close

Enter

Log in using OpenID

Bando - Museo Nazionale del Cinema

embedDownload
BANDO DI GARA INFORMALE
Oggetto:
Procedura aperta informale per l’affidamento del servizio di sottotitolazione elettronica dei film
in programma in occasione del 32° Torino Film Festival – CIG 58579293EF
Il Museo Nazionale del Cinema – Fondazione Maria Adriana Prolo (di seguito anche “il Museo”), con sede in via
Montebello 22, 10124 Torino, tel. 011.8138505, mail [email protected], intende affidare il servizio di sottotito-
lazione elettronica dei film programmati in occasione della manifestazione Torino Film Festival, che si svolgerà dal
21 al 29 novembre 2014.
La presente procedura informale di affidamento, in quanto relativa a servizio rientrante nell’allegato II B del D.Lgs.
163/2006, è soggetta alla disciplina del medesimo D.Lgs. limitatamente agli artt. 68, 65 e 225. Verranno applicate
specifiche norme del D.Lgs. 163/2006 solo in quanto richiamate dal Museo in via di autoregolamentazione.
Il Festival prevede la programmazione complessiva di circa 200 film.
Le lingue originali sono varie, come di seguito indicato.
I film vengono presentati con sottotitoli elettronici in italiano e in inglese.
La manifestazione si svolgerà a Torino.
La tabella sottostante sintetizza le specifiche esigenze del Festival:
Numero film
200
Lingua sottotitoli
Italiano / inglese
Lingue originali
Varie
Numero sale
N. slot quotidiani x sala
11
6/7
In particolare, il servizio di predisposizione dei sottotitoli elettronici e degli adattamenti dovrà essere in grado di
garantire la traduzione da numerose lingue straniere, anche extraeuropee, comprendendo presuntivamente
almeno le seguenti lingue: inglese, francese, spagnolo, tedesco, albanese, ceco, danese, finlandese, greco,
norvegese, olandese, polacco, portoghese, rumeno, russo, serbo-croato, slovacco, svedese, ungherese, arabo, cinese, coreano, giapponese, vietnamita.
La fornitura di sottotitoli elettronici deve comprendere anche il servizio di allestimento delle sale con apparecchiature adeguate e certificate, la presenza di personale in grado di allestire autonomamente le sale, la presenza di sottotitolatori per “lanciare” i sottotitoli.
Tutte le Ditte interessate, in possesso dei requisiti indicati nel presente bando, sono invitate a presentare offerta, secondo le modalità di seguito indicate.
PARTE I – CONDIZIONI DI GARA
1. Amministrazione Aggiudicatrice: Museo Nazionale del Cinema – Fondazione Maria Adriana Prolo, via Montebello 22 – 10124 Torino, tel. 011.8138505, fax 011.8138506, Web www.museocinema.it, mail [email protected]
(di seguito anche “il Museo”).
1
2. Oggetto dell’affidamento: servizio sottotitoli dei film programmati in occasione della manifestazione Torino Film
Festival.
3. Durata del servizio: Il servizio verrà materialmente erogato durante i giorni di svolgimento del festival, ovvero dal
21 al 29 novembre 2014. Resta salvo il periodo di necessaria preparazione del servizio stesso. Il Museo si riserva la
facoltà di rinnovare l’affidamento del servizio, e di applicare l’art. 57, comma 5, lett. b, del D. Lgs. 163/2006, anche
per manifestazioni analoghe organizzate dal Museo.
4. Luogo di svolgimento della prestazione: Torino.
5. Importo complessivo a base di gara: l’importo puramente presunto posto a base di gara – calcolato sulla base
dell’edizione 2013 del Festival, non impegnativo e soggetto a variazioni indipendenti dalla volontà del Museo – è
stimato pari ad euro 111.000,00 IVA esclusa. Ai fini della partecipazione alla gara, i costi per la sicurezza derivanti
da interferenze sono stati stimati pari a 0 (zero).
6. Condizioni di partecipazione. Requisiti di ordine generale e di idoneità professionale: Non potranno partecipare e saranno esclusi dalla gara coloro che non abbiano i requisiti di ordine generale di cui all’art. 38 del d.lgs.
163/2006, nonché gli operatori cui sia stata applicata una misura di prevenzione ai sensi dell’art. 6 del D. Lgs.
159/2011 ovvero nei cui confronti operino i divieti, le sospensioni e le decadenze di cui all’art. 67 del d.lgs. 159/2011.
I soggetti partecipanti alla gara dovranno altresì essere in regola con gli oneri contribuitivi, previdenziali e assistenziali, nonché osservare le norme in materia di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro, secondo la legislazione del
paese in cui sono stabiliti. I concorrenti stranieri saranno ammessi ai sensi dell’art. 38, comma 4 e 5, dell’art. 39,
comma 2, e dell’art. 47 del d.lgs. 163/2006.
Le informazioni e le formalità richieste, a pena di esclusione, per valutare la sussistenza dei requisiti di ordine generale necessari per la partecipazione alla gara sono contenute nel Modello 1 e nel Modello 2, allegati al presente bando al fine di farne parte integrante.
