close

Enter

Log in using OpenID

bollettinoufficiale della regione calabria

embedDownload
Poste Italiane - Spedizione in a.p.
Tab. “D” Aut. DCO/DC - CZ/038/2003
valida dal 4 febbraio 2003
Supplemento straordinario n. 4 al n. 2 del 16 gennaio 2014
Parti I e II - Anno XLV
REPUBBLICA ITALIANA
BOLLETTINO UFFICIALE
DELLA REGIONE CALABRIA
Catanzaro, lunedì 20 gennaio 2014
DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE ● CATANZARO, TRAVERSA CASSIODORO, 19 ● (0961) 775522
Le edizioni ordinarie del Bollettino Ufficiale della Regione Calabria
sono suddivise in tre parti che vengono cosı` pubblicate:
Il 1o e il 16 di ogni mese:
PARTE PRIMA
●
ATTI DELLA REGIONE
SEZIONE I
◆
◆
◆
Leggi
Regolamenti
Statuti
SEZIONE II
◆
◆
◆
◆
◆
Decreti, ordinanze ed atti del Presidente della Giunta regionale
Deliberazioni del Consiglio regionale
Deliberazioni della Giunta regionale
Deliberazioni o comunicati emanati dal Presidente o dall’Ufficio
di Presidenza del Consiglio regionale
Comunicati di altre autorità o uffici regionali
PARTE SECONDA ● ATTI DELLO STATO
E DEGLI ORGANI GIURISDIZIONALI
SEZIONE I
◆
Provvedimenti legislativi statali e degli organi giurisdizionali
che interessano la Regione
◆
Atti di organi statali che interessano la Regione
Circolari la cui divulgazione e` ritenuta opportuna e gli avvisi prescritti dalle
leggi e dai regolamenti della Regione
SEZIONE II
◆
Ordinariamente il venerdì di ogni settimana
PARTE TERZA ● ATTI DI TERZI
◆
◆
Annunzi legali
Avvisi di concorso
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4275
SOMMARIO
Regione Calabria
BOLLETTINO UFFICIALE
Traversa Cassiodoro, 19 - CATANZARO
PARTE PRIMA
SEZIONE II
Il pubblico si riceve:
Martedì e Giovedì
dalle ore 10 alle ore 12
DECRETI DEI DIRIGENTI
DELLA REGIONE CALABRIA
Informazioni telefoniche:
Dipartimento n. 2
PRESIDENZA
Martedì e Giovedì
dalle ore 10 alle ore 12
Tel. e fax 0961/775522
DECRETO n. 10090 dell’11 luglio 2013
Programma Operativo Transnazionale Mediterraneo
MED 2007/2013 – Progetto Knowing Med «Knowledge Intelligence and Innovation for a Sustainable Growth» – Impegno
e autorizzazione liquidazione indennità di missione Valencia
(Spagna) 21/25 maggio 2013 Dott. Nicola Mayerà – CUP
B15E10000210005
pag. 4297
Dipartimento n. 5
ATTIVITÀ PRODUTTIVE
DECRETO n. 14031 del 11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 - Linea di intervento
7.1.4.1, Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni», DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
N.T.A. s.r.l.
pag. 4299
DECRETO n. 14033 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1. Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
Progetto 5 di Santo Frascati
pag. 4302
DECRETO n. 14036 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1 . Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
Cordua Logistica sas di Pristera Francesco & C
pag. 4305
REGIONE CALABRIA
BOLLETTINO UFFICIALE
A V V I S O
Si evidenzia agli Enti e ai soggetti, pubblici e privati, che inviano avvisi da pubblicare sul Bollettino Ufficiale la necessità
che gli avvisi stessi siano redatti in conformità ai disposti del D.Lgs. 196/2003, con particolare riferimento alla disciplina
dei dati sensibili.
4276
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14038 dell’11 ottobre 2013
DECRETO n. 14061 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1. Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
Nova Systems Roma s.r.l
pag. 4309
POR Calabria FESR 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi Obiettivo specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle
imprese – Linea di intervento 7.1.3.2. – Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa. Istituzione del «Fondo regionale per il sostegno agli investimenti
delle PMI regionali attraverso il Mezzanine financing – Progetto CUP J61B11000250006 – Presa atto della delibera del
Comitato di valutazione relativa all’ammissione al Finanziamento Mezzanino della seguente impresa beneficiaria:
«Eraclesofà s.r.l.» – Crotone (KR)
pag. 4326
DECRETO n. 14040 del 11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1. Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta Argento Nino trasformata in Argento Porte srl
pag. 4312
DECRETO n. 14044 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1 . Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta Top
Class s.r.l.
pag. 4315
DECRETO n. 14423 del 17 ottobre 2013
Liquidazione a favore della Società «CSAmed s.r.l.» di
Cremona per l’inserzione sulla GURI. Del bando di gara per
l’affidamento a tempo determinato del servizio d’istruttoria
tecnico-economica, verifica e controllo ed erogazione dei contributi per gli interventi di sostegno pubblico alle imprese.
Bandi Pia e Contratti di investimento approvati con DDG. n.
8452 del 30/6/2008
pag. 4328
DECRETO n. 14430 del 17 ottobre 2013
DECRETO n. 14047 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1. Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Cadi dei
F.lli Milasi & C. s.n.c trasformata in Cadi dei F.lli Milasi srl
pag. 4319
Approvazione del programma generale di intervento in favore dei consumatori denominato «Educare per crescere»
Legge 23 dicembre 2000 n. 388, art. 148, comma 1. Decreto
del Ministro dello Sviluppo Economico del 21/3/2013 reg. alla
C.C. Il 30/4/2013. Decreto del Direttore Generale per il Mercato, la Concorrenza e i Consumatori del 2 luglio 2013
pag. 4329
DECRETO n. 14059 dell’11 ottobre 2013
DECRETO n. 14432 del 17 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi Obiettivo specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle
imprese – Linea di intervento 7.1.3.2. - Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa. Istituzione del «Fondo regionale per il sostegno agli investimenti
delle PMI regionali attraverso il Mezzanine financing – Progetto CUP J61B11000250006 – Presa atto della delibera del
Comitato di valutazione relativa all’ammissione al Finanziamento Mezzanino della seguente impresa beneficiaria:
«Sgromo Costruzioni s.r.l.» – Catanzaro (CZ)
pag. 4322
POR Calabria FESR 2007/2013. Linea d’Intervento
7.1.4.1. «PIA-Pacchetti Integrati di Agevolazione» – DDS n.
14 del 2/1/2013 «Approvazione graduatoria definitiva».
Presa atto di rinuncia/decadenza di imprese in posizione utile
al finanziamento
pag. 4331
DECRETO n. 14060 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi Obiettivo specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle
imprese – Linea di intervento 7.1.3.2. – Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa. Istituzione del «Fondo regionale per il sostegno agli investimenti
delle PMI regionali attraverso il Mezzanine financing – Progetto CUP J61B11000250006 – Presa atto della delibera del
Comitato di valutazione relativa all’ammissione al Finanziamento Mezzanino della seguente impresa beneficiaria: «Salvatori s.r.l» – Catanzaro (CZ)
pag. 4324
DECRETO n. 14442 del 17 ottobre 2013
POR FESR 2007-2013 Linea d’intervento 2.1.2.1 – «Avviso Pubblico per la promozione di iniziative nel campo del
risparmio energetico» approvato con decreto n. 3068 del 10/
3/2010. Beneficiario: Comune di Campo Calabro (RC) – Progetto: «Intervento di riqualificazione energetica ed illuminotecnica della rete di pubblica illuminazione di Campo Calabro». Cup: H32G10000120006. Erogazione di c 27.954,68
per SAL 90%
pag. 4336
DECRETO n. 14444 del 17 ottobre 2013
POR FESR 2007-2013 Linea d’intervento 2.1.2.1 – «Avviso Pubblico per la promozione di iniziative nel campo del
risparmio energetico» approvato con decreto n. 3068 del 10/
3/2010.Beneficiario: Comune di Tropea (VV) – Progetto:
«Ammodernamento impianto pubblica illuminazione finalizzato al risparmio energetico.» Cup: F12D12000030004.
Erogazione di c 27.653,63 per SAL 90%
pag. 4338
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4277
DECRETO n. 14446 del 17 ottobre 2013
DECRETO n. 14612 del 24 ottobre 2013
POR FESR 2007-2013 Linea d’intervento 2.1.2.1 – «Avviso Pubblico per la promozione di iniziative nel campo del
risparmio energetico» approvato con decreto n. 3068 del 10/
3/2010. Beneficiario: Comune di Campo Calabro (RC) – Progetto: «Interventi di adeguamento e ammodernamento tecnologico protesi al risparmio energetico da effettuarsi su alcuni impianti comunali di pubblica illuminazione.» CUP:
G52G11000600002. Erogazione di c 57.371,83 per SAL 90%
pag. 4340
Agenzia Regionale Calabria per le Erogazioni in Agricoltura (ARCEA). Liquidazione di euro 1.360.000,00 per spese
di funzionamento anno 2013. (Art. 5 legge regionale n. 30/
2013)
pag. 4359
DECRETO n. 14447 del 17 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1. Bando Pubblico. «PIA – Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
SI.GE.I. s.r.l.
pag. 4342
DECRETO n. 14654 del 28 ottobre 2013
Legge Regionale 30 ottobre 2012 n. 48 «Tutela e Valorizzazione del Patrimonio olivicolo della Regione Calabria» – Art.
4 Comma 2 lettera b punto 2 e Art. 5 Comma 1 – Lett. b
(miglioramento fondiario e sostituzione con altre specie arboree da frutto). – Autorizzazione espianto e parziale reimpianto alberi di olivo nel Comune di Laureana Di Borrello
(RC) Foglio 35 particella n. 73. - Ariganello Maria Carmela
Piazza Risorgimento Frazione Plaesano, n. 14 – 89050 Feroleto Della Chiesa (RC) – Ubicazione Azienda località «Campomalo» – Laureana Di Borrello (RC), Partita Iva
00417560802
pag. 4360
DECRETO n. 14448 del 17 ottobre 2013
DECRETO n. 14655 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1,4,1 . Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni ». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
Grafiche Simone di Simone Rosario & C.
pag. 4346
DECRETO n. 14449 del 17 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007-2013 – Linea d’Intervento
1.1.3.2 – Bando Pubblico «PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione» D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 – Trasferimento
fondi al Soggetto Gestore Fincalabra s.p.a. (Primo Tranche)
per erogazione prime anticipazione richieste per i Piani degli
Investimenti Produttivi e per i Piani Integrati dei Servizi
Reali
pag. 4349
DECRETO n. 14534 del 21 ottobre 2013
Legge Regionale 17 agosto 2005, n. 13 e s.m.i. Erogazione
somme derivanti dalla coltivazione di idrocarburi (royalties).
Impegno e Liquidazione residui anni 2004 -2006. Somme disponibili sul Cap. 32010504 del Bilancio 2013. Importo c
3.199.999,99
pag. 4353
Dipartimento n. 6
AGRICOLTURA, FORESTE,
FORESTAZIONE
DECRETO n. 14564 del 23 ottobre 2013
PSR Calabria 2007-2013. Progetto «La cultura del vino ...
energia per la vita» Partecipazione evento «Verso il 2015. La
cultura del vino in Italia», Roma – Complesso Monumentale
del Vittoriano – 25 ottobre/30 novembre 2013 – Organizzazione Seminari – Avvio procedimento a contrarre
pag. 4356
Legge Regionale 30 ottobre 2012 n. 48 «Tutela e Valorizzazione del Patrimonio olivicolo della Regione Calabria – Linee
Guida – Art. 4 comma 2 lettera b 2 e Art. 5 Comma 1 – Lett.
a e b (miglioramento fondiario con sostituzione con altre
specie arboree da frutto e riconversione varietale). – Autorizzazione espianto di n. 583 piante di olivo. – Ditta Taccone
Pierluigi Contrada Ciceri – 88022 Curinga (CZ) – Ubicazione Azienda località Cannavà Foglio 42 particelle n. 59 e n.
68 – Rizziconi (RC), Partita Iva 00453360794
pag. 4361
DECRETO n. 14657 del 28 ottobre 2013
Approvazione: «Piano poliennale di tagli colturali di diradamento di durata decennale contrade «Carlo Magno – Votturino» di Serra Pedace (CS) Azienda silvo – pastorale Colella Maria» – Efficacia Anni Dieci – Primo Ciclo durata anni
cinque – Secondo Ciclo durata anni cinque Proponente: Signora Colella Maria «Azienda ad indirizzo Silvo – pastorale
Colella Maria» Via Tasso n. 480/i 123 80127 Napoli (NA) Progettista: M. & M. Studio Tecnico Dottore Agronomo Gigi
Giuseppe Maiolo Via Salvemini n. 16 87100 Cosenza (CS)
Competenza Servizio 3 Area Territoriale Settentrionale di
Cosenza
pag. 4362
DECRETO n. 14662 del 28 ottobre 2013
P.O.R. (Asse IV) – parte FEOGA in Calabria. Misura (4.7)
Ditta: «Enosvitis snc» – Cirò Marina – Ingiunzione di pagamento
pag. 4366
DECRETO n. 14663 del 28 ottobre 2013
P.O.R. (Asse IV) – parte FEOGA in Calabria. Misura (4.6).
Ditta: «Rango Antonio – Cassano allo Ionio Revoca e recupero somme indebitamente percepite
pag. 4367
4278
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14670 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14739 del 28 ottobre 2013
P.O.R. Calabria 2000/2006 (Asse IV) – parte FEOGA Misura (4.5). «Investimenti nelle aziende Agricole» – Pif 963
«SUINI» – Ditta: «Meringolo Angelo» – S. Demetrio Corone
(CS) – Ingiunzione di Pagamento – (Recupero differenza)
pag. 4369
Ditta: «Co. Z.A.C. a rl.» Marano Principato – CS – Ingiunzione di Pagamento – Revoca e Recupero somme indebitamente percepite al Piano Operativo Monofondo Agricoltura
Reg. CE 2081/93 Asse 1 sottoasse 4 Mis. 1 – DGR 1893 del
20/3/1996 e al Progetto a valere sul POR (Asse IV) parte
Feoga Calabria – Misura 4.6 – DDG n. 14932 del 17/10/2003
pag. 4384
DECRETO n. 14671 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14744 del 28 ottobre 2013
P.O.R. Calabria 2000/2006 (Asse IV) – parte FEOGA Misura (4.5). «Investimenti nelle aziende Agricole» – Pif 109
«Zootecnia Biologica» – Ditta: «Capparelli Raffaele» – Mottafollone (CS) – Ingiunzione di Pagamento
pag. 4371
DECRETO n. 14673 del 28 ottobre 2013
P.O.R. Calabria 2000/2006 (Asse IV) – parte FEOGA Misura (4.5). «Investimenti nelle aziende Agricole» – Pif 128
«Ortofrutticolo Agrimed» – Ditta: «Cooperativa S. Iorio» –
Belvedere Spinello (KR) – Ingiunzione di Pagamento
pag. 4373
P.O.R. (Asse IV) – parte FEOGA in Calabria. Misura (4.6).
«Miglioramento delle condizioni di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli» Ditta: «Azienda Cerzitello srl – Spezzano Albanese – Ingiunzione di pagamento.
Fata Assicurazioni – Roma – Richiesta escussione Premio in
solido
pag. 87
DECRETO n. 14747 del 28 ottobre 2013
Individuazione delle produzioni unitarie medie per le assicurazioni agricole agevolate in Regione Calabria ai sensi del
D.Lgs. 102/2004 e s.m.i. e del D.M. n. 1934 del 31/1/2013 - art.
3 comma 12
pag. 89
DECRETO n. 14676 del 28 ottobre 2013
P.O.R. Calabria 2000/2006 (Asse IV) – parte FEOGA Misura (4.5). «Investimenti nelle aziende Agricole» – Pif 344
«Pollo da Carne» – Ditta: «Ianni Marianna» – Fiumara (RC)
– Ingiunzione di Pagamento – (Recupero differenza)
pag. 4375
DECRETO n. 14750 del 28 ottobre 2013
PSR Calabria 2007-2013, Misura 5.1.1. – Avvio del procedimento a contrarre per l’acquisto di carta A4 -A3, cartucce
Toner e cancelleria, uffici Autorità di Gestione del PSR Calabria 2007-2013
pag. 93
DECRETO n. 14677 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14751 del 28 ottobre 2013
P.O.R. Calabria 2000/2006 (Asse IV) – parte FEOGA Misura (4.5). «Investimenti nelle Aziende Agricole» – Pif 218 –
«Apicoltura» Ditta: «Cistaro Salvatore» – Petilia Policastro
(KR) – Ingiunzione di Pagamento
pag. 4377
Parere favorevole con prescrizioni nei riguardi forestali e
idrogeologici – Proponente: Eolica Sud Srl – per mutamento
di destinazione d’uso – Opere Costruttive - Variante Aerogeneratore 36 in ambiti: Parco Eolico San Sostene – nel Comune di San Sostene (CZ) su terreni vincolati
pag. 4394
DECRETO n. 14680 del 28 ottobre 2013
Parere favorevole con prescrizioni nei riguardi forestali e
idrogeologici – Proponente: Dimita Fabio Sabino Amministratore Unico della Soc. Enerkall s.r.l. – per mutamento di
destinazione d’uso di terreni sottoposti a Vincolo Idrogeologico per destinazione d’usi diversi, da eseguire in agro del
Comune di Montepaone (CZ), in località «Lettere». Realizzazione di un aerogeneratore di 200 kW. Rettifica D.D.G. n.
13632 del 7/10/2013
pag. 4379
DECRETO n. 14731 del 28 ottobre 2013
PSR Calabria 2007-2013. Modifiche ed integrazioni al
DDG n. 6189 del 22/4/2013 «PSR Calabria 2007-2013 – Riorganizzazione del modello di governance e di gestione delle
risorse umane nell’attuazione del PSR Calabria 2007-2013»
pag. 4380
DECRETO n. 14733 del 28 ottobre 2013
P.O. FEP 2007 /2013 – «Do.Le.Ma. Srl» Misura 2.3 – art. 3,
comma 1, Legge 13 agosto 2010 n. 136
pag. 4383
DECRETO n. 14752 del 28 ottobre 2013
PSR Calabria 2007-2013 – Misure F e 2.1.4 – Presa d’atto e
autorizzazione alla corresponsione di benefici
pag. 4396
DECRETO n. 14821 del 28 ottobre 2013
D.G.R 213 del 4/5/2012 – L.R. 26/75 art. 2. Lavori per il
ripristino delle Opere Pubbliche di Bonifici ricadenti nel
comprensorio, redatta dal Consorzio di Bonifica Alto Jonio
Reggino. Trasferimento della somma di c 63.000,00
pag. 4398
DECRETO n. 14822 del 28 ottobre 2013
D.G.R. 119 del 22/4/2013 – L.R. 26/75 art. 2. Approvazione
perizia dei lavori per il ripristino delle OO.PP. di bonifica
ricadenti nel comprensorio, redatta dal Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino Ex Lao
Scalea, con sede in Scalea (CS) dell’importo c 35.934,00
pag. 4399
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4279
DECRETO n. 14823 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14833 del 28 ottobre 2013
D.G.R. 119 del 22/4/2013 – L.R. 26/75 art. 2. Approvazione
perizia dei lavori per il ripristino delle OO.PP. di bonifica
ricadenti nel comprensorio, redatta dal Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino Ex Lao
Scalea, con sede in Scalea (CS) dell’importo c 31.271,00
pag. 4400
Regolamento (CEE) 2080/92 – Fasanella Raffaele Domenico – Domanda n. 6413056698 – Cambio beneficiario a favore della ditta Fasanella Paolo Tommaso
pag. 4411
DECRETO n. 14834 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14826 del 28 ottobre 2013
PSR Calabria 2007-2013, Misura 5.1.1. -Affidamento alla
ditta Pasca Geom. Raffaele dei lavori di manutenzione necessari alla ridefinizione degli spazi e degli ambientidestinati ad
ospitare gli uffici della Segreteria Tecnica dell’Autorità di
Gestione delPSR Calabria 2007-2013 (CIG: ZBA0C0CAF7)
pag. 4401
PSR 2007-2013 – Misura 311 – Az.1 D.D.G. n. 16422 del
30/12/2011 – Presa atto della rinuncia al contributo da parte
della Ditta Ruscelli Rosa – Domanda di aiuto 84750519591
pag. 4412
Dipartimento n. 7
ORGANIZZAZIONE E PERSONALE
DECRETO n. 14503 del 21 ottobre 2013
DECRETO n. 14827 del 28 ottobre 2013
PSR 2007-2013 -Mis.112-121 - Decreto di revoca del contributo al beneficiario Bonofiglio Marcello C.F.
BNFMCL89H26D122W domanda di aiuto n. 84750159463
pag. 4403
Dipendente regionale Sollazzo Francesco matr. 776280 –
trasformazione rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo
parziale verticale
pag. 4414
DECRETO n. 14505 del 21 ottobre 2013
DECRETO n. 14828 del 28 ottobre 2013
PSR 2007-2013 – Mis. 112-121 – Decreto di revoca del contributo
al
beneficiario
Rocco
Era
C.F.
RCCREA82R65C349T domanda di aiuto n. 84750143038.
quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e
della condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo
rurale
pag. 4404
POR Calabria FSE 2007-2013. Presa d’atto conferimento
incarico responsabile dell’Unità di controllo di primo livello
– dipendente Cannoletta Rosalba, matricola 126200
pag. 4415
DECRETO n. 14506 del 21 ottobre 2013
DECRETO n. 14829 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FSE 2007-2013. Presa d’atto conferimento
incarico responsabile dell’Unità di controllo di primo livello
– dipendente Spasari Eleonora, matricola 783857
pag. 4415
PSR 2007-2013 – Mis.112-121 – Decreto di revoca del contributo al beneficiario Mingrone Francesco C.F.
MNGFNC89B13B774N domanda di aiuto n. 84750200465
pag. 4405
DECRETO n. 14508 del 21 ottobre 2013
Dipendente regionale Procopio Francesco matricola n.
673280 – Mobilità interna
pag. 4416
DECRETO n. 14830 del 28 ottobre 2013
PSR 2007-2013 – Mis.112-121 - Decreto di revoca del contributo
al
beneficiario
Gallo
Ilaria
C.F.
GLLLRI88D53H490Z domanda di aiuto n. 84750130571
pag. 4406
Dipartimento n. 8
URBANISTICA
E GOVERNO DEL TERRITORIO
DECRETO n. 113821 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 14831 del 28 ottobre 2013
PSR 2007-2013 -Mis.112-121 – Decreto di revoca del beneficio concesso alla ditta Favasuli Foti Giovanni C.F
FVSGNN88P10H224K, domanda di aiuto n. 84750084786
pag. 4408
POR Calabria FESR 2007-2013 – Asse VIII Città Obiettivo specifico 8.1. Città ed Aree Urbane – Obiettivi Operativi
8.1.1.- 8.1.2. – Progetti Integrati di Sviluppo Urbano
(P.I.S.U.) Area Urbana Corigliano Calabro-Rossano – Impegno di Spesa seconda anticipazione 40% a valere sulla
quota POR
pag. 4417
DECRETO n. 14832 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14027 del 10 ottobre 2013
Regolamento (CEE) 2080/92 – Mandaglio Bartolomeo –
Domanda n. 94130339586 – Cambio beneficiario a favore
della ditta Mandaglio Monica
pag. 4409
Ottemperanza Sentenza Giudice di Pace di Rossano n. 412/
2012. Liquidazione a favore del difensore distrattatario Avv.
Claudio Falvo
pag. 4422
4280
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14028 del’11 ottobre 2013
DECRETO n. 14529 del 21 ottobre 2013
Ottemperanza Sentenza Giudice di Pace di Rossano n. 413/
2012. Liquidazione a favore del difensore distrattatario Avv.
Lucia Rita Pistola
pag. 4423
Delibera CIPE n. 89/2012 Riqualificazione urbana (recupero centri storici) – Progetti integrati per la riqualificazione,
il recupero dei centri storici della Calabria – Acconto 20% Comune di Oriolo (CS)
pag. 4442
DECRETO n. 14315 del 15 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007-2013 – Asse VIII Città Obiettivo specifico 8.1. Città ed Aree Urbane – Obiettivi Operativi
8.1.1.-8.1.1.2. – Progetti Integrati di Sviluppo Urbano
(P.I.S.U.) Area Urbana del Comune di Lamezia Terme. Impegno di spesa su Capitoli 37020101-37020102 – seconda anticipazione 40%
pag. 4424
DECRETO n. 14363 del 16 ottobre 2013
Realizzazione della Cartografia numerica e DBT alla scala
1:5.000 relativamente al lotto 1 – Impegno e liquidazione
competenze a saldo
pag. 4429
DECRETO n. 14530 del 21 ottobre 2013
Delibera CIPE n. 89/2012 Riqualificazione urbana (recupero centri storici) – Progetti integrati per la riqualificazione,
il recupero dei centri storici della Calabria – Acconto 20% –
Comune di Scilla (RC)
pag. 4444
Dipartimento n. 9
INFRASTRUTTURE,
LAVORI PUBBLICI,
POLITICHE DELLA CASA,
E. R. P.,
A. B. R., RISORSE IDRICHE,
CICLO INTEGRATO DELLE ACQUE
DECRETO n. 4163 del 19 marzo 2013
DECRETO n. 14523 del 21 ottobre 2013
APQ «Emergenze Urbane e Territoriali – III protocollo
aggiuntivo» – Proroga Convenzioni
pag. 4432
Operazione di Primo Fase del POR Calabria FESR 2007/
2013 selezionato nell’ambito della Programmazione Regionale Unitario attraverso l’Accordo di Programmo Quadro –
Sistemo delle Infrastrutture di Trasporto – dell’intesa Istituzionale di Programmo Stato - Regione Calabria e Inclusa in
Delibera di G.R. n. 113/10: codice progetto 89778. CUP
H84I07000000001. Aeroporto di Lamezia Terme. Intervento:
«Prolungamento Pista di volo testata 28 ed opere complementari». (codice intervento: ENAC/CZ/11) – Ente attuatore: SACAL s.p.a. Proroga Concessione - Erogazione Seconda Rateo
pag. 4447
DECRETO n. 14525 del 21 ottobre 2013
DECRETO n. 5805 del 15 aprile 2013
A.P.Q. «Accelerazione della Spesa nelle Aree Urbane» –
Proroga Convenzioni
pag. 4434
Operazione di Prima Fase del POR Calabria FESR 2007
/2013 selezionata nell’ambito della Programmazione Regionale Unitaria attraverso l’Accordo di Programma Quadro –
Sistema delle Infrastrutture di Trasporto – dell’intesa Istituzionale di Programma Stato Regione Calabria e Inclusa in
Delibera di G.R. n. 113/10, codice progetto 89780 CUP
G34I06000230002. Accordo di Programma Quadro Sistema
delle Infrastrutture di Trasporto Aeroporto di Reggio Calabria Lavori di Adeguamento e Potenziamento delle Infrastrutture in Ambito Air Side II Lotto - Resa Txt 11, Viabilità
Perimetrale, Manufatti, Trattamento Acque (CODICE. Intervento: Enac/Rc/10B). Proroga Concessione. Erogazione
secondo Rateo: c 386.090,00 a valere sull’impegno n. 4308
del 1/10/2008, assunto con DDS n. 14453 del 9/10/2008
pag. 4452
APQ «Emergenze Urbane e Territoriali» – Valorizzazione
del Paesaggio ed interventi sugli Ecomostri. Proroga Convenzioni
pag. 4430
DECRETO n. 14524 del 21 ottobre 2013
DECRETO n. 14526 del 21 ottobre 2013
Delibera CIPE n. 89/2012 Riqualificazione urbana (recupero centristorici) – Progetti integrati per la riqualificazione,
il recupero dei centristorici della Calabria – Acconto 20% –
Comune di Guardia Piemontese (CS)
pag. 4435
DECRETO n. 14527 del 21 ottobre 2013
Bando «Progetti Integrati per la riqualificazione, recupero
e valorizzazione dei Centri Storici della Calabria» – Delibera
CIPE 35105 APQ «Riserva Aree Urbane» e Delibera CIPE
3106 APQ «Emergenze Urbane e Territoriali» – Proroga
Convenzioni
pag. 4437
DECRETO n. 14528 del 21 ottobre 2013
Delibera CIPE n. 89/2012 Riqualificazione urbana (recupero centri storici) – Progetti integrati per la riqualificazione,
il recupero dei centri storici della Calabria – Acconto 20% –
Comune di Borgia (CZ)
pag. 4440
DECRETO n. 11442 del 7 agosto 2013
Operazione di Primo Fase del POR Calabria FESR 2007
/2013 selezionato nell’ambito della Programmazione Regionale Unitario attraverso l’Accordo di Programma Quadro –
Sistemo delle Infrastrutture di Trasporlo – dell’inteso istituzionale di Programmo Stato – Regione Calabria e Incluso in
Delibera di G.R. n. 113/10: codice progetto 89778. CUP
H84I07000000001.Aeroporto di Lamezia Terme. Intervento:
«Prolungamento Pista di volo testata 28 ed opere complementari» (codice intervento: ENAC/CZ/11) – Ente attuatore:
SACAL s.p.a. Erogazione Terzo Rateo
pag. 4456
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4281
DECRETO n. 11859 del 14 agosto 2013
DECRETO n. 13426 del 30 settembre 2013
Accordo di Programma Quadro. Sistema delle Infrastrutture di Trasporto Aeroporto di Reggio Calabria. Lavori:
«Edificio Polifunzionale Sosta Mezzi di Rampa». (Codice Intervento: Enac/RC/11). Progetto Finanziato per l’importo
Complessivo: Meuro 0,600 Ente attuatore SOGAS spa. Aggiornamento dell’atto di Concessione
pag. 4461
Piano Nazionale di Sicurezza Stradale (Legge n. 144/1999).
Secondo Programma di Attuazione. Comune di Melissa (KR)
Liquidazione della somma di c 74.177,46 sul capitolo
23010108 (concorso da parte dello Stato agli oneri derivanti
da mutui quindicennali per l’attuazione del piano regionale
per la sicurezza stradale, art. 32, della legge 17/5/1999, n. 144)
pag. 4474
DECRETO n. 12475 del 6 settembre 2013
Impegno di spesa e liquidazione in favore degli Avv.ti Mercatello e Spagnolo nella qualità di rappresentanti legali della
Dina Audino Venturino a titolo di spese legali per atto di precetto in forza di decreto ingiuntivo n. 11/01 del Giudice di
Pace di Locri- (ct. Avvocatura 415/01)
pag. 4464
DECRETO n. 12498 del 7 settembre 2013
Procedura ristretta per l’affidamento del contratto di concessione di costruzione e gestione, ai sensi dell’art. 144 del
D.lgs. 163/06 e ss.mm.ii., relativo all’intervento di realizzazione del Nuovo Ospedale della Sibaritide. Codice CUP:
J79H07000250001. Pagamento indennità di espropriazione
in favore della Sig.ra Amica Valeria. Impegno di spesa
pag. 4465
DECRETO n. 13427 del 30 settembre 2013
Piano Nazionale di Sicurezza Stradale (Legge n. 144/1999).
Secondo Programma di Attuazione Comune di Zambrone
(VV). Liquidazione della somma di c 17.951,42 sul capitolo
23010108 (concorso da parte dello Stato agli oneri derivanti
da mutui quindicennali per l’attuazione del piano regionale
per la sicurezza stradale, art. 32, della legge 17/5/1999, n. 144)
pag. 4475
DECRETO n. 14228 del 14 ottobre 2013
Legge Regionale n. 46/2013 «Variazione al Bilancio per
l’esercizio 2013» Capitolo di spesa 23010510 – Disimpegno
pag. 4476
DECRETO n. 12790 del 16 settembre 2013
DECRETO n. 14317 del 15 ottobre 2013
Impegno di spesa e liquidazione a titolo di spese legali per
atto di precetto in forza di sentenza n. 428/09 del Tribunale di
Catanzaro
pag. 4469
DECRETO n. 13160 del 24 settembre 2013
Liquidazione a favore di Ferrovie della Calabria s.r.l. della
somma di c 2.000.000,00. Legge regionale n. 7 /06
pag. 4470
DECRETO n. 13278 del 26 settembre 2013
Procedura ristretta per l’affidamento del contratto di concessione di costruzione e gestione, ai sensi dell’art. 144 del
D.lgs. 163/06 e ss.mm.ii., relativo all’intervento di realizzazione del Nuovo Ospedale della Sibartide. Codice CUP:
J79H07000250001. Impegno della somma di c 1.000.000,00
pag. 4477
DECRETO n. 14318 del 15 ottobre 2013
Liquidazione a favore di Ferrovie della Calabria s.r.l. dell’importo di c 8.679.603,86 a titolo di maggiori risorse per il
periodo 2003/2007 relative ai servizi ferroviari ex art. 8 D.lgs.
n. 422/1997
pag. 4471
Procedura ristretta per l’affidamento del contratto di concessione di costruzione e gestione, ai sensi dell’art. 144 del
D.lgs. 163/06 e ss.mm.ii., relativo all’intervento di realizzazione del Nuovo Ospedale di Vibo Valentia. Codice CUP:
J49H11000090001. Impegno della somma di c 1.000.000,00
pag. 4480
DECRETO n. 13321 del 27 settembre 2013
DECRETO n. 14320 del 15 ottobre 2013
Corrispettivi relativi ai servizi di trasporto pubblico locale
su gomma Liquidazione dei 2/3 del III trimestre – Società
consortile S.C.A.R. s.r.l. Accettazione cessione di credito ai
sensi dell’art. 117 D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163. Revoca parziale Decreto Dirigenziale n. 11051 del 31/7/2013
pag. 4472
DECRETO n. 13425 del 30 settembre 2013
Piano Nazionale di Sicurezza Stradale (Legge n. 144/1999).
Primo Programma di Attuazione. Provincia di Vibo Valentia.
Liquidazione della somma di c 7.322,71 sul capitolo 23010108
(concorso da parte dello Stato agli oneri derivanti da mutui
quindicennali per l’attuazione del piano regionale per la sicurezza stradale, art. 32, della legge 17/5/1999, n. 144)
pag. 4473
Procedura ristretta per l’affidamento del contratto di concessione di costruzione e gestione, ai sensi dell’art. 144 del
D.lgs. 163/06 e ss.mm.ii., relativo all’intervento di realizzazione del Nuovo Ospedale della Piana di Gioia Tauro. Codice
CUP: J69H07000230001. Impegno della somma di c
1.000.000,00
pag. 4483
DECRETO n. 14384 del 16 ottobre 2013
Procedura ristretta per l’affidamento del contratto di concessione di costruzione e gestione, ai sensi dell’art. 144 del
D.lgs. 163/06 e ss.mm.ii., relativo all’intervento di realizzazione del Nuovo Ospedale della Sibaritide. Codice CUP:
J79H07000250001. Pagamento indennità di espropriazione
in favore della Sig.ra Amica Valeria
pag. 4485
4282
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14405 del 16 ottobre 2013
DECRETO n. 14539 del 23 ottobre 2013
Legge Regionale n. 40 del 12 dicembre 2008 – Art. 5,
comma 13. Completamento del Centro polifunzionale di servizi riabilitativi di Cosenza denominato la «Città del sole»,
gestito dall’Associazione «Comunità Regina Pacis - Onlus» e
di proprietà della stessa. Liquidazione competenze progettazione definitiva
pag. 4489
POR Calabria FESR 2007-2013- Linea d’Intervento
1.1.3.2. - Bando Pubblico «PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione» D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 – Trasferimento
fondi (10%) al Soggetto Gestore Fincalabria s.p.a. (Art. 9
Convenzione)
pag. 4503
Dipartimento n. 11
CULTURA, ISTRUZIONE,
UNIVERSITÀ, RICERCA,
INNOVAZIONE TECNOLOGICA,
ALTA FORMAZIONE
DECRETO n. 14512 del 21 ottobre 2013
POR FESR 2007/2013 L.I. 5.2.2.4. Liquidazione anticipazione del 70% del contributo assegnato pari ad euro
149.800,00 all’Amministrazione Provinciale di Cosenza per
la seconda edizione (annualità 2013), relativa all’Avviso pubblico per la selezione e il finanziamento di eventi di arte contemporanea approvato con decreto n. 3683 del 22 marzo 2012
- CUP F29E13000590004
pag. 4492
DECRETO n. 14513 del 21 ottobre 2013
Liquidazione di c 14.032,19 in favore dell’Amministrazione Comunale di Palmi – a titolo di saldo sul contributo
assegnato di c 47.175,00. POR FESR Calabria 2007/2013 –
Linea di intervento 5.2.2.2. Programma Magna Graecia
Teatro 2012 - CUP J69E11003180007
pag. 4494
DECRETO n. 14516 del 21 ottobre 2013
L.R. n. 19/2009 - Art. 4 - Programma annuale FUC 2012
Linea 2 – Promozione di iniziative dirette regionali innovative e/o di valenza trasversa/e – Liquidazione di c 12.000,00
in favore dell’Associazione Culturale A.C.A.R.I (Botricello)
CUP J49E12001730009
pag. 4496
DECRETO n. 14540 del 23 ottobre 2013
PO Calabria FESR 2007/2013 Asse IV «Qualità della vita
ed inclusione sociale» – Avviso Pubblico: Scienze: innovazione e competizione- Sciences: innovation and competition –
Linea di Intervento 4.1.1.3 Liquidazione saldo in favore dell’Istituto Comprensivo «G. Cistaro» di Guardia Piemontese
(CS) Cod. Prog. 2011.4.1.1.3.124 Cod. Cup
G68G11002270008 e dell’Istituto Comprensivo terzo Circolo
«De Amicis» di Vibo Valentia Cod. Prog. 2011.4.1.1.3.134 –
Cod. Cup F43D11000310002
pag. 4506
DECRETO n. 14541 del 23 ottobre 2013
PO Calabria FESR 2007/2013 Asse IV «Qualità della vita
ed inclusione sociale» – Avviso Pubblico: Scienze: innovazione e competizione – Sciences: innovation and competition
– Linea di Intervento 4.1.1.3 Liquidazione saldo in favore
dell’Istituto Comprensivo di Mangone (CS) Cod. Prog.
2011.4.1.1.3.120 Cod. Cup J23D1100031002 e di altre 5 Istituzioni Scolastiche
pag. 4509
DECRETO n. 14542 del 23 ottobre 2013
PO Calabria FESR 2007/2013 Asse IV «Qualità della vita
ed inclusione sociale» – Avviso Pubblico: Scienze: innovazione e competizione- Sciences: innovation and competition –
Linea di Intervento 4.1.1.3 Liquidazione saldo in favore dell’Istituto Comprensivo «Megali – Melito – Roccaforte» (ex
Direzione Didattica Statale) di Melito Porto Salvo (RC) Cod.
Prog. 2011.4.1.1.3.010 – Cod. Cup B89C11000120002 e di
altre 3 Istituzioni Scolastiche
pag. 4512
DECRETO n. 14518 del 21 ottobre 2013
DECRETO n. 14543 del 23 ottobre 2013
PO Calabria FESR 2007/2013 Asse IV «Qualità della vita
ed inclusione sociale» - Avviso Pubblico: Scienze: innovazione e competizione - Sciences: innovation and competition
– Linea di Intervento 4.1.1.4 Liquidazione saldo in favore
dell’Istituto di Istruzione Superiore «L. Einaudi» (ex Istituto
di Istruzione Superiore «G. Ferraris») di Palmi - RC Cod.
CUP J63D11000290005 ed altre 10 Istituzioni Scolastiche
pag. 4497
PO Calabria FESR 2007/2013 Asse IV «Qualità della vita
ed inclusione sociale» – Avviso Pubblico: Scienze: innovazione e competizione- Sciences: innovation and competition –
Linea di Intervento 4.1.1.3 Liquidazione saldo in favore dell’Istituto Comprensivo «M. Squillace» di Montepaone (CZ)
Cod. Prog. 2011.4.1.1.3.049 – Cod. Cup. C13D11000230002 e
di altre 5 Istituzioni Scolastiche
pag. 4514
DECRETO n. 14520 del 21 ottobre 2013
DECRETO n. 14544 del 23 ottobre 2013
PO Calabria FESR 2007/2013 Asse IV «Qualità della vita
ed inclusione sociale» - Avviso Pubblico: Scienze: innovazione e competizione - Sciences: innovation and competition
– Linea di Intervento 4.1.1.4 Liquidazione saldo in favore
dell’Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato di Siderno (RC) Cod. Prog. 2011.4.1.1.4.097 - Cod. CUP
J13D11000480006 e di altre 5 Istituzioni Scolastiche
pag. 4501
PO Calabria FSE 2007-2013 Asse IV Capitale umano –
Obiettivo Operativo L. 4 – Liquidazione Saldo per la realizzazione di progetti per corsi professionalizzanti di alta qualifica nell’ambito artistico, musicale e coreutico. Società
Beethoven A.C.A.M. – Codice Progetto 2012.L4.007 – CUP
J15C12004010006 + 4
pag. 4517
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4283
DECRETO n. 14560 del 23 ottobre 2013
DECRETO n. 14669 del 28 ottobre 2013
Annullamento schede obiettivo individuali approvate con
Decreto Dirigenziale n. 13290 del 26 settembre 2013. Approvazione schede di Assegnazione degli obiettivi per l’anno
2013 ai Dirigenti del Dipartimento Cultura, Istruzione, Università, Innovazione Tecnologica, Alta Formazione, Beni
Culturali
pag. 4519
PO Calabria FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano
Obiettivo Operativo M.2. «Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e
Dottorati universitari». Rimpegno e liquidazione saldo delle
spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella
prima graduatoria – Tabella A (Santa Rosa). Codice Cup
J52I08000140006
pag. 4534
DECRETO n. 14561 del 23 ottobre 2013
DECRETO n. 14773 del 28 ottobre 2013
PO Calabria FSE 2007/2013 – Obiettivo Operativo M2 –
Avviso Pubblico per il finanziamento di voucher per la partecipazione a master e dottorati – Annualità 2012. (D.D.
16031 del 9/11/2012) – Anticipazione 70% delle spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella prima graduatoria. Tabella A (da Alampi Michela a Vumbaca Vincenzo) – Codice Cup J54E12000170009
pag. 4520
DECRETO n. 14619 del 25 ottobre 2013
PO Calabria FESR 2007/2013 Asse IV «Qualità della vita
ed inclusione sociale» – Avviso Pubblico: Scienze: innovazione e competizione- Sciences: innovation and competition –
Linea di Intervento 4.1.1.4 Liquidazione saldo in favore dell’Istituto Tecnico Economico e Liceo Scientifico «Ferraris –
Da Empoli» (ex Istituto Tecnico Commerciale «G. Ferraris»)
di Reggio Calabria Cod. Prog. 2011.4.1.1.4.065 Cod. Cup
F39C11000150008
pag. 4524
POR FESR 2007/2013 – Linea di Intervento 5.2.2.2. Programma Magna GraecIa Teatro 2013 – Saldo pari al 70% del
compenso dovuto escluso rimborso spese al Direttore artistico, ex art. 6 Contratto rep. 1091/2011. – Cup
J69G11000220007
pag. 4536
DECRETO n. 14775 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale .«PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011 Ente Beneficiario: Comune di Bagaladi. Intervento: «Riqualificazione percorso della Ginestra
tra la fiumara Tuccio, il torrente Zervo ed il Palazzo Misiano
(Lab. Artigianale) – Riqualificazione percorso dell’acqua tra
il Vecchio Mulino (Lab. Artigianale) e il Frantoio «Porta del
Parco Nazionale d’Aspromonte (museo dell’olio)» Importo
Complessivo: c 430.000,00 Liquidazione anticipazione 20%
(art. 10 Convenzione rep. n. 1883 del 13/9/2013), pari ad c
86.000,00
pag. 4538
DECRETO n. 14776 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14664 del 28 ottobre 2013
PO Calabria FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano
Obiettivo Operativo M.2. «Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e
Dottorati universitari». Rimpegno e liquidazione saldo delle
spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella
terza graduatoria – Tabella A (Francesco Saverio Caruso).
Codice Cup J52I08000140006
pag. 4526
DECRETO n. 14666 del 28 ottobre 2013
PO Calabria FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano
Obiettivo Operativo M.2. «Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e
Dottorati universitari». Rimpegno e liquidazione saldo delle
spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella
quinta graduatoria – Tabella A (Luca Guido). Codice Cup
J52I08000140006
pag. 4529
DECRETO n. 14668 del 28 ottobre 2013
PO Calabria FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano
Obiettivo Operativo M.2. «Avviso pubblico per il finanziamento di borse di studio per la partecipazione a Master e
Dottorati universitari». Rimpegno e liquidazione saldo delle
spese ammesse al contributo dei beneficiari inseriti nella seconda graduatoria – Tabella A (Maria Francesca Greco). Codice Cup J52I08000140006
pag. 4531
Liquidazione di c 20.749,00 in favore dell’Amministrazione Comunale di Ricadi – a titolo di saldo pari al 30% sui
contributo Assegnato di c 69.180,00. – POR FESR Calabria
2007/2013 – Linea di intervento 5.2.2.2. Programma Magna
Graecia Teatro 2012 – Cup J59E11002280007
pag. 4540
DECRETO 14777 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Maida
(CZ) Intervento: «Riqualificazione percorso della memoria
«NGA FUSHAT NE KATUND» (dalle campagne al paese)»
Importo Complessivo: c 342.471,00. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1888 del 13/9/2013)
paRI ad c 68.000,00
pag. 4542
DECRETO n. 14778 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n. 344
dei 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di San Basile
(CS). Intervento: Parco culturale del Collegio di Sant’Adriano: Recupero e riqualificazione Monastero dei Basiliani da destinare ad attività culturali d’incontro, laboratori
tematici e fornitura di servizi residenziali. Importo Complessivo: c 211.975,00. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10
Convenzione rep. n. 1890 del 13/9/2013 ), pari ad c 42.000,00
pag. 4544
4284
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14779 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R n. 344
del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Condofuri
(KR). Intervento: «Laboratorio della Cultura grecanica»
Importo Complessivo: c 250.000,00. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1613 del 9/8/2013),
pari ad c 50.000,00
pag. 4546
DECRETO n. 14781 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G .R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di San Lorenzo (RC). Intervento: «Adeguamento locali I piano Auditorium di Chorio da adibire a Biblioteca». Importo Complessivo: c 150.000,00 e Liquidazione anticipazione 20% (art. 10
Convenzione rep. n. 2033 del 3/10/2013), pari ad c 30.000,00
pag. 4548
DECRETO n. 14782 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di San Lorenzo (RC). Intervento: «Riqualificazione e recupero immobile della Chiesa Ditteriale interna ed esterna da destinare a
Museo delle Icone Bizantine». Importo Complessivo: c
210.787,83. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 2032 del 3/10/2013), pari ad c 42.000,00
pag. 4550
DECRETO n. 14784 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Firmo
(CS). Intervento: «Rifunzionalizzazione ambienti ex convento del padri Domenicani per l’ampliamento del museo etnografico e servizi connessi». Importo Complessivo: Euro
292.000,00. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1886 del 13/9/2013), pari ad c 58.000,00
pag. 4552
DECRETO n. 14790 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Pallagorio (KR). Intervento: «MIRE SE ERDHIT PUHERI – Recupero e valorizzazione delle «Gjitonie» del centro storico di
Pallagorio» Importo Complessivo: c 168.328,00. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1906
del 17/9/2013), pari ad c 34.000,00
pag. 4557
DECRETO n. 14791 del 28 ottobre 2013
A.P.Q. – BB.CC. – II Atto Integrativo Delibera CIPE 35/
2005, «Operazioni di prima Fase» del POR Calabria FERS
2007/2013 Cod. Siurp 89487 Beneficiario: Direzione Regionale per Beni Culturali Paesaggistici della Calabria Intervento: «Museo Capocolonna – Allestimento della sezione
multimediale dedicata all’archeologia sottomarina» Cod. spa
24; Importo: c 600.000,00. Reimpegno somme ed erogazione
quarto acconto: c 31.488,91
pag. 4559
DECRETO n. 14792 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – AssE V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011 Ente Beneficiario: Comune di San
Cosmo Albanese (CS) Intervento: «Parco Culturale del Collegio: di Sant’Adriano: Riqualificazione aree Percorso Serembiano» Importo Complessivo: c 106.500,00 Liquidazione
anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1892 del 13/
9/2013), pari ad c 21.000,00
pag. 4561
DECRETO n. 14793 del 28 ottobre 2013
L.R. n. 19/2009 - Art. 4 - Programma annuale FUC 2012
Linea 2 – Promozione di iniziative dirette regionali innovative e/o di valenza trasversale – Reimpegno e Liquidazione di
c 7.000,00 in favore del Comune di Montauro a titolo di anticipazione 70% sul contributo assegnato – CUP
C99C12000410002
pag. 4563
DECRETO n. 14786 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Andali
(CZ). Intervento: «Ristrutturazione Casa delle Associazioni»
Importo Complessivo: Euro 161.634,00. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1882 del 13/9/
2013), pari ad c 32.000,00
pag. 4554
DECRETO n. 14789 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di San
Giorgio Albanese (CS). Intervento: «Parco colturale del Collegio di Sant’Adriano: Recupero delle Gjitonie storiche del
paese – Primo Stralcio funzionale» Importo Complessivo: c
250.000,00. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1893 del 13/9/2013), pari ad c 50,000,00
pag. 4555
DECRETO n. 14794 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Castroregio (CS). Intervento: «Recupero edificio ubicato nel Centro
Storico del Comune di Castroregio, da destinare a Museo
della Cultura Arbereshe». Importo Complessivo: c
156.000,00. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1885 del 13/9/2013), pari ad c 31.000,00
pag. 4565
DECRETO n. 14795 del 28 ottobre 2013
Dipendente Vitaliano Castagna - Conferimento incarico di
Posizione Organizzativa – seconda fascia «Aspetti tecnico
progettuali dei beni culturali, del patrimonio storico, artistico ed architettonico»
pag. 4567
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4285
DECRETO n. 14796 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14812 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011 Ente Beneficiario: Comune di Civita
(CS). Intervento: «Adeguamento strutturale e di servizio del
museo etnico arberesh sito in piazza Municipio del Comune
di Civita». Importo Complessivo: c 200.000,00. Liquidazione
anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 2031 del 3/10/
2013), pari ad c 40.000,00
pag. 4568
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’investimento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della
Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R.
n. 344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Palizzi (RC). Intervento: «Completamento e riqualificazione
dell’ex chiesa del Ternità da destinare a Laboratorio del vino
con annessi centri visita e spazi funzionale». Importo Complessivo: c 450.000,00. Liquidazione anticipazione 20% (art.
10 Convenzione rep. n. 2030 del 3/10/2013), pari ad c
90.000,00
pag. 4578
DECRETO n. 14799 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Guardia
Piemontese (CS). Intervento: «Riqualificazione e completamento dell’anfiteatro – Istituzione Festival Musica Etnica».
Importo Complessivo: c 183.502,93 Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1887 del 13/9/2013),
pari ad c 37.000,00
pag. 4570
DECRETO n. 14803 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n. 344
del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Bova. Intervento: Laboratorio linguistico e Museo del Costume della
Magna Graecia. Importo Complessivo: 700.102,92. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1617
del 9 agosto 2013), pari ad c 140.020,58
pag. 4572
DECRETO n. 14805 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di S. Martino di Finita (CS). Intervento: «Restauro e Consolidamento
del Palazzo cavallo finalizzato va laboratorio di arti e mestieri e centro di di aggregazione musicale dell’Arberia». Importo Complessivo: c 300.000,00. Liquidazione anticipazione
20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1894 del 13/9/2013), pari ad
c 60.000,00
pag. 4574
DECRETO n. 14815 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’investimento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della
Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R.
n. 344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Cardeto (RC). Intervento: «Centro di Musica Antica – Palazzo
Margiotta». Importo Complessivo: c 781.930,00. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1618
del 9/8/2013), pari ad c 156.386,00
pag. 4580
DECRETO n. 14818 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2. – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Staiti
(RC). Intervento: Laboratorio Didattico e percorso storico
del Paesaggio agropastorale. Importo Complessivo:
600.000,00. Liquidazione anticipazione 20% (art. 10 Convenzione rep. n. 1609 del 9 agosto 2013), pari ad c 120.000,00
pag. 4582
Dipartimento n. 12
TURISMO,
BENI CULTURALI,
SPORT E SPETTACOLO,
POLITICHE GIOVANILI
DECRETO n. 14463 del 17 ottobre 2013
Concessione finanziamento progetto «nuovo Centro di Aggregazione Giovanile» al Comune di Aiello Calabro – CS.
Linea d’Intervento 4.2.4. 1. – POR Calabria FESR 2007
/2013
pag. 4584
DECRETO n. 14464 del 17 ottobre 2013
Concessione finanziamento progetto «Centro di Aggregazione Giovanile – Strutture Sportive Comunali» al Comune
di Santa Sofia d’Epiro, CS. Linea d’Intervento 4.2.4.1. POR
Calabria FESR 2007/2013
pag. 4586
DECRETO n. 14808 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14473 del 18 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Settore d’intervento 5.2 – Linea di Intervento 5.2.4.2. Attuazione della Progettazione Integrata di Sviluppo Locale «PISL» D.G.R. n.
344 del 22 luglio 2011. Ente Beneficiario: Comune di Santa
Sofia D’Epiro (CS). Intervento: «Recupero urbanistico e funzionale dei rioni (Gijtonie) Chiesa Vecchia e Albania e potenziamento strutture socio-culturali esistenti». Importo Complessivo: c 340.000,00. Liquidazione anticipazione 20% (art.
10 Convenzione rep. n. 1606 del 9/8/2013), pari ad c 68.000,00
pag. 4576
POR Calabria 2007/2013 – ASSE V – Obiettivo Operativo
5.3.3 - Linea di Intervento 5.3.3.1 – Bando di Gara a procedura aperto (d.lgs. n. 163/2006 e ss.mm.ii:) per l’affidamento
del servizio di realizzazione di una campagna di comunicazione integrata finalizzata alla promozione del sistema turistico e al rafforzamento dell’immagine della Regione Calabria per le annualità 2012-2013. Società Pomilio Blumm srl –
contratto n. 1769 del 18/12/2012 – Liquidazione I S.A.L. (gennaio – maggio 2013). CUP: J69E12000050006. C.I.G.:
3910536464
pag. 4589
4286
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14617 del 25 ottobre 2013
DECRETO n. 14653 del 25 ottobre 2013
Proposta n. 12 - 406 del 21/10/2013 – Distinta di liquidazione n. 12074 del 21/10/2013. Liquidazione «Fondazione Calabria Film Commission»
pag. 4591
Nucleo VIA-VAS-IPPG – R.R. n. 3 4/8/2008 s.m.i. – Liquidazione competenze componente Marra Vincenzo nato ad
Acri (CS) il 7/9/1957 e residente in C.so Garibaldi n. 5
Isernia; Periodo «maggio 2013 – giugno 2013»
pag. 4615
DECRETO n. 14855 del 29 ottobre 2013
Conferimento Posizione Organizzativa – Seconda fascia –
Funzionario Sig. Elio Romeo
pag. 4593
Dipartimento n. 14
POLITICHE DELL’AMBIENTE
DECRETO n. 14545 del 23 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007-2013 ASSE III – Linea di Intervento 3.1.1.1 (già 3.1.1.2) – Piano Operativo di Intervento
finalizzato a: «Garantire il livello qualitativo delle acque di
balneazione attraverso azioni mirate nelle aree che presentano maggiori carenze o domanda elevata a carattere stagionale e che riducano gli impatti dovuti a situazioni potenziali
di scarichi diffusi di reflui» approvato con Delibera di Giunta
Regionale n. 335 del 22/7/2011 Erogazione seconda anticipazione (prima e seconda SAL) a favore del Comune di Miglierina per il progetto relativo a: «Realizzazione dell’impianto
di depurazione a servizio del comune di Miglierina». Convenzione Rep. 1534 del 31/8/11. CUP B63J10002030006
SIURP 200338
pag. 4594
DECRETO n. 14546 del 23 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007-2013 ASSE III – Linea di Intervento 3.1.1.1 (già 3.1.1.2) – Piano Operativo di Intervento
finalizzato a: «Garantire il livello qualitativo delle acque di
balneazione attraverso azioni mirate nelle aree che presentano maggiori carenze o domanda elevala a carattere stagionale e che riducano gli impatti dovuti a situazioni potenziali
di scarichi diffusi di reflui «approvato con Delibera di Giunta
Regionale n. 335 del 22/7/2011 Erogazione seconda anticipazione (prima SAL) a favore del Comune di Albidona per il
progetto relativo a: «Lavori di adeguamento dell’impianto di
depurazione esistente, di ampliamento mediante realizzazione di nuovo impianto compatto e di ammodernamento
rete fognante». Convenzione Rep. 1536 del 31/8/11. CUP
F53J11000190002 SIURP 200974
pag. 4597
DECRETO n. 14651 del 25 ottobre 2013
DECRETO n. 14758 del 28 ottobre 2013
OCDPC n. 57/2013 (GU. n. 69 del 22/3/2013). Liquidazione
all’80% delle fatture n. 12632044, 12632045, 12632046,
1263204 7 e 12632048 del 31/12/2012; n. 13630402, 13630403,
e 13630404 del 30/6/2013 alla Daneco Impianti Srl (cedente)
per attività di smaltimento rifiuti nella discarica sita in località «Gallù – Caratello» del Comune di Pianopoli e gestita
dalla Daneco Impianti Srl. Pagamento a favore della Banca
IFIS Spa (cessionaria)
pag. 4616
DECRETO n. 14767 del 28 ottobre 2013
D.lgs 152 art. 12 e Regolamento Regionale n. 3 del 4/8/
2008, art. 22 – Procedura di verifica di assoggettabilità a
VAS. Piano Nazionale di Edilizia Abitativa D.D. Regione Calabria n. 13579 del 22/3/2013, ricadente in ZTO «E1» e «FV»
nel Comune di Lamezia Terme, attraverso la procedura di
variante ai sensi del terzo comma dell’articolo 8 del DPCM
16/7/2009. – Società Vireco Srl – Comune di Lamezia Terme
CZ). – Esclusione dalla procedura di V.A.S – Parere Motivato
pag. 4620
DECRETO n. 14770 del 28 ottobre 2013
Regolamento Regionale n. 3 del 4/8/2008 e s.m.i. – Procedura di Valutazione di Impatto Ambientale. Progetto: Variante in corso d’opera per lo spostamento di n. 1 aerogeneratore contrassegnato con la sigla 36 del parco Eolico «San
Sostene» nel Comune di «San Sostene (CZ). Variante al progetto di cui al Decreto di compatibilità ambientale n. 5957 del
15/4/2005. Proponente Falck Renewables Italia S.r.l., via Alberto Falck, 4-16 (angolo Viale Italia), 20099 – Sesto San Giovanni (MI). Parere Favorevole di Compatibilità Ambientale
con Prescrizioni
pag. 4622
DECRETO n. 14771 del 28 ottobre 2013
Il atto integrativo APQ – «Tutela e Risanamento Ambientale per il territorio della Regione Calabria» Comune di Catanzaro – Codice intervento CALRC DARD12. «Adeguamento e potenziamento dell’esistente impianto di trattamento della frazione di ritinti urbani indifferenziata e
realizzazione dell’annessa discarica di servizio». Approvazione schema Convenzione. Finanziamento c 7.000.000,00
CUP: J66D09000040002
pag. 4600
Regolamento Regionale n. 3 del 4/8/2008 e s.m.i. – Procedura di Valutazione di Impatto Ambientale. Progetto: impianto esistente adibito ad autodemolizioni sito in località
Marinetto del Comune di Cirò Marina (KR). Proponente
Nigro Vito & Figli Snc di proprietà Nigro Francesco e fratelli
sede legale in c.da Marinetto – 88811 Cirò Marina (KR). Parere Favorevole di Compatibilità Ambientale con Prescrizioni
pag. 4623
DECRETO n. 14652 del 25 ottobre 2013
DECRETO n. 14772 del 28 ottobre 2013
Nucleo VIA-VAS-IPPC – R.R. n. 3 4/8/2008 s.m.i. – Liquidazione competenze componente Pelle Luca nato a Locri
(RC) in 9/7/1976 e residente in via Messina n. 1 Gioia Tauro
(RC); Periodo «gennaio 2013 – luglio 2013»
pag. 4614
POR Calabria 2000 – 2006 Asse I – Risorse Naturali. Convenzione n. rep. 1570 del 23/12/2010 Regione Calabria Dipartimento Politiche dell’Ambiente e Comunità Montana ItaloArbereshe del Pollino – Revoca Contributo e Recupero
Somme
pag. 4624
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4287
DECRETO n. 14780 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14811 del 28 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007-2013 ASSE III – Linea di Intervento 3.1.1.1 (già 3.1.1.2) - Piano Operativo di Intervento finalizzato a: «Garantire il livello qualitativo delle acque di
balneazione attraverso azioni mirate nelle aree che presentano maggiori carenze o domanda elevata a carattere stagionale e che riducano gli impatti dovuti a situazioni potenziali
di scarichi diffusi di reflui» approvato con Delibera di Giunta
Regionale n. 335 del 22/7/2011. Erogazione seconda anticipazione (Primo SAL) a favore del Comune di Argusto per il
progetto relativo a: «Ampliamento e ammodernamento della
Rete Fognante». Convenzione Rep. 1555 del 2/9/11. CUP
H82I11000250002. SIURP 200472
pag. 4626
Comune Belvedere Marittimo (CS). Ditta Gaglianone Michele. Applicazione sanzione art. 167 e art. 181 comma I –
quater del D.Lgs. 22/1/2004 n. 42 come modificato dalla
Legge del 15/12/2004 n. 308. Pronuncia Accertamento di
Compatibilità Paesaggistica
pag. 4636
DECRETO n. 14800 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14813 del 28 ottobre 2013
Comune Tropea (VV). Ditta Cricelli Giovanbattista. Applicazione sanzione art. 167 e art. 181 comma I – quater del
D.Lgs. 22/1/2004 n. 42 come modificato dalla Legge del 15/
12/2004, n. 308. Pronuncia Accertamento di Compatibilità
Paesaggistica
pag. 4638
Regolamento Regionale n. 3 del 4/8/2008 e s.m.i. – Procedura di Verifica di Assoggettabilità a V.I.A. Progetto: variante del punto di prelievo del materiale necessario per il
ripascimento della spiaggia di cui al progetto «opere di ripristino dell’equilibrio costiero e di rinascimento della spiaggia
in località Centofontane» - Decreto di compatibilità ambientale n. 9865 del 3/6/2009. Proponente: Comune di Crosia viale
Sant’Andrea 87060 Crosia (CS). Parere Favorevole Variante
di Progetto con Prescrizioni
pag. 4629
DECRETO n. 14816 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14801 del 28 ottobre 2013
DECRETO n. 14844 del 29 ottobre 2013
POR Calabria 2007-2013; Linea di Intervento 3.3.2.2
«Azioni per Sostenere la Raccolta Differenziata dei Rifiuti».
Erogazione seconda quota di finanziamento pari al 50% del
contributo al Comune di Laino Castello (CS). Convenzione
rep. n. 1518 del 15/10/2012. CUP C92I12000010004 – Codice
Intervento 202803 (SIURP)
pag. 4630
POR Calabria FESR 2007-2013 – Linea d’intervento
3.5.2.1 – Intervento «Progetto per il Monitoraggio quali
quantitativo dei corpi idrici superficiali e sotterranei della
regione Calabria ai sensi del d.lgs. 152106 s.m.i». Proroga
termini presentazione offerte
pag. 4641
Rettifica Decreto n. 9408 del 27 giugno 2013 recante «Comune Sangineto. Ditta De Simone Vincenzo. Applicazione
sanzione art. 1. 67 e art. 181 comma I - quater del D.Lgs.
22/1/2004, n. 42 come modificato dalla Legge del 15/12/2004,
n. 308. Pronuncia Accertamento di Compatibilità Paesaggistica»
pag. 4639
AVVOCATURA REGIONALE
DECRETO n. 14802 del 28 ottobre 2013
Direttiva «Habitat» 92/43/CEE; Direttiva «Uccelli» 79/
409/CEE – D.P.R. 357/97 e s.m.i. - D.G.R. n. 749/2009 – Procedura di Valutazione di Incidenza. Progetto: Progetto per i
lavori di manutenzione straordinaria e piccolo ampliamento
del cimitero capoluogo. Proponente: Comune di Papasidero
(CS). Parere Favorevole di Valutazione di Incidenza con Prescrizioni
pag. 4633
DECRETO n. 14806 del 28 ottobre 2013
Regolamento Regionale n. 3 del 4/8/2008 e s.m.i. – Procedura di Verifica di Assoggettabilità a V.I.A. – D.G.R. 749/
2009 – Procedura di Valutazione di Incidenza. Progetto:
Completamento degli Interventi di sistemazione idraulica
lungo il torrente Acquaniti nei Comuni di Pietrapaola e Mandatoriccio (CS). Proponente: Provincia di Cosenza settore
protezione civile e difesa del suolo. Parere di esclusione del
progetto dalla procedura di V.I.A. e parere favorevole di valutazione di incidenza con prescrizioni
pag. 4634
DECRETO n. 13119 del 24 settembre 2013
CT n. 1204/13 Tribunale Civile di Cosenza – Sezione Lavoro – ASP Cosenza c/Perna Andrea nonché Regione Calabria terzo chiamato in causa. Rimborso farmaci. Determinazione di costituirsi nel giudizio e nomina quale difensore dell’Ente nel contenzioso dell’avv. Nicola Greco,
dell’Avvocatura Regionale, con delega e domiciliazione
esterna
pag. 4643
DECRETO n. 13120 del 24 settembre 2013
CT n. 974 – 975/2013 Tribunale Lamezia Terme – Sezione
Lavoro – n. 2 Ricorsi: Perri Pietro Mario c/Regione Calabria
– Barletta Serafino c/Regione Calabria. Ricalcolo indennità
ex L.R. n. 8/2005. Determinazione di costituirsi nel giudizio e
nomina quale difensore dell’Ente nel contenzioso dell’avv.
Nicola Greco, dell’Avvocatura Regionale, con delega e domiciliazione esterna
pag. 4643
DECRETO n. 13121 del 24 settembre 2013
DECRETO n. 14809 del 28 ottobre 2013
Comune San Giovanni in Fiore (CS) Ditta Marra Antonio
Applicazione sanzione art. 167 e art. 181 comma I – quater
del D.Lgs. 22/1/2004 n. 42 come modificato dalla Legge del
15/12/2004 n. 308. Pronuncia Accertamento di Compatibilità
Paesaggistica
pag. 4635
CTT nn. 1587/2013 e 1588/2013 Ricorsi Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro distintamente promossi da
Nicoletti Antonio e Marigliano Anna c/Regione Calabria Determinazione di costituzione in giudizio Conferimento incarico all’Avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura Regionale
pag. 4644
4288
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 13123 del 24 settembre 2013
DECRETO n. 13145 del 24 settembre 2013
CTT nn. 2768/2011 e 2775/2011 Commissione Tributaria
Regionale della Calabria – Parise Maurizio e Pugliese Piero –
Appelli avverso sentenze CTP Catanzaro nn. 273/04/13 e 272/
04/13 Conferimento incarico all’Avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura Regionale
pag. 4644
CT n. 2584/13 Opposizione avverso ord. ing. ex art. 22 L.
n. 689/81 promossa da Aquino Alessio davanti al Giudice di
Pace di Taverna c/Regione Calabria Determinazione di costituzione e nomina di un difensore Conferimento incarico all’Avv. Dianora de Nobili dell’Avvocatura Regionale
pag. 4648
DECRETO n. 13125 del 24 settembre 2013
DECRETO n. 13150 del 24 settembre 2013
CT n. 1225/2013 Società Vivimoto s.n.c. di Falbo Giuseppe
c/Regione Calabria. Tribunale di Castrovillari. Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore.
Conferimento incarico all’avv. Annapaola De Masi e nomina
di un domiciliatario
pag. 4645
CT n. 2987/10 Tribunale Civile di Catanzaro – Sez. Esecuzioni – Atto di pignoramento presso terzi – Marino Francesco C/Regione Calabria ed altri – Determinazione di promuovere opposizione e nomina di un difensore Conferimento
incarico all’Avv. Dianora de Nobili dell’Avvocatura Regionale
pag. 4648
DECRETO n. 13126 del 24 settembre 2013
CT n. 1414/2013 Paradiso Depositi s.r.l. c/Regione Calabria. Tribunale di Lamezia Terme. Determinazione di costituzione m giudizio e nomina di un difensore. Conferimento
incarico all’avv. Annapaola De Masi e nomina di un domiciliatario
pag. 4645
DECRETO n. 13154 del 24 settembre 2013
CT n. 2727/09 Trib. CZ – Bonatti/ Regione Calabria ed
altri. Determinazione di costituzione in giudizio e nomina difensore. Conferimento incarico all’Avvocato Giuseppe
Naimo (LL.PP.)
pag. 4649
DECRETO n. 13155 del 24 settembre 2013
DECRETO n. 13128 del 24 settembre 2013
CT n. 1820/2012 Ricorso al TAR Catanzaro – Angelo Fabiano s.p.a. c/Regione Calabria – Assegnazione incarico di
difensore all’avv. Mariano Calogero, dell’Avvocatura regionale, in sostituzione dell’avv. Sandro Boccucci
pag. 4646
DECRETO n. 13130 del 24 settembre 2013
CT n. 2546/2013 Ricorso al T AR Catanzaro – Duemme
Ecologia s.r.l. c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore. – Assegnazione
incarico di difensore all’avv. Mariano Calogero dell’Avvocatura regionale
pag. 4646
DECRETO n. 13131 del 24 settembre 2013
CT n. 1746/2005 Consiglio di Stato – Regione Calabria
c/D’Agostino Maria – Assegnazione incarico di difensore all’avv. Mariano Calogero, dell’Avvocatura regionale, e sostituzione del domiciliatario in Roma
pag. 4647
CT n. 2208/11 Corte Appello CZ GL – Regione Calabria/
Petramala. Determinazione di costituzione in giudizio e nomina difensore. Conferimento incarico all’Avvocato Giuseppe Naimo (Personale)
pag. 4649
DECRETO n. 13363 del 30 settembre 2013
CT n. 2266/2013 Tribunale civile di Catanzaro – Opposizione a decreto ingiuntivo Regione Calabria c/Futura Società
Cooperativa a.r.l. Determinazione di costituzione in giudizio
e nomina di un difensore. Conferimento incarico all’avv. Annapaola De Masi dell’Avvocatura Regionale
pag. 4650
DECRETO n. 13364 del 30 settembre 2013
CT n. 1311/2013 Galati Orazioc/Regione Calabria c/Galati
Orazio Giudice di Pace di Squillace. Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore. Conferimento
incarico all’avv. Annapaola De Masi e nomina di un domiciliatario
pag. 4650
DECRETO n. 13365 del 30 settembre 2013
DECRETO 13136 del 24 settembre 2013
Cause civili: 1) Brancia Diego – Giudice di Pace di Vibo
Valentia CT 1094/2013; 2) Russo Domenica – Giudice di Pace
di Tropea CT 2424/2013; Conferimento incarico all’avv. Enrico Ventrice
pag. 4647
CT n. 430/2012 Ricorso Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro promosso da Palermo Domenico c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio
Conferimento incarico all’Avv. Annapaola De Masi dell’Avvocatura Regionale
pag. 4651
DECRETO n. 13366 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13140 del 24 settembre 2013
Ricorso al Consiglio di Stato – Antonio Bilotta s.r.l. CT
1922/2012. Conferimento incarico all’avv. Enrico Ventrice
pag. 4648
CT n. 2668/2013 Opposizione a sanzione amministrativa –
Tribunale di Catanzaro promossa da Esposito Liberata ed
altri c/Regione Calabria Determinazione di costituzione in
giudizio Conferimento incarico all’Avv. Annapaola De Masi
dell’Avvocatura Regionale
pag. 4651
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4289
DECRETO n. 13367 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13374 del 30 settembre 2013
CT n. 2129/13 Giudice di Pace Lamezia Terme – Opposizione avverso ordinanza ingiunzione adottata dal prefetto di
Catanzaro – Regione Calabria c/ Prefettura di Catanzaro.
Determinazione di impugnazione. Conferimento incarico all’Avv. Annapaola De Masi dell’Avvocatura Regionale. Nomina di avvocato domiciliatario
pag. 4652
Causa Penna Domenico Tribunale di Vibo Valentia CT
1902/2013; Conferimento incarico all’avv. Enrico Ventrice
pag. 4656
DECRETO n. 13368 del 30 settembre 2013
CT n. 2616/2013 Ricorso Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro promosso da Gaetano Lorenzo c/Regione
Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio. Conferimento incarico all’Avv. Annapaola De Masi dell’Avvocatura Regionale
pag. 4652
DECRETO n. 13375 del 30 settembre 2013
CT n. 680/2013 Tribunale ordinario di Catanzaro – Ricorso ex art. 702 bis c.p.c. promosso da «Azienda Agricola
Biologica Santa Venere di Eredi Federico Scala» C/Regione
Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio. Conferimento incarico all’Avv. Dianora de Nobili dell’Avvocatura
Regionale
pag. 4656
DECRETO n. 13376 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13369 del 30 settembre 2013
CT n. 2618/2013 Ricorso Commissione Tribntaria Provinciale di Catanzaro promosso da AUTO C s.r.l. c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio. Conferimento incarico all’Avv. Annapaola De Masi dell’Avvocatura
Regionale
pag. 4653
Ordinanza n. 40/13 del T.A.R. Calabria Catanzaro – Appello promosso da Colosimo Giulio c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio dinanzi al Consiglio
di Stato e nomina di un difensore. Conferimento incarico all’Avv. Dianora de Nobili dell’Avvocatura Regionale
pag. 4656
DECRETO n. 13377 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13370 del 30 settembre 2013
CT n. 2653/13 Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro – Ricorso – Barca Francesca c/Regione Calabria + 1.
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore. Conferimento incarico all’avv. Domenico Gullo
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4653
CTT nn. 1335/2013; 1421/2013; 1585/2013; 1586/2013;
1591/2013; 1649/2013; 1683/2013; 1685/2013; 1953/2013;
2154/2013; 2165/2013; 2167/2013; 2168/2013 Ricorsi Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro distintamente
promossi da Pavone Mansueto e altri c/Regione Calabria.
Determinazione di costituzione in giudizio. Conferimento incarico all’Art. Antonella Coscarella dell’Avvocatura Regionale
pag. 4657
DECRETO n. 13371 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13378 del 30 settembre 2013
CT n. 2652/13 Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro – Ricorso – Calabria Antonio cl Regione Calabria +
1. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore. Conferimento incarico all’avv. Domenico Gullo
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4654
CTT nn. 2437/2013; 2448/2013; 2612/2013; 2613/2013 Ricorsi Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro distintamente promossi da Ferrari Francesco e altri c/Regione
Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio. Conferimento incarico all’Avv. Nicola Greco dell’Avvocatura Regionale
pag. 4657
DECRETO n. 13372 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13379 del 30 settembre 2013
CT n. 954/13 Tribunale di Reggio Calabria, sez. lavoro –
Ricorso – Arena Vincenza + 14 c/ Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore.
Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4654
CT n. 902/2007 Tribunale di Catanzaro – Regione Calabria c/Cristini Andrea. Determinazione di proposizione di
azione esecutiva e nomina di difensore. Conferimento incarico all’avv. Paolo Falduto
pag. 4658
DECRETO n. 13373 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13380 del 30 settembre 2013
CT n. 2539/13 Tribunale di Reggio Calabria -Procedimento Penale RGNR DDA n. 3369/08 e RGIP DDA n. 3254/09
a carico di Aquino Domenico+altri. Determinazione di costituzione di parte civile e nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Maria Elena Mancuso Severini dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4655
CT n. 2151/13 Ricorso al TAR Calabria – Catanzaro, proposto dal Comune di Gasperina, in persona del l.r.p.t. c/la
Regione Calabria (Dipartimento Politiche dell’Ambiente).
Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un
difensore. Conferimento incarico all’Avv. Massimiliano
Manna dell’Avvocatura regionale
pag. 4658
4290
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 13381 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13388 del 30 settembre 2013
CT. n. 2128/13 Giudice di Pace San. Giovanni in Fiore Risarcimento danni a seguito di incidente causato da cavalli
inselvatichiti promosso da Lopez Mario c/Regione Calabria.
Determinazione di costituzione in giudizio. Conferimento incarico all’Avv. Massimiliano Manna dell’Avvocatura Regionale. Nomina di avvocato domiciliatario
pag. 4659
CT n. 2517 del 2013 Ricorso al TAR Calabria – Catanzaro
Arcudi Fabio +2 c/Regione Calabria Determinazione di costituzione in giudizio e norma di un difensore. Conferimento
incarico all’avv. Franceschina Talarico dell’Avvocatura Regionale
pag. 4662
DECRETO n. 13382 del 30 settembre 2013
CT. n. 2129/13 Giudice di Pace San. Giovanni in Fiore Risarcimento danni a seguito di incidente causato da Cavalli
inselvatichiti promosso da Lopez Salvatore c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio. Conferimento incarico all’Avv. Massimiliano Manna dell’Avvocatura Regionale. Nomina di avvocato domiciliatario
pag. 4659
DECRETO n. 13383 del 30 settembre 2013
CT. n. 2425/13 Giudice di Pace San. Giovanni in Fiore Risarcimento danni a seguito di incidente causato da cinghiali
promosso da Arcuri Franco c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio. Conferimento incarico all’Avv. Massimiliano Manna dell’Avvocatura Regionale. Nomina di avvocato domiciliatario
pag. 4660
DECRETO n. 13384 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13389 del 30 settembre 2013
CT. n. 2233/2013 Tribunale Castrovalliri – Sezione Lavoro
– Metaponte Giuseppe c/Regione Calabria nonché INPDAP.
Ricalcolo indennità premio di fine servizio. Determinazione
di costituirsi nel giudizio e nomina quale difensore dell’Ente
nel contenzioso dell’avv. Nicola Greco, dell’Avvocatura Regionale, con delega e domiciliazione esterna
pag. 4663
DECRETO n. 13390 del 30 settembre 2013
CT n. 2631/13 Tribunale di Catanzaro, Sezione Civile –
Ricorso ex art. 700 c.p.c. proposto dalla Markab Group srl
c/la Regione Calabria (Dipartimento Politiche dell’Ambiente). Determinazione di costituzione in giudizio e nomina
di un difensore. Conferimento incarico all’Avv. Massimiliano
Manna dell’Avvocatura Regionale
pag. 4663
DECRETO n. 13392 del 30 settembre 2013
CTT. nn. 2440/2013 e 2442/2013 Ricorsi Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro distintamente promossi da
Curcio Giuseppe e Ammirato Vitaliano c/Regione Calabria
Determinazione di costituzione in giudizio Conferimento incarico all’Avv. Massimiliano Manna dell’Avvocatura Regionale
pag. 4660
CT n. 1592/00 Tribunale di Catanzaro, Sezione Lavoro –
Ricorso in riassunzione proposto dal sig. Lagani Pietro c/la
Regione Calabria (Dipartimento Personale). Determinazione
di costituzione in giudizio e nomina di un difensore. Conferimento incarico all’Avv. Massimiliano Manna dell’Avvocatura Regionale
pag. 4664
DECRETO n. 13385 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13393 del 30 settembre 2013
CT. n. 1810/2013 Tribunale civile di Catanzaro Mariani
Giuseppe Fabrizio c/Regione Calabria. Determinazione di
costituzione in giudizio e norma di un difensore. Conferimento incarico all’avv. Annapaola De Masi dell’Avvocatura
Regionale
pag. 4661
CT n. 2512/09 Consiglio di Stato, Roma – Ordinanza n.
462/13 Reg. Ord. del T.A.R. Calabria, Catanzaro: Comune di
Amantea c/la Regione Calabria. Determinazione di proporre
appello e nomina di un Difensore (Dipartimento Politiche
dell’Ambiente) Conferimento incarico all’Avv. Paolo Falduto dell’Avvocatura Regionale, con delega e domiciliazione
esterna
pag. 4664
DECRETO n. 13386 del 30 settembre 2013
CT. n. 2751/12 CT. n. 2752/12 Corte d’Appello di Catanzaro - Regione Calabria c/Centro Medico A. Fleming; Corte
d’Appello di Catanzaro - Regione Calabria c/Pegaso s.r.l. Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore. Conferimento incarico all’avv. Annapaola De Masi dell’Avvocatura Regionale
pag. 4661
DECRETO n. 13395 del 30 settembre 2013
CT n. 1047/2013 Tribunale di Catanzaro – Legambiente –
Comitato regionale Calabria e/Regione Calabria Determinazione di costituzione in giudizio. Assegnazione incarico di difensore all’avv. Mariano Calogero dell’Avvocatura regionale
pag. 4665
DECRETO n. 13387 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13397 del 30 settembre 2013
CTT. nn. 2513/2013; 2514/2013; 2515/2013 Ricorsi in opposizione ordinanza ingiunzione Tribunale Ordinario di Catanzaro distintamente promossi da Rotondo Antonio, Perri
Guglielmo e Grasso Giuseppe c/Regione Calabria Determinazione di costituzione in giudizio Conferimento incarico all’Avv. Nicola Greco dell’Avvocatura Regionale
pag. 4662
CT nn. 2781, 3461/11 Consiglio di Stato - Altomari ed altri;
S. Rita/Regione Calabria ed altri. Determinazione di costituzione in giudizio e indicazione del difensore. Conferma incarico all’Avvocato Giuseppe Naimo dell’Avvocatura regionale, con delega e domiciliazione esterna (Tutela Salute)
pag. 4665
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4291
DECRETO n. 13399 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13407 del 30 settembre 2013
CT n. 2643/13 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Ricorso – Pedullà Francesco c/ Regione
Calabria + 1. Determinazione di costituzione in giudizio
nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Domenico Gullo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio
Calabria
pag. 4666
CT n. 2655/13 Giudice di Pace di Strongoli – Atto di citazione – Minniti Rosa c/Regione Calabria + 1. Determinazione
di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4669
DECRETO n. 13408 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13400 del 30 settembre 2013
CT n. 2644/13 Commissione Tributaria Provinciale di Crotone – Ricorso – Battaglia Giuseppe c/Regione Calabria + 2.
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore. Conferimento incarico all’avv. Domenico Gullo
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4666
CT n. 46/13 Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria-Catanzaro – Ricorso giurisdizionale - Comune di Gizzeria c/Regione Calabria Surroga dell’avv. Sandro Boccucci
con l’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria
pag. 4670
DECRETO n. 13726 del 7 ottobre 2013
DECRETO n. 13401 del 30 settembre 2013
CT n. 2647/13 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Ricorso – Nirta Maria c/Regione Calabria
+ 2. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Domenico
Gullo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4667
CT n. 2587/13 Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza – ricorso – Cospito Michele c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4670
DECRETO n. 13727 del 7 ottobre 2013
DECRETO n. 13402 del 30 settembre 2013
CT n. 2648/13 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Ricorso – Laganà Angela c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Domenico
Gullo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4667
CT n. 521/13 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – ricorso – Rito Agostino c/Regione Calabria Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio
Festa dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4671
DECRETO n. 13728 del 7 ottobre 2013
DECRETO n. 13403 del 30 settembre 2013
CT n. 2654/13 Giudice di Pace di Filadelfia – Ricorso –
Zoccali Antonio c/Regione Calabria + 1. Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale Sezione di Reggio Calabria
pag. 4668
CT n. 2457/13 Tribunale di Vibo Valentia – Ricorso – Di
Renzo Anna Maria c/Regione Calabria. Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4671
DECRETO n. 13405 del 30 settembre 2013
DECRETO n. 13729 del 7 ottobre 2013
CT n. 2651/13 Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro – Ricorso – Fragale Maria c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Domenico Gullo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4668
CT n. 2556/08 Corte di Appello di Catanzaro – Ricorso –
Aracri Anna Maria c/Regione Calabria + 6. Determinazione
di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4672
DECRETO n. 13406 del 30 settembre 2013
CT n. 2649/13 Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro – Ricorso – Trifoli Francesco c/Regione Calabria + 1.
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore. Conferimento incarico all’avv. Domenico Gullo
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4669
DECRETO n. 13730 del 7 ottobre 2013
CT n. 2588/13 Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza – ricorso – Oliva Letizia c/Regione Calabria Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore.
Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4672
4292
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 13731 del 7 ottobre 2013
DECRETO n. 13758 dell’8 ottobre 2013
CT n. 2606/13 Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza – ricorso – Scaglione Maria Pia c/Regione Calabria +
1. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4673
CT n. 114/2007 Opposizione all’esecuzione presso terzi –
Tribunale di Cosenza Gabriele Salvatore Orazio c/Regione
Calabria. Determinazione di proposizione opposizione all’esecuzione. Conferimento incarico all’Avv. Franceschina
Talarico dell’Avvocatura Regionale
pag. 4676
DECRETO n. 13759 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13748 dell’8 ottobre 2013
CT n. 1429/2013 Atto di opposizione a Ordinanza Ingiunzione ex art. 3 R.D. 639/1910 - Tribunale di Catanzaro Consorzio Parco Scientifico Tecnologico (PST) della Provincia di
Crotone c/Regione Calabria Determinazione di costituzione
in giudizio e nomina di un difensore. Conferimento incarico
all’Avv. Franceschina Talarico dell’Avvocatura Regionale
pag. 4673
Cont. n. 2786/2013 Corte di appello di Catanzaro. Fondazione Betania Onlus c/Regione Calabria. Appello avverso Ordinanza ex art. 702-bis del Tribunale di Catanzaro. Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore.
Conferimento incarico all’Avv. Franceschina Talarico dell’Avvocatura Regionale
pag. 4677
DECRETO n. 13760 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13749 dell’8 ottobre 2013
CT. n. 2617/2013 Ricorso Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro promosso da De Vece Matteo c/Regione
Calabria Determinazione di costituzione in giudizio Conferimento incarico all’Avv. Annapaola De Masi dell’Avvocatura
Regionale
pag. 4674
CT n. 2420/08 Corte di appello di Catanzaro – Sezione lavoro Genoese Antonino c/Regione Calabria. Appello avverso
sentenza n. 2056/10 del G.d.L. di Catanzaro. Determinazione
di costituzione in giudizio e nomina di un difensore. Conferimento incarico all’Avv. Franceschina Talarico dell’Avvocatura Regionale
pag. 4677
DECRETO n. 13761 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13750 dell’8 ottobre 2013
CT n. 2512/13 Tribunale di Catanzaro – AIE srl c/Regione
Calabria + altri Determinazione di costituzione in giudizio e
nomina di difensore. Conferimento incarico all’avv. Paolo
Falduto
pag. 4674
CT n. 268 del 2011 Marascio Francesco c/Regione Calabria – Sentenza n. 231/02/2013 della Commissione Tributaria
Provinciale di Cosenza. Determinazione di proposizione appello dinanzi alla Commissione Tributaria Regionale e nomina di un difensore. Conferimento incarico all’Avv. Franceschina Talarico dell’Avvocatura Regionale
pag. 4678
DECRETO n. 13751 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13762 dell’8 ottobre 2013
CTT. 1915 et 1916 del 2013 Ricorsi in opposizione ad Ordinanze Ingiunzione promossi da Noto Desiderio c/Regione
Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio. Conferimento incarico all’Avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura
Regionale
pag. 4675
CT n. 24742013 Ricorso ex art.702-bis c.p.c. – Tribunale di
Catanzaro Medical Sport Center SRL srl c/Regione Calabria
Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un
difensore. Conferimento incarico all’Avv. Franceschina Talarico dell’Avvocatura Regionale
pag. 4678
DECRETO n. 13753 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13763 dell’8 ottobre 2013
Ct. n. 1058/2007 Corte d’appello di Catanzaro – Sez. Lavoro – Ministero della Salute c/Regione Calabria + Ziparo
Elisabetta – Determinazione di costituzione e nomina di difensore. Conferimento incarico all’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale. (Dipartimento Tutela della Salute e
Politiche Sanitarie)
pag. 4675
CT n. 13142013 Ricorso ex art. 702-bis c.p.c. – Tribunale
di Catanzaro Centro Medico «A. Fleming» srl c/Regione Calabria Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di
un difensore. Conferimento incarico all’Avv. Franceschina
Talarico dell’Avvocatura Regionale
pag. 4679
DECRETO n. 13755 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13764 dell’8 ottobre 2013
CT. n. 1263/2013 Tribunale Civile di Crotone: Devona
Rocco c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione e
nomina di difensore. Conferimento incarico all’avv. Roberta
Ventrici dell’Avvocatura Regionale. Nomina di avvocato domiciliatario
pag. 4676
CT n. 1046/2013 Ricorso ex art.702-bis c.p.c. – Tribunale
di Catanzaro. Casa protetta Madonna del Rosario c/Regione
Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore. Conferimento incarico all’Avv. Franceschina Talarico dell’Avvocatura Regionale
pag. 4679
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4293
DECRETO n. 13766 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13782 dell’8 ottobre 2013
C.T. n. 2186/13 Tribunale Civile di Lamezia Terme Sezione
Lavoro – Giampà Pietro c/Regione Calabria – Riconoscimento indennità ex art. 18 l. 109/94. Determinazione di costituirsi nel giudizio e nomina quale difensore dell’Ente nel contenzioso dell’avv. Nicola Greco, dell’Avvocatura Regionale,
con delega e domiciliazione esterna
pag. 4680
CT n. 4085/09 Corte Appello CZ – Vincelli/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio e nomina difensore. Conferimento incarico all’Avvocato Giuseppe
Naimo (Personale)
pag. 4683
DECRETO n. 13784 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13767 dell’8 ottobre 2013
C.T. n. 224/2013 Tribunale Cosenza – Sezione Lavoro Flavio Ottorino Mario c/Regione Calabria – Ricalcolo indennità di esodo ex l.r. n. 8/2005. Determinazione di costituirsi
nel giudizio e nomina quale difensore dell’Ente nel contenzioso dell’avv. Nicola Greco, dell’Avvocatura Regionale, con
delega e domiciliazione esterna
pag. 4680
DECRETO n. 13768 dell’8 ottobre 2013
C.T. n. 1790/13 Tribunale Civile di Paola – Sezione Lavoro
– Pulice Innocenza c/Regione Calabria – Mobilità in deroga.
Determinazione di costituirsi nel giudizio e nomina quale difensore dell’Ente nel contenzioso dell’avv. Nicola Greco, dell’Avvocatura Regionale, con delega e domiciliazione esterna
pag. 4683
DECRETO n. 13785 dell’8 ottobre 2013
C.T. n. 1973/13 Tribunale Civile di Paola – Sezione Lavoro
– Viola Giuseppe c/Regione Calabria nonché INPS. Mobilità
in deroga. Determinazione di costituirsi nel giudizio e nomina quale difensore dell’Ente nel contenzioso dell’avv. Nicola Greco, dell’Avvocatura Regionale, con delega e domiciliazione esterna
pag. 4681
CT. n. 456/2010 Corte di Appello di Catanzaro – Sezione
Lavoro – Chiarello Vincenzo c/Regione Calabria – Appello
Avverso la sentenza n. 544/12 del Tribunale di Catanzaro in
funzione di Giudice del Lavoro. Determinazione di costituirsi
in giudizio e conferimento incarico all’Avv. Nicola Greco,
dell’Avvocatura regionale
pag. 4684
DECRETO n. 13769 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13787 dell’8 ottobre 2013
CT. n. 50/2013 Tribunale di Cosenza Sez. Lavoro – Ricorso: Carà Luigi c/Regione Calabria nonché Azienda Ospedaliera di Cosenza - Riconoscimento diritto assunzione a
tempo indeterminato. Determinazione di costituirsi in giudizio e conferimento incarico all’Avv. Nicola Greco, dell’Avvocatura regionale, con delega e domiciliazione esterna
pag. 4681
CT n. 1400/2013 GdP Cirò (KR) - Ricorsi: Avolicino De
Luca – Pirillo c/Regione Calabria – Opposizione Ordinanza
Ingiunzione n. 2697 del 2013 – Dipartimento Agricoltura.
Determinazione di costituirsi nel giudizio e nomina quale difensore dell’Ente nel contenzioso dell’avv. Nicola Greco, dell’Avvocatura Regionale, con delega e domiciliazione esterna
pag. 4684
DECRETO n. 13771 dell’8 ottobre 2013
CT n. 1907/13 Tribunale di Catanzaro, Sezione Civile –
Atto di citazione proposto dal Comune di Tiriolo c/la Regione
Calabria (Dipartimento Politiche dell’Ambiente). Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore.
Conferimento incarico all’Avv. Massimiliano Manna dell’Avvocatura Regionale
pag. 4682
DECRETO n. 13790 dell’8 ottobre 2013
CT n. 2622/13 Tribunale Amministrativo Regionale della
Calabria sezione di Reggio Calabria – Motivi aggiunti su ricorso n. R.G.277/2013 – Società Cooperativa Sociale «Rinascita» Onlus c/Regione Calabria + 3. Determinazione di costituzione in giudizio« nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4685
DECRETO n. 13772 dell’8 ottobre 2013
CT n. 505/12 Tribunale di Catanzaro, Sezione Civile – Trevisan Alberto, in proprio ed in qualità di erede di Trevisan
Giulio, e Sandrello Clara, in proprio ed in qualità di erede di
Trevisan Giulio c/Regione Calabria + 1. Determinazione di
costituzione in giudizio in sostituzione del precedente. Avvocato e nomina di un nuovo difensore (Dipartimento Personale). Conferimento incarico all’Avv. Massimiliano Manna
dell’Avvocatura Regionale
pag. 4682
DECRETO n. 13791 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13774 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13792 dell’8 ottobre 2013
CT. n. 2630/2013 Giudice di Pace di Squillace: Talarico
Giuseppe e Mungo Maddalena c/Amministrazione Provinciale di Catanzaro nonché Regione Calabria (terzo chiamato)
– Risarcimento danni da esondazione torrente Alessi Determinazione di costituirsi in giudizio e conferimento incarico
all’Avv. Nicola Greco, dell’Avvocatura regionale, con delega
e domiciliazione esterna
pag. 4683
CT n. 2434/13 Tribunale di Reggio Calabria – Ricorso –
CSA Coordinamento Sindacale Autonomo Regioni e Autonomie Locali – FIADEL Federazione Italiana Autonoma Dipendenti Enti Locali c/Regione Calabria. Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico dall’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4686
CT n. 2326/13 Giudice di Pace di Cirò – Ricorso – Giordano Vincenzo c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento
incarico all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria
pag. 4685
4294
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 13793 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13800 dell’8 ottobre 2013
CT n. 689/13 Commissione Tributaria Provinciale di Vibo
Valentia – ricorso – Lorenzo Pasquale c/Regione Calabria+
1. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4686
CT n. 311/13 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – ricorso – Caridi Antonio c/Regione Calabria+ 1. Determinazione di costituzione in giudizio nonché
nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio
Calabria
pag. 4690
DECRETO n. 13794 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 13801 dell’8 ottobre 2013
CT n. 2607/13 Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza – ricorso – Fiore Natale c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore.
Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4687
CT n. 2591/13 Commissione Tributaria Provinciale di Crotone – ricorso – Bilotta Caterina c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4690
DECRETO n. 13795 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 14229 del 14 ottobre 2013
CT n. 3474/12 Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza – ricorso – Frassinelli Roberta c/Regione
Calabria+altri. Determinazione di costituzione in giudizio
nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv.
Gianclaudio Festa dell’Avvocatura regionale – Sezione di
Reggio Calabria
pag. 4687
CT n. 2669/13 Giudice di Pace di Crotone – Atto di citazione – Belfiore Francesco c/ Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore.
Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4690
DECRETO n. 13796 dell’8 ottobre 2013
DECRETO n. 14231 del 14 ottobre 2013
CT n. 2590/13 Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza – ricorso – Pirillo Giandomenico c/Regione Calabria.
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4688
CT n. 691/13 Tribunale di Reggio Calabria – Ricorso –
Sciarrone Giovanni c/ Regione Calabria. Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv, Domenico Gullo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4691
DECRETO n. 13797 dell’8 ottobre 2013
CT n. 2605/13 Commissione Tributaria Provinciale di Crotone – ricorso – Bagnato Salvatore c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4688
DECRETO n. 14234 del 14 ottobre 2013
CT n. 2332/13 Giudice di Pace di Reggio Calabria – Ricorso – Festa Paola Angelica c/ Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore.
Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4691
DECRETO n. 14237 del 14 ottobre 2013
DECRETO n. 13798 dell’8 ottobre 2013
CT n. 99/13 Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza – ricorso – Brunicelli Antonio c/Regione Calabria+ 1.
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4689
DECRETO n. 13799 dell’8 ottobre 2013
CT n. 2589/13 Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza – ricorso – Pellegrino Giuseppe c/Regione Calabria.
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4689
CT n. 166/2013 Tribunale di Reggio Calabria – sez. Lavoro
– Ricorso – Umbro Domenico Vittorio c/Regione Calabria.
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore. Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferrara
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4692
DECRETO n. 14238 del 14 ottobre 2013
CT n. 351/13 Tribunale di Cosenza – Ricorso in riassunzione – Corigliano Giuseppe c/Regione Calabria + altri. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4692
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4295
DECRETO n. 14241 del 14 ottobre 2013
DECRETO n. 14250 del 14 ottobre 2013
CT n. 723/10 Corte d’Appello di Catanzaro – Atto di citazione – Società Bieco s.r.l. c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore.
Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4693
CT n. 1623/08 DDG n. 10539 del 30 luglio 2008 – Tribunale
di Lamezia Terme – Ricorso per Decreto Ingiuntivo – Folino
Riccardo c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio e nomina difensore. Nomina nuovo procuratore domiciliatario
pag. 4696
DECRETO n. 14252 del 14 ottobre 2013
DECRETO n. 14243 del 14 ottobre 2013
CT n. 315/13 Tribunale di Cosenza – Ricorso – Midulla
Antonio c/Regione Calabria + 1. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria
pag. 4693
CT n. 2559/13 Tribunale Amministrativo Regionale per la
Calabria sezione di Reggio Calabria – Ricorso – D’Ascola
Domenico Giuseppe c/Regione Calabria + altri Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore.
Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4696
DECRETO n. 14245 del 14 ottobre 2013
DECRETO n. 14254 del 14 ottobre 2013
CT n. 58/13 Giudice di Pace di Caulonia – Atto di citazione
– Sabatino Salvatore c/Regione Calabria. Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio Festa dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4694
CT n. 2881/2013 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Ricorso – Florio Giovanbattista c/Regione
Calabria + 1. Determinazione di costituzione in giudizio
nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale Sezione di Reggio
Calabria
pag. 4697
DECRETO n. 14246 del 14 ottobre 2013
CT n. 2115/2013 Giudice di Pace di Catanzaro – ENEL
Servizio Elettrico SpA c/Regione Calabria – Determinazione
di costituzione e nomina di difensore. Conferimento incarico
all’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale. (Dipartimento Agricoltura)
pag. 4694
DECRETO n. 14255 del 14 ottobre 2013
Ctt. nn. 1809-2267/2013 Corte d’appello civile di Catanzaro – Voci Giuseppe – Corapi Maria Luisa c/Regione Calabria - Determinazione di costituzione e nomina di difensore.
Conferimento incarico all’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura Regionale. (Dipartimento LL.PP.)
pag. 4698
DECRETO n. 14247 del 14 ottobre 2013
DECRETO n. 14256 del 14 ottobre 2013
CT n. 2788/2013 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Ricorso – Riggio Giovanni Battista c/Regione Calabria + 1. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione
di Reggio Calabria
pag. 4695
CT n. 1476/12 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Sentenza n. 52/10/13 – Seminara Caterina
c/Regione Calabria Determinazione di proposizione di appello nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di
Reggio Calabria
pag. 4698
DECRETO n. 14248 del 14 ottobre 2013
DECRETO n. 14258 del 14 ottobre 2013
CT n. 2789/2013 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Ricorso – Saraco Cosimo c/Regione Calabria + 1. Determinazione di costituzione in giudizio nonché
nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Antonio
Ferrara dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4695
DECRETO n. 14249 del 14 ottobre 2013
CT n. 2755/13 Tribunale Amministrativo Regionale della
Calabria sede di Catanzaro Ricorso – Società Sovreco spa
c/Regione Calabria + altri Determinazione di costituzione in
giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Benito Spanti dell’Avvocatura regionale – Sezione di
Reggio Calabria
pag. 4696
CT n. 2323/13 Tribunale di Paola – Ricorso in opposizione
ordinanza ingiunzione – Leone Francesco c/Regione Calabria Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Gianclaudio
Festa dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4698
DECRETO n. 14260 del 14 ottobre 2013
CT n. 2542/13 Tribunale di Reggio Calabria sez. Lavoro –
Ricorso – Manfredi Gianfranco c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Domenico Gullo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4699
4296
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14262 del 14 ottobre 2013
CT n. 2785/2013 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Ricorso – Bagnato Antonio c/Regione Calabria + 1. Determinazione di costituzione in giudizio nonché
nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Antonio
Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4699
DCERETO n. 14270 del 14 ottobre 2013
CT n. 2495/12 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Sentenza n. 150/06/13 – Pinto Giovanna
c/Regione Calabria Determinazione di proposizione di appello nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di
Reggio Calabria
pag. 4703
DECRETO n. 14263 del 14 ottobre 2013
CT n. 2786/2013 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Ricorso – Lopresti Romina c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4700
DECRETO n. 14264 del 14 ottobre 2013
CT n. 2766/2013 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Ricorso – Sculli Giovanni Pietro c/Regione
Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché
nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Antonio
Ferrara dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4700
DECRETO n. 14265 del 14 ottobre 2013
CT n. 2768/2013 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Ricorso – Spinelli Fabiano c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4701
DECRETO n. 14266 del 14 ottobre 2013
CT n. 1949/2013 Commissione Tributaria Provinciale di
Catanzaro – Ricorso – Levato Franco c/Regione Calabria+ 1.
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore. Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4701
DECRETO n. 14267 del 14 ottobre 2013
CT n. 2646/13 Tribunale Amministrativo Regionale della
Calabria di Catanzaro – Ricorso – Comune di Fagnano Castello c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in
giudizio nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di
Reggio Calabria
pag. 4702
DECRETO n. 14268 del 14 ottobre 2013
CT n. 2645/13 Tribunale Amministrativo Regionale della
Calabria di Catanzaro – Ricorso – Comune di Crotone c/Regione Calabria. Determinazione di costituzione in giudizio
nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv.
Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio
Calabria
pag. 4702
DECRETO n. 14271 del 14 ottobre 2013
CT n. 2897/10 Commissione Tributaria Provinciale di Vibo
Valentia – Sentenza n. 381/01/13 – Vardè Giacomo c/Regione
Calabria. Determinazione di proposizione di appello nonché
nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Michele
Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 4703
DECRETO n. 14272 del 14 ottobre 2013
CT n. 369/13 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Sentenza n. 126/01/2013 – Plutino Alessandro c/Regione Calabria Determinazione di proposizione
di appello nonché nomina difensore. Conferimento incarico
all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione
di Reggio Calabria
pag. 4704
DECRETO n. 14273 del 14 ottobre 2013
CT n. 733/12 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Sentenza n. 415/01/2012 - Cutrì Vincenzo
c/ Regione. Calabria Determinazione di proposizione di appello nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di
Reggio Calabria
pag. 4704
DECRETO n. 14274 del 14 ottobre 2013
CT n. 1203/09 Commissione Tributaria Provinciale di
Reggio Calabria – Sentenza n. 425/07/12 - Giuditta Geltrude
cl Regione Calabria. Determinazione di proposizione di appello nonché nomina difensore. Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di
Reggio Calabria
pag. 4705
DECRETO n. 14275 del 14 ottobre 2013
CTT. nn. 1586/2013 Opposizione ad atto di accertamento
dinanzi a Commissione Tributaria di Cosenza promossa da
De Luca Pasquale Natale c/Regione Calabria Determinazione di costituzione in giudizio. Conferimento incarico all’Avv. Antonella Coscarella dell’Avvocatura Regionale
pag. 4705
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
PARTE PRIMA
SEZIONE II
DECRETI DEI DIRIGENTI
DELLA REGIONE CALABRIA
4297
— con DDS n. 884 del 16 febbraio 2011 è stata impegnata la
somma complessiva di c 157.150,00, giusta impegno n. 109 e
relativo quadro finanziario (budget) del progetto;
CONSIDERATO CHE il Capofila del Progetto Knowing Med
ha convocato la Regione Calabria, nelle sue qualità di Partner di
progetto, per la partecipazione alle seguenti riunioni, tenutesi a
Valencia (Spagna) dal 21 al 25 maggio 2013:
— conferenza finale;
Dipartimento n. 2
PRESIDENZA
— comitato di coordinamento;
— evento di apertura Internazionale;
DECRETO n. 10090 dell’11 luglio 2013
Programma, Operativo Transnazionale Mediterraneo
MED 2007/2013 – Progetto Knowing Med «Knowledge Intelligence and Innovation for a Sustainable Growth» – Impegno
e autorizzazione liquidazione indennità di missione Valencia
(Spagna) 21/25 maggio 2013 Dott. Nicola Mayerà – CUP
B15E10000210005.
ACCERTATO CHE:
— le riunioni suddette si sono regolarmente svolte e la Regione Calabria ha assicurato la partecipazione del dr. Nicola
Mayerà, responsabile finanziario del progetto, in servizio presso
il Dipartimento Presidenza – Settore 5 UOA «Relazioni Internazionali», giusta autorizzazione n. 22 del 20/5/2013, come si
evince dalle copie dei verbali, dei fogli firma e dai documenti di
spesa conservati agli atti d’ufficio;
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
PREMESSO CHE:
— con Decisione della Commissione della Comunità Europea C (2007) 6578 del 20/12/2007 è stato approvato il Programma Transnazionale Mediterraneo MED 2007/2013;
— nel corso della seconda cali (bando) del Programma Transnazionale Mediterraneo MED la Regione Calabria ha partecipato, in qualità di partner, al Progetto denominato «Knowledge
Intelligence and Innovation for a Sustainable Growth» dell’Asse
prioritario 1 «Strengthening innovation capacities» Obiettivo L2
«Strengthening strategie cooperation between economie development actors and public authorities» presentato dal capofila
CNR Consiglio Nazionale di Ricerca – IRPPS via Palestro 32
Roma;
PRESO ATTO CHE:
— il Comitato di Selezione del Programma MED, con decisione del 21 e 22 ottobre 2009 in Marsiglia, ha valutato positivamente ed ammesso a finanziamento il sopraindicato Progetto,
per l’importo complessivo FESR pari a c 1.362.892,50, di cui c
454.297,50 di cofinanziamento pubblico totale, giusta comunicazione del Comitato di Selezione prot. n. STC MED/TR/LG/
CC/PF-10/29 del 31maggio2010;
— la Regione Calabria ha in seguito stipulato con il CNR,
Consiglio Nazionale di Ricerca, capofila diprogetto, una convenzione interpartenariale per la realizzazione delle attività;
TENUTO CONTO CHE:
— per l’attuazione del progetto succitato, la Regione Calabria ha siglato il 25 gennaio 2010 con il CNR, Capofila, un accordo (agreement between Lead Partner and partners) con un
budget approvato di c 157.150,00 di cui c 117.862,50 di contributo FESR e i rimanenti c 39.287,50 a copertura finanziaria della
quota nazionale pubblica a totale carico del Fondo di rotazione
(ex legge n. 183/1987);
— con DGR n. 758 del 02 dicembre 2010, variazione al Bilancio per l’esercizio finanziario 2010, sono stati istituiti i capitoli di bilancio, di entrata e di spesa, per il progetto di che trattasi;
— il dr. Nicola Mayerà ha anticipato le spese relative a vitto e
transfer secondo la seguente tabella:
Staff
Spese Sostenute c
Nicola Mayerà
215,63
Totale
215,63
CONSIDERATO CHE con DDG n. 1190 del 31/01/2013 è
stata riallocata la somma di euro c 94.220,62 sul capitolo n.
26040202 giusto impegno n. 109/2011;
VISTI:
— la scheda contabile associata alla proposta n. 521del 19/6/
2013 che impegna la somma di c 215,63 sul nuovo impegno n.
3612/2013 – sub impegno 4069/2013 del capitolo 26040202;
— la DGR n. 580 del 28/12/2012, di approvazione del documento tecnico, articolato per unità previsionali di base e per capitoli, inerente al bilancio di previsione per l’anno 2013 (art. 10,
comma 1, legge regionale 4 febbraio 2002, n. 8);
— la DGR n. 579 del 2S/12/2012 di approvazione del bilancio dipartimentale per l’esercizio finanziario 2013 articolato
per unità;
— la L.R. n 71 del 27/12/2012 recante «approvazione del Bilancio di Previsione della Regione Calabria per l’anno 2013»;
VISTI:
— la Decisione del Consiglio europeo, sulle linee-guida della
strategia di Coesione Comunitaria 2007-2013, COM (2006) 386
del 6 ottobre 2006;
— il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio europeo
dell’11 luglio 2000 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e sul Fondo di Coesione, che
abroga, tra l’altro, il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
4298
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— il regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo
e del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di
Sviluppo Regionale e recante abrogazione del Regolamento
(CE) n. 1783/1999;
— il regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione europea dell’8 dicembre 2006, che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante
disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale,
sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale;
— la Comunicazione della Commissione delle Comunità Europee COM (2005) 299 del 5 luglio 2005 che ha stabilito gli
orientamenti strategici comunitari della politica di coesione a sostegno della crescita e occupazione per il periodo 2007/2013;
— la Decisione della Commissione del la Comunità Europea
C (2007) 6578 del 20/12/2007 di approvazione del Programma
Transnazionale Mediterraneo MED2007/2013;
— il DPGR n. 98 del 3/5/2010 con il quale l’avv. Francesco
Zoccali è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento
Presidenza;
— la D.GR .n. 680 del 19 ottobre 2010 con la quale si conferma la Struttura della UOA «Relazioni Internazionali, Politiche
Euro-mediterranee»;
— la DGR n. 137 del 2011 che riassegna l’avv. Saveria Cristiano al Dipartimento Presidenza in qualità di Dirigente di Settore;
— il DDG della Presidenza n. 3385 del 2011, con il quale è
stato assegnato il Settore 5 del Dipartimento 2 all’avv. Saveria
Cristiano;
— l’istruttoria effettuata dagli uffici preposti;
DECRETA
Per le motivazioni in narrativa, che qui si intendono integralmente riportate ed approvate:
— il D.Lgs, 165/2001 s.m.i.;
— la L.R. 13 maggio 1996 n. 7 e s.m.i.;
— la L.R. n. 8 del 2002 e s.m.i.;
— la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
— di dare atto che con DDG n. 1190 del 31/1/2013 del Dipartimento Bilancio è stata riallocata la somma di euro c 94.220,62
sul capitolo n. 26040202 del Bilancio Regionale esercizio finanziario 2013 andata in perenzione amministrativa (impegno n.
109/2011);
— la L.R. n 49 del 2011 recante approvazione del Bilancio
della Regione Calabria, per l’anno 2012;
— di impegnare la somma complessiva di c 215,63 sul capitolo n. 26040202 del Bilancio regionale, giusto impegno n. 3612/
2013 sub impegno n. 4069/2013 che presenta la necessaria e obbligatoria copertura finanziaria;
— la Delibera CIPE n. 36 del 15/6/2007 che ha stabilito per i
programmi di cooperazione transnazionale, di cui alla predetta
Comunicazione della Commissione, gestiti da amministrazioni
pubbliche, la copertura finanziaria della quota nazionale pubblica che è posta a totale carico del Fondo di rotazione (ex legge
n. 183/1987);
— di autorizzare formalmente il Dipartimento Personale ad
emettere il decreto di liquidazione – di propria competenza – per
il pagamento delle spettanze di c 215,63 al dr. Nicola Mayerà,
come individuato nel presente decreto a titolo di rimborso spese
di missione, utilizzando le somme dal capitolo 26040202 –
giusto impegno n. 3612/2013 sub impegno n. 4069/2013;
— la DGR n. 2661 del 21/6/1999 recante «Adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla Legge Regionale 7/96 e dal D.lgs.
29/93» e s.m.i;
— di autorizzare formalmente il Dipartimento Bilancio Settore Ragioneria Generale ad assegnare direttamente al Dipartimento Personale la somma di c 215,63 autorizzandone il prelievo dal capitolo di spesa n. 26040202 giusto impegno n. 3612/
2013 sub impegno n. 4069/2013;
— il DPGR n. 354 del 24 giugno 1999 recante «Separazione
dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella
di gestione», per come modificato ed integrato con D.P.G.R. n.
