close

Enter

Log in using OpenID

Cliccare per aprire il file allegato

embedDownload
etati
e il
are
engli
m-
couna
ire
e le
nel
di
tati e
enerdi
uoric-
dal
coarrli?
riatonapeone
rdi
ase
a il
Dozza è la nuova preside
tra Autobrennero e Serenissima per finanziare la ferrovia
del Brennero e trasferire traffico pesante su rotaia. Va ri— Un tassello
im-Valdae creatività: «La nostra facoltà
solto portante
ilBOLZANO
contrasto
sulla
nel processo di rinno- ha delle buone risorse — spiedella Libera
universiga — dobbiamo però imparare
stico,vamento
ma
certo
le
due
autotà altoatesina: Liliana Dozza è ad usarle al meglio e a valorizstrade
insieme
la nuova
preside dellapotrebbero
facoltà di zarle».
Scienze della Formazione della
Una valorizzazione che seaccantonare
4 giàmiliardi
con
Lub. La docente,
vicepresi- condo
Dozza passa dagli stude e accademica molto stimata denti, dai ricercatori e dai douna nel
proroga
di locale,
30 anni.
BOLZANO — Deluse le
mondo universitario
centi: «Dobbiamo realizzare
è stata eletta ieri mattina.
gestione più partecipata
Nell’interesse
comuneunadei
aspettative della Cna. La Bls
Nata a Castelfranco Emilia possibile — prosegue la presi(Modena)
ha ricoperto diversi
de di Scienze della Formazione
territori
e dell’Italia,
bisognenon rileverà i locali invenduincarichi all'ateno bolognese — perché è vero che bisogna
rebbeperrinunciare
allaOr-Valdati dei consorzio artigiani ma
poi, nel 2003, diventare
aver cura dell'organizzazione,
di Pedagogia generale e ma soprattutto non bisogna
stico,dinario
spostare
sul con
Brennero
cercherà comunque di venisociale
alla Lub. Dozza
la mai perdere di vista l'importanalla carica
di presiza delle persone».
i soldisua
eelezione
legare
a ciò
(anziché
re incontro ai soci prometde di facoltà sembra sfatare il
Forse è anche per questo che
18/07/2014
| sarà
dell'Alto Adige | Pagina: 1
Data:
Testata:
mito
che vede prevalentemente
persoDozza
essenziale esse- Corriere
alla Valdastico
stessa)
la
tendo di non applicare le sanEsperienza consolidata
nelle posizioni di vertice della re affiancata da un gruppo di La professoressa Liliana Dozza a un seminario con alcuni stuLub docenti didella
sesso maschile.
collaboratori fidati e competen- denti e, sopra, la sede bolzanina della Libera università
pravvivenza
Serenissizioni che li costringerebbero
«Credo che l'elezione della ti: «Essere preside non significa
A PAGINA 7 Pozzi
ma. professoressa
Occorrerebbe
a restituire l’incentivo proDozza — affermaanche
lavorare da soli — continua
Hans Drumbl, docente della Dozza — ma riuscire a migliorasciogliere
in Europa
il nodo
vinciale ricevuto. Intanto
Lub — rappresenti
un fattore
re la comunicazione interna ed
Estate Juvenes ripropone l’iniziativa al Rainerum: giochi, laboratori, riflessioni, gite
nella
natura che i consorpositivo per l'Università
esterna
e capire come usare le
delle molto
concessioni
in
gara
—
l’Apa
sottolinea
ma anche per la società. Grazie competenze a disposizione. Mi
di una
docente di prima
piacerebbe, oltre che coltivare
che ciall'elezione
siamo
imposti
zi,
se
gestiti
bene, costituimadrelingua italiana in una fa- un ottimo e diretto
rapporto
Studente
Lub a Lampedusa
della coltà
crisi
a tutelatrilingue
esclusiva
scono una soluzione efficace
profondamente
con le intendenze scolastiche
— sottolinea Drumbl — cre- provinciali — dichiara Dozza
della poi
concorrenza
— in—noper risolvere i problemi di indo
che si dia maggiore dignità
cercare una maggiore e più
BOLZANO — Anche que- ne, la generosità, unite alla no anche numerosi stand in
e pari importanza a tutte e tre le partecipata comunicazione con
me dilingue
unpresenti
obiettivo
sediamento
A
cui i ragazzidelle
avranno imprese.
