close

Enter

Log in using OpenID

capitolato - Immobiliare.it

embedDownload
RESIDENZA LA CA’BIANCA
Trezzano Rosa (Mi)
TREZZANO ROSA: Si estende a nord-est di Milano, alla destra del fiume Adda, tra i comuni di
Busnago, Grezzago, Pozzo d'Adda, Basiano e Roncello. Trezzano Rosa è particolarmente vicino
ai più grandi Centri Commerciali della zona, ”Il Globo e La Corte Lombarda”, inoltre gode di
molti negozi per l’acquisto di beni di prima necessità grazie alla presenza del Centro
Commerciale Tre Rose che sorge proprio in paese. Facilmente raggiungibile anche la
Metropolitana di Gessate grazie al collegamento Atm. A soli 2 km corre la strada statale n. 525
del Brembo. Il più vicino tracciato autostradale è quello della A4 Torino-Trieste, cui si accede
dal casello di Trezzo, posto ad appena 5 km dall'abitato. Anche la rete ferroviaria si raggiunge
con facilità: la stazione di riferimento, lungo la linea Milano-Venezia, si trova, infatti, soltanto a
9 km di distanza. Il collegamento con la rete di traffico aereo è assicurato dall'aeroporto più
vicino, che dista 24 km per i voli nazionali e internazionali.
CAPITOLATO DESCRITTIVO DELLE FINITURE
NOTA INTRODUTTIVA
La presente descrizione delle finiture ha lo scopo di evidenziare i caratteri fondamentali degli edifici, tenuto
debito conto che le dimensioni risultanti da tipo edilizio potranno essere suscettibili di leggere variazione
nella fase di realizzazione degli stessi.
I marchi e le aziende fornitrici, indicate nella presente, sono citate in quanto indicano le caratteristiche dei
materiali prescelti.
In fase di realizzazione degli edifici e/o se ritenuto indispensabile la parte Promittente Venditrice ed il
Direttore dei Lavori si riservano insindacabilmente, di apportare alla presente descrizione delle finiture ed
ai disegni di progetto, quelle variazioni o modifiche che ritenessero necessari per motivi tecnici funzionali,
estetici o connessi alle procedure urbanistiche, purchè le stesse non comportino la riduzione del valore
tecnico e/o economico delle unità immobiliari.
Ogni eventuale variazione o modifica verrà apportata, previa approvazione della Direzione dei Lavori e
della Parte Promittente Venditrice, con riferimento alle Leggi ed agli strumenti edilizi vigenti e futuri.
Qualora la Parte Promissaria Acquirente manifesti la volontà di non completare eventuali forniture e pose
in opera di qualsiasi materiale, la Parte Promittente Venditrice avrà facoltà insindacabile di concederne o
meno la fattibilità. In caso di assenso non verrà riconosciuto alcun importo per le forniture e pose in opera
non effettuate. Si specifica inoltre che l’eventuale fornitura e posa di detti materiali, se effettuata dalla
Parte Promissaria Acquirente, potrà avenire solo dopo il contratto notarile di compravendita.
Si precisa che tale contesto rientrerà in classificazione energetica di fascia “B”.
Eventuali variazioni o modifiche di progetto, al tipo e alla qualità di materiali potranno essere effettuate
solo se richieste per iscritto dalla Parte Promissaria Acquirente ed accettate dalla Parte Promittente
Venditrice, se compatibili con le esigenze tecniche della costruzione e con le norme di legge, ed al crono
programma dei lavori.
Le nostre case saranno corredate dalla certificazione energetica rilasciata dal CENED (ente
certificatore della Regione Lombardia) e grazie ai lavori di consumo sopracitati si collocano in
classe B.
NOTA: I consumi e le percentuali di risparmio energetico sopra indicate sono frutto di calcoli
termotecnici riferiti in alcuni alloggi campione e rappresentano quindi una media dell’iniziativa
immobiliare; pertanto potranno esserci scostamenti tra le singole unità abitative del complesso
residenziale ( anche in relazione al loro orientamento).
INDICE
1.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
Strutture
Fondazioni
Vespaio
Strutture verticali
Strutture orizzontali
Impermeabilizzazioni
Tetti
Balconi e porticati
2.
1.
2.
3.
4.
5.
Murature
Tamponamenti e isolamenti esterni
Tamponamenti e divisori tra unità
Tamponamenti interni
Intonaci interni ed esterni
Massetti e sottofondi
3. Impianti
1. Impianto idrico e sanitario
2. Riscaldamento a pavimento
3. Pannelli solari termici
4. Impianto di ventilazione forzata
5. Impianto elettrico
6. Pannelli fotovoltaici
7. Impianto di condizionamento
8. Impianto di aspirazione
9. Impianto anti intrusione
10. Impianto domotico
11. Impianto gas metano
12. Impianto di Rete dati
13. Impianto di videosorveglianza
14. Impianto di videocitofonia
4. Finiture generali
1. Soglie e davanzali
2. Rivestimenti esterni
3. Serramenti esterni
4. Oscuranti
5. Porte d’ingresso
6. Basculanti o sezionali
7. Vialetti e pavimentazioni esterne
8. Corselli
9. Scale interne ad uso privato
10. Illuminazione esterna
11. Giardini
5. Finiture personali
1. Porte interne
2. Pavimenti e Rivestimenti
3. Sanitari e rubinetterie
4. Placche Impianto Elettrico
1.STRUTTURA GENERALE
Il fabbricato sarà costruito con strutture realizzate in calcestruzzo armato e gettato in opera.