206 del 15 dicembre 2000;
— di autorizzare la pubblicazione del presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 11 luglio 2013
— la DGR n. 521 del 12 luglio 2010, modifiche ed integrazioni della Struttura Organizzativa della G.R. che istituisce
presso il Dipartimento «Presidenza» il Settore 5 Cooperazione,
Internazionalizzazione e Politiche Euro Mediterranee;
Avv. Saveria Cristiano
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Dipartimento n. 5
ATTIVITÀ PRODUTTIVE
DECRETO n. 14031 del 11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 - Linea di intervento
7.1.4.1, Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni», DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
N.T.A. s.r.l.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTI:
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7/96 e dal
D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali, e ritenuta propria la competenza;
— la D.G.R. n. 770 del 11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 198 del 30/5/2013 con
la quale l’avv. Pasquale Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 -Attività Produttive;
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore «Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento 5 – Attività
Produttive;
— il D.D.G. n. 399 del 16/1/2012, con il quale il dott. Francesco Marano è stato nominato Dirigente del Servizio 1 «Incentivi, Promozione, Grandi eventi, Fiere e mercati, Artigianato»
del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
— la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge finanziaria)»;
VISTI ALTRESÌ:
4299
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul
Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006 per quanto
riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196 «Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/
2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo
regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione»;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio con 18
dicembre 2008 che modifica il Regolamento (CE) n. 397/2009
del Parlamento Europeo e del Consiglio del 6 maggio 2009 che
modifica il regolamento (CE) n. 1080/2006 relativo al Fondo
europeo di sviluppo regionale per quanto riguarda l’ammissibilità degli investimenti a favore dell’efficienza energetica e delle
energie rinnovabili nell’edilizia abitativa;
— il Regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione del 1
settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1828/2006
che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE)
n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/2006 del
Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di
sviluppo regionale;
— il Regolamento (UE) n. 539/2010 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 16/6/2010 recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione
di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013, approvato dalla Commissione Europea con
Decisione n. C (2007) 3329 del 13/7/2007;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C
(2007) 6322 del 7/12/2007;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 881 del 24/12/2007
con la quale si è preso atto dell’approvazione da parte della Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/2007
del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 221 del 19/3/08 di
presa d’atto del Piano Finanziario del POR Calabria FESR 20072013 per Assi prioritari, Settori di Intervento e Obiettivi Operativi;
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di
sviluppo regionale e recante abrogazione del Regolamento (CE)
n. 1783/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario per Assi Prioritari, Settori e linee di Intervento del POR
Calabria FESR 2007 /2013;
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di
sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di
coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 226 del 15/3/2010
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario dei Settori Ricerca Scientifica ed Innovazione Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e Ri-
4300
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
sparmio Energetico, Sicurezza e Legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali e delle Imprese del POR
Calabria FESR 2007 /2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 654 del 16/9/2008
avente ad oggetto: Definizione e Organigramma delle Strutture
Amministrative della Giunta Regionale responsabili dell’attuazione degli Assi Prioritari, dei Settori e delle linee di Intervento
del POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione
della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/07;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 335 del 9/6/2009
avente ad oggetto «Rettifica D.G.R. n. 654 del 16/9/2008 avente
per oggetto: «Definizione e organigramma delle strutture amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione
degli Assi prioritari, dei Settori e delle linee di intervento del
POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione della
Commissione europea C (2007) 6322 del 7/12/07», successivamente modificata con deliberazioni di Giunta regionale n. 24 del
28/1/2010 e n. 169 del 27/2/2010;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 95 del 23/2/2009
recante: Presa d’atto dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007 /2013, approvati dal comitato di sorveglianza ai sensi
dell’art. 65, lett. a) del Regola mento (CE) n. 1083/2006;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 459 del 24/7/2009
che modifica la DGR n. 1021 dei 16/12/2008 e la DGR n. 163
dell’8/4/2009 ed approva il documento recante descrizione dei
Sistemi di Gestione e Controllo ai sensi dell’art. 71, paragrafo 1,
del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio
2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 8 del 13/1/2009
avente ad oggetto «Presa d’atto della Descrizione dei Sistemi di
Gestione e Controllo del POR FESR 2007-2013 e relativi allegati, in seguito all’accettazione da parte della Commissione europea»;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 202 del 20/5/2011
recante «Organigramma della struttura Regionale responsabile
dell’attuazione degli Assi prioritari dei settori e delle linee d’intervento del POR Calabria FESR 2007 /2013 approvato con decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/
2007 – modifica DGR 169 del 8/2/2010»;
CONSIDERATO CHE:
— con deliberazione n. 221 del 19/3/2008 è stato approvato il
piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013;
— con deliberazione n. 240 del 24/4/2009 è stata approvata
una rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR
2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento;
— con deliberazione n. 226 del 15/3/2010 è stata approvata
un’ulteriore rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento, che ha interessato gli Assi I, II, IV, V, VII;
— con deliberazione n. 256 del 24/5/2012 recante «Rimodulazione del Piano finanziario del POR FESR Calabria – Asse VII
Sistemi Produttivi» è stato rimodulato il piano finanziario dell’Asse VII Sistemi produttivi incrementando la dotazione finanziaria della Linea d’intervento 7.1.4.1 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»
ad Euro 77.530.000,00;
VISTI:
— l’Obiettivo Operativo 7.1.4 del POR Calabria FESR 2007/
2013 «Promuovere e sostenere la competitività delle imprese e la
creazione di nuove imprese nei settori innovativi e/o rapida crescita»la linea d’intervento 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»;
RICHIAMATI:
— la Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19 marzo 2008,
con la quale è stata approvata, ai sensi di quanto previsto dall’art.
24 della Legge regionale n. 9/2007, la Direttiva di Attuazione dei
PIA- Pacchetti Integrati di Agevolazione;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28 gennaio 2010,
avente ad oggetto «Modifica e integrazione delle direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19/3/2008, ai sensi della
Legge Regionale n. 40 del 12/12/2008»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 242 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 - Direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28/1/2010. Presa d’atto del
parere della commissione del Consiglio Regionale e individuazione delle risorse finanziarie da destinare al bando per la concessione degli incentivi»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 226 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 – Rimodulazione
dei Piani Finanziari dei Settori Ricerca Scientifica e Innovazione
Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e
Risparmio Energetico, Sicurezza e legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi, Territoriali delle Imprese»;
— il D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 con il quale è stato approvato il Bando pubblico PIA «Pacchetti Integrati di Agevolazioni» a valere sulla linea 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 pubblicato sul BURC Regione Calabria del 16/12/2010 n.
49 individuando nel contempo Fincalabra s.p.a. – soggetto in
house – per la gestione complessiva dell’intervento fissando nel
contempo lo stanziamento economico iniziale in Euro
42.000.000,00 complessive distinto come segue:
1) Piani Investimenti Produttivi: Euro 28.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
2) Piani Integrati di servizi reali: Euro 3.000.000,00 - Linea
Intervento 7 .1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
3) Piani Innovazione Aziendale: Euro 10.000.000,00 - Linea
Intervento 1.1.3.2 del POR FESR Calabria 2007/2013;
4) Piani di Formazione Aziendale: Euro 1.000.000,00 –
Obiettivo specifico A – Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori – POR Calabria FSE
2007/2013;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 4277 del 4/5/2011, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 332.750,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— la convenzione rep. n. 785 del 9/6/2011 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’informazione, verifica e
valutazione delle domande di finanziamento» – PIA 2010;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— il D.D.G. n. 15416 del 9/12/2011 con oggetto «POR Calabria FESR 2007-2013 - Linead’Intervento 7.1.4.1 - Bando Pubblico «PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione» approvato con
D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 – Nomina commissione per la
scelta dei componenti il del Comitato Tecnico di Valutazione ai
sensi dell’art. 30 comma 2 del bando»;
— il D.D.S. n. 1352 del 8/2/2012 del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria con oggetto «POR Calabria
FESR 2007 /2013 – Asse IX obiettivo operativo 9.1.1 - Avviso
Pubblico PIA 2010 approvato con DDS n. 17189 del 30/10/2010
– Nomina CTV. Impegno di spesa»;
— il D.D.G. n. 4127 del 28/3/2012 con il quale è stato nominato il Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi dell’art. 30
comma 2 del bando, come successivamente rettificato con decreto n. 4255 del 12/4/2012;
— il parere positivo in merito alla conformità con i Regolamenti, le Direttive e le Decisioni Comunitarie reso, ai sensi e per
gli effetti della DGR 515/2008, dal Dirigente Generale del Dipartimento Attività produttive con prot. 17355 del 17/10/2010,
del Dirigente Generale del Dipartimento Cultura, Istruzione e
Ricerca prot. 11254 del 27/10/2010;
— il parere positivo in merito alla coerenza programmatica
con i contenuti del QSN per la Politica regionale di sviluppo
2007/2013 e del POR Calabria FESR 2007/2013 come reso dall’Autorità di Gestione del POR FESR 2007/2013 con prot. 8278
del 18/11/2010;
VISTO il comma 4 dell’art. 1 della L.R. 40/2008, che demanda
alla Giunta regionale la definizione dei regimi di aiuto e gli strumenti di incentivazione, attraverso l’approvazione di specifiche
Direttive di Attuazione definite per ciascun strumento di incentivazione e redatte sulla base dei limiti previsti dalla «Carta degli
Aiuti a finalità regionale» vigente per il periodo di programmazione 2007-2013, ai sensi delle D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 123, e
della legge 29 marzo 2001 n. 135, n. 8/08 e n. 40/08;
CONSIDERATO che la concessione di aiuti a finalità regionali è finalizzata a sostenere la qualificazione, il potenziamento e
l’innovazione dei sistemi produttivi regionali;
DATO ATTO che ai sensi e per gli effetti dell’art. 9 del Regolamento (CE) n. 800/2008 del 6/8/2008 recante «Aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 87/88
del Trattato – Regolamento generale di esenzione per categoria –
è stata trasmessa una sintesi della misura di aiuto di cui al presente decreto – Aiuto n. 5651 PIA 2010;
CONSIDERATO:
— che con D.D.G. n. 11275 del 3/8/2012, pubblicato sul
BURC n. 33 – Parte III – del 17/8/2012, sono state approvate le
graduatorie provvisorie dei Piani di Sviluppo Aziendale ammessi
a finanziamento e di quelli non ammessi a finanziamento;
— che ai sensi dell’art. 42 del bando si è dato corso all’esame
delle richieste/ricorsi in opposizione come pervenuti agli atti del
Dipartimento e che gli sono stati esitati con il supporto di Fincalabra s.p.a. e, qualora di competenza, previa convocazione del
Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi e per gli effetti di
quanto disciplinato all’art. 32 punto 1) del Bando;
— che con nota prot. 5636 del 14/11/2012, acquisita al protocollo dipartimentale n. 381750 del 19/11/2012, Fincalabra s.p.a.
– Soggetto Gestore –, a conclusione dell’attività di cui sopra, ha
trasmesso le determinazioni assunte dal Comitato Tecnico di Valutazione;
4301
— che con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013, pubblicato sul BURC
n. 5 Parte III dell’1/2/2013, è stata approvata la graduatoria definitiva dell’Avviso «PIA - Pacchetti integrati di Agevolazione
2010» approvato con decreto n. 17189 del 30/11/2010;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 7054 del 9/5/2013, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 199.640,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— la convenzione rep. n. 1169 del 3/6/2013 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’istruttoria e verifica tecnica-amministrativa della realizzazione dei piani di sviluppo
aziendale» – PIA 2010;
VISTO che tra le aziende inserite nella graduatoria approvata
con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 risulta finanziabile la ditta N.T.A.
s.r.l. per un contributo provvisorio complessivo pari a c
157.442,40, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
393.606,00.
DATO ATTO:
— che ai sensi di quanto disposto dall’art. 32 comma 5 del
bando PIA, la ditta N.T.A. s.r.l. ha restituito l’atto di adesione ed
obbligo, allegato al presente decreto per farne parte integrante e
sostanziale, a questa Amministrazione al fine di procedere alla
concessione del contributo spettante alla ditta;
— che con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013 del Dipartimento 5
«AA.PP.», si è proceduto, all’impegno di spesa – capitolo del
bilancio regionale 29050104, - Linea di intervento 7.1.4.1. per i
Piani di Investimenti Produttivi per un importo complessivo pari
a 28.000.000,00 (c 10.000.000,00 c/impegno n. 4111/2013 ed c
18.000.000,00 c/impegno n. 173/2014) e per i Piani Integrati dei
Servizi Reali per un importo complessivo pari a c 3.000.000,00
(c 1.000.000,00 c/impegno n. 4112/2013 ed c 2.000.000,00 c/impegno n. 174/2014);
— che con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012 del Dipartimento
11 «Istruzione, Alta Formazione e Ricerca Scientifica» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 48010103, all’impegno di spesa sulla Linea di Intervento 1.1.3.2. per un importo
pari a c 10.000.000,00 (c/impegno n. 4033/2012) per i Piani di
Innovazione Aziendale;
— che con D.D.S. n. 10551 del 22/7/2013 del Dipartimento
10 «Politiche del Lavoro, della famiglia, pari opportunità, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 3221130, all’impegno di
spesa per un importo pari a c 1.000.000,00 (c/impegno n. 2915/
2013) per i Piani di Formazione Aziendale.
DARE ATTO altresì che il presente provvedimento sarà trasmesso per competenza ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti
interessati;
Sulla base dell’istruttoria compiuta dal soggetto gestore – Fincalabra s.p.a. -, dall’ufficio preposto e del Responsabile della
Linea d’Intervento, a termini delle richiamate disposizioni legislative;
DECRETA
Per i motivi espressi in premessa e che si intendono integralmente riportati:
4302
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— di prendere atto dell’atto di adesione e obbligo sottoscritto,
per accettazione, dal legale rappresentate della Ditta N.T.A. s.r.l.,
parte integrante e sostanziale del presente decreto.
— la Delibera di Giunta Regionale n. 198 del 30/5/2013 con
la quale l’avv. Pasquale Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
— di concedere alla ditta N.T.A. s.r.l. – Codice Fiscale/Partita
IVA 01792301002, con sede legale a Roma, Via Mosca, 10, CAP
00142, collocata alla posizione n. 38 nella graduatoria dei progetti PIA approvata con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 - il contributo
complessivo di c 157.442,40, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c 393.606.00.
— il D.P .G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del
Dipartimento 5 – Attività Produttive;
— l’ammontare del predetto contributo è calcolato in via
provvisoria e sarà rideterminato a conclusione del programma
d’investimenti, sulla base delle spese ammissibili effettivamente
sostenute e della verifica relativa al rispetto delle intensità massime di aiuto previste dalla disciplina comunitaria;
— la suddetta spesa trova copertura finanziaria secondo i seguenti modi:
− piano Investimenti Produttivi contributo pari ad c
157.442,40, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
393.606,00, a valere sugli impegni di spesa n. 4111/2013 e n.
173/2014 – capitolo 29050104 – effettuati con D.D.S. n. 11620
del 9/8/2013 del Dipartimento 5;
— di trasmettere copia del presente provvedimento alla ditta
interessata, ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti interessati ed
al Soggetto Gestore – Fincalabra s.p.a. – per gli adempimenti di
competenza;
— di pubblicare il presente provvedimento sul BUR della
Regione Calabria.
Catanzaro, lì 11 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Avv. Pasquale Monea
DECRETO n. 14033 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1. Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
Progetto 5 di Santo Frascati.
IL DIRIGENTE GENERALE
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore
«l’Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
— il D.D.G. n. 399 del 16/1/2012, con il quale il dott. Francesco Marane è stato nominato Dirigente del Servizio 1 «Incentivi, Promozione, Grandi eventi, Fiere e mercati, Artigianato»
del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
— la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge finanziaria)»;
VISTI ALTRESÌ:
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di
sviluppo regionale e recante abrogazione del Regolamento (CE)
n. 1783/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di
sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di
coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul
Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006 per quanto
riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196 «Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/
2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo
regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione»;
VISTI:
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge. Regionale n. 7/96 e dal
D.lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
— ii D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali, e ritenuta propria la competenza;
— la D.G.R. n. 770 del 11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2002 del Consiglio del 18
dicembre 2008 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006
per quanto riguarda alcuni progetti generatori di entrate;
— il Regolamento (CE) n. 397 /2009 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento
(CE) n. 1080/2006 relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale per quanto riguarda l’ammissibilità degli investimenti a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili nell’edilizia abitativa;
— il Regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione del 1
settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1828/2006
che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE)
n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
e sul fondo di. coesione e del .regolamento (CE) n. 1080/2006
del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale;
— il Regolamento (UE) n. 539/2010 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 16/6/2010 recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione
di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013, approvato dalla Commissione Europea con
Decisione n. C (2007) 3329 del 13/7/2007;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C
(2007) 6322 del 7/12/2007;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 881 del 24/12/2007
con la quale si è preso atto dell’approvazione da parte della Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/2007
del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 221 del 19/3/08 di
presa d’atto del Piano Finanziario del POR Calabria FESR 20072013 per Assi prioritari, Settori di Intervento e Obiettivi Operativi;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 226 del 15/3/2010
con la quale si è proceduto, alla rimodulazione del Piano finanziario dei Settori Ricerca Scientifica ed Innovazione Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico Sicurezza e Legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali e delle Imprese del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 654 del 16/9/2008
avente ad oggetto: Definizione e Organigramma delle Strutture
Amministrative della Giunta Regionale responsabili dell’attuazione degli Assi Prioritari, dei Settori e delle Linee di Intervento
del POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione
della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/07;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 335 del 9/6/2009
avente ad oggetto «Rettifica D.G.R. n. 654 del 16/9/2008 avente
per oggetto: «Definizione e organigramma delle strutture amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione
degli Assi prioritari, dei Settori e delle Linee di intervento del
POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione della
Commissione europea C (2007) 6322 del 7/12/07», successivamente modificata con deliberazioni di Giunta regionale n. 24 del
28/1/2010 e n. 169 del 27/2/2010;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 95 del 23/2/2009
recante: «Presa d’atto dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007/2013, approvati dal comitato di sorveglianza ai sensi
la deliberazione di Giunta regionale n. 459 del 24/7/2009 che
modifica la DGR n. 1021 del 16/12/2008 e la DGR n. 163 dell’8/
4/2009 ed approva il documento recante descrizione dei Sistemi
di Gestione e Controllo ai sensi dell’art. 71, paragrafo 1, del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio 2006
recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e
che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
4303
— la deliberazione di Giunta regionale n. 8 del 13/1/2009
avente ad oggetto «Presa d’atto della Descrizione dei Sistemi di
Gestione e Controllo del POR FESR 2007-2013 e relativi allegati, in seguito all’accettazione da parte della Commissione europea»;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 202 del 20/5/2011
recante «Organigramma della struttura Regionale responsabile
dell’attuazione degli Assi prioritari dei settori e delle linee d’intervento del POR Calabria FESR 2007/2013 approvato con decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/
2007 – modifica DGR 169 del 8/2/2010»;
CONSIDERATO CHE:
— con deliberazione n. 221 del 19/3/2008 è stato approvato il
piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013;
— con deliberazione n. 240 del 24/4/2009 è stata approvata
una rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR
2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e linee di Intervento;
— con deliberazione n. 226 del 15/3/2010 è stata approvata
un’ulteriore rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e linee di Intervento, che ha interessato gli Assi I, II, IV, V, VII;
— con deliberazione n. 256 del 24/5/2012 recante «Rimodulazione del Piano finanziario del POR FESR Calabria – Asse VII
Sistemi Produttivi» è stato rimodulato il piano finanziario dell’Asse VII Sistemi produttivi incrementando la dotazione finanziaria della Linea d’intervento 7.1.4.1 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»
ad Euro 77.530.000,00;
VISTI:
— l’Obiettivo Operativo 7.1.4 del POR Calabria FESR 2007/
2013 «Promuovere e sostenere la competitività delle imprese e la
creazione di nuove imprese nei settori innovativi e/o rapida crescita»;
— la linea d’intervento 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»;
RICHIAMATI:
— la Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19 marzo 2008,
con la quale è stata approvata, ai sensi di quanto previsto dall’art.
24 della Legge regionale n. 9/2007, la Direttiva di Attuazione dei
PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28 gennaio 2010,
avente ad oggetto «Modifica e integrazione delle direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19/3/2008, ai sensi della
Legge Regionale n. 40 del 12/12/2008»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 241 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 - Direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28/1/2010. Presa d’atto del
parere della commissione del Consigli Regionale e individuazione delle risorse finanziarie da destinare ai bando per la concessione degli incentivi»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 226 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 – Rimodulazione
dei Piani Finanziari dei Settori Ricerca Scientifica e Innovazione
4304
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e
Risparmio Energetico, Sicurezza e legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali delle Imprese»;
— il D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 con il quale è stato approvato il Bando pubblico PIA «Pacchetti Integrati di Agevolazioni» a valere sulla linea 7.1.4.1 dei POR Calabria FERS 2007/
2013 pubblicato sul BURC Regione Calabria del 16/12/2010 n.
49 individuando nel contempo Fincalabra s.p.a. – soggetto in
house – per la gestione complessiva dell’intervento fissando nel
contempo lo stanziamento economico iniziale in Euro
42.000.000,00 complessive distinto come segue:
1) Piani Investimenti Produttivi: Euro 28.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
2) Piani Integrati di servizi reali: Euro 3.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
3) Piani Innovazione Aziendale: Euro 10.000.000,00 - Linea
Intervento 1.1.3.2 del POR FESR Calabria 2007/2013;
VISTO il comma 4 dell’art. 1 della L.R. 40/2008, che demanda
alla Giunta regionale la definizione dei regimi di aiuto e gli strumenti di incentivazione, attraverso l’approvazione di specifiche
Direttive di Attuazione definite per ciascun strumento di incentivazione e redatte sulla base dei limiti previsti dalla «Carta degli
Aiuti a finalità regionale» vigente per il periodo di programmazione 2007-2013, ai sensi delle D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 123, e
della legge 29 marzo 2001 n. 135, n. 8/08 e n. 40/08;
CONSIDERATO che la concessione di aiuti a finalità regionali è finalizzata a sostenere la qualificazione, il potenziamento e
l’innovazione dei sistemi produttivi regionali;
DATO ATTO che ai sensi e per gli effetti dell’art. 9 del Regolamento (CE) n. 800/2008 del 6/8/2008 recante «Aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 87/88
del Trattato Regolamento generale di esenzione per categoria – è
stata trasmessa una sintesi della misura di aiuto di cui al presente
decreto – Aiuto n. 5651 PIA 2010;
CONSIDERATO:
4) Piani di Formazione Aziendale: Euro 1.000.000,00 –
Obiettivo specifico A – Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori – POR Calabria FSE
2007/2013:
— che con D.D.G. n. 11275 del 3/8/2012, pubblicato sul
BURC n. 33 – Parte III – del 17/8/2012, sono state approvate le
graduatorie provvisorie dei Piani di Sviluppo Aziendale ammessi
a finanziamento e di quelli non ammessi a finanziamento;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 4277 del 4/5/2011, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 332.750,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— che ai sensi dell’art. 42 del bando si è dato corso all’esame
delle richieste/ricorsi in opposizione come pervenuti agli atti del
Dipartimento e che gli sono stati esitati con il supporto di Fincalabra s.p.a. e, qualora di competenza, previa convocazione del
Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi e per gli effetti di
quanto disciplinato all’art. 32 punto 1) del Bando;
— la convenzione rep. n. 785 del 9/6/2011 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’informazione, verifica e
valutazione delle domande di finanziamento» – PIA 2010;
— il D.D.G. n. 15416 del 9/12/2011 con oggetto «POR Calabria FESR 2007-2013 - Linead’Intervento 7.1.4.1 - Bando Pubblico «PIA - Pacchetti Integrati diAgevolazione» approvato con
D.D.S., n. 17198 del 30/11/2010 – Nomina commissione per la
scelta dei componenti il del Comitato Tecnico di Valutazione ai
sensi dell’art. 30 comma 2 del bando»;
— il D.D.S. n. 1352 del 8/2/2012 del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria con oggetto «POR Calabria
FESR 2007/2013 – Asse IX obiettivo operativo 9.1.1 – Avviso
Pubblico PIA 2010 approvato con DDS n. 17189 del 30/10/2010
– Nomina CTV. Impegno di spesa»;
— il D.D.G. n. 4127 del 28/3/2012 con il quale è stato nominato il Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi dell’art. 30
comma 2 del bando, come successivamente rettificato con decreto n. 4255 del 12/4/2012;
— il parere positivo in merito alla conformità con i Regolamenti, le Direttive e le Decisioni Comunitarie reso, ai sensi e per
gli effetti della DGR 515/2008, dal Dirigente Generale del Dipartimento Attività produttive con prot. 17355 del 27/10/2010,
del Dirigente Generale del Dipartimento Cultura, istruzione e
Ricerca prot. 11254 del 27/10/2010;
— il parere positivo in merito alla coerenza programmatica
con i contenuti del QSN per la Politica regionale di sviluppo
2007/2013 e del POR Calabria FESR 2007/2013 come reso dall’Autorità di Gestione del POR FESR 2007/2013 con prot. 8278
del 18/11/2010;
— che con nota prot. 5636 del 14/11/2012, acquisita al protocollo dipartimentale n. 381750 del 19/11/2012, Fincalabra s.p.a.
– Soggetto Gestore –, a conclusione dell’attività di cui sopra, ha
trasmesso le determinazioni assunte dal Comitato Tecnico di Valutazione;
— che con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013, pubblicato sul BURC
n. 5 Parte III dell’1/2/2013, è stata approvata la graduatoria definitiva dell’Avviso «PIA Pacchetti integrati di Agevolazione
2010» approvato con decreto n. 17189 del 30/11/2010;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 7054 del 9/5/2013, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 199.640,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— la convenzione rep. n. 1169 del 3/6/2013 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’istruttoria e verifica tecnica-amministrativa della realizzazione dei piani di sviluppo
aziendale» – PIA 2010;
VISTO che tra le aziende inserite nella graduatoria approvata
con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 risulta finanziabile la ditta Progetto 5 di Santo Frascati per un contributo provvisorio complessivo pari a c 90.647,20, a fronte di un investimento ammissibile
pari ad c 226.618,00.
DATO ATTO:
— che ai sensi di quanto disposto dall’art. 32 comma 5 del
bando PIA, la ditta Progetto 5 di Santo Frascati ha restituito l’atto
di adesione ed obbligo, allegato al presente decreto per farne
parte integrante e sostanziale, a questa Amministrazione al fine
di procedere alla concessione del contributo spettante alla ditta;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— che con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013 del Dipartimento 5
«AA.PP.», si è proceduto, all’impegno di spesa - capitolo del
bilancio regionale 29050104, - Linea di intervento 7.1.4.1 - per i
Piani di Investimenti Produttivi per un importo complessivo pari
a 28.000.000,00 (c 10.000.000,00 c/impegno n. 4111/2013 ed c
18.000.000,00 c/impegno n. 173/2014) e per i Piani Integrati dei
Servizi Reali per un importo complessivo pari a c 3.000.000,00
(c 1.000.000,00 c/impegno n. 4112/2013 ed c 2.000.000,00 c/impegno n. 174/2014);
— che con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012 del Dipartimento
11 «Istruzione, Alta Formazione e Ricerca Scientifica» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 48010103, all’impegno di spesa sulla Linea di Intervento 1.1.3.2. per un importo
pari a c 10.000.000,00 (c/impegno n. 4033/2012) per i Piani di
Innovazione Aziendale;
— che con D.D.S. n. 10551 del 22/7/2013 del Dipartimento
10 «Politiche del Lavoro, della famiglia, pari opportunità, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 3221130, all’impegno di
spesa per un importo pari a c 1.000.000,00 (c/impegno n. 2915/
2013) per i Piani di Formazione Aziendale.
4305
— di pubblicare il presente provvedimento sul BUR della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 11 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Avv. Pasquale Monea
DECRETO n. 14036 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1 . Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
Cordua Logistica sas di Pristera Francesco & C.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTI:
DARE ATTO altresì che il presente provvedimento sarà trasmesso per competenza ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti
interessati;
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7/96 e dal
D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
Sulla base dell’istruttoria compiuta dal soggetto gestore – Fincalabra s.p.a. -, dall’ufficio preposto e dal Responsabile della
Linea d’Intervento, a termini delle richiamate disposizioni legislative;
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
DECRETA
Per i motivi espressi in premessa e che si intendono integralmente riportati:
— di prendere atto dell’atto di adesione e obbligo sottoscritto,
per accettazione, dal legale rappresentate della Ditta Progetto 5
di Santo Frascati, parte integrante e sostanziale del presente decreto.
— di concedere alla ditta Progetto 5 di Santo Frascati – Codice Fiscale/Partita IVA 01406510808, con sede legale a Reggio
Calabria, Via San Cristoforo, 73, CAP 89128, collocata alla posizione n. 23 nella graduatoria dei progetti PIA approvata con
D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 - il contributo complessivo di c
90.647,20, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
226.618,00.
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali, e ritenuta propria la competenza;
— la D.G.R. n. 770 del 11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 198 del 30/5/2013 con
la quale l’avv. Pasquale Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
— l’ammontare del predetto contributo è calcolato in via
provvisoria e sarà rideterminato a conclusione del programma
d’investimenti, sulla base delle spese ammissibili effettivamente
sostenute e della verifica relativa al rispetto delle intensità massime di aiuto previste dalla disciplina comunitaria;
— il D.D.G. n. 399 del 16/1/2012, con il quale il dott. Francesco Marana è stato nominato Dirigente del Servizio 1 «Incentivi, Promozione, Grandi eventi, Fiere e mercati, Artigianato»
del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— la suddetta spesa trova copertura finanziaria secondo i seguenti modi;
— la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. ritenuta la propria competenza;
— piano Investimenti Produttivi contributo pari ad c
90.647,20, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
226.618,00, a valere sugli impegni di spesa n. 4111/2013 e n.
173/2014 – capitolo 29050104 – effettuati con D.D.S. n. 11620
del 9/8/2013 del Dipartimento 5;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge finanziaria)»;
— di trasmettere copia del presente provvedimento alla ditta
interessata, ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti interessati ed
al Soggetto Gestore – Fincalabra s.p.a.- per gli adempimenti di
competenza;
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di
sviluppo regionale e recante abrogazione del Regolamento (CE)
n. 1783/1999;
VISTI ALTRESÌ:
4306
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di
sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di
coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul
Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 226 del 15/3/2010
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario dei Settori Ricerca Scientifica ed Innovazione Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico, Sicurezza e Legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali e delle Imprese del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006 per quanto
riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 654 del 16/9/2008
avente ad oggetto: Definizione e Organigramma delle Strutture
Amministrative della Giunta Regionale responsabili dell’attuazione degli Assi Prioritari, dei Settori e delle Linee di Intervento
del POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione
della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/07;
— decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196 «Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/
2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo
regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione»;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006
per quanto riguarda alcuni progetti generatori di entrate;
— il Regolamento (CE) n. 397/2009 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento
(CE) n. 1080/2006 relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale per quanto riguarda l’ammissibilità degli investimenti a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili nell’edilizia abitativa;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 335 del 9/6/2009
avente ad oggetto «Rettifica D.G.R. n. 654 del 16/9/2008 avente
per oggetto: «Definizione e organigramma delle strutture amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione
degli Assi prioritari, dei Settori e delle Linee di intervento del
POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione della
Commissione europea C (2007) 6322 del 7/12/07», successivamente modificata con deliberazioni di Giunta regionale n. 24 del
28/1/2010 e n. 169 del 27/2/2010;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 95 del 23/2/2009
recante: «Presa d’atto dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007/2013, approvati dal comitato di sorveglianza ai sensi
dell’art. 65, lett. a) del Regolamento (CE) n. 1083/2006;
— il Regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione del 1
settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1828/2006
che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE)
1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo
europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul
fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di
sviluppo regionale;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 459 del 24/7/2009
che modifica la DGR n. 1021 del 16/12/2008 e la DGR n. 163
dell’8/4/2009 ed approva il documento recante descrizione dei
Sistemi di Gestione e Controllo ai sensi dell’art. 71, paragrafo 1,
del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio
2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— il Regolamento (UE) n. 539/2010 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 16/6/2010 recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione
di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 8 del 13/1/2009
avente ad oggetto «Presa d’atto della Descrizione dei Sistemi di
Gestione e Controllo del POR FESR 2007-2013 e relativi allegati, in seguito all’accettazione da parte della Commissione europea»;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013, approvato dalla commissione Europea con
Decisione n. C (2007) 3329 del 13/7/2007;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C
(2007) 6322 del 7/12/2007;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 881 del 24/12/2007
con la quale si è preso atto dell’approvazione da parte della Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/2007
del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 221 del 19/3/08 di
presa d’atto del Piano Finanziario del POR Calabria FESR 20072013 per Assi prioritari, Settori di Intervento e Obiettivi Operativi;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 202 del 20/5/2011
recante «Organigramma della struttura Regionale responsabile
dell’attuazione degli Assi prioritari dei settori e delle linee d’intervento del POR Calabria FESR 2007/2013 approvato con decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/
2007 – modifica DGR 169 del 8/2/2010»;
CONSIDERATO CHE:
— con deliberazione n. 221 del 19/3/2008 è stato approvato il
piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013;
— con deliberazione n. 240 del 24/4/2009 è stata approvata
una rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR
2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento;
— con deliberazione n. 226 del 15/3/2010 è stata approvata
un’ulteriore rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento, che ha interessato gli Assi I, II, IV, V, VII;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— con deliberazione n. 256 del 24/5/2012 recante «Rimodulazione del Piano finanziario del POR FESR Calabria - Asse VII
Sistemi Produttivi» è stato rimodulato il piano finanziario dell’Asse VII Sistemi produttivi incrementando la dotazione finanziaria della Linea d’intervento 7.1.4.1 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»
ad Euro 77.530.000,00;
VISTI:
— l’Obiettivo Operativo 7.1.4 del POR Calabria FESR 2007/
2013 «Promuovere e sostenere la competitività delle imprese e la
creazione di nuove imprese nei settori innovativi e/o rapida crescita»;
— la linea d’intervento 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»;
RICHIAMATI:
— la Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19 marzo 2008,
con la quale è stata approvata, ai sensi di quanto previsto dall’art.
24 della Legge regionale n. 9/2007, la Direttiva di Attuazione dei
PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28 gennaio 2010,
avente ad oggetto «Modifica e integrazione delle direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19/3/2008, ai sensi della
Legge Regionale n. 40 del 12/12/2008»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 242 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 - Direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28/1/2010. Presa d’atto del
parere della commissione del Consiglio Regionale e individuazione delle risorse finanziarie da destinare al bando «per la concessione degli incentivi»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 226 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 - Rimodulazione
dei Piani Finanziari dei Settori Ricerca Scientifica e Innovazione
Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e
Risparmio Energetico, Sicurezza e legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali delle Imprese»;
— il D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 con il quale è stato approvato il Bando pubblico PIA «Pacchetti Integrati di Agevolazioni» a valere sulla linea 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 pubblicato sul BURC Regione Calabria del 16/12/2010 n.
49 individuando nel contempo Fincalabra s.p.a. – soggetto in
house – per la gestione complessiva dell’intervento fissando nel
contempo lo stanziamento economico iniziale in Euro
42.000.000,00 complessive distinto come segue:
1) Piani Investimenti Produttivi: Euro 28.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
2) Piani Integrati di servizi reali: Euro 3.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
3) Piani Innovazione Aziendale: Euro 10.000.000,00 - Linea
Intervento 1.1.3.2 del POR FESR Calabria 2007/2013;
4) Piani di Formazione Aziendale: Euro 1.000.000,00 –
Obiettivo specifico A – Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori – POR Calabria FSE
2007/2013;
4307
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 4277 del 4/5/2011, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 332.750,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— la convenzione rep. n. 785 del 9/6/2011 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’informazione, verifica e
valutazione delle domande di finanziamento» – PIA 2010;
— il D.D.G. n. 15416 del 9/12/2011 con oggetto «POR Calabria FESR 2007-2013- Linead’Intervento 7.1.4.1 Bando Pubblico «PIA - Pacchetti Integrati di Agevolazione» approvato con
D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 – Nomina commissione per la
scelta dei componenti il del Comitato Tecnico di Valutazione ai
sensi dell’art. 30 comma 2 del bando»;
— il D.D.S. n. 1352 del 8/2/2012 del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria con oggetto «POR Calabria
FESR 2007 /2013 – Asse IX obiettivo operativo 9.1.1 – Avviso
Pubblico PIA 2010 approvato con DDS n. 17189 del 30/10/2010
– Nomina CTV. Impegno di spesa»;
— il D.D.G. n. 4127 del 28/3/2012 con il quale è stato nominato il Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi dell’art. 30
comma 2 del bando, come successivamente rettificato con decreto n. 4255 del 12/4/2012;
— il parere positivo in merito alla conformità con i Regolamenti, le Direttive e le Decisioni Comunitarie reso, ai sensi e per
gli effetti della DGR 515/2008, dal Dirigente Generale del Dipartimento Attività produttive con prot. 17355 del 27/10/2010,
del Dirigente Generale del Dipartimento Cultura, Istruzione e
Ricerca prot. 11254 del 27/10/2010;
— il parere positivo in merito alla coerenza programmatica
con i contenuti del QSN per la Politica regionale di sviluppo
2007/2013 e del POR Calabria FESR 2007/2013 come reso dall’Autorità di Gestione del POR FESR 2007/2013 con prot. 8278
del 18/11/2010;
VISTO il comma 4 dell’art. 1 della L.R. 40/2008, che demanda
alla Giunta regionale la definizione dei regimi di aiuto e gli strumenti di incentivazione, attraverso l’approvazione di specifiche
Direttive di Attuazione definite per ciascun strumento di incentivazione e redatte sulla base dei limiti previsti dalla «Carta degli
Aiuti a finalità regionale» vigente per il periodo di programmazione 2007-2013, ai sensi delle D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 123, e
della legge 29 marzo 2001 n. 135, n. 8/08 e n. 40/08;
CONSIDERATO che la concessione di aiuti a finalità regionali è finalizzata a sostenere la qualificazione, il potenziamento e
l’innovazione dei sistemi produttivi regionali;
DATO ATTO che ai sensi e per gli effetti dell’art. 9 del Regolamento (CE) n. 800/2008 del 6/8/2008 recante «Aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 87/88
del Trattato – Regolamento generale di esenzione per categoria –
è stata trasmessa una sintesi della misura di aiuto di cui al presente decreto – Aiuto n. 5651 PIA 2010;
CONSIDERATO:
— che con D.D.G. n. 11275 del 3/8/2012, pubblicato sul
BURC n. 33 – Parte III – del 17/8/2012, sono state approvate le
graduatorie provvisorie dei Piani di Sviluppo Aziendale ammessi
a finanziamento e di quelli non ammessi a finanziamento;
4308
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— che ai sensi dell’art. 42 del bando si è dato corso all’esame
delle richieste/ricorsi in opposizione come pervenuti agli atti del
Dipartimento e che gli sono stati esitati con il supporto di Fincalabra s.p.a. e, qualora di competenza, previa convocazione del
Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi e per gli effetti di
quanto disciplinato all’art. 32 punto 1) del Bando;
— che con nota prot. 5636 del 14/11/2012, acquisita al protocollo dipartimentale n. 381750 del 19/11/2012, Fincalabra s.p.a.
– Soggetto Gestore –, a conclusione dell’attività di cui sopra, ha
trasmesso le determinazioni assunte dal Comitato Tecnico di Valutazione;
— che con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013, pubblicato sul BURC
n. 5 Parte III dell’1/2/2013, è stata approvata la graduatoria definitiva dell’Avviso «PIA - Pacchetti integrati di Agevolazione
2010» approvato con decreto n. 17189 del 30/11/2010;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 7054 del 9/5/2013, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 199.640,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007 /2013 Asse IX;
— la convenzione rep. n. 1169 del 3/6/2013 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’istruttoria e verifica tecnica-amministrativa della realizzazione dei piani di sviluppo
aziendale» – PIA 2010;
VISTO che tra le aziende inserite nella graduatoria approvata
con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 risulta finanziabile la ditta Cordua
Logistica sas di Pristera Francesco & C. per un contributo provvisorio complessivo pari a c 882.436,41, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c 1.410.509,44.
DATO ATTO:
— che ai sensi di quanto disposto dall’art. 32 comma 5 del
bando P.IA, la ditta Cordua Logistica sas di Pristera Francesco &
C. ha restituito l’atto di adesione ed obbligo, allegato al presente
decreto per farne parte integrante e sostanziale, a questa Amministrazione al fine di procedere alla concessione del contributo
spettante alla ditta;
— che con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013 del Dipartimento 5
«AA.PP.», si è proceduto all’impegno di spesa - capitolo del bilancio regionale 29050104, - Linea di intervento 7.1.4.1. - per i
Piani di Investimenti Produttivi per un importo complessivo pari
a 28.000.000,00 (c 10.000.000,00 c/impegno n. 4111/2013 ed c
18.000.000,00 c/impegno n. 173/2014) e per i Piani Integrati dei
Servizi Reali per un importo complessivo pari a c 3.000.000,00
(c 1.000.000,00 c/impegno n. 4112/2013 ed c 2.000.000,00 c/impegno n. 174/2014);
— che con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012 del Dipartimento
11 «Istruzione, Alta Formazione e Ricerca Scientifica» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 48010103, all’impegno di spesa sulla Linea di Intervento 1.1.3.2. per un importo
pari a c 10.000.000,00 (c/impegno n. 4033/2012) per i Piani di
Innovazione Aziendale;
— che con D.D.S. n. 10551 del 22/7/2013 del Dipartimento
10 «Politiche del Lavoro, della famiglia, pari opportunità, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 3221130, all’impegno di
spesa per un importo pari a c 1.000.000,00 (c/impegno n. 2915/
2013) per i Piani di Formazione Aziendale.
DARE ATTO altresì che il presente provvedimento sarà trasmesso per competenza ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti
interessati;
Sulla base dell’istruttoria compiuta dal soggetto gestore – Fincalabra s.p.a. -, dall’ufficio preposto e dal Responsabile della
Linea d’Intervento, a termini delle richiamate disposizioni legislative;
DECRETA
Per i motivi espressi in premessa e che si intendono integralmente riportati:
— di prendere atto dell’atto di adesione e obbligo sottoscritto,
per accettazione, dal legale rappresentate della Ditta Cordua Logistica sas di Pristera Francesco & C., parte integrante e sostanziale del presente decreto.
— di concedere alla ditta Cordua Logistica sas di Pristera
Francesco & C. – Codice Fiscale/Partita IVA 02600060798, con
sede legale a Rocca di Neto (KR), Corso Umberto primo, 63,
CAP 88821, collocata alla posizione n. 16 nella graduatoria dei
progetti PIA approvata con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 - il contributo complessivo di c 882.436,41, a fronte di un investimento
ammissibile pari ad c 1.410.509,44;
— l’ammontare del predetto contributo è calcolato in via
provvisoria e sarà rideterminato a conclusione del programma
d’investimenti, sulla base delle spese ammissibili effettivamente
sostenute e della verifica relativa al rispetto delle intensità massime di aiuto previste dalla disciplina comunitaria;
— la suddetta spesa trova copertura finanziaria secondo i seguenti modi:
— piano Investimenti Produttivi contributo pari ad c
154.400,00, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
386.000,00, a valere sugli impegni di spesa n. 4111/2013 e n.
173/2014 – capitolo 29050104 – effettuati con D.D.S. n. 11620
del 9/8/2013 del Dipartimento 5;
— piano Integrato di Servizi Reali contributo pari ad c
21.484,72 a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
42.969,44, a valere sugli impegni di spesa n. 4112/2013 e n. 174/
2014 – capitolo 29050104 – effettuati con D.D.S. n. 11620 del
9/8/2013 del Dipartimento 5;
— piano di Innovazione Aziendale contributo pari ad c
474.231,69 a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
691.140,00 a valere sull’impegno di spesa n. 4033/2012 – capitolo 48010103 – effettuato con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012
del Dipartimento 11;
— piano di Formazione Aziendale contributo pari ad c
232.320,00 a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
290.400,00,a valere sull’impegno di spesa n. 2915/2013 – capitolo 3221130 – effettuato con D.D.S. n. 10551 del 22/7/2013 del
Dipartimento 10;
— di trasmettere copia del presente provvedimento alla ditta
interessata, ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti interessati ed
al Soggetto Gestore – Fincalabra s.p.a. – per gli adempimenti di
competenza;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— Di pubblicare il presente provvedimento sul BUR della
Regione Calabria.
Catanzaro, lì 11 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Avv. Pasquale Monea
DECRETO n. 14038 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1. Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
Nova Systems Roma s.r.l.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTI:
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7/96 e dal
D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
— il n. P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali, e ritenuta propria la competenza;
— la D.G.R. n. 770 del 11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 198 del 30/5/2013 con
la quale l’avv. Pasquale Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il D.D.G. n. 399 del 16/1/2012, con il quale il dott. Francesco Marano è stato nominato Dirigente del Servizio 1 «Incentivi, Promozione, Grandi eventi, Fiere e mercati, Artigianato»
del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (legge finanziaria)»;
VISTI ALTRESÌ:
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di
sviluppo regionale e recante abrogazione del Regolamento (CE)
n. 1783/1999;
4309
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di
sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di
coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul
Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006 per quanto
riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196 «Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/
2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo
regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione»;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006
per quanto riguarda alcuni progetti generatori di entrate;
— il Regolamento (CE) n. 397/2009 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento
(CE) n. 1080/2006 relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale per quanto riguarda l’ammissibilità degli investimenti 2 favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili nell’edilizia abitativa;
— il Regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione del 1
settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1828/2006
che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE)
n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/2006 del
Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di
sviluppo regionale;
— il Regolamento (UE) n. 539/2010 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 16/6/2010 recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione
di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013, approvato i dalla Commissione Europea
con Decisione n. C (2007) 3329 del 13/7/2007;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C
(2007) 6322 del 7/12/2007;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 881 del 24/12/2007
con la quale si è preso atto dell’approvazione da parte della Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/2007
del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 221 del 19/3/08 di
presa d’atto del Piano Finanziario del POR Calabria FESR 20072013 per Assi prioritari, Settori di Intervento e Obiettivi Operativi;
4310
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— la deliberazione di Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 226 del 15/3/2010
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario dei Settori Ricerca Scientifica ed Innovazione Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico, Sicurezza e Legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali e delle Imprese del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 654 del 16/9/2008
avente ad oggetto: Definizione e Organigramma delle Strutture
Amministrative della Giunta Regionale responsabili dell’attuazione degli Assi Prioritari, dei Settori e delle Linee di Intervento
del POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione
della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/07;
— con deliberazione n. 256 del 24/5/2012 recante «Rimodulazione del Piano finanziario del POR FESR Calabria – Asse VII
Sistemi Produttivi» è stato rimodulato il piano finanziario dell’Asse VII Sistemi produttivi incrementando la dotazione finanziaria della Linea d’intervento 7.1.4.1 «Pacchetti integrati di
agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti» ad Euro 77.530.000,00;
VISTI:
— l’Obiettivo Operativo 7.1.4 del POR Calabria FESR 2007/
2013 «Promuovere e sostenere la competitività delle imprese e la
creazione di nuove imprese nei settori innovativi e/o rapida crescita»;
— la linea d’intervento 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»;
RICHIAMATI:
— la deliberazione di Giunta regionale n. 335 del 9/6/2009
avente ad oggetto «Rettifica D.G.R. n. 654 del 16/9/2008 avente
per oggetto: «Definizione e organigramma delle strutture amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione
degli Assi prioritari, dei Settori e delle Linee di intervento del
POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione della
Commissione europea C (2007) 6322 del 7/12/07», successivamente modificata con deliberazioni di Giunta regionale n. 24 del
28/1/2010 e n. 169 del 27/2/2010;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 95 del 23/2/2009
recante: «Presa d’atto dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007/2013, approvati dal comitato di sorveglianza ai sensi
dell’art. 65, lett. a) del Regolamento (CE) n. 1083/2006;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 459 del 24/7/2009
che modifica la DGR n. 1021 del 16/12/2008 e la DGR n. 163
dell’8/4/2009 ed approva il documento recante descrizione dei
Sistemi di Gestione e Controllo ai sensi dell’art. 71, paragrafo 1,
del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio
2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 8 del 13/1/2009
avente ad oggetto «Presa d’atto della Descrizione dei Sistemi di
Gestione e Controllo del POR FESR 2007-2013 e relativi allegati, in seguito all’accettazione da parte della Commissione europea»;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 202 del 20/5/2011
recante «Organigramma della struttura Regionale responsabile
dell’attuazione degli Assi prioritari dei settori e delle linee d’intervento del POR Calabria FE5R 2007 /2013 approvato con decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/
2007 – modifica DGR 169 del 8/2/2010»;
CONSIDERATO CHE:
— con deliberazione n. 221 del 19/3/2008 è stato approvato il
piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19 marzo 2008,
con la quale è stata approvata, ai sensi di quanto previsto dall’art.
24 della Legge regionale n. 9/2007, la Direttiva di Attuazione dei
PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28 gennaio 2010,
avente ad oggetto «Modifica e integrazione delle direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19/3/2008, ai sensi della
Legge Regionale n. 40 del 12/12/2008»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 242 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 – Direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28/1/2010. Presa d’atto del
parere della commissione del Consiglio Regionale e individuazione delle risorse finanziarie da destinare al bando per la concessione degli incentivi»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 226 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR CalabriaFESR 2007 – Rimodulazione
dei Piani Finanziari dei Settori Ricerca Scientifica e Innovazione
Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e
Risparmio Energetico, Sicurezza e legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali delle imprese»;
— il D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 con il quale è stato approvato il Bando pubblico PIA «Pacchetti Integrati di Agevolazioni» a valere sulla linea 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 pubblicato sul BURC Regione Calabria del 16/12/2010 n.
49 individuando nel contempo Fincalabra s.p.a. – soggetto in
house – per la gestione complessiva dell’intervento fissando nel
contempo lo stanziamento economico iniziale in Euro
42.000.000,00 complessive distinto come segue:
1) Piani Investimenti Produttivi: Euro 28.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
2) Piani Integrati di servizi reali: Euro 3.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.l del POR FESR Calabria 2007/2013;
— con deliberazione n. 240 del 24/4/2009 è stata approvata
una rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR
2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento;
3) Piani Innovazione Aziendale: Euro 10.000.000,00 - Linea
Intervento 1.1.3.2 del POR FESR Calabria 2007/2013;
— con deliberazione n. 226 del 15/3/2010 è stata approvata
un’ulteriore rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento, che ha interessato gli Assi I, II, IV, V, VII;
4) Piani di Formazione Aziendale: Euro 1.000.000,00 –
Obiettivo specifico A – Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori – POR Calabria FSE
2007/2013;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 4277 del 4/5/2011, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 332.750,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— la convenzione rep. n. 785 del 9/6/2011 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’informazione, verifica e
valutazione delle domande di finanziamento» – PIA 2010;
— il D.D.G. n. 15416 del 9/12/2011 con oggetto «POR Calabria FESR 2007-2013- Linead’Intervento 7.1.4.1 - Bando Pubblico «PIA - Pacchetti Integrati di Agevolazione» approvato con
D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 – Nomina commissione per la
scelta dei componenti il del Comitato Tecnico di Valutazione ai
sensi dell’art. 30 comma 2 del bando»;
4311
— che ai sensi dell’art. 42 del bando si è dato corso all’esame
delle richieste/ricorsi in opposizione come pervenuti agli atti del
Dipartimento e che gli sono stati esitati con il supporto di Fincalabra s.p.a. e, qualora di competenza, previa convocazione del
Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi e per gli effetti di
quanto disciplinato all’art. 32 punto 1) del Bando;
— che con nota prot. 5636 del 14/11/2012, acquisita al protocollo dipartimentale n. 381750 del 19/11/2012, Fincalabra s.p.a.
– Soggetto Gestore –, a conclusione dell’attività di cui sopra, ha
trasmesso le determinazioni assunte dal Comitato Tecnico di Valutazione;
— che con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013, pubblicato sul BURC
n. 5 Parte III dell’1/2/2013, è stata approvata la graduatoria definitiva dell’Avviso «PIA - Pacchetti integrati di Agevolazione
2010» approvato con decreto n. 17189 del 30/11/2010;
— il D.D.S. n. 1352 del 8/2/2012 del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria con oggetto «POR Calabria
FESR 2007/2013 – Asse IX obiettivo operativo 9.1.1 – Avviso
Pubblico PIA 2010 approvato con DDS n. 17189 del 30/10/2010
– Nomina CTV. Impegno di spesa»;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 7054 del 9/5/2013, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 199.640,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— il D.D.G. n. 4127 del 28/3/2012 con il quale è stato nominato il Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi dell’art. 30
comma 2 del bando, come successivamente rettificato con decreto n. 4255 del 12/4/2012;
— la convenzione rep. n. 1169 del 3/6/2013 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’istruttoria e verifica tecnica-amministrativa della realizzazione dei piani di sviluppo
aziendale» – PIA 2010;
— il parere positivo in merito alla conformità con i Regolamenti, le Direttive e le Decisioni Comunitarie reso, ai sensi e per
gli effetti della DGR 515/2008, dal Dirigente Generale del Dipartimento Attività produttive con prot. 17355 del 27/10/2010,
del Dirigente Generale del Dipartimento Cultura, Istruzione e
Ricerca prot. 11254 del 27/10/2010;
— il parere positivo in merito alla coerenza programmatica
con i contenuti del QSN per la Politica regionale di sviluppo
2007/2013 e del POR Calabria FESR 2007 /2013 come reso dall’Autorità di Gestione del POR FESR 2007/2013 con prot. 8278
del 18/11/2010;
VISTO il comma 4 dell’art. 1 della L.R. 40/2008, che demanda
alla Giunta regionale la definizione dei regimi di aiuto e gli strumenti di incentivazione, attraverso l’approvazione di specifiche
Direttive di Attuazione definite per ciascun strumento di incentivazione e redatte sulla base dei limiti previsti dalla «Carta degli
Aiuti a finalità regionale» vigente per il periodo di programmazione 2007-2013, ai sensi delle D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 123, e
della legge 29 marzo 2001 n. 135, n. 8/08 e n. 40/08;
VISTO che tra le aziende inserite nella graduatoria approvata
con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 risulta finanziabile la ditta Nova
Systems Roma s.r.l. per un contributo provvisorio complessivo
pari a c 454.400,00, a fronte di un investimento ammissibile pari
ad c 1.136.000,00.
DATO ATTO:
— che ai sensi di quanto disposto dall’art. 32 comma 5 del
bando PIA, la ditta Nova Systems Roma s.r.l ha restituito l’atto
di adesione ed obbligo, allegato al presente decreto per farne
parte integrante e sostanziale, a questa Amministrazione al fine
di procedere alla concessione del contributo spettante alla ditta;
CONSIDERATO che la concessione di aiuti a finalità regionali è finalizzata a sostenere la qualificazione, il potenziamento e
l’innovazione dei sistemi produttivi regionali;
— che con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013 del Dipartimento 5
«AA.PP.», si è proceduto, all’impegno di spesa - capitolo del
bilancio regionale 29050104, - Linea di intervento 7.1.4.1. - per i
Piani di Investimenti Produttivi per un importo complessivo pari
a 28.000.000,00 (c 10.000.000,00 c/impegno n. 4111/2013 ed c
18.000.000,00 c/impegno n. 173/2014) e per i Piani Integrati dei
Servizi Reali per un importo complessivo pari a c 3.000.000,00
(c 1.000.000,00 c/impegno n. 4112/2013 ed c 2.000.000,00 c/impegno n. 174/2014);
DATO ATTO che ai sensi e per gli effetti dell’art. 9 del Regolamento (CE) n. 800/2008 del 6/8/2008 recante «Aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 87 /88
del Trattato – Regolamento generale di esenzione per categoria –
è stata trasmessa una sintesi della misura di aiuto di cui al presente decreto – Aiuto n. 5651 PIA 2010;
— che con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012 del Dipartimento
11 «Istruzione, Alta Formazione e Ricerca Scientifica» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 48010103, all’impegno di spesa sulla Linea di Intervento 1.1.3.2. per un importo
pari a c 10.000.000,00 (c/impegno n. 4033/2012) per i Piani di
Innovazione Aziendale;
CONSIDERATO:
— che con D.D.G. n. 11275 del 3/8/2012, pubblicato sul
BURC n. 33 – Parte III – del 17/8/2012, sono state approvate le
graduatorie provvisorie dei Piani di Sviluppo Aziendale ammessi
a finanziamento e di quelli non ammessi a finanziamento;
— che con D.D.S. n. 10551 del 22/7/2013 del Dipartimento
10 «Politiche del Lavoro, della famiglia, pari opportunità, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 3221130, all’impegno di
spesa per un importo pari a c 1.000.000,00 (c/impegno n. 2915/
2013) per i Piani di Formazione Aziendale.
4312
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DARE ATIO altresì che il presente provvedimento sarà trasmesso per competenza ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti
interessati;
Sulla base dell’istruttoria compiuta dal soggetto gestore – Fincalabra s.p.a. -, dall’ufficio preposto e dal Responsabile della
Linea d’Intervento, a termini delle richiamate disposizioni legislative;
DECRETO n. 14040 del 11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1. Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta Argento Nino trasformata in Argento Porte srl.
IL DIRIGENTE GENERALE
DECRETA
VISTI:
Per i motivi espressi in premessa e che si intendono integralmente riportati:
— di prendere atto dell’atto di adesione e obbligo sottoscritto,
per accettazione, dal legale rappresentate della Ditta Nova Svstems Roma s.r.l., parte integrante e sostanziale del presente decreto;
— di concedere alla ditta Nova Svstems Roma s.r.l – Codice
Fiscale/Partita IVA 04303141008, con sede legale a Fiumicino
(RM), Via della Foce Micina, 74, CAP 00054, collocata alla posizione n. 59 nella graduatoria dei progetti PIA approvata con
D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 - il contributo complessivo di c
454.400,00, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
1.136.000,00;
— l’ammontare del predetto contributo è calcolato in via
provvisoria e sarà rideterminato a conclusione del programma
d’investimenti, sulla base delle spese ammissibili effettivamente
sostenute e della verifica relativa al rispetto delle intensità massime di aiuto previste dalla disciplina comunitaria;
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7/96 e dal
D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali, e ritenuta propria la competenza;
— la D.G.R. n. 770 del 11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 198 del 30/5/2013 con
la quale l’avv. Pasquale Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— la suddetta spesa trova copertura finanziaria secondo i seguenti modi:
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incaricò di Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— piano Investimenti Produttivi contributo pari ad c
454.400,00, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
1.136.000,00, a valere sugli impegni di spesa n. 4111/2013 e n.
173/2014 – capitolo 29050104 – effettuati con D.D.S. n. 11620
del 9/8/2013 del Dipartimento 5;
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— di trasmettere copia del presente provvedimento alla ditta
interessata, ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti interessati ed
al Soggetto Gestore – Fincalabra s.p.a. - per gli adempimenti di
competenza;
— il D.D.G. n. 399 del 16/1/2012, con il quale il dott. Francesco Marano è stato nominato Dirigente del Servizio 1 «Incentivi, Promozione, Grandi eventi, Fiere e mercati, Artigianato»
del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— di pubblicare il presente provvedimento sul BUR della Regione Calabria.
— la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. ritenuta la propria competenza;
Catanzaro, lì 11 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Avv. Pasquale Monea
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge finanziaria)»;
VISTI ALTRESÌ:
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di
sviluppo regionale e recante abrogazione del Regolamento (CE)
n. 1783/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di
sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di
coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006 per quanto
riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196 «Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/
2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo
regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione»;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006
per quanto riguarda alcuni progetti generatori di entrate;
— il Regolamento (CE) n. 397/2009 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento
(CE) n. 1080/2006 relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale per quanto riguarda l’ammissibilità degli investimenti a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili nell’edilizia abitativa;
— il Regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione
dell’1 settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n.
1828/2006 che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul fondo di coesione e del regolamento (CE) n.
1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al
Fondo europeo di sviluppo regionale;
— il Regolamento (UE) n. 539/2010 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 16/6/2010 recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione
di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013, approvato dalla Commissione Europea con
Decisione n. C (2007) 3329 del 13/7/2007;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C
(2007) 6322 del 7/12/2007;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 881 del 24/12/2007
con la quale si è preso atto dell’approvazione da parte della Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/2007
del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 221 del 19/3/08 di
presa d’atto del Piano Finanziario del POR Calabria FESR 20072013 per Assi prioritari, Settori di Intervento e Obiettivi Operativi;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 226 del 15/3/2010
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario dei Settori Ricerca Scientifica ed Innovazione Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico, Sicurezza e Legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali e delle Imprese del POR
Calabria FESR 2007/2013;
4313
— la deliberazione di Giunta regionale n. 654 del 16/9/2008
avente ad oggetto: «Definizione e Organigramma delle Strutture
Amministrative della Giunta Regionale responsabili dell’attuazione degli Assi Prioritari, dei Settori e delle Linee di Intervento
del POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione
della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/07;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 335 del 9/6/2009
avente ad oggetto «Rettifica D.G.R. n. 654 del 16/9/2008 avente
per oggetto: «Definizione e organigramma delle strutture amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione
degli Assi prioritari, dei Settori e delle Linee di intervento del
POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione della
Commissione europea C (2007) 6322 del 7/12/07», successivamente modificata con deliberazioni di Giunta regionale n. 24 del
28/1/2010 e n. 169 del 27/2/2010;
— la deliberazione di Giunta regionale 95 del 23/2/2009 recante: «Presa d’atto dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007/2013, approvati dal comitato di sorveglianza ai sensi
dell’art. 65, lett. a) del Regolamento (CE) n. 1083/2006;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 459 del 24/7/2009
che modifica la DGR n. 1021 del 16/12/2008 e la DGR n. 163
dell’8/4/2009 ed approva il documento recante descrizione dei
Sistemi di Gestione e Controllo ai sensi dell’art. 71, paragrafo 1,
del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio
2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 8 del 13/1/2009
avente ad oggetto «Presa d’atto della Descrizione dei Sistemi di
Gestione e Controllo del POR FESR 2007-2013 e relativi allegati, in seguito all’accettazione da parte della Commissione europea»;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 202 del 20/5/2011
recante «Organigramma della struttura Regionale responsabile
dell’attuazione degli Assi prioritari dei settori e delle linee d’intervento del POR Calabria FESR 2007/2013 approvato con decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/
2007 – modifica DGR 169 del 8/2/2010»;
CONSIDERATO CHE:
— con deliberazione n. 221 del 19/3/2008 è stato approvato il
piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013;
— con deliberazione n. 240 del 24/4/2009 è stata approvata
una rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR
2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento;
— con deliberazione n. 226 del 15/3/2010 è stata approvata
un’ulteriore rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento, che ha interessato gli Assi I, II, IV, V, VII;
— con deliberazione n. 256 del 24/5/2012 recante «Rimodulazione del Piano finanziario del POR FESR Calabria - Asse VII
Sistemi Produttivi» è stato rimodulato il piano finanziario dell’Asse VII Sistemi produttivi incrementando la dotazione finanziaria della Linea d’intervento 7.1.4.1 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»
ad Euro 77.530.000,00;
VISTI:
— l’Obiettivo Operativo 7.1.4 del POR Calabria FESR 2007/
2013 «Promuovere e sostenere la competitività delle imprese e la
creazione di nuove imprese nei settori innovativi e/o rapida crescita»;
4314
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— la linea d’intervento 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»;
RICHIAMATI:
— la Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19 marzo 2008,
con la quale è stata approvata, ai sensi di quanto previsto dall’art.
24 della Legge regionale n. 9/2007, la Direttiva di Attuazione dei
PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28 gennaio 2010,
avente ad oggetto «Modifica e integrazione delle direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19/3/2008, ai sensi della
Legge Regionale n. 40 del 12/12/2008»;
— o la Delibera di Giunta Regionale n. 242 del 15 marzo
2010, avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 – Direttive
di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla
Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28/01/2010. Presa d’atto
del parere della commissione del Consiglio Regionale e individuazione delle risorse finanziarie da destinare al bando per la
concessione degli incentivi»;
— Delibera di Giunta Regionale n. 226 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 – Rimodulazione
dei Piani Finanziari dei Settori Ricerca Scientifica e Innovazione
Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e
Risparmio Energetico, Sicurezza e legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi territoriali delle Imprese»;
— il D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 con il quale è stato approvato il Bando pubblico PIA «Pacchetti Integrati di Agevolazioni» a valere sulla linea 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 pubblicato sul BURC Regione Calabria del 16/12/2010 n.
49 individuando nel contempo Fincalabra s.p.a. – soggetto in
house – per la gestione complessiva dell’intervento fissando nel
contempo lo stanziamento economico iniziale in Euro
42.000.000,00 complessive distinto come segue:
1) Piani Investimenti Produttivi: Euro 28.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
2) Piani Integrati di servizi reali: Euro 3.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
3) Piani Innovazione Aziendale: Euro 10.000.000,00 - Linea
Intervento 1.1.3.2 del POR FESR Calabria 2007/2013;
D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 – Nomina commissione per la
scelta dei componenti il del Comitato Tecnico di Valutazione ai
sensi dell’art. 30 comma 2 del bando»;
— il D.D.S. n. 1352 dell’8/2/2012 del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria con oggetto «POR Calabria
FESR 2007/2013 – Asse IX obiettivo operativo 9.1.1 – Avviso
Pubblico PIA 2010 approvato con DDS n. 17189 del 30/10/2010
– Nomina CTV. Impegno di spesa»;
— il D.D.G. n. 4127 del 28/3/2012 con il quale è stato nominato il Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi dell’art. 30
comma 2 del bando, come successivamente rettificato con decreto n. 4255 del 12/4/2012;
— il parere positivo in merito alla conformità con i regolamenti, le Direttive e le Decisioni Comunitarie reso, ai sensi e per
gli effetti della DGR 515/2008, dal Dirigente Generale del Dipartimento Attività produttive con prot. 17355 del 27/10/2010,
del Dirigente Generale del Dipartimento Cultura, Istruzione e
Ricerca prot. 11254 del 27/10/2010;
— il parere positivo in merito alla coerenza programmatica
con i contenuti del QSN per la Politica regionale di sviluppo
2007/2013 e del POR Calabria FESR 2007/2013 come reso dal
l’Autorità di Gestione del POR FESR 2007/2013 con prot. 8278
del 18/11/2010;
VISTO il comma 4 dell’art. 1 della L.R. 40/2008, che demanda
alla Giunta regionale la definizione dei regimi di aiuto e gli strumenti di incentivazione, attraverso l’approvazione di specifiche
Direttive di Attuazione definite per ciascun strumento di incentivazione e redatte sulla base dei limiti previsti dalla «Carta degli
Aiuti a finalità regionale» vigente per il periodo di programmazione 2007-2013, ai sensi delle D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 123, e
della legge 29 marzo 2001 n. 135, n. 8/08 e n. 40/08;
CONSIDERATO che la concessione di aiuti a finalità regionali è finalizzata a sostenere la qualificazione, il potenziamento e
l’innovazione dei sistemi produttivi regionali;
DATO ATTO che ai sensi e per gli effetti dell’art. 9 del Regolamento (CE) n. 800/2008 del 6/8/2008 recante «Aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 87/88
del Trattato – Regolamento generale di esenzione per categoria –
è stata trasmessa una sintesi della misura di aiuto di cui al presente decreto – Aiuto n. 5651 PIA 2010;
CONSIDERATO:
4) Piani di Formazione Aziendale: Euro 1.000.000,00 –
Obiettivo specifico A – Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori – POR Calabria FSE
2007/2013;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 4277 del 4/5/2011, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 332.750,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— la convenzione rep. n. 785 del 9/6/2011 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’informazione, verifica e
valutazione delle domande di finanziamento» – PIA 2010;
— il D.D.G. n. 15416 del 9/12/2011 con oggetto «POR Calabria FESR 2007-2013- Linea d’Intervento 7.1.4.1 - Bando Pubblico «PIA – Pacchetti Integrati Di Agevolazione» approvato con
— che con D.D.G. n. 11275 del 3/8/2012, pubblicato sul
BURC n. 33 – Parte III – del 17/8/2012, sono state approvate le
graduatorie provvisorie dei Piani di Sviluppo Aziendale ammessi
a finanziamento e di quelli non ammessi a finanziamento;
— che ai sensi dell’art. 42 del bando si è dato corso all’esame
delle richieste/ricorsi in opposizione come pervenuti agli atti del
Dipartimento e che gli sono stati esitati con il supporto di Fincalabra s.p.a. e, qualora di competenza, previa convocazione del
Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi e per gli effetti di
quanto disciplinato all’art. 32 punto 1) del Bando;
— che con nota prot. 5636 del 14/11/2012, acquisita al protocollo dipartimentale n. 381750 del 19/11/2012, Fincalabra s.p.a.
– Soggetto Gestore –, a conclusione dell’attività di cui sopra, ha
trasmesso le determinazioni assunte dal Comitato Tecnico di Valutazione;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4315
— che con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013, pubblicato sul BURC
n. 5 Parte III dell’1/2/2013, è stata approvata la graduatoria definitiva dell’Avviso «PIA - Pacchetti integrati di Agevolazione
2010» approvato con decreto n. 17189 del 30/11/2010;
— di prendere atto dell’atto di adesione e obbligo sottoscritto,
per accettazione, dal legale rappresentate della Ditta Ditta Argento Nino trasformata in Argento Porte srl, parte integrante e
sostanziale del presente decreto.
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 7054 del 9/5/2013, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 199.640,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— di concedere alla ditta Ditta Argento Nino trasformata in
Argento Porte srl – Codice Fiscale/Partita IVA 03130060787,
con sede legale a Montalto Uffugo Scalo (CS), Contrada Succiammo, CAP 87040, collocata alla posizione n. 88 nella graduatoria dei progetti PIA approvata con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 - il
contributo complessivo di c 204.000,00 a fronte di investimenti
ammissibili pari ad c 408.000,00;
— la convenzione rep. n. 1169 del 3/6/2013 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a. avente ad
oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’istruttoria e verifica
tecnica-amministrativa della realizzazione dei piani di sviluppo
aziendale» – PIA 2010;
VISTO che tra le aziende inserite nella graduatoria approvata
con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 risulta finanziabile la ditta Ditta
Argento Nino trasformata in Argento Porte srl per un contributo
provvisorio complessivo pari a c 204.000,00, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c 408.000,00.
DATO ATTO:
— che ai sensi di quanto disposto dall’art. 32 comma 5 del
bando PIA, la ditta Ditta Argento Nino trasformata in Argento
Porte srl ha restituito l’atto di adesione ed obbligo, allegato al
presente decreto per farne parte integrante e sostanziale, a questa
Amministrazione al fine di procedere alla concessione del contributo spettante alla ditta;
— che con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013 del Dipartimento 5
«AA.PP.», si è proceduto, all’impegno di spesa - capitolo del
bilancio regionale 29050104, Linea di intervento 7.1.4.1. - per i
Piani di Investimenti Produttivi per un importo complessivo pari
a 28.000.000,00 (c 10.000.000,00 c/impegno n. 4111/2013 ed c
18.000.000,00 c/impegno n. 173/2014) e per i Piani Integrati dei
Servizi Reali per un importo complessivo pari a c 3.000.000,00
(c 1.000.000,00 c/impegno n. 4112/2013 ed c 2.000.000,00 c/impegno n. 174/2014);
— che con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012 del Dipartimento
11 «Istruzione, Alta Formazione e Ricerca Scientifica» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 48010103, all’impegno di spesa sulla Linea di Intervento 1.1.3.2. per un importo
pari a c 10.000.000,00 (c/impegno n. 4033/2012) per i Piani di
Innovazione Aziendale;
— che con D.D.S. n. 10551 del 22/7/2013 del Dipartimento
10 «Politiche del Lavoro, della famiglia, pari opportunità, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 3221130, all’impegno di
spesa per un importo pari a c 1.000.000,00 (c/impegno n. 2915/
2013) per i Piani di Formazione Aziendale.
DARE ATTO altresì che il presente provvedimento sarà trasmesso per competenza ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti
interessati;
Sulla base dell’istruttoria compiuta dal soggetto gestore – Fincalabra s.p.a. -, dall’ufficio preposto e dal Responsabile della
Linea d’Intervento, a termini delle richiamate disposizioni legislative;
— l’ammontare del predetto contributo è calcolato in via
provvisoria e sarà rideterminato a conclusione del programma
d’investimenti, sulla base delle spese ammissibili effettivamente
sostenute e della verifica relativa al rispetto delle intensità massime di aiuto previste dalla disciplina comunitaria;
— la suddetta spesa trova copertura finanziaria secondo i seguenti modi:
— piano Investimenti Produttivi contributo pari a c
204.000,00, a fronte d’investimenti ammissibili pari a c
408.000,00, a valere sugli impegni di spesa n. 4111/2013 e n.
173/2014 – capitolo 29050104 – effettuati con D.D.S. n. 11620
del 9/8/2013 del Dipartimento 5;
— di trasmettere copia del presente provvedimento alla ditta
interessata, ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti interessati ed
al Soggetto Gestore - Fincalabra s.p.a. per gli adempimenti di
competenza;
— di pubblicare il presente provvedimento sul BUR della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 11 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Avv. Pasquale Monea
DECRETO n. 14044 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1 . Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta Top
Class s.r.l.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTI:
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7 /96 e dal
D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni;
DECRETA
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
Per i motivi espressi in premessa e che si intendono integralmente riportati:
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali, e ritenuta propria la competenza;
4316
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— la D.G.R. n. 770 del 11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 198 del 30/5/2013 con
la quale l’avv. Pasquale Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il D.D.G. n. 399 del 16/1/2012, con il quale il dott. Francesco Marano è stato nominato Dirigente del Servizio 1 «Incentivi, Promozione, Grandi eventi, Fiere e mercati, Artigianato»
del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge finanziaria)»;
VISTI ALTRESÌ:
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di
sviluppo regionale e recante abrogazione del Regolamento (CE)
n. 1783/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di
sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di
coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul
Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006 per quanto
riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196 «Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/
2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo
regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione»;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006
per quanto riguarda alcuni progetti generatori di entrate;
— il Regolamento (CE) n. 397 /2009 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento
(CE) n. 1080/2006 relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale per quanto riguarda l’ammissibilità degli investimenti a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili nell’edilizia abitativa;
— il Regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione del 1
settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1828/2006
che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE)
n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/2006 del
Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di
sviluppo regionale;
— il Regolamento (UE) n. 539/2010 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 16/6/2010 recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione
di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013, approvato dalla Commissione Europea con
Decisione n. C (2007) 3329 del 13/7/2007;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C
(2007) 6322 del 7/12/2007;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 881 del 24/12/2007
con la quale si è preso atto dell’approvazione da parte della Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/2007
del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 221 del 19/3/08 di
presa d’atto del Piano Finanziario del POR Calabria FESR 20072013 per Assi prioritari, Settori di Intervento e Obiettivi Operativi;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 226 del 15/3/2010
con la quale si è proceduto alla .rimodulazione del Piano finanziario dei Settori Ricerca Scientifica ed Innovazione Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico, Sicurezza e Legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali e delle Imprese del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 654 del 16/9/2008
avente ad oggetto: Definizione e Organigramma delle Strutture
Amministrative della Giunta Regionale responsabili dell’attuazione degli Assi Prioritari, dei Settori e delle Linee di Intervento
del POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione
della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/07;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 335 del 9/6/2009
avente ad oggetto «Rettifica D.G.R. n. 654 del 16/9/2008 avente
per oggetto: «Definizione e organigramma delle strutture amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione
degli Assi prioritari, dei Settori e delle Linee di intervento del
POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione della
Commissione europea C (2007) 6322 del 7/12/07», successivamente modificata con deliberazioni di Giunta regionale, n. 24 del
28/1/2010 e n. 169 del 27/2/2010;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 95 del 23/2/2009
recante: «Presa d’atto dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007/2013, approvati - dai comitato di sorveglianza ai
sensi dell’art. 65, lett. a) del Regolamento (CE) n. 1083/2006;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— la deliberazione di Giunta regionale n. 459 del 24/7/2009
che modifica la DGR n. 1021 del 16/12/2008 e la DGR n. 163
dell’8/4/2009 ed approva il documento recante descrizione dei
Sistemi di Gestione e Controllo ai sensi dell’art. 71, paragrafo 1,
del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio
2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 8 del 13/1/2009
avente ad oggetto «Presa d’atto della Descrizione dei Sistemi di
Gestione e Controllo del POR FESR 2007-2013 e relativi allegati, in seguito all’accettazione da parte della Commissione europea»;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 202 del 20/5/2011
recante «Organigramma della struttura Regionale responsabile
dell’attuazione degli Assi prioritari dei settori e delle linee d’intervento del POR Calabria FESR 2007/2013 approvato con decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/
2007 – modifica DGR 169 del 8/2/2010»;
CONSIDERATO CHE:
— con deliberazione n. 221 del 19/3/2008 è stato approvato il
piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013;
— con deliberazione n. 240 del 24/4/2009 è stata approvata
una rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR
2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento;
— con deliberazione n. 226 del 15/3/2010 è stata approvata
un’ulteriore rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento, che ha interessato gli Assi I, II, IV, V, VII;
— con deliberazione n. 256 del 24/5/2012 recante «Rimodulazione del Piano finanziario del POR FESR Calabria - Asse VII
Sistemi Produttivi» è stato rimodulato il piano finanziario dell’Asse VII Sistemi produttivi incrementando la dotazione finanziaria della Linea d’intervento 7.1.4.1 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»
ad Euro 77.530.000,00;
VISTI:
— l’Obiettivo Operativo 7.1.4 del POR Calabria FESR 2007/
2013 «Promuovere e sostenere la competitività delle imprese e la
creazione di nuove imprese nei settori innovativi e/o rapida crescita»;
— la linea d’intervento 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»;
RICHIAMATI:
— la Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19 marzo 2008,
con la quale è stata approvata, ai sensi di quanto previsto dall’art.
24 della Legge regionale n. 9/2007, la Direttiva di Attuazione dei
PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28 gennaio 2010,
avente ad oggetto «Modifica e integrazione delle direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19/3/2008, ai sensi della
Legge Regionale n. 40 del 12/12/2008»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 242 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 - Direttive di At-
4317
tuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28/1/2010. Presa d’atto del
parere della commissione del Consiglio Regionale e individuazione delle risorse finanziarie da destinare al bando per la concessione degli incentivi»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 226 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 – Rimodulazione
dei Piani Finanziari dei Settori Ricerca Scientifica e Innovazione
Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e
Risparmio Energetico, Sicurezza e legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali delle Imprese»;
— il D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 con il quale è stato approvato il Bando pubblico PIA «Pacchetti Integrati di Agevolazioni» a valere sulla linea 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 pubblicato sul BURC Regione Calabria del 16/12/2010 n.
49 individuando nel contempo Fincalabra s.p.a. – soggetto in
house – per la gestione complessiva dell’intervento fissando nel
contempo lo stanziamento economico iniziale in Euro
42.000.000,00 complessive distinto come segue:
1) Piani Investimenti Produttivi: Euro 28.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
2) Piani Integrati di servizi reali: Euro 3.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
3) Piani Innovazione Aziendale: Euro 10.000.000,00 - Linea
Intervento 1.1.3.2 del POR FESR Calabria 2007/2013;
4) Piani di Formazione Aziendale: Euro 1.000.000,00 –
Obiettivo specifico A – Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori – POR Calabria FSE
2007/2013;
il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria n. 4277 del 4/5/2011, con il quale è stato
approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra
s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 332.750,00 a valere
sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
la convenzione rep. n. 785 del 9/6/2011 sottoscritta tra il Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’informazione, verifica e
valutazione delle domande di finanziamento» – PIA 2010;
il D.D.G. n. 15416 del 9/12/2011 con oggetto «POR Calabria
FESR 2007-2013- Linea d’Intervento 7.1.4.1 – Bando Pubblico
«PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione» approvato con
D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 – Nomina commissione per la
scelta dei componenti il del Comitato Tecnico di Valutazione ai
sensi dell’art. 30 comma 2 del bando»;
il D.D.S. n. 1352 del 8/2/2012 del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria con oggetto «POR Calabria
FESR 2007/2013 – Asse IX obiettivo operativo 9.1.1 – Avviso
Pubblico PIA 2010 approvato con DDS n. 17189 del 30/10/2010
– Nomina CTV. Impegno di spesa»;
il D.D.G. n. 4127 del 28/03/2012 con il quale è stato nominato
il Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi dell’art. 30 comma 2
del bando, come successivamente rettificato con decreto n. 4255
del 12/4/2012;
il parere positivo in merito alla conformità con i Regolamenti,
le Direttive e le Decisioni Comunitarie reso, ai sensi e per gli
effetti della DGR 515/2008, dal Dirigente Generale del Di-
4318
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
partimento Attività produttive con prot. 17355 del 27/10/2010,
del Dirigente Generale del Dipartimento Cultura, Istruzione e
Ricerca prot. 11254 del 27/10/2010;
il parere positivo in merito alla coerenza programmatica con i
contenuti del QSN per la Politica regionale di sviluppo 2007
/2013 e del POR Calabria FESR 2007 /2013 come reso dall’Autorità di Gestione del POR FESR 2007 /2013 con prot. 8278 del
18/11/2010;
VISTO il comma 4 dell’art. 1 della L.R. 40/2008, che demanda
alla Giunta regionale la definizione dei regimi di aiuto e gli strumenti di incentivazione, attraverso l’approvazione di specifiche
Direttive di Attuazione definite per ciascun strumento di incentivazione e redatte sulla base dei limiti previsti dalla «Carta degli
Aiuti a finalità regionale» vigente per il periodo di programmazione 2007-2013, ai sensi delle D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 123, e
della legge 29 marzo 2001 n. 135, n. 8/08 e n. 40/08;
CONSIDERATO che la concessione di aiuti a finalità regionali è finalizzata a sostenere la qualificazione, il potenziamento e
l’innovazione dei sistemi produttivi regionali;
DATO ATTO che ai sensi e per gli effetti dell’art. 9 del Regolamento (CE) n. 800/2008 del 6/8/2008 recante «Aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 87/88
del Trattato – Regolamento generale di esenzione per categoria –
è stata trasmessa una sintesi della misura di aiuto di cui al presente decreto – Aiuto n. 5651 PIA 2010;
CONSIDERATO:
— che con D.D.G. n. 11275 del 3/8/2012, pubblicato sul
BURC n. 33 – Parte III – del 17/8/2012, sono state approvate le
graduatorie provvisorie dei Piani di Sviluppo Aziendale ammessi
a finanziamento e di quelli non ammessi a finanziamento;
— che ai sensi dell’art. 42 del bando si è dato corso all’esame
delle richieste/ricorsi in opposizione come pervenuti agli atti del
Dipartimento e che gli sono stati esitati con il supporto di Fincalabra s.p.a. e, qualora di competenza, previa convocazione del
Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi e per gli effetti di
quanto disciplinato all’art. 32 punto 1) del Bando;
— che con nota prot. 5636 del 14/11/2012, acquisita al protocollo dipartimentale n. 381750 del 19/11/2012, Fincalabra s.p.a.
– Soggetto Gestore –, a conclusione dell’attività di cui sopra, ha
trasmesso le determinazioni assunte dal Comitato Tecnico di Valutazione;
— che con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013, pubblicato sul BURC
n. 5 Parte III dell’1/2/2013, è stata approvata la graduatoria definitiva dell’Avviso «PIA – Pacchetti integrati di Agevolazione
2010» approvato con decreto n. 17189 del 30/11/2010;
Class s.r.l. per un contributo provvisorio complessivo pari a c
383.500,00, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
524.600,00.
DATO ATTO:
— che ai sensi di quanto disposto dall’art. 32 comma 5 del
bando PIA, la ditta Top Class s.r.l. ha restituito l’atto di adesione
ed obbligo, allegato al presente decreto per farne parte integrante
e sostanziale, a questa Amministrazione al fine di procedere alla
concessione del contributo spettante alla ditta;
— che con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013 del Dipartimento 5
«AA.PP.», si è proceduto, all’impegno di spesa - capitolo del
bilancio regionale 29050104, - Linea di intervento 7.1.4.1. - per i
Piani di Investimenti Produttivi per un importo complessivo pari
a 28.000.000,00 (c 10.000.000,00 c/impegno n. 4111/2013 ed c
18.000.000,00 c/impegno n. 173/2014) e per i Piani Integrati dei
Servizi Reali per un importo complessivo pari a c 3.000.000,00
(c 1.000.000,00 c/impegno n. 4112/2013 ed c 2.000.000,00 c/impegno n. 174/2014);
— che con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012 del Dipartimento
11 «Istruzione, Alta Formazione e Ricerca Scientifica» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 48010103, all’impegno di spesa sulla Linea di Intervento 1.1.3.2. per un importo
pari a c 10.000.000,00 (c/impegno n. 4033/2012) per i Piani di
Innovazione Aziendale;
— che con D.D.S. n. 10551 del 22/7/2013 del Dipartimento
10 «Politiche del Lavoro, della famiglia, pari opportunità, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 3221130, all’impegno di
spesa per un importo pari a c 1.000.000,00 (c/impegno n. 2915/
2013) per i Piani di Formazione Aziendale.
DARE ATTO altresì che il presente provvedimento sarà trasmesso per competenza ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti
interessati;
Sulla base dell’istruttoria compiuta dal soggetto gestore – Fincalabra s.p.a. -, dall’ufficio preposto e dal Responsabile della
Linea d’Intervento, a termini delle richiamate disposizioni legislative;
DECRETA
Per i motivi espressi in premessa e che si intendono integralmente riportati:
— di prendere atto dell’atto di adesione e obbligo sottoscritto,
per accettazione, dal legale rappresentate della Ditta Top Class
s.r.l., parte integrante e sostanziale del presente decreto.
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 7054 del 9/5/2013, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 199.640,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— di concedere alla ditta Top Class s.r.l. – Codice Fiscale/
Partita IVA 02367720782, con sede legale a Rende (CS), Via
Busento, 21/23, CAP 87036, collocata alla posizione n. 36 nella
graduatoria dei progetti PIA approvata con D.D.S. n. 14 del 2/1/
2013 - il contributo complessivo di c 383.500,00 a fronte di investimenti ammissibili pari ad c 524.600,00;
— la convenzione rep. n. 1169 del 3/6/2013 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’istruttoria e verifica tecnica-amministrativa della realizzazione dei piani di sviluppo
aziendale» – PIA 2010;
— l’ammontare del predetto contributo è calcolato in via
provvisoria e sarà rideterminato a conclusione del programma
d’investimenti, sulla base delle spese ammissibili effettivamente
sostenute e della verifica relativa al rispetto delle intensità massime di aiuto previste dalla disciplina comunitaria;
VISTO che tra le aziende inserite nella graduatoria approvata
con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 risulta finanziabile la ditta Top
— la suddetta spesa trova copertura finanziaria secondo i seguenti modi:
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— piano Integrato dei Servizi Reali, contributo pari a c
22.300,00 a fronte d’investimenti ammissibili pari a c 44.600,00,
a valere sugli impegni di spesa n. 4112/2013 e n. 174/2014 –
capitolo 29050104 – effettuati con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013
del Dipartimento 5;
— piano di Innovazione Aziendale, contributo pari a c
357.000,00 a fronte d’investimenti ammissibili pari a c
474.000,00 a valere sull’impegno di spesa n. 4033/2012 – capitolo 48010103 – effettuato con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012
del Dipartimento 11;
— piano di Formazione Aziendale, contributo pari a c
4.200,00 a fronte d’investimenti ammissibili pari a c 6.000,00, a
valere sull’impegno di spesa n. 2915/2013 – capitolo 3221130 –
effettuato con D.D.S. n. 10551 del 22/7/2013 del Dipartimento
10;
— di trasmettere copia del presente provvedimento alla ditta
interessata, ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti interessati ed
al Soggetto Gestore - Fincalabra s.p.a. per gli adempimenti di
competenza;
— di pubblicare il presente provvedimento sul BUR della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 11 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Avv. Pasquale Monea
DECRETO n. 14047 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1. Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Cadi dei
F.lli Milasi & C. s.n.c trasformata in Cadi dei F.lli Milasi
srl.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTI:
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7 /96 e dal
D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e ai controllo da
quella di gestione»;
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali, e ritenuta propria la competenza;
4319
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il D.D.G. n. 399 del 16/1/2012, con il quale il dott. Francesco Marana è stato nominato Dirigente del Servizio 1 «Incentivi, Promozione, Grandi eventi, Fiere e mercati, Artigianato»
del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge finanziaria)»;
VISTI ALTRESÌ:
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di
sviluppo regionale e recante abrogazione del Regolamento (CE)
n. 1783/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di
sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di
coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul
Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006 per quanto
riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196 «Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/
2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo
regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione»;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006
per quanto riguarda alcuni progetti generatori di entrate;
— il Regolamento (CE) n. 397 /2009 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento
(CE) n. 1080/2006 relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale per quanto riguarda l’ammissibilità degli investimenti a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili nell’edilizia abitativa;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 198 del 30/5/2013 con
la quale l’avv. Pasquale Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il Regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione
dell’1 settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n.
1828/2006 che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul fondo di coesione e del regolamento (CE) n.
1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al
Fondo europeo di sviluppo regionale;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività Produttive;
— il Regolamento (UE) n. 539/2010 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 16/6/2010 recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
— la D.G.R. n. 770 dell’11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
4320
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione
di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
Gestione e Controllo del POR FESR 2007-2013 e relativi allegati, in seguito all’accettazione da parte della Commissione europea»;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013, approvato dalla Commissione Europea con
Decisione n. C (2007) 3329 del 13/7/2007;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 202 del 20/5/2011
recante «Organigramma della struttura Regionale responsabile
dell’attuazione degli Assi prioritari dei settori e delle linee d’intervento del POR Calabria FESR 2007/2013 approvato con decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/
2007 – modifica DGR 169 del 8/2/2010»;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C
(2007) 6322 del 7/12/2007;
CONSIDERATO CHE:
— la deliberazione di Giunta regionale n. 881 del 24/12/2007
con la quale si è preso atto dell’approvazione da parte della Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/2007
del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 221 del 19/3/08 di
presa d’atto del Piano Finanziario del POR Calabria FESR 20072013 per Assi prioritari, Settori di Intervento e Obiettivi Operativi;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 226 del 15/3/2010
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario dei Settori Ricerca Scientifica ed Innovazione Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico, Sicurezza e Legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali e delle Imprese del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 654 del 16/9/2008
avente ad oggetto: Definizione e Organigramma delle Strutture
Amministrative della Giunta Regionale responsabili dell’attuazione degli Assi Prioritari, dei Settori e delle Linee di Intervento
del POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione
della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/07;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 335 del 9/6/2009
avente ad oggetto «Rettifica D.G.R. n. 654 del 16/9/2008 avente
per oggetto: «Definizione e organigramma delle strutture amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione
degli Assi prioritari, dei Settori e delle Linee di intervento del
POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione della
Commissione europea C (2007) 6322 del 7/12/07», successivamente modificata con deliberazioni di Giunta regionale n. 24 del
28/1/2010 e n. 169 del 27/2/2010;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 95 del 23/2/2009
recante: Presa d’atto dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007/2013, approvati dal comitato di sorveglianza ai sensi
dell’art. 65, lett. a) del Regolamento (CE) n. 1083/2006;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 459 del 24/7/2009
che modifica la DGR n. 1021 del 16/12/2008 e la DGR n. 163
dell’8/4/2009 ed approva il documento recante descrizione dei
Sistemi di Gestione e Controllo ai sensi dell’art. 71, paragrafo 1,
del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio
2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 8 del 13/1/2009
avente ad oggetto «Presa d’atto della Descrizione dei Sistemi di
— con deliberazione n. 221 del 19/3/2008 è stato approvato il
piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013;
— con deliberazione n. 240 del 24/4/2009 è stata approvata
una rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR
2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento;
— con deliberazione n. 226 del 15/3/2010 è stata approvata
un’ulteriore rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento, che ha interessato gli Assi I, II, IV, V, VII;
— con deliberazione n. 256 del 24/5/2012 recante «Rimodulazione del Piano finanziario del POR FESR Calabria – Asse VII
Sistemi Produttivi» è stato rimodulato il piano finanziario dell’Asse VII Sistemi produttivi incrementando la dotazione finanziaria della Linea d’intervento 7.1.4.1 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»
ad Euro 77.530.000,00;
VISTI:
— l’Obiettivo Operativo 7.1.4 del POR Calabria FESR 2007/
2013 «Promuovere e sostenere la competitività delle imprese e la
creazione di nuove imprese nei settori innovativi e/o rapida crescita»;
— la linea d’intervento 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»;
RICHIAMATI:
— la Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19 marzo 2008,
con la quale è stata approvata, ai sensi di quanto previsto dall’art.
24 della Legge regionale n. 9/2007, la Direttiva di Attuazione dei
PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28 gennaio 2010,
avente ad oggetto «Modifica e integrazione delle direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19/3/2008, ai sensi della
Legge Regionale n. 40 del 12/12/2008»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 242 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 - Direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28/1/2010. Presa d’atto del
parere della commissione del Consiglio Regionale e individuazione delle risorse finanziarie da destinare al bando per la concessione degli incentivi»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 226 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 – Rimodulazione
dei Piani Finanziari dei Settori Ricerca Scientifica e Innovazione
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e
Risparmio Energetico, Sicurezza e legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali delle Imprese»;
— il D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 con il quale è stato approvato il Bando pubblico PIA «Pacchetti Integrati di Agevolazioni a valere sulla linea 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 pubblicato sul BURC Regione Calabria del 16/12/2010 n.
49 individuando nel contempo Fincalabra s.p.a. – soggetto in
house – per la gestione complessiva dell’intervento fissando nel
contempo lo stanziamento economico iniziale in Euro
42.000.000,00 complessive distinto come segue:
1) Piani Investimenti Produttivi: Euro 28.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
2) Piani Integrati di servizi reali: Euro 3.000.000,00 - Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
3) Piani Innovazione Aziendale: Euro 10.000.000,00 - Linea
Intervento 1.1.3.2 del POR FESR Calabria 2007/2013;
4321
VISTO il comma 4 dell’art. 1 della L.R. 40/2008, che demanda
alla Giunta regionale la definizione dei regimi di aiuto e gli strumenti di incentivazione, attraverso l’approvazione di specifiche
Direttive di Attuazione definite per ciascun strumento di incentivazione e redatte sulla base dei limiti previsti dalla «Carta degli
Aiuti a finalità regionale» vigente per il periodo di programmazione 2007-2013, ai sensi delle D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 123, e
della legge 29 marzo 2001 n. 135, n. 8/08 e n. 40/08;
CONSIDERATO che la concessione di aiuti a finalità regionali è finalizzata a sostenere la qualificazione, il potenziamento e
l’innovazione dei sistemi produttivi regionali;
DATO ATTO che ai sensi e per gli effetti dell’art. 9 del Regolamento (CE) n. 800/2008 del 6/8/2008 recante «Aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 87/88
del Trattato – Regolamento generale di esenzione per categoria –
è stata trasmessa una sintesi della misura di aiuto di cui al presente decreto – Aiuto n. 5651 PIA 2010;
CONSIDERATO:
4) Piani di Formazione Aziendale: Euro 1.000.000,00 –
Obiettivo specifico A – Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori – POR Calabria FSE
2007/2013;
— che con D.D.G. n. 11275 del 03.08.2012, pubblicato sul
BURC n. 33 – Parte III – del 17/8/2012, sono state approvate le
graduatorie provvisorie dei Piani di Sviluppo Aziendale ammessi
a finanziamento e di quelli non ammessi a finanziamento;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 4277 del 4/5/2011, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 332.750,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— che ai sensi dell’art. 42 del bando si è dato corso all’esame
delle richieste/ricorsi in opposizione come pervenuti agli atti del
Dipartimento e che gli sono stati esitati con il supporto di Fincalabra s.p.a. e, qualora di competenza, previa convocazione del
Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi e per gli effetti di
quanto disciplinato all’art. 32 punto 1) del Bando;
— la convenzione rep. n. 785 del 9/6/2011 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’informazione, verifica e
valutazione delle domande di finanziamento» – PIA 2010;
— il D.D.G. n. 15416 del 9/12/2011 con oggetto «POR Calabria FESR 2007-2013- Linea d’Intervento 7.1.4.1 - Bando Pubblico «PIA - Pacchetti Integrati Di Agevolazione» approvato con
D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 – Nomina commissione per la
scelta dei componenti il del Comitato Tecnico di Valutazione ai
sensi dell’art. 30 comma 2 del bando»;
— che con nota prot. 5636 del 14.11.2012, acquisita al protocollo dipartimentale n. 381750 del 19/11/2012, Fincalabra s.p.a.
– Soggetto Gestore –, a conclusione dell’attività di cui sopra, ha
trasmesso le determinazioni assunte dal Comitato Tecnico di Valutazione;
— che con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013, pubblicato sul BURC
n. 5 Parte III dell’1/2/2013, è stata approvata la graduatoria definitiva dell’Avviso «PIA – Pacchetti integrati di Agevolazione
2010» approvato con decreto n. 17189 del 30/11/2010;
— il D.D.S. n. 1352 del 8/2/2012 dei Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria con oggetto «POR Calabria
FESR 2007/2013 – Asse IX obiettivo operativo 9.1.1. – Avviso
Pubblico PIA 2010 approvato con DDS n. 17189 del 30/10/2010
– Nomina CTV. Impegno di spesa»;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 7054 del 9/5/2013, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 199.640,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— il D.D.G. n. 4127 del 28/3/2012 con il quale è stato nominato il Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi dell’art. 30
comma 2 del bando, come successivamente rettificato con decreto n. 4255 del 12/4/2012;
— la convenzione rep. n. 1169 del 3/6/2013 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’istruttoria e verifica tecnica-amministrativa della realizzazione dei piani di sviluppo
aziendale» – PIA 2010;
— il parere positivo in merito alla conformità con i Regolamenti, le Direttive e le Decisioni Comunitarie reso, ai sensi e per
gli effetti della DGR 515/2008, dal Dirigente Generale del Dipartimento Attività produttive con prot. 17355 del 27/10/2010,
del Dirigente Generale del Dipartimento Cultura, Istruzione e
Ricerca prot. 11254 del 27/10/2010;
— il parere positivo in merito alla coerenza programmatica
con i contenuti del QSN per la Politica regionale di sviluppo
2007/2013 e del POR Calabria FESR 2007 /2013 come reso dall’Autorità di Gestione del POR FESR 2007/2013 con prot. 8278
del 18/11/2010;
VISTO che tra le aziende inserite nella graduatoria approvata
con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 risulta, finanziabile la ditta Cadi
dei F.lli Milasi & C. s.n.c trasformata in Cadi dei F.lli Milasi srl
per un contributo provvisorio complessivo pari a c 296.527,73, a
fronte di un investimento ammissibile pari ad c 401.712,00.
DATO ATTO:
— che ai sensi di quanto disposto dall’art. 32 comma 5 del
bando PIA, la ditta Cadi Dei F.lli Milasi & C. s.n.c trasformata in
Cadi dei F.lli Milasi srl ha restituito l’atto di adesione ed ob-
4322
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
bligo, allegato al presente decreto per farne parte integrante e
sostanziale, a questa Amministrazione al fine di procedere alla
concessione del contributo spettante alla ditta;
— che con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013 del Dipartimento 5
«AA.PP.», si è proceduto, all’impegno di spesa - capitolo del
bilancio regionale 29050104, - Linea di intervento 7.1.4.1. - per i
Piani di Investimenti Produttivi per un importo complessivo pari
a 28.000.000,00 (c 10.000.000,00 c/impegno n. 4111/2013 ed c
18.000.000,00 c/impegno n. 173/2014) e per i Piani Integrati dei
Servizi Reali per un importo complessivo pari a c 3.000.000,00
(c 1.000.000,00 c/impegno n. 4112/2013 ed c 2.000.000,00 c/impegno n. 174/2014);
— che con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012 del Dipartimento
11 «Istruzione, Alta Formazione e Ricerca Scientifica» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 48010103, all’impegno di spesa sulla Linea di Intervento 1.1.3.2. per un importo
pari a c 10.000.000,00 (c/impegno n. 4033/2012) per i Piani di
Innovazione Aziendale;
— che con D.D.S. n. 10551 del 22/7/2013 del Dipartimento
10 «Politiche del Lavoro, della famiglia, pari opportunità, Formazione Professionale; Cooperazione e Volontariato» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 3221130, all’impegno di
spesa per un importo pari a c 1.000.000,00 (c/impegno n. 2915/
2013) per i Piani di Formazione Aziendale.
DARE ATTO altresì che il presente provvedimento sarà trasmesso per competenza ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti
interessati;
Sulla base dell’istruttoria compiuta dal soggetto gestore – Fincalabra s.p.a. -, dall’ufficio preposto e dal Responsabile della
Linea d’Intervento, a termini delle richiamate disposizioni legislative;
— di trasmettere copia del presente provvedimento alla ditta
interessata, ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti interessati ed
al Soggetto Gestore - Fincalabra s.p.a. per gli adempimenti di
competenza;
— di pubblicare il presente provvedimento sul BUR della
Regione Calabria.
Catanzaro, lì 11 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Avv. Pasquale Monea
DECRETO n. 14059 dell’11 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi Obiettivo specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle
imprese – Linea di intervento 7.1.3.2. - Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa. Istituzione del «Fondo regionale per il sostegno agli investimenti
delle PMI regionali attraverso il Mezzanine financing – Progetto CUP J61B11000250006 – Presa atto della delibera del
Comitato di valutazione relativa all’ammissione al Finanziamento Mezzanino della seguente impresa beneficiaria:
«Sgromo Costruzioni s.r.l.» – Catanzaro (CZ).
IL DIRIGENTE
VISTI:
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7/96 e dal
D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
DECRETA
Per i motivi espressi in premessa e che si intendono integralmente riportati:
— di prendere atto dell’atto di adesione e obbligo sottoscritto,
per accettazione, dal legale rappresentate della Ditta Cadi dei
F.lli Milasi & C. s.n.c trasformata in Cadi dei F.lli Milasi srl,
parte integrante e sostanziale del presente decreto.
— di concedere alla ditta Cadi dei F.lli Milasi & C. s.n.c trasformata in Cadi dei F.lli Milasi srl - Codice Fiscale/Partita IVA
01025850809, con sede legale a Reggio Calabria (RC), Via Ciccarello, 77, CAP 89100, collocata alla posizione n. 25 nella graduatoria dei progetti PIA approvata con D.D.S. n. 14 del 2/1/
2013 – il contributo complessivo di c 296.527,73 a fronte di investimenti ammissibili pari ad c 401.712,00;
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, recante «Riordino delle funzioni amministrative regionali e locali»;
— la L.R. n. 8 del 4/4/2002 – recante «Ordinamento del Bilancio e della contabilità della Regione Calabria;
— la D.G.R. n. 770 dell’11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— la D.G.R. n. 198 del 30/5/2013 con la quale l’avv. Pasquale
Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5
«Attività Produttive»;
— l’ammontare del predetto contributo è calcolato in via
provvisoria e sarà rideterminato a conclusione del programma
d’investimenti, sulla base delle spese ammissibili effettivamente
sostenute e della verifica relativa al rispetto delle intensità massime di aiuto previste dalla disciplina comunitaria;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 «Attività Produttive»;
— la suddetta spesa trova copertura finanziaria secondo i seguenti modi:
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento n. 5 «Attività Produttive»;
— piano di Innovazione Aziendale, contributo pari a c
296.527,73 a fronte d’investimenti ammissibili pari a c
401.712,00 a valere sull’impegno di spesa n. 4033/2012 – capitolo 48010103 – effettuato con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012
del Dipartimento 11;
— il D.D.G. 16 gennaio 2012, n. 399, con il quale è stato
conferito al dott. Francesco Marano l’incarico di Dirigente del
Servizio 1 «Incentivi, Promozione, grandi eventi in fiere e mercati, Artigianato» del Dipartimento n. 5 «Attività Produttive»;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge Finanziaria)»;
VISTA la D.G.R. n. 539 del 6/12/2011 avente ad oggetto
«POR Calabria FESR 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi
Obiettivo specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e
sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle imprese –
Linea di intervento 7.1.3.2. Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa Istituzione del «Fondo
regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI regionale
attraverso il Mezzanine financing» con la quale Giunta Regionale ha deliberato:
— di istituire, con risorse del POR Calabria FESR 2007/2013
il «Fondo regionale per il sostegno agli investimenti delle Pmi
regionali attraverso il Mezzanine financing»;
— di stabilire che l’ammontare del «Fondo regionale per il
sostegno agli investimenti delle Pmi regionali attraverso il Mezzanine financing» può essere commisurato ad un importo pari a
25 milioni di euro;
— di stabilire che il contributo di cui alla presente delibera è
corrisposto a valere sulla Linea di intervento 7.1.3.2. per euro 25
milioni;
— di approvare il Piano delle Attività, predisposto ai sensi ed
in conformità all’art. 43 del Regolamento (CE) n. 1828/2006 e
s.m.i., per la costituzione e la gestione del «Fondo regionale per
il sostegno agli investimenti delle Pmi regionali attraverso il
Mezzanine financing»;
— di individuare Fincalabra spa quale soggetto in house della
Regione Calabria a cui affidare in gestione il suddetto Fondo;
— di approvare il testo di Accordo di finanziamento Regione
Calabria Fincalabra spa, predisposto ai sensi ed in conformità
all’art. 44 del Regolamento CE n. 1083/2006 ed agli artt. 43 e 45
del Regolamento CE n. 1828/2006;
— di demandare al Dipartimento Attività produttive la successiva definizione delle disposizione attuative ed operative del
medesimo Fondo, previa consultazione del tavolo partenariale,
l’adozione degli atti consequenziali alla presente deliberazione
per il trasferimento delle risorse a Fincalabra spa, nonché ogni
altro adempimento necessario all’esatta esecuzione del presente
deliberato ed alla successiva regolamentazione dei rapporti tra la
Regione Calabria e la predetta Finanziaria Regionale;
VISTO l’Accordo di Finanziamento stipulato in data 13/12/
2011 rep. 1947/2011 ai sensi e per gli effetti di quanto disposto
all’art. 44 del Regolamento CE n. 1083/2006 ed agli artt. 43 e 45
del Regolamento CE n. 1828/2006, tra la Regione Calabria rappresentata dal Dirigente generale pro tempore del Dipartimento
Attività Produttive D.ssa Maria Grazia Nicolò e Fincalabria
s.p.a. Soggetto gestore in house – come rappresentata dal Presidente e legale rappresentante della predetta società Sig. Umberto
De Rose;
VISTO il DDG n. 15551 del 13/12/2011 relativo all’impegno
di spesa di euro 25.000.000,00 assunto valere sulle risorse POR
Calabria Fesr 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi Obiettivo
specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la
competitività dei sistemi produttivi e delle imprese – Linea di
intervento 7.1.3.2. - Azione per la promozione e l’utilizzazione
di strumenti di finanza innovativa – Capitolo 29050103 Impegno
n. 4052/2011;
4323
VISTO il DDG n. 15621 del 15/12/2011 con il quale è stato
disposto, in esecuzione della DGR 539 del 6/12/2011, il trasferimento della somma di euro 25.000.000,00 a favore di Fincalabria s.p.a. Soggetto Gestore – in house – a valere sulle risorse
POR Calabria 2007-2013, necessarie alla costituzione del
«Fondo Regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI
Regionali attraverso il Mezzanine financing» giusta DGR n. 539
del 6/12/2011 avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007/
2013, Asse VII – Sistemi produttivi, obiettivo specifico 7.1 –
Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la competitività
dei sistemi produttivi e delle imprese, linea di Intervento 7.1.3.2.
- Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa, Istituzione del «Fondo Regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI Regionali attraverso il Mezzanine Financing»;
VISTA la D.G.R. n. 211 del 4/5/2012 avente ad oggetto «POR
Calabria Fesr 2007/2013 Asse VII Sistemi produttivi Obiettivo
specifico 7.1 – Milgiorare le condizioni di contesto e sostenere la
competitività dei sistemi produttivi e delle Imprese – Linea di
intervento 7.1.3.2. - Azioni per la promozione e l’utilizzazione di
strumenti di finanza innovativa DGR n. 539 del 6 dicembre 2011
«Fondo regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI regionali attraverso il Mezzanine financing». Modifiche al Piano
delle Attività con la quale la Giunta regionale ha deliberato di
modificare parzialmente l’art. 2.5, primo comma, e l’art. 2.6, secondo comma, del Piano di attività approvato con deliberazione
di Giunta regionale n. 539 del 6 dicembre 2011;
VISTO il DDG n. 6297 del 9/5/2012 con il quale è stata approvata la Convenzione di servizio disciplinare i rapporti tra la
Regione Calabria e Fincalabra s.p.a. per la gestione del Fondo
Mezzanine Financing;
VISTA la Convenzione di servizio stipulata in data 17/5/2012,
rep. 805, tra la Regione Calabria rappresentata dal Dirigente generale pro tempore del Dipartimento Attività Produttive D.ssa
Maria Grazio Nicolò e Fincalabria s.p.a. Soggetto gestore in
house – come rappresentata dal Presidente e legale rappresentante della predetta società Sig. Umberto De Rose;
VISTO il Bur Calabria n. 25, parte III del 22 giugno sul quale
è stato pubblicato l’Avviso pubblico relativo al Fondo Mezzanine Financing;
VISTO il DDG n. 12661 del 7/9/2012 con il quale è stato
nominato, ai sensi dell’art. 12 dell’Avviso pubblico relativo al
Fondo in oggetto, il Comitato di valutazione avente la finalità, in
particolar modo, di deliberare sulle singole domande di finanziamento presentate dalle imprese proponenti a valere sul «Fondo
regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI regionali
attraverso il Mezzanine financing»;
VISTO il Bur Calabria n. 6, parte III, dell’8 febbraio 2013 sul
quale è stato pubblicato il testo aggiornato dell’Avviso pubblico
relativo al Fondo Mezzanine Financing;
CONSIDERATO che con nota n. 6515 del 20/9/2013, acquisito al protocollo del Dipartimento n. 301350 del 26/9/2013, il
Soggetto gestore, Fincalabria s.p.a., ha comunicato all’impresa
beneficiaria ed al medesimo Dipartimento che il Comitato di valutazione del Fondo di cui all’oggetto, nella riunione del 17/9/
2013, ha deliberato l’ammissione al finanziamento della domanda presentata dalla società «Sgromo Costruzioni s.r.l.», con
sede legale in via Strada provinciale, contrada San Nicola –
Maida (CZ);
RITENUTO pertanto opportuno, antecedentemente alla stipula del contratto di finanziamento tra il Soggetto gestore e l’impresa beneficiaria, di dover prendere atto della deliberazione as-
4324
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
sunta dal Comitato di valutazione in ordine all’ammissione al
finanziamento della domanda presentata dalla società «Sgromo
Costruzioni S.r.l», con sede legale in via Strada provinciale, contrada San Nicola – Maida (CZ). Che in particolar modo prevede
le seguenti principali condizioni:
Spese complessive del programma di
investimento ritenute ammissibili
c 1.068.500,00
Importo del Finanziamento Mezzanino
concesso
c 740.000,00
Finanziamento Mezzanino concesso
Totale spese ammissibili del programma
di investimento
69,26%
Durata del finanziamento in mesi
96 mesi
Catanzaro, lì 11 ottobre 2013
Il Dirigente
Dott. Felice Iracà
DECRETO n. 14060 dell’11 ottobre 2013
Preammortamento fino al
30/9/2015
Data inizio ammortamento
1/10/2015
Tasso di interesse applicato sull’operazione (Euribor 3 mesi + 2%)
Di disporre la pubblicazione del presente decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
2,22%
Equivalente Sovvenzione Lordo (ESL)
c 123.031,98
Concessione del finanziamento a titolo
del
Reg. Ce
n. 800/2008
POR Calabria FESR 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi Obiettivo specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle
imprese – Linea di intervento 7.1.3.2. – Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa. Istituzione del «Fondo regionale per il sostegno agli investimenti
delle PMI regionali attraverso il Mezzanine financing – Progetto CUP J61B11000250006 – Presa atto della delibera del
Comitato di valutazione relativa all’ammissione al Finanziamento Mezzanino della seguente impresa beneficiaria: «Salvatori s.r.l» – Catanzaro (CZ).
IL DIRIGENTE
VISTI:
A termini delle richiamate disposizioni legislative;
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7/96 e dal
D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
DECRETA
La narrativa, che qui di seguito si intende integralmente trascritta, è parte integrante del presente decreto;
Di prendere atto, per come risulta nota n. 6516 del 20/9/2013,
acquisita al protocollo del Dipartimento n. 301350 del 26/9/
2013, della deliberazione assunta dal Comitato di valutazione in
ordine all’ammissione al finanziamento della domanda presentata dalla «Sgromo Costruzione S.r.l.», con sede legale in via
Strada provinciale contrada San Nicola – Maida (CZ) che in particolar modo prevede le seguente principali condizioni:
Spese complessive del programma di
investimento ritenute ammissibili
c 1.068.500,00
Importo del Finanziamento Mezzanino
concesso
c 740.000,00
Finanziamento Mezzanino concesso
Totale spese ammissibili del programma
di investimento
69,26%
Durata del finanziamento in mesi
96 mesi
Preammortamento fino al
30/9/2015
Data inizio ammortamento
1/10/2015
Tasso di interesse applicato sull’operazione (Euribor 3 mesi + 2%)
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, recante «Riordino delle funzioni amministrative regionali e locali»;
— la L.R. n. 8 del 4/4/2002 – recante «Ordinamento del Bilancio e della contabilità della Regione Calabria;
— la D.G.R. n. 770 dell’11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— la D.G.R. n. 198 del 30/5/2013 con la quale l’avv. Pasquale
Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5
«Attività Produttive»;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 «Attività Produttive»;
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento n. 5 «Attività Produttive»;
2,22%
Equivalente Sovvenzione Lordo (ESL)
c 123.031,98
Concessione del finanziamento a titolo
del
Reg. Ce
n. 800/2008
Di notificare il presente decreto a Fincalabra S.p.a.;
— il D.D.G. 16 gennaio 2012, n. 399, con il quale è stato
conferito al dott. Francesco Marano l’incarico di Dirigente del
Servizio 1 «Incentivi, Promozione, grandi eventi in fiere e mercati, Artigianato» del Dipartimento n. 5 «Attività Produttive»;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge Finanziaria)»;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTA la D.G.R. n. 539 del 6/12/2011 avente ad oggetto
«POR Calabria FESR 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi
Obiettivo specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e
sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle imprese –
Linea di intervento 7.1.3.2. Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa Istituzione del «Fondo
regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI regionale
attraverso il Mezzanine financing» con la quale Giunta Regionale ha deliberato:
— di istituire, con risorse del POR Calabria FESR 2007/2013
il «Fondo regionale per il sostegno agli investimenti delle Pmi
regionali attraverso il Mezzanine financing»;
— di stabilire che l’ammontare del «Fondo regionale per il
sostegno agli investimenti delle Pmi regionali attraverso il Mezzanine financing» può essere commisurato ad un importo pari a
25 milioni di euro;
— di stabilire che il contributo di cui alla presente delibera è
corrisposto a valere sulla Linea di intervento 7.1.3.2. per euro 25
milioni;
— di approvare il Piano delle Attività, predisposto ai sensi ed
in conformità all’art. 43 del Regolamento (CE) n. 1828/2006 e
s.m.i., per la costituzione e la gestione del «Fondo regionale per
il sostegno agli investimenti delle Pmi regionali attraverso il
Mezzanine financing»;
— di individuare Fincalabra spa quale soggetto in house della
Regione Calabria a cui affidare in gestione il suddetto Fondo;
— di approvare il testo di Accordo di finanziamento Regione
Calabria Fincalabra spa, predisposto ai sensi ed in conformità
all’art. 44 del Regolamento CE n. 1083/2006 ed agli artt. 43 e 45
del Regolamento CE n. 1828/2006;
— di demandare al Dipartimento Attività produttive la successiva definizione delle disposizione attuative ed operative del
medesimo Fondo, previa consultazione del tavolo partenariale,
l’adozione degli atti consequenziali alla presente deliberazione
per il trasferimento delle risorse a Fincalabra spa, nonché ogni
altro adempimento necessario all’esatta esecuzione del presente
deliberato ed alla successiva regolamentazione dei rapporti tra la
Regione Calabria e la predetta Finanziaria Regionale;
VISTO l’Accordo di Finanziamento stipulato in data 13/12/
2011 rep. 1947/2011 ai sensi e per gli effetti di quanto disposto
all’art. 44 del Regolamento CE n. 1083/2006 ed agli artt. 43 e 45
del Regolamento CE n. 1828/2006, tra la Regione Calabria rappresentata dal Dirigente generale pro tempore del Dipartimento
Attività Produttive D.ssa Maria Grazia Nicolò e Fincalabria
s.p.a. Soggetto gestore in house – come rappresentata dal Presidente e legale rappresentante della predetta società Sig. Umberto
De Rose;
VISTO il DDG n. 15551 del 13/12/2011 relativo all’impegno
di spesa di euro 25.000.000,00 assunto valere sulle risorse POR
Calabria FESR 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi Obiettivo specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle imprese –
Linea di intervento 7.1.3.2. – Azione per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa – Capitolo
29050103 Impegno n. 4052/2011;
VISTO il DDG n. 15621 del 15/12/2011 con il quale è stato
disposto, in esecuzione della DGR 539 del 6/12/2011, il trasferimento della somma di euro 25.000.000,00 a favore di Fincalabria s.p.a. Soggetto Gestore – in house – a valere sulle risorse
POR Calabria 2007-2013, necessarie alla costituzione del
«Fondo Regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI
4325
Regionali attraverso il Mezzanine financing» giusta DGR n. 539
del 6/12/2011 avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007/
2013, Asse VII – Sistemi produttivi, obiettivo specifico 7.1 –
Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la competitività
dei sistemi produttivi e delle imprese, linea di Intervento 7.1.3.2.
- Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa, Istituzione del «Fondo Regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI Regionali attraverso il Mezzanine Financing»;
VISTA la D.G.R. n. 211 del 4/5/2012 avente ad oggetto «POR
Calabria Fesr 2007/2013 Asse VII Sistemi produttivi Obiettivo
specifico 7.1 – Milgiorare le condizioni di contesto e sostenere la
competitività dei sistemi produttivi e delle Imprese – Linea di
intervento 7.1.3.2. - Azioni per la promozione e l’utilizzazione di
strumenti di finanza innovativa DGR n. 539 del 6 dicembre 2011
«Fondo regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI regionali attraverso il Mezzanine financing». Modifiche al Piano
delle Attività con la quale la Giunta regionale ha deliberato di
modificare parzialmente l’art. 2.5, primo comma, e l’art. 2.6, secondo comma, del Piano di attività approvato con deliberazione
di Giunta regionale n. 539 del 6 dicembre 2011;
VISTO il DDG n. 6297 del 9/5/2012 con il quale è stata approvata la Convenzione di servizio disciplinare i rapporti tra la
Regione Calabria e Fincalabra s.p.a. per la gestione del Fondo
Mezzanine Financing;
VISTA la Convenzione di servizio stipulata in data 17/5/2012,
rep. 805, tra la Regione Calabria rappresentata dal Dirigente generale pro tempore del Dipartimento Attività Produttive D.ssa
Maria Grazio Nicolò e Fincalabria s.p.a. Soggetto gestore in
house – come rappresentata dal Presidente e legale rappresentante della predetta società Sig. Umberto De Rose;
VISTO il Bur Calabria n. 25, parte III del 22 giugno sul quale
è stato pubblicato l’Avviso pubblico relativo al Fondo Mezzanine Financing;
VISTO il DDG n. 12661 del 7/9/2012 con il quale è stato
nominato, ai sensi dell’art. 12 dell’Avviso pubblico relativo al
Fondo in oggetto, il Comitato di valutazione avente la finalità, in
particolar modo, di deliberare sulle singole domande di finanziamento presentate dalle imprese proponenti a valere sul «Fondo
regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI regionali
attraverso il Mezzanine financing»;
VISTO il Bur Calabria n. 6, parte III, dell’8 febbraio 2013 sul
quale è stato pubblicato il testo aggiornato dell’Avviso pubblico
relativo al Fondo Mezzanine Financing;
CONSIDERATO che con nota n. 6514 del 20/9/2013, acquisito al protocollo del Dipartimento n. 299421 del 24/9/2013, il
Soggetto gestore, Fincalabria s.p.a., ha comunicato all’impresa
beneficiaria ed al medesimo Dipartimento che il Comitato di valutazione del Fondo di cui all’oggetto, nella riunione del 17/9/
2013, ha deliberato l’ammissione al finanziamento della domanda presentata dalla società «Salvatori s.r.l», con sede legale
ed operativa in via Emilia n. 74 – Catanzaro (CZ);
RITENUTO pertanto opportuno, antecedentemente alla stipula del contratto di finanziamento tra il Soggetto gestore e l’impresa beneficiaria, di dover prendere atto della deliberazione assunta dal Comitato di valutazione in ordine all’ammissione al
finanziamento della domanda presentata dalla società «Salvatori
s.r.l», con sede legale ed operativa in via Emilia n. 74 – Catanzaro (CZ), che in particolar modo prevede le seguenti principali
condizioni:
4326
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14061 dell’11 ottobre 2013
Spese complessive del programma di
investimento ritenute ammissibili
c 488.400,00
Importo del Finanziamento Mezzanino
concesso
c 340.000,00
Finanziamento Mezzanino concesso
Totale spese ammissibili del programma
di investimento
69,62%
Durata del finanziamento in mesi
96 mesi
Preammortamento fino al
30/9/2015
Data inizio ammortamento
1/10/2015
Tasso di interesse applicato sull’operazione (Euribor 3 mesi + 2%)
POR Calabria FESR 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi Obiettivo specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle
imprese – Linea di intervento 7.1.3.2. – Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa. Istituzione del «Fondo regionale per il sostegno agli investimenti
delle PMI regionali attraverso il Mezzanine financing – Progetto CUP J61B11000250006 – Presa atto della delibera del
Comitato di valutazione relativa all’ammissione al Finanziamento Mezzanino della seguente impresa beneficiaria:
«Eraclesofà s.r.l.» – Crotone (KR).
IL DIRIGENTE
2,22%
VISTI:
Equivalente Sovvenzione Lordo (ESL)
c 56.528,21
Concessione del finanziamento a titolo
del:
Reg. Ce
n. 800/2008
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7/96 e dal
D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
A termini delle richiamate disposizioni legislative;
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
DECRETA
La narrativa, che qui di seguito si intende integralmente trascritta, è parte integrante del presente decreto;
Di prendere atto, per come risulta nota n. 6514 del 20/9/2013,
acquisita al protocollo del Dipartimento n. 299421 del 24/9/
2013, della deliberazione assunta dal Comitato di valutazione in
ordine all’ammissione al finanziamento della domanda presentata dalla «Salvatori s.r.l», con sede legale ed operativa in via
Emilia n. 74 – Catanzaro (CZ), che in particolar modo prevede le
seguente principali condizioni:
Spese complessive del programma di
investimento ritenute ammissibili
c 488.400,00
Importo del Finanziamento Mezzanino
concesso
c 340.000,00
Finanziamento Mezzanino concesso
Totale spese ammissibili del programma
di investimento
69,62%
Durata del finanziamento in mesi
96 mesi
Preammortamento fino al
30/9/2015
Data inizio ammortamento
1/10/2015
Tasso di interesse applicato sull’operazione (Euribor 3 mesi + 2%)
2,22%
Equivalente Sovvenzione Lordo (ESL)
c 56.528,21
Concessione del finanziamento a titolo
del:
Reg. Ce
n. 800/2008
Di notificare il presente decreto a Fincalabra s.p.a.;
Di disporre la pubblicazione del presente decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 11 ottobre 2013
Dott. Felice Iracà
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, recante «Riordino delle funzioni amministrative regionali e locali»;
— la L.R. n. 8 del 4/4/2002 – recante «Ordinamento del Bilancio e della contabilità della Regione Calabria;
— la D.G.R. n. 770 dell’11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— la D.G.R. n. 198 del 30/5/2013 con la quale l’avv. Pasquale
Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5
«Attività Produttive»;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 «Attività Produttive»;
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento n. 5 «Attività Produttive»;
— il D.D.G. 16 gennaio 2012, n. 399, con il quale è stato
conferito al dott. Francesco Marano l’incarico di Dirigente del
Servizio 1 «Incentivi, Promozione, grandi eventi in fiere e mercati, Artigianato» del Dipartimento n. 5 «Attività Produttive»;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge Finanziaria)»;
VISTA la D.G.R. n. 539 del 6/12/2011 avente ad oggetto
«POR Calabria FESR 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi
Obiettivo specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e
sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle imprese –
Linea di intervento 7.1.3.2. Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa Istituzione del «Fondo
regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI regionale
attraverso il Mezzanine financing» con la quale Giunta Regionale ha deliberato:
4327
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— di istituire, con risorse del POR Calabria FESR 2007/2013
il «Fondo regionale per il sostegno agli investimenti delle Pmi
regionali attraverso il Mezzanine financing»;
— di stabilire che l’ammontare del «Fondo regionale per il
sostegno agli investimenti delle Pmi regionali attraverso il Mezzanine financing» può essere commisurato ad un importo pari a
25 milioni di euro;
— di stabilire che il contributo di cui alla presente delibera è
corrisposto a valere sulla Linea di intervento 7.1.3.2. per euro 25
milioni;
— di approvare il Piano delle Attività, predisposto ai sensi ed
in conformità all’art. 43 del Regolamento (CE) n. 1828/2006 e
s.m.i., per la costituzione e la gestione del «Fondo regionale per
il sostegno agli investimenti delle Pmi regionali attraverso il
Mezzanine financing»;
— di individuare Fincalabra spa quale soggetto in house della
Regione Calabria a cui affidare in gestione il suddetto Fondo;
— di approvare il testo di Accordo di finanziamento Regione
Calabria Fincalabra spa, predisposto ai sensi ed in conformità
all’art. 44 del Regolamento CE n. 1083/2006 ed agli artt. 43 e 45
del Regolamento CE n. 1828/2006;
— di demandare al Dipartimento Attività produttive la successiva definizione delle disposizione attuative ed operative del
medesimo Fondo, previa consultazione del tavolo partenariale,
l’adozione degli atti consequenziali alla presente deliberazione
per il trasferimento delle risorse a Fincalabra spa, nonché ogni
altro adempimento necessario all’esatta esecuzione del presente
deliberato ed alla successiva regolamentazione dei rapporti tra la
Regione Calabria e la predetta Finanziaria Regionale;
VISTO l’Accordo di Finanziamento stipulato in data 13/12/
2011 rep. 1947/2011 ai sensi e per gli effetti di quanto disposto
all’art. 44 del Regolamento CE n. 1083/2006 ed agli artt. 43 e 45
del Regolamento CE n. 1828/2006, tra la Regione Calabria rappresentata dal Dirigente generale pro tempore del Dipartimento
Attività Produttive D.ssa Maria Grazia Nicolò e Fincalabria
s.p.a. Soggetto gestore in house – come rappresentata dal Presidente e legale rappresentante della predetta società Sig. Umberto
De Rose;
VISTO il DDG n. 15551 del 13/12/2011 relativo all’impegno
di spesa di euro 25.000.000,00 assunto valere sulle risorse POR
Calabria FESR 2007/2013 Asse VII – Sistemi produttivi Obiettivo specifico 7.1 – Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle imprese –
Linea di intervento 7.1.3.2. – Azione per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa – Capitolo
29050103 Impegno n. 4052/2011;
VISTO il DDG n. 15621 del 15/12/2011 con il quale è stato
disposto, in esecuzione della DGR 539 del 6/12/2011, il trasferimento della somma di euro 25.000.000,00 a favore di Fincalabria s.p.a. Soggetto Gestore – in house – a valere sulle risorse
POR Calabria 2007-2013, necessarie alla costituzione del
«Fondo Regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI
Regionali attraverso il Mezzanine financing» giusta DGR n. 539
del 6/12/2011 avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007/
2013, Asse VII – Sistemi produttivi, obiettivo specifico 7.1 –
Migliorare le condizioni di contesto e sostenere la competitività
dei sistemi produttivi e delle imprese, linea di Intervento 7.1.3.2.
- Azioni per la promozione e l’utilizzazione di strumenti di finanza innovativa, Istituzione del «Fondo Regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI Regionali attraverso il Mezzanine Financing»;
VISTA la D.G.R. n. 211 del 4/5/2012 avente ad oggetto «POR
Calabria Fesr 2007/2013 Asse VII Sistemi produttivi Obiettivo
specifico 7.1 – Milgiorare le condizioni di contesto e sostenere la
competitività dei sistemi produttivi e delle Imprese – Linea di
intervento 7.1.3.2. - Azioni per la promozione e l’utilizzazione di
strumenti di finanza innovativa DGR n. 539 del 6 dicembre 2011
«Fondo regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI regionali attraverso il Mezzanine financing». Modifiche al Piano
delle Attività con la quale la Giunta regionale ha deliberato di
modificare parzialmente l’art. 2.5, primo comma, e l’art. 2.6, secondo comma, del Piano di attività approvato con deliberazione
di Giunta regionale n. 539 del 6 dicembre 2011;
VISTO il DDG n. 6297 del 9/5/2012 con il quale è stata approvata la Convenzione di servizio disciplinare i rapporti tra la
Regione Calabria e Fincalabra s.p.a. per la gestione del Fondo
Mezzanine Financing;
VISTA la Convenzione di servizio stipulata in data 17/5/2012,
rep. 805, tra la Regione Calabria rappresentata dal Dirigente generale pro tempore del Dipartimento Attività Produttive D.ssa
Maria Grazio Nicolò e Fincalabria s.p.a. Soggetto gestore in
house – come rappresentata dal Presidente e legale rappresentante della predetta società Sig. Umberto De Rose;
VISTO il Bur Calabria n. 25, parte III del 22 giugno sul quale
è stato pubblicato l’Avviso pubblico relativo al Fondo Mezzanine Financing;
VISTO il DDG n. 12661 del 7/9/2012 con il quale è stato
nominato, ai sensi dell’art. 12 dell’Avviso pubblico relativo al
Fondo in oggetto, il Comitato di valutazione avente la finalità, in
particolar modo, di deliberare sulle singole domande di finanziamento presentate dalle imprese proponenti a valere sul «Fondo
regionale per il sostegno agli investimenti delle PMI regionali
attraverso il Mezzanine financing»;
VISTO il Bur Calabria n. 6, parte III, dell’8 febbraio 2013 sul
quale è stato pubblicato il testo aggiornato dell’Avviso pubblico
relativo al Fondo Mezzanine Financing;
CONSIDERATO che con nota n. 6515 del 20/9/2013, acquisito al protocollo del Dipartimento n. 301326 del 26/9/2013, il
Soggetto gestore, Fincalabria s.p.a., ha comunicato all’impresa
beneficiaria ed al medesimo Dipartimento che il Comitato di valutazione del Fondo di cui all’oggetto, nella riunione del 17/9/
2013, ha deliberato l’ammissione al finanziamento della domanda presentata dalla società «Eraclesofà s.r.l», con sede legale
in Piazza Castello n. 20 – Crotone (KR) e sede operativa in Località Sovereto Isola Capo Rizzuto (KR);
RITENUTO pertanto opportuno, antecedentemente alla stipula del contratto di finanziamento tra il Soggetto gestore e l’impresa beneficiaria, di dover prendere atto della deliberazione assunta dal Comitato di valutazione in ordine all’ammissione al
finanziamento della domanda presentata dalla società «Eraclesofà s.r.l», con sede legale in Piazza Castello n. 20 – Crotone
(KR) e sede operativa in Località Sovereto Isola Capo Rizzuto
(KR), che in particolar modo prevede le seguenti principali condizioni:
Spese complessive del programma di
investimento ritenute ammissibili
c 424.916,00
Importo del Finanziamento Mezzanino
concesso
c 290.000,00
Finanziamento Mezzanino concesso
Totale spese ammissibili del programma
di investimento
68,25%
4328
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Spese complessive del programma di
investimento ritenute ammissibili
Durata del finanziamento in mesi
DECRETO n. 14423 del 17 ottobre 2013
c 424.916,00
96 mesi
Preammortamento fino al
30/9/2015
Data inizio ammortamento
1/10/2015
Tasso di interesse applicato sull’operazione (Euribor 3 mesi + 2%)
2,22%
Equivalente Sovvenzione Lordo (ESL)
c 48.215,24
Concessione del finanziamento a titolo
del:
Reg. Ce
n. 800/2008
A termini delle richiamate disposizioni legislative;
DECRETA
La narrativa, che qui di seguito si intende integralmente trascritta, è parte integrante del presente decreto;
Di prendere atto, per come risulta nota n. 6515 del 20/9/2013,
acquisita al protocollo del Dipartimento n. 301326 del 26/9/
2013, della deliberazione assunta dal Comitato di valutazione in
ordine all’ammissione al finanziamento della domanda presentata dalla «Eraclesofà s.r.l», con sede legale in Piazza Castello n.
20 – Crotone (KR) e sede operativa in Località Sovereto Isola
Capo Rizzuto (KR), che in particolar modo prevede le seguente
principali condizioni:
Spese complessive del programma di
investimento ritenute ammissibili
c 424.916,00
Importo del Finanziamento Mezzanino
concesso
c 290.000,00
Finanziamento Mezzanino concesso
Totale spese ammissibili del programma
di investimento
68,25%
Durata del finanziamento in mesi
96 mesi
Preammortamento fino al
30/9/2015
Data inizio ammortamento
1/10/2015
Tasso di interesse applicato sull’operazione (Euribor 3 mesi + 2%)
2,22%
Equivalente Sovvenzione Lordo (ESL)
c 48.215,24
Concessione del finanziamento a titolo
del:
Reg. Ce
n. 800/2008
Di notificare il presente decreto a Fincalabra s.p.a.;
Di disporre la pubblicazione del presente decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Liquidazione a favore della Società «CSAmed s.r.l.» di
Cremona per l’inserzione sulla GURI. Del bando di gara per
l’affidamento a tempo determinato del servizio d’istruttoria
tecnico-economica, verifica e controllo ed erogazione dei contributi per gli interventi di sostegno pubblico alle imprese.
Bandi Pia e Contratti di investimento approvati con DDG. n.
8452 del 30/6/2008.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
PREMESSO CHE:
— che con DDG n. 11631 del 9/8/2013 si è provveduto all’approvazione degli atti di gara – Bando di gara, Capitolato tecnico e Disciplinare di gara- per l’individuazione di un soggetto
che svolga la funzione di gestore per l’istruttoria tecnico – amministrativo, verifica e controllo ed eventuale recupero del credito inerente il Bando PIA 2008 provvedendo, nel contempo, alla
copertura finanziaria con l’impegno della spesa di c 150.000,00
sul capitolo del bilancio regionale 6125201/2013, c/impegni n.
3753 dell’1/7/2013;
CONSIDERATO CHE:
— il Dirigente del servizio 1 ha richiesto via mail, a n. 7 concessionarie, un preventivo di spesa per la pubblicazione sulla
GURI. del bando per l’individuazione di un soggetto che svolga
la funzione di gestore per l’istruttoria tecnico – amministrativo,
verifica e controllo ed eventuale recupero del credito inerente il
Bando PIA 2008;
— dalle offerte pervenute la migliore è risultata essere quella
formulata dalla Società «CSAmed s.r.l.» di Cremona per l’importo complessivo pari adc 1.155,00 Iva esclusa;
— la Società «CSAmed s.r.l.» ha provveduto all’inserzione
del bando de quo sulla GURI n.284228 pubblicata il 13/9/2013
Gu n. 108;
— la Società «CSAmed s.r.l.» di Cremona ha trasmesso la
fattura n. 1300657 del 17/9/2013, acquisita al protocollo del Dipartimento al n. 307233/Siar in data 02/10/2013 per l’importo
complessivo pari ad c 1.394,19 IVA inclusa, corredata di giustificativi di stampa attestanti l’inserzione effettuata;
RITENUTO, per quanto sopra, di poter corrispondere, a favore della Società «CSAmed s.r.l.», lacomplessiva somma di c
1.394,19 IVA compresa. Tale somma è determinata dalla fattura
n. 1300657 del 17/9/2013, attestando che si sono verificate le
condizioni di cui all’art. 45 della L.R. n. 8/2002, e che, in caso di
mancato pagamento entro 20 giorni, la Società applica un interesse di mora pari al tasso di riferimento determinato dalla BCE
incrementato del 3,5%;
DARE ATTO che il presente provvedimento riveste carattere
d’urgenza per il rispetto dei termini contrattuali con la Società
«CSAmed s.r.l.» e, per non esporre l’amministrazione regionale,
in danni erariali per il ritardato pagamento;
TENUTO CONTO:
Catanzaro, lì 11 ottobre 2013
Il Dirigente
Dott. Felice Iracà
— che, ai fini dell’applicazione delle disposizioni di cui al
D.M. – Economia e Finanze- n. 40 del 18/1/2008, non si procede
agli accertamenti previsti, atteso che l’importo da porre in liquidazione è inferiore al limite minimo previsto dalla medesima
norma;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— che in ottemperanza agli obblighi previsti dalla legge 136/
2010 il conto corrente bancario dedicato all’operazione, comunicato dalla Società «CSAmed s.r.l.», è il seguente: codice IBAN
IT 40 A 08454 11401 000000124383;
— che il D.U.R.C. rilasciato, ai fini dell’acquisizione d’ufficio, dall’INPS di Cremona in data 12/10/2013 e pervenuto tramite Pec in pari data risulta «Regolare»;
VISTI:
— la L.R. 13 maggio 1996, n. 7 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla dirigenza regionale» e succ. modificazione ed integrazioni;
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7/96 e dal
D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzoe di controllo da
quella di gestione»;
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali e ritenuta propria la competenza;
DECRETA
La narrativa costituisce parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
— di liquidare, a favore della Società «CSAmed s.r.l.», la
complessiva somma di c 1.394,19 IVA compresa, facendo fronte
con parte dell’impegno n. 3753 dell’1/7/2013 di cui al capitolo
del bilancio regionale 6125201/2013, assunto con DDG n.
11631del 9/8/2013;
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere ordinativo di pagamento pari ad c 1.394,19, a favore della Società
«CSAmed s.r.l.» con sede legale a Cremona in via Grado, 26 –
CF/P.IVA 02362600344 -, con accredito sul c/c bancario dedicato, codice IBAN IT 40 A 08454 l 1401 0000001243 83 – Banca
Cremonese Credito Cooperativo – . Causale: Liquidazione fattura per inserzione sulla GURI;
— di notificare il presente provvedimento alla Società
«CSAmed s.r.l.», con sede in Cremona;
— di pubblicare, per estratto, il presente provvedimento nel
BUR della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 17 ottobre 2013
Il Dirigente del Settore
Dr. Felice Iracà
— la D.G.R. n. 770 dell’11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— il Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 ad oggetto
«Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture
in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE»;
— la D.G.R. n. 198 del 30/5/2013 con la quale l’avv. Pasquale
Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5
«Attività Produttive»;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 «Attività Produttive»;
4329
DECRETO n. 14430 del 17 ottobre 2013
Approvazione del programma generale di intervento in favore dei consumatori denominato «Educare per crescere»
Legge 23 dicembre 2000 n. 388, art. 148, comma 1. Decreto
del Ministro dello Sviluppo Economico del 21/3/2013 reg. alla
C.C. Il 30/4/2013. Decreto del Direttore Generale per il Mercato, la Concorrenza e i Consumatori del 2 luglio 2013.
IL DIRIGENTE GENERALE
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento n. 5 «Attività Produttive»;
— il D.D.G. 16 gennaio 2012, n. 399, con il quale è stato
conferito al dott. Francesco Marana l’incarico di Dirigente del
Servizio 1 «Incentivi, Promozione, grandi eventi, fiere e mercati,
Artigianato» del Dipartimento n. 5 «Attività Produttive»;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge finanziaria)»;
VISTA la distinta di liquidazione, proposta n. 05 – 424 I 2013
del 14/10/2013, generata telematicamente e allegata al presente
atto;
VISTO altresì l’art. 4 della L.R. n. 47/2011 si attesta che il
capitolo indicato presenta la necessaria disponibilità per la copertura finanziaria per come risulta dalla proposta di liquidazione
sopra richiamata;
TUTTO ciò premesso, considerato, ritenuto e visto;
PREMESSO:
— che, con Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico
del 21/3/2013, registrato alla C.C. Il 30/4/2013 – registro 4, foglio 81 – , si è provveduto alla ripartizione per l’anno 2013 del
«Fondo derivante dalle sanzioni amministrative irrogate dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato da destinare
ad iniziative a vantaggio dei consumatori» di cui all’art. 148 della
legge 23 dicembre 2000, n. 388;
— che, ai sensi dell’art. 4, comma 1, del citato D.M. del 21
marzo 2013, è stata assegnata alle Regioni e Province autonome
la somma complessiva di c 10.000.000,00= ripartita secondo la
tabella «B» ivi allegata (regione Calabria c 360.245,00=) per la
realizzazione di interventi mirati all’informazione ed all’assistenza in favore dei cittadini consumatori e degli utenti;
— che con il citato decreto ministeriale del 21 marzo 2013 si
è disposto che, con successivo atto del Direttore Generale per il
mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica saranno individuate le modalità di svolgimento delle
iniziative, nonché le modalità di presentazione dei programmi
generali d’intervento, le modalità di rendicontazione delle spese
4330
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
a consuntivo approvate per ciascun intervento, comprese quelle
relative allo svolgimento delle attività di controllo e monitoraggio e le modalità di liquidazione delle risorse;
— che il Direttore Generale del Dipartimento per il Mercato,
la Concorrenza, il Consumatore, la Vigilanza e la Normativa
Tecnica ha provveduto, con proprio decreto del 2 luglio 2013 –
registrato al M.E.F. Ufficio Centrale del Bilancio Mi.S.E. in data
5/7 2013-, a definire le modalità attuative, i termini e i criteri per
il finanziamento degli interventi delle Regioni di cui all’art. 4 del
D.M. 21 marzo 2013;
— che, ai sensi dell’art. 4 del D.M. 21 marzo 2013, l’attuazione dei programmi generali d’intervento, da realizzarsi da
parte delle Regioni, può avvenire anche in collaborazione con le
Associazioni dei consumatori presenti sul territorio, riconosciute
in base alla normativa delle rispettive Regioni;
CONSIDERATO, per quanto precede:
— che l’Amministrazione regionale, anche per effetto dei
fondi assegnati dal Ministero dello Sviluppo Economico, intende
attuare un programma d’intervento volto alla realizzazione di
iniziative nei confronti dei consumatori/utenti e denominato
«Educare per crescere»;
— che, al fine della predisposizione del programma da inoltrare al competente Ministero ed ai sensi di quanto disposto dall’art. 4, comma 6, del D.D. 2/07 /2013 sopra citato, sono state
attivate le opportune forme di consultazione con tutte le Associazioni dei consumatori iscritte nell’elenco regionale previsto dal
regolamento n. 4/2005;
— che, alla luce dei programmi già realizzati dalla Regione
con precedenti assegnazioni e tenuto conto delle indicazioni e
prescrizioni contenute negli atti ministeriali sopra citati, si ritiene appropriato caratterizzare l’oggetto del presente programma attraverso le seguenti iniziative:
a) realizzazione di una campagna di informazione/
formazione destinata alla tutela dei diritti deicittadini/ consumatori/utenti, che sarà attuata direttamente dalla Regione mediante
l’utilizzo (pari ad c 50.000,00=) di parte dei fondi assegnati;
b) attività aventi ad oggetto:
1. Lo sviluppo e la gestione dei servizi informativi e telematici, attraverso appositi sportelli;
2. La consulenza individuale o collettiva, anche on-line a
favore dei cittadini/consumatori/utenti, nonché lo studio, l’elaborazione, la pubblicazione e la. distribuzione di pacchetti divulgativi, guide, riguardanti tematiche di interesse generale in materia consumeristica;
3. La promozione, l’informazione e l’assistenza in favore
dei consumatori e degli utenti nell’esercizio dei propri diritti e
delle opportunità previste da disposizioni regionali, nazionali e
comunitarie, con particolare riferimento:
− alimentazione: sicurezza e qualità degli alimenti;
− educazione al risparmio, al consumo eco-compatibile,
prevenzione delle truffe;
− servizi pubblici e tariffe;
− educazione alla salute ed al corretto uso dei farmaci;
— da realizzarsi attraverso le Associazioni dei consumatori
(soggetti attuatori) presenti sul territorio regionale ed iscritte nel-
l’elenco regionale di cui al Regolamento 10 maggio 2005 n. 4,
art. 5, utilizzando la restante parte del finanziamento ministeriale, con l’obbligo che le stesse associazioni partecipanti siano
riunite in un numero di gruppi non superiore a quattro e con
l’indicazione, all’interno dello stesso, di un referente quale unico
interlocutore con l’Amministrazione regionale;
CONSIDERATO, ALTRESÌ:
— che, a seguito della consultazione con le Associazioni effettuata per come previsto, avvenuta in data 27/9/2013 ed in cui
sono state definite le modalità e i termini per la presentazione
delle proposte progettuali di collaborazione, nonché la relativa
ripartizione delle risorse finanziarie;
— che sono state presentate dalle Associazioni n. 5 proposte
progettuali, di cui:
− a due da una aggregazione di quattro associazioni di consumatori ciascuna;
− a una da una aggregazione di tre associazioni;
− a una da una aggregazione di due associazioni;
− una da una singola Associazione (Comitato Difesa Consumatori);
— che le proposte presentate risultano coerenti e rispondenti
ai contenuti del D.D. 2/7/2013 del Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori;
RITENUTO, per quanto sopra:
— procedere all’approvazione del programma generale di intervento per la realizzazione di iniziative ad esclusivo vantaggio
dei cittadini/consumatori/utenti, da finanziarsi con i fondi già assegnati col D.M. 21 marzo 2013, che, per la Regione Calabria,
sono pari adc 360.245,00= e che saranno iscritti, dopo l’approvazione del programma – che viene proposto al Ministero dello
Sviluppo Economico- sul bilancio regionale al primo esercizio
utile;
— valutare favorevolmente le proposte progettuali presentate
dalle Associazioni dei consumatori, con esclusione del progetto
presentato dal Comitato Difesa Consumatori, in quanto proposto
come singola azione progettuale, anziché in raggruppamento per
come, invece, definito anche in sede di consultazione;
DATO ATTO che il presente provvedimento viene adottato
quale atto di gestione al fine di consentire l’utilizzo di fondi assegnati alla Regione dal Ministero dello S.E. con D.M. Del 21/3/
2013;
Tutto quanto sopra premesso e considerato;
DECRETA
Per le motivazioni espresse, che qui si intendono riportate
quale parte integrante e sostanziale:
1) Di approvare il programma generale d’intervento denominato «Educare per crescere» relativoad iniziative in favore ed
a tutela dei cittadini/consumatori/utenti da realizzarsi, previa valutazione positiva da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, mediante l’utilizzo dei fondi di cui alla Legge 23 dicembre
2000 n. 388, art. 148, già attribuiti alla Regione Calabria con
D.M. Sviluppo Economico del 21/3/2013 e pari adc
360.245,00=;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
2) Di valutare favorevolmente le proposte progettuali presentate dalle Associazioni deiconsumatori iscritte nell’elenco di
cui al Regolamento Regionale 10/5/2005 n. 4, aderentiall’iniziativa e per come di seguito riportate: ACU (Associazione Consumatori Utenti) Calabria; Adiconsum Calabria; Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva Calabria, Codacons Calabria, CO.DI.CI. Calabria; Federconsumatori Calabria; Lega Consumatori
Calabria; Unione Nazionale Consumatori Calabria, Adoc Calabria, Nice (Nuova Intesa Consumatori Europei), Assoutenti Calabria; Movimento Difesa Del Cittadino Calabria;
3) Di non accogliere il progetto inoltrato dal Comitato Difesa Consumatori, in quanto proposto come singola azione progettuale, anziché in raggruppamento per come, invece, definito
in sede di consultazione;
4) Di stabilire che il programma generale, coerente con i
contenuti del Decreto D.G. del Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per il Mercato, la Concorrenza, il
Consumatore, del 2/07 /2013, si compone di:
a) interventi da attuarsi direttamente da parte della Regione
Calabria mediante l’utilizzo della somma di c 50.000,00= (parte
dei fondi assegnati) per la realizzazione, in particolare, di una
campagna di informazione/formazione destinata alla tutela dei
diritti dei cittadini/consumatori/utenti, da attuarsi attraverso pubblicazioni e format televisivi;
b) interventi da attuarsi in collaborazione con le Associazioni
dei consumatori (soggetti attuatori) con l’obbligo, per le stesse,
di essere riunite in un numero di gruppi non superiore a quattro e
con l’indicazione – all’interno di uno stesso gruppo – di un referente quale unico interlocutorecon l’Amministrazione regionale,
mediante l’utilizzo della restante parte dei fondi assegnati epari
ad c 307.045,00= (al netto della quota di c 3.200,00= calcolata in
ragione dello 0,40% e 0,50% del totale e riservata alla Commissione di Verifica, giusta art. 12, comma 5 del D.D. 2/7/2013) nei
sottoelencati ambiti tematici prioritari di intervento, definiti in
sede di consultazione con le associazioni medesime:
— lo sviluppo e la gestione dei servizi informativi e telematici, attraverso appositi sportelli;
— la consulenza individuale o collettiva, anche on-line a favore dei cittadini/consumatori/utenti, nonché lo studio, l’elaborazione, la pubblicazione e la distribuzione di pacchetti divulgativi, guide, ecc. riguardanti tematiche di interesse generale m
materia consumeristica;
— la promozione, l’informazione e l’assistenza in favore dei
consumatori e degli utenti nell’esercizio dei propri diritti e delle
opportunità previste da disposizioni regionali, nazionali e comunitarie, con particolare riferimento:
− alimentazione: sicurezza e qualità degli alimenti;
− educazione al risparmio, al consumo eco-compatibile,
prevenzione delle truffe;
− servizi pubblici e tariffe;
− educazione alla salute ed al corretto uso dei farmaci;
5) Gli interventi, che assumeranno la seguente denominazione ed individuazione, sono:
— «informa-ti»: Regione Calabria – U.O.A.;
— «sobrietà serena» = soggetti attuatori: Adiconsum Calabria, Adoc Calabria, Lega Consumatori Calabria Referente: Adiconsum Calabria;
4331
— «alimenti: sicurezza e qualità» = soggetti attuatori: Acu
Calabria, Unione Nazionale Consumatori Calabria, Federconsumatori Calabria, Codacons Calabria. Referente: Codacons Calabria;
— «alimentiamo la salute» = soggetti attuatori: Casa del Consumatore Calabria, Codici Calabria. Referente: Casa del Consumatore Calabria;
— «il cibo amico» = soggetti attuatori: Movimento Difesa del
Cittadino, Assoutenti Calabria, N.I.C.E. – Nuova Intesa Consumatori Europei, Cittadinanzattiva Calabria. Referente: Movimento Difesa del Cittadino;
6) Di dare atto che il programma sarà finanziato con le risorse attribuite dal Ministero dello Sviluppo economico e quantificate in via provvisoria in c 360.245,00= giusta D.M. del 21
marzo 2013, da iscrivere in bilancio al primo esercizio utile,
previa approvazione da parte dello stesso Ministero e relativo
trasferimento;
7) Di notificare il presente atto agli interessati;
8) Di disporre la pubblicazione del presente atto sul BURC.
Catanzaro, lì 17 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Dr. Pasquale Monea
DECRETO n. 14432 del 17 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007/2013. Linea d’Intervento
7.1.4.1. «PIA-Pacchetti Integrati di Agevolazione» – DDS n.
14 del 2/1/2013 «Approvazione graduatoria definitiva».
Presa atto di rinuncia/decadenza di imprese in posizione utile
al finanziamento.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTI:
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7/96 e dal
D.Lgs. 29/93 esuccessive modificazioni ed integrazioni»;
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali, e ritenuta propria la competenza;
— la D.G.R. n. 770 dell’11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 198 del 30/5/2013 con
la quale l’avv. Pasquale Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5 «Attività Produttive»;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 «Attività Produttive»;
4332
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento n. 5 «Attività Produttive»;
— il D.D.G. 16 gennaio 2012, n. 399, con il quale è stato
conferito al dott. Francesco Marane l’incarico di Dirigente del
Servizio 1 «Incentivi, Promozione, grandi eventi, fiere e mercati,
Artigianato» del Dipartimento n. 5 «Attività Produttive»;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge finanziaria)»;
VISTI, ALTRESÌ:
— la deliberazione della Giunta Regionale n. 881 del 24/
12/07 con la quale si è preso atto del POR Calabria FESR 2007
/2013 approvato con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/0;
— la deliberazioni della Giunta Regionale n. 882 del 24.12.07
con la quale si è preso atto del PORCalabria FSE 2007/2013
approvato con Decisione n. C (2007) 6711 del 17/12/07;
— deliberazione della Giunta regionale n. 95 del 23/2/2009
recante: «Presa d’atto dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007/2013, approvati dal comitato di sorveglianza ai sensi
dell’art. 65, lett. a) del Regolamento (CE) n. 1083/2006, trasmissione alla competente commissione consiliare, per l’esercizio
delle competenze ad essi attribuite dall’art. 11 della L.R. n.
3/2007»;
— il Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e recante abrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/1999;
— deliberazione della Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009
con la quale si è proceduto a rimodulare il Piano Finanziario per
Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del POR Calabria
FESR 2007/2013;
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di
Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di
Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— deliberazione della Giunta regionale n. 335 del 9/6/2009
avente ad oggetto «Rettifica D.G.R. n. 654. del 16/9/2008 avente
per oggetto: «Definizione e organigramma delle strutture amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione
degli Assi prioritari, dei Settori e delle Linee di intervento del
POR Calabria FESR 2007/2013, approvato con Decisione della
Commissione europea C (2007) 6322 del 7/12/07», successivamente modificata con deliberazione di Giunta regionale n. 24 del
28/1/2010;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006, che stabilisce modalità di applicazione del
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul
Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7/4/09,
che modifica il Regolamento (CE) 1083/2006, per quanto riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione dell’1
settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1828/2006
che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE)
n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/2006 del
Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di
sviluppo regionale;
— regolamento (CE) n. 800/2008 della Commissione del 6
agosto 2008 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili
con il mercato comune in applicazione degli articoli 87 e 88 del
trattato (regolamento generale di esenzione per categoria), pubblicato nella G.U.C.E. del 9 agosto 2008;
— decisione n. 324 del 28 novembre 2007 della Commissione Europea «Carta degli Aiuti a Finalità Regionale 20072013»;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013, approvato dalla Commissione Europea con
Decisione C (2007) 3329 del 13/7/07;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007/
2013 – CCI n. 2007 IT 161 PO 008, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/07;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FSE 2007/
2013 – CCI n. 2007 IT 051 PO 002, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6711 del 17/12/07;
— deliberazione della Giunta regionale n. 459 del 24/7/2009
che modifica la DGR n. 1021 del 16/12/2008 e la DGR n. 163
dell’8/4/2009 ed approva il documento recante Descrizione dei
Sistemi di Gestione e Controllo ai sensi dell’art. 71, paragrafo 1,
del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio
2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— deliberazione della Giunta Regionale n. 65 del 28/1/2010,
«Direttive PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione – Settore
«Industria, Artigianato e Servizi»», ai sensi dell’art. 9 della L.R.
n. 40 del 12 dicembre 2008;
— decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196 «Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/
2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo
regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione»;
— decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 «Codice in
materia di protezione dei dati personali»;
— decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000,
n. 445 «Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa»;
— decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123 «Disposizioni
per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle
imprese, a norma dell’articolo 4, comma 4, lettera c), della legge
15 marzo 1997, n. 59»;
— legge 7 agosto 1990, n. 241 «Nuove norme in materia di
procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti
amministrativi» e s.m.i.;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19 marzo 2008,
con la quale è stata approvata, ai sensi di quanto previsto dall’art.
24 della Legge regionale n. 9/2007, la Direttiva di Attuazione dei
PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— la Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28 gennaio 2010,
avente ad oggetto «Modifica e integrazione delle direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19/3/2008, ai sensi della
Legge Regionale n. 40 del 12/12/2008»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 242 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 – Direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28/1/2010. Presa d’atto del
parere della commissione del Consiglio Regionale e individuazione delle risorse finanziarie da destinare al bando per la concessione degli incentivi»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 226 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 – Rimodulazione
dei Piani Finanziari dei Settori Ricerca Scientifica e Innovazione
Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e
Risparmio Energetico, Sicurezza e legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali delle Imprese»;
— l’Obiettivo operativo 7.1.4.1 del POR Calabria FERS
2007/2013 «Pacchetti Integrati di Agevolazioni per sostenere la
competitività delle imprese esistenti»;
PREMESSO CHE:
— il comma 4 dell’art. 1 della LR. 40/2008, demanda alla
Giunta regionale la definizione dei regimi di aiuto e gli strumenti
di incentivazione, attraverso l’approvazione di specifiche Direttive di Attuazione definite per ciascun strumento di incentivazione e redatte sulla base dei limiti previsti dalla «Carta degli
Aiuti a finalità regionale» vigente per il periodo di programmazione 2007-2013, ai sensi delle D.L.gs. 31 marzo 1998 n. 123, e
della legge 29 marzo 2001 n. 135, n. 8/08 e n. 40/08;
— tale concessione di aiuti a finalità regionali sostengono la
qualificazione, il potenziamento e l’innovazione dei sistemi produttivi regionali;
— con decreto dirigenziale n. 17198 del 30/11/2010, pubblicato sul Supplemento Straordinario n. 1 del 16/12/2010 al n. 49
del BURC, è stato approvato il Bando Pubblico PIA – Pacchetti
Integrati di Agevolazione – a valere sulla linea d’intervento
7.1.4.1. del Por Calabria FESR 2007-2013;
— il citato decreto dirigenziale n. 17198/2010 ha stabilito lo
stanziamento economico complessivo pari ad c 42.000.000,00,
per la copertura del bando dei Pacchetti Integrati di Agevolazione (PIA), e rinviando, a successivi provvedimenti, gli impegni
di spesa nell’anno 2011 sui relativi capitoli di competenza, è così
ripartito:
− piani di Investimenti Produttivi c 28.000.000,00
− piani Integrati di Servizi Reali c 3.000.000,00
− piani di Innovazione Aziendale c 10.000.000,00
− piani di Formazione Aziendali c 1.000.000.00
Gravando l’onere finanziario corrispondente allo stanziamento relativo ai Piani di Investimenti Produttivi Aziendali, pari
a c 28.000.000,00 (ventottomilioni/00), e ai Piani di Servizi
Reali Aziendali, pari a c 3.000.000,00 (tremilioni/00), dei Pacchetti Integrati di Agevolazione (PIA):
— sulle Linee di Intervento 7.1.4.l dell’Asse VII – Sistemi
Produttivi del POR Calabria FESR 2007-2013;
4333
l’onere finanziario corrispondente allo stanziamento relativo
ai Piani di Innovazione Aziendali, pari a c 10.000.000,00 (diecimilioni/00), dei Pacchetti Integrati di Agevolazione (PIA):
— sulla Linea di Intervento dell’Asse I - Ricerca Scientifica,
Innovazione Tecnologica e Societàdell’Informazione del POR
Calabria FESR 2007- 2013;
E l’onere finanziario corrispondente allo stanziamento relativo ai Piani di Formazione Aziendali, pari a c 1.000.000,00 (unmilione/00), dei Pacchetti Integrati di Agevolazione (PIA):
— sulle Linee di Intervento dell’Obiettivo Specifico A – Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità
dei lavoratori del POR Calabria FSE 2007-2013;
CONSIDERATO CHE:
— la gestione complessiva dell’intervento è stata affidata a
Fincalabra s.p.a., soggetto in House della Regione Calabria, per
come previsto dalla Delibera di Giunta Regionale n. 242 del 15
marzo 2010;
— con decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria n. 4277 del 4/5/2011 è stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra
s.p.a. ed assunto l’impegno di spesa pari adc 332. 750,00 a valere
sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— con la Convenzione – repertorio n. 785 del 9/6/2011 – sottoscritta tra il Dipartimento Attività Produttive e Fincalabra s.p.a
– è stata affidata, al soggetto in house della Regione Calabria,
l’assistenza tecnica per l’attività d’informazione, verifica e valutazione della domande di finanziamento «PIA 2010»;
— con D.D.G. n. 15416 del 9/12/2011 è stata nominata la
commissione per la scelta dei componenti del Comitato Tecnico
di Valutazione ai sensi dell’art. 30 comma 2 del bando;
— con D.D.G. n. 4127 del 28/3/2012 è stato nominato il Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi dell’art. 30 comma 2 del
bando, come successivamente rettificato con decreto n. 4255 del
12/4/2012;
— con D.D.G. n. 11275 de1 3 agosto 2012 sono state approvate le graduatorie provvisorie delle imprese «ammesse» e «non
ammesse» al contributo di cui al Bando Pubblico PIA – Pacchetti
Integrati di Agevolazione - e pubblicate sul BURC n. 33 – Parte
III – del 17/8/2012;
PRESO atto che, per come indicato dall’art. 42 del «Bando» si
è dato corso all’esame delle richieste di riesame/ricorsi in opposizione per come pervenuti agli atti del Dipartimento e che sono
stati esitati con il supporto di Fincalabra s.p.a. e, qualora di competenza, previa convocazione del Comitato tecnico di Valutazione, ai sensi e per gli effetti di quanto disciplinato ali’ art. 32
punto 1) del predetto «Bando»;
VISTO il DDS n. 14 del 2/1/2013 con il quale, sulla base delle
attività svolte da Fincalabra s.p.a. – soggetto gestore – e delle
determinazioni assunte dal Comitato di valutazione in ordine alle
richieste di riesame/ricorsi in opposizione a quanto disciplinato
dal Bando PIA 2010, sono state approvate le graduatorie definitive delle domande: «ammesse in graduatoria», «non ammesse –
per mancato raggiungimento del punteggio minino di 50 punti ai
sensi degli artt. 13 – 17 – 21 – 25 del bando -» e «non ammesse
alla valutazione-comprendenti i progetti che non sono state ammessi alla valutazione non avendo superato la verifica di ammissibilità e istruttoria del piano di sviluppo aziendale – art. 29 del
Bando-»;
4334
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTI:
— il Decreto Dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria della regione Calabria registrato il 9/5/
2013 al n. 7054 con il quale è stato approvato il Piano Operativo
delle attività di «Istruttoria e verifica tecnico – amministrativa
della realizzazione dei Piani di Sviluppo Aziendali (secondo
Lotto di Attività)» ed impegnata la somma di c 199.640,00 a
copertura del predetto affidamento (impegno n. 2465 del 18/4/
2013);
— il DDG n. 7767 del 21 maggio 2013 con il quale è stata
approvato lo schema della Convenzione con Fincalabra regolante i rapporti tra la Regione Calabria e Fincalabra s.p.a. per
l’espletamento delle attività previste nel secondo lotto riguardante «Istruttoria e verifica tecnico – amministrativa della realizzazione dei Piani di Sviluppo Aziendali»;
— la convenzione rep. 1164 stipulata tra la Regione Calabria
– Dipartimento Attività Produttive – e Fincalabra s.p.a. in data 3
giugno 2013 per la gestione del Secondo lotto di attività relativo
alle attività di «Istruttoria e verifica tecnico – amministrativa
della realizzazione dei Piani di Sviluppo Aziendali»;
solo in parte coperto dalle disponibilità residue si procede alla
concessione della somma pari a dette disponibilità residue. È
fatta salva la facoltà per l’impresa interessata di rinunciare formalmente a dette agevolazioni ridotte»;
DATO atto che le imprese, di cui all’allegato elenco, parte
integrante del presente provvedimento, non hanno ottemperato a
quanto stabilito dagli artt. 32 – punto 5 ) – e 33 del «Bando»,
approvato con D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010, ovvero alcune
non hanno restituito alla Regione Calabria entro 15 giorni dalla
data di ricevimento, pena la decadenza delle agevolazioni, uno
specifico atto di adesione ed obbligo mentre altre hanno esercitato la facoltà di rinunciare alle agevolazioni;
DATO, altresì, atto che il presente provvedimento sarà trasmesso, per quanto di competenza, ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti «Programmazione Nazionale e Comunitaria», «Cultura, Istruzione e Ricerca» e «Lavoro e Formazione Professionale»;
A termini delle richiamate disposizioni legislative;
DECRETA
RICHIAMATO l’art. 32 del Bando ed in particolare il punto 3)
«...... La concessione delle agevolazioni avviene sulla base della
posizione assunta dai Piani di Sviluppa Aziendali nella graduatoria, seguendo l’ardine decrescente di punteggio dalla prima
fino all’esaurimento dei fondi disponibili. In caso di parità di
punteggio, prevale il programma proposto dal soggetto avente
dimensioni minori applicando il parametro di all’Allegato 1 del
Reg. Ce n. 800/2008» ed il punto 5) «Pena la decadenza delle
agevolazioni, le imprese ammesse alle agevolazioni devono restituire alla Regione Calabria, entro 15 giorni dalla data di ricevimento della notifica, uno specifico atto di adesione ed obbligo,
redatto secondo un facsimile reso disponibile dall’Amministrazione Regionale, che impegna gli stessi a realizzare il Piano di
Sviluppa Aziendale secondo quanto indicato nella documentazione presentata, con le eventuali variazioni apportate in fase
istruttoria, ed a rispettare tutti gli impegni assunti con la sottoscrizione della domanda di agevolazione»;
1. La narrativa, che qui di seguito s’intende integralmente
trascritta, è parte integrante del presente decreto;
2. Di dichiarare la decadenza dalle agevolazioni previste dal
Bando Pubblico PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione approvato con decreto dirigenziale n. 17198 del 30/11/2010, pubblicato sul Supplemento Straordinario n. 1 del 16/12/2010 al n.
49 del BURC, delle imprese di cui allegato elenco, che fa parte
integrante e sostanziale del presente provvedimento, nel quale
sono indicate le imprese che non hanno ottemperato all’obbligo,
previsto a pena di decadenza, dagli artt. 32 – punto 5) e 33 del
«Bando», approvato con D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010, di restituire alla Regione Calabria entro 15 giorni dalla data di ricevimento l’atto di adesione ed obbligo ad esse inviato e mentre, e le
imprese che hanno esercitato la facoltà di rinunciare ad agevolazioni;
RICHIAMATO altresì l’art. 12 del medesimo Bando laddove
è tra l’altro riportato «......... A tal fine, pena l’esclusione della
Domanda di Agevolazione, entro la data di sottoscrizione dell’Atto di Adesione e Obbligo, il Soggetto Beneficiario deve produrre la seguente documentazione:
3. Di prendere atto dell’intervenuta rinuncia alle agevolazioni delle imprese di cui all’allegato elenco;
— nel caso di ricorso al finanziamento bancario, copia della
delibero bancario di concessione del finanziamento redatta dalla
Bonea, dall’Intermediario Finanziaria ex art. 106 TUIB secondo
lo modulistica allegata al presente Avviso;
5. Di demandare al Soggetto Gestore – Fincalabra s.p.a. – la
rideterminazione dei contributi erogabili alle imprese positivamente collocate in graduatoria conseguente all’adozione del presente decreto;
— nel caso di apparto di mezzi propri, una attestazione bancaria sul merita creditizio, utilizzando la modulistica allegata al
presente Avviso, e/o documentazione equipollente comprovante
la disponibilità finanziaria, quali copie autentiche di attestati da
saldi asserenti la disponibilità liquida (libretti bancari, postali,
certificati di deposito, titoli di stata, ecc. ), delibere societarie o
documentazioni contabili relative al versamento del capitale propria nella misura prevista, ecc.»;
6. Di notificare il presente decreto ai Dipartimenti «Programmazione Nazionale e Comunitaria», «Cultura, Istruzione e
Ricerca» e «Lavoro e Formazione Professionale» ed a Fincalabra s.p.a.;
VISTO l’art. 1 del Bando approvato con D.D.S. n. 17198
del 30/11/2010 con il quale è stato approvato il Bando pubblico
PIA «Pacchetti Integrati di Agevolazioni» nella parte in cui al
punto 4 specifica che «le iniziative agevolabili attraverso i Pacchetti Integrati di agevolazione sono esclusivamente i Piani di
sviluppo aziendale» nonché l’art. 33 del medesimo Bando nella
parte in cui specifica che «qualora il fabbisogno finanziario dell’ultimo piano di sviluppo aziendale agevolabile dovesse essere
4. Di determinare le conseguenti economie di cui alla decadenze ed alle rinunce come da prospetto allegato;
7. Di comunicare il presente decreto a tutte le Imprese ricomprese nell’elenco allegato;
8. Di disporre la pubblicazione del presente decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro lì 17 ottobre 2013
Il Dirigente di Settore
Dr. Felice Iracà
(segue allegato)
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4335
4336
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14442 del 17 ottobre 2013
POR FESR 2007-2013 Linea d’intervento 2.1.2.1 – «Avviso Pubblico per la promozione di iniziative nel campo del
risparmio energetico» approvato con decreto n. 3068 del 10/
3/2010. Beneficiario: Comune di Campo Calabro (RC) – Progetto: «Intervento di riqualificazione energetica ed illuminotecnica della rete di pubblica illuminazione di Campo Calabro». Cup: H32G10000120006. Erogazione di c 27.954,68
per SAL 90%.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
VISTI:
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006;
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C
(2007) 6322 del 7/12/2007, per come modificato con Decisione
n. C (2012) 9693 del 17/12/2012;
— la D.G R n. 8 del 13/1/2009 di presa d’atto da parte della
Commissione europea della Descrizione dei Sistemi di Gestione
e Controllo del POR FESR 2007-2013;
— la L. R n. 3/2009 «Disposizioni regionali sui bandi relativi
a finanziamenti in materia di programmazione unitaria»;
— la D.G R n. 226 del 15/3/2010 di rimodulazione, tra l’altro,
del piano finanziano del’Asse 2 «Energia» del POR Calabria
FESR 2007/2013;
— la D.G.R n. 130 del 22/4/2013 dr modifica all’articolazione organizzativa dei controlli di primo livello del POR Calabria FESR 2007/2013;
DATO ATTO CHE:
— con decreto n. 3068 del 10/3/2010 è stato approvato l’«Avviso Pubblico per la promozione di iniziative nel campo del risparmio energetico» con soggetti beneficiari le Amministrazioni
comunali della Calabria;
— con decreto n. 674 del 23/1/2012 è stata approvata la graduatoria definitiva;
— con decreto n. 1391 del 9/2/2012 sono stati approvati lo
Schema di Convenzione ed il Disciplinare d’Obblighi;
— con decreto n. 11462 del 13/8/2012 si è provveduto all’assunzione dell’impegno di spesa per il succitato Avviso pubblico,
impegno n. 3383/2012;
— con il succitato decreto n. 11462 del 13/8/2012 sono state
apportate, altresì, modifiche in ordine al termine del 10/8/2011
relativo all’aggiudicazione definitiva degli interventi finanziati
con l’Avviso in questione;
— la D.G.R. n. 415 del 28/9/2012 con la quale si è preso atto
del nuovo testo del POR Calabria FESR 2007-2013 approvato
dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 19/6/2012;
— con decreto n. 16980 del 29/11/2012 è stato prorogato al
30/6/2013 il termine di chiusura dei lavori e di rendicontazione
degli interventi avviati, finanziati nell’ambito dell’Avviso Pubblico in oggetto;
— la D.G.R. n. 221 del 19/3/08 di presa d’atto del Piano Finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi prioritari,
Settore di Intervento e Obiettivi Operativi;
— con decreto n. 18327 del 27/12/2012, tra l’altro, è stato
disposto lo scorrimento della graduatoria definitiva da effettuarsi
entro il 3/2/2013, previa quantificazione delle economie;
— la D.G.R n. 515 del 28/7/2008 recante: «POR Calabria
2007-2013 Pareri di conformità e di coerenza programmatica con
i contenuti del programma operativo»;
— con decreto n. 1127 del 30/1/2013 sono stati approvati gli
ulteriori interventi ammessi a finanziamento;
— la D.G.R n. 654 del 16/9/2008 con la quale si è proceduto
alla definizione delle strutture Amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione in Assi Prioritari, Settori e
Linee di Intervento del POR Calabria FESR 2007-2013;
— con decreto n. 8190 del 29/5/2013 si è provveduto all’assunzione del nuovo impegno di spesa n. 2672/2013 ed alla proroga al 31/12/2013 del termine di chiusura dei lavori e dr rendicontazione degli interventi avviati;
CONSIDERATO CHE:
— la D.G.R n. 95 del 23/2/2009 di presa d’atto da parte della
Commissione europea dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007-2013;
— la D.G.R n. 240 del 24/4/2009 di rimodulazione del Piano
finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del
POR Calabria FESR 2007/2013;
— la D.G.R n. 335 del 9/6/09 con la quale è stata rettificata la
D.G.R n. 654 del 16/9/08;
— la D.G.R. n. 24 del 28/1/2010 con la quale è stata rettificata la D.G R n. 335 del 9/6/2009;
— tra i beneficiari ammessi a finanziamento col succitato decreto n. 674 del 23/1/2012 risulta esservi il Comune di Campo
Calabro per la realizzazione del progetto denominato «Intervento
di riqualificazione energetica ed illuminotecnica della rete di
pubblica illuminazione di Campo Calabro» del costo complessivo ammissibile di c 98.876,40, di cui c 98.876,40 a titolo di
contributo regionale (100%);
— i rapporti tra l’amministrazione regionale ed il comune di
Campo Calabro sono regolati dalla Convenzione rep n. 446 del
5/3/2012 che comprende, quale parte integrante e sostanziale,
ilDisciplinare d’Obblighi;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4337
— il progetto utilizzato per l’appalto dal comune di Campo
Calabro evidenzia un quadro economico di complessivi c
98.876,40, di cui c 98.876,40 per spese ammissibili;
— al contributo regionale su indicato di c 87.280,52 occorre
detrarre la somma di c 59.325,84 già trasferita al comune di
Campo Calabro a titolo di anticipazione e SAL al 30%;
— con decreto dirigenziale n. 6366 del 12/4/2013 è stato trasferito l’importo di c 59.325,84 a titolo di Anticipazione e SAL
al 30% (60,00% del contributo concesso, pan ad c 98.876,40);
— per quanto su esposto, la somma da liquidare con il presente atto ammonta a complessivi c 27.954,68, si procederà alla
revoca dei contributi qualora si ravvisino le condizioni di cui al
punto. 12 – Revoca dei contributi della Convenzione;
— a seguito di gara si sono conseguite economie d’asta pan
ad c 1.898,04 per cui l’importo delle spese ammissibili è rideterminato in c 96.978,36, così distribuito:
— lavori, compresi oneri per la sicurezza: c 78.274,51;
— IVA lavori (10%): c 7.827,45;
— spese tecniche ammissibili: c 9.887,64;
— spese d’informazione ammissibili:c 988,76;
— il contributo regionale ammonta pertanto a complessivi c
96 978,36 (100% delle spese ammissibili);
DATO ATTO che con DGR n. 130 del 22/4/2013 sono state
assegnate le funzioni di controllo di primo livello, sia di carattere
amministrativo che in loco, alle Unità di Verifica e Controllo
operanti presso ciascun Dipartimento, funzionalmente coordinate dal Settore Monitoraggio e Controlli del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria;
VISTA la richiesta formulata dal comune di Campo Calabro di
erogazione della quota di contributo regionale relativa allo stato
di avanzamento lavori al 90%;
CONSIDERATO ALTRESÌ CHE:
— l’art. 9 della Convenzione prevede che le erogazioni a favore del beneficiario finale avvengano all’avvio del lavori (anticipazione) e, successivamente, in corrispondenza di stati di avanzamento lavori intermedi al 30% ed 90%, previa acquisizione da
parte della Regione della relativa documentazione;
— il comune di Campo Calabro ha approvato con determinazione n. 133 del 24/4/2013 e presentato uno stato avanzamento
lavori di c 78.274,51, superiore al 90% dei lavori previsti in Convenzione, oneri per la sicurezza esclusi;
— al fine di consentire il rapido trasferimento delle somme al
beneficiano finale, tenuto conto dell’attuale stato di avanzamento dei lavori, si ravvisa la necessità di procedere direttamente
all’erogazione del 90% del contributo;
— la richiesta formulata dal comune di Campo Calabro risulta corredata della documentazione prevista dalla Convenzione
e dal Disciplinare d’Obblighi;
— il comune di Campo Calabro ha presentato fatture quietanzate con mandati irrevocabili di ragioneria per complessivi c
59.295,84, pari al 100,0% dei precedenti trasferimenti di anticipazione e SAL al 30%;
— risulta pertanto dimostrato l’utilizzo della totalità dei precedenti trasferimenti;
— a fronte della comunicazione dello stato di avanzamento
lavori di c 78 274,51 (al netto dell’IVA e delle spese tecniche)
risulta riconoscibile la somma di c 87.280,52, comprensiva di
IVA e spese tecniche ammissibili, pan al 90% del contributo regionale come da quadro economico complessivo su rideterminato a seguito di gara;
VISTI:
— l’esito positivo del controllo di primo livello come da
check list n. 27487 del 3/4/2013 la distinta di liquidazione n.
11559 dell’8/5/2013 generata telematicamente ed allegata al presente atto;
— la L.R. n. 7/96 recante «Norme generati sull’ordinamento
della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla dirigenza regionale» e s.m.i.;
— il DPGR n. 354/99 recante «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione» per
come modificato dal DPGR n. 206/2000;
— la L.R. n. 34/2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
— la D.G.R. n. 103 del 13/3/2012 con la quale è stato attribuito al prof. Franco Prampolini l’incarico di Dirigente del Settore «Politiche Energetiche – Attività Estrattive e Risorse Geotermiche»;
— il D.P.G.R. n. 42 del 2/4/2012 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente del Settore «Politiche Energetiche – Attività Estrattive e Risorse Geotermiche» al prof. Franco Prampolini;
— la D.G.R. n. 1075 del 23/12/2008 con la quale è stata assegnata al Dipartimento Attività Produttive la dirigente avv. Mana
Rosaria Mesiano;
— il D.D.G. n. 396 del 16/1/2012 con il quale è stato conferito all’avv. Maria Rosaria Mesiano l’incarico di dirigente del
servizio n. 5 «Programmi nazionali e comunitari»;
— la L.R. n. 71/2012 Bilancio di previsione della Regione
Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013/
2015»;
CONSIDERATO, inoltre, che non si procede all’accertamento
previsto dal D.M. Economia e Finanze n. 40/2008, atteso che
trattasi, nel caso di specie, di trasferimento di fondi, tra Enti pubblici, a destinazione vincolata necessari per il pagamento m favore dei soggetti aventi titolo e, conseguentemente, l’obbligo
dell’accertamento rimane in capo al Comune beneficiario nei
confronti degli stessi soggetti, in fase di definitiva liquidazione;
ATTESO che si sono verificate le condiz1oni di cui all’art. 45
della legge Regionale n. 8/2002;
Su proposta del dirigente di Servizio Avv. Maria Rosaria Mesiano e del Responsabile della Linea di Intervento 2.1 .2.1, Avv.
Nunzia Colosimo, alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle
strutture interessate;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in narrativa, che qui si intendono
integralmente richiamate e confermate per costituirne parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, di:
4338
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— riconoscere al comune di Campo Calabro la somma dì c
27.954,68 a titolo di SAL al 90%, imputando la spesa sul Capitolo POR 2007-2013 n. 29020102, impegno n. 2672/2013;
— la D.G.R. n. 221 del 19/3/08 di presa d’atto del Piano Finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi prioritari,
Settore di Intervento e Obiettivi Operativi;
— non procedere, per le motivazioni in premessa, all’accertamento previsto dal D.M. Economia e Finanze n. 40/2008 , rimanendo tale obbligo in capo al comune di Campo Calabro, Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato
di pagamento di c 27.954,68 a favore del comune di Campo Calabro attraverso accredito sulla contabilità speciale della Banca
d’Italia con la seguente causale:
— la D.G.R n. 515 del 28/7/2008 recante: «POR Calabria
2007-2013 Pareri di conformità e di coerenza programmatica con
i contenuti del programma operativo»;
− POR FESR 2007-2013 Linea d’intervento 21.2.1 – «Avviso Pubblico perla promozione di iniziative nel campo del risparmio energetico» approvato con decreto n. 3068 del10/3/2010
– Progetto: «Intervento di riqualificazione energetica ed illuminotecnica della rete di pubblica illuminazione di Campo Calabro» – Primo SAL – Erogazione 90% del contributo regionale
rideterminato a seguito di gara.
— autorizzare la pubblicazione del presente atto nel BURC.
— la D.G.R n. 654 del 16/9/2008 con la quale si è proceduto
alla definizione delle strutture Amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione in Assi Prioritari, Settori e
Linee di Intervento del POR Calabria FESR 2007-2013;
— la D.G.R n. 95 del 23/2/2009 di presa d’atto da parte della
Commissione europea dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007-2013;
— la D.G.R n. 240 del 24/4/2009 di rimodulazione del Piano
finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del
POR Calabria FESR 2007/2013;
— la D.G.R n. 335 del 9/6/09 con la quale è stata rettificata la
D.G.R n. 654 del 16/9/08;
Catanzaro, lì 17 ottobre 2013
Il Dirigente di Settore
Prof. Franco Prampolini
DECRETO n. 14444 del 17 ottobre 2013
POR FESR 2007-2013 Linea d’intervento 2.1.2.1 – «Avviso Pubblico per la promozione di iniziative nel campo del
risparmio energetico» approvato con decreto n. 3068 del 10/
3/2010.Beneficiario: Comune di Tropea (VV) – Progetto:
«Ammodernamento impianto pubblica illuminazione finalizzato al risparmio energetico.» Cup: F12D12000030004.
Erogazione di c 27.653,63 per SAL 90%.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
VISTI:
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006;
— la D.G.R. n. 24 del 28/1/2010 con la quale è stata rettificata la D.G R n. 335 del 9/6/2009;
— la D.G R n. 8 del 13/1/2009 di presa d’atto da parte della
Commissione europea della Descrizione dei Sistemi di Gestione
e Controllo del POR FESR 2007-2013;
— la L. R n. 3/2009 «Disposizioni regionali sui bandi relativi
a finanziamenti in materia di programmazione unitaria»;
— la D.G R n. 226 del 15/3/2010 di rimodulazione, tra l’altro,
del piano finanziano del’Asse 2 «Energia» del POR Calabria
FESR 2007/2013;
— la D.G.R n. 130 del 22/4/2013 dr modifica all’articolazione organizzativa dei controlli di primo livello del POR Calabria FESR 2007/2013;
DATO ATTO CHE:
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006;
— con decreto n. 3068 del 10/3/2010 è stato approvato l’«Avviso Pubblico per la promozione di iniziative nel campo del risparmio energetico» con soggetti beneficiari le Amministrazioni
comunali della Calabria;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006;
— con decreto n. 674 del 23/1/2012 è stata approvata la graduatoria definitiva;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009;
— con decreto n. 1391 del 9/2/2012 sono stati approvati lo
Schema di Convenzione ed il Disciplinare d’Obblighi;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008;
— con decreto n. 11462 del 13/8/2012 si è provveduto all’assunzione dell’impegno di spesa per il succitato Avviso pubblico,
impegno n. 3383/2012;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C
(2007) 6322 del 7/12/2007, per come modificato con Decisione
n. C (2012) 9693 del 17/12/2012;
— la D.G.R. n. 415 del 28/9/2012 con la quale si è preso atto
del nuovo testo del POR Calabria FESR 2007-2013 approvato
dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 19/6/2012;
— con il succitato decreto n. 11462 del 13/8/2012 sono state
apportate, altresì, modifiche in ordine al termine del 10/8/2011
relativo all’aggiudicazione definitiva degli interventi finanziati
con l’Avviso in questione;
— con decreto n. 16980 del 29/11/2012 è stato prorogato al
30/6/2013 il termine di chiusura dei lavori e di rendicontazione
degli interventi avviati, finanziati nell’ambito dell’Avviso Pubblico in oggetto;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4339
— con decreto n. 18327 del 27/12/2012, tra l’altro, è stato
disposto lo scorrimento della graduatoria definitiva da effettuarsi
entro il 3/2/2013, previa quantificazione delle economie;
— la richiesta formulata dal comune di Tropea risulta corredata della documentazione prevista dalla Convenzione e dal Disciplinare d’Obblighi;
— con decreto n. 1127 del 30/1/2013 sono stati approvati gli
ulteriori interventi ammessi a finanziamento;
— il comune di Tropea ha presentato fatture quietanzate con
mandati irrevocabili di ragioneria per complessivi c 27.759, 16,
pari al 100,0% del precedente trasferimento di c 27.792,74;
— con decreto n. 8190 del 29/5/2013 si è provveduto all’assunzione del nuovo impegno di spesa n. 2672/2013 ed alla proroga al 31/12/2013 del termine di chiusura dei lavori e dr rendicontazione degli interventi avviati;
CONSIDERATO CHE:
— tra i beneficiari ammessi a finanziamento col succitato decreto n. 674 del 23/1/2012 risulta esservi il Comune di Campo
Calabro per la realizzazione del progetto denominato «Ammodernamento impianto pubblica illuminazione finalizzato al risparmio energetico.»; del costo complessivo ammissibile di c
123.523,27, di cui c 92.642,45 a titolo di contributo regionale
(75%), i rapporti tra l’amministrazione regionale ed il comune di
Tropea sono regolati dalla Convenzione rep. n. 309 del 15/2/
2012 che comprende, quale parte integrante e sostanziale, il Disciplinare d’Obblighi; il progetto utilizzato per l’appalto dal comune di Tropea evidenzia un quadro economico di complessivi c
123.523,27, di cui c 121.123,60 per spese ammissibili, con decreto dirigenziale n. 2461 dell’11/4/2013 è stato trasferito l’importo c 27.792,74 a titolo di anticipazione (30,00% del contributo concesso, pari ad c 92 642,45);
— a seguito di gara si sono conseguite economie d’asta pari
ad c 39.004,81 per cui l’importo delle spese ammissibili è rideterminato in c 82.142,78, così distribuito:
− lavori, compresi oneri per la sicurezza: c 62.541,08;
— risulta pertanto dimostrato l’utilizzo della totalità del precedente trasferimento;
— a fronte della comunicazione dello stato di avanzamento
lavori di c 58.827, 15 (al netto dell’IVA e delle spese tecniche)
risulta riconoscibile la somma di c 55.446,37, comprensiva di
IVA e spese tecniche ammissibili, pari al 90% del contributo regionale come da quadro economico complessivo su rideterminato a seguito di gara;
— al contributo regionale su indicato di c 55.446,37 occorre
detrarre la somma di c 27.792,74 già trasferita al comune di
Tropea a titolo di anticipazione e che, pertanto, la somma da
liquidare con il presente atto ammonta a complessivi c
27.653,63;
— si procederà alla revoca dei contributi qualora si ravvisino
le condizioni di cui al punto 12 – Revoca dei contributi della
Convenzione;
— il comune di Tropea ha trasmesso gli estremi del conto
corrente dedicato;
VISTI:
— l’esito positivo del controllo di primo livello come da
check list n. 27997 dell’11/4/2013;
− IVA lavori (10%): c 6.254, 11;
− spese tecniche ammissibili: c 12.112,36;
− spese d’informazione ammissibili: c 1.235,23;
— il contributo regionale ammonta pertanto a complessivi c
61.607,08 (75%delle spese ammissibili);
DATO ATTO che con DGR n. 130 del 22/4/2013 sono state
assegnate le funzioni di controllo di primo livello sia di carattere
amministrativo che in loco, alle Unità di Verifica e Controllo
operanti presso ciascun Dipartimento, funzionalmente coordinate dal Settore Monitoraggio e controlli del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria;
VISTA la richiesta formulata dal comune di Tropea di erogazione della quota di contributo regionale relativa allo stato di
avanzamento lavori al 90%;
CONSIDERATO ALTRESÌ CHE:
— l’art. 9 della Convenzione prevede che le erogazioni a favore del beneficiario finale avvengano all’avvio del lavori (anticipazione) e, successivamente, in corrispondenza di stati di avanzamento lavori intermedi al 30% ed 90%, previa acquisizione da
parte della Regione della relativa documentazione, il comune di
Tropea ha approvato con determinazione n. 141 del e presentato
uno stato avanzamento lavori di c 58.827,15, superiore al 90%
dei lavori previsti in Convenzione, oneri per la sicurezza esclusi;
— al fine di consentire il rapido trasferimento delle somme al
beneficiario finale, tenuto conto dell’attuale stato di avanzamento dei lavori, si ravvisa la necessità di procedere direttamente
all’erogazione del 90% del contributo;
— la distinta di liquidazione n. 11558 del 4/10/2013 generata
telematicamente ed allegata al presente atto;
— la L.R. n. 7/96 recante «Norme generali sull’ordinamento
della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla dirigenza regionale» e s.m.i.;
— il DPGR n. 354199 recante «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione» per
come modificato dal DPGR n. 206/2000;
— la L.R n. 34/2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
— la D.G.R. n. 103 del 13/3/2012 con la quale è stato attribuito al prof. Franco Prampolini l’incarico di Dirigente del Settore «Politiche Energetiche – Attività Estrattive e Risorse Geotermiche»;
— il D.P.G R n. 42 del 2/4/2012 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente del Settore «Politiche Energetiche – Attività Estrattive e Risorse Geotermiche» al prof Franco Prampolini;
— la D.G.R n. 1075 del 23/12/2008 con la quale è stata assegnata al Dipartimento Attività Produttive la dirigente avv. Maria
Rosaria Mesiano;
— il D.D.G. n. 396 del 16/1/2012 con il quale è stato conferito all’avv. Maria Rosaria Mesiano l’incarico di dirigente del
servizio n. 5 «Programmi nazionali e comunitari»;
— la L.R n. 71/2012 «Bilancio di previsione della Regione
Calabria per l’anno finanziano 2013 e bilancio pluriennale 2013/
2015»;
4340
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
CONSIDERATO, inoltre, che non si procede all’accertamento
previsto dal D.M. Economia e Finanze n. 40/2008, atteso che
trattasi, nel caso di specie, di trasferimento di fondi, tra Enti pubblici, a destinazione vincolata necessari per il pagamento in favore dei soggetti aventi titolo e, conseguentemente, l’obbligo
dell’accertamento rimane in capo al Comune beneficiario nei
confronti degli stessi soggetti, in fase di definitiva liquidazione;
ATTESO che si sono verificate le condizioni di cui all’art. 45
della legge Regionale n. 8/2002;
Su proposta del dirigente di Servizio Avv. Maria Rosaria Mesiano e del Responsabile della Linea di Intervento 2.1.2.1, Avv.
Nunzia Colosimo, alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle
strutture interessate;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in narrativa, che qui si intendono
integralmente richiamate e confermate per costituirne parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, di:
— riconoscere al comune di Tropea la somma di c 27.653,63
a titolo di SAL al 90%, imputando la spesa sul Capitolo POR
2007-2013 n. 29020102, impegno n. 2672/2013;
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea con Decisione n. C
(2007) 6322 del 7/12/2007, per come modificato con Decisione
n. C (2012) 9693 del 17/12/2012;
— la D.G.R. n. 415 del 28/9/2012 con la quale si è preso atto
del nuovo testo del POR Calabria FESR 2007-2013 approvato
dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 19/6/2012;
— non procedere, per le motivazioni in premessa, all’accertamento previsto dal D.M. Economia e Finanze n. 40/2008, rimanendo tale obbligo in capo al comune di Tropea;
— la D.G.R. n. 221 del 19/3/08 di presa d’atto del Piano Finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi prioritari,
Settore di Intervento e Obiettivi Operativi;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo
mandato di pagamento di c 27,653,63 a favore del comune di
Tropea attraverso accredito sulla contabilità speciale della Banca
d’Italia ,con la seguente causale:
— la D.G.R n. 515 del 28/7/2008 recante: «POR Calabria
2007-2013 Pareri di conformità e di coerenza programmatica con
i contenuti del programma operativo»;
− POR FESR 2007-2013 Linea d’intervento 2.1 .2.1 – «Avviso Pubblico per la promozione di iniziative nel campo del risparmio energetico» approvato con decreto n. 3068 del 10/3/
2010 – Progetto: «Ammodernamento impianto pubblica illuminazione finalizzato al risparmio energetico – Primo SAL –
Erogazione 90% del contributo regionale rideterminato a seguito
di gara;
— la D.G.R n. 654 del 16/9/2008 con la quale si è proceduto
alla definizione delle strutture Amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione in Assi Prioritari, Settori e
Linee di Intervento del POR Calabria FESR 2007-2013;
— la D.G.R n. 95 del 23/2/2009 di presa d’atto da parte della
Commissione europea dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007-2013;
— autorizzare la pubblicazione del presente atto nel BURC.
Catanzaro, lì 17 ottobre 2013
Il Dirigente di Settore
Prof. Franco Prampolini
DECRETO n. 14446 del 17 ottobre 2013
POR FESR 2007-2013 Linea d’intervento 2.1.2.1 – «Avviso Pubblico per la promozione di iniziative nel campo del
risparmio energetico» approvato con decreto n. 3068 del 10/
3/2010. Beneficiario: Comune di Campo Calabro (RC) – Progetto: «Interventi di adeguamento e ammodernamento tecnologico protesi al risparmio energetico da effettuarsi su alcuni impianti comunali di pubblica illuminazione.» CUP:
G52G 1000600002. Erogazione di c 57.371,83 per SAL 90%.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
VISTI:
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006;
— la D.G.R n. 240 del 24/4/2009 di rimodulazione del Piano
finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del
POR Calabria FESR 2007/2013;
— la D.G.R n. 335 del 9/6/09 con la quale è stata rettificata la
D.G.R n. 654 del 16/9/08;
— la D.G.R. n. 24 del 28/1/2010 con la quale è stata rettificata la D.G R n. 335 del 9/6/2009;
— la D.G R n. 8 del 13/1/2009 di presa d’atto da parte della
Commissione europea della Descrizione dei Sistemi di Gestione
e Controllo del POR FESR 2007-2013;
— la L. R n. 3/2009 «Disposizioni regionali sui bandi relativi
a finanziamenti in materia di programmazione unitaria»;
— la D.G R n. 226 del 15/3/2010 di rimodulazione, tra l’altro,
del piano finanziano del’Asse 2 «Energia» del POR Calabria
FESR 2007/2013;
— la D.G.R n. 130 del 22/4/2013 dr modifica all’articolazione organizzativa dei controlli di primo livello del POR Calabria FESR 2007/2013;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DATO ATTO CHE:
— con decreto n. 3068 del 10/3/2010 è stato approvato l’«Avviso Pubblico per la promozione di iniziative nel campo del risparmio energetico» con soggetti beneficiari le Amministrazioni
comunali della Calabria;
— con decreto n. 674 del 23/1/2012 è stata approvata la graduatoria definitiva;
— con decreto n. 1391 del 9/2/2012 sono stati approvati lo
Schema di Convenzione ed il Disciplinare d’Obblighi;
— con decreto n. 11462 del 13/8/2012 si è provveduto all’assunzione dell’impegno di spesa per il succitato Avviso pubblico,
impegno n. 3383/2012;
4341
− spese d’informazione ammissibili: c 988,76;
— il contributo regionale ammonta pertanto a complessivi c
96.705,28 (100% delle spese ammissibili);
DATO ATTO che con DGR n. 130 del 22/4/2013 sono state
assegnate le funzioni di controllo di primo livello sia di carattere
amministrativo che in loco alle Unità di Verifica e Controllo operanti presso ciascun Dipartimento, funzionalmente coordinate
dal Settore Monitoraggio e controlli del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria;
VISTA la richiesta formulata dal comune di Grisolia di erogazione della quota di contributo regionale relativa allo stato di
avanzamento lavori al 90%;
CONSIDERATO ALTRESÌ CHE:
— con il succitato decreto n. 11462 del 13/8/2012 sono state
apportate, altresì, modifiche in ordine al termine del 10/8/2011
relativo all’aggiudicazione definitiva degli interventi finanziati
con l’Avviso in questione;
— con decreto n. 16980 del 29/11/2012 è stato prorogato al
30/6/2013 il termine di chiusura dei lavori e di rendicontazione
degli interventi avviati, finanziati nell’ambito dell’Avviso Pubblico in oggetto;
— con decreto n. 18327 del 27/12/2012, tra l’altro, è stato
disposto lo scorrimento della graduatoria definitiva da effettuarsi
entro il 3/2/2013, previa quantificazione delle economie;
— con decreto n. 1127 del 30/1/2013 sono stati approvati gli
ulteriori interventi ammessi a finanziamento;
— con decreto n. 8190 del 29/5/2013 si è provveduto all’assunzione del nuovo impegno di spesa n. 2672/2013 ed alla proroga al 31/12/2013 del termine di chiusura dei lavori e di rendicontazione degli interventi avviati;
CONSIDERATO CHE:
— tra i beneficiari ammessi a finanziamento col succitato decreto n. 674 del 23/1/2012 risulta esservi il Comune di Campo
Calabro per la realizzazione del progetto denominato «Interventi
di adeguamento e ammodernamento tecnologico protesi al risparmio energetico da effettuarsi su alcuni impianti comunali di
pubblica illuminazione.»; del costo complessivo ammissibile di
c 98.876,40, di cui c 98.876,40 a titolo di contributo regionale
(100%);
— i rapporti tra l’amministrazione regionale ed il comune di
Grisolia sono regolati dalla Convenzione rep. n. 353 del 20/2/
2012 che comprende, quale parte integrante e sostanziale, il Disciplinare d’Obblighi;
— il progetto utilizzato per l’appalto dal comune di Grisolia
evidenzia un quadro economico di complessivi c 98.876,40, di
cuic 98.876,40 per spese ammissibili;
— con decreto dirigenziale n. 5169 del 19/3/2013 è stato trasferito l’importo c 29.662,92 a titolo di anticipazione (30,00%
del contributo concesso, pari ad c 98.876,40);
— a seguito di gara si sono conseguite economie d’asta pari
ad c 2.171,12 per cui l’importo delle spese ammissibili è rideterminato in c 96.705,28, così distribuito:
− lavori, compresi oneri per la sicurezza: c 78.026,25; IVA
lavori (10%): c 7.802,63;
− spese tecniche ammissibili: c 9.887,64;
— l’art. 9 della Convenzione prevede che le erogazioni a favore del beneficiario finale avvengano all’avvio del lavori (anticipazione) e, successivamente, in corrispondenza di stati di avanzamento lavori intermedi al 30% ed 90%, previa acquisizione da
parte della Regione della relativa documentazione;
— il comune di Grisolia ha approvato con determinazione n.
149 del e presentato uno stato avanzamento lavori di c 78.026,25,
superiore al 90% dei lavori previsti in Convenzione, oneri per la
sicurezza esclusi;
— al fine di consentire il rapido trasferimento delle somme al
beneficiario finale, tenuto conto dell’attuale stato di avanzamento dei lavori, si ravvisa la necessità di procedere direttamente
all’erogazione del 90% del contributo;
— la richiesta formulata dal comune di Grisolia risulta corredata della documentazione prevista dalla Convenzione e dal Disciplinare d’Obblighi;
— il comune di Grisolia ha presentato fatture quietanzate con
mandati irrevocabili di ragioneria per complessivic 29.662,92,
pari al 100,0% del precedente trasferimento dic 29.662,92;
— risulta pertanto dimostrato l’utilizzo della totalità del precedente trasferimento;
— a fronte della comunicazione dello stato di avanzamento
lavori di c 78.026,25 (al netto dell’IVA e delle spese tecniche)
risulta riconoscibile la somma di c 87.034,75, comprensiva di
IVA e spese tecniche ammissibili, pari al 90% del contributo regionale come da quadro economico complessivo su rideterminato a seguito di gara;
— al contributo regionale su indicato di c 87.034,75 occorre
detrarre la somma di c 29.662,92 già trasferita al comune di Grisolia a titolo di anticipazione e che, pertanto, la somma da liquidare con il presente atto ammonta a complessivi c 57.371,83;
— si procederà alla revoca dei contributi qualora si ravvisino
le condizioni di cui al punto. 12 – Revoca dei contributi della
Convenzione;
— il Comune di Grisolia ha trasmesso gli estremi del conto
corrente dedicato;
VISTI:
— l’esito positivo del controllo di primo livello come da
check list n. 26539 del 19/3/2013;
— la distinta di liquidazione n. 11730 del 14/10/2013 generata telematicamente ed allegata al presente atto;
4342
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— la L.R. n. 7/96 recante «Norme generali sull’ordinamento
della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla dirigenza regionale» e s.m.i.;
— il DPGR n. 354/99 recante «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione» per
come modificato dal DPGR n. 206/2000;
sparmio energetico» approvato con decreto n. 3068 del 10/3/
2010 – Progetto: «Interventi di adeguamento e ammodernamento
tecnologico protesi al risparmio energetico da effettuarsi su alcuni impianti comunali di pubblica illuminazione.» – Primo SAL
– Erogazione 90% del contributo regionale rideterminato a seguito di gara.
— autorizzare la pubblicazione del presente atto nel BURC.
— la L.R. n. 34/2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
Catanzaro, lì 17 ottobre 2013
— la D.G.R. n. 103 del 13/3/2012 con la quale è stato attribuito al prof. Franco Prampolini l’incarico di Dirigente del Settore «Politiche Energetiche – Attività Estrattive e Risorse Geotermiche»;
— il D.P.G.R. n. 42 del 2/4/2012 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente del Settore «Politiche Energetiche – Attività Estrattive e Risorse Geotermiche» al prof. Franco Prampolini;
— la D.G.R. n. 1075 del 23/12/2008 con la quale è stata assegnata al Dipartimento Attività Produttive la dirigente avv. Maria
Rosaria Mesiano;
Il Dirigente di Settore
Prof. Franco Prampolini
DECRETO n. 14447 del 17 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1.4.1. Bando Pubblico. «PIA – Pacchetti integrati di agevolazioni». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
SI.GE.I. s.r.l..
— il D.D.G. n. 396 del 16/1/2012 con il quale è stato conferito all’avv. Maria Rosaria Mesiano l’incarico di dirigente del
servizio n. 5 «Programmi nazionali e comunitari»;
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTI:
— la L.R. n. 71/2012 «Bilancio di previsione della Regione
Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013/
2015»;
CONSIDERATO, inoltre, che non si procede all’accertamento
previsto dal D.M. Economia e Finanze n. 40/2008, atteso che
trattasi, nel caso di specie, di trasferimento di fondi, tra Enti pubblici, a destinazione vincolata necessari per il pagamento in favore dei soggetti aventi titolo e, conseguentemente, l’obbligo
dell’accertamento rimane in capo al Comune beneficiario nei
confronti degli stessi soggetti, in fase di definitiva liquidazione;
ATTESO che si sono verificate le condizioni di cui all’art. 45
della legge Regionale n. 8/2002;
Su proposta del dirigente di Servizio Avv. Maria Rosaria Mesiano e del Responsabile della Linea di Intervento 2.1.2.1, Avv.
Nunzia Colosimo, alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle
strutture interessate;
la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento delle
norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione delle
disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7 /96 e dal D.Lgs.
29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione
dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da quella di
gestione»;
la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali, e ritenuta propria la competenza;
la D.G.R. n. 770 dell’11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
la Delibera di Giunta Regionale n. 198 del 30/5/2013 con la
quale l’avv. Pasquale Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in narrativa, che qui si intendono
integralmente richiamate e confermate per costituirne parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, di:
— riconoscere al comune di Grisolia la somma di c 57.371,83
a titolo di SAL al 90%, imputando la spesa sul Capitolo POR
2007-2013 n. 29020102, impegno n. 2672/2013;
— non procedere, per le motivazioni in premessa, all’accertamento previsto dal D.M. Economia e Finanze n. 40/2008 , rimanendo tale obbligo in capo al comune di Grisolia;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo
mandato di pagamento di c 57.371,83 a favore del comune di
Grisolia attraverso accredito sulla contabilità speciale della
Banca d’Italia, con la seguente causale:
− POR FESR 2007-2013 Linea d’intervento 2.1.2.1 – «Avviso Pubblico per la promozione di iniziative nel campo del ri-
il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato
al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1 «Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento 5 – Attività
Produttive;
il D.D.G. n. 399 del 16/1/2012, con il quale il dott. Francesco
Marano è stato nominato Dirigente del Servizio 1 «Incentivi,
Promozione, Grandi eventi, Fiere e mercati Artigianato» del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale
per il triennio 2013-2015 (Legge finanziaria)»;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTI ALTRESÌ:
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di
sviluppo regionale e recante abrogazione del Regolamento (CE)
n. 1783/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di
sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di
coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul
Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006 per quanto
riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196 «Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/
2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo
regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione»;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008 che modifica ilRegolamento (CE) n. 1083/2006
per quanto riguarda alcuni progetti generatori di entrate;
— il Regolamento (CE) n. 397 /2009 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento
(CE) n. 1080/2006 relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale per quanto riguarda l’ammissibilità degli investimenti a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili nell’edilizia abitativa;
— il Regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione
dell’1 settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n.
1828/2006 che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul fondo di coesione e del regolamento (CE) n.
1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al
Fondo europeo di sviluppo regionale;
— il Regolamento (UE) n. 539/2010 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 16/6/2010 recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione
di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013, approvato dalla Commissione Europea con
Decisione n. C (2007) 3329 del 13/7/2007;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea.,con Decisione n.
C (2007) 6322 del 7/12/2007;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 881 del 24/12/2007
con la quale si è preso atto dell’approvazione da parte della Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/2007
del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013;
4343
— la deliberazione di Giunta regionale n. 221 del 19/3/08 di
presa d’atto del Piano Finanziario del POR. Calabria FESR
2007-2013 per Assi prioritari, Settori di Intervento e Obiettivi
Operativi;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 226 del 15/3/2010
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario dei Settori Ricerca Scientifica ed Innovazione Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico, Sicurezza e Legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali e delle Imprese del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 654 del 16/9/2008
avente ad oggetto: «Definizione e Organigramma delle Strutture
Amministrative della Giunta Regionale responsabili dell’attuazione degli Assi Prioritari, dei Settori e delle Linee di Intervento
del POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione
della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/07;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 335 del 9/6/2009
avente ad oggetto «Rettifica D.G.R. n. 654 del 16/9/2008 avente
per oggetto: «Definizione e organigramma delle strutture amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione
degli Assi prioritari, dei Settori e delle Linee di intervento del
POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione della
Commissione europea C (2007) 6322 del 7/12/07», successivamente modificata con deliberazioni di Giunta regionale n. 24 del
28/1/2010 e n. 169 del 27/2/2010;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 95 del 23/2/2009
recante: «Presa d’atto dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007 /2013, approvati dal comitato di sorveglianza ai sensi
dell’art. 65, lett. a) del Regolamenta (CE) n. 1083/2006;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 459 del 24/7/2009
che modifica la DGR n. 1021 del 16/12/2008 e la DGR n. 163
dell’8/4/2009 ed approva il documento recante descrizione dei
Sistemi di Gestione e Controllo ai sensi dell’art. 71, paragrafo 1,
del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio
2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 8 del 13/1/2009
avente ad oggetto «Presa d’atto della Descrizione dei Sistemi di
Gestione e Controllo del POR FESR 2007-2013 e relativi allegati, in seguito all’accettazione da parte della Commissione europea»;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 202 del 20/5/2011
recante «Organigramma della struttura Regionale responsabile
dell’attuazione degli Assi prioritari dei settori e delle linee d’intervento del POR Calabria FESR 2007/2013 approvato con decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/
2007 – modifica DGR 169 dell’8/2/2010»;
CONSIDERATO CHE:
— con deliberazione n. 221 del 19/3/2008 è stato approvato il
piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013;
— con deliberazione n. 240 del 24/4/2009 è stata approvata
una rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR
2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento;
4344
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— con deliberazione n. 226 del 15/3/2010 è stata approvata
un’ulteriore rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento, che ha interessato gli Assi I, II, IV, V, VII;
4) Piani di Formazione Aziendale: Euro 1.000.000,00 –
Obiettivo specifico A – Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori – POR Calabria FSE
2007/2013;
— con deliberazione n. 256 del 24/5/2012 recante «Rimodulazione del Piano finanziario del POR FESR Calabria – Asse VII
Sistemi Produttivi» è stato rimodulato il piano finanziario dell’Asse VII Sistemi produttivi incrementando la dotazione finanziaria della Linea d’intervento 7.1.4.1 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»
ad Euro 77.530.000,00;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 4277 del 4/5/2011, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 332.750,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
VISTI:
— l’Obiettivo Operativo 7.1.4 del POR Calabria FESR 2007/
2013 «Promuovere e sostenere la competitività delle imprese e la
creazione di nuove imprese nei settori innovativi e/o rapida crescita»;
— la linea d’intervento 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007
/2013 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»;
RICHIAMATI:
— la Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19 marzo 2008,
con la quale è stata approvata, ai sensi di quanto previsto dall’art.
24 della Legge regionale n. 9/2007, la Direttiva di Attuazione dei
PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28 gennaio 2010,
avente ad oggetto «Modifica e integrazione delle direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19/3/2008, ai sensi della
Legge Regionale n. 40 del 12/12/2008»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 242 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR alla – Direttive di Attuazione dei pacchetti – Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28/1/2010. Presa d’atto del
parere della commissione del Consiglio Regionale e individuazione delle risorse finanziarie da destinare al bando per la concessione degli incentivi»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 226 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 – Rimodulazione
dei Piani Finanziari dei Settori Ricerca Scientifica e Innovazione
Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e
Risparmio Energetico, Sicurezza e legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali delle Imprese»;
— il D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 con il quale è stato approvato il Bando pubblico PIA «Pacchetti Integrati di Agevolazioni» a valere sulla linea 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 pubblicato sul BURC Regione Calabria del 16/12/2010 n.
49 individuando nel contempo Fincalabra s.p.a. – soggetto in
house – per la gestione complessiva dell’intervento fissando nel
contempo lo stanziamento economico iniziale in Euro
42.000.000,00 complessive distinto come segue:
1) Piani Investimenti Produttivi: Euro 28.000.000,00 –
Linea Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
2) Piani Integrati di servizi reali: Euro 3.000.000,00 – Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
3) Piani Innovazione Aziendale: Euro 10.000.000,00 –
Linea Intervento 1.1.3.2 del POR FESR Calabria 2007/2013;
— la convenzione rep. nr. 785 del 9/6/2011 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’informazione, verifica e
valutazione delle domande di finanziamento» – PIA 2010;
— il D.D.G. n. 15416 del 9/12/2011 con oggetto «POR Calabria FESR 2007-2013 – Linead’Intervento 7.1.4.1 – Bando Pubblico «PIA – Pacchetti Integrati di agevolazione» approvato con
D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 – Nomina commissione per la
scelta dei componenti il del Comitato Tecnico di Valutazione ai
sensi dell’art. 30 comma 2 del bando»;
— il D.D.S. n. 1352 dell’8/2/2012 del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria con oggetto «POR Calabria
FESR 2007 /2013 – Asse IX obiettivo operativo 9.1.1 – Avviso
Pubblico PIA 2010 approvato con DDS n. 17189 del 30/10/2010
– Nomina CTV. Impegno di spesa»;
— il D.D.G. n. 4127 del 28/3/2012 con il quale è stato nominato il Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi dell’art. 30
comma 2 del bando, come successivamente rettificato con decreto n. 4255 del 12/4/2012;
— il parere positivo in merito alla conformità con i Regolamenti, le Direttive e le Decisioni Comunitarie reso, ai sensi e per
gli effetti della DGR 515/2008, dal Dirigente Generale del Dipartimento Attività produttive con prot. 17355 del 27/10/2010,
del Dirigente Generale del Dipartimento Cultura, Istruzione e
Ricerca prot. 11254 del 27/10/2010;
— il parere positivo in merito alla coerenza programmatica
con i contenuti del QSN per la Politica regionale di sviluppo
2007/2013 e del POR Calabria FESR 2007/2013 come reso dall’Autorità di Gestione del POR FESR 2007/2013 con prot. 8278
del 18/11/2010;
VISTO il comma 4 dell’art. 1 della L.R. 40/2008, che demanda
alla Giunta regionale la definizione dei regimi di aiuto e gli strumenti di incentivazione, attraverso l’approvazione di specifiche
Direttive di Attuazione definite per ciascun strumento di incentivazione e redatte sulla base dei limiti previsti dalla «Carta degli
Aiuti a finalità regionale» vigente per il periodo di programmazione 2007-2013, ai sensi delle D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 123, e
della legge 29 marzo 2001 n. 135, n. 8/08 e n. 40/08;
CONSIDERATO che la concessione di aiuti a finalità regionali è finalizzata a sostenere laqualificazione, il potenziamento e
l’innovazione dei sistemi produttivi regionali;
DATO ATTO che ai sensi e per gli effetti dell’art. 9 del Regolamento (CE) n. 800/2008 del 6/8/2008 recante «Aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 87 /88
del Trattato – Regolamento generale di esenzione per categoria –
è stata trasmessa una sintesi della misura di aiuto di cui al presente decreto – Aiuto n. 5651 PIA 2010;
CONSIDERATO:
— che con D.D.G. n. 11275 del 3/8/2012, pubblicato sul
BURC n. 33 – Parte III – del 17/8/2012, sono state approvate le
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
graduatorie provvisorie dei Piani di Sviluppo Aziendale ammessi
a finanziamento e di quelli non ammessi a finanziamento;
— che ai sensi dell’art. 42 del bando si è dato corso all’esame
delle richieste/ricorsi in opposizione come pervenuti agli atti del
Dipartimento e che gli sono stati esitati con il supporto di Fincalabra s.p.a. e, qualora di competenza, previa convocazione del
Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi e per gli effetti di
quanto disciplinato all’art. 32 punto 1) del Bando;
— che con nota prot. 5636 del 14/11/2012, acquisita al protocollo dipartimentale n. 381750 del 19/11/2012, Fincalabra s.p.a.
– Soggetto Gestore -, a conclusione dell’attività di cui sopra, ha
trasmesso le determinazioni assunte dal Comitato Tecnico di Valutazione;
— che con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013, pubblicato sul BURC
n. 5 Parte III dell’1/2/2013, è stata approvata la graduatoria definitiva dell’Avviso «PIA – Pacchetti integrati di Agevolazione
2010» approvato con decreto n. 17189 del 30/11/2010;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 7054 del 9/5/2013, con il quale è
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 199.640,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— la convenzione rep. n. 1169 del 3/6/2013 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’istruttoria e verifica tecnica-amministrativa della realizzazione dei piani di sviluppo
aziendale» – PIA 2010;
VISTO che tra le aziende inserite nella graduatoria approvata
con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 risulta finanziabile la ditta SI.GE.I.
s.r.l. per un contributo provvisorio complessivo pari a c
61.200,00, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
136.000,00;
4345
DARE ATTO altresì che il presente provvedimento sarà trasmesso per competenza ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti
interessati;
Sulla base dell’istruttoria compiuta dal soggetto gestore – Fincalabra s.p.a. –, dall’ufficio preposto e dal Responsabile della
Linea d’Intervento, a termini delle richiamate disposizioni legislative;
DECRETA
Per i motivi espressi in premessa e che si intendono integralmente riportati:
— di prendere atto dell’atto di adesione e obbligo sottoscritto,
per accettazione, dal legale rappresentate della Ditta SI.GE.I.
s.r.l., parte integrante e sostanziale del presente decreto;
— di concedere alla ditta SI.GE.I. s.r.l. – Codice Fiscale/ Partita IVA 01767080789, con sede legale a Rende (CS), Via G.
Verdi, 17, CAP 87036, collocata alla posizione n. 72 nella graduatoria dei progetti PIA approvata con D.D.S. n. 14 del 2/1/
2013 – il contributo complessivo di c 61.200,00, a fronte di un
investimento ammissibile pari ad c 136.000,00;
— l’ammontare del predetto contributo è calcolato in via
provvisoria e sarà rideterminato a conclusione del programma
d’investimenti, sulla base delle spese ammissibili effettivamente
sostenute e della verifica relativa al rispetto delle intensità massime di aiuto previste dalla disciplina comunitaria;
— la suddetta spesa trova copertura finanziaria secondo i seguenti modi:
— piano Investimenti Produttivi contributo pari ad c
61.200,00, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c
136.000,00, a valere sugli impegni di spesa n. 4111/2013 e n.
173/2014 – capitolo 29050104 – effettuati con D.D.S. n. 11620
del 9/8/2013 del Dipartimento 5;
DATO ATTO:
— che ai sensi di quanto disposto dall’art. 32 comma 5 del
bando PIA, la ditta SI.GE.I. s.r.l. ha restituito l’atto di adesione
ed obbligo, allegato al presente decreto per farne parte integrante
e sostanziale, a questa Amministrazione al fine di procedere alla
concessione del contributo spettante alla ditta;
— che con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013 del Dipartimento 5
«AA.PP:», si è proceduto, all’impegno di spesa – capitolo del
bilancio regionale 29050104, – Linea di intervento 7.1.4.1. – per
i Piani di Investimenti Produttivi per un importo complessivo
pari a 28.000.000,00 (c 10.000.000,00 c/impegno n. 4111/2013
ed c 18.000.000,00 c/impegno n. 173/2014) e per i Piani Integrati dei Servizi Reali per un importo complessivo pari a c
3.000.000,00 (c 1.000.000,00 c/impegno n. 4112/2013 ed c
2.000.000,00 c/impegno n. 174/2014);
— che con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012 del Dipartimento
11 «Istruzione, Alta Formazione e Ricerca Scientifica» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 48010103, all’impegno di spesa sulla Linea di Intervento 1.1.3.2. per un importo
pari a c 10.000.000,00 (c/impegno n. 4033/2012) per i Piani di
Innovazione Aziendale;
— che con D.D.S. n. 10551 del 22/7/2013 del Dipartimento
10 «Politiche del Lavoro, della famiglia, pari opportunità, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 3221130, all’impegno di
spesa per un importo pari a c 1.000.000,00 (c/impegno n. 2915/
2013) per i Piani di Formazione Aziendale;
— di trasmettere copia del presente provvedimento alla ditta
interessata, ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti interessati ed
al Soggetto Gestore – Fincalabra s.p.a. – per gli adempimenti di
competenza;
— di pubblicare il presente provvedimento sul BUR della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 17 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Avv. Pasquale Monea
4346
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14448 del 17 ottobre 2013
POR Calabria FERS 2007/2013 – Linea di intervento
7.1,4,1 . Bando Pubblico «PIA Pacchetti integrati di agevolazioni ». DDS n. 14 del 2/1/2013 di approvazione della graduatoria definitiva. Decreto di concessione provvisoria Ditta
Grafiche Simone di Simone Rosario & C..
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTI:
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7 /96 e dal
D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni»;
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali, e ritenuta propria la competenza;
— la D.G.R. n. 770 dell’11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 198 del 30/5/2013 con
la quale l’avv. Pasquale Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006 per quanto
riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196 «Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/
2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo
regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione»;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008 che modifica ilRegolamento (CE) n. 1083/2006
per quanto riguarda alcuni progetti generatori di entrate;
— il Regolamento (CE) n. 397 /2009 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento
(CE) n. 1080/2006 relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale per quanto riguarda l’ammissibilità degli investimenti a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili nell’edilizia abitativa;
— il Regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione
dell’1 settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n.
1828/2006 che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul fondo di coesione e del regolamento (CE) n.
1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al
Fondo europeo di sviluppo regionale;
— il Regolamento (UE) n. 539/2010 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 16/6/2010 recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione
di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— il D.D.G. n. 399 del 16/1/2012, con il quale il dott. Francesco Marano è stato nominato Dirigente del Servizio 1 «Incentivi, Promozione, Grandi eventi, Fiere e mercati, Artigianato»
del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013, approvato dalla Commissione Europea con
Decisione n. C (2007) 3329 del 13/7/2007;
— la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea.,con Decisione n.
C (2007) 6322 del 7/12/2007;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge finanziaria)»;
VISTI ALTRESÌ:
— la deliberazione di Giunta regionale n. 881 del 24/12/2007
con la quale si è preso atto dell’approvazione da parte della Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/2007
del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013;
— il Regolamento (CE) 1080/2006 del Parlamento Europeo e
del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di
sviluppo regionale e recante abrogazione del Regolamento (CE)
n. 1783/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 221 del 19/3/08 di
presa d’atto del Piano Finanziario del POR. Calabria FESR
2007-2013 per Assi prioritari, Settori di Intervento e Obiettivi
Operativi;
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di
sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di
coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul
— la deliberazione di Giunta regionale n. 226 del 15/3/2010
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario dei Settori Ricerca Scientifica ed Innovazione Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e Ri-
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
sparmio Energetico, Sicurezza e Legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali e delle Imprese del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 654 del 16/9/2008
avente ad oggetto: «Definizione e Organigramma delle Strutture
Amministrative della Giunta Regionale responsabili dell’attuazione degli Assi Prioritari, dei Settori e delle Linee di Intervento
del POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione
della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/07;
4347
ziaria della Linea d’intervento 7.1.4.1 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»
ad Euro 77.530.000,00;
VISTI:
— l’Obiettivo Operativo 7.1.4 del POR Calabria FESR 2007/
2013 «Promuovere e sostenere la competitività delle imprese e la
creazione di nuove imprese nei settori innovativi e/o rapida crescita»;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 335 del 9/6/2009
avente ad oggetto «Rettifica D.G.R. n. 654 del 16/9/2008 avente
per oggetto: «Definizione e organigramma delle strutture, amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione
degli Assi prioritari, dei Settori e delle Linee di intervento del
POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione della
Commissione europea C (2007) 6322 del 7/12/07», successivamente modificata con deliberazioni di Giunta regionale n. 24 del
28/1/2010 e n. 169 del 27/2/2010;
— la linea d’intervento 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007
/2013 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 95 del 23/2/2009
recante: «Presa d’atto dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007 /2013, approvati dal comitato di sorveglianza ai sensi
dell’art. 65, lett. a) del Regolamenta (CE) n. 1083/2006;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28 gennaio 2010,
avente ad oggetto «Modifica e integrazione delle direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19/3/2008, ai sensi della
Legge Regionale n. 40 del 12/12/2008»;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 459 del 24/7/2009
che modifica la DGR n. 1021 del 16/12/2008 e la DGR n. 163
dell’8/4/2009 ed approva il documento recante descrizione dei
Sistemi di Gestione e Controllo ai sensi dell’art. 71, paragrafo 1,
del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio
2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 8 del 13/1/2009
avente ad oggetto «Presa d’atto della Descrizione dei Sistemi di
Gestione e Controllo del POR FESR 2007-2013 e relativi allegati, in seguito all’accettazione da parte della Commissione europea»;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 202 del 20/5/2011
recante «Organigramma della struttura Regionale responsabile
dell’attuazione degli Assi prioritari dei settori e delle linee d’intervento del POR Calabria FESR 2007 /2013 approvato con decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/
2007 – modifica DGR 169 dell’8/2/2010»;
CONSIDERATO CHE:
RICHIAMATI:
— la Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19 marzo 2008,
con la quale è stata approvata, ai sensi di quanto previsto dall’art.
24 della Legge regionale n. 9/2007, la Direttiva di Attuazione dei
PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 242 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR alla – Direttive di Attuazione dei pacchetti – Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28/1/2010. Presa d’atto del
parere della commissione del Consiglio Regionale e individuazione delle risorse finanziarie da destinare al bando per la concessione degli incentivi»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 226 del 15 marzo 2010,
avente ad oggetto «POR Calabria FESR 2007 – Rimodulazione
dei Piani Finanziari dei Settori Ricerca Scientifica e Innovazione
Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e
Risparmio Energetico, Sicurezza e legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali delle Imprese»;
— il D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 con il quale è stato approvato il Bando pubblico PIA «Pacchetti Integrati di Agevolazioni» a valere sulla linea 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/
2013 pubblicato sul BURC Regione Calabria del 16/12/2010 n.
49 individuando nel contempo Fincalabra s.p.a. – soggetto in
house – per la gestione complessiva dell’intervento fissando nel
contempo lo stanziamento economico iniziale in Euro
42.000.000,00 complessive distinto come segue:
— con deliberazione n. 221 del 19/3/2008 è stato approvato il
piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013;
1) Piani Investimenti Produttivi: Euro 28.000.000,00 –
Linea Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
— con deliberazione n. 240 del 24/4/2009 è stata approvata
una rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR
2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento;
2) Piani Integrati di servizi reali: Euro 3.000.000,00 – Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
— con deliberazione n. 226 del 15/3/2010 è stata approvata
un’ulteriore rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento, che ha interessato gli Assi I, II, IV, V, VII;
— con deliberazione n. 256 del 24/5/2012 recante «Rimodulazione del Piano finanziario del POR FESR Calabria – Asse VII
Sistemi Produttivi» è stato rimodulato il piano finanziario dell’Asse VII Sistemi produttivi incrementando la dotazione finan-
3) Piani Innovazione Aziendale: Euro 10.000.000,00 –
Linea Intervento 1.1.3.2 del POR FESR Calabria 2007/2013;
4) Piani di Formazione Aziendale: Euro 1.000.000,00 –
Obiettivo specifico A – Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori – POR Calabria FSE
2007/2013;
— il decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione
Nazionale e Comunitaria n. 4277 del 4/5/2011, con il quale è
4348
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 332.750,00 a
valere sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— la convenzione rep. nr. 785 del 9/6/2011 sottoscritta tra il
Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’informazione, verifica e
valutazione delle domande di finanziamento» – PIA 2010;
— il D.D.G. n. 15416 del 9/12/2011 con oggetto «POR Calabria FESR 2007-2013 – Linead’Intervento 7.1.4.1 – Bando Pubblico «PIA – Pacchetti Integrati di agevolazione» approvato con
D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 – Nomina commissione per la
scelta dei componenti il del Comitato Tecnico di Valutazione ai
sensi dell’art. 30 comma 2 del bando»;
— il D.D.S. n. 1352 dell’8/2/2012 del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria con oggetto «POR Calabria
FESR 2007 /2013 – Asse IX obiettivo operativo 9.1.1 – Avviso
Pubblico PIA 2010 approvato con DDS n. 17189 del 30/10/2010
– Nomina CTV. Impegno di spesa»;
— il D.D.G. n. 4127 del 28/3/2012 con il quale è stato nominato il Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi dell’art. 30
comma 2 del bando, come successivamente rettificato con decreto n. 4255 del 12/4/2012;
— che ai sensi dell’art. 42 del bando si è dato corso all’esame
delle richieste/ricorsi in opposizione come pervenuti agli atti del
Dipartimento e che gli sono stati esitati con il supporto di Fincalabra s.p.a. e, qualora di competenza, previa convocazione del
Comitato Tecnico di Valutazione ai sensi e per gli effetti di
quanto disciplinato all’art. 32 punto 1) del Bando;
— che con nota prot. 5636 del 14/11/2012, acquisita al protocollo dipartimentale n. 381750 del 19/11/2012, Fincalabra s.p.a.
– Soggetto Gestore -, a conclusione dell’attività di cui sopra, ha
trasmesso le determinazioni assunte dal Comitato Tecnico di Valutazione;
— che con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013, pubblicato sul BURC
n. 5 Parte III dell’1/2/2013, è stata approvata la graduatoria definitiva dell’Avviso «PIA – Pacchetti integrati di Agevolazione
2010» approvato con decreto n. 17189 del 30/11/2010;
VISTO che tra le aziende inserite nella graduatoria approvata
con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 risulta finanziabile la ditta Grafiche Simone di Simone Rosario & C, per un contributo provvisorio complessivo pari a c 114.696,80, a fronte di un investimento ammissibile pari ad c 286.742,00;
DATO ATTO:
— il parere positivo in merito alla conformità con i Regolamenti, le Direttive e le Decisioni Comunitarie reso, ai sensi e per
gli effetti della DGR 515/2008, dal Dirigente Generale del Dipartimento Attività produttive con prot. 17355 del 27/10/2010,
del Dirigente Generale del Dipartimento Cultura, Istruzione e
Ricerca prot. 11254 del 27/10/2010;
— che ai sensi di quanto disposto dall’art. 32 comma 5 del
bando PIA, la ditta Grafiche Simone di Simone Rosario & C. ha
restituito l’atto di adesione ed obbligo, allegato al presnte decreto per farne parte integrante e sostanziale, a questa Amministrazione al fine di procedere alla concessione del contributo
spettante alla ditta;
— il parere positivo in merito alla coerenza programmatica
con i contenuti del QSN per la Politica regionale di sviluppo
2007/2013 e del POR Calabria FESR 2007/2013 come reso dall’Autorità di Gestione del POR FESR 2007/2013 con prot. 8278
del 18/11/2010;
— che con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013 del Dipartimento 5
«AA.PP:», si è proceduto, all’impegno di spesa – capitolo del
bilancio regionale 29050104, – Linea di intervento 7.1.4.1. – per
i Piani di Investimenti Produttivi per un importo complessivo
pari a 28.000.000,00 (c 10.000.000,00 c/impegno n. 4111/2013
ed c 18.000,000,00 c/impegno n. 173/2014) e per i Piani Integrati dei Servizi Reali per un importo complessivo pari a c
3.000.000,00 (c 1.000.000,00 c/impegno n. 4112/2013 ed c
2.000.000,00 c/impegno n. 174/2014);
VISTO il comma 4 dell’art. 1 della L.R. 40/2008, che demanda
alla Giunta regionale la definizione dei regimi di aiuto e gli strumenti di incentivazione, attraverso l’approvazione di specifiche
Direttive di Attuazione definite per ciascun strumento di incentivazione e redatte sulla base dei limiti previsti dalla «Carta degli
Aiuti a finalità regionale» vigente per il periodo di programmazione 2007-2013, ai sensi delle D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 123, e
della legge 29 marzo 2001 n. 135, n. 8/08 e n. 40/08;
CONSIDERATO che la concessione di aiuti a finalità regionali è finalizzata a sostenere laqualificazione, il potenziamento e
l’innovazione dei sistemi produttivi regionali;
DATO ATTO che ai sensi e per gli effetti dell’art. 9 del Regolamento (CE) n. 800/2008 del 6/8/2008 recante «Aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 87 /88
del Trattato – Regolamento generale di esenzione per categoria –
è stata trasmessa una sintesi della misura di aiuto di cui al presente decreto – Aiuto n. 5651 PIA 2010;
CONSIDERATO:
— che con D.D.G. n. 11275 del 3/8/2012, pubblicato sul
BURC n. 33 – Parte III – del 17/8/2012, sono state approvate le
graduatorie provvisorie dei Piani di Sviluppo Aziendale ammessi
a finanziamento e di quelli non ammessi a finanziamento;
— che con D.D.S. n. 15574 del 31/10/2012 del Dipartimento
11 «Istruzione, Alta Formazione e Ricerca Scientifica» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 48010103, all’impegno di spesa sulla Linea di Intervento 1.1.3.2. per un importo
pari a c 10.000.000,00 (c/impegno n. 4033/2012) per i Piani di
Innovazione Aziendale;
— che con D.D.S. n. 10551 del 22/7/2013 del Dipartimento
10 «Politiche del Lavoro, della famiglia, pari opportunità, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato» si è proceduto, sul capitolo del bilancio regionale 3221130, all’impegno di
spesa per un importo pari a c 1.000.000,00 (c/impegno n. 2915/
2013) per i Piani di Formazione Aziendale;
DARE ATTO altresì che il presente provvedimento sarà trasmesso per competenza ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti
interessati;
Sulla base dell’istruttoria compiuta dal soggetto gestore – Fincalabra s.p.a. –, dall’ufficio preposto e dal Responsabile della
Linea d’Intervento, a termini delle richiamate disposizioni legislative;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETA
Per i motivi espressi in premessa e che si intendono integralmente riportati:
— di prendere atto dell’atto di adesione e obbligo sottoscritto,
per accettazione, dal legale rappresentate della Ditta Grafiche
Simone di Simone Rosario & C., parte integrante e sostanziale
del presente decreto;
— di concedere alla ditta Grafiche Simone di Simone Rosario
& C. – Codice Fiscale/ Partita IVA 02487370799, con sede legale a Catanzaro, Via 4 Novembre,32/34, CAP 88100, collocata
alla posizione n. 53 nella graduatoria dei progetti PIA approvata
con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013 – il contributo complessivo di c
114.696,80 a fronte di investimenti ammissibili pari ad c
286.742,00;
4349
— il D.P.G.R. n. 354 del 21 giugno 1999 recante «separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da
quella di gestione»;
— la L.R. n. 34 del 12/8/2002, sul riordino delle funzioni amministrative regionali e locali, e ritenuta propria la competenza;
— la D.G.R. n. 770 dell’11/11/2006, relativa al nuovo ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 198 del 30/5/2013 con
la quale l’avv. Pasquale Monea è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
— il D.P.G.R. n. 75 del 3/6/2013, con il quale è stato conferito
all’avv. Pasquale Monea l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 – Attività Produttive;
— l’ammontare del predetto contributo è calcolato in via
provvisoria e sarà rideterminato a conclusione del programma
d’investimenti, sulla base delle spese ammissibili effettivamente
sostenute e della verifica relativa al rispetto delle intensità massime di aiuto previste dalla disciplina comunitaria;
— il D.D.G. n. 7462 del 25/5/2012 con il quale è stato riassegnato al dott. Felice Iracà l’incarico di Dirigente del Settore 1
«Industria, Commercio e Artigianato» del Dipartimento n. 5 –
Attività Produttive;
— la suddetta spesa trova copertura finanziaria secondo i seguenti modi:
— il D.D.G. n. 399 16 gennaio 2012, con il quale il dott.
