close

Enter

Log in using OpenID

2011 - alumni cattolica

embedDownload
ASSOCIAZIONE LAUREATI CATTOLICA
“Ludovico Necchi”
SU SOLIDE BASI
81° esercizio
Primo
Bilancio
Sociale
2011
1
2
SOMMARIO
5
Cariche sociali
7
Saluto del Prorettore Vicario
8
Messaggio dell’Assistente Spirituale
9
Lettera del Presidente
11
Identità e storia
15
Governo associativo e organizzazione
19
Attività dell’anno 2011
24
Relazione del Presidente
26
Sostenibilità economica
28
Relazione del Collegio dei Revisori
29
Obiettivi di miglioramento
30
Questionario
3
4
CARICHE SOCIALI
Organi Direttivi e ruoli associativi dell’Associazione Laureati Cattolica “Ludovico Necchi”
al 31 dicembre 2011
CONSIGLIO DIRETTIVO
Rappresentanti eletti:
Carlo Assi
Presidente
Eletto tra i laureati in Scienze Politiche
Luigi Cataldi
Vicepresidente
Eletto tra i laureati in Medicina e Chirurgia
Ivano Traina
Segretario
Eletto tra i laureati in Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative
Ombretta Fumagalli Carulli
Eletta tra i laureati in Giurisprudenza
Alberto Giussani
Eletto tra i laureati in Economia della sede di Milano
Domenico Grosso
Eletto tra i laureati in Lettere e Filosofia
Giancarlo Ferrari
Eletto tra i laureati in Scienze della Formazione
Mario Fregoni
Eletto tra i laureati in Agraria
Alfredo Marzocchi
Eletto tra i laureati in Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
Rossella Gambetti
Eletta tra i laureati in Scienze linguistiche e letterature straniere
Componenti di diritto:
Padre Luigi Cavagna
Assistente Spirituale Nazionale dell’Associazione
Michele Lenoci
Professore di ruolo dell’Università Cattolica nominato
dal Magnifico Rettore
Giuseppe Bertoni
Tesoriere
Rappresentante dell’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori
COLLEGIO DEI REVISORI
Riccardo Bauer
Vincenzo Ferrante
Marco Grumo
COLLEGIO DEI PROBIVIRI
Benito Vittorio Frosini
Agostino Fusconi
Massimo Mariani
COLLABORATORI
Edoardo Teodoro Brioschi
Socio delegato alla revisione delle attività della segreteria,
alla istituzione e alla emanazione di linee guida di indirizzo
per la gestione di un database di marketing, alla supervisione delle iniziative di incontro tra neolaureati e laureati già
attivi nel lavoro
Francesca Castelli
Socia delegata alla gestione dell’interazione sui new
media con i soci attuali e potenziali
Alberto Pettinelli
Socio delegato alla gestione dell’attività di Ufficio Stampa
Simone Rossi
Socio delegato alla promozione dell’Associazione presso i
Laureati di Economia della sede di Piacenza
Fabiano Sarti
Socio delegato alla promozione dell’Associazione presso i
Laureati di Psicologia
5
6
SALUTO DEL PRO RETTORE VICARIO
Il Prorettore Vicario
dell’Università Cattolica,
prof. Franco Anelli
(a sinistra) incontra
il Presidente Nazionale
della “Necchi”,
dott. Carlo Assi
Caro Presidente,
Cari Laureati associati alla “Necchi”,
è per me un grande piacere inviare a ciascuno di voi questo breve, ma
partecipe, saluto, in occasione dell’Assemblea della vostra Associazione,
per l’importanza dello speciale sodalizio che lega “geneticamente” l’Associazione “Necchi” all’Università.
Pensata e voluta da Padre Gemelli, e intitolata a uno dei
fondatori dell’Ateneo, l’Associazione è luogo d’incontro
dei laureati con le altre “anime” che caratterizzano la nostra esperienza comune. Il perdurante e significativo vincolo tra l’Università e l’Associazione si spinge molto oltre la
sola – seppur fondativa e qualificante – connotazione di
quest’ultima quale societas dei laureati del nostro Ateneo,
e si rispecchia nell’assetto istituzionale dell’Associazione
“Necchi”, nel cui Consiglio siedono, insieme agli eletti dai
laureati di ciascuna Facoltà, membri che assicurano un
costante vincolo con l’Ateneo, quali l’assistente spirituale, il
rappresentante dell’Istituto Toniolo e un professore dell’Università Cattolica nominato dal Rettore.
Ho perciò accolto con favore la proposta di ospitare queste mie righe
in apertura della prima edizione del Bilancio Sociale associativo. Si tratta
di uno strumento meritoriamente adottato dal nuovo Consiglio, che si appalesa quanto mai opportuno, al tempo stesso moderno e progredito,
nel riflettere l’orientarsi dell’ordinamento giuridico verso una ritrovata diffusa
attenzione circa le ricadute sociali delle attività degli enti, economici e
non, e altresì strettamente legato agli originari valori della nostra Università.
Un bilancio che più degli indicatori economici offre la rappresentazione dei guadagni di valore sociale e ideale dell’attività associativa,
nell’ottica di una migliore rendicontazione verso i Soci, sia, in modo trasparente, ai potenziali aderenti e a tutti coloro che con essa vengano a
contatto che cosa sia e come operi l’Associazione “Ludovico Necchi”. Su
questo secondo aspetto sottolineo come, non di rado, il dar conto della
propria attività a interlocutori esterni sia anche l’occasione per acquisire
una rinnovata e maggiore consapevolezza del contesto in cui ci muoviamo e del ruolo che siamo chiamati a svolgere. In altri termini, “rendere conto” è anche spesso un modo per “rendersi conto”, della propria
identità e della propria azione, e anche di meglio orientarne l’incedere.
Il fiorire delle attività promosse dall’Associazione “Necchi”, alle quali auspico molte e altre vadano ad aggiungersi, rende il sodalizio non soltanto il
luogo di ritrovo degli alumni, giustamente raccolti in un ente che ne significa
l’appartenenza ed è al tempo stesso occasione di ricordo degli anni, confido intensi e felici, della loro formazione, ma anche mezzo di relazione continua con la comunità universitaria attuale – ne è un segno fra i tanti il premio
“Gemelli” ai migliori laureati – che salda un ideale ma concreto vincolo tra le
generazioni di coloro che sono appartenuti all’Università Cattolica e sentono
ancora di farne parti, anche molti anni dopo la conclusione degli studi.
In questo senso, se l’assetto istituzionale colloca l’Associazione dei laureati “nel
cuore” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dinamismo e iniziative sempre
nuove e creative, anche con l’utilizzo dei nuovi mezzi di interazione e comunicazione promosso dal nuovo Consiglio, la conducono a una svolta importante,
da sostenere convintamente con l’auspicio che sia fruttuosa per tutti noi.
Buon lavoro!
