse e partecipazione
La classe ha esibito differenti livelli di interesse e di partecipazione alle attività didattiche.
Un terzo degli allievi si è lasciato coinvolgere, con responsabilità e impegno dalle proposte dei
docenti e ha acquisito un buon metodo di studio che ha consentito il raggiungimento di competenze
buone e di un consolidato profitto in tutte le discipline .
Più di un terzo della classe è formato da allievi attenti alle attività didattiche, ma caratterizzati da
uno studio domestico più meccanico e non particolarmente rielaborativo. Negli ultimi due anni di
corso hanno comunque dato prova di una sempre maggiore tenacia nella volontà di superare le
difficoltà ed i risultati ottenuti sono pienamente sufficienti nella maggior parte delle discipline.
Infine, alcuni allievi hanno lavorato con maggiore attenzione, crescente impegno e continuità
durante l’ultimo anno pur non raggiungendo sempre i risultati attesi e palesando maggiori difficoltà
e minore autonomia nello studio domestico .
In merito alle capacità espressive, la maggior parte degli allievi espone con chiarezza e personalità
le proprie conoscenze, sapendole articolare in un discorso organico ed efficace. In alcuni allievi si
riscontra, invece, ancora qualche difficoltà nell’esposizione (soprattutto orale) e nella padronanza di
un linguaggio specifico corretto.
Anche se sono mancate personalità trainanti capaci di vivacizzare il dialogo educativo, la
programmazione delle attività è stata regolare, le lezioni si sono svolte in un contesto ordinato,
sereno e rispettoso. A parte due allievi impegnati in attività di sport agonistico, la frequenza alle
lezioni e alle attività è stata generalmente regolare.
3
Si segnala che gli allievi Ferigo Simone, Fior Giulia e Tessitori Alessandra sono atleti iscritti al
Coni e hanno sempre svolto attività agonistica e di allenamento durante tutti gli anni del Liceo.
L’ allieva Dassi Irene ha partecipato alle attività della Protezione Civile organizzate durante una
settimana dello scorso anno scolastico; mentre l’allieva Tessitori Alessandra ha aderito
all’iniziativa nello scorso mese di Aprile.
L’allievo Fior Samuele svolge abitualmente attività teatrale con l’Accademia Sperimentale dello
Spettacolo in Carnia ed è stato protagonista in quattro spettacoli nel corso di questo anno.
Relativamente al profitto e alle abilità raggiunte nelle diverse discipline, si rimanda alle relazioni
dei singoli docenti e ai loro programmi consuntivi per un’analisi più dettagliata.
Situazione di partenza
Alla fine del quarto anno il profitto della la classe si presentava nella seguente situazione:
Educazione fisica
Filosofia
Fisica
Inglese
Italiano
Latino
Matematica
Scienze
Storia
Storia dell’Arte
Sospensione
giudizio
Voto 6
Voto 7
Voto 8
Voto 9 / 10
0
0
0
0
0
0
1
0
0
0
0
3
8
4
8
6
5
2
5
0
1
7
5
5
2
4
7
8
6
6
8
4
2
5
5
5
1
4
4
8
6
1
0
1
0
0
1
1
0
1
Nel mese di giugno 2013 è stato attivato il corso di recupero per Matematica e l'ultima settimana di
agosto 2013 si sono svolte le prove di recupero. Il Consiglio di classe, visti gli esiti positivi delle
verifiche, ha deliberato la promozione alla classe successiva per un solo alunno.
Attività di recupero e di potenziamento
Al fine di favorire il superamento delle lacune e delle difficoltà, durante il corso di questo anno
scolastico, l’Istituto ha attivato come forma di recupero disciplinare i cosiddetti “sportelli didattici”,
un’offerta di sostegno e di potenziamento rivolta a tutti gli allievi che hanno richiesto l’assistenza di
un docente. Gli “sportelli” sono stati attivati per le seguenti discipline: matematica, inglese, latino.
Per gli studenti che presentavano debito scolastico e più serie difficoltà, l’Istituto ha invece attivato
specifici “corsi di recupero”, in particolare per quanto riguarda Matematica.
I docenti hanno inoltre curato il superamento delle carenze disciplinari con interventi flessibili
nell’ambito delle ore curricolari (studio dei fattori di carenza, esercizi e verifiche aggiuntivi). Nelle
discipline in cui gli allievi hanno mostrato fragilità o insicurezze, il recupero è stato effettuato anche
in itinere dall’insegnante della classe.