Francesco Marane è stato nominato Dirigente del Servizio 1 «Incentivi, Promozione, grandi eventi, fiere e mercati, Artigianato»
del Dipartimento n. 5 – Attività Produttive;
− piano Investimenti Produttivi contributo pari a c
114.696,80, a fronte d’investimenti ammissibili pari a c
286.742,00, a valere sugli impegni di spesa n. 4111/2013 e n.
173/2014 – capitolo 29050104 – effettuati con D.D.S. n. 11620
del 9/8/2013 del Dipartimento 5;
— di trasmettere copia del presente provvedimento alla ditta
interessata, ai Dirigenti Generali dei Dipartimenti interessati ed
al Soggetto Gestore – Fincalabra s.p.a. per gli adempimenti di
competenza;
— di pubblicare il presente provvedimento sul BUR della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 17 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Avv. Pasquale Monea
DECRETO n. 14449 del 17 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007-2013 – Linea d’Intervento
1.1.3.2 – Bando Pubblico «PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione» D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 – Trasferimento
fondi al Soggetto Gestore Fincalabra s.p.a. (Primo Tranche)
per erogazione prime anticipazione richieste per i Piani degli
Investimenti Produttivi e per i Piani Integrati dei Servizi
Reali.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTI:
— la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999, recante «adeguamento
delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione
delle disposizioni recate dalla legge Regionale n. 7/96 e dal
D.Lgs. 29/93 esuccessive modificazioni ed integrazioni»;
— la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 «Bilancio di previsione della
Regione Calabria per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (Legge finanziaria)»;
VISTI, ALTRESÌ:
— il Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e recante abrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di
Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di
Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione
dell’8 dicembre 2006, che stabilisce modalità di applicazione del
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul
Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7/4/09,
che modifica il Regolamento (CE) 1083/2006, per quanto riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— Decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196 «Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/
2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo
regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione»;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008 che modifica il Regolamento (CE) n. 1083/2006
per quanto riguarda alcuni progetti generatori di entrate;
4350
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— il Regolamento (CE) n. 397 /2009 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento
(CE) n. 1080/2006 relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale per quanto riguarda l’ammissibilità degli investimenti a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili nell’edilizia abitativa;
— regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione dell’1
settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1828/2006
che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE)
n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/2006 del
Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di
sviluppo regionale;
— il Regolamento (UE) n. 539/2010 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 16/6/2010 recante disposizioni generali sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione
di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— il Quadro Strategico Nazionale per la Politica Regionale di
Sviluppo 2007-2013, approvato dalla Commissione Europea con
Decisione n. C (2007) 3329 del 13/7/2007;
— il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 20072013, approvato dalla Commissione Europea.,con Decisione n.
C (2007) 6322 del 7/12/2007;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 881 del 24/12/2007
con la quale si è preso atto dell’approvazione da parte della Commissione Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/2007
del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 221 del 19/3/08 di
presa d’atto del Piano Finanziario del POR. Calabria FESR
2007-2013 per Assi prioritari, Settori di Intervento e Obiettivi
Operativi;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione n. 42 dell’11/2/2013 recante la presa
d’atto della Decisione della Commissione Europea n. C (2012)
9693 final del 17/12/2012 e l’approvazione del Piano finanziario
rimodulato del POR Calabria FESR 2007/2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee d’Intervento;
— la deliberazione n. 2242 dell’18/6/2013, recante la presa
d’atto della nuova Decisione della Commissione Europea n. C
(2013) 2871 final del 27/5/2013 e l’approvazione delle ulteriori
rimodulazioni del Piano finanziario del POR Calabria FESR
2007 /2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee d’Intervento;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 226 del 15/3/2010
con la quale si è proceduto alla rimodulazione del Piano finanziario dei Settori Ricerca Scientifica ed Innovazione Tecnologica, Società dell’Informazione, Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico, Sicurezza e Legalità, Turismo Sostenibile,
Competitività dei Sistemi Territoriali e delle Imprese del POR
Calabria FESR 2007/2013;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 654 del 16/9/2008
avente ad oggetto: «Definizione e Organigramma delle Strutture
Amministrative della Giunta Regionale responsabili dell’attuazione degli Assi Prioritari, dei Settori e delle Linee di Intervento
del POR Calabria FESR 2007-2013, approvato con Decisione
della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7/12/07;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 335 del 9/6/2009
avente ad oggetto «Rettifica D.G.R. n. 654 del 16/9/2008 avente
per oggetto: «Definizione e organigramma delle strutture amministrative della Giunta regionale responsabili dell’attuazione
degli Assi prioritari, dei Settori e delle Linee di intervento del
POR Calabria FESR 2007-2013»;
— la deliberazione della Giunta regionale n. 95 del 23/2/2009
recante: «Presa d’atto dei criteri di selezione del POR Calabria
FESR 2007/2013, approvati dal comitato di sorveglianza ai sensi
dell’art. 65, lett. a) del Regolamento (CE) n. 1083/2006»;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 459 del 24/7/2009
che modifica la DGR n. 1021 del 16/12/2008 e la DGR n. 163
dell’8/4/2009 ed approva il documento recante descrizione dei
Sistemi di Gestione e Controllo ai sensi dell’art. 71, paragrafo 1,
del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio
2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 8 del 13/1/2009
avente ad oggetto «Presa d’atto della Descrizione dei Sistemi di
Gestione e Controllo del POR FESR 2007-2013 e relativi allegati, in seguito all’accettazione da parte della Commissione europea»;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 202 del 20/5/2011
recante «Organigramma della struttura Regionale responsabile
dell’attuazione degli Assi prioritari dei settori e delle linee d’intervento del POR Calabria FESR 2007/2013;
CONSIDERATO CHE:
— con deliberazione n. 221 del 19/3/2008 è stato approvato il
piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013;
— con deliberazione n. 240 del 24/4/2009 è stata approvata
una rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR
2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento;
— con deliberazione n. 226 del 15/3/2010 è stata approvata
un’ulteriore rimodulazione del piano finanziario del POR Calabria FESR 2007-2013 per Assi Prioritari, Settori e Linee di Intervento, che ha interessato gli Assi I, II, IV, V, VII;
— con deliberazione n. 256 del 24/5/2012 recante «Rimodulazione del Piano finanziario del POR FESR Calabria – Asse VII
Sistemi Produttivi» è stato rimodulato il piano finanziario dell’Asse VII Sistemi produttivi incrementando la dotazione finanziaria della Linea d’intervento 7.1.4.1 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»
ad Euro 77.530.000,00;
VISTI:
— l’Obiettivo Operativo 7.1.4 del POR Calabria FESR 2007/
2013 «Promuovere e sostenere la competitività delle imprese e la
creazione di nuove imprese nei settori innovativi e/o rapida crescita»;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— la linea d’intervento 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007
/2013 «Pacchetti integrati di agevolazioni per sostenere la competitività delle imprese esistenti»;
PREMESSO CHE:
— con Delibera di Giunta Regionale n. 220 del 19 marzo
2008 è stata approvata, ai sensi di quanto previsto dall’art. 24
della Legge regionale n. 9/2007, la Direttiva di Attuazione dei
PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione;
— con Delibera di Giunta Regionale n. 65 del 28/1/2010, si è
provveduto a «Modifica e integrazione delle direttive di Attuazione dei pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera
di Giunta Regionale n. 220 del 19/3/2008, ai sensi della Legge
Regionale n. 40 del 12/12/2008»;
— con D.G.R. n. 242 del 15 marzo 2010, recante «POR Calabria FESR 2007 – Direttive di Attuazione dei Pacchetti Integrati di Agevolazione di cui alla Delibera di Giunta Regionale n.
65 del 28/1/2010» è stata effettuata la presa d’atto del parere
della commissione del Consiglio Regionale e l’individuazione
delle risorse finanziarie da destinare al bando per la concessione
degli incentivi»;
— con D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010 è stato approvato il
Bando pubblico PIA «Pacchetti Integrati di Agevolazioni» a valere sulla linea 7.1.4.1 del POR Calabria FERS 2007/2013 pubblicato sul BURC Regione Calabria del 16/12/2010 n. 49 individuando nel contempo Fincalabra s.p.a. – soggetto in house – per
la gestione complessiva dell’intervento, fissando lo stanziamento economico iniziale in Euro 42.000.000,00 complessive
distinto come segue:
1) Piani Investimenti Produttivi: Euro 28.000.000,00 –
Linea Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
2) Piani Integrati di servizi reali: Euro 3.000.000,00 – Linea
Intervento 7.1.4.1 del POR FESR Calabria 2007/2013;
3) Piani Innovazione Aziendale: Euro 10.000.000,00 –
Linea Intervento 1.1.3.2 del POR FESR Calabria 2007/2013;
4) Piani di Formazione Aziendale: Euro 1.000.000,00 –
Obiettivo specifico A – Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori – POR Calabria FSE
2007/2013;
— con decreto dirigenziale del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria n. 4277 del 4/5/2011, è stato approvato il piano delle attività all’uopo prodotto da Fincalabra
s.p.a ed assunto l’impegno di spesa per Euro 332.750,00 a valere
sulle risorse POR Calabria FESR 2007/2013 Asse IX;
— in data 9/6/2011 rep. nr. 785 è stata sottoscritta tra il Dipartimento Attività produttive e Fincalabra s.p.a la convenzione
avente ad oggetto «Assistenza tecnica per l’attività d’informazione, verifica e valutazione delle domande di finanziamento» –
PIA 2010;
— con decreto dirigenziale n. 11275 del 3/8/2012 del Dipartimento Attività Produttive è stata approvata la graduatoria provvisoria delle domande presentate a valere sul suddetto bando
pubblico «PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione», con l’individuazione delle domande ammesse a contributo e finanziate
secondo l’ammontare delle risorse stanziate per ciascuno dei
Piani specifici previsti dal bando pubblico «PIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione»;
4351
— con D.D.S. n. 14 del 2/1/2013, sulla base delle attività
svolte dal Soggetto Gestore Fincalabra s.p.a, è stata approvata
graduatoria definitiva dei soggetti ammessi a finanziamento;
— con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013 del Dipartimento 5
«AA.PP:», si è proceduto, all’impegno di spesa – capitolo del
bilancio regionale 29050104, – Linea di intervento 7.1.4.1. – per
i Piani di Investimenti Produttivi per un importo complessivo
pari a 28.000.000,00 (c 10.000.000,00 c/impegno n. 4111/2013
ed c 18.000.000,00 c/impegno n. 173/2014) e per i Piani Integrati dei Servizi Reali per un importo complessivo pari a c
3.000.000,00 (c 1.000.000,00 c/impegno n. 4112/2013 ed c
2.000.000,00 c/impegno n. 174/2014);
— con Decreto Dirigenziale del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria della Regione Calabria registrato
il 9/5/2013 al n. 7054 è stato approvato il Piano Operativo delle
attività di «Istruttoria e verifica tecnico – amministrativa della
realizzazione dei Piani di Sviluppo Aziendali (secondo Lotto di
Attività)» ed impegnata la somma di c 199.640,00 a copertura
del predetto affidamento (impegno n. 2465 del 18/4/2013);
— con D.D.G. n. 7767 del 21/5/2013 è stato approvato lo
schema di Convenzione tra la Regione Calabria – Dipartimento
AA.PP. – e Fincalabra s.p.a per l’espletamento delle attività riguardanti l’istruttoria e la verifica tecnico -amministrativa della
realizzazione dei piani di Sviluppo Aziendale;
— in data 3 giugno 2013, rep. n. 1164, è stata stipulata tra la
Regione Calabria – Dipartimento Attività Produttive – e Fincalabra spa la convenzione per la gestione del Secondo lotto di
attività relativo alle attività di «Istruttoria e verifica tecnico-amministrativa della realizzazione dei Piani di Sviluppo Aziendali»;
— con D.D.G. n. 10737 del 26/7/2013 del Settore Industria
del Dipartimento 5 sono state approvate le Linee guida per la
gestione e rendicontazione dei Piani di Investimenti Produttivi e
dei Piani Integrati dei Servizi Reali per il Bando PIA – 2010;
DATO ATTO CHE:
— l’art. 3, comma 1 della convenzione rep. n. 1164 del 3/6/
2013 stipulata con Fincalabra s.p.a. stabilisce che spettano al
Soggetto Attuatore gli adempimenti e le responsabilità connesse
alle attività di erogazione delle agevolazioni, ed in particolare
l’effettuazione dei pagamenti a seguito dell’adozione del decreto
di autorizzazione all’erogazione da parte del Dipartimento competente;
— l’art. 9 della predetta convenzione stabilisce che il trasferimento delle somme sarà disposto dai Dipartimenti competenti,
previa richiesta del soggetto gestore sulla base dell’avanzamento
dei progetti agevolati e comunque in linea con la tempistica per
l’erogazione delle quote di contributo a favore dei soggetti beneficiari e, inoltre, che una prima quota pari al 10% dello stanziamento complessivo sarà trasferita al soggetto attuatore entro 30
giorni dalla stipula della convenzione;
— a seguito dell’approvazione della graduatoria definitiva, le
imprese ammesse a finanziamento hanno provveduto alla sottoscrizione e trasmissione degli Atti di Adesione ed Obbligo notificati dal Dipartimento Attività Produttive, ai sensi dell’art. 32 c.
5 del Bando Pubblico «PIA – 2010»;
— gli art. 34 e 35 del predetto bando prevedono che l’erogazione del finanziamento può avvenire con un’anticipazione fino
alla misura del 60% del totale, subordinamente alla presenta-
4352
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
zione di idonea garanzia o polizza fideiussoria con beneficiario
la Regione Calabria per un importo pari all’importo dell’anticipo
stesso;
— ai sensi dell’art. 3 della succitata convenzione rep. n. 1164/
2013, e sulla base di quanto disposte dalle Linee Guida approvate con DDS n. 10737 del 28/7/2013, il soggetto gestore Fincalabra s.p.a. sta provvedendo all’acquisizione e verifica delle
prime richieste di anticipazione presentateda parte delle imprese
beneficiarie,;
— Fincalabra s.p.a ha provveduto all’attivazione del conto
corrente bancario vincolato infruttifero n. 120983 intestato a
«Fincalabra s.p.a. – Pia Industria 2010 – POR FESR Linea di
Intervento 7.1.4.1 – Piani degli Investimenti Produttivi», IBAN
IT27 P 07062 80880 000000120983;
— Fincalabra s.p.a ha altresì provveduto all’attivazione del
conto corrente bancario vincolato infruttifero n. 120985 intestato
a «Fincalabra s.p.a. – Pia Industria 2010 – POR FESR Linea di
Intervento 7.1.4.1 – Piani dei Servizi Reali» IBAN IT 78R 07062
80880 000000120985;
RITENUTO pertanto di dover provvedere al trasferimento a
Fincalabra s.p.a. dell’importo di euro 2.800.000,00, pari al 10%
dei fondi impegnati per i Piani di Investimenti Produttivi, e dell’importo di euro 300.000,00, pari al 10% dei fondi impegnati
per i Piani Integrati dei Servizi Reali, al fine di permettere al
Soggetto Gestore di procedere all’erogazione delle prime anticipazioni alle imprese beneficiarie, ai sensi degli art. 34 e 35 del
bando – in argomento recanti «Erogazioni delle Agevolazioni
per i Piani di Investimenti Produttivi» ed «Erogazioni delle Agevolazioni per i Piani dei Servizi Reali»;
RITENUTO per quanto sopra che ricorrono le condizioni per
poter procedere alla liquidazione della spesa, ex art. 45 Legge
Regionale n. 8 del 4/2/2002 recante «Ordinamento del bilancio e
della contabilità della Regione Calabria»;
VISTO che l’art. 48 bis del Decreto del Presidente della Repubblica del 29/9/1973 n. 602 non trova applicazione nell’ipotesi prevista dal presente decreto, in quanto concernente il trasferimento di somme presso conto infruttifero intestato a Fincalabra
s.p.a. in qualità di Soggetto Gestore del bando pubblico PIA 2010
per conto dell’Amministrazione Regionale;
DATO ATTO che il Soggetto Gestore Fincalabra s.p.a. ha
provveduto all’attivazione e alla comunicazione degli estremi
dei conti correnti esclusivamente dedicati alla gestione delle operazioni di cui al presente decreto, in osservanza a quanto disposto
con Legge n. 136 del 13/8/2010, come modificata con L. n. 2017
del 17/12/2010;
VISTE le leggi regionali n. 69,70 e 71 del 27/12/2012, pubblicate sul BURC n. 23 s.s. n. 6 del 28/12/2012, con le quali sono
stati rispettivamente approvati: 1) il collegato alla manovra di
finanza regionale per l’anno 2013; 2) le disposizioni relative alla
formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013/2015;
3) il bilancio di previsione della Regione Calabria per l’anno
finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013/2015;
VISTA la distinta liquidazione n. 11625/2013 del 9/10/2013
relativa al trasferimento di euro 2.800.000,00, pari al 10% dei
fondi impegnati per i Piani di Investimenti Produttivi, proposta
n. 05-414/2013 del 9/10/2013, generata telematicamente e allegata al presente atto;
VISTA la distinta liquidazione n. 11668/2013 del 10/10/2013
relativa al trasferimento di euro 30.000.00, pari al 10% dei fondi
impegnati per i Piani di Investimenti Produttivi, proposta n. 05416/2013 del 10/10/2013, generata telematicamente e allegata al
presente atto;
VISTA la legge regionale n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la
propria competenza;
Sulla base dell’istruttoria compiuta dal Soggetto Gestore e
della dichiarazione di regolarità e legittimità dell’atto del Responsabile della Linea d’Intervento, a termine delle richiamate
disposizioni legislative;
DECRETA
Per le motivazioni specificate in premessa, che qui si intendono integralmente riportate ed approvato, di:
1. Trasferire a Fincalabra s.p.a., giusta convenzione n. 1164
del 3/6/2013, la somma di euro 2.800.000,00, pari al 10% dei
fondi impegnati per i Piani di Investimenti Produttivi per l’erogazione delle prime anticipazioni (ex art. 34 del bando in argomento recante «Erogazioni delle Agevolazioni per i Piani di Investimenti Produttivi» approvato con D.D.S. n. 17198 del 30/11/
2010), da accreditare sul conto corrente bancario vincolato
infruttifero n. 120983 intestato a «Fincalabra s.p.a. – Pia Industria 2010 – POR FESR Linea di Intervento 7.1.4.1 – Piani degli
Investimenti Produttivi», IBAN IT27 P 07062 80880
000000120983;
2. Trasferire a Fincalabra s.p.a., giusta convenzione n. 1164
del 3/6/2013, la somma di euro 300.000,00, pari al 10% dei fondi
impegnati per i Piani di Investimenti Produttivi per l’erogazione
delle prime anticipazioni (ex art. 35 del bando in argomento recante «Erogazioni delle Agevolazioni per i Piani di Investimenti
Produttivi» approvato con D.D.S. n. 17198 del 30/11/2010), da
accreditare sul conto corrente bancario vincolato infruttifero n.
120985 intestato a «Fincalabra s.p.a. – Pia Industria 2010 – POR
FESR Linea di Intervento 7.1.4.1 – Piani degli Investimenti Produttivi», IBAN IT27 P 07062 80880 000000120985;
3. Gravare l’onere di euro 2.800.000,00 conseguente al presente decreto sull’impegno di spesa n. 411/2013 (sub impegno n.
5056/2013), assunto con D.D.S. n. 11620 del 9/8/2013, sul capitolo n. 29050104 del bilancio regionale che presenta la dovuta
disponibilità;
4. Gravare l’onere di euro 300.000,00 conseguente al presente decreto sull’impegno di spesa n. 4112/2013 (sub impegno
n. 5056/2013), assunto con D.D.S. n. 11620 del 09/08/2013, sul
capitolo n. 29050104 del bilancio regionale che presenta la dovuta disponibilità;
5. Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo
mandato di pagamento;
6. Disporre la trasmissione del presente decreto al Soggetto
Gestore Fincalabra s.p.a.;
7. Disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul
BUR Calabria.
Catanzaro, lì 17 ottobre 2013
Il Dirigente del Settore
Dr. Felice Iracà
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14534 del 21 ottobre 2013
Legge Regionale 17 agosto 2005, n. 13 e s.m.i. Erogazione
somme derivanti dalla coltivazione di idrocarburi (royalties).
Impegno e Liquidazione residui anni 2004 -2006. Somme disponibili sul Cap. 32010504 del Bilancio 2013. Importo c
3.199.999,99.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
PREMESSO CHE:
— il D.Lgs., del 25/11/1996, n. 625 «Attuazione della direttiva 94122/CEE relativa alle condizioni di rilascio e di esercizio
delle autorizzazioni alla prospezione, ricerca e coltivazione di
idrocarburi» disciplina agli artt. 20 e 22 le modalità di destinazione del valore delle aliquote di spettanza alle Regioni ed ai
Comuni del prodotto ottenuto dalle concessioni di coltivazione
di idrocarburi liquidi e gassosi;
— l’articolo 20 della Legge Regionale 17 agosto 2005, n. 13
«Provvedimento generale, recante norme di tipo ordinamentale e
finanziario» così come modificato dall’art. 5, comma 6 della
L.R. 26 febbraio 2010, n. 8 e dall’art. 1, comma 3, della L.R. 30
maggio2012, n. 15, stabilisce:
1. A decorrere dall’esercizio finanziario 2005 il valore dell’aliquota del prodotto ottenuto dalle concessioni di coltivazione
di idrocarburi liquidi e gassosi nel territorio di Crotone e nelle
aree marine prospicienti lo stesso territorio, corrisposto alla Regione Calabria per le annualità 2004 e seguenti, ai sensi degli
articoli 20 e 22 del decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 625
e successive modifiche e integrazioni, è destinato alla realizzazione di un Accordo di programma fra la Regione e i Comuni di
Crotone, Isola Capo Rizzuto, Cirò Marina, Strangoli, Crucoli,
Cirò, Cutro e Melissa. L’Accordo, disciplinato dall’art. 11 e seguenti della legge regionale 4 settembre 2001, n. 19, è diretto
allo sviluppo dell’occupazione e delle attività economiche e al
miglioramento ambientale nei territori afferenti i Comuni indicati;
2. Nelle more della realizzazione dell’Accordo di Programma, la Giunta regionale è autorizzata ad erogare, su richiesta
dei Comuni interessati, le somme relative alle annualità 2004,
2005 e 2006 nonché 2007, 2008;
— con deliberazione 479 del 24 luglio 2009 la Giunta Regionale, al fine di addivenire alla stipula dell’Accordo di Programma di cui all’art. 20 della L.R. 13/2005, ha tra l’altro approvato lo schema di protocollo d’intesa, pubblicato sul BURC n. 20
del 31/10/2009, e modificato le deliberazioni di G.R. n. 32 del
18/1/2008 e n. 839 dell’11/11/2008;
4353
2004, 2005, 2006, al Comune di Crotone l’importo di c
700.000,00, al Comune di Cirò Marina l’importo di c 100.000,00
ed al Comune di Isola Di Capo Rizzuto l’importo di c
100.000,00;
— il 3/3/2010 la Giunta regionale con provvedimento n. 208
ha stabilito di erogare, a valere sul cap. 32010504 conto impegno
7526 del 12/12/2007, le somme disponibili a quella data, derivanti dalla coltivazione di idrocarburi (royalties), relative alle
annualità 2004, 2005, 2006 per complessivi c 18.210.230,74 secondo le modalità stabilite nel Protocollo di Intesa approvato con
DGR 479 del 24/7/09 e sottoscritto il 18/8/2009 – giusto BURC
n. 20 del 31/10/2009;
— in data 8/3/2010, con decreto 2557, in attuazione della
suddetta DGR 208/2010, risultano erogati complessivamente c
15.010.230,74. Il Decreto da altresì atto che la restante somma c
3.200.000,00 (800.000 euro annui per il periodo 2010-2013) per
fondo ristoro all’attività della pesca dei Comuni di Crotone, Isola
Capo Rizzuto e Cirò Marina verrà erogata annualmente con successivi provvedimenti;
— l’art. 1 della Legge regionale 30 maggio 2012, n. 15
«Abrogazione articolo 3, commi 1 e 2, della legge regionale 12
dicembre 2008, n. 40» (BUR n. 10 dell’1 giugno 2012, supplemento straordinario n. 3 del 6 giugno 2012) dispone:
3. I commi 1 e 2 dell’articolo 3 della legge regionale 12 dicembre 2008, n. 40, sono abrogati;
4. Le relative risorse, attualmente accantonate, ai sensi del
comma 5 dell’articolo 5 della legge regionale 23 dicembre 2012,
n. 47, all’UPB 3.2.01.05 (capitolo 32010506) dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale 2012-2014, annualità
2013, sono u1ilizza1e con le modalità e procedure indicate dall’articolo 20 della legge regionale 17 agosto 2005, n. 13;
5. Al comma 2 dell’articolo 20 della legge regionale 17
agosto 2005, n. 13, dopo le parole « .. e 2006 «sono aggiunte le
parole» ... nonché 2007, 2008»;
6. Il Dirigente generale del Dipartimento Bilancio e Patrimonio è autorizzato ad apportare le necessarie variazioni, con le
modalità previste dal comma 6 dell’articolo 5 della L.R. 47/2011,
mediante riallocazione annuale delle risorse di cui al precedente
comma nella stessa UPB 3.2.01.05 (capitolo 32010504) dello
stato di previsione della spesa del bilancio 2012 e successivo;
— in data 28/9/2012 la Giunta Regionale con deliberazione
n. 427 ha:
− revocato il Protocollo di cui alla DGR479 del 18/8/2009
e la DGR 324 del 25/3/2010;
— in data 18/1/2008 la Giunta Regionale con provvedimento
n. 32 ha erogato al comune di Crotone una anticipazione dell’importo di c 3.000.000,00 a valere sulle royalties relative alle annualità 2004, 2005, 2006;
− dato atto che le somme derivanti dalla coltivazione di
idrocarburi (royalties), relative alle annualità 2007 e 2008 e per
interventi coerenti con le finalità di cui all’art. 20 L.R. 17/2005 e.
s.m.i, sono ripartite secondo le percentuali di seguito stabilite
(Crotone 51%, Isola Capo Rizzuto 11% Comune di Cirò Marina
9%, Comune di Cutro 9%, Comune di Strangoli 8%, Comune di
Melissa 4%, Comune di Cirò 4%, Comune di Crucoli 4%), da
intendersi al netto delle quote previste per interventi di ristoro
alle attività della pesca dei comuni di Crotone, Isola Capo Rizzuto e Cirò Marina (già erogate per le suddette annualità);
— in data 11/11/2008 la Giunta Regionale con provvedimento n. 839 ha trasferito, quale anticipazione spettante dalla
coltivazione di idrocarburi su concessione relativa alle annualità
− demandato al Dipartimento AA.PP. l’adozione dei provvedimenti di impegno e liquidazione delle annualità 2007 e
2008;
— per l’attuazione del predetto Accordo di Programma risultavano disponibili, relativamente alle annualità 2004, 2005 e
2006, somme per c 22.110.230,74 regolarmente impegnate con
decreto dirigenziale n. 20990 del 13/12/2007 sul cap. 32010504,
conto impegno n. 7526 del 12/12/2007;
4354
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
− stabilito che per l’utilizzo dell’ammontare delle risorse
già corrisposte e da corrispondere alla Regione Calabria per le
annualità 2009, 2010 e seguenti, con successivo provvedimento
di G.R. Si darà corso alla promozione dell’Accordo di Programma Quadro di cui all’art. 20 della L.R. 17 agosto 2005 n. 13;
— con nota n. 234916/Siar del Settore 2 «Politiche Energetiche» 15/7/2013, al fine di provvedere all’impegno ed erogazione dei residui 2004 - 2006, è stata richiesta al Dipartimento
Bilancio e Patrimonio, la riallocazione delle risorse pari a c
3.200.000,00 di cui all’impegno 7426/2007 allocato tra i residui
perenti;
CONSIDERATO CHE:
— con DGR n. 427 del 28/9/2012 si è provveduto alla revoca
del protocollo di cui alla DGR 24 luglio 2009 n. 479 sottoscritto
il 18/8/2009 giusto BURC n. 20 del 31/10/2009 e della consequenziale DGR 324 del 25/3/2010, confermando, per le future
erogazioni, le percentuali di riparto da destinare ai comuni (Crotone 5 l %, Isola Capo Rizzuto 11% Cirò Marina 9%, Cutro 9%,
Strangoli 8%, Melissa 4%, Cirò 4%, Crucoli 4%) al netto delle
quote previste per interventi di ristoro alle attività della pesca (di
Crotone, Isola Capo Rizzuto e Cirò Marina);
Comuni
risorse 2004/2006 c
— l’ammontare delle risorse residue, da destinare ai comuni,
a valere sulle royalties 2004, 2005 e 2006 è pari a c 3.200.000,00;
— resta confermato il riparto delle somme, al netto degli anticipi concessi con DGR nn. 32 e 839 del 2008, relative alle annualità 2004, 2005, 2006, (già contenuto nella DGR 208 del
2010) come segue:
Crotone
c 10.000.586,48
Isola Capo Rizzuto
c 2.407.338,98
Cirò Marina
c 1.826.338,37
Cutro
c 1.233.920,77
Strangoli
c 1.096.818,46
Melissa
c
548.409,23
Cirò
c
548.409,23
Crucoli
c
548.409,23
— il quadro complessivo delle risorse erogate e da erogare
per il periodo dal 2004 al 2006 resta il seguente:
erogate c
da erogare c
Crotone
13.700.586,48
11.144.992,88
2.555.593,60
Isola Cano Rizzuto
2.507.338,98
2.126.759,78
380.579,20
Cirò Marina
1.926.338,37
1.662.511,17
263827,20
Cutro
1.233.920,77
1.233. 920,77
Strongoli
1.096.818,46
1.096.818,46
Melissa
548.409,23
548.409,23
Cirò
548.409,23
548.409,23
Crucoli
548.409,23
548.409,23
totali
22.110.230,74
18.910.230,74
3.200.000,00
— la suddetta spesa trova copertura tramite la riallocazione
sul bilancio 2013 dell’importo di c 3.199.999,99 effettuata dal
dipartimento Bilancio e Patrimonio sul capitolo 32010504
(giusto decreto di riallocazione n. 11611 del 9/8/2013);
— dopo il 2013 tali percentuali sono da applicarsi al netto
delle quote previste per interventi destinati alle marinerie (dei
Comuni di Crotone, Isola Capo Rizzuto e Cirò Marina) quantificati in c 800.000 annui;
— l’erogazione delle risorse residue riallocate, pari adc
3.199.999,99, a saldo delle annualità 2004-2006 dovrà avvenire
secondo il sottoelencato prospetto e per le finalità contenute nell’art 20 della L.R. 13/2005:
VISTO il Decreto n. 11611 del 9/8/2013 avente ad oggetto
«prelievo dal fondo speciale di parte in conto capitale e riallocazione somme sul capitolo 32010504 - Dipartimento Attività Produttive. Variazione al Bilancio per l’esercizio finanziario 2013,
al documento tecnico di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 580/2012, e al bilancio dipartimentale di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 579/2012, ai sensi dell’art.
52, comma 5, della legge regionale 4 febbraio 2002 n. 8» che ha
demandato al Dipartimento Attività Produttive l’adozione del
decreto di contestuale impegno, liquidazione e pagamento delle
succitate somme;
Crotone
2.555.593,59
Isola Di Capo Rizzuto
380.579,20
Cirò Marina
263.827,20
— per le future erogazioni, dal 2009 al 2013, le percentuali di
riparto da destinare ai comuni restano issate in: Crotone 51 %,
Isola Capo Rizzuto 11% Cirò Marina 9%, Cutro 9%, Strangoli
8%, Melissa 4%, Cirò 4%, Crucoli 4%);
VISTA la disponibilità sul capitolo n. 32010504 del Bilancio
2013;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTI:
— la legge regionale 27 dicembre 2012, n. 71 recante «Bilancio annuale di previsione della regione Calabria per l’anno
finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015;
— la deliberazione della G.R. n. 580 del 28/12/2012 che approva il documento tecnico inerente il bilancio di previsione per
l’esercizio finanziario 2013, articolato per unità previsionali di
base (UPB) e per capitoli, la deliberazione della G.R. n. 579 del
28/12/2012 che approva il bilancio dipartimentale per l’esercizio
finanziario 2013 con il quale sono attribuiti i capitoli e le relative
risorse finanziarie ai dirigenti titolari dei centri di responsabilità
amministrativa;
— la scheda contabile, proposta di impegno n. 5 – 408/2013
del 9/9/2013 generata telematicamente ed allegata al presente
atto;
— la distinta di liquidazione n. 10445/2013 del 9/9/2013, proposta n. n. 5 – 408/2013 generata telematicamente e allegata al
presente atto;
VISTI ALTRESÌ:
— la Legge Regionale 13 maggio 1996, n. 7 recante «Norme
sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla dirigenza regionale» e s.m.i.;
— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente della
Giunta regionale recante «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione», per come
modificato ed integrato dal decreto del P.G.R. n. 206/2000;
— la Legge Regionale del 12 agosto 2002 n. 34 e s.m.i;
— la Legge Regionale 4 settembre 2001, n. 19 recante:
«Norme sul procedimento amministrativo, la pubblicità degli atti
ed il diritto di accesso. Disciplina della pubblicazione del Bollettino Ufficiale della Regione Calabria» e s.m.i;
— la Deliberazione di G.R. n. 770 e ss.mm.ii adottata in data
11 novembre 2006, avente ad oggetto «Ordinamento generale
delle strutture organizzative della Giunta Regionale (art. 7, L.R.
n. 31/2002) e s.m.i;
— la deliberazione di G.R. n. 521 del 26 luglio 2010 recante
modifiche all’ordinamento delle strutture organizzative della
Giunta Regionale;
— la D.G.R. n. 103 del 13/3/2012 con la quale è stato attribuito al Prof. Franco Prampolini l’incarico di Dirigente di Settore «Politiche Energetiche – Attività Estrattive e Risorse Geotermiche»;
— il D.P.G.R. n. 42 del 2/4/2012, con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente di Settore «Politiche Energetiche – Attività Estrattive e Risorse Geotermiche» del Dipartimento Attività
Produttive al prof. Franco Prampolini;
4355
ATTESO che si sono verificate le condizioni di cui all’art. 45
della legge Regionale n. 8/2002;
RITENUTO di dover liquidare la somma di c 3.199.999,99
derivante dalla coltivazione di idrocarburi (royalties) residui anni
2004 -2005-2006;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in narrativa che qui si intendono
integralmente richiamate e confermate per costituire parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
— di impegnare la somma complessiva dic 3.199.999,99 reiscritta con decreto n. 11611 del 9/8/2013 del Dirigente Generale
del dipartimento Bilancio e Patrimonio sul capitolo n. 32010504
del Bilancio 2013, mediante prelievo dal Fondo speciale relativo
ai residui passivi perenti di parte corrente (capitolo 7003201) ex
impegno n. 7526/2007 assunto sul medesimo capitolo 32010504
con decreto n. 20990 del 13/12/2007;
— di erogare, a saldo, in favore dei sottoelencati Comuni, le
Somme derivanti dalla coltivazione di idrocarburi (royalties) –
residui anni anni 2004, 2005, 2006, per le finalità contenute nell’art 20 della L.R. 13/2005:
Crotone
2.555.593,59
Isola Di Capo Rizzuto
380.579,20
Cirò Marina
263.827,20
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento per complessivi di c 3.199.999,99 in favore dei Comuni di Crotone, Isola Di Capo Rizzuto, Cirò Marina, accredito al numero di contabilità speciale presso la Banca
d’Italia – Causale: «DGR 427/2012 – Erogazione Somme derivanti dalla coltivazione di idrocarburi (royalties). Residui anni
anni 2004-2005-2006»;
— di confermare per le future erogazioni, dal 2009 al 2013, le
sottoelencate percentuali di riparto: Crotone 51%, Isola Capo
Rizzuto 11% Cirò Marina 9%, Cutro 9%, Strongoli 8%, Melissa
4%, Cirò 4%, Crucoli 4%. Dopo il 2013 tali percentuali sono da
applicarsi al netto delle quote previste per interventi destinati
alle marinerie dei Comuni di Crotone, Isola Capo Rizzuto e Cirò
Marina (800.000 c annui complessivi);
— di stabilire che ai comuni compete la responsabilità sul
corretto utilizzo delle risorse nel rispetto della legislazione vigente e per finalità coerenti con l’art. 20 della L.R. 13/2005 e
s.m.i.;
— di disporre la pubblicazione del presente atto sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Il Dirigente di Settore
Prof. Franco Prampolini
4356
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Dipartimento n. 6
AGRICOLTURA, FORESTE,
FORESTAZIONE
DECRETO n. 14564 del 23 ottobre 2013
PSR Calabria 2007-2013. Progetto «La cultura del vino ...
energia per la vita» Partecipazione evento «Verso il 2015. La
cultura del vino in Italia», Roma – Complesso Monumentale
del Vittoriano – 25 ottobre/30 novembre 2013 – Organizzazione Seminari – Avvio procedimento a contrarre.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTI:
— la L.R. del 13/5/1996 n. 7 recante «norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di Dirigente Generale;
— l’art. 1 del D.P.G.R n. 354 del 24/6/99 relativo alla separazione delle attività amministrative di indirizzo e di controllo da
quelle della gestione, come modificato dal D.P.G.R. n. 206 del
12/12/2000;
— la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013 ed il successivo Decreto
Presidente della Regione n. 74 del 3 giugno 2013 con i quali è
stato conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento
Agricoltura, Foreste e Forestazione al Prof. Giuseppe Zimbalatti;
— la D.G.R. n. 270 del 29 luglio 2013 con la quale è stato
designato il dott. Alessandro Zanfino «Autorità di Gestione del
Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Calabria»;
— il Reg. (CE) n. 1290/2005 del Consiglio del 21 giugno
2005 relativo al finanziamento del Politica Agricola Comune in
base ai principi di cui al relativo art. 22;
— il Reg. (CE) n. 1320/2006 della Commissione del 5 settembre 2006 recante disposizioni per la transizione al regime di
sostegno allo Sviluppo Rurale istituito dal Reg. (CE) n. 1698/
2005;
— il Reg. (CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR);
— il Reg. (CE) n. 885/2006 della Commissione del 21 giugno
2006 recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1290/
2005 del Consiglio per quanto riguarda il riconoscimento degli
organismi pagatori e di altri organismi dei conti FEAGA e
FEASR;
— il Reg. (UE) n. 65/2011 della Commissione del 27 gennaio
2011 che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento
(CE) n. 1698/2005 del Consiglio per quanto riguarda l’attuazione
delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure
di sostegno dello sviluppo rurale ed abrogazione, con effetto dal
1 gennaio 2011, del Reg. (CE) n. 1975/2006;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2007) 6007
del 29 novembre 2007 di approvazione del P.S.R. 2007/2013
della Regione Calabria, presupposto necessario per l’operatività
degli interventi;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 760 del 12/12/2007
di adozione del P.S.R. Calabria 2007/2013 a seguito approvazione della Commissione Europea con decisione n. C (2007)
6007 del 29 novembre 2007;
— la Delibera del Consiglio Regionale della Calabria n. 240
del 18/3/2008 di approvazione del P.S.R. 2007/2013;
— il Regolamento Regionale n. 4 del 15/4/2009 – in BURC,
parte I e II, n. 7 del 16/4/2009 – relativo all’Autorità Regionale
SUA - Stazione Unica Appaltante - Regolamento di organizzazione (Art. 2, comma 1, L.R. n. 26/2007 e s.m.i.), approvato dalla
G.R. nella seduta del 31/3/2009;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2010) 1164
del 26/2/2010 che ha approvato la revisione del Programma di
Sviluppo Rurale Calabria 2007/2013, di cui la Giunta Regionale
ha preso atto con Delibera n. 696 del 29/10/2010;
— la Comunicazione della Commissione Europea n. Ref.
Ares (2012) 281476 – 0910312012 che approva la quarta versione del PSR Calabria 2007-2013;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 175 del 26/4/2012 di
«Adozione della versione del PSR Calabria 2007-2013, accettata
dalla Commissione Europea con Comunicazione n. Ref. ARES
(2012) 281476 del 9/3/2012»;
— la Delibera del Consiglio Regionale n. 205 del 23 luglio
2012 di «Adozione della revisione del PSR Calabria 2007-2013,
accettata dalla Commissione Europea con Comunicazione n.
Ref. Ares (2012) 281476 del 9/3/2012»;
— la Decisione di Esecuzione della Commissione del 25/1/
2013 che approva la revisione del programma di sviluppo rurale
della Regione Calabria per il periodo di programmazione 20072013 e modifica la decisione della Commissione C (2007) 6007
del 29-XI-2007 recante approvazione del programma di sviluppo
rurale CCI 2007 IT 06 RPO 018;
— il protocollo d’intesa del 4 settembre 2009 tra la Regione
Calabria e ARCEA – Agenzia Regione Calabria per le erogazioni
in agricoltura – con il quale l’Agenzia Regionale è stata incaricata, a far data dal suo riconoscimento, quale Organismo Pagatore per la gestione delle domande di pagamento nell’ambito del
Programma di Sviluppo Rurale Calabria 2007/2013.
CONSIDERATO:
— il Reg. (CE) n. 1974/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006 recante disposizioni di applicazione del Reg. (CE)
n. 1698/2005 sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del
Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR);
— il Reg. (CE) n. 1975/2006 della Commissione del 7 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio per quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le
misure di sostegno dello sviluppo rurale;
— che la Regione Calabria attraverso il Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 persegue, tra l’altro, scopi di sviluppo
agricolo e forestale, di formazione e informazione e di diffusione
di conoscenze;
— il Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione intende organizzare un incontro divulgativo con l’obiettivo principale di favorire il passaggio di competenze e la conservazione
delle «tradizioni» tra generazioni nonché di informare gli opera-
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
tori del settore agricolo su tutti gli aspetti afferenti la produzione,
trasformazione e commercializzazione del mondo vitivinicolo.
— che in tale ambito si inserisce l’idea di realizzare, nel periodo 25 ottobre-30 novembre 2013, un incontro informativo dal
titolo «Cultura del vino ... energia della vita» all’interno del
Complesso Monumentale Vittoriano in Roma – Ala Brasini;
— che l’incontro informativo si introduce all’interno dell’organizzazione di un grande progetto dal titolo «Verso il 2015. La
cultura del vino in Italia» che nasce sotto l’Alto Patronato del
Presidente della Repubblica Italiana, con il sostegno del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e si fonda
sulla premessa che da millenni il vino riveste un ruolo centrale
nella nostra cultura ed è un elemento rappresentativo dell’eccellenza e dell’identità del nostro Paese;
VISTO il PSR Calabria 2007/2013 ed in particolare la Misura
1.1.1. «Azioni nel campo della formazione professionale e dell’informazione», che prevede nell’Azione 3 – interventi informativi – l’organizzazione di convegni, workshop, seminari, incontri, sessioni divulgative, giornate open day e/o visite guidate;
VISTA la nota prot. Siar n. 0289636, del 13/9/2013, con la
quale il Servizio 8 del Dipartimento Agricoltura Foreste e Forestazione, ha richiesto all’Autorità Regionale Stazione Unica Appaltante l’attivazione delle procedure di affidamento necessarie
allo svolgimento degli incontri informativi nonché la nota prot.
Siar n. 298302, del 23/9/2013, con la quale la SUA, in risposta,
ha comunicato che le procedure stesse potranno essere attivate
dal Dipartimento Agricoltura;
RITENUTO, pertanto, di dover procedere, ai sensi dell’art.
11, comma 2, del D.Lgs 163/2006 e s.m.i., all’avvio del procedimento a contrarre con i soggetti interessati alla gestione delle
aree e servizi, facendo ricorso ad affidamento ai sensi dell’art.
125, comma 11, del Codice dei Contratti Pubblici. La partecipazione all’evento, attesa la specificità dell’iniziativa, richiede di
negoziare con l’operatore economico Comunicare Organizzando
S.r.l. gestore in via esclusiva delle aree e dei servizi all’interno
del Vittoriano;
VISTO il progetto d’intervento contenente il programma di
massima e la previsione di spesa di circa c 35.000,00, oltre IVA,
a valere sulla Misura 111 del PSR Calabria e sul Fondo Speciale
4357
IVA istituito presso l’Organismo Pagatore ARCEA. Tale progetto è allegato al presente decreto – All. A – per formarne parte
integrante e sostanziale;
RILEVATO che dal presente atto non deriva alcun impegno di
spesa a carico del Bilancio Regionale;
Su proposta del Dirigente del Servizio 8, formulata alla
stregua dell’istruttoria compiuta dalla struttura interessata
nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità degli atti resa
dal Dirigente preposto alla struttura medesima.
DECRETA
Per quanto esposto in premessa, parte integrante e sostanziale
del presente decreto di:
— approvare la partecipazione della Regione Calabria all’evento denominato «Verso il 2015. La cultura del vino in
Italia», che si terrà presso il Complesso Monumentale del Vittoriano in Roma – Ala Brasini – nel periodo 25 ottobre – 30 novembre 2013, sulla base del progetto denominato «Cultura del
vino ... energia della vita» che si allega (All. A) al presente decreto per formarne parte integrante e sostanziale;
— approvare, ai sensi dell’art. 11, comma 2, del D.Lgs.
163/06, l’avvio del procedimento a contrarre, facendo ricorso ad
un affidamento ai sensi dell’art. 125, comma 11, del Codice dei
Contratti Pubblici, con il soggetto interessato alla gestione delle
aree e servizi connessi;
— dare atto che alla spesa derivante dal presente intervento,
stimata in circa 35.000,00, oltre IVA, si farà fronte con le risorse
della Misura 111 del PSR Calabria e del Fondo Speciale IVA
gestite dall’Organismo Pagatore ARCEA.
Il presente decreto sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale
della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 23 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Prof. Giuseppe Zimbalatti
(segue allegato)
4358
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14612 del 24 ottobre 2013
VISTO il D.P.R. 602/73, art. 48 bis;
Agenzia Regionale Calabria per le Erogazioni in Agricoltura (ARCEA). Liquidazione di euro 1.360.000,00 per spese
di funzionamento anno 2013. (Art. 5 legge regionale n. 30/
2013)
CONSIDERATO:
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la L.R. del 13/5/96 n. 7 recante «norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di Dirigente Generale;
VISTA la Delibera di Giunta Regionale n. 387 del 17/5/2010
con la quale il Prof. Giuseppe Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento n. 6 «Agricoltura, Foreste e Forestazione»;
VISTO il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n.
133 del 21/5/2010 con il quale al Prof. Giuseppe Zimbalatti è
stato conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento
n. 6 «Agricoltura, Foreste e Forestazione»;
VISTA la Delibera di Giunta Regionale n. 2661 del 21/6/1999
recante: «adeguamento delle norme legislative e regolamentari
in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. n.
7/96 e dal Decreto Legislativo n. 29/1993 e successive modifiche
ed integrazioni»;
VISTO l’art. 1 del Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 354 del 24 giugno 1999 relativo alla «separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della
gestione» come modificato dal Decreto del Presidente della
Giunta Regionale n. 206 del 15/12/2000;
VISTA la legge regionale n. 24 dell’8/7/2002, che all’art. 12
istituisce l’Organismo Pagatore Regionale;
VISTA la delibera della Giunta Regionale n. 16 del 26 gennaio
2005, avente ad oggetto «Istituzione ARCEA»;
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 748 dell’8
agosto 2005, avente ad oggetto «Agenzia della Regione Calabria
per le Erogazioni in Agricoltura – ARCEA Provvedimenti»;
PREMESSO che la legge regionale n. 71 del 27/12/2012, di
approvazione del bilancio di previsione della Regione Calabria
per l’anno finanziario 2013, ha previsto sul capitolo 22040314 la
disponibilità della somma pari ad c 2.320.000,00 necessaria per
il funzionamento e l’espletamento delle attività proprie dell’Agenzia Regionale Calabria per le Erogazioni in Agricoltura
(ARCEA), liquidata con D.D.G. n. 5463 dell’8/4/2013;
4359
— che l’ispettorato Generale di Finanza con circolare n. 28
del 6/8/2007 (pubblicata sulla G.U. n. 190 del 17/8/2007) e n. 29
del 4/9/2007 (pubblicata sulla G.U. n 212 del 12/9/2007), ha inteso fornire indicazioni e linee guida da seguire nelle operazioni
di riscontro circa la corretta ed uniforme applicazione delle disposizioni contenute nel sopra menzionato 48 bis;
CHE successivamente all’emanazione delle predette circolari
l’Ispettorato Generale di Finanza, interessato a fornire puntuali
indicazioni in merito all’applicazione della disposizione in questione, ha espresso l’avviso che il semplice trasferimento «dei
fondi non rientra nell’ambito di applicazione dell’art. 48 bis, ritenuto che il termine di pagamento» si riferisca selettivamente
all’adeguamento di un obbligo contrattuale, e comunque abbia
natura civilista;
RITENUTO, su conforme parere espresso dall’avvocatura regionale, interpellata dal Direttore Generale del Dipartimento Bilancio, che il trasferimento che si autorizza con il presente provvedimento non rientra nella fattispecie disciplinata dall’art.
48-bis del D.P.R. n. 602/73 atteso che l’erogazione della somma
di che trattasi si configura come mero trasferimento dei fondi del
bilancio regionale;
VISTA la circolare del Dipartimento Bilancio ed Economia
Prot. n. 2865 del 30/4/2008;
VISTA la L.R. del 4 febbraio 2002, n. 8 ed, in particolare, l’art.
45 (liquidazione della spesa);
ACQUISITO il conto corrente unico dedicato IBAN n.
IT43R0825804401006000001580, in ottemperanza a quanto disposto dall’art. 2 della L.R. n. 4 del 7 marzo 2011;
VISTA la distinta di liquidazione n. 12220/2013 del 23/10/
2013, proposta n. 06 – 1029/2013, generata telematicamente e
parte integrante del presente decreto;
VISTA la legge regionale n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la
propria competenza;
Su Proposta del Dirigente del Settore 1, formulata alla stregua
dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate, nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal Dirigente
medesimo,
DECRETA
Per i motivi indicati in premessa, parte integrante del presente
provvedimento:
CONSIDERATO che la legge regionale n. 30 del 9/7/2013, di
assestamento del bilancio di previsione della Regione Calabria
per l’esercizio finanziario 2013, all’art. 5 ha apportato delle variazioni alle spese autorizzate con il bilancio 2013, che vengono
riportate nel prospetto n. 1 allegato alla stessa legge, tra le quali
viene previsto un ulteriore finanziamento di c 1.360.000,00 in
favore dell’ARCEA;
— di autorizzare la Ragioneria Generale a procedere alla liquidazione in favore dell’Organismo Pagatore Regionale per il
Settore Agricolo (ARCEA) della somma di c 1.360.000,00, necessaria per il funzionamento e l’espletamento delle attività proprie, mediante accreditamento presso la Banca di Credito Cooperativo Centro Calabria – Agenzia di Catanzaro, Viale dei Normanni IBAN n. IT43R0825804401006000001580;
TENUTO CONTO che con D.D.G. n. 14500 del 21 ottobre
2013 si è proceduto ad impegnare la predetta somma di c
1.360.000,00 allocata sul capitolo 22040314 del bilancio regionale per l’esercizio 2013 (impegno n. 5215 dell’8/10/2013);
— di far gravare la predetta somma di c 1.360.000,00 sul capitolo 22040314 del bilancio regionale esercizio 2013 (impegno
n. 5215 dell’8/10/2013 assunto con D.D.G. n. 14500 del 21 ottobre 2013);
RITENUTO, quindi, che si può provvedere a liquidare la suddetta somma di c 1.360.000,00 a favore dell’ARCEA;
— di dare atto che si sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45 della legge regionale n. 8/2002;
4360
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— di pubblicare il presente decreto sul Bollettino Ufficiale
della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 24 ottobre 2013
VISTO il DDG 2325 del 19 febbraio 2013 – Legge Regionale
30 ottobre 2012 n. 48 «Tutela e Valorizzazione del Patrimonio
olivicolo della Regione Calabria» Linee Guida – Art. 2 Istituzione Registro alberi Monumentali – Art. 5 Disciplina nei casi di
miglioramento fondiario comma 6;
Prof. Giuseppe Zimbalatti
DECRETO n. 14654 del 28 ottobre 2013
Legge Regionale 30 ottobre 2012 n. 48 «Tutela e Valorizzazione del Patrimonio olivicolo della Regione Calabria» – Art.
4 Comma 2 lettera b punto 2 e Art. 5 Comma 1 – Lett. b
(miglioramento fondiario e sostituzione con altre specie arboree da frutto). – Autorizzazione espianto e parziale reimpianto alberi di olivo nel Comune di Laureana Di Borrello
(RC) Foglio 35 particella n. 73. - Ariganello Maria Carmela
Piazza Risorgimento Frazione Plaesano, n. 14 – 89050 Feroleto Della Chiesa (RC) – Ubicazione Azienda località «Campomalo» – Laureana Di Borrello (RC), Partita Iva
00417560802.
VISTO il DDG 4712 del 27 marzo 2013 di integrazione
D.D.G. 2325 del 19 febbraio 2013 avente oggetto – Legge Regionale 30 ottobre 2012 n. 48 «Tutela e Valorizzazione del Patrimonio olivicolo della Regione Calabria» Linee Guida – Art. 2
Istituzione Registro alberi Monumentali- Art. 5 Disciplina nei
casi di miglioramento fondiario comma 6. – Modifica allegato 1(Istituzione in deroga all’art. 5 della Legge Regionale 7 dicembre
2009 n. 47 del Registro degli alberi monumentali di olivo);
VISTA la richiesta della ditta Ariganello Maria Carmela
Piazza Risorgimento Frazione Plaesano, n. 14 – 89050 Feroleto
Della Chiesa (RC) – Ubicazione Azienda località «Campomalo»
– Laureana Di Borrello (RC), Partita Iva 00417560802, prot. Siar
n. 144454 del 30/4/2013;
VISTA la nota del Settore 2 prot. 163913 del 15/5/13 con la
quale veniva assegnata la pratica al Settore 1 Servizio 2 «Area
Territoriale Meridionale Reggio Calabria»;
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO il D.P.R. 15 gennaio 1972 n. 11 che trasferisce le funzioni amministrative, in materia di agricoltura e foreste, caccia e
pesca nelle acque interne, alle Regioni a statuto ordinario e
D.P.R. 616 del 24 luglio 1977 che ne stabilisce le modalità attuative;
VISTA la Legge n. 59 del 15 marzo 1997 e relativi DLGS, di
attuazione che conferiscono alle Regioni ed agli enti locali funzioni e compiti amministrativi;
VISTO il decreto legislativo 4 giugno 1997, n. 143 recante
«conferimento alle Regione delle funzioni amministrative in materia di agricoltura e pesca e riorganizzazione dell’Amministrazione centrale»;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013, e il successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3/6/2013 con i quali il Prof. Giuseppe Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento n. 6,
Agricoltura Foreste e Forestazione;
VISTA la Legge Costituzionale n. 3 del 18 ottobre 2001, recante modifiche al Titolo V della Costituzione;
VISTA Legge Regionale n. 34/02 e s.m.i. e ritenuta la propria
competenza;
VISTI il verbale istruttorio e la relazione del funzionario del
Settore 1 Servizio 2 «Area Territoriale Meridionale Reggio Calabria» prot. n. 3917 del 6/8/2013 acquisiti agli atti del Settore n.
2 in data 9/8/13 prot. Siar n. 265068 relativi alla concessione di
autorizzazione all’espianto di n. 574 piante d’olivo per come stabilito nella Legge 48/2012 in caso di miglioramento fondiario;
VISTO il parere relativo al vincolo idrogeologico «ai sensi del
art. 1 del R.D. 3267/23» del Servizio 2 «Area Territoriale Meridionale Reggio Calabria» espresso con prot. n. 3969 del 9/8/2013
acquisito agli atti del Settore n. 2 in data 9/8/13 prot. Siar n.
265062;
VISTA la relazione tecnico-agronomica corredata di progetto
e il PMA redatti dal tecnico della ditta Ariganello Maria Carmela, dott. Domenico Pollifroni, atti a dimostrare la validità dell’investimento;
VISTO il bonifico di pagamento dei diritti di istruttoria pari ad
c 300,00 e di segreteria pari ad euro 29,24 previsti dall’art. 11
della LR 48/2012;
PRESO ATTO che la particella interessata all’intervento è sottoposta a vincolo idrogeologico;
CONSIDERATO che il Settore Olivicolo è patrimonio caratteristico della nostra Regione, che oltre all’elevato valore produttivo ha un altrettanto elevato valore ambientale paesaggistico;
VISTO il parere relativo al vincolo idrogeologico «ai sensi del
art. 1 del R.D. 3267/23» del Servizio 2 «Area Territoriale Meridionale Reggio Calabria» espresso con prot. n. 3969 del 9/8/2013
acquisito agli atti del Settore n. 2 in data 9/8/13 prot. Siar n.
265062;
EVIDENZIATO il mutato quadro di riferimento istituzionale,
con il decentramento delle competenze amministrative;
VISTA la check list riassuntiva dei funzionari istruttori, propedeutica all’emissione del presente decreto;
VISTO il Decreto Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali 15/12/2005 relativo alla disciplina di condizionalità dei pagamenti della PAC;
PRESO ATTO dell’aggiornamento del Registro Regionale
delle superfici estirpate e della capacità nell’arco del decennio
2012 -2022;
VISTA la Legge Regionale del 30 ottobre 2012 n. 48 «Tutela e
Valorizzazione del Patrimonio Olivicolo della Regione Calabria» (BUR n. 20 del 2 novembre 2012, supplemento straordinario n. 2 dell’8 novembre 2012);
Su proposta del Dirigente del Settore n. 2, formulata alla
stregua dell’istruttoria compiuta dalla struttura interessata,
nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente medesimo;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETA
La premessa è parte integrante del presente atto.
Di autorizzare la Ditta Ariganello Maria Carmela Piazza Risorgimento Frazione Plaesano, n. 14 – 89050 – Feroleto Della
Chiesa (RC) – Ubicazione Azienda località «Campomalo» Laureana di Borrello (RC), Partita Iva 00417560802;
1. Ad estirpare n. 574 piante di olivo dalla particella n. 73
del foglio 35 del comune di Laureana Di Borrello (RC);
2. A reimpiantare n. 172 piante di olivo (pari al 30% delle
piante estirpate) nel perimetro della stessa particella che presenta
sufficiente superficie per la realizzazione del citato intervento,
come da planimetria allegata al presente decreto;
3. Ad impiantare sulla particella interessata all’estirpazione,
un nuovo arboreto specializzato nel rispetto della relazione agronomica e PMA, prodotta in fase di istanza, ai sensi dell’art. 5
comma 7 della LR 48/2012;
4. Ad effettuare le operazioni di espianto e reimpianto, secondo le norme di buona pratica agricola, entro un anno dalla
data di notifica del presente decreto;
5. A realizzare i lavori in maniera da non turbare le condizioni di equilibrio idrogeologico della zona interessata, realizzando tutte le opere atte a garantire il normale deflusso delle
acque meteoriche.
E` fatto obbligo alla ditta:
— di non trasportare piante di olivo estirpare e da mettere a
dimora, al di fuori della particella oggetto di reimpianto;
— di effettuare le operazioni di espianto e reimpianto, qualora prescritto, osservando tutti gli altri vincoli e norme regolamentari specifiche, finalizzate alla conservazione del paesaggio
ed alla qualità dell’ambiente;
— di rispettare nelle operazioni di espianto e reimpianto
quanto normativamente previsto dal R.D.L. 30 dicembre 1923 n.
3267 sottesa la soggezione della particella n. 73 del foglio n. 35
del Comune di Laureana di Borrello (RC) a vincolo idrogeologico;
— in ogni caso, di rispettare eventuali impegni assunti a seguito dell’erogazione di contributi pubblici;
— di comunicare al Settore 2 del Dipartimento Agricoltura
l’inizio e la fine dei lavori.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Prof. Giuseppe Zimbalatti
DECRETO n. 14655 del 28 ottobre 2013
Legge Regionale 30 ottobre 2012 n. 48 «Tutela e Valorizzazione del Patrimonio olivicolo della Regione Calabria – Linee
Guida – Art. 4 comma 2 lettera b 2 e Art. 5 Comma 1 – Lett.
a e b (miglioramento fondiario con sostituzione con altre
specie arboree da frutto e riconversione varietale). – Autorizzazione espianto di n. 583 piante di olivo. – Ditta Taccone
Pierluigi Contrada Ciceri – 88022 Curinga (CZ) – Ubicazione Azienda località Cannavà Foglio 42 particelle n. 59 e n.
68 – Rizziconi (RC), Partita Iva 00453360794 -.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO il D.P.R. 15 gennaio I 972 n. 11 che trasferisce le funzioni amministrative in materia di agricoltura e foreste, caccia e
4361
pesca nelle acque interne, alle Regioni a statuto ordinario e
D.P.R. 616 del 24 luglio 1977 che ne stabilisce le modalità attuative;
VISTA la Legge n. 59 del 15 marzo 1997 e relativi DLGS, di
attuazione che conferiscono alle Regioni ed agli enti locali funzioni e compiti amministrativi;
VISTO il decreto legislativo 4 giugno 1997, n. 143 recante
«conferimento alle Regione delle funzioni amministrative in materia di agricoltura e pesca e riorganizzazione dell’Amministrazione centrale»;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013, e il successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3/6/2013 con i quali il Prof. Giuseppe Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento n. 6,
Agricoltura Foreste e Forestazione;
VISTA la Legge Costituzionale n. 3 del 18 ottobre 2001, recante modifiche al Titolo V della Costituzione;
VISTA Legge Regionale n. 34/02 e s.m.i. e ritenuta la propria
competenza;
CONSIDERATO che il Settore Olivicolo è patrimonio caratteristico della nostra Regione, che oltre all’elevato valore produttivo ha un altrettanto elevato valore ambientale paesaggistico;
EVIDENZIATO il mutato quadro di riferimento istituzionale,
con il decentramento delle competenze amministrative;
VISTO il Decreto Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali 15/12/2005 relativo alla disciplina di condizionalità dei pagamenti della PAC;
VISTA la Legge Regionale del 30 ottobre 2012 n. 48 «Tutela e
Valorizzazione del Patrimonio Olivicolo della Regione Calabria» (BUR n. 20 del 2 novembre 2012, supplemento straordinario n. 2 dell’8 novembre 2012);
VISTO il DDG 2325 del 19 Febbraio 2013 Legge Regionale
30 ottobre 2012 n. 48 «Tutela e Valorizzazione del Patrimonio
olivicolo della Regione Calabria» Linee Guida – Art. 2 Istituzione Registro alberi Monumentali – Art. 5 Disciplina nei casi di
miglioramento fondiario comma 6;
VISTO il DDG 4712 del 27 marzo 2013 di integrazione
D.D.G. 2325 del 19 febbraio 2013 avente oggetto – Legge Regionale 30 ottobre 2012 n. 48 «Tutela e Valorizzazione del Patrimonio olivicolo della Regione Calabria» Lince Guida – Art. 2
Istituzione Registro alberi Monumentali – Art. 5 Disciplina nei
casi di miglioramento fondiario comma 6 – Modifica allegato 1 –
(Istituzione in deroga all’art. 5 della Legge Regionale 7 dicembre
2009 n. 47 del Registro degli alberi monumentali di olivo);
VISTA la richiesta della Ditta Taccone Pierluigi Contrada Ciceri - 88022 Curinga (CZ) – Ubicazione Azienda località Cannavà – Rizziconi (RC), Partita Iva 00453360794, Prot. 0384017
del 20/11/2012 integrata con nota prot. SIAR n. 293049 del 18/
9/2013;
VISTA la nota del Settore 2 prot. 0063552 del 22/2/2013 con
la quale, tra le altre, veniva assegnata la pratica al Settore 1 Servizio 2 «Area Territoriale Meridionale Reggio Calabria»;
VISTO il verbale istruttorio dei funzionari del Settore 1 Servizio 2 «Area Territoriale Meridionale Reggio Calabria» prot.
4758 del 10/10/2013 acquisito agli atti del Settore 2 al prot. Siar
n. 318607 del 11/10/2013, relativa alla concessione di autorizzazione all’espianto di n. 583 piante d’olivo, per come stabilito
4362
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
nella Legge 48/2012 in caso di miglioramento fondiario con
reimpianto di nuovo arboreto specializzato e riconversione varietale;
VISTA la realizzazione tecnico-agronomica corredata di progetto e PMA redatti dal tecnico della ditta dott. Candeloro Lia
atti a dimostrare la validità dell’investimento e la nota integrativa Prot. Siar n. 293049 del 18/9/13 con la quale comunicava la
variazione agli elaborati tecnici;
VISTO il bonifico di pagamento dei di ritti di istruttoria pari
ad c 300,00 e di segreteria pari ad curo 29.24 previsti dall’art. 11
della LR 48/2012;
— di effettuare le operazioni di espianto e reimpianto osservando tutti gli altri vincoli e norme regolamentari specifiche, finalizzate alla conservazione del paesaggio ed alla qualità dell’ambiente:
— in ogni caso, di rispettare eventuali impegni assunti a seguito dell’erogazione di contributi pubblici;
— di comunicare al Settare 2 del Dipartimento Agricoltura
l’inizio e la fine dei lavori.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Prof. Giuseppe Zimbalatti
VISTA la check list riassuntiva dei funzionari istruttori, propedeutica all’emissione del presente decreto;
PRESO ATTO dell’aggiornamento del registro Regionale
delle superfici estirpate e della capacità nell’arco del decennio
2012 -2022;
Su proposta del Dirigente del Settore n. 2, formulata alla
stregua dell’istruttoria compiuta dalla struttura interessata,
nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente medesimo;
DECRETA
La premessa è parte integrante del presente atto.
Di autorizzare la Ditta Taccone Pierluigi Contrada Ciceri
88022 Curinga (CZ) – Ubicazione Azienda località Cannavà –
Rizziconi (RC). Partita Iva 00453360794:
1. Ad estirpare n. 583 piante di olivo di cui:
— n. 306 piante di olivo dalla particella 68 foglio 42 del Comune di Rizziconi (RC);
— n. 277 piante di olivo dalla particella 59 foglio 42 (parte)
del Comune di Rizziconi (RC).
2. A reimpiantare n. 84 piante di olivo (pari al 30% delle
piante estirpate dalla part. 59) nel perimetro della stessa particella 59 come da planimetria allegata;
3. Ad impiantare sulla particella 68 del foglio 42 del Comune di Rizziconi (RC) n. 3324 piante di olivo della varietà «ottobratica»;
4. Ad impiantare sulla particella 59 foglio 42 del Comune di
Rizziconi (RC) un nuovo arboreto specializzato nel rispetto della
relazione agronomica prodotta in fase di istanza ai sensi dell’art.
5 comma 7 della LR 48/2012 e nota integrativa Prot. SIAR n.
293049 del 18/9/13 con la quale comunicava la variazione agli
elaborati tecnici;
5. Ad effettuare le operazioni di espianto e reimpianto, secondo le norme di buona pratica agricola entro e non oltre un
anno dalla data di notifica del presente decreto;
DECRETO n. 14657 del 28 ottobre 2013
Approvazione: «Piano poliennale di tagli colturali di diradamento di durata decennale contrade «Carlo Magno – Votturino» di Serra Pedace (CS) Azienda silvo – pastorale Colella Maria» – Efficacia Anni Dieci – Primo Ciclo durata anni
cinque – Secondo Ciclo durata anni cinque Proponente: Signora Colella Maria «Azienda ad indirizzo Silvo – pastorale
Colella Maria» Via Tasso n. 480/i 123 80127 Napoli (NA) Progettista: M. & M. Studio Tecnico Dottore Agronomo Gigi
Giuseppe Maiolo Via Salvemini n. 16 87100 Cosenza (CS)
Competenza Servizio 3 Area Territoriale Settentrionale di
Cosenza.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 recante
«norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta Regionale e sulla Dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
VISTO la D.G.R. n. 387 del 17/5/2010 ed il successivo
D.P.G.R. n. 133 del 21/5/2010 con i quali è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione il Prof. Giuseppe Zimbalatti;
VISTO la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante «adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7 /96 e dal Dlgs.
29/93 e successive integrazioni e modificazioni»;
VISTO il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente
della G.R. recante «separazione dell’attività amministrativa in
indirizzo e di controllo da quella di gestione»;
VISTO:
— il R.D. 30/12/1923 n. 3267 e il R.D. 16/5/1926 n. 1126;
— l’art. 21 del R.D.L. 16/5/1926 n. 1126;
— il D.P.R. n. 11/1972 e il D.P.R. n. 616/1977;
6. A realizzare i lavori in maniera da non turbare le condizioni di equilibrio idrogeologico della zona interessata realizzando tutte le opere atte a garantire il normale deflusso delle
acque meteoriche.
E` fatto obbligo alla ditta:
— di non trasportare piante di olivo estirpate e da mettere a
dimora al di fuori delle particelle oggetto di reimpianto;
— il D. Lgs. 18 maggio 2001, n. 227;
— la D.G.R. n. 267/08 e la D.G.R. n. 450/08;
— il D.D.G n. 5342/08 e il D.D.G n. 16353/09;
— la D.G.R. nr. 190 del 29/3/07 con la quale è stato approvato il Piano Forestale Regionale 2007/2013;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— la D.G.R. n. 218 del 20/5/2011, con la quale sono state
approvate le nuove Prescrizioni di Massima e di Polizia Forestale – Vincolo idrogeologico e dei tagli boschivi, valide su tutto
il territorio regionale;
— la L. R. 12 ottobre 2012 n. 45 Gestione, tutela e valorizzazione del patrimonio forestale regionale;
— la R.R. 34/02 e ss.mm.ii., e ritenuta la propria competenza;
PREMESSO:
— che, con istanza rubricata al Protocollo generale n.
7701-12 Pos. V-1-141 del 19 ottobre 2012 presso il competente
Servizio 3 Area Territoriale Settentrionale di Cosenza, il legale
rappresentante dell’Azienda ad indirizzo Silvo – pastorale Colella Maria», la Signora Maria Colella, nato il 31/3/1924 a Napoli (NA) e ivi residente in Via Tasso n. 480/ì 123, appresso
definita «Colella Maria» e per il tramite dello Studio Tecnico M.
& M. Dottore Agronomo Gigi Giuseppe Maiolo Via Salvemini n.
16 87100 Cosenza (CS), ha avviato, su iniziativa di parte, procedimento, per l’approvazione, ai sensi e per gli effetti del disposto
art. 3, delle PMPF in vigore il Calabria e nelle more dell’approvazione della Legge Regionale 12 ottobre 2012, n. 45 da parte
del Consiglio Regionale, il Piano poliennale di tagli colturali di
diradamento di durata decennale Contrade «Carlomagno – Votturino» di Serra Pedace (CS) – Efficacia Anni dieci : Primo Ciclo,
durata anni cinque;
— Secondo Ciclo, durata anni cinque;che, i boschi e i terreni
della proprietà di Colella Maria, interessati dal Piano Poliennale
degli interventi colturali di che trattasi, rientrano nel confine di
4363
complesso vincolato, imposto ai sensi dell’art. 1 R.D. 3267/23 in
Comune di Serra Pedace (CS), altresì sono compresi nella parametrazione della Zona 2 del Parco Nazionale della Sila e della
ZPS denominazione «Sila Grande» Codice IT 931031, afferente
alla rete «Natura 2000»;
— che, di conseguenza, i boschi e i terreni della proprietà di
Colella Maria, interessati dal Piano Poliennale degli interventi
colturali in questione, ricadono nel campo di applicazione delle
PMPF, allegate alla DGR n. 218 del 20 maggio 2011, in vigore in
Calabria, della Disciplina di tutela del Parco Nazionale della Sila
allegato «A» al DPR 14 novembre 2002, del Regolamento Regionale della procedura relativa alla Valutazione di incidenza n.
16 del 20 maggio 2009, approvato con DGR n. 749/09;
— che il «Piano poliennale di tagli colturali di diradamento di
durata decennale «Contrade – Carlomagno Votturino»» di Serra
Pedace (CS) – Efficacia Anni dieci: Primo Ciclo, durata anni
cinque; Secondo Ciclo, durata anni cinque, curato dallo Studio
Tecnico M. & M. Via Salvemini n. 16 87100 Cosenza (CS), e
redatto dal Dottore Agronomo Gigi Giuseppe Maiolo, iscritto al
n. 372 dell’Albo Dottori Agronomi e Forestali di Cosenza, è formato dagli elaborati di cui all’Allegato 1, costituenti parte integrante del presente provvedimento;
— che, il Gruppo di Lavoro designato dal Dirigente preposto
presso il competente Servizio 3 Area Territoriale Settentrionale
di Cosenza, nella collegialità dei componenti, ha espresso, parere favorevole di ammissibilità, con prescrizioni, del summenzionato Piano e giudizio di fattibilità, complessiva, degli interventi colturali previsti dal medesimo documento di pianificazione forestale, secondo quanto riportato nel susseguente
prospetto riepilogativo,
Superficie
I Ciclo durata anni cinque
II Ciclo durata cinque anni
ha
Epoca del taglio
Epoca del Taglio
Sezione I
52.70.60
Anno silvano 2013 - 2014
Anno silvano 2019 - 2020
Sezione II
57.12.82
Anno silvano 2014 - 2016
Anno silvano 2020 - 2021
Comparto Culturale
— che, il medesimo Gruppo di Lavoro, sentita la Relazione
Istruttoria conclusiva, costitutiva del presente atto, del Responsabile del Procedimento per la Gestione del Vincolo Idrogeologico e del Vincolo Forestale presso la competente Area Territoriale Settentrionale di Cosenza, Arnaldo Galletti, nonché del
componente esperto, Dottore Forestale Roberto Pozzoli, ha prescritto che, prima dell’applicazione di ogni intervento colturale,
così come previsti nel secondo ciclo di utilizzazione, per ciascuna sezione di taglio (intesa quale comparto colturale), a distanza di circa un lustro di tempo l’uno dall’altro, siano state
accertate e verificate, preventivamente, le condizioni di reazione
del soprassuolo agli eventi provocati dagli interventi colturali
adottati in precedenza, e nel corso del primo ciclo di utilizzazione, al fine di apportare eventuali e opportune revisioni al prelievo e alle modalità di applicazione spazio-temporale degli interventi che verrebbero posti in essere in futuro;
— che, il «Piano» sottoposto all’esame del Gruppo di Lavoro
designato, così come formulato in adesione agli indirizzi forniti
dal Piano Forestale Regionale, approvato con DGR n. 190 del
29/3/2007 dallo Studio di progettazione incaricato della redazione dello stesso, e nelle more dell’approvazione della Legge
Regionale 12 ottobre 2012, n. 45, comprende altresì i Piedilista
di Martellata riferiti alla progettazione esecutiva degli interventi
colturali previsti, nel primo Ciclo, distintamente nel: Comparto
Colturale – Sezione n. 1; e nel Parto Colturale – Sezione n. 2,
così come precisati nella Relazione Tecnica di Progetto dello
stesso Piano, e di cui allo schema allegato n. 25 della stessa;
— che con l’approvazione del «Piano» nella sua completezza, verrebbero, quindi, approvati i summenzionati elaborati
esecutivi riferibili al I Ciclo, della durata di cinque anni, mentre
per quanto attiene gli interventi riferiti al II Ciclo, questi, dovranno essere oggetto, necessariamente di distinte proposte progettuali, da sottoporre, di volta in volta, all’approvazione del
competente Servizio 3 Area Territoriale Settentrionale;
CONSIDERANDO, che il Piano Poliennale di Tagli, così
come relazionato in atti, è stato redatto con la finalità di voler
privilegiare interventi selvicolturali atti ad implementare la Gestione Forestale Sostenibile di cui al Piano Forestale Regionale
secondo quanto stabilito dalle PMPF, in vigore in Calabria e secondo i principi della selvicoltura sistemica, ossia attraverso
l’adozione di interventi finalizzati ad assecondare il dinamismo
evolutivo, strutturale e funzionale del sistema, mediante l’adozione di interventi cauti, continui e capillari, da ripetere a brevi
intervalli di tempo, operando con il criterio del rispetto della
provvigione minimale e dei parametri attribuiti ai saggi di utilizzazione prescritti dalle PMPF, in un contesto in cui ciascun intervento colturale deve rappresentare la logica espressione di quello
attuato in precedenza e il presupposto di quello successivo;
DATO ATTO, che l’adozione degli interventi selvicolturali,
così come pianificati dal piano poliennale dei tagli di cui al prospetto riepilogativo allegato n. 25 della Relazione Tecnica, della
durata di anni cinque più cinque, nel rispetto scrupoloso dei limiti di prelievo stabiliti per il primo e per il secondo ciclo di
4364
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
utilizzazione, per quanto premesso e considerato, può essere ammesso a condizione, che prima dell’applicazione di ogni intervento colturale, previsti nel secondo ciclo di utilizzazione, per
ciascuna sezione di taglio (intesa quale comparto colturale), a
distanza di circa un lustro di tempo l’uno dall’altro, siano state
accertate e verificate preventivamente le condizioni di reazione
del soprassuolo agli eventi provocati dagli interventi colturali
adottati in precedenza, nel corso del primo ciclo di utilizzazione,
al fine di apportare eventuali e opportune revisioni al prelievo e
alle modalità di applicazione spazio-temporale dei futuri interventi che verrebbero posti in essere nel corso del secondo ciclo di
utilizzazione.
TENUTO CONTO:
— che le azioni previste dal Piano Poliennale degli interventi
colturali, sebbene programmate antecedentemente all’approvazione del testo di Legge Regionale 12 ottobre 2012, n. 45, e sulla
scorta dei parametri dendrometrici rilevati, in vigenza delle
PMPF allegate alla DGR n. 450/2008 e, prima dell’approvazione
delle PMPF allegate alla DGR n. 218 del 20 maggio 2011, che
hanno abrogato le precedenti, sono state, tuttavia, definite e descritte con criteri orientati a una moderna selvicoltura, e comunque in modo aderente agli indirizzi forniti dal Piano Forestale Regionale;
— che, la Legge Regionale 12 ottobre 2012 n. 45 Gestione
tutela e valorizzazione del patrimonio forestale regionale stabilisce che fino all’approvazione dei regolamenti, entro un anno
dall’entrata in vigore del medesimo testo di legge, si applicano le
PMPF allegate alla DGR n. 218 del 20 maggio 2011;
— che, per come stabilito all’art. 3 delle PMPF (Piani di Assestamento o di Gestione dei boschi privati), a seconda della tipologia del bosco, il Piano può contenere norme in deroga e che
dopo la sua approvazione da parte della Giunta Regionale, su
proposta del Dipartimento Agricoltura Foreste e Forestazione, è
parificato alle PMPF, allo stesso modo il Piano poliennale, una
volta approvato dal Dipartimento stesso, con Decreto del Dirigente Generale, verrebbe altresì parificato alle PMPF;
— che, per come disposto all’art. 7, comma 9 della Legge
Regionale n. 45/2012, prima della loro approvazione, i piani riguardanti tenitori ricadenti in tutto o in parte nell’ambito di
un’area naturale protetta devono essere trasmessi all’ente gestore
dell’area stessa per il rilascio di nulla-osta altresì che nelle aree
ricadenti all’interno della Rete Natura 2000 i piani sono assoggettati alla procedura di impatto ambientale VIA o di valutazione
di impatto strategica (VAS) a norma del D. Lgs. 152/2006 e del
Regolamento Regionale 6 novembre 2009, n. 16;
— che, ai sensi del comma 11 del medesimo art. 7 nelle more
del rilascio dei nullaosta da parte degli enti gestori delle aree
protette, i piani possono essere approvati dal dipartimento competente in materia di agricoltura foreste e forestazione, qualora
ne sussistono le condizioni di conformità ai regolamenti o al
Piano Forestale Regionale PFR;
— che, a tali fini e per semplificare il procedimento, il competente Servizio Area Territoriale Settentrionale, ha trasmesso,
d’ufficio, il «Piano» in questione all’Ente Parco Nazionale della
Sila e al Dipartimento politiche per l’Ambiente, della Regione
Calabria, munito della Relazione Tecnica Asseverata ai sensi art.
5 comma 6 - 7 del Regolamento Regionale n. 16/09, approvato
con DGR 749 del 4/11/2009;
— Su proposta del Dirigente del Settore 5, formulata alla
stregua dell’istruttoria compiuta dalla Struttura interessata e validata dal Responsabile del Procedimento presso l’Area Territoriale Settentrionale di Cosenza, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal Dirigente preposto al Servizio 3 Area Territoriale Settentrionale,
DECRETA
Per le motivazioni specificate in premessa che formano parte
integrante e sostanziale del presente atto, ritenendosi, in questa
parte, riportate e trascritte:
1. Di approvare, il «Piano poliennale di tagli colturali di diradamento di durata decennale Contrade «Carlomagno – Votturino» di Serra Pedace (CS) – Efficacia Anni dieci: Primo Ciclo,
durata anni cinque; Secondo Ciclo, durata anni cinque, proposto
dal legale rappresentante dell’«Azienda ad indirizzo Silvo – pastorale Colella Maria», la medesima Signora Maria Colella, nato
il 31/3/1924 a Napoli (NA) e ivi residente in Via Tasso n. 480/i
123, per il tramite dello Studio Tecnico M. & M. Dottore Agronomo Gigi Giuseppe Maiolo Via Salvemini n. 16 87100 Cosenza
(CS);
Superficie
I Ciclo durata anni cinque
II Ciclo durata cinque anni
ha
Epoca del taglio
Epoca del Taglio
Sezione I
52.70.60
Anno silvano 2013 - 2014
Anno silvano 2019 - 2020
Sezione II
57.12.82
Anno silvano 2014 - 2016
Anno silvano 2020 - 2021
Comparto Culturale
2. Di approvare, i Piedilista di Martellata riferiti alla progettazione esecutiva degli interventi colturali previsti, nel primo
Ciclo, distintamente nel : Comparto Colturale – Sezione n. 1 e
nel Comparto Colturale – Sezione n. 2, per come precisati nella
Relazione Tecnica di Progetto e secondo lo schema riepilogativo
allegato n. 25 della stessa;
3. Di stabilire, che prima dell’applicazione di ogni intervento colturale di quelli previsti nel secondo ciclo di utilizzazione, per ciascuna sezione di taglio (intesa quale comparto colturale), a distanza di circa un lustro di tempo l’uno dall’altro,
siano state accertate e verificate preventivamente le condizioni
di reazione del soprassuolo agli eventi provocati dagli interventi
colturali adottati in precedenza., nel corso del primo ciclo di utilizzazione, al fine di apportare eventuali e opportune revisioni al
prelievo e alle modalità di applicazione spazio-temporale dei futuri interventi che verrebbero posti in essere nel corso del secondo ciclo di utilizzazione;
4. Di stabilire, che il «Piano poliennale di tagli colturali di
diradamento di durata decennale Contrade Carlomagno – Votturino» di Serra Pedace (CS) – Efficacia Anni dieci: Primo Ciclo,
durata anni cinque; Secondo Ciclo, durata anni cinque, è parificato alle PMPF;
5. Di stabilire, che prima dell’applicazione di ogni intervento colturale, di quelli previsti cioè sia nel primo sia nel secondo ciclo di utilizzazione, per ciascuna sezione di taglio (intesa quale comparto colturale), così come sancito dal comma 11
dell’art. 7 della Legge 45/2012, dovrà essere presentato al competente Servizio 3 Area Territoriale Settentrionale Nulla-Osta ri-
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
lasciato dal Parco Nazionale della Sila e da parte del Dipartimento politiche per l’Ambiente della Regione Calabria, ciascuno
per la propria giurisdizione;
6. Di dare atto, che il presente provvedimento, e corredato
degli elaborati tecnici di cui all’Allegato 1, costituenti parte integrante del presente atto;
7. Di notificare, per ogni effetto di legge il presente atto a
ciascuno di seguito riportato per la parte di propria competenza:
— al legale rappresentante dell’Azienda Silvo – pastorale Colella Maria «, la Signora Maria Colella, Via Tasso n. 480/i 123
80127 Napoli (NA);
— allo Studio Tecnico M. & M. Dottore Agronomo Gigi Giuseppe Maiolo Via Salvemini n. 16 87100 Cosenza (CS);
4365
— al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali
Corpo Forestale dello Stato Coordinamento Territoriale per
l’Ambiente parco Nazionale della Sila Viale della Repubblica n.
26 87100 Cosenza;
— alla Regione Calabria Dipartimento politiche dell’Ambiente Via Isonzo n. 414 88100 Catanzaro;
— alla Regione Calabria Servizio 3 Area Territoriale Settentrionale Gestione Vincolo idrogeologico e tagli boschivi Via
Monte San Michele n. 3 87100 Cosenza.
Avverso il presente provvedimento, è ammesso ricorso in sede
giurisdizionale innanzi al TAR della Calabria da chiunque ne
abbia legittimo interesse, entro 60 giorni dalla conoscenza, e,
entro 120 giorni dalla stessa data, ricorso al Capo dello Stato.
— al Comune di Serra Pedace (CS);
— all’Ente Parco Nazionale della Sila Via Nazionale – Lorica
87055 San Giovanni in Fiore (CS);
— al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali
Corpo Forestale dello Stato Comando Provinciale Piazza 11 Settembre Palazzo degli Uffici 87100 Cosenza;
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Prof. Giuseppe Zimbalatti
(segue allegato)
4366
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14662 del 28 ottobre 2013
P.O.R. (Asse IV) – parte FEOGA in Calabria. Misura (4.7)
Ditta: «Enosvitis snc» – Cirò Marina – Ingiunzione di pagamento.
IL DIRIGENTE GENERALE
INGIUNZIONE DI PAGAMENTO
VISTA la Legge Regionale n. 7/96 recante norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della GR. e sulla Dirigenza
Regionale;
VISTO il D.P.GR. n. 354 del 24/6/99 avente oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la Legge Regionale del 7/8/2002 n. 31;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013 ed il successivo
DPGR n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste e Forestazione, al prof. Giuseppe Zimbalatti;
VISTA la Legge 898/86 e sue successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la Legge 241/90 e sue modifiche e integrazioni;
VISTO il reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio del 17/5/1999 sul
sostegno allo sviluppo rurale del Fondo Europeo Agricolo di
Orientamento (FEOGA), che prevede la redazione dei PORparte FEOGA per programmare gli interventi consentiti nel periodo 2000-2006;
VISTO il Reg. (CE) n. 1260/99 del Consiglio del 21/6/1999
recante disposizioni generali sui fondi strutturali;
VISTO il Reg. (CE) n. 438/2001 della Commissione del 2/3/
2001 recante modalità di applicazione del Reg. CEE 1260/99 del
Consiglio per quanto riguarda i sistemi di gestione e di controllo
dei contributi concessi nell’ambito dei fondi strutturali;
VISTO il Reg. (CE) n. 448/2001 recante modalità di applicazione del Reg. CEE 1260/99 del Consiglio per quanto riguarda la
procedura relativa alle rettifiche finanziarie dei contributi concessi nell’ambito dei fondi strutturali;
VISTO il reg. (CE) n. 2603/99 della Commissione del 9/12/99,
recante norme transitorie per il sistema di sostegno allo Sviluppo
Rurale, istituito dal reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio;
VISTA la Comunicazione (CE) (2000/C 28/02) e successive
modificazioni, recante «gli orientamenti comunitari per gli aiuti
di Stato nel settore agricolo»;
VISTO il reg. (CE) n. 817/2004 del 29/aprile 2004 recante
disposizioni di applicazione del Reg CE 1257/99 del Consiglio
sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo agricolo dio orientamento e di garanzia;
VISTA la decisione (CE) n. C (2000) 2345 del 8/8/2000 con la
quale la Commissione Europea ha approvato il POR – parte
FEOGA in Calabria;
VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale n. 648 del 10/
10/2000 di recepimento della suddetta decisione;
VISTO il Reg. CE 448/2004 della Commissione del 10 marzo
2004 che modifica il Reg CE 1265/2000 recante disposizioni di
applicazione del regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio per
quanto riguarda l’ammissibilità delle spese concernenti le operazioni coofinanziate dai Fondi Strutturali e che revoca il regolamento CE n. 1145/2003;
VISTA la deliberazione della G.R. n. 373 del 3/5/2001 di approvazione delle linee guida e delle procedure applicative per
l’attuazione del P.O.R. (Asse IV) parte FEOGA in Calabria, che
recepisce tutte le indicazioni emerse nella fase di partenariato e
comprende tutte le modifiche ed integrazioni intervenute nel negoziato, presupposto essenziale per la presentazione, da parte dei
soggetti interessati, delle relative domande, nonché per l’espletamento del successivo esame istruttorio da parte delle strutture
competenti;
VISTA la delibera della G.R. n. 374 del 3/5/2001 con la quale
è stato approvato il Bando di apertura termini presentazione delle
domande e procedure generali di attuazione del POR Calabria
(asse IV) parte FEOGA, pubblicata sul Bur n. 46 del 17/5/2001 e
il DDG n. 7627/2001 pubblicato sul Bur n. 82 del 7/8/2001, che
proroga i termini di presentazione domande;
VISTA la Legge Regionale n. 34 del 2002 e s. m. i. e ritenuta la
propria competenza;
VISTO il Reg. CE 448/2004 della Commissione del 10 marzo
2004 che modifica il Reg CE 1265/2000 recante disposizioni di
applicazione del regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio per
quanto riguarda l’ammissibilità delle spese concernenti le operazioni coofinanziate dai Fondi Strutturali e che revoca il regolamento CE n. 1145/2003;
VISTE le misure di cui all’allegato 1 delle Linee Guida, che
sono parte integrante della delibera di Giunta Regionale n. 373
del 3/5/2001 e in particolare la mis. 4.7 «Commercializzazione
dei prodotti agricoli di qualità»;
VISTO il Complemento di Programmazione del POR Calabria 2000/2006, nello specifico Asse IV che ha previsto le modalità di attuazione dei progetti di filiera nei vari comparti agricoli;
VISTA la L.R. n. 28/94 che all’articolo 3 comma 4 reca norme
sui tempi da rispettare al fine di evitare immobilizzazioni delle
risorse finanziarie e ritardi nell’erogazione dei contributi;
PREMESSO:
— che nel DDG n. 9145 del 1/6/2005 di approvazione dell’elenco dei beneficiari «col quale è stato concesso alla Ditta
Enosvitis snc con P.I.:026099960796 un contributo pari ad c
200.000,00 su una spesa ammessa di c 200.000,00;
— che con DDG n. 18735 del 2/12/2005 è stato disposto ed
erogato alla ditta «Enosvitis snc» la somma di c 40.000,00 quale
anticipazione sul progetto;
— che con successivo DDG n. 6306 del 22/4/2009 è stato
erogato alla ditta «Enosvitis snc» l’importo di c 159.998,00
quale collaudo finale;
— che in totale tra anticipazione e collaudo finale alla ditta
«Enosvitis snc» è stato erogato l’importo di c 199.998,00;
— che a seguito del «Processo verbale di Contestazione» redatto dalla Guardia di Finanza – Nucleo Polizia Tributaria Crotone – in data 14/3/2012 trasmesso con nota 13913 del 20/4/2012
ed acquisito agli atti dallo scrivente Dipartimento in data 17/5/
2012 con prot. n. 172540 in cui si evidenzia, per la Ditta Enosvitis snc una percezione indebita dei contributi concessi;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— che a seguito di ciò, è stato comunicato alla ditta con nota
n. 177675 del 21/5/2012, prima, l’avvio della procedura di revoca ai sensi della L. 241/90, e successivamente è stato notificato il DDG n. 12731 del 10/9/2012 avente come oggetto «Revoca e recupero delle somme indebitamente percepite» con cui è
stato revocato alla «Ditta Enosvitis snc» il contributo di cui al
DDG n. 9145 del 1/6/2005 e richiesto il recupero delle somme
indebitamente percepite pari ad c 199.998,00 più interessi legali
maturati.
4367
AVVERTE
— che la parte ingiunta, entro il termine di giorni 10 dal versamento dovrà inviare, in originale e/o rupia autentica a questo
Dipartimento, la quietanza dell’avvenuto versamento, indicando
come riferimento gli estremi del presente decreto.
— che avverso la presente ingiunzione è ammesso ricorso davanti al Tribunale competente nei tempi e nei modi stabiliti dalla
Legge.
CONSIDERATO:
— che a seguito dell’irregolarità accertata, per come previsto
dalla DGR n. 373/2001 «Linee guida» POR Calabria 2000/2006
parte FEOGA in applicazione all’art. 38 lettera h del Reg. CEE
1260/99, è necessario recuperare la somma erogala, maggiorala
degli interessi di mora;
— che la ditta beneficiaria non ha provveduto alla restituzione della somma richiesta dal Dipartimento, comprensiva di
capitale e interessi, trattenendo indebitamente il beneficio riscosso;
RICHIAMATO l’art. 40 bis della legge Regionale n. 8 del 4
Febbraio 2002 introdotto dall’art. 26 comma 4 della Legge Regionale 11/1/2006 n. 1 per la quale la riscossione delle entrate
non tributarie, aventi causa in rapporti di Diritto Pubblico o Privato, può essere effettuata anche mediante l’ingiunzione disciplinata nel testo unico approvato con Regio Decreto 14 aprile
1910, n. 639 e successive modifiche e integrazioni. «L’ingiunzione è effettuata nelle forme del decreto del Dirigente Generale
del Dipartimento competente all’accertamento»;
VISTA la Legge 241/90 e sue modifiche e integrazioni;
Su proposta del Dirigente del Servizio 7 del Dipartimento
Agricoltura, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle
strutture interessate, nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto;
DECRETA
— Di notificare il presente provvedimento;
− alla ditta «Enosvitis snc» P.IVA. e Codice Fiscale
02609960796,- Cirò Marina;
− all’Autorità di Gestione Fondi POR Regione Calabria;
− all’Organismo di controllo di II livello;
− all’Autorità di Pagamento del POR Calabria;
− al Dipartimento Bilancio e Finanze;
− al Servizio Entrate del Settore Ragioneria Generale;
− al Dipartimento Programmazione Comunitaria – Settore
monitoraggio – Ufficio irregolarità e recuperi;
— di informare l’Avvocatura Regionale per gli adempimenti
di propria competenza da avviare nel caso di eventuale ulteriore
inadempimento da parte dell’interessato:
— di disporre la pubblicazione integrale, del presente Atto,
sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Prof. Giuseppe Zimbalatti
Tanto premesso:
ORDINA
Alla Ditta «Enosvitis snc» P.IVA. e Codice Fiscale
02609960796, la restituzione della somma di c 199.998,00 più
interessi legali maturati (da calcolare sul sito «www.avvocati.it»
interessi a tasso fisso); che vanno calcolati a cura della ditta come
di seguito riportato:
1) Per c 40.000,00 (anticipazione) dal 2/12/2005 (giorno
dell’erogazione), fino al giorno dell’effettiva restituzione;
2) Per c 159.998,00 (collaudo finale) dal 22/4/2009 (giorno
dell’erogazione), fino al giorno dell’effettiva restituzione;come
da bando a pag. 5645 del BURC n. 46 del 17/5/2001;
INGIUNGE
La Ditta «Alla Ditta «Enosvitis snc» P.IVA. e Codice Fiscale
02609960796; di versare la somma di c 199.998,00 più gli interessi per come sopra specificato, mediante Bonifico Bancario
intestato a Banca Carime Tesoreria Regione Calabria – Cod.
IBAN: IT 12 R 03067 04599 000000010153 – con la seguente
causale «Restituzione somme misura 4.7 POR Calabria – Ditta
«Enosvitis snc» – entro 30 (trenta) giorni dalla data di notifica
del presente provvedimento, sotto pena dei conseguenti atti esecutivi per la riscossione, senza ulteriori comunicazioni;
DECRETO n. 14663 del 28 ottobre 2013
P.O.R. (Asse IV) – parte FEOGA in Calabria. Misura (4.6).
Ditta: «Rango Antonio – Cassano allo Ionio Revoca e recupero somme indebitamente percepite.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la legge regionale 13/5/1996 n. 7, recante norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla dirigenza regionale;
VISTO l’art. 1 del D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999, relativo alla
separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione, come modificato dal D.P.G.R.
206/2000;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013 ed il successivo
DPGR n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste e Forestazione, al prof Giuseppe Zimbalatti;
VISTA la Legge Regionale del 7/8/2002 n. 31;
4368
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTO il Reg. CE 448/2004 della Commissione del 10 marzo
2004 che modifica il Reg CE 1265/2000 recante disposizioni di
applicazione del regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio per
quanto riguarda l’ammissibilità delle spese concernenti le operazioni coofinanziate dai Fondi Strutturali e che revoca il regolamento CE n. 1145/2003;
VISTO il reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio del 17/5/1999 sul
sostegno allo sviluppo rurale del Fondo Europeo Agricolo di
Orientamento (FEOGA), che prevede la redazione dei PORparte FEOGA per programmare gli interventi consentiti nel periodo 2000-2006;
VISTO il Reg. (CE) n. 1260/99 del Consiglio del 21/6/1999
recante disposizioni generali sui fondi strutturali;
VISTE le misure di cui all’allegato 1 delle Linee Guida, che
sono parte integrante della delibera di Giunta Regionale n. 373
del 3/5/2001 e in particolare la mis. 4.6 «Miglioramento delle
condizioni di trasformazione e commercializzazione dei prodotti
agricoli»;
VISTO il Reg. (CE) n. 438/2001 della Commissione del 2/3/
2001 recante modalità di applicazione del Reg. CEE 1260/99 del
Consiglio per quanto riguarda i sistemi di gestione e di controllo
dei contributi concessi nell’ambito dei fondi strutturali;
VISTO il Complemento di Programmazione del POR Calabria 2000/2006, nello specifico Asse IV che ha previsto le modalità di attuazione dei progetti di filiera nei vari comparti agricoli;
VISTO il Reg. (CE) n. 448/2001 recante modalità di applicazione del Reg. CEE 1260/99 del Consiglio per quanto riguarda la
procedura relativa alle rettifiche finanziarie dei contributi concessi nell’ambito dei fondi strutturali;
VISTA la L.R. n. 28/94 che all’articolo 3 comma 4 reca norme
sui tempi da rispettare al fine di evitare immobilizzazioni delle
risorse finanziarie e ritardi nell’erogazione dei contributi;
VISTO il reg. (CE) n. 2603/99 della Commissione del 9/12/99,
recante norme transitorie per il sistema di sostegno allo Sviluppo
Rurale, istituito dal reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio;
VISTO il D.D.G. n. 8832 del 27/6/2006 di approvazione dell’elenco dei beneficiari del PIF «Fico essiccato del Cosentino +
«dove in posizione utile con domanda n. 17806 dell’allegato «A»
è riportata la ditta «Rango Antonio - via Francesco Bruno, 6 –
87011 Cassano allo Ionio (CS) - P.IVA. n. 02213740786 e Codice Fiscale RNG NTN 67R24C002V, finanziata con la misura
4.6 per una spesa ammessa di c 105.000,00 il cui corrispondente
contributo è di c 52.500,00 pari al 50%;
VISTA la Comunicazione (CE) (2000/C 28/02) e successive
modificazioni, recante «gli orientamenti comunitari per gli aiuti
di Stato nel settore agricolo»;
VISTO il reg. (CE) n. 817/2004 del 29/aprile 2004 recante
disposizioni di applicazione del Reg CE 1257/99 del Consiglio
sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo agricolo dio orientamento e di garanzia;
VISTO il DDG n. 15188 del 21/10/2008 con cui è stato disposto ed erogato alla ditta «Rango Antonio» la somma di di c
16.640,00 quale prima sal, e con successivo DDG n. 21294 del
10/12/2008 Le veniva liquidato l’importo di c 21.583,84 quale
secondo sal, infine con DDG n. 16999 del 22/9/2009 Le veniva
liquidato l’importo di c 14229,28 quale collaudo finale;
VISTA la decisione (CE) n. C (2000) 2345 del 8/8/2000 con la
quale la Commissione Europea ha approvato il POR – parte
FEOGA in Calabria;
VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale n. 648 del 10/
10/2000 di recepimento della suddetta decisione;
CHE in totale alla ditta «Rango Antonio» è stato erogato l’importo di c 52.453,12;
VISTA la deliberazione della G.R. n. 373 del 3/5/2001 di approvazione delle linee guida e delle procedure applicative per
l’attuazione del P.O.R. (Asse IV) parte FEOGA in Calabria, che
recepisce tutte le indicazioni emerse nella fase di partenariato e
comprende tutte le modifiche ed integrazioni intervenute nel negoziato, presupposto essenziale per la presentazione, da parte dei
soggetti interessati, delle relative domande, nonché per l’espletamento del successivo esame istruttorio da parte delle strutture
competenti;
CHE il sopra citato progetto, è stato selezionato a campione
per l’anno 2009, per le verifiche FEOGA ai sensi dell’art. 10 del
Reg. CE n. 438/2001 e sottoposto a controllo di secondo livello
dell’Autorità di Audit.
ULTIMATE le operazioni di verifica, è stato trasmesso con
nota n. 1698 del 30/7/2010 un primo rapporto, in cui sono state
segnalate irregolarità per c 37.592,76 con un corrispondente del
50% pari ad c 18.793,38.
VISTA la delibera della G.R. n. 374 del 3/5/2001 con la quale
è stato approvato il Bando di apertura termini presentazione delle
domande e procedure generali di attuazione del POR Calabria
(asse IV) parte FEOGA, pubblicata sul Bur n. 46 del 17/5/2001 e
il DDG n. 7627 /2001 pubblicato sul Bur n: 82 del 7/8/2001, che
proroga i termini di presentazione domande;
VISTE le controdeduzioni presentate dalla ditta, la pratica è
stata riesaminata e con nota n. 2104 del 10/9/2010, l’Autorità di
Audit, ha comunicato allo scrivente ufficio, l’accoglimento parziale delle controdeduzioni, riconfermando l’irregolarità di alcune spese motivandole: «la cui data di ammissibilità risulta antecedente alla richiesta di adesione al PIF, avvenuta il 3/12/2004,
per un importo pari ad c 21.923,00, per come di seguito descritto:
Vista la Legge Regionale n. 34 del 2002 e s. m. i. e ritenuta la
propria competenza;
Fatt. n.
del
Importo netto c
IVA c
Importo lordo c
Micro System
79
28/5/04
3.050,00
610,00
3660,00
Micro System
80
28/5/04
150,00
30,00
180,00
CMP Company
38
20/4/04
18.723,00
3744,60
22467,60
Ditta
Totale
21.923,00
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Pertanto l’importo da restituire è di c 10.961,00 pari al 50%
dell’importo ritenuto irregolare, più interessi;
4369
− all’Organismo di controllo di II livello;
− all’Autorità di Pagamento del POR Calabria;
RITENUTO di dover dar seguito di quanto segnalato dalla’Autorità di Audit, questo Dipartimento ha trasmesso alla ditta
Rango, con nota Racc/ar. n. 154738 del 27/10/2011 ai sensi della
L. 241/90, la comunicazione delle irregolarità riscontrate con la
richiesta di restituzione somme percepite più interessi per un totale di c 11.277,37;
CHE la ditta «Rango Antonio» ha presentato delle controdeduzioni, allegando atti di tipo privatistico, e pertanto atti non
ufficiali, che non sanano quanto contestato dall’Autorità di
Audit;
PERTANTO, per quanto sopra esposto, con il presente atto si
chiede la restituzione della somma di c 10.961,00 più interessi
legali maturati, (da calcolare sul sito «www.avvocati.it «interessi
a tasso fisso); che vanno calcolati a cura della ditta dal 29/9/2009
(giorno dell’erogazione finale), fino al giorno dell’effettiva restituzione;
VISTA la Legge 241/90 e sue modifiche e integrazioni;
− al Dipartimento Bilancio e Finanze;
− al Servizio Entrate del Settore Ragioneria Generale;
− al Dipartimento Programmazione Comunitaria – Settore
monitoraggio – Ufficio irregolarità e recuperi;
— di informare l’Avvocatura Regionale per gli adempimenti
di propria competenza da avviare nel caso di eventuale ulteriore
inadempimento da parte dell’interessato;
— di disporre la pubblicazione integrale, del presente Atto,
sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
— avverso il presente Atto, è ammesso ricorso davanti al Tribunale Competente, nei tempi e nei modi stabiliti dalla Legge.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Giuseppe Zimbalatti
Su proposta del Dirigente del Servizio 8 del Dipartimento
Agricoltura, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle
strutture interessate, nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto;
DECRETA
— di dichiarare che quanto esposto in narrativa costituisce
parte integrante e sostanziale ed è da intendersi qui integralmente
richiamato;
− di dichiarare che la Ditta «Rango Antonio» - via Francesco Bruno, 6-87011 Cassano allo Ionio (CS) – PIVA. n.
02213740786 e Codice Fiscale RNG NTN 67R24 C002V iscritta
nell’elenco dei beneficiari del PIF «Fico essiccato del Cosentino» come da DDG 8832 del 27/6/2006, per la misura 4.6 con
pratica n. 17806, a seguito delle irregolarità riscontrate dall’Autorità di Audit – controllo di secondo livello – è tenuta a restituire
quanto indebitamente percepito pari ad c 10.961,00 più interessi;
− di dare avvio al recupero delle somme indebitamente percepite, invitando la ditta «Rango Antonio» alla restituzione, entro
30 giorni dalla data di notifica del presente provvedimento, dell’importo di c 10.961,00 più interessi legali maturati, (da calcolare sul sito «ww.avvocati.it» interessi a tasso fisso); che vanno
calcolati a cura della ditta dal 29/9/2009 (giorno dell’erogazione
finale), fino al giorno dell’effettiva restituzione, con le modalità
di seguito descritte; Accredito su C/c bancario presso Tesoreria
della Regione Calabria – Banca Carime – Agenzia n. 4 – Tesoreria Regionale – 88100 Catanzaro Codice IBAN: IT
12R0306704599000000010153; Causale «Restituzione somme
misura 4.6 POR Calabria – Ditta «Rango Antonio» Codice Rendiconta n. 68481;
− entro il termine di giorni 10 dal versamento dovrà essere
inviata in originale e/o copia autentica a questo Dipartimento n.
3, la quietanza dell’avvenuto versamento, indicando come riferimento gli estremi del presente decreto.
− di notificare il presente provvedimento;
− alla ditta «Rango Antonio - via Francesco Bruno, 6 –
87011 Cassano allo Ionio (CS) - P.IVA. n. 02213740786 e Codice Fiscale RNQ NTN 67R24 C0-02V;
− all’Autorità di Gestione Fondi POR Regione Calabria;
DECRETO n. 14670 del 28 ottobre 2013
P.O.R. Calabria 2000/2006 (Asse IV) – parte FEOGA Misura (4.5). «Investimenti nelle aziende Agricole» – Pif 963
«SUINI» – Ditta: «Meringolo Angelo» – S. Demetrio Corone
(CS) – Ingiunzione di Pagamento – (Recupero differenza)
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7/96 recante «norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della GR. e sulla Dirigenza
Regionale;
VISTO il D.P.GR. n. 354 del 24/6/99 avente oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione»;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013 ed il successivo
DPGR n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste e Forestazione, al prof. Giuseppe Zimbalatti;
VISTA la Legge Regionale del 7/8/2002 n. 31;
VISTA la Legge 241/90 e sue modifiche e integrazioni;
VISTO il reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio del 17/5/1999 sul
sostegno allo sviluppo rurale del Fondo Europeo Agricolo di
Orientamento (FEOGA), che prevede la redazione dei PORparte FEOGA per programmare gli interventi consentiti nel periodo 2000-2006;
VISTO il Reg. (CE) n. 1260/99 del Consiglio del 21/6/1999
recante disposizioni generali sui fondi strutturali;
VISTO il reg. (CE) n. 2603/99 della Commissione del 9/12/99,
recante norme transitorie per il sistema di sostegno allo Sviluppo
Rurale, istituito dal rcg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio;
4370
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTA la Comunicazione (CE) (2000/C 28/02) e successive
modificazioni, recante gli orientamenti comunitari per gli aiuti di
Stato nel settore agricolo»;
VISTA la decisione (CE) n. C (2000) 2345 del 8/8/2000 con la
quale la Commissione Europea ha approvato il POR – parte
FEOGA in Calabria;
VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale n. 648 del 10/
10/2000 di recepimento della suddetta decisione;
VISTO il Reg. (CE) n. 438/2001 della Commissione del 2/3/
2001 recante modalità di applicazione del Reg. CEE 1260/99 del
Consiglio per quanto riguarda i sistemi di gestione e di controllo
dei contributi concessi nell’ambito dei fondi strutturali;
VISTO il reg. (CE) n. 817/2004 del 29/aprile 2004 recante
disposizioni di applicazione del Reg CE 1257/99 del Consiglio
sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo agricolo dio orientamento e di garanzia;
VISTA la deliberazione della G.R. n. 373 del 3/5/2001 di approvazione delle linee guida e delle procedure applicative per
l’attuazione del P.O.R. (Asse IV) parte FEOGA in Calabria, che
recepisce tutte le indicazioni emerse nella fase di partenariato e
comprende tutte le modifiche ed integrazioni intervenute nel negoziato, presupposto essenziale per la presentazione, da parte dei
soggetti interessati, delle relative domande, nonché per l’espletamento del successivo esame istruttorio da parte delle strutture
competenti;
VISTA la delibera della G.R. n. 374 del 3/5/2001 con la quale
è stato approvato il Bando di apertura termini presentazione delle
domande e procedure generali di attuazione del POR Calabria
(asse IV) parte FEOGA, pubblicata sul Bur n. 46 del 17/5/2001 e
il DDG n. 7627/2001 pubblicato sul BUR n. 82 del 7/8/2001, che
proroga i termini di presentazione domande;
VISTA la DGR 142 del 26/2/2002 «Definizione delle modalità relative alla ricevibilità, alle procedure di selezione e alla
formazione delle graduatorie delle domande di riconferma – Modifica alla deliberazione del 3 maggio 2001, n. 373 relativa all’approvazione delle linee guida e procedure applicative per l’attuazione del POR Calabria (Asse IV – FEOGA)»;
VISTA la Legge Regionale n. 34 del 2002 es. m. i. e ritenuta la
propria competenza;
VISTO il Reg. CE 448/2004 della Commissione del 10 marzo
2004 che modifica il Reg CE 1265/2000 recante disposizioni di
applicazione del regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio per
quanto riguarda l’ammissibilità delle spese concernenti le operazioni coofinanziate dai Fondi Strutturali e che revoca il regolamento CE n. 1145/2003;
VISTE le misure di cui all’allegato 1 delle Linee Guida, che
sono parte integrante della delibera di Giunta Regionale n. 373
del 3/5/2001 e in particolare la mis. 4.5 «Investimenti nelle
aziende Agricole»;
VISTO il Complemento di Programmazione del POR Calabria 2000/2006, nello specifico Asse IV che ha previsto le modalità di attuazione dei progetti di filiera nei vari comparti agricoli;
VISTA la L.R. n. 28/94 che all’articolo 3 comma 4 reca norme
sui tempi da rispettare al fine di evitare immobilizzazioni delle
risorse finanziarie e ritardi nell’erogazione dei contributi;
CONSIDERATO:
— che con DDG n. 14923 del 17/10/2003 veniva approvato e
concesso alla Ditta «Meringolo Angelo» – San Demetrio Corone
(CS) – Cod. Fiscale: MRN NGL 68C01 H818M – un contributo
di Euro 417.099,65 pari al 55% della spesa ammessa di Euro
758.363,00 gravante sui fondi europei;
— che con successivo DDG n. 13644 del 13/8/2004 e Mandato n. 13401 del 6/9/2004, è stato liquidato ed erogato alla Ditta
«Meringolo Angelo» – San Demetrio Corone (CS) – Cod.Fiscale: MRN NGL 68C01 H818M – l’importo di Euro 151.672,60
a titolo di Liquidazione Anticipazione Lavori, quale unica e sola
erogazione;
— che, a seguito della nota dell’Area Territoriale Settentrionale che rendeva noto che per la ditta in essere, «non risultano
realizzate le opere nei tempi stabiliti» si è ritenuto necessario
attivare il recupero delle somme erogate, maggiorate dagli interessi di mora, maturati e maturandi, sino alla data effettiva di
restituzione;
— che, per l’effetto, con DDG n. 9917 del 5 luglio 2012 è
stato revocato, alla ditta «Meringolo Angelo» San Demetrio Corone (CS) Cod. Fiscale: MRN NGL 68C01 H818M – l’importo
totale del contributo pari ad Euro 417.099,65 di cui al DDG di
cui sopra n. 14923 del 17/10/2003, e, nel contempo, è stato richiesto il recupero delle somme indebitamente percepite pari ad
Euro 179.234,74 comprensive di interessi legali calcolati e maturati sino alla data del 20/7/2012, nonché maturandi sino alla
data effettiva di restituzione;
PRESO ATTO:
— che, al beneficiario è stato notificato, con Raccomandata
A/R, del 3 agosto 2012 con Prot. n. 270292, il Decreto sopra
citato n. 9917 del 5/7/2012 di «Revoca e Recupero somme indebitamente percepite» e preso atto dell’avvenuta notifica (13/8/
2012);
— che con Ordinativo n. 6218 del 13/12/2012, la Compagnia
Italiana Assicurazioni ha provveduto alla restituzione di Euro
166.840,00, quale importo massimo garantito, giusta Reversale
n. 10933 del 31/12/2012;
— che l’indebito percepito e da recuperare, aggiornato alla
data del 31/12/2012 (data di avvenuto incasso) risulta essere
Euro 180.933,81;
— che il beneficiario interessato, alla data odierna, non ha
provveduto, così per come richiesto dal Dipartimento, con la
nota n. 210260 del 24/6/2013 di «Diffida recupero differenza
somme garantite» (avvenuta notifica del 1/7/2013) alla restituzione dell’importo residuo pari ad Euro 14.093,81;
— che lo stesso, aggiornato alla data del 24/7/13, è pari ad
Euro 14.291,70 (Euro 197.89 per interessi legali maturati dalla
data della reversale 31/12/2012 alla data del 24/7/2013) oltre ulteriori interessi maturandi al dì del saldo;
VISTO l’Art. 40 bis della Legge Regionale n. 8 del 4 febbraio
2002, introdotto dall’art. 26 comma 4 della Legge Regionale 11/
1/2006 n. 1, per la quale» la riscossione delle entrate non tributarie, aventi causa in rapporti di Diritto Pubblico o Privato, può
essere effettuata anche mediante l’ingiunzione disciplinata nel
testo unico approvato con Regio Decreto 14 aprile 1910, n. 639 e
successive modifiche e integrazioni. «L’ingiunzione è effettuata
nelle forme del decreto del Dirigente Generale del Dipartimento
competente all’accertamento»;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Su espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio n. 7 alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
4371
— al Servizio Entrale del Settore Ragioneria Generale;
— al Dipartimento Programmazione Comunitaria – Settore
monitoraggio – Ufficio irregolarità e recuperi;
Tanto premesso
— all’Avvocatura Regionale;
ORDINA
Alla Ditta «Meringolo Angelo» – San Demetrio Corone (CS)
– Cod. Fiscale: MRN NGL 68C01 H818M – di provvedere al
versamento totale della somma di Euro 14.291,70 (Come in calce
specificato) comprensiva degli interessi (per come previsto dall’art. 38 lettera h del reg. CEE 1260/99), calcolati, a partire dalla
data di erogazione del beneficio, al TUS in vigore da tale data
(per come previsto dal bando a pag. 5645 del BURC n. 46 del
17/5/2001);
Di informare la su citata Avvocatura, per gli adempimenti di
propria competenza, nel caso di eventuale ulteriore inadempimento da parte dell’interessato;
Di disporre la pubblicazione integrale del presente atto sul
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Prof. Giuseppe Zimbalatti
INGIUNGE
la Ditta «Meringolo Angelo» San Demetrio Corone (CS) –
Cod.Fiscale: MRN NGL68C01 H818M, di versare la predetta
somma dì Euro 14.291,70 entro e non oltre 30 (trenta) giorni
dalla data di notifica del presente provvedimento, sotto pena dei
conseguenti atti esecutivi, mediante Bonifico Bancario intestato
a: Carime Tesoreria Regione Calabria – Cod. IBAN: IT12 R030
6704 5990 0000 0000 153 – con la seguente causale «Cod..Rend.
