close

Enter

Log in using OpenID

Catanews 29.08.2014

embedDownload
Venerdì 29 agosto 2014
SIF 2014
Presa della bandiera
Lunedì 25 agosto, presso il castello
di Dardagny, si è svolta la cerimonia
della presa della bandiera del battaglione d’aiuto in caso di catastrofe 3
(bat acc 3).
Il tenente colonnello Luca Ceresetti,
Comandante del bat acc 3, nel suo discorso ha messo l’accento sul senso
di fierezza intrinseco nell’indossare la
divisa per poter prestare servizio a favore della Patria. Il Comandante nelle
sue attività è coadiuvato dal suo Stato Maggiore, condotto dal maggiore
Maurizio Padé.
Il battaglione, con circa 600 uomini in
servizio, è suddiviso in una compagnia di stato maggiore (condotta dal
capitano Sandro Abderhalden), tre
di salvataggio (condotte dai capitani
Stefan Roos, Adrian Spiess e Fabien
Valterio) ed una di zappatori costruttori (condotta dal capitano Davide Morisoli).
Quale sforzo principale per le compagnie di salvataggio vi sarà la messa a
disposizione di uomini e mezzi per il
corso di formazione tecnico per futuri
Comandanti di battaglione. Nel corso
dell’ultima settimana, dal lunedì fino
al mercoledì, si svolgerà l’esercizio di
battaglione, diretto dalla regione territoriale 3, comandata dal divisionario
Marco Cantieni, nel corso del quale
verrà esercitata l’intera formazione.
Il Comandante ringrazia la popolazione per l’ospitalità riservata alle truppe
e augura un buon corso di ripetizione.
Presa della bandiera a Dardagny
Sede ONU a Ginevra
L’Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra
è, dopo il quartier generale di New
York, il più ampio ed importante centro operativo internazionale delle Nazioni Unite.
Con gli Uffici di Vienna e Nairobi, costituisce la rete di uffici centrali delle
Nazioni Unite e delle agenzie specializzate ad esse collegate.
Collocato a Ginevra nel parco di Ariana, il complesso è nato a seguito del
Concorso per il Palazzo delle Nazioni
bandito nel 1927.
Il progetto vincitore fu quello di Henri
Paul Nénot, messo in opera tra il 1931
ed il 1938 per ospitare l’Assemblea ed
il Segretariato della Società delle Nazioni. L’edificio è stato ulteriormente
espanso all’inizio degli anni ‘50 ed alla
fine degli anni ‘60.
Attualmente, presso l’ONU lavorano
www.esercito.ch/batacc3
Meteo
23°C
In parte soleggiato
Vento:
verso N
Velocità:
2.2 km/h
Umidità:
80 %
Compagnia
zappatori
La compagnia zappatori 3/4 al comando del capitano Davide Morisoli,
è impiegata per l’intera durata del SIF
in opere a favore di terzi.
Si tratta di cantieri che spaziano dallo
smantellamento di edifici vetusti alla
messa in sicurezza di sentieri ticinesi,
vallesani e grigionesi.
La compagnia 3/4 più precisamente
è impegnata a Sobrio, Sorengo, Valle
bedretto, Saas-Grund e Kreuzboden,
Füstenau, Silis, San Bernardino e
Serravalle.
circa 1600 dipendenti delle Nazioni
Unite.
Oltre agli spazi del Palais des Nations,
gli enti del sistema delle Nazioni Unite
utilizzano anche altre strutture ed uffici nella città di Ginevra, principalmente messi a disposizione dal governo
Svizzero.
Edificio principale
Lavori in corso
1
Venerdì 29 agosto 2014
www.esercito.ch/batacc3
SIF 2014
Generale Dufour
Il generale Guillaume-Henri Dufour
nacque a Costanza il 15 settembre
1787. Dopo aver frequentato le scuole
superiori a Ginevra, studiò alla scuola politecnica di Parigi (1807-1809).
Dal 1811 prestò servizio nell’esercito
francese fino al 1817, per poi passare
all’esercito svizzero, e nel 1831 venne incaricato di organizzare la difesa
della Svizzera in caso di conflitto europeo.
Dopo il 1845 in Svizzera le divergenze politiche tra Cantoni cattolici e protestanti vanno accentuandosi fino ad
