close

Enter

Log in using OpenID

Buon 2015! - Comune di Menaggio

embedDownload
Anno XII - Numero 1 - Gennaio 2015
Notiziario del Comune di Menaggio - Via Lusardi, 26 - 22017 Menaggio (CO) - Suppl. Ne-Mag Testata reg. Trib. Como 09/13
Direttore Responsabile: Alessandro Gini - Grafica/Stampa: www.nuovaera.info
continua a pag. 2
B
!
5
1
0
2
n
uo
Foto di Lino Bertolini
Carissime Concittadine e Carissimi Concittadini,
sono passati pochi mesi dal
voto di giugno, da una data
che verrà comunque ricordata
nella storia della nostra Menaggio.
Sono stati mesi in cui il lavoro
della nuova Giunta e mio personale è stato assiduo, costante, pur in mezzo a difficoltà di
carattere economico che rendono difficile il lavoro e a volte
vanificano l’impegno quotidiano.
Come abbiamo dichiarato nei
Consigli Comunali, ora non è
più lo Stato che finanzia i Comuni ma sono i Comuni che
finanziano lo Stato. Inoltre il
rispetto di un patto che viene
chiamato di stabilità ma che
sarebbe opportuno chiamare
in altro modo, ci impedisce di
utilizzare risorse, che sarebbero nella nostra disponibilità,
per finanziare i lavori pubblici.
Molti sono i progetti in cantiere, e che troverete presentati
in questo giornalino, primo fra
tutti quello della nuova Scuola
Media, le iniziative e gli avvenimenti che hanno caratterizzato questi sette mesi della
nuova Amministrazione.
Non abbiamo fatto rivoluzioni,
come qualcuno si aspettava,
abbiamo dato risposte concrete e precise ai problemi legati
alla quotidianità, abbiamo risposto, e risolto, le richieste legittime di voi tutti.
Lavoriamo serenamente e concretamente non con l’idea di
una squadra di fuoriclasse o
sommario
in primo piano
PRIMO PIANO
segue da pag. 1
che giochi per vincere contro non
so cosa, o per dimostrare che non
vi è altro di meglio.
Vorrei, dato che i problemi da affrontare e risolvere sono gli stessi
che tutti abbiamo evidenziato nelle promesse elettorali, trovare la
partecipazione e la collaborazione
di tutti.
Non è buonismo ma la consapevolezza che nessuno è indispensabile
e tutti possono portare “un po’ di
acqua” alla soluzione dei problemi
e all’impostazione e miglioramento dei lavori pubblici.
Il nostro paese, purtroppo, ancora attende una risposta definitiva sul risultato elettorale, per me
comunque chiaro. Come ho avuto
modo di dire, e lo troverete nel discoro del 4 novembre, non vi è un
Comune di Adolfo, di Alberto, di
Michele, Gianluca o altri: vi è una
sola Menaggio da amministrare al
meglio delle forze e delle idee di
tutte e tutti, indipendentemen-
te da chi ha la guida del paese in
mano.
Ora l’abbiamo noi e guideremo
nel miglior modo possibile, con il
massimo impegno e capacità.
Parole?
Si vedranno, e si sono già visti, anche i fatti.
Vorrei perciò ringraziare tutte e
tutti coloro che in questi mesi hanno lavorato ed operato per Menaggio ed il suo benessere.
In particolare modo la Pro Loco:
essa, come qualcuno tendenziosamente vorrebbe far intendere,
non è asservita ed emanazione di
squadra: essa è, e sarà, come la nostra Amministrazione, al servizio
solo di e per Menaggio.
Ringrazio altresì tutti i volontari,
le persone che, a vario livello, hanno operato in questi mesi.
Grazie a tutte le Associazioni Sportive (Calcio, Canottieri, C.S.I.) che si
sono adoperate per i nostri giovani e non solo.
Grazie a chi ha organizzato, e organizza, eventi di ogni livello e tipologia culturale.
Grazie a chi, nel quotidiano, rende
il nostro paese più pulito e bello.
A questo riguardo, consentitemi un piccolo sogno: se tutti noi,
nella quotidianità, pensassimo a
come sarebbe più bella Menaggio
senza le piccole brutture (mozziconi, cartacce, feci di animale) e ci
adoperassimo per evitarle, avremmo fatto compiere alla nostra già
splendida cittadina, un salto di
qualità per quel luogo “forse non
il più bello del mondo ma quello in
cui tutti vorrebbero vivere”.
Di cuore, veramente, auguro a
Menaggio, ai suoi abitanti, di poter vivere un anno 2015 sereno,
fecondo di iniziative, di coesione
e di lavoro comune per giungere
a quei risultati che, a parole, tutti
condividiamo.
Con affetto, Buon Anno a tutte e
tutti.
Il vostro Sindaco
L’Amministrazione comunale ringrazia privati, associazioni, commercianti, enti e Parrocchie che con i loro
presepi ed addobbi natalizi hanno aiutato a vivere meglio lo spirito natalizio nel capoluogo e nelle frazioni.
2
LAVORI PUBBLICI
Lavori pubblici, scuole medie e non solo
Un riepilogo dei progetti più consistenti
Scuola media
Abbiamo partecipato al Bando di
Regione Lombardia per il finanziamento di interventi di edilizia scolastica, predisponendo il progetto
di una nuova costruzione, mediante demolizione, ricostruzione ed
ampliamento della Scuola Secondaria di Primo Grado “Iacopo Rezia”. La domanda di contributo
è stata inoltrata il 24 novembre
scorso. La struttura è su tre livelli,
con realizzazione nel piano seminterrato di una nuova palestra nel
rispetto delle norme CONI-FIP. Il
tetto della palestra è invece previsto come giardino pensile a disposizione della scuola stessa.
La struttura si compone di 12 aule
didattiche che potranno ospitare
circa 300 studenti, laboratori, spazi per corpo docente e uffici amministrativi, oltre a vani accessori e di
servizio. E questo senza consumo
di suolo ulteriore.
E’ prevista la ristrutturazione
dell’edificio comunale adiacente,
ora adibito a sala Consiglio ed archivio, per la realizzazione della
nuova mensa, su due piani, e di
una nuova aula magna.
Il cortile compreso tra gli edifici
di progetto è concepito come una
“Agorà” sovrastata da una copertura con travi reticolari in acciaio e
manto in vetro. Sarà quindi fruibile per tutte le iniziative e manifestazioni all’aperto.
La palestra è concepita come struttura con propri servizi ed accessi,
potrà funzionare anche autonomamente dalla scuola e sarà quindi utilizzabile per 365 giorni all’anno da associazioni sportive e per
altre iniziative pubbliche.
L’immobile, di elevato contenuto
tecnologico, sarà dotato di impianto di condotti per fibre ottiche. L’impianto di riscaldamento è
caratterizzato da una centrale termica unica per tutto il compendio
immobiliare, sezionato per i diver-
si utilizzi, compreso il fabbricato
“Tribunale” e Biblioteca e il corpo
di fabbrica nuova mensa e aula
magna, con pannelli fotovoltaici e
pompe di calore, per una potenza
di 73,6 KW, che garantisce un’ottima autosufficienza energetica
dell’edificio, senza alcuna emissione di CO2.
Sono previsti idonei spazi parcheggio, in sostituzione di quelli
attualmente dislocati nel cortile.
Il parcheggio consiste nel sopralzo dell’edificio già adibito a parcheggio di via
Mylius, a servizio del plesso
scolastico ci saranno circa 36
posti auto.
Il
cronoprogramma è stabilito nel bando regionale
(fatto
salvo
l’ottenimento
del contributo) e prevede
l’affidamento
lavori
entro
il 30 giugno
2015, l’inizio
lavori entro luglio 2015 e la
fine lavori entro fine 2017.
L’importo stimato è di 5 milioni di euro, di
cui 2,9 milioni
- pari al 58% quale contributo regionale, di
cui 1 milione a
fondo perduto
e 1,9 milioni da
rimborsare in
20 anni a tasso
zero. Il restante
importo,
pari a 2,1 milioni - 42% del
totale – sarà a carico del nostro Comune. È volontà dell’Amministrazione presentare il progetto (vedi
tavole qui sotto) in un’assemblea
pubblica per dare un’informazione esaustiva e coinvolgere direttamente la cittadinanza.
3
LAVORI PUBBLICI
Scuole elementari
È stato definito il progetto di completamento del fabbricato delle
scuole elementari.
Molti gli interventi previsti, in
particolare nell’area esterna. Verranno realizzati percorsi esterni
in pietra e pavimentazione dell’area pertineziale della scuola per
attività ricreative all’aperto, con
la realizzazione di spazio a verde
artificiale antistante la palestra,
impianto di illuminazione esterna
e delle uscite di sicurezza, compresa la riqualificazione dell’illuminazione pubblica lungo il tratto
di via Lusardi antistante la scuola,
opere di creazione di un accesso
carraio con copertura dello spazio
esterno per i mezzi operativi a servizio della mensa.
Non solo: sarà migliorata l’insonorizzazione acustica del locale
refettorio e si realizzeranno altre
opere minori.
Primo stralcio depuratore
A fine novembre sono iniziati i lavori del primo dei tre stralci previsti al depuratore, che verranno
ultimati entro giugno 2015.
Questo primo stralcio riguarda
l’esecuzione di opere edili, ed in
particolare la demolizione e ricostruzione delle vasche della prima
linea del depuratore, danneggiate
irreparabilmente dall’evento franoso del marzo 2012.
L’importo delle opere (euro
240.000+iva) sarà finanziato per il
40% dall’ATO Provincia di Como,
un ulteriore 30% dalla Provincia
di Como, settore ecologia, e il restante importo a carico dei comuni consorziati.
Gli altri stralci per il momento non
sono stati appaltati e si è in attesa
di conoscere la disponibilità degli
Enti a finanziare l’intervento. L’ATO ha già stabilito la quota di contributo di sua spettanza.
Da parte del nostro comune e
4
degli altri comuni c’è il massimo
impegno a reperire le risorse necessarie a completare l’opera, ritenuta di notevole importanza.
Progetto fogna via Cadorna
In via Cadorna verrà realizzata
una condotta fognaria che intercetta una condotta già esistente
proveniente da via Don Moltrasio. L’opera consiste nella posa di
una tubazione di circa 600ml, a
cui sarà affiancata una tubazione
dell’acquedotto comunale per migliorare la rete di distribuzione.
L’importo di 128.500 euro è finanziato dall’ATO Prov. Como e dal
Comune, nella misura del 20%. La
fine dei lavori è prevista per giugno 2015.
Marciapiede via Stoppani
Sono attualmente in corso i lavori di completamento della ristrutturazione edilizia di un immobile
situato in fregio alla via Antonio
Stoppani. E’ stata prevista e concordata con la Società proprietaria
la realizzazione, a propria cura e
spese, del marciapiede in fregio
alla via Stoppani su proprietà comunale, nonché i lavori di asfaltatura della via stessa. La pavimentazione del nuovo marciapiede sarà
realizzata in porfido come quello
esistente, mentre i cordoli di delimitazione saranno in antigorio.
Verranno collocati parapetti in tubolari di ferro simili agli esistenti,
inoltre si asfalterà il tratto di via
Stoppani e si realizzerà la segnaletica orizzontale (attraversamenti
pedonali e linee delimitanti la carreggiata).