14823 – Mis. 4.5 – Restituzione somme – POR Calabria 2000/
2006 - Ditta «Meringolo Angelo» San Demetrio Corone (CS) –
Pif 963 – Cod.Fiscale: MRN NGL 68C01 H818M;
AVVERTE
— che, la parte ingiunta, entro il termine di giorni 10 dal versamento, dovrà inviare, in originale e/o copia autentica, a questo
Dipartimento, la quietanza dell’avvenuto versamento, indicando
come riferimento gli estremi del presente decreto.
— che, Avverso la presente ingiunzione, è ammesso ricorso
davanti al Tribunale competente entro 30 giorni dalla notifica
DECRETA
— di sospendere, fino all’avvenuto pagamento della somma
indicata nell’ingiunzione, nei confronti della Ditta «Meringolo
Angelo» San Demetrio Corone (CS) – Cod. Fiscale: MRN NGL
68C01 H818M, la corresponsione di qualsiasi aiuto, premio, indennità, contributo ad altre erogazioni richiesti dal debitore a
questo Ente per qualunque importo e anche per periodi temporali
successivi a quello cui si riferisce l’infrazione per come previsto
dall’art. 3 comma 5 della Legge 898/86;
— di ritenere la Ditta «Meringolo Angelo» – San Demetrio
Corone (CS) – Cod.Fiscale: MRN NGL 68C01 H818M, soggetta
alle prescrizioni verso gli inadempienti, dettate dall’art. 26, lett.
e) del Reg, CE n. 1975/2006;
Di notificare il presente provvedimento:
— alla Ditta «Meringolo Angelo» – San Demetrio Corone
(CS);
— alla Autorità di Gestione Fondi POR Regione Calabria;
— all’Organismo di controllo di II livello;
Dettaglio di quanto dovuto:
L’Utente è sempre tenuto a controllare l’esattezza dei risultati.
Calcolo degli interessi a tasso fisso dalla data di notifica della
diffida, a favore della Ditta «Meringolo Angelo» – San Demetrio
Corone (CS) – Cod. Fiscale: MRN NGL 68C01 H818M
Capitale (residuo da recuperare) Euro 14.093,81
Interessi Maturati dalla data della reversale al 24/7/2013 Euro
197.89
Totale da Restituire Euro 14.291,70
DECRETO n. 14671 del 28 ottobre 2013
P.O.R. Calabria 2000/2006 (Asse IV) – parte FEOGA Misura (4.5). «Investimenti nelle aziende Agricole» – Pif 109
«Zootecnia Biologica» – Ditta: «Capparelli Raffaele» – Mottafollone (CS) – Ingiunzione di Pagamento.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7/96 recante «norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della GR. e sulla Dirigenza
Regionale»;
VISTO il D.P.GR. n. 354 del 24/6/99 avente oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione»;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013 ed il successivo
DPGR n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste e Forestazione, al prof. Giuseppe Zimbalatti;
VISTA la Legge Regionale del 7/8/2002 n. 31;
VISTA la Legge 241/90 e sue modifiche e integrazioni;
— all’Autorità di Pagamento del POR Calabria;
— al Dipartimento Bilancio e Finanze;
VISTO il reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio del 17/5/1999 sul
sostegno allo sviluppo rurale del Fondo Europeo Agricolo di
4372
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Orientamento (FEOGA), che prevede la redazione dei POR –
parte FEOGA per programmare gli interventi consentiti nel periodo 2000-2006;
VISTO il Complemento di Programmazione del POR Calabria 2000/2006, nello specifico Asse IV che ha previsto le modalità di attuazione dei progetti di filiera nei vari comparti agricoli;
VISTO il Reg. (CE) n. 1260/99 del Consiglio del 21/6/1999
recante disposizioni generali sui fondi strutturali;
VISTA la L.R. n. 28/94 che all’articolo 3 comma 4 reca norme
sui tempi da rispettare al fine di evitare immobilizzazioni delle
risorse finanziarie e ritardi nell’erogazione dei contributi;
VISTO il reg. (CE) n. 2603/99 della Commissione del 9/12/99,
recante norme transitorie per il sistema di sostegno allo Sviluppo
Rurale, istituito dal reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio;
VISTA la Comunicazione (CE) (2000/C 28/02) e successive
modificazioni, recante gli orientamenti comunitari per gli aiuti di
Stato nel settore agricolo;
VISTA la decisione (CE) n. C (2000) 2345 del 8/8/2000 con la
quale la Commissione Europea ha approvato il POR – parte
FEOGA in Calabria;
VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale n. 648 del 10/
10/2000 di recepimento della suddetta decisione;
VISTO il Reg. (CE) n. 438/2001 della Commissione del 2/3/
2001 recante modalità di applicazione del Reg. CEE 1260/99 del
Consiglio per quanto riguarda i sistemi di gestione e di controllo
dei contributi concessi nell’ambito dei fondi strutturali;
VISTO il reg. (CE) n. 817/2004 del 29/aprile 2004 recante
disposizioni di applicazione del Reg CE 1257/99 del Consiglio
sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo agricolo dio orientamento e di garanzia;
VISTA la deliberazione della G.R. n. 373 del 3/5/2001 di approvazione delle linee guida e delle procedure applicative per
l’attuazione del P.O.R. (Asse IV) parte FEOGA in Calabria, che
recepisce tutte le indicazioni emerse nella fase di partenariato e
comprende tutte le modifiche ed integrazioni intervenute nel negoziato, presupposto essenziale per la presentazione, da parte dei
soggetti interessati, delle relative domande, nonché per l’espletamento del successivo esame istruttorio da parte delle strutture
competenti;
VISTA la delibera della G.R. n. 374 del 3/5/2001 con la quale
è stato approvato il Bando di apertura termini presentazione delle
domande e procedure generali di attuazione del POR Calabria
(asse IV) parte FEOGA, pubblicata sul BUR n. 46 del 17/5/2001
e il DDG n. 7627/2001 pubblicato sul Bur n. 82 del 7/8/2001, che
proroga i termini di presentazione domande;
VISTA la DGR 142 del 26/2/2002 «Definizione delle modalità relative alla ricevibilità, alle procedure di selezione e alla
formazione delle graduatorie delle domande di riconferma – Modifica alla deliberazione del 3 maggio 2001, n. 373 relativa all’approvazione delle linee guida e procedure applicative per l’attuazione del POR Calabria (Asse IV – FEOGA)»;
VISTA la Legge Regionale n. 34 del 2002 es. m. i. e ritenuta la
propria competenza;
CONSIDERATO:
— che con DDG n. 11692 del 1/8/2005 veniva approvato e
concesso alla Ditta «Capparelli Raffaele» Mottafollone (CS) –
Cod. Fiscale: CPP RFL 68T20 D0868 – un contributo di Euro di
Euro 181.500,00 pari al 50% della spesa ammessa 363.000,00
gravante sui Fondi Europei;
— che con successivo DDG n. 11472 del 1/8/2007 e Mandato
n. 11353 del 7/8/2007, è stato liquidato ed erogato alla Ditta
«Capparelli Raffaele» – Mottafollone (CS) – Cod. Fiscale: CPP
RFL 68T20 D0868 – l’importo di Euro 82.000,00 a titolo di Liquidazione secondo Stato Avanzamento Lavori;
— che a seguito del Verbale di Verifica «Lotto Funzionale»
del 18/9/2012 che accertava l’Esecuzione dei lavori Finali con
conseguente recupero di Euro 45.000,00 quale somma erogata in
eccedenza, si è ritenuto necessario attivare il recupero delle
somme erogate, maggiorate dagli interessi di mora, maturati e
maturandi, sino alla data effettiva di restituzione;
— che, per l’effetto, con DDG n. 5865 del 16 aprile 2013 è
stato revocato, alla ditta «Capparelli Raffaele» – Mottafollone
(CS) Cod. Fiscale: CPP RFL 68T20 D0868 – l’importo Parziale
di contributo pari ad Euro 45.000,00 di cui al sopracitato DDG n.
11692 del 1/8/2005, e, nel contempo, è stato richiesto il recupero
delle somme indebitamente percepite pari ad Euro 45.000,00 ed
Euro 5.677,40 per interessi legali calcolati e maturati dalla data
di erogazione contributo sino alla data del 31/3/2013, nonché
maturandi sino alla data effettiva di restituzione, per un totale di
Euro 50.677,40;
PRESO ATTO:
— che, al beneficiario è stato notificato, con Raccomandata
A/R, del 22 aprile 2013 con Prot. n. 137034, il Decreto sopra
citato n. 5865 del 16/4/2013 di «Revoca parziale Contributo e
Recupero somme indebitamente percepite» e preso atto dell’avvenuta notifica (2/5/2013);
— che il beneficiario interessato, alla data odierna, non ha
provveduto alla restituzione di quanto richiesto dal Dipartimento;
VISTO l’Art. 40 bis della Legge Regionale n. 8 del 4 febbraio
2002, introdotto dall’art. 26 comma 4 della Legge Regionale 11/
1/2006 n. 1, per la quale la riscossione delle entrate non tributarie, aventi causa in rapporti di Diritto Pubblico o Privato, può
essere effettuata anche mediante l’ingiunzione disciplinata nel
testo unico approvato con Regio Decreto 14 aprile 1910, n. 639 e
successive modifiche e integrazioni. «L’ingiunzione è effettuata
nelle forme del decreto del Dirigente Generale del Dipartimento
competente all’accertamento»;
VISTO il Reg. CE 448/2004 della Commissione del 10 marzo
2004 che modifica il Reg CE 1265/2000 recante disposizioni di
applicazione del regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio per
quanto riguarda l’ammissibilità delle spese concernenti le operazioni coofinanziate dai Fondi Strutturali e che revoca il regolamento CE n. 1145/2003;
Su espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio n. 7 alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
VISTE le misure di cui all’allegato 1 delle Linee Guida, che
sono parte integrante della delibera di Giunta Regionale n. 373
del 3/5/2001 e in particolare la mis. 4.5 «Investimenti nelle
aziende Agricole»;
ORDINA
Tanto premesso
Alla Ditta «Capparelli Raffaele» Mottafollone (CS) – Cod.
Fiscale: CPP RFL 68T20 00868 – di provvedere al versamento
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
totale della somma di Euro 50.677,40 (Come in calce specificato) comprensiva degli interessi (per come previsto dall’art. 38
lettera h del reg. CEE 1260/99), calcolati, a partire dalla data di
erogazione del beneficio, al TUS in vigore da tale data (per come
previsto dal bando a pag, 5645 del BURC n. 46 del 17/5/2001);
4373
Di disporre la pubblicazione integrale del presente atto sul
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Prof. Giuseppe Zimbalatti
INGIUNGE
La Ditta «Capparelli Raffaele» – Mottafollone (CS) – Cod.
Fiscale: CPP RFL 68T20 D086B, di versare la predetta somma di
Euro 50.677,40 entro e non oltre 30 (trenta) giorni dalla data di
notifica del presente provvedimento, sotto pena dei conseguenti
atti esecutivi, mediante Bonifico Bancario intestato a : Carime
Tesoreria Regione Calabria – Cod. IBAN: IT12 R030 6704 5990
0000 0010 153 – con la seguente causale «Cod.Rend. 47384 –
Mis.4.5 – Restituzione somme – POR Calabria 2000/2006 –
Ditta «Capparelli Raffaele» Mottafollone (CS) – Pif 109 – Cod.
Fiscale: CPP RFL 68T20 00868;
Dettaglio di quanto dovuto:
L’Utente è sempre tenuto a controllare l’esattezza dei risultati.
Calcolo degli interessi a tasso fisso dalla data di emissione del
mandato a favore della Ditta «Capparelli Raffaele».
Mottafollone (CS) – Cod. Fiscale: CPP RFL 68T20 D086B
Capitale da recuperare Euro 45.000,00
AVVERTE
Interessi Maturati alla data del 31/3/2013 Euro 5.677,40
— che, la parte ingiunta, entro il termine di giorni 10 dal versamento, dovrà inviare, in originale e/o copia autentica, a questo
Dipartimento, la quietanza dell’avvenuto versamento, indicando
come riferimento gli estremi del presente decreto.
— che, Avverso la presente ingiunzione, è ammesso ricorso
davanti al Tribunale competente entro 30 giorni dalla notifica
DECRETA
— di sospendere, fino all’avvenuto pagamento della somma
indicata nell’ingiunzione, nei confronti della Ditta «Capparelli
Raffaele» Mottafollone (CS) – Cod. Fiscale: CPP RFL 68T20
D0868, la corresponsione di qualsiasi aiuto, premio, indennità,
contributo od altre erogazioni richiesti dal debitore a questo Ente
per qualunque importo e anche per periodi temporali successivi a
quello cui si riferisce l’infrazione per come previsto dall’art. 3
comma 5 della Legge 898/86;
— di ritenere la Ditta «Capparelli Raffaele» – Mottafollone
(CS) – Cod. Fiscale: CPP RFL 68T20 D0868, soggetta alle prescrizioni verso gli inadempienti, dettate dall’art 26, lett. e) del
Reg, CE n. 1975/2006;
Di notificare il presente provvedimento:
— alla Ditta «Capparelli Raffaele» – Mottafollone (CS);
Totale da Restituire Euro 50.677,40
DECRETO n. 14673 del 28 ottobre 2013
P.O.R. Calabria 2000/2006 (Asse IV) – parte FEOGA Misura (4.5). «Investimenti nelle aziende Agricole» – Pif 128
«Ortofrutticolo Agrimed» – Ditta: «Cooperativa S. Iorio» –
Belvedere Spinello (KR) – Ingiunzione di Pagamento –
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7/96 recante norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della GR. e sulla Dirigenza
Regionale;
VISTO il D.P.GR. n. 354 del 24/6/99 avente oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013 ed il successivo
DPGR n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste e Forestazione, al prof. Giuseppe Zimbalatti;
— alla Autorità di Gestione Fondi POR Regione Calabria;
VISTA la Legge Regionale del 7/8/2002 n. 31;
— all’Organismo di controllo di II livello;
— all’Autorità di Pagamento del POR Calabria;
— al Dipartimento Bilancio e Finanze;
— al Servizio Entrate del Settore Ragioneria Generale;
— al Dipartimento Programmazione Comunitaria – Settore
monitoraggio – Ufficio irregolarità e recuperi;
— all’Avvocatura Regionale;
Di informare la su citata Avvocatura, per gli adempimenti di
propria competenza, nel caso di eventuale ulteriore inadempimento da parte dell’interessato;
VISTA la Legge 241/90 e sue modifiche e integrazioni;
VISTO il reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio del 17/5/1999 sul
sostegno allo sviluppo rurale del Fondo Europeo Agricolo dì
Orientamento (FEOGA), che prevede la redazione dei PORparte FEOGA per programmare gli interventi consentiti nel periodo 2000-2006;
VISTO il Reg. (CE) n. 1260/99 del Consiglio del 21/6/1999
recante disposizioni generali sui fondi strutturali;
VISTO il reg. (CE) n. 2603/99 della Commissione del 9/12/99,
recante norme transitorie per il sistema di sostegno allo Sviluppo
Rurale, istituito dal reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio;
4374
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTA la Comunicazione (CE) (2000/C 28/02) e successive
modificazioni, recante «gli orientamenti comunitari per gli aiuti
di Stato nel settore agricolo»;
VISTA la decisione (CE) n. C (2000) 2345 del 8/8/2000 con la
quale la Commissione Europea ha approvato il POR – parte
FEOGA in Calabria;
VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale n. 648 del 10/
10/2000 di recepimento della suddetta decisione;
VISTO il Reg. (CE) n. 438/2001 della Commissione del 2/3/
2001 recante modalità di applicazione del Reg. CEE 1260/99 del
Consiglio per quanto riguarda i sistemi di gestione e di controllo
del contributi concessi nell’ambito dei fondi strutturali;
VISTO il reg. (CE) n. 817/2004 del 29/aprile 2004 recante
disposizioni di applicazione del Reg CE 1257/99 del Consiglio
sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo agricolo dio orientamento e di garanzia;
VISTA la deliberazione della G.R. n. 373 del 3/5/2001 di approvazione delle linee guida e delle procedure applicative per
l’attuazione del P.O.R. (Asse IV) parte FEOGA in Calabria, che
recepisce tutte le indicazioni emerse nella fase di partenariato e
comprende tutte le modifiche ed integrazioni intervenute nel negoziato, presupposto essenziale per la presentazione, da parte dei
soggetti interessati, delle relative domande, nonché per l’espletamento del successivo esame istruttorio da parte delle strutture
competenti;
VISTA la delibera della G.R. n. 374 del 3/5/2001 con la quale
è stato approvato il Bando di apertura termini presentazione delle
domande e procedure generali di attuazione del POR Calabria
(asse IV) parte FEOGA, pubblicata sul BUR n. 46 del 17/5/2001
e il DDG n. 7627/2001 pubblicato sul BUR n. 82 del 7/8/2001,
che proroga i termini di presentazione domande;
VISTA la DGR 142 del 26/2/2002 «Definizione delle modalità relative alla ricevibilità, alle procedure di selezione e alla
formazione delle graduatorie delle domande di riconferma – Modifica alla deliberazione del 3 maggio 2001, n. 373 relativa 1
all’approvazione delle linee guida e procedure applicative per
l’attuazione del POR Calabria (Asse IV – FEOGA)»;
VISTA la Legge Regionale n. 34 del 2002 e s. m. i. e ritenuta la
propria competenza;
VISTO il Reg. CE 448/2004 della Commissione del 10 marzo
2004 che modifica il Reg CE 1265/2000 recante disposizioni di
applicazione del regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio per
quanto riguarda l’ammissibilità delle spese concernenti le operazioni coofinanziate dai Fondi Strutturali e che revoca il regolamento CE n. 1145/2003;
VISTE le misure di cui all’allegato 1 delle Linee Guida, che
sono parte integrante della delibera di Giunta Regionale n. 373
del 3/5/2001 e in particolare la mis. 4.5 «Investimenti nelle
aziende Agricole»;
VISTO il Complemento di Programmazione del POR Calabria 2000/2006, nello specifico Asse IV che ha previsto le modalità di attuazione dei progetti di filiera nei vari comparti agricoli;
VISTA la L.R. n. 28/94 che all’articolo 3 comma 4 reca norme
sui tempi da rispettare al fine di evitare immobilizzazioni delle
risorse finanziarie e ritardi nell’erogazione dei contributi;
CONSIDERATO:
— che con DDG n. 11946 del 4/8/2005 veniva approvato e
concesso alla Ditta «Cooperativa S. Iorio» – Belvedere Spinello
(KR) - P.IVA: 02520450798 – un contributo di Euro 500.000,00
pari al 40% della spesa ammessa di Euro 1.250.000,00 gravante
sui Fondi Europei;
— che con successivo DDG n. 4291 del 16/4/2007 e Mandato
n. 3802 del 23/4/2007, è stato liquidato ed erogato alla Ditta
«Cooperativa S. Iorio» – Belvedere Spinello (KR) – P.IVA:
02520450798 – l’importo di Euro 150.005,69 a titolo di Liquidazione primo Stato Avanzamento Lavori;
— che, a seguito del Verbale di Verifica «Lotto Funzionale»
del 26/5/2010 che accertava l’Esecuzione dei lavori Finali con
conseguente recupero di Euro 45.125,85 quale somma erogata in
eccedenza, si è ritenuto necessario attivare il recupero delle
somme erogate, maggiorale dagli interessi di mora, maturati e
maturandi, sino alla data effettiva di restituzione;
— che, per l’effetto, con DDG n. 5863 del 16 aprile 2013 è
stato revocato, alla ditta «Cooperativa S. Iorio» – Belvedere Spinello (KR) P.IVA: 02520450798 – l’importo Parziale di contributo pari ad Euro 45.125,85 di cui al sopracitato DDG n. 11946
del 4/8/2005, e, nel contempo, è stato richiesto il recupero delle
somme indebitamente percepite pari ad Euro 45.125,85 ed Euro
3.666,94 per interessi legali calcolati e maturati dalla data di erogazione contributo sino alla data del 2610512010 (data verifica
verbale), nonché maturandi sino alla data effettiva di restituzione, per un totale di Euro 48.792,79;
PRESO ATTO:
— che, al beneficiario è stato notificato, con Raccomandata
A/R, del 22 aprile 2013 Prot. n. 137039, il Decreto sopra citato n.
5863 del 16/4/2013 di Revoca parziale Contributo e Recupero
somme indebitamente percepite» e preso atto dell’avvenuta notifica (17/5/2013);
— che il beneficiario interessato, alla data odierna, non ha
provveduto alla restituzione di quanto richiesto dal Dipartimento;
VISTO l’Art. 40 bis della Legge Regionale n. 8 del 4 febbraio
2002, introdotto dall’art. 26 comma 4 della Legge Regionale 11/
1/2006 n. 1, per la quale» la riscossione delle entrate non tributarie, aventi causa in rapporti di Diritto Pubblico o Privato, può
essere effettuata anche mediante l’ingiunzione disciplinata nel
testo unico approvato con Regio Decreto 14 aprile 1910, n. 639 e
successive modifiche e integrazioni. «L’ingiunzione è effettuata
nelle forme del decreto del Dirigente Generale del Dipartimento
competente all’accertamento»;
Su espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio n. 7 alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
Tanto premesso
ORDINA
Alla Ditta «COOPERATIVA S. IORIO» – Belvedere Spinello
(KR) – P.IVA: 02520450798 – di provvedere al versamento totale della somma di Euro 48.792,79; (Come in calce specificato)
comprensiva degli interessi (per come previsto dall’art. 38 lettera h del reg. CEE 1260/99), calcolati, a partire dalla data di
erogazione del beneficio, al TUS in vigore da tale data (per come
previsto dal bando a pag. 5645 del BURC n. 46 del 17/5/2001);
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
INGIUNGE
La Ditta «Cooperativa S. Iorio» – Belvedere Spinello (KR) –
P.IVA: 02520450798, di versare la predetta somma di Euro 48.
792,79 entro e non oltre 30 (trenta) giorni dalla data di notifica
del presente provvedimento, sotto pena dei conseguenti atti esecutivi, mediante Bonifico Bancario intestato a: Carime Tesoreria
Regione Calabria – Cod. IBAN: IT12 R030 6704 5990 0000
0010 153 – con la seguente causale «Cod. Rend. 56432 –
Mis.4.5-Restituzione somme – POR Calabria 2000/2006 – Ditta
«Cooperativa S. Iorio» Belvedere Spinello (KR) – Pif 128 –
P.IVA: 02520450798
AVVERTE
— che, la parte ingiunta, entro il termine di giorni 10 dal versamento, dovrà inviare, in originale e/o copia autentica, a questo
Dipartimento, la quietanza dell’avvenuto versamento, indicando
come riferimento gli estremi del presente decreto.
4375
Di disporre la pubblicazione integrale del presente atto sul
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Prof. Giuseppe Zimbalatti
Dettaglio di quanto dovuto:
L’Utente è sempre tenuto a controllare l’esattezza dei risultati.
Calcolo degli interessi a tasso fisso dalla data di emissione del
mandato a favore della Ditta «COOPERATIVA S. IORIO» Belvedere Spinello (KR) - P.IVA: 02520450798
Capitale da recuperare Euro 45.125,85
Interessi Maturati alla data del 26/5/2010 Euro 3.666,94
Totale da Restituire Euro 48.792,79;
— che, Avverso la presente ingiunzione, è ammesso ricorso
davanti al Tribunale competente entro 30 giorni dalla notifica..
DECRETA
— di sospendere, fino all’avvenuto pagamento della somma
indicata nell’ingiunzione, nei confronti della Ditta «Cooperativa
S. Iorio» Belvedere Spinello (KR) – P.IVA: 02520450798, la corresponsione di qualsiasi aiuto, premio, indennità, contributo od
altre erogazioni richiesti dal debitore a questo Ente per qualunque importo e anche per periodi temporali successivi a quello
cui si riferisce l’infrazione per come previsto dall’art. 3 comma
5. della Legge 898/86;
— di ritenere la Ditta «Cooperativa S. Iorio» – Belvedere
Spinello (KR) – P.IVA: 02520450798 soggetta alle prescrizioni
verso gli inadempienti, dettate dall’art. 26, lett. e) del Reg, CE n.
1975/2006;
Di notificare il presente provvedimento:
— alla Ditta «Cooperativa S. Iorio» – Belvedere Spinello
(KR);
— alla Autorità di Gestione Fondi POR Regione Calabria;
— all’Organismo di controllo di II livello;
— all’Autorità di Pagamento del POR Calabria;
— al Dipartimento Bilancio e Finanze;
DECRETO n. 14676 del 28 ottobre 2013
P.O.R. Calabria 2000/2006 (Asse IV) – parte FEOGA Misura (4.5). «Investimenti nelle aziende Agricole» – Pif 344
«Pollo da Carne» – Ditta: «Ianni Marianna» – Fiumara (RC)
– Ingiunzione di Pagamento – (Recupero differenza)
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7/96 recante norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della GR. e sulla Dirigenza
Regionale;
VISTO il D.P.GR. n. 354 del 24/6/99 avente oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013 ed il successivo
DPGR n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste e Forestazione, al prof. Giuseppe Zimbalatti;
VISTA la Legge Regionale del 7/8/2002 n. 31;
VISTA la Legge 241/90 e sue modifiche e integrazioni;
VISTO il reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio del 17/5/1999 sul
sostegno allo sviluppo rurale del Fondo Europeo Agricolo di
Orientamento (FEOGA), che prevede la redazione dei PORparte FEOGA per programmare gli interventi consentiti nel periodo 2000-2006;
— al Servizio Entrate del Settore Ragioneria Generale;
— al Dipartimento Programmazione Comunitaria – Settore
monitoraggio – Ufficio irregolarità e recuperi;
— all’Avvocatura Regionale;
Di informare la su citata Avvocatura, per gli adempimenti di
propria competenza, nel caso di eventuale ulteriore inadempimento da parte dell’interessato;
VISTO il Reg. (CE) n. 1260/99 del Consiglio del 21/6/1999
recante disposizioni generali sui fondi strutturali;
VISTO il reg. (CE) n. 2603/99 della Commissione del 9/12/99,
recante norme transitorie per il sistema di sostegno allo Sviluppo
Rurale, istituito dal reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio;
VISTA la Comunicazione (CE) (2000/C 28/02) e successive
modificazioni, recante «gli orientamenti comunitari per gli aiuti
di Stato nel settore agricolo»;
4376
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTA la decisione (CE) n. C (2000) 2345 del 8/8/2000 con la
quale la Commissione Europea ha approvato il POR – parte
FEOGA in Calabria;
VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale n. 648 del 10/
10/2000 di recepimento della suddetta decisione;
VISTO il Reg. (CE) n. 438/2001 della Commissione del 2/3/
2001 recante modalità di applicazione del Reg. CEE 1260/99 del
Consiglio per quanto riguarda i sistemi di gestione e di controllo
dei contributi concessi nell’ambito dei fondi strutturali;
VISTO il reg. (CE) n. 817/2004 del 29/aprile 2004 recante
disposizioni di applicazione del Reg CE 1257/99 del Consiglio
sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo agricolo dio orientamento e di garanzia;
VISTA la deliberazione della G.R. n. 373 del 3/5/2001 di approvazione delle linee guida e delle procedure applicative per
l’attuazione del P.O.R. (Asse IV) parte FEOGA in Calabria, che
recepisce tutte le indicazioni emerse nella fase di partenariato e
comprende tutte le modifiche ed integrazioni intervenute nel negoziato, presupposto essenziale per la presentazione, da parte dei
soggetti interessati, delle relative domande, nonché per l’espletamento del successivo esame istruttorio da parte delle strutture
competenti;
VISTA la delibera della G.R. n. 374 del 3/5/2001 con la quale
è stato approvato il Bando di apertura termini presentazione delle
domande e procedure generali di attuazione del POR Calabria
(asse IV) parte FEOGA, pubblicata sul Bur n. 46 del 17/5/2001 e
il DDG n. 7627/2001 pubblicato sul BUR n. 82 del 7/8/2001, che
proroga i termini di presentazione domande;
VISTA la DGR 142 del 26/2/2002 «Definizione delle modalità relative alla ricevibilità, alle procedure di selezione e alla
formazione delle graduatorie delle domande di riconferma – Modifica alla deliberazione del 3 maggio 2001, n. 373 relativa all’approvazione delle linee guida e procedure applicative per l’attuazione del POR Calabria (Asse IV – FEOGA)»;
VISTA la Legge Regionale n. 34 del 2002 es. m. i. e ritenuta la
propria competenza;
VISTO il Reg. CE 448/2004 della Commissione del 10 marzo
2004 che modifica il Reg CE 1265/2000 recante disposizioni di
applicazione del regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio per
quanto riguarda l’ammissibilità delle spese concernenti le operazioni coofinanziate dai Fondi Strutturali e che revoca il regolamento CE n. 1145/2003;
VISTE le misure di cui all’allegato 1 delle Linee Guida, che
sono parte integrante della delibera di Giunta Regionale n. 373
del 3/5/2001 e in particolare la mis. 4.5 «Investimenti nelle
aziende Agricole»;
VISTO il Complemento di Programmazione del POR Calabria 2000/2006, nello specifico Asse IV che ha previsto le modalità di attuazione dei progetti di filiera nei vari comparti agricoli;
VISTA la L.R. n. 28/94 che all’articolo 3 comma 4 reca norme
sui tempi da rispettare al fine di evitare immobilizzazioni delle
risorse finanziarie e ritardi nell’erogazione dei contributi;
CONSIDERATO:
— che con DDG n. 3681 del 31/3/2003 veniva approvato e
concesso alla Ditta «Ianni Marianna» – Fiumara (RC) Cod. Fiscale: NNI MNN 63T53 D619Z – un contributo di Euro
746.191,05 pari al 55% della spesa ammessa di Euro
1.356.711,00 gravante sui Fondi Europei;
— che con successivo DDG n. 4441 del 20/4/2004 e Mandato
n. 4131 del 20/4/2004, è stato liquidato ed erogato alla Ditta
«Ianni Marianna» – Fiumara (RC) – Cod.Fiscale: NNI MNN
63T53 D619Z – l’importo di Euro 271.342,20 a titolo di Liquidazione Anticipazione Lavori;
— che con successivo DDG n. 13285 del 12/9/2005 e Mandato n. 14083 del 26/9/2005, è stato liquidato ed erogato alla
Ditta «Ianni Marianna» – Fiumara (RC) – Cod.Fiscale: NNI
MNN 63T53 D619Z - l’importo di Euro 211.819,52 a titolo di
Liquidazione prima Stato Avanzamento Lavori, per un totale
complessivo di erogato pari ad Euro 483.161,72;
— che, a seguito della nota di «Segnalazione di Revoca Contributi nei confronti di tutti i soggetti aderenti al Pif Pollo da
Carne» da parte del Nucleo di Polizia Tributaria di Reggio Calabria con conseguente possibile decadenza del PIF medesimo» si
è ritenuto necessario attivare, nei confronti della Ditta interessata, il recupero delle somme erogate, maggiorate dagli interessi
di moramaturati e maturandi sino alla data effettiva di restituzione;
— che, per l’effetto, con DDG n. 1645 del 14 febbraio 2012 è
stato revocato, alla ditta «Ianni Marianna» – Fiumara (RC) Cod.
Fiscale: NNI MNN 63T53 D619Z – l’importo totale del contributo pari ad Euro 746.191,05 di cui al DDG sopramenzionato n.
3681 del 31/3/2003, e, nel contempo, è stato richiesto il recupero
delle somme indebitamente percepite pari ad Euro 562.974,29
comprensive di Euro 79.812,57 per interessi legali calcolati e
maturati sino alla data del 20/2/2012, nonché maturandi sino alla
data effettiva di restituzione;
PRESO ATTO:
— che, al beneficiario è stato notificato, con Raccomandata
A/R, del 22 febbraio 2012 con Prot. n. 65453, il Decreto sopra
citato n. 1645 del 14/2/2012 di «Revoca e Recupero somme indebitamente percepite» e preso atto dell’avvenuta notifica (22/3/
2012);
— che con Contabile n. 1988 del 29/3/2013, la Compagnia
FATA Assicurazioni ha provveduto alla restituzione di Euro
298.476,42, quale importo massimo garantito, giusto Ordinativo
Incasso n. 2267 del 6/5/2013;
— che l’importo di Euro 271.342,20, erogato a titolo di Anticipazione, per interessi calcolati e maturati sino alla data del 6/5/
2013 (data Ordinativo incasso) risulta essere Euro 328.608,47;
— che il beneficiario interessato, alla data odierna, non ha
provveduto, così per come richiesto dal Dipartimento, con la
nota n. 210267 del 24/6/2013 di «Diffida recupero differenza
somme garantite e Recupero prima SAL» (avvenuta notifica del
3/7/2013) alla restituzione dell’importo di Euro 30.132,05 (quale
residuo tra importo escusso 198.746,41 ed importo maturato al
6/5/2013, 328.608,47) ed Euro 249.729,41 (quale somme percepite a titolo di Liquidazione primo SAL comprensive di Euro
37.909.89 per interessi maturati e calcolati alla data del 30/6/
2013), per un totale complessivo di Euro 279.861,46;
VISTO l’Art. 40 bis della Legge Regionale n. 8 del 4 febbraio
2002. introdotto dall’art. 26 comma 4 della Legge Regionale 11/
1/2006 n. 1, per la quale» la riscossione delle entrate non tributarie, aventi causa in rapporti di Diritto Pubblico o Privato, può
essere effettuata anche mediante l’ingiunzione disciplinata nel
testo unico approvato con Regio Decreto 14 aprile 1910, n. 639 e
successive modifiche e integrazioni. «L’ingiunzione è effettuata
nelle forme del decreto del Dirigente Generale del Dipartimento
competente all’accertamento»;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Su espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio n. 7 alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
4377
Di disporre la pubblicazione integrale del presente atto sul
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Tanto premesso
Prof. Giuseppe Zimbalatti
ORDINA
Alla Ditta «Ianni Marianna» – Fiumara (RC) – Cod. Fiscale:
NNI MNN 63T53 D619Z – di provvedere al versamento totale
della somma di Euro 279.861,46 (Come in calce specificato)
comprensiva degli interessi (per come previsto dall’art. 38 lettera h del reg. CEE 1260/99), calcolati, a partire dalla data di
erogazione del beneficio, al TUS in vigore da tale data (per come
previsto dal bando a pag. 5645 del BURC n. 46 del 17/5/2001);
INGIUNGE
La Ditta IANNÌ MARIANNA» – Fiumara (RC) – Cod.Fiscale: NNI MNN 63T53 D619Z, di versare la predetta somma di
Euro 279.861,46 entro e non oltre 30 (trenta) giorni dalla data di
notifica del presente provvedimento, sotto pena dei conseguenti
atti esecutivi, mediante Bonifico Bancario intestato a: Carime
Tesoreria Regione Calabria – Cod. IBAN: IT12 R030 6704 5990
0000 0010 153 – con la seguente causale «Cod..Rend. 13259 –
Mis.4.5 – Restituzione somme – POR Calabria 2000/2006 –
Ditta «IANNÌ MARIANNA» Fiumara (Rif 344 – Cod.Fiscale:
NNI MNN 63T53 D619Z;
AVVERTE
— che, la parte ingiunta, entro il termine di giorni 10 dal versamento, dovrà inviare, in originale e/o copia autentica, a questo
Dipartimento, la quietanza dell’avvenuto versamento, indicando
come riferimento gli estremi del presente decreto.
— che, Avverso la presente ingiunzione, è ammesso ricorso
davanti al Tribunale competente entro 30 giorni dalla notifica
DECRETA
— di sospendere, fino all’avvenuto pagamento della somma
indicata nell’ingiunzione, nei confronti della Ditta «Iannì Marianna» Fiumara (RC) – Cod. Fiscale: NNI MNN 63T53 D619Z,
la corresponsione di qualsiasi aiuto, premio, indennità, contributo od altre erogazioni richiesti dal debitore a questo Ente per
qualunque importo e anche per periodi temporali successivi a
quello cui si riferisce l’infrazione per come previsto dall’art. 3
comma 5. della Legge 898/86;
— di ritenere la Ditta «Iannì Marianna» – Fiumara (RC) –
Cod.Fiscale: NNI MNN 63T53 D619Z, soggetta alle prescrizioni
verso gli inadempienti, dettate dall’art. 26, lett. e) del Reg, CE n.
1975/2006;
Di notificare il presente provvedimento:
— alla Ditta «Iannì Marianna» – Fiumara (RC);
— alla Autorità di Gestione Fondi POR Regione Calabria;
— all’Organismo di controllo di II livello;
Dettaglio di quanto dovuto:
L’Utente è sempre tenuto a controllare l’esattezza dei risultati.
Calcolo degli interessi a tasso fisso dalla data di notifica della
diffida, a favore della Ditta «Iannì Marianna» – Fiumara (RC)
Cod.Fiscale: NNI MNN 63T53 D619Z
Capitale (residuo da recuperare) Euro 30.132,05
Capitale (primo SAL) Euro 211.819,52
Interessi Maturati dalla data del mandato al 30/6/2013 Euro
37.909,89
Totale da Restituire Euro 279.861,46
DECRETO n. 14677 del 28 ottobre 2013
P.O.R. Calabria 2000/2006 (Asse IV) – parte FEOGA Misura (4.5). «Investimenti nelle Aziende Agricole» – Pif 218 –
«Apicoltura» Ditta: «Cistaro Salvatore» – Petilia Policastro
(KR) – Ingiunzione di Pagamento –
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7/96 recante – norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della G.R. e sulla Dirigenza Regionale;
VISTO il D.P.GR. n. 354 del 24/6/99 avente oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la D.G.R n. 194 del 30 maggio 2013 ed il successivo
DPGR n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste e Forestazione, al prof. Giuseppe Zimbalatti;
VISTA la Legge Regionale del 7/8/2002 n. 31;
— all’Autorità di Pagamento del POR Calabria;
— al Dipartimento Bilancio e Finanze;
— al Servizio Entrate del Settore Ragioneria Generale;
— al Dipartimento Programmazione Comunitaria – Settore
monitoraggio – Ufficio irregolarità e recuperi;
— all’Avvocatura Regionale;
Di informare la su citata Avvocatura, per gli adempimenti di
propria competenza, nel caso di eventuale ulteriore inadempimento da parte dell’interessato;
VISTA la Legge 241/90 e sue modifiche e integrazioni;
VISTO il reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio del 17/5/1999 sul
sostegno allo sviluppo rurale del Fondo Europeo Agricolo di
Orientamento (FEOGA), che prevede la redazione dei PORparte FEOGA per programmare gli interventi consentiti nel periodo 2000-2006;
VISTO il Reg. (CE) n. 1260/99 del Consiglio del 21/6/1999
recante disposizioni generali sui fondi strutturali;
4378
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTO il Reg. (CE) n. 2603/99 della Commissione del
9/12/99, recante norme transitorie per il sistema di sostegno allo
Sviluppo Rurale, istituito dal Reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio;
VISTA la L.R. n. 28/94 che all’articolo 3 comma 4 reca norme
sui tempi da rispettare al fine di evitare immobilizzazioni delle
risorse finanziarie e ritardi nell’erogazione dei contributi;
CONSIDERATO:
VISTA la Comunicazione (CE) (2000/C 28/02) e successive
modificazioni, recante «gli orientamenti comunitari per gli aiuti
di Stato nel settore agricolo»;
VISTA la decisione (CE) n. C (2000) 2345 del 8/8/2000 con la
quale la Commissione Europea ha approvato il POR – parte
FEOGA in Calabria;
VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale n. 648 del 10/
10/2000 di recepimento della suddetta decisione;
VISTO il Reg. (CE) n. 438/2001 della Commissione del 2/3/
2001 recante modalità di applicazione del Reg. CEE 1260/99 del
Consiglio per quanto riguarda i sistemi di gestione e di controllo
dei contributi concessi nell’ambito dei fondi strutturali;
VISTO il reg. (CE) n. 817/2004 del 29/aprile 2004 recante
disposizioni di applicazione del Reg CE 1257/99 del Consiglio
sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo agricolo dio orientamento e di garanzia;
VISTA la deliberazione della G.R. n. 373 del 3/5/2001 di approvazione delle linee guida e delle procedure applicative per
l’attuazione del P.O.R (Asse IV) parte FEOGA in Calabria, che
recepisce tutte le indicazioni emerse nella fase di partenariato e
comprende tutte le modifiche ed integrazioni intervenute nel negoziato, presupposto essenziale per la presentazione, da parte dei
soggetti interessati, delle relative domande, nonché per l’espletamento del successivo esame istruttorio da parte delle strutture
competenti;
VISTA la delibera della G.R. n. 374 del 3/5/2001 con la quale
è stato approvato il Bando di apertura termini presentazione delle
domande e procedure generali di attuazione del POR Calabria
(asse IV) parte FEOGA, pubblicata sul BUR n. 46 del 17/5/2001
e il DDG n. 7627/2001 pubblicato sul BUR n. 82 del 7/8/2001,
che proroga i termini di presentazione domande;
VISTA la DGR 142 del 26/2/2002 «Definizione delle modalità relative alla ricevibilità, alle procedure di selezione e alla
formazione delle graduatorie delle domande di riconferma – Modifica alla deliberazione del 3 maggio 2001, n. 373 relativa all’approvazione delle linee guida e procedure applicative per l’attuazione del POR Calabria (Asse IV – FEOGA)»;
VISTA la Legge Regionale n. 34 del 2002 es. m. i. e ritenuta la
propria competenza;
VISTO il Reg. CE 448/2004 della Commissione del 10 marzo
2004 che modifica il Reg CE 1265/2000 recante disposizioni di
applicazione del regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio per
quanto riguarda l’ammissibilità delle spese concernenti le operazioni coofinanziate dai Fondi Strutturali e che revoca il regolamento CE n. 1145/2003;
VISTE le misure di cui all’allegato 1 delle Linee Guida, che
sono parte integrante della delibera di Giunta Regionale n. 373
del 3/5/2001 e in particolare la mis. 4.5 «Investimenti nelle
aziende Agricole»;
— che con DDG n. 4565 del 21/4/2004 veniva approvato e
concesso alla Ditta «Cistaro Salvatore» – Petilia Policastro (KR)
– P.I.: 02152050791 – Cod. Fiscale: CST SVT 66B01 G508N –
un contributo di Euro 209.661,12 pari al 50% della spesa ammessa di Euro 419.322,23 gravante sui Fondi Europei;
— che con successivo DDG n. 16255 del 3/11/2005 e Mandato n. 17498 del 15/11/2005, è stato liquidato ed erogato alla
Ditta «Cistaro Salvatore» – Petilia Policastro (KR) – P.I.:
02152050791 – l’importo di Euro 209.543,54 a titolo di Liquidazione Totale sui Lavori;
— che con la nota n. 82670/13 del 15/3/2013, acquisita agli
Atti dallo scrivente Dipartimento in data 8/4/2013 con Prot. n.
117579, la Guardia di Finanza – Nucleo Polizia Tributaria di
Crotone – comunicava, per la Ditta Cistaro Salvatore, una rilevazione di «truffa aggravata (Art. 640 c.p.) in concorso (Art. 110
c.p.)» con la richiesta di Revoca contributo e relativo recupero
dell’indebito percepito;
PRESO ATTO:
— che, per l’effetto, con DDG n. 9929 del 9 luglio 2013 è
stato revocato alla ditta «Cistaro Salvatore» – Petilia Policastro
(KR) P.I.: 02152050791 – il contributo Totale di Euro 209.661,12
di cui al sopramenzionato DDG n. 4565 del 21/4/2004, e, nel
contempo, è stato richiesto il recupero delle somme indebitamente percepite pari ad Euro 246.773,40 comprensive di Euro
37.229,86 per interessi legali calcolati e maturati sino alla data
del 31/7/2013, nonché maturandi sino alla data effettiva di restituzione;
PRESO ATTO:
— che, al beneficiario è stato notificato, con Raccomandata
NR, del 6 agosto 2013 con Prot. n. 0260868, il Decreto sopra
citato n. 9929 del 9/7/2013 di «Revoca totale Contributo e Recupero somme» e preso atto dell’avvenuta notifica in data 19/8/
2013;
— che il beneficiario interessato, alla data odierna, non ha
provveduto alla restituzione di quanto richiesto dal Dipartimento,
VISTO l’Art. 40 bis della Legge Regionale n. 8 del 4 febbraio
2002, introdotto dall’art. 26 comma 4 della Legge Regionale 11/
1/2006 n. 1, per la quale» la riscossione delle entrate non tributarie, aventi causa in rapporti di Diritto Pubblico o Privato, può
essere effettuata anche mediante l’ingiunzione disciplinata nel
testo unico approvato con Regio Decreto 14 aprile 1910, n. 639 e
successive modifiche e integrazioni. «L’ingiunzione è effettuata
nelle forme del decreto del Dirigente Generale del Dipartimento
competente all’accertamento»;
Su espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio n. 7 alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
Tanto premesso
ORDINA
VISTO il Complemento di Programmazione del POR Calabria 2000/2006, nello specifico Asse IV che ha previsto le modalità di attuazione dei progetti di filiera nei vari comparti agricoli;
Alla Ditta «Cistaro Salvatore» – Petilia Policastro (KR) – P.I.:
02152050791 – di provvedere al versamento totale della somma
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
di Euro 246.773,40 (Come in calce specificato) comprensiva
degli interessi (per come previsto dall’art. 38 lettera h del reg.
CEE 1260/99), calcolati, a partire dalla data di erogazione del
beneficio, al TUS in vigore da tale data (per come previsto dal
bando a pag. 5645 del BURC n. 46 del 17/5/2001);
4379
Di disporre la pubblicazione integrale del presente atto sul
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Prof. Giuseppe Zimbalatti
INGIUNGE
La Ditta «Cistaro Salvatore» – Petilia Policastro (KR) – P.I.:
02152050791, di versare la predetta somma di Euro 246.773,40
entro e non oltre 30 (trenta) giorni dalla data di notifica del presente provvedimento, sotto pena dei conseguenti atti esecutivi,
mediante Bonifico Bancario intestato a: Carime Tesoreria Regione Calabria – Cod. IBAN: ITI2 R030 6704 5990 0000 0010
153 – con la seguente causale «Cod. Rend. 22538 – Mis. 4.5 –
Restit. Somme – POR Calabria 2000/2006 – Ditta «Cistaro Salvatore» Petilia Policastro (KR) – Pif 218 – P.I.: 02152050791 -
Dettaglio di quanto dovuto:
L’Utente è sempre tenuto a controllare l’esattezza dei risultati.
Calcolo degli interessi a tasso fisso dalla data di emissione dei
mandati di pagamento, a favore della Ditta «Cistaro Salvatore» –
Petilia Policastro (KR) – P.I.: 02152050791
Capitale Euro 209.543,54
AVVERTE
— che, la parte ingiunta, entro il termine di giorni 10 dal versamento, dovrà inviare, in originale e/o copia autentica, a questo
Dipartimento, la quietanza dell’avvenuto versamento, indicando
come riferimento gli estremi del presente decreto.
— che, Avverso la presente ingiunzione, è ammesso ricorso
davanti al Tribunale competente entro 30 giorni dalla notifica.
DECRETA
— di sospendere, fino all’avvenuto pagamento della somma
indicata nell’ingiunzione, nei confronti della Ditta «Cistaro Salvatore» Petilia Policastro (KR) – P.I.: 02152050791, la corresponsione di qualsiasi aiuto, premio, indennità, contributo od
altre erogazioni richiesti dal debitore a questo Ente per qualunque importo e anche per periodi temporali successivi a quello
cui si riferisce l’infrazione per come previsto dall’art. 3 comma 5
della Legge 898/86;
— di ritenere la Ditta «Cistaro Salvatore» – Petilia Policastro
(KR) . P.I. 02152050791, soggetta alle prescrizioni verso gli
inadempienti, dettate dall’art. 26, lett. e) del Reg, CE n. 1975/
2006;
Interessi Maturati dalla data del Mandato al 31/7/2013 Euro
37.229,86
Totale da Restituire Euro 246.773,40
DECRETO n. 14680 del 28 ottobre 2013
Parere favorevole con prescrizioni nei riguardi forestali e
idrogeologici – Proponente: Dimita Fabio Sabino Amministratore Unico della Soc. Enerkall s.r.l. – per mutamento di
destinazione d’uso di terreni sottoposti a Vincolo Idrogeologico per destinazione d’usi diversi, da eseguire in agro del
Comune di Montepaone (CZ), in località «Lettere». Realizzazione di un aerogeneratore di 200 kW. Rettifica D.D.G. n.
13632 del 7/10/2013
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 recante
«norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta Regionale e sulla Dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28 che individua compili e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
Di notificare il presente provvedimento:
— alla Ditta «Cistaro Salvatore» – Petilia Policastro (KR);
— alla Autorità di Gestione Fondi POR Regione Calabria;
VISTI la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013 ed il successivo
Decreto Presidente della Regione n. 74 del 3 giugno 2013 con i
quali è stato conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura – Foreste – Forestazione – Caccia e Pesca al
Prof. Giuseppe Zimbalatti;
— all’Organismo di controllo di II livello;
— all’Autorità di Pagamento del POR Calabria;
— al Dipartimento Bilancio e Finanze;
— al Servizio Entrate del Settore Ragioneria Generale;
— al Dipartimento Programmazione Comunitaria – Settore
monitoraggio – Ufficio irregolarità e recuperi;
— all’Avvocatura Regionale;
Di informare la su citata Avvocatura, per gli adempimenti di
propria competenza, nel caso di eventuale ulteriore inadempimento da parte dell’interessato;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante «adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7/96 e dal Dlgs.
29/93 e successive integrazioni e modificazioni»;
VISTO il Decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente
della G.R recante «separazione dell’attività amministrativa in indirizzo e di controllo da quella di gestione»;
RICHIAMATO il proprio Decreto n. 13632 del 7/10/2013, relativo all’istanza di autorizzazione «Movimento terra per realizzazione opere costruttive», della Soc. Enerkall s.r.l., presentata al
fine di ottenere la concessione di Nulla-Osta nei riguardi forestali e idrogeologici per il «Mutamento di destinazione d’uso dei
terreni sottoposti a vincolo idrogeologico», previste dal Progetto
4380
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
per la realizzazione di un «aerogeneratore di 200 kW», da eseguire in agro del Comune di Montepaone (CZ), in località «Lettere»;
PRESO ATTO che nella stesura del citato Decreto, per mero
errore di trascrizione, è citato il Comune di Montauro anziché il
Comune di Montepaone;
RITENUTO di dover correggere il proprio Decreto n. 13632
del 7/10/2013 nel senso di rettificare il citato Comune di Montauro con il corretto Comune di Montepaone;
Su Proposta del Dirigente del Settore 5, formulata a seguito
dell’istruttoria compiuta dai competenti Servizi, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dai Dirigenti
medesimi;
VISTA la Delibera del Consiglio Regionale della Calabria n.
240 del 18/3/2008 di approvazione del P.S.R. 2007/2013;
VISTA la Decisione di Esecuzione della Commissione del 25/
1/2013 che approva la revisione del programma di sviluppo rurale della Regione Calabria per il periodo di programmazione
2007-2013 e modifica la decisione della Commissione C (2007)
6007 del 29-XI-2007 recante approvazione del programma di
sviluppo rurale CCI 2007 IT 06 RPO 018;
VISTA la Delibera di Giunta Regionale n. 940 del 9/12/2008
avente per oggetto «Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2007-2013. Individuazione dei Responsabili di
Misura» nonché la DGR n. 352 del 29/7/2011 di integrazione;
DECRETA
VISTA la D.G.R. n. 270 del 29 luglio 2013 con la quale l’Avv.
Alessandro Zanfino è stato designato «Autorità di Gestione del
Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Calabria»;
Per le motivazioni specificate in premessa che formano parte
integrante e sostanziale del presente atto, ritenendosi, in questa
parte, riportate e trascritte:
VISTA la Delibera di Giunta Regionale n. 942 del 9/12/2008
che individua le competenze della Autorità di Gestione e del Dipartimento Agricoltura nell’attuazione del PSR 2007-2013;
— di modificare il proprio Decreto n. 13632 del 7/10/2013
nella parte in cui si cita il Comune di Montauro, correggendo nel
senso di citare il Comune di Montepaone;
VISTO il decreto del Dirigente Generale del Dipartimento
Agricoltura, Foreste e Forestazione n. 23776 del 28/12/09,
avente ad oggetto «Manifestazione d’interesse per la formazione
di una lista di idonei a ricoprire la funzione di responsabile di
misura del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013»;
— di dichiarare valido ed immutato il contenuto del Decreto
n. 13632 del 7/10/2013 a meno delle rettifiche di cui sopra;
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Prof. Giuseppe Zimbalatti
VISTI i decreti n. 23776 del 28/12/2009, n. 9542 del 21/6/
2010 ed il successivo decreto n. 9618 del 22/6/2010 del Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione, con i quali è stata nominata la Commissione per l’espletamento della procedura di valutazione degli idonei;
VISTA la DGR n. 352 del 29/7/2011 dove viene fissato a 22 il
numero dei Responsabili di Misura da indicare con successivo
atto;
DECRETO n. 14731 del 28 ottobre 2013
PSR Calabria 2007-2013. Modifiche ed integrazioni al
DDG n. 6189 del 22/4/2013 «PSR Calabria 2007-2013 – Riorganizzazione del modello di governance e di gestione delle
risorse umane nell’attuazione del PSR Calabria 2007 –
2013».
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la L.R. n. 7 del 13/5/96 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di Dirigente Generale;
VISTO l’art. 1 del D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 relativo alla
separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione, come modificato con D.P.G.R. n.
206 del 15/12/2000;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013 con la quale il Prof.
Giuseppe Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento «Agricoltura, Foreste e Forestazione» e successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3 giugno 2013;
VISTA la Delibera della Giunta Regionale n. 760 del 12/12/
2007 di adozione del P.S.R. Calabria 2007/2013 a seguito approvazione della Commissione Europea con decisione n. C (2007)
6007 del 29 novembre 2007;
PRESO ATTO che la suindicata Commissione di valutazione,
espletati i colloqui, ha trasmesso i relativi esiti al Dirigente Generale del Dipartimento n. 6 per i successivi adempimenti di cui
alla D.G.R. n. 940/2008;
PRESO ATTO INOLTRE CHE:
— in conformità a quanto stabilito nella DGR 940/2008 e
DGR 352/2011, i Responsabili di Misura del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Calabria devono essere
individuati, di concerto con l’Autorità di Gestione, dal Dirigente
Generale del Dipartimento n. 6;
— con DDG n. 6189 del 22/4/2013 «PSR Calabria 2007-2013
– Riorganizzazione del modello di governance e di gestione delle
risorse umane nell’attuazione del PSR Calabria 2007 – 2013»
sono stati nominati Responsabili e supporter per le Misure;
PRESO ATTO inoltre che nel suddetto Decreto:
— alle Misure 122 e 226 era stato nominato il geom. Giuseppe Talarico, in qualità di Responsabile di Misura;
— alla Misura 125 era stato nominato il Dr. Francesco Oliva,
in qualità di Responsabile di Misura;
— alla Misura 121 era stato nominato il Dr. Gaetano Risoli,
in qualità di supporter;
— alla Misura 121 era stata nominata la Dr.ssa Pia Rispoli, in
qualità di supporter;
4381
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— alla Misura 215 era stato nominato il p.a. Raffaele Denami
in qualità di supporter;
— il Funzionario Raffaele Denami alla Misura 323;
— il Funzionario Antonio Lauro alla Misura 311;
— alla Misura 313 era stato nominato il Dr. Antonio Lauro in
qualità di supporter;
— alle Misure 410, 421 e 431 il era stato nominato il P. A.
Giuseppe De Sensi;
TENUTO CONTO dello stato di attuazione del PSR Calabria
2007-2013, delle esigenze sopraggiunte a seguito dello spostamento di risorse fra gli Assi e fra le Misure, nonché delle nuove
necessità inerenti la predisposizione degli atti preliminari della
Programmazione 2014 - 2020;
RITENUTO di dover garantire un’armonica utilizzazione
delle risorse umane coinvolte nella gestione del PSR Calabria ed
al fine di ottimizzare le performance individuali e superare le
criticità gestionali emerse;
CONSIDERATO che il Funzionario Arssa Dr. Risoli Gaetano
è risultato idoneo a ricoprire la funzione di Responsabile di misura sulla base degli atti trasmessi dall’apposita commissione del
Dipartimento Agricoltura nominata con DDG n. 9542 del 21/6/
2010 e successivo decreto n. 9618 del 22/6/2010;
RITENUTO necessario dover procedere alla rideterminazione
del Responsabile delle Misure 125, 226 e 122, per come di seguito indicato:
— nominare il Funzionario Arssa Dr. Risoli Gaetano, responsabile per la misura 122, a decorrere dal primo giorno del mese
successivo di approvazione del presente atto;
— assegnare al Funzionario Geom. Giuseppe Talarico la responsabilità della misura 125 e al Dr. Francesco Oliva, la responsabilità della misura 226 senza soluzione di continuità;
RITENUTO, dover prevedere per i responsabili di misura un
trattamento economico accessorio corrispondente alla retribuzione di posizione organizzativa seconda fascia e di risultato,
come stabilito dalle norme del CCNL del personale del comparto
Regioni ed Autonomie Locali quantificato in c 12.910,00 +
3.227,50 lordi l’anno, la cui copertura finanziaria è garantita
dalle risorse previste dalla misura 5.1.1 del PSR Calabria 20072013;
RITENUTO necessario inoltre dover procedere alla nomina
della Dr.ssa Maria Nucera in qualità di supporter alle Misure 221
e 223, riconoscendo alla stessa un trattamento accessorio corrispondente alla retribuzione di posizione organizzativa di prima
fascia, come stabilito dalle norme e dal CCNL del personale del
comparto Regioni e autonomie locali, ad esclusione di premialità
aggiuntive, la cui copertura finanziaria è garantita dalle risorse
previste dalla misura 511 del PSR Calabria 2007 -2013;
RITENUTO inoltre dover procedere alla rideterminazione
degli incarichi di supporters, senza soluzione di continuità, per
come di seguito indicato:
— il Funzionario Dr.ssa Pia Rispoli, alle Misure 410, 421 e
431;
Su proposta dell’Autorità di Gestione, formulata alla stregua
dell’istruttoria compiuta dalla struttura dipartimentale competente, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto
resa dall’Autorità medesima;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono
integralmente richiamate e trascritte:
— di nominare il Funzionario ARSSA Dr Risoli Gaetano, responsabile per la misura 122, a decorrere dal primo giorno del
mese successivo di approvazione del presente atto;
— di assegnare al Funzionario Geom. Giuseppe Talarico la
responsabilità della misura 125 e al Dr. Erancesco Oliva, la responsabilità della misura 226 senza soluzione di continuità;
— di riconoscere ai responsabili di misura, un trattamento
economico accessorio corrispondente alla retribuzione di posizione organizzativa seconda fascia e di risultato, come stabilito
dalle norme del CCNL del personale del comparto Regioni ed
Autonomie Locali quantificato in c 12.910,00 + 3.227,50 lordi
l’anno, la cui copertura finanziaria è garantita dalle risorse previste dalla misura 5.1.1 del PSR Calabria 2007-2013;
— di nominare quale supporter alle Misure 221 e 223 la sig.
Nucera Maria a decorrere dal primo giorno del mese successivo
di approvazione del presente atto, riconoscendo alla stessa un
trattamento accessorio corrispondente alla retribuzione di posizione organizzativa di prima fascia, come stabilito dalle norme e
dal CCNL del personale del comparto Regioni e autonomie locali, ad esclusione di premialità aggiuntive, la cui copertura finanziaria è garantita dalle risorse previste dalla misura 511 del
PSR Calabria 2007 - 2013;
— di procedere alla rideterminazione degli incarichi di supporters, senza soluzione di continuità, per come di seguito indicato:
— il Funzionario Dr.ssa Pia Rispoli, alle Misure 410, 421 e
431;
— il Funzionario P. A. Giuseppe De Sensi alle Misure 113,
114 e 115;
— il Funzionario Raffaele Denami alla Misura 323;
— il Funzionario Antonio Lauro alla Misura 311;
— di notificare il presente Decreto ai soggetti interessati
nonché al Dipartimento Personale per quanto di competenza;
— di pubblicare il presente sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Zimbalatti
— il Funzionario P. A. Giuseppe De Sensi Alle Misure 113,
114 e 115;
(segue allegato)
4382
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14733 del 28 ottobre 2013
P.O. FEP 2007 /2013 – «Do.Le.Ma. Srl» Misura 2.3 – art. 3,
comma 1, Legge 13 agosto 2010 n. 136
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 recante:
«norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta Regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’articolo 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente
con funzioni di Dirigente Generale;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013 e il successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3 maggio 2013 con i quali è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura –
Foreste – Forestazione – Caccia e Pesca al Prof. Giuseppe Zimbalatti;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante «adeguamento delle norme legislative e regolamenti in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalle Legge Regionale 7/96
e dal D.Lgs. 29/93 e s.m.i.»
VISTO il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente
della Regione recante: «separazione dell’attività amministrativa
di indirizzo e di controllo da quella di gestione»;
VISTO il Reg. (CE) n. 1198/2006 del Consiglio relativo al
Fondo Europeo per la Pesca (FEP) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea n. L223/1 del 15 agosto 2006;
4383
— dall’istruttoria della documentazione acclusa è stato rilevato che gli assegni, ed i bonifici di pagamento dei titoli di spesa
provengono dal c/c IBAN: IT41A0859542900000000043871 in
essere presso la Banca del Crotonese – Credito Cooperativo, diverso da quello originariamente indicato come conto dedicato
all. 4);
— l’accertamento di un c/c diverso da quello originario e mai
prima d’ora comunicato ha comportato l’avvio di un procedimento amministrativo teso a verificare il rispetto delle normativa
in materia di tracciabilità dei flussi finanziari, ritualmente notificato all’interessato a mezzo raccomandata AR con termine alla
ditta medesima di fornire eventuali controdeduzioni e/o memorie
difensive a riguardo (all. 5);
— in risposta alla contestazione precitata, la Società, ha ammesso l’occorso, non mancando però di precisare che lo stesso è
stato, a suo dire, palesemente riconosciuto e comunicato in data
11 luglio 2013 (all. 6);
— vi è comunque da rilevare che la stessa è intervenuta
quando il termine prescritto dalla norma era comunque abbondantemente scaduto;
— l’esame della documentazione prodotta dalla «Do.Le.Ma
s.r.l.» ha infatti evidenziato che trattasi di un conto promiscuo la
cui prima utilizzazione in operazioni finanziarie relative al progetto in essere è datata 27 febbraio 2013;
— con comunicazione protocollo n. 0323447 del 16 ottobre
2013, la Società Do.Le.Ma è stata informata della chiusura del
procedimento avviato a suo carico (all. 7);
PREMESSO CHE:
PRESO ATTO CHE:
— con decreto D.G. n. 5658 del 10 aprile 2009, pubblicato
sul B.U.R.C. parte III n. 16 del 17 aprile 2009, sono stati approvati i bandi relativi alle misure 1.3 – 2.1 – 2.3 – 3.3;
— con decreto D.G. n. 13538 del 28 ottobre 2011 pubblicato
sul B.U.R.C. parte III n. 44 del 4 novembre 2011, è stata approvata la graduatoria provvisoria relativa alle misure 1.3 – 2.1 – 2.3
– 3.2 – 3.3;
— con decreto D.G. n. 16027 del 22 dicembre 2011, pubblicato sul B.U.R.C. parte III n. 1 del 5 gennaio 2012, è stata approvata la graduatoria definitiva, relativa alle misure 1.3 – 2.1 – 2.3
– 3.2 – 3.3, impegnando le relative somme;
— nella suddetta graduatoria risulta, quale beneficiario, la
«Do.Le.Ma. s.r.l.», collocata al posto n. 4 della graduatoria degli
ammessi, e che pertanto la stessa risulta beneficiaria di un contributo pubblico di c 108.062,23 su una spesa ammessa pari ad c
180.103,71;
— in data 29 giugno 2012 la «Do.Le.Ma s.r.l.» ha sottoscritto
la notifica di concessione del finanziamento assunta al protocollo in data 2 luglio 2012 con il n. 0231736 (all. 1);
— con decreto D.G. n. 17522 del 10 dicembre 2012 è stata
erogata, a titolo di anticipazione, la somma di c 32.418,67 a
mezzo
accredito
su
c/c
dedicato
IBAN:
IT09L0100522200000000032581 in essere presso la Banca Nazionale del Lavoro – Agenzia di Crotone (all. 2);
RILEVATO CHE:
— la «Do.Le.Ma s.r.l.», con «domanda di pagamento» datata
3 luglio 2013, acquisita al protocollo dipartimentale con il n.
0229084 in data 10 luglio 2013, ha prodotto richiesta di erogazione del prima S.A.L., producendo i documenti di rito (all 3);
— la Legge 13 agosto 2010 n. 136 recante: Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di
normativa antimafia, all’art. 3 Tracciabilità dei flussi finanziari
statuisce, tra l’altro: Per assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari finalizzata a prevenire infiltrazioni criminali, gli appaltatori, i subappaltatori e i subcontraenti della filiera delle imprese
nonché i concessionari di finanziamenti pubblici anche europei a
qualsiasi titolo interessati ai lavori, ai servizi e alle forniture pubblici devono utilizzare uno o più conti correnti bancari o postali,
accesi presso banche o presso la società Poste italiane Spa, dedicati, anche non in via esclusiva, fermo restando quanto previsto
dal comma 5, alle commesse pubbliche. Tutti i movimenti finanziari relativi ai lavori, ai servizi e alle forniture pubblici nonché
alla gestione dei finanziamenti di cui al primo periodo devono
essere registrati sui conti correnti dedicati e, salvo quanto previsto al comma 3, devono essere effettuati esclusivamente tramite lo strumento del bonifico bancario o postale;
— il medesimo articolo, al comma 7 stabilisce: I soggetti economici di cui al comma 1 comunicano alla stazione appaltante
gli estremi identificativi dei conti correnti dedicati di cui al medesimo comma 1 entro sette giorni dalla loro accensione o, nel
caso di conti correnti già esistenti, dalla loro prima utilizzazione
in operazioni finanziarie relative ad una commessa pubblica,
nonché, nello stesso termine, le generalità e il codice fiscale delle
persone delegate ad operare su di essi. Gli stessi soggetti provvedono altresì a comunicare ogni modifica relativa ai dati trasmessi;
— all’art. sei, comma 4, la richiamata nonna riporta:
L’omessa, tardiva o incompleta comunicazione degli elementi
informativi di cui all’articolo 3, comma 7, comporta, a carico del
soggetto inadempiente, l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 3.000 euro e al successivo comma 5
{ ... le sanzioni amministrative pecunarie per la violazione di cui
4384
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
ai precedenti commi sono applicate dal prefetto della provincia
ove ha sede la stazione appaltante o l’amministrazione concedente;
ATTESO:
— che la «Do.Le.Ma s.r.l.» risulta concessionaria di finanziamenti pubblici anche europei;
— che la Società in argomento ha omesso di comunicare, nei
termini di cui al comma 7 dell’art. 3 della L. 13 agosto 2010, n.
136, l’impiego di altro conto corrente dedicato in sostituzione di
quello originario oltre alle generalità e al codice fiscale delle
persone delegate ad operare su di esso;
— che di tale cambiamento, infatti, si è avuta conoscenza solo
a seguito di istruttoria esperita dalla competente struttura dipartimentale sui rendiconti di spesa;
— che, per l’effetto, la «Do.Le.Ma s.r.l.» – C/da San Leonardo, 1 – 88812 Crucoli – P.I. 03224650790, non ha ottemperato agli obblighi dettati all’art. 3, comma 7, dalla Legge 13
agosto 2010 n. 136;
RITENUTO, pertanto, di investire della problematica la prefettura di Catanzaro, individuata dalla normativa citata quale Organismo deputato al successivo corso della pratica de quo; mediante l’elevazione e conseguente notifica all’interessato sia
della contestazione connessa alla violazione di cui al presente
atto che dell’adozione di ogni altro atto connesso e consequenziale;
VISTA la L.R. 34/2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
Su proposta dei Dirigenti competenti, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dai Dirigenti medesimi;
DECRETA
Per i motivi indicati in premessa e che si intendono integralmente richiamati:
— di prendere atto che la «Do.Le.Ma. s.r.l.» – C/da San Leonardo, 1 – 88812 Crucoli – P.I. 03224650790, non ha adempiuto
agli obblighi previsti e normati all’art. 3, comma 7, dalla Legge
13 agosto 2010 n. 136;
— di trasmettere gli atti relativi, in uno con la notifica del
presente atto, alla competente prefettura di Catanzaro affinché
la. stessa, in ossequio al comma 5 dell’art. 6 della citata Legge,
possa procedere con l’assunzione dei provvedimenti di propria
competenza;
— di notificare, infine, ai sensi dell’art. 8 della L. 241 /90 e
s.m.i., copia del presente atto alla ditta interessata;
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Prof. Giuseppe Zimbalatti
DECRETO n. 14739 del 28 ottobre 2013
Ditta: «Co. Z.A.C. a rl.» Marano Principato – CS – Ingiunzione di Pagamento – Revoca e Recupero somme indebitamente percepite al Piano Operativo Monofondo Agricoltura
Reg. CE 2081/93 Asse 1 sottoasse 4 Mis. 1 – DGR 1893 del
20/3/1996 e al Progetto a valere sul POR (Asse IV) parte
Feoga Calabria – Misura 4.6 – DDG n. 14932 del 17/10/2003.
IL DIRIGENTE GENERALE
INGIUNZIONE DI PAGAMENTO
Con la presente ingiunzione s’intende richiamato integralmente quanto riportato nel DDG n. 9548 del 1/8/2011 avente per
oggetto «Ditta: «Co. Z.A.C. a rl.» Marana Principato – CS –
Revoca e Recupero somme indebitamente percepite al Piano
Operativo Monofondo Agricoltura Reg. CE 2081/93 Asse 1 sottoasse 4 Mis. 1 – DGR 1893 del 20/3/1996 e al Progetto a valere
sul POR (Asse IV) parte Feoga Calabria – Misura 4.6 – DDG n.
14932 del 17/10/2003».
Premesso che alla ditta «CO.Z.A.C.» a ri-via Puzzille 36/B –
87040 – Marano Principato (CS) - P.IVA 01198710780 - Rappresentante legale Molinaro Pietro Santo, sono stati finanziari due
interventi: il primo a valere sul Piano Operativo Monofondo
Agricoltura, il secondo a valere sulla Programmazione POR
2000/2006, parte Feaog; ambedue segnalati dalla Guardia di Finanza per indebita percezione di contributi comunitari, di seguito
descritti:
PRIMO INTERVENTO:
— CONSIDERATO che con DGR n. 1893 del 25/3/1996 ai
sensi del Reg. CE 2081/93 Asse IV – Misura 1, è stato concesso
alla ditta «Co.Z.A.C.» a rl – Rappresentante legale Molinaro
Pietro Santo con sede legale in loc. Felicetti – zona industriale
del comune di Figline Vigliaturo (CS), un sussidio in conto capitale di lire 679.000.000 (c 346.738,03) pari al 70% della spesa
ritenuta ammissibile di lire 970.000.000 (c 500.963,19) per l’esecuzione dei lavori relativi all’ampliamento delle strutture, integrazione della dotazione tecnologica e delle attrezzature per il
trattamento e la lavorazione delle carni suine sito in agro di Figline Vigliatura (CS) località Felicetti zona industriale, rispetto
al quale è stata liquidata:
— in data 14/11/1996 la somma di lire 223. 700.000 (c
115.631,40) a titolo di 1 sai;
— in data 4/5/1999 la somma di lire 243.474.009 (c
125.743,83) a titolo di 2 sai;
— in data 12/10/1999 la somma di lire 204204.430 (c
105.462,79) a titolo di collaudo finale; per un totale corrisposto
pari ad c 346.738,03 (lire 679.000.000).
SECONDO INTERVENTO:
— CONSIDERATO che con DDG n. 14923 del 17/10/2003
di approvazione dell’elenco dei beneficiari del PIF «Suini», alla
posizione n. 53, con domanda n. 11895 dell’allegato «A», è riportata la ditta «Co.Z.A.C.» a rl – via Puzzille 36/B - 87040
Marana Principato (CS) – P.IVA 01198710780 – Rappresentante
legale Molinaro Pietro Santo, finanziata con la misura 4.6 per
una spesa ammessa di c 1.146.507,00, il cui corrispondente contributo è di c 573.253,50 pari al 50% per la ristrutturazione ed
ampliamento capannoni, sistemazione esterna, linea macellazione e lavorazione suini, rispetto al quale è stata liquidata:
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4385
— in data 7/5/2004 la somma di c 229.301,40 a titolo di anticipazione (DDG n. 5721/2004);
RITENUTO necessario, per quanto sopra esposto, procedere
alla revoca dei benefici assentiti rispettivamente:
— in data 10/12/2004 la somma di c 228.019,55 a titolo di
primo sai (DDG n. 22008/2004);
— con DGR 1893 del 25/3/1996 per l’importo totale del contributo di c 346.738,03 (lire 679.000.000) pari al 70% della spesa
ritenuta ammissibile di c 500.963,19 (lire 970.000.000), maggiorato degli interessi legali dalla data delle effettive erogazioni e
fino alla completa restituzione delle somme;
— in data 6/12/2007 la somma di c 115.932,55 quale collaudo finale, importo versato-per cessione di credito – alla ditta
Burani Imer di Montecchio Emilia (RE) (DDG n. 20404/2007);
per un totale complessivo corrisposto pari a c 573153,50;
TUTTO CIO PREMESSO:
VISTA la comunicazione n. 42915 dell’8 Febbraio 2011 con cui
la Guardia di Finanza-Compagnia di Paola - ha trasmesso il dossier relativo alle indagini svolte nei confronti della ditta
Co.Z.A.C. a rl, dalle quali sono emerse gravi irregolarità in ordine alla percezione di contributi comunitari;
VISTA la nota trasmessa con Raccomandata A/R prot. n.
13855 del 18 aprile 2011, con cui questo Dipartimento, a seguito
di quanto segnalato dalla Guardia di Finanza ed in ottemperanza
a quanto previsto dalla L. 241/90, comunicava alla ditta
«Co.Z.A.C.» a rl - via Puzzille 36/B- 87040 Marana Principato
(CS) – Rappresentante legale Molinaro Pietro Santo, l’avvio del
procedimento di revoca totale dei benefici ed il recupero delle
somme erogate, maggiorate degli interessi legali, per come previsto dalla DGR n. 373/2001 «Linee Guida» POR Calabria 2000/
2006 parte FEOGA, in applicazione all’art. 38 lettera h del Reg.
CEE 1260199 e del POMA Reg. Ce. 2081/93 asse 1;
VISTO il Reg. (CE) n. 1290/05 che, al fine di tutelare gli interessi finanziari del bilancio comunitario, all’art. 32, sancisce un
sistema di corresponsabilità finanziaria imputando allo Stato
membro interessato il 50% delle somme dovute a seguito di irregolarità e non recuperate; in particolare, al comma 5, impone allo
Stato membro di dar corso ai procedimenti di recupero entro i
termini prefissati, per evitare rettifiche finanziarie successive;
VISTE le memorie difensive presentate dalla ditta «Co.Z.A.C.
a rl.» Rappresentante legale Molinaro Pietro Santo «tramite lo
«Studio Legale Badolato»;
RITEMUTO che le motivazioni addotte nell’ambito delle citate memorie difensive non risultano idonee ad inficiare il procedimento di revoca avviato in considerazione del fatto che, il giudizio penale si è concluso senza accertare nel merito le responsabilità imputate per i fatti contestati ma, unicamente, per
intervenuta prescrizione del reato stesso;
RITENUTO che per le sentenze «di non doversi procedere
perché il reato è estinto per prescrizione o amnistia» non va riconosciuta alcuna efficacia exrtapenale, benché, per giungere a tale
conclusione, il giudice abbia accertato e valutato il fatto (Cassazione S.U. 26 gennaio 2011 n. 1768);
RITENUTO, altresì, che, per giurisprudenza consolidata, il
processo verbale di constatazione è assistito comunque da fede
privilegiata ai sensi dell’art. 2700 ce. per cui l’Amministrazione
non può che tener conto dei rilievi esposti;
ATTESO che, ove il privato incide negativamente sul programma imposto dalla pubblica amministrazione, alla cui realizzazione egli è chiamato a partecipare con l’atto di concessione
del contributo e l’incidenza sia tale da poter determihare uno
sviamento dalle finalità perseguite, egli realizza un danno per
l’ente pubblico, anche sotto il profilo di sottrarre ad altre imprese
il finanziamento di cui avrebbero potuto beneficiare;
— con DDG n. 14923 del 17/10/2003 l’importo totale del
contributo di c 573.253,50 pari al 50% della spesa ritenuta ammissibile di c 1.146.507,00, maggiorato degli interessi legali
dalla data delle effettive erogazioni e fino alla completa restituzione delle somme;
RITENUTO, altresì, necessario intimare la restituzione entro
e non oltre 30 gg. dalla data di notifica del presente DDG, dell’importo complessivo di c 1.124.072,92 più gli interessi legali
maturati (da calcolare sul sito «www.avvocati.it» interessi a tasso
fisso dal 13/7/2011 (ultima data prevista nel decreto n. 9546/
2011) fino al giorno dell’effettiva restituzione, per come dettagliatamente riportato nel Decreto di «Revoca e recupero somme
indebitamente percepite»;
PRESO ATTO di quanto sopra, con DDG n. 9548 del 1 Agosto
2011 di «Revoca contributo e recupero somme indebitamente
percepite relative al Piano Operativo Mono fondo Agricoltura
Reg. Ce 2081 /93 Asse 1 sottoasse 4 Mis. 1 – DGR 1983 del
20/3/1996 e al Progetto a valere sul POR (Asse IV) – parte Feoga
Calabria – Misura (4.6) – DDG n. 14923 del 17/10/2003.» è stato
revocato alla ditta «Co.Z.A.C.» a rl – Marane Principato: 1) il
contributo di cui al DGR 1893 del 25/3/1996 per l’importo totale
di c 346.738,03; e il contributo di cui al DDG n. 14923 del 17/
10/2003 per l’importo totale di c 573.253,50, e nel contempo è
stato richiesto il recupero totale delle somme indebitamente percepite pari ad c 1.124.072,92 compresi gli interessi legali maturati al 1317/2011;
CHE con nota n. 83060 del 5/8/2011 è stata trasmessa la notifica del sopra citato decreto alla ditta «Co.Z.A.C. A rl» con
Racc/A/R n. 76382196019-1 /76452924154-5 recapitata in data
1/9/2011;
VISTI, ALTRESÌ:
— la Legge Regionale 13/5/1996 n. 7, recante norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla dirigenza regionale;
— l’art. 1 del D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999, relativo alla
separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione, come modificato dal D.P.G.R.
206/2000;
— la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013 ed il successivo
DPGR n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste e Forestazione, al prof. Giuseppe Zimbalatti;
— la Legge 241/90 e sue modifiche e integrazioni;
— la Legge Regionale n. 8 del 2002 recante «Ordinamento
del bilancio e della contabilità della Regione Calabria» e s.m.i.;
— la Legge Regionale n. 34 del 2002 e s. m. i. e ritenuta la
propria competenza;
PRESO ATTO che a seguito dell’irregolarità segnalata dalla
Guardia di Finanza – Compagnia di Paola, trasmessa con la nota
n. 42915 dell’8 febbraio 2011, dalle quali emergono gravi irregolarità nella percezione di due contributi comunitari da parte
4386
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
della Coop. Co.Z.A.C. a rl, per come previsto dalla DGR n. 373/
2001 «Linee guida» POR Calabria 2000/2006 parte FEOGA in
applicazione all’art. 38 lettera h del Reg. CEE 1260/99, è necessario recuperare la somma erogata, maggiorata degli interessi di
mora;
CHE la ditta beneficiaria non ha provveduto alla restituzione
della somma richiesta dal Dipartimento, comprensiva di capitale
e interessi, trattenendo indebitamente il beneficio riscosso;
RICHIAMATO l’art. 40 bis della legge Regionale n. 8 del 4
febbraio 2002 introdotto dall’art. 26 comma 4 della Legge Regionale 11/1/2006 n. 1 per la quale» la riscossione delle entrate
non tributarie, aventi causa in rapporti di Diritto Pubblico o Privato, può essere effettuata anche mediante l’ingiunzione disciplinata nel testo unico approvato con Regio Decreto 14 aprile
1910, n. 639 e successive modifiche e integrazioni. «L’ingiunzione è effettuata nelle forme del decreto del Dirigente Generale
del Dipartimento competente all’accertamento»;
Su proposta del Dirigente del Servizio 7 del Dipanamento
Agricoltura, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle
strutture interessate, nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto;
ORDINA
alla ditta «Co.Z.A.C.» a rl- via Puzzille 36/B - 87040 Marana
Principato (CS) – P.IVA 01198710780 – rappresentante legale
Molinaro Pietro Santo, la restituzione della somma di c
1.124.072, 92 per come di seguito ripartiti, più gli interessi calcolati dal 13 luglio 2011 fino alla data dell’effettiva restituzione:
— c 469.003,31 riferito alla DGR 1893 del 25/3/1996 di cui c 166.373,96 comprensivo di c 115.631,40 (primo sal) oltre c
50.742,56 per interessi legali maturati dal 14/11/1996 (giorno
dell’erogazione) al 30/6/2011 – c 165.220,24 comprensivo di c
125.743,83 (seconda sal) oltre c 39.476,41 per interessi legali
maturati dal 04 mag 1999 (giorno dell’erogazione) al 30/6/2011
– c 137.409,11 comprensivo di 105.462,79 (finale) più c
31.946,32 per interessi legali maturati dal 12/10/1999 (giorno
dell’erogazione) al 13/7/2011;
— c 655.069,61 riferito al DDG n. 14923 del 17/10/2003 di
cui - c 267.043,61 comprensivo di c 229.301,40 (anticipazione)
oltre c 37.742,22 per interessi legali maturati dal 6/7/2004
(giorno dell’erogazione) al 30/6/2011 – c 262.980,87 comprensivo di c 228.019,55 (primo sal) oltre c 34.961,32 per interessi
legali maturati dal 18/12/2004 (giorno dell’erogazione) al 30/6/
2011 – c 125.045,12 comprensivo di c 115.932,55 (finale) più c
9.112,57 per interessi legali maturati dal 14/12/2007 (giorno dell’erogazione) al 13/7/2011;
INGIUNGE
la ditta «Co.Z.A.C.» a rl - via Puzzille 36/B- 87040 Marana
Principato (CS) – P.IVA 01198710780 – rappresentante legale
Molinaro Pietro Santo, di versare entro e non oltre 30 gg. naturali
e consecutivi dalla data di notifica del presente provvedimento,
la somma di c 1.124.072,92 più gli interessi per come sopra specificato, mediante Bonifico Bancario intestato a Carime Tesoreria Regione Calabria - Cod. IBAN: IT 12 R 03067 04599
000000010153 – con la seguente causale «Restituzione somme
di cui al contributo riconosciuto con DGR n. 1893 del 25/3/1996
e con DDG 14923 del 17/10/2003 – Ditta Soc. Coop. Co.Z.A.C.
Ri – Marano Principato – Progetto Rendiconta n. 13323;
AVVERTE
la parte ingiunta, che entro il termine di giorni 10 dal versamento dovrà inviare in originale e/o autentica a questo Dipartimento n. 6, Settore n. 3, la quietanza dell’avvenuto versamento,
indicando come riferimento gli estremi del presente decreto;
In mancanza del pagamento richiesto, entro il termine sopra
riportato, si procederà con esecuzione forzata per il recupero
coattivo della somma ingiunta.
DECRETA
Di notificare il presente provvedimento:
— alla ditta «Co.Z.A.C.» a rl – Rappresentante legale Molinaro Pietro Santo – via Puzzille 36/B- 87040 Marana Principato
(CS)-P.IVA 01198710780— alla Guardia di Finanza – Compagnia di Paola – Viale dei
Giardini, 34 – Paola;
— alla Autorità di Gestione Fondi POR Regione Calabria;
— all’Organismo di controllo di II livello;
— all’Autorità di Pagamento del POR Calabria;
— al Dipartimento Bilancio è Finanze;
— al Servizio Entrate del Settore Ragioneria Generale;
— al Dipartimento Programmazione Comunitaria – Settore
monitoraggio – Ufficio irregolarità e recuperi;
— all’Avvocatura Regionale.
Di disporre la pubblicazione integrale, del presente atto, sul
bollettino Ufficiale della Regione Calabria Avverso tale atto é
ammesso ricorso davanti al Tribunale competente, nei tempi e
nei modi stabiliti dalla legge.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Prof. Giuseppe Zimbalatti
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14744 del 28 ottobre 2013
P.O.R. (Asse IV) – parte FEOGA in Calabria. Misura (4.6).
«Miglioramento delle condizioni di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli» Ditta: «Azienda Cerzitello srl – Spezzano Albanese – Ingiunzione di pagamento.
Fata Assicurazioni – Roma – Richiesta escussione Premio in
solido.
IL DIRIGENTE GENERALE
INGIUNZIONE DI PAGAMENTO
VISTA la Legge Regionale n. 7/96 recante «norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della GR. e sulla Dirigenza
Regionale;
VISTO il D.P.GR. n. 354 del 24/6/99 avente oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la Legge Regionale del 7/8/2002 n. 31;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013 ed il successivo
DPGR n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste è Forestazione, al prof. Giuseppe Zimbalatti;
VISTA la Legge 898/86 e sue successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la Legge 241/90 e sue modifiche e integrazioni;
VISTO il reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio del 17/5/1999 sul
sostegno allo sviluppo rurale del Fondo Europeo Agricolo di
Orientamento (FEOGA), che prevede la redazione dei PORparte FEOGA per programmare gli interventi consentiti nel periodo 2000-2006;
VISTO il Reg. (CE) n. 1260/99 del Consiglio del 21/6/1999
recante disposizioni generali sui fondi strutturali;
VISTO il Reg. (CE) n. 438/2001 della Commissione del 2/3/
2001 recante modalità di applicazione del Reg. CEE 1260/99 del
Consiglio per quanto riguarda i sistemi di gestione e di controllo
dei contributi concessi nell’ambito dei fondi strutturali;
VISTO il Reg. (CE) n. 448/2001 recante modalità di applicazione del Reg. CEE 1260/99 del Consiglio per quanto riguarda la
procedura relativa alle rettifiche finanziarie dei contributi concessi nell’ambito dei fondi strutturali;
VISTO il Reg. (CE) n. 2603/99 della Commissione del
9/12/99, recante norme transitorie per il sistema di sostegno allo
Sviluppo Rurale, istituito dal reg. (CE) n. 1257/99 del Consiglio;
VISTA la Comunicazione (CE) (2000/C 28/02) e successive
modificazioni, recante «gli orientamenti comunitari per gli aiuti
di Stato nel settore agricolo»;
VISTO il reg. (CE) n. 817/2004 del 29/aprile 2004 recante
disposizioni di applicazione del Reg CE 1257/99 del Consiglio
sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo agricolo dio orientamento e di garanzia;
4387
VISTA la decisione (CE) n. C (2000) 2345 del 8/8/2000 con la
quale la Commissione Europea ha approvato il POR – parte
FEOGA in Calabria;
VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale n. 648 del 10/
10/2000 di recepimento della suddetta decisione;
VISTO il Reg. CE 448/2004 della Commissione del 10 marzo
2004 che modifica il Reg CE 1265/2000 recante disposizioni di
applicazione del regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio per
quanto riguarda l’ammissibilità delle spese concernenti le operazioni coofinanziate dai Fondi Strutturali e che revoca il regolamento CE n. 1145/2003;
VISTA la deliberazione della G.R. n. 373 del 3/5/2001 di approvazione delle linee guida e delle procedure applicative per
l’attuazione del P.0.R (Asse IV) parte FEOGA in Calabria, che
recepisce tutte le indicazioni emerse nella fase di partenariato e
comprende tutte le modifiche ed integrazioni intervenute nel negoziato, presupposto essenziale per la presentazione, da parte dei
soggetti interessati, delle relative domande, nonché per l’espletamento del successivo esame istruttorio da parte delle strutture
competenti;
VISTA la delibera della G.R. n. 374 del 3/5/2001 con la quale
è stato approvato il Bando di apertura termini presentazione delle
domande e procedure generali di attuazione del POR Calabria
(asse IV) parte FEOGA, pubblicata sul Bur n. 46 del 7/5/2001 e
il DDG n. 7627/2001 pubblicato sul Bur n. 82 del 7/8/2001, che
proroga i termini di presentazione domande;
VISTA la Legge Regionale n. 34 del 2002 e s. m. i. e ritenuta la
propria competenza;
VISTO il Reg. CE 448/2004 della Commissione del 10 marzo
2004 che modifica il Reg CE 1265/2000 recante disposizioni di
applicazione del regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio per
quanto riguarda l’ammissibilità delle spese concernenti le operazioni coofinanziate dai Fondi Strutturali e che revoca il regolamento CE n. 1145/2003;
VISTE le misure di cui all’allegato 1 delle Linee Guida, che
sono parte integrante della delibera di Giunta Regionale n. 373
del 3/5/2001 e in particolare la mis. 4.6 «Miglioramento delle
condizioni di trasformazione e commercializzazione dei prodotti
agricoli»;
VISTO il Complemento di Programmazione del POR Calabria 2000/2006, nello specifico Asse IV che ha previsto le modalità di attuazione dei progetti di filiera nei vari comparti agricoli;
VISTA la L.R. n. 28/94 che all’articolo 3 comma 4 reca norme
sui tempi da rispettare al fine di evitare immobilizzazioni delle
risorse finanziarie e ritardi nell’erogazione dei contributi;
PREMESSO:
— che nel DDG n. 11425 del 7/8/2003 di approvazione dell’elenco dei beneficiari del PIF «L’orto di Certitello e Ortobello»
è riportata la ditta «Azienda Cerzitello srl di Mele Michela «Via
Roma n. 39 – Spezzano Albanese (CS) – P.IVA. e Codice Fiscale
02517830788, finanziata con la misura 4.6 per una spesa ammessa di c 1.500.350,00 con un corrispondente contributo di c
750.175,00 pari al 50%, per la realizzazione capannone e acquisto attrezzature e macchinari ecc;
4388
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— che con DDG n. 20568 del 30/12/2003 è stato disposto ed
erogato alla ditta «Azienda Cerzitello srl di Mele Michela» la
somma di c 300.070,00 quale anticipazione sul progetto, importo
garantito da polizza fidejussoria n. 025/09/6.147.416-02 della
FATA Assicurazione con sede in via Urbania 169/A – Roma – il
cui totale garantito è di c 330.077,00 pari al 110% dell’importo
erogato;
— che con successivo DDG n. 20099 del 12/12/2005 è stato
erogato alla ditta «Azienda Cerzitello srl di Mele Michela» l’importo di c 300.070,00 pari al 50% della spesa approvata di c
600.140,00, come primo stato avanzamento lavori;
— che in totale tra anticipazione e primo sal alla ditta
«Azienda Cerzitello srl di Mele Michela» è stato erogato l’importo di c 600.140,00;
— che a seguito della richiesta di verifica finale presentata
dalla ditta, il Servizio competente per territorio preposto alla verifica, ha segnalato l’impossibilità di procedere alla rendicontazione del progetto, per carenza documentale;
sione premio» della polizza fidejussoria n. 025/09/6.147.416-02
della FATAAssicurazione con sede in via Urbania 169/A – Roma
-. per l’importo totale garantito;
RICHIAMATO l’art. 40 bis della legge Regionale n. 8 del 4
febbraio 2002 introdotto dall’art. 26 comma 4 della Legge Regionale 11/1/2006 n. 1 per la quale» la riscossione delle entrate
non tributarie, aventi causa in rapporti di Diritto Pubblico o Privato, può essere effettuata anche mediante l’ingiunzione disciplinata nel testo unico approvato con Regio Decreto 14 aprile
1910, n. 639 e successive modifiche e integrazioni. «L’ingiunzione è effettuata nelle forme del decreto del Dirigente Generale
del Dipartimento competente all’accertamento»;
VISTA la Legge 241/90 e sue modifiche e integrazioni;
Su proposta del Dirigente del Servizio 7 del Dipartimento
Agricoltura, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle
strutture interessate, nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto;
Tanto premesso:
— che a seguito di ciò, è stato comunicato alla ditta, prima,
l’avvio della procedura di revoca ai sensi della L. 241/90, e succesivamente è stato notificato il DDG n. 3234 del 4 marzo 2013
avente come oggetto» Revoca e recupero delle somme indebitamente percepite» con cui è stato revocato alla «Azienda Cerzitello srl di Mele Michela» il contributo di cui al DDG n. 11425
del 7/8/2003 e richiesto il recupero delle somme indebitamente
percepite pari ad c 600.140,00 più interessi legali maturati.
— che detto Decreto è stato trasmesso all’Amministratore
sig. De Marchis Saverio – via Aldo Moro – Morano Calabro
(CS) in quanto ultimamente la ditta» Azienda Cerzitello srl di
Mele Michela» all’unico indirizzo esistente in Dipartimento, risultava: irreperibile;
PRESO ATTO:
— che lo studio Legale «De Santis» di Cosenza, incaricato
della ditta, con nota del 24/4/2013, ha contestato le motivazioni
della revoca;
— che, detta nota è stata trasmessa all’Area Territoriale di
Cosenza per la opportuna valutazione, l’Area territoriale nel riscontrarla ha ribadito le carenze documentali comunicate sia dal
primo verificatore in data 22/3/2012, e sia dal secondo in data
2/11/2012;
CONSIDERATO:
— che a seguito dell’irregolarità accertata, per come previsto
dalla DGR n. 373/2001 «Linee guida» POR Calabria 2000/2006
parte FEOGA in applicazione all’art. 38 lettera h del Reg. CEE
1260/99, è necessario recuperare la somma erogata, maggiorata
degli interessi di mora;
— che la ditta beneficiaria non ha provveduto alla restituzione della somma richiesta dal Dipartimento, comprensiva di
capitale e interessi, trattenendo indebitamente il beneficio riscosso;
— che, per come preavvisato nel DDG n. 3234/2013 con la
notifica del presente Decreto è attivata la procedura di «Escus-
ORDINA
Alla Ditta «Azienda Cerzitello srl di Mele Michela» P.IVA. e
Codice Fiscale 02517830788, C/o l’Amministratore sig. De
Marchis Saverio – via Aldo Moro – Morano Calabro (CS) la
restituzione della somma di c 600.140,00 più interessi legali maturati (da calcolare sul sito «wwv.avvocati.it» interessi a tasso
fisso) che vanno calcolati a cura della ditta come di seguito riportato:
1. Per c 300.070,00 (anticipazione) dal 28/4/2004 (giorno
dell’erogazione), fino al giorno dell’effettiva restituzione;
2. Per c 300.070,00 (primo sal) dal 17/12/2005 giorno dell’erogazione), fino al giorno dell’effettiva restituzione;come da
bando a pag. 5645 del BURC n. 46 del 17/5/2001;
INGIUNGE
La Ditta «Alla Ditta «Azienda Cerzitello srl di Mele Michela»
P.IVA. e Codice Fiscale 02517830788, C/o l’Amministratore sig.
De Marchis Saverio – via Aldo Moro – Morano Calabro (CS); di
versare la somma di c 600.140,00 più gli interessi per come sopra
specificato, mediante Bonifico Bancario intestato a Banca Carime Tesoreria Regione Calabria – Cod. IBAN: IT 12 R 03067
04599 000000010153 – con la seguente causale «Restituzione
somme misura 4.6 POR Calabria – Ditta «Azienda Cerzitello srl
di Mele Micheli» Codice Rendiconta n. 10087 – entro 30 (trenta)
giorni dalla data di notifica del presente provvedimento, sotto
pena dei conseguenti atti esecutivi per la riscossione, senza ulteriori comunicazioni;
AVVERTE
— che la parte ingiunta, entro il termine di giorni 10 dal versamento dovrà inviare, in originale e/o copia autentica a questo
Dipartimento, la quietanza dell’avvenuto versamento, indicando
come riferimento gli estremi del presente decreto.
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— che avverso la presente ingiunzione è ammesso ricorso davanti al Tribunale competente nei tempi e nei modi stabiliti dalla
Legge.
— INOLTRE:
— Ordina, Ingiunge e Avverte in solido anche alla Fata Assicurazioni – Direzione Generale – via Urbana 169/A – 00184
Roma, (C. Fisc. 004099202584) che la mancata restituzione
entro i termini, relativamente al solo importo dell’anticipazione
garantita più gli interessi, comporterà la escussione premio tramite agenzia della Riscossione, senza ulteriori comunicazioni.
DECRETA
4389
VISTA la D.G.R n. 2661 del 21 giugno 1999 recante: «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. n. 7 del 13/5/
1996 e dal D.Lgs n. 29/93» e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO l’art. 1 del D.P.G.R n. 354 del 24 giugno i999 relativo
alla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione, come modificato con D .P.G .R n.
206 del 15/12/2000;
VISTA la L.R n. 34 del 12 agosto 2002 e successive modifiche
ed integrazioni e ritenuta la propria competenza;
VISTA la D.G.R n. 194 del 30 maggio 2013 con la quale il
Prof. Giuseppe Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale
del Dipartimento n. 6 «Agricoltura, Foreste e Forestazione»;
Di notificare il presente provvedimento:
— alla ditta «Azienda Cerzitello srl di Mele Michela» P.IVA.
e Codice Fiscale 02517830788, C/o l’Amministratore sig. De
Marchis Saverio – via Aldo Moro – Morano Calabro (CS);
— alla Direzione Generale FATA Assicurazione con sede in
via Urbania 169/A – Roma;
— all’Autorità di Gestione Fondi POR Regione Calabria;
— all’Organismo di controllo di II livello;
— all’Autorità di Pagamento del POR Calabria;
— al Dipartimento Bilancio e Finanze;
— al Servizio Entrate del Settore Ragioneria Generale;
— al Dipartimento Programmazione Comunitaria – Settore
monitoraggio – Ufficio irregolarità e recuperi;
— di informare l’Avvocatura Regionale per gli adempimenti
di propria competenza da avviare nel caso di eventuale ulteriore
inadempimento da parte dell’interessato:
— di disporre la pubblicazione integrale, del presente Atto,
sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Giuseppe Zimbalatti
VISTO il Decreto del Presidente della Regione Calabria n. 74
del 3 giugno 2013 con il quale è stato assegnato, al Prof. Giuseppe Zimbalatti, l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 6 «Agricoltura, Foreste e Forestazione»;
VISTI:
— la legge 7 marzo 2003, n. 38 «Disposizioni in materia di
agricoltura» e s.m.i.;
— il D.Lgs. 29 marzo 2004, n. 102 «Interventi finanziari a
sostegno delle imprese agricole, a norma dell’art. 1, comma 2,
lettera i), della L. 7 marzo 2003, n. 38» e s.m.i.;
— il Regolamento (CE) n. 1857/2006 della Commissione del
15 dicembre 2006 relativo all’applicazione degli articoli 87 e 88
del trattato agli aiuti di stato a favore delle piccole e medie imprese attive nella produzione di prodotti agricoli e recante modifica del regolamento (CE) n. 70/2001;
— il D.Lgs. 8 aprile 2008, n. 82 «Modifiche al decreto legislativo del 29 marzo 2004, n. 102 recante interventi finanziari a
sostegno delle imprese agricole, a norma dell’art. 1, comma 2,
lettera i), della L. 7 marzo 2003, n. 38»;
— il Regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio del 19 gennaio 2009 che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto agli agricoltori nell’ambito della politica agricola
comune e istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori, e che modifica i regolamenti (CE) n. 1290/2005, (CE) n.
247/2006, (CE) n. 378/2007 e abroga il regolamento (CE) n.
1782/2003;
DECRETO n. 14747 del 28 ottobre 2013
Individuazione delle produzioni unitarie medie per le assicurazioni agricole agevolate in Regione Calabria ai sensi del
D.Lgs. 102/2004 e s.m.i. e del D.M. n. 1934 del 31/1/2013 - art.
3 comma 12.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la L.R. n. 7 del 13 maggio1996 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che
individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di
Dirigente Generale;
— il decreto 29 luglio 2009 del Ministero delle Politiche
Agricole, Alimentari e Forestali recante disposizioni per l’attuazione dell’art. 68 del Regolamento (CE) n. 73/2009;
— il piano nazionale di sostegno dell’DCM vino trasmesso
alla Commissione Europea, in attuazione del Regolamento (CE)
n. 1234/2007 e successive modifiche e, in particolare, la previsione della misura relativa all’assicurazione del raccolto di uva
di vino;
— il decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del 31 gennaio 2013 n. 1934, con il quale è stato
approvato il piano assicurativo agricolo 2013;
4390
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— la circolare del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del 11 marzo 2013 n. 4662, con la quale sono stati
forniti chiarimenti relativi al piano assicurativo 2013;
CONSIDERATO l’art. 3 comma 12 del D.M. n. 1934 del 31
gennaio 2013, il quale prevede che: «I valori assicurabili delle
produzioni vegetali devono essere contenuti nel limite della produzione media annua calcolata ai sensi del Regolamento (CE)
1857/2006, della Commissione, del 16 dicembre 2006, art. 11,
comma 2, lettera b).A tal fine le Regioni e le Province autonome
di Trento e Bolzano individuano le produzioni unitarie medie
annuali per prodotto/tipologia colturale che rappresentano le
quantità unitarie massime assicurabili. Per lo stesso scopo le singole imprese possono utilizzare la propria produzione media unitaria triennale per prodotto/tipologia colturale se sono in grado di
attestarla con la opportuna documentazione contabile aziendale»;
PRESO ATTO, pertanto, di dover individuare, ai sensi dell’art. 3 comma 12 del D.M. n. 1934, le produzioni unitarie medie
annuali che rappresentano le quantità massime assicurabili delle
colture per la Regione Calabria, ai fini della stipula di contratti
assicurativi agevolati in agricoltura;
TENUTO CONTO:
— delle indicazioni contenute nella circolare del Ministero
delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del 11 marzo
2013 n. 4662;
— dei dati relativi alle produzioni agricole reperibili nella documentazione on line dell’Istituto Nazionale di Statistica
(ISTAT), riferiti alle principali coltivazioni diffuse in ambito regionale, con dettaglio provinciale;
— della variabilità morfologica e pedo-climatica che caratterizza il territorio regionale;
— dei diversi modelli strutturali ed organizzativi delle imprese agricole operanti in regione, che in taluni contesti raggiungono elevati gradi di specializzazione e livelli produttivi medi
ben al di sopra dei dati ISTAT disponibili, in funzione anche
delle diverse scelte varietali;
VISTO l’allegato A) delle produzioni medie annuali predisposto, prevalentemente, sulla base dei dati ISTAT disponibili,
opportunamente incrementati al fine di tener conto delle predette
variabilità ambientali ed organizzative che possono dar luogo a
rese produttive sovente superiori alle medie statistiche;
RITENUTO, che l’illustrata esigenza rende necessario approvare l’allegato A), che forma parte integrante e sostanziale del
presente atto, nel quale sono stabilite le produzioni unitarie
medie annuali individuate ai sensi del D.M. n. 1934 del 31 gennaio 2013 «Piano assicurativo agricolo 2013» art. 3, comma 12;
TENUTO CONTO, inoltre, che ai fini della più ampia condivisione il predetto allegato A), predisposto dal Dipartimento n. 6,
è stato trasmesso preventivamente sia alle Organizzazioni Agricole più rappresentative che ai Consorzi di difesa operanti sul
territorio regionale con nota della Direzione Generale prot. n.
281091 del 5/9/2013 e che i destinatari non hanno comunicato
alcuna osservazione;
SU proposta del Dirigente del Servizio 8, formulata alla
stregua dell’istruttoria compiuta dalla struttura dipartimentale
competente, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal medesimo Dirigente;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono
integralmente richiamate e trascritte:
— di approvare l’allegato A), che forma parte integrante e
sostanziale del presente atto, nel quale sono stabilite le produzioni unitarie medie annuali individuate ai sensi del D.M. n. 1934
del 31 gennaio 2013 - art. 3, comma 12, che rappresentano le
quantità massime assicurabili a livello regionale;
— di dare atto, inoltre, che le singole imprese possono, per lo
stesso scopo, utilizzare la propria produzione media unitaria
triennale per prodotto/tipologia colturale se sono in grado di attestarla con la opportuna documentazione contabile aziendale;
— di stabilire che le produzioni unitarie medie annuali individuate in allegato A) ai sensidel D.M. n. 1934 del 31 gennaio
2013 «Piano assicurativo agricolo 2013», art. 3, comma 12,
hanno validità per il Piano Assicurativo 2013 e per i successivi
Piani Assicurativi sempre che non intervengono sostanziali modifiche normative e/o produttive;
— di pubblicare il presente atto sul Bollettino Ufficiale della
Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Prof. Giuseppe Zimbalatti
(segue allegato)
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4391
4392
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14750 del 28 ottobre 2013
PSR Calabria 2007-2013, Misura 5.1.1. – Avvio del procedimento a contrarre per l’acquisto di carta A4 -A3, cartucce
Toner e cancelleria, uffici Autorità di Gestione del PSR Calabria 2007-2013.
IL DIRIGENTE GENERALE
4393
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2007) 6007
del 29 novembre 2007 di approvazione del P.S.R. 2007/2013
della Regione Calabria, presupposto necessario per l’operatività
degli interventi;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 760 del 12/12/2007
di adozione del P.S.R. Calabria 2007/2013 a seguito approvazione della Commissione Europea con decisione n. C (2007)
6007 del 29 novembre 2007;
VISTI:
— la L.R. del 13/5/1996 n. 7 recante «norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di Dirigente Generale;
— l’art. 1 del D.P.G.R n. 354 del 24/6/99 relativo alla separazione delle attività amministrative di indirizzo e di controllo da
quelle della gestione, come modificato dal D.P.G.R. n. 206 del
12/12/2000;
— la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013 ed il successivo Decreto
Presidente della Regione n. 74 del 3 giugno 2013 con i quali è
stato conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento
Agricoltura, Foreste e Forestazione al Prof. Giuseppe Zimbalatti;
— la Delibera del Consiglio Regionale della Calabria n. 240
del 18/3/2008 di approvazione del P.S.R. 2007/2013;
— il Regolamento Regionale n. 4 del 15/4/2009 – in BURC,
parte I e II, n. 7 del 16/4/2009 – relativo all’Autorità Regionale
SUA – Stazione Unica Appaltante – Regolamento di organizzazione (Art. 2, comma 1, L.R. n. 26/2007 e s.m.i.), approvato dalla
G.R. nella seduta del 31/3/2009;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2010) 1164
del 26/2/2010 che ha approvato la revisione del Programma di
Sviluppo Rurale Calabria 2007/2013, di cui la Giunta Regionale
ha preso atto con Delibera n. 696 del 29/10/2010;
— la Comunicazione della Commissione Europea n. Ref.
Ares (2012) 281476 – 9/3/2012 che approva la quarta versione
del PSR Calabria 2007-2013;
— la D.G.R. n. 270 del 29 luglio 2013 con la quale è stato
designato il dott. Alessandro Zanfino «Autorità di Gestione del
Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Calabria»;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 175 del 26/4/2012 di
«Adozione della versione del PSR Calabria 2007-2013, accettata
dalla Commissione Europea con Comunicazione n. Ref. ARES
(2012) 281476 del 9/3/2012»;
— il Reg. (CE) n. 1290/2005 del Consiglio del 21 giugno
2005 relativo al finanziamento del Politica Agricola Comune in
base ai principi di cui al relativo art. 22;
— la Delibera del Consiglio Regionale n. 205 del 23 luglio
2012 di «Adozione della revisione del PSR Calabria 2007-2013,
accettata dalla Commissione Europea con Comunicazione n.