1.1 Fondazioni:
Le fondazioni saranno del tipo a platea e/o continue e/o a travi rovesce e/o a plinti isolati, eseguiti
in calcestruzzo armato gettato in opera, di adeguate caratteristiche di resistenza, con
sottofondazione in magrone di calcestruzzo.
1.2 Vespaio:
il vespaio areato dei nostri edifici viene realizzato attraverso la stesura di uno strato di magrone
dello spessore di circa 10 cm a contatto con il fondo dello scavo. Sopra di esso vengono posati gli
elementi in plastica di tipo “igloo”, atti a garantire la ventilazione del vespaio. In seguito viene
realizzata la soletta superiore portante di circa 6 cm di spessore, armata con rete elettrosaldata e
gettata. Successivamente vengono posate le tubazioni in PVC a collegamento dell’intercapedine
tra solaio e soletta inferiore e l’esterno. Grazie ad aperture opportunamente posizionate e
dimensionate, l’intercapedine realizzata alla base dell’edificio può essere attraversata con facilità
dall’aria che, entrando, si carica dell’umidità di risalita proveniente dal sottosuolo, per poi portarla
fuori attraverso i fori di uscita.
I vantaggi di avere un vespaio di tipo “ igloo” sono:
-Smaltimento del gas radon (gas naturale nocivo) attraverso la ventilazione naturale
- Migliore isolamento del pavimento al piano terra;
- Possibilità di agevole alloggiamento
nel vespaio di condotti tecnici;
- Eliminazione dell’umidità di risalita
che spesso si verifica al piano terra;
1.3 Strutture verticali:
La struttura portante è costituita da pilastri, setti, travi e cordoli realizzati in calcestruzzo armato
gettato in opera, di adeguate caratteristiche di resistenza.
Strutture orizzontali: il solaio di calpestio o di soffittatura viene eseguito in latero-cemento tipo
“ Bausta”, con spessore complessivo di 20/24 cm in funzione dei relativi calcoli strutturali, ed è
costituito da travetti armati con traliccio metallico e pignatte in laterizio, completi di cappa
superficiale in calcestruzzo armato con rete elettrosaldata, atto a sopportare i carichi di legge.
Nella posa di questo tipo di solaio viene posta molta attenzione ai ponti termici, ponenso in opera
nelle parti a diretto contatto con l’esterno ( cordoli, velette, aggetti, ecc) idonei pannelli isolanti.
Viene anche evitato, interponendo un apposito strato separatore, che il calcestruzzo dei cordoli
possa entrare all’interno degli alveoli del laterizio causando il fenomeno del “ponte termico”. Questi
accorgimenti limitano in maniera drastica le dispersioni termiche dell’edificio in prossimità dei punti
più critici.
Le opere strutturali saranno eseguite come indicato nel progetto esecutivo delle opere in
calcestruzzo armato, depositato ed approvato dai competenti enti e comunque nel pieno rispetto
delle norme di legge.
1.4 Impermeabilizzazioni e tubi di drenaggio:
Le impermeabilizzazioni saranno di tipo “Nanoflex” dell’azienda Kerakoll. Nanoflex è un eco
membrana a tecnologia Nanotech. Monocomponente, crack-Bridging Ability, certificata EC 2basse emissioni di sostanze organiche volatili. Specifica per l’impermeabilizzazione di sottofondi
prima della posa di ceramica, pietre naturali e mosaico vetroso nei sistemi AquaExpert1 e
AquaExpert2. La tecnologia Nanotech applicata a Nanoflex ha prodotto l’ottimizzazione e il
bilanciamento delle numerose proprietà fisiche e prestazionali che derivano dalle nano strutture
prodotte dalla componente polimerica e dalla matrice cementizia idratata. L’eco-membrana
Nanoflex è utilizzata nei sistemi AquaExpert.
-
-
AquaExpert 1: sistema impermeabilizzante flessibile ad elevata adesione e durabilità
superiore che garantisce la massima semplicità e velocità di applicazione, specifico per
balconi, terrazzi e superfici orizzontali esterne di piccole dimensioni che non prevedono
giunti di dilatazione nel massetto da pavimentare con piastrelle ceramiche e pietre naturali.
Garantisce l’impermeabilità senza l’impiego della rete di armatura.