Cava di Nobiallo messa in sicurezza
Proseguono i lavori già appaltati
presso la cava di Nobiallo. L’impresa ha presentato un progetto
di variante migliorativa al vaglio
della Direzione lavori, del collaudatore e del team di progettisti.
Per altro la Soprintendenza ha po-
tuto esaminare in via preliminare
il progetto di variante, concordando informalmente le scelte sotto il
profilo paesaggistico. Si darà luogo alla conferenza di servizi per
il prosieguo dei lavori di messa in
sicurezza, che dovrebbero essere
completati entro fine anno.
Progetto sicurezza stradale
A seguito del bando regionale per
la riduzione dell’incidentalità stradale, abbiamo inoltrato richiesta
di finanziamento di un progetto,
redatto dall’ufficio tecnico comunale, consistente in tre interventi,
di cui uno localizzato a Nobiallo,
area bar Piccadilly – molo - parco
giochi, ed uno a Menaggio, area
via 4 Novembre – hotel Menaggio.
Entrambi gli interventi prevedono l’installazione di due impianti
semaforici a chiamata pedonale:
quello di Nobiallo con meccanismo di controllo della velocità dei
veicoli, al fine di ridurre il fattore
di rischio causato dall’eccessiva velocità, e quello di Menaggio finalizzato all’arretramento del semaforo, per consentire la creazione
di un marciapiede antistante la
proprietà Gandola, in sostituzione
LAVORI PUBBLICI
dell’attuale passaggio di dimensioni ora decisamente insufficienti.
Il terzo intervento interessa invece
la via Lusardi, con l’illuminazione
degli attraversamenti pedonali
esistenti e una nuova segnaletica
orizzontale. E’ in progetto la realizzazione di dissuasori della velocità in corrispondenza dei parchi
giochi di via Mons. Poletti e di via
Don Enrico Moltrasio. L’investimento è stimato in circa 60.000
euro ed il contributo regionale richiesto è pari a 30.000 euro.
Terrazzo edificio comunale
Nel programma di sistemazione
del Palazzo Municipale è stato approvato dalla Giunta comunale un
progetto, predisposto dall’ufficio
tecnico, di risanamento conservativo, con sostituzione della pavimentazione del terrazzo scoperto
situato al primo piano.
L’intervento si è reso necessario a
causa della vetustà del terrazzo
stesso: da circa due anni, infatti,
vengono segnalate costanti infiltrazioni d’acqua nel locale sottostante. Ma non solo, il deflusso
delle acque meteoriche che convogliano sul terrazzo avviene attraverso due pluviali che provocano ulteriori infiltrazioni d’acqua.
I lavori sono programmati nel primo trimestre 2015. Il costo complessivo dell’intervento è di 40.000
euro, finanziato con contributo
del BIM pari a 20.000 euro.
Manutenzione straordinaria
e riqualificazione degli spogliatoi
del campo sportivo “la madonnina”
I lavori prevedono interventi di
adeguamento dell’impianto elettrico, di quello sanitario, la dotazione di pannelli fotovoltaici, oltre
a lavori edili per la sostituzione
delle attuali finestre in ferro ormai
vetuste e non dotate di vetro camera, di alcune porte, di tinteggiatura dei locali, di rifacimento della
impermeabilizzazione del solaio/
piano di copertura. Il costo complessivo dell’intervento è di euro
43.000.
Progetto della
Grande Guerra-Crocetta
Nell’ambito della domanda di partecipazione al Bando di Regione
Lombardia per la promozione di
interventi e progetti di valorizzazione del patrimonio storico della
Prima Guerra Mondiale (siamo in
attesa di accoglimento del contributo). Il progetto prevede la
valorizzazione dell’area turisticoricreativa del percorso che conduce all’area della Crocetta-linea Cadorna. Sono previsti la fornitura e
posa di arredi in legno per sosta, il
supporto alla cartellonistica bilin-
gue, segnaletica, parapetti, oltre a
opere di manutenzione delle trincee e del percorso stradale.
L’investimento è previsto in circa
31.000 euro ed il contributo regionale dovrebbe coprirne il 50%.
Alcuni progetti di prossima realizzazione
- Studio di fattibilità di una rotatoria per un miglior accesso all’ospedale da via Cadorna
- Promozione di un concorso di
idee, coinvolgendo i professionisti locali, per la progettazione di
Dehors/giardino d’inverno di tipologia architettonica legata alle
tradizioni locali. In applicazione
alla normativa del PGT vigente, i
fabbricati che al piano terra corrispondono a pubblici esercizi, bar,
ristoranti, mense ed alberghi prospicienti ad area pubblica e/o privata, possono realizzare su tale superficie una struttura di tipologia
“giardino d’inverno” per lo svolgimento dell’attività anche nelle
stagioni fredde.
- Progetto di aggiornamento del
PGT, anche alla luce della legislazione recentissima di blocco di
consumo del suolo.
- Progetto del disegno del sagrato
5
LAVORI PUBBLICI
della chiesa di Santo Stefano/via
Calvi, allargato alla viabilità di via
Lusardi ed alla via Caronti, anche
con un concorso di idee allargato
tra professionisti locali.
- Nuovo parcheggio in via Castelli/
Vanoni: l’ufficio tecnico ha predisposto un progetto di fattibilità
che prevede la realizzazione di
circa 34 parcheggi a raso, compreso l’ampliamento del parcheggio
esistente, che si estende lungo il
viale, occupando parte del terre-
no della Provincia di Como, attualmente area a verde all’interno del
perimetro dell’Istituto Vanoni. Sia
la Provincia che l’Istituto hanno
dato disponibilità ad ogni più utile
approfondimento per l’esecuzione
dell’intervento. Il progetto prevede inoltre l’installazione di un servizio igienico autopulente ed i lavori della rete di fognatura e altri
sottoservizi. L’entità dell’intervento è quantificabile in circa 100.000
euro.
Variante della Tremezzina
Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha presentato in una preliminare conferenza di servizi il progetto definitivo dei lavori di realizzazione del tratto “Variante alla Tremezzina” di circa 11 chilometri. Il
percorso, in massima parte in galleria a due corsie (più una galleria di
sicurezza), inizia nel Comune di Colonno all’altezza del depuratore, fino
al Comune di Griante, area “ca’ Bianca”, dove si collega con la galleria
di Menaggio.
Il progetto, predisposto da tecnici dell’Amministrazione Provinciale, prevede un importo di circa 330 milioni di euro e rientra nell’ambito del
decreto Sblocca Italia.
L’inizio lavori è previsto nella seconda metà del 2015 e la durata è stimata in sei anni.
Il nostro territorio comunale non è interessato direttamente dai lavori.
A breve sarà disponibile il progetto completo sul sito comunale.
Edilizia privata - Nuove Commissioni
Con l’insediamento della nuova Amministrazione comunale è stata rinnovata la Commissione Paesaggio, composta da cinque membri, fra cui l’Architetto Bernasconi, così come parte della Commissione Edilizia, guidata dal
presidente Alessandro Ricci. Le commissioni sono composte da professionisti di provata esperienza, legati al nostro territorio e dunque dotati di una
conoscenze approfondita della realtà locale. Il dialogo con professionisti e
progettisti è costante, per favorire un miglioramento della qualità progettuale, in linea con le direttrici guida, a tutela e valorizzazione del territorio
e del costruito. Malgrado siano trascorsi solo 7 mesi dall’elezioni, i progetti
sul tavolo, allo studio, sono numerosi, alcuni anche attraverso la formula
del concorso di idee. Ma vogliamo il coinvolgimento dei professionisti locali
anche per lo studio dell’aggiornamento del PGT, anche alla luce della legislazione recentissima di blocco di consumo del suolo, come quello del sagrato
di Santo Stefano o la riqualificazione di via Calvi. Non escludiamo, inoltre, la
possibilità di istituire un concorso di idee legato alla viabilità in via Lusardi. Il
Parco di via Stoppani, il progetto di un nuovo parcheggio in via Castelli e gli
adeguamenti presso l’istituto Vanoni sono infine altra “carne al fuoco” per
un 2015 sicuramente importante in quanto a Lavori pubblici.
6
Messa in sicurezza del corpo
di frana in località Pissarotta
In seguito all’accertamento dell’ufficio tecnico che aveva rilevato un
movimento franoso in località Pissarotta, si sono resi necessari lavori urgenti per la messa in sicurezza
del corpo di frana e la creazione
di una passerella provvisoria per il
transito di pedoni e cicli.
A salvaguardia della pubblica incolumità si è provveduto a mettere in sicurezza e circoscrivere
l’area interessata dal fenomeno
franoso, delimitando l’area di cantiere; dopodiché è stata riparata la
tubazione fognaria e messe in sicurezza le tubazioni di acquedotto comunali.
L’Amministrazione comunale ha
voluto far predisporre dall’ufficio
tecnico, su indicazione del Sindaco, il progetto per la realizzazione
di una passerella pedonale, al fine
di consentire il transito a pedoni
e cicli.
I lavori sono praticamente completati. Si precisa che l’esecuzione di quest’opera rimane tuttavia
di carattere provvisorio in attesa
della programmazione, progettazione ed esecuzione dei lavori di
ripristino del corpo di frana e del
sedime della pista ciclopedonale
LAVORI PUBBLICI
Una giornata con Livio e la sua squadra
Esperienza sul campo, ancora al servizio di Menaggio
Dopo tanti anni di lavoro presso il
Comune di Menaggio come capo
operaio, era arrivato il meritato riposo, ma sempre dandosi da fare
con gli Alpini, la Protezione Civile
e nel volontariato in generale.
Poi l’anno scorso Livio Ortelli ha
deciso di mettersi in gioco per una
nuova affascinante avventura,
questa volta dall’altra parte della
barricata, come amministratore
comunale, mettendo a disposizione la sua esperienza e la competenza maturata.
Ha così assunto un impegno che lo
coinvolge tutti i giorni nel coordinamento e nella programmazione
degli interventi degli operai del
comune.
La costante presenza e visibilità sul
territorio fanno sì che sia diventato un vero punto di riferimento
per i cittadini che gli segnalano
piccoli o grandi problemi, o gli
suggeriscono idee per migliorare
un servizio.
Livio, sempre attento e disponibile, raccoglie le informazioni e, in
coordinamento con l’assessore, gli
uffici, gli operai e i tecnici competenti, provvede a trasformare suggerimenti, critiche e segnalazioni
della cittadinanza tutta in interventi concreti.
Un impegno costante e qualche
volta gravoso che Livio continua
ad assolvere con spirito di servizio
e grande serenità, nella convinzione di fare un’esperienza positiva,
contando sull’ottima collaborazione dei colleghi amministratori, dal
sindaco, agli assessori, ai consiglieri, oltre che su di una buona squadra di tecnici e operai.
Un’esperienza positiva di collaborazione con colleghi e dipendenti,
avendo come unico scopo finale
quello di risolvere i problemi presenti in paese.