Finalità e obiettivi trasversali comuni
Il Consiglio di Classe ha individuato, nell’anno conclusivo del ciclo di studi, alcuni obiettivi
educativi e didattici comuni, in linea con i criteri e le finalità stabilite nel P.O.F. Dettagli più precisi
si possono trovare nel documento di programmazione di classe di inizio anno scolastico, ma in
sintesi si tratta di:
 evidenziare il ruolo attivo degli studenti nell’apprendimento, potenziando il senso di
responsabilità personale e l’autonomia nel proprio modo di lavorare e di conoscere;
4
 favorire la conoscenza degli argomenti trattati e dei principi fondamentali delle discipline,
consolidando, al contempo, le capacità di comprensione, organizzazione, analisi, sintesi e di
rielaborazione personale e critica;
 favorire il corretto impiego dei linguaggi specifici;
 consolidare le capacità espressive, attraverso l’educazione all’uso di strumenti lessicali,
logici e operativi.
Il Consiglio di classe evidenzia come detti obiettivi siano stati mediamente raggiunti dagli alunni,
seppure a livelli differenti.
I docenti hanno attivato ogni possibile strategia didattico-educativa con l'obiettivo di favorire al
meglio il processo di apprendimento di ogni singolo allievo, rispettandone personalità e stili
cognitivi. A tal fine gli insegnanti hanno operato in sintonia, mantenendo costanti rapporti di
collaborazione.
I singoli obiettivi disciplinari sono presentati nei relativi piani di lavoro.
Attività didattica e metodologica
Metodologie adottate:
Metodi
Lezione frontale
Discussione guidata
Lezione con supporto di mappe concettuali
Approfondimenti a partire dalle domande degli studenti
Lettura / Analisi di testi
Discussione collettiva libera
Svolgimento / correzione esercizi
Prove scritte, (I, II, III) specie secondo le tipologie previste
dall’Esame di Stato
Simulazioni della terza prova
Lavori / Attività di gruppo
Discussioni / Correzione prove scritte e orali
Relazioni / Ricerche / Approfondimenti
Visione documentari / film
Attività laboratoriale
Prove pratiche
Recuperi / Potenziamenti
Mezzi e materiali
I materiali e i mezzi utilizzati sono stati:








Manuale scolastico
Libri, dispense, riviste, dizionari
Lavagna
Videoproiettore digitale + computer portatile / tablet
LIM
Strumentazioni aule speciali
Sussidi audiovisivi
Fotocopie
5
Spazi
Gli spazi utilizzati sono stati:








Biblioteca dell'Istituto
Aula Magna
Aula di Informatica
Laboratorio di Fisica e di Scienze
Aula LIM
Palestra e impianti sportivi
Visita a mostre
Partecipazione a convegni, rappresentazioni teatrali, cinematografiche
Tempi
Coerentemente con le scelte del Collegio Docenti, l’attività scolastica è stata scandita in due
quadrimestri, ma la programmazione, in alcuni casi, ha tenuto conto anche di articolazioni modulari
per percorso e per disciplina.
Attività curricolari ed extracurricolari
La classe è stata coinvolta in molteplici attività curricolari ed extracurricolari coerenti con il Piano
dell’Offerta Formativa adottato dall’Istituto:
Attività
Periodo
Viaggio d'istruzione a Barcellona
Visita guidata al Sincrotrone e alla Grotta Gigante
Spettacolo teatrale in inglese “The Picture of
Dorian Gray”– Istituto Zanon – Udine
Giornata studi in memoria del Prof. Calligaris con
il geologo C. Venturini ed escursione ad Illegio
Visita alla mostra Impronte di vertebrati fossili
Conferenza dello storico G. Donato sulla lotta
armata ed il terrorismo in Italia negli anni’70
Incontro con il monaco buddista Palden Gyatso
Incontro con il bambini-soldato Prof.John B.