Ai fini della dimostrazione dell’idoneità professionale, i concorrenti dovranno essere iscritti al Registro delle Imprese
presso la competente Camera di Commercio (o registro professionale dello Stato ove il concorrente è stabilito, in caso di concorrente straniero) per attività inerenti il servizio oggetto della presente gara, e fornire le informazioni indicate nel Modello 1.
7. Requisiti di capacità economica e finanziaria: i concorrenti dovranno, a pena di esclusione:
dichiarare, come da Modello 1, di aver realizzato negli ultimi tre esercizi approvati (2010-2011-2012, ovvero 2011,
2012 e 2013) un fatturato annuo non inferiore ad euro 300.000,00 IVA esclusa, per servizi di sottotitolazione elettronica svolti in occasione di festival cinematografici internazionali, o manifestazioni analoghe.
Per festival cinematografico internazionale o manifestazione analoga si intende una manifestazione di richiamo almeno europeo, con la proiezione di pellicole cinematografiche provenienti da almeno 10 paesi.
In caso di partecipazione sotto forma di raggruppamento temporaneo di concorrenti, il requisito dovrà essere
posseduto in misura non inferiore al 50% dalla capogruppo e comunque nella misura maggioritaria, mentre la
restante percentuale dovrà essere posseduta cumulativamente dalle mandanti, ciascuna della quali in misura
non inferiore al 10%.
8. Requisiti di capacità tecnica: i concorrenti dovranno, a pena di esclusione:
a) presentare l’elenco dei principali servizi di sottotitolazione elettronica svolti in occasione di festival cinematografici internazionali, o manifestazioni analoghe, negli ultimi tre esercizi approvati (2010-2011-2012, ovvero
2011, 2012 e 2013). Detto elenco dovrà riportare, come da Modello 1, i committenti per i quali i servizi sono
stati svolti, nonché la data del servizio e l’importo realizzato. L’elenco dei servizi svolti dovrà dimostrare almeno
l’importo annuo complessivo di euro 300.000,00 IVA esclusa;
b) indicare almeno un servizio di sottotitolazione elettronica relativo ad un numero di pellicole non inferiore a
100, svolto in occasione di Festival cinematografico internazionale o manifestazione analoga, negli ultimi tre
esercizi approvati (2010-2011-2012, ovvero 2011, 2012, 2013).
2
In caso di partecipazione sotto forma di raggruppamento temporaneo di concorrenti, il requisito a) dovrà essere
posseduto in misura non inferiore al 50% dalla capogruppo e comunque nella misura maggioritaria, mentre la
restante percentuale dovrà essere posseduta cumulativamente dalle mandanti, ciascuna della quali in misura
non inferiore al 10%; il requisito b) dovrà essere posseduto dalla capogruppo.
9. Criterio di aggiudicazione: il servizio verrà affidato sulla base dell’offerta economicamente più vantaggiosa, secondo i criteri e sub – criteri indicati nella II parte del presente bando.
10. Cauzioni e garanzie richieste: per la partecipazione alla gara i concorrenti dovranno presentare una cauzione
provvisoria pari al 2% dell’importo di gara presunto, e dunque pari a euro 2.200,00. . L’aggiudicatario dovrà presentare una cauzione definitiva pari al 10% dell’importo di gara, nonché idonea polizza assicurativa per tutti i rischi derivanti dall’esercizio dell’attività oggetto di gara.
11. Scadenza per la presentazione delle offerte: 2 settembre 2014, ore 12:00;
12. Lingua utilizzabile nella presentazione delle offerte: italiano.
13. Data, ora e luogo di apertura delle offerte: 3 settembre 2014 alle ore 9,30 presso uno degli Uffici del Museo
di cui al punto 1.
14. Codice CIG: è stato assegnato il seguente Codice Identificativo di Gara (CIG): 58579293EF
15. Chiarimenti e Responsabile del Procedimento: gli interessati alla selezione potranno richiedere chiarimenti
unicamente via mail al Responsabile del Procedimento, dr. Daniele Tinti, all’indirizzo di cui al punto 1. Le richieste di
chiarimenti dovranno essere redatte in lingua italiana, o accompagnate da traduzione asseverata, e pervenire entro e
non oltre il 4 agosto 2014. Tale data è indifferibile, stante il periodo estivo e la conseguente temporanea assenza del
R.U.P.. Non verranno quindi prese in considerazione richieste di chiarimenti pervenute oltre l’anzidetto termine. I
chiarimenti verranno pubblicati sul sito web del Museo.
16. Documenti di gara e modalità di acquisizione: la documentazione di gara è costituita dal presente bando e
allegata modulistica, dallo schema di contratto. Il tutto è pubblicato e scaricabile dal sito del Museo di cui al punto 1.
L’estratto del bando è stato pubblicato su “La Stampa” e “La Repubblica”, edizione nazionale e locale.
PARTE II – PROCEDURA DI GARA
L’offerta dovrà pervenire entro e non oltre il giorno 2 settembre alle ore 12.00, in un plico idoneamente sigillato,
controfirmato sui lembi di chiusura, intestato e indirizzato al Museo presso la sede sopra indicata, e riportante
all’esterno la seguente dicitura: “Procedura informale aperta per il servizio sottotitolazione dei film programmati in
occasione delle manifestazioni Torino Film Festival, e del GLBT Film Festival . Codice CIG 58579293EF”. All’esterno
del plico dovrà altresì essere indicato il nome e l’indirizzo del mittente.