Gli interventi effettuati
- Sostituzione pompe idrauliche al
Cascinello Rosso, in giugno
- Intervento acquedotto per frazione Croce, dalla località NOO, per
portare l’acqua a Croce e in Ospedale, ripristino impianto rotto
- Pulizia interna ed esterna vasche
bacino di Menaggio, Loveno e
Croce
- Località Tobi, ripristino acquedotto per Menaggio
- Verniciatura aule, scuole medie
- Rifacimento impianto illumina-
zione parcheggio via Milyus
- Segnaletica stradale orizzontale (passaggi pedonali, stop, etc) a
Menaggio e Croce
- Pulizia parchi giochi di Menaggio, Loveno, Sonenga, Nobiallo e
Croce
- Pulizia cimiteri con posa e riprestino ghiaietto nuovo
- Cimiteri, manutenzione e pulizia
costanti
- Pulizia quotidiana delle strade
del centro e delle frazioni
- Asfaltatura e rifacimento delle
strade comunali, con intervento
galleria di Menaggio
- Rattoppo e copertura buchi
- Pulizia spiagge Nobiallo e Lerai
Menaggio, oltre i confini. In autunno doppia delegazione ad incontrare i “paesi gemelli”
Sopra, due immagini delle “missioni”, in Francia ad Allevard les Bains e in Germania a Volpertswende
7
DALLA CASA COMUNALE
Elezioni comunali, pareggio e ricorsi...
È tempo di fare chiarezza una volta per tutte
Le ultime elezioni comunali hanno
portato un certo scompiglio, dato
il risultato di pareggio e gli eventi
successivi. Per fare chiarezza una
volta per tutte e mettere a tacere voci infondate, affrontiamo qui
l’argomento partendo dai fatti:
- Dopo il risultato di parità del 25
maggio (953 voti alla lista Insieme
per Menaggio, candidato sindaco
Valsecchi, e 953 alla lista Vivere
Menaggio squadra Bobba, candidato Spaggiari), per domenica
8 giugno è fissato il ballottaggio;
- qualche giorno prima, il candidato Spaggiari fa ricorso al
TAR, sollevando pesanti accuse contro l’operato dei seggi elettorali e chiedendo che
il
ballottaggio
sia
sospeso.
- Il TAR fissa un’udienza d’urgenza e respinge la domanda ricordando che, per legge, non si può
fare ricorso prima della proclamazione degli eletti (dopo il ballottaggio); all’udienza partecipa
anche il sindaco uscente Bobba,
in qualità di sindaco del paese,
chiedendo la vittoria del cugino
Spaggiari e della lista Bobba (…);
- Prima ancora del ballottaggio,
Spaggiari decide di impugnare la
decisione del TAR davanti al Consiglio di Stato, che fissa l’udienza per
la discussione il 27 gennaio 2015.
- nel frattempo, l’8 giugno il
ballottaggio si tiene regolarmente e i cittadini si esprimono
chiaramente,
scegliendo
come sindaco Adolfo Valsecchi
con un margine di oltre 20 voti.
- Poco dopo, Michele Spaggiari deposita un nuovo ricorso al
8
TAR, ripetendo le contestazioni
già sollevate e sostenendo che il
ballottaggio non andava fatto.
- All’udienza del 7 ottobre, il
TAR decide di sospendere questa seconda procedura in attesa che quella davanti al Consiglio di Stato, cui Spaggiari ha
nel frattempo dichiarato di rinunciare, sia dichiarata estinta.
UN CHIARIMENTO TECNICO
DOVEROSO
Fin qui i fatti. Si è sentito dire - da
qualche diretto interessato - che,
dopo la prima votazione, l’attuale
maggioranza si sarebbe opposta
all’esame delle schede contestate,
rendendo necessario un ballottaggio altrimenti evitabile. Questo non è vero e merita un chiarimento. Che il primo ricorso della
lista Bobba fosse inammissibile era
una cosa del tutto evidente e nessuno poteva farci nulla. Il codice
del processo amministrativo (art.
130 comma 1) stabilisce infatti che
contro gli atti del procedimento
elettorale è ammesso ricorso solo
alla conclusione del procedimento elettorale, con l’impugnazione
dell’atto di proclamazione degli
eletti. La norma è chiara nel vietare ogni ricorso prima del ballottaggio. È probabile che quel
ricorso sia stato presentato, pur sapendo che sarebbe stato respinto,
solo per fare un po’ di propaganda
in vista del ballottaggio. Anche la
successiva decisione del TAR, che
ha sospeso il giudizio in attesa della chiusura della vicenda davanti al
Consiglio di Stato, era inevitabile:
è chiaro infatti che un giudice non
può esprimersi se la stessa procedura pende davanti a un altro giudice. Ed è altrettanto evidente che
- anche in questo caso - responsabile della situazione non è certo l’attuale maggioranza ma solo
chi, presentando due ricorsi per
le stesse elezioni, ha fatto sì che
davanti a giudici diversi pendano
due procedimenti con lo stesso
oggetto. Un garbuglio difficile da
districare in tempi rapidi: cercare
di forzare le regole, porta solo a
inutili complicazioni. Per noi non
cambia niente: si continua a lavorare con il solito impegno in attesa
che la Giustizia faccia il suo corso.
Nel frattempo, la volontà espressa
chiaramente dai cittadini in sede
di ballottaggio è rispettata. È deluso solo chi, in questi mesi, anziché rimboccarsi le maniche per
cercare di risolvere i problemi del
paese, si è limitato a riporre nelle
udienze davanti al TAR le proprie
aspettative di rivalsa.
GianLuca Pedrazzini
DALLA CASA COMUNALE
Piano di Emergenza Comunale
Previsti l’aggiornamento e due sessioni informative
Concerto di fine anno,
un grande successo!
Alcuni momenti dello spettacolo
Nelle ultime settimane dell’anno
precedente è stato affidato l’incarico per effettuare l’aggiornamento dei dati del Piano di Emergenza
Comunale.
L’incarico è stato conferito alla medesima società che aveva inizialmente predisposto il piano stesso.
Due gli obiettivi che si vuole raggiungere con questa iniziativa: anzitutto affinare il piano e, ove possibile, perfezionare lo strumento
vigente nel nostro Comune. È da
segnalare tuttavia un’importante
novità. Oltre alla predisposizione
dell’aggiornamento del documento, abbiamo previsto di effettuare, attraverso il lavoro dei tecnici
della ditta incaricata, due sessioni
aggiuntive: una di presentazione
e formazione all’Amministrazione ed ai dipendenti comunali ed
un’altra di presentazione a tutta
la popolazione, ai gruppi di protezione civile ed a tutti gli operatori
e tecnici direttamente od indirettamente interessati alla materia,
perché conoscere il PIano di Emergenza comunale significa poi saper affrontare i rischi e le azioni
previste in caso di reale necessità.
Per una diffusione capillare dell’argomento, saranno inoltre predisposti una brochure di presentazione
ed un cd interattivo autoinstallante.
Il materiale, poi, sarà messo a disposizione di quanti, enti, associazioni o soggetti privati presenti
sul territorio, vorranno prenderne
conoscenza, acquisendo così informazioni e dettagli sicuramente
utili.
Vuoi inserire la tua pubblicità
sul giornale comunale?
CONTATTACI!
Nuovaera
Comunica la tua immagine srl
Grafica pubblicitaria - Siti internet
Editoria - Eventi - Allestimenti
P.zza Italia, 12 Villa Guardia (Co)
tel. 031.483356 - www.nuovaera.info
[email protected]
Iscrizione alla newsletter
“Qui Menaggio” digitale
I vincoli di spesa e la continua
riduzione delle risorse a disposizione dei comuni impongono
una politica di forti risparmi. Per
questo, anche Qui Menaggio dovrà limitare le sue uscite in formato cartaceo. Essendo convinti
dell’importanza di garantire ai
cittadini una corretta e costante
informazione sulla vita amministrativa del paese, cercheremo di
sopperire pubblicando periodicamente un’edizione di Qui Menaggio più snella in formato digitale, distribuendola online e via
e-mail. Chi vuole ricevere la newsletter Qui Menaggio digitale,
può comunicarlo inviandoci un’email all’indirizzo [email protected], con
l’oggetto “iscrizione newsletter”
o compilando gli appositi moduli, disponibili sul sito internet del
Comune o in formato cartaceo
presso gli uffici comunali. Rimaniamo in contatto!
9
DALLA CASA COMUNALE
Discorso del Sindaco
Commemorazione del 4 novembre
Carissime concittadine, carissimi
concittadini, autorità civili, militari, religiose, carissime alunne e carissimi alunni, associazioni d’arma,
siamo oggi davanti a questo monumento che ricorda il sacrificio di
tanta gioventù menaggina, riuniti
in questo luogo sacro alla memoria, per celebrare la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate,
nella ricorrenza del 100° Anniversario dell’inizio di una delle più
grandi tragedie che colpirono la
nostra Nazione e l’Europa: la Prima Guerra Mondiale. La guerra si
concluse nel 1918 con un altissimo
costo di vite umane ma fu il coronamento del disegno risorgimentale dell’Unità d’Italia. In quella
guerra di posizione, nelle trincee
scavate nel fango, in mezzo a disagi immani, per la prima volta i
giovani delle diverse regioni italiane si incontrarono, si conobbero e
cominciarono a capire di essere un
unico popolo, di avere obiettivi comuni, di appartenere ad un’unica
nazione. Quell’immenso e doloroso sforzo bellico rinsaldò, anzi recò
il senso di appartenenza e coesione nazionale. Quel conflitto, tra i
più sanguinosi della storia umana,
portò il numero delle vittime, incluse le malattie e la miseria conseguente, a più di 26 milioni. Numeri
spaventosi che ancora oggi sono di
monito contro la guerra utilizzata
come strumento per la soluzione di
conflitti. Il nostro pensiero va perciò alle vittime di tutte le guerre, a
coloro che hanno dato la loro vita
in nome della follia della guerra,
come la chiama Papa Francesco, il
quale, visti i troppi conflitti tutt’ora in corso nel mondo, significativamente parla di una “terza guerra mondiale” combattuta a pezzi.
Oggi, per fortuna, i nostri confini
non sono più minacciati ed i popoli europei hanno imparato a convivere in pace, condividendo moneta e commerci. Se questo processo
di unità europea non fosse stato
10
costruito grazie alla lungimiranza
dei nostri grandi fondatori della
Repubblica e dei loro partner europei, credo che, senza timore di
dire un’eresia storica, oggi, per risolvere le differenze di vedute e di
azione nei confronti di questa crisi
economica che attanaglia il nostro
continente, già le armi si sarebbero fatte sentire e venti di guerra
scuoterebbero il Vecchio Continente. È però anche il tempo che
l’Europa sappia parlare non solo
il linguaggio della moneta, della
tenuta dei conti, del pareggio di
bilancio. Occorre forse, anche se
non ho la pretesa di poter parlare
di argomenti più grandi della mia
capacità, di trovare mete più alte
nel rispetto dei territori nazionali,
di maggior autonomia, di sviluppo in senso federale sia all’interno
dell’Unione Europea che all’interno di ciascuna comunità nazionale, anche per evitare che l’Europa
Unita sia travolta dai vari richiami
indipendentisti. Viviamo certamente momenti in cui nessuno
di noi vede il futuro migliore del
passato, contrariamente a quanto
succedeva fino a qualche decennio
fa. Forse i nostri cittadini, non solo
i Menaggini, non si sono ancora
resi conto di quanto sia difficile
oggi amministrare rispondendo in
concreto alle sempre più pressanti istanze derivanti dalla crisi, di
quanto sia quasi impossibile prevedere e realizzare opere pubbliche
che migliorino o almeno mantengano la qualità dei nostri livelli di
vita collettiva. Ed a questo riguardo mi si consenta una riflessione
adatta al momento particolare
che sta vivendo la nostra comunità. Questa, parafrasando S. Paolo,
non è la comunità di Pietro, Giovanni o Giacomo o di quant’altro.
