close

Enter

Log in using OpenID

Attenzione

embedDownload
Istruzioni di montaggio e di
servizio
VIESMANN
per il personale specializzato
Vitocaldens 222-F
Tipo HAWB 222.A29
Tipo HAWB-M 222.A26
Tipo HAWB-M 222.A29, 26 - 29 kW
Pompe di calore compatte ibride per riscaldamento
■ Modulo pompa di calore nella versione split
■ Modulo a condensazione a gas metano e a gas liquido
Avvertenze sulla validità all'ultima pagina
VITOCALDENS 222-F
5459 229 IT
1/2014
Da conservare!
Avvertenze sulla sicurezza
Avvertenze sulla sicurezza
Si prega di attenersi scrupolosamente alle avvertenze sulla sicurezza per evitare pericoli e danni a persone e cose.
Spiegazione delle avvertenze sulla
sicurezza
Pericolo
Questo simbolo segnala il pericolo di danni a persone.
!
Attenzione
Questo simbolo segnala il pericolo di danni a cose e all'ambiente.
Avvertenza
Le indicazioni contrassegnate con la
parola Avvertenza contengono informazioni supplementari.
Interessati
In caso di interventi attenersi
■ alle norme di installazione nazionali,
■ alle norme antinfortunistiche,
■ alle norme per la salvaguardia
ambientale,
■ alle disposizioni dell'istituto di assicurazione contro gli infortuni sul lavoro
■ alle disposizioni di sicurezza pertinenti
previste dalle norme in vigore
Comportamento in caso di fughe di
gas
Pericolo
Pericolo di esplosione, incendio,
lesioni gravi.
■ Non fumare! Evitare fiamme
libere e formazione di scintille.
Non attivare mai luci né apparecchi elettrici.
■ Chiudere il rubinetto d'intercettazione gas.
■ Aprire porte e finestre.
■ Allontanare le persone dalla
zona di pericolo.
■ Informare l'azienda erogatrice
del gas e dell'elettricità dall'esterno dell'edificio.
■ Interrompere l'alimentazione
elettrica da una posizione
sicura (all'esterno dell'edificio).
5459 229 IT
Le presenti istruzioni sono rivolte esclusivamente al personale specializzato.
■ Gli interventi sull'impianto del gas
devono essere eseguiti unicamente
da installatori qualificati a norma di
legge ed autorizzati dalla competente
azienda erogatrice del gas.
■ Gli interventi sul circuito del refrigerante devono essere eseguiti unicamente da personale specializzato e
autorizzato.
■ Gli interventi all'impianto elettrico
devono essere eseguiti unicamente
da personale specializzato e qualificato a norma di legge.
■ La prima messa in funzione deve
essere eseguita da un centro di assistenza autorizzato.
Normative
2
Avvertenze sulla sicurezza
Avvertenze sulla sicurezza (continua)
Comportamento in caso di perdite di
gas di scarico
Pericolo
I gas di scarico possono provocare intossicazioni mortali.
■ Spegnere l'impianto di riscaldamento.
■ Aerare il luogo d'installazione.
■ Chiudere le porte dei locali.
Sistemi di scarico fumi e aria di combustione
Accertarsi che i sistemi di scarico fumo
siano liberi e non possano essere intasati, ad esempio, a causa di accumuli di
acqua di condensa o di fattori esterni.
Garantire un'alimentazione sufficiente
dell'aria di combustione.
Informare il conduttore dell'impianto sul
fatto che è vietato apportare modifiche
successive alle condizioni costruttive
(ad es. posa dei tubi/cavi, rivestimenti o
pareti divisorie).
5459 229 IT
Pericolo
Sistemi di scarico fumi non a
tenuta/ostruiti o un convogliamento insufficiente dell'aria di
combustione sono la causa di
intossicazioni mortali provocate
dal monossido di carbonio presente nel gas di scarico.
Garantire il funzionamento corretto del sistema di scarico fumi.
I terminali di adduzione dell'aria
di combustione non devono
essere richiudibili.
Apparecchi d'espulsione d'aria
In caso di installazione di dispositivi di
scarico dell'aria all'esterno (cappe con
tubo di ventilazione, apparecchi d'espulsione aria, climatizzatori) durante l'aspirazione non si deve creare depressione.
In caso di funzionamento contemporaneo dell'apparecchio può crearsi una
corrente inversa di gas di scarico.
Pericolo
Il funzionamento contemporaneo
dell'apparecchio con dispositivi di
scarico dell'aria all'esterno può
provocare intossicazioni mortali a
causa della corrente inversa dei
gas di scarico.
Montare un circuito di blocco
oppure garantire un'alimentazione sufficiente dell'aria di combustione adottando dei provvedimenti adeguati.
Interventi sull'impianto
■ Nel caso di combustibile gas, chiudere
inoltre il rubinetto d'intercettazione gas
ed assicurarsi che non possa essere
riaperto accidentalmente.
■ Disinserire la tensione di rete dell'impianto (ad es. agendo sul fusibile
separato o sull'interruttore generale) e
accertarsi che la tensione sia disinserita.
Avvertenza
Oltre al circuito della corrente di regolazione, possono essere presenti altri
circuiti corrente di carico.
■ Assicurarsi che l'impianto non possa
essere reinserito.
3
Avvertenze sulla sicurezza
Avvertenze sulla sicurezza (continua)
Pericolo
Il contatto con componenti sotto
corrente può causare lesioni
gravi. Alcuni componenti delle
schede si trovano sotto tensione
anche dopo il disinserimento
della tensione di rete.
Prima di rimuovere le coperture
degli apparecchi attendere
almeno 4 minuti finché la tensione non si è ridotta.
Pericolo
Le superfici roventi possono provocare ustioni.
■ Prima delle operazioni di
manutenzione e di assistenza,
spegnere e far raffreddare l'apparecchio.
■ Non toccare le superfici roventi
dell'apparecchio, del bruciatore, del sistema di scarico fumi
e dei raccordi.
Attenzione
Eventuali scariche elettrostatiche
possono danneggiare i componenti elettronici.
Prima di eseguire i lavori, scaricare a terra la carica elettrostatica toccando oggetti, quali
ad es. tubi dell'acqua o del riscaldamento.
!
Attenzione
Effettuare lavori di riparazione su
componenti con funzione tecnica
di sicurezza compromette il
sicuro funzionamento dell'impianto.
Sostituire i componenti difettosi
unicamente con ricambi originali
Viessmann.
Componenti supplementari, parti di
ricambio e pezzi soggetti ad usura
!
Attenzione
Parti di ricambio e pezzi soggetti
ad usura che non sono stati collaudati unitamente all'impianto
possono comprometterne il funzionamento. Il montaggio di componenti non omologati e le modifiche non autorizzate possono
compromettere la sicurezza e
pregiudicare i diritti di garanzia.
Per la sostituzione utilizzare
esclusivamente ricambi originali
Viessmann o parti di ricambio
autorizzate da Viessmann.
5459 229 IT
!
Lavori di riparazione
4
Indice
Indice
Istruzioni di montaggio
Preparazione del montaggio
Impiego conforme alla norma...............................................................................
Informazioni sul prodotto......................................................................................
Schema degli allacciamenti sul posto..................................................................
7
7
8
Sequenza di montaggio
Montaggio dell'unità esterna................................................................................
Montaggio dell'unità interna.................................................................................
Allacciamento delle tubazioni del refrigerante......................................................
Allacciamento circuito secondario........................................................................
Allacciamento dello scarico dell'acqua di condensa............................................
Allineamento dell'apparecchio..............................................................................
Collegamento della tubazione di adduzione aria e scarico fumi..........................
Allacciamento della tubazione gas.......................................................................
Smontaggio delle lamiere anteriori.......................................................................
Allacciamento elettrico.........................................................................................
Allacciamento rete................................................................................................
Chiusura dell'apparecchio....................................................................................
11
16
18
23
27
28
28
29
32
33
48
55
Istruzioni di servizio
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Sequenza operazioni – prima messa in funzione, ispezione e manutenzione..... 57
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle operazioni............................................ 60
Eliminazione dei guasti
Riparazione.......................................................................................................... 109
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Panoramica dei moduli unità interna.................................................................... 123
Componenti non raffigurati unità interna.............................................................. 124
Rivestimento esterno unità interna....................................................................... 124
Sistema idraulico unità interna............................................................................. 126
Bollitore ad accumulo........................................................................................... 131
Cella termica........................................................................................................ 133
Equipaggiamento elettrico unità interna............................................................... 136
Regolazione del modulo a condensazione.......................................................... 139
5459 229 IT
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A26
Unità esterna........................................................................................................ 140
5
Indice
Indice (continua)
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A29
Panoramica dei moduli......................................................................................... 143
Rivestimento esterno unità esterna...................................................................... 144
Equipaggiamento elettrico unità esterna.............................................................. 146
Sistema idraulico unità esterna............................................................................ 148
Liste dei singoli componenti unità esterna 400 V~, tipo HAWB 222.A29
Panoramica dei moduli......................................................................................... 150
Rivestimento esterno unità esterna...................................................................... 151
Equipaggiamento elettrico unità esterna.............................................................. 153
Sistema idraulico unità esterna............................................................................ 155
Protocolli
Protocollo dei parametri idraulici.......................................................................... 157
Protocollo dei parametri di regolazione................................................................ 159
Dati tecnici.......................................................................................................... 167
Appendice
Ordine per la prima messa in funzione dell'apparecchio...................................... 172
Dichiarazione di conformità.............................................................................. 173
5459 229 IT
Indice analitico................................................................................................... 175
6
Preparazione del montaggio
Impiego conforme alla norma
L'impiego conforme alla norma presuppone che sia stata eseguita un'installazione fissa in abbinamento a componenti
omologati specifici per l'impianto.
L'impiego commerciale o industriale per
scopi diversi dal riscaldamento di edifici
o dalla produzione d'acqua calda sanitaria è considerato non conforme alla
norma.
Un impiego che esula da quello previsto
richiede, caso per caso, l'autorizzazione
da parte del costruttore.
Un uso errato o improprio dell'apparecchio (ad es. l'apertura dell'apparecchio
da parte del conduttore dell'impianto) è
vietato e causa l'esclusione della
responsabilità. Per uso errato s'intendono anche modifiche della funzionalità
conforme alla norma di componenti del
sistema di riscaldamento (ad es. la chiusura dei condotti fumi e di adduzione
aria).
Avvertenza
L'apparecchio è previsto esclusivamente per l'utilizzo di tipo domestico,
quindi può venire utilizzato in sicurezza
anche da persone non esperte.
Informazioni sul prodotto
Vitodens 222-F, tipo B2FA
Vitocaldens 222-F può essere fornita
esclusivamente nei paesi indicati sulla
targhetta tecnica. La fornitura negli altri
paesi può essere effettuata solo dopo
che una ditta installatrice autorizzata ha
richiesto di propria iniziativa l'omologazione secondo le normative nazionali
vigenti.
5459 229 IT
Modulo a condensazione predisposto
per il funzionamento a gas metano E e a
gas metano LL.
Per la modifica sul funzionamento a
gas liquido (senza kit di trasformazione)
vedi pagina 84.
7
Montaggio
L'apparecchio può essere installato e
azionato per l'uso previsto unicamente in
sistemi chiusi di riscaldamento conformi
alla EN 12828 e nell'osservanza delle
relative istruzioni di montaggio, servizio
e d'uso. L'apparecchio è concepito
esclusivamente per il riscaldamento di
acqua riscaldamento conforme alla normativa che regolamenta l'utilizzo di
acqua potabile.
Preparazione del montaggio
Schema degli allacciamenti sul posto
Per l'attacco lato gas e lato acqua si
deve utilizzare un kit di allacciamento
fornibile come accessorio. Nel seguente
schema sono rappresentati esempi di kit
di allacciamento per montaggio sopra
intonaco verso l'alto oppure lateralmente.
5459 229 IT
Predisposizione sul posto per
gli allacciamenti:
Istruzioni di montaggio kit di
allacciamento
8
Preparazione del montaggio
Schema degli allacciamenti sul posto (continua)
Unità interna
410
398
361
320
GAC E
HBD F
A
B
C
F
D
E
K
L
1172
1227
1302
1337
1391
1447
1562
1637
1666
1678
1726
1657
1651
K
L
40
46
M
569
853
945
80
Montaggio
E
D
F
C
B
A
127
95
50
D
E
57
91
A
B
50
595
50
201
L
C
F
330
220
55
5459 229 IT
600
A Mandata riscaldamento R¾
B Acqua calda R ½
C Ricircolo R ½ (accessorio separato)
9
Preparazione del montaggio
Schema degli allacciamenti sul posto (continua)
D
E
F
G
Attacco gas R ¾
Acqua fredda R ½
Ritorno riscaldamento R ¾
Tubazione gas caldo da/verso l'unità esterna, filetto UNF ⅞
H Tubazione liquidi da/verso unità
esterna, filetto UNF ⅝
K Posizione della presa a muro per
apparecchi per cavi da 230 V
L Scarico della condensa nella parte
posteriore della caldaia
M Scarico della condensa laterale
5459 229 IT
Avvertenza
Grazie ai piedini regolabili, gli attacchi
dispongono in altezza di una tolleranza
di +15 mm.
10
Sequenza di montaggio
Montaggio dell'unità esterna
Tipi di montaggio:
■ Montaggio a pavimento con passacavi
sopra il livello del suolo
■ Montaggio a pavimento con passacavi
sotto il livello del suolo
■ Montaggio a parete
Indicazioni per la progettazione
Montaggio a pavimento:
■ Usare le mensole per il montaggio a
pavimento (accessori).
■ Se non è possibile usare le mensole,
montare l'unità esterna indipendente
su una sottostruttura fissa da predisporre sul posto a un'altezza di
min. 100 mm.
■ Per l'installazione in un ambiente climatico difficile (temperature sottozero,
neve, umidità) consigliamo di installare l'apparecchio su un basamento
alto circa 300 mm.
■ Tenere conto del peso dell'unità
esterna (vedi tabella seguente).
Agenti atmosferici:
■ Tenere conto dei carichi del vento in
caso di montaggio in punti esposti al
vento.
■ Integrare l'unità esterna nella protezione antifulmini.
■ Per la progettazione di una protezione
dalle intemperie oppure di una copertura considerare la cessione di calore
dell'apparecchiatura.
Acqua di condensa:
■ Garantire che lo scarico dell'acqua di
condensa non sia ostruito e creare
sotto l'unità esterna un letto di ghiaia
per la dispersione dell'acqua di condensa.
■ Nelle zone con lunghi periodi di freddo
(come ad es. in Germania) si deve prevedere un cavo scaldante elettrico
(accessorio) per la vasca per l'acqua
di condensa.
5459 229 IT
Montaggio a parete:
■ Usare il kit di mensole per montaggio
a parete (accessorio).
■ La parete deve soddisfare i requisiti
statici.
Installazione:
■ Quando si effettua l'installazione non
collocare il lato di scarico aria nel
senso contrario a quello della corrente
d'aria principale.
■ Realizzare i passanti parete e le tubazioni di protezione per le tubazioni del
refrigerante e per i cavi elettrici senza
componenti pressofusi e senza cambi
di direzione.
11
Montaggio
Avvertenze per il montaggio
Sequenza di montaggio
Montaggio dell'unità esterna (continua)
Disaccoppiamento del suono intrinseco e delle vibrazioni tra edificio e
unità esterna:
■ In caso di passacavi sopra il livello del
suolo prevedere nelle tubazioni del
refrigerante delle curve per compensare le vibrazioni (vedi “Allacciamento
delle tubazioni del refrigerante„).
■ Posare i cavi elettrici di collegamento
per unità interna/esterna in modo che
non siano soggetti a correnti d'aria.
■ Montaggio solo su pareti con un elevato peso superficiale (> 250 kg/m2) e
non su pareti di costruzione leggera,
ossatura del tetto ecc.
■ Per il montaggio a pavimento usare
solo gli arresti di gomma forniti in dotazione, per il montaggio a parete solo
gli smorzatori di vibrazioni del kit di
mensole, non usare altri smorzatori di
vibrazioni, molle, arresti di gomma
ecc.
Pesi delle unità esterne
Tipo
Peso in kg
HAWB-M 222.A26
66
HAWB-M 222.A29
110
HAWB 222.A29
113
Luogo di montaggio
■ In caso di installazione in una zona
esposta al vento è necessario impedire che il vento influisca sull'area del
ventilatore. In caso contrario potrebbe
verificarsi un corto circuito tra l'aria
espulsa e quella aspirata. Un forte
vento può disturbare l'aerazione dell'evaporatore.
!
12
Attenzione
Un corto circuito d'aria nel programma di riscaldamento
provoca la riaspirazione dell'aria raffreddata espulsa. Questo
può ridurre l'efficienza dell'apparecchio e causare problemi
di sbrinamento.
5459 229 IT
■ Scegliere un'ubicazione con buona
circolazione d'aria, in modo che l'aria
raffreddata possa defluire e l'aria
calda affluire.
■ Evitare l'irraggiamento solare diretto.
Sequenza di montaggio
Evitare il corto circuito d'aria.
■ Tenere conto della lunghezza delle
tubazioni del refrigerante (vedi “Allacciamento delle tubazioni del refrigerante„).
■ Scegliere il luogo di montaggio in
modo che l'evaporatore non venga
intasato da foglie, neve, ecc.
■ Per la scelta del luogo di montaggio
tenere conto dei principi di propagazione del suono e delle riflessioni acustiche.
Indicazioni per la progettazione
“Principi fondamentali per
pompe di calore„
■ Non installare negli angoli della
stanza, in nicchie o tra due muri.
■ Non installare accanto o sotto le finestre delle camere da letto.
■ Non installare a una distanza inferiore
di 3 m da vie pedonali, tubi per l'acqua
piovana o superfici sigillate. L'aria raffreddata nella zona di sfiato determina
il pericolo della formazione di ghiaccio
a temperature esterne inferiori a
10 °C.
■ Il luogo di montaggio deve essere
facilmente accessibile, ad es. per i
lavori di manutenzione (vedi “Distanze
minime„).
b
Distanze minime
A
c
d
a
B
5459 229 IT
Esempio tipo HAWB-M 222.A26
A Ingresso dell'aria
B Uscita dell'aria
13
Montaggio
Montaggio dell'unità esterna (continua)
Sequenza di montaggio
Montaggio dell'unità esterna (continua)
Tipo
HAWB-M
222.A26
HAWB-M
222.A29
HAWB
222.A29
Misure in mm
a
b
c
Passacavi
sopra il li- sotto il livello del
vello del
suolo
suolo
≥ 100
≥ 100
≥ 400
d
≥ 300
≥ 1000
≥ 100
≥ 200
≥ 400
≥ 300
≥ 1000
≥ 100
≥ 200
≥ 400
≥ 300
≥ 1000
Trasporto e installazione
Attenzione
Evitare danni all'apparecchio
durante il trasporto.
Non sovraccaricare il lato superiore dell'apparecchio, il pannello
frontale e le pareti laterali.
!
Attenzione
Una forte inclinazione del compressore nell'unità esterna provoca danni all'unità a causa della
penetrazione di lubrificante nel
circuito frigorifero.
Attenersi a un angolo d'inclinazione max di 45°.
5459 229 IT
!
14
Sequenza di montaggio
Montaggio dell'unità esterna (continua)
Montaggio
Montaggio a pavimento
2.
4x
E
1.
4x
A
B
C
5459 229 IT
D
A Mensola per il montaggio a pavimento (accessorio)
15
Sequenza di montaggio
Montaggio dell'unità esterna (continua)
B Letto di ghiaia per la dispersione
dell'acqua di condensa
C Basamento in calcestruzzo (vedi
Indicazioni per la progettazione)
D Tubo KG DN 100 (solo con passacavi sotto il livello del suolo)
E Arresto di gomma (fornito in dotazione)
Avvertenza
Consigliamo di scaricare l'acqua di condensa all'aperto (senza tubazione dell'acqua di condensa).
Montaggio a parete
Eseguire il montaggio solo con il kit di
mensole per montaggio a parete (accessorio) adatto al modello di Vitocaldens
selezionato.
Istruzioni di montaggio separate
Montaggio dell'unità interna
Requisiti del locale di installazione
!
Attenzione
Non esporre il locale d'installazione a pericoli d'esplosione
dovuti a polvere, gas, vapori.
!
Attenzione
Rispettare il carico del pavimento
ammesso.
■ Allineare l'apparecchio in orizzontale.
Se dovesse essere necessario
compensare dislivelli del pavimento con i piedini regolabili
(max. 10 mm), distribuire uniformemente sui piedini il carico
di compressione.
■ Osservare il peso complessivo
(vedi tabella).
5459 229 IT
!
Attenzione
Il locale d'installazione deve
essere asciutto e protetto dal
gelo.
Garantire temperature ambiente
comprese tra 0 e 35 ºC.
16
Sequenza di montaggio
Montaggio dell'unità interna (continua)
Peso complessivo con bollitore ad
accumulo riempito
Tipo
Peso in kg
HAWB-M 222.A26
424
HAWB-M 222.A29
427
HAWB 222.A29
427
Volume minimo del locale (secondo
EN 378):
Tipo
Volume minimo del locale
in m3
HAWB-M 222.A26
4,8
HAWB-M 222.A29
6,7
HAWB 222.A29
6,7
0
20
1000
20
Altezza minima del locale h
Montaggio
h in mm
■ Senza kit di allacciamento
2250
premontaggio/acqua sanitaria (accessorio)
■ Con kit di allacciamento
2350
premontaggio/acqua sanitaria (accessorio)
Osservare le indicazioni per la
progettazione
Indicazioni per la progettazione
Vitocaldens
Introduzione
Attenzione
Evitare danni all'apparecchio
durante il trasporto.
Non sovraccaricare il lato superiore dell'apparecchio, il pannello
frontale e le pareti laterali.
5459 229 IT
!
17
Montaggio
Distanze minime
Sequenza di montaggio
Allacciamento delle tubazioni del refrigerante
!
Attenzione
Evitare di danneggiare l'apparecchio.
Allacciare tutte le tubazioni del
refrigerante in assenza di tensioni meccaniche.
■ L'unità esterna è riempita con refrigerante R410A.
Il refrigerante va rabboccato in funzione del tipo di apparecchio e della
lunghezza delle tubazioni del refrigerante (vedi capitolo “Riempimento
delle tubazioni del refrigerante e dell'unità interna„, pagina 64).
■ Se l'unità interna è montata al di sopra
di quella esterna, montare il sifone per
l'olio nella tubazione verticale (vedi
figura seguente).
Posa delle tubazioni del refrigerante
Tubazioni del refrigerante
■ Lunghezza min. tubazione
■ Lunghezza max. tubazione
Dislivello max. unità interna
– Unità esterna
3m
30 m
15 m
B
D
A
B
18
Unità interna
Unità esterna
E
C
D
Tubazione liquidi
Tubazione gas caldo
5459 229 IT
C
5000 5000
A
Sequenza di montaggio
Allacciamento delle tubazioni del refrigerante (continua)
E
Sifoni per l'olio
/
Direzione di flusso
Disaccoppiamento del suono intrinseco e delle vibrazioni in
caso di passacavi sopra il livello del suolo
Montaggio
Avvertenza
Posare i cavi di collegamento elettrici e i
tubi del refrigerante separati gli uni dagli
altri.
A
B
C
5459 229 IT
D
A Curve per la compensazione delle
vibrazioni
B Fascette stringitubo con inserto
EPDM
C Passacavi, ad es. tubo KG con isolamento termico
D Cavi elettrici di collegamento unità
interna/esterna
19
Sequenza di montaggio
Allacciamento delle tubazioni del refrigerante (continua)
Allacciamento all'unità esterna
1. Tipo HAWB-M 221.A26:
Svitare la copertura laterale, vedi
pagina 46.
2.
D
C
3.
2x
D
C
4.
D Tubazione gas caldo
5459 229 IT
C Tubazione liquidi
20
Sequenza di montaggio
Allacciamento delle tubazioni del refrigerante (continua)
2.
!
Attenzione
Nelle tubazioni di rame non
devono penetrare impurità
(ad es. schegge metalliche) o
umidità.
Tenere quindi rivolte verso il
basso le aperture delle tubazioni o chiuderle temporaneamente.
3. Flangiare le estremità delle tubazioni.
4. Fissare le tubazioni avvitandole.
Coppie di serraggio dei dadi:
Tubazione
Allacciamento al- Coppia di serragl'unità esterna
gio in Nm
⅝ UNF
33 - 42
⅞ UNF
63 - 77
5459 229 IT
Tubazione liquidi 7 10 mm
Tubazione gas caldo 7 16 mm
Montaggio
Svitare i dadi dagli attacchi C e D
delle tubazioni del refrigerante (tubazione liquidi e gas caldo).
Sostituire i dadi con i controdadi forniti in dotazione (unità interna)
(⅝ UNF per tubazione liquidi,
⅞ UNF per tubazione gas caldo).