Il plico dovrà essere recapitato a mezzo del servizio postale o da agenzia di recapito autorizzata. È altresì ammessa
la consegna a mano dei plichi, dalle ore 9.00 alle ore 18.00 dei giorni feriali (sabato e domenica esclusi), presso gli
Uffici dell’Amministrazione all’indirizzo di cui al punto 1. della parte I del presente disciplinare, ove verrà rilasciata apposita ricevuta.
Il recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente, e non saranno presi in considerazione plichi
pervenuti dopo la scadenza del suddetto termine, nemmeno se sostitutivi o integrativi dei precedenti.
Detto plico dovrà contenere al suo interno tre buste, anch’esse idoneamente sigillate, e riportanti all’esterno la seguente dicitura: “A – Documentazione”, “B – Offerta tecnica”, “C – Offerta economica”.
1. Contenuto della busta “A – Documentazione”: nella busta “A – Documentazione” dovrà essere inserita, a pena
di esclusione, la seguente documentazione:
a. Domanda di partecipazione, redatta in carta semplice come da Modello 1, sottoscritta, a pena di esclusione, dal legale rappresentante del concorrente (o da suo procuratore: in tal caso dovrà essere prodotta la re-
3
lativa procura, con documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore). A corredo della domanda di partecipazione, e comunque all’interno della busta “A – Documentazione”, dovrà essere prodotta,
a pena di esclusione, copia fotostatica del documento di riconoscimento del sottoscrittore. Il documento di riconoscimento dovrà essere in corso di validità.
b. Dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, con la quale, a pena di
esclusione, il legale rappresentante del concorrente attesti i requisiti di ordine generale, di idoneità professionale, di capacità economica e di capacità tecnica, tutti indicati nel Modello 1, secondo le modalità ivi specificate.
c. Dichiarazione con la quale il concorrente si impegna ad accettare, senza riserva alcuna, tutte le condizioni
del presente bando e dello schema di contratto, ivi compreso l’impegno ad eseguire il contratto in proprio,
senza possibilità di cessione o subappalto a soggetti terzi; dichiarazione di aver tenuto conto, nella formulazione della propria offerta, di ogni onere e condizione derivante dalle norme di legge applicabili al servizio
oggetto di gara, ivi comprese gli oneri assicurativi e previdenziali di legge, nonché le disposizioni di retribuzione e di sicurezza dei lavoratori; nonché dichiarazione di aver tenuto conto, nella formulazione della propria offerta, di tutte le circostanze, generali e particolari, che possano influire sulla determinazione dei prezzi
e sull’esecuzione del servizio, e di giudicare la propria offerta remunerativa. Tali dichiarazioni dovranno essere rese come da Modello 1.
d. Indicazione, come da Modello 1, del domicilio eletto per le comunicazioni e dell’indirizzo mail al quale il Museo potrà inviare le comunicazioni.
e. Dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi del D.P.R. 445/2000, come da Modello 2, con la quale, a pena di
esclusione, il titolare (in caso di impresa individuale), ciascun socio (in caso di società in nome collettivo),
ciascun socio accomandatario (in caso di società in accomandita semplice), ciascun amministratore munito
di poteri di rappresentanza, ovvero il socio unico persona fisica, ovvero il socio di maggioranza (persona fisica) in caso di società con meno di quattro soci (se si tratta di altro tipo di società, società cooperativa, o consorzio) dichiarano di non versare nelle cause di esclusione previste dall’art. 38, comma 1, lett. b), c) ed m
ter) del d.lgs. 163/2006.
Tale dichiarazione dovrà essere resa anche da ciascun direttore tecnico, se persona diversa dai soggetti
sopraindicati.
Tale dichiarazione non è richiesta ai soggetti che abbiano già reso, in qualità di legali rappresentanti, la dichiarazione di cui alla precedente lettera b del presente bando.
f. Cauzione provvisoria di cui al punto 10 della parte I del presente bando, richiesta, a pena di esclusione, a garanzia della serietà dell’offerta, e pari ad euro 2.200,00.
Detta cauzione potrà essere costituita alternativamente da:
–
quietanza di versamento in numerario alle seguenti coordinate bancarie:
IBAN IT36J0335901600100000011903;
–
fideiussione bancaria o polizza assicurativa (o rilasciata da intermediari finanziari iscritti nell’elenco
speciale di cui all’art. 106 del d.lgs. 385/1993, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di
rilascio di garanzie, e che sono sottoposti a revisione contabile da parte di una società di revisione
iscritta nell’albo previsto dall’art. 161 del d.lgs. 58/1994).
La garanzia dovrà prevedere espressamente, a pena di esclusione:
–
la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale;
–
la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2, del codice civile;
–
l’operatività della garanzia medesima entro 15 (quindici) giorni, a semplice richiesta scritta del Museo;
4
–
la validità della garanzia per almeno 180 giorni dalla scadenza del termine per la presentazione
delle offerte (1° settembre 2014).
A pena di esclusione, la cauzione dovrà essere accompagnata dall’impegno certo e incondizionato del fideiussore a rilasciare la garanzia fideiussoria costituente la cauzione definitiva, ai sensi dell’art. 113 del d.lgs.
163/2006, qualora l’offerente risultasse aggiudicatario.