La nostra Comunità, il nostro paese è dei Menaggini in senso lato:
potranno essere Pietro, Giovanni,
Giacomo e altri a guidarlo ma lo
spirito che li accomuna deve sem-
Didascalia da fare
pre e solo essere quello del servizio per il bene comune. Questo noi
abbiamo sempre inteso e intenderemo. E guardando oltre la nostra
realtà locale, in questi momenti di
grandi difficoltà, come affermato da tutti i leader politici di ogni
colore, salvo qualche movimento,
occorre restare uniti, non dividersi. Occorre che ognuno adempia la
sua parte, lavorando con serietà,
impegno. Occorre che anche nelle
piccole, piccolissime cose della vita
quotidiana, ognuno di noi rispetti le regole della convivenza, partendo anche da gesti semplicissimi
della quotidianità. Non ci sono
grandi ricette per sollevare il capo
e guardare avanti. Solo una i cui
ingredienti sono: legalità, partecipazione, senso civico, responsabilità, amore per la propria terra e per
la propria cittadina.
L’Italia è una grande nazione, noi
siamo un grande popolo amato e
rispettato da tutto il mondo. Non
possiamo disperdere un patrimonio millenario di civiltà, giurisprudenza, di arte e di scienza. Lo
dobbiamo anche, e soprattutto,
a coloro che oggi qui onoriamo
e perché il loro sacrificio non sia
stato vano. Oggi, come accennato
all’inizio del nostro discorso, è anche il giorno della Festa delle Forze Armate. Ad esse rivolgiamo un
saluto particolare. Da 70 anni esse
sono a difesa della nostra libertà
DALLA CASA COMUNALE
e delle Istituzioni democratiche.
Altresì ai tanti militari impegnati
in vari teatri di crisi nel mondo,
nell’ambito di missioni internazionali, va la nostra gratitudine
perché, come ricordato dal nostro
Presidente, “essi sono un tassello
importante delle credibilità del
nostro Paese sulla scena internazionale”. E in questo momento
in cui assistiamo ad atti barbarici, a minacce alla nostra civiltà da
parte dell’Isis, mi sento di condividere pienamente quanto ancora
affermato dal nostro Presidente
Napolitano: “da parte di ogni paese NATO si debba essere seri sul
prendere decisioni ingenue, non
realistiche di perdita di importanza sullo strumento militare perché
occorre tenere conto di nuove e
più aggressive forme di estremi-
smo e fanatismo, che rischiano di
investire anche l’Europa e l’Italia,
infiltrandone gradualmente la
società. È una minaccia reale che,
insieme all’Unione Europea e la
NATO, dobbiamo essere pronti a
prevenire e contrastare”. Per questo ci stringiamo alle nostre Forze
Armate, garanti e coartefici dell’Unità Nazionale nonché espressione
di essa. E ci stringiamo con affetto,
salutando in particolare modo, mi
sia concesso, l’Arma dei Carabinieri, la Benemerita, presente sul nostro territorio a salvaguardia della
tranquillità e serenità della nostra
convivenza. Quest’anno ricorre il
bicentenario della Sua fondazione
e il nostro augurio e il nostro grazie è sincero, vivo e partecipato.
Il nostro ringraziamento va anche
agli alunni e agli studenti qui pre-
senti. Il simbolico gesto compiuto
dai bambini della Scuola Primaria
del dono della luce ai caduti di tutte le guerre, sia espressione della
volontà da parte delle nuove generazioni, del rifiuto della guerra
e di ogni tipo di violenza.
Mi sia concesso un pensiero finale:
nell’ultimo film di Ermanno Olmi,
un soldato riflette sul dolore della
Grande Guerra: “Quando la guerra sarà finita – dice – tornerà l’erba nuova e là, dove è morta tanta
gente, sembrerà che tutto questo
non sia mai accaduto”. Ecco, e
concludo, oggi noi siamo qui per
non dimenticare che tutto questo
è realmente accaduto e per far sì
che non accada mai più.
Viva il 4 Novembre, viva l’Italia,
viva l’Europa.
Il Sindaco Adolfo Valsecchi
UNA RASSEGNA NEL CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA
“Nel centenario della Grande Guerra (1915-18). Per conoscere, ricordare, riflettere” è il titolo della rassegna, organizzata dal Comune di
Menaggio in collaborazione con le
Associazioni d’Arma, per ricordare l’immane tragedia di un secolo
fa. La manifestazione ha accolto
in apertura, sabato 15 novembre,
il Coro Alpini di Canzo che, gentilmente ospitato da don Carlo nella
Chiesa Parrocchiale, ha offerto una
esibizione del suo ricco repertorio di canti della Grande Guerra e
non solo. Erano presenti il Sindaco
di Menaggio e il Sindaco di Canzo,
i Gruppi Alpini con i rispettivi gagliardetti e i Rappresentanti delle
Associazioni d’Arma. L’evento, con
il titolo “Il Piave mormorava…”, ha
commosso il numeroso pubblico,
grazie all’interpretazione intensa
dei coristi, diretti dal Maestro Isidoro Taccagni, e alla scelta mirata dei
brani. La partecipazione e l’interesse del pubblico sono stati appagati
dall’ascolto di canti molto cono-
sciuti, che appartengono alla tradizione alpina e popolare, e di altri bellissimi, meno noti, con testi e
melodie nati in un contesto tragico
di dolore, di lutti, di sofferenze reali
che i nostri soldati e le loro famiglie
hanno patito in quei lunghi anni.
Questa coincidenza tra i canti e la
Storia è di per sé una lezione storica
di grande valore ed importanza. La
conoscenza del passato, oltre che
raccontata e scritta nelle pagine degli storici, è anche qui, nelle canzoni
che hanno accompagnato le marce
e le veglie, che hanno dato voce al
pianto e al sorriso, che hanno raccontato l’amore e la nostalgia degli
affetti, l’eroismo e la rabbia, l’amor
di patria e il dovere. Questi canti,
oltre che nei libri di Storia, dovrebbero entrare anche nelle antologie,
accanto alle poesie dei nostri poeti,
per quante emozioni ci regalano!
Ben lo ha fatto notare nel presentarli Roberto Fontana, portavoce
del coro. Nel saluto iniziale il Sindaco Adolfo Valsecchi ha ricordato le
parole di un soldato sul dolore della
Grande Guerra, nell’ultimo film di
Ermanno Olmi: “Quando la guerra
sarà finita tornerà l’erba nuova e
là, dove è morta tanta gente, sembrerà che tutto questo non sia mai
accaduto”. Oggi noi siamo qui per
non dimenticare che tutto questo è
realmente accaduto e per far sì che
non accada mai più.” A fine serata
il Coro e tante persone amiche hanno condiviso un momento di convivialità offerto dalle Associazioni,
rallegrato da canti fuori programma. La rassegna prosegue con appuntamenti mensili fino a maggio
2015. Si segnalano le mostre allestite dalle Associazioni (15-29 marzo), le visite guidate al forte Montecchio (Colico) e alle trincee della
Crocetta (aprile), la rassegna storica
“Vita in trincea” a cura del Gruppo
Grigioverdi del Carso, preceduta
dal concerto del Corpo musicale di
Loveno (2 maggio), in cui la rievocazione della Grande Guerra avverrà
tra musica e storia.
11
DALLA CASA COMUNALE
Il ricordo del partigiano Enrico Caronti
A 70 anni dalla morte, è ancora vivo tra di noi!
Abitanti di Menaggio e cittadini
che leggete queste righe alla fine
dell’anno 2014, pensate che 70
anni fa, con un inizio d’inverno
ben più rigido di questo e senza le
tecnologie per il riscaldamento di
oggi, riparati in cascinali di fortuna in montagna, gruppi di persone, per la maggior parte giovani,
combattevano eroicamente con
un sogno nei cuori, quello di un’Italia libera dai nazi-fascisti, giusta
e democratica.
Tra queste persone Enrico Caronti,
bleviese, che aveva allora 43 anni,
moglie e due figli a casa, partigiano col nome di Romolo, responsabile politico della 52° Brigata
“Garibaldi”, che poi verrà barbaramente torturato nei sotterranei
della Scuola elementare, allora
sede delle “Brigate nere” ed ucciso presso le mura del nostro cimitero la notte del 22 dicembre
1944, proprio dove esistono il
cippo e la lapide che lo ricordano. Alcuni anziani menaggini, tra
questi mia madre allora 25enne,
ben si rammentano questi tragici
eventi nella eccezionale rigidità di
12
quell’inverno, preludio alla primavera della Liberazione.
Ecco cosa scriveva proprio in questi
giorni che stiamo vivendo in attesa
del Natale, 70 anni fa, ai suoi partigiani ed alle popolazioni della
Lombardia tutta:”Sesto Natale di
Guerra! Natali di sangue, di orrori,
di miseria e di devastazione. Sarà
l’ultimo!
Al nostro posto di battaglia, nel
giorno di festa per la Cristianità, noi combattenti per un ideale
di giustizia e di libertà, eleviamo
direttamente al Divin Pargolo la
preghiera che finalmente, con la
pace, l’umanità sia redenta non a
parola ma a fatti.
Componenti del C.L.N. (Comitato
di liberazione nazionale) dei ridenti paesi ove hanno sede i nostri
distaccamenti fatevi interpreti dei
nostri sentimenti.
Dite alle madri, alle spose, alle sorelle che sono le nostre madri, le
nostre spose, le nostre sorelle, di
elevare una preghiera perchè la
pace ritorni fra gli uomini di buona volontà e perchè protegga i
patrioti d’Italia. Essi stringono tra
le mani un’arma, non per uccidere
a tradimento, non per colpire gli
inermi, non per distruggere con la
salace voluttà delle brigate nere,
ma per difendere la giustizia, la libertà, la pace di domani.”
SOCIALE
Sociale, aiuti a chi ha veramente bisogno
Comune e associazioni insieme contro le emergenze
Il settore sociale è probabilmente
il più delicato, anche e soprattutto
in ambito comunale, dovendo occuparsi di anziani, minori, stranieri
e di tutte le fragilità che si riscontrano sul territorio. Il disagio socioeconomico dei cittadini è oggi più
che mai palpabile. Ne parliamo
con la Dottoressa Maria Grazia Figini, Assessore ai Servizi Sociali.
“Il problema della povertà è pressante: sempre più famiglie sono in
difficoltà – spiega l’Assessore - La
sfida è riuscire a dare aiuto a chi
effettivamente ha bisogno, valutando il reale stato di necessità.
Cerchiamo di individuare da un
lato chi approfitta della situazione, dall’altro chi avrebbe bisogno
di aiuto ma non è abituato a chiedere. Purtroppo spesso i cittadini
avvertono una burocrazia troppo
soffocante, ma mi piacerebbe fare
arrivare questo messaggio: le regole non servono a creare inutile burocrazia, ma a garantire equità”.
