close

Enter

Log in using OpenID

Chiari week - Centro Studi Socialis

embedDownload
mHUymzZoyxqkZA5cQinReMOKqj4AxbisyRVGP39DDy4=
38
iN Chiari Week
ORZINUOVI
Venerdì 11 maggio 2012
Il servizio
Buche e verde incolto: ecco a voi la «brutta» Orzi
Strade seriamente danneggiate dal logorio del traffico e dalle intemperie degli ultimi anni che, unite
allo stato di degrado di alcune zone del paese, hanno scatenato il malcontento di molti cittadini
(coh) Via Francesca, viale Adua,
via Lonato, viale Trento, via Raffaello Sanzio. Queste alcune delle numerosissime strade orceane seriamente danneggiate dal
logorio del traffico e dalle intemperie degli ultimi anni che,
unite allo stato di degrado di
alcune zone verdi del paese,
hanno scatenato il malcontento
di molti cittadini. Parecchie le
segnalazioni che ci sono pervenute. Fra le tante anche quella
dell’orceano Marco Galli che, in
particolar modo, ha sottolineato
lo stato di degrado di quello che
dovrebbe essere il biglietto da
visita di Orzinuovi: il tanto discusso piazzale retrostante la
rocca S. Giorgio, ricavato sul
parcheggio sotterraneo.
«Trovo davvero scandalosa la
noncuranza e la negligenza nei
confronti di un luogo con un
grande potenziale quale è il
nuovo piazzale - ha spiegato
Galli - Tralasciando la momentanea e spontanea fioritura dei
papaveri, che dà un tocco di
colore alla grigia colata di cemento, le aiuole sono incolte e
abbandonate a se stesse. Per
quel che riguarda le strade dissestate posso dire che i “rattoppi” che il Comune sta facendo dureranno come sempre
ben poco, basterà percorrere via
L’ASSESSORE FRANCESCO AMICO
«In progetto un piano di asfaltature»
(coh) A seguito di diverse
segnalazioni sul pessimo
stato del manto stradale
orceano, con i conseguenti
disagi, e l’apparente stato
di abbandono di alcune
zone verdi del comune
l’assessore al Patrimonio
Francesco Amico rassicura la cittadinanza e spiega
che «proprio in questi
giorni sono iniziati i lavori
per sistemare le buche più
pericolose sulle strade più
battute con del bitume
particolare a freddo che
Alcune delle buche più evidenti che costellano le strade di
Orzinuovi. In alto i papaveri spontanei cresciuti nel piazzale
Castelbarco fra un paio di giorni.
Perchè sprecare tempo e soldi
per una soluzione che è un
palliativo e invece non intervenire definitivamente attuando
un piano asfaltature valido che
senz’altro renderebbe le strade
più sicure?».
L’incuria della zone verdi, per
quanto brutta, almeno non provoca brusche cadute come il
malconcio e pericoloso manto
stradale. Le «strade killer» orceane, piene zeppe di buche
non hanno risparmiato giovani e
anziani. Come il «cratere» in
corrispondenza della leggera
curva in direzione Chiari, prima
del cavalcavia, profonda circa 4
centimetri, dove un bimbo è
caduto riportando, solo e fortunatamente, una sbucciatura al
necessita per la posa di
asfalto asciutto, situazione
quasi impossibile nell’ultimo mese, viste le condizioni atmosferiche che
per altro hanno notevolmente peggiorato la situazione. Questa è la soluzione momentanea in vista della ri-asfaltatura
completa di parecchie arterie principali e strade secondarie già programmata
per il prossimo futuro. Per
quel che concerne gli spazi verdi in particolar modo
ginocchio o Anna M. che si è
slogata una caviglia «un male
tremendo - ha spiegato la vittima - Forse una mia distrazione, ma se la buca non c’era
evitavo di non camminare per
alcuni giorni».
Oppure la pista ciclabile di via
Francesca, dissestata e ghiaiosa,
che ha creato non pochi disagi a
pedoni e ciclisti.
CONCORSO PER ARTISTI La manifestazione si è svolta in provincia di Cremona
la zona antistante il castello le lamentele c'erano
state anche nell’ultimo
Consiglio comunale. Grazie al sole stiamo procedendo alla sistemazione e
al taglio dell’erba in diversi punti e nei giardini
del castello fra qualche
settimana una ditta appaltatrice sistemerà le aiuole