Il Prorettore Vicario
Prof. Franco Anelli
7
MESSAGGIO DELL’ASSISTENTE SPIRITUALE
Carissimi Soci e Amici dell’Associazione “L. Necchi”,
P. Luigi Cavagna
mi aggiungo anch’io ai saluti che rivolgo con affetto a tutti voi come assistente spirituale dell’Associazione. Il mio principale ruolo, oltre a quello
di curare i momenti e le iniziative spirituali dell’Associazione, è quello di
rendere evidente lo stretto legame spirituale tra la Necchi e l’Università Cattolica; da sempre, infatti, il cappellano dell’Università è anche Assistente
della nostra Associazione. Per volere di P. Gemelli il Cappellano deve essere
un frate minore, anche per ricordare all’Istituzione che le radici dell’Ateneo
dei Cattolici Italiani sono francescane! Nell’ambito del recente convegno
su L. Necchi, ricordavo che l’ispiratore della vera vita cristiana fu sempre
nella vita di Necchi il serafico Padre san Francesco che amò a tal punto
da voler diventare uno dei suoi figli nella terza forma di vita da lui proposta: quella di coloro che abbracciano il Vangelo sulle orme di Francesco
rimanendo nel mondo, testimoniandolo nella vita quotidiana e nelle diverse occupazioni. Così racconta P. Gemelli la decisione sua e di Necchi
di entrare a far parte del terz’Ordine francescano: “Chiudemmo la vita
militare ascrivendoci alla vita serafica come Terziari; primo passo per lui
per entrare nella milizia del mondo, per me per entrare nella vita della
consacrazione a Dio. Che se san Francesco io conobbi
non tanto nei libri (proprio in quegli anni cominciava la
rinascita degli studi francescani), quanto in alcuni suoi figli,
a taluno dei quali mi legò la vita mentre ad altri tuttora mi
lega il più dolce dei legami spirituali, ebbi però in Necchi
il primo che mi parlò del Serafico di Assisi. Me ne poteva
parlare con tanta efficacia di persuasione, precisamente
perché ha compreso che questa concezione della vita
così altamente divina è anche profondamente umana.
L. Necchi ebbe intima e profonda questa ispirazione francescana della vita”. Entrambi vestirono il saio del TOF il
17 luglio 1903 nella Basilica di S. Antonio di Padova in via
Farini. Sono ben lieto di essere stato chiamato dalla Provvidenza ad accogliere questa eredità che spero di far rivivere in ciascun associato. Con senso di gratitudine al nuovo Presidente per
il rinnovato slancio che ha portato nella nostra Associazione, vi saluto con
affetto e vi auguro ogni bene nel Signore!
P. Luigi Cavagna o.f.m.
Assistente Spirituale Nazionale dell’Associazione
8
LETTERA DEL PRESIDENTE
Cari Soci,
mi rivolgo volentieri a voi e a ogni altro interlocutore che, attraverso questa
pubblicazione, si accosterà alla nostra Associazione per conoscerla un po’
o per riscoprire una presenza a suo tempo incontrata.
Questo breve fascicolo è il nostro primo Bilancio Sociale, e si riferisce
all’ottantunesimo anno di vita della nostra Associazione, voluta da Padre
Agostino Gemelli e tramandata a noi dalla presenza e
dall’azione di generazioni di laureati, che grazie ad essa e
per suo tramite hanno inteso perpetuare i legami reciproci
e con l’Università Cattolica.
Oggi, in una situazione civile, sociale e relazionale molto diversa rispetto ai decenni passati, a noi, che volontariamente abbiamo voluto assumerci l’onere di
questo servizio, è affidato il compito, ciascuno secondo il suo ruolo, di rilanciarla e renderla ogni giorno più
moderna, più salda, più utile ai laureati e all’Ateneo.
Per questo il nostro Consiglio auspica che ciascun lettore
tragga motivi di interesse e che tra i nostri laureati, anche
tramite queste pagine, escano nuovi associati.
Carlo Assi
Il nostro primo compito sarà accogliere e supportare i più giovani con la
testimonianza e l’esperienza. Da ciascuno, poi, potremo imparare e, grazie ad ognuno, arricchirci di idee, di relazioni, di nuove esperienze.
Grazie agli insegnamenti e alla presenza della nostra Università Cattolica
sappiamo di costruire su solide basi.
Anche la tappa di oggi, più che un arrivo, è un punto di partenza.
Benvenuti!
Il Presidente Nazionale
Carlo Assi
9
10
IDENTITÀ E STORIA
Amici dopo la laurea
L’Associazione “Ludovico Necchi” fra laureati e diplomati dell’Università
Cattolica è una associazione nazionale i cui fini, a norma di statuto, sono
ravvivare i vicendevoli rapporti di amicizia formatisi nell’Università Cattolica
e sviluppare il senso di solidarietà morale e materiale fra i soci; affiancare
l’Università nel raggiungimento dei suoi fini istituzionali; diffondere i tradizionali valori etici della Università Cattolica nel mondo del lavoro e delle
professioni; operare in collegamento con l’Università per assistere laureati
e laureandi nel loro percorso di carriera; creare occasioni di formazione
continua di carattere culturale, religioso e professionale.
Per volere iniziale di padre Gemelli
L’Associazione Necchi da più di otto decenni accompagna la vita dei laureati alla “Cattolica”. Sin dal 1928 i primi laureati pensarono a costituirsi in
Associazione e mantenere i legami tra di loro e con l’Ateneo. Nel 1930 Padre Gemelli in persona, un mese dopo
la morte dell’amico Ludovico Necchi, nominò una commissione – composta da docenti e giovani laureati – che
decidesse come organizzare l’Associazione e a chi intitolare il sodalizio dei laureati, dando mandato di fare presto.
Mandato accolto: già a giugno di quell’anno si tenne la
prima assemblea degli “Antichi studenti della Cattolica”,
nome mutato poi nel 1932 in “Associazione dei laureati
dell’Università Cattolica”.
Da subito Presidente Onorario dell’Associazione fu il Magnifico Rettore in carica.
Ludovico Necchi
Padre Agostino Gemelli
I Presidenti della Associazione “Ludovico Necchi”
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
prof. Ambrogio Ballini
prof. Orio Giacchi (1)
prof. Giuseppe Lazzati
prof. Giovanni Spagnolli
prof. Giuseppe Nangeroni
prof. Mario Mirabella Roberti
prof. Umberto Pototschnig
prof. Giancarlo Mazzocchi
prof. Edoardo T. Brioschi
prof. Alberto Giussani
dott. Carlo Assi
1930 - 1939
1939 - 1945
1945 - 1948
1948 - 1951
1951 - 1963
1963 - 1969
1969 - 1972 e
1975 - 1978
1972 - 1975
1978 - 2002
2002 - 2011
dal 2011
(1) per alcuni mesi del 1945, a seguito delle dimissioni del prof. Giacchi, l’Associazione venne retta dal vicepresidente, sen. Giovanni Spagnolli, quale presidente interinale nominato dal Rettore.