Di fronte alla richiesta costante
di aiuto, insieme alle strutture del
Comune, collaborano intensamente varie associazioni di volontariato (Azienda Sociale, Caritas, CRI,
Vincenziane, Cif, etc.) “L’unione
“IL PRANZO DEGLI ANZIANI”, UN SUCCESSO
Come ogni anno, anche per il 2014 l’Amministrazione Comunale di Menaggio, in collaborazione con la Pro Loco e le associazioni di volontariato, ha organizzato il tradizionale Pranzo degli Anziani. Si è trattato
di una giornata di festa che ha visto i menaggini ritrovarsi per la Santa
Messa e per il successivo pranzo nel salone del Lido Giardino. “Come
negli anni scorsi - spiega il Sindaco Adolfo Valsecchi - abbiamo deciso
di organizzare un momento conviviale con le persone che hanno fatto
crescere la nostra comunità. Si tratta di un evento a cui teniamo molto
perché rappresenta per noi un piccolo gesto di riconoscenza nei loro
confronti”. Nelle foto,
gentilmente concesse dal
fotografo
Lanfranconi,
potete vedere alcuni momenti della bella festa.
d’intenti permette di affrontare le
richieste, che spesso sono urgenti,
dando risposte concrete - conclude
l’Assessore - Ciò è fondamentale,
soprattutto in considerazione delle sempre maggiori difficoltà finanziare ed economiche. Bisogna
però fare una riflessione ulteriore:
il fatto che quasi tutto lo sforzo
venga dedicato all’emergenza rimane un dato non del tutto soddisfacente. In questo modo, infatti,
rischiamo di mettere in secondo
piano una vera pianificazione e la
realizzazione di progetti di maggior impatto”.
CONSEGNA
DEL PREMIO
SANTO STEFANO
Un lungo applauso e poi il doveroso ringraziamento da parte
delle autorità. Come consuetudine consolidata, durante il Pranzo degli Anziani sono stati consegnati gli ambiti Premi Santo
Stefano 2014.
Quest’anno la benemerenza è
toccata a due menaggini doc. Il
sindaco Adolfo Valsecchi ha infatti consegnato i riconoscimenti
alla signora Rossella Crippa Giossi e il signor Pierino Danieli.
Ad entrambi, le congratulazioni
da parte di tutta la Redazione.
Alcune foto
della festa e,
qui accanto
lo staff
della
Pro Loco:
grazie!
13
SOCIALE
MINORANZA
Auguri! in attesa che...
Babbo Natale apra anche il nostro pacco (di schede)
Un sincero pensiero e ringraziamento, al termine di un anno molto intenso e ricco di manifestazioni e attività, va alla Pro Loco che
è stata fortemente presente per la
nostra Menaggio. Vogliamo ringraziare sentitamente i Volontari
e specialmente la presidente Roberta Iannazzo, per quanto fatto
anche quest’estate per il bene di
turisti e menaggini. Perché, pur
14
essendo un espressione diretta
della nostra lista, non hanno esitato per il bene di Menaggio, dei
commercianti e degli operatori turistici, a continuare il lavoro da noi
già intrapreso con successo negli
scorsi anni. Citiamo per esempio le
bellissime green e yellow night, lo
spettacolo pirotecnico di Agosto,
l’instancabile lavoro al Lido Giardino e per ultimi ”Christmas in
red” e gli addobbi natalizi per le
vie del paese, realizzati in collaborazione con i commercianti. Tutto
ciò a dimostrazione della serietà e
dell’onestà di chi come noi, pur rimanendo fedele alle proprie idee,
anche in questo momento d’incertezza amministrativa continua a
lavorare per il bene del paese!
VIVERE MENAGGIO
SQUADRA BOBBA
SOCIALE
Pro Loco, un anno appassionante
Consolidata la vocazione turistica di Menaggio
Giallo, verde, rosso. Sono i colori
che hanno contraddistinto l’attività della nostra Pro loco nel 2014.
Un anno impegnativo e sicuramente appassionante in cui - come
sempre - abbiamo cercato di dare
il massimo e oltre, nonostante le
bizze del meteo (un’estate così resterà negli annali!) e le difficoltà
che solo “chi fa” incontra lungo il
proprio cammino. Il nostro obiettivo è stato quello di rispettare
impegni e programmi, garantendo eventi per tutte le età e i gusti, consolidando così la vocazione
turistica di Menaggio. Lontano da
etichette e lontano spesso dai riflettori (la pubblicità sarà sì l’anima del commercio, ma non sempre ottiene gli effetti sperati),
siamo riusciti ad allestire un calendario fitto di appuntamenti, offrendo spesso una chiave di lettu-
ra nuova ad eventi già consolidati.
Ciascuno è libero di dare il proprio
giudizio a ciò che abbiamo fatto,
valutando serenamente il nostro
operato. Noi siamo consapevoli
di non aver mai fatto mancare il
nostro apporto a Menaggio. Un
grosso ringraziamento va a tutti
i volontari che, con instancabile
impegno, non hanno mai smesso di credere nella bontà e nelle
potenzialità delle numerose iniziative che man mano sono state
proposte. Il nostro obiettivo resta
il “bene di Menaggio”. A chi ci ha
chiesto collaborazione (serate d’estate nelle frazioni, addobbi alberi
e luci natalizie, croce rossa, OMG,
oratorio, polisportiva lariana ecc..)
l’abbiamo offerta con entusiasmo.
Ho iniziato volutamente questo
breve resoconto citando tre colori: il giallo, il verde e il rosso. Tra
mille difficoltà siamo riusciti ad organizzare tre Notti, anzi tre giornate speciali dove i veri protagonisti sono stati i colori e le loro mille
sfumature. Non è stato facile, ma
possiamo dire di avercela fatta!!!
L’attività della Pro loco non si ferma: l’appuntamento è per il prossimo 22 febbraio con il Carnevale.
Non mancate!!! Con l’occasione,
porgo a tutti i più sinceri auguri
di Buon Anno e di un sereno 2015,
anno in cui anche noi proveremo a
“strizzare l’occhio” ad Expo.
Roberta Iannazzo
Presidente Pro Loco Menaggio
LA RMN PER L’OSPEDALE DI MENAGGIO IL PIÙ BEL REGALO DI NATALE!
Dopo aver molto combattuto, e
grazie alla sensibilità dimostrata dall’Assessore Regionale alla
Sanità Mario Mantovani ed al
Consigliere Regionale Alessandro
Fermi, siamo riusciti nello scorso
giugno ad ottenere il consenso
per donare la RMN (Risonanza
Magnetica Nucleare) all’Ospedale
di Menaggio.
Il Comitato Cristian e Gianfranco
Battaglia è nato nel 1988 in seguito alla precoce scomparsa di Cristian, prossimo alla laurea in Medicina, colpito da una grave forma
di linfoma. In seguito alla scomparsa di papà Gianfranco avvenuta nel 1990, abbiamo pensato di
intitolare il Comitato a Cristian e
Gianfranco Battaglia.
Il Comitato aveva lo scopo di assegnare a giovani medici neolaureati una borsa di studio e dei premi
annuali in grado di consentire ad
ognuno degli approfondimenti
culturali. Con il passare degli anni,
sembrava superfluo donare una
borsa di studio e dei premi annuali
a giovani medici che percepivano
comunque già una retribuzione.
Pertanto abbiamo a lungo pensato
a cosa fare. Parlando con l’amico
Enrico Casartelli, grande radiologo e grande uomo, abbiamo optato di caldeggiare l’acquisto della
RMN, trattandosi dell’acquisizione
di una metodica assolutamente indispensabile, in quanto consente
l’esecuzione di esami approfonditi
per i quali la TAC risulta ormai obsoleta.
Unendoci così nello sforzo insieme
all’Associazione Centro Lario per
l’Ospedale di Menaggio Onlus ci
siamo così impegnati in una lunga
battaglia che, alla fine, ci ha consentito di raggiungere il risultato.
Vorremmo ringraziare di cuore
Enrico, precocemente scomparso, che nei momenti di sconforto
ci esortava dicendo: “Dobbiamo
continuare, vedrete che ce la faremo”, la Onlus Centro Lario per
l’Ospedale di Menaggio, nella fi-
gura dell’amica Franca Panizza
che è sempre stata presente, i miei
familiari e gli amici più cari che
hanno sempre creduto nel raggiungimento dell’obbiettivo. Ora
aspettiamo solo che si concretizzino alcuni particolari per utilizzarla
al meglio!
Questo sicuramente è il più bel regalo di Natale che si potesse fare
al nostro territorio.
Cinzia Battaglia
15
INNOVAZIONE
Innovazione e nuove tecnologie
Le nostre proposte per lo sviluppo di Menaggio
L’innovazione e le nuove tecnologie sono fattori importanti sui
quali puntiamo per rilanciare il
territorio e migliorare la qualità
della vita. Non a caso, tra le nostre
prime decisioni ci sono state la
creazione di un gruppo di lavoro
(“Menaggio 2.0”) indirizzato proprio a supportare lo sviluppo tecnologico del Comune (vedi l’apposito box) e l’adesione di Menaggio
(unico comune della provincia di
Como) all’Osservatorio Nazionale
Smart City, che raggruppa le realtà
locali decise a utilizzare al meglio
la tecnologia per incrementare il
livello dei servizi e la qualità della
vita. Grazie a tale adesione, poche settimane fa abbiamo potuto
partecipare a un bando lanciato
proprio dall’Osservatorio, con un
progetto indirizzato ai giovani,
che prevede il coinvolgimento
della neonata consulta giovanile
per il recupero e la gestione di un
immobile comunale ora non utilizzato.
Tra le altre iniziative di questi mesi,
spicca la partecipazione a un altro
bando, con un progetto indirizzato a portare a Menaggio la banda
ultra larga per l’accesso a internet.
Abbiamo raccolto molto volentieri
l’idea, lanciata in campagna elettorale da Daniele Sormani (lista
Bobba), cui va un ringraziamento
per il suo contributo e per l’impegno speso per bene del paese. Un
accesso internet ultra veloce sarebbe per Menaggio un importante fattore di sviluppo, in grado di
trasformare il nostro paese in un
polo attrattivo per i giovani residenti e un fattore di richiamo per
nuove iniziative imprenditoriali
anche dall’esterno.
L’opportunità di coniugare bellezza del territorio e disponibilità
di banda, unite alla fama goduta
dal centro lago di Como in tutto
il mondo e alle accresciute possibilità di telelavoro, aumenterebbe la nostra capacità competitiva,
16
mettendoci in condizioni di attirare investimenti dall’esterno e di
mantenere e creare nuovi posti di
lavoro.
L’ipotesi di progetto è indirizzata a
portare la fibra ottica in ogni casa,
ufficio e attività, con la possibilità di un progressivo ampliamento
della rete verso i comuni vicini,
per garantire lo sviluppo di un’area territoriale più vasta. Una rete
apposita dovrebbe collegare tutte
le strutture e gli edifici pubblici
(municipio, scuole, asilo, biblioteca, ospedale, presidi delle Forze
dell’Ordine, ecc.) e, con il completamento della copertura wi-fi,
potrebbe essere utilizzata per l’erogazione di servizi più avanzati,
riducendo i costi per l’amministrazione (sorveglianza, controllo
dell’acquedotto, irrigazione automatica del verde, informazioni in
tempo reale sulla disponibilità dei
parcheggi, ecc.) sperimentando
soluzioni volte a integrare tecnologia e vita quotidiana.