Ref. Ares (2012) 281476 del 9/3/2012»;
— il Reg. (CE) n. 1320/2006 della Commissione del 5 settembre 2006 recante disposizioni per la transizione al regime di
sostegno allo Sviluppo Rurale istituito dal Reg. (CE) n. 1698/
2005;
— il Reg. (CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR);
— il Reg. (CE) n. 885/2006 della Commissione del 21 giugno
2006 recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1290/
2005 del Consiglio per quanto riguarda il riconoscimento degli
organismi pagatori e di altri organismi dei conti FEAGA e
FEASR;
— la Decisione di Esecuzione della Commissione del 25/1/
2013 n. CCI 2007 IT 06 RPO 018 che approva la revisione del
programma di sviluppo rurale della Regione Calabria per il periodo di programmazione 2007-2013 e modifica la decisione
della Commissione C (2007) 6007 del 29/11/2007 recante approvazione del programma di sviluppo rurale;
— il protocollo d’intesa del 4 settembre 2009 tra la Regione
Calabria e ARCEA – Agenzia Regione Calabria per le erogazioni
in agricoltura – con il quale l’Agenzia Regionale è stata incaricata, a far data dal suori conoscimento, quale Organismo Pagatore per la gestione delle domande di pagamento nell’ambito del
Programma di Sviluppo Rurale Calabria 2007/2013;
— il Reg. (CE) n. 1974/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006 recante disposizioni di applicazione del Reg.(CE)
n. 1698/2005 sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del
Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR);
— la Mis. 5.1. l del PSR Calabria 2007-2013, che prevede, tra
l’altro, di fornire gli strumenti operativi per il funzionamento e la
gestione del programma attraverso il potenziamento delle strutture coinvolte e il sostegno alle iniziative direttamente connesse
alla sua attuazione;
— il Reg. (CE) n. 1975/2006 della Commissione del 7 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio per quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le
misure di sostegno dello sviluppo rurale;
— le «Linee guida sull’ammissibilità delle spese relative allo
sviluppo rurale e a interventi analoghi» elaborate dal MIPAF –
Dipartimento delle politiche competitive del mondo rurale e
della qualità, Direzione generale della competitività per lo sviluppo rurale;
— Reg. (UE) N. 65/2011 della Commissione del 27 gennaio
2011 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento
(CE) n. 1698/2005 del Consiglio per quanto riguarda l’attuazione
delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure
di sostegno dello sviluppo rurale ed abrogazione, con effetto dal
1 gennaio 2011, del Reg. (CE) n. 1975/2006;
CONSIDERATO che per l’espletamento delle funzioni degli
uffici della segreteria tecnica dell’Autorità diGestione del PSR
Calabria 2007-2013, è necessario procedere all’acquisto di cancelleria, carta per fotocopia e cartucce toner indicati all’allegato
«A» al presente decreto per un per una spesa stimata non superiore ad c 4.000,00 oltre IVA;
4394
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
RITENUTO, pertanto, dover procedere, ai sensi dell’art. 11,
comma 2, del D.Lgs 163/2006 e s.m.i., all’avvio del procedimento a contrarre per l’acquisto dei materiali di cui all’allegato
al presente decreto, facendo ricorso ad un affidamento diretto, ai
sensi dell’art. 125, comma 11, del Codice dei Contratti Pubblici,
tramite il mercato elettronico acquistinrete.pa;
— approvare, l’avvio del procedimento a contrarre per l’individuazione di un fornitore per l’acquisto dei materiali di cui all’allegato «A» al presente decreto, facendo ricorso ad un affidamento diretto, ai sensi dell’art. 125, comma 11, del Codice dei
Contratti Pubblici, tramite il mercato elettronico acquistinrete.pa;
RILEVATO che dal presente atto non deriva alcun impegno di
spesa a carico del Bilancio Regionale, attesoche agli oneri derivanti dall’attuazione del presente decreto si farà fronte con le
risorse della Misura 511 «Assistenza Tecnica» del PSR Calabria
2007-2013 e del fondo speciale IVA gestito dall’OP ARCEA;
— dare atto che la spesa derivante dal presente decreto, stimata in c 4.000,00 oltre IVA, non grava sul bilancio regionale,
atteso che ad essa si farà fronte con le risorse della Misura 511
«Assistenza Tecnica» del PSR Calabria 2007-2013 e del Fondo
Speciale IV A gestite dall’Organismo Pagatore ARCEA;
Su proposta dell’Autorità di Gestione del PSR Calabria 2007/
2013, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta dalla struttura interessata nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità
degli atti resa dal Dirigente preposto alla struttura medesima;
DECRETA
— nominare quale responsabile del procedimento il funzionario Italo Iiritano;
Il presente decreto sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale
della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Per quanto esposto in premessa, parte integrante e sostanziale
del presente decreto di:
Il Dirigente Generale
Prof. Giuseppe Zimbalatti;
Allegato «A»
N
Descrizione
200
Risme Carta 80gr. F.To A4
10
RISME Carta 80 Gr. F.To A3
6
Cartucce Toner Originali Samsung ML1640 MLT1082
6
Cartucce Toner Originali Samsung ML 1660 MLT 1042
4
Cartucce Toner Originali HP Laser JET 1300
4
Cartucce Toner Originali Epson Aculaser C1100 Nero
2
Cartucce Toner Originali Epson Aculaser C1100 – Kit Completi (Nero, Ciano, Magenta e Giallo)
3
Fotoconduttore Epson Aculaser C1100
20
Raccoglitori con Anelli Dorso 8
500
Buste A Perforazione Universale
DECRETO n. 14751 del 28 ottobre 2013
Parere favorevole con prescrizioni nei riguardi forestali e
idrogeologici – Proponente: Eolica Sud Srl – per mutamento
di destinazione d’uso – Opere Costruttive - Variante Aerogeneratore 36 in ambiti: Parco Eolico San Sostene – nel Comune di San Sostene (CZ) su terreni vincolati.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 recante
«norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta Regionale e sulla Dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
VISTA la D.G.R. n. 387 del 17/5/2010 ed il successivo
D.P.G.R. n. 133 del 21/5/2010 con i quali è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione il Prof. Giuseppe Zimbalatti;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante «adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7 /96 e dal Dlgs.
29 /93 e successive integrazioni e modificazioni»;
VISTO il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente
della G .R. recante «separazione dell’attività amministrativa in
indirizzo e di controllo da quella di gestione»;
VISTO:
— il R.D. 30/12/1923 n. 3267 e il R.D. 16/5/1926 n. 1126;
— l’art. 21 del R.D.L. 16/5/1926 n. 1126;
— il D.P.R. n. 11/1972 e il D.P.R. n. 616/1977;
— il D. Lgs. 18 maggio 2001, n. 227;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— il D. Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 Codice dei beni culturali
e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio
2002, n. 137;
— il D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia;
— la D.G.R. n. 267 /08;
— la D.G.R. n. 218 del 20/5/2011 concernente l’approvazione delle nuove Prescrizioni di Massima e di Polizia ForestaleVincolo idrogeologico;
— la L.R. 34/02 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
PREMESSO CHE:
— agli atti al n. 23294 del 20/1/2012, la Srl Eolica Sud (CZ)
ha richiesto il rilascio del Nulla Osta Idrogeologico per la realizzazione di un opere costruttive – «Variante Sostanziale alla posizione dell’aerogeneratore n. 36» – nel Comune di San Sostene da
eseguire nel terreno riportato in catasto al Foglio di mappa n. 29,
particella 68 e foglio di mappa n. 26, particella 131 (ex 71);
— l’istanza, unitamente al progetto, è stata pubblicata all’albo pretorio del Comune di San Sostene (CZ) dal 4/9/2012 al
19/9/2012 senza osservazioni e/o opposizioni;
RILEVATO che la competente struttura dipartimentale, sulla
base degli elaborati progettuali a firma dell’ing. Saverio Pagliuso
e degli elaborati geologici a firma del geologo dott. Pasquale
Greco, ha proposto, con nota prot. 84886 dell’11/3/2013 la trasformazione del terreno in altra destinazione d’uso;
VISTO l’art. 14, comma 1 lettera b dell P.M.P.F. approvate con
D.G.R. n. 218 del 20/5/2011 e pubblicate sul BUR n. 12 del 1/7/
2011;
RITENUTA accoglibile la proposta e, di conseguenza, esprimere il Nulla Osta di competenza;
Su proposta del Dirigente del Settore 5, formulata a seguito
dell’istruttoria compiuta dal competente servizio, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal Dirigente
medesimo;
DECRETA
Per le motivazioni specificate in premessa che formano parte
integrante e sostanziale del presente atto, ritenendosi, in questa
parte, riportate e trascritte:
1. Di esprime Nulla-Osta nei riguardi forestali ed idrogeologici inerenti al mutamento di destinazione d’uso dei terreni sottoposti a vincolo idrogeologico, per la trasformazione della destinazione dei terreni in Agro del Comune di San Sostene (CZ) e
riportato in catasto al Foglio di mappa n. 29, particella 68 e foglio di mappa n. 26, particella 131 (ex 71);
4395
scorrimento sotterraneo da tutta l’area di progetto, fino agli impluvi naturali e/o alla rete comunale. Dovranno quindi essere
realizzate le opportune opere accessorie atte ad eliminare qualsiasi interazione negativa del sistema opera-terreno;
b) i movimenti terra devono essere contenuti al minimo indispensabile, i fronti di scavo devono essere verificati ai sensi del
DM 11/3/1988 e s.m.i.;
c) nella fase esecutiva dovranno essere poste in essere tutte le
raccomandazioni e prescrizioni fomite e/ o desumibili dalla relazione geologica costitutiva del progetto segnato a margine e deve
essere tenuto conto, comunque, delle disposizioni recate dal
D.M. LL.PP. 11/3/1988 a dal D.M. 14/1/2008 al fine di garantire
per stabili livelli di sicurezza la pubblica incolumità;
d) i lavori dovranno essere eseguiti secondo il progetto presentato a firma del progettista ing. Saverio Pagliuso, adottando i
criteri contenuti nella relazione geologica a firma del geologo
dott. Pasquale Greco;
e) e dovrà essere adottato ogni criterio atto ad evitare qualsivoglia turbamento all’assetto idrogeomorfologico, attraverso
metodologie di coltivazione idonee a garantire condizioni ottimali di stabilità nelle zone d’intervento e, per adeguati livelli di
sicurezza, la pubblica e privata incolumità;
f) al fine di prevenire fenomeni di dilavamento, ruscellamento
ed eccessive infiltrazioni che contribuirebbero a turbare le condizioni di equilibrio idrogeologico, si dovrà provvedere, su tutta
l’area d’interesse, alla regimazione ed allo smaltimento verso gli
impluvi naturali esistenti delle acque meteoriche e profonde, mediante l’esecuzione di opportune opere di raccolta, canalizzazione e drenaggio;
g) possibili accumuli temporanei di materiale di risulta dovranno essere stoccati in aree prive di vegetazione, rispettando
distanze di assoluta sicurezza da incisioni fluviali, orli di terrazzi, eventuali cigli di distacco e dai confini di aree instabili, in
dissesto o in erosione;
h) possibili accumuli temporanei di materiale di risulta dovranno essere stoccati in aree prive di vegetazione, rispettando
distanze di assoluta sicurezza da incisioni fluviali, orli di terrazzi, eventuali cigli di distacco e dai confini di aree instabili, in
dissesto o in erosione. Lo stesso materiale, qualora non susseguentemente utilizzato nell’area di intervento, dovrà essere conferito in discarica autorizzata in conformità con quanto stabilito
dall’Ordinanza n. 1495 del 3/7/2001 del Commissario Delegato
per l’Emergenza Ambientale;
i) nell’esecuzione degli interventi dovrà essere inoltre adottata ogni cautela necessaria a scongiurare danni a persone od a
cose dei quali la società proponente resterà comunque responsabile tenendo altresì sollevata la Regione Calabria da ogni controversia o rivendicazione da parte di terzi;
2. Il presente Nulla Osta è subordinato al rispetto, da parte
della proponente nonché da parte della DD.LL di modalità di
esecuzione dei lavori idonei ad evitare che, per effetto delle
forme di utilizzazione, i terreni sottoposti a vincolo per scopi
idrogeologici, possano con danno pubblico, subire la loro denudazione, perdere la loro stabilità e/o provocare il perturbamento
del regime delle acque e, dovranno essere usati tutti gli accorgimenti utili a prevenire franamenti ed accumuli di materiale di
risulta, si prescrivono nei confronti della Società Eolica Sud le
seguenti condizioni;
k) ove si rendessero necessarie varianti in corso d’opera il
proponete dovrà darne comunicazione scritta all’Area Territoriale Centrale di Catanzaro Gestione Vincolo Idrogeologico,
prima della loro realizzazione;
a) gli interventi di natura idraulica dovranno garantire l’allontanamento delle acque di ruscellamento, di infiltrazione e di
l) il presente provvedimento, corredato degli elaborati tecnici
vistati nonché di ogni altro titolo abilitativo dovrà essere custo-
j) la Società proponente provveda a picchettare a propria cura
e spese l’area d’intervento con la posa di picchetti ben visibili o
da termini lapidei, con vincolo di non rimuovere i picchetti stessi,
al fine di una facile individuazione;
4396
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
dito sui luoghi dei lavori dal soggetto autorizzato a eseguire gli
interventi, a disposizione delle Autorità preposte in caso di controlli;
3. Il presente atto è emesso nei soli riguardi forestali e idrogeologici, lascia impregiudicati i diritti di terzi e dei proprietari
dei terreni destinatari di intervento che debbono essere salvaguardati, riservati e rispettati o quanto possa essere disposto da
altri Enti, Organismi o Amministrazioni statali, regionali, provinciali e comunali in materia urbanistica, paesaggistica, ambientale e sanitaria. La messa in opera dei movimenti di terra
necessari per la realizzazione delle opere costruttive di cui alla
proposta progettuale, quindi, è condizionata all’ottenimento, ove
necessario, di pareri, concessioni, autorizzazioni, licenze, nulla
osta, permessi e assensi comunque denominati;
4. Di disporre la pubblicazione del presente provvedimento
sul BUR e di notificarlo all’interessato e inviato al comune di.
San Sostene (CZ) per essere pubblicato all’Albo Pretorio per 15
giorni consecutivi. Altresì per quanto di competenza al Corpo
Forestale dello Stato – Coordinamento Provinciale di Catanzaro;
5. Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso in
sede giurisdizionale innanzi al TAR della Calabria da chiunque
ne abbia legittimo interesse, entro 60 giorni dalla data di pubblicazione sul BURC e, entro 120 giorni dalla stessa data, ricorso al
Capo dello Stato.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Prof. Giuseppe Zimbalatti
VISTI:
— il Reg. (CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio e s.m.i., sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del
Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR);
— il Reg.(CE) n. 65/2011 del 27 gennaio 2011 della Commissione, recante modalità di applicazione del Reg.(CE) n. 1698/
2005 per quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale;
— il Reg.(CE) n. 1974/2006 del 15 dicembre 2006 della
Commissione e s.m.i. recante disposizioni di applicazione del
Reg. (CE) n. 1698/2005 sul sostegno allo Sviluppo Rurale da
parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale
(FEASR);
— il Reg.(CE) n. 885/2006 della Commissione del 21 giugno
2006 recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1290/
2005 del Consiglio per quanto riguarda il riconoscimento degli
organismi pagatori e di altri organismi dei conti FEAGA e
FEASR;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2007) 6007
del 29 novembre 2007 di approvazione del P.S.R. 2007/2013
della Regione Calabria, presupposto necessario per l’operatività
degli interventi;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 760 del 12 dicembre
2007 di adozione del P.S.R. Calabria 2007/2013 a seguito approvazione della Commissione Europea con decisione n. C (2007)
6007 del 29 novembre 2007;
— la Delibera del Consiglio Regionale della Calabria n. 240
del 18 marzo 2008 di approvazione del P.S.R 2007/2013;
DECRETO n. 14752 del 28 ottobre 2013
— la Legge Regionale 17 agosto 2005 n. 13, istitutiva dell’Organismo Pagatore ARCEA;
PSR Calabria 2007-2013 – Misure F e 2.1.4 – Presa d’atto e
autorizzazione alla corresponsione di benefici.
— il protocollo di intesa del 4 settembre 2009 che regola i
rapporti tra la Regione Calabria e l’ARCEA per la gestione delle
domande di aiuto e di pagamento del PSR 2007-2013;
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la LR. n. 7 del 13 maggio1996 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di Dirigente Generale;
— le Delibere di Giunta Regionale n. 155 del 31 marzo 2009
e 222 del 15 marzo 2010 di approvazione, in recepimento dei
DM in materia, delle riduzioni ed esclusioni per violazioni di
impegni connessi con la concessione dei contributi e gravanti sui
beneficiari delle misure del PSR;
CONSIDERATO:
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante: «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla LR. n. 7 del 13/5/1996
e dal D.Lgs n. 29/93» e successive modifiche ed integrazioni;
— che, al fine di procedere alla predisposizione degli elenchi
di pagamento sono state attivate le funzioni di istruttoria, revisione ed autorizzazione alla liquidazione delle domande di aiuto
secondo le procedure disposte da AGEA, con l’individuazione
dei ruoli e dei funzionari responsabili delle singole operazioni;
VISTO l’art. 1 del D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 relativo
alla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione, come modificato con D.P.G.R. n.
206 del 15/12/2000;
— che, ai fini dell’effettiva liquidazione e per i successivi
adempimenti di competenza, gli elenchi di che trattasi sono stati
trasmessi all’Organismo Pagatore regionale ARCEA, istituito
dalla Regione Calabria ai sensi dell’art. 3, comma 4, del D.Lgs
165/1999;
VISTA la LR. n. 34 del 12 agosto 2002 e successive modifiche
ed integrazioni e ritenuta la propria competenza;
VISTI la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013 ed il successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3 giugno 2013 con i quali il Prof. Giuseppe
Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento
n. 6, Agricoltura Foreste e Forestazione;
RITENUTO di dover prendere atto ed approvare gli elenchi
regionali di pagamento afferenti l’Asse 2 misure F e 2.1.4 del
PSR Calabria 2007-2013, così come generati dal SIAN (Sistema
Informativo Agricolo Nazionale) attraverso l’attivazione delle
apposite procedure e funzionalità, trasmessi all’Organismo Pagatore regionale ARCEA per il seguito di competenza e di seguito trascritti:
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Misura
Annualità
Protocollo
Ditte
inserite
F
2008
AGEA. ASR. 2013.0589453
1
487,23
F
2009
AGEA. ASR.2013 .0589456
2
3.2047,16
214
2008
AGEA. ASR. 2013.0589463
1
1.386,00
214
2009
AGEA. ASR. 2013.0589468
3
6.048,13
214
2010
ARCEA. ASR. 2013.0048844
25
76.493,15
214
2011
ARCEA. ASR. 2013.0048850
117
311.907,45
214
2012
ARCEA. ASR. 2013.0048862
671
1.640.734,43
214
2012 HC
ARCEA. ASR. 2013.0048866
2
10.456,14
214
2008
AGEA. ASR. 2013.0500553
1
1.786,05
214
2009
AGEA. ASR. 2013.0500560
6
13.007.10
214
2010
ARCEA. ASR. 2013.0044664
19
30.532,26
214
2011
ARCEA. ASR. 2013.0044668
64
159.557,05
214
2012
ARCEA. ASR. 2013.0044669
645
1.433.724,95
SU proposta del Dirigente del Servizio 8, formulata alla
stregua dell’istruttoria compiuta dalla struttura dipartimentale
competente, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal medesimo Dirigente;
TENUTO CONTO che non ricorrono i casi previsti dalla circolare n. 25/AdG del 26/3/2009 per la richiesta di parere preventivo dell’Autorità di Gestione;
4397
Importo c
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono
integralmente richiamate e trascritte:
— di prendere atto dei seguenti elenchi regionali di pagamento afferenti l’Asse 2 misure F e 2.1.4 del PSR Calabria 20072013, così come generati dal SIAN (Sistema Informativo Agricolo Nazionale) attraverso l’attivazione delle apposite procedure
e funzionalità:
Misura
Annualità
Protocollo
Ditte
inserite
F
2008
AGEA. ASR. 2013.0589453
1
487,23
F
2009
AGEA. ASR.2013 .0589456
2
3.2047,16
214
2008
AGEA. ASR. 2013.0589463
1
1.386,00
214
2009
AGEA. ASR. 2013.0589468
3
6.048,13
214
2010
ARCEA. ASR. 2013.0048844
25
76.493,15
214
2011
ARCEA. ASR. 2013.0048850
117
311.907,45
214
2012
ARCEA. ASR. 2013.0048862
671
1.640.734,43
214
2012 HC
ARCEA. ASR. 2013.0048866
2
10.456,14
214
2008
AGEA. ASR. 2013.0500553
1
1.786,05
214
2009
AGEA. ASR. 2013.0500560
6
13.007.10
214
2010
ARCEA. ASR. 2013.0044664
19
30.532,26
214
2011
ARCEA. ASR. 2013.0044668
64
159.557,05
214
2012
ARCEA. ASR. 2013.0044669
645
1.433.724,95
Importo c
4398
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— di approvare gli elenchi di che trattasi, già trasmessi per il
seguito di competenza all’Organismo Pagatore regionale
ARCEA, istituito dalla Regione Calabria ai sensi dell’art. 3,
comma 4, del D.Lgs 165/1999;
— di pubblicare il presente atto sul Bollettino Ufficiale della
Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Giuseppe Zimbalatti
RILEVATO:
CHE con nota n. 1500 del 6/8/2013, acclarata al protocollo di
questo Dipartimento al n. di protocollo 270259 del 22/8/2013, il
Consorzio trasmetteva gli atti di contabilità finale dei lavori, autorizzati con Decreto n. 14855 del 18/10/2012;
CHE gli atti di contabilità finale sono stati approvati con Deliberazione della Deputazione Amministrativa n. 60 del 30/7/
2013 per come di seguito riportato:
c
54.793,94
Spese Generali 2% Ex art. 92 D.lgs 163/06 c
1.095.88
Importo Lavori e Oneri di Sicurezza
DECRETO n. 14821 del 28 ottobre 2013
Spese Generali 13% forfetizzate
c
7.123,21
D.G.R 213 del 4/5/2012 – L.R. 26/75 art. 2. Lavori per il
ripristino delle Opere Pubbliche di Bonifici ricadenti nel
comprensorio, redatta dal Consorzio di Bonifica Alto Jonio
Reggino. Trasferimento della somma di c 63.000,00.
Totale in Cifra Tonda
c
63.000,00
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 recante:
«norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta Regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’articolo 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente
con funzioni di Dirigente Generale;
CHE l’importo del presente Stato Finale di c 63.000,00 trova,
allo stato, capienza nella somma di c 63.000,00 assentita al Consorzio di Bonifica Alto Jonio Reggino, con sede in Roccella Jonica, con la DGR 213 del 4/5/2012 – Impegno n. 3471/2012 Sub Impegno n. 470/2012;
VISTA la L.R. 31/75 e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la L.R. 08/02 in particolare l’art. 43;
VISTO il D.lgs 163/2006 e ss.mm.ii;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno.1999 recante: «adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7/96 e dal D.
Lgs. 29/93 e successive integrazioni e modificazioni»;
VISTO il Decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente
della Regione recante: «separazione dell’attività amministrativa
di indirizzo e di controllo da quella di gestione»;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013 con la quale è stato
nominato il Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste, Forestazione;
VISTO il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 74
del 3/6/2013 con il quale è stato assegnato l’incarico di Dirigente
Generale del Dipartimento n. 6;
VISTA la Legge Regionale n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la
propria competenza;
VISTA la L.R. n. 70 del 27/12/2012 di approvazione del Bilancio Regionale per l’anno finanziario 2013;
CHE con D.G.R. n. 213 del 4/5/2012 veniva approvato per
l’anno 2012 il programma degli interventi di cui all’art. 2 della
L.R. 26n5 e ripartita ai Consorzi di Bonifica della Regione le
relative somme;
CHE al Consorzio di Bonifica Alto Jonio Reggino, con sede in
Roccella Jonica, veniva assentita la somma di c 63.000,00;
CHE con DDG n. 14855 del 18/10/2012, veniva approvala la
perizia dei lavori per il ripristino delle OO.PP. ricadenti nel comprensorio, redatta dal Consorzio di Bonifica Alto Jonio Reggino
con sede in Roccella Jonica di c 63.000,00 ed assunto il relativo
Impegno n. 3471 dell’1/8/2012;
VISTO il D.P.R. n. 207 del 5/10/2010;
VISTA la D.G.R. n. 213 del 4/5/2012;
DATO ATTO:
CHE le somme dovute da questo Dipartimento al Consorzio di
Bonifica Alto Jonio Reggino, con sede in Roccella Jonica, vengono corrisposte per la realizzazione di opere pubbliche;
CHE il Consorzio di Bonifica Alto Jonio Reggino, con sede in
Roccella Jonica, agisce in rapporto concessorio o di delega amministrativa della Regione e le somme trasferite non appartengono alla disponibilità dello stesso e quindi non pignorabili
presso la Regione;
VISTO il pare fornito del Comitato Giuridico Consultivo della
Giunta Regionale del 24/10/2008 rimesso con nota del Segretariato Generale n. 906 del 27/10/2008 i cui contenuti vengono
integralmente richiamati nel presente Decreto;
RITENUTO che in virtù della citata nota del Segretariato Generale e del parere del Comitato Giuridico Consultivo della
Giunta Regionale la presente liquidazione non rientra fra quelle
oggetto di interrogazione nei confronti dell’Equitalia S.p.A. trattandosi di trasferimenti e non di pagamenti;
RITENUTO che in virtù della circolare prot. n. 10960 del 7/6/
2010 per il trasferimento in oggetto, non trova applicazione la
legge 13/8/2010 n. 136;
VISTA la scheda contabile, proposta di impegno n. 06 - 1015/
2013 generata telematicamente e allegata al presente atto;
TENUTO CONTO che sussistono le condizioni di cui all’art.
45 della L.R. 08/02;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
SU PROPOSTA del Dirigente del Settore Competente, eseguita alla stregua degli atti richiamati, nonché dalla espressa dichiarazione di regolarità del presente provvedimento resa dal Dirigente medesimo;
4399
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013 con la quale è stato
nominato il Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste, Forestazione;
DECRETA
VISTO il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 74
del 3/6/2013 con il quale è stato assegnato l’incarico di Dirigente
Generale del Dipartimento n. 6;
Per le motivazioni specificate in premessa, che formano parte
integrante e sostanziale del presente atto, ritenendosi in questa
parte, riportate e trascritte;
VISTA la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria
competenza;
Di prendere atto del contenuto, degli atti di contabilità finale
dei lavori in premessa, dell’importo di c 63.000,00 approvati con
Deliberazione della deputazione Amministrativa n. 60 del 30/7/
2013;
Di trasferire al Consorzio di Bonifica Alto Jonio Reggino, con
sede in Roccella Jonica, la somme di c 63.000,00 facendola gravare sul Capitolo 2231202- Impegno n. 3471 dell’1/8/2012,
giusto DDG n. 14855 del 18/10/2012;
Di attestare che, ai sensi e per gli effetti della circolare n.
23190 del 20/1/2012 che la somma di cui sopra, trova copertura
finanziaria sul Capitolo 2231202, sull’impegno n. 3471/2012 Sub Impegno n. 470/2012;
Di attestare che si sono realizzate le condizioni stabilite dall’articolo 45 della L.R. 08/2002;
Di notificare il presente atto ai soggetti interessati per i conseguenti adempimenti;
Il presente Decreto sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale
della Regione Calabria
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Prof. Giuseppe Zimbalatti
DECRETO n. 14822 del 28 ottobre 2013
D.G.R. 119 del 22/4/2013 – L.R. 26/75 art. 2. Approvazione
perizia dei lavori per il ripristino delle OO.PP. di bonifica
ricadenti nel comprensorio, redatta dal Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino Ex Lao
Scalea, con sede in Scalea (CS) dell’importo c 35.934,00.
VISTA la L.R. n. 70 del 27/12/2012 di approvazione del Bilancio Regionale per l’anno finanziario 2013;
CHE con D.G.R. n. 119 del 22/4/2013, ai sensi della L.R.
26/75, ai Consorzi di Bonifica della Regione Calabria è stata
ripartita la somma di c 560.000,00 quale contributo per interventi nel settore delle infrastrutture rurali e delle opere pubbliche
di bonifica – Esercizio 2013;
CHE al Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini del Tirreno
Cosentino Ex Lao Scalea, con sede in Scalea (CS), veniva assentita la somma di c 67.200,00;
CHE con nota n. 5658 del 19/8/2013, il predetto Consorzio
trasmetteva la perizia dei lavori di ripristino delle 00.PP. di bonifica ricadenti nel comprensorio, dell’importo di c 35.934,71 approvata con Deliberazione Commissariale n. 818 del 19/7/2013,
ripartita come segue:
A) Lavori in Amm.ne Diretta
c
30.785,79
B) Oneri di sicurezza
c
461,79
C) Spese Generali 10%
c
3.124,76
D) Imprevisti
c
1.562,38
Totale Generale in C. Tonda
c
1.562,38
CHE l’importo della perizia di cui sopra trova, allo stato capienza nella somma di c 67.200,00 assentita al Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino Ex Lao Scalea,
con la D.G.R. n. 119 del 22/4/2013 – Impegno n. 2583 del 30/4/
2013 – giusto DDG n. 11025 del 31/7/2013;
VISTA la L.R. 31/75 e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la L.R. 08/02 in particolare l’art. 43;
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 recante:
«norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta Regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’articolo 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente
con funzioni di Dirigente Generale;
VISTO il D.lgs 163/2006 e ss.mm.ii;
VISTO il D.P.R. n. 207 del 5/10/2010;
VISTA la D.G.R. n. 119 del 22/4/2013;
VISTO il DDG n. 11025 del 31/7/2013;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante: «adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7/96 e dal D.Lgs.
29/93 e successive integrazioni e modificazioni»;
VISTO il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente
della Regione recante: «separazione dell’attività amministrativa
di indirizzo e di controllo da quella di gestione»;
RITENUTO opportuno procedere all’approvazione del progetto;
Su Proposta del Dirigente del Settore Competente, eseguita
alla stregua degli atti richiamati, nonché dalla espressa dichiarazione di regolarità del presente provvedimento resa dal Dirigente
medesimo;
4400
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETA
Per le motivazioni specificate in premessa, che formano parte
integrante e sostanziale del presente atto, ritenendosi in questa
parte, riportate e trascritte;
Di approvare, ai sensi dell’art. 2 della L.R. 26/75, la perizia
che prevede i lavori di ripristino delle OO.PP. di bonifica ricadenti nel comprensorio dell’importo di c 35.934,00 redatta dal
Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino
Ex Lao Scalea, con sede in Scalea (CS), ripartita come in premessa;
Di affidare la concessione dei lavori al C.B. Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino Ex Lao Scalea, con sede in Scalea
(CS) e che provvederà alla esecuzione dei lavori in Amministrazione Diretta, con l’obbligo di adottare le procedure di cui al
D.lgs 163/06 e successive modifiche ed integrazioni ed al DPR
2007/2010;
Di dichiarare le opere di pubblica utilità ed i relativi lavori
urgenti ed indifferibili ai sensi delle leggi vigenti in materia;
Di fare obbligo al Consorzio di Bonifica di concludere i lavori
entro 12 mesi decorrenti dalla data del presente atto;
Di fare obbligo al C.B. medesimo di provvedere a tutte le incombenze attinenti le realizzazioni delle opere, quali il rilascio di
visti, e/o permessi prescritti dalle normative regionali, statali e
comunitarie;
Di dare atto che si procederà alla liquidazione delle somme al
C.B. Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino Ex Lao Scalea,
sulla base degli stati d’avanzamento dei lavori e per le spese
generali secondo il disposto dell’art. 4 della DGR n. 119 del 22/
4/2013 – Impegno n. 2586 del 30/4/2013 – giusto DDG n. 11025
del 31/7/2013;
Di attestare che, ai sensi e per gli effetti della circolare n.
23190 del 20/1/2013 che la somma di cui sopra trova copertura
finanziaria sul capitolo di bilancio n. 2231202 – Impegno n. 2583
del 30/4/2013 – giusto DDG n. 11025 del 31/7/2013;
Di notificare il presente atto ai soggetti interessati per i conseguenti adempimenti;
Il presente Decreto sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale
della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Prof. Giuseppe Zimbalatti
DECRETO n. 14823 del 28 ottobre 2013
D.G.R. 119 del 22/4/2013 – L.R. 26/75 art. 2. Approvazione
perizia dei lavori per il ripristino delle OO.PP. di bonifica
ricadenti nel comprensorio, redatta dal Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino Ex Lao
Scalea, con sede in Scalea (CS) dell’importo c 31.271,00.
Giunta Regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’articolo 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente
con funzioni di Dirigente Generale;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21giugno1999 recante:«adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7/96 e dal D.Lgs.
29/93 e successive integrazioni e modificazioni»;
VISTO il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente
della Regione recante: «separazione dell’attività amministrativa
di indirizzo e di controllo da quella di gestione»;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013 con la quale è stato
nominato il Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste, Forestazione;
VISTO il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 74
del 3/6/2013 con il quale è stato assegnato l’incarico di Dirigente
Generale del Dipartimento n. 6;
VISTA la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria
competenza;
VISTA la L.R. n. 70 del 27.12.2012 di approvazione del Bilancio Regionale per l’anno finanziario 2013;
CHE con D.G.R. n. 119 del 22/4/2013, ai sensi della L.R.
26/75, ai Consorzi di Bonifica della Regione Calabria è stata
ripartita la somma di c 560.000,00 quale contributo per interventi nel settore delle infrastrutture rurali e delle opere pubbliche
di bonifica – Esercizio 2013;
CHE al Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini del Tirreno
Cosentino Ex Lao Scalea, con sede in Scalea (CS), veniva assentita la somma di c 67.200,00;
CHE con nota n. 5658 del 19/8/2013, il predetto Consorzio
trasmetteva la perizia dei lavori di ripristino delle OO.PP. di bonifica ricadenti nel comprensorio, dell’importo di c 31.271,33
approvata con Deliberazione Commissariale n. 818 del 19/7/
2013, ripartita come segue:
A) Lavori in Amm.ne Diretta
c
26.790,60
B) Oneri di sicurezza
c
401,86
C) Spese Generali 10%
c
2.719,25
D) Imprevisti
c
1.359,63
Totale Generale in C. Tonda
c
31.271,00
CHE l’importo della perizia di cui sopra trova, allo stato capienza nella somma di c 67.200,00 assentita al Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino Ex Lao Scalea,
con la D.G.R. n. 119 del 22/4/2013 – Impegno n. 2583 del 30/4/
2013 – giusto DDG n. 11025 del 31/7/2013;
VISTA la L.R. 31/75 e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la L.R. 08/02 in particolare l’art. 43;
VISTO il D.lgs 163/2006 e ss.mm.ii;
VISTO il D.P.R. n. 207 del 5/10/2010;
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la D.G.R. n. 119 del 22/4/2013;
VISTA la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 recante:
«norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
VISTO il DDG n. 11025 del 31/7/2013;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
RITENUTO opportuno procedere all’approvazione del progetto;
SU PROPOSTA del Dirigente del Settore Competente, eseguita alla stregua degli atti richiamati, nonché dalla espressa dichiarazione di regolarità del presente provvedimento resa dal Dirigente medesimo;
DECRETO n. 14826 del 28 ottobre 2013
PSR Calabria 2007-2013, Misura 5.1.1. -Affidamento alla
ditta Pasca Geom. Raffaele dei lavori di manutenzione necessari alla ridefinizione degli spazi e degli ambientidestinati ad
ospitare gli uffici della Segreteria Tecnica dell’Autorità di
Gestione delPSR Calabria 2007-2013 (CIG: ZBA0C0CAF7).
DECRETA
Per le motivazioni specificate in premessa, che formano parte
integrante e sostanziale del presente atto, ritenendosi in questa
parte, riportate e trascritte;
Di approvare, ai sensi dell’art. 2 della LR. 26/75, la perizia che
prevede i lavori di ripristino delle 00.PP. di bonifica ricadenti nel
comprensorio dell’importo di c 31.271,00 redatta dal Consorzio
di Bonifica Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino Ex Lao
Scalea, con sede in Scalea (CS), ripartita come in premessa;
Di affidare la concessione dei lavori al C.B. Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino Ex Lao Scalea, con sede in Scalea
(CS) e che provvederà alla esecuzione dei lavori in Amministrazione Diretta, con l’obbligo di adottare le procedure di cui al
D.lgs 163/06 e successive modifiche ed integrazioni ed al DPR
2007/2010;
Di dichiarare le opere di pubblica utilità ed i relativi lavori
urgenti ed indifferibili ai sensi delle leggi vigenti in materia;
Di fare obbligo al Consorzio di Bonifica di concludere i lavori
entro 12 mesi decorrenti dalla data del presente atto;
Di fare obbligo al C.B. medesimo di provvedere a tutte le incombenze attinenti le realizzazioni delle opere, quali il rilascio di
visti, e/o permessi prescritti dalle normative regionali, statali e
comunitarie;
Di dare atto che si procederà alla liquidazione delle somme al
C.B. Integrale dei Bacini del Tirreno Cosentino Ex Lao Scalea,
sulla base degli stati d’avanzamento dei lavori e per le spese
generali secondo il disposto dell’art. 4 della DGR n. 119 del 22/
4/2013 – Impegno n. 2586 del 30/4/2013 – giusto DDG n. 11025
del 31/7/2013;
Di attestare che, ai sensi e per gli effetti della circolare n.
23190 del 20/1/2013 che la somma di cui sopra trova copertura
finanziaria sul capitolo di bilancio n. 2231202 -Impegno n. 2583
del 30/4/2013 – giusto DDG n. 11025 del 31/7/2013;
Di notificare il presente atto ai soggetti interessati per i conseguenti adempimenti;
Il presente Decreto sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale
della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Prof. Giuseppe Zimbalatti
4401
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTI:
— la L.R. del 13/5/1996 n. 7 recante «norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di Dirigente Generale;
— l’art. 1 del D.P.G.R n. 354 del 24/6/99 relativo alla separazione delle attività amministrative di indirizzo e di controllo da
quelle della gestione, come modificato dal D.P.G.R. n. 206 del
12/12/2000;
— la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013 ed il successivo Decreto
Presidente della Regione n. 74 del 3 giugno 2013 con i quali è
stato conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento
Agricoltura, Foreste e Forestazione al Prof. Giuseppe Zimbalatti;
— la D.G.R. n. 270 del 29 luglio 2013 con la quale è stato
designato il doti. Alessandro Zanfino «Autorità di Gestione del
Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Calabria»;
— il Reg. (CE) n. 1290/2005 del Consiglio del 21 giugno
2005 relativo al finanziamento del Politica Agricola Comune in
base ai principi di cui al relativo art. 22;
— il Reg. (CE) n. 1320/2006 della Commissione del 5 settembre 2006 recante disposizioni per la transizione al regime di
sostegno allo Sviluppo Rurale istituito dal Reg. (CE) n. 1698/
2005;
— il Reg. (CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR);
— il Reg. (CE) n. 885/2006 della Commissione del 21 giugno
2006 recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1290/
2005 del Consiglio per quanto riguarda il riconoscimento degli
organismi pagatori e di altri organismi dei conti FEAGA e
FEASR;
— il Reg. (CE) n. 1974/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006 recante disposizioni di applicazione del Reg.(CE)
n. 1698/2005 sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del
Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR);
— il Reg. (CE) n. 1975/2006 della Commissione del 7 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio per quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le
misure di sostegno dello sviluppo rurale;
— Reg. (UE) n. 65/2011 della Commissione del 27 gennaio
2011 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento
(CE) n. 1698/2005 del Consiglio per quanto riguarda l’attuazione
4402
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure
di sostegno dello sviluppo rurale ed abrogazione, con effetto dal
1 gennaio 2011, del Reg. (CE) n. 1975/2006;
necessario procedere, attraverso l’esecuzione di piccoli interventi di manutenzione, alla ridefinizione degli spazi e degli ambienti destinati ad ospitare gli uffici sopradetti;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2007) 6007
del 29 novembre 2007 di approvazione del P.S.R. 2007/2013
della Regione Calabria, presupposto necessario per l’operatività
degli interventi;
VISTO il DDG n. 12820 del 16/9/2013 con il quale è stato
approvato, ai sensi dell’art. 11, comma 2, del D. Lgs. 163/06,
l’avvio del procedimento a contrarre per l’individuazione di un
operatore economico a cui affidare la realizzazione dei lavori di
cui sopra facendo ricorso, previa indagine di mercato, ad un affidamento diretto ai sensi dell’art. 125, comma 8, del Codice dei
Contratti Pubblici;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 760 del 12/12/2007
di adozione del P.S.R. Calabria 2007/2013 a seguito approvazione della Commissione Europea con decisione n. C (2007)
6007 del 29 novembre 2007;
— la Delibera del Consiglio Regionale della Calabria n. 240
del 18/3/2008 di approvazione del P.S.R. 2007/2013;
— il Regolamento Regionale n. 4 del 15/4/2009 – in BURC,
parte I e II, n. 7 del 16/4/2009 – relativo all’Autorità Regionale
SUA – Stazione Unica Appaltante – Regolamento di organizzazione (Art. 2, comma 1, L.R. n. 26/2007 e s.m.i.), approvato dalla
G.R. nella seduta del 31/3/2009;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2010) 1164
del 26/2/2010 che ha approvato la revisione del Programma di
Sviluppo Rurale Calabria 2007/2013, di cui la Giunta Regionale
ha preso atto con Delibera n. 696 del 29/10/2010;
— la Comunicazione della Commissione Europea n. Ref.
Ares (2012) 281476 – 9/3/2012 che approva la quarta versione
del PSR Calabria 2007-2013;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 175 del 26/4/2012 di
«Adozione della versione del PSR Calabria 2007-2013, accettata
dalla Commissione Europea con Comunicazione n. Ref. ARES
(2012) 281476 del 9/3/2012»;
— la Delibera del Consiglio Regionale n. 205 del 23 luglio
2012 di «Adozione della revisione del PSR Calabria 2007-2013,
accettata dalla Commissione Europea con Comunicazione n.
Ref. Ares (2012) 281476 del 9/3/2012»;
— la Decisione di Esecuzione della Commissione del 25/1/
2013 n. CCI 2007 IT 06 RPO 018 che approva la revisione del
programma di sviluppo rurale della Regione Calabria per il periodo di programmazione 2007-2013 e modifica la decisione
della Commissione C (2007) 6007 del 29/11/2007 recante approvazione del programma di sviluppo rurale;
CONSIDERATO che l’indagine di mercato si è svolta individuando tra le ditte che hanno proficuamente svolto lavori per
l’Economato della Regione Calabria, quella di Posca Geom. Raffaele di Catanzaro a cui è stata inviata, con nota prot. 290494, del
16/9/2013 richiesta di preventivo;
VISTO il preventivo del 28/9/2013 della ditta Posca Geom.
Raffaele, in atti, con prot. SIAR n. 330340 del 23/10/2013, per
l’importo di euro 4.393,20, oltre IVA;
CONSIDERATO, che la ditta Posca Geom. Raffaele di Catanzaro, mediante dichiarazione resa ai sensi del D.P.R. 445/2000,
ha attestato il possesso dei requisiti di cui agli artt. 38, 39, 41 e 42
del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.;
RITENUTO, pertanto, dover procedere ai sensi dell’art. 125,
comma 8, del D.lgs. 163/2006, ad affidare alla ditta Posca Geom.
Raffaele, via Lenza, 163 – 88100 Catanzaro (CZ), P.IVA
02926980794, per l’importo di c 4.393,20 (Euro Quattromilatrecentonovantatre/20), oltre IVA, l’esecuzione dei lavori di manutenzione necessari alla ridefinizione degli spazi e degli ambienti
destinati ad ospitare gli uffici della Segreteria Tecnica dell’Autorità di Gestione del PSR Calabria 2007-2013;
RILEVATO che dal presente atto non deriva alcun impegno di
spesa a carico del Bilancio Regionale, atteso che agli oneri derivanti dall’attuazione del presente decreto si farà fronte con le
risorse della Misura 511 «Assistenza Tecnica» del PSR Calabria
2007-2013 e del fondo speciale IV A gestito dall’OP ARCEA;
Su proposta dell’Autorità di Gestione del PSR Calabria 2007/
2013, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta dalla struttura interessata nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità
degli atti resa dal Dirigente preposto alla struttura medesima.
DECRETA
— il protocollo d’intesa del 4 settembre 2009 tra la Regione
Calabria e ARCEA – Agenzia Regione Calabria per le erogazioni
in agricoltura – con il quale l’Agenzia Regionale è stata incaricata, a far data dal suo riconoscimento, quale Organismo Pagatore per la gestione delle domande di pagamento nell’ambito del
Programma di Sviluppo Rurale Calabria 2007/2013;
— la Mis. 5.1. l del PSR Calabria 2007-2013, che prevede, tra
l’altro, di fornire gli strumenti operativi per il funzionamento e la
gestione del programma attraverso il potenziamento delle strutture coinvolte e il sostegno alle iniziative direttamente connesse
alla sua attuazione;
— le «linee guida sull’ammissibilità delle spese relative allo
sviluppo rurale e a interventi analoghi» elaborate dal MIPAF –
Dipartimento delle politiche competitive del mondo rurale e
della qualità, Direzione generale della competitività per lo sviluppo rurale;
CONSIDERATO che in funzione della riorganizzazione degli
uffici della Segreteria Tecnica dell’Autorità di Gestione del PSR
Calabria 2007-2013, localizzati nel Dipartimento Agricoltura, è
Per quanto esposto in premessa, parte integrante e sostanziale
del presente decreto di:
— approvare il preventivo presentato dalla ditta Posca Geom.
Raffaele, acquisito in atti con protocollo SIAR n. 330340 del
23/10/2013, per l’esecuzione dei lavori di manutenzione necessari alla ridefinizione degli spazi e degli ambienti destinati ad
ospitare gli uffici della Segreteria Tecnica dell’Autorità di Gestione del PSR Calabria 2007-2013;
— affidare, ai sensi dell’art. 125, comma 8, del D.lgs. 163/
2006, alla ditta Posca Geom. Raffaele, via Lenza, 163-88100 Catanzaro (CZ), P.IVA 02926980794, l’esecuzione dei lavori di cui
sopra, per l’importo di c 4.393,20 (Euro Quattromilatrecentonovantatre/20), oltre IVA, (CIG: ZBA0C0CAF7);
— fare gravare la spesa di c 4.393,20 (Euro Quattromilatrecentonovantatre/20), oltre IVA, sulle risorse assegnate alla misura 5.1.1. del PSR Calabria 2007-2013 e sul Fondo Speciale IV
A - costituito presso l’Organismo Pagatore ARCEA – che presentano la necessaria disponibilità;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— stabilire che in seguito alla esecuzione dei lavori e previa
verifica della regolare esecuzione, si procederà al loro pagamento, previa emissione di regolare fattura, secondo le procedure fissate dall’Organismo Pagatore;
Il presente decreto sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale
della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Prof. Giuseppe Zimbalatti
4403
2005 del Consiglio per quanto riguarda il riconoscimento degli
organismi pagatori e di altri organismi dei conti FEAGA e
FEASR;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2007) 6007
del 29 novembre 2007 di approvazione del P.S.R. 2007/2013
della Regione Calabria, presupposto necessario per l’operatività
degli interventi;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 760 del 12 dicembre
2007 di adozione del P.S.R. Calabria 2007 /2013 a seguito approvazione della Commissione Europea con decisione n. C (2007)
6007 del 29 novembre 2007;
— la Delibera del Consiglio Regionale della Calabria n. 240
del 18 marzo 2008 di approvazione del P.S.R. 2007/2013;
DECRETO n. 14827 del 28 ottobre 2013
PSR 2007-2013 -Mis.112-121 - Decreto di revoca del contributo al beneficiario Bonofiglio Marcello C.F.
BNFMCL89H26D122W domanda di aiuto n. 84750159463.
— la legge Regionale 17 Agosto 2005 n. 13, istitutiva dell’Organismo Pagatore ARCEA;
— il Protocollo d’intesa del 4 settembre 2009 che regola i
rapporti tra la Regione Calabria e l’ARCEA per la gestione delle
domande di aiuto e di pagamento del PSR 2007/20013;
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la L.R. n. 7 del 13 maggio 1996 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che
individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di
Dirigente Generale;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante: «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. n. 7 del 13/5/
1996 e dal D.Lgs n. 29/93» e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO l’art. I del D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 relativo
alla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione, come modificato con D.P.G.R. i n.
206 del 15/12/2000;
VISTA la L.R. n. 34 del 12 agosto 2002 e successive modifiche ed integrazioni e ritenuta la propria competenza;
VISTI la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013, e il successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale il Prof. Giuseppe
Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento
n. 6 «Agricoltura, Foreste e Forestazione»;
VISTI:
— le Delibere di Giunta Regionale n. 155 del 31/3/2009 e
222 del 15/3/2010 di approvazione, e recepimento dei DM in
materia, delle riduzioni ed esclusioni per violazioni di impegni
connessi con la concessione dei contributi e gravanti sui beneficiari delle misure del PSR;
VISTO il DDG n. 10100 del 24/7/2008 di approvazione del
bando per la presentazione di domande di aiuto a valere di PSR
2007/2013;
VISTO il DDG n. 7901 del 17/5/2010 di approvazione della
graduatoria definitiva della Misura 112 abbinata alla Misura 121;
PRESO ATTO:
— che all’Azienda Bonofiglio Marcello C.F.
BNFMCL89H26D122W, domanda di aiuto n. 84750159463,
collocata in posizione utile al finanziamento nella suddetta graduatoria è stato notificato, relativamente alla mis. 112, con lettera prot. 27172 del 24/6/2010 il provvedimento di concessione
di un contributo pari ad c 35.000,00 e per la mis. 121 con lettera
prot. 48476 del 22/10/2010 il provvedimento di concessione di
un contributo pari ad c 180.000,00;
— che l’Azienda ha ritrasmesso entrambe i provvedimenti di
concessione dei contributi debitamente firmati per accettazione;
CONSIDERATO:
— il Reg.(CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio e s.m.i. sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del
Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR);
— che l’Amministrazione,a seguito di domanda di pagamento corredata delle autodichiarazioni previste per la mis.112,
procedeva all’erogazione della somma di c 35.000,00;
— il Reg.(CE) n. 65/2011 del 27 gennaio della Commissione,
recante modalità di applicazione del Reg.(CE) n. 1698/2005 per
quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della
condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale;
— che Amministrazione a seguito di domanda di pagamento
corredala di polizza fidejussoria procedeva all’erogazione della
somma di c 90.000,00 quale anticipazione per la mis. 121;
— il Reg. (CE) n. 1974/2006 del 15 dicembre 2006 della
Commissione e s.m.i. recante disposizioni di applicazione del
Reg. (CE) n. 1698/2005 sul sostegno allo Sviluppo Rurale da
parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale(FEASR);
— il Reg.(CE) n. 885/2006 della Commissione del 21 giugno
2006 recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1290/
RITENUTO di dover procedere,in considerazione al mancato
rispetto della tempistica per la realizzazione delle opere ammesse
a finanziamento, alla revoca del decreto n. 7901 del 17/5/2010
mis 112-121 per la parte inerente la ditta Bonofiglio Marcello e
alla decadenza della domanda di aiuto n. 84750159463 con recupero delle somme erogate pari ad c 125.000,00;
PRESO ATTO che con nota n. 0192299 del 6/6/2013 ai sensi
degli artt. 7 e seguenti della legge 241/90, è stato notificato all’azienda Bonofiglio Marcello e, per conoscenza all’Organismo
4404
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Pagatore l’avvio del procedimento sopra descritto, concedendo
30 gg. di tempo per la presentazione di eventuali controdeduzioni o per la restituzione della somma già erogate;
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. n. 7 del 13/58/
1996 e dal D.Lgs n. 29/93» e successive modifiche ed integrazioni;
TENUTO CONTO che le controdeduzione prodotte dalla ditta
Bonofiglio Marcello sono state accolte, sospendendo il procedimento di revoca e subordinandolo alla presentazione di nuova
polizza fideiussoria e alla chiusura dei lavori entro il 31/7/2013;
VISTO l’art. 1 del D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 relativo
alla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione, come modificato con D.P.G.R. n.
206 del 15/12/2000;
RITENUTO, dover procedere alla revoca del beneficio e alla
decadenza della domanda di aiuto n. 84750159463, non avendo
la ditta Bonofiglio Marcello ottemperato a quanto sopra nei
tempi prescritti;
VISTA la L.R. n. 34 del 12 agosto 2002 e successive modifiche ed integrazioni e ritenuta la propria competenza;
TENUTO CONTO che non ricorrono i casi previsti dalla circolare n. 25/Adg del 26/3/2009 per la richiesta di parere preventivo dell’Autorità di Gestione;
VISTI la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013, e il successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale il Prof. Giuseppe
Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento
n. 6 «Agricoltura, Foreste e Forestazione»;
VISTI:
Su proposta del Dirigente del Servizio 8 formulata alla stregua
dell’istruttoria compiuta dalla struttura dipartimentale competente, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto
resa dal medesimo Dirigente;
— il Reg. (CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio e s.m.i. sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del
Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR);
DECRETA
— il Reg. (CE) n. 65/2011 del 27 gennaio della Commissione,
recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1698/2005 per
quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della
condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale;
Per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono
integralmente richiamate e trascritte:
— di procedere alla revoca del decreto n. 7901 del 17/5/2010
mis. 112-121 per la parte inerente la ditta Bonofiglio Marcello
C.F. BNFMCL89H26Dl22W e alla decadenza della domanda di
aiuto n. 84750159463;
— di trasmettere il presente atto all’ARCEA, al fine di verificare l’effettiva restituzione della somma erogata pari ad c
125.000,00 o, altrimenti, attivarne la procedura di recupero,
nonché alla ditta interessata;
— di pubblicare il presente atto sul Bollettino Ufficiale della
Regione Calabria;
È possibile ricorrere avverso il presente atto nelle sedi giudiziarie competenti, con i tempi e le modalità previsti dalla legge.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Giuseppe Zimbalatti
— il Reg. (CE) n. 1974/2006 del 15 dicembre 2006 della
Commissione e s.m.i. recante disposizioni di applicazione del
Reg. (CE) n. 1698/2005 sul sostegno allo Sviluppo Rurale da
parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale(FEASR);
— il Reg.(CE) n. 885/2006 della Commissione del 21 giugno
2006 recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1290/
2005 del Consiglio per quanto riguarda il riconoscimento degli
organismi pagatori e di altri organismi dei conti FEAGA e
FEASR;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2007) 6007
del 29 novembre 2007 di approvazione del P.S.R. 2007/2013
della Regione Calabria, presupposto necessario per l’operatività
degli interventi;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 760 del 12 dicembre
2007 di adozione del P.S.R. Calabria 2007/2013 a seguito approvazione della Commissione Europea con decisione n. C (2007)
6007 del 29 novembre 2007;la Delibera del Consiglio Regionale
della Calabria n. 240 del 18 marzo 2008 di approvazione del
P.S.R. 2007/2013;
— la legge Regionale 17 Agosto 2005 n. 13, istitutiva dell’Organismo Pagatore ARCEA;
DECRETO n. 14828 del 28 ottobre 2013
PSR 2007-2013 – Mis. 112-121 – Decreto di revoca del contributo
al
beneficiario
Rocco
Era
C.F.
RCCREA82R65C349T domanda di aiuto n. 84750143038.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la L.R. n. 7 del 13 maggio 1996 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che
individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di
Dirigente Generale;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante: «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
— il Protocollo d’intesa del 4 settembre 2009 che regola i
rapporti tra la Regione Calabria e l’ARCEA per la gestione delle
domande di aiuto e di pagamento del PSR 2007/20013;
— le Delibere di Giunta Regionale n. 155 del 31/3/2009 e
222 del 15/3/2010 di approvazione, e recepimento dei DM in
materia, delle riduzioni ed esclusioni per violazioni di impegni
connessi con la concessione dei contributi e gravanti sui beneficiari delle misure del PSR;
VISTO il DDG n. 10100 del 24/7/2008 di approvazione del
bando per la presentazione di domande di aiuto a valere di PSR
2007/2013;
VISTO il DDG n. 7901 del 17/5/2010 di approvazione della
graduatoria definitiva della Misura 112 abbinata alla Misura 121;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
PRESO ATTO:
— che all’Azienda Rocco Era C.F RCCREA82R65C349T,
domanda di aiuto n. 84750143038, collocata in posizione utile al
finanziamento nella suddetta graduatoria è stato notificato, relativamente alla mis. 112, con lettera prot. 27216 del 24/6/2010 il
provvedimento di concessione di un contributo pari ad c
35.000,00 e per la mis. 121 con lettera prot. 48513 del 22/10/
2010 il provvedimento di concessione di un contributo pari ad c
180.000,00;
— che l’Azienda ha ritrasmesso entrambe i provvedimenti di
concessione dei contributi debitamente firmati per accettazione;
4405
— di trasmettere il presente atto all’ARCEA, al fine di verificare l’effettiva restituzione della somma erogata pari ad c
123.900,00 o, altrimenti, attivarne la procedura di recupero,
nonché alla ditta interessata;
— di pubblicare il presente atto sul Bollettino Ufficiale della
Regione Calabria;
È possibile ricorrere avverso il presente atto nelle sedi giudiziarie competenti, con i tempi e le modalità previsti dalla legge.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Giuseppe Zimbalatti
CONSIDERATO:
— che l’Amministrazione,a seguito di domanda di pagamento corredata delle autodichiarazioni previste per la mis.112,
procedeva all’erogazione della somma di c 35.000,00;
DECRETO n. 14829 del 28 ottobre 2013
— che Amministrazione a seguito di domanda di pagamento
corredala di polizza fidejussoria procedeva all’erogazione della
somma di c 88.900,00 quale anticipazione per la mis. 121;
PSR 2007-2013 – Mis.112-121 – Decreto di revoca del contributo al beneficiario Mingrone Francesco C.F.
MNGFNC89B13B774N domanda di aiuto n. 84750200465.
RITENUTO di dover procedere,in considerazione al mancato
rispetto della tempistica per la realizzazione delle opere ammesse
a finanziamento, alla revoca del decreto n. 7901 del 17/5/2010
mis 112-121 per la parte inerente la ditta Rocco Era e alla decadenza della domanda di aiuto n. 84750143038 con recupero delle
somme erogate pari ad c 123.900,00;
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la L.R. n. 7 del 13 maggio 1996 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che
individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di
Dirigente Generale;
PRESO ATTO che con nota n. 0414526 del 13/12/2012, ai
sensi degli arti. 7 e seguenti della legge 241/90, è stato notificato
all’azienda Rocco Era e, per conoscenza all’Organismo Pagatore
l’avvio del procedimento sopra descritto, concedendo 30 gg. di
tempo per la presentazione di eventuali controdeduzioni o per la
restituzione della somma già erogate;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante: «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. n. 7 del 13/5/
1996 e dal D. Lgs n. 29/93» e successive modifiche ed integrazioni;
TENUTO CONTO che le controdeduzione prodotte dalla ditta
Rocco Era sono state accolte, sospendendo il procedimento di
revoca e subordinandolo alla presentazione di nuova polizza fideiussoria e alla chiusura dei lavori entro il 31/5/2013;
VISTO l’art. 1 del D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 relativo
alla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione, come modificato con D.P.G.R. n.
206 del 15/12/2000;
RITENUTO, dover procedere alla revoca del beneficio e alla
decadenza della domanda di aiuto n. 84750143038, non avendo
la ditta Rocco Era ottemperato a quanto sopra nei tempi prescritti;
VISTA la L.R. n. 34 del 12 agosto 2002 e successive modifiche ed integrazioni e ritenuta la propria competenza;
TENUTO CONTO che non ricorrono i casi previsti dalla circolare n. 25/Adg del 26/3/2009 per la richiesta di parere preventivo dell’Autorità di Gestione;
VISTI la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013, e il successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale il Prof. Giuseppe
Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento
n. 6 «Agricoltura, Foreste e Forestazione»;
VISTI:
Su proposta del Dirigente del Servizio 8 formulata alla stregua
dell’istruttoria compiuta dalla struttura dipartimentale competente, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto
resa dal medesimo Dirigente;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono
integralmente richiamate e trascritte:
— di procedere alla revoca del decreto n. 7901 del 17/5/2010
mis. 112-121 per la parte inerente la ditta Rocco Era C.F.
RCCREA82R65C349T e alla decadenza della domanda di aiuto
n. 84750143038;
— il Reg.(CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio e s.m.i. sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del
Fondo Europeo Agricolo per Io Sviluppo Rurale (FEASR);
— il Reg.(CE) n. 65/2011 del 27 gennaio della Commissione,
recante modalità di applicazione del Reg.(CE) n. 698/2005 per
quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della
condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale;
— il Reg. (CE) n. 1974/2006 del 15 dicembre 2006 della
Commissione e s.m.i. recante disposizioni di applicazione del
Reg. (CE) n. 1698/2005 sul sostegno allo Sviluppo Rurale da
parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale(FEASR);
4406
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— il Reg.(CE) n. 885/2006 della Commissione del 21 giugno
2006 recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1290/
2005 del Consiglio per quanto riguarda il riconoscimento degli
organismi pagatori e di altri organismi dei conti FEAGA e
FEASR;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2007) 6007
del 29 novembre 2007 di approvazione del P.S.R. 2007/2013
della Regione Calabria, presupposto necessario per l’operatività
degli interventi;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 760 del 12 dicembre
2007 di adozione del P.S.R. Calabria 2007/2013 a seguito approvazione della Commissione Europea con decisione n. C (2007)
6007 del 29 novembre 2007;
— la Delibera del Consiglio Regionale della Calabria n. 240
del 18 marzo 2008 di approvazione del P.S.R. 2007/2013;
— la legge Regionale 17 Agosto 2005 n. 13, istitutiva dell’Organismo Pagatore ARCEA;
TENUTO CONTO che le controdeduzione prodotte dalla ditta
Mingronc Francesco sono state accolte, sospendendo il procedimento di revoca subordinandolo alla presentazione della chiusura dei lavori entro il 31/7/2013;
RITENUTO dover procedere alla revoca del beneficio e alla
decadenza della domanda di aiuto n. 84750200465, non avendo
la ditta Mingrone Francesco ottemperato a quanto sopra nei
tempi prescritti;
TENUTO CONTO che non ricorrono i casi previsti dalla circolare n. 25/Adg del 26/3/2009 per la richiesta di parere preventivo dell’Autorità di Gestione;
Su proposta del Dirigente del Servizio 8 formulata alla stregua
dell’istruttoria compiuta dalla struttura dipartimentale competente, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto
resa dal medesimo Dirigente;
DECRETA
— il Protocollo d’intesa del 4 settembre 2009 che regola i
rapporti tra la Regione Calabria e l’ARCEA per la gestione delle
domande di aiuto e di pagamento del PSR 2007/20013;
Per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono
integralmente richiamate e trascritte:
— le Delibere di Giunta Regionale n. 155 del 31/3/2009 e
222 del 15/3/2010 di approvazione, e recepimento dei DM in
materia, delle riduzioni ed esclusioni per violazioni di impegni
connessi con la concessione dei contributi e gravanti sui beneficiari delle misure del PSR;
— di procedere alla revoca del decreto n. 7901 del 17/5/2010
mis. 112-121 per la parte inerente la ditta Mingrone Francesco
C.F. MNGFNC89B13B774N e alla decadenza della domanda di
aiuto n. 84750200465;
VISTO il DDG n. 10100 del 24/7/2008 di approvazione del
bando per la presentazione di domande di aiuto a valere di PSR
2007/2013;
— di trasmettere il presente atto all’ARCEA, al fine di verificare l’effettiva restituzione della somma erogata pari ad c
35.000,00 o, altrimenti, attivarne la procedura di recupero,
nonché alla ditta interessata;
VISTO il DDG n. 7901 del 17/5/2010 di approvazione della
graduatoria definitiva della Misura 112 abbinata alla Misura 121;
— di pubblicare il presente atto sul Bollettino Ufficiale della
Regione Calabria;
PRESO ATTO:
— che
all’Azienda
Mingrone
Francesco
C.F.
MNGFNC89B13B774N, domanda di aiuto n. 84750200465,
collocata in posizione utile al finanziamento nella suddetta graduatoria è stato notificato, relativamente alla mis. 112, con lettera prot. 27012 del 23/6/2010 il provvedimento di concessione
di un contributo pari ad c 35.000,00 e per la mis. 121 con lettera
prot. 48571 del 25/10/2010 il provvedimento di concessione di
un contributo pari ad c 180.000,00;
— che l’Azienda ha ritrasmesso entrambe i provvedimenti di
concessione dei contributi debitamente firmati per accettazione;
CONSIDERATO che l’Amministrazione,a seguito di domanda di pagamento corredata delle autodichiarazioni previste
per la mis.112, procedeva all’erogazione della somma di c
35.000,00;
È possibile ricorrere avverso il presente atto nelle sedi giudiziarie competenti, con i tempi e le modalità previsti dalla legge.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Giuseppe Zimbalatti
DECRETO n. 14830 del 28 ottobre 2013
PSR 2007-2013 – Mis.112-121 - Decreto di revoca del contributo
al
beneficiario
Gallo
Ilaria
C.F.
GLLLRI88D53H490Z domanda di aiuto n. 84750130571.
IL DIRIGENTE GENERALE
RITENUTO di dover procedere,in considerazione al mancato
rispetto della tempistica per la realizzazione delle opere ammesse
a finanziamento, alla revoca del decreto n. 7901 del 17/5/2010
mis 112-121 per la parte inerente la ditta Mingrone Francesco e
alla decadenza della domanda di aiuto n. 84750200465 con recupero delle somme erogate pari ad c 35.000,00;
PRESO ATTO che con nota n. 0170489 del 21/5/2013, ai sensi
degli arti. 7 e seguenti della legge 241/90, è stato notificato all’azienda Mingrone Francesco e, per conoscenza all’Organismo
Pagatore l’avvio del procedimento sopra descritto, concedendo
30 gg. di tempo per la presentazione di eventuali controdeduzioni o per la restituzione della somma già erogate;
VISTA la L.R. n. 7 del 13 maggio 1996 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che
individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di
Dirigente Generale;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante: «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. n. 7 del 13/5/
1996 e dal D.Lgs n. 29/93» e successive modifiche ed integrazioni;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTO l’art. 1 del D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 relativo
alla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione, come modificato con D.P.G.R. n.
206 del 15/12/2000;
VISTA la L.R. n. 34 del 12 agosto 2002 e successive modifiche ed integrazioni e ritenuta la propria competenza;
VISTI la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013, e il successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale il Prof. Giuseppe
Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento
n. 6 «Agricoltura, Foreste e Forestazione»;
4407
PRESO ATTO:
— che all’Azienda Gallo Ilaria C.F. GLLLRI88D53H490Z,
domanda di aiuto n. 84750130571, collocata in posizione utile al
finanziamento nella suddetta graduatoria è stato notificato, relativamente alla mis. 112, con lettera prot. 26734 del 22/6/2010. il
provvedimento di concessione di un contributo pari ad c
35.000,00 e per la mis. 121 con lettera prot. 48395 del 22/10/
2010 il provvedimento di concessione di un contributo pari ad c
180.000,00;
— che l’Azienda ha ritrasmesso entrambe i provvedimenti di
concessione dei contributi debitamente firmati per accettazione;
VISTI:
— il Reg.(CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio e s.m.i. sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del
Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale(FEASR);
— il Reg.(CE) n. 65/2011 del 27 gennaio della Commissione,
recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1698/2005 per
quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della
condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale;
— il Reg. (CE) n. 1974/2006 del 15 dicembre 2006 della
Commissione e s.m.i. recante disposizioni di applicazione del
Reg. (CE) n. 1698/2005 sul sostegno allo Sviluppo Rurale da
parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale(FEASR);
— il Reg.(CE) n. 885/2006 della Commissione del 21 giugno
2006 recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1290/
2005 del Consiglio per quanto riguarda il riconoscimento degli
organismi pagatori e di altri organismi dei conti FEAGA e
FEASR;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2007) 6007
del 29 novembre 2007 di approvazione del P.S.R. 2007/2013
della Regione Calabria, presupposto necessario per l’operatività
degli interventi;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 760 del 12 dicembre
2007 di adozione del P.S.R. Calabria 2007/2013 a seguito approvazione della Commissione Europea con decisione n. C (2007)
6007 del 29 novembre 2007;
— la Delibera del Consiglio Regionale della Calabria n. 240
del 18 marzo 2008 di approvazione del P.S.R. 2007/2013;
— la legge Regionale 17 Agosto 2005 n. 13, istitutiva dell’Organismo Pagatore ARCEA;
— il Protocollo d’intesa del 4 settembre 2009 che regola i
rapporti tra la Regione Calabria e I` ARCEA per la gestione delle
domande di aiuto e di pagamento del PSR 2007/20013;
— le Delibere di Giunta Regionale n. 155 del 31/3/2009 e
222 del 15/3/2010 di approvazione, e recepimento dei DM in
materia, delle riduzioni ed esclusioni per violazioni di impegni
connessi con la concessione dei contributi e gravanti sui beneficiari delle misure del PSR;
VISTO il DDG n. 10100 del 24/7/2008 di approvazione del
bando per la presentazione di domande di aiuto a valere di PSR
2007/2013;
VISTO il DDG n. 7901 del 17/5/2010 di approvazione della
graduatoria definitiva della Misura 112 abbinata alla Misura 121;
CONSIDERATO:
— che L’Amministrazione,a seguito di domanda di pagamento corredata delle autodichiarazioni previste per la mis.112,
procedeva all’erogazione della somma di c 35.000,00;
— che Amministrazione a seguito di domanda di pagamento
corredata di polizza fidejussoria procedeva all’erogazione della
somma di c 90.000,00 quale anticipazione per la mis. 121;
RITENUTO di dover procedere, in considerazione al mancato
rispetto della tempistica per la realizzazione delle opere ammesse
a finanziamento, alla revoca del decreto n. 7901 del 17/5/2010
mis 112-121 per la parte inerente la ditta Gallo Ilaria e alla decadenza della domanda di aiuto n. 84750130571 con recupero delle
somme erogate pari ad c 125.000,00;
PRESO ATTO che con nota n. 0192258 del 6/6/2013, ai sensi
degli artt. 7 e seguenti della legge 241/90, è stato notificato all’azienda Gallo Ilaria e, per conoscenza all’Organismo Pagatore
l’avvio del procedimento sopra descritto, concedendo 30 gg. di
tempo per la presentazione di eventuali controdeduzioni o per la
restituzione della somma già erogate ;
TENUTO CONTO che le controdeduzione prodotte dalla ditta
Gallo Ilaria sono state accolte, sospendendo il procedimento di
revoca, subordinandolo e alla chiusura dei lavori entro il 31/7/
2013;
RITENUTO dover procedere alla revoca del beneficio e alla
decadenza della domanda di aiuto n. 84750130571, non avendo
la ditta Gallo Ilaria ottemperato a quanto sopra nei tempi prescritti;
TENUTO CONTO che non ricorrono i casi previsti dalla circolare n. 25/Adg del 26/3/2009 per la richiesta di parere preventivo dell’Autorità di Gestione;
Su proposta del Dirigente del Servizio 8 formulata alla stregua
dell’istruttoria compiuta dalla struttura dipartimentale competente, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto
resa dal medesimo Dirigente;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono
integralmente richiamate e trascritte:
— di procedere alla revoca del decreto n. 7901 del 17/5/2010
mis. 112-121 per la parte inerente la ditta Gallo Ilaria C.F.
GLLLRI88D53H490Z e alla decadenza della domanda di aiuto
n. 84750130571;
4408
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— di trasmettere il presente atto all’ARCEA, al fine di verificare l’effettiva restituzione della somma erogata pari ad c
125.000,00 o, altrimenti, attivarne la procedura di recupero,
nonché alla ditta interessata;
— di pubblicare il presente atto sul Bollettino Ufficiale della
Regione Calabria;
È possibile ricorrere avverso il presente atto nelle sedi giudiziarie competenti, con i tempi e le modalità previsti dalla legge.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Giuseppe Zimbalatti
— il Reg.(CE) n. 885/2006 della Commissione del 21 giugno
2006 recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1290/
2005 del Consiglio per quanto riguarda il riconoscimento degli
organismi pagatori e di altri organismi dei conti FEAGA e
FEASR;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2007) 6007
del 29 novembre 2007 di approvazione del P.S.R. 2007/2013
della Regione Calabria, presupposto necessario per l’operatività
degli interventi;
— la Delibera della Giunta Regionale n. 760 del 12 dicembre
2007 di adozione del P.S.R. Calabria 2007 /2013 a seguito approvazione della Commissione Europea con decisione n. C (2007)
6007 del 29 novembre 2007;
— la Delibera del Consiglio Regionale della Calabria n. 240
del 18 marzo 2008 di approvazione del P.S.R. 2007/2013;
DECRETO n. 14831 del 28 ottobre 2013
PSR 2007-2013 -Mis.112-121 – Decreto di revoca del beneficio concesso alla ditta Favasuli Foti Giovanni C.F
FVSGNN88P10H224K, domanda di aiuto n. 84750084786.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la L.R. n. 7 del 13 maggio 1996 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che
individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di
Dirigente Generale;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante: «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. n. 7 del 13/5/
1996 e dal D.Lgs n. 29/93» e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO l’art. 1 del D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 relativo
alla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione, come modificato con D.P.G.R. n.
206 del 15/12/2000;
VISTA la L.R. n. 34 del 12 agosto 2002 e successive modifiche ed integrazioni e ritenuta la propria competenza;
VISTI la D.G.R. n. 194 del 30 maggio 2013, e il successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3 giugno 2013 con il quale il Prof. Giuseppe
Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento
n. 6 «Agricoltura, Foreste e Forestazione»;
VISTI:
— il Reg.(CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio e s.m.i. sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del
Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR);
— il Reg.(CE) n. 65/2011 del 27 gennaio della Commissione,
recante modalità di applicazione del Reg.(CE) n. 1698/2005 per
quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della
condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale;
— il Reg. (CE) n. 1974/2006 del 15 dicembre 2006 della
Commissione e s.m.i. recante disposizioni di applicazione del
Reg. (CE) n. 1698/2005 sul sostegno allo Sviluppo Rurale da
parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale
(FEASR);
— la legge Regionale 17 agosto 2005 n. 13, istitutiva dell’Organismo Pagatore ARCEA;
— il Protocollo d’intesa del 4 settembre 2009 che regola i
rapporti tra la Regione Calabria e l’ARCEA per la gestione delle
domande di aiuto e di pagamento del PSR 2007/20013;
— le Delibere di Giunta Regionale n. 155 del 31/3/2009 e
222 del 15/3/2010 di approvazione, e recepimento dei DM in
materia, delle riduzioni ed esclusioni per violazioni di impegni
connessi con la concessione dei contributi e gravanti sui beneficiari delle misure del PSR;
VISTO il DDG n. 10100 del 24/7/2008 di approvazione del
bando per la presentazione di domande di aiuto a valere di PSR
2007/2013;
VISTO il DDG n. 7901 del 17/5/2010 di approvazione della
graduatoria definitiva della Misura 112 abbinata alla Misura 121;
VISTO il DDG n. 1943 del 20/2/2012, adottato a seguito della
sentenza del TAR Calabria n. 1701/2010, che rettifica il DDG n.
7901 del 17/5/2010 per l’inserimento della ditta Favasuli Foti
Giovanni nella graduatoria definitiva della mis. 112 collegata
alla mis. 121;
PRESO ATTO:
— che all’Azienda Favasuli Foti Giovanni C.F.
FVSGNN88P10H224K, domanda di aiuto n. 84750084786, collocata in posizione utile al finanziamento nella suddetta graduatoria è stato notificato, con lettera prot. 0086223 del 9/3/2012 il
provvedimento di concessione di un contributo pari ad c
35.000,00 per la mis. 112 ed c 60.176,25 per la mis. 121;
— che l’Azienda ha ritrasmesso il provvedimento di concessione dei contributi debitamente firmato per accettazione;
RITENUTO di dover procedere,in considerazione al mancato
rispetto della tempistica per la realizzazione delle opere ammesse
a finanziamento, alla revoca del decreto n. 1943 del 20/2/2012
inerente la ditta Favasuli Foti Giovanni e alla decadenza della
domanda di aiuto n. 84750084786;
CONSIDERATO che con nota n. 0237305del 17/7/2013, ai
sensi degli artt. 7 e seguenti della legge 241/90, è stato notificato
all’azienda Favasuli Foti Giovanni, e per conoscenza all’Organismo Pagatore, l’avvio del procedimento sopra descritto concedendo 30 gg. di tempo per la presentazione di eventuali controdeduzioni;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
TENUTO CONTO che non è stata prodotta alcuna controdeduzione;
TENUTO CONTO che non ricorrono i casi previsti dalla circolare n. 25/Adg del 26/3/2009 per la richiesta di parere preventivo dell’Autorità di Gestione;
Su proposta del Dirigente del Servizio 8 formulata alla stregua
dell’istruttoria compiuta dalla struttura dipartimentale competente, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto
resa dal medesimo Dirigente;
DECRETA
Per le motivazioni espresse m premessa che qui si intendono
integralmente richiamate e trascritte:
— di procedere alla revoca del decreto n. 1943 del 20/2/2012
inerente la ditta Favasuli Foti Giovanni C.F.
FVSGNN88P10H224K e alla decadenza della domanda di aiuto
n. 84750084786;
— di trasmettere il presente atto all’ARCEA, nonché alla
ditta interessata;
— di pubblicare il presente atto sul Bollettino Ufficiale della
Regione Calabria;
È possibile ricorrere avverso il presente atto nelle sedi giudiziarie competenti, con i tempi e le modalità previsti dalla legge.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Giuseppe Zimbalatti
4409
VISTO il Decreto n. 354 del 24/6/999 del Presidente della
Giunta Regionale recante «separazione della attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione»;
VISTO il Regolamento (CEE) 2080/92 del Consiglio che istituisce un regime comunitario di aiuti alle misure forestali nel
settore agricolo;
PREMESSO:
— che con decisione della Commissione delle Comunità europee n. C (1999) 580/2 del 10/3/1999 veniva approvato il Programma della Regione Calabria relativa all’applicazione del Regolamento (CEE) n. 2080/92 del consiglio, che istituisce un regime di aiuti alle misure forestali nel settore agricolo;
— che con D.G.R. n. 2999 del 27 luglio 1999 è stata data
attuazione al suddetto Programma Regionale;
— che con decisione della Commissione delle Comunità europee n. CCI (1999) IT 06 GPD 018 del 15 giugno 2001 è stato
approvato il Piano di Sviluppo Rurale 2000- 2006 della Regione
Calabria;
— che nel periodo di programmazione precedente (PSR
2000-2006 ) sono stati sottoscritti e confermati gli impegni quinquennali e ventennali iniziali ai sensi del Reg. (CEE) 2080/92
attuati per tramite della misura H imboschimento dei terreni agricoli;
— che con decisione della Commissione delle Comunità europee n. C (2007) 6007 def. del 29 novembre 2007 con la quale è
stato approvato il Piano di Sviluppo Rurale (PSR) 2007-2013
della Regione Calabria che si attua anche per tramite della misura H imboschimento dei terreni agricoli;
VISTI:
DECRETO n. 14832 del 28 ottobre 2013
Regolamento (CEE) 2080/92 – Mandaglio Bartolomeo –
Domanda n. 94130339586 – Cambio beneficiario a favore
della ditta Mandaglio Monica.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio1996 recante
«norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta Regionale e sulla Dirigenza regionale» ed in particolare:
a) l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente
con funzioni di Dirigente Generale;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013 ed il successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3 giugno 2013 con i quali è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste, Forestazione, Caccia e Pesca al Prof. Giuseppe Zimbalatti;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno I 999 recante «adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7/96 e dal Dlgs.
29/93 e successive integrazioni e modificazioni»;
— il Reg (CE) n. 1257/99 del Consiglio, del 17 maggio 1999
sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo Agricolo di
orientamento e di Garanzia (FEAOG) che modifica e abroga taluni regolamenti e successive modifiche e integrazioni;
— il Regolamento del Consiglio (CE) n. 1290 del 21 giugno
2005 relativo al finanziamento della Politica Agricola Comune;
— il Regolamento del Consiglio (CE) n. 1698 del 20 settembre 2005 relativo al Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale (FEASR);
— il Decreto ministeriale n. 494 del 18/12/1998 riguardante «
Regolamento recante norme di attuazione del Reg. CEE 2080/92
in materia di gestione, pagamenti, controlli e decadenze dell’erogazione dei contributi per l’esecuzione dei rimboschimenti o miglioramenti boschivi»;
VISTA la Delibera della G.R. n. 2698 del 7/5/1966, con il
quale veniva approvato il progetto presentato dalla ditta Mandaglio Bartolomeo, nato il 13/8/1960 a Giffone C.f. MND BTL
60M13 E025V, per un importo complessivo di c 201.011.050,
pari ad c 83.749,94 corrispondente al 90% delle seguenti voci ai
spesa:
4410
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
1
lire 35.729,440
Pari a c 18.452,71
Per imboschimento su Ha 3.00.00
2
4.247.900
Pari a c 2.193,85
Per manutenzione prima e second anno
3
lire 3.322.350
Pari a c 1.715,85
Per manutenzione terzo, quarto e
quinto anno
4
lire 15.600.000
Pari ad c 8.056,72
5
lire 85.136.000
Pari ad c 43.969,07
Per miglior. Sup. boscata Ha 34.00
6
lire 56.282.000
Pari a c 29.067,22
Piste Forestali
7
lire 693.360
Pari a c 358,09
Punto Acqua
VISTO il Decreto del D.G. n. 353 del 30/11/1999, con il quale
veniva approvato il progetto presentato dalla ditta Mandaglio
Bartolomeo, nato il 13/8/1960 a Giffone C.F. MND BTL 60M13
E025V, per un importo complessivo di c 52.021.160, pari ad c
26.866,68 corrispondente al 100% delle seguenti voci di spesa:
1
lire 13.798.400
Pari a c 7.126,27
Per imboschimento su Ha. 1.170.00
2
lire 3.837.420
Pari a c 1.981,76
Per manutenzione primo e secondo
anno
3
lire 3.445.520
Pari a c 1.779,46
Per manutenzione terzo quarto e quinto anno
4
lire 30.940.000
Pari a c 15.979,17
Per mancanti redditi ventennali
PRESO ATTO, che con contratto di Affitto regolarmente registrato presso l’Agenzia delle Entrate di Palmi (RC) in data 13/11/
2008 al n. 2875, la Sig.ra Agostino Teresa, nata il 14/9/1961 a
Maropati ed ivi residente alla via Matteotti, 37 C.F. GST TRS
61P54 E968T; il sig. Mandaglio Bartolomeo, nato il 13/8/1960 a
Giffone a residente a Maropati in via Matteotti, 37 C.F. MND
BTL 60M13 E025V; la Sig.ra Valenzisi Annunziata, nata il 1/11/
1951 a Giffone e ivi residente alla Via Dei Campi, 56 C.F. VLN
NNZ 51S41 E025T; il Sig. Mandaglio Rocco, nato il 21/8/1947 a
Giffone e ivi residente alla via dei Campi, 56 C.F. MND RCC
47M21 E0250; la Sig.ra Ciotta Giovanna, nata il 24/2/1963 in
Svizzera ed ivi residente in Bulachi alla Feltstrasse, 19 C.F. CTT
GNN 63B64 Z133P; il Sig. Mandaglio Rosario, nato il 1/11/1957
a Giffone e residente in Bulach alla Feltstrasse, 19 C.F. MND
RSR 57S01 E025G, concedono in affitto alla Sig.ra Mandaglio
Monica, nata il 10/3/1989 a Polistena e residente in Maropati alla
Via Matteotti, 37 C.F. MND MNC 89C50 G791N, i terreni siti
nel Comune di Galatro identificati al C.T. al Foglio di mappa
30p.lle 16, 18, 19, 20, 26, 28, 60; foglio 34 p.lla 266; Comune di
Maropati riportati al C.T. Foglio 6 p.lle 85, 86; foglio 7 p.lla 479
per un totale di ha. 4.70.00 oggetto di finanziamento di cui al
Reg. CEE 2080/92;
PRESO ATTO che con contratto di affitto regolarmente registrato presso l’Agenzia delle Entrate di Palmi in data 27/10/2011
al n. 2482, il Sig. Mandaglio Antonio, nato il 7/12/1955 a Giffone Strada Privata Alvaro, 15 C.F. MND NTN 55T07 E025 R,
la Sig.ra Minniti Carmela, nata il 1/10/1961 a Giffone C.F. MNN
CML 61R41 E025 A entrambi residenti a Giffone alla Strada
Privata Alvaro, 15, concedono in affitto alla Sig.ra Mandaglio
Monica, nata il 10/3/1989 a Polistena e residente in Maropati alla
Via Matteotti, 37 C.F. MND MNC 89C50 G791N i fondi rustici
siti in agro del Comune di Galatro, riportati in C.T. al Foglio di
mappa 30 part.lla 63;
CONSIDERATO che i contratti di affitto decorrono dal 1/8/
2008 per anni 15 (quindici) e alla scadenza potranno essere pro-
rogati; che i concedenti contestualmente allo stesso, trasferiscono, per l’intera durata del contratto, tutti i titoli assegnati dall’AGEA;
VISTO che i concedenti espressamente autorizzano la sig.ra
Mandaglio Monica, nata il 10/3/1989 a Polistena e residente in
Maropati alla Via Matteotti, 37 C.F. MND MNC 89C50 G791N
ad apportare tutti i miglioramenti fondiari, le trasformazioni produttive e gli investimenti previsti dalle normative comunitarie,
nazionali e regionali;
CONSIDERATO che la sig.ra Mandaglio Monica, nata il 10/
3/1989 a Polistena e residente in Maropati alla Via Matteotti, 37
C.F. MND MNC 89C50 G791N, risulta titolare di Fascicolo
Aziendale con la qualifica di imprenditore Agricolo;
CONSIDERATO, che la sig.ra Mandaglio Monica, nata il 10/
3/1989 a Polistena e residente in Maropati alla Via Matteotti, 37
C.F. MND MNC 89C50 G791N, comunica la propria volontà di
continuare gli impegni precedentemente assunti dal, Mandaglio
Bartolomeo, nato il 13/8/1960 a Giffone a residente a Maropati
in via Matteotti, 37 C.F. MND BTL 60Ml3 E025V e si assume
l’onere di assolvere agli obblighi richiesti e di poter, quindi, beneficiare dci premi derivanti dalla sottoscrizione degli stessi nell’ambito dell’ex Reg. CEE 2080/92;
VISTA l’istanza acquisita con Prot. Gener. Siar n. 0202138 del
17/6/2013 con la quale la sig.ra Mandaglio Monica, nata il 10/3/
1989 a Polistena e residente in Maropati alla Via Matteotti, 37
C.F. MND MNC 89C50 G791N ha richiesto di poter subentrare
nella conduzione dei terreni in oggetto, impegnandosi ad assolvere a tutti gli obblighi richiesti;
RITENUTO di poter accogliere la richiesta della Ditta Mandaglio Monica, nata il 10/3/1989 a Polistena e residente in Maropati alla Via Matteotti, 37 C.F. MND MNC 89C50 G791N,
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
intesa ad ottenere il subentro alla concessione degli aiuti comunitari precedentemente intestati a Mandaglio Bartolomeo;
SU PROPOSTA del Dirigente del Settore n. 5, Dott. Giuseppe
Oliva, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta dal funzionario responsabile, Dott. Domenico Ventimiglia, Prot. Gener.
SIAR n. 327328 del 21/10/2013 e validata dal Dirigente del Servizio n. 11, Arch. Caterina Loddo, nonché sull’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa da Dirigente medesimo;
DECRETA
1. Di prendere atto dell’istanza di subentro, per una superficie interessata di Ha 4.7000, della ditta Mandaglio Monica, nata
il 10/3/1989 a Polistena e residente in Maropati alla Via Matteotti, 37 C.F. MND MNC 89C50 G791N relativa alla voltura
degli impegni di cui alla Delibera della G.R. n. 2698 del 7/5/
1966 e al Decreto del D.G. n. 353 del 30/11/1999 e di volturare,
per una superficie interessata di Ha 4.70.00, i benefici ai sensi
del Reg. (CEE) 2080/92 – di cui alla Delibera della G.R. n. 2698
del 7/5/1966 e al Decreto del D.G. n. 353 del 30/11/1999 in favore della ditta Mandaglio Monica, nata il 10/3/1989 a Polistena
e residente in Maropati alla Via Matteotti, 37 C.F. MND MNC
89C50 G791N;
2. Di dare comunicazione alla ditta Mandaglio Monica, nata
il 10/3/1989 a Polistena e residente in Maropati alla Via Matteotti, 37 C.F. MND MNC 89C50 G791N dell’avvenuto cambio
di intestazione del decreto di concessione del contributo;
3. Di incaricare il Servizio competente a provvedere agli accertamenti di regolare esecuzione;
4. Il presente decreto sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale
della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Prof. Giuseppe Zimbalatti
DECRETO n. 14833 del 28 ottobre 2013
Regolamento (CEE) 2080/92 – Fasanella Raffaele Domenico – Domanda n. 6413056698 – Cambio beneficiario a favore della ditta Fasanella Paolo Tommaso.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 recante
«norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta Regionale e sulla Dirigenza regionale» ed in particolare:
a) l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di Dirigente Generale;
VISTA la D.G.R. n. 194 del 30/5/2013 ed il successivo
D.P.G.R. n. 74 del 3 giugno 2013 con i quali è stato conferito
l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura,
Foreste, Forestazione, Caccia e Pesca al Prof. Giuseppe Zimbalatti;
4411
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999 recante «adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7/96 e dal Dlgs.
29/93 e successive integrazioni e modificazioni»;
VISTO il Decreto n. 354 del 24/6/1999 del Presidente della
Giunta Regionale recante «separazione della attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione»;
VISTO il Regolamento (CEE) 2080/92 del Consiglio che istituisce un regime comunitario di aiuti alle misure forestali nel
settore agricolo;
PREMESSO:
— che con decisione della Commissione delle Comunità europee n. C (1999) 580/2 del 10/3/1999 veniva approvato il Programma della Regione Calabria relativa all’applicazione del Regolamento (CEE) n. 2080/92 del consiglio, che istituisce un regime di aiuti alle misure forestali nel settore agricolo;
— che con D.G.R. n. 2999 del 27 luglio 1999 è stata data
attuazione al suddetto Programma Regionale;
— che con decisione della Commissione delle Comunità europee n. CCI ( 1999) IT 06 GPD 018 del 15 giugno 2001 è stato
approvato il Piano di Sviluppo Rurale 2000-2006 della Regione
Calabria;
— che nel periodo di programmazione precedente (PSR
2000-2006) sono stati sottoscritti e confermati gli impegni quinquennali e ventennali iniziali ai sensi del Reg. (CEE) 2080/92
attuati per tramite della misura H imboschimento agricoli;
— che con decisione della Commissione delle Comunità europeo n. C (2007) 6007 def. del 29 novembre 2007 con la quale è
stato approvato il Piano di Sviluppo Rurale (PSR) 2007-2013
della Regione Calabria che si attua anche per tramite della misura H imboschimento dei terreni agricoli;
VISTI:
— il Reg (CE) n. 1257 /99 del Consiglio, del 17 maggio 1999
sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo Agricolo di
orientamento e di Garanzia (FEAOG) che modifica e abroga taluni regolamenti e successive modifiche e integrazioni;
— il Regolamento del Consiglio (CE) n. 1290 del 21 giugno
2005 relativo al finanziamento della Politica Agricola Comune;
— il Regolamento del Consiglio (CE) n. 1698 del 20 settembre 2005 relativo al Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale (FEASR);
— il Decreto ministeriale n. 494 del 18/12/1998 riguardante
«Regolamento recante norme di attuazione del Reg. CEE
2080/92 in materia di gestione, pagamenti, controlli e decadenze
dell’erogazione dei contributi per l’esecuzione dei rimboschimenti o miglioramenti boschivi»;
VISTA la Delibera della G.R. n. 4977 del 28/10/1997, con il
quale veniva approvato il progetto presentato dalla ditta Fasanella Raffaele Domenico, nato il 8/8/1921 a Bisignano C.F. FSN
RFL 21M08 A887X, per un importo complessivo di lire
162.162.500, pari ad c 83.749,94 corrispondente al 90% delle
seguenti voci di spesa:
4412
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
1
lire 40.500.000
Pari a c 20.916,50
Per imboschimento su Ha 5.00.00
2
lire 11.918.000
Pari a c 6.155,13
Per manutenzione primo e secondo
anno
3
lire 10.726.500
Pari a c 5.539,77
Per manutenzione terzo, quarto e
quinto anno
4
lire 99.018.000
Pari a c 51.138,52
Per mancati redditi ventennali
PRESO ATTO, che con Atto Pubblico rogato il 28 luglio 1958
dal Notaio di Acri (CS) Avv. Francesco Julia, ivi registrato il 9
agosto 1958 al n. 72 il Sig. Fasanella Raffaele Domenico, nato a
Bisignano il 8/8/1921 C.F. FSN RFL 21M08 A887X ha donato in
piena proprietà a suo figlio, Sig. Fasanella Paolo Tommaso, nato
a Bisignano (CS) il 7/3/1957 ed ivi residente alla via Cosenza, 23
C.F. FSN PTM 57C07 A887W, minore, per il quale ha accettato
la genitrice di lui, Sig.ra Boscarelli Teresa, il fondo, sito in agro
del Comune di Bisignano (CS) identificato al C.T. al foglio di
mappa 1 particella 15 di Ha. 5.00.00;
PRESO ATTO che il Sig. Fasanella Raffaele Domenico, nato a
Bisignano il 8/8/1921 C.F. FSN RFL 21M08 A887X e deceduto
in Cosenza il 25/9/2012, come certificato dal Comune di Cosenza in data 1/10/2013;
VISTO che il Sig. Fasanella Paolo Tommaso, nato a Bisignano
(CS) il 7/3/1957 ed ivi residente alla via Cosenza, 23 C.F. FSN
PTM 57C07 A887W, risulta titolare di Fascicolo Aziendale con
la qualifica di imprenditore Agricolo;
CONSIDERATO, che il Sig. Fasanella Paolo Tommaso, nato
a Bisignano (CS) il 7/3/1957 ed ivi residente alla via Cosenza, 23
C.F. FSN PTM 57C07 A887W, comunica la propria volontà di
continuare gli impegni precedentemente assunti dal proprio genitore, Sig. Fasanella Raffaele Domenico e la relativa liquidazione di manutenzione e perdita di reddito ancora da percepire
sui terreni oggetto dei benefici nell’ambito dell’ex Reg. CEE
2080/92;
VISTA l’istanza acquisita con Prot. Gener. Siar n. 0313822 del
8/10/2013 con la quale il Sig. Fasanella Paolo Tommaso, nato a
Bisignano (CS) il 7/3/1957 ed ivi residente alla via Cosenza, 23
C.F. FSN PTM 57C07 A887W ha richiesto di poter subentrare
nella conduzione dei terreni in oggetto, impegnandosi ad assolvere a tutti gli obblighi richiesti;
RITENUTO di poter accogliere la richiesta della Ditta Fasanella Paolo Tommaso, nato a Bisignano (CS) il 7/3/1957 ed ivi
residente alla via Cosenza, 23 C.F. FSN PTM 57C07 A887W,
intesa ad ottenere il subentro alla concessione degli aiuti comunitari precedentemente intestati a Fasanella Raffaele Domenico;
SU PROPOST A del Dirigente del Settore n. 5, Dott. Giuseppe
Oliva, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta dal funzionario responsabile, Dott. Domenico Ventimiglia, Prot. Gener.
SIAR n. 327321 del 21/10/2013 e validata dal Dirigente del Servizio n. 11, Arch. Caterina Loddo, nonché sull’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa da Dirigente medesimo;
DECRETA
1. Di prendere atto dell’istanza di subentro, per una superficie interessata di Ha 5.00.00, della ditta Fasanella Paolo Tommaso, nato a Bisignano (CS) il 7/3/1957 ed ivi residente alla via
Cosenza, 23 C.F FSNPTlvC57COTA887W relativa alla voltura
degli impegni di cui alla Delibera della G.R. n. 4977 del 28/10/
1997 e di volturare, per una superficie interessata di Ha 5.00.00,
i benefici ai sensi del Reg. (CEE) 2080/92 – di cui alla Delibera
della G.R. n. 4977 del 28/10/1997 in favore della ditta Fasanella
Paolo Tommaso, nato a Bisignano (CS) il 7/3/1957 ed ivi residente alla via Cosenza, 23 C.F. FSN PTM 57C07 A887W;
2. Di dare comunicazione alla ditta Fasanella Paolo Tommaso, nato a Bisignano (CS) il 7/3/1957 ed ivi residente alla via
Cosenza, 23 C.F. FSN PTM 57C07 A887W dell’avvenuto
cambio di intestazione del decreto di concessione del contributo;
3. Di incaricare il Servizio competente a provvedere agli accertamenti di regolare esecuzione;
4. Il presente decreto sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale
della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Prof. Giuseppe Zimbalatti
DECRETO n. 14834 del 28 ottobre 2013
PSR 2007-2013 – Misura 311 – Az.1 D.D.G. n. 16422 del
30/12/2011 – Presa atto della rinuncia al contributo da parte
della Ditta Ruscelli Rosa – Domanda di aiuto 84750519591.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la LR n. 7 del 13 maggio 1996 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di Dirigente Generale;
VISTA la D.G.R n. 2661 del 21 giugno 1999 recante: «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla LR. n. 7 del 23/5/1996
e dal D.Lgs n. 29/93» e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO l’art 1 del D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 relativo
alla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione, come modificato con D.P.G.R n.
206 del 15/12/2000;
VISTA la LR n. 34 del 12 agosto 2002 e successive modifiche
ed integrazioni e ritenuta la propria competenza;
VISTA la D.G.R n. 387 del 17 maggio 2010, integrata successivamente con la D.G.R n. 194 del 30 maggio 2013 ed il D.P.G.R
n. 74 del 03 giugno 2013, con il quale il Prof. Giuseppe Zimbalatti è stato nominato Dirigente Generale del Dipartimento n. 6
«Agricoltura, Foreste e Forestazione»;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTI:
— il Reg. (CE) n. 1290/2005 del Consiglio del 21 giugno
2005 relativo al finanziamento della Politica Agricola Comune
in base ai principi di cui al relativo art. 22;
— il Reg. (CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) e s.m.i;
— il Reg. (CE) n. 1320/2006 della Commissione del 5 settembre 2006 recante disposizioni per la transizione al regime di
sostegno allo Sviluppo Rurale istituito dal Reg. (CE) n. 1698/
2005;
— il Reg. (CE) n. 1974/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006 recante disposizioni di applicazione del Reg. (CE)
n. 1698/2005 sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del
Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) e
s.m.i;
— il Reg. (CE) n. 885/2006 della Commissione del 21 giugno
2006 recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1290/
2005 del Consiglio per quanto riguarda il riconoscimento degli
organismi pagatori e di altri organismi dei conti FEAGA e
FEASR;
4413
PRESO ATTO:
— che all’azienda Ruscelli Rosa domanda di aiuto n.
84750519591, collocata in posizione utile al finanziamento nella
suddetta graduatoria, è stato notificato, con lettera prot, n.
134502 del 16/4/2012 il provvedimento di concessione di un
contributo pari a euro 232.096,17-Azione 1;
— che l’azienda Ruscelli Rosa ha ritrasmesso il provvedimento di concessione del contributo, debitamente firmato per
accettazione, entro i 30 giorni concessi per la restituzione;
— che il beneficiario non ha richiesto anticipazione;
— che con nota agli atti dipartimentali prot. 315365 del 9/10/
2013, la ditta comunica la rinuncia al beneficio concesso con
DDG n. 16422 del 30/12/2011;
RITENUTO necessario, sulla base di quanto sopra, prendere
atto della rinuncia al contributo da parte della ditta Ruscelli Rosa
pari ad euro 232.096,17 domanda di aiuto 84750519591;
TENUTO CONTO che non ricorrono i casi previsti dalla circolare n. 25/AdG del 26/3/2009 per la richiesta di parere preventivo dell’Autorità di Gestione;
— il Reg. (UE) n. 65/2011 della Commissione del 27 gennaio
2011 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento
(CE) n. 1698/2005 del Consiglio per quanto riguarda l’attuazione
delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure
di sostegno dello sviluppo rurale;
SU PROPOSTA del Dirigente del Servizio 8, formulata alla
stregua dell’istruttoria compiuta dalla struttura dipartimentale
competente, nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal medesimo Dirigente;
— la Decisione della Commissione Europea n. Ref. Ares
(2012) 281476 – 9/3/2012 che approva l’ultima versione del Programma Sviluppo Rurale Calabria 2007-2013;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa:
— la Delibera della Giunta Regionale n. 175 del 26/4/2012 di
«Adozione della versione del PSR Calabria 2007-2013, accettata
dalla Commissione Europea con Comunicazione n. Ref. ARES
(2012) 281476 del 9/3/2012»;
— il Provvedimento licenziato dalla VI Commissione del
Consiglio Regionale della Calabria PPA n. 178/9 «Adozione
della revisione del PSR Calabria 2007-2013, accettata dalla
Commissione Europea con Comunicazione n. Ref. Ares (2012)
281476 del 9/3/2012»;
VISTO il D.D.G. n. 10317 del 29/7/2008 di approvazione del
bando per la presentazione di domande di aiuto a valere sul PSR
2007-2013;
VISTO il DDG n. 16422 del 30/12/2011 che approva la graduatoria definitiva della misura 311 annualità 2010;
— di prendere atto della rinuncia al beneficio concesso con
DDG n. 16422 del 30/12/2011 azienda Ruscelli Rosa pari a euro
232.096,17 domanda di aiuto 84750519591;
— di notificare il presente atto all’azienda interessata dal presente provvedimento e ad ARCEA per il seguito di competenza;
— di pubblicare il presente Decreto sul Bollettino Ufficiale
della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 28 ottobre 2013
Giuseppe Zimbalatti
4414
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Dipartimento n. 7
ORGANIZZAZIONE
E PERSONALE
DECRETO n. 14503 del 21 ottobre 2013
Dipendente regionale Sollazzo Francesco matr. 776280 –
trasformazione rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo
parziale verticale.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
modo automatico dopo 60 giorni dalla presentazione della domanda, ma deve essere concessa dall’amministrazione di appartenenza, la quale la può negare se reca pregiudizio alla funzionalità della;
ACQUISITO il parere favorevole espresso dal Dirigente Generale Arch. Saverio Putortì apposto in calce alla stessa istanza
del dipendente prot. 308177 del 2/10/2013;
ATTESO che la predetta richiesta non è in ogni caso finalizzata all’esercizio di altre attività lavorative e che pertanto non è
nella fattispecie applicabile la disciplina contenuta all’art. 56 bis
e seguenti della legge n. 662/1996;
STABILITO che con conseguente contratto occorrerà formalizzare il nuovo rapporto lavorativo;
PREMESSO:
VISTI:
— che con istanza prot. n. 308177 del 2/10/2013, il dipendente Sollazzo Francesco con contratto di lavoro a tempo indeterminato full-time ascritto alla categoria D, ha chiesto la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale
con tipologia verticale per un abbattimento dell’orario di servizio del 50%, pari a 18 ore, articolato su 2 giorni settimanali nel
pieno rispetto dell’orario adottato negli uffici della struttura di
appartenenza;
— che la normativa in materia di lavoro part time è data dal
combinato disposto dell’art. 4 del C.C.N.L. comparto regioni autonomie locali del 14 settembre 2000 e dall’articolo 1, commi da
56 a 65 della Legge 23 dicembre 1996, come modificata dall’art.
73 della Legge 6 agosto 2008 n. 133;
— che in base al suddetto art. 4 del CCNL del comparto Enti
locali 2004, la percentuale del personale con rapporto di lavoro a
tempo parziale rispetto all’intero personale in servizio nella categoria interessata non può superare il 25% dell’organico, arrotondato per eccesso;
— che il numero dei rapporti a tempo parziale presso questo
ente ad oggi rientra nel limite di predetta percentuale;
CONSIDERATO che gli enti possono costituire rapporti di
lavoro a tempo parziale mediante assunzione nell’ambito della
programmazione triennale del fabbisogno di personale o mediante trasformazione di rapporti di lavoro da tempo pieno a
tempo parziale su richiesta dei dipendenti interessati;
DATO ATTO che il rapporto di lavoro a tempo parziale può
essere:
a) orizzontale, con orario normale giornaliero di lavoro in misura ridotta rispetto al tempo pieno e con articolazione della prestazione di servizio ridotta in tutti i giorni lavorativi;
b) verticale, con prestazione lavorativa svolta a tempo pieno
ma limitatamente a periodi predeterminati nel corso della settimana, del mese, dell’anno, con articolazione della prestazione su
alcuni giorni della settimana, del mese o di determinati periodi
dell’anno, in misura tale da rispettare la media della durata del
lavoro settimanale previsto per il tempo parziale nell’arco temporale preso in considerazione;
c) con combinazione delle due modalità sopra descritte;
d) che la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo
pieno a tempo parziale, dovrà avvenire con contratto di lavoro
stipulato in forma scritta e con l’indicazione della durata della
prestazione lavorativa nonché della collocazione temporale dell’orario con riferimento ai mesi di servizio e al relativo trattamento economico;
RICHIAMATO l’articolo 73 della Legge 6/8/2008 n. 133 il
quale ha introdotto modifiche in materia di lavoro part-time, nel
senso che la trasformazione del rapporto di lavoro non avviene in
— gli arti. 4, 5, 6 e 7 del CCNL Comparto Regioni Autonomie Locali 14/9/2000;
— il D.L. 112/2008 convertito in legge 133/2008;
— il D. Lgs. 61/2000 e s.m.i. che disciplina i contratti di lavoro a part time;
— il D.Lgs. 30 marzo 2001 n. 165;
DECRETA
1) Di autorizzare la trasformazione del rapporto di lavoro da
tempo pieno a tempo parziale con modalità della prestazione di
tipo verticale del dipendente Sollazzo Francesco matr. 776280,
nato a Belvedere Marittimo il 29/03/1968, in servizio presso il
Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio;
2) Di dare atto che l’attività lavorativa settimanale ripartita
in due giornate, a seguito del costituito rapporto di lavoro a
tempo parziale verticale, sarà ridotta di 18 ore, pari al 50% dell’attività ordinaria, da svolgere nei giorni di lunedi e mercoledì
nel pieno rispetto dell’orario adottato negli uffici della struttura
di appartenenza;
3) Che il dipendente ha diritto di tornare a tempo pieno alla
scadenza del biennio, oppure, prima della scadenza, a condizione
che vi sia la disponibilità del posto in organico;
4) Che entro 30 giorni dall’avvenuta notifica del presente
atto, si provvederà alla stipulazione del relativo contratto, pena
la decadenza dell’atto medesimo;
5) Che la modifica dello svolgimento dell’attività lavorativa
avrà decorrenza dalla data di stipulazione del suddetto contratto;
6) Di notificare il presente decreto:
— al Dirigente del Settore Gestione Economica del Personale;
— al dipendente Sollazzo Francesco, residente in Via Pagano,
11 - 87023 Diamante (CS);
— al Dirigente Generale del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio;
7) Di disporre la pubblicazione del presente provvedimento
sul BUR. Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Il Dirigente del Settore
Avv. Sergio Tassone
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14505 del 21 ottobre 2013
POR Calabria FSE 2007-2013. Presa d’atto conferimento
incarico responsabile dell’Unità di controllo di primo livello
– dipendente Cannoletta Rosalba, matricola 126200.
IL DIRIGENTE
PREMESSO CHE:
4415
Di notificare il presente provvedimento alla dipendente Cannoletta Rosalba, al Dipartimento Lavoro, Politiche della Famiglia, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato –
Autorità di gestione – ai Settori competenti del dipartimento «Organizzazione e Personale» per gli adempimenti consequenziali;
Di provvedere alla Pubblicazione integrale del presente decreto sul BUR Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
— le attività di monitoraggio e di controllo di primo livello,
relative al Programma Operativo Regione Calabria FSE 2007 2013 sono state definite nel documento dei sistemi di controllo e
gestione;
— con deliberazione n. 717 del 26/10/2009, la G.R. ha specificato che per il controllo di 1° livello verrà istituita presso ciascun Dipartimento una unità Operativa che si rapporta direttamente con il D.G. del Dipartimento «Lavoro, Politiche della famiglia, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato»
in stretto coordinamento con il Settore «Coordinamento dei sistemi di gestione e controllo del POR» del medesimo Dipartimento;
— la D.G.R. n. 284 del 15/6/2012, ha demandato al Dipartimento Organizzazione e Personale tutti gli adempimenti necessari alla presa d’atto del conferimento o rinnovo della responsabilità delle Posizioni Organizzative – Por Calabria 2007-2013 –
del personale nominato;
VISTA la nota pervenuta al protocollo/Siar il 9/10/2013 al n.
316393, con la quale il Dirigente Generale del Dipartimento Lavoro, Politiche della Famiglia, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato ha comunicato il conferimento della
Posizione Organizzativa per la responsabilità dell’Unità di controllo di primo livello alla dipendente Cannoletta Rosalba, matricola 126200;
RITENUTO, pertanto, prendere atto della nota sopra citata
con la quale si chiede il conferimento della Posizione Organizzativa per la responsabilità dell’Unità di Controllo della dipendente Cannoletta Rosalba, matricola 126200;
VISTI:
— la L.R. n. 7 del 13 maggio 1996 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla dirigenza regionale»;
— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente della
Regione recante: «Separazione dell’attività di indirizzo e di controllo da quella di gestione», modificato con D.P.G.R. 206 del 15
dicembre 2000;
— il vigente Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e
dei Servizi;
DECRETA
Avv. Sergio Tassone
DECRETO n. 14506 del 21 ottobre 2013
POR Calabria FSE 2007-2013. Presa d’atto conferimento
incarico responsabile dell’Unità di controllo di primo livello
– dipendente Spasari Eleonora, matricola 783857.
IL DIRIGENTE
PREMESSO CHE:
— le attività di monitoraggio e di controllo di 1° livello, relative al Programma Operativo Regione Calabria FSE 2007 - 2013
sono state definite nel documento dei sistemi di controllo e gestione;
— con deliberazione n. 717 del 26/10/2009, la G.R. ha specificato che per il controllo di primo livello verrà istituita presso
ciascun Dipartimento una unità Operativa che si rapporta direttamente con il D.G. del Dipartimento «Lavoro, Politiche della
famiglia, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato» in stretto coordinamento con il Settore «Coordinamento
dei sistemi di gestione e controllo del POR» del medesimo Dipartimento;
— la D.G.R. n. 284 del 15/6/2012, ha demandato al Dipartimento Organizzazione e Personale e Personale tutti gli adempimenti necessari alla presa d’atto del conferimento o rinnovo della
responsabilità delle Posizioni Organizzative – Por Calabria
2007-2013 - del personale nominato;
VISTA la nota pervenuta al protocollo/Siar il 9/10/2013 al n.
316393, con la quale il Dirigente Generale del Dipartimento Lavoro, Politiche della Famiglia, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato ha comunicato il conferimento della
Posizione Organizzativa per la responsabilità dell’Unità di controllo di primo livello alla dipendente Spasari Eleonora, matricola 783857;
RITENUTO, pertanto, prendere atto della nota sopra citata
con la quale si chiede il conferimento della Posizione Organizzativa per la responsabilità dell’Unità Verifiche e Controlli della
dipendente Spasari Eleonora, matricola 783857;
VISTI:
Di prendere atto della nota n. 316393 del 9/10/2013 e per effetto conferire l’incarico della Posizione Organizzativa per la responsabilità dell’Unità di Controllo di primo livello alla dipendente Cannoletta Rosalba, matricola 126200, nata il 25/2/55, residente a Catanzaro in Via Nunzio Nasi, n. 38;
— la L.R. n. 7 del 13 maggio 1996 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla dirigenza regionale»;
Di dare atto che per l’espletamento dell’incarico in oggetto
spetta lo stesso trattamento di indennità pari alle Posizioni Organizzative di seconda fascia i cui costi vengono imputati sull’asse
VI «Assistenza tecnica» del POR FSE 2007/2013;
— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente della
Regione recante: «Separazione dell’attività di indirizzo e di controllo da quella di gestione», modificato con D.P.G.R. 206 del 15
dicembre 2000;
Di stabilire che l’incarico decorre dall’1/11/2013 e avrà durata
fino al 31 dicembre 2013;
— il vigente Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e
dei Servizi;
4416
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETA
c) valorizzazione della qualità professionale e delle attitudini
dei dipendenti in relazione alle necessità dell’ente;
Di prendere atto della nota n. 316393 del 9/10/2013 e per effetto conferire l’incarico della Posizione Organizzativa per la responsabilità dell’Unità di Controllo di primo livello alla dipendente Spasari Eleonora residente a Ionadi in Via Petrarca,
Fraz.Vena 33;
Di dare atto che per l’espletamento dell’incarico in oggetto
spetta lo stesso trattamento di indennità pari alle Posizioni Organizzative di seconda fascia i cui costi vengono imputati sull’asse
VI «Assistenza tecnica» del POR FSE 2007 /2013;
Di stabilire che l’incarico decorre dall’1/11/2013 e avrà durata
fino al 31 dicembre 2013;
Di notificare il presente provvedimento alla dipendente Spasari Eleonora, al Dipartimento Lavoro, Politiche della Famiglia,
Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato – Autorità di gestione – ai Settori competenti del dipartimento «Organizzazione e Personale» per gli adempimenti consequenziali;
Di provvedere alla Pubblicazione integrale del presente decreto sul BUR Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Avv. Sergio Tassone
DECRETO n. 14508 del 21 ottobre 2013
Dipendente regionale Procopio Francesco matricola n.
673280 – Mobilità interna.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
PREMESSO che, con istanza prot n. 320893 del 14/10/2013,
il dipendente regionale Procopio Francesco, nato a Soverato il
27/1/1955 ed ivi residente in via Martin Luter King n. 1, matricola n. 673280 categoria giuridica D posizione economica D4
profilo professionale Istruttore Direttivo Amministrativo Finanziario ha chiesto di essere trasferito tramite mobilità interna dal
Dipartimento «Cultura, Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta formazione» al Dipartimento «Programmazione Nazionale e Comunitaria»;
PRESO ATTO dei pareri favorevoli espressi rispettivamente
dai Dirigenti Generali dei Dipartimenti interessati, dott.ssa Sonia
Tallarico e dott. Paolo Praticò, allegati all’istanza di cui sopra;
DATO ATTO che il vigente Regolamento sulla mobilità interna del personale non dirigenziale della Giunta Regionale stabilisce all’art. 2;
— comma 1: «Il sistema di mobilità interna del personale dipendente è conforme ai principi di trasparenza, efficienza ed
economicità nella gestione delle risorse umane»;
— comma 2: «La mobilità interna, che può essere infra – dipartimentale o extra – dipartimentale, è attivata sulla base dei
seguenti criteri generali»:
a) razionalizzazione nell’impiego del personale, finalizzata
alla migliore utilizzazione delle risorse umane, in rapporto all’organizzazione dei servizi ed alle esigenze emergenti nell’attività amministrativa, nonché al più efficace funzionamento dell’Ente;
b) flessibilità degli organici, finalizzata all’adeguamento dell’organizzazione degli uffici e dei servizi agli obiettivi dell’ente;
d) ottimizzazione delle risorse umane finalizzata al miglioramento qualitativo dei servizi ed al migliore soddisfacimento dei
bisogni della collettività amministrata;
— comma 3: La mobilità può essere disposta d’ufficio oppure a seguito di una domanda presentata dal dipendente;
VALUTATO per le motivazioni in premessa indicate, che sostituiscono i presupposti per poter procedere al trasferimento del
dipendente Procopio Francesco;
VISTI:
— l’art. 2103 C.C. che stabilisce «il dipendente non può essere trasferito da una unità produttiva ad un’altra se non per comprovate ragioni tecniche, organizzative e produttive»;
— la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 e s.m.i., che,
all’art 28 recita «la proposizione alle strutture dipartimentali del
personale assegnato è di competenza del Dirigente Generale»;
— il D.Lgs n. 165 del 30 marzo 2001 e s.m.i, avente ad oggetto: «Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche»;
— il vigente Regolamento sulla mobilità interna del personale non dirigenziale della Giunta Regionale, approvato con deliberazione n. 286 del 15 giugno 2012;
DECRETA
1. Di assegnare il dipendente regionale Francesco Procopio
matricola n. 673280 al Dipartimento «Programmazione Nazionale e Comunitaria», a decorrere dalla data di effettiva presa di
servizio;
2. Di stabilire che, sarà cura del Direttore Generale del Dipartimento, assegnare l’interessato ad uno dei Settori della Struttura e comunicare l’avvenuta presa di servizio allo scrivente Dipartimento;
3. Di statuire che, il presente atto ha efficacia fino a nuove
e/o diverse disposizioni;
4. Di demandare ai Settori Giuridico ed Economico – Previdenziale, gli adempimenti conseguenti al presente provvedimento;
5. Di notificare il presente decreto:
— al dipendente Francesco Procopio Via Martin Luter King
n. 1, 88068 Soverato;
— alla Segreteria del Dipartimento «Cultura, Istruzione, Beni
Culturali» – Sede;
— alla segreteria del Dipartimento «Programmazione Nazionale e Comunitaria» - Sede;
— a tutte le Strutture interessate;
6. Di provvedere alla pubblicazione integrale del presente
provvedimento sul BUR Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Il Dirigente del Settore
Avv. Sergio Tassone
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Dipartimento n. 8
URBANISTICA
E GOVERNO DEL TERRITORIO
DECRETO n. 13821 dell’8 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007-2013 – Asse VIII Città Obiettivo specifico 8.1. Città ed Aree Urbane – Obiettivi Operativi
8.1.1.- 8.1.2. – Progetti Integrati di Sviluppo Urbano
(P.I.S.U.) Area Urbana Corigliano Calabro-Rossano – Impegno di Spesa seconda anticipazione 40% a valere sulla
quota POR.