AquaExpert2: sistema impermeabilizzante flessibile ad elevata adesione e durabilità
superiore che garantisce una maggiore resistenza agli sforzi di taglio specifico per balconi,
terrazzi e superfici orizzontali esterne di qualsiasi dimensioni che prevedono giunti di
dilatazione del massetto da pavimentare con piastrelle ceramiche e pietre naturali.
Al piede delle fondazioni, per raccogliere l’acqua in eccedenza proveniente dalle piogge, verrà
posta in opera una tubazione microforata drenante protetta con tessuto, per evitare che i residui di
terra ostruiscano i fori, che convoglierà le acque raccolte entro un pozzo di sollevamento e/o pozzi
perdenti.
1.5 Tetti:
La copertura sarà realizzata con struttura portante a vista in legno lamellare di abete sbiancato
costituita da grosse travi, sulle quali poggiano i travetti con soprastante assito in tavole da cm 3 di
abete maschiato e piallato sulle quali verrà posata la barriera al vapore Monarvap e lo strato di
isolamento in Polistirene Espanso Dow (EPS) spessore 12 cm. Al di sopra dello strato isolante
verranno posati listoni di compensazione e listoni di ventilazione. Il manto di copertura sarà
eseguito con coppi in cotto sul piano inclinato già predisposto. In corrispondenza degli imbocchi
dei pluviali sarà predisposto un bocchettone con tubo in lamiera preverniciata di adeguata misura
protetto con una mano di vernice bituminosa e una cuffia a maglia.
I comignoli saranno posati dal tipo di fabbricati.
La copertura sarà corredata di lattonerie (scossaline, converse, canali di gronda, ecc.ecc)
realizzate in lamiera pre-verniciata.
La copertura sarà corredata da un dispositivo di sicurezza “linea vita” che consente l’accesso alla
copertura in sicurezza in quanto garantisce punti di ancoraggio necessari per eseguire piccole
manutenzioni. Le gronde saranno realizzate in legno, tinteggiate con colori e finiture a scelta della
Direzione dei Lavori.
1.6 Balconi e porticati:
Saranno in calcestruzzo armato con la parte sottostante a vista e/o intonacata e calcolati per
sopportare un sovraccarico oltre i carichi permanenti ed il peso proprio.
Le barriere saranno in ferro/muratura/legno dogato secondo le indicazioni o elaborati che la
Direzione lavori fornirà. I balconi e i porticati verranno trattati con guaina impermeabilizzante
liquida a base di elastomeri acrilici in dispersione acquosa applicata a pennello.
2
MURATURE:
2.1 Tamponamenti esterni e isolamento
Le murature perimetrali, saranno del tipo monolitico in blocchi di “termo-laterizio” del tipo da
incastro, composti da argilla cotta con aggiunte di farina di legno ad elevato potere termoisolante
dello spesso re di cm 30 con foratura inferiore al 45% uniti tra loro con malta; tale muratura da sola
raggiunge un elevato potere di isolamento termico pari ad U=0,36 W/mqk, ovvero il 20% in più
rispetto d una muratura convenzionale di poroton. L’impiego della malta abbinata alla muratura
sopra citata assicura notevoli vantaggi: il suo potere isolante infatti consente di eliminare i ponti
termici costituiti dai giunti di malta tradizionale migliorando l’isolamento complessivo della parete di
un ulteriore 10 % , ed una riduzione del peso del 60% a parità di resa rispetto ad una malta
tradizionale. Il “rivestimento termico a cappotto” viene applicato all’interno di tutte le pareti
perimetrali e realizzato mediante:
-
l’incollaggio e relativo fissaggio meccanico, a mezzo di tasselli , di pannelli di polistirene
espanso sintetizzato classe 100 con marcatura CE o similare ma comunque conforme nelle
normative UNI EN 13163 –ETAG 004:
Successiva doppia rasatura con l’annegamento di una rete di armatura in fibra di vetro per
il rinforzo del primo strato di intonaco;
Rasatura finale colorata costituito da un intonachino avente una granulometria di 3 mm
tirato a civile su tutte le superfici.
Con questo sistema il materiale isolante viene applicato all’interno della muratura e ciò evita che la
massa di laterizio si riscaldi durante il giorno accumulando calore estivo, mentre d’inverno evita
che la muratura si raffreddi diminuendo fortemente le dispersioni termiche.
2.2 Tamponamenti divisori tra unità abitative:
Le murature che costituiranno divisione
tra le unità abitative saranno realizzate in
blocchi di laterizio termo-acustico , di tipo
“Poroton”, dimensioni 30x25x22,5. Le
murature avranno uno spessore adeguato
e i paramenti saranno rinzaffati con malta
di cemento ( rispondente ai requisiti
richiesti dalle norme di legge) con
spessore adeguato. Inoltre tra il pannello
coibente ed il paramento interno verrà
riservata un’adeguata intercapedine
d’aria.