Un altro punto fondamentale del
programma, su cui attualmente
stiamo lavorando, è la copertura
wi-fi del territorio comunale, ancora piuttosto scarsa: un obiettivo
importante non solo per i residenti ma anche in chiave turistica.
Da ultimo, nelle ultime settimane abbiamo rivisto il sito internet
(www.menaggio.com) e attivato il
profilo FaceBook ufficiale del Comune di Menaggio (seguiranno
gli altri social), per fornire ai cittadini informazioni sempre più aggiornate sulle attività comunali e
permettere loro un’interazione in
tempo reale.
Anche il regolamento del Consiglio Comunale è stato modificato,
prevedendo la possibilità di un utilizzo di strumenti tecnologici che
permettano di risparmiare tempo
e denaro e ampliare la partecipazione dei cittadini (vedi l’apposito
box).
GianLuca Pedrazzini
Menaggio prescelto
per la sperimentazione
Smart Society
Il Comune di Menaggio è stato
scelto per la sperimentazione del
progetto di ricerca e innovazione
co-finanziato dalla Commissione
Europea “Smart Society”.
Abbiamo deciso con entusiasmo di
raccogliere l’invito a partecipare a
questo progetto, che può portare
concreti benefici al nostro territorio, a costo zero per l’amministrazione pubblica.
L’idea è semplice: si tratta di una
piattaforma online, cui gli utenti
possono registrarsi gratuitamente (almeno in questa prima fase
di sperimentazione) per cercare e
offrire la condivisione di passaggi
in macchina. Si tratta di un sistema di “ride sharing”: per capirci,
qualcosa di simile a Blablacar, ma
con funzionalità più avanzate (per
esempio, il sistema permetterà
di selezionare le persone con cui
viaggiare a seconda di gusti ed esigenze personali).
Il progetto è destinato, in prospettiva, a estendersi su scala europea.
Abbiamo chiesto di allargare la
partecipazione anche alla Comunità Montana, che ha già deciso di
aderire, e agli altri comuni della
zona che fossero interessati. Come
detto, la partecipazione non comporta alcun onere a carico del Comune e offre ai cittadini la possibilità di usufruire gratuitamente di
un servizio che, oltre a comportare
benefici concreti (flessibilità negli
orari e condivisione delle spese di
viaggio), potrebbe contribuire a
decongestionare il traffico e ridurre le emissioni di CO2.
Per informazioni più dettagliate, si
può visitare il sito
www.smart-society-project.eu
INNOVAZIONE
PROGETTO “MENAGGIO 2.0”
OBIETTIVI:
- Favorire e supportare lo sviluppo, l’aggiornamento e la manutenzione delle risorse ICT del comune,
contribuendo alla soluzione dei problemi tecnici e alla individuazione delle soluzioni più idonee
in merito all’adozione e all’impiego di tali strumenti.
- Migliorare la qualità e la gamma dei servizi offerti ai cittadini per via telematica e, in genere, con
l’impiego degli strumenti ICT.
- Favorire e supportare l’adozione di procedure e strumenti di “e-democracy”.
- Contribuire in maniera attiva allo sviluppo, all’aggiornamento e alla gestione del sito web comunale e degli altri strumenti di comunicazione online tra comune e cittadini (email, newsletter, strumenti
social), garantendone il costante aggiornamento e favorendone l’interattività.
- Favorire lo sviluppo e il miglioramento di una copertura wi-fi adeguata sul territorio comunale
e supportare iniziative volte al miglioramento della connettività e alla riduzione del divario digitale.
- Stimolare e supportare iniziative volte a migliorare l’alfabetizzazione informatica dei cittadini.
ALCUNE INIZIATIVE E AREE D’INTERVENTO:
- Revisione e aggiornamento costante del sito web comunale.
- Mappatura delle risorse ICT attuali del comune (hardware e software) e supporto nella definizione
di eventuali urgenze e priorità.
- Adesione all’osservatorio nazionale delle comunità intelligenti (smart cities).
- Potenziamento della gamma e della fruibilità dei servizi erogati telematicamente.
- Valutazione delle soluzioni per la comunicazione interna ed esterna (es. VOIP).
- Creazione di un data base / mailing list di cittadini e soggetti presenti sul territorio comunale.
- Studio del problema della copertura wi-fi del territorio comunale.
- Organizzazione di momenti di formazione per giovani (in collaborazione con la scuola) sui pericoli
dei social media.
COORDINATORE: Andrea Venturini
ASSESSORATO: Assessorato all’innovazione (GianLuca Pedrazzini)
NOVITÀ PER I CONSIGLI COMUNALI
Abbiamo di recente apportato alcune importanti modifiche al regolamento del consiglio comunale, con l’intento di avvicinare i cittadini
all’amministrazione e di coinvolgerli maggiormente nella cosa pubblica.
Il nuovo testo prevede la possibilità di registrare le sedute e di caricarle
sul sito internet del comune, in modo che i cittadini possano prenderne
visione personalmente, in qualunque momento desiderino. Nel futuro
sarà anche possibile trasmettere le sedute in streaming, così che chiunque possa assistere alla discussione sui provvedimenti in tempo reale,
semplicemente collegandosi al sito. Un’altra importante modifica riguarda la possibilità di convocare consigli comunali aperti, durante i quali il
pubblico presente in aula potrà intervenire alla discussione. Ovviamente
si tratterà di sedute di carattere straordinario, su temi di particolare rilevanza sociale o politica. Infine, nei prossimi mesi verrà rivisto lo Statuto
Comunale, per adeguarlo ai tempi e ampliare gli spazi di partecipazione
dei cittadini, anche nelle frazioni. Nell’ultimo consiglio comunale si è già
discusso dell’opportunità di convocare dei consigli comunali nelle varie
frazioni del paese, magari proprio in concomitanza di consigli comunali
aperti. Su questo tema, maggioranza e minoranza sono d’accordo.
17
GIOVANI
Nasce la Consulta giovanile menaggina
Un progetto per coinvolgere le nuove generazioni
A fine novembre, il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità lo statuto della Consulta comunale dei giovani, aperta a tutti i
giovani di età compresa tra i sedici
e i trent’anni residenti a Menaggio
o che trascorrano nel nostro paese
almeno 15 giorni l’anno per motivi di studio, lavoro o vacanza. La
partecipazione è aperta, tra l’altro, a tutti gli studenti della sede
di Menaggio dell’Istituto Superiore “Ezio Vanoni”. Per aderire alla
consulta è sufficiente compilare
un modulo, pubblicato sul sito del
comune (www.menaggio.com) e
disponibile presso gli uffici comunali.
Scopo del progetto è dare ai giovani menaggini - criticati da più
parti con motivazioni spesso discutibili - la possibilità di incidere concretamente nell’ambito comunale.
Per promuovere una cultura della
partecipazione è importante partire da chi, grazie ad amicizie forti
come quelli che nascono in giovane età, è stato solo sfiorato dalle
tensioni delle ultime campagne
elettorali.
Da qui si può ripartire, valorizzando lo spirito di servizio e l’attitudine a collaborare in vista dell’interesse generale che possono tenere
unito un paese anche nella diversità di idee e proposte.
Prima della discussione e dell’approvazione in Consiglio comunale,
la bozza di statuto è stata pubblicata online sul sito del Comune,
così da permettere agli interessati
di esaminarla e di avanzare critiche
e suggerimenti. Anche questa, per
Menaggio, è una novità. Il fatto
che lo statuto sia stato approvato
all’unanimità, dimostra che tutti
hanno capito lo spirito e l’importanza dell’iniziativa.
La Consulta sarà costituita da
un’assemblea generale, composta
da tutti i giovani che aderiranno, e
da un consiglio direttivo di undici
18
persone: presidente, vicepresidente e sette membri eletti dall’assemblea nella prima riunione e
due rappresentanti dell’Istituto
Vanoni. La scelta di aprire la partecipazione alla Consulta a tutti
gli studenti dell’Istituto Vanoni e
di inserirne di diritto i rappresentanti nel consiglio direttivo manifesta la volontà di dare continuità
alle relazioni con la scuola media
superiore del territorio, fulcro per
la vita dei giovani di tutta la zona.
La Consulta è un organismo principalmente consultivo e propositivo,
a supporto del Consiglio Comunale e degli altri organi dell’amministrazione.
Lavorerà a stretto contatto con il
sindaco e con l’assessore alle politiche giovanili, formulando pareri
sui temi più cari e congeniali ai
giovani ed elaborando e promuovendo attività, con l’obiettivo di
contribuire a migliorare non solo
la vita dei giovani, ma quella di
tutta la comunità.
L’idea di una consulta giovanile, in
sé, non è una novità assoluta.
Ma nel nostro territorio questa figura è sempre mancata. Le consulte giovanili più vicine sono quelle
di Como e Cantù, che però sono
strutturate diversamente e prevedono una partecipazione più vincolata.
A Menaggio, invece, abbiamo
cercato di rendere più agevole il
coinvolgimento dei giovani, mettendo a punto strumenti e procedure interne particolari. È previsto
per esempio che, in determinate
situazioni, si possano effettuare
votazioni online per velocizzare le
prese di posizione della Consulta,
ovviamente nel rispetto delle garanzie di voto.
La prima riunione della Consulta si
terrà a fine gennaio e invito tutti
i giovani interessati ad aderire da
subito, per dare il oro contributo.
L’auspicio è che, per una volta, siano proprio le generazioni più giovani - la mia (ho 22 anni) e quelle future - a dare a tutti il buon
esempio.
Cooperare, discutere apertamente, sapersi ascoltare e rispettare
anche nelle diversità di opinioni:
solo così possiamo sperare in una
Menaggio migliore!
Simone Tatti
Consigliere Comunale
GIOVANI
Una Menaggio a misura di bambino
Al via una commissione composta da genitori e non
Nell’amministrare un paese, bisogna tenere presente che il mondo
non è solo un’eredità delle passate
generazioni, ma è un prestito delle
generazioni che verranno. Le scelte dell’amministrazione non incidono solo nel presente, ma anche
nel futuro dei nostri figli. Uno dei
progetti nati con la nuova amministrazione è indirizzato a rendere
i bambini protagonisti da subito,
grazie all’attività di un gruppo
di volontari (genitori e non solo)
impegnati per rendere il paese
più accogliente e fruibile per i più
piccoli e per le loro famiglie. L’obiettivo è quello di costruire una
“Menaggio a misura di bambino”,
partendo dalla raccolta di proposte e segnalazioni sulle strutture
(parchi giochi, scuole, sicurezza...),
con l’obiettivo di migliorarne la
dotazione, e dall’organizzazione
di momenti di gioco e di formazione che offrano a bambini e famiglie stimoli e occasioni d’incontro
senza la necessità di andare a cercare chissà dove laboratori o attività rivolti a loro. Una delle prime
iniziative è stata l’apertura al pubblico del parco della scuola dell’infanzia, nel mese d’agosto: un polmone verde dove giocare all’aria
aperta in una splendida cornice,
da tutelare e valorizzare. La festa
d’apertura ha regalato la lettura
di storie per grandi e piccini, le
acrobazie divertenti di un giocoliere e un pic-nic sul prato sotto il
cielo stellato di agosto. Un ritorno
alla semplicità. Tra le altre iniziative da ricordare, la mini-rassegna
di cinema all’aperto nelle frazioni, organizzata grazie a CineLario, e la presentazione pubblica,
in novembre, del progetto Unicef
“città amica dei bambini”, con la
presenza del presidente provinciale dell’Unicef e la proiezione di
un film d’animazione per ragazzi.
