close

Enter

Log in using OpenID

Azzurri del bridge con onore al Mondiale in evidenza

embedDownload
LE NEWS
DELLO
SPORT
UNIVERSITARIO
Roma 5 novembre 2014 - n. 18
Ufficio Stampa
Assegnate a Kazakistan e Russia l’Universiade
della neve dopo Granada (Spagna) e Slovacchia
Dalla città delle
mele a quella degli orsi in Siberia
Lo sport universitario mondiale è in
piena attività mentre stanno per concludersi i Campionati del mondo che
regolano ogni due anni la vita della
Fisu. Risale al mese scorso l’incontro
nella regione della Volga del Presidente
russo Putin con quello della Fisu, Gallien al quale è stato consegnato uno dei
più prestigiosi riconoscimenti del Paese,
l’Ordine dell’Amicizia.
Intanto si sta delineando il programma
dell’Universiade in vari paesi soprattutto in rapporto ai problemi medici provocati dalla diffusione del virus ebola..
Controlli di temperatura dovrebbero
essere eseguiti prima dell’entrata nei
villaggi di atleti e dirigenti quindi negli
aeroporti e stazioni ferroviarie.
A cominciare naturalmente da Granada in Spagna e dalla Slovacchia dove si
svolgeranno le competizioni di sci nordico.
La Korea ha presentato un ampio
programma sull’Universiade estiva che
offre ampie garanzie sul piano dell’or-
ganizzazione e delle manifestazioni
collaterali come avvenne a Daegu che
è rimasta nel ricordo di molti partecipanti.
Almaty nel Kazakistan è pronta per il
suo grande evento invernale: la città
delle mele, com’è nota per la sua ampia
produzione di frutta, sta già completando gli impianti che mancano, tutti
all’avanguardia.
Anche la Russia si appresta a fare grossi investimenti per la sua prima Universiade invernale (2-12 marzo) che è
stata assegnata dalla Fisu alla città di
Krasnoyarsk dopo il ritiro della svizzera San Gallo. Secondo le anticipazioni
del Governo verranno investiti 40 miliardi di rubli.
Krasnoyarsk aveva inizialmente due
rivali, ma dopo che Pyeongchang è
stata scelta per ospitare le Olimpiadi
invernali del 2018, i coreani hanno ritirato la propria candidatura per i giochi
studenteschi e di lì a poco è arrivata
anche la rinuncia volontaria della città
svizzera di San Gallo.
Al posto del dossier di candidatura, la parte svizzera aveva inviato
alla FISU una lettera ufficiale nella
quale spiegava di aver attentamente
studiato e analizzato la campagna di
Krasnoyarsk e di aver stabilito che le
probabilità di vittoria dei russi erano
di gran lunga superiori.
Secondo il governatore del Territorio di Krasnoyarsk, Lev Kuznetsov,
l’Universiade aiuterà la città a
liberarsi dell’immagine di “città,
dove, tutt’oggi, per le strade vagano gli orsi”. La Russia aveva
in precedenza ospitato solo due
Universiadi estive: nel 1973 a
Mosca e nel 2013 a Kazan con
grande successo. I Giochi poi si
allargheranno al Brasile che si è
visto assegnare la manifestazione del 2019.
Azzurri del bridge con onore al Mondiale
in evidenza Giacomo Percario e Rubino
Non per niente è uno degli esponenti della nazionale italiana Cadetti: Giacomo Percario, livornese che
studia a Pisa, già campione italiano
juniores, è sicuramente uno dei più
promettenti bridgisti in circolazione
e lo sta dimostrando nel Mondiale universitario organizzato dalla
Fisu e iniziato nei giorni scorsi in
Croazia. L’Italia è a metà classifica
in una manifestazione dove stanno dominando cinesi e turchi. Con
Percario hanno esordito Alessandro
Calmanovici, cagliaritano che studia anch’egli a Pisa e un altro sardo,
Roberto Eduardo Sau.
Sotto poi con il palermitano Riccardo Rubino, che
viaggia in piena sintonia con Percario senza dimenticare la romana Caterina De Lutio, la bolognese Enrica Raffa e il coach GianPaolo “Giagio” Rinaldi.
Significativi i successi sulla Cina 2 (45-44) e Slovenia
(93-23) quindi con la Cina 1 (45-44) e la Polonia (45-11)
sconfitte di misura con Giappone (36-40) Polonia (5158) quindi Francia (36-66) R. Ceca (26-52) Germania
(19-46) e Austria (35-77).
Al via della manifestazione, il presidente della Fisu
Gallien ha annunciato che“questo evento fa parte del
prestigioso programma della FISU coi suoi 24 Campionati Mondiali Universitari che nel 2014, considerando tutti quelli organizzati dal 1962, hanno raggiunto le 60mila partecipazioni”
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
242 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content