2.3 Tamponamenti interni:
I tamponamenti interni saranno realizzati in mattoni
forati di laterizio dimensioni 8x25x25 cm. Saranno
posati a regola d’arte e nel rispetto delle norme UNI
e ISO vigenti.
2.4 Intonaci esterni
Le facciate principali ai vari piani, saranno
intonacate al rustico tirato a frattazzo con intonaco
del tipo pre-miscelato, con colori e finiture a scelta
della Direzione dei Lavori. Alcune saranno eseguite
in pietra da rivestimento ricostruita modello e colore
a scelta della Direzione dei Lavori posato a correre.
2.5 Intonaci interni
Le pareti ed i soffitti di tutti i locali saranno finiti cin
intonaco di tipo premiscelato con finitura a civile. Si
esclude qualunque opera di tinteggiatura interna.
2.6 Massetti e sottofondi
I massetti ed i sottofondi di tutti i solai saranno
realizzati in calcestruzzo cellulare. I calcestruzzi
cellulari, appartengono all’ampia gamma di
calcestruzzi leggeri. La ridotta massa volumica
dei calcestruzzi leggeri ( tra 300 e 2000kg/mc) è
sensibilmente inferiore a quella di un calcestruzzo ordinario (tra 2000e 2600 kg/mc), questo è
imputabile alla presenza di vuoti i quali, oltre alla
leggerezza, conferiscono al materiale eccellenti
proprietà d’isolamento termico e assorbimento
acustico.
3.IMPIANTI
3.1 Impianto idrico-sanitario:
L’impianto sarà alimentato direttamente dall’acquedotto comunale tramite tubazioni in polietilene
multistrato preisolate, con contatore singolo ad ogni unità abitativa posto in apposito pozzetto
predisposto dalla committenza. Dalle tubazioni principali partiranno le colonne montanti per
alimentare i servizi di ogni unità abitativa. L’acqua calda sarà erogata dalla caldaia autonoma a
condensazione, integrata con acqua pre-riscaldata dall’impianto solare.
Le colonne di scarico delle acque nere , posate incassate ( a vista al piano interrato) nelle
murature, saranno realizzate con tubazioni in polipropilene autoestinguente fonoassorbente di
dimensioni idonee.
Le stesse tubazioni di scarico saranno prolungate sino in copertura dove termineranno sotto cuffia
e fungeranno da ventilazione principale della colonna.
Sono previsti pozzetti d’ispezione in numero adeguato e sifonatura delle condotte d’innesto nella
fognature.
Consistenza e distribuzione degli apparecchi igienico sanitari per ogni unità abitativa:
Cucina:
Attacco carico /scarico lavello cucina (quest’ultimo escluso);
Attacco carico/scarico lavastoviglie (quest’ultimo escluso);
Bagno di servizio:
n.1 vaschetta lavatoio o lavabo
n.1 vaso igienico a sedere
n.1 bidet
n.1 piatto doccia
n.1 attacco lavatrice
Bagno padronale:
n.1 lavabo a semicolonna
sospeso
n.1 vaso igienico a sedere
n.1 bidet sospeso
n.1 vasca idromassaggio
3.2 Impianto di Riscaldamento a Pavimento:
l’impianto di riscaldamento sarà autonomo per ogni
unità abitativa, adeguatamente dimensionato e,
rispondente ai requisiti normativi vigenti.Sarà
costituito da un sistema integrato ad incasso per l
produzione di acqua calda sanitaria e riscaldamento.
Il sistema è della ditta Beretta modello SOLAR BOX,
utilizzo energia rinnovabile, ripristino
energetico/rispetto ambiente (DL 311/06); bollitore da
150it INOX con anod al magnesio e flangia di
ispezione; gruppo idraulico, vaso espansione,
centralina gestione solare; sistema abbinabile a
caldaia a condensazione di diversa potenza; sistema
compatibile con ampia offerta di collettori solari.
Il sistema fornito, sarà costituito da : incasso Solar Box; Kit ritorno solare “SolarBox”;Kit vasi
espansione sanitario “SolarBox”; Kit bollitore MS “Solar Box” Kit rampe “Solar Box”CSI;
centralina solare Sun B.
Nelle nostre abitazioni trovate il sistema di riscaldamento del tipo a pavimento radiante. La caldaia
attraverso i collettori di distribuzione e termoregolazione da circolare acqua all’interno di una
serpentina annegata in un massetto cementizio su cui viene incollato il pavimento.
Il calore contenuto nell’acqua viene ceduto al pavimento, il quale a sua volta lo emana in maniera
omogenea e costante all’ambiente dal basso verso l’alto. L’emanazione del calore avviene
attraverso tutta la superficie del pavimento, e la differenza di temperatura di questo rispetto
all’ambiente, risulta modesta tale da non innescare, a differenza del tradizionale impianto a
radiatori, alcun convettivo dell’aria. I moderni sistemi di termoregolazione da noi istallati
permettono di adeguare le prestazioni dell’impianto alle effettive necessità in funzione delle
variazioni climatiche permettendo i più elevati livelli di comfort abbinati ai più bassi costi di
gestione.