Nel mese di dicembre, le iniziative
natalizie “Accendiamo il Natale”
hanno visto i bambini protagonisti
dell’accensione festosa degli alberi di natale a Menaggio e in tutte
le frazioni (compresa Sonenga!),
mentre per la festa di Santa Lucia i veri protagonisti sono stati i
Progetto Unicef “Città amica delle bambine
e dei bambini” e Consiglio Comunale dei
Ragazzi
Il progetto “Città amica delle bambine e dei bambini”
è un’iniziativa internazionale targata Unicef, nata per
promuovere l’attuazione dei diritti dell’infanzia nelle
realtà locali e rendere i ragazzi protagonisti delle scelte che li riguardano, attraverso un percorso articolato
in nove passi, descritti sul sito dell’Unicef (www.unicef.
it). Menaggio è stato il primo comune della provincia
di Como ad aderire al progetto, nel mese settembre,
nella convinzione che costruire un comune “amico dei
bambini” sia una strategia utile a migliorare la qualità
della vita di tutti: cittadini e ospiti. Talvolta gli occhi
dei bambini osservano cose che gli adulti non vedono.
Il primo passo è stato l’avvio del Consiglio Comunale
dei Ragazzi, in collaborazione con la Direzione Didattica, su cui già stanno lavorando i bambini della scuola
primaria e a cui hanno aderito, per le scuole medie, anche tutti gli altri Comuni del territorio. Un buon modo
per allargare gli orizzonti dei nostri ragazzi.
nonni, che hanno accompagnato i
bimbi per le vie del paese, raccontando storie e tradizioni natalizie
di una volta.
La commissione comunale è aperta e tutti possono contribuire a
progettare e a rendere concreto il
sogno di una “Menaggio a misura
di bambino” (puoi seguirci anche
su FaceBook e iscriverti al gruppo).
Crediamo che si debba pensare ai
piccoli sognando in grande, anche
perché - come diceva il pedagogista Danilo Dolci - “ciascuno cresce
solo se sognato”. Il nostro sogno è
quello di un paese dove i bambini
si sentano liberi e possano trovare
sempre maggiori opportunità di
crescita, nella consapevolezza che
Menaggio è un luogo dove si può
davvero crescere felici: basta dare
spazio alle idee ed alla fantasia.
Nominato il Garante per l’Infanzia Unicef
Il Comune di Menaggio, primo Comune in Lombardia,
da ottobre 2014 ha nominato il Garante per l’infanzia. L’assessore alle politiche giovanili Gianluca Pedrazzini, a nome dell’Amministrazione Comunale, ha
indicato Barbara Caradonna per questo importante
compito.
“Il mio compito è quello di promuovere e verificare la
concreta attuazione del progetto ‘Menaggio a misura
di bambino’ – sottolinea la stessa Barbara Caradonna
- In questi mesi, un gruppo di genitori volontari ha già
iniziato a lavorare, mettendo in campo tante idee, alcune già concretizzate, altre in fase di progettazione
e sviluppo. Un grazie va proprio ai genitori volontari
che, malgrado i tanti impegni lavorativi e famigliari,
sono sempre disponibili, e credono insieme a me in
questo progetto. ‘Menaggio a misura di bambino’ è
un progetto per i nostri figli, che sono la nostra vita
e il nostro futuro. Madre Teresa di Calcutta disse che
‘Non importa quanto si dà, ma quanto amore si mette
nel dare’”.
19
CULTURA E TEMPO LIBERO
Biblioteca, eletta la nuova commissione
Molteplici le iniziative in programma per il 2015
Ezio Munno è il nuovo presidente
In ottemperanza alla legge regionale
n.81 del 1985, la Biblioteca comunale
di Menaggio ha ufficialmente la propria Commissione. L’organo ha funzioni di programmazione e gestione
delle attività culturali, di collegamento con l’utenza, di collaborazione per
l’efficienza, il regolare funzionamento, gestione, conservazione e incremento del patrimonio librario e documentario.
I componenti della Commissione Biblioteca sono: Elisabetta Solinas, Davide Frascoli e Giovanni Salici, eletti dagli utenti; Maurizio Rossi e Angelo
Rizzella, rappresentanti del gruppo della maggioranza consiliare; Ezio Munno e Paolo Ortelli nominati dal
Consiglio Comunale; M. Cristina Redaelli assessore
all’Istruzione e alla Cultura con delega del Sindaco;
Marcel Paolini Direttore della Biblioteca. In occasione
delle nomine, il gruppo consiliare di minoranza non
ha indicato il proprio rappresentante.
Nella prima seduta è stato eletto all’unanimità il Presidente Ezio Munno (qui ritratto nel cortile delle Scuole
Medie).
Molte sono le iniziative in programma: la prima è stata
Assegnate 2 borse di studio
per la scuola media
e per la scuola superiore
per l’anno scolastico 2013/14.
L’Amministrazione Comunale, in ottemperanza alla
delibera n.152 del 13.10.2014 della Giunta Comunale, ha assegnato 1 Borsa di Studio allo studente Michele Venini che ha conseguito la licenza conclusiva
del primo ciclo di istruzione presso la Scuola Media di
Menaggio nell’anno scolastico 2013/14 con la valutazione di nove/decimi.
Cristian Biacchi ha ottenuto la Borsa di Studio per aver
conseguito il diploma di maturità del corso Geometri
presso l’Istituto Vanoni nell’anno scolastico 2013/14
con la votazione 100/100 e lode.
Complimenti, ragazzi, per il vostro impegno!
20
la memoria del Comm. Ercole Petazzi
che nel 1964 ha donato il patrimonio
della propria Biblioteca al Comune di
Menaggio, da cui la titolazione della Biblioteca comunale a Giuseppina
Petazzi Madiai.
Nel ricordo della Dott. Elvira Verzellesi, prima Bibliotecaria, la figura di
Ercole Petazzi è stata efficacemente
presentata sia nella carriera diplomatica al tempo del colonialismo italiano nell’Africa Orientale, sia negli ultimi anni vissuti a Menaggio.
Seguiranno al martedì gli incontri con gli Autori per
la presentazione di libri e altri appuntamenti culturali
quali visite guidate a mostre, teatri, concerti ed opere
liriche.
In collaborazione con le iniziative di “Menaggio a misura di bambino”, una particolare attenzione sarà rivolta agli interessi dei più piccoli per avvicinarli alla
lettura e uno spazio sarà dedicato a loro all’interno
della biblioteca.
Inoltre la Commissione è disponibile a collaborare con
le varie Associazioni per diffondere la cultura in tutte
le sue espressioni.
CULTURA E TEMPO LIBERO
Al via il progetto “Guardiamoilmondo”
Tre mesi dedicati a pace, accoglienza, legalità
“Agire localmente pensando globalmente”: con questa frase Giorgio La Pira, sindaco fiorentino degli anni 50, inaugurava un nuovo
modo di fare politica, in cui il bene
del cittadino è legato alla consapevolezza di essere parte di una
Comunità attiva e solidale. Su questo presupposto l’Amministrazione
Comunale, in collaborazione con le
parrocchie del Vicariato e le altre
realtà sociali operanti nel territorio, propone una serie di iniziative
centrate sui temi dell’etica e della
responsabilità civile. Il progetto,
intitolato
#GuardiamoIlMondo,
parte a gennaio, mese della Pace.
La tradizionale fiaccolata del Primo
dell’anno al Santuario di Nobiallo,
la proiezione del film d’animazione per bambini “Azur e Asnar”
(sab. 17) e del film d’Autore “Torneranno i prati” di Ermanno Olmi
(lun. 19), in collaborazione con CineLario, e diversi incontri con relatori impegnati da anni sul tema del
disarmo e della resistenza nonviolenta saranno solo alcuni degli appuntamenti in programma. La sera
di giovedì 22 gennaio in Oratorio
si terrà una cena della Pace aperta a tutti, mentre domenica 25 è in
programma la Giornata della Pace,
con la celebrazione ufficiale dell’a-
desione di Menaggio al Coordinamento comasco per la Pace. Il mese
si concluderà con la prima riunione
della Consulta dei Giovani. Febbraio sarà dedicato ad Accoglienza e
Multiculturalità. Il primo appuntamento sarà sul grande schermo di
CineLario lunedì 2 con la proiezione del film “Io sto con la Sposa” e
la presenza del regista. Martedì 3
una serata di informazione con Gabriele Del Grande, giornalista autore del blog Fortress Europe, che
raccoglie e cataloga i naufragi nel
Mediterraneo dei migranti nel tentativo di raggiungere l’Europa.
Nel pomeriggio di sabato 7, per
i bambini sarà proposto l’ultimo
film di Miyazaki “Si alza il vento”.
La vendita mensile di libri usati a
1 euro, organizzata per domenica
22 in collaborazione con gli Amici
del Mali, finanzierà progetti d’integrazione sociale. Caratterizzerà
il mese la cena dei popoli, sabato
7 febbraio presso il Lido Giardino,
con piatti tipici preparati dai diversi gruppi etnici presenti nel territorio e musiche tradizionali. Marzo sposterà l’attenzione sul tema
della Legalità, per dare voce a testimoni che, con la loro esistenza,
si sono spesi in prima persona su
questo ideale. I ragazzi dell’Istitu-
“RIFLESSI D’ARTE” AL TEATRO CINE LARIO DI MENAGGIO
La consolidata amicizia di alcuni appassionati di musica e musicisti di Menaggio con l’Associazione Musicale Mikrokosmos ha reso possibile ospitare anche quest’anno in estate la rassegna musicale “Riflessi d’Arte” a
Menaggio. Ben 14 concerti svolti settimanalmente al teatro Cinelario di
Menaggio, con ospiti sia giovani musicisti sia concertisti già attivi da anni
sul territorio nazionale. Il programma, variegato, ha compreso solisti al
pianoforte, duo pianistici, cameristiche talora inconsuete come per esempio un raro duo formato da pianoforte e armonica a bocca, e persino due
ballerini di tango accompagnati da pianoforte e oboe. Gli appuntamenti
sono stati apprezzati da un gran numero di turisti ma anche da un gruppo sempre crescente di appassionati locali. Il Teatro Cinelario si presta
magnificamente sia per l’acustica che per l’ambiente. Ringraziamo tutti
quelli che hanno collaborato alla realizzazione di questa rassegna che si
ripeterà di nuovo nel 2015, allietando i numerosi turisti ospiti a Menaggio e i nostri appassionati di musica.
