close

Enter

Log in using OpenID

AVVISO PUBBLICO - Comune di Settimo San Pietro

embedDownload
COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO
Provincia di Cagliari
AREA SOCIO-CULTURALE
Piazza Sandro Pertini,1
Tel.0707691216-220 - Fax 0707600022
e mail: [email protected]
AVVISO PUBBLICO
PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI
AMMISSIONE AL PROGRAMMA “AZIONI DI CONTRASTO ALLA
POVERTA’ – LINEA 3 - ANNUALITA’ 2013”
IL RESPONSABILE DELL’AREA SOCIO-CULTURALE
in attuazione della Deliberazione Regionale n. 39/9 del 26.09.2013 (art. 3 della L.R. n.
1/2009 - art. 1, commi 1 e 2 della L.R. n. 21/2013 - art. 2, comma 2, punto a) della L.R. n.
12/2013,) e della Deliberazione della G.C. n. 22 del 04.03.2014
Visto il disciplinare approvato dalla G.C. con deliberazione n. 50 del 05/05/2010.
EMANA
il seguente bando per la presentazione delle domande di ammissione al Programma per la
concessione di sussidi per lo svolgimento del Servizio Civico comunale – annualità 2013.
Allegato alla Determinazione n°207 del 14.03.2014
Art. 1 - OGGETTO
Con il presente bando il Comune di Settimo San Pietro procede alla realizzazione del
“Programma per il contrasto alle povertà – Linea di intervento 3 – Concessione di sussidi
per lo svolgimento del Servizio Civico comunale”, finalizzato al reinserimento sociale
mediante assegnazione di un impegno lavorativo alle persone appartenenti a nuclei
familiari che versano in grave stato di indigenza economica.
Tale servizio costituisce una forma di assistenza alternativa all’assegno economico e si
realizza attraverso l’affidamento di una serie di attività.
Art. 2 – DESTINATARI E REQUISITI DI ACCESSO
Sono ammesse al programma le persone che possiedano tutti i requisiti generali di seguito
elencati:
a) età compresa tra i 18 e i 60 anni;
b) residenza nel Comune di Settimo San Pietro e da almeno 2 anni nel territorio della
Regione Sardegna ;
c) appartenenza a nuclei familiari in condizioni di accertata povertà, con un Indicatore
della Situazione Economica Equivalente (ISEE), riferito all’anno 2013, non
superiore ad €. 4.500,00 annui comprensivo dei redditi esenti IRPEF*.
L’ISEE ridefinito si ottiene mediante la seguente formula:
ISEE ridefinito=
ISE + redditi esenti IRPEF
_______________________________
Valore parametro scala di equivalenza
* (es. pensioni d’invalidità civile, indennità di accompagnamento, assegno sociale,
assegno di mantenimento, sussidi erogati in presenza di particolari patologie per
compensare l’assenza o l’insufficienza del reddito, rendite Inail, ecc.).
d) condizione di abilità al lavoro;
e) non aver beneficiato nell’anno 2014 di programmi di inserimento lavorativo
sostenuti dal Comune (anche se avviati nel 2013), come cantieri occupazionali,
TFO, borse lavoro, ecc.
f) non beneficiare di coperture per disoccupazione o forme di tutela da parte di enti
pubblici (comprese le prestazioni economiche assistenziali a carico dell’INPS e
dell’INAIL) o altri programmi di inserimento lavorativo sostenuti da finanziamenti
pubblici;
g) nel caso di cittadini extracomunitari, permesso o carta di soggiorno;
I requisiti richiesti devono essere posseduti alla data della presentazione della domanda.
La mancanza di uno dei requisiti di cui sopra comporterà la non ammissione al
bando.
L’accesso al programma è consentito, nell’anno di riferimento, ad un solo componente per
nucleo familiare anagrafico (i coniugi non legalmente separati con diversa residenza fanno
parte dello stesso nucleo familiare).
Art. 3 – MODALITA’ DI ATTUAZIONE
2
I soggetti ammessi al programma dovranno sottoscrivere un progetto personalizzato,
condiviso con il Servizio Sociale professionale, che definirà modalità operative, compiti e
impegni assunti dal beneficiario e dall’Amministrazione.
La mancata sottoscrizione del progetto o il non rispetto degli obblighi assunti
comporteranno la decadenza dal beneficio.
I cittadini ammessi al Servizio Civico potranno essere impiegati dall’Amministrazione
Comunale, per un periodo massimo di 4 mesi, per svolgere servizi di utilità collettiva e
specificatamente:
a) tipologia inserimento a): n. 8 unità, in possesso dei requisiti di cui all’art. 6, lett. a
del presente bando, saranno impegnate in attività di tipo amministrativo e/o di
collaborazione nella gestione degli accessi e dell’utilizzo di strutture e servizi
culturali, educativi e ricreativi, per un impegno orario settimanale di n. 15 ore per n.