I vantaggi di un impianto a pannelli radianti sono:
-
-
bassi costi di gestione, per il funzionamento stesso dell’impianto l’acqua viene immessa
all’interno di una serpentina ad una temperatura di circa 35° a differenza dell’impianto a
radiatori in cui l’acqua viene immessa dal circuito ad una temperatura intorno ai 70°.
Questa differenza si traduce in un diretto risparmio di combustibile;
l’assenza di moti convettivi, la bassa velocità dell’aria e l’uniformità di temperature
consentono si ottenere un comfort ottimale con temperature dell’aria inferiori di 1-2° rispetto
a quelle necessarie con impianti tradizionali;
Il riscaldamento a pavimento riducendo l’umidità della superficie del pavimento evita la
formazione di acari, responsabili delle maggiori allergie;
Questo tipo di impianto consente si sfruttare al meglio lo spazio disponibile eliminando
l’ingombro del tradizionale termosifone.
Nei nostri alloggi, oltre che all’impianto radiante a pavimento, diamo in dotazione in ogni bagno un
termo-arredo funzionante ad alta temperatura, che ha la funzione di integrare il riscaldamento a
pannelli radianti, qualora si desideri avere la temperatura del bagno superiore a quella degli altri
ambienti (circa 22/24°C).
3.3 Pannelli Solari Termici
I nostri edifici sono dotati dell’impianto solare per la
produzione dell’acqua calda sanitaria. Esso è costituito
da pannelli solari incassati e integrati nel manto di
copertura e completi di lattonerie di raccordo con il
manto stesso, detti pannelli vengono collegati con
idonee tubazioni coibentate di acciaio inox spiralato ad
un boiler di accumulo a doppia serpentina posto in un
vano tecnico.
Il tutto viene corredato da un gruppo si ritorno, da una
centralina elettronica a due circuiti, da un miscelatore
di acqua sanitaria e da un vaso di espansione, il tutto
secondo gli schemi di un progettista calcolatore.
L’impianto solare che noi utilizziamo viene incassato e
perfettamente integrato nel manto di copertura del
tetto, tanto da essere paragonato ad un grande
lucernario.. l’impianto a pannelli solari garantisce fino
all’85% dell’intero fabbisogno per la produzione di
acqua calda sanitaria, limitando in modo rilevante i
costi di consumo di combustibile.
Nel periodo tra metà marzo e metà ottobre evita praticamente quasi del tutto l’accensione della
caldaia per la produzione dell’acqua calda sanitaria; infatti la caldaia in questo periodo in
automatico si accende solamente se l’assenza totale di sole permane per più di 4-5 giorni, cosa
abbastanza rara.
Nel periodo tra metà Ottobre e metà Marzo questo impianto funziona comunque garantendo buona
parte della produzione di acqua calda sanitaria grazie ad un boiler di accumulo molto capiente che
nelle giornate in cui il sole è assente, funziona da riserva. Tutto ciò si traduce ad un risparmio fino a
circa 900mc di gas metano. Inoltre evitando pressochè l’accensione ed il malfunzionamento della
caldaia si traduce in una minore emissione di Co2 nell’atmosfera, maggio responsabile
dell’inquinamento dell’aria.
3.4 Impianto elettrico
Ogni unità abitativa sarà dotata d’impianto
elettrico costituito da:
n.1 circuito centri luci e prese luci;
n.1 circuito elettrodomestici
n.1 circuito campanelli
n.1 circuito sgancio sovratensioni; l’interruttore
automatico di limitazione di carico;
n.1 interruttore differenziale serie BTICINO e
partirà dagli interruttori automatici incassati,
posti in ogni unità immobiliare.
L’impianto sarà completamente incassato in tubo in pvc con diametro adatto per il regolare
scorrimento dei conduttori in filo in rame isolato di adeguata sezione. L’impianto di messa a terrà
sarà realizzato secondo le vigenti normative di sicurezza sugli impianti. In ogni locale saranno
previsti prese e punti luce nelle quantità sotto specificate.
L’accesso carraio srà automatizzato con la fornitura di un telecomando per ogni unità abitativa.
L’impianto sarà dotato di un centralino della ditta BTICINO.
E’ prevista l’istallazione di una antenna TV privata, sul tetto.
E’ prevista l’istallazione di una parabola sul tetto.
Non sarà fornito alcun tipo di corpo illuminante per l’interno dell’unità abitativa.
Le autorimesse verranno alimentate direttamente dalla linea elettrica privata fatte salve
eventuali prescrizioni dettate dai VV.FF in merito alle compartimentazioni DEGLI AMBIENTI.