11
IDENTITÀ E STORIA
Tempi difficili
Strumento per mantenere i rapporti tra i laureati della Cattolica, ben presto
l’Associazione diviene luogo guardato con sospetto dalle autorità fasciste,
notoriamente ostile all’associazionismo che non fosse diretta espressione
del Regime. Negli anni bellici l’Associazione si prodiga per sostenere le
famiglie dei soci in difficoltà e diventa uno dei luoghi di preparazione del
pensiero democratico, capace di formare i cittadini per il periodo, che
viene avvertito sempre più imminente, della ritrovata libertà.
L’Associazione Necchi è partecipe ed espressione delle vicende dell’associazionismo e dell’Italia, passando attraverso i periodi della ricostruzione,
del boom, della contestazione e degli anni di piombo in fedeltà allo spirito
fondativo e con alterne fortune.
Per Statuto il Rettore della Cattolica è
Presidente Onorario di diritto dell’Associazione.
Di seguito i Rettori Magnifici dell’Ateneo dalla fondazione
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
Agostino Gemelli
Francesco Vito
Ezio Franceschini
Giuseppe Lazzati
Adriano Bausola
Sergio Zaninelli
Lorenzo Ornaghi (1)
1921 - 1959
1959 - 1965
1965 - 1968
1968 - 1983
1983 - 1998
1998 - 2002
dal 2002
(1) dal novembre 2011 le funzioni del Rettore sono esercitate dal Prorettore
Vicario a seguito del collocamento in aspettativa del prof. Ornaghi, che ha assunto l’ufficio di Ministro della Repubblica. Il prof. Ornaghi mantiene l’attribuzione di Presidente Onorario dell’Associazione in quanto essa è legata alla carica
di Rettore e non all’esercizio delle Facoltà e delle prerogative del Rettorato.
Formazione continua
Gli anni ottanta sono testimoni dell’attivismo associativo nella preparazione
alle professioni, un anticipo di quella “formazione post laurea” poi sviluppata in molteplici forme dall’Ateneo, anche con un espresso
riconoscimento al ruolo pionieristico della “Necchi”.
Crescono intanto i riconoscimenti ufficiali esterni e i dirigenti dell’Associazione Necchi sono ricevuti dal Presidente
della Repubblica e dal Papa.
Anno 1987. Il Presidente dell’Associazione,
Prof. E. T. Brioschi, incontra
Sua Santità Giovanni Paolo II, oggi beato
12
IDENTITÀ E STORIA
Cultura e approfondimenti
Con la diffusione delle sedi della Cattolica e il conseguente respiro nazionale assunto, l’Associazione promuove negli anni Ottanta i gruppi locali
mentre negli anni Novanta e nel primo decennio degli anni Duemila volge la propria attenzione a creare occasioni di approfondimento su temi
economici e sociali. Sostiene inoltre le Sezioni di Facoltà nel promuovere
iniziative sul versante culturale e scientifico, come testimoniano gli “Incontri
con l’autore” promossi dalla Sezione di Scienze della formazione, la partecipazione, tramite la Sezione di Scienze Politiche, al convegno nazionale
del 2006 sul volontariato alla presenza del Rettore Ornaghi, allora presidente della Agenzia per il terzo settore, e i convegni annuali delle Sezioni di
Agraria e di Medicina e Chirurgia.
Il riconoscimento della personalità giuridica e la “Necchi 2.0”
Il primo decennio degli anni duemila si conclude con il riconoscimento
della personalità giuridica all’Associazione, che quindi può con maggior
forza e più ampio margine di manovra rivolgere la sua azione verso i laureati della Cattolica.
Le elezioni del Consiglio Direttivo alla fine del 2010, l’Assemblea straordinaria di ratifica della nuova veste giuridica, svolta nell’aprile 2011, e le
elezioni di Presidente, Vicepresidente, Segretario e Tesoriere, nella riunione
di Consiglio del 28 maggio 2011, completano il percorso.
La piena operatività consente all’Associazione, giuridicamente riconosciuta e nel pieno delle sue funzioni, di iniziare una fase definita “Necchi 2.0”
per segnalare ad un tempo la svolta compiuta e l’apertura ai linguaggi e
alle nuove tecniche di comunicazione e di partecipazione digitale.
13
14
GOVERNO ASSOCIATIVO E ORGANIZZAZIONE
La struttura
La base sociale dell’Associazione Laureati Cattolica “Ludovico Necchi” è
costituita dai soci, che volontariamente aderiscono tra coloro che hanno
frequentato corsi di diploma, di laurea o master presso l’Università Cattolica.
L’Associazione si articola in Sezioni corrispondenti alle Facoltà dell’Università
Cattolica frequentate dai nostri laureati. L’Associazione riconosce i Gruppi
Locali, costituibili sia in Italia sia all’estero, quali organismi di raccordo tra
l’Associazione e la realtà locale, costituiti al fine di individuare le istanze territoriali e incentivare le attività finalizzate a garantire una costante collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Attualmente è costituito
il gruppo locale pavese.
Gli organi dell’Associazione sono:
a) L’Assemblea dei Soci
b) Il Consiglio Direttivo
c) Il Comitato Esecutivo
d) Il Presidente
e) Il Collegio dei Revisori
f ) Il Collegio dei Probiviri
Il Magnifico Rettore pro tempore dell’Università Cattolica
è, di diritto, Presidente Onorario dell’Associazione.
L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano dell’Associazione.
L’Associazione ha un Consiglio Direttivo composto da un
minimo di 5 ad un massimo di 25 membri.
Il Consiglio Direttivo è composto da:
a) l’Assistente Spirituale Nazionale dell’Associazione, nominato dall’Assistente Ecclesiastico Generale dell’Università Cattolica;
b) un rappresentante di ciascuna Sezione designato dai
soci della Sezione;
c) un professore di ruolo dell’Università Cattolica nominato
dal Magnifico Rettore;
d) un rappresentante dell’Istituto Giuseppe Toniolo di
Studi Superiori.
Foto archivio Università Cattolica
La rappresentanza in Consiglio dell’Assistente e dei rappresentanti dell’Ateneo e dell’istituto Toniolo, oltre agli eletti dai laureati nelle varie Facoltà,
esprime e garantisce il costante raccordo dell’attività associativa con le
strutture dell’Ateneo e con i valori fondanti dello stesso.
I compiti del Consiglio Direttivo sono:
a) formulare le direttive generali per il Comitato Esecutivo tenendo conto
dell’indicazione dell’Assemblea;
b) proporre modifiche allo Statuto per approvazione da parte dell’Assemblea;
c) determinare l’ammontare annuo della quota associativa;
d) proporre all’Assemblea la ratifica dei Soci Sostenitori;
e) proporre all’Assemblea la ratifica dei Soci Onorari;
15
GOVERNO ASSOCIATIVO E ORGANIZZAZIONE
Il sistema di controllo
Il controllo sugli atti dei vertici associativi è assicurato da organismi eletti
direttamente dalla base sociale riunita in Assemblea.