21
Sequenza di montaggio
Allacciamento delle tubazioni del refrigerante (continua)
Allacciamento all'unità interna
1.
CD
C
D
2.
2x
3.
C
!
Attenzione
Nelle tubazioni di rame non
devono penetrare impurità
(ad es. schegge metalliche) o
umidità.
Tenere quindi rivolte verso il
basso le aperture delle tubazioni
o chiuderle temporaneamente.
D Tubazione liquidi
Avvertenza
■ Le tubazioni del refrigerante dell'unità
interna sono riempite con azoto,
sovrappressione 2 bar (0,2 MPa).
■ Se si usano degli euro adattatori a
flangia, provvedere a una saldatura a
gas inerte dei raccordi a brasare.
1. Svitare i dadi dagli attacchi del refrigerante C e D e spingerli lungo le
tubazioni del refrigerante.
22
5459 229 IT
C Tubazione gas caldo
D
Sequenza di montaggio
Allacciamento delle tubazioni del refrigerante (continua)
Avvertenza
Flangiare l'estremità della tubazione
gas caldo per allargarla di
ca. 0,5 mm.
Coppie di serraggio dei dadi:
Tubazione
Tubazione liquidi 7 10 mm
Tubazione gas caldo 7 16 mm
3. Rimuovere i tappi di chiusura dagli
attacchi dell'unità interna e avvitare la
tubazione del refrigerante isolandola
a tenuta di calore e di vapore.
Avvertenza
Controllare se i collegamenti svasati
sono fissati saldamente.
Allacciamento al- Coppia di serragl'unità esterna
gio in Nm
⅝ UNF
33 - 42
⅞ UNF
63 - 77
Allacciamento circuito secondario
Predisposizione degli attacchi lato riscaldamento
■ Lavare a fondo l'impianto di riscaldamento.
■ Equipaggiare sul posto il ritorno riscaldamento dell'impianto di riscaldamento con un vaso di espansione.
Avvertenza
Il vaso di espansione deve essere
omologato secondo EN 13831.
■ Per i circuiti di riscaldamento a pavimento installare un termostato di
blocco con funzione di termostato di
massima per impianto di riscaldamento a pavimento (vedi capitolo
“Allacciamento di termostato di blocco
con funzione di termostato di massima
per impianto di riscaldamento a pavimento„).
■ Garantire la portata volumetrica
minima, ad es. con una valvola bypass
(vedi capitolo “Dati tecnici„)
Predisposizione degli allacciamenti lato sanitario
Inoltre occorre attenersi a quanto segue:
■ La pompa di ricircolo fornibile come
accessorio può essere montata all'interno dell'apparecchio.
5459 229 IT
Per l'attacco lato sanitario attenersi alle
norme DIN 1988, DIN 4753 e EN 806.
23
Montaggio
2. Flangiare le estremità della tubazione del refrigerante.
Sequenza di montaggio
Allacciamento circuito secondario (continua)
Istruzioni di montaggio della
pompa di ricircolo
Istruzioni di montaggio del
vaso di espansione acqua
sanitaria
■ Il vaso di espansione acqua sanitaria,
fornibile come accessorio, viene montato nell'attacco acqua fredda all'interno dell'apparecchio.
N
F
B
A
T
E
G HK L M G
G M O P G RN
M
C
D
S
L
M
N
O
P
R
S
Valvola di ritegno
Rubinetto di scarico
Acqua fredda
Filtro impurità
Riduttore di pressione
Valvola di ritegno/disconnettore
Vaso di espansione, per acqua sanitaria (accessorio per l'installazione
nell'apparecchio)
T Dispositivo termostatico di miscelazione automatico (da predisporre
sul posto)
5459 229 IT
A Acqua calda
B Tubazione di ricircolo
Se non si allaccia il ricircolo sigillarne l'apertura prevista.
C Pompa di ricircolo (accessorio per
l'installazione nell'apparecchio)
D Valvola di ritegno a molla
E Estremità ispezionabile della tubazione di scarico
F Valvola di sicurezza
G Valvola d'intercettazione
H Valvola di regolazione portata
K Attacco manometro
24
Sequenza di montaggio
Allacciamento circuito secondario (continua)
Avvertenza relativa al filtro impurità
Secondo la DIN 1988-2 è obbligatorio
dotare gli impianti provvisti di tubazioni
metalliche di un filtro impurità. Se le
tubazioni sono in plastica è raccomandabile l'installazione di un filtro impurità,
per evitare la penetrazione di sporcizia
nell'impianto per la produzione di acqua
sanitaria.
Avvertenza relativa alla valvola di
sicurezza
Proteggere il bollitore ad accumulo da
pressioni eccessive inammissibili tramite una valvola di sicurezza.
Si raccomanda di montare la valvola di
sicurezza al di sopra del bollitore ad
accumulo al fine di proteggerla dalle
incrostazioni e dalle temperature elevate. Inoltre, in caso di interventi sulla
valvola di sicurezza, non occorre scaricare il bollitore ad accumulo.
Avvertenza sul dispositivo termostatico di miscelazione automatico
5459 229 IT
In caso di apparecchi che riscaldano
l'acqua sanitaria a temperature superiori
a 60 °C, come protezione da ustioni,
nella tubazione acqua calda si deve
installare un dispositivo termostatico di
miscelazione automatico.
25
Montaggio
Come accessorio è disponibile il gruppo
di sicurezza secondo DIN 1988 Il gruppo
di sicurezza comprende i seguenti componenti:
■ Valvola d'intercettazione
■ Valvola di sicurezza a membrana
■ Valvola di ritegno e attacchi prova
■ Attacchi allacciamento manometro
Sequenza di montaggio
Allacciamento circuito secondario (continua)
Allacciamento del circuito secondario
A B C
D E
E
A
D
B
C
C
B
D
A
E
Raffigurato con kit di allacciamento per montaggio sopra intonaco (accessorio)
A Mandata riscaldamento R¾
B Acqua calda, R½
C Ricircolo R½ (accessorio separato)
!
Attenzione
Evitare di danneggiare l'apparecchio.
Allacciare tutte le tubazioni in
assenza di tensioni meccaniche.
2. Riempire il circuito secondario e sfiatarlo.
3. Isolare termicamente le tubazioni
interne all'edificio.
5459 229 IT
1.
D Acqua fredda R½
E Ritorno riscaldamento R¾
26
Sequenza di montaggio
Allacciamento dello scarico dell'acqua di condensa
2. Portare il flessibile acqua di condensa O all'indietro (deflusso nella
parete) o verso l'apertura laterale.
O
3. Portare in pendenza il flessibile
acqua di condensa O con funzione
di sifone e allacciare il dispositivo
d'aerazione alla rete di canalizzazione o a un dispositivo di neutralizzazione della condensa.
Se necessario, collegarlo a un sifone
da predisporre sul posto accertandosi che il sifone sia saldamente collegato.
1. Se è allacciata una valvola di sicurezza acqua sanitaria, allacciare un
tubo flessibile allo scarico della valvola di sicurezza.
5459 229 IT
Avvertenza
Se non si collegano valvole di sicurezza acqua sanitaria, la posizione
del tubo flessibile N non deve
essere modificata (serve per l'aerazione).
27
Montaggio
> 200
N
Avvertenza
Estrarre dall'apparecchio il flessibile
acqua di condensa in modo tale che
all'interno dell'apparecchio non si formino inutili curve.
Sequenza di montaggio
Allineamento dell'apparecchio
1.
Mis.17
2.
Istruzioni di montaggio sistema di
scarico fumi
28
5459 229 IT
Collegamento della tubazione di adduzione aria e scarico fumi
Sequenza di montaggio
Avvertenza
■ Predisporre l'attacco scarico fumi per
il sistema coassiale 60/100.
■ Alla documentazione tecnica sono
allegati gli autoadesivi “Certificazione
del sistema„ e “Sistema di scarico fumi
ditta Skoberne GmbH„. Utilizzare questi autoadesivi solo in abbinamento al
sistema di scarico fumi Viessmann
della ditta Skoberne.
Pericolo
Sistemi di scarico fumi non a
tenuta/ostruiti o un convogliamento insufficiente dell'aria di
combustione sono la causa di
intossicazioni mortali provocate
dal monossido di carbonio presente nel gas di scarico.
■ Garantire il funzionamento corretto del sistema di scarico
fumi.
■ I terminali di adduzione dell'aria di combustione non devono
essere richiudibili.
■ Controllare la tenuta dei raccordi scarico fumi.
Eseguire la messa in funzione solo
dopo aver soddisfatto le seguenti condizioni:
■ Pervietà dei condotti dei gas di scarico
■ Tenuta del sistema di scarico fumi in
sovrappressione.
■ Terminali per l'alimentazione sufficiente di aria di combustione aperti e
non richiudibili.
■ Rispetto delle normative valide per l'installazione e la messa in funzione di
sistemi di scarico fumi.
Allacciamento della tubazione gas
Avvertenza per il funzionamento con
gas liquido
In caso di installazione dell'apparecchio
in locali al di sotto del livello del suolo,
raccomandiamo l'installazione di una
valvola elettromagnetica d'intercettazione esterna. Attenersi comunque alle
normative vigenti.
5459 229 IT
Predisporre l'allacciamento gas secondo
le normative locali.
29
Montaggio
Collegamento della tubazione di adduzione aria… (continua)
Sequenza di montaggio
Allacciamento della tubazione gas (continua)
A
A
A
A Attacco gas R ½
1. Avvitare il rubinetto d'intercettazione
gas all'attacco gas A .
!
Attenzione
Evitare di danneggiare l'apparecchio.
Allacciare la tubazione gas in
assenza di tensioni meccaniche.
Pericolo
Le fughe di gas costituiscono
pericolo di esplosione.
Controllare la tenuta gas dei
raccordi lato gas.
5459 229 IT
2.
3. Controllare la tenuta.
30
Sequenza di montaggio
Allacciamento della tubazione gas (continua)
4. Sfiatare la tubazione gas.
Per la modifica della taratura per un altro
tipo di gas vedi pagina 84
Attenzione
Una pressione di collaudo
eccessiva provoca danni
all'apparecchio e al regolatore
combinato gas.
Pressione max. di collaudo
150 mbar (15 kPa). Se, per la
ricerca di perdite, fosse
necessaria una pressione
maggiore, separare l'apparecchio e il regolatore combinato gas dalla tubazione principale (allentare il raccordo).
5459 229 IT
!
Attenzione
I rilevatori di perdite possono
provocare danni ai materiali e
anomalie di funzionamento.
■ Per la prova di tenuta utilizzare unicamente rilevatori
di perdite (EN 14291) e
apparecchi adatti e omologati. Sostanze inadatte per
i rilevatori di perdite sono
ad es. i nitriti e i sulfidi.
■ Dopo la prova rimuovere i
residui di rilevatore di perdite.
■ Lo spray per ricerca perdite
non deve essere applicato
direttamente sui contatti
elettrici.
Montaggio
!
31
Sequenza di montaggio
Smontaggio delle lamiere anteriori
2.
4.
5.
2x
1.
5459 229 IT
3.
32
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico
Disgiuntori per conduttori privi di
messa a terra
■ L'interruttore generale (se presente)
deve separare contemporaneamente
dalla rete tutti i conduttori privi di
messa a terra con una distanza tra i
contatti pari ad almeno 3 mm.
■ Si consiglia inoltre l'installazione di un
dispositivo di protezione a corrente differenziale ad alimentazione universale (RCD) tipo B
per correnti
(differenziali) continue che possono
essere generate da mezzi di esercizio
ad efficienza energetica.
Cavi
■ Tutti i cavi nel settore K nella figura a
pagina 9 devono sporgere dalla parete
Per la lunghezza e la sezione dei cavi
vedi le seguenti tabelle.
■ Per gli accessori:
cavi con il numero di conduttori di volta
in volta necessari per gli allacciamenti
esterni
Predisporre sul posto la scatola di
distribuzione.
Avvertenza
Non si devono utilizzare dispositivi di
protezione a corrente differenziale
(RCD) tipo A né inserire a monte un
dispositivo di protezione a corrente differenziale (RCD) tipo B.
5459 229 IT
■ Se non viene installato un interruttore
generale, separare dalla rete tutti i
conduttori privi di messa a terra
mediante un interruttore differenziale
inserito a monte con una distanza tra i
contatti di almeno 3 mm.
33
Montaggio
Predisposizione degli allacciamenti elettrici
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Lunghezze dei cavi nell'unità interna/esterna più distanza parete
Cavi
Unità interna
Unità esterna
Cavi rete:
■ Cavo rete flessibile per la regolazione
2,5 m
–
della pompa di calore (230 V~)
■ Cavo rete per compressore (230 V~/
–
1,5 m
400 V~)
Altri cavi di allacciamento:
■ 230 V~, ad es. per pompe di circolazio2,5 m
–
ne
■ < 42 V, ad es. per sensori
2,5 m
–
Cavo di collegamento unità interna/esterna:
■ Bus 12 V
2,5 m
1,5 m
■ Bus 43 V
2,5 m
1,5 m
Cavi rete flessibili consigliati: Unità interna
Regolazione della pompa di calore (unità interna) 230 V~
Sezione del cavo
■ senza blocco azienda elettrica
3 x 1,5 mm2
■ Con blocco azienda elettrica
5 x 1,5 mm2
Lunghezza max. del cavo
25 m
Fusibile di protezione allacciamento rete
B16A
Cavi rete consigliati: Unità esterna
Tipo HAWB, compressore 400 V~
Tipo HAWB-M, compressore 230 V~
Sezione del cavo
Lunghezza max. del cavo
5459 229 IT
Sezione del cavo
Lunghezza max. del cavo
Fusibile di protezione allacciamento rete
222.A29
—
—
—
222.A26
222.A29
5 x 2,5 mm2 3 x 2,5 mm2 3 x 2,5 mm2
30 m
25 m
20 m
oppure
– 3 x 4,0 mm2
–
32 m
B20A
B20A
B20A
34
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Pericolo
Isolamenti danneggiati dei cavi
possono causare danni a persone e all'apparecchio.
Disporre i cavi in modo da evitare
il contatto con parti ad elevata
conduzione termica, vibranti o
spigolose.
Pericolo
I cablaggi eseguiti in modo non
corretto possono provocare
lesioni gravi dovute alla corrente
elettrica e danneggiare gli apparecchi.
■ Cavi a bassa tensione < 42 V e
cavi > 42 V/230 V~/400 V~
devono essere posati separatamente.
■ Spelare di poco i cavi solo alla
estremità a monte dei morsetti
di allacciamento e raggrupparli
a fascio vicino ai relativi morsetti.
■ Fissare i cavi con le fascette.
In questo modo si assicura che
in caso di errore, ad es. staccando un conduttore, sia impedito lo spostamento dei conduttori nei campi di tensione vicini.
Pericolo
In assenza di messa a terra dei
componenti dell'impianto, un
eventuale guasto elettrico può
provocare lesioni pericolose
dovute alla corrente elettrica.
L'apparecchio e le tubazioni
devono essere collegati alla
messa a terra dell'edificio.
5459 229 IT
Pericolo
Un'assegnazione errata dei conduttori può causare lesioni gravi
e danni all'apparecchio.
Non invertire i conduttori “L„ e
“N„.
!
Attenzione
Il cavo di collegamento bus unità
interna/esterna (12 V o 43 V)
non è considerato, per ragioni
tecniche di sicurezza, un cavo a
bassa tensione.
Il cavo di collegamento bus
deve essere posato insieme ai
cavi da 230 V.
Avvertenza
I morsetti di allacciamento possono
essere già stati assegnati in fabbrica in
funzione della versione dell'apparecchio.
Se si devono allacciare due componenti
a uno stesso morsetto pressare i due
conduttori in una apposita boccola.
35
Montaggio
Posa di cavi elettrici nel vano allacciamenti
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Cavi rete
Il conduttore PE deve essere di circa
10 mm più lungo dei conduttori N ed L.
Posa dei cavi nell'unità interna
BC
A
D
A Cavi di allacciamento bassa tensione (sensori, BUS-KM) <42 V
36
5459 229 IT
E
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Montaggio
D Cavo rete della regolazione della
pompa di calore 230 V~
E Cavi di allacciamento per componenti di esercizio 230 V~
5459 229 IT
B Tipo HAWB 222.A29 e
HAWB-M 222.A29:
Cavo di collegamento bus 12 V:
posa nel campo di tensione 230 V~
(per l'allacciamento vedi
pagina 47)
C Tipo HAWB-M 222.A26:
Cavo di collegamento bus 43 V:
posa nel campo di tensione 230 V~
(per l'allacciamento vedi
pagina 47)
37
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
B
X3
F101
12 V
COM
COM
43 V
X40
X2
P203
P202
F1
Unità interna: Schema degli allacciamenti elettrici
A
X1
sYSsYA
aVG
F0 F4
F13
C
J4
J3
X18
sVA
D
E
5459 229 IT
X31
38
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
F101 Fusibile T 1,0 A
C Scheda del regolatore/sensore
(vedi pagina 43)
D Scheda base stampata (vedi
pagina 39)
F3 Fusibile T 6,3 A
E Scheda di espansione su scheda
base stampata (non allacciare sul
posto).
Unità interna: scheda base stampata (componenti di esercizio
230 V~)
Impostare i parametri necessari alla
messa in funzione, vedi da pagina 75.
5459 229 IT
Avvertenze sui valori di allacciamento
■ La potenza di allacciamento indicata è
quella consigliata.
■ La somma delle potenzialità di tutti i
componenti allacciati direttamente alla
regolazione della pompa di calore (ad
es. pompe, valvole, dispositivi di
segnalazione, relè) non deve essere
superiore a 1000 W.
Se la potenzialità complessiva è <
1000 W, si può selezionare per uno dei
componenti (ad es. pompa, valvola,
dispositivo di segnalazione, relè) una
potenzialità singola maggiore di quella
preimpostata. Non si deve superare la
potenza d'inserimento del rispettivo
relè.
■ Il valore di corrente specificato indica
la corrente di collegamento max. del
contatto di inserimento (rispettare una
corrente complessiva pari a 5 A).
39
Montaggio
A Morsetti volanti (vedi pagina 42)
F1 Fusibile T 6,3 A H
X1 Morsetti per la messa a terra di
tutti i componenti dell'impianto associati
X2 Morsetti per il conduttore neutro di tutti i componenti dell'impianto associati
X40 Allacciamento rete regolazione della pompa di calore
B Scheda AVI (vedi pagina 44)
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Spina sYA
Morsetti
Funzione
211.2
Pompa secondaria
1.
Spiegazione
■ Per impianti privi di serbatoio d'accumulo
acqua di riscaldamento non sono necessarie altre pompe circuito di riscaldamento (vedi morsetto 212.2).
■ Allacciare in serie il termostato di blocco
con funzione di termostato di massima
per l'impianto di riscaldamento a pavimento (se presente).
Valori di allacciamento
■ Potenza: 140 W
■ Tensione: 230 V~
■ Corrente max. di collegamento: 4 (2) A
Pompa secondaria allacciata in fabbrica, allacciare il termostato di blocco sul posto.
Spina sYS
Morsetti
Funzione
212.2
Pompa del circuito di riscaldamento senza miA1
scelatore (A1/CR1)
Pompa ricircolo acqua
calda sanitaria
5459 229 IT
212.3
Spiegazione
■ Se è presente un serbatoio d'accumulo
acqua di riscaldamento, questa pompa
viene collegata in aggiunta alla pompa
secondaria.
■ Allacciare in serie il termostato di blocco
con funzione di termostato di massima
per l'impianto di riscaldamento a pavimento (se presente) (vedi capitolo seguente)
Valori di allacciamento
■ Potenza: 100 W
■ Tensione: 230 V~
■ Corrente max. di collegamento: 4 (2) A
Valori di allacciamento
■ Potenza: 50 W
■ Tensione: 230 V~
■ Corrente max. di collegamento: 4 (2) A
40
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Allacciamento del termostato di blocco come limitazione della temperatura
massima per impianto di riscaldamento a pavimento
X2.N
X1.?
A
B
Allacciamento del termostato di
blocco articolo 7151 728,
7151 729 B
X2.N
X1.?
A
B
Montaggio
Allacciamento di un termostato di
blocco B in generale
sÖ
C M
1~
Circuito di riscaldamento senza
miscelatore A1/CR1
C M
1~
Allacciamento A alla regolazione
211.2
Pompa secondaria
Pompa circuito di riscaldamento A1/CR1
5459 229 IT
■ Senza serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento
■ Con serbatoio d'accumulo acqua di 212.2
riscaldamento
Pompa di circolazione C
41
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Allacciamento del termostato di
blocco articolo 7151 728, 7151 729
B a kit di completamento miscelatore
A
sÖ
B
sÖ
C M
1~
A Spina sÖ, inserire su kit di completamento miscelatore.
B Termostato di blocco
C Pompa circuito di riscaldamento per
circuito di riscaldamento con miscelatore
Unità interna: morsetti volanti (attacchi di segnalazione e di sicurezza)
5459 229 IT
Impostare i parametri necessari alla
messa in funzione, vedi da pagina 75.
42
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Morsetti
X3.1
Funzione
Fase inserita
Spiegazione
Tramite interruttore generale regolazione
X3.6
X3.7
Blocco azienda elettrica
(ponticello realizzato in
fabbrica)
G
Necessario contatto chiuso esente da potenziale:
■ Chiuso: apparecchio in funzione
■ Aperto: apparecchio spento
■ Potere di interruzione 230 V~, 0,15 A
Per l'allacciamento rimuovere il ponticello.
Avvertenza
■ Non è necessaria alcuna parametrizzazione
■ Il compressore viene disinserito “bruscamente„ non appena si apre il contatto.
■ Il segnale del contatto di blocco dell'azienda erogatrice di energia elettrica
(blocco azienda elettrica) comporta il disinserimento della tensione di alimentazione del rispettivo componente di esercizio.
■ Per ulteriori informazioni sul blocco
azienda elettrica, vedi capitolo “Allacciamento rete„.
X40
Allacciamento rete regola- Vedi capitolo “Allacciamento rete„.
zione della pompa di calore 230 V~
Unità interna: Scheda del regolatore/sensore (sensori)
5459 229 IT
Impostare i parametri necessari alla
messa in funzione, vedi da pagina 75.
Spina
F0.1/F0.2
F0.2/F0.3
F4
Sensore
Sensore temperatura esterna
Ricevitore segnale orario (accessorio)
Sensore temperatura accumulo
Tipo
NTC 10 kΩ
DCF
NTC 10 kΩ
43
Montaggio
Avvertenza
Rispettare il carico totale di tutti i componenti allacciati, pari a 1000 W.
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Spina
F13
aVG
sVA
J3
J4
X18
X31
Sensore
Tipo
Sensore temperatura di mandata impianto (a val- NTC 10 kΩ
le del serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento)
BUS-KM (conduttori intercambiabili)
In caso di allacciamento di più apparecchi utilizzare il distributore BUS-KM (accessorio).
Utenze BUS-KM (esempi):
■ Kit di completamento miscelatore M2/CR2
■ Telecomando Vitotrol 200A oppure
Vitotrol 300B (impostare l'assegnazione del
circuito di riscaldamento sul telecomando)
■ Completamento EA1, completamento AM1
■ Interfaccia di comunicazione Vitocom
Modbus 2 (conduttori non intercambiabili)
Allacciamento per contatore di energia
monofase o trifase
Ponticello per resistenza terminale Modbus 2
Resistenza terminale attiva (stato di fornitura)
Resistenza terminale non attiva
Ponticello per impostazione Master/Slave Modbus 2
La regolazione della pompa di calore è lo
Slave
La regolazione della pompa di calore è il
Master (stato di fornitura)
Modbus 1
Allacciamento per apparecchiature Viessmann
(ad es. Vitovent 300-F)
Presa ad innesto per spina di codifica modulo
pompa di calore
Unità interna: scheda AVI
5459 229 IT
Interfaccia unità interna – unità esterna
44
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Morsetti
F101
P202
P203
Componente
Fusibile T 1,0 A L
Collegamento BUS (12 V verso l'unità esterna con il tipo
HAWB 222.A29 e HAWB-M 222.A29)
Collegamento BUS (43 V verso l'unità esterna con il tipo
HAWB-M 222.A26)
5459 229 IT
Montaggio
Avvertenza
■ Può essere collegato un solo collegamento bus.
■ Non invertire i conduttori del collegamento bus tra unità interna ed esterna.
■ Posare il cavo di collegamento bus nel
campo di tensione 230 V~.
45
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Unità esterna: schema degli allacciamenti
apertura vano allacciamenti unità esterna
HAWB-M 222.A26
HAWB-M 222.A29
A
A
HAWB 222.A29
A
A Vano allacciamenti:
■ collegamento bus per l'unità
interna
Avvertenza
Non invertire i conduttori del collegamento bus tra unità interna ed
esterna.