L’impianto elettrico sarà così composto:
Soggiorno:
n.2 Punti luce inverti
n.4 prese duplex 2P+T10/16A
Predisposizione n.6 punti presa 2P+T10/16A accanto a presa TV
n.1 presa telefonica con connettore RJ11
n.1 presa TV
n.1 presa TV SAT
n.1 punto luce d’emergenza completo di torcia autonoma estraibile
n.1 punto attacco termostato (apparecchio escluso)
n.1 cronotermostato da incasso giornaliero/settimanale
n.1 punto di collegamento elettrovalvola a zona
Cucina:
n.2 punti luce interrotto
n.5 prese 2P+T10/16A
n.2 prese 2P+T10/16A comprensiva di interruttore bipolare
n.1 presa telefonica con connettore RJ11
n.1 presa TV
Bagno 1-2:
n.2 punti luce interrotto
n.1 presa 2P +T10/16A
Disimpegno:
n.1 punto luce invertito
n.1 presa 2P+10/16A
n.1 punto luce d’emergenza completo di torcia automatica estraibile
n.1 punto attacco termostato ( apparecchio escluso)
n.1 cronotermostato da incasso giornaliero/settimanale
n.1 punto collegamento elettrovalvola a zona
Camera:
n.1 punto luce interrotto
n.1 punte luce invertito
n.2 prese duplex 2P+T10/16A
n.1 presa 2P+T10/16A
n.1 presa duplex 2P+T10/16A
n.1 presa telefonica con connettore RJ11
n.1 presa TV
Camera 1-2 singola:
n.1 punto luce interrotto
n.1 punte luce invertito
n.2 prese duplex 2P+T10/16A
n.1 presa 2P+T10/16A
n.1 presa duplex 2P+T10/16A
n.1 presa telefonica con connettore RJ11
n.1 presa TV
Terrazzo:
n.1 punto luce deviato
n.1 corpo illuminante a parete grigio metalizzato
n.1 presa 2P+T10/16A con coperchio IP55
Esterni:
n.1 punto luce interrotto
n.1 corpo illuminante a parete grigio metalizzato
n.1 presa 2P+T10/16A con coperchio IP55
n.1 punto a comando a pulsante con targa portanome
n.1 punto a comando serratura elettrica
predisposizione n.2 punti di irrigazione
predisposizione n.2 punti luce in giardino
predisposizione n.1 punto luce cancellino
Box (impianto incassato)
n.2 punti luce deviati
n.1 presa 2P+T10/16A
n.1 presa 2P+T10/16A a UNEL ( alimentazione basculante)
n.1 punto alimentazione pompa sommersa completo di interruttore bipolare (elettropompa esclusa)
Placche impianto elettrico
Per l’impianto elettrico abbiamo scelto di utilizzare interruttori e placche della ditta BTICINO ,
azienda storica produttrice di apparecchiature elettriche. Più precisamente abbiamo individuato la
SERIE LIVING che si distingue per un design moderno e una gamma di finiture e colorazioni
uniche nel suo genere
COMPLETAMENTO
Impianto automazione tapparella
Comando automazione tapparella
Trasformazione in impianto domotico BTICINO “my home” dimensionato per la gestione di n.8
tapparelle.
Sistema di rilevazione gas metano
n.1 sistema di rilevazione gas metano completo di rilevatore
Sistema di aspirazione ( da concordare con la Parte Promissaria Venditrice extra)
n.1 impianto di aspirazione polveri completo
Impianto di riscaldamento
Fornitura e posa impianto elettrico caldaia con bollitore integrato, sonda pannelli solari e centralina.
3.6 Impianto di condizionamento:
Alimentazione impianto di condizionamento composto da:
n.1 punto di alimentazione unità esterno (apparecchio escluso)
n.4 punto alimentazione unità interna (apparecchio escluso)
3.7 Impianto anti intrusione:
Predisposizione per impianto antintrusione composto da:
n.1 centrale impianto antiintrusione
n.1 presa telefonica
n.2 tastiera remota
n.1 sirena da interno
n.1 sirena da esterno
n.3 radar doppia tecnologia
n 2 contatti da incasso per porte in ferro/blindate
n.12 contatti da incasso per serramenti in legno/alluminio
Impianto antiintrusione integrato BTICINO “Myhome”
3.8 Quadri elettrici:
Fornitura e posa quadro elettrico consegna in contenitore IP55 da parete e 4 moduli, dimensionato
per una potenza di 6 kw
Fornitura e posa quadro elettrico appartamento in contenitore da incasso IP40 24 moduli
Collegamenti equipotenziali
3.9 Impianto di condizionamento (da concordare con Parte Promissaria Venditrice extra)
L’abitazione sarà dotato dell’impianto di climatizzazione con unità esterna composta da:
- fornitura e posa in opera di tubazioni coibentate e linee di scarico della condensa;
- istallazione di unità esterna
- n.1 split interno e al piano terra;
- n.1 split interno in almeno due camere;
Gli split interni saranno del tipo “ inverter” della ditta DAIKIN o similare
3.10 Impianto di aspirazione (da concordare con la Parte Promissaria Venditrice extra)
E’ prevista la completa istallazione dell’impianto
di aspirazione centralizzato, costituita da una
rete di tubazioni fisse sotto pavimento e da
relative prese aspiranti, che convoglia le polveri
aspirate dagli ambienti all’interno della centrale,
situata in un vano tecnico o di servizio,
provvedendo poi ad espellere l’aria filtrata
all’esterno dello stabile. Per questo tipo di
impianto abbiamo scelto il sistema Air Blu
grazie al quale l’igiene della casa sarà più facile
e veloce; non si dovranno trascinare scomodi
aspirapolveri da un locale all’altro, e si potrà
pulire dappertutto senza urtare mobili e porte.