Il Collegio dei Revisori è composto da tre soci eletti dall’Assemblea.
Essi durano in carica quattro anni e sono rieleggibili.
Al Collegio dei Revisori compete di vigilare sull’osservanza della Legge e
dello Statuto e riscontrare, in particolare, la regolarità contabile della gestione; esso riferisce all’Assemblea sul bilancio.
Foto archivio Università Cattolica
Foto archivio Università Cattolica
16
Il Collegio dei Probiviri è composto da tre soci eletti
dall’Assemblea.
Essi durano in carica quattro anni e sono rieleggibili.
I Probiviri sono competenti circa le controversie sull’interpretazione e applicazione dello Statuto nonché sulle
eventuali controversie tra Soci, tra Soci e l’Associazione
ovvero tra i suoi organi.
I Probiviri, che godono dei necessari poteri istruttori e di
indagine, possono avviare l’azione di propria iniziativa o su
istanza di uno o più associati, inoltrata mediante lettera raccomandata presso la Sede dell’Associazione. Essi si pronunciano sui temi di cui vengono investiti entro trenta (30) giorni
dal ricevimento dell’istanza. Le decisioni dei Probiviri sono inappellabili.
Ai Revisori e ai probiviri, come del resto ai Consiglieri Nazionali, non è corrisposto alcun compenso.
Le politiche di gestione
L’Esercizio sociale inizia il 1 gennaio e si chiude al 31 dicembre di ogni
anno. I bilanci preventivo e consuntivo predisposti dal Tesoriere sono ratificati dal Comitato Esecutivo ed approvati dall’Assemblea.
Il bilancio consuntivo viene presentato per l’approvazione all’Assemblea
entro il 30 aprile.
Il bilancio è opportunamente articolato al fine di rappresentare in modo
trasparente le fonti di finanziamento e la destinazione degli impieghi. Al bilancio consuntivo sono allegate due relazioni, una redatta dai Revisori dei Conti e una, di accompagnamento, redatta dal Comitato Esecutivo e firmata
dal Presidente che dia conto dell’andamento complessivo delle attività dell’Associazione.
L’Assemblea dei soci è l’organo sovrano dell’Associazione, e da essa promanano le attribuzioni di tutti gli organi.
Il Presidente, su mandato del Direttivo, presenta in Assemblea le consuntivazioni economiche e i bilanci preventivi,
nonché le linee guida programmatiche dell’azione associativa, su cui l’Assemblea ha potestà di voto.
Il Presidente, legale rappresentante dell’Associazione, è
responsabile dell’indirizzo dell’attività associativa, coadiuvato dal Consiglio Direttivo e dal Comitato Esecutivo, secondo compiti previsti nello Statuto.
Al Presidente compete di promuovere e coordinare l’attività dell’Associazione, assicurandone il funzionamento, di dirigere i lavori del Consiglio
Direttivo, del Comitato Esecutivo e dell’Assemblea curando che sia data
GOVERNO ASSOCIATIVO E ORGANIZZAZIONE
esecuzione alle relative delibere; è legittimato, altresì, ad adottare i provvedimenti d’urgenza sottoponendoli per la ratifica al Consiglio Direttivo e al
Comitato Esecutivo alla prima riunione utile.
Gli interlocutori sociali interni ed esterni
Primi interlocutori dell’Associazione sono i Soci, destinatari e fine dell’azione sociale. La partecipazione all’Assemblea, la relazione con la Segreteria
mediante incontri in sede, telefonate o email, l’interazione tra soci e dirigenti associativi sui social network online sono altrettante manifestazioni di
un dialogo continuo e in costante evoluzione, sulla base delle dinamiche
sociali e dei progressi tecnologici, in attuazione dello spirito associativo fondante e con l’intelligente utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione sociale.
L’Associazione rivolge poi particolare attenzione ai soci potenziali, ovvero i
diplomati e laureati in “Cattolica” e coloro che hanno frequentato un master presso l’Ateneo e le sue Alte Scuole.
Sono promossi attivamente i contatti e le occasioni di collaborazione con
le associazioni che promuovano il mantenimento delle relazioni tra laureati
della Cattolica uniti da particolari esperienze, le forme associate riconosciute a supporto delle finalità dell’Ateneo, i sodalizi professionali tra coloro
che hanno frequentato corsi di laurea o altri percorsi formativi presso il nostro Ateneo.
Per fini statutari e per la medesima composizione degli organi direttivi interlocutori fondamentali per l’Associazione
sono l’Università Cattolica e l’Istituto Toniolo.
L’Associazione inoltre elegge di volta in volta a propri interlocutori enti, associazioni ed istituzioni che, per le proprie
finalità e per la manifestata disponibilità a collaborare con
la “Necchi”, possano svolgere una azione o prestare un
servizio utile agli aderenti all’Associazione.
Foto archivio Università Cattolica
17
18
ATTIVITÀ DELL’ANNO 2011
Il lavoro del Comitato Elettorale
Nel gennaio 2011 il Comitato Elettorale che aveva gestito il rinnovo del
Consiglio ha comunicato ai Soci l’esito delle elezioni e ha chiesto conferma
dell’accettazione dell’incarico ai Soci risultati eletti. Il 12 marzo il Comitato
Elettorale ha potuto proclamare gli eletti e trasmetterne documentazione
al Presidente uscente per la convocazione dell’Assemblea. Questa, riunita
il 2 aprile, ha ratificato la composizione del Consiglio e ha nominato i componenti del Collegio dei Revisori e del Collegio dei Probiviri.
I relatori al convegno
del marzo 2011
Il convegno “Necchi, una testimonianza ancora viva”
Il 29 marzo del 2011 il Centro Pastorale e l’Associazione Ludovico Necchi
hanno presentato, nell’ambito delle iniziative per i festeggiamenti dei 90
anni dell’Ateneo, un appuntamento di approfondimento della vita e delle
opere del co-fondatore della Cattolica
«Una figura poco nota oggi ma non per questo meno importante – ha
ricordato Agostino Picicco, autore del libro “Ludovico Necchi” – forse dovuta al fatto che la morte coglie il Necchi prima degli amici co-fondatori Agostino Gemelli, Armida Barelli e Francesco Olgiati.
E proprio in occasione della sua scomparsa la città di Milano seppe tributargli grandi onori. Tuttavia – ha aggiunto
Picicco – non bisogna dimenticare il ruolo fondamentale
di Ludovico Necchi nel processo di conversione di Gemelli. Una conversione che Necchi indusse non a suon di
prediche ma dando il suo esempio con la sua condotta
irreprensibile e introducendogli la figura di San Francesco
d’Assisi. Del resto lo stesso Agostino Gemelli amava definire Necchi come la sua spalla “discreta e necessaria”».