5459 229 IT
■ Allacciamento rete compressore
46
Sequenza di montaggio
Allacciamento elettrico (continua)
Collegamento delle unità interna ed esterna
HAWB-M 222.A26
?COMNi Li ? N0 L0
HAWB-M 222.A29
HAWB 222.A29
C2 C1 N L ?? N L
A
B
C2 C1 N L ?? N L3 L2L1
A
B
A
B
C
C
12VCOM
Montaggio
C
COM43V
12VCOM
COM43V
COM43V
Avvertenza
Effettuare la posa del cavo di collegamento bus unità interna/esterna nel
campo di tensione 230 V~.
5459 229 IT
A Vano allacciamenti unità esterna
(vedi pagina 46)
B Cavo di collegamento bus tra unità
esterna e unità interna
Cavo consigliato: 3 x 1,5 mm2
I conduttori non sono intercambiabili.
C Scheda AVI nell'unità interna (vedi
pagina 39)
12VCOM
47
Sequenza di montaggio
Allacciamento rete
Pericolo
Gli allacciamenti elettrici eseguiti
in modo non corretto possono
provocare lesioni dovute alla corrente elettrica e danneggiare gli
apparecchi.
Cavi a bassa tensione < 42 V e
cavi > 42 V/230 V~/400 V~
devono essere posati separatamente.
Per l'allacciamento rete e i dispositivi di sicurezza (ad es. interruttore differenziale) attenersi alle
seguenti normative:
■ IEC 60364-4-41
■ Normative in vigore
■ Prescrizioni tecniche di allacciamento dell'azienda erogatrice di energia elettrica locale
5459 229 IT
Pericolo
Un'assegnazione errata dei conduttori può causare lesioni gravi
e danni all'apparecchio.
Non invertire i conduttori “L„ e
“N„.
■ È possibile concordare con l'azienda
erogatrice di energia elettrica diverse
tariffe per l'alimentazione dei circuiti
corrente di carico.
Attenersi alle disposizioni tecniche di
allacciamento dell'azienda erogatrice
di energia elettrica.
■ Se il compressore funziona a tariffa
ridotta (blocco dell'azienda elettrica),
occorre posare un altro cavo (ad es.
3 x 1,5 mm2), per il segnale di blocco
azienda elettrica, tra l'armadio contatori e la regolazione pompa di calore
oppure
raggruppare il cavo per il segnale di
blocco azienda elettrica e per l'allacciamento rete della regolazione della
pompa di calore (3 x 1,5 mm2) in un
cavo a 5 conduttori.
■ L'assegnazione del blocco azienda
elettrica (per compressore) si effettua
mediante il tipo di allacciamento e la
parametrizzazione della regolazione
della pompa di calore.
In Germania il blocco dell'alimentazione dalla rete è limitato a max.
3 volte per 2 ore nell'arco di un giorno
(24 h).
■ L'alimentazione per la regolazione
della pompa di calore/gruppo elettronico deve essere effettuata senza
blocco dell'azienda erogatrice di energia elettrica; qui non si possono applicare tariffe disattivabili.
48
Sequenza di montaggio
Allacciamento rete (continua)
Cavi rete
Il conduttore PE deve essere di circa
10 mm più lungo dei conduttori N ed L.
Montaggio
■ Proteggere il cavo rete della regolazione della pompa di calore mediante
fusibile da max. 16 A.
■ Si consiglia di effettuare l'allacciamento rete per gli accessori e i componenti esterni, non allacciati alla
regolazione della pompa di calore,
sullo stesso fusibile, quanto meno in
fase con la regolazione della pompa di
calore.
L'allacciamento allo stesso fusibile
aumenta la sicurezza in caso di disinserimenti di rete. Attenersi all'assorbimento di corrente delle utenze allacciate.
Allacciamento rete regolazione della pompa di calore (230 V~)
1 / N / PE
230 V/50 Hz
A
Avvertenza
Non bloccare questo allacciamento.
F1 T6,3 AH
L1
L1
?
?
N
N
X40
■ Fusibile di fusibile max. B16A
■ Tariffa normale (una tariffa ridotta con
blocco azienda elettrica non è consentita)
■ Cavo rete flessibile consigliato:
3 x 1,5 mm2 (5 x 1,5 mm2 con blocco
azienda elettrica)
5459 229 IT
Allacciamento rete unità esterna (230 V~/400 V~)
■ Applicabili tariffa ridotta e blocco
azienda elettrica.
■ Se si usufruisce della tariffa ridotta con
blocco azienda elettrica sono necessarie impostazioni di parametri. Il compressore non è in funzione durante il
tempo di blocco.
■ Mentre è attivo il blocco azienda elettrica non sono supportate le funzioni di
diagnosi dell'unità esterna.
Avvertenza
Morsetti liberi solo per impiego interno.
49
Sequenza di montaggio
Allacciamento rete (continua)
Allacciamento rete unità esterna
HAWB-M 222.A26
?COMNi Li ? N0L0
HAWB-M 222.A29
C2 C1 N L ?? N L
HAWB 222.A29
C2 C1 N L ?? N L3 L2L1
A
A
A
? N L1
? N L1
? N L3 L2 L1
B
B
B
A Vano allacciamenti unità esterna
(vedi pagina 46)
B Allacciamento rete 230 V / 50 Hz
Unità esterna
Tipo HAWB, compressore 400 V~
Tipo HAWB-M, compressore 230 V~
Sezione del cavo
Lunghezza max. del cavo
Sezione del cavo
Lunghezza max. del cavo
Fusibile di protezione allacciamento rete
222.A29
—
—
—
222.A26
222.A29
5 x 2,5 mm2 3 x 2,5 mm2 3 x 2,5 mm2
30 m
25 m
20 m
oppure
– 3 x 4,0 mm2
–
32 m
B20A
B20A
B20A
Alimentazione dalla rete con blocco azienda elettrica
Blocco azienda elettrica senza separazione del carico sul posto
Avvertenza
Attenersi alle prescrizioni tecniche di
allacciamento dell'azienda erogatrice di
energia elettrica competente.
5459 229 IT
Il segnale di blocco azienda elettrica
viene allacciato direttamente nella regolazione della pompa di calore. Quando il
blocco azienda elettrica è attivo il compressore viene disinserito “bruscamente„.
50
Sequenza di montaggio
Allacciamento rete (continua)
X3.7
X3.6
X40.L/X2.1/X1.1
A
B
K 3
3
≈
kWh
3/N
4
G
3
kWh
F
Montaggio
3
3/N C
E
4
D
4
Figura senza fusibili e senza interruttore differenziale
A Regolazione della pompa di calore
(unità interna, per i morsetti volanti
vedi capitolo “Schema degli allacciamenti elettrici: unità interna„)
B Compressore pompa di calore
(unità esterna)
C Contatore tariffa ridotta
D Alimentazione: sistema TNC
E Interruttore a monte ricevitore di
telecomando centralizzato
F Ricevitore di telecomando centralizzato (contatto aperto: blocco attivo)
Alimentazione: sistema TNC
G Contatore tariffa massima
K Allacciamento rete regolazione
della pompa di calore (vedi capitolo
“Allacciamento rete regolazione
della pompa di calore (230 V~)„)
Blocco azienda elettrica con separazione del carico sul posto
Avvertenza
Attenersi alle prescrizioni tecniche di
allacciamento dell'azienda erogatrice di
energia elettrica competente.
5459 229 IT
Il segnale di blocco azienda elettrica
viene allacciato, sul posto, sul relè dell'alimentazione dalla rete a tariffa ridotta
e nella regolazione della pompa di
calore. Quando il blocco azienda elettrica è attivo il compressore viene disinserito “bruscamente„.
51
Sequenza di montaggio
Allacciamento rete (continua)
X3.7
X3.6
A
X40.L/X2.1/X1.1
B
K 3
3
H
≈
3
kWh
3/N G
4
3
kWh
3/N C
F
E
4
4
D
Figura senza fusibili e senza interruttore differenziale
F Ricevitore di telecomando centralizzato (contatto aperto: blocco attivo)
con interruttore a monte
G Contatore tariffa massima
H Interruttore generale
K Allacciamento rete regolazione
della pompa di calore (vedi capitolo
“Allacciamento rete regolazione
della pompa di calore (230 V~)„)
5459 229 IT
A Regolazione della pompa di calore
(unità interna, per i morsetti volanti
vedi capitolo “Schema degli allacciamenti elettrici: unità interna„)
B Compressore pompa di calore
(unità esterna)
C Contatore tariffa ridotta
D Alimentazione: sistema TNC
E Interruttore a monte ricevitore di
telecomando centralizzato
52
Sequenza di montaggio
Allacciamento rete (continua)
Alimentazione dalla rete in abbinamento all'utilizzo dell'energia
autoprodotta
Senza blocco azienda elettrica
B
A
A
C
F
N
F
G
D /D
E
F
L1 L1 L2 L2 L3 L3
K
kWh
L
kWh
L
M
N
D
F
H
kWh
5459 229 IT
E1E2
=
Montaggio
~
~
M
N
A Pompa di calore
B Ulteriori utenze domestiche (sfruttamento della propria corrente)
C Contatore energia
D Inverter
E Disgiuntore per l'impianto fotovoltaico
F Morsetto di allacciamento
G Contatore a doppia tariffa (per tariffa
speciale per pompa di calore)
Non ammesso in abbinamento a
impianto fotovoltaico per l'utilizzo
dell'energia autoprodotta
53
Sequenza di montaggio
Allacciamento rete (continua)
L Disgiuntore per l'allacciamento
domestico (armadio di distribuzione)
M Armadio di distribuzione
N Scatola d'allacciamento per uso
domestico
5459 229 IT
H Contatore bidirezionale (per
impianto fotovoltaico per l'utilizzo
dell'energia autoprodotta):
approvvigionamento energetico
dall'azienda erogatrice di energia
elettrica e alimentazione di energia
nella rete dell'azienda erogatrice di
energia elettrica
K Contatore con blocco antiritorno:
per la produzione di energia dell'impianto fotovoltaico
54
Sequenza di montaggio
Chiusura dell'apparecchio
Montaggio delle lamiere anteriori
1.
Montaggio
4.
2.
2x
5.
5459 229 IT
3.
55
Sequenza di montaggio
Chiusura dell'apparecchio (continua)
Montaggio della copertura laterale dell'unità esterna
5459 229 IT
In sequenza inversa rispetto a quella per
l'“apertura del vano allacciamenti dell'unità esterna„ (vedi pagina 46).
56
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Sequenza operazioni – prima messa in funzione, ispezione e manutenzione
Per ulteriori indicazioni sulla sequenza delle operazioni vedere la pagina indicata
Sequenza delle operazioni per la prima messa in funzione
Sequenza delle operazioni per l'ispezione
Sequenza delle operazioni per la manutenzione
•
•
•
•
1. Apertura dell'apparecchio............................................. 60
2. Compilazione dei protocolli........................................... 61
3. Lavaggio delle tubazioni del refrigerante e dell'unità
interna con azoto (l'unità interna è riempita con azoto,
sovrappressione ca. 2 bar/0,2 MPa)
•
4. Prova di tenuta e prova a pressione con azoto secco
a 43 bar/4,3 MPa
•
5. Svuotamento delle tubazioni del refrigerante e
dell'unità interna............................................................. 62
•
6. Riempimento delle tubazioni del refrigerante e
dell'unità interna............................................................. 64
•
•
•
•
•
•
•
7. Controllo di tenuta del circuito frigorifero................... 66
8. Riempimento e sfiato lato secondario.......................... 67
9. Riempimento e sfiato del bollitore ad accumulo dal
lato sanitario................................................................... 72
•
•
•
•
•
12. Controllo del fissaggio degli allacciamenti elettrici
dell'unità interna
•
•
13. Controllo del fissaggio degli allacciamenti elettrici
dell'unità esterna............................................................ 74
•
11. Controllo della tenuta di tutti gli attacchi lato
secondario
14. Controllo del tipo di gas................................................. 74
•
•
15. Accensione dell'apparecchio........................................ 75
16. Assistente per la messa in funzione............................. 75
17. Modifica della taratura del bruciatore per il
funzionamento con gas liquido..................................... 84
5459 229 IT
•
•
•
•
10. Riempimento del sifone con acqua.............................. 72
57
Assistenza
•
•
•
Pagina
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Sequenza operazioni – prima messa in funzione, ispezione e manutenzione
Sequenza delle operazioni per la prima messa in funzione
Sequenza delle operazioni per l'ispezione
Sequenza delle operazioni per la manutenzione
Pagina
•
•
•
18. Misurazione della pressione statica e della pressione
di allacciamento.............................................................. 84
•
•
•
19. Sequenza programma avviamento del bruciatore e
possibili guasti................................................................ 86
•
•
•
•
•
21. Smontaggio del bruciatore............................................ 91
•
•
23. Controllo e regolazione dell'elettrodo di accensione e
dell'elettrodo di ionizzazione......................................... 93
24. Pulizia delle superfici di scambio termico................... 94
•
•
•
•
•
•
•
•
•
28. Controllo dell'attacco anodo......................................... 97
•
•
•
30. Scarico caldaia lato sanitario........................................ 99
•
33. Assemblaggio e riempimento del bollitore ad
accumulo......................................................................... 102
•
34. Controllo del vaso di espansione e della pressione
dell'impianto.................................................................... 102
•
35. Controllo del vaso di espansione acqua sanitaria e
della pressione di precarica (se presente)................... 103
•
•
•
58
•
22. Controllo della guarnizione del bruciatore e del corpo
fiamma............................................................................. 92
25. Controllo dello scarico condensa e pulizia del sifone 94
26. Montaggio del bruciatore............................................... 96
27. Controllo del dispositivo di neutralizzazione
condensa (se presente)
29. Controllo della corrente di protezione dell'anodo con
il verificatore anodi......................................................... 97
31. Pulizia del bollitore ad accumulo.................................. 100
32. Controllo ed eventuale sostituzione dell'anodo di
magnesio (se necessario).............................................. 101
5459 229 IT
•
20. Controllo della tenuta del sistema scarico fumi/
adduzione aria (sistema AZ) (misurazione
dell'intercapedine anulare)............................................ 90
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Sequenza operazioni – prima messa in funzione,… (continua)
Sequenza delle operazioni per la prima messa in funzione
Sequenza delle operazioni per l'ispezione
Sequenza delle operazioni per la manutenzione
Pagina
•
•
•
36. Controllo del funzionamento delle valvole di
sicurezza
•
•
•
37. Controllo della tenuta dei raccordi lato gas alla
pressione d'esercizio..................................................... 104
38. Controllo della qualità di combustione........................ 104
•
•
•
•
•
•
40. Controllo della valvola esterna di sicurezza gas
liquido (se presente)
•
•
•
41. Verifica di pervietà dello scarico della vasca per
l'acqua di condensa dell'unità esterna
•
•
•
42. Controllo del corretto funzionamento del ventilatore
nell'unità esterna............................................................ 106
•
43. Pulizia dello scambiatore di calore (evaporatore)
dell'unità esterna............................................................ 107
•
44. Controllo dell'isolamento termico dei collegamenti
svasati
•
•
•
39. Controllo della tenuta e della pervietà del sistema di
scarico fumi
45. Contrassegno del tipo di apparecchio di calore sulla
targhetta tecnica dell'unità interna (conformemente
alla targhetta tecnica dell'unità esterna)
•
•
46. Verifica di rumori insoliti della pompa di calore
(ad es. rumori di funzionamento ventilatore,
compressore e pompa) ed eventuale riesecuzione
dello sfiato lato secondario
•
•
•
•
•
47. Chiusura dell'apparecchio............................................. 107
Assistenza
•
48. Denominazione dei circuiti di riscaldamento............... 107
5459 229 IT
49. Istruzioni per il conduttore dell'impianto..................... 108
59
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle operazioni
Apertura dell'apparecchio
Pericolo
Il contatto con componenti sotto
tensione può provocare gravi
lesioni dovute alla corrente elettrica.
■ Non toccare i vani allacciamenti (regolazione della
pompa di calore e allacciamenti rete unità interna e
esterna, vedi capitolo “Schema
degli allacciamenti: unità
interna„ e “Schema degli allacciamenti: unità esterna„).
■ Prima di eseguire tali interventi
sugli apparecchi (unità interna/
esterna), disinserire la tensione di rete dell'impianto (ad
es. agendo sul relativo interruttore o sull'interruttore generale) ed assicurarsi che non
possa essere reinserita.
Attenzione
Per evitare danni all'apparecchio,
tra l'installazione e la messa in
funzione devono passare
almeno 30 min.
Gli interventi sul circuito frigorifero devono essere effettuati
solo da personale certificato
(secondo le normative CE
842/2006 e 303/2008).
1. Smontare la lamiera anteriore, vedi
pagina 32.
2. Portare la piastra della regolazione in
posizione di assistenza, vedi figura
seguente.
3. Se necessario, smontare la lamiera a
capsula dal modulo a condensazione.
4. Al termine delle operazioni chiudere
l'apparecchio procedendo in
sequenza inversa, vedi pagina 55.
5459 229 IT
Pericolo
Se non si effettua il collegamento
a terra dei componenti dell'impianto, un eventuale guasto elettrico può causare lesioni pericolose dovute alla corrente elettrica
e provocare danni ai componenti.
Ripristinare in ogni caso tutti i
collegamenti con la messa a
terra.
!
60
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Collocazione della piastra della regolazione in posizione di assistenza
1.
4x
3.
2.
Assistenza
Compilazione dei protocolli
5459 229 IT
Riportare i valori di misurazione rilevati
durante la prima messa in funzione,
descritta qui di seguito, nei protocolli da
pagina 157 e nel libretto di esercizio (se
presente).
61
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Svuotamento delle tubazioni del refrigerante e dell'unità interna
!
Attenzione
La messa in funzione dipende
dalle condizioni climatiche
esterne.
In presenza di elevata umidità
relativa dell'aria o di temperature
esterne inferiori a 0 °C osservare
quanto segue:
■ Per la prova di pressione utilizzare azoto 5.0
■ Durante lo svuotamento, mantenere la temperatura di superficie delle tubazioni del refrigerante al di sopra di 0 °C adottando misure adeguate.
!
Attenzione
Prima di svuotare le tubazioni del
refrigerante e l'unità interna, controllare la tenuta di tutti i punti di
collegamento con lo spray per
ricerca perdite:
Tenere chiuse le valvole dell'unità esterna e introdurre azoto
nell'impianto tramite la valvola di
servizio. La pressione di collaudo
è la pressione max. di esercizio
ammessa.
5459 229 IT
Pericolo
Rischio di lesioni cutanee se il
refrigerante entra in contatto con
la pelle.
Durante gli interventi sul circuito
frigorifero indossare occhiali e
guanti di protezione.
62
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
A
C
B
E
D
D
F
H
G
NO
K
M
L
5459 229 IT
A
B
C
D
E
Unità interna
Unità esterna
Tubazione liquidi
Rubinetto di riempimento
Valvola di servizio (valvola Schrader)
Nel tipo HAWB-M 221.A26 la valvola di servizio si trova sull'attacco
della tubazione liquidi.
F Tubazione gas caldo
G Tubo flessibile di riempimento tra
batteria manometro e unità esterna
H Batteria manometro
K Tubo di raccordo tra batteria manometro e pompa per vuoto
L Pompa per vuoto
M Tubo di raccordo tra batteria manometro e vacuometro
N Valvola per vacuometro
O Vacuometro
!
1. Chiudere tutte le valvole della batteria manometro.
Attenzione
Il vacuometro
non va messo sotto pressione.
63
Assistenza
Esempio tipo HAWB-M 221.A26
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
2. Eseguire gli allacciamenti come indicato nella figura precedente.
!
Attenzione
Il rubinetto di riempimento D
deve restare chiuso.
Collegare per ultima l'estremità del tubo flessibile di riempimento alla valvola di servizio E.
Esercitare una controforza su
tutti gli allacciamenti con una
seconda chiave fissa.
5. Sulla batteria manometro chiudere la
valvola della pompa per vuoto.
Disattivare la pompa per vuoto e
attendere ca. 5 min. L'aumento dell'indicazione sul vacuometro rivela la
presenza di perdite.
Eliminare la perdita e ripetere l'operazione.
6. Chiudere tutte le valvole della batteria manometro.
7. Rimuovere la pompa per vuoto e il
vacuometro.
3. Attivare la pompa per vuoto.
Sulla batteria manometro aprire la
valvola della pompa per vuoto e la
valvola dell'allacciamento gas caldo.
4. Dopo ca. 5 min aprire la valvola del
vacuometro.
Tenere inserita la pompa per vuoto
finché sul vacuometro non appare
“0„ (almeno 30 min).
Avvertenza
Il tempo necessario di funzionamento
della pompa per vuoto dipende dalle
condizioni ambientali.
Riempimento delle tubazioni del refrigerante e dell'unità interna
Lunghezza delle tubazioni del refrigerante:
■ Lunghezza min. tubazione: 3 m
■ Lunghezza max. tubazione: 30 m
5459 229 IT
■ L'unità esterna è riempita con refrigerante R410A.
■ Il refrigerante va rabboccato in funzione del tipo di apparecchio e della
lunghezza delle tubazioni del refrigerante, vedi seguente tabella.
■ Il refrigerante R410A può essere
aggiunto solo allo stato liquido.
64
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
222.A26
222.A29
g
250
—
222.A29
—
g/m
60
60
60
Pericolo
Rischio di lesioni cutanee se il
refrigerante entra in contatto con
la pelle.
Durante gli interventi sul circuito
frigorifero indossare occhiali e
guanti di protezione.
!
!
Attenzione
Il rabbocco dell'impianto con
refrigerante o l'aspirazione del
refrigerante possono causare
danni all'apparecchio.
Fare poi scorrere acqua nello
scambiatore di calore a piastre
dell'unità interna o svuotarlo
completamente.
Attenzione
Esercitare una controforza su
tutti gli allacciamenti
con la seconda chiave fissa.
Lunghezze del tubo tra 3 e 12 m:
5459 229 IT
1. Svitare l'estremità del tubo flessibile
di riempimento dalla valvola di servizio dell'unità esterna.
2. Avvitare il controdado con coperchio
di tenuta in rame sulla valvola di servizio dell'unità esterna: coppia di serraggio da 15 a 20 Nm
3. Svitare i coperchi sui rubinetti di riempimento dell'unità esterna. Aprire tutti
e due i rubinetti di riempimento e avvitare nuovamente i coperchi.
Avvertenza
Entrambi i rubinetti di riempimento
devono essere aperti quando viene
attivato l'apparecchio.
Lunghezze delle tubazioni da 12 a
30 m:
1. Collegare il tubo di raccordo tra batteria manometro e flacone del refrigerante.
Svuotare il tubo di raccordo e la batteria manometro.
2. Rabboccare la quantità necessaria di
refrigerante (vedi tabella seguente).
!
Attenzione
Il refrigerante non va disperso
nell'ambiente.
Aspirare il refrigerante dai tubi
flessibili di riempimento e
dalla batteria manometro.
3. Chiudere le valvole della batteria
manometro.
4. Svitare l'estremità del tubo flessibile
di riempimento dalla valvola di servizio dell'unità esterna.
65
Assistenza
Tipo HAWB-M, 230 V~
Tipo HAWB, 400 V~
Quantità da rabboccare con tutte
le lunghezze di tubazioni
Quantità da rabboccare ulteriormente con lunghezze di tubazioni
comprese tra >12 m e ≤30 m
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
5. Avvitare il controdado con coperchio
di tenuta in rame sulla valvola di servizio dell'unità esterna: coppia di serraggio da 15 a 20 Nm
6. Svitare i coperchi sui rubinetti di riempimento dell'unità esterna. Aprire tutti
e due i rubinetti di riempimento e avvitare nuovamente i coperchi.
Quantità di refrigerante per metro di
lunghezza delle tubazioni (con tubazioni di lunghezza compresa tra 12 e
30 m)
Tipo
R410A in g/m
HAWB-M 221.A26
60
HAWB-M 221.A29
60
HAWB 221.A29
60
Avvertenza
Entrambi i rubinetti di riempimento
devono essere aperti quando viene
attivato l'apparecchio.
7. Riportare la quantità di refrigerante
rabboccato sulla targhetta tecnica e
nel libretto di esercizio.
Avvertenza per impianti con un
volume di riempimento a partire da
3,0 kg R410A:
■ Mettere a disposizione il libretto di
esercizio.
■ È necessaria una prova di tenuta
all'anno.
Controllo di tenuta del circuito frigorifero
66
Pericolo
Rischio di lesioni cutanee se il
refrigerante entra in contatto con
la pelle.
Durante gli interventi sul circuito
frigorifero indossare occhiali e
guanti di protezione.