attualmente ricche di papaveri e per le quali abbiamo anzi ricevuto complimenti per il suggestivo
tocco di colore».
«Ho rischiato più volte di cadere frenando su quella pista ha raccontato un anziano testimone che preferisce mantenere l’anonimato - Durante le
mie lunghe passeggiate in bici
ultimamente sto notando un costante degrado, le strade non si
addicono di certo ad un paese
come il nostro e le zone verdi
sembrano apparentemente in-
L’assessore Francesco Amico
colte e selvagge, abbandonate a
loro stesse, piene di erbacce
come i giardinetti di via Birago,
in parte alla “rotonda-scempio”
circondata di buche da circa un
anno o forse più. Credo siano
necessari interventi di manutenzione per ridare splendore a
tante zone dimenticate del paese».
Chiara Colosio
ALL’INCONTRO ANCHE SINDACO E PREFETTO
Cinque piccoli musicisti su un palco internazionale I Lions e la Costituzione italiana
(pon) Telema Soldo e Veronica Allegrini («Accademia Rudiano e la sua Musica»), Ivan Ruggeri («Corpo Musicale SS. Gervasio e
Protasio» di Roccafranca),
Lorenzo Mainardi e Paolo
Notari («Accademia Diesis
di Orzinuovi»), hanno partecipato a un concorso internazionale di musica.
I giovanissimi, accompagnati dai rispettivi genitori e
dalla loro insegnante Eva
Frosio, diplomata in Chitarra presso il Conservatorio «G. Nicolini» di Piacenza, venerdì scorso sono partiti da Orzinuovi per partecipare al concorso nazionale per giovani esecutori e
artisti a Ostiano (Cremona).
Per tutti è stata una esperienza indimenticabile, nella quale ognuno di loro ha
dato il meglio di sé.
MUSICA
I cinque piccoli artisti di
Roccafranca,
Rudiano e Orzinuovi che si
sono esibiti
nel concorso
musicale che
si è tenuto nel
cremonese
Tutti si sono esibiti sul
palco del teatro «Don Rosa»
in modo egregio, dovendosi
confrontare con concorrenti
altrettanto preparati e talentuosi.
Tra i primi tre posti si
sono classificati: Telema
Soldo e Ivan Ruggeri, quest’ultimo suona la tromba
nell’organico della banda
roccafranchese.
DOMANI ALLA ROCCA Iniziativa promossa dall’Amministrazione
KERMESSE
Alcune immagini della
serata al ristorante il
«Delfino».
Nelle foto il
sindaco, il
prefetto e Frigo («Foto
D.G.Marini»)
Anti-crisi: un convegno sul lavoro
(pon) «Sostenere le im-
prese, il lavoro e i lavoratori».
E’ questo il titolo del
convegno in programma
domani, sabato 12 maggio, dalle 9.30 alle 12.30,
nella sala Belvedere della
Rocca San Giorgio. Il dibattito, che coinvolgerà
esperti relatori in materia
di lavoro, è stato voluto e
organizzato dal Comune.
«Quella di sabato sarà
anche un’occasione per
illustrare il “Progetto lavoro” creato dall'assessorato alle Attività produttive, grazie al quale,
su base triennale, si darà
la possibilità a persone in
difficoltà lavorativa, di
poter beneficiare di un
fondo incentivi, rivolto a
quelle imprese disponibili ad assumere per almeno 6 mesi i candidati a
loro sottoposti e segnalati - ha spiegato l’assessore ai Servizi sociali
Michele Scalvenzi - Pertanto non una distribuzione a pioggia o assistenzialismo, bensì l'accompagnamento a un
orientamento, inserimento, re-inserimento
nel mondo del lavoro.
Coordinamento affidato
all'agenzia per il lavoro
“Consorzio INrete”».
L’assessore Michele Scalvenzi
(pon) Sfilata di personalità
al ristorante «Delfino». La
serata, organizzata dal
«Lions club Bassa Bresciana» riguardava una lezione sull’attualità della sulla
«Costituzione Italiana»,
tenuta dal professor Giu-
seppe Frigo, giudice della
Corte Costituzionale.
Fra i vari e illustri ospiti
il prefetto di Brescia, Narcisa Brassesco Pace, il
questore Lucio Carluccio,
il comandante provinciale
della Finanza, il colonnel-
lo Bonifacio Bertetti, il
direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate,
Antonino Lucido, il presidente del Lions club,
Giuseppe De Vito e il sindaco di Orzinuovi, Andrea
Ratti.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
240 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content