4 mesi;
b) tipologia inserimento b): n.11 unità, in possesso dei requisiti di cui all’art. 6, lett. b
del presente bando, saranno impegnate in attività di custodia, apertura, pulizie e
piccole manutenzioni di giardini e altri spazi pubblici per un impegno orario
settimanale di n. 15 ore per n. 4 mesi;
Nel caso in cui il numero di istanze ammesse per una delle due tipologie di cui sopra, non
raggiunga quello previsto nel presente avviso (8 per la tipologia A e 11 per la tipologia B),
si procederà allo scorrimento nella graduatoria relativa all’altra tipologia.
Il Servizio Civico non dà luogo in alcun modo all’instaurazione di un rapporto di lavoro e si
configura come attività volontaria resa alla collettività.
Il Comune provvederà alle coperture assicurative INAIL e RCT.
L’assenza dal servizio non potrà superare il 30% delle ore di impegno mensile previste;
qualora tale limite fosse superato e non giustificato da idonea documentazione,
l’interessato decadrà dall’incarico e sarà tempestivamente sostituito secondo l’ordine
previsto dalla graduatoria di cui all’art. 6 del presente bando. Si procederà alla sostituzione
anche nel caso del venir meno dei requisiti essenziali per la prosecuzione dell’intervento,
come descritti nell’art. 2.
Art. 4 - MISURA DEL CONTRIBUTO
Il sostegno economico, commisurato al numero delle ore di effettiva presenza in servizio, è
previsto nella misura di €. 10,00 orari, per un impegno massimo di n. 15 ore settimanali e
per un periodo pari a n. 4 mesi.
L’assegno corrisposto è alternativo ad ogni forma di assistenza economica erogata in
favore dello stesso soggetto ed in ogni caso è incompatibile con i benefici della “Linea di
intervento 1” erogati in favore di un qualsiasi componente dello stesso nucleo familiare.
Si precisa, altresì, che le persone che saranno ammesse allo svolgimento del servizio
civico comunale non potranno usufruire, nello stesso periodo, di altri programmi di
inserimento lavorativo sostenuti da finanziamento pubblico.
Art. 5 - PROCEDURA PER LA RICHIESTA
Le domande, compilate esclusivamente utilizzando il modello allegato al presente avviso,
dovranno pervenire al protocollo del Comune di Settimo San Pietro, Piazza S. Pertini n. 1,
tassativamente a decorrere dal 01.04.2014 ed entro e non oltre il 18.04.2014, alle ore
13.00 e dovranno essere corredate, a pena di esclusione, della seguente
documentazione:
◦ copia documento di identità del richiedente in corso di validità;
◦ copia del permesso o della carta di soggiorno, nel caso di cittadino extracomunitario;
3
◦
certificazione ISEE, completa di dichiarazione sostitutiva unica, relativa ai redditi anno
2013, da richiedersi presso i CAF (non saranno prese in considerazione le domande
con allegata attestazione ISEE, per quanto in corso di validità, relativa ai redditi
percepiti in anni precedenti o riferita a nuclei familiari con una composizione diversa da
quella anagrafica attuale).
Dovranno inoltre essere allegati, pena la mancata attribuzione dei punteggi relativi
all’art. 6, lett. B) punto 6 e lett. c):
◦ Scheda anagrafica, rilasciata o vistata dal Centro Servizi per il Lavoro competente
(CSL di Quartu S. Elena) a decorrere dal 01.03.2014;
◦ per gli anziani non autosufficienti: copia della certificazione rilasciata ai sensi della L.
104/92, art. 3, o altra documentazione sanitaria ritenuta idonea;
◦ per i disabili: copia della certificazione attestante lo stato di handicap rilasciato ai sensi
della L. 104/92, art. 3.
La dichiarazione sostitutiva relativa ai redditi esenti IRPEF è integrata nel modello di
domanda predisposto dal Servizio.
Le domande pervenute in data antecedente al termine previsto per l’avvio della
presentazione o successivamente alla data di scadenza e/o carenti della
documentazione da allegare obbligatoriamente
non saranno prese in
considerazione e saranno automaticamente escluse dal programma in oggetto.
Prima della presentazione al Protocollo comunale, si invitano tutti gli interessati a
sottoporre l’istanza a verifica della correttezza formale da parte dell’Ufficio del
Servizio Sociale (A.S. Daniela Locci – piano I – reperibile tutte le mattine al n. tel. 070
7691220 – apertura al pubblico lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10.30 alle ore 13.00).