L’importo della cauzione provvisoria potrà essere ridotto del 50% qualora il concorrente sia dotato di certificazione di sistema di qualità UNI CEI ISO 9000, in corso di validità e rilasciata da organismi accreditati, ai sensi
delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000. In tal caso, al fine di potere usufruire del beneficio della riduzione della cauzione, i soggetti interessati dovranno allegare la
certificazione del sistema di qualità in originale, ovvero una dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi dell’art.
47 del D.P.R. 445/2000, a firma del legale rappresentante del concorrente e attestante il possesso della certificazione del sistema di qualità. Tale dichiarazione dovrà essere corredata dall’indicazione di tutti gli estremi
identificativi della certificazione di qualità, o, in alternativa, da copia fotostatica della certificazione del sistema di
qualità.
In caso di raggruppamento temporaneo di concorrenti, per usufruire del beneficio della riduzione del 50% della
cauzione, tutti i soggetti componenti il raggruppamento dovranno attestare il possesso della certificazione del
sistema di qualità.
Salvo il caso di palese errore formale, la presentazione della cauzione provvisoria con importo deficitario comporterà l’esclusione del concorrente dalla gara.
Tutta la documentazione dovrà essere redatta in lingua italiana, o accompagnata da traduzione asseverata.
2. Contenuto della busta “B – offerta tecnica”: nella busta “B – Offerta tecnica” dovrà essere contenuto il progetto
tecnico del servizio offerto, presentato in forma di una relazione e indicante in particolare:
- l’organizzazione del servizio offerto;
- le caratteristiche del personale incaricato allo svolgimento del servizio (titolo di studio e/o specializzazioni
professionali, lingue conosciute, esperienze lavorative pregresse attinenti al servizio oggetto di gara etc.);
- le attrezzature tecniche impiegate nello svolgimento del servizio;
- eventuali proposte migliorative.
Le offerte tecniche dei concorrenti saranno valutate secondo i criteri e sub criteri indicati al punto 5.2, della presente
parte II.
La relazione dovrà essere redatta in lingua italiana, o accompagnata da traduzione asseverata, ed essere sottoscritta
in calce, a pena di esclusione, dal legale rappresentante del concorrente.
La relazione non dovrà essere complessivamente superiore a 25 pagine su unica facciata, ivi compresi even-
tuali disegni, allegati, immagini fotografiche e/o materiale grafico illustrativo. Non verranno prese in considerazione le pagine e/o ulteriori produzioni eccedenti la venticinquesima facciata.
La relazione non dovrà contenere alcun riferimento all’offerta economica del concorrente.
L’offerta tecnica dovrà rispettare quanto previsto nello schema di contratto.
Le proposte migliorative non dovranno comportare oneri aggiuntivi per il Museo.
Le migliorie proposte dovranno, inoltre, essere strumentali e/o pertinenti rispetto alle attività oggetto di affidamento.
3. Contenuto della busta “C – offerta economica”: nella busta “C – Offerta economica” dovrà essere contenuto
dovrà essere inserita unicamente l’offerta economica del concorrente, che dovrà essere resa con marca da bollo da
euro 16,00.
5
È richiesta la presentazione di un preventivo strutturato come segue:
1) Per i sottotitoli in lingua italiana con disponibilità di lista dialoghi a 10 giorni dalla prima proiezione: prezzo
comprensivo di traduzione, adattamento e due proiezioni in sala per fascia di durata
A) dalle principali lingue europee (inglese, francese, spagnolo e tedesco):
da 1 a 10 minuti
da 11 a 25 minuti
da 26 a 45 minuti
da 46 a 70 minuti
da 71 a 120 minuti
per minuto oltre i 120 minuti
Per ciascuna delle fasce temporali sopra indicate è richiesta l’indicazione di un preventivo unitario, senza distinzione tra diverse lingue.
I prezzi delle differenti fasce temporali potranno essere diversi. In tal caso, ai fini dell’attribuzione dei punteggi, di cui al successivo punto 5.3., la Commissione effettuerà la media dei prezzi offerti.
B) dalle altre lingue europee (ovvero almeno Albanese, Ceco, Danese, Finlandese, Greco, Norvegese,
Olandese, Polacco, Portoghese, Rumeno, Russo, Serbo-croato, Slovacco, Svedese, Ungherese) prezzo
comprensivo di traduzione, adattamento e due proiezioni in sala per fascia di durata:
da 1 a 10 minuti
da 11 a 25 minuti
da 26 a 45 minuti
da 46 a 70 minuti
da 71 a 120 minuti
per minuto oltre i 120 minuti
Per ciascuna delle fasce temporali sopra indicate è richiesta l’indicazione di un preventivo unitario, senza distinzione tra diverse lingue.
I prezzi delle differenti fasce temporali potranno essere diversi. In tal caso, ai fini dell’attribuzione dei punteggi, di cui al successivo punto 5.3., la Commissione effettuerà la media dei prezzi offerti.
C) dalle lingue extraeuropee (almeno arabo, cinese, coreano, giapponese, vietnamita) prezzo comprensivo
di traduzione, adattamento e due proiezioni in sala per fascia di durata:
da 1 a 10 minuti
da 11 a 25 minuti
da 26 a 45 minuti
da 46 a 70 minuti
da 71 a 120 minuti
per minuto oltre i 120 minuti
Per ciascuna delle fasce temporali sopra indicate è richiesta l’indicazione di un preventivo unitario, senza distinzione tra diverse lingue.