5459 229 IT
Pericolo
R410A è un gas atossico che produce spostamento d'aria. La fuoriuscita incontrollata di refrigerante R410A in locali chiusi può
causare difficoltà respiratorie e
soffocamento.
■ In locali chiusi provvedere ad
una buona aerazione.
■ Osservare e attenersi strettamente alle norme e alle direttive sull'uso di questo refrigerante.
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Controllare se i collegamenti presentano
perdite di refrigerante:
■ Su tutti i collegamenti svasati delle
tubazioni del refrigerante tra unità
interna e unità esterna
■ Su tutti i punti di saldatura e i raccordi
filettati delle tubazioni del refrigerante
nell'unità interna e nell'unità esterna
Avvertenza
Gli interventi sul circuito frigorifero
devono essere effettuati solo da personale certificato (secondo le normative
CE 842/2006 e 303/2008).
Riempimento e sfiato lato secondario
Acqua di riempimento
5459 229 IT
Attenzione
L'impiego di acqua di riempimento non adatta o non trattata
adeguatamente favorisce la formazione di depositi e corrosione
e può quindi provocare danni
all'apparecchio.
■ Lavare a fondo l'impianto di
riscaldamento prima di riempirlo.
■ Riempire esclusivamente con
acqua conforme alla normativa
vigente.
■ All'acqua di riempimento si può
aggiungere un prodotto anticongelante speciale per
impianti di riscaldamento (vedi
listino prezzi Vitoset).
■ L'acqua di riempimento e di
rabbocco con una durezza dell'acqua superiore ai valori
seguenti deve essere addolcita, ad es., con un impianto di
piccole dimensioni per l'addolcimento dell'acqua di riscaldamento, o tramite trattamento
chimico di condizionamento
secondo il D.P.R. 59/2009
(articolo 4, comma 14).
Assistenza
!
67
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Durezza massima complessiva dell'acqua di riempimento e di rabbocco
Potenzialità tota- Contenuto specifico acqua impianto
le
kW
< 20 l/kW
da ≥ 20 l/kW a
≥ 50 l/kW
< 50 l/kW
≤ 50
≤ 1,5 mol/m3
≤ 1,5 mol/m3
< 0,02 mol/m3
(0,11 °dH)
(8,4 °dH)*1
(8,4 °dH)*2
da > 50 a ≤ 200
≤ 1,5 mol/m3
≤ 1,5 mol/m3
< 0,02 mol/m3
(8,4 °dH)
(0,11 °dH)
(8,4 °dH)*2
da > 200 a ≤ 600 ≤ 1,5 mol/m3
≤ 0,02 mol/m3
< 0,02 mol/m3
(8,4 °dH)
(0,11 °dH)
(0,11 °dH)
> 600
< 0,02 mol/m3
< 0,02 mol/m3
< 0,02 mol/m3
(0,11 °dH)
(0,11 °dH)
(0,11 °dH)
*1
*2
Avvertenza
Secondo il DPR 59/2009 (art. 4 comma
14) è obbligatoria l'installazione di un
adeguato impianto di trattamento dell'acqua sugli impianti termici qualora non
vengano rispettati i limiti imposti dal DPR
59 e dalla UNI 8065.
Sono prescritti, fermo restando quanto
indicato dall'art. 5 comma 6 del DPR
412/93 per gli impianti di potenza complessiva ≥ 350 kW all'articolo 5:
■ un trattamento chimico di condizionamento per impianti di potenza nominale del focolare complessiva ≤ 100
kW;
■ un trattamento di addolcimento per
impianti di potenza nominale del focolare complessiva compresa tra 100 e
350 kW.
Tali indicazioni valgono:
Se l'impianto non funziona per la produzione di acqua sanitaria la durezza massima è di 14,0 °dH.
Se l'impianto non funziona per la produzione di acqua sanitaria la durezza massima è di 11,2 °dH.
68
5459 229 IT
Avvertenza
1 °dH corrisponde a 1,79 °F
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
■ in assenza di produzione di ACS e in
presenza di acqua di alimentazione
dell'impianto con durezza temporanea
≥ 25 °f;
■ in caso di produzione di ACS in presenza di acqua di alimentazione dell'impianto con durezza temporanea >
15 °f.
Per quanto riguarda i predetti trattamenti
si fa riferimento alla norma tecnica UNI
8065.
!
Attenzione
Per non danneggiare l'apparecchio,
proteggere dalla fuoriuscita di
fluidi i componenti elettrici sullo
sportello del rivestimento
esterno.
5459 229 IT
Assistenza
Pericolo
La fuoriuscita di acqua calda o il
getto di vapore bollente può provocare lesioni gravi oltre che danneggiare l'impianto di riscaldamento.
Aprire i rubinetti di lavaggio e
sfiato solo quando l'impianto di
riscaldamento è freddo.
69
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
A
B
C
D
F
E
F
7.
01. Aprire sul posto le valvole di ritegno,
se presenti.
70
02. Controllare la pressione di precarica
del vaso di espansione e, se necessario, rabboccare (vedi
pagina 102).
5459 229 IT
3x
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
03. Chiudere il rubinetto d'intercettazione gas.
04. Aprire le valvole d'intercettazione
lato riscaldamento C .
05.
!
Attenzione
Al fine di evitare danni all'apparecchio, controllare la
tenuta degli attacchi di mandata e di ritorno del circuito
secondario sull'apparecchio.
In caso di perdite disinserire
immediatamente la pompa,
scaricare l'acqua e controllare che gli anelli di tenuta
siano in sede. Sostituire
assolutamente gli anelli di
tenuta spostati.
06. Per evitare danni ai componenti
elettrici, allacciare sul posto ai due
rubinetti di sfiato lato secondario
A e B un tubo flessibile.
Rubinetti di sfiato lato secondario
A/B .
07. Portare tutte e tre le valvole deviatrici a 3 vie F in posizione intermedia con la leva.
08. Riempire e sfiatare l'impianto di
riscaldamento mediante il rubinetto
di riempimento e di scarico D situato nel ritorno riscaldamento (lateralmente o al di sopra dell'apparecchio a seconda del kit di allacciamento).
Controllare la pressione dell'impianto sul manometro E ed eventualmente rabboccare con acqua.
Pressione impianto: min. 0,8 bar
(80 kPa)
Pressione max. d'esercizio: 3,0 bar
(0,3 MPa)
09. Chiudere il rubinetto di riempimento
e di scarico D e i rubinetti di sfiato
lato secondario A/B .
10. Controllare la pressione dell'impianto.
11. Aprire il rubinetto d'intercettazione
gas.
5459 229 IT
Assistenza
Avvertenza
Lo sfiato sui due rubinetti di sfiato
lato secondario si può effettuare in
sequenza.
71
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Riempimento e sfiato del bollitore ad accumulo dal lato sanitario
1. La leva di comando del rubinetto B
deve essere posizionata “a sinistra„.
2. Aprire l'alimentazione acqua sanitaria sul posto e un punto di erogazione
di acqua calda.
3. Il bollitore ad accumulo è completamente riempito quando dal punto di
erogazione dell'acqua calda non fuoriesce più aria.
B
Riempimento del sifone con acqua
5459 229 IT
Pericolo
Alla messa in funzione potrebbe
fuoriuscire gas di scarico dal
sifone.
Prima della messa in funzione
riempire assolutamente il sifone
con acqua.
72
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
3.
B
A
C
4.
2.
2. Portare la piastra della regolazione in
posizione di assistenza (vedi
pagina 109).
3. Rimuovere la lamiera a capsula.
7. Riempire il sifone con acqua e rimontarlo.
8. Controllare i corretti allacciamenti dei
flessibili acqua di condensa al sifone
e agli scambiatori di calore.
Avvertenza
Posare il flessibile di scarico senza
curve e in pendenza.
4. Fermo A .
9. Rimontare la lamiera a capsula.
5. Sfilare il tubo di entrata B verso
l'alto.
10. Fissare la regolazione di nuovo in
posizione di funzionamento.
5459 229 IT
6. Rimuovere il filtro C sfilandolo verso
il basso.
73
Assistenza
1. Ribaltare in avanti l'unità di servizio
della regolazione della pompa di
calore (vedi pagina 110).
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Controllo del fissaggio degli allacciamenti elettrici dell'unità
esterna
Pericolo
Il contatto con componenti sotto
corrente può causare lesioni
gravi. I condensatori si trovano
sotto tensione anche dopo il
disinserimento della tensione di
rete.
Prima di procedere a lavori sull'unità esterna, attendere almeno
4 min che i condensatori si siano
scaricati.
Controllo del tipo di gas
1. Informarsi sul tipo di gas e sull'indice
di Wobbe presso l'azienda erogatrice
del gas o il rifornitore di gas liquido.
2. Per il funzionamento con gas liquido
modificare la taratura del bruciatore
(vedi pagina 84).
3. Riportare il tipo di gas nel protocollo
a pagina 157.
5459 229 IT
L'apparecchio è dotato di una regolazione elettronica che ottimizza la combustione del bruciatore in funzione della
qualità del gas utilizzato.
■ Per il funzionamento con gas metano
non è perciò necessaria una modifica
della taratura per l'intero campo dell'indice di Wobbe.
L'apparecchio può funzionare nel
campo dell'indice di Wobbe compreso
tra 9,5 e 15,2 kWh/m3 (da 34,2 a
54,7 MJ/m3).
■ Per il funzionamento con gas liquido
occorre modificare la taratura del bruciatore (vedi pagina 84).
74
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Accensione dell'apparecchio
!
Attenzione
Un funzionamento dell'apparecchio con una quantità insufficiente di refrigerante provoca
danni all'apparecchio.
■ Prima di attivare l'apparecchio,
si devono riempire l'unità
interna e le tubazioni del refrigerante con la quantità specificata di refrigerante e controllare la tenuta del circuito frigorifero (vedi capitolo “Riempimento delle tubazioni del refrigerante e dell'unità interna„ e
“Controllo di tenuta del circuito
frigorifero„).
■ I rubinetti di riempimento della
unità esterna devono essere
aperti quando si inserisce l'apparecchio (vedi capitolo “Riempimento delle tubazioni del
refrigerante e dell'unità
interna„).
Osservanza assoluta della sequenza
seguente
1. Inserire la tensione dell'unità
esterna.
2. Attendere 2 min.
3. Inserire la tensione dell'unità
interna.
4. Inserire l'unità interna tramite l'interruttore generale.
Avvertenza
Se l'unità interna viene inserita prima
dell'unità esterna o il tempo di attesa è
inferiore a 2 min, appare la segnalazione
di guasto “0A Guasto unità est.„.
Istruzioni di servizio regolazione
della pompa di calore
Avvertenza
Il tipo e la quantità di parametri dipendono dal tipo di apparecchio, dallo
schema dell'impianto selezionato e dagli
accessori utilizzati.
5459 229 IT
La messa in funzione (configurazione,
parametrizzazione e controllo di funzionamento) si può eseguire con o senza
assistente per la messa in funzione (vedi
capitolo seguente e istruzioni di servizio
per la regolazione della pompa di
calore).
75
Assistenza
Assistente per la messa in funzione
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Messa in funzione con assistente per la messa in funzione
L'assistente per la messa in funzione
guida automaticamente attraverso tutti i
menù in cui occorre eseguire le impostazioni. In tal caso il “livello di codifica 1„ si
attiva automaticamente.
!
Attenzione
Un'istruzione errata nel
“Livello di codifica 1„ può provocare danni all'apparecchio e
all'impianto di riscaldamento.
Attenersi strettamente alle indicazioni riportate nelle istruzioni di
servizio relative alla regolazione
della pompa di calore “Vitotronic
200„, altrimenti si estingue la
garanzia.
Inserire l'interruttore di rete della regolazione.
■ La verifica “Avviare la messa in funzione?„ appare automaticamente
alla prima messa in funzione.
Avvertenza
L'assistente per la messa in funzione
si può attivare anche manualmente:
a tal fine tenere premuto
all'attivazione della regolazione (barra di avanzamento visibile).
■ Alla prima messa in funzione i termini
appaiono in tedesco:
Sprache
Deutsch
ç
DE ê
Bulgarski
BG ê
Cesky
CZ ê
Dansk
DK ê
Wählen mit
(
5459 229 IT
■ La regolazione emette delle segnalazioni in seguito al comando manuale
di alcuni componenti dell'apparecchio
durante la messa in funzione. Ciò non
indica un funzionamento anomalo dell'apparecchio.
76
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Impostare
lingua
OK
OK
OK Impostare
ora esatta
Impostare
data/ora esatta
Impostare
data
OK
SÌ
Livello di
codifica 1
OK
Sensori temperatura
Ingressi segnali
Visualizzare valori
sensore
OK
Visualizzare ingressi
segnali
Eseguire prova
attuatori
OK
Controllo utenze
OK
Selezionare
la funzione
Eseguire controllo
utenze
OK
Avviare controllo
di funzionamento
OK
Funzionam. regolare
5459 229 IT
Messa in funzione conclusa
Impostare
parametri
OK
OK
Prova degli attuatori
Controllo
di funzionamento
OK
Selezionare
gruppo parametri
Assistenza
NO
Avviare l'assistente?
77
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Avvertenza
Il controllo di funzionamento per il
modulo a condensazione (“Riscald.
con mod. cond.„, “Risc. con mod.
cond. e p. cal.„) può essere eseguito
solo dopo la modifica del tipo di gas e
dopo il controllo della pressione statica
e di allacciamento (vedi pagina 86).
Messa in funzione senza assistente
Attivazione del menù Service
Il menù Service è attivabile da ogni
menù.
Premere contemporaneamente OK e
å per circa 4 s.
Disattivazione del menù Service
Il menù Service resta attivo finché non lo
si disattiva con “Terminare Service?„ o
per 30 min non si esegue alcun
comando.
Impostazione dei parametri sulla
base dell'esempio “Schema dell'impianto„
Per impostare un parametro si deve
prima selezionare il gruppo di parametri
e poi il parametro.
Tutti i parametri vengono visualizzati con
testo in chiaro. Ad ogni parametro è
assegnato inoltre un codice parametro.
3. Selezionare il gruppo parametri:
“Definiz. impianto„
4. Selezionare i parametri: “Schema
impianto 7000„
5. Impostare lo schema dell'impianto:
“6„
Se il menù Service era già stato attivato:
Menù ampliato:
1. å
2. “Service„
3. Selezionare “Livello di codifica 1„.
4. Selezionare il gruppo parametri:
“Definiz. impianto„
5. Selezionare i parametri: “Schema
dell'impianto„
6. Confermare il codice parametro:
“7000„
7. Impostare lo schema dell'impianto:
“6„
5459 229 IT
Menù Service:
1. Premere contemporaneamente OK e
å per circa 4 s.
2. Selezionare “Livello di codifica 1„.
78
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Parametri necessari per la pompa di calore
“Potenza stadio compressore 5030„
Alla messa in funzione deve essere
impostata la potenzialità in funzione del
tipo della pompa di calore.
Tipo
HAWB-M
222.A26
“Potenza stadio compressore 5030„
HAWB
222.A29
HAWB-M
222.A29
7 kW
10 kW
Parametri necessari per componenti
allacciati sul posto
Spiegazione dettagliata dei
parametri
Istruzioni di servizio della regolazione
5459 229 IT
Panoramica di tutti gli schemi dell'impianto possibili
Componente
Schema dell'impianto
0
1
2
3
Circuito di riscaldamento
A1/CR1
—
X
X
—
M2/CR2
—
—
—
X
Bollitore ad accumulo
X
—
X
—
Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento
—
0 0
X
Contatore di energia monofase/trifase
0 0 0 0
Vitovent 300-F
0 0 0 0
4
5
6
—
X
X
X
X
X
X
—
X
X
X
X
0
0
0
0
0
0
X Componente selezionato
0 Il componente può essere aggiunto.
79
Assistenza
Schema dell'impianto
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Pompe e altri componenti
Pompa/Componente
Pompa circuito di riscaldamento
Parametri
“Definiz. impianto„ Ó
“Schema dell'impianto
7000„
Pompa ricircolo acqua
calda sanitaria
Menù ampliato:
“Programma orario ricircolo„
Kit di completamento mi- “Definiz. impianto„ Ó
scelatore per circuito di
“Schema dell'impianto
riscaldamento M2/CR2
7000„
Per circuito di riscaldamento:
“Circuito risc. 1„ Ó
“Telecomando 2003„
oppure
“Circuito risc. 2„ Ó
“Telecomando 3003„
“1„
Avvertenza
Impostare la codifica sul
Vitotrol per l'assegnazione
circuito di riscaldamento:
H1/CR1 per circuito di riscaldamento 1
H2/CR2 per circuito di riscaldamento 2
(vedi istruzioni di montaggio
Vitotrol)
5459 229 IT
Telecomando
Impostazione
■ Con circuito di riscaldamento A1/CR1 (per circuito di riscaldamento senza
miscelatore)
oppure
■ Con circuito di riscaldamento M2/CR2 (per circuito di riscaldamento con
miscelatore)
Impostazione della programmazione delle fasce
orarie
Avvertenza
Nel kit di completamento impostare la manopola S1 su
“2„ (vedi istruzioni di montaggio kit di completamento).
80
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Pompa/Componente
Vitocom 100, tipo GSM
Completamento esterno
Parametri
“Definiz. impianto„ Ó
“Vitocom 100 7017„
“Definiz. impianto„ Ó
“Completam. esterno
7010„
Impostazione
“1„
■ “1„ EA1
■ “2„ AM1
■ “3„ EA1 e AM1
Avvertenza
Per i parametri delle funzioni
esterne vedi la tabella seguente.
Funzioni esterne
Parametri
Eventualmente “Circ. idraulico int.„ Ó
“Temperatura di mandata
con richiesta esterna
730C„
Accensione dall'esterno del
“Definiz. impianto„ Ó
compressore, miscelatore nel “Effetto richiesta esterna
funzionamento regolare o
su pompa calore/circuiti
APERTO
risc. 7014„
da “0„ a “7„
(osservare il parametro “Temperatura di
mandata con richiesta esterna 730C„)
da “0„ a “127„
“Definiz. impianto„ Ó
“Componente impianto
con commutazione dall'esterno 7011„
“Definiz. impianto„ Ó
da “0„ a “3„
“Stato di esercizio con
commutazione dall'esterno 7012„
“Definiz. impianto„ Ó
da “0„ a “12„
“Durata della commutazione dall'esterno 7013„
5459 229 IT
Commutazione dall'esterno
dello stato di esercizio di vari
componenti dell'impianto
Impostazione
Valore nominale della
temperatura di mandata con richiesta dall'esterno
Assistenza
Funzioni esterne
Richiesta dall'esterno
81
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Funzioni esterne
Blocco dall'esterno di compressore e pompe
Parametri
“Definiz. impianto„ Ó
“Effetto blocco esterno su
pompe/compressore
701A„
Blocco dall'esterno del com- “Definiz. impianto„ Ó
pressore, miscelatore nel fun- “Effetto blocco esterno su
zionamento regolare o CHIU- pompa calore/circuiti risc.
SO
7015„
“Definiz. impianto„ Ó
“Effetto blocco esterno su
pompe/compressore
701A„
Impostazione
da “0„ a “31„
da “0„ a “8„
da “0„ a “31„
Ventilazione
Parametri per l'apparecchio di ventilazione
“Ventilazione„ Ó
“Consenso Vitovent 7D00„
Ulteriori consensi, se necessari:
“Ventilazione„ Ó
■ “Consenso registro preriscaldamento elettrico 7D01„
■ “Consenso batteria idraulica postriscaldamento 7D02„
■ “Consenso sensore umidità 7D05„
■ “Consenso sensore CO2 7D06„
Eventualmente impostare i valori (secondo il dimensionamento):
“Ventilazione„ Ó
■ “Temp. aria di ripresa con ventilazione standard 7D08„
■ “Portata volumetrica aria di mandata 7D0A„
“1„
“1„
“1„
“1„
da “100„ a “300„
(da ≙ 10 a 30 °C)
da “95„ a “7D0B„ meno
10 m3/h
da “7D0A„ più 10 m3/h fino a
“7D0C„ meno 10 m3/h
da “7D0B„ + 10 m3/h a “280„
m3/h
5459 229 IT
■ “Limite sup. portata volum. nom. aria di
mandata 7D0B„
■ “Portata volumetrica ventilazione intensiva
7D0C„
Impostazione
“1„
82
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Contatore energia
Impostazione
“1„
Abilitare le funzioni desiderate
per lo sfruttamento della propria
corrente.
“1„
“1„
“1„
“1„
Per la funzione selezionata immettere la differenza di temperatura per il valore nominale impostato.
da “0„ a “200„
(≙ da 0 a 20 °C)
da “0„ a “100„
(≙ da 0 a 10 °C)
da “0„ a “50„
(≙ da 0 a 5 °C)
5459 229 IT
Assistenza
Parametri per il contatore energia
“Fotovoltaico„ Ó
“Consenso consumo energia FV 7E00„
Menù ampliato:
“Strategia reg. FV„
oppure
“Fotovoltaico„ Ó
■ “Consenso consumo energia per temp. nominale ACS 2 7E10„
■ “Consenso consumo energia per produzione di acqua calda 7E11„
■ “Consenso consumo energia per serb. accum. acqua risc. 7E12„
■ “Consenso consumo energia per riscaldamento 7E13„
Menù ampliato:
“Strategia reg. FV„
oppure
“Fotovoltaico„ Ó
■ “Aumento valore nom. temp. bollitore FV
7E21„
■ “Aumento valore nom. temp. serb. accum.
acqua risc. FV 7E22„
■ “Aumento valore nom. temp. amb. FV 7E23„
83
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Modifica della taratura del bruciatore per il funzionamento con
gas liquido
2. Inserire l'interruttore generale
1
A
2
B
.
3. Richiamare il menù Service e commutare i seguenti parametri:
■ Per il parametro “Password apparecchiatura comando bruciatore
7B84„ impostare il valore “9„.
■ Per il parametro “Tipo di gas
7B85„ impostare il valore “1„.
■ Per il parametro “Password apparecchiatura comando bruciatore
7B84„ impostare un valore pari a
“≠9„.
4. Aprire il rubinetto d'intercettazione
gas.
5. Applicare l'autoadesivo “G31„ (fornito
con la documentazione tecnica)
accanto alla targhetta tecnica B .
1. Ruotare la vite regolabile A del
regolatore combinato gas su “2„.
Misurazione della pressione statica e della pressione di allacciamento
Funzionamento con gas liquido
In caso di prima messa in funzione/sostituzione eseguire 2 volte il lavaggio della
cisterna gas liquido. Dopo il lavaggio
sfiatare accuratamente la cisterna e la
tubazione di allacciamento del gas.
5459 229 IT
Pericolo
La formazione di CO in seguito a
un'errata taratura del bruciatore
può provocare seri pericoli per la
salute.
Prima e dopo gli interventi sulle
caldaie a gas è necessario effettuare una misurazione del contenuto di CO.
84
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
5. Mettere in funzione l'apparecchio.
Avvertenza
Alla prima messa in funzione, l'apparecchio potrebbe andare in blocco
(viene visualizzato il guasto E4) per
la presenza di aria nella tubazione
gas. Dopo circa 5 s premere il tasto
R (vedi istruzioni d'uso) per sbloccare
il bruciatore.
6. Misurare la pressione di allacciamento (pressione dinamica).
Valore nominale:
■ Gas metano: 20 mbar (2,0 kPa)
■ Gas liquido: 50 mbar (5,0 kPa)
1. Chiudere il rubinetto d'intercettazione
gas.
2. Allentare la vite dell'attacco di misurazione “PE„ A dal regolatore combinato gas, senza estrarla, ed allacciare il manometro.
3. Aprire il rubinetto d'intercettazione
gas.
7. Riportare il valore rilevato nel protocollo a pagina 157.
Prendere i provvedimenti riportati
nella tabella seguente.
8. Spegnere l'apparecchio. Chiudere il
rubinetto d'intercettazione gas.
Rimuovere il manometro. Chiudere la
vite nell'attacco di misurazione A .
5459 229 IT
4. Misurare la pressione statica e riportare il valore rilevato nel protocollo a
pagina 157.
Valore nominale: max. 57,5 mbar
(5,75 kPa).
Avvertenza
Per la misurazione della pressione di
allacciamento occorre impiegare
apposite apparecchiature di misurazione con una risoluzione di almeno
0,1 mbar (0,01 kPa).
85
Assistenza
A
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
9. Aprire il rubinetto d'intercettazione
gas e mettere in funzione la caldaia.
Pressione di allacciamento (pressione
dinamica)
Con gas metano
Con gas liquido
inferiore a
inferiore a
17,4 mbar
42,5 mbar
(1,74 kPa)
(4,25 kPa)
17,4 - 25 mbar
42,5 - 57,5 mbar
(1,74 - 2,5 kPa)
(4,25 - 5,75 kPa)
superiore a 25 mbar superiore a
(2,5 kPa)
57,5 mbar
(5,75 kPa)
Pericolo
Le fughe di gas dall'attacco di
misurazione costituiscono
pericolo di esplosione.