Art. 6 – FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA
Il Comune valuterà le richieste ed elaborerà una graduatoria definendo, per ciascun
partecipante, il possesso dei requisiti di ammissione e il punteggio attribuito con
riferimento alle due tipologie di inserimento previste ai sensi dell’art. 3 del presente bando.
Requisiti specifici:
Per l’attivazione della tipologia di inserimento a), oltre a quanto previsto all’art. 3, è
richiesto il seguente requisito specifico:
◦ Diploma di istruzione secondaria superiore;
Per l’attivazione della tipologia di inserimento b) non sono richiesti requisiti specifici oltre
a quelli di cui al precedente art. 3.
Per la valutazione delle istanze così ammesse verranno sommati i punteggi attribuiti in
base alle situazioni specificate di seguito:
a) Punti per ISEE:
numero
1
2
3
4
Descrizione
ISEE da 0 a 1.125
ISEE DA € 1.126 a 2.250
ISEE da € 2.251 a € 3.375
ISEE da € 3.376 a € 4.500
Punteggio
5 punti
4 punti
3 punti
2 punti
b)Punti per situazione familiare:
4
1
2
3
4
5
6
Nucleo familiare
Composizione del nucleo familiare
Punteggio
1 punto per ogni componente - massimo
10 punti
Composizione del nucleo familiare
2 punti per ogni minore a carico massimo 10 punti
Composizione del nucleo familiare
1 punti per ogni figlio a carico di età
compresa tra i 18 e i 25 anni - massimo 4
punti
Nucleo monoparentale (con figli minori)* 4 punti
Persone che vivono sole
2 punti
Presenza nel nucleo familiare di persone 1 punto per ogni disabile o anziano non
con disabilità
documentata con autosufficiente
certificazione ai sensi della L. 104/92,
art.
3,
e/o
di
persone
ultrasessantacinquenni
non
autosufficienti
in
possesso
di
certificazione ai sensi della L.104/92, art.
3, o altra certificazione sanitaria ritenuta
idonea
*Per nucleo monoparentale si intende nucleo in cui è presente un solo adulto con minori a carico.
c)Punti per disoccupazione:
1
durata periodo di disoccupazione
Punteggio
1 anno documentato da scheda 1 punto per ogni anno di disoccupazione
anagrafica CSL
(fino a un massimo di 5 punti)
La graduatoria sarà stilata tenendo conto delle risorse economiche a disposizione e dei
punteggi ottenuti sommando quelli di cui alle lettere A), B) e C) . In caso di parità di
punteggio, avrà priorità di ammissione il nucleo familiare con il reddito ISEE, comprensivo
dei redditi esenti IRPEF, più basso; in caso di ulteriore parità il nucleo familiare
monoparentale con il maggior numero di figli minori a carico ; in caso di ulteriore parità
prevarrà il nucleo in cui sia presente un componente con 'età anagrafica maggiore.
Il cittadino iscritto nella graduatoria del servizio civico si impegna a comunicare l'eventuale
variazione della propria situazione reddituale e lavorativa entro il terzo giorno successivo
al verificarsi della stessa.
Nel caso di domande ammissibili relative a componenti lo stesso nucleo familiare sarà
ammessa solo quella che riporterà il punteggio più elevato.
Casi particolari:
E’ consentita per particolari o complesse situazioni di bisogno e in riferimento al numero
dei componenti il nucleo familiare una flessibilità del reddito di accesso alla linea sino a
euro 5.500 annui comprensivi dei redditi esenti IRPEF. In questi casi specifici il Servizio
Sociale valuterà l’effettiva capacità di spesa del nucleo familiare, soprattutto laddove la
situazione oggettiva sia diversa da quella anagrafica o si evidenzino situazioni anomale
che necessitano di maggiore tutela, purché tali situazioni siano dimostrate attraverso
idonea documentazione o dichiarazione sostitutiva.
5
Qualora tra l’ultima dichiarazione dei redditi e il momento della presentazione della
domanda siano intervenute variazioni significative nella composizione del nucleo o nella
situazione reddituale o patrimoniale, tali variazioni potranno essere prese in
considerazione, se acquisite attraverso idonea documentazione o dichiarazione
sostitutiva, al fine di cogliere la reale disponibilità di risorse del nucleo familiare.
Sarà cura dell’Amministrazione Comunale effettuare controlli circa la veridicità delle
dichiarazioni rese, anche confrontando i dati con quelli in possesso del sistema informativo
del Ministero delle Finanze e dell’INPS.
In tali casi non saranno attribuiti punteggi per ISEE mentre si procederà all’attribuzione dei
punteggi di cui ai punti B e C.