alimentare tendenze separatiste. Il 27
ottobre 1847 il Generale Dufour viene
eletto come generale comandante in
capo delle truppe e il 4 novembre iniziano le ostilità contro il Sonderbund
(7 cantoni separatisti). Con una serie
di manovre tattiche vince gli scontri
di Honau, Gisikon e Meierskappel,
occupa Lucerna e costringe i Cantoni separatisti alla resa in sole quattro
settimane di conflitto, ponendo termine all’ultima guerra civile svizzera.
La lega dei Cantoni separatisti venne
disciolta, creando le condizioni per
la costituzione delle Confederazione
Svizzera del 1848.
Dufour, a partire dal 1831, diresse i
lavori di triangolazione allo scopo di
creare una carta 1:100’000, la cosiddetta Carta Dufour (la prima opera
cartografica ufficiale della Svizzera),
che fu poi completata solamente nel
1864. Tutt’oggi grazie al suo lavoro di
pioniere possiamo beneficiare di uno
dei migliori, se non il migliore, sistema
cartografico al mondo.
Dal 1863 al 1864 partecipa con Jean
Henri Dunant, alla creazione del Comitato Internazionale della Croce
Rossa, oggi la più grande organizzazione umanitaria del mondo, di cui ne
è il primo presidente.
Guillaume-Henri Dufour
Il riflesso condizionato
Questa settimana nella rubrica curiosità affrontiamo un tema scientifico legato ad un tipo di meccanismo
d’apprendimento che caratterizza
l’animale e dunque anche l’uomo. Si
tratta del riflesso condizionato, scoperto del noto scienziato Ivan Pavlov
agli inizi del Novecento. Tramite il
suo classico esperimento del cane
lo scienziato russo dimostrò che l’animale impara certi tipi di comportamenti tramite il paradigma StimoloReazione.
Il riflesso condizionato è un sistema
composto da stimolo condizionato e
reazione condizionata. La sua formazione, nella procedura più semplice, è
la seguente: uno stimolo incondizionato (per esempio, il cibo) produce
una risposta incondizionata quando
viene a contatto della mucosa della
lingua (per esempio, la saliva); prima
dello stimolo incondizionato si presenta uno stimolo neutro (per esempio, un suono) che non produce di
per sé la risposta incondizionata; si
continua a somministrare lo stimolo
incondizionato; dopo un certo numero
di associazioni stimolo neutro-stimolo
incondizionato, la presentazione del
solo stimolo neutro, il suono, produce
la salivazione. Si è formato così un riflesso condizionato dove uno stimolo
neutro, ora detto stimolo condizionato,
produce direttamente la risposta, ora
detta risposta condizionata. Il riflesso
condizionato si estingue quando alla
reazione condizionata non segue più
lo stimolo incondizionato (nell’esempio, il cibo).
Questo funzionamento d’apprendimento si applica spesso anche
nell’ambito del marketing di un prodotto, in quanto si associa uno stimolo
neutro (il prodotto) con una reazione
emotiva positiva. Come da esempio
della foto, si nota come la BMW associ la sua macchina (stimolo neutro)
con una bella ragazza (stimolo condizionato). Come funziona questo procedimento? Il meccanismo è molto
simile a quello dell’esperimento del
cane: un stimolo neutro, in questo
caso la macchina, viene associato ad
uno stimolo condizionato, in questo
caso una bella ragazza, la quale evoca tra la maggior parte degli uomini
reazioni di piacere, gioia, ecc. Dopo
svariate ripetizione della pubblicità, il
consumatore collegherà la macchina
ad un sentimento di gioia, piacere,
ecc. Ora si capisce anche il perché di
tutte quelle belle ragazze che lavorano al salone di Ginevra.
Mica male... la macchina.
Esperimento con l’amico dell’uomo
2
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 801 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content