Controllare la tenuta gas sull'attacco di misurazione. A .
Provvedimenti
Non eseguire alcuna messa in funzione e
informare l'azienda erogatrice del gas oppure il rifornitore di gas liquido.
Mettere in funzione l'apparecchio.
Inserire a monte dell'impianto un regolatore pressione gas separato e tarare la
pressione di precarica su 20 mbar
(2,0 kPa) per il gas metano o su 50 mbar
(5,0 kPa) per il gas liquido. Informare l'azienda erogatrice del gas oppure il rifornitore di gas liquido.
Sequenza programma avviamento del bruciatore e possibili guasti
Menù Service:
1. Premere contemporaneamente OK +
å per circa 4 s.
2. “Funzioni Service„
3. “Controllo funzion.„
4. “Riscald. con mod. cond.„
Mentre è in corso il controllo di funzionamento viene visualizzato il sinottico
impianto.
Istruzioni di servizio regolazione
della pompa di calore
86
Per ulteriori informazioni relative alle
segnalazioni di guasto richiamare la
rispettiva cronistoria del modulo a condensazione.
Menù Service:
1. Premere contemporaneamente OK +
å per circa 4 s.
2. “Diagnosi„
3. “Modulo a condens.„
4. “Cronistoria segnalazioni„
5459 229 IT
Nel controllo di funzionamento richiamare “Riscald. con mod. cond.„.
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Indicazione
No
Provvedimento
Aumentare il valore nominale. Garantire il prelievo
del calore prodotto.
No
Dopo circa 51 s appare il guasto E4
Controllare il ventilatore, i cavi di collegamento del ventilatore, l'alimentazione del ventilatore e il comando
ventilatore.
Premere il pulsante di sblocco R.
No
Guasto E4
Controllare il modulo di accensione
(comando 230 V
sulle spine “X2„ e
gF scheda del regolatore modulo a
condensazione).
Controllare l'alimentazione del
gas.
Premere il pulsante di sblocco R.
Richiesta di calore
tramite la regolazione
Sì
Il ventilatore entra
in funzione
5459 229 IT
Accensione
87
Assistenza
Sì
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Sì
Il regolatore combinato gas si apre
No
Guasto E4
Controllare il regolatore combinato
gas (comando
230 V), controllare
la pressione allacciamento gas
Premere il pulsante di sblocco R.
No
Guasto E4
Controllare la regolazione degli elettrodi di ionizzazione e se è presente
dell'aria nella tubazione gas.
Premere il pulsante di sblocco R.
Si spegne al di sotto del valore nominale temperatura
acqua di caldaia e
si riavvia immediatamente
Controllare la tenuta del sistema di
scarico fumi (ricircolo gas di scarico), controllare la
pressione dinamica del gas
Sì
Si genera corrente di ionizzazione
Simbolo A
Sì
No
5459 229 IT
Bruciatore in funzione
88
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Sì
Calibrazione automatica della regolazione della combustione
Guasto E4
No
5459 229 IT
Assistenza
Guasto E4
Assicurarsi che il
prelievo del calore
prodotto sia sufficiente.
Azionare il pulsante di sblocco R.
Controllare la distanza dell'elettrodo di ionizzazione
dal corpo fiamma.
Controllare l'assegnazione del tipo di
gas (parametro
“7B85„, taratura
regolatore combinato gas).
Controllare il sistema scarico fumi, se
necessario eliminare il ricircolo gas
di scarico.
Azionare il pulsante di sblocco R.
89
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Controllo della tenuta del sistema scarico fumi/adduzione aria
(sistema AZ) (misurazione dell'intercapedine anulare)
A
A Attacco per l'aria di combustione
(adduzione aria)
5459 229 IT
Per i sistemi adduzione aria e scarico
fumi omologati insieme al generatore di
calore, alla messa in funzione non è
richiesta la prova di tenuta (esame di
pressurizzazione) ad opera del manutentore o installatore.
In questo caso si consiglia di far effettuare, al momento della messa in funzione
dell'impianto, una prova di tenuta semplificata ad opera del centro assistenza
autorizzato. È sufficiente fare rilevare la
concentrazione di CO2 o di O2 nell'aria di
combustione dell'intercapedine anulare
della conduttura AZ.
Se la concentrazione di CO2 è inferiore
allo 0,2% o la concentrazione di O2 è
superiore al 20,6%, i tubi fumi vengono
considerati sufficientemente a tenuta.
Se vengono rilevati valori di CO2 superiori o valori di O2 inferiori, è necessaria
una prova a pressione dei tubi fumi ad
una pressione statica di 200 Pa.
90
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Smontaggio del bruciatore
G
4x
C
F
D
E
B
1. Spegnere l'interruttore di rete sulla
regolazione della pompa di calore e
disinserire la tensione di rete.
2. Chiudere il rubinetto d'intercettazione
gas e bloccarlo.
3. Portare la piastra della regolazione in
posizione di assistenza (vedi
pagina 109).
4. Rimuovere la lamiera a capsula.
5. Staccare i cavi elettrici:
■ Motore del ventilatore A
■ Elettrodo di accensione e di ionizzazione C
■ Regolatore combinato gas B
■ Unità di accensione D
■ Messa a terra E
6. Allentare il raccordo del tubo di allacciamento gas F .
7. Svitare le 4 viti G e rimuovere il bruciatore.
5459 229 IT
!
Attenzione
Evitare danni al bruciatore.
Non appoggiare il bruciatore
sul corpo fiamma!
91
Assistenza
A
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Controllo della guarnizione del bruciatore e del corpo fiamma
Controllare se la guarnizione del bruciatore A e il corpo fiamma E presentano
punti danneggiati e, se necessario, sostituirli.
B
F
E
D A
2x
2x
C
2. Rimuovere l'anello termoisolante D
dopo aver allentato i 2 fermi C del
suddetto anello D.
92
3. Allentare le 2 viti Torx e rimuovere il
corpo fiamma E e la guarnizione
F.
5459 229 IT
1. Smontare gli elettrodi B.
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
4. Applicare il nuovo corpo fiamma E
completo di nuova guarnizione F e
fissarlo.
Coppia di serraggio: 5,0 Nm.
5. Montare l'anello termoisolante D.
6. Montare gli elettrodi B.
Coppia di serraggio: 4,5 Nm.
Controllo e regolazione dell'elettrodo di accensione e dell'elettrodo di ionizzazione
5 +30
6 +20
10 ±1
A
4 +0,5
0
A
B
A Elettrodi di accensione
B Elettrodo di ionizzazione
1. Controllare se gli elettrodi presentano tracce di usura o di sporco.
3. Controllare le distanze. Se le
distanze non sono esatte o gli elettrodi sono danneggiati, sostituire gli
elettrodi completi di guarnizione e
sistemarli opportunamente. Serrare
le viti di fissaggio degli elettrodi alla
coppia di 4,5 Nm.
5459 229 IT
Assistenza
2. Pulire gli elettrodi con un piccolo scovolo (non con una spazzola metallica) o con carta abrasiva.
93
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Pulizia delle superfici di scambio termico
!
Attenzione
La superficie dello scambiatore di
calore a contatto con gas combusto non deve essere danneggiata
altrimenti vi è il rischio di corrosione.
Non spazzolare le superfici di
scambio termico.
Spazzolando le superfici, infatti, i
depositi presenti potrebbero
restare bloccati nelle fessure
delle serpentine.
Avvertenza
Le macchie di colore sulla superficie
dello scambiatore di calore costituiscono
delle normali tracce di funzionamento e
non influiscono sulla funzionalità e sulla
durata dello scambiatore di calore.
Non è necessario l'impiego di detergenti
chimici.
1. Aspirare i residui della combustione
dalla superficie di scambio termico
A dello scambiatore di calore.
A
2. Lavare con getto d'acqua la superficie di scambio termico A.
3. Controllare lo scarico condensa e
pulire il sifone. Vedi capitolo
seguente.
4. Rilavare con acqua la superficie di
scambio termico (in questo modo si
riempie di acqua anche il sifone).
Controllo dello scarico condensa e pulizia del sifone
5459 229 IT
Pericolo
Il contatto con l'acqua di condensa può essere nocivo per la
salute.
Non ingerire l'acqua di condensa
ed evitarne il contatto con la cute
e gli occhi. Indossare i dispositivi
di protezione individuale.
94
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
3.
B
A
C
4.
2.
1. Controllare che lo scarico acqua di
condensa sul sifone non sia ostacolato.
6. Pulire il sifone.
7. Riempire il sifone con acqua e fissare
di nuovo il fermo A.
2. Sfilare il fermo A.
4. Togliere la coppa del sifone C sfilandola verso il basso.
8. Controllare il corretto allacciamento
del tubo acqua di condensa al sifone
e allo scambiatore di calore.
Avvertenza
Posare il flessibile di scarico senza
curve e in pendenza.
5459 229 IT
5. Staccare il flessibile acqua di condensa dalla coppa C.
95
Assistenza
3. Tirare verso l'alto il tubo di entrata
B.
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Montaggio del bruciatore
G
4x
C
F
D
E
B
A
1. Montare il bruciatore serrando le viti
G con sequenza incrociata.
Coppia di serraggio: 8,5 Nm
2. Montare il tubo di allacciamento gas
F con la nuova guarnizione.
Coppia di serraggio: 30 Nm
4. Allacciare i cavi elettrici:
■ motore ventilatore A
■ elettrodo di ionizzazione C
■ regolatore combinato gas B
■ unità di accensione D
■ messa a terra E
3. Controllare la tenuta degli attacchi
lato gas.
5459 229 IT
Pericolo
Le fughe di gas costituiscono
pericolo di esplosione.
Verificare la tenuta gas del
raccordo.
96
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Controllo dell'attacco anodo
Controllare che il cavo a massa sia collegato all'anodo di magnesio.
1.
2.
AB
B Cavo a massa
Controllo della corrente di protezione dell'anodo con il verificatore anodi
5459 229 IT
Avvertenza
Raccomandiamo un controllo annuale
del funzionamento dell'anodo di magnesio. Questa prova può essere eseguita
senza alcuna interruzione del funzionamento, misurando la corrente di protezione mediante un verificatore anodi.
97
Assistenza
A Anodo di magnesio
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
ABC
1. Rimuovere la copertura C .
5459 229 IT
2. Sfilare il cavo a massa B dalla linguetta ad innesto A .
3. Collegare in serie l'apparecchiatura
di misurazione (fino a 5 mA) fra la linguetta ad innesto A e il cavo a
massa B .
■ Se la corrente è > 0,3 mA l'anodo
di magnesio è disponibile al funzionamento.
■ Se viene rilevata una corrente
< 0,3 mA o se non è possibile rilevare alcuna corrente, sottoporre
l'anodo di magnesio ad un controllo
visivo (vedi pagina 101).
98
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Scarico caldaia lato sanitario
A
B
C
A Funzionamento
B Scarico del circuito acqua sanitaria
nell'apparecchio senza bollitore ad
accumulo tramite attacco acqua
fredda
C Scarico del circuito acqua sanitaria
nell'apparecchio e nel bollitore ad
accumulo tramite attacco acqua
calda. L'attacco acqua fredda
rimane riempito.
1. Collegare il tubo flessibile al rubinetto
di scarico e farlo sfociare in un recipiente adatto o nell'attacco di scarico.
2. A seconda del tipo di intervento da
eseguire, ruotare la leva del rubinetto
di scarico dalla posizione A in posizione B oppure C .
5459 229 IT
Assistenza
Avvertenza
Garantire un'aerazione sufficiente
nelle tubazioni dell'acqua sanitaria.
99
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Pulizia del bollitore ad accumulo
Avvertenza
Come da norma EN 806 eseguire l'ispezione e (se necessario) la pulizia al più
tardi 2 anni dopo la messa in funzione e,
in seguito, all'occorrenza.
A
1.
8x
2.
3.
2. Coperchio flangiato A .
3. Affinché nelle tubazioni non penetrino impurità separare il bollitore ad
accumulo dal sistema di tubazioni.
100
4. Rimuovere i depositi non induriti con
un pulitore ad alta pressione.
!
Attenzione
Non usare attrezzature
appuntite e con spigoli vivi
perché potrebbero danneggiare le pareti interne del bollitore.
Per la pulizia interna impiegare esclusivamente attrezzatura in plastica.
5459 229 IT
1. Svuotare il bollitore ad accumulo.
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
5. I depositi induriti, impossibili da
rimuovere con un pulitore ad alta
pressione, devono essere eliminati
con un detergente chimico.
!
6. Dopo la pulizia, sciacquare a fondo il
bollitore ad accumulo.
Attenzione
Detergenti contenenti acido
cloridrico aggrediscono il
materiale del bollitore ad
accumulo.
Non utilizzare detergenti contenenti acido cloridrico.
Pericolo
I residui di detergenti possono
causare intossicazioni.
Far fuoriuscire completamente il detergente.
Attenersi alle indicazioni del
produttore di detergenti.
Controllo ed eventuale sostituzione dell'anodo di magnesio (se
necessario)
Controllare l'anodo di magnesio. Se è
accertata un'usura dell'anodo di 10 15 mm Ø, consigliamo di sostituirlo.
Per lo smontaggio dell'anodo di magnesio vedi capitolo “Pulizia del bollitore ad
accumulo„.
5459 229 IT
Assistenza
Avvertenza
Se occorre sostituire l'anodo di magnesio, è possibile ricorrere a un anodo alimentato da energia esterna esente da
manutenzione (accessorio).
101
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Assemblaggio e riempimento del bollitore ad accumulo
D
C
E
B
A
1. Collegare il bollitore ad accumulo alle
tubazioni.
4. Inserire il cavo a massa C nella linguetta ad innesto
2. Inserire la guarnizione nuova A nel
coperchio flangiato B .
5. Montare la copertura E .
3. Montare il coperchio flangiato B e
stringere le 8 viti D a una coppia
max. di 25 Nm.
6. Riempire di acqua sanitaria il bollitore
ad accumulo.
Controllo del vaso di espansione e della pressione dell'impianto
Avvertenza
Eseguire la verifica ad impianto freddo.
102
1. Svuotare l'impianto finché il manometro non indica “0„.
5459 229 IT
Osservare le indicazioni per la
progettazione.
Indicazioni per la progettazione
Vitocaldens 222-F
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
2. Se la pressione di precarica del vaso
di espansione è inferiore alla pressione statica dell'impianto: Usando
l'attacco A rabboccare con azoto
fino a ottenere una pressione di precarica che sia di 0,1 - 0,2 bar (10 20 kPa) maggiore della pressione
statica dell'impianto.
3. Rabboccare con acqua finché, ad
impianto freddo, la pressione di riempimento non supera la pressione di
precarica del vaso di espansione di
un valore compreso tra 0,1 e 0,2 bar
(10 - 20 kPa)
Pressione max. d'esercizio: 3 bar
(0,3 MPa)
Controllo del vaso di espansione acqua sanitaria e della pressione di precarica (se presente)
2. Chiudere il rubinetto d'arresto sull'alimentazione acqua fredda.
3. Ruotare la leva di comando del rubinetto A portandola in “avanti„.
5459 229 IT
1. Controllare la pressione statica della
tubazione acqua sanitaria a valle del
riduttore di pressione e, se necessario, adeguarla.
Valore nominale: max. 3,0 bar
(0,3 MPa).
5. Riportare la leva di comando del rubinetto A in posizione “sinistra„ e
aprire sul posto la valvola d'intercettazione dell'alimentazione acqua
fredda.
Assistenza
B
4. Controllare la pressione di precarica
del vaso di espansione acqua sanitaria e se necessario adattarla.
Valore nominale: pressione statica
meno 0,2 bar (0,02 MPa).
103
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Controllo della tenuta dei raccordi lato gas alla pressione d'esercizio
Pericolo
Le fughe di gas costituiscono
pericolo di esplosione.
Controllare la tenuta gas dei raccordi lato gas.
!
Attenzione
I rilevatori di perdite possono provocare danni ai materiali e anomalie di funzionamento.
■ Per la prova di tenuta utilizzare
unicamente rilevatori di perdite
(EN 14291) e apparecchi adatti
e omologati. Sostanze inadatte
per i rilevatori di perdite sono
ad es. i nitriti e i sulfidi.
■ Dopo la prova rimuovere i residui del rilevatore di perdite.
■ Lo spray per ricerca perdite
non deve essere applicato
direttamente sui contatti elettrici.
Controllo della qualità di combustione
La regolazione elettronica della combustione ottimizza automaticamente la
qualità di combustione. Alla prima
messa in funzione/manutenzione è
necessario solo un controllo dei valori di
combustione. Misurare il contenuto di
CO e quello di CO2 o di O2.
Descrizione delle funzioni
della regolazione elettronica
della combustione
Istruzioni di servizio regolazione
della pompa di calore
Contenuto di CO
■ Il contenuto di CO deve essere
< 1000 ppm per tutti i tipi di gas.
Contenuto di CO2 oppure di O2
■ Il contenuto di CO2 deve rientrare, per
la potenzialità minima e per quella
massima, nei seguenti campi:
– tra 7,5 e 9,5% con gas metano
– tra 8,8 e 11,1% con gas liquido
■ Il contenuto di O2 deve rientrare, per
tutti i tipi di gas, nel campo da 4,0 a
7,6 %.
5459 229 IT
Avvertenza
Per evitare guasti e danni far funzionare
l'apparecchio con aria di combustione
priva di impurità e contaminazioni.
104
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Se si rileva un valore di CO2 oppure di
O2 al di fuori del campo corrispondente,
adottare i seguenti provvedimenti:
■ Eseguire una prova di tenuta del
sistema AZ (coassiale), vedi
pagina 90.
■ Controllare l'elettrodo di ionizzazione
e il cavo di allacciamento, vedi
pagina 93.
Avvertenza
Alla messa in funzione la regolazione
della combustione esegue una calibrazione automatica. La rilevazione di emissioni va eseguita ca. 30 s dopo l'avviamento del bruciatore.
A
3. Selezionare la potenzialità minima:
Menù Service
1. Premere contemporaneamente
OK e å per circa 4 s.
2. “Controllo funzion.„
3. Selezionare “Carico min. mod.
cald. cond.„. Il bruciatore funziona alla potenzialità minima.
Avvertenza
■ Mentre è in corso il controllo di
funzionamento viene visualizzato il sinottico impianto (vedi le
istruzioni di servizio della regolazione della pompa di calore)
■ Se la temperatura di mandata
apparecchio è < 35 °C, il modulo
a condensazione viene inserito
con carico minimo.
■ Se la temperatura di mandata
apparecchio è di 45 °C, il modulo
a condensazione viene disinserito.
1. Collegare l'analizzatore fumi all'apertura gas di scarico A del raccordo
caldaia.
5. Riportare il valore nel protocollo.
5459 229 IT
2. Aprire il rubinetto d'intercettazione
gas. Mettere in funzione l'apparecchio e provocare una richiesta di
calore.
4. Controllare il contenuto di CO2. Se il
valore si discosta di oltre l'1% dai
valori in precedenza riportati, procedere come indicato in precedenza.
105
Assistenza
4. Uscire dalla selezione potenzialità:
ä premere questo tasto.
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
6. Selezionare la potenzialità massima:
Menù Service
1. Premere contemporaneamente
OK e å per circa 4 s.
2. “Controllo funzion.„
3. Selezionare “Pieno carico mod.
cond.„. Il bruciatore funziona alla
potenzialità massima.
7. Controllare il contenuto di CO2. Se il
valore si discosta di oltre l'1% dai
valori in precedenza riportati, procedere come indicato in precedenza.
8. Dopo il controllo, premere OK.
9. Riportare il valore nel protocollo.
Avvertenza
■ Mentre è in corso il controllo di
funzionamento viene visualizzato il sinottico impianto (vedi le
istruzioni di servizio della regolazione della pompa di calore)
■ Se la temperatura di mandata
apparecchio è < 35 °C, il modulo
a condensazione viene inserito
a pieno carico.
■ Se la temperatura di mandata
apparecchio è di 45 °C, il modulo
a condensazione viene disinserito.
4. Uscire dalla selezione potenzialità:
ä premere questo tasto.
Controllo del corretto funzionamento del ventilatore nell'unità
esterna
106
1. Rimuovere la griglia di uscita dell'aria
dell'unità esterna.
2. Girare manualmente il ventilatore.
5459 229 IT
Pericolo
L'avviamento del ventilatore con
l'unità esterna aperta può causare lesioni gravi.
Disinserire la tensione di rete dell'unità esterna e assicurarsi che
non possa essere reinserita.
Prestare attenzione al ventilatore
che continua a funzionare.
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Pulizia dello scambiatore di calore (evaporatore) dell'unità
esterna
Pericolo
Lo sfioramento di componenti
sotto tensione e il contatto con
l'acqua di tali componenti possono causare lesioni gravi a
causa della corrente elettrica.
Disinserire la tensione di rete dell'unità esterna e assicurarsi che
non possa essere reinserita.
Prestare attenzione al ventilatore
che continua a funzionare.
Pulizia con aria compressa
1. Aprire l'involucro dell'unità esterna.
!
Attenzione
Gli spigoli acuti dello scambiatore di calore possono provocare lesioni.
Evitare il contatto.
2.
!
Attenzione
Una pressione eccessiva dell'aria frontale e laterale può
causare la deformazione delle
alette di alluminio dello scambiatore di calore.
Dirigere solo frontalmente la
pistola ad aria compressa
verso lo scambiatore di
calore, mantenendo una
distanza sufficiente.
Soffiare aria compressa attraverso lo
scambiatore di calore dall'interno
verso l'esterno.
3. Controllare che le alette di alluminio
dello scambiatore di calore non siano
deformate o graffiate, se necessario
intervenire con un utensile adeguato
(ad es. un pettine per alette).
4. Chiudere l'involucro dell'unità
esterna.
Assistenza
Chiusura dell'apparecchio
■ Montare la lamiera a capsula.
■ Per il montaggio delle lamiere anteriori
vedi pagina 55.
Denominazione dei circuiti di riscaldamento
I circuiti di riscaldamento possono
essere denominati in modo specifico per
l'impianto in modo da essere più chiari
per il conduttore dell'impianto.
5459 229 IT
Allo stato di fornitura i circuiti di riscaldamento sono denominati con “Circuito
risc. 1„, “Circuito risc. 2„ e “Circuito
risc. 3„ (se presente).
107
Prima messa in funzione, ispezione, manutenzione
Ulteriori indicazioni sulla sequenza delle… (continua)
Immissione del nome del circuito di riscaldamento:
Istruzioni d'uso
Istruzioni per il conduttore dell'impianto
5459 229 IT
La ditta installatrice specializzata è
tenuta a fornire al conduttore dell'impianto le istruzioni d'uso e a informarlo
sull'uso delle varie apparecchiature.
Queste comprendono anche tutti i componenti montati come accessori, come
ad es. i telecomandi. Inoltre la ditta
installatrice specializzata deve segnalare le operazioni di manutenzione
necessarie.
108
Eliminazione dei guasti
Riparazione
Posizione di assistenza unità di servizio e piastra della regolazione
Collocazione della piastra della regolazione in posizione di assistenza
1.
4x
3.
5459 229 IT
Assistenza
2.
109
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Ribaltamento dell'unità di servizio
2.
2x
3.
1.
Eventuale rimozione della copertura dell'unità di servizio
5.
4x
5459 229 IT
4.
110
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Rimozione della copertura dalla regolazione del modulo a condensazione
Assistenza
Schema dei componenti elettrici
Componenti elettrici regolazione
della pompa di calore
5459 229 IT
Vedi da pagina 38.
111
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Componenti elettrici regolazione del modulo a condensazione
Istruzioni di servizio regolazione
della pompa di calore
A
B
5459 229 IT
A Fusibile F1, T 6,3 A
B Spina di codifica modulo a condensazione
112
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Schema dei componenti interni: unità interna
KL
M
N
O
H
P
G
F
E
D
C
B
A
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
5459 229 IT
Assistenza
Z
A Sensore temperatura di mandata
apparecchio
B Sensore temperatura di erogazione
C Valvola di sicurezza
D Sensore di temperatura gas liquido
(IRT)
E Sensore temperatura di mandata
circuito secondario (?)