4417
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008 con cui è stato modificato il Regolamento (CE) n.
1083/2006 per quanto riguarda alcuni progetti generatori di entrate;
— la Decisione della Commissione del 13 luglio 2007 n. C
(2007) 3329 def., che, a norma del citato art. 28 del Regolamento
(CE) del Consiglio n. 1083/2006 dell’11 luglio 2006, recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale,
sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione, ha preso
atto della strategia nazionale e dei temi prioritari del Quadro
Strategico Nazionale 2007-2013;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2007) 6322
del 7/12/07 con cui è stato approvato il Programma Operativo
Regionale Calabria FESR 2007-2013;
IL DIRIGENTE DEL SETTORE N. 3
VISTA la legge regionale n. 7 del 13 maggio 1996, recante:
«Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28, che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
VISTA la deliberazione di Giunta regionale n. 2661 del 21
giugno 1999, recante: «Adeguamento delle norme legislative e
regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate
dalla LR. 7/96 e dal D.Lgs. n. 29/93 e successive integrazioni e
modificazioni»;
VISTO il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente
della Regione recante: «Separazione dell’attività amministrativa
di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
VISTO il D.P.G.R. n. 100 del 3 maggio 2010, ed il successivo
D.P.G.R. n. 48 del 14/5/2013 con il quale è stato conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 8 Urbanistica e
Governo del Territorio all’Arch. Saverio Putortì;
VISTO il D.D.G. n. 11204 del 2/8/2010 ed il successivo
D.P.G.R. n. 11775 del 12/8/2013 con il quale è stato conferito al
dott. Antonio Nicola De Marco l’incarico di Dirigente del Settore n. 3 «Programmazione e Politiche del Territorio, Pianificazioni Territoriali» del Dipartimento n. 8;
VISTI:
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006, con cui sono state approvate le disposizioni generali
sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale
Europeo e sul Fondo di Coesione;
— il Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006, con cui sono state approvate le disposizioni relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale con abrogazione del Regolamento (CE) n. 1783/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione Europa dell’8 dicembre 2006 e successiva rettifica (GU dell’Unione
Europea L 45/3 del 15 febbraio 2007), con cui sono state stabilite
le modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 1083/2006;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009 con cui è stato modificato il Regolamento (CE) n. 1083/
2006 per quanto riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— la Deliberazione di Giunta Regionale n. 881 del 24 dicembre 2007 è stato preso atto del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007/2013 approvato dalla Commissione
Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/07;
— la Deliberazione del Consiglio Regionale della Calabria n.
255 del 31 marzo 2008 è stato approvato il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013, di cui alla Decisione
della Commissione Europea n. C (2007) 6322 del 7/12/07;
CONSIDERATO CHE:
— il POR Calabria FESR 2007/2013 prevede, tra i Progetti
Integrati di Sviluppo Regionale di valenza strategica, il Progetto
«Sistema delle Aree Urbane Regionali» (Paragrafo 3 .2.1.2 Priorità Strategiche Orizzontali);
— il POR Calabria FESR 2007/2013 prevede l’Asse VIII
«Città, Aree Urbane e Sistemi Territoriali», e in tale ambito
l’Obiettivo Specifico-Settore 8.1. «Città e Aree Urbane», che si
articola nei seguenti Obiettivi Operativi 8.1.1. e 8.1.2., e che i
Soggetti Beneficiari sono individuati nelle Città ed Aree Urbane
Calabresi (Catanzaro, Cosenza-Rende, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia, Lamezia Terme, Coriglian-Rossano e la Città
della Piana di Gioia Tauro), con responsabilità assegnata al Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della Regione
Calabria:
− obiettivo Specifico 8.1 - «Promuovere la competitività,
l’innovazione e l’attrattività delle città e delle reti urbane attraverso la diffusione di servizi avanzati di qualità, il miglioramento
della qualità della vita e il collegamento con le reti materiali e
immateriali» del POR Calabria FESR 2007/2013 e del PAR Calabria FAS 2007/2013;
− obiettivi Operativi del POR Calabria FESR 2007/2013 e
del PAR Calabria FAS 2007/2013;
− obiettivo Operativo 8.1.1. – Sostenere la crescita e la diffusione delle funzioni urbane superiori per aumentare la competitività e per migliorare la fornitura di servizi di qualità nelle città
e nei bacini territoriali sovracomunali e regionali di riferimento;
− obiettivo Operativo 8.1.2 – Elevare la qualità della vita
attraverso il miglioramento delle condizioni ambientali e la lotta
ai disagi derivanti dal degrado, dalla congestione e dalle situazioni di marginalità urbana;
− le Linee di Intervento/Linee di Azione del POR Calabria
FESR 2007/2013;
4418
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
− linee di Intervento 8.1.1.1 – Azioni per la realizzazione e
il potenziamento delle funzioni e dei servizi per la valorizzazione turistica del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico delle Città e delle Aree Urbane;
— con Decreto Dirigenziale n. 15816 del 27/8/2009 è stata
costituita l’Unità di Progetto di supporto al PISR Aree Urbane
nell’ambito del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio;
− linea di Intervento 8.1.1.2 – Azioni per la realizzazione e
il potenziamento delle funzioni e dei servizi per la ricerca scientifica, l’innovazione tecnologica e i servizi innovativi per le imprese nelle Città e nelle Aree Urbane;
— con Decreto Dirigenziale n. 19017 del 26/10/2009 è stata
costituita la Segreteria Tecnica a supporto dell’attività del Tavolo
di Partenariato Regionale del PISR Aree Urbane nell’ambito del
Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio;
− linea di Intervento 8.1.1.3 – Azioni per la realizzazione e
il potenziamento delle funzioni e dei servizi per le filiere della
creatività, dell’intrattenimento, della produzione artistica e culturale nelle Città e nelle Aree Urbane;
— con determinazioni assunte in sede di incontro bilaterale
Regione Calabria/Commissione Europea sullo stato di attuazione del POR Calabria FESR 2007-2013 del 14 dicembre 2009,
è stato definito l’assenso della Commissione stessa per l’attivazione delle Linee dell’Asse 8 Obiettivo Specifico-Settore 8.1. a
procedere secondo modalità di negoziato, senza la pubblicazione
dei bandi;
− linea di Intervento 8.1.2.1 – Azioni per la riqualificazione
ambientale e la rigenerazione sociale ed economica dei Centri
Storici e dei Quartieri Marginali e Degradati delle Città e delle
Aree Urbane;
− linea di Intervento 8.1.2.2 – Azioni per potenziare i sistemi di mobilità sostenibile nelle Città e nelle Aree Urbane;
− linea di Intervento 8.1.2.3 – Azioni per la realizzazione di
un efficiente sistema urbano di servizi attorno al Porto di Gioia
Tauro;
CONSIDERATO CHE:
— i Comuni interessati hanno predisposto i Piani Strategici
Comunali o di area vasta, acquisisti ed approvati dalla Regione
Calabria, con i quali sono state individuate le strategie di contesto di sviluppo dei territori urbani e definite le priorità su cui
concentrare i Progetti PISU del POR FESR 2007/2013;
— i Comuni di Corigliano Calabro e Rossano, costituenti
l’Area Urbana Corigliano/Rossano con capofila il Comune di
Corigliano Calabro hanno predisposto i Piani Strategici Comunali o di area vasta, con Deliberazioni dei Consigli Comunali di
Corigliano Calabro n. 15 del 6/8/2009 e di Rossano n. 215 del
24/8/2009, acquisisti ed approvati dalla Regione Calabria, con i
quali sono state individuate le strategie di contesto di sviluppo
dei territori urbani e definite le priorità su cui concentrare i Progetti PISU del POR FESR 2007/2013;
— con Deliberazione della Giunta Regionale n. 159 dell’8/4/
2009 avente ad oggetto: «Identificazione Aree Urbane e attivazione delle procedure per la definizione dei protocolli di sviluppo» sono state identificate le aree urbane ed attivate le procedure per la definizione dei protocolli istituzionali di sviluppo;
— con Deliberazione della Giunta Regionale n. 181 del 20/4/
2009, avente ad oggetto «Programmazione Regionale Unitaria:
2007/2013 – Progetto Integrato di Sviluppo Regionale di Valenza Strategica «Sistema delle Aree Urbane Regionali», è stato
istituito il Tavolo di Partenariato Regionale e definito il Quadro
delle Risorse Finanziarie e delle Azioni per l’Avvio del Progetto;
— l’articolazione finanziaria dell’Asse VIII – Settore «Città e
Aree Urbane» del POR Calabria FESR 2007/2013, di cui alla
deliberazione della Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009, prevede l’assegnazione di risorse pari a 299.824.005,00 euro, la cui
destinazione è stata determinata dalla successiva Deliberazione
della Giunta Regionale n. 11 del 13/1/2010;
— con DPGR n. 191 del 27/7/2009 è stato istituito, ai sensi
della deliberazione della Giunta regionale n. 181/09, il Tavolo di
Partenariato Regionale del Progetto Integrato di Sviluppo Regionale di Valenza Strategica «Sistema delle Aree Urbane Regionali», e ne è stata definita la composizione;
— con nota prot. 1281 del 24/2/2010 del Dipartimento Programmazione della Regione Calabria è stata attivata la procedura
scritta del Comitato di Sorveglianza del POR Calabria FESR
2007/2013, a modifica dei Paragrafi 4.8.1., 4.8.2. e 5.4.7. dello
stesso POR FESR 2007/2013, conclusa positivamente il 5/3/
2010, a seguito dell’incontro con i Servizi della Commissione
Europea del 14/12/2009, con la quale è stata adottata, per la selezione dei Progetti Integrati di Sviluppo Urbano (PISU), una
procedura negoziale tra l’Amministrazione Regionale e le Amministrazioni Comunali, al posto della procedura precedentemente prevista dei Bandi Pubblici, rimanendo confermato che i
PISU da selezionare devono essere previsti esplicitamente nei
Piani Strategici Urbani predisposti dalle Città ed Aree Urbane e
approvati dalla Regione Calabria;
— con note prot. 1620 del 4/3/2010 e prot. 1830 del 12/3/
2010 del Dipartimento Programmazione è stata conclusa positivamente la procedura scritta per la modifica del paragrafo 4.8.1.
del POR Calabria FESR 2007/2013 relativamente all’inserimento della procedura negoziata con i Comuni Beneficiari per la
selezione dei PISU;
— con comunicazione prot. 2011 del 4/3/2010 la Commissione Europea – Direzione Generale Politica Regionale ha
espresso parere favorevole alla modifica del paragrafo 4.8.1. del
POR Calabria relativamente alla procedura negoziata tra Regione e Comuni per la selezione dei PISU;
— nelle sedute di insediamento del Tavolo di Partenariato
Regionale del Progetto Integrato di Sviluppo Regionale di Valenza Strategica «Sistema delle Aree Urbane Regionali», tenutesi in data 13/11/2009 e in data 13/1/2010, su convocazione del
Presidente della Giunta regionale, è stato avviato il confronto
sulle metodologie di programmazione del PISR e sui criteri di
riparto delle risorse, nonché è stato definito lo schema di Accordo di Programma e di Regolamento del Tavolo;
— con Decreto Dirigenziale n. 21614 del 30/11/2009 del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio è stato approvato il Regolamento Interno del Tavolo di Partenariato Regionale del PISR Aree Urbane;
— con Decreto Dirigenziale n. 21617 del 30/11/2009 del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio è stato approvato lo schema di Protocollo d’Intesa Programmatico per il PISR
Aree Urbane;
— con Delibera della Giunta Regionale n. 11 del 13/1/2010 è
stato approvato il criterio di riparto delle risorse finanziarie del
POR FESR 2000/2013 Asse 8 Obiettivo Specifico 8.1., a seguito
della seduta nella stessa data del Tavolo del partenariato, in conseguenza della quale una quota pari ad Euro 38.677.296,65 è
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4419
stata riservata ai Progetti Strategici a valenza regionale, e la
quota di Euro 261.146.708,36 è stata destinata alle Città ed Aree
Urbane per la realizzazione dei PISU;
che ha determinato osservazioni e prescrizioni nei confronti dei
Comuni da parte della Regione per modifiche e integrazioni della
proposta di PISU;
— con nota n. 0094/DG del 22 gennaio 2010 di convocazione
della riunione delle Città ed Aree Urbane destinatarie dell’Asse
8, Obiettivo Specifico 8.1., Obiettivi Operativi 8.1.1. e 8.1.2.
convocata presso il Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della Regione Calabria in data 27/1/2010, è stato avviato
il procedimento-ex art. 11, co. 1-bis legge 7 agosto 1990 n. 241 e
s.m.i., per la procedura negoziata tra Comuni e Regione Calabria
per la successiva presentazione delle proposte dei PISU e la stipula della Convenzione;
— i Comuni dell’Area Urbana di Corigliano/Rossano, a seguito di procedura negoziata con la Regione Calabria, hanno integrato la proposta di PISU secondo le indicazioni regionali, approvata con D.G.M. n. 82 del 16/3/2010 di Corigliano C. e n. 81
del 15/3/2010 di Rossano, ed hanno ripresentato i Progetti con
nota prot. n. 12231 del 17/3/2010;
— con procedura scritta ex-art. 11 del Regolamento del Tavolo regionale di partenariato del PISR «Aree Urbane» in data
29/1/2010 con la nota prot. 128/DG del 28/1/2010, il Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della Regione Calabria ha inviato in approvazione ai componenti del Tavolo ai sensi
della D.G.R. 181/2009: Linee-guida per la predisposizione dei
PISU (Documento di attuazione); Schema di Convenzione per la
realizzazione dei PISU; Documento sull’articolazione territoriale e composizione dei Sistemi Urbani della Calabria elaborata
nell’ambito del QTR/P; Linee di indirizzo per la allocazione programmatica delle risorse finanziarie del POR Calabria per i
PISU;
— la procedura scritta si è favorevolmente conclusa in data
5/2/10, come da notifica del Dipartimento Urbanistica e Governo
del Territorio della Regione Calabria prot. 180/DG dell’8/2/
2010;
— con Decreto Dirigenziale n. 1050 del 10/2/2010 del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio sono state approvate le Linee-guida per la predisposizione dei PISU (Documento
diattuazione);
— con Decreto Dirigenziale n. 1051 del 10/2/2010 del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio è stato approvato lo
schema di Convenzione per la realizzazione dei PISU Linee-guidaper la predisposizione dei PISU;
— lo schema di Protocollo d’Intesa Programmatico (Patto per
lo sviluppo) per il PISR Aree Urbane approvato con Decreto Dirigenziale n. 21617 del 30/11/2009 del Dipartimento Urbanistica
e Governo rinvia alla stesura e sottoscrizione di specifiche Convenzioni esecutive per la realizzazione dei PISU nell’ambito dell’Asse 8 Obiettivo Specifico 8.1;
— i Comuni Beneficiari dell’Asse 8 – Obiettivo Specifico
8.1. – Obiettivi operativi 8.1.1. e 8.1.2. del POR Calabria FESR
2007/2013 hanno presentato alla Regione Calabria in esecuzione
alle Linee-guida le Schede progettuali dei PISU, che sono state
esaminate dal Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio
per la valutazione di ammissibilità e coerenza al POR, e trasmesse per la valutazione ulteriore al Nucleo Regionale di Valutazione degli Investimenti Pubblici;
— i Comuni dell’Area Urbana di Corigliano/Rossano hanno
presentato in data 1/3/2010 con nota prot. n. 9067 la proposta di
PISU, approvata con D.G.M. n. 59 del 26/2/2010 di Corigliano e
n. 61 del 24/2/2010 di Rossano;
— sulla proposta di PISU avanzata dai comuni dell’Area Urbana Corigliano Calabrorossano si è realizzata la procedura negoziata in data 9-10/3/2010 tra Comuni di Corigliano/Rossano,
Regione Calabria-Dipartimenti Programmazione e Urbanistica e
Nucleo Regionale di Valutazione degli Investimenti Pubblici,
— il Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della
Regione Calabria ha espresso valutazione di ammissibilità e di
coerenza alla Linea di intervento sulla proposta di PISU avanzata dall’Area Urbana di Corigliano/Rossano;
— il Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio delfa
Regione Calabria ha trasmesso leproposte di P!SU dell’Area Urbana di Corigliano/Rossano con noia prot. 2117 del 16/3/2010al
Nucleo Regionale di Valutazione degli Investimenti Pubblici
della Regione Calabria per le valutazioni di competenza;
— con procedura negoziate l’Area Urbana di Corigliano/Rossano, a seguito della valutazione preliminare del Nucleo di Valutazione, ed a seguito della richiesta del Dipartimento Urbanistica
della Regione Calabria prot. n. 4155 del 27/5/2010, ha presentato
con nota prot. n. 28899 del 25/6/2010 la documentazione integrativa per i PISU costituita dal Documenti Preliminari di Progettazione e Piani di Gestione per i Progetti Generatori di entrata,
approvati con Delibera della G.M. n. 181 del 23/6/2010;
— il Dipartimento Urbanistica ha inoltrato detta documentazione al Nucleo di Valutazione con nota prot. n. 6760 del 5/8/
2010;
— successivamente, il Dipartimento Urbanistica, con note
prot. n. 8819 del 2/11/2010 e prot. n. 9532 del 26/11/2010, ha
inoltrato al predetto Nucleo, l’ulteriore documentazione integrativa inviata dai Comuni di Corigliano/Rossano con nota prot.
48136 del 28/10/2010 e successiva modifica in data 26/11/2010;
— il Nucleo Regionale di Valutazione degli investimenti pubblici, ai sensi dell’art. 2 della Convenzione per la realizzazione
dei PISU, ha espresso parere favorevole sui Progetti PISU dell’Area Urbana di Corigliano/Rossano, notificato dal Dipartimento n. 3 Programmazione della Regione Calabria con nota
prot. 8843 del 9/12/2010;
— con D.D.S. n. 2429 del 25/3/2011 si è proceduto all’impegno contabile dell’importo di Euro 5.598.095,50, pari alla
l’anticipazione del 20% dei Progetti PISU dei Comuni dell’Area
Urbana Corigliano Calabro-Rossano, ai sensi degli artt. 2 e 13
della Convenzione stipulala in data 22/3/2010, con successivo
D.D.S n. 3762 del 22/4/2011 si è proceduto a liquidare la somma
di c 5.598.095,50 pari alla l’anticipazione del 20% dei Progetti
PISU dei Comuni dell’area Urbana Corigliano Calabro-Rossano;
— con nota prot. n. 10837 del 7/3/2013 il Comune di Corigliano Calabro, capofila dell’Area Urbana Corigliano - Rossano
ha richiesto la seconda anticipazione del 40% avendo raggiunto
la spesa effettiva pari all’80% della prima anticipazione (pari ad
c 4.447.847,64) dimostrando le spese effettivamente sostenute
per un totale effettivo di c 4.096.530,24 certificato;
VISTI:
— il Decreto Dirigenziale n. 4105 del 29/3/2010, assunto al
prot. n. 146 del 19/3/2010 del Dipartimento Urbanistica e Go-
4420
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
verno del Territorio, che ha approvato la Convenzione tra la Regione Calabria ed Comuni di Corigliano Calabro - Rossano per
la realizzazione dei PISU;
— l’Accordo di programma «Patto per lo Sviluppo dell’Asse
Urbano di Corigliano Calabro - /Rossano» sottoscritto in data
22/3/2010 e repertoriato al n. 236 del 22/3/2010;
— la Convenzione regolante il finanziamento per la realizzazione dei PISU-POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse VIII Città
Obiettivo Specifico 8.1 per Comuni di Corigliano Calabro /Rossano, sottoscritta in data 22/3/2010 e repertoriata ai n. 229
del 22/3/2010;
CONSIDERATO CHE l’Area Urbana di CORIGLIANO CALABRO - ROSSANO, in esecuzione alla D.G.R. 11/2010 è stata
assegnataria di risorse sull’Asse 8 Obiettivo Specifico 8.1. del
POR FESR 2007/2013 pari ad Euro 27.990.478,00, successivamente rimodulato ad c 23.657.276,00;
Obiettivo/Linea di intervento
CHE gli interventi sopra menzionati incidevano per Euro
5.150.000,00 sull’Obiettivo operativo 8.1.1 di cui al Capitolo di
Bilancio 37020101 UPB 3.7.02.01 e, per Euro 22.840.478,00
sull’Obiettivo operativo 8.1.2 di cui al Capitolo di Bilancio
37020102 UPB 3.7.02.01;
CHE gli importi totali degli interventi attribuiti ai Comune di
Corigliano Calabro e Rossano, relativamente all’Obiettivo Operativo 8.1.1, sono pari rispettivamente ad c 3.350.000,00 ed c
1.800.000,00, corrispondenti al 65,05% ed al 34,95% del totale
dell’Obiettivo Operativo 8.1.1 che ammonta ad c 5.150.000,00,;
CHE ai sensi dell’art. 13 della Convenzione sottoscritta è prevista l’erogazione di un secondo acconto del 40% successivamente alla stipula della Convenzione ed all’atto del parere favorevole del Nucleo di Valutazione degli investimenti pubblici;
CHE ricorrono le condizioni per procedere all’impegno contabile dell’acconto del 40% sul finanziamento dei PISU per
l’Area Urbana di Corigliano Calabro/Rossano, per come segue:
Importo acconto 40% c
Obiettivo Operativo 8.1.1.
Linea di intervento 8.1.1.1.
1.300.000,00
Linea di intervento 8.1.1.2.
3.000.000,00
Linea di intervento 8.1.1.3.
150.000,00
Totale Obiettivo Operativo
4.450.000,00
Obiettivo Operativo 8.1.2.
Linea di intervento 8.1.2.1.
13.607.276,00
Linea di intervento 8.1.2.2.
5.600.000,00
Totale Obiettivo Operativo
19.207.276,00
Totale Generale Obiettivo Specifico
23.657.276,00
CHE i Capitoli di Bilancio Regionale 2013 n.
37020101UPB3.7.02.01 relativo all’Obiettivo operativo 8.1.1. e
n. 37020102 UPB 3.7.02.01 relativo all’Obiettivo operativo
8.1.2. dispongono della dovuta capienza residua per procedere
all’impegno contabile ed alla liquidazione di che trattasi come
determinato dalla D.G.R. 306/2013;
di assegnazione finanziaria sul programma PISU - POR FESR
2007/2013 Asse VIII Obiettivo Specifico 8.1 da c 27.990.478,00
ad c 23.657.276,00, con una riduzione effettiva provvisoria pari
ad c 433.202,00 recuperabile in base alle effettive economie determinate dai ribassi d’asta;
CHE con il richiamato D.D.S. n. 2429 del 25/3/2011 si è proceduto all’impegno contabile, corrispondente all’anticipo del
20% sull’importo finanziato per i PISU, per Euro 1.030.000,00
per l’Obiettivo operativo 8.1.1. sul Capitolo di Bilancio
37020101 UPB 3.7.02.01 e per Euro 4.568.095,50 per l’obiettivo
operativo 8.1.2. sul Capitolo di Bilancio 37020102 UPB
3.7.02.01, per un totale di Euro 5.598.095,50;
— a seguito della DGM n. 132 del 23/4/2013 di Rossano e n.
64 del 14/5/2013 di Corigliano l’Area Urbana Corigliano - /Rossano ha presentato una proposta di rimodulazione del Programma PISU, a parziale modifica di quanto previsto dalla Convenzione stipulata in data 22/03/2010 che prevede la seguente
ripartizione de Progetti;
CHE l’importo suddetto è inferiore al 40% effettivo sulla
quota POR FESR dell’Area Urbana Corigliano Calabro - Rossano, in quanto a seguito della variazione di Bilancio avvenuta
con D.G.R. n. 306 dell’11/9/2013 con l’istituzione dei capitoli
POR sono state diminuite le disponibilità di competenza 2013
per i capitoli POR 37020101 e 3702102, per cui si è proceduto
all’impegno cantabile nel limite consentito dalla disponibilità residua, rinviando a successivo atto nell’anno di competenza 2014
l’impegno residuo a concorrere del 40% di seconda anticipazione.
CONSIDERATO ANCORA CHE:
— a seguito della rimodulazione sopra richiamata l’Area Urbana Corigliano Calabro -Rossano ha subito una rimodulazione
− progetti sul POR n. 32 per c 23.657.276,00;
− progetti sul PEP/POC n. 0;
− progetti sulla Lista di riserva n. 4 per c 4.333.202,00;
CHE sulla rimodulazione del Programma PISU dell’Area Urbana di CoriglianoCalabro - /Rossano il Nucleo Regionale di
Valutazione degli investimenti Pubblici ha espresso il parere favorevole di Coerenza Programmatica in data 10/9/2013, notificato al Dipartimento Urbanistica dall’Autorità di Gestionale del
POR Calabria FESR 2007/2013 Prot. n. 297248 del 23/9/2013;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4421
CHE a seguito della richiamata rimodulazione permangono
per l’Area Urbana Corigliano /Rossano progetti sul POR FESR
2007/2013 pari ad c 23.657.276,00 mentre c 4.333.202,00 sulla
Lista di Riserva da alimentare con le economie da ribasso d’asta;
— proposta 8 – 309/13 del 16/9/2013 Linea di Intervento
8.1.1.3. CGU 20203-2234 – Impegno n. 4982 del 16/9/2013 –
Sub Imp. n. 5592 del 16/9/2013 – capitolo 37020101 - importo
pari ad c 120.000,00;
— i progetti inseriti nella rimodulazione ammessi a finanziamento sul POR FESR Calabria 2007/2013 sono pari a complessivi c 23.657.276,00 e gravano interamente sugli Obiettivi Operativi 8.1.1 di cui al capitolo di Bilancio 37020101 – Obiettivo
Operativo 8.1.2 di cui al Capitolo di Bilancio 37020102 UPB
3.7.02.01;
— proposta 8 – 314/13 del 16/9/2013 Linea di Intervento
8.1.2.1 CGU 20203-2234 – Impegno n. 4998 del 16/9/2013 –
Sub Imp. n. 5638 del 16/9/2013 – capitolo 37020102 importo
pari ad c 3.181.335,71;
— ai sensi dell’art. 13 della Convenzione sottoscritta è prevista l’erogazione di un secondo acconto del 40% a seguito delle
condizioni prima descritte;
— a seguito della rimodulazione prima richiamata il calcolo
del 40% di secondo anticipazione, pari ad c 7.734.368,00 si applica unicamente ai progetti inseriti nel POR residuo, a valere sui
capitoli di Bilancio di cui c 3.560.000,00 sul capitolo 37020101
Obiettivo Operativo 8.1.1 ed c 4.174.368,34 sul capitolo
37020102 Obiettivo Operativo 8.1.2, limitatamente alla residua
disponibilità dei capitoli di Bilancio considerati entro il 40% di
anticipazione con riduzione determinata dalla contestuale riduzione dei capitoli di Bilancio considerati sull’anno di competenza 2013 seguito delle variazioni di Bilancio eseguite con
D.G.R. n. 306 dell’11/9/2013 a seguito di approvazione del POC
Calabria, rinviando a successivo atto nell’anno 2014 la liquidazione della differenza fino alla concorrenza del 40%.;
CHE ricorrono quindi le condizioni per procedere alla liquidazione dell’acconto del 40% sul finanziamento dei PISU per
l’Area Urbana Corigliano Rossano, nei limiti della disponibilità
residua dei capitoli di competenza;
CHE i capitoli di bilancio Regionale 37020101 e 37020101
UPB 3.7.02.01, relativo agli obiettivi Operativi 8.1.1 e 8.1.2 dispongono della dovuta capienza per procedere alla liquidazione
di che trattasi;
CHE con il presente D.D.S. si procede all’impegno contabile,
corrispondente all’anticipo del 40% sull’importo finanziato per i
PISU a valere sul POR FESR, per euro 7.734.368,34 per gli
obiettivi operativo 8.1.1. e 8.1.2. sui Capitoli di Bilancio
37020101 e 37020102 UPB 3.7.02.01, che presenta la dovuta
disponibilità;
CHE sussistono quindi i presupposti e le condizioni per procedere all’impegno del 40% del finanziamento accordato a seguito di rimodulazione sulla quota POR FESR 2007/2013 residua per l’Area Urbana Corigliano - Rossano, pari ad Euro
7.734.368,34;
CHE si procederà con successivo atto all’erogazione del 40%
all’Area Urbana Corigliano - /Rossano per la somma di Euro
7.734.368,34 per come disposto dal presente Decreto Dirigenziale di impegno contabile;
VISTE le schede contabili generate telematicamente ed allegate al presente atto relativamente alle linee di intervento di seguito elencate:
— proposta 8 – 315/13 del 16/9/2013 Linea di Intervento
8.1.1.1 CGU 20203-2234 – Impegno n. 4999 del 16/9/2013 –
Sub Imp. n. 5639 del 16/9/2013 – capitolo 37020101 importo
pari ad c 1.040.000,00;
— proposta 8 – 308/13 del 16/9/2013 Linea di Intervento
8.1.1.2 CGU 20203-2234 – Impegno n. 4981 del 16/9/2013 –
Sub Imp. n. 5594 del 16/9/2013 – capitolo 37020101 - importo
pari ad c 2.400.000,00;
— proposta 8 – 310/13 del 16/9/2013 Linea di Intervento
8.1.2.2 CGU 20203-2234 – Impegno n. 4980 del 16/9/2013 –
Sub Imp. n. 5591 del 16/9/2013 – capitolo 3702010 importo pari
ad c 993.032,63;
VISTE le check-list di richiesta impegno contabile del SIURP
attestate dai responsabili di Linea:
— linea Intervento 8.1.1.1 del 19/9/2013 n. 38549;
— linea Intervento 8.1.2.1 del 19/9/2013 n. 38548;
— linea Intervento 8.1.1.2 del 19/9/2013 n. 36378;
— linea Intervento 8.1.1.3 del 19/9/2013 n. 38530;
— linea Intervento 8.1.2.2 del 19/9/2013 n. 38531;
VISTE:
— la Legge Regionale 4 febbraio 2002, n. 8 recante «Ordinamento del bilancio e della contabilità di supporto della Regione
Calabria»;
— la Legge Regionale 4 settembre 2001, n. 19 recante
«Norme sul procedimento amministrativo, la pubblicità degli atti
ed il diritto di accesso. Disciplina della pubblicazione del Bollettino Ufficiale della Regione Calabria»;
VISTA la D.G.R. n. 770dell’11 novembre 2006 avente ad oggetto «Ordinamento generale delle strutture organizzative della
Giunta Regionale (Art. 7, LR n. 31/2002);
VISTA la L.R. 34/2002 e ritenuta la propria competenza;
VISTA la Legge regionale n. 71 del 27/12/2012 di approvazione del bilancio di previsione della Regione Calabria per
l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013-2014
(BURC n. 23 del 17/12/2012 Suppi. straord. n. 6 del 28/12/
2012);
VISTA la D.G.R. n. 580 del 28/12/2012 con la quale è stato
approvato il documento tecnico;
VISTA la D.G.R. n. 579 del 28/12/2012 con la quale è stato
approvato il documento dipartimentale di bilancio 2013;
CONSIDERATO CHE si tratta di semplice trasferimento di
fondi e che, pertanto, non rientra nell’ambito di applicazione dell’art. 48 Bis del DPR n. 602/1973, recante disposizioni in materia
di pagamenti della Pubblica Amministrazione;
CHE unitamente alla proposta del presente Decreto il Dirigente responsabile per materia attesta ai sensi dell’art. 4 comma
1 della L.R. 47/2011 – rubricato «Copertura finanziaria dei provvedimenti della Giunta Regionale», attesta la copertura finanziaria dell’importo sui capitoli di spesa interessati, il cui stanziamento costituisce limite all’assunzione del relativo impegno;
Su proposta dell’Unità operativa competente del Servizio n. 7
«Piani e Programmi Urbanistici regionali, Quadro Territoriale
4422
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Regionale, Sviluppo Urbano e Territoriale, Programmi Strutturali Europei», e del Responsabile della Linea di intervento interessata, che attesta la legittimità del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato, ai sensi dell’art. 31 della L.R.
7/1996, gli adempimenti di competenza;
DECRETA
Per quanto esposto in premessa, che qui si intende integralmente:
a) di impegnare a titolo di seconda anticipazione del 40% sull’importo finanziato all’Area Urbana Corigliano Rossano per i
Progetti PISU - POR Calabria FESR 2007/2013 Asse VIII Città
Obiettivo Specifico 8.1, ai sensi dell’art. 13 della Convenzione
del 14/10/2011, limitatamente ai Progetti allocati e finanziati a
valere sul POR FESR a seguito della rimodulazione del Programma PISU, la somma di Euro 7.734.368,34 di cui c
3.560.000,00 per l’Obiettivo Operativo 8.1.1.l sul capitolo
3702101 ed 4.174.368,34 sull’Obiettivo Operativo 8.1.1.2 capitolo 3702102 che presenta la dovuta disponibilità;
b) di dare atto che l’impegno effettivo di c 7.734.368,34 è
inferiore al 40% effettivo alla quota POR FESR dell’Area Urbana Corigliano – Rossano, a seguito della diminuzione della
capienza dei capitoli stessi a seguito della variazione di Bilancio
di cui alla D.G.R. n. 306 dell’11/9/201, rinviando ad atto successivo nel 2014 l’impegno residuo;
c) di stabilire che si procederà con successivo separato atto
all’erogazione della secondo anticipazione del 40% impegnato
con il presente atto, di c 7.734.368,34 a favore della Area Urbana
Corigliano – Rossano.
d) di demandare l’attuazione del presente Decreto al Settore
n. 3 Servizio n. 7 del dipartimento n. 8;
e) di notificare il presente provvedimento ai Comuni dell’Area Urbana Corigliano Calabro-Rossano; all’Autorità di Gestione ed Autorità di Certificazione del POR Calabria 2007/2013;
f) di pubblicare il presente atto sul BURC Calabria, nonché
sul sito web della Regione Calabria ai sensi della L.R. 4/9/2011
n. 19.
Catanzaro, lì 8 ottobre 2013
Il Dirigente del Settore n. 3
Dott. Antonio Nicola De Marco
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999, recante: «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7/96 e dal D.Lgs.
n. 29/93 e successive modifiche ed integrazioni»;
VISTO il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente
della Regione recante: «Separazione dell’attività amministrativa
di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
VISTA la D.G.R. n. 770 dell’11/11/2006 relativa al riordino
della struttura della Giunta Regionale;
VISTA la D.G.R. n. 258 del 14/5/2007 con la quale è stato
rimodulato l’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta Regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 48 del 14/5/2013 con il quale è stato
conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 8
«Urbanistica e Governo del Territorio» all’arch. Saverio Putortì;
VISTO la D.G.R. n. 208 dell’8/6/2013 con la quale si è conferito all’Ing. Francesco Tarsia la l’incarico di dirigente del Settore
n. 1 «Urbanistica ed Edilizia, Demanio Marittimo L.R. 17/05,
Pianificazione Integrata Zone Costiere, Strumenti Pianificazione
Negoziata» del Dipartimento «Urbanistica e Governo del Territorio»;
PREMESSO;
CHE il Dipartimento «Urbanistica e Governo del Territorio»
ha emesso ordinanza di ingiunzione di pagamento di sanzione
amministrativa n. 0177983 nei confronti della Edil Mar s.a.s;
CHE avverso il succitato provvedimento la predetta società ha
proposto il ricorso di opposizione alla sanzione amministrativa
n. 1384/11;
CHE con la sentenza n. 412/2012 il Giudice di Pace di Rossano si è pronunciato sull’istanza della ricorrente dichiarando
fondata la domanda di annullamento del provvedimento impugnato e ha condannato il Dipartimento Urbanistica e Governo
del Territorio al pagamento delle spese legali liquidate in complessive euro 400,00 (duecentonovantatre/00) oltre IVA e CPA e
rimborso forfettario con distrazione ex art. 93 c.p.c. in favore del
procuratore costituito;
VISTA la nota pro – forma del procuratore costituito Avv.
Claudio Falvo circa la prestazione svolta sulla base della quale le
somme da corrispondere sono pari ad c 469,02 (quattrocentosessantanove/02);
DECRETO n. 14027 del 10 ottobre 2013
CONSIDERATO CHE con DDS n. 13233 del 25/9/2013 si è
provveduto ad impegnare la somma complessiva di euro c
469,02 (quattrocentosessantanove/02) a favore dell’Avv.
Claudio Falvo, con impegno sul capitolo di spesa dell’Avvocatura Regionale n. 12040406;
Ottemperanza Sentenza Giudice di Pace di Rossano n. 412/
2012. Liquidazione a favore del difensore distrattatario Avv.
Claudio Falvo.
RITENUTO di dovere provvedere al pagamento come da sentenza in favore del procuratore costituito per un importo complessivo pari euro c 469,02 (quattrocentosessantanove/02);
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTA la nota n. 755 del 29/1/2003 dell’Avvocatura Regionale che disciplina il pagamento delle spese di giustizia poste a
carico della Regione;
VISTA la L.R. n. 7 del 13 maggio 1996, recante: «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare l’art. 28, che
individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di
Dirigente Generale;
VISTA la dichiarazione ex art. 4, c. 1, L. R. 47/2011 con la
quale il Dirigente competente attesta la copertura finanziaria del
capitolo 12040406 del bilancio regionale, il cui stanziamento costituisce limite all’assunzione del relativo impegno;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTA la distinta di liquidazione n. 11319/2013 del 3/10/
2013, proposta n. 08 – 343/2013, generata telematicamente ed
allegata al presente atto;
4423
VISTA la D.G.R. n. 770 dell’11/11/2006 relativa al riordino
della struttura della Giunta Regionale;
VISTA la D.G.R. n. 258 del 14/5/2007 con la quale è stato
rimodulato l’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta Regionale;
VISTO l’art. 45 della L.R. n. 8/2002;
VISTA la L.R. n. 34/2002 ss.mm. e ii. e ritenuta la propria
competenza;
VISTA la L.R. n. 71 del 27/12/12 con la quale è stato approvato il bilancio regionale per l’anno finanziario 2013;
VISTA la D.G.R. n. 579 del 28/12/2012 con la quale è stato
approvato il Bilancio dipartimentale;
VISTA la D.G.R. n. 580 del 28/12/2012 con la quale è stato
approvato il Documento Tecnico;
DECRETA
VISTO il D.P.G.R. n. 48 del 14/5/2013 con il quale è stato
conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 8
«Urbanistica e Governo del Territorio» all’arch. Saverio Putortì;
VISTO la D.G.R. n. 208 dell’8/6/2013 con la quale si è conferito all’Ing. Francesco Tarsia l’incarico di dirigente del Settore
n. 1 «Urbanistica ed Edilizia Demanio Marittimo L.R. 17/05,
Pianificazione Integrata Zone Costiere, Strumenti Pianificazione
Negoziata» del Dipartimento «Urbanistica e Governo del Territorio»;
PREMESSO;
Per i motivi narrati in premessa che si intendono tutti integralmente confermati quali parte integrante e sostanziale del presente provvedimento:
CHE il Dipartimento «Urbanistica e Governo del Territorio»
ha emesso ordinanza di ingiunzione di pagamento di sanzione
amministrativa n. 0177983 nei confronti della Edil Mar s.a.s;
— di liquidare la somma complessiva di c 469,02 (quattrocentosessantanove/02) a favore dell’Avv. Falvo Claudio, CF:
FLVCLD70E06H579C, Via Stazione – 87060 Mirto (CS);
CHE avverso il succitato provvedimento la predetta società ha
proposto il ricorso di opposizione alla sanzione amministrativa
n. 1384/11;
— di gravare il relativo onere sul capitolo di spesa del bilancio regionale 12040406 – impegno n. 4656/2013 – subimpegno n. 5350/2013 che presenta la necessaria disponibilità;
— di autorizzare la ragioneria generale ad emettere il relativo
mandato di pagamento;
— di disporre la pubblicazione del presente provvedimento
sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria e sul sito web
della Regione Calabria.
CHE con la sentenza n. 413/2012 il Giudice di Pace di Rossano si è pronunciato sull’istanza della ricorrente dichiarando
fondata la domanda di annullamento del provvedimento impugnato e ha condannato il Dipartimento Urbanistica e Governo
del Territorio al pagamento delle spese legali liquidate in complessive euro 400,00 (duecentonovantatre/00) oltre IVA e CPA e
rimborso forfettario con distrazione ex art. 93 c.p.c. in favore del
procuratore costituito;
VISTA la nota pro – forma del procuratore costituito Avv.
Lucia Rita Pistola circa la prestazione svolta sulla base della
quale le somme da corrispondere sono pari ad c 476,28 (quattrocentosettantasei/28);
Catanzaro, lì 10 ottobre 2013
Ing. Francesco Tarsia
DECRETO n. 14028 del’11 ottobre 2013
CONSIDERATO CHE con DDS n. 13236 del 25/9/2013 si è
provveduto ad impegnare la somma complessiva di euro c
476,28 (quattrocentosettantasei/28) a favore dell’Avv. Lucia Rita
Pistola, con impegno sul capitolo di spesa dell’Avvocatura Regionale n. 12040406;
Ottemperanza Sentenza Giudice di Pace di Rossano n. 413/
2012. Liquidazione a favore del difensore distrattatario Avv.
Lucia Rita Pistola.
RITENUTO di dovere provvedere al pagamento come da sentenza in favore del procuratore costituito per un importo complessivo pari c 476,28 (quattrocentosettantasei/28);
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTA la nota n. 755 del 29/1/2003 dell’Avvocatura Regionale che disciplina il pagamento delle spese di giustizia poste a
carico della Regione;
VISTA la L.R. n. 7 del 13 maggio 1996, recante: «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare l’art. 28, che
individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di
Dirigente Generale;
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21 giugno 1999, recante: «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per
l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7/96 e dal D.Lgs.
n. 29/93 e successive modifiche ed integrazioni»;
VISTO il decreto n. 3 54 del 24 giugno 1999 del Presidente
della Regione recante: «Separazione dell’attività amministrativa
di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
VISTA la dichiarazione ex art. 4, c. 1, L. R. 47/2011 con la
quale il Dirigente competente attesta lacopertura finanziaria del
capitolo 12040406 del bilancio regionale, il cui stanziamento costituisce limite all’assunzione del relativo impegno;
VISTA la distinta di liquidazione n. 11318/2013 del 3/10/
2013, proposta n. 08 – 344/2013, generata telematicamente ed
allegata al presente atto;
VISTO l’art. 45 della L.R. n. 8/2002;
VISTA la L.R. n. 34/2002 ss.mm. e ii. e ritenuta la propria
competenza;
4424
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTA la L.R. n. 71 del 27/12/12 con la quale è stato approvato il bilancio regionale per l’anno finanziario 2013;
VISTA la D.G.R. n. 579 del 28/12/2012 con la quale è stato
approvato il Bilancio dipartimentale;
VISTA la D.G.R. n. 580 del 28/12/2012 con la quale è stato
approvato il Documento Tecnico;
DECRETA
Per i motivi narrati m premessa che si intendono tutti integralmente confermati quali parte integrante e sostanziale del presente provvedimento:
— di liquidare la somma complessiva di c 476,28 (quattrocentosettantasei/28) a favore dell’Avv. Lucia Rita Pistola, CF:
PSTLRT68H54F205U, Via Pianosa, 4 Rossano S. (CS);
— di gravare il relativo onere sul capitolo di spesa del bilancio regionale 12040406 – impegno n. 4655/2013 – subimpegno n. 5348/2013 che presenta la necessaria disponibilità;
— di autorizzare la ragioneria generale ad emettere il relativo
mandato di pagamento;
— di disporre la pubblicazione del presente provvedimento
sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria e sul sito web
della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 11 ottobre 2013
Ing. Francesco Tarsia
DECRETO n. 14315 del 15 ottobre 2013
POR Calabria FESR 2007-2013 – Asse VIII Città Obiettivo specifico 8.1. Città ed Aree Urbane – Obiettivi Operativi
8.1.1.-8.1.1.2. – Progetti Integrati di Sviluppo Urbano
(P.I.S.U.) Area Urbana del Comune di Lamezia Terme. Impegno di spesa su Capitoli 37020101-37020102 – seconda anticipazione 40%.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE N. 3
VISTA la legge regionale n. 7 del 13 maggio 1996, recante:
«Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28, che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
VISTA la deliberazione di Giunta Regionale n. 2661 del 21
giugno 1999, recante: «Adeguamento delle norme legislative e
regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate
dalla L.R. 7/96 e dal D.Lgs. n. 29/93 e successive integrazioni e
modificazioni»;
VISTO il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente
della Regione recante: «Separazione dell’attività amministrativa
di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
VISTO il D.P.G.R. n. 100 del 3 maggio 2010, ed il successivo
D.P.G.R. n. 48 del 14/5/2013 con il quale è stato conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 8 Urbanistica e
Governo del Territorio all’Arch. Saverio Putortì;
VISTO il D.D.G. n. 11204 del 2/8/2010 ed il successivo
D.D.G. n. 11775 del 12/8/2013 con il quale è stato conferito al
dott. Antonio Nicola De Marco l’incarico di Dirigente del Settore n. 3 «Programmazione e Politiche del Territorio, Pianificazioni Territoriali» del Dipartimento n. 8;
VISTI:
— il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell’11
luglio 2006, con cui sono state approvate le disposizioni generali
sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale
Europeo e sul Fondo di Coesione,;
— il Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006, con cui sono state approvate le disposizioni relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale con abrogazione del Regolamento (CE) n. 1783/1999;
— il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione Europa dell’8 dicembre 2006 e successiva rettifica (GU dell’Unione
Europea L 45/3 del 15 febbraio 2007), con cui sono state stabilite
le modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 1083/2006;
— il Regolamento (CE) n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile
2009 con cui è stato modificato il Regolamento (CE) n. 1083/
2006 per quanto riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;
— il Regolamento (CE) n. 1341/2008 del Consiglio del 18
dicembre 2008 con cui è stato modificato il Regolamento (CE) n.
1083/2006 per quanto riguarda alcuni progetti generatori di entrate;
— la Decisione della Commissione del 13 luglio 2007 n. C
(2007) 3329 def., che, a norma del citato art. 28 del Regolamento
(CE) del Consiglio n. 1083/2006 dell’11 luglio 2006, recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale,
sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione, ha preso
atto della strategia nazionale e dei temi prioritari del Quadro
Strategico Nazionale 2007-2013;
— la Decisione della Commissione Europea n. C (2007) 6322
del 7/12/07 con cui è stato approvato il Programma Operativo
Regionale Calabria FESR 2007-2013;
— la Deliberazione di Giunta Regionale n. 881 del 24 dicembre 2007 è stato preso atto del Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007/2013 approvato dalla Commissione
Europea con Decisione n. C (2007) 6322 del 7/12/07;
— la Deliberazione del Consiglio Regionale della Calabria n.
255 del 31 marzo 2008 è stato approvato il Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007 – 2013, di cui alla Decisione
della Commissione Europea n. C (2007) 6322 del 7/12/07;
CONSIDERATO CHE:
— il POR Calabria FESR 2007/2013 prevede, tra i Progetti
Integrati di Sviluppo Regionale di valenza strategica, il Progetto
«Sistema delle Aree Urbane Regionali» (Paragrafo 3.2.1.2 –
Priorità Strategiche Orizzontali);
— il POR Calabria FESR 2007/2013 prevede l’Asse VIII
«Città, Aree Urbane e Sistemi Territoriali», e in tale ambito
l’Obiettivo Specifico-Settore 8.1. «Città e Aree Urbane», che si
articola nei seguenti Obiettivi Operativi 8.1.1. e 8.1.2., e che i
Soggetti Beneficiari sono individuati nelle Città ed Aree Urbane
Calabresi (Catanzaro, Cosenza-Rende, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia, Lamezia Terme, Rossano-Corigliano e la
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4425
Città della Piana di Gioia Tauro), con responsabilità assegnata al
Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della Regione
Calabria:
vede l’assegnazione di risorse pari a 299.824.005,00 euro, la cui
destinazione è stata determinata dalla successiva Deliberazione
della Giunta Regionale n. 11 del 13/1/2010;
− obiettivo Specifico 8.1 - «Promuovere la competitività,
l’innovazione e l’attrattività delle città e delle reti urbane attraverso la diffusione di servizi avanzati di qualità, il miglioramento
della qualità della vita e il collegamento con le reti materiali e
immateriali» del POR Calabria FESR 2007/2013 e del PAR Calabria FAS 2007/2013;
— con DPGR n. 191 del 27/7/2009 è stato istituito, ai sensi
della deliberazione della Giunta regionale n. 181/09, il Tavolo di
Partenariato Regionale del Progetto Integrato di Sviluppo Regionale di Valenza Strategica «Sistema delle Aree Urbane Regionali», e ne è stata definita la composizione;
− obiettivi Operativi del POR Calabria FESR 2007/2013 e
del PAR Calabria FAS 2007/2013;
− obiettivo Operativo 8.1.1. – Sostenere la crescita e la diffusione delle funzioni urbane superiori per aumentare la competitività e per migliorare la fornitura di servizi di qualità nelle città
e nei bacini territoriali sovracomunali e regionali di riferimento;
− obiettivo Operativo 8.1.2 – Elevare la qualità della vita
attraverso il miglioramento delle condizioni ambientali e la lotta
ai disagi derivanti dal degrado, dalla congestione e dalle situazioni di marginalità urbana;
− le Linee di Intervento/Linee di Azione del POR Calabria
FESR 2007/2013;
− linee di Intervento 8.1.1.1 – Azioni per la realizzazione e
il potenziamento delle funzioni e dei servizi per la valorizzazione turistica del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico delle Città e delle Aree Urbane;
− linea di Intervento 8.1.1.2 – Azioni per la realizzazione e
il potenziamento delle funzioni e dei servizi per la ricerca scientifica, l’innovazione tecnologica e i servizi innovativi per le imprese nelle Città e nelle Aree Urbane;
− linea di Intervento 8.1.1.3 – Azioni per la realizzazione e
il potenziamento delle funzioni e dei servizi per le filiere della
creatività, dell’intrattenimento, della produzione artistica e culturale nelle Città e nelle Aree Urbane;
− linea di Intervento 8.1.2.1 – Azioni per la riqualificazione
ambientale e la rigenerazione sociale ed economica dei Centri
Storici e dei Quartieri Marginali e Degradati delle Città e delle
Aree Urbane;
− linea di Intervento 8.1.2.2 – Azioni per potenziare i sistemi di mobilità sostenibile nelle Città e nelle Aree Urbane;
− linea di Intervento 8.1.2.3 – Azioni per la realizzazione di
un efficiente sistema urbano di servizi attorno al Porto di Gioia
Tauro;
CONSIDERATO CHE:
— con Deliberazione della Giunta Regionale n. 159 dell’8/4/
2009 sono state identificate le aree urbane ed attivate le procedure per la definizione dei protocolli istituzionali di sviluppo;
— con Deliberazione della Giunta Regionale n. 181 del 20/4/
2009, avente ad oggetto «Programmazione Regionale Unitaria
2007/2013 – Progetto Integrato di Sviluppo Regionale di Valenza Strategica «Sistema delle Aree Urbane Regionali», è stato
istituito il Tavolo di Partenariato Regionale e definito il Quadro
delle Risorse Finanziarie e delle Azioni per l’Avvio del Progetto;
— l’articolazione finanziaria dell’Asse VIII – Settore «Città e
Aree Urbane» del POR Calabria FESR 2007 /2013, di cui alla
deliberazione della Giunta regionale n. 240 del 24/4/2009, pre-
— con Decreto Dirigenziale n. 15816 del 27/8/2009 è stata
costituita l’Unità di Progetto di supporto al PISR Aree Urbane
nell’ambito del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio;
— con Decreto Dirigenziale n. 19017 del 26/10/2009 è stata
costituita la Segreteria Tecnica a supporto dell’attività del Tavolo
di Partenariato Regionale del PISR Aree Urbane nell’ambito del
Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio;
— con determinazioni assunte in sede di incontro bilaterale
Regione Calabria/Commissione Europea sullo stato di attuazione del POR Calabria FESR 2007-2013 del 14 dicembre 2009,
è stato definito l’assenso della Commissione stessa per l’attivazione delle Linee dell’Asse 8 Obiettivo Specifico-Settore 8.1. a
procedere secondo modalità di negoziato, senza la pubblicazione
dei bandi;
— con nota prot. 1281 del 24/2/2010 del Dipartimento Programmazione della Regione Calabria è stata attivata la procedura
scritta del Comitato di Sorveglianza del POR Calabria FESR
2007/2013, a modifica dei Paragrafi 4.8.1., 4.8.2. e 5.4.7. dello
stesso POR FESR 2007/2013, concluda positivamente il 5/3/
2010, a seguito dell’incontro con i Servizi della Commissione
Europea del 14/12/2009, con la quale è stata adottata, per la selezione dei Progetti Integrati di Sviluppo Urbano (PISU), una
procedura negoziale tra l’Amministrazione Regionale e le Amministrazioni Comunali, al posto della procedura precedentemente prevista dei Bandi Pubblici, rimanendo confermato che i
PISU da selezionare devono essere previsti esplicitamente nei
Piani Strategici Urbani predisposti dalle Città ed Aree Urbane e
approvati dalla Regione Calabria;
— con note prot. 1620 del 4/3/2010 e prot. 1830 del 12/3/
2010 del Dipartimento Programmazione è stata conclusa positivamente la procedura scritta per la modifica del paragrafo 4.8.1.
del POR Calabria FESR 2007/2013 relativamente all’inserimento della procedura negoziata con i Comuni Beneficiari per la
selezione dei PISU;
— con comunicazione prot. 2011 del 4/3/2010 la Commissione Europea – Direzione Generale Politica Regionale ha
espresso parere favorevole alla modifica del paragrafo 4.8.1. del
POR Calabria relativamente alla procedura negoziata tra Regione e Comuni per la selezione dei PISU;
— nelle sedute di insediamento del Tavolo di Partenariato
Regionale del Progetto Integrato di Sviluppo Regionale di Valenza Strategica «Sistema delle Aree Urbane Regionali», tenutesi in data 13/11/2009 e in data 13/1/2010, su convocazione del
Presidente della Giunta regionale, è stato avviato il confronto
sulle metodologie di programmazione del PISR e sui criteri di
riparto delle risorse, nonché è stato definito lo schema di Accordo di Programma e di Regolamento del Tavolo;
— con Decreto Dirigenziale n. 21614 del 30/11/2009 del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio è stato approvato il Regolamento Interno del Tavolo di Parteneriato Regionale del PISR Aree Urbane;
4426
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— con Decreto Dirigenziale n. 21617 del 30/11/2009 del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio è stato approvato lo schema di Protocollo d’Intesa Programmatico per il PISR
Aree Urbane;
— con Delibera della Giunta Regionale n. 11 del 13/1/2010 è
stato approvato il criterio di riparto delle risorse finanziarie del
POR FESR 2000/2013 Asse 8 Obiettivo Specifico 8.1., a seguito
della seduta nella stessa data del Tavolo del partenariato, in conseguenza della quale una quota pari ad Euro 38.677.296,65 è
stata riservata ai Progetti Strategici a valenza regionale, e la
quota di Euro 261.146.708,36 è stata destinata alle Città ed Aree
Urbane per la realizzazione dei PISU;
— con nota n. 0094/DG del 22 gennaio 2010 di convocazione
della riunione delle Città ed Aree Urbane destinatarie dell’Asse
8, Obiettivo Specifico 8.1., Obiettivi Operativi 8.1.1. e 8.1.2.
convocata presso il Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della Regione Calabria in data 27/1/2010, è stato avviato
il procedimento-ex art. 11, co. 1-bis legge 7 agosto 1990 n. 241 e
s.m.i., per la procedura negoziata tra Comuni e Regione Calabria
per la successiva presentazione delle proposte dei PISU e la stipula della Convenzione;
— con procedura scritta ex-art. 11 del Regolamento del Tavolo regionale di partenariato del PISR «Aree Urbane» in data
29/1/2010 con la nota prot. 128/DG del 28/1/2010, il Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della Regione Calabria ha inviato in approvazione ai componenti del Tavolo ai sensi
della D.G.R. 181/2009: Linee-guida per la predisposizione dei
PISU (Documento di attuazione); Schema di Convenzione per la
realizzazione dei PISU; Documento sull’articolazione territoriale e composizione dei Sistemi Urbani della Calabria elaborata
nell’ambito del QTR/P; Linee di indirizzo per la allocazione programmatica delle risorse finanziarie del PORCalabria per i PISU;
— La procedura scritta si è favorevolmente conclusa in data
5/2/2010, come da notifica del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della Regione Calabria prot. 180/DG dell’8/
2/2010;
— con Decreto Dirigenziale n. 1050 del 10/2/2010 del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio sono state approvate le Linee-guida per la predisposizione dei PISU (Documento
di attuazione);
— con Decreto Dirigenziale n. 1051 del 10/2/2010 del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio è stato approvato lo
schema di Convenzione per la realizzazione dei PISU Lineeguida per la predisposizione dei PISU;
— lo schema di Protocollo d’Intesa Programmatico (Patto per
lo sviluppo) per il PISR Aree Urbane approvato con Decreto Dirigenziale n. 21617 del 30/11/2009 del Dipartimento Urbanistica
e Governo rinvia alla stesura e sottoscrizione di specifiche Convenzioni esecutive per la realizzazione dei PISU nell’ambito dell’Asse 8 Obiettivo Specifico 8.1;
— i Comuni Beneficiari dell’Asse 8 – Obiettivo Specifico
8.1. – Obiettivi operativi 8.1.1. e 8.1.2. del POR Calabria FESR
2007/2013 hanno presentato alla Regione Calabria in esecuzione
alle Linee-guida le Schede progettuali dei PISU, che sono state
esaminate dal Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio
per la valutazione di ammissibilità e coerenza al POR, e trasmesse per la valutazione ulteriore al Nucleo Regionale di Valutazione degli Investimenti Pubblici;
— il Comune di Lamezia Terme ha presentato in data 26/2/
2010 con nota prot. n. 15748 la proposta di PISU, approvata con
D.G.M. n. 74 del 26/2/2010;
— sulla proposta di PISU avanzata dal Comune di Lamezia
Terme si è realizzata la procedura negoziata in data 9-10/3/2010
tra Comune di Lamezia Terme, Regione Calabria-Dipartimenti
Programmazione e Urbanistica e Nucleo Regionale di Valutazione degli Investimenti Pubblici, che ha determinato osservazioni e prescrizioni nei confronti del Comune da parte della Regione per modifiche e integrazioni della proposta di PISU;
— il Comune di Lamezia Terme, a seguito di procedura negoziata con la Regione Calabria, ha integrato la proposta di PISU
secondo le indicazioni regionali, approvata con D.G.M. n. 112
del 15/3/2010 ed ha ripresentato i Progetti con nota prot. n. 21025
del 18/3/2010;
— il Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della
Regione Calabria ha espresso valutazione di ammissibilità e di
coerenza alla linea di intervento sulla proposta di PISU avanzata
dal Comune di Lamezia Terme;
— il Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della
Regione Calabria ha trasmesso le proposte di PISU del Comune
di Lamezia Terme al Nucleo Regionale di Valutazione degli Investimenti Pubblici della Regione Calabria per le valutazioni di
competenza;
— su tale proposta di PISU si è sviluppata una procedura negoziata di valutazione con richiesta di integrazione documentale;
— con D.G.M. n. 446 del 20/7/2011 si è proceduto alla approvazione della rimodulazione definitiva del PISU da parte del Comune di Lamezia Terme;
— il Nucleo Regionale di Valutazione degli investimenti pubblici, ai sensi dell’art. 2 della Convenzione per la realizzazione
dei PISU, ha espresso parere favorevole sui Progetti PISU del
Comune di Lamezia Terme con nota prot. 21564 del 19/1/2012
acquisita con nota n. 23118 del 20/1/2012, con specifiche prescrizioni;
— con D.D.G. n. 3092 del 3/3/2012 si è proceduto all’impegno contabile dell’importo di c 5.316.558,20 pari alla l’anticipazione del 20% dei progetti PISU sull’Area Urbana di Lamezia
Terme, ai sensi degli arti. 2 e 13 della convenzione stipulata in
data 22/3/2010, con successivo D.D.S. n. 7205 del 22/5/2012, si
è proceduto a liquidare la somma di c 5.316.558,20 pari alla
l’anticipazione del 20% dei Progetti PISU dell’Area Urbana di
Lamezia Tenne;
— con richiesta del 24/6/2013, acquisita al protocollo Dipartimentale al n. 210926 del 25/6/2013, il Comune di Lamezia
Terme ha richiesto la seconda anticipazione del 40% avendo raggiunto la spesa effettiva pari all’80% della l’anticipazione (pari
ad c 4.253.246,56) dimostrando le spese effettivamente sostenute pari ad c 7.742.524,49;
VISTI:
— l’Accordo di programma «Patto per lo Sviluppo dell’area
Urbana di Lamezia Terme» sottoscritto in data 14/11/2009;
— la Convenzione regolante il finanziamento per la realizzazione dei PISU-POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse VIII Città
Obiettivo Specifico 8.1 per il Comune di Lamezia Tenne, sottoscritta in data 22/3/2010 e repertoriata al n. 233 del 22/3/2010;
CONSIDERATO CHE il Comune di Lamezia Tenne, in esecuzione alla D.G.R. 11/2010 è assegnatario di risorse sull’Asse 8
Obiettivo Specifico 8.1. del POR FESR 2007/2013 pari ad Euro
26.582.791,00, successivamente rimodulato ad c 21.908.836,00;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
CHE gli interventi sopra menzionati incidevano per c
10.490.642,00 sull’Obiettivo operativo 8.1.1 di cui al Capitolo di
Bilancio 37020101 UPB 3.7.02.01 e, per c 16.092.149,00 sull’Obiettivo Operativo 8.1.2 di cui al Capitolo di Bilancio
37020102 UPB 3.7.02.01;
CHE ai sensi dell’art. 13 della Convenzione sottoscritta è prevista l’erogazione di un secondo acconto del 40% successiva-
4427
mente alla stipula della Convenzione ed all’atto del parere favorevole del Nucleo di Valutazione degli investimenti pubblici;
CHE ricorrono le condizioni per procedere all’impegno contabile dell’acconto pari al 40% sul finanziamento dei PISU per il
Comune di Lamezia Tenne, per come segue, a seguito della richiamata rimodulazione:
Importo 40% c
Obiettivo/Linea di intervento
Obiettivo Operativo 8.1.1.
Linea di intervento 8.1.1.1.
798.589,49
Linea di intervento 8.1.1.3.
1.160.850,40
Totale Obiettivo Operativo
1.959.439,89
Obiettivo Operativo 8.1.2.
Linea di intervento 8.1.2.1.
3.537.954,66
Totale Obiettivo Operativo
3.537.954,66
Totale Generale Obiettivo Specifico
5.497.394,55
CONSIDERATO CHE i Capitoli di Bilancio Regionale 2013
n. 37020101 UPB 3.7.02.01 relativo all’Obiettivo operativo
8.1.1. e n. 37020102 UPB 3.7.02.01 relativo all’Obiettivo operativo 8.1.2. dispongono della dovuta capienza residua per procedere all’impegno contabile ed alla liquidazione di che trattasi
come determinato dalla D.G.R. n. 306/2013;
CHE sussistono i presupposti e le condizioni per procedere ad
impegnare il seconda anticipo corrispondente al 40% sull’importo finanziato PISU, e quindi, per c 1.959.439,89 per l’Obiettivo Operativo 8.1.1. sul Capitolo di Bilancio 37020101 UPB
3.7.02.01 e per c 3.537.954,66 per l’Obiettivo Operativo 8.1.2.
sul Capitolo di Bilancio 37020102 UPB 3.7.02.01 per un totale
di c 5.497.394,55;
CHE l’importo suddetto è inferiore al 40% effettivo sulla
quota POR FESR dell’Area Urbana di Lamezia Terme, in quanto
a seguito della variazione di Bilancio avvenuta con D.G.R. n.
306 dell’11/6/2013 con l’istituzione dei capitoli POC sono state
diminuite le disponibilità di competenza 2013 per i capitoli POR
3702101 e 3702102, per cui si è proceduto all’impegno contabile
nel limite consentito dalla disponibilità residua, rinviando a successivo atto nell’anno di competenza 2014 l’impegno residuo a
concorrere del 40% di seconda anticipazione;
CONSIDERATO ANCORA CHE;
A seguito della rimodulazione sopra richiamata l’Area Urbana
di Lamezia Terme ha subito una rimodulazione di assegnazione
finanziaria sul Programma PISU POR FESR 2007/2013 Asse
VIII Obiettivo Specifico 8.1 da c 26.582.791,00 ad c
21.908.836,00, con una riduzione effettiva provvisoria pari ad c
4.673.956,00 recuperabile in base alle effettive economie determinate dai ribassi d’asta;
A seguito del DGM n. 159 del 3/4/2013 l’Area Urbana di Lamezia Terme ha presentato una proposta di rimodulazione del
Programma PISU, a parziale modifica di quanto previsto dalla
Convenzione stipulata in data 22/3/2010, che prevede la seguente ripartizione dei progetti;
— progetti sul POR n. 14 per c 21.908.836,00;
— progetti sul PEP/POC n. 0;
— progetti sulla Lista di riserva n. 2 per c 4.673.956,00;
CHE sulla rimodulazione del Programma PISU dell’Area Urbana di Lamezia Terme il Nucleo Regionale di valutazione degli
investimenti Pubblici ha espresso il parere favorevole di Coerenza programmatica in data 10/9/2013, notificato al Dipartimento Urbanistica dall’Autorità di Gestione del POR Calabria
FESR 2007/2013 Prot. n. 297248 del 23/9/2013;
CHE a seguito della richiamata rimodulazione permangono
per l’area Urbana di Lamezia Terme progetti POR FESR 2007/
2013 pari ad c 21.908.836,00 mentre c 4.673.956,00 sullaLista
di Riserva da alimentare con le economie da ribasso d’asta;
CHE i progetti inseriti nella rimodulazione ammessi a finanziamento sul POR FESR Calabria 2007/2013 sono pari a complessivi c 21.908.836,00 e gravano interamente sugli Obiettivi
Operativi 8.1.1 di cui al capitolo di Bilancio 37020101 Obiettivo
Operativo 8.1.2 di cui al Capitolo di Bilancio 37020102 UPB
3.7.02.01;
CHE ai sensi dell’art. 13 della Convenzione sottoscritta è prevista l’erogazione di un secondo acconto del 40% a seguito delle
condizioni prima descritte;
CHE a seguito della rimodulazione richiamata il calcolo del
40% di seconda anticipazione, pari ad c 5.497.394,55 si applica
unicamente ai progetti inseriti nel POR residuo, a valere sui capitoli di Bilancio di cui c 1.959.439,89 per l’Obiettivo Operativo
8.1.1. sul Capitolo di Bilancio 37020101 UPB 3.7.02.01 e per c
3.537.954,66 per l’Obiettivo Operativo 8.1.2. sul Capitolo di Bilancio 37020102 UPB 3.7.02.01, limitatamente nella residua disponibilità dei capitoli di Bilancio considerati entro il 40% di
anticipazione con riduzione determinata dalla contestuale riduzione dei capitoli di Bilancio considerati sull’anno di competenza 2013 a seguito delle variazioni di Bilancio eseguite con
D.G.R. n. 306 dell’11/9/2013 a seguito di approvazione del POR
Calabria, -rinviando a successivo atto nell’anno 2014 la liquidazione della differenza fino alla concorrenza,del 40%,;
4428
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
CHE ricorrono quindi le condizioni per procedere alla liquidazione dell’acconto del 40% sul finanziamento dei PISU per
l’Area Urbana di Lamezia Terme, nei limiti della disponibilità
residua dei capitoli di competenza;
CHE i Capitoli di Bilancio Regionale 2013 n. 37020101 UPB
3.7.02.01 relativo all’Obiettivo Operativo 8.1.1. e n. 37020102
UPB 3.7.02,01 relativo all’Obiettivo Operativo 8.1.2, dispongono della dovuta capienza residua per procedere alla liquidazione di che trattasi;
CHE con il presente D.D.S. si procede all’impegno contabile,
corrispondente all’anticipo del 40% sull’importo finanziato per i
PISU a valere sul POR FESR 2007/2013, per c 5.497.394,55 per
gli Obiettivi Operativi 8.1.1 e 8.1.2. sui capitoli di Bilancio n.
37020101 e n. 37020102, che presenta la dovuta disponibilità;
CHE sussistono quindi i presupposti e le condizioni per procedere all’impegno del 40% del finanziamento accordato a seguito di rimodulazione sulla quota POR FESR 2007/2013 residua per l’Area Urbana di Lamezia Terme, pari ad c
5.497.394,55;
CHE si procederà con successivo atto ali’ erogazione del 40%
all’Area Urbana di Lamezia Terme per la somma di c
5.497.394,55 per come disposto dal presente Decreto Dirigenziale di impegno contabile;
VISTE le schede contabili, proposte di impegno, generate telematicamente ed allegate al presente atto:
— proposta 8 - 312/2013 del 16/9/2013 Linea di Intervento
8.1.1.1 CGU 20203 – 2234 – Impegno n. 4990 del 16/9/2013 –
Sub. Imp. n. 5636 del 16/9/2013 capitolo n. 37020101 – Importo
pari ad c 798.589,49;
— proposta 8 – 311/2013 del 16/9/2013 Linea di Intervento
8.1.1.3 CGU 20203 – 2234 – Impegno n. 4983 del 16/9/2013 –
Sub. Imp. n. 5593 del 16/9/2013 capitolo n. 37020101 – Importo
pari ad c 1.160.850,40;
— proposta 8 – 313/2013 del 16/9/2013 Linea di Intervento
8.1.2.1 CGU 20203 – 2234 – Impegno n. 4997 del 16/9/2013 –
Sub. Imp. n. 5637 del 16/9/2013 capitolo n. 37020102 – Importo
pari ad c 3.537.954,66;
VISTE le check - list di richiesta impegno contabile del
SIURP attestate dai responsabili di Linea:
— linea di Intervento 8.1.1.1 del 16/9/2013 n. 38529;
VISTA la Legge regionale n. 71 del 27/12/2012 di approvazione del bilancio di previsione della Regione Calabria per
l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013-2014
(BURC n. 23 del 17/12/2012 Suppi. straord. n. 6 del 28/12/
2012);
VISTA la D.G.R. n. 580 del 28/12/2012 con la quale è stato
approvato il documento tecnico;
VISTA la D.G.R. n. 579 del 28/12/2012 con la quale è stato
approvato il documento dipartimentale di bilancio 2013;
CONSIDERATO CHE si tratta di semplice trasferimento di
fondi e che, pertanto, non rientra nell’ambito di applicazione dell’art. 48 bis del DPR n. 602/1973, recante disposizioni in materia
di pagamenti della pubblica amministrazione;
CHE unitamente alla proposta del presente Decreto il Dirigente responsabile per materia attesta ai sensi dell’art. 4 comma
1 della L.R. 47/2011 – rubricato «Copertura finanziaria dei provvedimenti della Giunta Regionale», attesta la copertura finanziaria dell’importo sui capitoli di spesa interessati, il cui stanziamento costituisce limite all’assunzione del relativo impegno;
Su proposta dell’Unità operativa competente del Servizio n. 7
«Piani e Programmi Urbanistici regionali, Quadro Territoriale
Regionale, Sviluppo Urbano e Territoriale, Programmi Strutturali Europei», e del Responsabile delle Linee di intervento interessate, che attesta la legittimità del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato gli adempimenti di competenza;
DECRETA
Per quanto esposto in premessa, che qui si intende integralmente riportato:
1) Di impegnare a titolo di seconda anticipazione del 40%
sull’importo finanziato al Comune di Lamezia Terme, per i Progetti PISU – POR Calabria FESR 2007/2013 Asse VIII Città
Obiettivo Specifico 8.1, ai sensi dell’art. 13 della Convenzione
del 22/3/2010, limitatamente ai progetti allocati e finanziati a
valere sul POR FESR a seguito della rimodulazione del Programma PISU, la somma di c 5.497.394,55 di cui c 1.959.439,89
per l’Obiettivo Operativo 8.1.1. sul Capitolo di Bilancio
37020101 UPB 3.7.02.01 e per c 3.537.954,66 per l’Obiettivo
Operativo 8.1.2. sul Capitolo di Bilancio 37020102 UPB
3.7.02.01, che presenta la dovuta disponibilità;
— linea di Intervento 8.1.1.3 del 16/9/2013 n. 38532;
— linea di Intervento 8.1.2.1 del 16/9/2013 n. 38547;
VISTE:
— la Legge Regionale 4 febbraio 2002, n. 8 recante «Ordinamento del bilancio e della contabilità di supporto della Regione
Calabria»;
— la Legge Regionale 4 settembre 2001, n. 19 recante
«Norme sul procedimento amministrativo, la pubblicità degli atti
ed il diritto di accesso. Disciplina della pubblicazione del Bollettino Ufficiale della Regione Calabria»;
VISTA la D.G.R. n. 770 dell’11 novembre 2006 avente ad
oggetto Ordinamento generale delle strutture organizzative della
Giunta Regionale (Art. 7, LR n. 31/2002);
VISTA la L.R. 34/2002 e ritenuta la propria competenza;
2) Di dare atto che l’impegno effettivo di c 5.497.394,55 è
inferiore al 40% effettivo alla quota POR FESR dell’Area Urbana di Lamezia Tenne, a seguito della diminuzione della capienza dei capitoli stessi a seguito della variazione di Bilancio di
cui alla D.G.R. n. 306 dell’11/9/2013, rinviando ad atto successivo nel 2014 l’impegno residuo;
3) Di stabilire che si procederà con successivo separato atto
all’erogazione della seconda anticipazione del 40% impegnato
con il presente atto, di c 5.497.394,55 a favore dell’Area Urbana
di Lamezia Terme;
4) Di demandare l’attuazione del presente Decreto al Settore
n. 3 Servizio n. 7 del Dipartimento n. 8;
5) Di notificare il presente provvedimento all’Area Urbana
di Lamezia terme; all’Autorità di gestione ed Autorità di Certificazione del POR Calabria 2007/2013;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
6) Di Pubblicare il presente atto sul BURC Calabria, nonché
sul sito web della regione Calabria ai sensi della L.R. 4/9/2001
n. 19.
4429
VISTO il contratto rep. n. 4919 del 2/3/2005, n. 4069 serie 3
del 7/3/2005 con il quale è stata affidata al Raggruppamento sopraindicato l’esecuzione dei suindicati lavori, per un importo di
c 430.226,00 oltre IVA;
Catanzaro, lì 15 ottobre 2013
Il Dirigente del Settore n. 3
Dott. Antonio Nicola De Marco
VISTI gli atti tecnico-contabili emessi dal Collaudatore, dalla
Direzione dei Lavori relativamente allo Stato di Avanzamento e
lo Stato Finale emessi dalla Direzione dei Lavori;
VISTA la fattura n. 02/11 del 11/1/2011 della ditta Edda srl in
liquidazione ammontante a c 103.254,24 IVA inclusa, relativa al
sesto SAL e accertata la regolarità della stessa;
DECRETO n. 14363 del 16 ottobre 2013
CONSIDERATO:
Realizzazione della Cartografia numerica e DBT alla scala
1:5.000 relativamente al lotto 1 – Impegno e liquidazione
competenze a saldo.
— che con sentenza del 22/12/2011 il Tribunale di Torino ha
dichiarato il fallimento della ditta Edda srl in liquidazione;
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
— che con la medesima sentenza sono stati nominati: Giudice Delegato la dott.ssa Maurizia Giusta e Curatore la dott.ssa
Maria Carmela Ceravolo;
VISTA la legge regionale n. 7 del 13 maggio 1996, recante:
«Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della
Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28, che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
VISTA la Deliberazione di Giunta Regionale n. 2661 del 21
giugno 1999, recante: «Adeguamento delle norme legislative e
regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate
dalla L.R. 7/96 e dal D.Lgs. n. 29/93 e successive integrazioni e
modificazioni»;
VISTO il Decreto n. 3 54 del 24 giugno 1999 del Presidente
della Regione recante: «Separazione dell’attività amministrativa
di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
VISTA la D.G.R. n. 770 dell’11 dicembre 2006 avente per
oggetto: Ordinamento generale delle strutture organizzative
della giunta regionale (art. 7, L.R. n. 31/2002);
VISTO il D.P.G.R. n. 48 del 14 maggio 2013, con il quale è
stato conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento
n. 8 «Urbanistica e Governo del Territorio» all’Arch. Saverio
Putortì;
VISTO il D.P.G.R. n. 224 del 30 luglio 2010, con il quale è
stato conferito l’incarico di Dirigente del Settore n. 2 «Sistema
Informatico e Cartografia Regionale» al Dott. Giorgio Margiotta;
VISTO il D.D.G. n. 12074 del 19 agosto 2010 con il quale
Dott. Giorgio Margiotta è stato delegato ad assumere tutti gli atti
endoprocedimentali e ad adottare e sottoscrivere tutti i provvedimenti conclusivi relativi alle materie rientranti nella competenza
del Settore n. 2 «Sistema Informativo Territoriale e Cartografia
Regionale»;
VISTA la DGR n. 466 del 2 novembre 2011 avente ad oggetto
«Dirigenti a contratto – Parere comitato consulenza giuridica –
Determinazioni», con la quale si è proceduto a consentire l’effettiva automatica ripresa del servizio del Dott. Giorgio Margiotta;
— che con nota del 1/2/2012 il curatore ha fatto richiesta di
pagamento della fattura n. 02/11 del 11/1/2011 emessa dalla ditta
Edda srl in liquidazione per un importo di c 103.254,24 IVA
inclusa;
— che nella stessa nota il curatore ha inviato le nuove coordinate bancarie intestate al Fallimento di s.r.l. E.D.D.A. – Elaborazione Dati e Disegno Automatico in liquidazione;
VISTA la nota n. 856 del 2/1/2013 con la quale questo,Dipartimento ha chiesto al Dipartimento n. 4 «Bilancio e Patrimonio»,
la riallocazione dell’impegno 6598/2004 sul capitolo originario,
per la liquidazione delle somme di cui in premessa;
VISTO, altresì, il D.D.G. n. 1050 del 28/1/2013 con il quale il
Dipartimento Bilancio ha prelevato dal Fondo Speciale la somma
necessaria al pagamento delle spettanze dovute riallocandole sul
capitolo 12030105;
VISTI:
— la Circolare n. 22 del 29 luglio 2008 (DM 40/2008) della
Società Equitalia Servizi s.p.a. secondo cui qualora il beneficiario del pagamento risulti sottoposto ad una procedura concorsuale non si debba applicare la disposizione di cui all’art. 48 bis
del D.P.R. n. 602/1973;
— l’art. 87 del medesimo D.P.R. n. 602/1973, ai sensi del
quale, in caso di liquidazione coatta amministrativa «il concessionario chiede, sulla base del ruolo, per conto dell’Agenzia delle
entrate l’ammissione al passivo della procedura»;
RITENUTO, pertanto, di non dover procedere alla verifica
della sussistenza di eventuali inadempimenti a carico della Ditta
EDDA srl tramite la Società Equitalia Servizi s.p.a.;
DATO ATTO che il Dirigente Competente, ai sensi dell’art. 4
comma 1 della Legge Regionale 47/2011 (Copertura finanziaria
dei provvedimenti della Giunta Regionale), attesta la copertura
finanziaria al capitolo di spesa interessato, il cui stanziamento
costituisce limite all’assunzione del relativo impegno;
VISTI gli artt. 43 e 45 della L.R. n. 8/2002;
PREMESSO CHE con Decreto n. 21182 del 3/12/2004 è stata
affidata all’ATI: Edda srl e Cart-Aer Rilievi srl la «Realizzazione
del Database Topografico e della Carta fotogrammetrica numerica alla scala 1:5.000 – Lotto n. 1»;
VISTA la scheda contabile, proposta d’impegno n. 08-303/
2013 del 12/9/2013, generata telematicamente ed allegata al presente atto;
4430
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTA la distinta di liquidazione n. 10606 del 12/9/2013, proposta n. 08-303/2013, generata telematicamente ed allegata al
presente atto;
VISTA la legge regionale n. 34 del 12 agosto 2002 e s.m.i. e
ritenuta la propria competenza;
DECRETO n. 14523 del 21 ottobre 2013
APQ «Emergenze Urbane e Territoriali» – Valorizzazione
del Paesaggio ed interventi sugli Ecomostri. Proroga Convenzioni.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA la legge regionale n. 71 del 27 dicembre 2012 di approvazione del Bilancio Regionale per l’anno finanziario 2013;
VISTA la D.G.R. n. 579 del 28/12/2012 con la quale è stato
approvato il Bilancio Dipartimentale;
VISTA la D.G.R. n. 580 del 28/12/2012 con la quale è stato
approvato il Documento Tecnico;
Su proposta del Dirigente del Servizio n. 6 «Servizio di Interoperabilità e di Rete per Cartografia e Sito - Centro Cartografico
Regionale»;
DECRETA
VISTE:
— la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 e s.m.i., recante «Norme sull’ordinamento delle strutture organizzative
della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare l’art. 28, che individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di Dirigente Generale;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 2661 del 21 giugno
1999, recante: Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate dalla
L.R. 7196 e dal D.Lgs. n. 29193 e s.m.i;
VISTE:
Per le motivazioni esposte in premessa, che qui si intendono
integralmente riportate e trascritte:
— di impegnare in favore del sopracitato beneficiario la
somma di c 103.254,24 per il pagamento delle spettanze dovute
facendo gravare la stessa sul capitolo 12030105, che presenta
lanecessaria disponibilità;
— di liquidare alla ditta Fallimento di s.r.l. E.D.D.A. - Elaborazione Dati e Disegno Automatico in liquidazione - la somma di
c 103.254,24 IVA compresa, a saldo della fattura n. 02/11 del
11/1/2011;
— di disporre il pagamento, così come comunicato dal curatore, al seguente, codice IBAN: IT42 U030 6901 0081 0000 0590
005, relativo al c/c bancario n. 1000/00590005 presso l’Istituto
Bancario Intesa San Paolo - Filiale n. 8 - Corso De Gasperi 14 Torino, intestato al Fallimento di s.r.l. E.D.D.A. - Elaborazione
Dati e Disegno Automatico in liquidazione;
— di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione dei relativi mandati di pagamento;
— di disporre la pubblicazione del presente decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione.
Catanzaro, lì 16 ottobre 2013
Il Dirigente del Settore
Dott. Giorgio Margiotta
— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente della
Regione recante «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
— il D.lgs n. 165/2001 s.m.i.;
— il D.P.G.R. n. 48 del 14 maggio 2013, con il quale è stato
conferito all’Arch. Saverio Putortì l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 8 Urbanistica e Governo del Territorio;
— il D.D.G. n. 11755 del 12 agosto 2013, con il quale è stato
conferito l’incarico al Dott. Antonio Nicola De Marco di Dirigente del Settore 3 «Programmazione e Politiche del Territorio,
Pianificazioni Territoriali» del Dipartimento n. 8;
EVIDENZIATO CHE:
— in data 29/12/2006, è stato sottoscritto a Roma l’Accordo
di Programma Quadro «Emergenze Urbane e Territoriali» – Valorizzazione del Paesaggio ed interventi sugli Ecomostri tra la
Regione Calabria, il Ministero delle Infrastrutture ed il Ministero
dello Sviluppo Economico, finalizzato all’attuazione di programma di interventi concentrati sulla necessità di preservare e
valorizzare il patrimonio naturalistico-ambientale partendo dalla
individuazione di ambiti territoriali compromessi, nell’intento di
ricreare condizioni di equilibro per il risanamento paesaggistico
ambientale;
— le Amministrazioni comunali, in qualità di Soggetti Attuatori, e la Regione Calabria hanno sottoscritto apposite convenzioni per la realizzazione degli interventi ammessi a finanziamento, la cui scadenza naturale era prevista per il 31/12/2008;
— la durata delle convenzioni, sottoscritte con i Soggetti Attuatori, è stata prorogata con successivi Decreti sino al 30/6/
2013;
PRESO ATTO:
— delle istanze, acquisite agli atti, avanzate da beneficiari dei
finanziamenti, i quali, ai sensi degli art. 4 e 5 della convenzione,
hanno chiesto un ’ulteriore proroga al fine di completare i rispettivi interventi;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
CONSIDERATO CHE:
— sia per ragioni legate alle misure adottate dalla G.R. per
favorire il rispetto del patto di stabilità interno, sia per ritardi
nell’esecuzione dei lavori e, quindi, della correlata rendicontai:ione della spesa, le erogazioni di anticipazioni e/o saldi dei
finanziamenti hanno subito rallentamenti e ritardi, anche in vigenza della convenzione;
RITENUTO:
— opportuno accordare ai Soggetti Attuatori un ulteriore periodo di proroga della durata delle relative convenzioni sia per
completamento dei lavori, che per la definizione delle procedure
amministrative in corso e dei connessi adempimenti contabili;
— pertanto, di prorogare sino al 30/6/2014 la durata delle
convenzioni stipulate relativamente all’Accordo di Programma
Quadro «Emergenze Urbane e Territoriali» – Valorizzazione del
Paesaggio ed interventi sugli Ecomostri, sottoscritto a Roma in
data 29/12/06 dal Ministero dello Sviluppo Economico, dal Ministero delle Infrastrutture e della Regione Calabria, la cui scadenza sia anteriore a tale data;
4431
SU PROPOSTA del Dirigente di Settore n. 3 che attesta la
legittimità del provvedimento ed ha previamente verificato e
controllato, ai sensi dell’art. 31 L.R. n. 7/1996, gli adempimenti
di competenza;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa, che si intendono qui
integralmente riportate e confermate:
— di prorogare fino al 30/6/2014 la durata delle convenzioni
stipulate tra Regione Calabria ed i Soggetti Attuatori dei relativi
progetti assentiti a finanziamento, con scadenza anteriore a tale
data, di cui all’allegato I, che costituisce parte integrante del presente decreto;
— di notificare il presente decreto ai Comuni beneficiari;
— di disporre, ai sensi della L.R. 4/9/2001 n. 19, la pubblicazione del presente provvedimento sul BURC e, ai sensi del D.lgs
n. 33/2013, di disporne la pubblicazione sui siti del Dipartimento
Urbanistica e Governo del Territorio ed «Amministrazione Trasparente» della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Arch. Saverio Putortì
VISTA la L.R. 34/2002 e s.m. e i. e ritenuta la propria competenza;
(segue allegato)
4432
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14524 del 21 ottobre 2013
APQ «Emergenze Urbane e Territoriali – III protocollo
aggiuntivo» – Proroga Convenzioni.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTE:
— la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996, recante
«Norme sull’ordinamento delle strutture organizzative della
Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28, che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 2661 del 21 giugno
1999, recante «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate dalla
L.R. 7196 e dal D.Lgs. n. 29193 e s.m.i.»;
VISTI:
— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente della
Regione recante «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
— il D. lgs 165/2001 s.m.i.;
— il D.P.G.R. n. 48 del 14 maggio 2013, con il quale è stato
conferito all’Arch. Saverio Putortì l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 8 Urbanistica e Governo del Territorio;
— il D.D.G. n. 11775 del 12 agosto 2013 con il quale è stato
conferito l’incarico al Dott. Antonio Nicola De Marco di Dirigente del Settore 3 «Programmazione e Politiche del Territorio,
Pianificazioni Territoriali» del Dipartimento n. 8;
zioni per la realizzazione degli interventi ammessi a finanziamento, la cui scadenza naturale era prevista per il 31/12/2008;
— la durata delle suddette convenzioni è stata prorogata, con
successivi atti, fino al 30/6/2013;
PRESO ATTO:
— delle istanze, acquisite agli atti, avanzate da beneficiari dei
finanziamenti, i quali, ai sensi degli art. 4 e 5 della convenzione,
hanno chiesto un’ulteriore proroga al fine di completare l’iter
procedurale del finanziamento;
CONSIDERATO CHE:
— sia per ragioni legate alle misure adottate dalla G.R. per
favorire il rispetto del patto di stabilità interno, sia per ritardi
nell’esecuzione dei lavori e, quindi, della correlata rendicontazione della spesa, le erogazioni di anticipazioni e/o saldi dei finanziamenti hanno subito rallentamenti e ritardi, anche in vigenza della convenzione;
RITENUTO:
— opportuno accordare a tutti i Soggetti Attuatori un ulteriore periodo di proroga della durata delle relative convenzioni
sia per completamento dei lavori ove non ancora ultimati – che
per la definizione delle procedure amministrative in corso e dei
connessi adempimenti contabili cui sono interessati, altresì, i Comuni che si trovano nella fase conclusiva dei lavori;
— pertanto di prorogare sino al 30/6/2014 la durata delle convenzioni stipulate relativamente all’Accordo di Programma
Quadro «Emergenze Urbane e Territoriali – III protocollo aggiuntivo», sottoscritto a Roma in data 19 luglio 2007 dal Ministero dello Sviluppo Economico, dal Ministero delle Infrastrutture e della Regione Calabria, la cui scadenza sia anteriore a tale
data;
EVIDENZIATO CHE:
— la Regione Calabria ha indetto un bando pubblico per l’assegnazione delle risorse di cui alla delibera CIPE 20/2004 e che
il medesimo bando è stato pubblicato in data 7 aprile 2006 nel
Supplemento Straordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale della Regione Calabria – Parti I e II – n. 6 del 1 aprile 2006;
— con D.D.G. n. 14450 del 7/11/2006 sono stati approvati gli
atti della Commissione di Valutazione e la graduatorie relative al
bando per l’attuazione degli interventi di cui alla Delibera CIPE
20/2004 – APQ «Emergenze Urbane e Territoriali» – Programma
di riqualificazione e recupero dei Centri Storici di cui alla L.R. n.
1/2006 - art. 29, pubblicati nel Bollettino Ufficiale della Regione
Calabria – Parte III – n. 51 del 22 dicembre 2006;
— la Regione Calabria, con Delibera di Giunta Regionale n.
792 del 14/11/2006, ha approvato la proposta di Accordo di Programma Quadro Emergenze Urbanistiche e Territoriali – III protocollo aggiuntivo;
— in data 19 luglio 2007, in Roma, è stato sottoscritto dal
Ministero dello Sviluppo Economico, e dal Ministero delle Infrastrutture e dalla Regione Calabria, l’Accordo di Programma
Quadro «Emergenze Urbanistiche e Territoriali – III protocollo
aggiuntivo», che ha per obiettivo il finanziamento di interventi di
«Riqualificazione e recupero dei centri storici», di cui alla Legge
Regionale n. 1106 art. 29, in attuazione della Delibera CIPE
20104 destinato al finanziamento di interventi in aree sottoutilizzate di cui all’art. 1 della Legge n. 208/1998, per il periodo
(2004-2007);
VISTA la L.R. 34/2002 e s.m. i. e ritenuta la propria competenza;
SU PROPOSTA del Dirigente di Settore n. 3 che attesta la
legittimità del provvedimento ed ha previamente verificato e
controllato, ai sensi dell’art 31 L.R. n. 7/1996, gli adempimenti
di competenza;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa, che si intendono qui
integralmente riportate e confermate:
— di prorogare fino al 30/6/2014 la durata delle convenzioni
stipulate tra Regione Calabria e i Soggetti Attuatori dei relativi
progetti assentiti a finanziamento, con scadenza anteriore a tale
data, di cui all’elenco allegato l, che costituisce parte integrante
del presente decreto;
— di notificare il provvedimento ai Comuni beneficiari;di disporre, ai sensi della L.R. 4/9/2001 n. 19, la pubblicazione del
decreto sul BURC e, ai sensi del D.lgs. n. 33/2013, di disporre la
pubblicazione sui siti del Dipartimento Urbanistica e Governo
del Territorio ed «Amministrazione Trasparente» della Regione
Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Arch. Saverio Putortì
— le Amministrazioni comunali, in qualità di Soggetti Attuatori, e la Regione Calabria hanno sottoscritto apposite conven-
(segue allegato)
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
4433
4434
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14525 del 21 ottobre 2013
A.P.Q. «Accelerazione della Spesa nelle Aree Urbane» –
Proroga Convenzioni.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTE:
— la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996 recante
«Norme sull’ordinamento delle strutture organizzative della
Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28, che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 2661 del 21 giugno
1999, recante: Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate dalla
L.R. 7/96 e dal D.Lgs.n. 29/93 e s.m.i.;
VISTI:
— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente della
Regione recante Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione, rettificato con D.P.G.R.
n. 206 del 15/12/2000;
CONSIDERATO CHE:
— sia per ragioni legate alle misure adottate dalla G.R. per
favorire il rispetto del patto di stabilità interno, sia per ritardi
nell’esecuzione dei lavori e, quindi, della correlata rendicontazione della spesa, le erogazioni di anticipazioni e/o saldi dei finanziamenti hanno subito rallentamenti e ritardi, anche in vigenza della convenzione;
RITENUTO:
— opportuno accordare ai Soggetti Attuatori un ulteriore periodo di proroga della durata delle relative convenzioni sia per
completamento dei lavori- ove non ancora ultimati- che per la
definizione delle procedure amministrative in corso e dei connessi adempimenti contabili, cui sono interessati, altresì, i Comuni che si trovano nella fase conclusiva dei lavori;
— pertanto, di prorogare sino al 30/6/2014 la durata delle
convenzioni stipulate relativamente all’Accordo di Programma
Quadro «Accelerazione della Spesa nelle Aree Urbane», sottoscritto a Roma in data 31/3/04 dal Ministero dello Sviluppo Economico, dal Ministero delle Infrastrutture e della Regione Calabria, la cui scadenza sia anteriore a tale data;
— iI D.lgs n. 165/2001 s.m.i.;
— il D.P.G.R. n. 48 del 14 maggio 2013 di conferimento, all’arch. Saverio Putortì, dell’incarico di Dirigente Generale del
Dipartimento n. 8 Urbanistica e Governo del Territorio;
— il D.D.G. n. 11775 del 12 agosto 2013, con il quale è stato
conferito l’incarico al Dott. Antonio Nicola De Marco di Dirigente del Settore 3 «Programmazione e Politiche del Territorio,
Pianificazioni Territoriali» del Dipartimento n. 8;
EVIDENZIATO CHE:
— in data 31 marzo 2004, è stato sottoscritto, in Roma, l’Accordo di Programma Quadro denominato «Accelerazione della
spesa nelle Aree Urbane» (di seguito A.P.Q.) tra la Regione
Calabria, il Ministero dell’Economia e delle Finanze e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nell’ambito dell’Intesa
Istituzionale di Programma tra il Governo della Repubblica e la
Giunta della Regione Calabria, finalizzato all’attuazione di un
programma complesso, composto sia di interventi infrastrutturali che da iniziative di pianificazione e progettazione di tipo
innovativo;
— le Amministrazioni Comunali, in qualità di Soggetti Attuatori e la Regione Calabria hanno sottoscritto apposite convenzioni per la realizzazione degli interventi ammessi a finanziamento, la cui scadenza naturale era prevista per il 31/12/2007;
— con successivi atti la durata delle convenzioni è stata prorogata fino al 30/6/2013;
PRESO ATTO:
— delle istanze, acquisite agli atti, avanzate da beneficiari dei
finanziamenti, i quali, ai sensi degli art. 4 e 5 della convenzione,
hanno chiesto un’ulteriore proroga al fine di completare i rispettivi interventi;
VISTA la L.R. 34/2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
SU PROPOSTA del Dirigente di Settore n. 3 - che attesta la
legittimità del provvedimento, previa verifica e controllo, ai
sensi dell’art. 31 L.R. n. 7 /1996, degli adempimenti di competenza;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa, che si intendono qui
integralmente riportate e confermate:
— di prorogare fino al 30/6/2014 la durata delle convenzioni
stipulate tra Regione Calabria e i Soggetti Attuatori dei relativi
progetti assentiti a finanziamento nell’ambito del suddetto APQ,
con scadenza anteriore a tale data, di cui all’elenco allegato 1,
che costituisce parte integrante del presente decreto;
— di notificare il provvedimento ai Comuni beneficiari;
— di disporre, ai sensi della L.R. 4/9/2001 n. 19, la pubblicazione del decreto sul BURC e, ai sensi del D.lgs n. 33/2013, di
disporne la pubblicazione sui siti del Dipartimento Urbanistica e
Governo del Territorio ed «Amministrazione Trasparente» della
Regione Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Arch. Saverio Putortì
(segue allegato)
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
DECRETO n. 14526 del 21 ottobre 2013
Delibera CIPE n. 89/2012 Riqualificazione urbana (recupero centristorici) – Progetti integrati per la riqualificazione,
il recupero dei centristorici della Calabria – Acconto 20% –
Comune di Guardia Piemontese (CS)
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTE/I:
— la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996, recante
«Norme sull’ordinamento delle strutture organizzative della
Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28, che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente della
Regione recante «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
— il D.lgs n. 165/2001 e s.m.i.;
— il D.P.G.R. n. 48 del 14 maggio 2013, con il quale è stato
conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 8
Urbanistica e Governo del Territorio all’Arch. Saverio Putortì;
4435
— il DDG n. 11755 del 12/8/2013, con il quale è stata conferito al dott. Antonio Nicola De Marco l’incarico di Dirigente del
Settore n. 3 «Programmazione e Politiche del Territorio, Pianificazioni Territoriali» del Dipartimento n. 8;
— il D.D.G. n. 15783 del 19 dicembre 2011, con il quale è
stato conferito al Dott. Rodolfo Elia l’incarico di Dirigente del
Servizio n. 8 «Politiche del Paesaggio Beni Paesaggistici, Disegno del Territorio – Tutela, Riqualificazione e Recupero dei
Centri Storici e urbani, Aree Sottoutilizzate Accordi di programma Quadro»;
EVIDENZIATO CHE:
— con decreto dirigenziale n. 3582 del 4 aprile 2008, è stato
approvato il Bando avente ad oggetto: «Progetti Integrati per la
riqualificazione, recupero e valorizzazione dei Centri Storici
della Calabria» – Delibera CIPE 35/05 APQ «Riserva Aree Urbane» e Delibera CIPE 3/06 APQ «Emergenze Urbane e Territoriali», pubblicato in data 30/5/2008, sul Bollettino Ufficiale della
Regione Calabria n. 22 – Parte III;
— con DGR n. 170 del 8 aprile 2009 «Programmazione Regionale Unitaria 2007-2013. Ricognizione delle risorse finanziarie per il completamento del programma Centri Storici della
Calabria di cui alle DGR n. 5912007 e n. 783/2008», la Giunta
Regionale aveva destinato al sopracitato Bando la somma complessiva di euro 155.448.469,67;
4436
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— che con DGR n. 157 del 31/3/2009 è stato approvato il
Programma Attuativo Regionale (PAR Calabria FAS 2007/
2013);
— con decreto dirigenziale n. 6642 del 24/4/2009 è stata approvata, ai sensi dell’art. 9, la Graduatoria e l’Elenco degli interventi ammessi a finanziamento;
— tra le parti sono state stipulate apposite convenzioni, successivamente modificate ed integrate, per la regolamentazione
del finanziamento dell’intervento;
— la copertura finanziaria dei Progetti considerati, a valere
sul PAR FAS 2007/2013, approvato con D.G.R. n. 157 del 31/3/
2009, non si è realizzata, a causa del mancato parere favorevole
del Comitato CIPE, al cui vaglio era stato sottoposto secondo le
modalità previste dalla Delibera CIPE del 6/3/2009;
— la Regione Calabria, con D.G.R. n. 171 del 27/2/2010 ha
aggiornato il quadro finanziario di cui alla precedente DGR n.
170/2009, proponendo la sottoscrizione di un IV Atto Integrativo
dell’A.P.Q. «Emergenze Urbane e Territoriali», con risorse derivanti dai «rientri finanziari» del FAS, in applicazione al punto 15
dell’Accordo Stato/Regioni del 12/2/2009 (Delibera CIPE del
6/3/2009);
di spesa sul Capitolo 330250207 – con la quale è stato dato mandato al Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio di procedere alla stipula delle convenzioni con i Comuni beneficiari e
contestualmente è stata impegnata, per gli anni 2013-2014-2015,
la somma complessiva di c 97.814.635,95, sul capitolo di Bilancio n. 33020207 – UPB 3.3.02.02, di cui c 30.000.000,00 con
impegno di spesa n. 1817 del 20/3/2013 da imputare al Bilancio
di competenza 2013 cap. 33020207;
— il verbale del 10/5/2013 del Tavolo dei Sottoscrittori (MITMISE-Regione Calabria) - ai sensi del punto 1.1.2. della delibera
CIPE 14/2006, relativo agli Accordi di Programma Quadro della
Regione Calabria «accelerazione della spesa nelle are urbane
(codice sistema gestione progetti «AU») ed «Emergenze Urbanistiche e Territoriali» (codici sistema gestione progetti «ED»,
EE») – con il quale è stata approvata la proposta regionale relativa ai 170 progetti di riqualificazione e recupero dei centri storici presentati dai Comuni, tra cui risulta il Comune di Guardia
Piemontese che ha presentato il seguente progetto: «Recupero
dei valori identitari e culturali - completamento del Museo Occitano» ammesso a finanziamento per un importo pari ad c
98.629,97;
VISTE:
— la L.R. n. 8/2002;
— a seguito della Delibera CIPE n. 79 del 30/7/2010, pubblicato in GURI il 26/11/2010, l’utilizzo delle risorse derivanti dalle
economie FAS è stato congelato;
— la L.R. n. 34/2002 e s.m. e i. e ritenuta la propria competenza;
— i Progetti per i Centri storici sono stati candidati a finanziamento sull’Intesa Generale Quadro di Programma (IGQ) Governo-Regioni nell’ambito del Piano Straordinario per il Mezzogiorno in data 26/9/2011;
— la L. R. 4 7 del 23/12/2011 «Provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e procedurale (collegato alla
manovra di finanza regionale per l’anno 2012), Art. 3, comma 4,
della legge regionale n. 8/2002»;
— a seguito di successiva istruttoria, i Progetti considerati
sono stati inclusi nei Piani di utilizzo per il Fondo di Sviluppo e
Coesione (FSC) con la programmazione CIPE per la Regione
Calabria delle risorse residue FAS 2000/2006, a modifica delle
Delibere CIPE n. 78/2011 e n. 7/2012;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 avente ad oggetto «Bilancio
di previsione della Regione Calabria per l’anno finanziario 2013
e bilancio pluriennale 2013-2015 (BUR n. 23 del 17/12/2012,
supplemento straordinario n. 6 del 28/12/2012);
— con delibera n. 89 del 3/8/2012 (pubblicata in GURI il
23/11/2012 Serie Gen. 279) il CIPE ha destinato alla Regione
Calabria risorse pari ad c 97.814.635,95 per la riqualificazione,
il recupero e la valorizzazione dei centri storici della Calabria;
VISTI/A:
— il D.D.G. n. 3644 dell’11/3/2013 di presa d’atto della Delibera CIPE n. 89/2012 del 3/8/2012 relativamente agli interventi
di Riqualificazione urbana (Recupero centri storici), con l’allegato elenco dei 170 «Progetti integrati per la riqualificazione, il
recupero dei centri storici della Calabria» con l’indicazione degli
importi effettivi relativi ai singoli progetti dei Comuni finanziati
dalla Delibera CIPE n. 89/2012;
— il D.D.G. n. 5954 del 17/4/2013 di approvazione degli
schemi «di massima» delle convenzioni nelle seguenti tipologie:
a) interventi non aggiudicati; b) interventi aggiudicati; c) interventi in corso di realizzazione; d) interventi ultimati;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 104 del 29/3/2013
avente ad oggetto «Progetti Integrati per la riqualificazione, recupero e valorizzazione dei Centri Storici della Calabria - Delibera CIPE n. 89 del 3/8/2012. Avvio procedure attuative impegno
— la D.G.R. n. 579 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il bilancio dipartimentale;
— la D.G.R. n. 580 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il documento tecnico;
— la D.G.R. n. 299 dell’11/9/2013 di variazione al bilancio e
prelievo del Fondo di riserva;
— la D.G.R. n. 306 dell’11/9/2013 di variazione al bilancio;
— la distinta di liquidazione n. 11759 del 14/10/2013 – proposta n. 08-352/2013 – generata telematicamente ed allegata al
presente atto;
— l’attestazione dell’8/10/2013 prot. n. 34 da parte del RUP
dell’ufficio tecnico del Comune circa il conto n. 305154 di contabilità speciale, su cui accreditare l’importo;
VISTO:
— l’art. 12 della convenzione, come modificata ed integrata,
avente ad oggetto «erogazione del finanziamento» laddove dispone che «la prima rata pari al 20% del costo dell’intervento,
così come risultante dal quadro definitivo di cui al precedente
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
art. 6, subordinatamente alla presentazione del progetto esecutivo approvato, accompagnato da una dichiarazione, da parte del
Responsabile del Procedimento, di validazione del progetto esecutivo e di immediata cantierabilità dell’opera;
CONSIDERATO CHE:
— dall’esame della documentazione in possesso di questa
amministrazione e nei limiti della stessa, è emerso che si è verificata la condizione di cui al succitato articolo 12;
— ai sensi dell’art. 4 comma I della legge regionale 47/2011rubricato «Copertura finanziaria dei provvedimenti della Giunta
Regionale», il Dirigente competente per materia ha attestato la
copertura finanziaria dell’importo sul capitolo di spesa interessato, il cui stanziamento costituisce limite all’assunzione del relativo impegno;
— si tratta di semplice trasferimento di fondi e che, pertanto,
non rientra nell’ambito di applicazione dell’art. 48 Bis del DPR
n. 602/1973 e s.m.i., recante disposizioni in materia di pagamenti
della Pubblica Amministrazione;
RITENUTO CHE:
— si può procedere, allo stato, all’erogazione dell’acconto di
c 19.725,99 pari al 20% del costo dell’intervento, fermo restando
ogni esame circa l’ammissibilità della spesa sostenuta dal Comune de quo in relazione alle finalità del progetto ed al rispetto
della normativa vigente in materia;
4437
DECRETO n. 14527 del 21 ottobre 2013
Bando «Progetti Integrati per la riqualificazione, recupero
e valorizzazione dei Centri Storici della Calabria» – Delibera
CIPE 35105 APQ «Riserva Aree Urbane» e Delibera CIPE
3106 APQ «Emergenze Urbane e Territoriali» – Proroga
Convenzioni.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTE:
— la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996, recante
«Norme sull’ordinamento delle strutture organizzative della
Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28, che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 2661 del 21 giugno
1999, recante «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate dalla
L.R. 7196 e dal D.Lgs. n. 29193 e s.m.i.»;
VISTI:
— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente della
Regione recante «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
— pertanto, la Regione si riserva, in autotutela, il potere di
revoca del finanziamento e recupero delle somme che eventualmente, a seguito dei dovuti accertamenti, risultassero indebitamente percepite dal beneficiario;
— il D.P.G.R. n. 48 del 14/5/2013, con il quale è stato conferito all’Arch. Saverio Putortì l’incarico di Dirigente Generale del
Dipartimento n. 8 Urbanistica e Governo del Territorio;
SU PROPOSTA del Dirigente del Servizio n. 8 che attesta la
legittimità del provvedimento ed ha previamente verificato e
controllato, ai sensi dell’art. 31 della L.R. n. 7 /96, gli adempimenti di competenza;
— il D.D.G. n. 11775 del 12 agosto 2013 con il quale è stato
conferito l’incarico al Dott. Antonio Nicola De Marco di Dirigente del Settore 3 «Programmazione e Politiche del Territorio,
Pianificazioni Territoriali» del Dipartimento n. 8;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa, che si intendono qui
integralmente riportate e confermate:
— di liquidare al Comune di Guardia Piemontese l’importo
di c 19.725,99, con accredito sul numero 305154 di contabilità
speciale presso la Banca d’Italia;
— di gravare il relativo onere sul Cap. 33020207 – UPB
3.3.02.02 (impegno n. 1817 del 20/3/2013, assunto con delibera
di G.R. 104/2013) che presenta la necessaria disponibilità;
— di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del relativo mandato di pagamento;
— di disporre, ai sensi della L.R. 4.9.2001 n. 19, la pubblicazione del presente provvedimento sul BURC e, ai sensi del D.lgs
n. 33/2013, di disporne la pubblicazione sui siti del Dipartimento.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Il Dirigente del Settore
Dott. Antonio Nicola De Marco
EVIDENZIATO CHE:
— con Decreto dirigenziale n. 3582 del 4 aprile 2008 è stato
approvato il Bando avente ad oggetto: «Progetti Integrati per la
riqualificazione, recupero e valorizzazione dei Centri Storici
della Calabria» – Delibera CIPE 35/05 APQ «Riserva Aree Urbane» e Delibera CIPE 3/06 APQ «Emergenze Urbane e Territoriali», pubblicato in data 30/5/2008, sul Bollettino Ufficiale della
Regione Calabria n. 22 - Parte III;
— con Decreto dirigenziale n. 6642 del 24 aprile 2009 è stata
approvata la graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento;
— con DGR n. 783 del 27/10/2008 «Riprogrammazione delle
Risorse delle Delibera CIPE n. 35105 assegnate ali ’Intesa Istituzione Stato - Regione Calabria. Procedure di riprogrammazione ai sensi della Delibera CIPE n. 14/2006», la Giunta Regionale ha destinato una quota di risorse ex Delibera CIPE n. 35/05
par a c 10.692.196,00 a copertura di operazioni – selezioni a
valle del suddetto bando centri storici – che avrebbero dovuto
assumere obbligazioni giuridicamente vincolanti al 30/6/2009;
— con DGR n. 170 del 8 aprile 2009 «Programmazione Regionale Unitaria 2007 - 2013. Ricognizione delle risorse finanziarie per il completamento del programma Centri Storici della
Calabria di cui alle DGR n. 59/2007 e n. 783/2008» la G.R. de-
4438
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
stina al sopracitato Bando la somma di c 155.448.469,67(centocinquantacinquemilioniquattrocentoquarantottomilaquattrocentosessantanove/67);
— in data 12 maggio 2009 sono state stipulate apposite convenzioni con i Comuni Soggetti Attuatori degli interventi ammessi a finanziamento, con scadenza originariamente prevista
per il 30/9/2010 e successivamente prorogata con DDG n. 13772
del 29/9/2010, al 30/9/2011 e con DDG n. 13095 del 18/10/2011,
al 30/9/2012;
CONSIDERATO CHE:
— per ragioni legate alle misure adottate dalla G.R. per favorire il rispetto del patto di stabilità interno, e per ragioni oggettive
legate a ritardi nell’esecuzione delle opere, le anticipazioni o
saldi finanziari ai beneficiari hanno subito dei rallentamenti
anche in vigenza delle convenzioni, scadute il 30/9/2012;
— ad ogni modo, ad oggi, perdurano gli effetti obbligatori
delle convenzioni, in illo tempore stipulate;
RITENUTO:
VISTA/O:
— la Deliberazione di Giunta Regionale n. 647 del 19 ottobre
2009 avente ad oggetto «Riprogrammazione delle Risorse della
Delibere CIPE n. 3 del 22 marzo 2006 assegnate all’Intesa Istituzionale di Programma Stato – Regione Calabria. Procedure di
Riprogrammazione ai sensi della Delibera CIPE n. 14 del 22
marzo 2006 Punto 5.2» con cui vengono demandate al Dipartimento 3 «Programmazione Nazionale e Comunitaria» le attività
di concertazione con le Amministrazioni Centrali e Regionali, la
convocazione – dei Tavoli dei Sottoscrittori degli Accordi di Programma Quadro interessati e la redazione di tutti gli atti tecnici
necessari a dare esecuzione alla Proposta di Riprogrammazione
Finanziaria dell’Intesa Istituzionale di Programma al fine di soddisfare le condizioni richieste dal Punto 5.2 e successivi della
Delibera CIPE n. 14/2006 quale norma di procedura per le riprogrammazioni finanziarie degli Accordi di Programma Quadro;
— il successivo Protocollo di Riprogrammazione delle risorse assegnate all’Intesa Istituzionale di Programma Stato – Regione Calabria con Delibera CIPE n. 3/2006, stipulato il 29/10/
2009, attraverso cui viene assicurata la copertura finanziaria per
l’importo pari ad c 12.934.099,12 a valere sulla suddetta fonte,
di 24 Nuovi Interventi, selezionati attraverso il Bando «Progetti
Integrati per la riqualificazione, recupero e valorizzazione dei
Centri Storici della Calabria» approvato con Decreto Dirigenziale n. 3582 del 4 aprile 2008, ed imputati all’APQ «Emergenze
Urbanistiche e Territoriali III Atto Integrativo» – codice «EE»
che dovranno assumere obbligazioni giuridicamente vincolanti
entro la data del 31/12/2009;
PRESO ATTO:
— delle istanze avanzate dai beneficiari dei finanziamenti, i
quali, ai sensi degli art. 4 e 5 della convenzione, hanno chiesto
un’ulteriore proroga al fine di completare l’iter procedurale del
finanziamento;
Comune
— opportuno accordare a tutti i Soggetti Attuatori un ulteriore periodo di proroga della durata delle relative convenzioni
sia per completamento dei lavori ove non ancora ultimati – che
per la definizione delle procedure amministrative in corso e dei
connessi adempimenti contabili cui sono interessati, altresì, i Comuni che si trovano nella fase conclusiva dei lavori;
— pertanto di dover prorogare gli effetti obbligatori delle
convenzioni sino al 30/6/2014, convenzioni stipulate relativamente per la realizzazione degli interventi, selezionati a valle del
Bando «Progetti Integrati per la riqualificazione, recupero e valorizzazione dei Centri Storici della Calabria» e finanziati con le
risorse di cui alle Delibere CIPE n. 35/05 e 3/06, con scadenza
prevista per il 30/9/2012;
VISTA:
— la L.R. 34/2002 e s.m. i. e ritenuta la propria competenza;
SU PROPOSTA del Dirigente di Settore n. 3 che attesta la
legittimità del provvedimento ed ha previamente verificato e
controllato, ai sensi dell’art 31 L.R. n. 7/1996, gli adempimenti
di competenza;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa, che si intendono qui
integralmente riportate e confermate:
— di prorogare fino al 30/6/2014 gli effetti delle convenzioni
stipulate tra Regione Calabria e i Soggetti Attuatori degli interventi di cui alle tabelle che seguono, finanziati con le risorse ex
Delibere CIPE nn. 35/05 e 03/06:
Interventi Finanziati con Risorse di cui alla Delibera Cipe n.
