close

Enter

Log in using OpenID

A Piano programmatico 2015

embedDownload
AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA DONINI – DAMIANI
Sede legale: Viale 1° maggio n. 1 - 40054 - Budrio (BO)
tel. 051 6920914 - fax 051 801027
partita i.v.a. /codice fiscale: 02809211200
PIANO PROGRAMMATICO 2015 – RELAZIONE ILLUSTRATIVA
CARATTERISTICHE E REQUISITI DELLE PRESTAZIONI DA EROGARE
OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO DEL TRIENNIO
Alla data del 31 dicembre 2014 ha avuto termine la fase di accreditamento transitorio, avviata nella seconda
metà del 2010 in esecuzione delle norme regionali in materia di accreditamento dei servizi socio sanitari
(D..G.R. 514/2009 e successive norme di regolamentazione delle tariffe), che ha coinvolto la maggior parte
dei servizi erogati dall’A.S.P. Donini Damiani.
L’assetto individuato nella fase dell’accreditamento transitorio, più volte oggetto di rilievi da parte
dell’A.S.P. Donini Damiani, che ne ha evidenziato la carenza di regolamentazione su aspetti importanti nei
rapporti tra la stessa A.S.P. e le coop. sociali può essere sintetizzato nel modo seguente:
Servizio
CRA San Domenico
CRA Damiani
CSRR Villa Donini e Villa Rosalinda
Centro diurno San Domenico
CRA Minerbio
Servizio di assistenza domiciliare – Comune di Budrio
Servizio di assistenza domiciliare
Ente gestore
A.S.P. Donini Damiani e Coop. Sociale Ida Poli
A.S.P. Donini Damiani e Coop. Sociale Ida Poli
A.S.P. Donini Damiani e Coop. Sociale Società Dolce
A.S.P. Donini Damiani e Coop. Sociale Ida Poli
A.S.P. Donini Damiani e Cooperative Sociali
Società Dolce ed Ida Poli
A.S.P. Donini Damiani e Consorzio Aldebaran
Consorzio Aldebaran
Dopo il raggiungimento della responsabilità gestionale unitaria da parte dei soggetti gestori interessati ed il
rilascio degli accreditamenti definitivi, il quadro di gestione dei servizi è quello che di seguito viene indicato
Servizio
CRA San Domenico
CRA Damiani
CRA Minerbio
Centro diurno San Domenico
CSRR Villa Rosalinda
CSRR Villa Donini
Servizio di assistenza domiciliare
Ente gestore
A.S.P. Donini Damiani
Coop. Sociale Ida Poli
A.S.P. Donini Damiani
A.S.P. Donini Damiani
A.S.P. Donini Damiani
Coop. Sociale Società Dolce
Consorzio Aldebaran
Per consentire l’accreditamento definitivo del Centro socio riabilitativo per disabili psichici Villa Donini –
Villa Rosalinda a due soggetti gestori distinti (A.S.P. Donini Damiani e Società Cooperativa Dolce), è stata
necessaria la forzata divisione delle due strutture e la conseguente richiesta di autorizzazioni al funzionamento specifiche: in questo senso l’A.S.P. ha ottenuto l’autorizzazione provvisoria per il centro Villa Rosalinda,
rimasto nella sua gestione.
Il percorso di accreditamento ha comportato, oltre ad una ridefinizione delle gestioni con la sottrazione
all’A.S.P. di due gestioni storiche, anche una serie di modificazioni organizzative e gestionali molto consistenti, le quali, peraltro, sono tuttora in corso e che interesseranno anche l’esercizio in corso.
Il rilascio dell’accreditamento definitivo è stato preceduto da una serie di ispezioni e di verifiche all’interno
dei servizi, culminato con le audizioni presso l’Organismo tecnico di ambito provinciale (OTAP), organo
tecnico del soggetto istituzionale competente al rilascio dell’accreditamento definitivo (Unione Reno Galliera).
Nel corso del 2015 continueranno le ispezioni dell’OTAP presso i servizi accreditati al fine di verificare il
rispetto da parte dei soggetti accreditati dei requisiti organizzativi e gestionali stabiliti dalle norme regionali
sull’accreditamento: l’A.S.P. è, quindi, impegnata nel corso del 2015 a consolidare le modifiche organizzati1
ve già apportate e ad apportare quei miglioramenti che risulteranno compatibili anche con i vincoli di bilancio.
Oltre ai servizi accreditati, l’A.S.P. ha la gestione di un gruppo appartamento che ospita 4 persone, provenienti da servizi psichiatrici e di dieci appartamenti concessi in locazione a canone concordato nel Comune
di Castenaso.
In funzione di ciò che si è sopra esposto (accreditamento definitivo, future verifiche degli organismi preposti,
ricerca di possibili risparmi di gestione) si individuano le seguenti azioni di miglioramento approvate per
ogni singolo servizio gestito.
CRA San Domenico
CRA Minerbio:
parziale passaggio dalla somministrazione di lavoro all’utilizzo
di personale a tempo determinato per mezzo di un’apposita graduatoria.
Attivazione della somministrazione di lavoro in luogo dei contratti di lavoro autonomo per I.P. E TDR (già attuata).