Art. 7 - OBBLIGHI DEI SOGGETTI DESTINATARI:
Le persone ammesse al programma di interventi relativi al presente bando dovranno
rispettare gli impegni assunti con la sottoscrizione del progetto personalizzato che definirà
modalità operative, compiti e impegni assunti. I beneficiari dovranno comunicare
tempestivamente al Comune ogni variazione della mutata composizione familiare, della
residenza, delle condizioni di reddito e di patrimonio dichiarate al momento della
presentazione della domanda.
La mancata sottoscrizione del progetto personalizzato o il non rispetto degli obblighi
assunti, assenze in misura superiore al 30% dell’orario previsto o il venir meno dei requisiti
previsti all’art. 3, comporteranno la decadenza dal beneficio.
Art. 8 - MOTIVI DI ESCLUSIONE E DECADENZA
Sono esclusi dal programma tutti i cittadini :
- il cui indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) superi, per l’anno 2013,
€ 4.500,00 annui comprensivo dei redditi esenti IRPEF;
- non in possesso dei requisiti di cui agli artt. 3 e 6 del presente bando;
- che rifiutino di sottoscrivere il progetto personalizzato di inserimento;
- che trasferiscano residenza in altro comune durante il periodo di realizzazione
dell’intervento, a decorrere dalla data di ricezione della richiesta di cancellazione
presso i servizi anagrafici;
- che si assentino dal servizio per un numero di ore superiore al 30% di quello previsto o
che non rispettino gli impegni assunti in progetto.
Art. 9 - INCOMPATIBILITA’
Gli interventi previsti nel bando, relativi alla linea 3 del programma “Azioni di contrasto alle
Povertà”, sono incompatibili con quelli relativi alla linea 1 dello stesso Programma.
Gli interventi previsti nell’ambito del presente bando sono incompatibili con altri interventi
assistenziali di tipo economico erogati dal Comune pertanto, per tutto il periodo coperto
dall’erogazione degli interventi previsti dal presente bando, nessun componente del nucleo
familiare potrà inoltrare istanze al Comune per la concessione di benefici assistenziali di
tipo economico, salvo diversa valutazione da parte del Servizio Sociale professionale.
Le persone che saranno ammesse allo svolgimento del servizio civico comunale non
potranno usufruire, nello stesso periodo, di altri programmi di inserimento lavorativo
sostenuti da finanziamento pubblico.
Art. 10 - VERIFICHE
6
Sarà cura dell’Amministrazione Comunale effettuare controlli circa la veridicità delle
dichiarazioni rese, anche confrontando i dati con quelli in possesso del sistema informativo
del Ministero delle Finanze e dell’INPS.
A norma del D.P.R. 445/2000, qualora emerga la non veridicità del contenuto delle
dichiarazioni sostitutive, è prevista la decadenza dai benefici oltre ad eventuali più gravi
sanzioni. L’Amministrazione, nel caso di fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni,
procederà alla sospensione o revoca dei benefici concessi, mettendo in atto le misure
ritenute necessarie al recupero integrale degli stessi.
Verifiche periodiche verranno effettuate per accertare l’effettiva realizzazione dei progetti
di inserimento e i risultati conseguiti.
Art. 11 – TUTELA DATI PERSONALI
Informativa di cui all’art. 13 del D.Lgs. n°196/2003
Titolare del trattamento è il Comune di Settimo San Pietro.
I dati forniti sono utilizzati solo ed esclusivamente per le finalità strettamente connesse
all’attività dell’ente locale, ed in particolare per lo svolgimento del presente procedimento.
La conservazione dei dati avviene tramite archivi cartacei e/o informatici.
I dati possono essere comunicati esclusivamente agli altri uffici comunali e non vengono in
alcun modo diffusi.
I partecipanti alla presente, possono esercitare i diritti previsti dagli artt. 7 e 8 del D.Lgs.
n°196/2003, rivolgendosi al responsabile dell’Area Socio-Culturale, in qualità di
responsabile del trattamento.
Resta salva la normativa del diritto di accesso agli atti amministrativi di cui alla legge 241
del 7 agosto 1990 e successive modificazioni ed integrazioni.
Art. 12 - PUBBLICITA’ DEL BANDO
Copia del presente bando e del modulo di domanda è a disposizione dei cittadini affinché
ne possano prendere visione, ai sensi della Legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive
modificazioni, presso l’Ufficio di Servizio Sociale e sul sito internet del Comune.
La graduatoria provvisoria dei beneficiari sarà pubblicata sul sito internet del comune:
www.comune.settimosanpietro.ca.it, trascorsi i termini di pubblicazione, in assenza di
ricorsi, la graduatoria assumerà carattere definitivo.
Il Responsabile dell’Area
f.to Dott.ssa Donatella Pani
7
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
458 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content