La partecipazione della Necchi all’udienza del Papa nel maggio 2011
Esponenti del Consiglio e soci della “Necchi” di ogni parte d’Italia sono stati
presenti il 21 maggio 2011 all’udienza concessa da Papa Benedetto XVI in
occasione dei 90 anni dalla fondazione dell’Università Cattolica. Indistinti,
abbiamo partecipato con studenti, docenti, personale dell’Ateneo, insieme a più di 5000 persone, di cui circa 2400 provenienti
dalle sedi di Milano, Brescia, Piacenza-Cremona, e oltre
3000 dalle sedi di Roma e Campobasso dell’Università
Cattolica.
L’aula Nervi in Vaticano, il 21 maggio 2011,
durante l’udienza di Benedetto XVI
19
ATTIVITÀ DELL’ANNO 2011
Le elezioni del direttivo e il piano strategico di mandato
Il 28 maggio 2011 il Direttivo è stato convocato dal Presidente uscente Giussani per l’elezione delle cariche interne. Sono risultati eletti Carlo Assi come
Presidente, Luigi Cataldi come Vicepresidente, Ivano Traina Segretario e
Giusepper Bertoni quale Tesoriere. Nel giugno del 2011 il neopresidente
Assi ha riunito il Consiglio Direttivo, ai cui membri aveva inviato settimane
prima un documento preparatorio, per una riunione in cui condividere il
“Piano strategico di mandato”, per il restante periodo di tre anni e mezzo
della consiliatura 2011-2014.
Il Piano, che assegna al 2011 il tema “Conoscere la storia, vivere il presente,
costruire il futuro”, delinea gli obiettivi di mandato e, approvato all’unanimità, indirizza i primi passi di un semestre ricco di decisioni da prendere e
situazioni da gestire.
La nuova sede
Nel giugno del 2011 è stata affrontata, subito dopo l’insediamento del
nuovo Consiglio, una questione molto rilevante: quella della sede dell’Associazione entro l’Università. La collaborazione costruttiva instauratasi subito
tra i vertici associativi e il responsabile della logistica, Luciano Ratti, ha consentito di arrivare alla definizione di una nuova sistemazione in Largo Gemelli, già alla fine di settembre. La nuova sede dispone di due locali, uno
adibito a Segreteria e un secondo adibito a Presidenza e sala riunioni per
gli organi direttivi.
Gli interni della sede associativa
Lavorare insieme alle strutture dell’Università
Una delle prime attività, nel mese di giugno, dei nuovi vertici associativi è
stata la quella di accreditarsi, farsi conoscere e quindi allacciare relazioni di
collaborazione con gli uffici e le direzioni dell’Ateneo, a partire dalla Direzione di Sede e dalla Direzione Comunicazione, e con le Alte Scuole. Questo al
fine di sviluppare progetti ed attività in sinergia con l’Università, valorizzando
le specificità dell’azione associativa senza sovrapporsi in modo scoordinato
e inefficace alle attività dell’Ateneo nelle sue varie articolazioni. I risultati del
primo semestre sono stati incoraggianti e l’accoglienza dei responsabili
degli uffici universitari improntata a cordialità e fattiva collaborazione.
La rinnovata formula valorizza il 50esimo Premio Gemelli
Un esempio più visibile degli altri di questa innovativa cooperazione instaurata con l’Ateneo è il Premio Gemelli. Proseguito come da
tradizione, e giunto alla cinquantesima edizione, è stato
condiviso come “evento” con la Direzione Comunicazione
dell’Università, che ha gestito, sotto la supervisione associativa, la realizzazione dei materiali di comunicazione e
l’intrattenimento post evento, mentre la segreteria associativa ha come sempre curato la selezione dei premiati in collaborazione con le Facoltà e la gestione dei vari
momenti in aula Pio XI, dagli interventi alle premiazioni.
Il Premio Gemelli è stato con questa edizione profondamente rinnovato nella formula: è stata eliminata la coincidenza dell’evento con l’Assemblea dei Soci, mentre è stata
introdotta la presenza di due relatori, che hanno esposto con
brevi prolusioni temi di interesse per i neolaureati.
Foto di gruppo dei Premiati 2011
20
ATTIVITÀ DELL’ANNO 2011
Il sostegno di Lorenzo Ornaghi e di Franco Anelli
Nel giro di pochi mesi dopo l’entrata in carica degli organi associativi
(28 maggio) l’Associazione si è accreditata presso il Rettore Magnifico
Lorenzo Ornaghi, per Statuto associativo Presidente Onorario della Necchi, con un incontro il 24 giugno, e poi presso il Prorettore Vicario Franco
Anelli, il 2 dicembre, a seguito del passaggio dei poteri e delle funzioni
rettorali al prof Anelli dopo la nomina del prof. Ornaghi a Ministro della
Repubblica, con conseguente collocamento in aspettativa rispetto all’Ateneo.
Da entrambi sono arrivati messaggi ed atti di concreto sostegno e incoraggiamento. Iniziato durante il rettorato di Ornaghi, l’iter per la redazione
di una convenzione organica tra Associazione e Ateneo è proseguita durante la gestione del Prorettore Anelli, proseguendo nel 2012. Con tale atto
Ateneo e Sodalizio dei laureati, riconoscendo le rispettive missioni e finalità,
formalizzeranno il quadro generale della loro collaborazione. Ciò consentirà all’Associazione Laureati di pianificare e realizzare i propri obiettivi con
crescente certezza e sicurezza, in un quadro di sinergia con l’Università.
XXX Convegno ex-Allievi a Roma
nel novembre 2011
Il 50esimo UCSC a Roma e il XXX Convegno degli ex-allievi della Facoltà
di Medicina e Chirurgia
Il 5 novembre, nella stessa giornata, si sono tenuti a Roma
i festeggiamenti per i 50 anni di corsi dell’Università Cattolica, presente con la Facoltà di Medicina e Chirurgia
dal 1961, e i lavori del XXX Convegno degli ex-allievi della
Facoltà di Medicina e Chirurgia aderenti all’Associazione
Ludovico Necchi.
Il convegno ha avuto per titolo “50 anni al servizio del fratello che soffre: passato e presente per quale futuro?”.
Nel pomeriggio, alla presenza del Presidente Nazionale, il Consigliere e Vice Presidente Luigi Cataldi, tra i primi
laureati in Medicina e Chirurgia alla Cattolica di Roma e
oggi neonatologo proprio presso il Policlinico Gemelli, ha
intrattenuto i Soci con una coinvolgente rievocazione della storia della Facoltà tramite una presentazione ricca di
immagini e una narrazione colma di aneddoti che hanno
coinvolto la platea dei presenti.
21
ATTIVITÀ DELL’ANNO 2011
Il 41esimo convegno annuale della Sezione di Agraria sul tema “Cambiamenti climatici e agricoltura”
Domenica 13 novembre si è svolto presso l’Oasi Sacro Cuore in Conversano (BA) il 41º Convegno della Sezione di Agraria della nostra Associazione, dal titolo “Cambiamenti climatici e agricoltura”.