Pieno recepimento delle indicazioni in materia di consegna e di
documentazione interna con le conseguenti modifiche delle
modalità lavorative.
Gare d’appalto per presidi e materiale igiene.
Riorganizzazione del servizio di animazione con conseguimento
dell’attestato di animatore sociale in capo al personale impiegato, proveniente dai reparti di assistenza.
parziale passaggio dalla somministrazione di lavoro all’utilizzo
di personale a tempo determinato avvalendoci di un’apposita
graduatoria.
Attivazione della somministrazione di lavoro in luogo dei contratti di lavoro autonomo per I.P. E TDR (già attuata per il TDR)
Gare d’appalto per presidi e materiale igiene.
Inserimento del nuovo coordinatore a tempo pieno (requisito per
l’accreditamento definitivo).
Copertura attraverso mobilità interna di un posto di Responsabile delle attività assistenziali vacante.
CSRR Villa Rosalinda
Riorganizzazione del servizio degli educatori (indicazioni per
l’accreditamento definitivo)
Riorganizzazione del servizio in conseguenza del trasferimento
della Responsabile delle attività assistenziali presso una CRA
Riforma della modalità delle consegne e degli orari di servizio
(d.lgs. 66/2003)
Modificazione delle modalità di rendicontazione e documentazione dei servizi erogati e loro implementazione.
Gare d’appalto per presidi e materiale igiene.
CD San Domenico
Modificazione delle modalità di erogazione dei pasti in seguito
alla gara che sarà avviata.
Introduzione di elementi di flessibilità nell’assegnazione di personale destinato al Centro diurno.
Appartamenti a canone concordato
Aumento degli appartamenti locati rispetto al numero attuale..
Servizi alberghieri
Servizio ristorazione: nel corso del mese di marzo 2015 avrà termine l’appalto del servizio ristorazione per le
strutture collocate a Budrio (tot. 105 posti residenziali tra anziani e disabili e 10 di centro diurno): sarà bandita una gara con modificazioni rispetto all’assetto definito per la gara precedente svolta nel 2011,così da adeguare ulteriormente il servizio alle esigenze degli ospiti ed alle condizioni attuali delle strutture.
Ad oggi i contratti di ristorazione che l’A.S.P. Donini Damiani ha in essere sono due, uno per le strutture
situate a Budrio ed uno per la CRA di Minerbio (fornitore del servizio è il Comune).
Considerando l’avvio del processo di unificazione delle due A.S.P. distrettuali, si ritiene opportuno determinare una durata breve della fornitura che sarà aggiudicata, così da consentire all’A.S.P. unificata di addivenire ad un unico rapporto contrattuale.
2
Servizio pulizie:
Ad oggi l’A.S.P. ha un contratto d’appalto, stipulato per mezzo di Intercent-er, per il servizio presso CRA
San Domenico, CD San Domenico ed uffici amministrativi di Budrio.
Presso il CSRR Villa Rosalinda e la CRA di Minerbio il servizio è stato internalizzato: a Villa Rosalinda sono gli stessi dipendenti a svolgere il servizio mentre nella CRA di Minerbio è personale in somministrazione.
Si conferma il giudizio positivo, sia in termini economici che di qualità, dei servizi internalizzati e, quindi,
l’A.S.P. proseguirà anche per il 2015 con questa impostazione.
Per quanto riguarda il servizio di CRA e CD San Domenico, considerate le caratteristiche dell’edificio e
l’attuale organizzazione del personale, non si ritiene di avviare l’internalizzazione del servizio pulizie, il quale, quindi, continuerà ad essere svolto nell’ambito della convenzione Intercen-er.
Servizio di lavanderia:
Nuova gara d’appalto per la biancheria piana entro i primi mesi del 2015.
Il servizio, soprattutto in relazione agli indumenti degli ospiti, viene costantemente monitorato per valutarne
la rispondenza alle esigenze di ospiti e parenti.
Servizi amministrativi:
Prioritari impegni del servizio amministrativo per il 2015 saranno l’azione di supporto ai servizi per gli adeguamenti necessari all’accreditamento definitivo e tutto ciò che sarà richiesto in funzione dell’unificazione
delle due A.S.P. distrettuali stabilita dal piano di riordino ex l.r. 12/2013.
In relazione all’accreditamento dei servizi ed alla conseguente azione di supporto ai servizi socio sanitari si
segnala l’attività che il servizio amministrativo dovrà prestare per le seguenti operazioni.
- attivazione contratti di somministrazione e relativo monitoraggio;
- utilizzo della graduatoria per l’assunzione di tempi determinati in collaborazione con l’A.S.P. Galuppi
Ramponi;
- gare d’appalto per le forniture di presidi per incontinenti e per il materiale di igiene e pulizia;
- gara d’appalto per il servizio di tesoreria (in corso);
- modifiche procedurali ed organizzative conseguenti all’introduzione della fatturazione elettronica ed alla
scissione dei pagamenti per le pubbliche amministrazioni;
- bando per l’assegnazione degli appartamenti di via Nuvolari
Per quanto riguarda l’unificazione delle due A.S.P. distrettuali, il Comitato di Distretto ha approvato il piano
di riordino dell’assetto dei servizi socio-sanitari territoriali così come previsto dalla L.R. 12/2013.