I prezzi delle differenti fasce temporali potranno essere diversi. In tal caso, ai fini dell’attribuzione dei punteggi, di cui al successivo punto 5.3., la Commissione effettuerà la media dei prezzi offerti.
2) Per i sottotitoli in inglese da film in lingua italiana con disponibilità di lista dialoghi entro 10 giorni dalla prima proiezione: prezzo comprensivo di traduzione, adattamento e due proiezioni in sala per fascia di durata:
6
da 1 a 10 minuti
da 11 a 25 minuti
da 26 a 45 minuti
da 46 a 70 minuti
da 71 a 120 minuti
per minuto oltre i 120 minuti
I prezzi delle differenti fasce temporali potranno essere diversi. In tal caso, ai fini dell’attribuzione dei punteggi, di cui al successivo punto 5.3., la Commissione effettuerà la media dei prezzi offerti.
3) Per i sottotitoli in lingua italiana con disponibilità di lista dialoghi a 10 giorni dalla prima proiezione:
prezzo comprensivo di traduzione, adattamento e sincronizzazione su file
A) dalle principali lingue europee (inglese, francese, spagnolo e tedesco):
da 1 a 10 minuti
da 11 a 25 minuti
da 26 a 45 minuti
da 46 a 70 minuti
da 71 a 120 minuti
per minuto oltre i 120 minuti
Per ciascuna delle fasce temporali sopra indicate è richiesta l’indicazione di un preventivo unitario, senza
distinzione tra diverse lingue.
I prezzi delle differenti fasce temporali potranno essere diversi. In tal caso, ai fini dell’attribuzione dei punteggi, di cui al successivo punto 4.3., la Commissione effettuerà la media dei prezzi offerti.
B) dalle altre lingue europee (ovvero almeno Albanese, Ceco, Danese, Finlandese, Greco, Norvegese,
Olandese, Polacco, Portoghese, Rumeno, Russo, Serbo-croato, Slovacco, Svedese, Ungherese) prezzo
comprensivo di traduzione, adattamento e due proiezioni in sala per fascia di durata:
da 1 a 10 minuti
da 11 a 25 minuti
da 26 a 45 minuti
da 46 a 70 minuti
da 71 a 120 minuti
per minuto oltre i 120 minuti
Per ciascuna delle fasce temporali sopra indicate è richiesta l’indicazione di un preventivo unitario, senza
distinzione tra diverse lingue.
I prezzi delle differenti fasce temporali potranno essere diversi. In tal caso, ai fini dell’attribuzione dei punteggi, di cui al successivo punto 4.3., la Commissione effettuerà la media dei prezzi offerti.
C) dalle lingue extraeuropee (almeno arabo, cinese, coreano, giapponese, vietnamita) prezzo comprensivo di traduzione, adattamento e due proiezioni in sala per fascia di durata:
da 1 a 10 minuti
da 11 a 25 minuti
da 26 a 45 minuti
da 46 a 70 minuti
da 71 a 120 minuti
7
per minuto oltre i 120 minuti
Per ciascuna delle fasce temporali sopra indicate è richiesta l’indicazione di un preventivo unitario, senza
distinzione tra diverse lingue.
I prezzi delle differenti fasce temporali potranno essere diversi. In tal caso, ai fini dell’attribuzione dei
punteggi, di cui al successivo punto 4.3., la Commissione effettuerà la media dei prezzi offerti.
4) Prezzo per ulteriori repliche durante il Festival
5) Prezzo per ulteriori repliche in caso di circuitazione post-Festival organizzata e a carico del Museo Nazionale del cinema
6) Prezzo per prove tecniche e verifiche di conformità in orario diurno (dalle ore 8.00 alle ore 00.00) e in
orario notturno (dalle ore 00.00 alle ore 8.00)
7) Prezzo extra per consegna lista dialoghi a partire da 9 giorni prima della proiezione
8) Prezzo extra per film per i quali non sia disponibile una lista dialoghi o questa risulti sensibilmente infedele all’audio del film che il festival fornirà su supporto DVD, VHS o in formato digitale download abile
9) Prezzo accordato per film fornito con lista dialoghi tradotta nella lingua per la quale è richiesta la predisposizione dei sottotitoli già adattata
10) Importo globale per eventuali richieste aggiuntive (es. copertura costi per soggiorno del personale,
installazione spazi di servizio, ecc.).
L’offerta economica dovrà essere espressa in cifre e in lettere per ciascuna voce, ed essere sottoscritta, a pena di
esclusione, dal legale rappresentante del concorrente.
In caso di discordanza tra l’importo espresso in cifre e l’importo espresso in lettere sarà ritenuto valido quello espresso in lettere.
L’offerta economica non dovrà contenere oltre due decimali, dovrà essere redatta in lingua italiana o accompagnata
da traduzione asseverata.
Nella busta C non dovrà essere inserito alcun altro documento.
L’offerta economica verrà valutata secondo i criteri indicati nella presente parte II, punto 5.3.