Grazie alla sua silenziosità sarà possibile pulire in qualsiasi momento senza preoccuparsi di
disturbare nessuno. I locali saranno davvero puliti perché l’aria filtrata ricca di batteri e acari che
gli aspirapolveri tradizionali trascinano, viene convogliata all’esterno della casa.
I vantaggi sono:
- maggiore igiene
- estrema praticità di manovra
- silenziosità
- risparmio economico e di tempo
- minor fatica
3.11 Impianto domotico:
E’ presente la predisposizione per l’impianto domotico. Eventuali richieste aggiuntive saranno da
concordare con il fornitore.
3.12 Impianto gas metano:
E’ previsto l’impianto per la distribuzione del gas metano a partire
dal contatore generale fino alla caldaia e cucine private, con
l’utilizzo di tubazioni montanti, posate esternamente. Ogni unità
abitativa sarà dotata di apparecchiatura rilevatore di fughe di gas.
E’ esclusa la posa in opera dei contatori che saranno alloggiati in
apposito luogo dall’ente di competenza. Si precisa che non è
previsto il collegamento tra tubazioni del gas e piano cottura, il
quale dovrà essere realizzato a cura dell’istallatore dei fuochi
cucina, il quale dovrà certificarne la conformità ai sensi di legge.
3.13 Impianto rete dati.
All’interno di tutte le abitazioni verranno predisposte
le tubazioni per l’impianto di ricezione dati.
Caratteristica del sistema è il cablaggio a stella, nel
cui centro è presente un armadio o “Rack” che
raggruppa tutti i dispositivi di gestione dei segnali
(pannelli di permutazione, switch, router, ecc).
dall’armadio di centro stella si sviluppa il
collegamento elettrico con le apposite prese per la
trasmissione dei dati e dei segnali telefonici destinati
a pc, stampanti o telefoni.
3.14 Impianto di video-citofonia
Le abitazioni avranno al loro interno un impianto di videocitofonia dell’azienda BTICINO. I videocitofoni BTICINO
rappresentano il massimo della tecnologia sfruttando a
pieno il digitale garantiscono immagini di alta qualità e la
perfetta integrazione con le funzioni domotiche e un
estetica perfettamente integrata agli ambienti della casa.
4.FINITURE GENERALI
4.1 Soglie e davanzali
Le soglie e i davanzali saranno realizzati in quarzite con finitura lucida con spessore pari a 3 cm.
4.2 Rivestimenti esterni
Alcune parti di facciata saranno
eseguite in pietra da rivestimento
ricostruita.
Modello e colore a scelta della
Direzione Lavori posata a correre.
4.3 Serramenti esterni e interni
I serramenti esterni saranno realizzati in legno impregnato con vernice idrorepellente, avranno
aperture a battente. Saranno completi di maniglia in alluminio ottonato, con cerniere anuba color
alluminio (o similari). I serramenti saranno dotati di predisposizione per futura installazione ad
incasso delle zanzariere. Il vetro di tutti i serramenti sarà del tipo vetrocamera, rispondente ai
requisiti normativi vigenti.
Il sistema di oscuramento sarà realizzato mediante avvolgibili motorizzati, in pvc.
4.4 Porte d’ingresso
Tutte le unità abitative saranno dotate di un
portoncino di ingresso di
sicurezza della ditta “Gardesia” telaio in
lamiera d’acciaio dello spessore da 20/10
fornito nel colore grigio. Controtelaio in
acciaio pre-murato con 8 zanche di
ancoraggio. Anta mobile con struttura
costituita da due lamiere dello spessore da
10/10 in acciaio ancorate e irrigidite tramite
omega verticali. Isolamento termoacustico
realizzato tramite poliuretano espanso
iniettato a caldo sotto pressione
nell’intercapedine dell’anta. Cerniere
regolabili in altezza +/- 5mm. Sedi sicurezza
con chiave a profilo europeo. Defender di
protezione in acciaio antitrapano. Anti
effrazione a norma ENV 1627 CLASSE3.
Abbattimento acustico RW33 db (possibilita
con opzional 40db).