All’approvazione del Comitato sono seguite le approvazioni da parte dei Consigli comunali.
Preme ricordare che al termine del percorso definito nel piano di riordino l’A.S.P. distrettuale sarà l’unico
soggetto gestore dei servizi socio-sanitari territoriali.
Per quanto riguarda l’unificazione delle due A.S.P. distrettuali, prevista dal piano di riordino per il 1° gennaio 2016, è stato previsto il seguente cronoprogramma che riguarda tutti gli adempimenti necessari
all’unificazione
Termine previsto
Marzo 2015
Maggio/Giugno
2015
Luglio 2015
ADEMPIMENTO
Approvazione da parte dei CDA delle due A.S.P. del progetto di fusione delle due A.S.P.
Approvazione da parte delle Assemblee dei Soci delle due A.S.P. del progetto di fusione ed adozione di un programma delle attività necessaria alla fusione stessa che preveda la ripartizione delle
stesse tra i due Direttori delle A.S.P..
Adozione da parte delle due Assemblee dei Soci della deliberazione con la quale si decide di procedere all’unificazione e della bozza di Statuto dell’A.S.P. unica.
Designazione del Sindaco che provvederà alla trasmissione della documentazione alla Regione.
Approvazione da parte dei dell’adesione all’A.S.P. unica sulla base della proposta di Statuto e
della bozza di convenzione che regolerà i rapporti tra gli Enti.
I soci non istiuzionali (le parrocchie di Pieve di Cento e di Castenaso) dovranno esprimere formalmente la loro adesione all’A.S.P. unificata;
Trasmissione degli atti approvati alla Regione Emilia Romagna per l’avvio dell’istruttoria da parte
di questa.
3
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Termine dell’istruttoria da parte della Regione con eventuale indicazioni di rilievi così da consentire l’adozione dei correttivi necessari.
Adozione da parte della Giunta regionale della deliberazione di costituzione dell’A.S.P..
Apertura delle posizioni fiscali e contributive, così da consentire all’A.S.P. unica di avviare la
propria attività dal 1° gennaio 2016.
Il Sindaco designato quale legale rappresentante provvisorio dell’A.S.P. convoca l’Assemblea dei
Soci per la nomina dell’Amministratore Unico o del Consiglio di amministrazione.
Un ulteriore impegno prioritario per tutti i servizi, sia amministrativi che di coordinamento delle strutture è
quello che riguarda le autorizzazioni al funzionamento di CRA e CD San Domenico e del CSRR Villa Rosalinda, in seguito ai provvedimenti relativi all’accreditamento dei servizi, con conseguente recepimento di
ogni indicazione fornita dagli organi preposti al rilascio delle autorizzazioni definitive in sostituzione della
attuali che hanno valenza provvisoria.
L’introduzione, da parte del Governo Centrale, della fatturazione elettronica e della scissione dei pagamenti
(c.d.split payment) sta comportando una vera e propria rivoluzione nelle modalità operative del servizio amministrativo dell’Asp Donini-Damiani con il prossimo coinvolgimento di tutti i servizi socio-sanitari per la
revisione integrale delle procedure di acquisto e liquidazione fatture.
RISORSE FINANZIARIE ED ECONOMICHE NECESSARIE ALLA REALIZZAZIONE DEGLI OBIETTIVI DEL PIANO.
Autonomia economico – finanziaria: è questo il primo presupposto osservato nella redazione del presente
piano, ossia la capacità dell’A.S.P. Donini Damiani, pur nelle difficoltà di natura strutturale che saranno di
seguito indicate, a provvedere con le sole proprie disponibilità economiche ai costi di gestione, compresi
quelli dei servizi conferiti post costituzione dell’A.S.P. medesima e non costituenti l’eredità delle I.P.A.B.
trasformate.
Le risorse a disposizione dell’A.S.P. sono:
- RETTE a carico degli utenti dei diversi servizi gestiti dall’A.S.P. o in sub committenza (SAD).
I Servizi dell’A.S.P. Donini Damiani vedono solo una parte dei posti accreditati che siano anche oggetto del
contratto di servizio e, pertanto, si rende necessario uno sforzo per il mantenimento della piena occupazione
dei posti disponibili; in questo senso si segnala la diversa situazione della CRA San Domenico (63 posti oggetto del contratto di servizio su 91 posti accreditati) rispetto alla CRA di Minerbio (46 posti oggetto del
contratto di servizio su 49 posti accreditati); ciò comporta anche modalità organizzative ed un diverso approccio all’organizzazione della struttura ed al rapporto con i servizi territoriali, nonché con la potenziale
utenza (non pochi degli ospiti della CRA San Domenico provengono da altri Distretti, soprattutto dalla città
di Bologna).
Analogo discorso si può fare per il CSRR Villa Rosalinda (8 posti oggetto del contratto su 14 posti accreditati).