Il Prof. Giuseppe Bertoni, docente di zootecnica, ha illustrato il rapporto tra i cambiamenti climatici, il fabbisogno
di alimenti e le scelte che l’agricoltura dovrà compiere,
applicando tecnologie nuove e rispettose dell’ambiente,
per far fronte a questo fabbisogno in un quadro di continuo aumento della popolazione mondiale.
Il Prof. Mario Fregoni, docente di viticoltura, ha messo in
evidenza i riflessi che i cambiamenti del clima hanno su
un comparto, quello vitivinicolo, estremamente importante per l’agricoltura italiana.
La Sezione di Agraria
al convegno di Conversano (Ba)
12 novembre: il Rettore Ornaghi
interviene all’Assemblea della “Necchi”
Amicizia tra i Soci: una delle finalità
associative della “Necchi”
22
L’Assemblea e la sinergia con gli “Agostini”
Tra coloro che sono laureati alla “Cattolica” una particolare esperienza
e uno speciale ricordo sono vissuti da coloro che hanno frequentato
i Collegi. Il Presidente, con la collaborazione fattiva del
consigliere, e rappresentante del Rettore, Prof. Lenoci, ha
stabilito un legame particolare con l’Associazione degli
Agostini Semper, intervenendo come relatore alla loro Assemblea che si è svolta, in orario anticipato, nella stessa
mattina dell’Assemblea Necchi, il 12 novembre. Alla nostra
Assemblea era inoltre presente una rappresentanza dell’Associazione MEA (Marianum Ex Allieve). Dall’incontro con
queste articolazioni associative emergono, per il 2012 e gli
anni a venire, idee di collaborazione, soprattutto a favore
dei neolaureati.
Lo stile di amicizia: pranzi e cene per ogni stagione
25 giugno, 16 luglio, 12 novembre: due pranzi e una cena che hanno
inaugurato una nuova consuetudine: l’occasione conviviale di stagione.
La consuetudine è quella di trovarsi per pranzare o cenare insieme, secondo il primo obiettivo dell’Associazione, Statuto
alla mano: l’amicizia tra i soci.
ATTIVITÀ DELL’ANNO 2011
La pagina del gruppo su Facebook
della nostra Associazione
Il Presidente Carlo Assi con il Prof. E. T. Brioschi
Il Presidente conferisce gli incarichi
ai Soci Delegati. Da sinistra:
Alberto Pettinelli, Francesca Castelli,
Fabiano Sarti e Simone Rossi
Il rilancio associativo mediante la comunicazione digitale: sito istituzionale, Linkedin, facebook, newsletter, twitter (lavorando al nuovo sito)
I media digitali e i social network in particolare sono parte della vita di
ciascuno, e parte della esperienza relazionale e della percezione di realtà
soprattutto per i più giovani. Sin dall’insediamento del nuovo Consiglio l’Associazione ha aperto i propri canali sui social media, e disponendo entro
fine anno di un gruppo su Facebook e di un profilo Twitter.
Su Linkedin l’Associazione ha optato strategicamente per interventi mirati
nei Gruppi già esistenti e dedicati alla Cattolica e ai suoi laureati, piuttosto
che aggiungere un proprio spazio.
Da settembre è stata attivata la newsletter che a fine anno contava 228
aderenti. Da metà luglio si è sviluppato un dialogo con le strutture della
Cattolica che sovraintendono alla comunicazione web, per cooperare al
progetto del nuovo sito laureaticattolica.it. Nel frattempo è iniziato il metodico e costante popolamento di contenuti sul sito attuale, online dal 2002.
La rete dei collaboratori
Da conoscenze “offline” e da incontri sui social media, da incontri in Università e negli ambiti lavorativo e cittadino, si sono sviluppati interesse e dialoghi sul rinnovamento della Necchi. A dicembre cinque soci, tra cui l’ex
Presidente Brioschi, hanno iniziato un’opera di lavoro volontario a favore
degli obiettivi associativi, con specifici incarichi di progetto, presidio di attività specialistiche o specifiche attribuzioni di delega operativa relative ad
attività rivolte ai laureati di Facoltà definite.
Al lavoro per il rinnovamento della segreteria e la firma della prima
convenzione tra Associazione e Ateneo
Nella parte finale dell’anno si è intensificato il lavoro dei vertici associativi
per garantire una continuità di gestione della segreteria, lavoro iniziato già
a giugno, alla notizia del pensionamento, a fine 2011, della signora Sironi,
per quattro decenni segretaria associativa. Tale attività è continuata nelle
prime settimane del nuovo anno, fino ad una soluzione trovata grazie alla
collaborazione con l’Ateneo.
Anche la definizione del primo accordo quadro di collaborazione tra Associazione e Università ha caratterizzato sia la fine del 2011 sia, per il proseguimento dell’iter approvativo, l’inizio del 2012.
23
RELAZIONE DEL PRESIDENTE
“Su solide basi”
Cari amici, dopo avere ispirato la passata Assemblea alla conoscenza
del passato, al vivere il presente, al progetto del futuro, abbiamo voluto
riferirci, quest’anno, per il messaggio di questa giornata, alle solide basi
da cui ci sentiamo di partire.
Sono quelle della formazione di ciascuno in università, dell’amicizia che ci
lega, e della comunanza di valori che condividiamo con tutti i soci.
Queste solide basi ci sostengono in un compito non facile, in un momento cui l’Associazione è chiamata a dare prova di sé con intelligenza,
vivacità, accortezza, innovazione e realismo.
Come potrete leggere in questo Bilancio Sociale, documento edito per
la prima volta dall’Associazione e relativo all’ottantunesimo anno di esercizio, questo è stato un anno occupato per quasi una metà dal lavoro del
Comitato Elettorale e dalla gestione in prorogatio del Consiglio uscente
per i passaggi formali necessari alla piena operatività dell’Associazione,
come passo del percorso di rinnovamento, una volta ottenuta la personalità giuridica.
In quel periodo, a marzo e nel maggio del 2011, abbiamo vissuto il convegno su Ludovico Necchi e il pellegrinaggio in San Pietro dal Papa.
ASSOCIAZIONE LAUREATI CATTOLICA
“Ludovico Necchi”
Poi, Il 28 maggio 2011, il Direttivo ha eletto le cariche interne e nel giugno
del 2011 ha adottato il “Piano strategico di mandato”, per il restante periodo di tre anni e mezzo della consiliatura 2011-2014.
SU SOLIDE BASI
Nel giugno del 2011 è stata affrontata, subito dopo l’insediamento del
nuovo Consiglio, una questione molto rilevante: quella della sede dell’Associazione entro l’Università, trovando nei nuovi locali di largo Gemelli una
degna collocazione.
81° esercizio
Primo
Bilancio
Sociale
2011
1
A partire dal mese di giugno abbiamo intrapreso i passi necessari ad accreditarci, farsi conoscere e quindi allacciare relazioni di collaborazione con
gli uffici e le Direzioni dell’Ateneo, trovando nei responsabili degli uffici universitari una accoglienza improntata a cordialità e fattiva collaborazione.