Onama
Incontro con Simone Cristicchi autore dello
spettacolo “Magazzino 18”
Corso di cinema e storia americana del secondo
novecento
Corso di cinema e letteratura: il genere giallo
thriller
Orientamento in uscita: incontro con esperti e
studenti
Visita al Salone dello Studente – Udine
Visita al Salone Young
Visita all’Osservatorio Astronomico“La Polse di
Cugnes”
Memorial “Brunetti-Nodale”
Torneo interno di calcio a cinque maschile
6
metà novembre 2013
aprile 2014
novembre 2013
maggio 2014
gennaio 2014
maggio 2014
ottobre
2013
marzo 2014
novembre 2013
tutto l'anno
tutto l'anno
2° quadrimestre
2° quadrimestre
aprile
2014
maggio 2014
tutto l'anno
Nuoto libero in piscina
Trofeo Ironman / Wonderwoman
Triathlon
Trofeo di atletica per classi
2° quadrimestre
maggio 2014
maggio 2014
tutto l'anno
Criteri e modalità di valutazione
La verifica relativa agli obiettivi formativi delle singole discipline è parte integrante della
valutazione degli allievi. Per la valutazione degli apprendimenti sono state utilizzate verifiche
parziali, relative agli obiettivi specifici delle singole discipline, sia di tipo analitico-oggettivo
(compiti scritti in classe sia di tipo formativo che sommativo, questionari a risposte chiuse,
questionari a risposte aperte, interrogazioni scritte, elaborati scritti, problemi a soluzione rapida,
analisi e traduzione di testi, prove scritto-grafiche e pratiche, prove pratiche strutturate per
Educazione Fisica), sia di tipo sintetico (interventi dal posto, interrogazioni orali, esercizi alla
lavagna, redazione/stesura degli appunti, attività di laboratorio).
I risultati delle prove sono stati comunicati e motivati agli allievi con tempestività.
Nelle valutazioni parziali si è tenuto conto:
 del livello delle conoscenze acquisite, della loro comprensione, memorizzazione,
approfondimento, rielaborazione personale;
 della precisione concettuale e terminologica;
 della capacità di esposizione in forma corretta e logica;
 della capacità di collegamento con informazioni esterne alla materia;
 della capacità di interpretazione critica di un testo o di un fenomeno;
 della capacità di rielaborazione e di sintesi delle informazioni derivanti da più fonti;
 dell’originalità dell’esposizione.
La valutazione di fine anno terrà conto sia delle valutazioni parziali sia del grado di maturazione
conseguito rispetto ai livelli di partenza e dimostrato attraverso l’impegno, la partecipazione alla
vita della scuola, la crescita culturale e umana, l’acquisizione di capacità critica.
Nella formulazione dei voti, i singoli docenti hanno declinato, in funzione delle esigenze delle
proprie discipline, i seguenti parametri di valutazione e misurazione secondo la tabella delle
valutazioni approvata dal Collegio dei Docenti ed inserita nel POF:
Criteri di valutazione
Impegno e partecipazione
Possesso conoscenze
Elaborazione conoscenze
(comprensione, applicazione, analisi, sintesi)
Rielaborazione delle conoscenze
Abilità linguistico - espressiva
Livello tassonomico = descrizione prestazione
Assenti
Assente
Voto
Assente
1
Assente
Assente
Criteri di valutazione
Livello tassonomico = descrizione prestazione
Impegno e partecipazione
Assenti
Possesso conoscenze
Le conoscenze sono del tutto prive di significato
Elaborazione conoscenze
Non comprende e non sa analizzare in alcun modo
(comprensione, applicazione, analisi, sintesi)
Rielaborazione delle conoscenze
Non sa rielaborare in modo produttivo
7
Voto
2-3
E’ così difficoltosa da ostacolare in modo grave la
comunicazione
Abilità linguistico - espressiva
Criteri di valutazione
Impegno e partecipazione
Possesso conoscenze
Livello tassonomico = descrizione prestazione
Voto
Scarsi
Ha conoscenze frammentarie e assai superficiali
Comprende parzialmente, non attiva analisi corrette,
Elaborazione conoscenze
non delinea collegamenti precisi e applica conoscenze
(comprensione, applicazione, analisi, sintesi)
commettendo diffusi e gravi errori
4
Rielaborazione delle conoscenze
Rielabora in modo assai confuso
Abilità linguistico - espressiva
Si esprime in modo confuso e inadeguato
Criteri di valutazione
Livello tassonomico = descrizione prestazione