Si conferma da parte dell’A.S.P. Donini Damiani la volontà di mantenere i rapporti di collaborazione con
servizi territoriali situati anche al di fuori dell’Emilia Romagna (Aziende Sanitarie di diverse Regioni hanno
propri utenti nei nostri servizi) e, se possibile, di ampliarli, soprattutto in riferimento a persone disabili psichiche.
Sono stati mantenuti gli importi attualmente in essere a carico degli utenti sia su posti oggetto dei contratti di
servizio che su posti “non convenzionati”, in attesa che le tariffe siano oggetto di analisi e di modifica da
parte degli organi regionali competenti, considerato l’esaurimento del percorso di accreditamento transitorio
e la necessità di mantenere i requisiti, anche di personale, stabiliti per l’accreditamento definitivo, con
l’auspicio che la situazione di incertezza che interessa, ovviamente, non solo l’A.S.P. Donini Damiani, giunga presto al termine.
Le rette da privati costituiscono la maggior parte delle entrate da rette: l’A.S.P. ha mantenuto inalterate le
quote a carico dei soggetti privati che occupano posti non oggetto del contratto di servizio, i c.d. posti convenzionati, i quali sono una parte considerevole dei posti complessivi (28 su 91 presso la CRA San Domenico e 6 su 14 presso il CSRR Villa Rosalinda).
4
Le rette su posti oggetto del contratto di servizio non vengono stabilite dall’A.S.P. ma dal Distretto con riferimento alla normativa regionale.
Sulle rette da privati, sia su posti convenzionati che non convenzionati, permangono rilevanti difficoltà di
incasso, concentrati quasi unicamente su CRA e Centro diurno, mentre il Centro Villa Rosalinda è sostanzialmente immune dal problema, fermo restando i ritardi, anche molto consistenti, di pagamento da parte di
aziende sanitarie non regionali.
Anche per quanto riguarda il SAD le tariffe sono stabilite in sede distrettuale e comunale per i cittadini che
beneficiano del servizio: anche per questo servizio sono rilevanti le difficoltà creditorie, non consistenti in
termini assoluti, data la sostanziale esiguità delle tariffe approvate, ma importanti in termini di percentuale.
Rette da Comuni, AUSL ed altri Enti.
Si tratta della quota parte delle rette versata direttamente a beneficio degli ospiti dai Comuni (rette per persone c.d. indigenti, che non riescono a pagare in tutto o in parte la retta), da Aziende U.S.L. e da altre A.S.P..
Per quanto riguarda Aziende U.S.L. ed altre A.S.P., queste hanno diverse collocazioni territoriali, anche extraregionali e sono, soprattutto, rette per disabili psichici (infatti la maggior parte del conto di entrata si riferisce a Villa Rosalinda) o malati psichiatrici la cui retta è a totale carico del servizio sanitario nazionale.
Oneri a rilievo sanitario.
Il conto di entrata si riferisce alla parte della retta di degenza coperta dal Fondo regionale per la non autosufficienza e, quindi, nella sostanza, ai soli posti convenzionati. Abbiamo considerato le medesime quote applicate nel 2014, in attesa dell’approvazione dei nuovi contratti di servizio conseguenti all’avvio
dell’accreditamento definitivo (quelli in vigore nel 2014 sono stati prorogati al 31 marzo 2015).
Il raggiungimento della responsabilità gestionale unitaria da parte dell’A.S.P. dovrebbe comportare il riconoscimento di costi, da parte del sistema di remunerazione, fino ad oggi non considerati poiché mancava il suddetto requisito dell’unitarietà gestionale.
Concorsi per rimborsi e recuperi.
Oltre ai rimborsi dovuti sui costi sostenuti per il servizio infermieristico e fisioterapico (ed anche per questi
si auspica il pieno adeguamento del rimborso al costo effettivamente sostenuto dall’A.S.P.), si sottolinea il
ricavo per il distacco funzionale o per il comando di personale dipendente dell’A.S.P. Donini Damiani presso
società private o presso l’A.S.P. Galuppi Ramponi (4 dipendenti complessivamente, dei quali 3 cuoche ed un
addetta amministrativa).
L’A.S.P. rimane pienamente disponibile a collocare in comando o in mobilità tra enti personale attualmente
addetto a funzioni amministrative.
Rimborsi da enti gestori.
Il conto si riferisce, soprattutto, ai rimborsi che le società cooperative che gestiscono Villa Donini e Casa
Damiani devono all’A.S.P. per il pagamento delle utenze di luce, gas ed acqua. In buona sostanza l’A.S.P.
anticipa il pagamento e riscuote, dopo tempi talora prolungati, il corrispettivo di ciò che è stato anticipato.
Sull’assoggettabilità ad i.v.a. di questi rimborsi sussiste ancora una totale divergenza di opinioni con le
Coop. Sociali, che è stata una delle cause determinanti della mancata sottoscrizione formale degli accordi di
regolamentazione dell’utilizzo dei locali.
Utilizzo del patrimonio immobiliare.
I ricavi in questione si riferiscono alle unità immobiliari cedute in locazione a canone concordato: l’impegno
dell’A.S.P. per il 2015 è quello di utilizzare appieno la palazzina, anche per mezzo di selezioni di candidati
condotte autonomamente o della collaborazione con altri enti locali distrettuali.