Un esempio più visibile degli altri di questa innovativa cooperazione instaurata con l’Ateneo è il Premio Gemelli. Proseguito come da tradizione,
e giunto alla cinquantesima edizione, è stato condiviso come “evento”
con la Direzione Comunicazione dell’Università.
Il 50esimo UCSC a Roma e il XXX Convegno degli ex-allievi della Facoltà
di Medicina e Chiurugia, il 5 novembre, e il 41esimo convegno annuale
della Sezione di Agraria sul tema “Cambiamenti climatici e agricoltura”,
24
RELAZIONE DEL PRESIDENTE
il 13 novembre a Conversano (BA) sono stati segnali importanti della nostra vivacità e delle energie che sappiamo suscitare in diversi luoghi del
territorio italiano.
Il rilancio associativo è passato infine anche dalla comunicazione digitale: i media digitali e i social network in particolare sono parte della vita di
ciascuno, e parte della esperienza relazionale e della percezione di realtà
soprattutto per i più giovani.
© Pecora Nera adv - www.pecoraneraadv.it
La rete dei collaboratori si è andata strutturando dopo l’estate, e a dicembre cinque soci, tra cui l’ex Presidente Brioschi, hanno iniziato un’opera
di lavoro volontario a favore degli obiettivi associativi, con specifici incarichi di progetto, presidio di attività specialistiche o specifiche attribuzioni di
delega operativa relative ad attività rivolte ai laureati di Facoltà definite.
Tale periodo di vistoso cambiamento, verso la “Necchi 2.0”, ha intercettato
una difficoltà che stava causando all’Associazione un appannamento
della fedeltà dei soci storici e una disaffezione nelle “nuove leve”, quelle
dei laureati che ogni anno escono dalla Cattolica.
ASSOCIAZIONE LAUREATI CATTOLICA “LUDOVICO NECCHI”
Largo Gemelli, 1 - 20123 Milano - Tel. 02 72 34 24 14 / 3 Fax 02 72 34 26 53
www.laureaticattolica - [email protected]
FOLLOW US:
32
Nel perseguire le nostre finalità istituzionali e nel pensare e iniziare ad attuare
il rilancio dell’Associazione, abbiamo voluto prestare particolare attenzione
alla gestione economica, attuata con la prudenza necessaria e con
l’intento di esplorare, per il futuro, nuove fonti di sostentamento dell’Associazione, al fine di ampliare le iniziativa e i servizi rivolti ai soci.
Anche per questo motivo il bilancio di esercizio è stato redatto seguendo
le recenti (ottobre 2010) linee guida emesse dal Consiglio Nazionale dei
Dottori Commercialisti ed esperti contabili proprio per la redazione dei
bilanci degli Enti Non Profit.
Le cifre che vedete nel bilancio del 2011 che presentiamo e quelle
del preventivo 2012 non sono quelle di una grande forza economica.
Ma in esse, e in tutto il Bilancio Sociale, scorgerete il segno del cambiamento, l’apertura alla novità, la volontà di cambiare passo.
E, noi lo speriamo, nei nostri programmi e nelle nostre opere vedrete la
forza e la capacità per realizzare tutto questo.
Certo, siamo solo all’inizio di questa seconda tappa.
Le nostre esperienze, la nostra storia, la nostra Università, con cui ci onoriamo di collaborare, sono per noi quelle solide basi da cui partiamo.
Sarà un lungo lavoro. Se ci onorerete del vostro consenso, e se vorrete,
in più, contribuire con la vostra opera, sarà un lavoro degno di essere
compiuto, e porterà a risultati per i nostri Laureati, il nostro Ateneo, l’intera
società italiana.
25
SOSTENIBILITÀ ECONOMICA
Associazione Ludovico Necchi
STATO PATRIMONIALE PER MACROCLASSI
Bilancio al 31/12/2011
Attivo stato patrimoniale
31/12/2011
31/12/2010
Euro
Euro
ATTIVO
A. Crediti verso associati per versamento quote
-
-
B. Immobilizzazioni
I - Immobilizzazioni immateriali
II - Immobilizzazioni materiali
III - Immobilizzazioni finanziarie
Totale immobilizzazioni (B)
-
-
5.250
24.506
29.756
5.384
10.000
9.875
25.259
29.756
25.259
23.661
4.497
1.598
29.756
28.708
5.047
1.598
25.259
B. Fondi per rischi ed oneri
-
-
C. Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato
-
-
D. Debiti
-
-
E. Ratei e risconti
-
-
29.756
25.259
-
-
C. Attivo circolante
I - Rimanenze
II - Crediti
III - Attività finanziarie non immobilizzazioni
VI - Disponibilità liquide
Totale attivo circolante (C)
D. Ratei e risconti
TOTALE ATTIVO
Passivo stato patrimoniale
PASSIVO E PATRIMONIO NETTO
A. Patrimonio netto
I - Patrimonio libero al 1 gennaio
II - Risultato dell’esercizio
III - Fondo di dotazione dell’ente
IV - Patrimonio vincolato
Totale (A)
TOTALE PASSIVO
CONTI D’ORDINE
26
SOSTENIBILITÀ ECONOMICA
Associazione Ludovico Necchi
RENDICONTO GESTIONALE
Bilancio al 31/12/2011
Oneri
1. Oneri da attività tipiche
1.1 Acquisti
1.2 Servizi per contributi a sezioni
1.3 Godimento beni di terzi
1.4 Personale
1.5 Ammortamenti
1.3 Oneri diversi di gestione
1.4 Opportunità per i soci
1.5 Premio Gemelli
2. Oneri promozionali e raccolta fondi
31/12/2011 31/12/2010
Euro
Euro
4.297
651
698
7.295
3.280
16.221
11.896
420
904
8.165
2.715
24.100
-
-
3. Oneri da attività accessorie
4. Oneri finanziari e patrimoniali
Proventi e ricavi
1. Proventi e ricavi da attività tipiche
1.1 Da contributi su progetti
1.2 Da contratti con enti pubblici
1.3 Da soci e associati
1.4 Da non soci
1.5 Altri proventi e ricavi
2. Proventi da raccolta fondi
3. Proventi e ricavi da attività accessorie
3.1 Da gestioni commerciali accessorie
3.2 Da contratti con enti pubblici
3.3 Da soci e associati
3.4 Da non soci
3.5 Altri proventi e ricavi
31/12/2011 31/12/2010
Euro
Euro
10.000
17.145
535
3
27.683
10.000
21.967
31.967
-
-
-
-
-
-
27.683
27.683
31.967
5.047
37.014
5. Oneri straordinari
6. Oneri di supporto generale
6.1 Acquisti
6.2 Servizi per postali e telefoniche
6.3 Godimento beni di terzi
6.4 Spese per assemblea
6.5 Ammortamenti
6.6 Imposte
6.7 Spese per elezioni
TOTALE COSTI
RISULTATO GESTIONALE POSITIVO
TOTALE
1.855
1.137
3.575
398
6.965
3.244
1.746
2.232
456
5.236
12.914
23.186
4.497
27.683
37.014
37.014
4. Proventi finanziari e patrimoniali
4.1 Da rapporti bancari
4.2 Da altri investimenti finanziari
4.3 Da patrimonio edilizio
4.4 Da altri beni patrimoniali
5. Proventi straordinari
5.1 Da attività finanziaria
5.2 Da attività immobiliari
5.3 Da altre attività
TOTALE PROVENTI E RICAVI
RISULTATO GESTIONALE NEGATIVO
TOTALE
27
RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI
RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI
AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2011
Il Collegio dei Revisori riunitosi presso la sede sociale a Milano – Largo Gemelli 1, il 10 aprile 2012, ha esaminato lo Stato Patrimoniale ed il Rendiconto gestionale dell’Associazione Laureati Cattolica “ Ludovico Necchi” al 31
dicembre 2011 ed ha svolto i controlli previsti dallo Statuto, predisponendo
la seguente relazione finale.