F Pressostato alta pressione di sicurezza
G Sensore temperatura di mandata
circuito secondario (LWT)
H Rubinetto di sfiato circuito secondario modulo a condensazione
113
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
K Valvola di servizio unità interna (valvola Schrader, può essere impiegata al posto della valvola di servizio
sull'unità esterna per prova a pressione e svuotamento del circuito frigorifero, vedi pagina 62)
L Sensore pressione (ICT) per determinare la temperatura di condensazione
M Sensore temperatura fumi
N Termostato di sicurezza a riarmo
manuale
O Rubinetto di sfiato del circuito
secondario modulo pompa di calore
P Sensore temperatura caldaia
Q Pompa di carico bollitore (segnale
PWM a:DC)
R Sensore temperatura del ritorno circuito secondario (aJ)
S Pompa secondaria (sG, segnale
PWM a:DB)
T Flussostato
U Rubinetto di scarico ritorno riscaldamento
V Manometro
W Valvola deviatrice a 3 vie “modulo a
condensazione„
X Sensore temperatura bollitore
Y Valvola deviatrice a 3 vie “funzionamento bivalente„
Z Valvola deviatrice a 3 vie “riscaldamento/produzione d'acqua calda
sanitaria„
Schema dei componenti interni: unità esterna
5459 229 IT
Pericolo
Il contatto con componenti sotto
corrente può causare lesioni
gravi. I condensatori si trovano
sotto tensione anche dopo il
disinserimento della tensione di
rete.
Prima di procedere a lavori sull'unità esterna, attendere almeno
4 min che i condensatori si siano
scaricati.
114
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Unità esterna, tipo HAWB-M 222.A26
C
B
D
A
E
F
G
H
K
G Sensore temperatura testa del compressore (gas caldo) (CTT)
H Separatore di liquidi
K Sensore temperatura ingresso refrigerante evaporatore (OCT)
L Compressore
5459 229 IT
A Ventilatore
B Scambiatore di calore (evaporatore)
C Sensore temperatura ingresso dell'aria evaporatore (OAT)
D Sensore temperatura evaporatore
(OMT)
E Valvola deviatrice a 4 vie
F Valvola di espansione elettronica
(EEV)
115
Assistenza
L
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Unità esterna, tipo HAWB-M 222.A29, HAWB 222.A29
C
B
D
A
E
F
H
M
K
G
A Ventilatore
B Scambiatore di calore (evaporatore)
C Sensore temperatura ingresso dell'aria evaporatore (OAT)
D Sensore temperatura evaporatore
(OMT)
E Valvola deviatrice a 4 vie
F Valvola di espansione elettronica
(EEV)
116
G Sensore temperatura testa del compressore (gas caldo) (CTT)
H Separatore di liquidi
K Sensore temperatura ingresso refrigerante evaporatore (OCT)
L Compressore
M Pressostato di alta pressione (pHi)
5459 229 IT
L
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Scarico dell'apparecchio lato secondario
1. Chiudere il rubinetto di scarico sul
posto.
3. Portare tutte e 3 le valvole deviatrici
a 3 vie in posizione intermedia.
2. Far sfociare il tubo flessibile del rubinetto di scarico ritorno riscaldamento
(vedi capitolo “Componenti
interni„ posizione U) in un recipiente
adatto o nell'attacco di scarico.
4. Aprire il rubinetto di scarico ritorno
riscaldamento e scaricare l'apparecchio di quanto necessario.
Controllo dei sensori temperatura
1. Staccare i cavi dal rispettivo sensore
temperatura.
2. Misurare la resistenza del sensore
temperatura e confrontarla con la
curva caratteristica.
5459 229 IT
Assistenza
3. Se il valore si discosta notevolmente,
sostituire il sensore temperatura.
4. Sensore temperatura fumi
Se viene superata la temperatura
fumi consentita, il sensore temperatura fumi blocca il modulo a condensazione. Dopo il raffreddamento del
sistema di scarico fumi rimuovere il
blocco azionando il pulsante di
sblocco R.
117
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Sensore
■ Sensore temperatura esterna
(F0)
■ Sensore temperatura accumulo
(F4)
■ Sensore temperatura bollitore
(F6)
■ Sensore temperatura di mandata
impianto (F13)
■ Sensori temperatura ambiente
■ Sensore temperatura di mandata
circuito secondario (F8)
■ Sensore temperatura del ritorno
circuito secondario (X25.13/
X25.14)
■ Sensore temperatura di erogazione (F18)
■ Sensore temperatura di mandata
apparecchio (F27)
■ Sensore temperatura fumi (X8.1/
X8.2)
■ Sensore temperatura caldaia
(X8.3/X8.4)
Elemento
di misurazione
NTC
10 kΩ
Posizione di
montaggio
Attacco
Unità interna (ve- Scheda del regodi pagina 113)
latore/sensore
(vedi pagina 38)
Pt500A
(PTC)
NTC
10 kΩ
5459 229 IT
■ Sensore temperatura di mandata NTC
circuito secondario (LWT, P303) 10 kΩ
■ Sensore di temperatura gas liquido (IRT, P302)
Scheda del regolatore del modulo
a condensazione
(vedi le istruzioni
di servizio per la
regolazione della
pompa di calore)
Scheda AVI (vedi
istruzioni di servizio per la regolazione della pompa di calore)
118
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Sensore
Elemento
di misurazione
NTC
10 kΩ
■ Sensore temperatura ingresso
refrigerante evaporatore (OCT)
■ Sensore temperatura evaporatore (OMT)
■ Sensore temperatura ingresso
dell'aria evaporatore (OAT)
■ Sensore temperatura testa del
NTC
compressore (gas caldo) (CTT) 50 kΩ
Posizione di
montaggio
Attacco
Unità esterna
(vedi pagina 114)
Regolatore del
circuito frigorifero
(osservare l'autoadesivo nell'unità esterna)
Sensori temperatura nell'unità interna (con contrassegno)
Altri sensori
20
Sensore temperatura esterna
200
Resistenza in kΩ
20
10
8
6
-20 -10 0 10 20 30
Temperatura in °C
2
1
0,8
0,6
0,4
10 30 50 70 90 110
Temperatura in °C
5459 229 IT
Resistenza in kΩ
100
80
60
40
10
8
6
4
Assistenza
Viessmann NTC 10 kΩ (contrassegno
blu)
119
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Viessmann Pt500A (contrassegno
verde)
860
780
Resistenza in
700
620
540
460
-20 20 60 100 140 180
Temperatura in °C
Sensori temperatura nell'unità esterna (senza contrassegno)
Tipo NTC 10 kΩ
100
10
1
0,1
-30 -20 -10 0 10 20 30 40 50 60 70 80 90 100
Temperatura in °C
5459 229 IT
Resistenza in kΩ
1000
120
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Tipo NTC 50 kΩ
Resistenza in kΩ
1000
100
10
1
0,1
-30 -20 -10 0 10 20 30 40 50 60 70 80 90 100
Temperatura in °C
Controllo del termostato di sicurezza a riarmo manuale
1. Lasciar raffreddare l'apparecchio finché la temperatura non scende al di
sotto del punto di intervento (95 °C).
2. Premere il perno A sul termostato di
sicurezza a riarmo manuale per
sbloccare.
Assistenza
3. Premere il pulsante di sblocco R sulla
regolazione
5459 229 IT
A
121
Eliminazione dei guasti
Riparazione (continua)
Controllo dei fusibili
Pericolo
Lo smontaggio dei fusibili non
priva di tensione il circuito corrente di carico. Il contatto con
componenti sotto tensione può
provocare gravi lesioni dovute
alla corrente elettrica.
Prima di eseguire interventi sull'apparecchio disinserire anche
la tensione di rete del circuito
corrente di carico.
■ Il fusibile F1 si trova sul morsetto per
l'allacciamento alla rete della regolazione della pompa di calore
Un altro fusibile F1 si trova sulla
scheda del regolatore del modulo a
condensazione.
■ Il fusibile F3 si trova sulla scheda base
stampata.
■ Il fusibile F101 si trova sulla scheda
AVI.
Fusibili F1 e F3:
■ T 6,3 A H, 250 V~
■ Potenza max. dissipata ≤ 2,5 W
5459 229 IT
Fusibile F101:
■ T 1,0 A L
■ Potenza max. dissipata ≤ 2,5 W
122
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Panoramica dei moduli unità interna
A
C
D
E
Assistenza
B
5459 229 IT
F
A Targhetta tecnica
B Modulo rivestimento esterno unità
interna
G
C Modulo sistema idraulico unità
interna
D Modulo bollitore unità interna
123
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Panoramica dei moduli unità interna (continua)
E Modulo termico unità interna
F Modulo equipaggiamento elettrico
unità interna
G Modulo regolazione del modulo a
condensazione unità interna
Componenti non raffigurati unità interna
Pos.
0007
0008
0009
0010
0011
0012
Componente
Grasso lubrificante speciale
Vernice spray bianca
Penna per ritocchi bianca
Istruzioni di montaggio e di servizio per l'apparecchio
Istruzioni d'uso Vitotronic 200, tipo WO1C
Istruzioni di servizio Vitotronic 200, tipo WO1C
Articolo
7819602
7822681
7822682
5848943
5848816
5848911
Rivestimento esterno unità interna
Componente
Lamiera anteriore superiore
Scritta Viessmann
Scritta Vitocaldens 222
Dispositivo di chiusura (4 pezzi)
Lamiera a capsula con profilo a tenuta
Profilo a tenuta
Piedino regolabile
Supporto della regolazione
Lamiera laterale destra
Lamiera laterale sinistra
Angolare di fissaggio bollitore ad accumulo
Inserto lamiera superiore
Lamiera superiore
Lamiera anteriore inferiore
Elementi di fissaggio vite sagomata (2 pezzi)
Viti (kit)
Articolo
7840586
7839162
7840587
7825522
7840588
7828005
7819544
7831771
7831664
7831662
7831683
7832280
7840589
7831668
7819773
7840590
5459 229 IT
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
0011
0012
0013
0014
0015
0016
124
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Rivestimento esterno unità interna (continua)
0012
0013
0004
0010
0006
0011
0005
0006
0003
0008
0014
0001
0002
0003
0015
0007
0009
5459 229 IT
0016
125
Assistenza
0002
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Sistema idraulico unità interna
Gruppo componenti condensatore
Pos.
0001
0002
0003
Articolo
7840600
7840601
7840602
7840603
7840604
7840621
7830643
7840605
7840606
7840607
7833117
7833120
7836480
7836461
7836420
7840608
7840609
7836055
7829147
7834314
7816350
7840610
7834331
7834332
7834322
7834320
7840646
5459 229 IT
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
0011
0012
0013
0014
0015
0016
0017
0018
0019
0020
0021
0022
0023
0024
0025
0026
0027
Componente
Condensatore
Tubazione di allacciamento “mandata riscaldamento — scambiatore di calore a piastre„ completa
Tubazione di allacciamento “ritorno riscaldamento — scambiatore di calore a piastre„
Supporto condensatore
Curva tubazione liquidi condensatore
Tubazione liquidi sensore di bassa pressione
Sensore di bassa pressione
Raccordo a T tubazione liquidi 7 10 x 8 x 10 mm
Tubazione liquidi “condensatore — unità esterna „
Guaina per sensore temperatura a bracciale
Guaina ad immersione
Manicotto con nipplo
Graffa di sicurezza
Sensore temperatura Pt500A
Rubinetto di sfiato G ⅜
Curva tubazione gas caldo
Tubazione del refrigerante valvola Schrader
Corpo della valvola ⁷⁄₁₆
Valvola Schrader
Convertitore di misura pressione
Controdado G ¼ con coperchio di tenuta
Lamiera di sostegno tubazioni del refrigerante
Controdado ⅞ UNF per tubazione gas caldo
Controdado ⅝ UNF per tubazione liquidi
Attacchi a brasare 7 16 x ⅞ UNF per tubazione gas caldo
Attacchi a brasare 7 10 x ⅝ UNF per tubazione liquidi
Gruppo componenti condensatore
126
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Sistema idraulico unità interna (continua)
0023
0021
0022
0001
0025
0016
0019
0024
0018
0017
0018
0026
0019 0020
0009
0012 0015
0010
0007
0008
0006
0013
0004
0011
0014
0027
0010
Assistenza
0005
0002
0010
0011
0012
0015
5459 229 IT
0003
127
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Sistema idraulico unità interna (continua)
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
0011
0012
0013
0014
0015
0016
0017
0018
0019
0020
0021
0022
0023
0024
0025
0026
0027
0028
0029
0030
0031
0032
0033
0034
0035
0036
0037
128
Componente
Valvola deviatrice a 3 vie
Gruppo componenti scambiatore di calore a piastre
Pompa secondaria
Pompa di carico bollitore
Spina ad innesto G 1-28
Cavo di allacciamento pompa secondaria
Scambiatore di calore a piastre
Lamiera di sostegno con angolare
Tubazione di allacciamento ritorno riscaldamento
Tubazione di allacciamento mandata riscaldamento
Tubazione di allacciamento acqua fredda
Tubazione di allacciamento flussostato
Flussostato
Guarnizione A 35 x 45 x 2 mm
Guarnizione 23 x 30 x 2 mm (5 pezzi)
Sensore temperatura Pt500A
Graffa di sicurezza
Clip tubo 7 18 mm
Graffa di fissaggio (5 pezzi)
Anello di bloccaggio (2 pezzi)
O-Ring 17,86 x 2,62 mm (5 pezzi)
Tubazione di allacciamento ritorno riscaldamento
Tubazione di allacciamento
Tubazione di allacciamento della valvola di sicurezza
Valvola di sicurezza 3 bar
Clip 7 18 mm (5 pezzi)
Graffa di fissaggio 7 25 mm
Manometro da 0 a 4 bar
Tubazione di allacciamento bollitore ad accumulo
Clip 7 15 mm (5 pezzi)
Clip tubo 7 18 x 1,5 mm
Clip 7 10 mm (5 pezzi)
Tubazione di allacciamento acqua calda
Guarnizione A 16 x 24 x 2 mm (5 pezzi)
Guaina
Rubinetto d'intercettazione acqua calda
Cappuccio G ¾
Articolo
7840630
7840631
7840632
7832661
7840633
7840634
7840635
7840636
7840637
7840638
7840639
7840640
7840641
7814728
7828003
7836461
7836480
7832710
7833138
7822769
7826215
7840642
7840643
7840644
7837400
7827946
7829146
7836285
7831630
7827945
7831674
7827944
7840648
7831673
7835727
7831629
7831300
5459 229 IT
Componenti sistema idraulico
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Sistema idraulico unità interna (continua)
Pos.
0038
0040
0041
0042
0043
0044
0045
Articolo
7826217
7840649
7831641
7831655
7831423
7827996
7840650
7826214
7823415
7835809
7819967
7827943
7822353
7819959
7827948
7829054
5459 229 IT
Assistenza
0046
0047
0048
0049
0050
0051
0052
0053
0054
Componente
Guarnizione A 17 x 24 x 2 mm (5 pezzi)
Tubazione di allacciamento acqua fredda
Tubazione di allacciamento “acqua fredda — bollitore ad accumulo„
Rubinetto di riempimento e di scarico acqua fredda
Guarnizione ad anello (5 pezzi)
Guarnizione ad anello (5 pezzi)
Tubazione di allacciamento dello scambiatore di calore bruciatore
O-Ring 20,63 x 2,62 mm (5 pezzi)
O-Ring 28,0 x 2,5 mm
Tubo flessibile 10 x 1,5 x 1500 mm
Sensore temperatura
Clip 7 8 mm (5 pezzi)
Rubinetto di sfiato G ⅜
Termostato di sicurezza a riarmo manuale
O-Ring 14,3 x 2,4 mm (5 pezzi)
Graffa di fissaggio 7 28 mm
129
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Sistema idraulico unità interna (continua)
0024
0026
0025
0017
0016
0045
0015
0027
0046
0044
0046
0027
0051
0052
0050
0049
0021
0002
0031
0032
0023
0028
0010
0001
0007
0015
0047
0054
0001
0001
0015
0015
0041
0020
0021
0038
0037
0036
0038
0015
0021
0015
0017
0015
0038
0037
0016
0043
0031
0020
0021 0022
0040
0015
0020
0021
0009
0034
0034
0035
0034
0038
0016
0048
0017
0021
0031
0033
0034
0035
0034
0021
0034
0034
0019
0018
0006
0014
0015
0014
0003
0014
0014
5459 229 IT
0042
0015
0020
0021
0020
0021
0021
0014
0051
0051
0018
0021
0020
0038
0013
0030
0038
0053
0038
0015
0015
0031
0012
0029
0015
0004
0011
0021
0030 0053
0015
0008
0015
0021
0015
0054
0047
0005
0015
0015
0027
0046
0049
0050
0051
0052
130
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Bollitore ad accumulo
Componente
Bollitore ad accumulo
Fermacavi
Anodo di magnesio
Guarnizione
Flangia con guarnizione
Coperchio
Guarnizione 23 x 30 x 2 mm (5 pezzi)
Guaina
Isolamento flangia
Sensore temperatura bollitore NTC 10 kΩ
Articolo
7831780
7819661
7831784
7819647
7817820
7831782
7828003
7831781
7823572
7834379
5459 229 IT
Assistenza
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
131
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Bollitore ad accumulo (continua)
0009
0007
0005
0004
0008
0004
0007
0006
0003
0002
0001
5459 229 IT
0010
132
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Cella termica
Componente
Bruciatore cilindrico MatriX
Graffa di sicurezza scarico condensa
Tubo flessibile sagomato ritorno riscaldamento
Collettore acqua di condensa
Guarnizione gas di scarico
Sifone
Flessibile acqua di condensa
Clip tubo Ø 18/1,5
Sensore temperatura fumi
Raccordo caldaia
Scambiatore di calore
Tubo gas
Flessibile acqua di condensa
O-Ring 35,4 x 3,59 mm (5 pezzi)
Guarnizione A 17 x 24 x 2 mm (5 pezzi)
Tubetto flessibile 19 x 600 mm ondulato
Fascetta elastica DN 25 (5 pezzi)
Tubetto flessibile 19 x 270 mm ondulato
Tubetto flessibile 19 x 500 mm ondulato
Tappi di chiusura per raccordo caldaia
Guarnizione DN 60
Guarnizione ad anello (5 pezzi)
Raccordo a gomito per ritorno riscaldamento
Blocco termoisolante
O-Ring 63 x 2,62 mm (5 pezzi)
Articolo
7121697
7831677
7827992
7826932
7828645
7831624
7832699
7831674
7822767
7826466
7826460
7839466
7827917
7828007
7826217
7827981
7827429
7831625
7832347
7822742
7826471
7831423
7828639
7830016
7826214
5459 229 IT
Assistenza
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
0011
0012
0013
0014
0015
0016
0017
0018
0019
0020
0021
0022
0023
0024
0025
133
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Cella termica (continua)
0009
0021
0020
0010
0020
0021
0005
0020
0011
0005
0024
0025
0025
0015
0017
0025
0023
0017
0025
0003
0017
0025
0001
0017
0024
0007
0015
0022
0012
0016
0022
0019
0015
0008
0006
0002
0014
0017
0017
0017
0008
0004
0014
0017
0018
0013
5459 229 IT
0002
134
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Cella termica (continua)
Bruciatore cilindrico MatriX
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
Articolo
7836177
7836998
7826512
7826514
7826515
7836449
7829796
7835765
7836324
7836999
7835633
7827024
7827025
7819839
7836205
7833974
7832700
7839449
7839450
5459 229 IT
Assistenza
0008
0009
0010
0011
0012
0013
0014
0015
0016
0017
0018
0019
Componente
Guarnizione del bruciatore (pezzo soggetto ad usura)
Anello termoisolante
Corpo fiamma cilindrico
Guarnizione corpo fiamma
Elettrodo di accensione (pezzo soggetto ad usura)
Elettrodo di ionizzazione (pezzo soggetto ad usura)
Guarnizione flangia portina bruciatore (pezzo soggetto ad usura)
Ventilatore radiale
Regolatore combinato gas
Portina bruciatore
Dispositivo di accensione
Guarnizione elettrodo di ionizzazione (5 pezzi)
Guarnizione elettrodo di accensione (5 pezzi)
Spina piatta (10 pezzi)
Diaframma miscela
Ugello del gas 02 giallo
Prolunga tubo Venturi
Supporto in lamiera anello termoisolante (2 pezzi)
Guarnizione DN 65
135
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Cella termica (continua)
0015 0004
0018
0004
0002
0003
0018
0001
0004
0007
0012
0013
0010
0013
0005
0006
0012
0001
0018
0013
0012
0011
0014
0007
0008
0017 0019
0019
0007
0009 0016
Pos.
0001
0002
0003
136
Componente
Unità di servizio
Scheda del regolatore/sensore con copertura (CU401)
Supporto di base scheda del regolatore/sensore
Articolo
7841609
7840551
7832861
5459 229 IT
Equipaggiamento elettrico unità interna
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Equipaggiamento elettrico unità interna (continua)
Articolo
7832857
7832862
7834339
7841619
7840545
7832860
7841609
7831771
7831618
7833142
7840546
7832895
7840819
7834340
7832905
7822610
7837053
7832898
7832896
7832897
7832891
7828177
7840547
7840548
7840549
7840550
7841622
5459 229 IT
0012
0013
0014
0017
0019
0021
0022
0031
0035
0036
0037
0038
0039
0040
0041
0042
0046
0049
0050
0068
0076
Componente
Scheda base stampata con copertura (MB761)
Supporto di base scheda base stampata
Scheda di espansione con copertura (SA135)
Spina di codifica apparecchio
Scheda Optolink
Scheda con adattatore di collegamento interruttore di rete
(SA137-A10)
Unità di servizio
Supporto della regolazione
Elementi di bloccaggio a sinistra e a destra
Parete posteriore unità di servizio
Canalina portacavi (kit)
Rivetto ad espansione
Pettine cavi 230 V~
Scheda AVI (IU122-A10)
Morsetto di sicurezza
Fusibile T 6,3 A (5 pezzi)
Sensore temperatura esterna NTC 10 kΩ
Spina (kit, CU401)
Spina (kit, MB761)
Spina (kit, SA135)
Cavo a pettine AWG 28, 24 x 0,09 piegato
Cavo di collegamento a 4 poli, lunghezza 85 mm
Cavo di allacciamento pompa secondaria
Pettine cavi bassa tensione scheda AVI
Pettine cavi X5 bassa tensione
Prolunga sensore temperatura bollitore
Modulo di comunicazione LON (IU100-B10)
137
Assistenza
Pos.
0004
0005
0006
0007
0010
0011
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Equipaggiamento elettrico unità interna (continua)
0021
0031
0076
0019
0042
0041
0002
0038
0003
0004
0007
0039
0001
0005
0006
0014
0040
0013
0012
0014
0017
0010
0035
0011
0036
0046
0022
0068
0049
0037
5459 229 IT
0050
138
Liste dei singoli componenti per l'unità interna
Regolazione del modulo a condensazione
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
Componente
Involucro della regolazione con coperchio
Scheda del regolatore modulo a condensazione con copertura
Spina di codifica modulo a condensazione
Supporto fusibile
Fusibile T 6,3 A, 250 V (10 pezzi)
Modulo di comunicazione LON con scheda adattatore
Articolo
7841607
7841608
7841620
7823502
7404365
7841623
0002
0005
0004
Assistenza
0003
0006
5459 229 IT
0001
139
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A26
Unità esterna
0025
0026
0027
0028
0029
0030
0031
0032
0033
0034
0035
0036
0037
0038
140
Componente
Griglia di fuoriuscita dell'aria
Parete laterale sinistra
Dado M8
Ventilatore assiale
Valvola deviatrice a 4 vie
Valvola deviatrice a 4 vie
Motore a corrente continua
Maniglia di trasporto
Lamiera anteriore destra
Lamiera di fondo
Compressore
Separatore dell'olio
Separatore di liquidi
Supporto separatore di liquidi
Lamiera valvola
Valvola d'intercettazione tubazione gas caldo
Valvola d'intercettazione tubazione liquidi
Lamiera laterale destra
Copertura valvola
Essiccatore filtro
Copertura allacciamento rete
Scheda filtro di rete
Lamiera di attacco
Valvola di espansione elettronica
(fino al nr. di fabbrica 7424690 3211645361)
Bobina EEV
(fino al nr. di fabbrica 7424690 3211645361)
Scambiatore di calore (evaporatore)
Griglia di protezione
Supporto sensore temperatura
Trasformatore
Parete divisoria
Regolazione ODU
Supporto motore
Lamiera superiore
Maniglia di trasporto
Copertura
Sensore temperatura NTC 10 kΩ (OAT/OMT)
Sensore temperatura NTC 10 kΩ (CTT)
Sensore temperatura NTC 10 kΩ (OCT)
Articolo
7829589
7829592
7834628
7826822
7834631
7834631
7833194
7829689
7829668
7834633
7840494
7834635
7834636
7834637
7834638
7834639
7834640
7834641
7829657
7826853
7834642
7834644
7834645
7826838
7826863
7834646
7829686
7834647
7834648
7834649
7839360
7834651
7829674
7829682
7834652
7833198
7833195
7833196
5459 229 IT
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
0011
0012
0013
0014
0015
0016
0017
0018
0019
0020
0021
0022
0023
0024
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A26
Unità esterna (continua)
Pos.