L’importo inserito nel conto di entrata considera solo gli alloggi occupati alla data odierna.
Nel corso degli anni l’A.S.P. ha posto in essere azioni che hanno avuto come risultato quello di “liberare”
l’immobile dai soggetti non adempienti: gli inquilini oggi presenti sono tutte persone che adempiono alle
proprie obbligazioni con puntualità e ciò può costituire il punto di partenza per arrivare alla piena occupazione dell’immobile e alla mancanza di sofferenze creditorie per l’A.S.P..
Altri ricavi istituzionali.
Il conto comprende, soprattutto, il corrispettivo per la messa in disponibilità di Villa Donini e di Casa Damiani alle cooperative sociali che gestiscono il servizio.
Richiamo ciò che è stato più volte segnalato nelle precedenti relazioni ai bilanci previsionali e d’esercizio.
5
L’A.S.P. Donini Damiani percepisce i seguenti importi:
CRA Damiani euro 7/die per ogni giornata di copertura posto; su 60 posti la cooperativa ne copre una media
di 58 al giorno (l’A.S.P. aveva un indice di copertura più alto, sostanzialmente pari ai 60 posti).
CSRR Villa Donini: euro 5,5/ die per ogni giornata di copertura posto; su 30 posti la cooperativa sociale ne
copre non più di 25 (anche in questo caso l’A.S.P. Donini Damiani aveva la piena copertura dei posti); in
questo caso siamo di fronte a due situazioni sostanzialmente inique: un importo determinato dalle norme regionali troppo basso senza un giustificato motivo; non si capisce, infatti, perché la disponibilità di un immobile destinato a centro per disabili debba avere un corrispettivo inferiore a quello di un centro per anziani e,
oltre a ciò, non si capisce perché la proprietà dell’edificio non debba essere compensata con un importo che
prescinda dall’andamento della copertura posti, la quale può dipendere dalle politiche messe in campo di volta in volta dai soggetti gestori, forti di una flessibilità nella gestione del personale che consente simili operazioni.
In ogni caso, considerato l’effettivo andamento di questi servizi quando la gestione era dell’A.S.P., la messa
in disponibilità degli immobili costituisce, comunque, un danno economico per l’Ente, poiché il ricavo non
copre il mancato utile che sarebbe presumibilmente conseguito.
COSTI DELLA PRODUZIONE
Acquisti di beni: il conto si riferisce sia a beni socio-sanitari, propri del tipo di attività che viene svolta nei
nostri servizi (quindi, farmaci, presidi per incontinenza e beni sanitari in genere) che beni tecnico-economali,
utilizzati nei diversi settori dell’A.S.P., quindi sia nei servizi socio sanitari che in quelli amministrativi e manutentivi.
L’importo del conto è in piena linea con gli ultimi esercizi, nei quali è stato effettuato un capillare lavoro di
razionalizzazione e riduzione complessiva dei costi: riteniamo di avere già raggiunto un livello ottimale in
questo senso. Peraltro si conferma la necessità di mantenere la procedura autorizzatoria centralizzata in capo
alla direzione, anche se ciò comporta un appesantimento delcosì da mantenere lo standard acquisito.
Acquisti di servizi:
i conti in questione riguardano una pluralità di attività, dal servizio medico e di assistenza di base (questo
solo per il SAD) alla gestione calore (l’A.S.P. ha aderito alla convenzione CONSIP in materia, con esiti positivi)
Di particolare importanza è l’insieme di conti relativo alla somministrazione di lavoro (o lavoro interinale),
ossia alla forma contrattuale che insieme con il lavoro subordinato è presupposto per l’accreditamento dei
servizi socio-sanitari.
L’A.S.P. Donini Damiani utilizza la somministrazione sia per le sostituzioni di ferie, malattie ed assenze varie del personale che per integrare i posti vacanti delle dotazioni organiche dei servizi socio-sanitari.
La scelta della somministrazione, sicuramente più costosa per singola unità oraria rispetto al lavoro dipendente, è dovuta alla maggiore flessibilità garantita da questo tipo di contratto nonché alla certezza della spesa. Ciò nonostante il presente piano contiene tra le azioni che saranno poste in campo nel corso dell’esercizio
2015, anche l’utilizzo di una graduatoria di tempi determinati, così da diminuire il ricorso alla somministrazione di lavoro.
Utenze e manutenzioni: si conferma ciò che è stato sopra esposto in materia di acquisti di beni, ossia che
ogni tentativo di contrazione dei costi è stato effettuato e che si mantiene la politica di autorizzazioni per
ogni intervento in capo alla direzione.
Assicurazioni: il costo, molto alto a causa del consistente importo della polizza per la responsabilità civile
verso terzi e verso gli operatori, viene confermato. Negli ultimi anni l’A.S.P. è riuscita, quantomeno, a non
aumentare il costo delle diverse polizze e l’obiettivo è quello di non mantenere l’importo del conto ai livelli,
pur alti, nei quali si è stabilizzato.
Personale
Gli importi rispecchiano l’attuale situazione con la previsione dei pensionamenti certi in corso di esercizio.