Il bilancio è stato redatto seguendo le linee e gli schemi per la redazione
dei bilanci di esercizio degli Enti Non Profit emessi dal Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili nell’ottobre 2010.
Come per gli esercizi precedenti il bilancio è stato redatto osservando il
principio della prudenza e della competenza di spese e proventi. I criteri di
valutazione delle poste dei fondi liquidi e del patrimonio mobiliare sono invariati rispetto agli esercizi precedenti ed in accordo con le norme vigenti.
In sintesi l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2011 presenta un patrimonio netto di € 29.756 (2010 - € 23.661), di cui un avanzo dell’esercizio di
€ 4.497 (2010 – disavanzo di € 5.047).
L’avanzo dell’esercizio è determinato dalla differenza tra proventi per €
27.683 (2010 - € 31.967) e costi per € 23.186 (2010 - 37.014). I proventi
sono sostanzialmente determinati per il 62 % da quote di associati e per il
residuo dal contributo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.
L’avanzo dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2011 è sostanzialmente dovuto alla assenza di spese per le elezioni svoltesi invece nel 2010.
In base alle verifiche svolte, esprimiamo parere favorevole all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2011 così come presentato dagli Organi di
gestione della Associazione Laureati Cattolica Ludovico Necchi.
Il Collegio dei revisori
Bauer Riccardo
Milano, 10 aprile 2012
28
Ferrante Vincenzo
Grumo Marco
OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO
Obiettivi di miglioramento per il triennio 2012-2014 di carattere strutturale.
In questo primo bilancio segnaliamo i più urgenti, nelle prossime edizioni
segnaleremo i progressi ottenuti e le eventuali aggiunte e/o modifiche annuali agli obiettivi medesimi
Digitalizzare e disporre dell’archivio soci, arricchendolo di elementi di
1 contatto
quali indirizzo email e telefono cellulare.
Digitalizzazione
2 Arrivare alla firma della convenzione quadro con l’Università Cattolica.
Convenzione
3 Realizzare il primo ciclo di incontri “Dalla laurea al lavoro”.
Incontri
Definire i modi di istituzione dei gruppi locali, quali tramite e promotori
4 dell’Associazione
nelle varie zone.
Gruppi locali
Far conoscere sin dall’iscrizione in Cattolica l’Associazione alle matricole,
5 proponendo
loro il traguardo del Premio Gemelli.
Premio
29
QUESTIONARIO
Conoscere il parere dei lettori sul Bilancio Sociale è sicuramente importante e utile per migliorare nel tempo il nostro
lavoro e far crescere la nostra Associazione. Le chiediamo la cortesia di compilare il seguente questionario, per poter
migliorare le prossime edizioni del nostro Bilancio Sociale, e di farlo pervenire alla segreteria, in sede.
Ritiene importante che L’Associazione Laureati Cattolica “Ludovico Necchi” pubblichi il Bilancio Sociale?
SÌ
perché ................................................................................................................................................................
NO
perché ................................................................................................................................................................
Esprima una valutazione sul Bilancio Sociale dell’Associazione Laureati Cattolica “Ludovico Necchi”
La valutazione è:
Molto negativa
Insufficiente
Sufficiente
Buona
Ottima
Il Bilancio Sociale è:
Completo
Utile
Chiaro
Esaustivo
Gradevole nella grafica
[
[
[
[
[
]
]
]
]
]
[
[
[
[
[
]
]
]
]
]
[
[
[
[
[
]
]
]
]
]
[
[
[
[
[
]
]
]
]
]
[
[
[
[
[
]
]
]
]
]
Esprima una valutazione sulle singole sezioni del Bilancio Sociale dell’Associazione Laureati Cattolica “Ludovico Necchi”
La valutazione è:
Molto negativa
Insufficiente
Sufficiente
Buona
Ottima
Sezioni:
Identità
Relazione con interlocutori
Il sistema di governo
Le risorse economiche
Le attività
Obiettivi di miglioramento
[
[
[
[
[
[
]
]
]
]
]
]
[
[
[
[
[
[
]
]
]
]
]
]
[
[
[
[
[
[
]
]
]
]
]
]
[
[
[
[
[
[
]
]
]
]
]
]
[
[
[
[
[
[
]
]
]
]
]
]
Dalla lettura del Bilancio Sociale sono emersi aspetti dell’Associazione Laureati che non conosceva?
SÌ
NO
in particolare ...........................................................................................................................................
Dati sul compilatore
[ ] Socio di Associazione Laureati Cattolica “Ludovico Necchi”
[ ] Professore/Ricercatore/Cultore della materia
[ ] Dirigente
[ ] Dipendente dell’Università Cattolica del sacro Cuore
[ ] Socio di altra Associazione: .......................................................................................................................................
[ ] Esperto di bilanci sociali
[ ] Politico /amministratore
[ ] Giornalista
[ ] Altro (specificare) .......................................................................................................................................................
Il questionario può rimanere anonimo e quindi le seguenti informazioni sono da ritenere facoltative:
NOME e COGNOME del compilatore ..............................................................................................................................
INDIRIZZO ............................................................................................................................................................................
TEL. .................................................. CELL. .................................................. E-MAIL .............................................................
ATTENZIONE: se vengono forniti dati personali, il compilatore deve autorizzarne il trattamento.
Il sottoscritto esprime il proprio consenso affinché i dati forniti possano essere trattati nel rispetto del D. Lgs. 30.6.03,
n. 196 e successive modificazioni.
Data ............................................ Firma ...................................................................
30
FFoto
t archivio
hi i U
Università
i
Cattolica
31
© Pecora Nera adv - www.pecoraneraadv.it
ASSOCIAZIONE LAUREATI CATTOLICA “LUDOVICO NECCHI”
Largo Gemelli, 1 - 20123 Milano - Tel. 02 72 34 24 14 / 3 Fax 02 72 34 26 53
www.laureaticattolica - [email protected]
FOLLOW US:
32
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
888 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content