Mathilde
to “Vanoni” avranno l’opportunità
di incontrare Salvatore Borsellino,
fratello di Paolo, magistrato ucciso dalla mafia. Anche nel mese di
marzo sono previsti incontri pubblici e appuntamenti con il cinema
d’autore e per bambini. Una cena
con i sapori della Legalità, sabato
21, inaugurerà una mostra-mercato di prodotti etici frutto del lavoro e della passione di ragazzi che
ogni giorno lavorano le terre che
appartenevano alle mafie e di imprenditori che hanno avuto il coraggio di dire “no” al pizzo. Anche
la Biblioteca comunale parteciperà
al progetto #GuardiamoIlMondo
organizzando alcuni incontri e allestendo un’esposizione di opere
sui temi della rassegna. L’obiettivo
della programmazione, sicuramente ambizioso, è quello di costruire
un laboratorio di idee che si allarghi progressivamente anche ad altri argomenti, al fine di ampliare
sempre più l’orizzonte che da Menaggio guarda il resto del mondo.
I CONCERTI DEL 2015
Presso il Teatro Cinelario:
GIUGNO
domenica 14, 21,29
LUGLIO
mercoledì 8, 15, 22, 29
AGOSTO
mercoledì 5, 12, 19, 26
SETTEMBRE
mercoledì 2, 9
Presso la Villa Mylius Vigoni:
GIUGNO venerdì 12
21
CULTURA E TEMPO LIBERO
DIECI ANNI DI CINE D’AUTORE, ED É SOLO L’INIZIO
Il traguardo dei 10 anni, per qualsiasi associazione, gruppo, proposta
culturale è sempre un’occasione da
celebrare. Così è (e sarà) per la stagione 2014/2015 del Cine d’Autore
al Cinelario Menaggio, che giunge
a questo compleanno con un nutrito seguito di affezionati e sempre
nuovi compagni di viaggio, tutti
con la voglia di svagarsi nei lunedì
più bui dell’anno e discutere appassionatamente nel post-proiezione.
Oltre ad una grafica rinnovata nella comunicazione, che ha voluto
sottolineare questa ricorrenza, e
l’attribuzione del premio al decimillesimo spettatore (oltre 3 volte
la popolazione menaggina é passata da Cine d’Autore, insomma),
in campo prettamente cinematografico la stagione ha proposto un
compendio del miglior cinema tra
2013 e 2014, combinando generi
e tipologie anche distanti tra loro,
ma che gettano sguardi acuti ed
inaspettati su temi attuali o che in-
terrogano da sempre l’uomo.
Dal cinema d’autore propriamente detto (“The Grand Budapest
Hotel”, “Alabama Monroe”), al
documentario (“Un mondo in pericolo”), dall’avventura (“In solitario”, “Tracks”) alla denuncia sociale
(“Padre vostro”, “La gabbia dorata”, “La sedia della felicità”) alle
sperimentazioni (“Locke”), fino
alla scommessa sulle opere prime
(“E fu sera e fu mattino”), la selezione non é stata facile ma il risultato é più che soddisfacente.
Cosa ci aspetta per il secondo tempo di questa decima edizione, in
partenza il 12 gennaio? Ci sarà spazio per il grande cinema italiano:
quello che ha stupito la platea del
Festival di Cannes (“Le Meraviglie”
di Alice Rohrwacher, Gran Prix speciale della giuria sulla Croisette),
quello che ha lasciato il segno a Venezia (“Il giovane favoloso”, biografia del poeta Giacomo Leopardi) e quello di un grande maestro
che mette in scena l’insensatezza
di ogni guerra nel centenario della
Grande Guerra (Ermanno Olmi con
“Torneranno i prati”).
Il percorso cinematografico continua dall’altra parte dell’Atlantico
con “Boyhood”, che ci mostra il
lato indipendente della filmografia
statunitense (il film é stato girato
in dodici anni), “Gabrielle”, che
rappresenta un fresco e divertente
esempio dell’attuale produzione
canadese, e “Jersey boys” di Clint
Eastwood, che sarà accompagnato
da una sorpresa musicale di cui non
possiamo anticipare nulla.
Gli altri titoli stanno per essere definiti e alcuni rimarranno una sorpresa fino all’ultimo: non vi resta
che unirvi a questa piacevole festa
per scoprire le sorprese che il Cine
d’Autore vi sta per riservare.
Per essere costantemente aggiornati sulla programmazione, cercate
su Facebook la pagina CINE D’AUTORE - CineLario Menaggio.
RITORNA A MENAGGIO IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CHITARRA 7° EDIZIONE
Il Festival della chitarra si è svolto nella prima settimana di settembre da venerdì 5 a domenica 7.
Come nelle precedenti edizioni, si sono alternati numerosi Artisti di alto livello, che hanno coinvolto un
vasto pubblico in concerti molto diversi tra loro, di
grande intensità sia tecnica che emotiva, e in momenti di approfondimento musicale, workshop dedicati
all’educazione musicale e in particolare all’importanza della musica d’insieme nella formazione musicale.
La rassegna è stata possibile sia grazie al contributo
della Regione Lombardia e del Comune di Menaggio,
sia grazie al sostegno di numerosi operatori turistici
e commerciali che hanno appoggiato l’iniziativa, sostenendo in prima persona le spese per gli aperitivi in
concerto, per l’ospitalità dei musicisti, per gli omaggi
agli Artisti intervenuti, per l’allestimento del palco e
anche grazie al contributo professionale di webmaster, grafici, fotografi e giornalisti che si sono uniti per
sostenere il Festival, unanimemente apprezzato per
le sue caratteristiche culturali e di ampia adesione di
pubblico.
Per la prossima edizione 2015, vista la concomitanza
con l’EXPO, si potenzieranno le caratteristiche inter-
22
nazionali e multiculturali del Festival, invitando più
Artisti di rilievo internazionale e, visto che il tema di
EXPO 2015 è “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”,
l’obiettivo è quello di ospitare alcuni spettacoli che
possano sensibilizzare verso le problematiche del cibo
e dell’acqua, come anche quelle della biodiversità.
Altro argomento è l’abbinamento musica e cibo, con
un filo conduttore per la realizzazione degli aperitivi
musicali.
SPORT
C.S.I. Oratorio Menaggio
Combinazione vincente tra oratorio e sport
Il C.S.I. (Centro Sportivo Italiano)
Oratorio Menaggio è un’associazione sportiva dilettantistica
fondata sul volontariato che promuove lo sport come momento di
educazione, di crescita, di impegno e di aggregazione sociale e
che cerca di avvicinare i ragazzi a
tutte le discipline sportive.
Fino a qualche anno fa la nostra
società promuoveva come attività
sportiva oratoriale solo il minivolley ma, grazie all’impegno di genitori e volontari che ancora oggi
dedicano molto del loro tempo
libero, si è visto concretizzare il
sogno di rilanciare lo sport come
strumento oratoriale, inserendo
nuove attività quali calcio e pallacanestro.
L’attività calcio comprende minicalcio e calcio a 7, che in questo
anno sportivo vede in campo tre
squadre: la storica “La Grona” e le
neo nate “Atletico Menaggio” e
“Real Menaggio”, mentre i bambini del minicalcio si preparano con
grande entusiasmo al passaggio
alla categoria superiore.
Da due anni, grazie a una nostra
proposta verso il Comitato Provinciale CSI di Como, è stata inserita
l’attività pallacanestro, alla quale
hanno subito aderito diverse società sportive della Provincia di
Como, tanto che da quest’anno si
disputa un campionato provinciale
under 13, under 10 e under 8. Il CSI
Oratorio Menaggio, che vanta una
trentina di iscritti a questa disciplina sportiva, ha aderito ai primi
due campionati.
Quindi, nonostante sia stata ceduta ad altra società l’attività minivolley, posso dire con orgoglio che
i numeri dei nostri tesserati sono
sempre in aumento, grazie anche
alla passione dei nostri numerosi
responsabili
(allenatori/dirigenti) che hanno frequentato diversi
corsi, permettendo loro di ottenere un’adeguata preparazione,
per poter meglio operare, nei vari
ruoli ricoperti, con i nostri 90 atleti
iscritti.
Un ringraziamento va anche all’ottimo staff dirigenziale che in questi anni ha saputo portare, senza
non poche difficoltà, ad un’eccellente livello l’attività sportiva.
Seguendo lo spirito del C.S.I., presente su tutto il territorio nazionale con molte discipline sportive, la nostra società ha da sempre
partecipato, insieme alle società
sportive dei vari Comuni Lariani,
al “Polisportivo del Lago”, il che
significa avvicinare e far conoscere ai nostri ragazzi diverse attività
quali corsa campestre e su strada,
ciclismo, staffetta, triathlon atletico e nuoto.
Voglio concludere con il mio più
sincero e doveroso ringraziamento
a tutti quelli che aiutano i nostri
atleti a migliorarsi ed a responsabilizzarsi sempre di più, in modo
che sappiano cogliere appieno la
bellezza dello sport.
Colgo quest’occasione per augurare a tutti buone feste e un sereno
e prospero anno nuovo.
Fabrizio Confalonieri
Vice Presidente
C.S.I. Oratorio Menaggio
Consigliere Provinciale C.S.I. Como
www.csioratoriomenaggio.it
BORSA DI STUDIO
PER MERITI SPORTIVI
“GIOVANNI TOSI - PADDOCK”
Dopo alcuni anni sono state ripristinate le borse di studio per meriti
sportivi “Giovanni Tosi - Paddock”.
I premi tengono in considerazione sia il rendimento sportivo sia
quello scolastico, per stimolare i
ragazzi a impegnarsi con costanza
in entrambi i campi.
Quest’anno è stato attribuito il
premio speciale Paddock per l’atletica a Sabrina Macheo, dell’Atletica Centro Lario. Le borse di studio
in palio per le scuole secondarie
superiori sono state assegnate ex
aequo ai due atleti della Canottieri Menaggio Ambrogio Cantù e
Mattia Luoni, per le scuole medie
è stata premiata Elisa Fasoli, della Polisportiva Lariana Menaggio,
mentre per le scuole elementari i
premi sono andati a Giorgio Pedrazzini del C.S.I. Oratorio Menaggio, Carlotta Pisoni dell’Associazione Sportivi Ghiaccio Ambrosiana
e Tommaso Sala dello Shotokan
Karate Club Menaggio. Gli atleti
saranno premiati in occasione del
prossimo consiglio comunale.
A tutti i partecipanti vanno I complimenti dell’Amministrazione Comunale.
23
INIZIATIVE
eventi 2014
Momenti del soggiorno estivo presso la colonia di Ponte, in attesa del prossimo...
Nonostante il tempo avverso, anche quest’anno i giorni passati in Colonia saranno un ricordo piacevole per
tutti i bambini e ragazzi
che vi hanno partecipato.
Un grazie grande alla Direttrice Federica Scheggia ed a
tutto il personale, assistenti
ed inservienti per il loro
impegno.
Un grazie particolare al
Presidente Umberto Battaglia. Ci piace sottolineare
che il nostro presidente è
stato insignito di un premio
da parte dell’Associazione
Artigiani di Como per i tanti anni di presidenza del
Comitato Locale dell’Associazione Artigiani stessa.
Complimenti!
Il 2014 è andato in archivio, portando con sè, nell’album dei ricordi,
moltissime iniziative messe in campo dall’Amministrazione comunale
e dalle numerose associazioni che con generosità operano sul territorio. A tutte le persone che spendono il proprio tempo per far “vivere” Menaggio, rivolgiamo un grazie sincero, con la speranza che la
sinergia tra Pubblico, privati e Terzo settore possa regalare un 2015
frizzante!
Cinema all’aperto a Croce
24
Festa apertura Parco asilo
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 944 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content