35/05:
Titotlo Intervento
Importo c
Buonvicino
Ristrutturazione e recupero di un palazzo
ottocentesco in Via Manzoni
600.000,00
Casabona
Recupero Casa Liguori da destinare a Biblioteca
e Museo Civico
250.000,00
Molochio
Valorizzazione e riqualificazione dell’asse
principale del centro storico con relativa piazza e
altre vie secondarie del Centro storico
300.000,00
S. Sofia D’Epiro
Recupero Rione Carcarelle e comoletamento
Museo
350.000,00
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Titotlo Intervento
Importo c
Torre Ruggero
Rivitalizzazione del Centro Storico quale anello
di congiunzione nel percorso monastico- culturale
e religioso della valle dell’Ancinale: Palazzo
Martelli Sarlo – Palazzo Martelli Arena - Palazzo
Fulciniti – Palazzo Donna Anna
400.000,00
Mormanno
Riqualificazione Biblioteca
244.000,00
S. Cosmo Albanese
Completamento casa della cultura e Piazza della
Libertà
270.000,00
Colosimi
Progetto di riqualificazione, recupero e
valorizzazione di un edificio e appezzamento di
terreno annesso da destinare a Ostello per la
gioventù e giardino botanico
700.000,00
Scandale
Antica memoria rurale e agricola (museo
all’aperto)
400.000,00
Maierà
Museo del peperoncino sale polifunzionale
Palazzo Patrizio
500.000,00
Aieta
Recupero Palazzo Rinascimentale per ospitare i
vari piani del sapere
600.000,00
Comune
Interventi finanziati con risorse ci cui alla delibera CIPE n. 03/06:
Comune
Titolo Intervento
Importo c
Carlopoli
Riuso della scuola materna da destinare a
piattaforma culturale
326.915,00
Gioiosa Jonica
Riqualificazione aree del centro urbano
300.000,00
Grisolia
Interventi all’edificio destinato a Museo Civico
etnografico
100.000,00
Isca sullo Ionio
Progetto recupero Palazzo Leuzzi per centro studi
e informazioni storico – naturalistiche
400.000,00
Laureana di Borrello
Riqualificazione e spazi percorso ex Convento e
Chiesa S. Antonio
600.000,00
Melissa
Recupero case centro storico
Montalto Uffugo
Conservazione recupero riqualificazione riuso
potenziamento valorizzazione percorso nel centro
storico per la creazione di una rete tematica
500.000,00
Parenti
Recupero unità immobiliari per ospitalità diffusa
e servizi e per servizi sociali
300.000,00
Pizzo Calabro
L’approdo della seggiola e la Via delle Anni delle
antiche Ferriere Serresi
400.000,00
S. Demetrio Corone
Recupero aree centro storico – frazione Macchia
500.000,00
S. Giorgio Albanese
Recupero aree centro storico – area Via Chiara –
Piazza del Sole
300.000,00
S. Andrea Apostolo
Recupero ex scuola media per Centro per la
Musica e il Canto nella Calabria Magno - Grecae
luoghi della memoria etnoirrafica - realizzazione
centro servizi ex mercati
500.000,00
S. Ilario dello Ionio
Completamento del recupero e riqualificazione
degli elementi architettonici e dei tessuti urbani
400.000,00
1.500.000,00
4439
4440
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Comune
Importo c
Titolo Intervento
San Donato di Ninea
Recupero Edificio rurale per Ostello
Satriano
Percorso monastico culturale ex Convento
Palazzo Condò centro Galateria
400.000,00
Scido
Valorizzazione e riqualificazione di parte del
sistema viario all’interno del centro storico e
sistemazione del belvedere
250.000,00
Spezzano Albanese
Ristrutturazione di Palazzo Luci per servizi
culturali
300.000,00
Stefanaconi
Ristrutturazione e recupero funzionale Palazzo
Carullo da destinare a Casa della Cultura
700.000,00
Taverna
Restauro e recupero Palazzo Gironda - Veraldi da
adibire a centro studi su Mattia Preti
850.000,00
Tiriolo
Museo della religiosità e dell’arte sacra
Tortora
Acquisizione e recupero funzionale della dimora
e giardino T. Sagario
400.000,00
Vaccarizzo Albanese
Riqualificazione Piazza Garibaldi
250.000,00
Verbicaro
Restauro Palazzo Cavalcanti e sua destinazione a
Museo del Vino
700.000,00
— di notificare il presente decreto ai Comuni beneficiari;
— di disporre, ai sensi della L.R. 4.9.2001 n. 19, la pubblicazione del presente provvedimento sul BURC e, ai sensi del D.lgs
n. 33/2013;
1.000.000,00
1.050.000,00
— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 ciel Presidente della
Regione recante «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
— il D.lgs n. 165/2001 e s.m.i.;
— di disporre la pubblicazione sui siti del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio ed «Amministrazione Trasparente» della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Il Dirigente Generale
Arch. Saverio Putortì
DECRETO n. 14528 del 21 ottobre 2013
Delibera CIPE n. 89/2012 Riqualificazione urbana (recupero centri storici) – Progetti integrati per la riqualificazione,
il recupero dei centri storici della Calabria – Acconto 20% –
Comune di Borgia (CZ).
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTE/I
— la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996, recante
«Norme sull’ordinamento delle strutture organizzative della
Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28, che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
— il D.P.G.R. n. 48 del 14 maggio 2013, con il quale è stato
conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 8
Urbanistica e Governo del Territorio all’Arch. Saverio Putortì;
— il DDG n. 11755 del 12/8/2013, con il quale è stata conferito al dott. Antonio Nicola De Marco l’incarico di Dirigente del
Settore n. 3 «Programmazione e Politiche del Territorio, Pianificazioni Territoriali» del Dipartimento n. 8;
— il D.D.G. n. 15783 del 19 dicembre 2011, con il quale è
stato conferito al Dott. Rodolfo Elia l’incarico di Dirigente del
Servizio n. 8 «Politiche del Paesaggio Beni Paesaggistici, Disegno del Territorio - Tutela, Riqualificazione e Recupero dei
Centro Storici e Urbanistica, Aree Sottoutilizzate – Accordi di
programma Quadro»;
EVIDENZIATO CHE:
— con decreto dirigenziale n. 3582 del 4 aprile 2008, è stato
approvato il Bando avente ad oggetto: «Progetti Integrati per la
riqualificazione, recupero e valorizzazione dei Centri Storici
della Calabria» – Delibera CIPE 35/05 AP.Q. (Riserva Aree Urbane «Delibera CIPE 3/06 APQ» Emergenze Urbane e Territoriali», pubblicato in data 30/5/2008, sul Bollettino Ufficiale della
Regione Calabria n. 22 – Parte III;
— con DGR n. 170 del 8 aprile 2009 «Programmazione Regionale Unitaria 2007 - 2013. Ricognizione delle risorse finan-
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
ziarie per il completamento del programma Centri Storici della
Calabria di cui alle DGR n. 59/2007 e n. 783/2008», la Giunta
Regionale aveva destinato al sopracitato Bando la somma complessiva di euro 155.448.469,67;
— che con DGR n. 157 del 31/3/2009 è stato approvato il
Programma Attuativo Regionale (PAR Calabria FAS 2007/
2013);
— con decreto dirigenziale n. 6642 del 24/4/2009 è stata approvata, ai sensi dell’art. 9, la Graduatoria e l’Elenco degli interventi ammessi a finanziamento;
— tra le parti sono state stipulate apposite convenzioni, successivamente modificate ed integrate, per la regolamentazione
del finanziamento dell’intervento;
— la copertura finanziaria dei Progetti considerati, a valere
sul PAR FAS 2007/2013, approvato con D.G.R. n. 157 del 31/3/
2009, non si è realizzata, a causa del mancato parere favorevole
del Comitato CIPE, al cui vaglio era stato sottoposto secondo le
modalità previste dalla Delibera CIPE del 6/3/2009;
— la Regione Calabria, con D.G.R. n. 171 del 27/2/2010 ha
aggiornato il quadro finanziario di cui allaprecedente DGR n.
170/2009, proponendo la sottoscrizione di un IV Atto Integrativo
dell’A.P.Q. «Emergenze Urbane e Territoriali», con risorse derivanti dai «rientri finanziari» del FAS, in applicazione al punto 15
dell’Accordo Stato/Regioni del 12/2/2009 (Delibera CIPE del
6/3/2009);
4441
— la Delibera di Giunta Regionale n. 104 del 29/3/2013
avente ad oggetto «Progetti Integrati per la riqualificazione, recupero e valorizzazione dei Centri Storici della Calabria - Delibera CIPE n. 89 del 3/8/2012. Avvio procedure attuative. Impegno di spesa sul Capitolo 33020207- con la quale è stato dato
mandato al Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio di
procedere alla stipula delle convenzioni con i Comuni beneficiari e contestualmente è stata impegnata, per gli anni 20132014-2015, la somma complessiva di c 97.814.635,95, sul capitolo di Bilancio n. 33020207 – UPB 3.3.02.02, di cui c
30.000.000,00 con impegno di spesa n. 1817 del 20/3/2013 da
imputare al Bilancio di competenza 2013 cap. 33020207;
— il verbale del 10/5/2013 del Tavolo dei Sottoscrittori (MITMISE-Regione Calabria) - ai sensi del punto 1.1.2. della delibera
CIPE 14/2006, relativo agli Accordi di Programma Quadro della
Regione Calabria «accelerazione della spesa nelle are urbane
(codice sistema gestione progetti «AU») ed «Emergenze Urbanistiche e Territoriali» (codici sistema gestione progetti «ED»,
EE») - con il quale è stata approvata la proposta regionale relativa ai 170 progetti di riqualificazione e recupero dei centri storici presentati dai Comuni, tra cui risulta il Comune di Borgia
che ha presentato il seguente progetto: «Riqualificazione palazzo
Mazza – Museo Narrante» ammesso a finanziamento per un importo pari ad c 1.042.314,95;
VISTE:
— la L.R. n. 8/2002;
— a seguito della Delibera CIPE n. 79 del 30/7/2010, pubblicato in GURI il 26/11/2010, l’utilizzo delle risorse derivanti dalle
economie FAS è stato congelato;
— la L.R. n. 34/2002 e s.m. e i. e ritenuta la propria competenza;
— i Progetti per i Centri storici sono stati candidati a finanziamento sull’Intesa Generale Quadro di Programma (IGQ) Governo – Regioni nell’ambito del Piano Straordinario per il Mezzogiorno in data 26/9/2011;
— la L. R. 47 del 23/12/2011 «Provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e procedurale (collegato alla
manovra di finanza regionale per l’anno 2012), art. 3, comma 4,
della legge regionale n. 8/2002»;
— a seguito di successiva istruttoria, i Progetti considerati
sono stati inclusi nei Piani di utilizzo per il Fondo di Sviluppo e
Coesione (FSC) con la programmazione CIPE per la Regione
Calabria delle risorse residue FAS 2000/2006, a modifica delle
Delibere CIPE n. 78/2011 e n. 7/2012;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 avente ad oggetto «Bilancio
di previsione della Regione Calabria per l’anno finanziario 2013
e bilancio pluriennale 2013-2015 (BUR n. 23 del 17/12/2012,
supplemento straordinario n. 6 del 28/12/2012);
— con delibera n. 89 del 3/8/2012 (pubblicata in GURI il
23/11/2012 Serie Gen. 279) il CIPE ha destinato alla Regione
Calabria risorse pari ad c 97.814.635,95 per la riqualificazione,
il recupero e la valorizzazione dei centri storici della Calabria;
— la D.G.R. n. 579 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il bilancio dipartimentale;
— la D.G.R. n. 580 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il documento tecnico;
VISTI
— il D.D.G. n. 3644 dell’11/3/2013 di presa d’ano della Delibera CIPE n. 89/2012 del 3/8/2012 relativamente agli interventi
di Riqualificazione urbana (Recupero centri storici), con l’allegato elenco dei 170 «Progetti integrati per la riqualificazione, il
recupero dei centri storici della Calabria» con l’indicazione degli
importi effettivi relativi ai singoli progetti dei Comuni finanziati
dalla Delibera CIPE n. 89/2012;
— il D.D.G. n. 5954 del 17/4/2013 di approvazione degli
schemi «di massima» delle convenzioni nelle seguenti tipologie:
a) interventi non aggiudicati; b) interventi aggiudicati; c) interventi i.1 corso di realizzazione; d) interventi ultimati;
— la D.G.R. n. 299 dell’11/92013 di variazione al bilancio e
prelievo del Fondo di riserva;
— la D.G.R. n. 306 dell’11/9/2013 di variazione al bilancio;
— la distinta di liquidazione n. 11612 del 9/10/2013 – proposta n. 08-349/2013 generata telematicamente ed allegata al
presente atto;
— l’attestazione del 30/9/2013 da parte del Comune circa il
conto n. 186332 di contabilità speciale, su cui accreditare l’importo;
4442
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTO:
— l’art. 12 della convenzione, come modificata ed integrata,
avente ad oggetto «erogazione del finanziamento» laddove dispone che «la prima rata pari al 20% del costo dell’intervento,
così come risultante dal quadro definitivo di cui al precedente
art. 6, subordinatamente alla presentazione del progetto esecutivo approvato, accompagnato da una dichiarazione, da parte del
Responsabile del Procedimento, di validazione del progetto esecutivo e di immediata cantierabilità dell’opera»;
— di disporre, ai sensi della L.R. 4.9.2001 n. 19, la pubblicazione del presente provvedimento sul BURC e, ai sensi del D.lgs
n. 33/2013, di disporne la pubblicazione sui siti del Dipartimento
Urbanistica e Governo del Territorio ed «Amministrazione Trasparente» della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Il Dirigente del Settore
Dott. Antonio Nicola De Marco
CONSIDERATO CHE:
— dall’esame della documentazione in possesso di questa
amministrazione e nei limiti della stessa, è emerso che si è verificata la condizione di cui al succitato articolo 12;
— ai sensi dell’art. 4 comma 1 della legge regionale 47/2011rubricato «Copertura finanziaria dei provvedimenti della Giunta
Regionale», il Dirigente competente per materia ha attestato la
copertura finanziaria dell’importo sul capitolo di spesa interessato, il cui stanziamento costituisce limite all’assunzione del relativo impegno;
DECRETO n. 14529 del 21 ottobre 2013
Delibera CIPE n. 89/2012 Riqualificazione urbana (recupero centri storici) – Progetti integrati per la riqualificazione,
il recupero dei centri storici della Calabria – Acconto 20% Comune di Oriolo (CS).
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTE/I:
— si tratta di semplice trasferimento di fondi e che, pertanto,
non rientra nell’ambito di applicazione dell’art. 48 Bis del DPR
n. 602/1973 e s.m.i., recante disposizioni in materia di pagamenti
della Pubblica Amministrazione;
RITENUTO CHE:
— si può procedere, allo stato, all’erogazione dell’acconto di
c 208.462,99 pari al 20% del costo dell’intervento, fermo restando ogni esame circa l’ammissibilità della spesa sostenuta dal
Comune de quo in relazione alle finalità del progetto ed al rispetto della normativa vigente in materia;
— la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996, recante
«Norme sull’ordinamento delle strutture organizzative della
Giunta regionale e sulla dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28, che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente della
Regione recante «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
— il D.lgs n. 165/2001 e s.m.i.;
— pertanto, la Regione si riserva, in autotutela, il potere di
revoca del finanziamento e recupero delle somme che eventualmente, a seguito dei dovuti accertamenti, risultassero indebitamente percepite dal beneficiario;
— il D.P.G.R. n. 48 del 14 maggio 2013, con il quale è stato
conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 8
Urbanistica e Governo del Territorio all’Arch. Saverio Putortì;
Su proposta del Dirigente del Servizio n. 8 che attesta la legittimità del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato, ai sensi dell’art. 31 della L.R. n. 7/96, gli adempimenti di
competenza;
— il DDG n. 11755 del 12/8/2013, con il quale è stata conferito al dott. Antonio Nicola De Marco l’incarico di Dirigente del
Settore n. 3 «Programmazione e Politiche del Territorio, Pianificazioni Territoriali» del Dipartimento n. 8;
DECRETA
per le motivazioni espresse in premessa, che si intendono qui
integralmente riportate e confermate:
— di liquidare al Comune di Borgia l’importo di c 208.462,99
con accredito sul numero 186332 di contabilità speciale presso la
Banca d’Italia;
— di gravare il relativo onere sul Cap. 33020207 - UPB
3.3.02.02 (impegno n. 1817 del 20/3/2013, assunto con delibera
di G.R. 104/2013) che presenta la necessaria disponibilità;
— di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del relativo mandato di pagamento;
— il D.D.G. n. 15783 del 19 dicembre 201 l, con il quale è
stato conferilo al Dott. Rodolfo Elia l’incarico di Dirigente del
Servizio n. 8 «Politiche del Paesaggio Beni Paesaggistici, Disegno del Territorio – Tutela, Riqualificazione e Recupero dei
Centri, Storici e urbani, Aree Sottoutilizzate- Accordi di programma Quadro»;
EVIDENZIATO CHE:
— con decreto dirigenziale n. 3582 del 4 aprile 2008, è stato
approvato il Bando avente ad oggetto: «Progetti Integrati per la
riqualificazione, recupero e valorizzazione dei Centri Storici
della Calabria» – Delibera CIPE 35105 APQ «Riserva Aree Urbane» e Delibera CIPE 3106 APQ «Emergenze Urbane e Territoriali», pubblicato in 30/5/2008 sul Bollettino Ufficiale della
Regione Calabria n. 22 – Parte III;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— con DGR n. 170 del 8 aprile 2009 «Programmazione Regionale Unitaria 2007-2013. Ricognizione delle risorse finanziarie per il completamento del programma Centri Storici della
Calabria di cui alle DGR n. 5912007 e n. 783/2008», la Giunta
Regionale aveva destinato al sopracitato Bando la somma complessiva di euro 155.448.469,67;
— che con DGR n. 157 del 31/3/2009 è stato approvato il
Programma Attuativo Regionale (PAR Calabria FAS 2007/
2013);
— con decreto dirigenziale n. 6642 del 24/4/2009 è stata approvata, ai sensi dell’art. 9, la Graduatoria e l’Elenco degli interventi ammessi a finanziamento;
— tra le parti sono state stipulate apposite convenzioni, successivamente modificate ed integrate, per la regolamentazione
del finanziamento dell’intervento;
— la copertura finanziaria dei Progetti considerati, a valere
sul PAR FAS 2007/2013, approvato con D.G.R. n. 157 del 31/3/
2009, non si è realizzata, a causa del mancato parere favorevole
del Comitato CIPE, al cui vaglio era stato sottoposto secondo le
modalità previste dalla Delibera CIPE del 6/3/2009;
— la Regione Calabria, con D.G.R. n. 171 del 27/2/2010 ha
aggiornato il quadro finanziario di cui alla precedente DGR n.
170/2009, proponendo la sottoscrizione di un IV Atto Integrativo
dell’A.P.Q. «Emergenze Urbane e Territoriali», con risorse derivanti dai «rientri finanziari» del FAS, in applicazione al punto 15
dell’Accordo Stato/Regioni del 12/2/2009 (Delibera CIPE del
6/3/2009);
4443
— il D.D.G. n. 5954 del 17/4/2013 di approvazione degli
schemi «di massima» delle convenzioni nelle seguenti tipologie:
a) interventi non aggiudicati; b) interventi aggiudicati; c) interventi in corso di realizzazione; d) interventi ultimati;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 104 del 29/3/2013
avente ad oggetto «Progetti Integrati per la riqualificazione, recupero e valorizzazione dei Centri Storici della Calabria – Delibera CIPE n. 89 del 3/8/2012. Avvio procedure attuative. Impegno di spesa sul Capitolo 33020207- con la quale è stato dato
mandato al Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio di
procedere alla stipula delle convenzioni con i Comuni beneficiari e contestualmente è stata impegnata, per gli anni 20132014-2015, la somma complessiva di c 97.814.635,95, sul capitolo di Bilancio n. 33020207 - UPB 3.3.02.02, di cui c
30.000.000,00 con impegno di spesa n. 1817 del 20.3.2013 da
imputare al Bilancio di competenza 2013 cap. 33020207;
— il verbale del 10/5/2013 del Tavolo dei Sottoscrittori ( MIT
– MISE – Regione Calabria) - ai sensi del punto 1.1.2. della
delibera CIPE 14/2006, relativo agli Accordi di Programma
Quadro della Regione Calabria» accelerazione della spesa nelle
are urbane (codice sistema gestione progetti «AU») ed «Emergenze Urbanistiche e Territoriali» ( codici sistema gestione progetti «ED», EE») – con il quale è stata approvata la proposta
regionale relativa ai 170 progetti di riqualificazione e recupero
dei centri storici presentati dai Comuni, tra cui risulta il Comune
di Oriolo che però ha ottenuto il finanziamento di c 316. l 00,92
per il completamento del progetto «Palazzo Giannattasio – infrastrutture di sosta ed accesso al centro storico» ammesso a finanziamento per un importo complessivo pari ad c 790.900,00;
PRESO ATTO CHE:
— a seguito della Delibera CIPE n. 79 del 30/7/2010, pubblicato in GURI il 26/11/2010, l’utilizzo delle risorse derivanti dalle
economie FAS è stato congelato;
— i Progetti per i Centri storici sono stati candidati a finanziamento sull’Intesa Generale Quadro di Programma (IGQ) Governo – Regioni nell’ambito del Piano Straordinario per il Mezzogiorno in data 26/9/2011;
— a seguito di successiva istruttoria, i Progetti considerati
sono stati inclusi nei Piani di utilizzo per il Fondo di Sviluppo e
Coesione (FSC) con la programmazione CIPE per la Regione
Calabria delle risorse residue F AS 200012006, a modifica delle
Delibere CIPE n. 78/2011 e n. 7/2012;
— con delibera n. 89 del 3/8/2012 (pubblicata in GURI il
23/11/2012 Serie Gen. 279) il CIPE ha destinato alla Regione
Calabria risorse pari ad c 97.814.635,95 per la riqualificazione,
il recupero e la valorizzazione dei centri storici della Calabria;
VISTI/A:
— il D.D.G. n. 3644 dell’11/3/2013 di presa d’atto della Delibera CIPE n. 89/2012 del 3/8/2012 relativamente agli interventi
di Riqualificazione urbana (Recupero centri storici), con l’allegato elenco dei 170 «Progetti integrati per la riqualificazione, il
recupero dei centri storici della Calabria» con l’indicazione degli
importi effettivi relativi ai singoli progetti dei Comuni finanziati
dalla Delibera CIPE n. 89/2012;
— con D.D.S. 3 n. 14216 del 14/10/2010 è stata liquidata, a
titolo di acconto, la somma di c 78.306,83 sul cap. 2521201 (impegno di spesa n. 3939 del 30/7/2007) in favore della Comunità
Montana dell’Alto Ionio Trebisacce, per la realizzazione del progetto ammesso a finanziamento di cui sopra;
— con D.D.S 3 n. 7622 del 28/6/2011 è stata liquidata, a titolo di seconda rata, acconto la somma di c 112.031,96 sul cap.
2521201 (impegno di spesa n. 7122 del 30/12/2008) in favore
della Comunità Montana dell’Alto Ionio Trebisacce, per la realizzazione del progetto ammesso a finanziamento di cui sopra;
— con D.D.S 3 n. 6757 del 16/5/2012 è stata liquidata, a titolo di terza rata, la somma di c 181.618,63 sul cap. 2521201
(impegno di spesa n. 7122 del 30/12/2008) in favore dell’Ente
per la realizzazione del suddetto progetto;
— con D.D.S 3 n. 16840 del 28/11/2012 è stata liquidata, a
titolo di quarta rata (saldo finale), la somma di c 19.576,71 sul
cap. 2521201 (impegno di spesa n. 7122 del 30/12/2008) in favore del suddetto beneficiario per la realizzazione del medesimo
progetto;
— quindi, a valere su Risorse Liberate POR 2000/2006 è stata
liquidata la somma totale di c 391.534, 13;
VISTE:
— la L.R. n. 8/2002;
4444
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— la L.R. n. 34/2002 e s.m. e i. e ritenuta la propria competenza;
— la L. R. 4 7 del 23/12/2011 «Provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e procedurale (collegato alla
manovra di finanza regionale per l’anno 2012), art. 3, comma 4,
della legge regionale n. 8/2002»;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 avente ad oggetto «Bilancio
di previsione della Regione Calabria per l’anno finanziario 2013
e bilancio pluriennale 2013-2015 (BUR n. 23 del l 7/l 2/2012,
supplemento straordinario n. 6 del 28/12/2012);
— la D.G.R. n. 579 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il bilancio dipartimentale;
— la D.G.R. n. 580 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il documento tecnico;
CONSIDERATO CHE:
— ai sensi dell’art. 4 comma 1 della legge regionale 47/2011
– rubricato «Copertura finanziaria dei provvedimenti della
Giunio Regionale», il Dirigente competente per materia ha attestato la copertura finanziaria dell’importo sul capitolo di spesa
interessato, il cui stanziamento costituisce limite all’assunzione
del relativo impegno;
— si tratta di semplice trasferimento di fondi e che, pertanto,
non rientra nell’ambito di applicazione dell’art. 48 Bis del DPR
n. 602/1973 e s.m.i., recante disposizioni in materia di pagamenti
della Pubblica Amministrazione;
Su proposta del Dirigente del Servizio n. 8 che attesta la legittimità del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato, ai sensi dell’art. 31 della L.R. n. 7 /96, gli adempimenti di
competenza;
— la D.G.R. n. 299 dell’11/9/2013 di variazione al bilancio e
prelievo del Fondo di riserva;
— la D.G.R. n. 306 dell’11/9/2013 di variazione al bilancio;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa, che si intendono qui
integralmente riportate e confermate:
— la L.R. n. 25 del 16/5/2013, con la quale le Comunità Montane della Calabria sono state soppresse e le funzioni di altre Enti
esercitate, per delega o conferimento, sono restituite agli enti
medesimi in ragione del territorio di riferimento (art. 2 lett. b);
— di liquidare al Comune di Oriolo l’importo di c 63.220,18,
con accredito sul numero 305175 di contabilità speciale presso la
Banca d’Italia;
— la distinta di liquidazione n. 11711 dell’11/10/2013 – proposta n. 08-351/2013 generata telematicamente ed allegata al
presente atto;
— di gravare il relativo onere sul Cap. 33020207 – UPB
3.3.02.02 (impegno n. 1817 del 20/3/2013, assunto con delibera
di G.R. 104/2013) che presenta la necessaria disponibilità;
— l’attestazione del 4/10/2013 da parte del RUP dell’ufficio
tecnico del Comune circa il conto n. 305175 di contabilità speciale, su cui accreditare l’importo;
— di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del relativo mandato di pagamento;
DATO ATTO CHE:
— trattasi di una prosecuzione del progetto, in cui parte dei
lavori sono stati realizzati dall’ex Comunità Montana dell’Alto
Ionio di Trebisacce, all’uopo delegata dal Comune ed oggi soppressa con l.r. n. 25/2013;
— di disporre, ai sensi della L.R. 4.9.2001 n. 19, la pubblicazione del presente provvedimento sul BURC e, ai sensi del D.lgs
n. 33/2013, di disporne la pubblicazione sui siti del Dipartimento
Urbanistica e Governo del Territorio ed «Amministrazione Trasparente» della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Il Dirigente del Settore
Dott. Antonio Nicola De Marco
— che, quindi, il progetto è stato finanziato in parte con risorse liberate del POR Calabria 2000/2006, interamente liquidato dalla Regione sulla base dell’avanzamento dei lavori ed in
parte con risorse assentite al Comune nell’ambito della delibera
CIPE 89/2012;
VISTO l’art. 12 della Convenzione che disciplina le modalità
di erogazione del finanziamento concesso;
RITENUTO CHE:
— si può procedere, tenuto conto dello stato del progetto, all’erogazione della somma di c 63.220,18 pari al 20% dell’importo finanziato con Delibera CIPE 89/2012, fermo restando
ogni esame circa l’ammissibilità della spesa sostenuta dal Comune de quo in relazione alle finalità del progetto ed al rispetto
della normativa vigente in materia;
— pertanto, la Regione si riserva, in autotutela, il potere di
revoca del finanziamento e recupero delle somme che eventualmente, a seguito dei dovuti accertamenti, risultassero indebitamente percepite dal beneficiario;
DECRETO n. 14530 del 21 ottobre 2013
Delibera CIPE n. 89/2012 Riqualificazione urbana (recupero centri storici) – Progetti integrati per la riqualificazione,
il recupero dei centri storici della Calabria – Acconto 20% –
Comune di Scilla (RC).
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTE/I:
— la Legge Regionale n. 7 del 13 maggio 1996, recante
«Norme sull’ordinamento delle strutture organizzative dello
Giunto regionale e sullo dirigenza regionale» ed in particolare
l’art. 28, che individua compiti e responsabilità del Dirigente con
funzioni di Dirigente Generale;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— il decreto n. 354 del 21 giugno 1999 del Presidente della
Regione recante «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione», rettificato con
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/2000;
— il D.lgs n. 165/2001 e s.m.i.;
— il D.P.G.R. n. 48 del 14 maggio 2013, con il quale è stato
conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 8
Urbanistica e Governo del Territorio all’Arch. Saverio Putortì;
— il DDG n. 11755 del 12/8/2013, con il quale è stata conferito al dott. Antonio Nicola De Marco l’incarico di Dirigente del
Settore n. 3 «Programmazione e Politiche del Territorio, Pianificazioni Territoriali» del Dipartimento n. 8;
— il D.D.G. n. 15783 del 19 dicembre 2011, con il quale è
stato conferito al Dott. Rodolfo Elia l’incarico di Dirigente del
Servizio n. 8 «Politiche del Paesaggio Beni Paesaggistici, Disegno del Territorio – Tutela, Riqualificazione e Recupero dei
Centri Storici e urbani, Aree Sottoutilizzate Accordi di programma Quadro»;
4445
vanti dai «rientri finanziari» del FAS, in applicazione al punto 15
dell’Accordo Stato/Regioni del 12/2/2009 (Delibera CIPE del
6/3/2009);
— a seguito della Delibera CIPE n. 79 del 30/7/2010, pubblicato in GURI il 26/11/2010, l’utilizzo delle risorse derivanti dalle
economie FAS è stato congelato;
— i Progetti per i Centri storici sono stati candidati a finanziamento sull’Intesa Generale Quadro di Programma (IGQ) Governo-Regioni nell’ambito del Piano Straordinario per il Mezzogiorno in data 26/9/2011;
— a seguito di successiva istruttoria, i Progetti considerati
sono stati inclusi nei Piani di utilizzo per il Fondo di Sviluppo e
Coesione (FSC) con la programmazione CIPE per la Regione
Calabria delle risorse residue FAS 2000/2006, a modifica delle
Delibere CIPE n. 78/2011 e n. 7/2012;
— con delibera n. 89 del 3/8/2012 ( pubblicata in GURI il
23/11/2012 Serie Gen. 279) il CIPE ha destinato alla Regione
Calabria risorse pari ad c 97.814.635,95 per la riqualificazione,
il recupero e la valorizzazione dei centri storici della Calabria;
EVIDENZIATO CHE:
VISTI/E:
— con decreto dirigenziale n. 3582 del 4 aprile 2008, è stato
approvato il Bando avente ad oggetto: «Progetti Integrati per la
riqualificazione, recupero e valorizzazione dei Centri Storici
della Calabria»;
— Delibera CIPE 35/05 APQ «Riserva, Aree Urbane» e Delibera CIPE 3106 APQ «Emergenze Urbane e Territoriali», pubblicato in data 30/5/2008 sul Bollettino Ufficiale della Regione
Calabria n. 22 – Parte III;
— con DGR n. 170 del 8 aprile 2009 «Programmazione Regionale Unitaria 2007 - 2013. Ricognizione delle risorse finanziarie per il completamento del programma Centri Storici dello
Calabria di cui alle DGR n. 59/2007 e n. 783/2008», la Giunta
Regionale aveva destinato al sopracitato Bando la somma complessiva di euro 155.448.469,67;
— che con DGR n. 157 del 31/3/2009 è stato approvato il
Programma Attuativo Regionale (PAR Calabria FAS 2007/
2013);
— con decreto dirigenziale n. 6642 del 24/4/2009 è stata approvata, ai sensi dell’art. 9, la Graduatoria e l’Elenco degli interventi ammessi a finanziamento;
— tra le parti sono state stipulate apposite convenzioni, successivamente modificate ed integrate, per la regolamentazione
del finanziamento dell’intervento;
— la copertura finanziaria dei Progetti considerati, a valere
sul PAR FAS-2007/2013, approvato con D.G.R. n. 157 del 31/3/
2009, non si è realizzata, a causa del mancato parere favorevole
del Comitato CIPE, al cui vaglio era stato sottoposto secondo le
modalità previste dalla Delibera CIPE del 6/3/2009;
— la Regione Calabria, con D.G.R. n. 171 del 27/2/2010 ha
aggiornato il quadro finanziario di cui alla precedente DGR n.
170/2009, proponendo la sottoscrizione di un IV Atto Integrativo
dell’A.P.Q. «Emergenze Urbane e Territoriali», con risorse deri-
— il D.D.G. n. 3644 dell’11/3/2013 di presa d’atto della Delibera CIPE n. 89/2012 del 3/8/2012 relativamente agli interventi
di Riqualificazione urbana (Recupero centri storici), con l’allegato elenco dei 170 «Progetti integrati per la riqualificazione, il
recupero dei centri storici della Calabria» con l’indicazione degli
importi effettivi relativi ai singoli progetti dei Comuni finanziati
dalla Delibera CIPE n. 89/2012;
— il D.D.G. n. 5954 del 17/4/2013 di approvazione degli
schemi «di massima» delle convenzioni nelle seguenti tipologie:
a) interventi non aggiudicati; b) interventi aggiudicati: e) interventi in corso di realizzazione; d) interventi ultimati;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 104 del 29/3/2013
avente ad oggetto «Progetti Integrati per la riqualificazione, recupero e valorizzazione dei Centri Storici della Calabria – Delibera CIPE n. 89 del 3/8/2012. Avvio procedure attuative. Impegno di spesa sul Capitolo 33020207- con la quale è stato dato
mandato al Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio di
procedere alla stipula delle convenzioni con i Comuni beneficiari e contestualmente è stata impegnata, per gli anni 20132014-2015, la somma complessiva di c 97.814.635,95, sul capitolo di Bilancio n. 33020207 – UPB 3.3.02.02, di cui c
30.000.000,00 con impegno di spesa n. 1817 del 20/3/2013 da
imputare al Bilancio di competenza 2013 cap. 33020207;
— il verbale del 10/5/2013 del Tavolo dei Sottoscrittori (MITMISE-Regione Calabria) - ai sensi del punto 1.1.2. della delibera
CIPE 14/2006, relativo agli Accordi di Programma Quadro della
Regione Calabria «accelerazione della spesa nelle are urbane
(codice sistema gestione progetti «AU») ed «Emergenze Urbanistiche e Territoriali» (codici sistema gestione progetti «ED»,
EE») – con il quale è stata approvata la proposta regionale relativa ai 170 progetti di riqualificazione e recupero dei centri storici presentati dai Comuni, tra cui risulta il Comune di Scilla che
ha presentato il seguente progetto: «Valorizzazione e riqualificazione sistema viario Rione S. Giorgio» ammesso a finanziamento per un importo di c 225.159,03;
4446
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTE:
— la L.R. n. 8/2002;
— la L.R. n. 34/2002 e s.m. e i. e ritenuta la propria competenza;
— la L. R. 47 del 23/12/2011 «Provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e procedurale (collegato alla
manovra di finanza regionale per l’anno 2012), art. 3, comma 4,
della legge regionale n. 8/2002»;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 avente ad oggetto «Bilancio
di previsione della Regione Calabria per l’anno finanziario 2013
e bilancio pluriennale 2013-2015 (BUR n. 23 del 17/12/2012,
supplemento straordinario n. 6 del 28/12/2012);
— la D.G.R. n. 579 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il bilancio dipartimentale;
— la D.G.R. n. 580 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il documento tecnico;
— la D.G.R. n. 299 dell’11/9/2013 di variazione al bilancio e
prelievo del Fondo di riserva;
— la D.G.R. n. 306 dell’11/9/2013 di variazione al bilancio;
— la distinta di liquidazione n. 11687 del 10/10/2013 – proposta n. 08-350/2013 generata telematicamente ed allegata al
presente atto;
— l’attestazione del 9/10/2013 da parte del Comune circa il
conto n. 186736 di contabilità speciale, su cui accreditare l’importo;
VISTO:
— l’art. 12 della convenzione, come modificata ed integrata,
avente ad oggetto «erogazione del finanziamento» laddove dispone che «la prima rata pari al 20% del costo dell’intervento,
così come risultante dal quadro definitivo di cui al precedente
art. 6, subordinatamente alla presentazione del progetto esecutivo approvato, accompagnato da una dichiarazione, da parte del
Responsabile del Procedimento, di validazione del progetto esecutivo e di immediata cantierabilità dell’opera»;
CONSIDERATO CHE:
— dall’esame della documentazione in possesso di questa
amministrazione e nei limiti della stessa, è emerso che si è verificata la condizione di cui al succitato articolo 12;
— ai sensi dell’art. 4 comma 1 della legge regionale 47/2011rubricato «Copertura finanziaria dei provvedimenti della Giunta
Regionale», il Dirigente competente per materia ha attestato la
copertura finanziaria dell’importo sul capitolo di spesa interessato, il cui stanziamento costituisce limite all’assunzione del relativo impegno;
— si tratta di semplice trasferimento di fondi e che, pertanto,
non rientra nell’ambito di applicazione dell’art. 48 Bis del DPR
n. 602/1973 e s.m.i., recante disposizioni in materia di pagamenti
della Pubblica Amministrazione;
RITENUTO CHE:
— si può procedere, allo stato, all’erogazione dell’acconto di
c 45.031,81 pari al 20% del costo dell’intervento, fermo restando
ogni esame circa l’ammissibilità della spesa sostenuta dal Comune de quo in relazione alle finalità del progetto ed al rispetto
della normativa vigente in materia;
— pertanto, la Regione si riserva, in autotutela, il potere di
revoca del finanziamento e recupero delle somme che eventualmente, a seguito dei dovuti accertamenti risultassero indebitamente percepite dal beneficiario;
Su proposta del Dirigente del Servizio n. 8 che attesta la legittimità del provvedimento ed ha previamente verificato e controllato, ai sensi dell’art. 31 della L.R. n. 7 /96, gli adempimenti di
competenza;
DECRETA
Per le motivazioni espresse in premessa, che si intendono qui
integralmente riportate e confermate:
— di liquidare al Comune di Scilla l’importo di c 45.031,81
con accredito sul numero 186736 di contabilità speciale presso la
Banca d’Italia;
— di gravare il relativo onere sul Cap. 33020207 - UPB
3.3.02.02 (impegno n. 1817 del 20/3/2013, assunto con delibera
di G.R. 104/2013) che presenta la necessaria disponibilità;
— di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del relativo mandato di pagamento;
— di disporre, ai sensi della L.R. 4.9.2001 n. 19, la pubblicazione del presente provvedimento sul BURC e, ai sensi del D.lgs
n. 33/2013, di disporne la pubblicazione sui siti del Dipartimento
Urbanistica e Governo del Territorio ed «Amministrazione Trasparente» della Regione Calabria.
Catanzaro, lì 21 ottobre 2013
Il Dirigente del Settore
Dott. Antonio De Marco
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Dipartimento n. 9
INFRASTRUTTURE,
LAVORI PUBBLICI,
POLITICHE DELLA CASA,
E. R. P.,
A. B. R.,
RISORSE IDRICHE,
CICLO INTEGRATO DELLE ACQUE
DECRETO n. 4163 del 19 marzo 2013
Operazione di Primo Fase del POR Calabria FESR 2007/
2013 selezionato nell’ambito della Programmazione Regionale Unitario attraverso l’Accordo di Programmo Quadro –
Sistemo delle Infrastrutture di Trasporto – dell’intesa Istituzionale di Programmo Stato - Regione Calabria e Inclusa in
Delibera di G.R. n. 113/10: codice progetto 89778. CUP
H84I07000000001. Aeroporto di Lamezia Terme. Intervento:
«Prolungamento Pista di volo testata 28 ed opere complementari». (codice intervento: ENAC/CZ/11) – Ente attuatore: SACAL s.p.a. Proroga Concessione - Erogazione Seconda Rateo.
IL DIRIGENTE
VISTI:
— la Legge Regionale 13/3/1996 n. 7 recante «norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della G.R. e sulla dirigenza regionale»;
— gli artt. 16 e 17 del D.Lgs. n. 29/93 e succ. modif. ed integrazioni;
— la Delibera della G.R. 21/6/1999 n. 2661 recante «adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. n. 7/96 e dal D.Lgs.
n. 29/93 e succ. modif. ed integrazioni»;
— il Decreto 21/6/1999 n. 354 del presidente della Regione,
recante «separazione dell’attività amministrativa in indirizzo e
di controllo da quella di gestione»;
— la D.G.R. n. 770 del 11/11/2006 con la quale è stato approvato l’ordinamento generale delle strutture organizzative della
Giunta Regionale (art.7 della L.R. n. 31/2002);
— la Delibera di G.R. n. 258 del 14/5/2007 con la quale sono
state approvate le «Modifiche all’ordinamento generale delle
strutture organizzative della Giunta Regionale» e, inoltre, conferite le funzioni di Responsabile dell’APQ «Sistema delle Infrastrutture di Trasporto» al Dirigente Generale del Dipartimento
Lavori Pubblici;
— la Delibera di Giunta Regionale 7/6/2010, n. 425. di nomina del Dirigente Generale del Dipartimento n. 9 «Infrastrutture – Lavori Pubblici – Politiche della Casa – E.R.P. – A.B.R. –
Risorse Idriche – Ciclo Integrato delle Acque»;
— il Decreto del Presidente della Giunta della Regione Calabria del 11/6/2010, n. 156 di conferimento dell’incarica di Dirigente Generale del Dipartimento n. 9 «Infrastrutture – Lavori
Pubblici – Politiche della Casa – E.R.P. – A.B.R. – Risorse
Idriche – Ciclo Integrato delle Acque»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 453 del 22/6/2010 di
nomina del Dirigente di Settore dell’UOA;
4447
— il Decreto del Dirigente Generale n. 11342 del 4/8/2010
con il quale viene affidato allo stesso Dirigente del Settore UOA
l’incarico «ad interim» di Dirigente del Settore 3;
— il Decreto Lgs.vo n. 163 del 12 aprile 2006 in materia di
Lavori Pubblici e s.m. e i.;
— la DCIPE del 29 settembre 2004, n. 20, recante disposizioni relative a «Ripartizione delle risorse per interventi nelle
aree sottoutilizzale – Rifinanziamento legge 208/1998 – periodo
2004 -2007 (legge finanziaria 2004)», che assegna alla Regione
Calabria 292,69 milioni di c da finalizzare all’interno dell’Intesa
Istituzionale di Programma;
VISTI:
— l’Intesa Istituzionale di Programma stipulata in data 19 ottobre 1999 dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dal Presidente della Regione Calabria;
— l’Accordo di Programma Quadro per il Sistema delle Infrastrutture di Trasporto, sottoscritto in data 29 luglio 2002 dalla
Regione Calabria con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’ANAS,
l’ENAV S.p.A., l’ENAC e le Ferrovie dello Stato S.p.A. e successive Rimodulazioni, nel quale è incluso l’intervento;
ATTESO CHE:
— di concerto tra la Regione Calabria – Dipartimento 9 Infrastrutture – Lavori pubblici e l’ENAC è stato stipulato l’atto di
convenzione n. 154 del 26/11/2007, allo scopo di definire tra i
due Enti le modalità di finanziamento, la gestione contabile, le
verifiche in fase di attuazione ed il collaudo dei lavori di «Prolungamento della pista di volo testata 28 ed opere complementari
– ENAC/CZ/11 » che saranno realizzati dalla SACAL S.p.A.;
CHE:
— con decreto dirigenziale n. 16202 del 3/11/2008 del dirigente pro tempore del Settore 3 «Programmazione e Gestione
Infrastrutture di Trasporto Assistenza A.P.Q. Trasporti» del Dipartimento 9 è stato approvato l’atto di concessione dell’intervento, regolamentante i rapporti tra la Regione Calabria e la
SACAL s.p.a., allo scopo di definire i rispettivi ruoli e responsabilità nonché i tempi e le modalità di realizzazione dell’intervento programmato per l’importo complessivo di c
21.730.000,00 oltre all’importo di c 453.044,56 a completamento del quadro economico del progetto definitivo dell’opera a
carico della SACAL s.p.a.;
— assunto l’impegno di spesa a valere sulle seguenti fonti
finanziarie: c 14.500.000,00 a valere su risorse Statali – FAS
(Delibera CIPE n. 20/2004), pari allo quota di concorrenza regionale al finanziamento dell’opera, allocali al capitolo
24010303 UPB 2.4.01.03.03 (Delibera CIPE 20/04) del bilancio
regionale 2008 – impegno n. 4720 del 21/10/2008; c
7.230.000,00 a volere sulla Delibera CIPE del 12/7/96, pari alla
quota di concorrenza ENAC al finanziamento dell’opera, che saranno erogati secondo le modalità stabilite nell’atto di convenzione n. 154 del del 26/11/2007, approvata con DDS n. 2520 del
14/3/2008 – allocati al capitolo 24010305 UPB 2.4.01.03.05 –
impegno n. 4721 del 21/10/2008;
— la progettazione definitiva dell’intervento è stata tecnicamente approvata da ENAC con dispositivo prot. 51121 /DIRGEN/CAP del 8/8/2007 e, sulla scorta dello stesso progetto, è
stato indetta gara d’appalto con procedura di appalto integrato;
4448
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— a seguito dell’espletamento della procedura di appalto integrato (aggiudicazione del 27/11/2007 al primo classificato
SEAS s.p.a. e contratto del 27/12/2007), la stazione appaltante
SACAL s.p.a. ha rideterminato il costo dell’intervento in c
17.051.022,55 di cui c 12.528.249,38 per lavori, oneri della sicurezza e oneri per la progettazione esecutiva ed c 4.522.773, 17
per somme a disposizione dell’Amministrazione, rilevandosi
economie di gara pari a c 4.678.977,45;
— con decreto dirigenziale n. 3080 del 13/3/2009 è stata erogato, in favore del beneficiario SACAL s.p.a., a titolo di anticipazione del 30% sul costo dell’intervento rideterminato a seguito
di gara, l’importo di c 5.115.306,76 per come di seguito specificato:
− c 154.200,11, in favore di Equitalia – E.Tr. s.p.a. – CF
12158250154 – Agente della riscossione dei Tributi per la Provincia di Catanzaro, a valere sul capitolo n. 24010303 UPB
2.4.01.03.03 (Delibera CIPE 20/04) giusto impegno n. 4720 del
21/10/2008 autorizzato con decreto del DS n. 16202 del 3/11/
2008;
− c 3.259.244,09 = c (3.41 3.444,20 - 154.200,011) in favore di SACAL spa, sul capitolo 24010303 UPB 2.4.01.03.03
(Delibera CIPE 20/04), a valere sull’impegno n. 4720 del 21/10/
2008;
− c 1.701.862,56, in favore di SACAL spa sul capitalo
2401 0305 UPB 2.4.01.03.05 (Delibera CIPE n. 131 del 12/7/
1996), a valere sull’impegno n. 4721 del 21/10/2009;
— l’ENAC, conclusa l’istruttoria sul progetto esecutivo, trasmessogli dallo SACAL spa per come redatto dall’appaltatore
SEAS spa primo aggiudicatario, con nota prot. 81768/
DIRGEN/APS del 24/12/2008 autorizzava la consegna delle
opere propedeutiche alla realizzazione della piste di volo (incluse nell’appalto) inerenti l’esproprio delle nuove aeree atte a
consentire l’allungamento della pista di volo loto testata 28 di
circa 600 ml con il conseguente spostamento dei confini aeroportuali, la deviazione dei canali Nord e Sud, la deviazione della
Strada provinciale S.P. 110 e la recinzione aeroportuale, rimandando l’approvazione definitiva del progetto esecutivo all’adempiento di alcune prescrizioni;
— il primo verbale di consegna parziale dei lavori, a seguito
del parere ENAC prot. n. 81768/DIRGEN/APS del 24/12/2008,
in favore della ditta SEAS spa è del 13/5/2009. A seguito dell’accertamento del Direttore dei Lavori circa gravi inadempimenti
della SEAS spa rispetto agli impegni contrattuali il cda SACAI
spa, con verbale n. 276 del 10/11/2009, deliberavo ai sensi dell’art. 136 del D.Lgs 163/06 la risoluzione del contratto con la
SEAS s.p.a. per grave inadempimento, grave irregolarità e grave
ritardo, peraltro la stesso impresa risultavo fallita con sentenza
del Tribunale di Perugia del 4/11/2009. Nello stesso verbale il
cda deliberava di procedere al nuovo affidamento dell’appalto
mediante interpello ai sensi dell’art. 140 del D.Lgs 163/06;
— a seguito delle sopra citate determinazioni, la II ditta classificata, Consorzio Generale Costruzioni s.c.a.r.l. – subentrava
olio SEAS s.p.a. Con verbale del 18/12/2009 prot. 10539, il RUP
autorizzo va il Direttore dei lavori olla consegna parziale, in via
d’urgenzo, dei soli lavori propedeutici alla realizzazione della
pista di volo, consegno avvenuta con verbale del 21/12/2009. Il
contratto venivo stipulato in dato 28/1/2010, registrato a Lamezia Terme in data 11/2/2010 al n. 308 serie 3;
— la SACAL spa, con nota n. 1015 del 28/5/2010, comunicava alla Regione Calabria, l’esigenza di lavorazioni aggiuntive
scaturite nel corso della redazione del progetto esecutivo a se-
guito dell’adeguamento del progetto alle disposizioni normative
nel frattempo intervenute e alle prescrizioni degli Enti competenti per il rilascio di pareri e/o autorizzazioni;
— la SACAL s.p.a., con noto 1467 del 7/9/2010, richiedevo a
ENAC parere tecnico sul progetto esecutivo redatto dall’appaltatore, in merito al quale l’Ente competente dava riscontro favorevole con nota prot. n. 119083/ENAC/IPP del 8/10/2010, restando inquadrate le variazioni apportate al progetto appaltato
nell’ambito della tipologia di varianti di cui all’art. 132 comma 1
lett. a) e b) e comma 3 secondo periodo del D.Lgs. 163/06;
— con nota prot. n. 2074 del 24/11/2010, la SACAL spa inoltravo olla Regione richiesto di utilizzo delle economie di gara
per l’importo complessivo di c 4.408.214,55;
RILEVATO CHE:
— con Delibera n. 113 del 12/2/2010, la Giunta Regionale
prendeva otto, tra l’altro, dell’elenco delle operazioni di primo
fase selezionate nell’ambito della programmazione regionale
unitario attraverso Accordi di Programmo Quadro dell’Intesa
Istituzionale di Programma Stato-Regione Calabria con spesa
realizzato successivamente alla dota dell’1/1/2007, tra le quali
l’intervento in oggetto;
— con nota prof. n. 2074 del 24/11/2010 la SACAL spa trasmettevo il quadro economico del progetto riformulato a seguito
della redazione del progetta esecutivo, come approvato in linea
tecnica da ENAC (prot. 119083 del 8/10/2010);
— a seguito dello chiusura delle procedura di riprogrammazione finanziaria delle economie offerenti l’Inteso Istituzionale
di Programma Governo – Regione Calabria, comunicato dal Ministero per lo Sviluppo Economico allo Regione Calabria con
nota prot. 8004- U del 25/5/2010, la quota di economie FAS
(DCIPE 17/03) esposto da SACAL s.p.a. al Rapporto di Monitoraggio del 31/12/2009, pari a c 302.307,69, è stato finalizzato
all’interno dell’Intesa, risultando effettivamente riprogrammobili economie di gara per c 4.376.669,76;
— con nota prof. n. 2440/DG del 9/12/2010 il Responsabile
dell’Attuazione dell’Accordo informava i Soggetti Sottoscrittori
delle maggiori occorrenze rilevate per l’intervento di che trattasi;
— con nota prof. n. 142 del 12/1/2011 il Dipartimento Programmazione Nozionale e Comunitaria della Regione Calabria,
riscontrava la suddetta nota evidenziando i problemi di natura
procedurale che impedivano l’utilizzo delle economie riprogrammobili riconducibili al Fondo Aeree Sottoutilizzate ex delibera CIPE n. 20/04 con particolare riferimento a quanto stabilito
al Punto 1.1. della Delibera CIPE n. 79 del 30/7/2010.;
— l’ENAC, con nota n. 51486/FIN del 21/4/2011, in riscontro olla noto prot. 2440/DG del 9/12/2012 del Responsabile
dell’attuazione dell’Accordo, esprimeva parere favorevole all’utilizzo delle economie di gara sia in qualità di soggetto cofinanziatore per la quota di propria competenza pari ad c
1.556.788, 17 (Delibera CIPE n. 131/96) sia per la quota afferente i fondi FAS 2000/2006 (Delibera CIPE 20/04) in qualità di
Soggetto sottoscrittore dell’Accordo di Programma Quadro per
il Sistema delle Infrastrutture di Trasporto;
— con provvedimento n. 272 del 17 giugno 2011 la Giunta
Regionale deliberava:
1. Di approvare la linea di indirizzo politico – strategico per
l’assegnazione delle economie di gara riprogrommabili sull’intervento «Prolungomento pista di volo testato 28 e opere complementari» attuato do SACAL s.p.a. e pari complessivamente a
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
c 4.376.669,76 (di cui c 2.819.881,59 a volere sulle risorse della
Delibera CIPE 20/04 e c 1.556.788, l 7 a valere sulla Delibera
CIPE n. 131/96), a copertura finanziario del quadro economico
rimodulato a seguito della aggiudicazione, entro il limite di speso
previsto dall’attuale piano finanziario dell’opera;
2. Di subordinare l’eventuale perfezionamento della suddetta proposta sia allo risoluzione del blocco delle economie FAS
regionali 2000/2006 riprogrammabili, correlato olla Delibera
CIPE n. 79 /2010 (che ha sospeso tutte le attività di programmazione, riprogrammazione e rimodulazione delle risorse FAS),
che all’esito delle valutazioni che dovrà assumere il Tavolo dei
Sottoscrittori per la relativo approvazione dell’iniziativa;
3. Di demandare al Dipartimento Programmazione la notifica della delibera stessa al MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) per l’avvio della proposta di riprogrammazione delle
risorse FAS regionali 2000/2006 successivamente al verificarsi
delle condizioni esposte nelle premesse (di cui ai precedenti
punti 1 e 2);
4449
aeroportuale di Lamezia Terme denominato «Prolungamento
pista di volo testato 28 ed opere complementari», identificato
con codice ENAC/CZ/11 – in esecuzione di quanto stabilito nell’Accordo di Programma Quadro per il Sistema delle Infrastrutture di Trasporto del 29/7/2002 e successive m. e i., - per un costo
complessivo di c 21.427.692,31 di cui:
− c 11.377.810,72 quota a carico della Regione Calabria a
valere su fondi Delibera CIPE 20/04;
− c 7.230.000,00 a carico di ENAC (di cui c 5.673.211,83
già compresi nel contratto e c 1.556.788,17 quota delle economie
messe a disposizione di ENAC a volere svi fondi Delibera CIPE
n. 131 /96);
− c 2.819.881,59 risorse messe a disposizione di SACAL
spa, nelle more della conclusione del procedimento in corso svila
assegnazione delle economie FAS 2000/06 (ex Delibera CIPE
20/04) da parte del MISE sull’intervento stesso;
RIMANENDO inteso che:
— con decreto del Dirigente del Settore 3, n. 1565 del 13/2/
2012:
− veniva prorogata la durata della concessione fino al 31/
12/2012 e trasferita alla SACAL spa la somma di c 1.168.177,64
a titolo di prima ratea, sui competenti capitoli del bilancio regionale 2012 come di seguito precisato:
— qualora l’esito della procedura di riprogrammazione dei
fondi FAS 2000/06 prevista dal MISE non dovesse designare la
quota di economie pari a c 2.819.881,59 di competenza regionale sull’intervento stesso, la stesso somma, atto a garantire la
completo copertura dell’intervento, ricadrà a carico della
SACAL spa;
− c 774.034,50 a valere sulle risorse del capitolo 24010303
UPB 2.4.01.03.03 (Delibera CIPE 20/04) giusta impegno n.
4720/08;
PERTANTO, nelle more degli esiti della suddetto procedura,
il finanziamento regionale e le relative erogazioni non potranno
superare l’importo di c 11.377.810,72;
− c 394.143, 14 a valere sulle risorse del capitolo 24010305
UPB 2.4.01.03.05 (quota di concorrenza ENAC al finanziamento, Delibera CIPE n. 131/96) giusta impegno n. 4721/08,
aggiornando inoltre il piano finanziario dell’intervento a seguito
degli esiti della riprogrammazione delle economie dell’Intesa,
come precedentemente citati, da c 21.730.000,00 a c
21.427.692,31;
— qualunque altro onere derivante da un incremento di costo
per la realizzazione dell’intervento rimane a carico della SACAL
s.p.a.;
VISTO:
— il parere tecnico favorevole in merito al progetto esecutivo
espresso da ENAC prot. 39308/IPP del 27/3/2012;
VISTO il decreto dirigenziale n. 7525 del 28/5/2012 con il
quale, sulla base dell’impegno assunto dal cda SACAL spa nel
corso della seduta del 27/2/2012 nella quale «... garantendo con
proprie risorse la copertura economica del nuovo quadro economico per la parte mancante (c 2.819.887,59), nelle more della
riprogrammazione delle risorse FAS regionali 2000-2006, fermi
restando l’utilizzo dell’intera quota delle economie di gara di
competenza ENAC (fondi delibera CIPE 131/96) e la conferma
della richiesta di utilizzo dell’intera economia di gara dell’intervento in oggetto (fondi delibera CIPE 20/04)»;
— è stato rimodulato l’alto di concessione dell’intervento approvato con decreta n. 16202 del 3/11/2008 del dirigente pro
tempere del settore, come modificato con decreto n. 1565 del
13/2/2012, di in quel che riguarda il piano finanziario dell’opera
che, nelle more degli esiti della procedura di riprogrammazione
delle economie afferenti l’Intesa collegati alle determinazioni do
assumere dal MISE successivamente al dettato della Delibera
CIPE 79/2011 e dell’autorizzazione all’utilizzo da parte del Tavolo dei sottoscrittori, risulto recepito dagli artt. 1 e 13 che, per
effetto sono stati così modificati;
— art. 1 Oggetto della Concessione, «Oggetto della concessione è la realizzazione dell’intervento da effettuarsi nell’area
— l’art. 13 – Anticipazione, Acconti e Saldo è modificato in
ciò che riguardo la precisazione che «sul costo definitivo dell’opera pari a euro 21.427.69 2,31, il complessivo ammontare
delle erogazioni da parte della Regione, per ciò che attiene alle
risorse della Delibera CIPE 20/04 non potrà superare la somma
di c 11.377.810,72, nelle more della riprogrammazione delle
economie da parte del MISE e dell’autorizzazione a l’utilizzo da
parte del Tavolo dei Sottoscrittori dell’Accordo delle occorrenze
richieste dalla SACAL spa pari a c 2.819.881,5;
La somma di c 7.230.000,00, quota di concorrenza Enac al
finanziamento dell’intervento, sarà corrisposta all’Ente Attuatore secondo le modalità previste nella convenzione n. 154 del
26/11/2007;
Resta inteso che qualunque altro onere derivante da un incremento di costo dell’intervento, sarà a carico della SACAL S.p.A;
Pertanto la modalità di trasferimento del finanziamento rimarrà invariata e quindi secondo quanto disposto nella concessione originale dolio stesso art. 13 per la parte qui non esplicitamente riportato;
— in data 10/5/2012 è stato registrato a Lamezia Terme, prot.
1237 serie 3, l’atto aggiuntivo per la progettazione e realizzazione dei lavori di prolungamento della Pista di volo tra SACAL
spa e il Consorzio General Costruzioni srl che ha assunto l’impegno di eseguire i lavori suppletivi e di variante il cui importo
contrattuale complessivo era stato rideterminato in c
16.936.463,93;
— in dato 12/6/201 2 il Direttore dei Lavori consegnava i
lavori all’impresa Consorzio General Costruzioni srl, nello
4450
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
stesso verbale rimaneva inteso che il tempo utile per l’ultimazione dei lavori venivo fissato in 593 giorni naturali e consecutivi a decorrere dallo dota della consegno e pertanto entro
il 26/1/2014;
CHE:
— con Delibera n. 3/8/2012 il CIPE ho quantificato la dotazione delle risorse FSC a titolarità regionale ascrivibile al periodo 2000/06, a seguito delle quale l’Amministrazione regionale ha inviato al MISE le schede degli interventi proposti a finanziamento;
— allo stato attuale, non è pervenuta presso questo Dipartimento alcune comunicazione ufficiale del MISE in merito alla
conclusione delle procedure di riassegnazione delle economie,
procedure che, nel caso in essere, sono state avviate con la suddetto comunicazione al Tavolo dei Sottoscrittori prot. n.
2440/DG del 9/12/2010 e della Delibera di Giunta Regionale
n. 272/2011;
VISTI:
— la nota prot. 5039/INF del 8/11/2012 con la quale la
SACAL spa:
− rendicontava spese effettuate per l’importo complessivo
di c 1.095.547,96;
− trasmetteva richiesta di proroga dell’atto di concessione,
in vigenza dello stesso, con la motivazione che « ... stante la
consegna definitiva avvenuta solo in data 12/6/2012 e la conseguente ultimazione prevista per il mese di gennaio 2014, considerati i 6 mesi necessari per il collaudo finale, con la presente
chiediamo proroga della scadenza della concessione in oggetto
al 31/7/2014»;
— la successiva comunicazione acquisito dal Dipartimento 9
con prot. n. 67289 del 26/2/2013, con la quale la SACAL spa
inviavo la scheda di rendicontazione attestante spese effettuate e
maturate per l’esecuzione dell’opera pari a c 6.314.566,44, di cui
effettivamente sostenute c 5.541.906,44 distinte in c
2.750.272,00 per lavori compresi oneri per la sicurezza, c
12.568,44 per spese di pubblicità di gara, c 432.470,47 per compensi professionisti; c 2.197.704,03 per espropri, inoltrando richiesto per l’erogazione delle somme maturate, risultando quale
residuo di cosso rispetto a quanto precedentemente erogate c
742.077,96;
— la nota del RUP, acquisito al protocollo n. 67294 del 26/2/
2013, trasmesso ad integrazione della precedente documentazione, con la quale la Società di gestione ha inviato il C.P. n. 5 per
l’importo di c 772.660,00;
formità all’art. 37 bis della legge regionale n. 10/98, e s.m. e i.,
tenuto conto di quanto previsto nella convenzione n. 154 del 26/
11/2007, secondo le modalità appresso indicate:
− fino al 30% del costo definitivo dell’intervento, risultante
da quadro economico rideterminato a seguito della gora d’appalto, che sarà corrisposto a seguito della trasmissione da parte
dell’Ente attuatore degli atti amministrativi attestanti l’aggiudicazione definitiva;
− le risorse ulteriori, fino al massimo del 90% del finanziamento, saranno disposte in ratei successivi sulla base di certificati di pagamento per i lavori e provvedimento di liquidazione
delle altre spese connesse alla realizzazione dell’opera e comunicati dal soggetto attuatore con la dimostrazione dell’utilizzo di
almeno il 40% dei trasferimenti precedenti a norma della L.R.
n. 13/05;
− il saldo finale del 10% avverrà ad avvenuta approvazione
del collaudo finale e della relazione acclarante i rapporti tra Ente
concedente ed Ente concessionario e quanto previsto dall’art. 16
della presente concessione»;
RILEVATO CHE:
— il costo definitivo dell’intervento a seguito del parere
espresso da ENAC in data 27/3/2012 prot. 39308/IPP, è pari a c
21.427.692,31, rimanendo inteso che fino al perfezionamento
della procedura sull’assegnazione delle economie richieste da
SACAL spa sull’intervento, il finanziamento regionale e le relative erogazioni non potranno superare l’importo di c 11.377.81
0,72 a valere sui fondi Delibera CIPE 20/04 e di c 7.230.000,00 a
valere sui fondi Delibera CIPE n. 131/96, per un totale del finanziamento di cui disporre per le erogazioni pari a c 18.607.810,72;
— la complessiva somma erogata dallo Regione fino al prima
rateo è pari a c 6.283.484,00, di cui c 4.187.478,70 a volere sulle
risorse della Delibera CIPE 20/04 e c 2.096.005,70 a valere sui
fondi Delibera CIPE n. 131/96;
— la SACAL spa ho rendicontato spese per l’importo complessivo di c 5.541.906,44 tra costi sostenuti e spese maturate,
quindi per un importo effettivamente rendi contato ai sensi dell’art. 13 dell’atto di concessione superiore al 100% dell’intero
consistenza della quoto già trasferita;
— il costo dell’intervento non ancora rendicontata, calcolato
sull’importo complessivo di c 18.607.81 0,72 è pari a c
13.065.904,28 (18.607.81 0,72 - 5.541.906,44 importo complessivo disponibile – costo rendicontato);
— l’erogazione del rateo successivo non può superare il 30%
del costo dell’intervento non ancoro rendicontato che è pari a c
3.919.771,28 (13.065.904,28*30%);
CONSIDERATO CHE:
— all’art. 19 della L.R. 31/75 e s.m. e i. «Norme sugli interventi regionali per la realizzazione di OO.PP. – procedure – Deleghe agli Enti Locali», relativamente alle modalità di erogazione dei contributi agli Enti attuatori, è previsto di corrispondere una anticipazione commisurata alle effettive disponibilità di
cassa all’Amministrazione stessa e al costo definitivo dell’intervento e che detta anticipazione non potrà essere comunque superiore al 300/o dell’impegno definitivo. Le ulteriori risorse saranno trasferite, eventualmente in rotei successivi evidenziando
l’utilizzo del 40% del trasferimento precedente;
— all’art. 13 dell’atto di concessione (anticipazione, acconti
e saldo) è previsto che«la Regione Calabria provvederà all’accredito del finanziamento in favore dell’Ente Attuatore in con-
— pertanto, in considerazione di quanto sopra descritto, la
sommo complessiva da poter erogare a titolo di seconda rateo è
pari a c 3.178.193,32 = 3.919.771,28 - (6.283.484,40 5.541.906,44): max erogazione pari al 30% del costo non ancora
rendicontato – (differenza tra quanto trasferito precedentemente
e quanto rendicontato) che in quota parte sul totale del finanziamento disponibile è come di seguito attribuito;
− c 1.943.317,38 (3.178.193,32*61, 15% di c
18.607.810,72) a valere sulle risorse della Delibera CIPE 20/04
sul capitolo 24010303 UPB 2.4.01.03.03 (Delibera CIPE 20/04)
del bilancio regionale 2013 – impegno n. 4720 del 21/10/2008;
− c 1.234.875,94 (3.178.193,32*38,85% di c
18.607.810,72) a valere sulle risorse Delibera CIPE n. 131/96
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
del 12/7/96, in relazione olio quoto di concorrenza ENAC al finanziamento dell’opera, allocati al capitolo 24010305 UPB
2.4.01.03.05 del bilancio regionale 2013 – impegno n. 4721 del
21/10/2008;
VISTI:
— il D.M. n. 40 del 18 gennaio 2008, n. 40 – Modalità di
attuazione dell’orticolo 48-bis del decreto del Presidente della
Repubblica 29 settembre 1973, n. 602, recante disposizioni in
materia di pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni;
— la circolare esplicativa n. 2068 del 28 marzo 2008, redatto
dal dirigente Generale del Dipartimento Bilancio e Patrimonio,
riportante le procedure da seguire per le verifiche richieste
nonché le disposizioni sui pagamenti di importo superiore a diecimila c da parte delle Pubbliche Amministrazioni – D.M. 18/1/
2008, n. 40;
— la nota, prot. n. 4077 del 20/6/08, del Dipartimento Bilancio e Patrimonio, in atti di questo Dipartimento dal 30/7/2008,
che detto ulteriori disposizioni sui pagamenti delle pubbliche
amministrative di cui olio legge 24/11/2006 n. 286 e al D.M. n.
40 del 18/1/2008;
VISTO CHE:
— con noto prot. n. 79731 del 7/3/2013 è stato richiesto verifica a Equitalia Servizi s.p.a., ai sensi dell’art. 48 - bis, comma 1
del DPR n. 602 del 1973 e per il tramite dell’operatore incaricato
da questo amministrazione, relativamente al soggetto beneficiario – SACAL s.p.a.;
— con nota prot. n. 81312/DG del 8/3/2013 veniva comunicato al Settore 3 che dallo verifico presso Equitalia Servizi s.p.a.,
il soggetto beneficiario – SACAL s.p.a. è risultato «non inadempiente» relativamente agli obblighi di cui all’art. 25, comma 2
del DPR n. 602 del 1973;
VISTA:
— la nota, prot. n. 20684 del 3/5/2011, del dipartimento Bilancio e Patrimonio, che detta ulteriori disposizioni sui trasferimenti in favore di tutti i soggetti beneficiari pubblici e privati che
usufruiscono di finanziamenti regionali, in riferimento alle
norme previste dallo L.R. n. 4/2011, evidenzia che le Amministrazioni pubbliche possono indicare quale conto dedicato,
quello di tesoreria dell’Ente medesimo;
CONSIDERATO CHE:
— con l’attestazione prot. 347/2011 del 1/12/2011 il Responsabile del Settore Ragioneria, Bilancio e Contabilità della società
SACAL spa ha dichiarato che il Conto Corrente Unico della società, dedicato per l’accredito «anche per via non esclusiva» in
ottemperanza alla L.R. 7/3/2011 n. 4 e della Legge 13/8/2010 n.
136 così come modificata dalla L. 17/12/2010 n. 217 è presso la
Banca Carime – IBAN IT 33 V 03067 42841 000000010027;
RITENUTO infine:
— di poter accogliere la richiesta di proroga della durata della
concessione approvata con decreto n. 16202 del 3/11/2008 come
aggiornata con decreto n. 1565 del 13/2/2012 fino al 31/12/2012
fino al 31/7/2014 e di intendere in tal senso modificato l’art. 14
dell’atto di concessione;
— di procedere, ai sensi dell’art. 13 dell’atto di concessione,
in favore di SACAL spa per la realizzazione dell’intervento
4451
«Prolungamento pista di volo testata 28 e opere complementari»,
all’erogazione del seconda rateo per l’importo complessivo di c
3.178.193,32, come di seguito precisato;
− c 1.943.317,38 a valere sulle risorse della Delibera CIPE
20/04 sul capitolo 24010303 UPB 2.4.01.03.03 (Delibera CIPE
20/04) del bilancio regionale 2013 - impegno n. 4720 del 21/10/
2008;
− c 1.234.875,94 a valere sulle risorse Delibera CIPE n.
131/96 del 12/7/96, in relazione alla quota di concorrenza ENAC
al finanziamento dell’opera, allocati al capitolo 24010305 UPB
2.4.01.03.05 del bilancio regionale 201 3 – impegno n. 4721 del
21/1 0/2008, accreditando le somme sul C.C. presso la Banca
Carime- Iban IT 33 V 03067 42841 000000010027;
VISTI:
— la distinta di liquidazione n. 3543/2013 del 14/3/2013, proposto 09-730/2013, generata telematicamente e allegata al presente atto;
— la Legge Regionale n. 31 del 10/11/1975 e succ. modif. ed
integrazioni;
— la Legge Regionale n. 10 del 22/9/1998 e la legge Regionale n. 13 del 17/8/ 2005 art. 21;
— la Legge Regionale 4/2/2002 n. 8 – Ordinamento del bilancio e della contabilità Regione Calabria, in particolare gli arti.
n. 43 – 45;
TENUTO CONTO che sono stati acquisiti tutti i documenti
che comprovano il diritto del creditore e che quindi si sono realizzate le condizioni stabilite per la liquidazione della speso ai
sensi dell’art. n. 45 della sopra citata L.R;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 di approvazione del ”Bilancio
di previsione della Regione Calabria per l’anno finanziario 2013
e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015;
— la D.G.R. n. 580 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il documento tecnico, articolato per unità previsionali di
base e per capitoli, inerente il bilancio di previsione per l’anno
2013;
— la D.G.R. n. 579 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il bilancio dipartimentale per l’anno 2013 articolato per
unità previsionali di base e per capitoli;
— la legge regionale n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuto la propria competenza;
A TERMINI delle richiamate disposizioni legislative;
DECRETA
Art. 1
La narrativa costituisce parte integrante del presente dispositivo;
Art. 2
Di prorogare la durata della concessione, approvata con decreto n. 16202 del 3/11/2008 e aggiornata con i successivi decreti
n. 1565 del 13/2/2012 e n. 7525 del 28/5/2012, fino al 31/7/2014
e di intendere in tal senso modificato l’art. 14 della concessione
stesso;
4452
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Di autorizzare la Ragioneria Generale a procedere, in favore
della Società Aeroportuale Calabrese SACAL spa dell’Aeroporto di Lamezia Terme per la realizzazione dell’intervento
«Prolungamento pista di volo testata 28 e opere complementari»,
all’erogazione del seconda rateo per l’importo complessivo di c
3.178.193,32, sui competenti capitoli del bilancio regionale 2013
come di seguito precisato;
— c 3.178.193,32, sui competenti capitoli del bilancio regionale 2013 come di seguito precisato;
— c 1.943.317,38 a valere sulle risorse della Delibera CIPE
20/04 sul capitolo 24010303 UPB 2.4.01.03.03 (Delibera CIPE
20/04) del bilancio regionale 2013 – impegno n. 4720 del 21/10/
2008;
— c 1.234.875,94 a valere sulle risorse Delibera CIPE n.
131/96 del 12/7/96, in relazione alla quota di concorrenza ENAC
al finanziamento dell’opera, allocati al capitolo 24010305 UPB
2.4.01.03.05 del bilancio regionale 2013 – impegno n. 4721 del
21/10/2008, accreditando le somme sul C.C. presso la Banca Carime - Iban IT 33 V 03067 42841 000000010027;
Art. 3
Di notificare il presente provvedimento alla SACAL. s.p.a per
i successivi adempimenti di competenza;
Art. 4
Di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul
BUR Calabria.
— la Delibera della G.R. 21/6/1999 n. 2661 recante «adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. n. 7/96 e dal D.Lgs.
n. 29/93 e succ. modif. ed integrazioni»;
— il Decreto 21/6/1999 n. 354 del presidente della Regione,
recante «separazione dell’attività amministrativa in indirizzo e
di controllo da quella di gestione»;
— la D.G.R. n. 770 del 11/11/2006 con la quale è stato approvato l’ordinamento generale delle strutture organizzative della
Giunta Regionale (art.7 della L.R. n. 31/2002);
— la Delibera di G.R. n. 258 del 14/5/2007 con la quale sono
state approvate le «Modifiche all’ordinamento generale delle
strutture organizzative della Giunta Regionale» e, inoltre, conferite le funzioni di Responsabile dell’APQ «Sistema delle Infrastrutture di Trasporto» al Dirigente Generale del Dipartimento
Lavori Pubblici;
— la Delibera di Giunta Regionale 7/6/2010, n. 425 di nomina del Dirigente Generale del Dipartimento n. 9 «Infrastrutture – Lavori Pubblici – Politiche della Casa – E.R.P. – A.B.R. –
Risorse Idriche Ciclo Integrato delle Acque»;
— il Decreto del Presidente della Giunta della Regione Calabria del 11/6/2010, n. 156 di conferimento dell’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 9 «Infrastrutture – Lavori
Pubblici – Politiche della Casa – E.R.P. – A.B.R. – Risorse
Idriche – Ciclo Integrato delle Acque»;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 453 del 22/6/2010 di
nomina del Dirigente di Settore dell’UOA;
Catanzaro, lì 19 marzo 2013
Il Dirigente del Settore
Ing. Antonio Capistro
— il Decreto del Dirigente Generale n. 11342 del 4/8/2010
con il quale viene affidato allo stesso Dirigente del Settore UOA
l’incarico «ad interim» di Dirigente del Settore 3;
— il Decreto Lgs.vo n. 163 del 12 aprile 2006 in materia di
Lavori Pubblici e s.m. e i.;
DECRETO n. 5805 del 15 aprile 2013
Operazione di Prima Fase del POR Calabria FESR 2007
/2013 selezionata nell’ambito della Programmazione Regionale Unitaria attraverso l’Accordo di Programma Quadro –
Sistema delle Infrastrutture di Trasporto – dell’intesa Istituzionale di Programma Stato Regione Calabria e Inclusa in
Delibera di G.R. n. 113/10, codice progetto 89780 CUP
G34I06000230002. Accordo di Programma Quadro Sistema
delle Infrastrutture di Trasporto Aeroporto di Reggio Calabria Lavori di Adeguamento e Potenziamento delle Infrastrutture in Ambito Air Side I Lotto - Resa Txt 11, Viabilità
Perimetrale, Manufatti, Trattamento Acque (CODICE. Intervento: Enac/Rc/10B). Proroga Concessione. Erogazione
secondo Rateo: c 386.090,00 a valere sull’impegno n. 4308
del 1/10/2008, assunto con DDS n. 14453 del 9/10/2008.
IL DIRIGENTE
VISTI
— la Legge Regionale 13/3/1996 n. 7 recante «norme sul
l’ordinamento della struttura organizzativa della G.R. e sulla dirigenza regionale»;
— gli artt. 16 e 17 del D.Lgs. n. 29/93 e succ. modif. ed integrazioni;
— la DCIPE del 29 settembre 2004, n. 20, recante disposizioni relative a «Ripartizione delle risorse per interventi nelle
aree sottoutilizzate – Rifinanziamento legge 208/1998 periodo
2004-2007 (legge finanziaria 2004)», che assegna alla Regione
Calabria 292,69 milioni di c da finalizzare all’interno dell’Intesa
Istituzionale di Programma;
VISTI:
— l’Intesa Istituzionale di Programma stipulata in data 19 ottobre 1999 dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dal Presidente della Regione Calabria;
— l’Accordo di Programma Quadro per il Sistema delle Infrastrutture di Trasporto, sottoscritto in data 29 luglio 2002 dalla
Regione Calabria con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti, l’ANAS
S.p.A., l’ENAV S.p.A., l’ENAC e le Ferrovie dello Stato S.p.A.;
— la Delibera di G.R. n. 666 del 30/7/2002 di ratifica dell’Accordo di Programma Quadro – Sistema delle Infrastrutture
di Trasporto;
— l’art. 8 dell’A.P.Q. per il sistema delle Infrastrutture di
Trasporto che individua il responsabile dell’attuazione dell’Accordo ed istituisce il nucleo operativo per il necessario raccordo
con i soggetti sottoscrittori e attuatori degli interventi;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— in particolare, l’allegato 1 «Addendum Tecnico» che individua al n. 96 la realizzazione dell’opera, denominata «Potenziamento delle infrastrutture di volo III lotto» – Ente attuatore
SOGAS S.p.A. per l’importo complessivo di Mc 10,000 con
fonti finanziarie da reperire;
— il I Atto integrativo relativo al Settore Stradale e Aeroportuale del citato Accordo, stipulato in data 30 dicembre 2004, nel
quale sono confermati, per l’intervento n. 96, gli impegni programmatici assunti nella versione originaria dello stesso;
— la Delibera di Giunta della Regionale n. 933 del 28 ottobre
2005, con la quale si da mandato al responsabile dell’Accordo, di
concerto con la cabina di regia regionale, di procedere nella rimodulazione dei suddetti Accordi;
— la stessa Delibera in cui, alla allegata tabella 81, l’intervento n. 96 rimodulato nella consistenza finanziaria, trova copertura economica a valere sulla Delibera CIPE n. 20/04 per complessivi Mc 7,500;
— il II Atto integrativo dell’Accordo stipulato in data 30 dicembre 2005 in cui l’intervento, in origine «Potenziamento delle
infrastrutture di volo III lotto», è stato suddiviso in n. 3 nuovi
interventi, per un importo complessivo di Mc 7,500 a valere sulle
risorse della Delibera CIPE n. 20/2004;
— il Testo Coordinato e Integrato dell’Accordo di Programma Quadro per il «Sistema delle Infrastruttura di Trasporto,
sottoscritto in data 3/8/2006, in cui lo stesso intervento, finanziato per Mc 7,500 a valere sulle risorse della Delibera CIPE n.
20/04, è sostituito nella versione ultima dell’Accordo da n. 4
interventi così identificati:
− ENAC/RC/11 – Edificio Polifunzionale Sosta mezzi di
rampa importo Mc 0,600;
4453
di Reggio Calabria, è confermato per il costo complessivo di c
2.799.100,00 a valere sulle risorse della Delibera CIPE 20/04;
VISTO CHE:
— con nota, acquisita al prot. con n. 18674 del 14/11/2007,
l’ENAC ha trasmesso il dispositivo n. 36/APS del 4/10/2007 di
approvazione del progetto esecutivo dei lavori di cui all’oggetto
corredato del quadro economico dell’intervento per cui l’importo
dei lavori a base d’asta è pari a c 2.789.100,00;
— con determina n. 3 del 21/1/2008 dell’A.U. della SOGAS
spa, venivano aggiudicati i lavori all’impresa I.C.M.B. s.a.s. di
Sammarco Francesco & C., per l’importo di c 1.637.144,48;
— in data 19/2/2008 veniva sottoscritto il contratto d’appalto
tra la stazione appaltante SOGAS spa e la ditta aggiudicataria,
registrato in Crotone il 25/2/2008 al n. 469 serie/III;
— con nota del 11/4/2008, acquisita agli atti con prot. n. 2537
del 21/4/2008, la SO.G.A.S. S.p.A. trasmetteva copia del contratto di appalto del 19/2/2008 e del quadro economico rimodulato a seguito dell’aggiudicazione, da cui il costo definitivo dell’intervento risultava pari a c 2.011.637,38, di cui c 1.637.144,84
per lavori compresi oneri per la sicurezza e c 374.492,54 per
somme a disposizione dell’amministrazione;
— con DDS n. 14453 del 9/10/2008 contestualmente all’approvazione dell’atto di concessione, veniva assunto l’impegno
contabile n. 4308 del 1/10/2008 per la copertura finanziaria
dell’intervento, sul capitolo n. 24010303 UP8 2.4.01.03.03 (Delibera CIPE 20/04) del bilancio regionale 2008. Nello stesso atto
all’art. 14 veniva individuata la durata detta stessa in gg. 200
continui, fissi ed invariabili per qualsiasi causa a ragione e decorrenti dal giorno successivo alla data del primo verbale di consegna lavori, anche se parziale;
− ENAC/RC/10a – Adeguamento e potenziamento delle
infrastrutture in ambito air side lotto Piazzale AA/MM e Taxiway
importo Mc 1,2009;
— con decreto dirigenziale n. 18544 del 19/11/2008 veniva
trasferita, in favore della SOGAS S.p.A., a titolo di anticipazione
del 30% sul costo definitivo dell’intervento pari a c 2.011.637,38
la somma di c 603.491,21 sul capitolo del bilancio regionale n.
24010303 (DCIPE 20/04), giusta impegno n. 4308 del 1/10/2008
assunto con decreto dirigenziale n. 14453 del 9/10/2008;
− ENAC/RC/1 Ob – Adeguamento e potenziamento delle
infrastrutture in ambito air side. Il lotto – RESA TXT 11, viabilità perimetrale, manufatti, trattamento acque - importo Mc
2,7991;
VISTA la delibera CIPE 79/2010, concernente la ricognizione,
per il periodo 2000/2006, dello stato di attuazione degli interventi finanziati con fondi FAS e delle risorse liberate nell’ambito
dei programmi comunitari;
— la Delibera di G.R. n. 818/07, concernente «Delibera CIPE
20/04. Adempimenti ai sensi del punto 5.2 della Delibera CIPE
n. 14/2006. Presa d’atto della rimodulazione dei quadri finanziari degli Accordi di Programma Quadro» con la quale la Regione ha provveduto alla rimodulazione dei quadri finanziari dell’APQ per il Sistema delle Infrastrutture di Trasporto;
VISTO in particolare il punto 2 della citata delibera 79/12010
che ha previsto un’attività di monitoraggio e verifica per investimenti finanziati con risorse FAS al fine di evidenziare e, ove
possibile, superare eventuali criticità in fase di attivazione e/o
attuazione degli stessi interventi, affidando tale compito al Ministero dello Sviluppo Economico, Unità di verifica degli investimenti pubblici (UVER) del Dipartimento per lo Sviluppo e la
Coesione Economica e che l’intervento in oggetto è tra gli quelli
oggetto di tale verifica;
− ENAC/RC/12 – Ampliamento Aerostazione passeggeri –
importo Mc 2,900;
— la Delibera di Giunta Regionale n. 433 del 23/6/2008,
avente per oggetto: «Delibera CIPE 20/04. Adempimenti ai sensi
del punto 5.2 della Delibera CIPE n. 1412006. Presa d’atto della
rimodulazione definitiva dei quadri finanziari degli Accordi di
programma Quadro»;
— la nota n. 3849 del 4/7/2008 con la quale il Dirigente protempere del Settore 3 trasmetteva ai soggetti sottoscrittori dell’Accordo la versione definitiva dei quadri attuativi degli interventi con l’assestamento delle relative fonti finanziarie, da cui si
evince che l’intervento «Adeguamento e potenziamento delle infrastrutture in ambito air side – II Lotto – RESA TXT 11, viabilità perimentrale, manufatti, trattamento acque» dell’Aeroporto
VISTA la nota MISE prot. 6543-U del 11/5/2011, notificata al
Dipartimento 9 LL.PP con nota n. 3120 del 20 maggio 2011 dal
Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria della
Regione Calabria, con la quale il MISE trasmetteva il report che
presentava l’esito della verifica sul primo blocco di interventi
«incagliati», in cui per l’intervento in oggetto si intendeva superata positivamente la fase di follow-up relativa alle criticità riscontrate nell’attuazione e pertanto si considerava completa
l’esecuzione delle misure correttive poste in essere per il proseguo dell’opera;
4454
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
VISTO CHE:
— le criticità riscontrate sull’intervento erano collegate alla
necessità di completamento delle operazioni di bonifica da ordigni bellici che aveva interessato l’intero sedime aeroportuale e
agli adeguamenti dell’Impresa esecutrice ai dettami dell’ordinanza aeroportuale n. 4/2010 relativa al massimale della copertura assicurativa a RCA e RCT;
— la consegna dei lavori, avveniva con processo verbale dei
lavori datato al 29 marzo 2011 e che in data 19 maggio 2011 la
direzione dei lavori formalizzava la consegna definitiva dei lavori «... vista l’acquisizione da parte dell’Impresa di tutte le autorizzazioni per gli successi aeroportuali.... Relativamente alla
data di decorrenza dei termini contrattuali ai fini dell’ultimazione
delle opere, a seguito della traslazione alla data odierna dell’effettivo inizio dei lavori, diversamente da quanto indicato nel processo verbale di consegna dei lavori del 29. 03 u. s., questa decorrerà dal 19/5/2011»;
cumentazione relativa al S.A.L. n. 4 e relativo Certificato di Pagamento n. 4 a tutto il 16/10/2012 dell’importo di c 306.990,00,
richiedendo al contempo l’erogazione del successivo rateo per
poter procedere al pagamento nei confronti dell’impresa esecutrice I.C.M.B. s.a.s. di Sammarco Francesco & C. – sede legale
C.da Lipuda 88811 Cirò Marina (KR);
VISTI:
— la nota prot. n. 4064 del 5/12/2012 con la quale il RUP
dell’intervento ha trasmesso la richiesta di proroga della concessione fino al 30/6/2013 (richiesta pervenuta oltre i termini stabili
o/l’art. 14 della stesso aggiornati precedentemente con decreto n.
1739 del 16/2/2012 fino al 2/4/2012), per le seguenti motivazioni: «L’intervento durante il corso della sua procedura tecnica
di realizzazione ha subito ... dei ritardi, motivati { dalla realizzazione della perizia e della sua relativo approvazione presso gli
uffici competenti di Enoc centrale. I ritardi di cui sopra esigono
la necessità di richiedere a Codesto Ente il rinnovo della concessione fino al 30/6/2013»;
RILEVATO CHE:
— con Decreto n. 23663 del 24/12/2009 del Dirigente protempore del Settore 3, si approvavano le operazioni di prima Fase
dell’Asse VI Reti e Collegamenti per la Mobilità Ambiente, Settore 6.1 «Reti e Collegamenti per la Mobilità», tra cui l’intervento in narrativa, relativamente alla Linea di intervento 6.1.2.2
«Adeguamento del Sistema Aeroportuale”del POR Calabria
FESR 2007/2013»;
— l’intervento rientra nell’elenco dei progetti di I Fase del
POR FESR 2007/2013 approvato con la Delibera di Giunta Regionale n. 113 del 12/2/2010, con il Codice Rendiconta 89780;
— con nota prot. n. 3097 del 10/11/2011 la SOGAS SpA trasmetteva la rendicontazione delle spese effettuate per la realizzazione dell’intervento pari all’importo complessivo di c
305.505,63, di cui c 5.439,54 per pubblicazione bando di gara e
avvisi dell’appalto aggiudicato; c 69.258,37 per oneri di progettazione, c 275.807,72 per il I Sal relativo al primo C.P. emesso il
29/9/2011, richiedendo l’erogazione di una ulteriore anticipazione facendo presente che l’impresa aveva maturato il secondo
Stato di Avanzamento dei Lavori;
— con Decreto del Dirigente pro tempore del Settore n. 1739
del 16/2/2012:
− è stata concessa la proroga della durata della concessione
al 2/4/2012;
− è stata autorizzata la Ragioneria Generale all’erogazione,
in favore della SOGAS s.p.a., della somma di c 245.353,95, a
titolo di 1 rateo, sul capitolo n. 24010303 UPB 2.4.01.03.03 (Delibera CIPE 20/04) del bilancio regionale 2012, a valere sull’impegno n. 4308 del 1/10/2008 autorizzato’ con decreto del DS n.
14453 del 9/10/2008;
ATTESO CHE:
— la SOGAS S.p.A., con nota prot. 3752 del 12/11/2012 acquisita con prot. n. 389437 del 23/11/2012, trasmetteva con verbale di validazione la rendicontazione delle ulteriori spese effettuate e maturate fino a tutto il 12/11/2012 per l’importo di c 235.
764,85, di cui c 210.000,00 erano state finalizzate al pagamento
di n. 2 acconti relativi al Certificato di pagamento dei lavori n. 3
(di importo complessivo pari a c 289.100,00) e c 25.764,85 a
consulenze specialistiche e rilievi;
— con successiva nota prot. n. 981 del 29/3/2013, acquisita al
protocollo n. 112391 del 3/4/2013, la SOGAS trasmetteva la do-
— lo stato di avanzamento dei lavori, pari al 68,50 %, da cui
si rileva la continuità amministrativa, esecutiva e attuativa dell’intervento;
— che è interesse pubblico aggiornare la durata della Concessione dell’intervento, data inoltre l’importanza che lo stesso riveste nell’ambito del programma più generale di adeguamento
normativo e in termini di sicurezza delle infrastrutture in atto
presso la scala aeroportuale di Reggio Calabria;
RITENUTO:
— di prorogare i termini della durata dell’atto di concessione
dell’intervento, approvato con decreto n. 14453 del 9/10/2008
del dirigente pro- tempere del settore come aggiornato con decreto n. 1739 del 16/2/2012, fissandone il termine al 30/6/2013 e
di intendere in tal senso modificato l’art. 14 della stessa;
CONSIDERATO CHE:
— all’art. 19 della L.R. 31/75 e s.m. e i. «Norme sugli interventi regionali per la realizzazione di OO.PP. Procedure – Deleghe agli Enti Locali», relativamente alle modalità di erogazione dei contributi agli Enti attuatori, si prevede di corrispondere una anticipazione non superiore al 30% del costo definitivo
dell’intervento e che le risorse successive saranno trasferite in
ratei sulla base di stati di avanzamento evidenzianti l’utilizzo di
almeno il 40% del trasferimento precedente;
— all’art. 13 dell’atto di concessione (anticipazione, acconti
e saldo) è previsto che La Regione Calabria provvederà all’accredito del finanziamento in favore dell’Ente Attuatore in conformità all’art. 37 bis della legge regionale n. 10/98, e s.m. e i,
secondo le modalità appresso indicate:£il 30% del costo definitivo dell’intervento, risultante da quadro economico rideterminato a seguito della gara d’appalto, sarà corrisposto a seguito
della trasmissione da Parte dell’Ente attuatore degli atti amministrativi attestanti l’aggiudicazione definitiva;
— le risorse ulteriori, fino al massimo del 90% del finanziamento, saranno disposte in ratei successivi sulla base di certificati di pagamento per i lavori e provvedimento di liquidazione
delle altre spese connesse alla realizzazione dell’opera e comunicati dal soggetto attuatore con la dimostrazione dell’utilizzo di
almeno il 40% dei trasferimenti precedenti a norma della L.R. n.
13/05, fermo restante che l’importo relativo all’anticipazione
non potrà superare il 30% del costo complessivo dell’intervento
non ancora rendicontato;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— il saldo finale del 10% avverrà ad avvenuta approvazione
del collaudo finale e della relazione acclarante i rapporti tra Ente
concedente ed Ente concessionario e quanto previsto dall’art. 16
della presente concessione;
4455
n. 136 del 13/8/2010 così come modificata dalla L. n. 217 del
17/12/2010, pertanto C/C Banca Nazionale Del Lavoro Iban IT
84X 01005 16300 000000000205;
RITENUTO:
RILEVATO CHE:
— l’importo definitivo dell’intervento a seguito dell’aggiudicazione, per come comunicato dalla Stazione appaltante con nota
del 11/4/2008 acquisita con prot. n. 2537 del 21/4/2008, è pari a
c 2.011.637,38, di cui c 1.637.144,84 per lavori compresi oneri
per la sicurezza e 374.492,54 per somme a disposizione dell’Ente;
— l’importo delle spese complessivamente rendicontate è
pari a c 835.830,48, superiore al 40% dei trasferimenti precedenti di c 848.845,16;
— pertanto, sulla base dei Certificati di pagamento trasmessi,
si può disporre il trasferimento, nei confronti della SOGAS
s.p.a., del 2 rateo del finanziamento per l’importo di c
386,090,00, finalizzato al pagamento, rispettivamente, del saldo
del Certificato di Pagamento n. 3 determinato in c 79.100,00 e
dell’intero Certificato di Pagamento n. 4 determinato in c
306.990,00;
VISTI:
— il D.M. n. 40 del 18 gennaio 2008, n. 40 - Modalità di
attuazione dell’articolo 48-bis del Decreto del Presidente della
Repubblica 29 settembre 1973, n. 602, recante disposizioni ili
materia di pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni;
— la circolare esplicativa n. 2068 del 28 marzo 2008, redatta
dal dirigente Generale del Dipartimento Bilancio e Patrimonio,
riportante le procedure da seguire per le verifiche richieste
nonché le disposizioni sui pagamenti di importo superiore a diecimila (da parte delle Pubbliche Amministrazioni – D.M. 18/1/
2008, n. 40;
— la nota, prot. n. 4077 del 20/6/08, del Dipartimento Bilancio e Patrimonio, in atti di questo Dipartimento dal 30/7/2008,
che detta ulteriori disposizioni sui pagamenti delle pubbliche
amministrative di cui alla legge 24/11/2006 n. 286 e al D.M. n.
40 del 18/1/2008;
TENUTO CONTO CHE:
— per il presento atto, con il quale si dispone una liquidazione in favore della SOGAS s.p.a. – Società a totale partecipazione pubblica – è da ritenersi esclusa la verifica prevista dall’art. 48-bis del D.P.R. n. 602/1973, come specificato dalla Ragioneria Generali dello Stato con circolare n. 22/08;
— il Dipartimento Bilancio e Patrimonio, con nota prot. n.
20684 del 3/5/2011, dettava ulteriori disposizioni sui trasferimenti in favore di tutti i soggetti beneficiari pubblici e privati che
usufruiscono di finanziamenti regionali, in riferimento alle
norme previste dalla L.R. n. 4/2011, evidenziando che le Amministrazioni pubbliche possono indicare quale conto dedicato,
quello di tesoreria dell’Ente medesimo;
CONSIDERATO CHE:
— con l’attestazione prot. n. 3461 del 5/12/2011 acquisita
agli atti al prot. n. 9697 del 11/1/2012, il Responsabile del Settore Ragioneria, Bilancio e Contabilità della Società SOGAS spa
ha comunicato gli estremi identificativi del Conto Corrente
Unico della Società, dedicato per l’accredito «anche per via non
esclusiva» in ottemperanza alla L.R. 7/3/2011 n. 4 e della legge
— di procedere al trasferimento, in favore della SOGAS
S.p.A., della somma di c 386.090,00 a titolo di seconda rateo per
il saldo del terzo e per l’intero importo del quarto C.P. dei lavori
di «Adeguamento e potenziamento delle infrastrutture in ambito
air side – II Lotto - Resa TXT 11, viabilità perimetrale, manufatti, trattamento acque» dell’Aeroporto di Reggio Calabria, sul
capitolo 24010303 UPB 2.4.01.03.03 (Delibera CIPE 20/04) del
bilancio regionale 2013, giusta impegno n. 4308 del 1/10/2008,
assunto con decreto dirigenziale n. 14453 del 9/10/2008;
VISTI:
— la distinta di liquidazione n. 4869 del 8/4/2013, proposta n.
09-970/2013, generata telematicamente e allegata al presente
atto;
— la Legge Regionale n. 31 del 10/11/1975 e succ. modif. ed
integrazioni;
— la Legge Regionale n. 10 del 22/9/1998 e la Legge Regionale n. 13 del 17/8/2005 art. 21;
— la Legge Regionale 4/2/2002 n. 8 Ordinamento del bilancio e della contabilità Regione Calabria, in particolare gli artt.
n. 43-45;
TENUTO CONTO che sono stati acquisiti tutti i documenti
che comprovano il diritto del creditore e che quindi si sono realizzate le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa ai
sensi dell’art. n. 45 della sopra citata L.R.;
— la L.R. n. 71 del 27/12/2012 di approvazione del Bilancio
di previsione della Regione Calabria per l’anno finanziario 2013
e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015;
— la D.G.R. n. 580 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il documento tecnico, articolato per unità previsionali di
base e per capitoli, inerente il bilancio di previsione per l’anno
2013;
— la D.G.R. n. 579 del 28/12/2012 con la quale è stato approvato il bilancio dipartimentale per l’anno 2013 articolato per
unità previsionali di base e per capitoli;
— la legge regionale n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza;
A TERMINI delle richiamate disposizioni legislative;
DECRETA
Art. 1
Di richiamare quanto riportato in narrativa come parte integrante del presente dispositivo;
Art. 2
Di prorogare la durata della concessione, approvata con decreto n. 14453 del 9/10/2008 del dirigente pro tempere del Settore 3, come già prorogata con successivo decreto n. 1739 del
16/2/2012, dell’intervento «Adeguamento e potenziamento delle
infrastrutture in ambito air side – II Lotto – Resa TXT 11, viabilità perimetrale, manufatti, trattamento acque» dell’Aeroporto di
4456
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
Reggio Calabria, attuato dalla SOGAS spa, fissandone il termine
al 30/6/2013 e di intendere in tal senso modificato l’art. 14 della
concessione stessa;
— la D.G.R. n. 770 del 11/11/2006 con la quale è stato approvato l’ordinamento generale delle strutture organizzative della
Giunta Regionale (art.7 della L.R. n. 31 /2002);
Art. 3
— la Delibera di G.R. n. 258 del 14/5/2007 con la quale sono
state approvate le «Modifiche all’ordinamento generale delle
strutture organizzative della Giunta Regionale» e, inoltre, conferite le funzioni di Responsabile dell’APQ «Sistema delle Infrastrutture di Trasporto» al Dirigente Generale del Dipartimento
Lavori Pubblici;
Di autorizzare la Ragioneria Generale a trasferire, in favore
della SOGAS s.p.a., la somma di c 386.090,00, a titolo di 2 rateo,
sul capitolo n. 24010303 UPB 2.4.01.03.03 (Delibera CIPE
20/04) del bilancio regionale 2013, a valere sull’impegno n. 4308
del 1/10/2008 autorizzato con decreto del DS n. 14453 del 9/
10/2008, per la realizzazione dei lavori di «Adeguamento e potenziamento delle infrastrutture in ambito air side – II Lotto –
Resa TXT 11, viabilità perimetrale, manufatti, trattamento
acque» dell’Aeroporto di Reggio Calabria, codice ENAC/RC/
10b, da accreditare C/C Banca Nazionale del Lavoro Iban IT
84X 01005 16300 000000000205;
Art. 4
Di notificare il presente provvedimento al Rappresentante legale della SOGAS s.p.a. per i successivi adempimenti di competenza;
— la Delibera di Giunta Regionale 27/6/2013, n. 228 di designazione del Dirigente Generale del Dipartimento n. 9 «Infrastrutture – Lavori Pubblici – Politiche della Casa – E.R.P. –
A.B.R. – Risorse Idriche – Ciclo Integrato delle Acque»;
— il Decreto del Presidente della Giunta della Regione Calabria del 1/7/2013, n. 88 di conferimento dell’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento n. 9 Infrastrutture – Lavori Pubblici – Politiche della Casa – E.R.P. – A.B.R. – Risorse Idriche –
Ciclo Integrato delle Acque»;
— il Decreto Lgs.vo n. 163 del 12 aprile 2006 in materia di
Lavori Pubblici e s.m. e i.;
Art. 5
Di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul
BUR Calabria.
Catanzaro, lì 15 aprile 2013
Il Dirigente del Settore
Ing. Antonio Capristo
— la DCIPE del 29 settembre 2004, n. 20, recante disposizioni relative a «Ripartizione delle risorse per interventi nelle
aree sottoutilizzate – Rifinanziamento legge 208/1998 - periodo
2004 -2007 (legge finanziario 2004)», che assegno alla Regione
Calabria 292,69 milioni di c do finalizzare all’interno dell’Inteso
Istituzionale di Programma;
VISTI:
— l’Intesa Istituzionale di Programma stipulata in dato 19
ottobre 1999 dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dal Presidente della Regione Calabria;
DECRETO n. 11442 del 7 agosto 2013
Operazione di Primo Fase del POR Calabria FESR 2007
/2013 selezionato nell’ambito della Programmazione Regionale Unitario attraverso l’Accordo di Programma Quadro –
Sistemo delle Infrastrutture di Trasporlo – dell’inteso istituzionale di Programmo Stato – Regione Calabria e Incluso in
Delibera di G.R. n. 113/10: codice progetto 89778. CUP
H84I07000000001.Aeroporto di Lamezia Terme. Intervento:
«Prolungamento Pista di volo testata 28 ed opere complementari» (codice intervento: ENAC/CZ/11) – Ente attuatore:
SACAL s.p.a. Erogazione Terzo Rateo.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTI:
— la Legge Regionale 13/3/1996 n. 7 recante «norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della G.R. e sulla dirigenza regionale»;
— gli artt. 16 e 17 del D.Lgs. n. 29 /93 e succ. modif. ed
integrazioni;
— la Delibera della G.R. 21/6/1999 n. 2661 recante «adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. n. 7/96 e dal D.Lgs.
n. 29 /93 e succ. modif. ed integrazioni»;
— il Decreto 21/6/1999 n. 354 del presidente della Regione,
recante «separazione dell’attività amministrativa in indirizzo e
di controllo da quella di gestione»;
— l’Accordo di Programma Quadro per il Sistema delle Infrastrutture di Trasporto, sottoscritto in data 29 luglio 2002 dalla
Regione Calabria con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’ANAS,
l’ENAV S.p.A., l’ENAC e le Ferrovie dello Stato s.p.a. e successive Rimodulazioni, nel quale è incluso l’intervento;
ATTESO CHE:
— di concerto tra la Regione Calabria – Dipartimento 9 Infrastrutture – Lavori pubblici e l’ENAC è stato stipulato l’otto di
convenzione n. 154 del 26/11/2007, allo scopo di definire tra i
due Enti le modalità di finanziamento, la gestione contabile, le
verifiche in fase di attuazione ed il collaudo dei lavori di «Prolungamento della pista di volo testata 28 ed opere complementari
– ENAC/CZ/11» che saranno realizzati dalla SACAL s.p.a.;
CHE:
— con decreto dirigenziale n. 16202 del 3/11/2008 del dirigente pro tempore del Settore 3 «Programmazione e Gestione
Infrastrutture di Trasporto Assistenza A.P.Q. Trasporti» del Dipartimento 9 è stato approvato l’atto di concessione dell’intervento, regolamentante i rapporti tra la Regione Calabria e la
SACAL s.p.a., allo scopo di definire i rispettivi ruoli e responsabilità nonché i tempi e le modalità di realizzazione dell’intervento programmato per l’importo complessivo di c
21.730.000,00 oltre all’importo di c 453.044,56 a completamento del quadro economico del progetto definitivo dell’opera a
carico della SACAL s.p.a.;
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
— assunto l’impegno di spesa a valere sulle seguenti fonti
finanziarie:
− c 14.500.000,00 a valere su risorse Statali – FAS (Delibera CIPE n. 20/2004), pari alla quota di concorrenza regionale
al finanziamento dell’opera, allocati al capitolo 24010303 UPB
2.4.01.03.03 (Delibera CIPE 20/04) del bilancio regionale 2008
– impegno n. 4720 del 21/10/2008;
− c 7.230.000,00 a valere sulla Delibera CIPE del 12/7/96,
pari alla quota di concorrenza ENAC al finanziamento dell’opera, che saranno erogati secondo le modalità stabilite nell’atto di convenzione n. 154 del del 26/11/2007, approvato con
DDS n. 2520 del 14/3/2008 – allocati al capitolo 24010305 UPB
2.4.0 l.03.05 - impegno n. 4721 del 21/10/2008;
— la progettazione definitiva dell’intervento è stata tecnicamente approvata da ENAC con dispositivo prot. 51121 /DIRGEN/CAP del 8/8/2007 e, sulla scorta dello stesso progetto, è
stata indetta gara d’appalto con procedura di appalto integrato;
— a seguito dell’espletamento della procedura di appalto integrato (aggiudicazione del 27/11/2007 al prima classificato
SEAS s.p.a. e contratto del 27/12/2007), la stazione appaltante
SACAL s.p.a. ha rideterminato il costo dell’intervento in c
17.051.022,55 di cui c 12.528.249,38 per lavori, oneri della sicurezza e oneri per la progettazione esecutiva ed c 4.522.773, 17
per somme a disposizione dell’Amministrazione, rilevandosi
economie di gara pari a c 4.678.977,45;
— con decreto dirigenziale n. 3080 del 13/3/2009 è stata erogato, in favore del beneficiario SACAL S.p.A., a titolo di anticipazione del 30% sul costo dell’intervento rideterminato a seguito
di gara, l’importo di c 5.115.306,76 per come di seguito specificato:
− c 154.200, 11, in favore di Equitalia - E.Tr. S.p.A. - CF
12158250154 - Agente della riscossione deiTributi per la Provincia di Catanzaro, a va/ere sul capitolo n. 24010303 UPB
2.4.01.03.03 (Delibera CIPE 20/04) giusta impegno n. 4720 del
21/10/2008 autorizzato con decreto del DS n. 16202 del 3/11/
2008;
− c 3.259.244,09 = c (3.413.444,20 - 154.200,011) in favore di SACAL spa, sul capitolo 24010303 UPB 2.4.01.03.03
(Delibera CIPE 20/04), a valere sull’impegno n. 4720 del 21/10/
2008;
− c 1.701.862,56, in favore di SACAL spa sul capitolo
2401 0305 UPB 2.4.01.03.05 (Delibera CIPE n. 131 del 12/7/
1996), a valere sull’impegno n. 4721 del 21/10/2009;
l’ENAC, conclusa l’istruttoria sul progetto esecutivo, trasmessogli dalla SACAL spa per come redatto dall’appaltatore SEAS
spa primo aggiudicatario, con nota prot. 81768/DIRGEN/ APS
del 24/12/2008 autorizzava la consegna delle opere propedeutiche alla realizzazione della pista di volo (incluse nell’appalto)
inerenti l’esproprio delle nuove aeree atte a consentire l’allungamento della pista di volo lato testata 28 di circa 600 ml con il
conseguente spostamento dei confini aeroportuali, la deviazione
dei canali Nord e Sud, la deviazione della Strada provinciale S.P.
110 e la recinzione aeroportuale, rimandando l’approvazione definitiva del progetto esecutivo all’adempimento di alcune prescrizioni;
il primo verbale di consegna parziale dei lavori, a seguito del
parere ENAC prot. n. 81768/DIRGEN/ APS del 24/12/2008, in
favore della ditta SEAS spa è del 13/5/2009. A seguito dell’accertamento del Direttore dei Lavori circa gravi inadempimenti
della SEAS spa rispetto agli impegni contrattuali il cda SACAL
4457
spa, con verbale n. 276 del 10/11/2009, deliberava ai sensi dell’art. 136 del D.Lgs 163/06 la risoluzione del contratto con la
SEAS s.p.a. per grave inadempimento, grave irregolarità e grave
ritardo, peraltro la stessa impresa risultava fallita con sentenza
del Tribunale di Perugia del 4/11/2009. Nello stesso verbale il
cda deliberava di procedere al nuovo affidamento dell’appalto
mediante interpello ai sensi dell’art. 140 del D.Lgs 163/06;
a seguito delle sopracitate determinazioni, la Il ditta classificata, Consorzio General Costruzioni s.c.a.r.l. – subentrava alla
SEAS S.p.A. Con verbale del 18/12/2009 prot. 10539, il RUP
autorizzava il Direttore dei lavori alla consegna parziale, in via
d’urgenza, dei soli lavori propedeutici alla realizzazione della
pista di volo, consegna avvenuta con verbale del 21/12/2009. Il
contratto veniva stipulato in data 28/1/2010, registrato a Lamezia
Terme in data 11/2/2010 al n. 308 serie 3;
la SACAL spa, con nota n. 1015 del 28/5/2010, comunicava
alla Regione Calabria, l’esigenza di lavorazioni aggiuntive scaturite nel corso della redazione del progetto esecutivo a seguito
dell’adeguamento del progetto alle disposizioni normative nel
frattempo intervenute e alle prescrizioni degli Enti competenti
per il rilascio di pareri e/o autorizzazioni;
la SACAL S.p.A., con nota 1467 del 7/9/2010, richiedeva a
ENAC parere tecnico sul progetto esecutivo redatto dall’appaltatore, in merito al quale l’Ente competente dava riscontro favorevole con nota prot. n. 119083/ENAC/IPP del 8/10/2010, restando inquadrate le variazioni apportate al progetto appaltato
nell’ambito della tipologia di varianti di cui all’art. 132 comma 1
lett. a) e b) e comma 3 secondo periodo del D.Lgs. 163/06;
con nota prot. n. 207 4 del 24/11/2010, la SACAL spa inoltrava alla Regione richiesta di utilizzo delle economie di gara per
l’importo complessivo di c 4.408.214,55;
RILEVATO CHE:
— con Delibera n. 113 del 12/2/2010, la Giunta Regionale
prendeva atto, tra l’altro, dell’elenco delle operazioni di prima
fase selezionate nell’ambito della programmazione regionale
unitaria attraverso Accordi di Programma Quadro dell’Intesa
Istituzionale di Programma Stato-Regione Calabria con spesa
realizzato successivamente alla data dell’1/1/2007, tra le quali
l’intervento in oggetto;
— con nota prot. n. 2074 del 24/11/2010 la SACAL spa trasmetteva il quadro economico del progetto riformulato a seguito
della redazione del progetto esecutivo, come approvato in linea
tecnica da ENAC (prot. 119083 del 8/10/2010);
— a seguito della chiusura delle procedura di riprogrammazione finanziaria delle economie afferenti l’Intesa Istituzionale
di Programma Governo – Regione Calabria, comunicata dal Ministero per lo Sviluppo Economico alla Regione Calabria con
nota prof. 8004- U del 25/5/201 O, la quota di economie FAS
(DCIPE 17/03) esposta da SACAL s.p.a. al Rapporto di Monitoraggio del 31/12/2009, pari a c 302.307,69, è stata finalizzata
all’interno dell’Intesa, risultando effettivamente riprogrammabili economie di gara per c 4.376.669,76;
— con nota prot. n. 2440/DG del 9/12/2010 il Responsabile
dell’Attuazione dell’Accordo informava i Soggetti Sottoscrittori
delle maggiori occorrenze rilevate per l’intervento di che trattasi;
— con nota prot. n. 142 del 12/1/2011 il Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria della Regione Calabria,
riscontrava la suddetta nota evidenziando i problemi di natura
procedurale che impedivano l’utilizzo delle economie ripro-
4458
20-1-2014 Supplemento straordinario n. 4 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 2 del 16 gennaio 2014
grammabili riconducibili al Fondo Aeree Sottoutilizzate ex delibera CIPE n. 20/04 con particolare riferimento a quanto stabilito
al Punto 1.1. della Delibera CIPE n. 79 del 30/7/2010;
— l’ENAC, con nota n. 51486/FIN del 21/4/2011, in riscontro alla nota prot. 2440/DG del 9/12/201 2 del Responsabile
dell’attuazione dell’Accordo, esprimeva parere favorevole all’utilizzo delle economie di gara sia in qualità di soggetto cofinanziatore per la quota di propria competenza pari ad c
1.556.788, 17 (Delibera CIPE n. 131 /96) sia per la quota afferente i fondi FAS 2000/2006 (Delibera CIPE 20/04) in qualità di
Soggetto sottoscrittore dell’Accordo di Programma Quadro per
il Sistema delle Infrastrutture di Trasporto;
— con provvedimento n. 272 del 17 giugno 2011 la Giunta
Regionale deliberava:
1. Di approvare la linea di indirizzo politico – strategico per
l’assegnazione delle economie di gara riprogrammabili sull’intervento «Prolungamento pista di volo testata 28 e opere complementari» attuato da SACAL S.p.A. e pari complessivamente a c
4.376.669,76 (di cui c 2.819.881,59 a valere sulle risorse della
Delibera CIPE 20/04 e c 1.556.788, 17 a valere sulla Delibera
CIPE n. 131 /96), a copertura finanziaria del quadro economico
rimodulato a seguito della aggiudicazione, entro il limite di spesa
previsto dall’attuale piano finanziario dell’opera;
2. Di subordinare l’eventuale perfezionamento della suddetta proposta sia alla risoluzione del blocco delle economie FAS
regionali 2000