Come scritto sopra non si esclude un aumento degli importi dovuto all’utilizzo di lavoratori a tempo determinato al posto della somministrazione, il cui costo, conseguentemente, diminuirebbe.
In relazione alla differenza tra valore e costi della produzione dopo l’applicazione delle imposte, con la previsione di una perdita che sarà coperta per mezzo di una plusvalenza, si rimarcano le difficoltà di natura
6
strutturale, accentuate dall’applicazione delle norme sull’accreditamento, di garantire una gestione economica almeno in pareggio.
Senza alcun dubbio una delle cause fondanti delle difficoltà in questione è rappresentata dal venire meno di
due gestioni, il CSRR Villa Donini e la CRA Damiani, che all’A.S.P. hanno portato fatturati ed utili: il mantenimento dell’attuale assetto dei servizi mal si concilia con un importo dei costi generali giustificabile con
l’assetto originario dell’A.S.P. Donini Damiani, ossia quello degli esercizi 2008 e 2009, ma non più compatibile, almeno dal punto di vista economico, con l’attuale situazione.
Per questo l’A.S.P. conferma la richiesta di collocamento di parte dei dipendenti degli uffici amministrativi
presso altri Enti, pur nella piena consapevolezza che la misura, se pienamente giustificata in relazione al bilancio, comporterebbe problematiche di tipo gestionale.
Bilancio Preventivo 2015
A) VALORE DELLA PRODUZIONE
1) RICAVI DA ATTIVITA' SOCIO ASSIST.
Rette da privati
2.512.527,00
Rette da Comuni
136.871,00
Rette da Ausl
856.599,00
Rette da altri Enti
Ricavo per oneri rilievo sanitario AUSL
Oneri Assistenza Domiciliare Integrata
48.265,00
1.542.056,00
101.022,00
Convenzione Medico di Struttura
Convenzione Infermieri Professionali
391.000,00
Convenzione Fisioterapista
64.800,00
Altri rimborsi da attività tipiche
17.000,00
Rimborsi per Serv. Ass.za Domiciliare
Rimborso personale dipendente
Rimborsi c/Enti Gestori
170.515,00
90.811,00
75.500,00
Trasferimenti per progetti vincolati
-
Per attività di mensa
-
Per sponsorizzazioni
Altri ricavi
5.000,00
2) COSTI CAPITALIZZATI
Incrementi di immobilizzazioni
-
Quota per utilizzo contributi
325.020,00
Quota per utilizzo donazioni
2.970,00
3) VARIAZIONE DELLE RIMANENZE
Rimanenze attività iniziali
-
Rimanenze attività finali
-
4) PROVENTI E RICAVI DIVERSI
Fitti attivi da fondi e terreni
Fitti attivi da fabbricati urbani
65.536,00
Rimborsi spese condominiali da conduttor
4.156,00
Rimborsi INAIL
2.000,00
Rimborsi assicurativi
Altri rimborsi da personale dipendente
Altri rimborsi e recuperi
1.500,00
20.359,00
Plusvalenze ordinarie
-
Sopravv. attive ord. da attività tipica
-
Insussistenze del passivo attività tipi
Altri ricavi istituzionali
Ricavi da attività commerciale
201.593,00
-
5) CONTRIBUTI IN CONTO ESERCIZIO
Contributi dalla Regione
-
Contributi dalla Provincia
7
Bilancio Preventivo 2015
Contributo dai Comuni ambito distrett
Contributi dall'Azienda Sanitaria
-
Contributi dallo Stato ed altri Enti
-
Altri contributi da privati
-
B) COSTO DELLA PRODUZIONE
6) ACQUISTI BENI
Farmaci, presidi medico chirurgici, ecc
Presidi per incontinenza
-
10.300,00
61.100,00
Altri beni socio-sanitari
-
4.200,00
Vestiario e guardaroba ospiti
-
1.250,00
Materiale per servizio alberghiero
-
12.900,00
Prodotti per pulizia ed igiene
-
69.900,00
Cancelleria, stampati, toner, ecc.
-
7.400,00
Carburanti e lubrificanti
-
4.200,00
Articoli per manutenzione ordinaria
-
5.500,00
Dlgs 81/08 (ex 626/94) materiali vari
-
200,00
Spese per valori Bollati
-
6.500,00
Altri beni tecnico-economali
-
5.900,00
Servizio medico
-
7.050,00
Servizio infermieristico
-
4.250,00
Servizio di podologia
-
2.700,00
Servizio di Assistenza di base
-
311.970,00
Servizio lavanderia e lavanolo ospiti
-
153.750,00
Servizio mensa ospiti
-
557.500,00
Servizio di pulizia e disinf. igienizz.
-
144.100,00
Servizio smaltimento rifiuti
-
1.200,00
-
6.500,00
Servizio Energia. ecc
-
150.167,00
Spese di trasporto utenti
-
7.100,00
Consulenze amministrative
-
12.000,00
Consulenze tecniche
-
5.000,00
Consulenze legali
-
15.000,00
Servizio L.Interinale: ass. di base
-
21.392,00
Servizio L.Interinale: infermieri
-
17.693,00
Servizio L.Interinale: fisioterapista
-
2.877,00
Servizio L.Interinale: cucina
-
1.612,00
Servizio L.Interinale: pulizie
-
1.854,00
Telefonia ed internet
-
15.750,00
Energia elettrica
-
91.000,00
Generi alimentari
-
7) ACQUISTI DI SERVIZI
Servizio fisioterapico
-
Servizio religioso
-
Servizio Terzo responsabile C.T.