la possist'anno l'Associazione Juve- preparazione degli animatori,
nei corsi». politico
Trento ed Innsbruck, in modo
nes propone l'esperienza esti- fanno dei giorni del Sole un'e- bilità di mettersi alla prova
La diretta
interessata
intanto da poter mettere in comune nupiù alto:
quello
dell’integralivellocon politico
attività manualiAlessandro
e diverva dei «Giorni del Sole», per sperienza unica che rimane
pensa già al futuro: «Non ho merose e preziose risorse che
tenti.
L'avventura
è unita
an- cuore
ragaz- di
tutti i ragazzi e ragazze di età impressa nel cuore dei Urzì
pensato alla mia
elezione
zione.maiAbbiamo
oggi
un ognuno
pre- di noi già possiede».
Alto
Adige
nel
che a momenti di condivisiocompresa tra i 6 e i 14 anni, in zi.
in chiave linguistica o di geneUna complementarietà che
ne e di gruppo, un’interrogadi riflessione
Molteplici le proposteha
labo-presentato
programma dal 18 al 29 agosidente
delDozza
Consiglio
che
re — spiega
— non vo- poi,
sempre secondo la nuova
sto presso l'Istituto Salesiano ratoriali che vanno dalla dan- e preghiera, che non manca
alimentare la costruzione preside, si potrebbe mettere a
vuoleglio
mettere
ordine
in ad esempio in una
zione
urgente
per chiedere
presso un proposta
salegio- mai
Rainerum, in piazza Domeni- za al karate, dal teatro alla
di sia
steccati,
ma sono molto
feli- disposizione
cani 15: un'esperienza coin- coleria, dalle scenografie ai siana.
delle parole di colleghi e ami- nuova e ricca offerta per quel
casa cecipropria,
sia portare la
chiarimenti
sui tutti
tempi
di reaAl Mercoledì
in gita.
al
volgente ed educativa che mi- murales, dalla robotica
che hanno fiducia e stima di che riguarda la formazione conDue sonodi
le gite
programmara a favorire la conoscenza tra scientificamente divertente.
me. Ora inizia
ungiusto
percorso —tavolo
tinua: «È stato fatto tanto negli
questione
sul
lizzazione
via
Max
Plank,
La storia proposta in que- te, una in montagna presso il
coetanei e stimola la parte creprosegue la nuova preside — anni — conclude Dozza — ma
passod’accesso
della Mendola eall'altra
ativa attraverso diverse attivi- st'edizione 2014 è «La Fabbriche proverò
ad affrontare
cer- migopiacerebbe rafforzare ulteeuropeo.
Abbiamo
anche
lache
strada
Consorall'Acquarena
a
Bressanone.
ca
di
Cioccolato»,
tema
tà
laboratoriali,
giochi
di
squacando di vedere sempre il bic- riormente quello che concerne
vernatori
e sindaci
capaci
di continua profeszioat-10 della
e anche
DuranteCna,
la serata
finale, sulverrà ripreso nelle diverse
dra e momenti di gruppo.
chiere mezzo
pieno».
la formazione
L'esperienza è condivisa da tività educative. Ogni giorno inoltre, saranno raccolti i fonDozza infatti pare avere le sionale legata alle esigenze delcapire.
Unendo
leaf-forze,
la dibonifica
dell’amianto
di per sostenere
i progetti del- rin50 animatori
volontari, ragaz- dalle 7.45 alle 17 i ragazzi
idee molto
chiare su come
la nostra provincia e del nostro
di
MASSIMILIANO
BOSCHI
zi e ragazze delle superiori e venteranno protagonisti di l'Opera salesiana in Etiopia.
frontare questa
nuova sfida pro- sistema educativo».
l’obiettivo
è raggiungibile.
venutoInfo
sull’areale
ex Iveco.
su www.juvenes.it.
universitari e pure qualche un'avventura
Matteo Pozzi
fessionale, idee che dovranno
A PAGINA 7speciale.