4.5 Basculanti o sezionali
Le porte basculanti dei box auto saranno
motorizzate, della società BALLAN o similari con
profilati in acciaio zincato /verniciati e rinforzati,
che prevedono montanti laterali e traverse
superiori. Sempre se richiesto dal comando
provinciale dei VV.FF le basculanti potranno
essere fornite con superfici variabili forate per
garantire la necessaria areazione prevista dalle
normative.
4.6 Illuminazione esterna
Vengono forniti i corpi illuminanti esterni su tutte le porte e portefinestre sugli ingressi pedonali, in
modo da creare uniformità estetica e coerenza a tutto l’intervento. In questo modo eviteremo che
ogni singolo acquirente installi una tipologia di lampada diversa da quella del proprio vicino.
4.7 Giardini
E' previsto il riporto di terra da coltura, nelle zone a verde, in ragione di uno spessore adeguato;
rimarrà a carico della Parte Promissaria Acquirente, la semina e la piantumazione e tutte le opere
da giardiniere, compreso l’eventuale aggiunta di terra a seguito assestamento del terreno anche
futuro alla consegna dell’unita abitativa.
Le recinzioni saranno realizzate (se non pre-esistenti) con muretto in calcestruzzo armato di
spessore ed altezza fuori terra adeguati con soprastante recinzione metallica (ad altezza variabile
all’occorrenza) per i soli tratti di delimitazione
del lotto di proprietà e per quelle a
delimitazione dei percorsi comuni all’interno
del lotto stesso. Per tutte le restanti recinzioni
di suddivisione di aree private si
impiegheranno paletti in ferro infissi
direttamente nel terreno e recinzione
metallica (ad altezza variabile all’occorrenza).
Si specifica che saranno realizzate pensiline
a protezione degli ingressi pedonali. Eventuali
recinzioni esistenti, siano esse in muratura
e/o ferro delle porzioni di fabbricati a confine
murature, verranno mantenute nello stato di
fatto.
5. Finiture personali interne
5.1 Porte interne
Le porte interne, saranno della ditta
FERRERO LEGNO collezione LOGICA,
saranno realizzate in tinta a scelta della parte
acquirente, saranno complete di coprifili e
maniglia in alluminio satinato.
5.2 Pavimenti e rivestimenti:
I pavimenti interni saranno in ceramica
monocottura-bicottura a pasta bianca, oppure in
gres porcellanato smaltato, di 1^ scelta, posati
a colla diritti e uniti su sottofondo di spessore
adeguato; sono esclusi decori fasce e pezzi
speciali.
Indicativamente verranno proposte le seguenti
tipologie:
- pavimenti alloggio in gres porcellanato smaltato piastrella prezzo listino € 35,00/mq;
- pavimenti bagni-lavanderia in gres porcellanato piastrella prezzo listino € 35,00/mq;
- rivestimenti cucina gres porcellanato smaltato piastrella prezzo listino € 35,00/mq;
- Parquet nella zona notte a scelta tra le essenze: rovere, iroko, doussiè
- pavimenti box, cavedi finitura calcestruzzo industriale;
Il rivestimento in cucina e’ previsto in corrispondenza della sola parete attrezzata (compresi i
risvolti di cm 60 ai due lati se esistenti), sarà posato sino ad un'altezza di 1,60 mt.; mentre per il
bagno il rivestimento sarà sempre con un'altezza di 2,00 mt. e sarà realizzato su tutte le pareti.
La pavimentazione dei vialetti d'accesso privati, dei percorsi esterni nonché dei
marciapiedi e dei porticati, sarà ad insindacabile giudizio della Direzione dei Lavori in piastrelle di
grès porcellanato, posato diritto ed unito, oppure in porfido a spacco posato ad opus incertum, o
altro.
I balconi saranno pavimentati con piastrelle di grès porcellanato, la posa sarà diritta o diagonale
Verrà fornita come scorte per tutte le unità immobiliari, un pacco per tipo di pavimentazioni posata
e un pacco per tipo di rivestimento posato.
Tutti le unità abitativa saranno finite con la posa di zoccolino in legno o ceramica.
5.2 Sanitari e rubinetterie
Gli apparecchi sanitari saranno sospesi,
della ditta IDEAL STANDARD serie 21step.
Le rubinetterie saranno della ditta IDEAL STANDARD
serie “Mara” (o similari) , per lavabi e bidet è previsto
l’impiego di gruppo miscelatori monocomando cromato.
Per la doccia è previsto l’impiego di gruppo miscelatori
da incasso con asta doccia.
Sarà altresì realizzato un pozzetto in calcestruzzo entro il quale sarà collocata tubazione idrica con
relativo rubinetto porta gomma per innaffiare le aree a verde privato e verrà inoltre fornita la
predisposizione per l’impianto d’irrigazione.
Letto confermato e sottoscritto in Trezzano Rosa, li_______________
Parte Promittente Venditrice__________________________________________________
Parte Promissaria Acquirente _________________________________________________
Parte Promissaria Acquirente _________________________________________________
PPA__________________________________________ PPV__________________________________________
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
3 126 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content