0042
0043
Componente
Valvola di espansione elettronica
(dal nr. di fabbrica 7424690 3211645362)
Bobina EEV
(dal nr. di fabbrica 7424690 3211645362)
7834619
Articolo
7834613
7834630
7830274
5459 229 IT
Assistenza
Componenti non raffigurati
Pos. Componente
0039 Fermacavi
0040 Bobina valvola deviatrice a 4 vie
0041 Raccordo a gomito per tubazione dell'acqua di condensa
Articolo
7834618
141
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A26
Unità esterna (continua)
0033
0032
0031
0036
0027
0036
0028
0030
0026
0035
0029
0004
0034
0007
0038
0003
0012
0005
0006
0020
0025
0043
0024
0042
0037
0013
0014
0011
0022
0021
0023
0017
0015
0001
0016
0002 0008 0009
0018
0019
5459 229 IT
0010
142
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A29
Panoramica dei moduli
A
C
Assistenza
B
D
5459 229 IT
A Targhetta tecnica
B Modulo rivestimento esterno unità
esterna
C Modulo equipaggiamento elettrico
unità esterna
D Modulo sistema idraulico unità
esterna
143
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A29
Rivestimento esterno unità esterna
Componente
Lamiera superiore
Lamiera laterale destra
Copertura allacciamento rete
Lamiera anteriore sinistra
Lamiera anteriore destra
Griglia di fuoriuscita dell'aria
Lamiera di fondo
Scambiatore di calore (evaporatore) in basso
Scambiatore di calore (evaporatore) in alto
Ventilatore assiale
Motore a corrente continua
Griglia di protezione sinistra
Maniglia di trasporto sinistra
Supporto motore
Anello ingresso aria
Maniglia di trasporto destra
Inverter
Sensore temperatura NTC 10 kΩ (OAT)
Sensore temperatura NTC 10 kΩ (OMT)
Sensore temperatura NTC 10 kΩ (OCT)
Dado M8
Articolo
7839675
7834544
7834545
7834546
7834547
7834548
7834549
7834550
7834551
7826825
7840689
7834553
7834554
7834555
7834565
7834566
7840691
7836898
7826835
7836899
7834628
5459 229 IT
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
0011
0012
0013
0014
0015
0016
0017
0018
0019
0020
0021
144
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A29
Rivestimento esterno unità esterna (continua)
0012
0001
0013
0019
0018
0014
0009
0021
0010
0015
0011
0004
0008
0006
0020
0021
0010
0003
0017
0016
0006
0007
0005
5459 229 IT
0016
0002
145
Assistenza
0015
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A29
Equipaggiamento elettrico unità esterna
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
0011
0012
0013
Componente
Scheda stampata principale
Scheda stampata driver
Scheda condensatore
Scheda filtro di rete
Bobine
Morsetto di allacciamento
Bobina EEV
Bobina valvola deviatrice a 4 vie
Morsettiera a 6 poli
Morsettiera a 2 poli
Supporto scheda
Fermacavi
Fermacavi
Articolo
7834562
7834563
7834583
7834584
7834585
7834586
7834587
7834588
7834589
7834590
5459 229 IT
Componenti non raffigurati
Pos. Componente
0016 Pettine cavi compressore
0017 Pettine cavi compressore completo
0020 Cavo di comunicazione driver
0021 Cavo di comunicazione IDU
0022 Cavo di alimentazione scheda del regolatore ODU
0023 Cavo di comunicazione regolatore avviamento
0024 Cavo di alimentazione “driver — filtro„
0025 Cavo di alimentazione “linea — filtro„
0026 Cavo di alimentazione ingresso regolatore
0027 Cavo scheda condensatore
Articolo
7840690
7835982
7836021
7836022
7834605
7834597
7834580
7834568
7834577
7834578
7834591
7834592
7834596
146
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A29
Equipaggiamento elettrico unità esterna (continua)
0005
0002
0006
0003
0004
0011
0012
0008
0010
0013
0013
5459 229 IT
0007
0009
147
Assistenza
0001
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A29
Sistema idraulico unità esterna
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
0011
0012
Componente
Compressore
Raccordi EEV completi
Raccordi valvola deviatrice a 4 vie completi
Separatore di liquidi
Pressostato di alta pressione
Valvola d'intercettazione tubazione gas caldo
Separatore dell'olio
Valvola di espansione elettronica
Isolamento termico compressore
Sensore temperatura NTC 50 kΩ (CTT)
Valvola d'intercettazione tubazione liquidi
Copertura allacciamento rete compressore
Articolo
7834556
7834557
7834559
7834564
7834570
7834571
7834572
7834573
7834574
7834582
7834594
7834595
5459 229 IT
Componenti non raffigurati
Pos. Componente
Articolo
0013 Raccordo a gomito per tubazione dell'acqua di condensa (se pre- 7830274
sente)
148
Liste dei singoli componenti unità esterna 230 V~, tipo HAWB-M 222.A29
Sistema idraulico unità esterna (continua)
0002
0005
0004
0008
0010
0007 0006
0003
0009
0011
Assistenza
0001
5459 229 IT
0012
149
Liste dei singoli componenti unità esterna 400 V~, tipo HAWB 222.A29
Panoramica dei moduli
A
B
C
A Targhetta tecnica
B Modulo rivestimento esterno unità
esterna
150
5459 229 IT
D
Liste dei singoli componenti unità esterna 400 V~, tipo HAWB 222.A29
Panoramica dei moduli (continua)
C Modulo equipaggiamento elettrico
unità esterna
D Modulo sistema idraulico unità
esterna
Componente
Lamiera superiore
Lamiera laterale destra
Lamiera di copertura superiore
Copertura inferiore
Lamiera anteriore sinistra
Lamiera anteriore destra
Griglia di fuoriuscita dell'aria
Scambiatore di calore (evaporatore) in basso
Scambiatore di calore (evaporatore) in alto
Ventilatore assiale
Motore a corrente continua
Griglia di protezione sinistra
Maniglia di trasporto sinistra
Supporto motore
Anello ingresso aria
Maniglia di trasporto destra
Inverter
Sensore temperatura NTC 10 kΩ (OMT)
Sensore temperatura NTC 10 kΩ (OAT)
Sensore temperatura NTC 10 kΩ (OCT)
Griglia di protezione
Articolo
7839675
7839676
7839677
7839683
7834546
7839678
7834548
7834550
7834551
7826825
7840689
7834553
7834554
7834555
7839682
7834566
7840692
7826835
7836898
7836899
7840520
5459 229 IT
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
0011
0012
0013
0014
0015
0016
0017
0018
0019
0020
0021
151
Assistenza
Rivestimento esterno unità esterna
Liste dei singoli componenti unità esterna 400 V~, tipo HAWB 222.A29
Rivestimento esterno unità esterna (continua)
0001
0021
0012
0014
0017
0009
0013
0010
0019
0018
0011
0015
0005
0008
0007
0011
0020
0002
0003
0010
0015
0004
0007
0006
5459 229 IT
0016
152
Liste dei singoli componenti unità esterna 400 V~, tipo HAWB 222.A29
Equipaggiamento elettrico unità esterna
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
0011
0012
0017
Componente
Scheda stampata principale
Scheda stampata driver
Scheda condensatore
Scheda filtro di rete
Bobina di reattanza
Bobina EEV
Bobina valvola deviatrice a 4 vie
Morsettiera a 8 poli
Morsettiera a 2 poli
Supporto scheda
Fermacavi
Fermacavi
Cavo di alimentazione scheda del regolatore ODU
Articolo
7834562
7834563
7839694
7834584
7839695
7834589
7839700
7839701
7839702
7839703
5459 229 IT
Assistenza
Componenti non raffigurati
Pos. Componente
0013 Pettine cavi compressore
0014 Pettine cavi compressore completo
0015 Cavo di comunicazione driver
0016 Cavo di comunicazione IDU
0018 Cavo di allacciamento pressostato di alta pressione
0019 Cavo di alimentazione ingresso regolatore
0020 Cavo bobina di reattanza, rosso
0021 Cavo bobina di reattanza, bianco
0022 Cavo bobina di reattanza, nero
0023 Cavi bobina di reattanza (kit)
Articolo
7840690
7839690
7839693
7839697
7839691
7834580
7834568
7839692
7834578
7834591
7834592
7834596
7834585
153
Liste dei singoli componenti unità esterna 400 V~, tipo HAWB 222.A29
Equipaggiamento elettrico unità esterna (continua)
0005
0002
0004
0003
0010
0001
0011
0017
0008
0006
0007
0012
5459 229 IT
0009
154
Liste dei singoli componenti unità esterna 400 V~, tipo HAWB 222.A29
Sistema idraulico unità esterna
Componente
Compressore
Raccordi valvola deviatrice a 4 vie completi
Separatore di liquidi
Pressostato di alta pressione
Valvola d'intercettazione tubazione gas caldo
Separatore dell'olio
Valvola di espansione elettronica
Isolamento termico compressore
Sensore temperatura NTC 50 kΩ (CTT)
Valvola d'intercettazione tubazione liquidi
Copertura allacciamento rete compressore
Articolo
7839679
7839680
7834564
7834570
7839686
7834572
7839688
7839689
7834582
7839698
7839699
5459 229 IT
Assistenza
Pos.
0001
0002
0003
0004
0005
0006
0007
0008
0009
0010
0011
155
Liste dei singoli componenti unità esterna 400 V~, tipo HAWB 222.A29
Sistema idraulico unità esterna (continua)
0007
0004
0003
0002
0008
0006
0011
0001
0010
0009
0005
5459 229 IT
0008
156
Protocolli
Protocollo dei parametri idraulici
5459 229 IT
Prima mes- Manutenziosa in funzio- ne/assistenne
za
Controllo delle pompe esterne dei circuiti di riscaldamento
Tipo di pompa di circolazione
Velocità della pompa di circolazione
Impostazione valvola limitatrice
di flusso
Messa in funzione circuito primario
Temperatura ingresso dell'aria °C
(“Diagnosi„ Ó “Sinottico impianto„)
Temperatura uscita dell'aria
°C
(“Diagnosi„ Ó “Sinottico impianto„)
Differenza di temperatura (ingresso/fuoriuscita dell'aria) ΔT:
■ con temperatura di mandata K
4-8
circuito secondario = 35 °C e
con temperatura ingresso dell'aria ≤ 15 °C
■ con temperatura di mandata K
4 - 13
circuito secondario = 35 °C e
con temperatura ingresso dell'aria > 15 ° C
Controllo del miscelatore, del modulo pompa di calore e del riscaldamento del
bollitore
Misurazioni eseguite alle seguenti condizioni:
Temperatura ambiente
°C
Temperatura esterna
°C
Temperatura “Temp. bollitore
Sì (±1 K)
sup.„ costante?
Temperatura di mandata circui- °C
in aumento da
a
da
a
to secondario
Differenza di temperatura ΔT
K
6-8
“Temp. mand. secondar.„ /
“Temp. ritorno secon.„
157
Assistenza
Modulo pompa di calore/apparecchio
Valori di misurazione e regoValore nolazione
minale
Protocolli
Protocollo dei parametri idraulici (continua)
Modulo a condensazione
Valori di misurazione e regolazione
Data
Firma
Pressione statica
Pressione di allacciamento
(pressione dinamica)
= Con gas metano E
= Con gas metano LL
= Con gas liquido
Valore nominale
mbar
kPa
≤ 57,5
≤ 5,75
mbar
kPa
mbar
kPa
mbar
kPa
17,4-25
1,74-2,5
17,4-25
1,74-2,5
42,5-57,5
4,25-5,75
Prima mes- Manutenziosa in funzio- ne/assistenne
za
Contrassegnare il tipo di gas
Contenuto di anidride carbonica CO2
Con gas metano
■ Alla potenzialità minima
■ Alla potenzialità massima
Con gas liquido
■ Alla potenzialità minima
■ Alla potenzialità massima
% vol. 7,5-9,5
% vol. 7,5-9,5
% vol. 8,8-11,1
% vol. 8,8-11,1
Contenuto di ossigeno O2
■ Alla potenzialità minima
■ Alla potenzialità massima
% vol. 4,0-7,6
% vol. 4,0-7,6
Contenuto di monossido di
carbonio CO
■ Alla potenzialità minima
■ Alla potenzialità massima
ppm
ppm
5459 229 IT
< 1000
< 1000
158
Protocolli
Protocollo dei parametri di regolazione
Per la descrizione dei parametri vedi le
istruzioni di servizio per la regolazione
della pompa di calore.
“Schema dell'impianto„ (vedi
capitolo “Schema dell'impianto„)
“Differenza temperatura per
calcolo del limite riscald.„
“Completam. esterno„
“Componente impianto con
commutazione dall'esterno„
“Stato di esercizio con commutazione dall'esterno„
“Durata della commutazione
dall'esterno„
“Effetto richiesta esterna su
pompa calore/circuiti risc.„
“Effetto blocco esterno su
pompa calore/circuiti risc.„
“Vitocom 100„
“Effetto blocco esterno su
pompe/compressore„
“Sensore comune temperatura mandata impianto„
Compressore
Parametri
7000
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
2
7003
40 (≙ 4 K)
7010
7011
0
0
7012
2
7013
8h
7014
4
7015
4
7017
701A
0
0
701B
0
Codice
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
1
Potenzialità
utile secondo
la targhetta
tecnica
5000
5030
Manutenzione/assistenza
Manutenzione/assistenza
5459 229 IT
“Consenso compressore„
“Potenza stadio compressore„
Codice
159
Assistenza
Definizione impianto
Parametri
Protocolli
Protocollo dei parametri di regolazione (continua)
Modulo a condensazione
Parametri
“Consenso generatore esterno di calore„
“Temperatura bivalente generatore est. di calore„
“Consenso gener. est. calore
per produzione acqua calda„
“Limite spegnimento pompa
di calore funzion. bivalente„
“Potenzialità max. bruciatore„
“Reset modulo a condensaz.„
“Password apparecchiatura
comando bruciatore„
“Tipo di gas„
“Lunghezza tubo fumi„
“Funzionamento comfort„
“Strategia di regolaz. appar.„
“Fattore di energia primaria
elettricità„
“Fattore di energia primaria
combustibili fossili„
“Costo elettricità tariffa normale„
“Costo elettricità tariffa alta„
Codice
7B00
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
1
7B02
100 (≙ 10 °C)
7B0D
1
7B0F
–150
(≙ –15 °C)
19 (≙ 19 kW)
0
0
7B81
7B82
7B84
7B85
7B88
7BE0
7BE1
7BE4
0
Non modificare!
0
2
260 (≙ 2,6)
7BE5
110 (≙ 1,1)
7BE8
2200
(≙ 22 ct/kWh)
1900
(≙ 19 ct/kWh)
1700
(≙ 17 ct/kWh)
900
(≙ 9 ct/kWh)
7BE9
5459 229 IT
“Costo elettricità tariffa bas7BEA
sa„
“Costo combustibili fossili ta- 7BEB
riffa normale„
Manutenzione/assistenza
160
Protocolli
Protocollo dei parametri di regolazione (continua)
“Valore nominale temperatura
acqua calda„
“Temper. min. acqua calda„
“Temper. max. acqua calda„
“Isteresi temperatura ACS
pompa di calore„
“Isteresi temperatura ACS
scamb. istant. acqua calda„
“Accensione ottimizzata per
produzione acqua calda„
“Spegnimento ottimizzato per
produzione acqua calda„
“Valore nom. 2 temperatura
acqua calda„
“Consenso riscald. supplem.
per produzione acqua calda„
“Priorità produzione acqua
calda con bollitore combinato„
“Tentativi inserim. per ACS
dopo disins. alta pressione„
“Temp. erogaz. AC„
Circ. idraulico int.
Parametri
Codice
6000
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
500 (≙ 50 °C)
6005
6006
6007
100 (≙ 10 °C)
600 (≙ 60 °C)
50 (≙ 5 K)
6008
100 (≙ 10 K)
6009
0
600A
0
600C
600 (≙ 60 °C)
6014
0
6016
0
6017
1
6036
400 (≙ 40 °C)
Codice
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
0
Manutenzione/assistenza
0
500 (≙ 50 °C)
5459 229 IT
“Pompa di calore per asciuga- 7300
tura massetto„
“Programma orario per asciu- 7303
gatura sottofondo„
“Temperatura di mandata con 730C
richiesta esterna„
Manutenzione/assistenza
161
Assistenza
Acqua calda
Parametri
Protocolli
Protocollo dei parametri di regolazione (continua)
Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento
Parametri
Codi- Stato di forni- Prima
ce
tura
messa in
funzione
“Consenso bollitore/equilibr. 7200 0
idraulico„
“Temper. stato di esercizio va- 7202 500 (≙ 50 °C)
lore fisso serb. d'accum.„
“Isteresi temperatura riscald. 7203 50 (≙ 5 K)
serb. d'accum.„
“Temperatura max. serbatoio 7204 600 (≙ 60 °C)
d'accumulo„
“Limite temp. stato d'eserc.
7208 500 (≙ 50 °C)
valore fisso per serb. accum.„
Circuito di riscaldamento 1
Parametri
2000
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
200 (≙ 20 °C)
2001
160 (≙ 16 °C)
2003
2006
2007
200A
0
0 (≙ 0 K)
6 (≙ 0,6)
10
200B
0
200E
400 (≙ 40 °C)
2022
200 (≙ 20 °C)
Manutenzione/assistenza
5459 229 IT
“Temperatura ambiente normale„
“Temperatura ambiente ridotta„
“Telecomando„
“Scost. curva. risc.„
“Incl. curva. risc.„
“Incidenza correzione da temperatura ambiente„
“Correzione da temperatura
ambiente„
“Temp. max. di mandata circuito di riscaldamento„
“Temperatura ambiente nella
funzione party„
Codice
Manutenzione/assistenza
162
Protocolli
Protocollo dei parametri di regolazione (continua)
“Temperatura ambiente normale„
“Temperatura ambiente ridotta„
“Telecomando„
“Scost. curva. risc.„
“Incl. curva. risc.„
“Incidenza correzione da temperatura ambiente„
“Correzione da temperatura
ambiente„
“Temp. max. di mandata circuito di riscaldamento„
“Temperatura ambiente nella
funzione party„
5459 229 IT
Ventilazione
Parametri
“Consenso Vitovent„
“Consenso registro preriscaldamento elettrico„
“Consenso registro preriscaldamento idraulico„
“Consenso sensore umidità„
“Consenso sensore CO2„
“Valore nominale temperatura
aria di ripresa„
“Portata volumetrica aria di
mandata„
“Limite sup. portata volum.
nom. aria di mandata„
“Portata volumetrica ventilazione intensiva„
“Temperatura min. aria di
mandata per bypass„
Codice
3000
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
200 (≙ 20 °C)
3001
160 (≙ 16 °C)
3003
3006
3007
300A
0
0 (≙ 0 K)
6 (≙ 0,6)
10
300B
0
300E
400 (≙ 40 °C)
3022
200 (≙ 20 °C)
Codice
7D00
7D01
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
0
0
7D02
0
7D05
7D06
7D08
0
0
200 (≙ 20 °C)
7D0A
120 m3/h
7D0B
170 m3/h
7D0C
215 m3/h
7D0F
160 (≙ 16 °C)
Manutenzione/assistenza
Manutenzione/assistenza
Assistenza
Circuito di riscaldamento 2
Parametri
163
Protocolli
Protocollo dei parametri di regolazione (continua)
Parametri
Codice
“Valore CO2 per aumento portata volumetrica„
“Valore umidità per aumento
portata volumetrica„
“Tempo di intervallo ventilazione antigelo„
“Durata ventilazione intensiva„
“Fonte valore reale temperatura ambiente„
“Circuito risc. per blocco valvola bypass„
“Adattam. tensione comando„
“Ventilatore per adattam. tensione comando„
7D18
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
800 ppm
7D19
65 %
7D1A
15 min
7D1B
120 min
7D1D
1
7D21
7
7D27
0 (≙ 0 V)
7D28
0
Codice
7E00
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
0
7E02
7E10
10 (≙ 10 %)
0
7E11
0
7E12
0
7E13
0
7E17
0
Sistemi fotovoltaici
Parametri
Manutenzione/assistenza
5459 229 IT
“Consenso consumo energia
FV„
“Quota energia esterna„
“Consenso consumo energia
per temp. nominale ACS 2„
“Consenso consumo energia
per produzione di acqua calda„
“Consenso consumo energia
per serb. accum. acqua risc.„
“Consenso consumo energia
per riscaldamento„
“Consenso dati atmosferici„
Manutenzione/assistenza
164
Protocolli
Protocollo dei parametri di regolazione (continua)
Parametri
Codice
“Aumento valore nom. temp.
bollitore FV„
“Aumento valore nom. temp.
serb. accum. acqua risc. FV„
“Aumento valore nom. temp.
amb. FV„
7E21
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
0 (≙ 0 K)
7E22
0 (≙ 0 K)
7E23
0 (≙ 0 K)
Codice
7710
Stato di forni- Prima
Manutentura
messa in zione/assifunzione stenza
1
Non modificare!
7777
7779
7798
779C
5
1
1
5 min
77FC
77FD
77FE
77FF
0
0
0
0
Codice
7C00
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
1
7C01
7C02
7C03
7C04
7C05
7C06
3
5
7
10
5
7
“Consenso modulo di comunicazione LON„
“Numero utenze LON„
“Manager guasti LON„
“Numero impianto LON„
“Intervallo per trasmissione
dati tramite LON„
“Fonte temperatura esterna„
“Temp. esterna tramite LON„
“Fonte ora esatta„
“Ora esatta tramite LON„
Ora esatta
Parametri
Manutenzione/assistenza
5459 229 IT
“Commutazione automatica
ora legale/ora solare„
“Inizio ora legale - mese„
“Inizio ora legale - settimana„
“Inizio ora legale - giorno„
“Inizio ora solare - mese„
“Inizio ora solare - settimana„
“Inizio ora solare - giorno„
Non modificare!
165
Assistenza
Comunicazione
Parametri
Manutenzione/assistenza
Protocolli
Protocollo dei parametri di regolazione (continua)
Comando
Parametri
8800
Stato di forni- Prima
tura
messa in
funzione
0
Manutenzione/assistenza
5459 229 IT
“Bloccare comando„
Codice
166
Dati tecnici
Dati tecnici
Modulo pompa di calore/apparecchio
222.A26
222.A29
222.A29
5,6
65
650
7,7
55
650
7,57
40
600
1,73
3,24
2,20
3,50
2,00
3,79
4,4 - 9,9 2,73 - 10,92
8,39
65
650
10,9
55
650
10,16
40
600
3600
1,96
4,28
4210
2,36
4,62
3456
2,00
5,08
–15
35
–15
35
–20
35
2,8
1020
3,8
1020
3,8
1020
440
440
440
70
70
70
167
Assistenza
1,3 - 7,7
5459 229 IT
Tipo HAWB-M, 230 V~
Tipo HAWB, 400 V~
Dati di resa riscaldamento secondo
EN 14511
(A2/W35 °C)
Potenzialità utile
kW
Frequenza compressore
Hz
Numero di giri ventilatore
giri/
min
Potenza elettrica assorbita
kW
Coefficiente di rendimento ∊
(COP) con riscaldamento
Regolazione della potenza
kW
Dati di resa riscaldamento secondo
EN 14511
(A7/W35 °C, salto termico 5 K)
Potenzialità utile
kW
Frequenza compressore
Hz
Numero di giri ventilatore
giri/
min
Portata volumetrica dell'aria
m3/h
Potenza elettrica assorbita
kW
Coefficiente di rendimento ∊
(COP) con riscaldamento
Temperatura ingresso dell'aria
Riscaldamento
■ min.
°C
■ max.
°C
Acqua di riscaldamento
Con salto termico pari a 10 K
Capacità
l
Portata volumetrica min. (da ril/h
spettare sempre)
Perdita max. di carico esterna
mbar
(RHF) con portata volumetrica
min.
Temperatura max. di mandata
°C
Dati tecnici
Dati tecnici (continua)
Tipo HAWB-M, 230 V~
Tipo HAWB, 400 V~
Valori elettrici unità esterna
■ Tensione nominale compressore
222.A29
222.A29
1/N/PE 230 V / 50 Hz
3/N/PE
400 V/
50 Hz
A
15,7
19,6
16
A
15
10
10
A
25
25
16
A
< 35
30
30
A
IP
B20A
24
B20A
24
B20A
24
1/N/PE 230 V/50 Hz
1 x B16A
T 6,3 A/250 V
W
kW
W
W
70
3,6
3 - 140
150
130
5,8
3 - 140
150
130
5,8
3 - 140
150
W
15
15
15
W
1000
1000
1000
5459 229 IT
■ Corrente nominale max. compressore
■ Corrente di avviamento compressore
■ Corrente di avviamento compressore con rotore bloccato
■ Corrente d'inserzione (caricamento dei condensatori DC)
■ Fusibile di protezione
■ Tipo di protezione
Valori elettrici unità interna
Regolazione della pompa di calore/gruppo elettronico
■ Tensione nominale regolazione/
gruppo elettronico
■ Fusibile di protezione allacciamento rete
■ Fusibile di protezione interno
Potenza elettrica assorbita
■ Ventilatore (max.)