4. Contenuto del plico in caso di raggruppamento temporaneo: in caso di raggruppamento temporaneo di
concorrenti, ciascun componente il raggruppamento dovrà presentare, a pena di esclusione, tutta la documentazione prescritta per il concorrente singolo, ad eccezione della cauzione provvisoria (di cui al precedente punto 2 lett. g, della presente parte II): documento richiesto al solo mandatario capogruppo.
A pena di esclusione, la cauzione provvisoria dovrà essere intestata a tutti i componenti il raggruppamento. Per
godere del beneficio della riduzione del 50% dell’importo di detta cauzione tutti i componenti del raggruppamento dovranno attestare di essere in possesso della certificazione di qualità UNI EN ISO 9000.
La domanda di partecipazione, in caso di raggruppamento non ancora costituito, dovrà essere presentata e
sottoscritta da tutti i soggetti componenti il raggruppamento, ed essere corredata dalla fotocopia di documento
valido di identità di tutti i sottoscrittori. In caso di raggruppamento già costituito, la domanda di partecipazione di
cui alla prima pagina del Modello 1 potrà essere presentata e sottoscritta dal solo mandatario capogruppo.
In ogni caso, tutti i soggetti componenti il raggruppamento dovranno rilasciare le dichiarazioni di cui al Modello
1.
I requisiti di partecipazione di ordine generale, capacità professionale, di capacità economica e di capacità tecnica dovranno essere attestati secondo quanto indicato ai punti 6, 7, e 8 della precedente parte I del presente
bando.
8
Nella busta “A – Documentazione”, dovranno altresì essere presentati e inseriti, a pena di esclusione, i seguenti documenti:
–
in caso di raggruppamento temporaneo già costituito, il mandato collettivo irrevocabile speciale con
rappresentanza conferito al concorrente mandatario, risultante da scrittura privata autenticata;
–
in caso di raggruppamento temporaneo ancora da costituire, dichiarazione, da parte di tutti i componenti del costituendo raggruppamento, contenente l’impegno che, in caso di aggiudicazione della gara,
gli stessi concorrenti conferiranno mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi, qualificato come mandatario, di cui deve essere esplicitato il nominativo, il quale stipulerà il contratto in
nome e per conto proprio e dei mandanti, nonché l’impegno a conformarsi, in caso di aggiudicazione,
alla disciplina vigente in tema di raggruppamenti temporanei di concorrenti;
–
in ogni caso di raggruppamento temporaneo di concorrente, sia esso già costituito o da costituire, dichiarazione delle parti e quote di attività che saranno eseguite dai singoli soggetti componenti il
raggruppamento.
A pena di esclusione, in ogni caso di partecipazione in forma di raggruppamento, il soggetto mandatario dovrà possedere i requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggioritaria, ai sensi dell’art. 275 del
D.P.R. 207/2010, cui il Museo si riferisce in via di autoregolamentazione.
A pena di esclusione, l’offerta tecnica e l’offerta economica dovranno essere sottoscritte:

dal soggetto mandatario, in caso di raggruppamento già costituito;

da tutti i componenti il raggruppamento, in caso di raggruppamento da costituire.
Ai sensi dell’art. 37, comma 9, del d.lgs. 163/2006, è vietata qualsiasi modificazione alla composizione del raggruppamento rispetto a quella risultante dall’impegno presentato in sede di offerta.
Rimane salvo quanto disposto dall’art. 37, commi 18 e 19, del d.lgs. 163/2006 con riferimento alla fase di esecuzione del contratto.
5. Operazioni di gara e aggiudicazione:
5.1. I plichi idoneamente pervenuti verranno aperti ed esaminati dal Responsabile Unico del Procedimento, assistito
da due testimoni.
La seduta di apertura delle buste contenenti la documentazione (buste “A”) è stabilita per il giorno 3 settembre 2014
presso la sede amministrativa del Museo, all’indirizzo di cui al punto 1, della parte I. Saranno ammessi a partecipare i
legali rappresentanti dei concorrenti, o loro delegati muniti di apposita delega.
Il R.U.P. provvederà alla verifica della completezza e della regolarità, formale e sostanziale, dei plichi pervenuti, e
delle buste “A – Documentazione”, ivi contenute.
In caso la verifica dia esito negativo, il R.U.P. procederà ai sensi dell’art. 38, comma 2 bis, del d. lgs. 163/2006. La
sanzione pecuniaria applicata sarà pari ad Euro 1.000,00, il cui versamento verrà garantito dalla cauzione provvisoria
Sarà in facoltà del R.U.P. richiedere il completamento o il chiarimento della documentazione presentata, ai sensi
dell’art. 46, comma 1, del d. lgs. 163/2006.
Sarà altresì in facoltà del R.U.P. effettuare verifiche circa il possesso dei requisiti dei concorrenti, sulla base delle dichiarazioni da essi presentate.
Il R.U.P. procederà quindi all’apertura e alla verifica della regolarità formale delle buste “B- Offerta tecnica”.
5.2. In successiva seduta riservata un’apposita Commissione procederà alla valutazione dell’offerta tecnica presentata dai concorrenti, per la quale è previsto un punteggio massimo di 40 punti.
Saranno in particolare valutati i seguenti profili qualitativi:
1. Organizzazione del servizio offerto: max 14 punti
Dovrà a tal fine essere indicato ogni elemento utile per descrivere le modalità organizzative del servizio.