Servizio gestione archivio
-
Altri servizi (guardaroba)
-
Altre spese di trasporti
-
Servizio L.Interinale: guardaroba
-
Gas e riscaldamento
-
Acqua
-
Altre utenze
-
26.300,00
60,00
Manutenzione aree verdi
-
4.000,00
Manutenzione fabbricati istituzionali
-
10.500,00
8
Bilancio Preventivo 2015
Manutenzione fabbricati non istituzion.
Manutenzione impianti
-
300,00
26.500,00
Manutenzione automezzi
-
5.600,00
Manutenzione macchinari attrezzature
Compensi organi istituzionali
-
12.200,00
30.000,00
Oneri organi istituzionali
-
3.000,00
Assicurazioni
-
80.763,00
Costi di pubblicità
-
200,00
Altri sussidi ed assegni
-
1.980,00
Attività educative e ricreative
-
9.400,00
Altri servizi
-
36.619,00
8) GODIMENTO DI BENI TERZI
Affitti passivi
-
Canoni di locazione finanziaria
-
Service
-
27.470,00
Noleggi
-
9) PER IL PERSONALE
Stipendi:competenze fisse
-
1.815.240,00
Stipendi: competenze su Fondo
-
378.364,00
Ferie,festività non godute p.dip.
-
Rimborso competenze personale in comando
-
Oneri sociali personale dipendente
-
620.284,00
Oneri utilità ripartita pers.le cessato
-
1.575,00
Corsi di aggiornamento
-
7.100,00
Mensa dipendenti
-
4.500,00
Lavanolo, acquisto divise personale
-
39.450,00
D.Lgs 81/08 (ex 626/94)c.sanitari dip
-
3.700,00
Trattamento fine rapporto
-
Commissioni concorsi
-
Altre spese per il personale
-
Lavoro interinale: assistenza di base
-
509.437,00
Lavoro interinale: infermieri
-
421.339,00
Lavoro interinale: fisioterapista
-
68.522,00
Lavoro interinale: cucina
-
38.388,00
Lavoro interinale: pulizie
-
44.146,00
Lavoro interinale: guardaroba
-
10) AMMORTAMENTI E SVALUTAZIONI
Amm. costi d'impianto ed ampliamento
-
Amm. costi di ricerca e sviluppo
-
Amm. costi di pubblicità
Amm. software ed altri diritti op. ing.
-
Amm. brevetti
-
Amm. concess. licenze, marche, ecc..
Amm. migliorie su beni di terzi
792,00
-
-
2.101,00
Amm. formazione e consulenze pluriennali
Amm. altre immob. immateriali
-
1.469,00
3.475,00
Amm. fabbricati patrimonio indisponibile
-
141.591,00
Amm. fabbricati patrimonio disponibile
Amm. fabbricati pregio art. patr.indisp.
-
19.365,00
115.810,00
Amm. fabbricati pregio art. patr. disp.
-
29.739,00
Amm. impianti e macchinari
-
18.420,00
Amm. costo pubblic.bandi pluriennali
-
9
Bilancio Preventivo 2015
Amm. attrez. socio ass.li e sanitarie
-
6.724,00
Amm. mobili ed arredi
-
6.745,00
Amm.macch.ufficio elettr., computers ecc
-
903,00
Amm. automezzi
-
1.511,00
Amm. altre immobiliz. materiali
-
205,00
Svalutazione delle immob. immateriali
Svalutazione delle immob. materiali
-
Svalutaz. crediti att. circ. e disp. liq
-
11) VARIAZIONE DELLE RIMANENZE
Rimanenze iniziali beni socio sanitari
-
Rimanenze finali beni socio sanitari
-
Rimanenze iniziali beni tecnico econom.
Rimanenze finali beni tecnico econom.