La Bls delu
«Nessun sa
Il programma: «Gestione più partecipata»
«Giorni del sole», l’estate intelligente
Tesi sui migranti
«Sono persone,
non numeri»
partire da due concetti: fiducia
© RIPRODUZIONE RISERVATA
La storia
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Curiosità I «Giorni del sole» dello scorso anno
nonno: l'impegno, la passio-
Oltre ai laboratori, ci saran-
All
Fu
Le
pe
Pi
oc
Pi
Il
ac
Ge
A PAGINA 4
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Freiheitlichen
Lo studente Lub è andato in Sicilia con due amici. Martedì la laurea
«Clandestini
l’inaugurazione.
L’ex sindaco: ci apriamo all’Europa
da identificare»
AlexanderMuseo,
sullelunedì
rotte
dei migranti
M
BOLZANO — «Gli
immigrati irregolari
ricevono le cure
all'ospedale senza pagare
il ticket e saltando le liste
d'attesa: se da una parte è
giusto che tutti ricevano
l'assistenza, dall'altra non
devono poter andarsene
senza essere identificati,
senza la verifica se
possano o meno restare
in Sudtirolo». Così i
Freiheitlichen, sulla scia
di un'interrogazione
presentata dal consigliere
Siegmar Stocker. Dal 2012
al 2013 i costi sanitari
riferiti agli immigrati
irregolari sono saliti da
124.000 a 178.000 euro.
«Ho vistoSalghetti:
persone, non Vittoria,
numeri» svolta epocale
A Lampedusa per preparare la tesi. «Accoglienza, un business»
BOLZANO — Alexander Indra, venticinquenne di Lana, presenterà martedì la sua
tesi di laurea in arte e design alla Libera
Università di Bolzano. Capita spesso che il
lavoro di tesi deluda le aspettative di chi
ci ha speso settimane di impegno, ma
Alexander non correrà questo pericolo
perché, per certi versi, il lavoro sulla tesi
gli ha già cambiato la vita.
Un paio di mesi fa è infatti, partito per
Lampedusa, in compagnia di due laureati
Unibz, Irene Beltrame ed Andreas
Trenker, alla ricerca delle rotte dell'immigrazione dall'Africa. Giunti a Catania, però, sono stati travolti dalla realtà, come
spiega lo stesso Alex: «Non appena arrivati in stazione ci siamo imbattuti in una famiglia di siriani residenti a Danimarca
che era in contatto con alcuni parenti stipati su un barcone partito da Alessandria
d'Egitto che si trovava alla deriva in pieno
Mediterraneo. Ad un certo punto, però, la
comunicazione si è interrotta e hanno
chiesto il nostro aiuto per lanciare l'Sos».
Insieme hanno, quindi, provato a contattare la guardia costiera italiana che
sembrava a conoscere la vicenda ma, a loro avviso, l'imbarcazione era in acque territoriali maltesi mentre questi ultimi affermavano che era in acque italiane: «Ovviamente noi non potevamo sapere chi avesse ragione ma, successivamente, grazie ai
tweet della Marina Militare italiana e do-
BOLZANO — «Il museo al Monumento è una vittoria per tutta la citUltima ora: barcone in difficoltà
tà: la storia è condivisa, ora guardiamo all’Europa». È entusiasta del progetto l’ex sindaco di Bolzano, Giovanni Salghetti Drioli alla vigilia
mobilitato la guardia costiera
dell’inaugurazione, che avverrà lu- BOLZANO — È partito da una
di Lampedusa
— ci sarebbero
nedì allaAlexander
presenza
Fran- struttura
della Caritas
di Un gruppo di migranti
Irene Beltrame
Andreas Trenker
Indra del ministro
Destino incerto
a Lampedusa
corpi
in mare».
ceschini.
Un’inaugurazione
nonstato
pril’allarme
una
mare aperto».