9
Saranno preferite le offerte che propongano un’organizzazione dell’esercizio che garantisca la maggiore efficienza, continuità e flessibilità, nonché il coordinamento con le altre attività delle Manifestazioni.
2. Caratteristiche del personale incaricato allo svolgimento del servizio: max 12 punti
Dovranno a tal fine essere indicati il numero, le competenze, la formazione e i turni del personale, nonché ogni
altro elemento ritenuto utile.
Saranno preferite le offerte che propongano una formazione del personale maggiormente pertinente rispetto al
servizio da svolgere, con particolare riguardo alle specializzazioni acquisite, al valore culturale delle esperienze
lavorative pregresse e alla conoscenza delle lingue straniere.
3. Attrezzature tecniche impiegate nello svolgimento del servizio: max 8 punti
Dovranno a tal fine essere indicate tutte le attrezzature che si intendono impiegare.
Saranno in particolare considerati il livello qualitativo, l’aggiornamento e l’efficienza delle attrezzature proposte.
4. Eventuali proposte migliorative: max 6 punti
Verranno in particolare considerate le proposte migliorative maggiormente funzionali allo svolgimento delle Manifestazioni.
I punteggi saranno attribuiti sulla base della valutazione discrezionale dei Commissari.
5.3. Al termine delle valutazioni delle offerte tecniche, la Commissione di gara, via mail, convocherà in seduta pubblica i concorrenti ammessi e provvederà a dare loro lettura dei punteggi conseguiti.
La Commissione procederà poi all’apertura delle buste contenenti l’offerta economica (busta C) e provvederà
all’attribuzione dei relativi punteggi, per un punteggio totale massimo di 60 punti.
Per il criterio 1) del precedente punto 3. (“sottotitoli in lingua italiana con disponibilità di lista dialoghi a 10 giorni dalla
prima proiezione prezzo comprensivo di traduzione, adattamento e due proiezioni in sala per fascia di durata”) è previsto un punteggio totale massimo di 15 punti, di cui 5 per la parte A, 5 per la parte B e 5 per la parte C.
Per il criterio 2) del precedente punto 3 (“sottotitoli in inglese da film in lingua italiana con disponibilità di lista dialoghi
entro 10 giorni dalla prima proiezione prezzo comprensivo di traduzione, adattamento e due proiezioni in sala per fascia di durata”) è previsto un punteggio massimo di 5 punti.
Per il criterio 3) del precedente punto 3. (“sottotitoli in lingua italiana con disponibilità di lista dialoghi a 10 giorni dalla
prima proiezione prezzo comprensivo di traduzione, adattamento e sincronizzazione su file”) è previsto un punteggio
totale massimo di 15 punti, di cui 5 per la parte A, 5 per la parte B e 5 per la parte C.
Per il criterio 4) del precedente punto 3. (“prezzo per ulteriori repliche durante il Festival”) è previsto un punteggio
massimo di 4 punti.
Per il criterio 5) del precedente punto 3. (“prezzo per ulteriori repliche in caso di circuitazione organizzata e a carico
del Museo Nazionale del Cinema”) è previsto un punteggio massimo di 3 punti.
Per il criterio 6) del precedente punto 3. (“prezzo per prove tecniche e verifiche di conformità in orario diurno (dalle
ore 8.00 alle ore 00.00) e in orario notturno (dalle ore 00.00 alle ore 8.00)”) è previsto un punteggio massimo di 3
punti.
Per il criterio 7) del precedente punto 3. (“prezzo extra per consegna lista dialoghi a partire da 9 giorni prima della
proiezione”) è previsto un punteggio massimo di 4 punti.
Per il criterio 8) del precedente punto 3. (“prezzo extra per film per i quali non sia disponibile una lista dialoghi o questa risulti sensibilmente infedele all’audio del film che il festival fornirà su supporto DVD, VHS o in formato digitale
download abile”) è previsto un punteggio massimo di 4 punti.
Per il criterio 9) del precedente punto 3. (“sconto accordato per film fornito con lista dialoghi tradotta nella lingua per
la quale è richiesta la predisposizione dei sottotitoli già adattata”) è previsto un punteggio massimo di 3 punti.
Per il criterio 10) del precedente punto 3. (“Importo globale per eventuali richieste aggiuntive”) è previsto un punteggio massimo di 4 punti.
10
l singoli punteggi saranno attribuiti secondo la seguente formula:
pMax × Pmin
p=
P
In cui:
p = punteggio da attribuire all’offerta presa in considerazione
pMax = punteggio massimo attribuibile
P = prezzo dell’offerta presa in considerazione
Pmin = prezzo più basso offerto
Per i criteri riferiti a più fasce temporali la Commissione, prima di attribuire i punteggi, effettuerà la media degli eventuali diversi prezzi offerti dal concorrente.
Il Museo si riserva la facoltà di applicare l’art. 86, comma 2, del D. Lgs. 163/2006 e di procedere alla valutazione di
congruità di ogni offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anormalmente bassa.
A seguito della sommatoria dei punteggi conseguiti dai concorrenti per l’offerta tecnica e per l’offerta economica, la
Commissione indicherà la graduatoria di gara, ed il primo concorrente classificato, procedendo nei suoi confronti
all’aggiudicazione provvisoria del servizio.