■ Unità esterna (max.)
■ Pompa secondaria (PWM)
■ Regolazione/gruppo elettronico
unità esterna (max.)
■ Regolazione/gruppo elettronico
unità interna (max.)
■ Potenza max. regolazione/gruppo elettronico
222.A26
168
Dati tecnici
Dati tecnici (continua)
Pressione max. d'esercizio
■ Lato alta pressione
■ Lato bassa pressione
222.A29
222.A29
kg
R410A
2,15
R410A
2,95
R410A
2,95
250
—
—
60
60
60
g
g/m
Tipo
rotativo
scroll
rotativo doppio
bar
MPa
bar
MPa
43
4,3
43
4,3
43
4,3
43
4,3
43
4,3
43
4,3
l
°C
130
60
130
60
130
60
mm
mm
mm
1040
340
865
900
340
1255
975
340
1255
mm
mm
mm
595
600
1625
595
600
1625
595
600
1625
kg
kg
kg
66
148
424
110
148
427
113
148
427
bar
MPa
3
0,3
3
0,3
3
0,3
5459 229 IT
Bollitore integrato
Capacità
Temperatura max. acqua calda
sanitaria
Dimensioni d'ingombro unità
esterna
Lunghezza totale
Larghezza totale
Altezza totale
Dimensioni d'ingombro unità interna
Lunghezza totale
Larghezza totale
Altezza totale
Peso complessivo
Unità esterna
Unità interna
Unità interna con bollitore ad accumulo riempito
Pressione max. d'esercizio lato
secondario
222.A26
169
Assistenza
Tipo HAWB-M, 230 V~
Tipo HAWB, 400 V~
Circuito frigorifero
Refrigerante
Volume di riempimento allo stato di
fornitura
Quantità da rabboccare con tutte
le lunghezze di tubazioni
Quantità da rabboccare ulteriormente con lunghezze di tubazioni
comprese tra >12 m e ≤30 m
Compressore (ermetico)
Dati tecnici
Dati tecnici (continua)
Tipo HAWB-M, 230 V~
Tipo HAWB, 400 V~
Attacchi
Mandata riscaldamento
mm
Ritorno riscaldamento
mm
Acqua fredda
Rp
Acqua calda
Rp
Ricircolo
G
Tubazione dell'acqua di condensa mm
(unità esterna)
Tubazione liquidi
■ Tubo 7
mm
■ Unità interna
UNF
■ Unità esterna
UNF
Tubazione gas caldo
■ Tubo 7
mm
■ Unità interna
UNF
■ Unità esterna
UNF
Lunghezza max. tubazioni per gas m
liquido e per gas caldo
Potenza sonora dell'unità esterna alla
potenzialità utile
(misurazione in base a EN 12102/
EN ISO 9614-2)
Spettro di potenza sonora ponderato
■ A A7 °C (±3 K)/W35 °C (±5 K)
dB(A)
222.A26
222.A29
222.A29
Cu 28 x 1
Cu 28 x 1
¾
¾
1
16 x 1
Cu 28 x 1
Cu 28 x 1
¾
¾
1
16 x 1
Cu 28 x 1
Cu 28 x 1
¾
¾
1
16 x 1
10 x 1
⅝
⅝
10 x 1
⅝
⅝
10 x 1
⅝
⅝
16 x 1
⅞
⅞
30
16 x 1
⅞
⅞
30
16 x 1
⅞
⅞
30
62
62
61
Modulo a condensazione
V
Hz
A
230
50
6
I
IP X 1 secondo EN 60529
A
°C
°C
16
81
100
5459 229 IT
Valori elettrici
Tensione nominale
Frequenza nominale
Corrente nominale
Classe di protezione
Tipo di protezione
Interruttore a monte max. (rete)
Taratura del termostato di
blocco elettronico
Taratura limitatore di temperatura (non modificabile)
170
Dati tecnici
Dati tecnici (continua)
Campo di potenzialità utile
■ Per TM/TR 50/30 °C
■ Per TM/TR 80/60 °C
■ Per produzione d'acqua calda
sanitaria
Campo potenzialità al focolare
Valori di allacciamento riferiti
al carico massimo
■ Gas metano E
■ Gas metano LL
■ Gas liquido
Marchio CE
kW
kW
kW
3,2 (4,8) - 19
2,9 (4,3) - 17,2
2,9 (4,3) - 17,2
kW
3,1 (4,5) - 17,9
1,89
2,20
1,40
m3/h
m3/h
kg/h
CE-0085CO0306
5459 229 IT
Assistenza
Avvertenza
I valori di allacciamento servono solo per
la documentazione (ad es. nel contratto
gas) oppure per ulteriori controlli di carattere orientativo e volumetrico della taratura. Visto che la taratura è stata effettuata in fabbrica, le pressioni del gas non
devono essere modificate rispetto ai
valori indicati. Riferimento: 15 °C,
1013 mbar (101,3 kPa).
171
Appendice
Ordine per la prima messa in funzione dell'apparecchio
Inviare via fax il modulo di ordine per la prima messa in funzione allegato al presente
manuale debitamente compilato e corredato dello schema dell'impianto alla propria
filiale Viessmann di competenza.
Al momento della messa in funzione deve essere presente un vostro collaboratore
competente.
Dati dell'impianto:
Committente
Ubicazione dell'impianto
Contrassegnare con una crocetta di punti di verifica:
Schema idraulico allegato per esempio di impianto
=
Circuiti di riscaldamento completamente installati e riempiti
=
Installazione elettrica eseguita completamente
=
Tubazioni idrauliche completamente isolate termicamente
=
Installazioni per il circuito frigorifero eseguite completamente
=
Componenti per ventilazione completamente installati (opzionali)
=
Tutte le finestre e le porte esterne ermetiche
=
Componenti per fotovoltaico completamente installati (opzionali)
=
Data desiderata:
1. Data
Ora esatta
2. Data
Ora esatta
Le prestazioni richieste a Viessmann verranno fatturate in base all'attuale listino
prezzi Viessmann.
5459 229 IT
Luogo/Data
Firma
172
Dichiarazione di conformità
Dichiarazione di conformità
Noi Viessmann Werke GmbH & Co KG, D-35107 Allendorf, dichiariamo sotto la
nostra responsabilità che il prodotto Vitocaldens 222-F, tipo HAWB e HAWB-M
inclusa la regolazione della pompa di calore Vitotronic 200, tipo WO1C è conforme alle seguenti norme:
DIN 4753
DIN 8901
DIN 8975-1:1986-12
EN 349
EN 378
EN 483
EN 625
EN 677
EN 806
EN 12897
EN 50 090-2-2
EN 55 014-1
EN 55 014-2
EN 55 014
EN 55 022
EN 60335-1
EN 60335-2-21
EN 60335-2-40
EN 60335-2-102
EN 61 000-3-2
EN 61 000-3-3
EN 61 000-3-11
EN 61 000-3-12
EN 62233
EN 62233 Rel.1
EN ISO 12100-1
EN ISO 13857
BGR 500 capitolo 2.35
Conformemente alle disposizioni delle direttive seguenti questo prodotto viene contrassegnato con CE-0085:
2006/95/CE
2009/142/CE
2011/65/UE
Dati conformi alla direttiva sugli apparecchi a pressione (97/23/CE): categoria I,
modulo A
Questo prodotto soddisfa i requisiti della direttiva sul grado di rendimento
(92/42/CEE) per caldaie a condensazione.
5459 229 IT
Per la valutazione ai fini energetici degli impianti di riscaldamento e aria ambiente
secondo DIN V 4701-10 si possono utilizzare, per determinare i valori dell'impianto
della Vitocaldens 222-F, i parametri di prodotto rilevati (vedi indicazioni per la
progettazione).
173
Assistenza
92/42/CEE
97/23/CE
2004/108/CE
Dichiarazione di conformità
Dichiarazione di conformità (continua)
Allendorf, 10 dicembre 2013
Viessmann Werke GmbH & Co KG
5459 229 IT
ppa. Manfred Sommer
174
Indice analitico
5459 229 IT
Indice analitico
A
Accensione dell'apparecchio.............75
Acqua di riempimento........................67
Adattatori a flangia.............................22
Alimentazione....................................48
Alimentazione dalla rete
– con blocco azienda elettrica...........50
Allacciamenti elettrici, schema.........111
Allacciamenti sul posto........................8
Allacciamento
– cavo di collegamento bus...............44
– componenti elettrici.........................33
– elettrico...........................................33
– schema.............................................8
– tubazioni del refrigerante................18
Allacciamento della pompa del circuito di
riscaldamento.....................................40
Allacciamento della pompa ricircolo
acqua calda sanitaria.........................40
Allacciamento delle tubazioni del refrigerante.......................................18, 20, 22
Allacciamento elettrico
– pompa di circolazione.....................39
– sensori temperatura........................43
– unità esterna...................................46
Allacciamento rete
– avvertenze generali........................48
– compressore...................................46
– regolazione della pompa di
calore..................................43, 51, 52
– unità esterna...................................49
Allineamento......................................28
Allineamento apparecchio..................16
Altezza del locale...............................16
Anelli di tenuta...................................71
Angolo d'inclinazione.........................14
Angolo max d'inclinazione del compressore....................................................14
Anodo alimentato da energia
esterna.............................................101
Anodo di magnesio
– controllo........................................101
– smontaggio...................................101
Anodo protettivo
– controllo anodo...............................97
– controllo della corrente anodica......97
Apertura della pompa di calore..........60
Aperture delle tubazioni.....................21
– tubazioni del refrigerante................22
Arresto di gomma...............................16
Assistente per la messa in funzione............................................75, 76
Attacchi di segnalazione....................42
Attacchi di sicurezza..........................42
Attacco
– circuito secondario..........................23
– lato riscaldamento..........................23
Attacco acqua calda.....................9, 170
Attacco acqua fredda.................10, 170
Attacco ricircolo................................170
Attivazione della pompa di calore......75
Avvertenze sulla sicurezza refrigerante...................................................66
B
Basamento in calcestruzzo................16
Batteria manometro...........................63
Blocco azienda elettrica...............34, 49
– allacciamento di contatto esente da
potenziale.......................................43
– allacciamento rete con separazione
del carico........................................51
– allacciamento rete senza separazione
del carico........................................50
Bollitore integrato.............................169
Bruciatore
– montaggio.......................................96
– smontaggio.....................................91
C
Carichi del vento................................11
Carico del pavimento.........................16
Carico di compressione.....................16
Cavi a bassa tensione..................35, 36
175
Indice analitico
Indice analitico (continua)
176
Controllo dei sensori........................117
Controllo del corretto funzionamento del
ventilatore........................................106
Controllo del fusibile.........................122
Controllo dell'anodo.........................101
Controllo della qualità di combustione...............................................104
Controllo del ventilatore...................106
Controllo di tenuta
– circuito frigorifero............................66
Controllo punti di saldatura................67
Controllo raccordi filettati...................67
Copertura laterale unità esterna........56
Coppia di serraggio
– controdado valvola di servizio. .65, 66
– tubazioni del refrigerante..........21, 23
Corpo fiamma....................................92
Corto circuito d'aria............................12
Curva caratteristica
– sensore temperatura, tipo NTC 10
kΩ.........................................119, 120
– sensore temperatura, tipo NTC 50
kΩ.................................................121
– sensore temperatura, tipo Pt500A120
Curva caratteristica NTC..........120, 121
Curva di compensazione delle vibrazioni....................................................12
Curve caratteristiche dei sensori......117
D
Dati di resa riscaldamento...............167
Dati tecnici.......................................170
Dichiarazione di conformità..............173
Dimensioni d'ingombro........................9
– unità esterna.................................169
– unità interna..................................169
Direzione del vento............................11
Disaccoppiamento delle vibrazioni.....12
Disgiuntori..........................................33
Dislivello del pavimento.....................16
Dislivello unità interna-unità esterna. .18
Disposizioni di allacciamento.............48
5459 229 IT
Cavi di allacciamento.........................34
– bassa tensione...............................36
– componenti di esercizio 230 V~.....37
Cavi rete consigliati............................34
Cavo di collegamento bus......35, 37, 45
– allacciamento..................................47
Cavo di collegamento unità interna/
esterna.................34, 35, 37, 45, 46, 47
Cavo rete...........................................34
– regolazione della pompa di calore..49
Cavo scaldante..................................11
Chiusura della pompa di calore.........55
Circuiti corrente di carico...................48
Circuito di riscaldamento a pavimento41
Circuito frigorifero.............................169
– controllo di tenuta...........................66
– riempimento....................................64
– svuotamento...................................62
Circuito secondario
– allacciamento..................................23
– riempimento....................................26
– scarico..........................................117
– sfiato...............................................26
Collegamento bus..............................46
Collegamento unità interna/esterna...44
Compilazione dei protocolli................61
Componenti di esercizio 230 V~. .37, 39
Componenti interni...................113, 114
Compressore...........................115, 116
Contatore elettrico
– tariffa massima.........................51, 52
– tariffa ridotta..............................51, 52
Contatore energia..............................83
Contatore tariffa massima............51, 52
Contatore tariffa ridotta................51, 52
Controllo
– fusibili............................................122
– limitatore di temperatura...............121
– sensori..........................................117
Controllo collegamenti svasati...........67
Controllo degli allacciamenti elettrici dell'unità esterna.....................................74
Controllo dei fusibili apparecchio.....122
Indice analitico
Indice analitico (continua)
Distanze minime
– unità esterna...................................13
– unità interna....................................17
Distributore BUS-KM..........................44
E
Elettrodi di accensione.......................93
Elettrodo di ionizzazione....................93
Evaporatore.............................115, 116
F
Filtro impurità.....................................25
Fissaggio delle tubazioni....................21
Fissaggio delle tubazioni del refrigerante...................................................23
Flangiatura delle curve.......................23
Flangiatura delle estremità delle tubazioni....................................................21
Funzioni esterne................................81
Fusibile
– componenti di esercizio 230 V~.....39
– scheda AVI.....................................45
Fusibile F1.......................................122
Fusibile F101...................................122
Fusibile F3.......................................122
5459 229 IT
G
Garanzia............................................76
Gas liquido...................................29, 84
Guarnizione del bruciatore.................92
I
Impianto di riscaldamento a pavimento.................................................41
Impostazione dei parametri................78
Impostazione parametri
– telecomando...................................80
Impostazioni parametri
– kit di completamento miscelatore...80
– pompa circuito di riscaldamento.....80
– pompa ricircolo acqua calda sanitaria....................................................80
– Vitocom 100....................................81
Indumenti di protezione..........62, 65, 66
Ingresso dell'aria................................13
Installazione
– condizioni........................................11
– indipendente...................................11
– in nicchie.........................................13
– tra due muri....................................13
– unità esterna...................................15
– unità interna....................................16
Installazione dell'unità interna............16
Installazione indipendente.................11
Interfaccia unità interna/esterna.........44
Interruttore differenziale.....................51
Interruttore di rete..............................76
Interruttore generale....................33, 52
Interventi sul circuito frigorifero..........67
Isolamento acustico...........................16
Ispezione............................................60
Istruzioni...........................................108
K
Kit di completamento miscelatore 42, 80
Kit di mensole..............................11, 16
L
Lato secondario
– riempimento e sfiato.......................67
Lavori di riparazione...........................60
Letto di ghiaia
– per la dispersione dell'acqua di condensa..............................................16
Libretto di esercizio......................61, 66
Limitatore di temperatura.................121
Limitazione della temperatura massima...................................................41
Livello di codifica 1.............................76
Locale d'installazione.........................16
Lunghezza del cavo.....................34, 50
Lunghezza delle tubazioni
– tubazioni del refrigerante................65
Lunghezza max. tubazioni...............170
177
Indice analitico
Lunghezza tubazioni
– tubazioni del refrigerante................18
Lunghezze cavi..................................34
N
Normative in merito a interventi sul circuito frigorifero...................................67
M
Mandata bollitore/acqua riscaldamento.................................................23
mandata riscaldamento......................23
Mandata riscaldamento................9, 170
Manutenzione....................................60
Mensola per il montaggio a pavimento...........................................11, 15
Menù ampliato...................................78
Menù Service
– attivazione......................................78
– disattivazione..................................78
– richiamo..........................................78
Messa in funzione..............................60
Misurazione dell'intercapedine anulare.....................................................90
Modifica della taratura, tipo di gas.....84
Modulo rivestimento esterno............124
Modulo sistema idraulico.................126
Montaggio
– unità esterna...................................11
– unità interna....................................16
Montaggio a parete
– kit di mensole..................................16
– unità esterna...................................16
Montaggio a pavimento
– unità esterna...................................15
Montaggio copertura laterale unità
esterna...............................................56
Montaggio del bruciatore...................94
Montaggio dell'unità esterna
– kit di mensole per il montaggio a
parete.............................................11
– mensola per il montaggio a pavimento..............................................11
Montaggio dell'unità interna...............16
Morsetti volanti.............................39, 42
O
Ordine per la prima messa in funzione................................................172
178
P
Parametri
– componenti sul posto......................79
– funzioni esterne..............................81
– pompa di calore..............................79
– pompe.............................................80
Parametri di regolazione, protocolli..159
Parametri idraulici............................157
Peso...................................................12
– unità esterna.................................169
– unità interna..................................169
Peso complessivo......................16, 169
Piedini regolabili.................................16
Pompa circuito di riscaldamento........80
Pompa per vuoto..........................63, 64
Pompa ricircolo acqua calda sanitaria80
Pompe................................80, 113, 114
Portata volumetrica minima...............23
Posa di cavi........................................35
Posa di cavi elettrici...........................35
Posizione di assistenza....................109
Potenza elettrica assorbita...............168
Potenza sonora................................170
Potenza stadio compressore.............79
Potenzialità del compressore.............79
Potenzialità in funzione del tipo.........79
Prescrizioni di allacciamento azienda
erogatrice di energia elettrica.............50
Pressione allacciamento gas.............85
Pressione dell'impianto................71, 72
Pressione di allacciamento................84
Pressione statica..........................84, 85
Prima messa in funzione......60, 76, 172
Proprietà refrigerante.........................66
Protezione antifulmini.........................11
5459 229 IT
Indice analitico (continua)
Indice analitico
Indice analitico (continua)
Protezione dalle intemperie...............11
Protocolli..................................157, 159
Protocollo.........................................158
Protocollo per la messa in funzione...61
Prova di tenuta...................................90
– annuale...........................................66
– attacchi circuito secondario............71
Pulizia del bollitore...........................100
Pulizia della camera di combustione..94
Pulizia delle superfici di scambio termico...................................................94
Pulizia dello scambiatore di calore...107
5459 229 IT
R
Refrigerante.................................18, 65
– avvertenze sulla sicurezza.............66
– contatto con la pelle..................62, 65
– proprietà.........................................66
Regolatore combinato gas.................85
Regolazione della pompa di calore, cavo
rete.....................................................34
Requisiti del luogo di montaggio, unità
interna................................................16
Ribaltamento dell'unità di servizio....110
Ricevitore di telecomando centralizzato..............................................51, 52
Riempimento......................................67
– circuito frigorifero............................64
Riempimento dell'impianto...........71, 72
Rimozione della griglia di uscita dell'aria.....................................................106
Riparazione......................................109
Ritorno riscaldamento................23, 170
Rubinetto di riempimento.............63, 65
– unità esterna...................................66
Rubinetto di scarico.........................117
Rubinetto di sfiato circuito secondario.....................................................113
S
Sbrinamento.......................................12
Scarico caldaia lato sanitario.............99
Scarico circuito secondario..............117
Scarico condensa..................11, 16, 94
Scheda.........................................39, 44
Scheda AVI............................39, 44, 47
Scheda base stampata......................39
Scheda del regolatore/sensore....39, 43
Scheda di espansione........................39
Schema
– allacciamenti elettrici....................111
– componenti interni................113, 114
– pompe...................................113, 114
– rubinetti.................................113, 114
– sensori..................................113, 114
Segnale di blocco.........................50, 51
Segnale di blocco azienda elettrica. . .50
Selezione del gruppo parametri.........78
Sensore di temperatura
– gas liquido....................................118
Sensore di temperatura gas liquido. 113
Sensore pressione...........................114
Sensore temperatura.......................117
– allacciamento..................................43
– curva caratteristica, tipo NTC 10
kΩ.........................................119, 120
– curva caratteristica, tipo Pt500A...120
– curva caratteristica tipo NTC 50
kΩ.................................................121
– evaporatore..................................119
– evaporatore (OMT)...............115, 116
– ingresso dell'aria evaporatore......119
– ingresso dell'aria evaporatore
(OAT)....................................115, 116
– ingresso refrigerante evaporatore 119
– ingresso refrigerante evaporatore
(OCT)....................................115, 116
– testa del compressore..................119
– testa del compressore (CTT)115, 116
Sensore temperatura accumulo.......118
Sensore temperatura ambiente.......118
Sensore temperatura del ritorno circuito
secondario.......................................118
179
Indice analitico
Indice analitico (continua)
Sensore temperatura di mandata
– apparecchio..........................113, 118
– circuito secondario................113, 118
– impianto........................................118
Sensore temperatura esterna..........118
Sensori.....................................113, 114
Separatore di liquidi.................115, 116
Sequenza d'inserimento dell'apparecchio....................................................75
Sequenza d'inserimento della pompa di
calore.................................................75
Sequenza di sicurezza.....................121
Sezione del cavo..........................34, 50
Sfiato..................................................67
Sifone.................................................94
Sifone per l'olio............................18, 19
Sistema TNC................................51, 52
Sistemi fotovoltaici.............................83
Sostituzione dei controdadi................21
Sostituzione dell'anodo....................101
Sostituzione dell'anodo di magnesio101
Spray per ricerca perdite....................62
Svuotamento circuito frigorifero.........62
U
Unità esterna
– allacciamenti elettrici......................46
– allacciamento rete..........................49
– chiusura..........................................56
– componenti interni........................114
– controllo degli allacciamenti elettrici74
– dimensioni d'ingombro..................169
– installazione....................................15
– lunghezze cavi................................34
– montaggio.......................................11
– montaggio a parete.........................16
– peso..............................................169
– pulizia...........................................107
– rubinetto di riempimento...........63, 66
– tubazioni del refrigerante................20
– valori elettrici.................................168
– valvola di riempimento....................65
– valvola di servizio.....................63, 65
Unità interna
– componenti interni........................113
– dimensioni d'ingombro..............9, 169
– lunghezze cavi................................34
– peso..............................................169
– tubazioni del refrigerante................22
– valori elettrici.................................168
– valvola di servizio.........................114
Uscita dal menù Service....................78
Uscita dell'aria....................................13
Utilizzo dell'energia autoprodotta.......53
5459 229 IT
T
Tariffa ridotta......................................49
Telecomando.....................................80
Temperature ambiente.......................16
Termostato di blocco..........................41
Termostato di sicurezza a riarmo manuale....................................................121
Tipo di gas
– controllo..........................................74
– modifica della taratura....................84
Tubazione dell'acqua di condensa...170
Tubazione gas
caldo..................10, 18, 20, 22, 63, 170
– coppia di serraggio...................21, 23
Tubazione liquidi......18, 20, 22, 63, 170
– coppia di serraggio...................21, 23
Tubazioni del refrigerante
– montaggio del sifone per l'olio........18
– svitamento dei dadi.........................21
– Svitamento dei dadi........................22
Tubo flessibile di riempimento...........65
180
Indice analitico
Indice analitico (continua)
Valvola di servizio
– unità esterna.......................62, 63, 65
– unità interna..................................114
Valvola di sicurezza...........................25
Vasca per l'acqua di condensa..........11
Vaso di espansione......................24, 70
Ventilatore................................115, 116
Ventilazione.......................................82
Vitocom..............................................81
Volume del locale...............................17
Volume di riempimento refrigerante...65
Volume minimo del locale..................17
5459 229 IT
V
Vacuometro........................................63
Valori di allacciamento
– componenti di esercizio 230 V~.....39
– pompa del circuito di riscaldamento40
– pompa ricircolo acqua calda sanitaria....................................................40
– pompe di circolazione.....................39
Valori elettrici
– unità esterna.................................168
– unità interna..................................168
Valvola bypass...................................23
Valvola deviatrice.....................115, 116
Valvola di espansione elettronica..........................................115, 116
181
182
5459 229 IT
183
5459 229 IT
7497344
7513685
7514942
Viessmann S.r.l.
Via Brennero 56
37026 Balconi di Pescantina (VR)
Tel. 045 6768999
Fax 045 6700412
www.viessmann.com
184
Salvo modifiche tecniche!
Nr. di fabbrica:
7537383
5459 229 IT
Avvertenze sulla validità
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
16 094 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content