Alex ha comunque
spiega
Alex — la città più già
vicina diversi
è a viene in
possibileBolzano
avvicinare le persone
sbar- —di
po due lunghi
giorni di silenzio, siamo vedocumentato
l'intero viaggio
con foto, vidodici chilometri. Noi abbiamo
pro- dei
poi state trasportate
a Siraa sapere che i profughi
erano stati cate che sono donna
Fonti
soccorritori
che
va dinuti
polemiche
con l’Heimatbund
etiope
checirca
aveva
soccorsi e che si stavano dirigendo verso cusa dove, finalmente, è avvenuto il ricon- vato ad avvicinarci ma siamo subito stati deo e appunti che saranno la base della
espositiva
che presenterà
martedì,
dalla polizia.
comun- tesinel
giungimento.
Noi li abbiamo reincontrati
il porto di Augusta». domenica sera
Canale
di Sicilia
che manifesterà
e ricevuto
dal figliointercettati
maggiore,
inAbbiamooperano
A quel punto la famiglia siriano è parti- a Catania, da dove, dopo qualche giorno, que chiesto informazioni sulla struttura ma il viaggio siciliano ha ormai un'imporriferiscono
che in
queste
ore vi
non più
matina:
sipartiti
è perpartenza
mare
dalla
Libia,
rispetto
al conseguimenche ospita
ormai
migliaia di profughi
e ci tanza autonoma
Milano per poiper
proseguita per illunedì
porto siciliano:
«Lì, però,«Forse
non è sono
siamo resi conto del business interno ed to del titolo di studio: «Prima del viaggio
re per Copenaghen».
sono numerosi
barconi
diretti
cominciato a capire che le diversità
una
richiesta
d’aiuto.
sentivo più lontano
il tema dell'immigraesterno al Cara».
L'incontro con
i siriani
ha ovviamente
zione — dice
— sui
giornali
e in televisioI tre hanno quindi—
raggiunto Lampeducambiato i presupposti
del viaggio,
verso l’Italia,
ma
non
sono
devono essere viste come un arric«Il barcone
sta affondando
Alexander, Andreas e Irene hanno cercato sa, dove hanno trovato solo le tracce di ne si parla soprattutto di numeri mentre
di vite individuali. Ora che ho poun'immigrazione
che ora seguesegnalati
altre stra- si tratta
di raggiungereha
il luogo
in cui, solitamennaufragi.
chimento»,
Salghetti.
raccontato
alla
polizia di
Ci siamospiega
imbattuti
in una
te, vengono trasferiti i profughi raccolti de: «Il centro di accoglienza di Lampedu- tuto incontrare le singole persone, conoBolzano
che
a sua
famiglia siriana che
era 2 Graziosi
A PAGINA
conRISERVATA
i miei
sa èvolta
chiuso —ha
spiega Andreas Trenker — scere le loro storie ed©osservare
dalle navi dell'operazione
Mare
Nostrum.
RIPRODUZIONE
Mare Nostrum, allarme da Bolzano Sve
© RIPRODUZIONE RISERVATA
❜❜
Documento generato da unibz (unibz) il 18/07/2014 alle 08:19:49
Powered by TCPDF (www.tcpdf.org)
Quel luogo è l'ormai noto Cara (Centro di
accoglienza per residenti asilo) di Mineo,
ex base di soldati statunitensi in provincia di Catania.
«Si tratta di un posto distante da tutto
ma noi abbiamo visitato il cimitero dei
profughi senza nome e quello delle barche, finendo per raccogliere le impronte
di un flusso migratorio che l'operazione
Mare Nostrum non lascia, perché tutto av-
occhi i loro visi cotti dal sole e la loro sofferenza non riesco più a liquidare le battute razziste con un'alzata di spalle».
Massimiliano Boschi
© RIPRODUZIONE RISERVATA
1/1
Ritaglio stampa ad esclusivo uso del destinatario, non riproducibile
in contatto con alcuni
parenti stipati
su un barcone alla deriva
Via d
f
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
679 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content