L’aggiudicazione avrà luogo anche in presenza di una sola offerta valida, purché ritenuta congrua e conveniente per
il Museo.
In caso di punteggi complessivi uguali, si procederà tramite sorteggio.
L’aggiudicazione provvisoria non equivale ad accettazione dell’offerta.
5.4. Successivamente, il RUP procederà alle verifiche di legge in capo all’aggiudicatario.
A tal fine l’aggiudicatario dovrà presentare tutti i documenti necessari a comprovare i requisiti dichiarati in sede di gara, salvi i requisiti di ordine generale per i quali il Museo provvederà d’ufficio.
In caso di esito positivo, il Museo provvederà all’approvazione della graduatoria e all’aggiudicazione definitiva
dell’appalto.
Nel caso le verifiche diano esito negativo, il Museo procederà all’esclusione del concorrente dalla gara, e alla richiesta di risarcimento danni per mancata stipulazione del contratto.
Le offerte dei concorrenti saranno immediatamente impegnative per gli stessi e avranno validità per 180 (centoottanta) giorni dalla presentazione.
Qualora, per qualsiasi circostanza, l’appalto non potesse essere aggiudicato al primo classificato, il Museo si riserva
la facoltà di aggiudicare la gara al concorrente che segue in graduatoria.
Il Museo si riserva altresì la facoltà di non aggiudicare e/o di non stipulare il contratto, e/o di procedere ai sensi
dell’art. 81, comma 3, del d.lgs. 163/2006, senza per questo incorrere in alcuna forma di responsabilità, nemmeno ai
sensi degli artt. 1337 e 1338 c.c..
PARTE III – STIPULAZIONE DEL CONTRATTO E ALTRE INFORMAZIONI
L’aggiudicatario dovrà rendersi disponibile alla stipulazione del contratto decorsi trentacinque giorni dall’ aggiudicazione definitiva della gara.
L’aggiudicatario dovrà rendersi disponibile alla consegna anticipata dei servizi, ricorrendo le circostanze di urgenza di
cui all’art. 11, comma 9, del d.lgs. 163/2006.
11
Il contratto verrà stipulato mediante scrittura privata.
Ai fini della stipulazione del contratto, l’aggiudicatario è tenuto a presentare idonea cauzione definitiva pari al 10%
dell’importo a base di gara; i restanti contenuti e modalità di presentazione della cauzione dovranno essere conformi
a quanto stabilito dall’art. 113 del d.lgs. 163/2006.
L’aggiudicatario si assume ogni responsabilità per danni a cose e a terzi derivanti dall’esecuzione del contratto, ed è
obbligato a stipulare, presentandone copia prima della stipulazione del contratto, polizza assicurativa che tenga indenne il Museo da tutti i rischi connessi all’attività oggetto di contratto, per un massimale pari ad almeno euro
1.000.000,00 per sinistro, secondo quanto specificato nello schema di contratto. L’aggiudicatario è altresì tenuto a
presentare idonea polizza R.C.O., secondo quanto specificato nello schema di contratto.
In caso di fallimento dell’aggiudicatario, verrà applicato l’art. 140 del d.lgs. 163/2006, cui il Museo si riferisce in via di
autoregolamentazione.
Il contratto non potrà essere ceduto, in tutto o in parte, a pena di nullità.
In considerazione della particolarità del servizio posto a base di gara, non è ammesso il subappalto.
La presente gara costituisce esclusivamente un invito a presentare offerta, e non costituisce un’offerta al pubblico ex.
art. 1336 c.c., non vincolando in alcun modo il Museo.
L’utilizzo della modulistica predisposta dal Museo non è obbligatorio, a condizione che siano ugualmente presentate
tutte le informazioni/dichiarazioni ivi richieste.
In caso di contrasto tra quanto previsto nel presente bando e nella modulistica prevale quanto previsto nel presente
bando, salvo il caso di errore materiale.
La modulistica e lo schema di contratto sono allegati al presente bando.
Ove ne ricorrano i presupposti, verrà applicato l’art. 41.3 del d.lgs. 163/2006 e s.m.i., cui il Museo si riferisce in via di
autoregolamentazione.
Ai fini della partecipazione alla gara, i concorrenti potranno avvalersi dei requisiti di capacità economico finanziaria e
di capacità tecnica di un altro soggetto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 49, del d.lgs. 163/2006. In tal caso, i concorrenti dovranno presentare, a pena di esclusione, tutta la documentazione prevista dall’art. 49, comma 2, del d.lgs.
163/2006.
È obbligatorio il rispetto dalla legge 136/2010.
Le modalità di pagamento e i termini di pagamento sono indicati nello schema di contratto, ove è altresì indicata la
misura delle penali in caso di ritardo delle prestazioni costituenti il servizio.
Per ogni controversia derivante dall’interpretazione e dall’esecuzione del contratto sarò competente il Foro di Torino.
Ai sensi del d.lgs. 196/2003, i dati forniti dai concorrenti saranno trattati esclusivamente ai fini della conduzione della
gara. Titolare del trattamento dati è il Museo Nazionale del Cinema. Responsabile del trattamento dati è il dr. Daniele
Tinti.
Torino, 16 luglio 2014
Alberto Barbera
Direttore
12
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
253 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content