Voto
Impegno e partecipazione
Discontinui
Possesso conoscenze
Conosce in modo sommario e impreciso
Elaborazione conoscenze
Comprende parzialmente e commette errori non gravi
(comprensione, applicazione, analisi, sintesi) nell’analisi e nei collegamenti
5
Rielaborazione delle conoscenze
Procede a stento nella rielaborazione, anche se guidato
Abilità linguistico - espressiva
Commette errori non gravi, ma sistematici
Criteri di valutazione
Impegno e partecipazione
Possesso conoscenze
Livello tassonomico = descrizione prestazione
Voto
Regolari
Conosce le informazioni fondamentali
Comprende il significato complessivo, analizza non
Elaborazione conoscenze
sempre in modo completo e delinea collegamenti
(comprensione, applicazione, analisi, sintesi)
appropriati solo se guidato
6
E’ impreciso nella rielaborazione ed espone in maniera
Rielaborazione delle conoscenze
elementare, ma sufficientemente chiara
Si esprime con sufficiente chiarezza pur commettendo
Abilità linguistico - espressiva
qualche errore non grave e non sistematico
Criteri di valutazione
Impegno e partecipazione
Livello tassonomico = descrizione prestazione
Voto
Impegno discreto e partecipazione attiva
Possiede conoscenze omogenee anche se non
Possesso conoscenze
approfondite
Elaborazione conoscenze
Comprende, analizza e delinea collegamenti pur con
7
(comprensione, applicazione, analisi, sintesi) qualche imprecisione
Rielaborazione delle conoscenze
Rielabora in modo non originale
Abilità linguistico - espressiva
Si esprime con chiarezza e correttezza discrete
Criteri di valutazione
Impegno e partecipazione
Possesso conoscenze
Elaborazione conoscenze
(comprensione,
applicazione,
sintesi)
Rielaborazione delle conoscenze
Abilità linguistico - espressiva
Criteri di valutazione
Impegno e partecipazione
Possesso conoscenze
Elaborazione conoscenze
(comprensione,
applicazione,
sintesi)
Livello tassonomico = descrizione prestazione
Costanti e collaborativi
Possiede conoscenze articolate e approfondite
analisi,
Comprende, analizza e delinea collegamenti in modo
sicuro
Voto
8
Rielabora in modo personale
Si esprime con buona padronanza dei codici
Livello tassonomico = descrizione prestazione
Assidui e propositivi
Possiede conoscenze complete e approfondite
Analizza con precisione e delinea collegamenti con
analisi,
sicurezza ed autonomia
8
Voto
9 - 10
Rielaborazione delle conoscenze
Abilità linguistico - espressiva
Rielabora con originalità
Padroneggia pienamente i codici espressivi
Simulazioni prove in preparazione dell’Esame di Stato
La classe ha sostenuto due simulazioni della terza prova scritta , il testo delle quali viene allegato al
presente documento. E’ stata prescelta la tipologia “B”, strutturata in un questionario con dieci
domande afferenti a quattro discipline (due/tre quesiti per disciplina) a risposta aperta breve,
delimitata da un numero di righe predefinito (10 righe circa).
La prima è stata effettuata il 13 febbraio 2014 e comprendeva Filosofia, Inglese, Fisica e Storia
dell'Arte. La seconda, svoltasi il 29 aprile 2014, ha coinvolto Storia, Inglese, Scienze e Latino.
I quesiti relativi alle varie discipline hanno riguardato i programmi svolti. Il tempo assegnato per lo
svolgimento di entrambe le prove è stato di tre ore.
I criteri di valutazione sono stati i seguenti:
 livello delle conoscenze;
 capacità di sintesi;
 organizzazione del discorso;
 uso dei linguaggi specifici.
Colloquio orale
Ciascuno studente, sulla base dei propri interessi e delle proprie attitudini, ha selezionato (nel corso
dell’anno e, in alcuni casi, seguendo le indicazioni dei docenti della classe) argomenti e testi a lui
più congeniali, per costruire un percorso di approfondimento che darà avvio alla fase iniziale del
colloquio orale dell’Esame di Stato.
Allegati
 Testi e griglie delle simulazioni di terza prova
 Relazioni finali per singola disciplina
 Programmi consuntivi per singola disciplina
Tolmezzo, 13 maggio 2014
Il Coordinatore
(Prof. Nicoletta Bosa)
Il Dirigente Scolastico
(Prof.ssa Lucia Chiavegato)
9
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
161 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content