-
12) ACCANTONAMENTI A FONDI RISCHI
Acc.imposte per accert.in atto,presunte
-
Acc.imposte differite
-
Acc.controversie legali in corso o pres
Acc.rischi non coperti da assicurazioni
-
Acc.rischi su crediti
-
Acc.prestiti d'onore
35.000,00
-
13) ALTRI ACCANTONAMENTI
Acc. oneri a ut.ripartita pers.quiesc
-
Acc.per rinnovo contrattuale
-
Acc. per manutenzioni cicliche
-
10.000,00
Acc. interessi passivi fornitori
-
Acc.contrattazione decentrata
-
14) ONERI DIVERSI DI GESTIONE
Spese postali
-
4.000,00
Spese di rappresentanza
-
150,00
Spese condominiali
-
10.988,00
Quote associative (iscrizioni)
-
150,00
Oneri bancari, spese tesoreria, c/c pt
-
914,00
Abbonamenti riviste e libri
-
3.403,00
Gestione software:canoni annui,applic
Altri costi amministrativi
-
26.000,00
2.000,00
Tributi a consorzi di bonifica
-
4.778,00
Imposte di registro
-
554,00
Imposte di bollo
Altre imposte non sul reddito
-
200,00
100,00
I.M.U. Imposta Municipale Unica
-
31.515,00
Imposte sul patrimonio immobiliare
-
3.569,00
Tasse smaltimento rifiuti
-
10.680,00
Tasse di proprietà automezzi
-
530,00
Altre tasse
-
480,00
Perdite su crediti
-
Altri oneri diversi di gestione
-
Anticipazioni conto ospiti
-
Anticipazioni c/enti gestori
-
Accreditamento strutture
-
75.500,00
Minusvalenze ordinarie
-
Sopravv.pass.ordinarie da attività tipic
Insussistenze dell'attivo attività tipic
-
10
Bilancio Preventivo 2015
Contributi erogati ad enti,az.no-profit
C) PROVENTI ED ONERI FINANZIARI
-
PROVENTI DA PARTECIPAZIONI
Proventi in società partecipate
-
Proventi da altri soggetti
-
ALTRI PROVENTI FINANZIARI
Interessi attivi su titoli attivo circ
-
Interessi attivi bancari e post.
65,00
Interessi attivi da clienti
-
Altri proventi finanziari
-
INTERESSI PASSIVI ED ALTRI ONERI FIN.
Interessi passivi su mutui
-
1.900,00
Interessi passivi bancari
-
2.000,00
Interessi passivi verso fornitori
Interessi passivi su depositi cauzionali
Altri oneri finanziari
-
50,00
D) RETTIFICHE VALORE DI ATT.FINANZIARIA
RIVALUTAZIONI
Rivalutazioni di partecipazioni
-
Rivalutazioni di altri valori mobiliari
-
SVALUTAZIONI
Svalutazioni di partecipazioni
-
Svalutazioni di altri valori mobiliari
-
E) PROVENTI ED ONERI STRAORDINARI
Proventi da
Donazioni, lasciti ed erog. lib.
-
Plusvalenze straordinarie
209.613,00
Insussistenze del passivo straord.
-
Sopravvenienze attive straord.
-
Oneri straordinari
Minusvalenze straordinarie
-
Sopravvenienze passive straordinarie
-
Insussistenze dell'attivo straordinarie
IMPOSTE SUL REDDITO
-
IMPOSTE SUL REDDITO DELL'ESERCIZIO
Irap personale dipendente
-
180.462,00
Irap altri soggetti
-
95.818,00
Irap Organi Istituzionali
-
1.800,00
Imposta Ires
-
46.635,00
Irap attività commerciale
-
RISULTATO D'ESERCIZIO
RISULTATO D'ESERCIZIO
Utile (perdita) dell'esercizio
-
11
Politiche del personale.
Alcuni elementi relativi alle politiche del personale sono già state indicate (utilizzo della somministrazione,
sostituzione di alcuni contratti di somministrazione con contratti a tempo determinato, soprattutto per le sostituzioni brevi, copertura con mobilità interna di un posto di RAA).
Si ricorda che in relazione agli operatori socio sanitari ed al personale impegnato comunque nella erogazione
dei servizi sanitari e socio sanitari (Coordinatori, Responsabili delle attività assistenziali, Infermieri, terapisti
della riabilitazione, educatori), i quantitativi sono stabiliti da norme regionali che individuano i parametri
assistenziali da rispettare. Detti parametri sono oggetto di verifiche periodiche sia in funzione
dell’accreditamento del servizio.
Nel corso del 2015 si valuterà, congiuntamente all’A.S.P. Galuppi Ramponi se procedere all’indizione di una
selezione per l’assunzione di personale socio-sanitario e sanitario al fine di coprire parte dei posti oggi destinati alla somministrazione di lavoro.
Dotazione organica CRA MINERBIO
N.
Qualifica
Categoria
posti
Coordinatore ReC1
1
sponsabile
Rapporto contrattuale
Note
A tempo indeterminato e pieno
E’ prevista la presenza di un coordinatore a
tempo pieno così come imposto dalle norme
sull’accreditamento.
Nel 2014 era presente un coordinatore a tempo
parziale.
1 posto vacante: in attesa di copertura mediante
mobilità interna.
impiegato in attività di animazione, quindi, a
tempo parziale.
B3
A tempo pieno ed indeterminato
1
Responsabile attività assistenziali
Educatore
C1
18
OSS
B1/B3
A tempo indeterminato e pieno con
attuale utilizzo anche presso il CSRR
Villa Rosalinda
A tempo pieno ed indeterminato
2
Dotazione organica CRA SAN DOMENICO
N.
Qualifica
Categoria
posti
Coordinatore
D1
1
Responsabile
Responsabile
B3
3
attività assistenziali
Infermiere proC1
1
fessionale
1
RAA
B3
27
Operatore socio
sanitario
B1/B3
5
Operatore socio
sanitario
Assistente di base
B1/B3
1
B1
Rapporto contrattuale
Note
A tempo pieno ed indeterminato
A tempo pieno ed indeterminato
A tempo pieno ed indeterminato
A tempo indeterminato e pieno con
utilizzo in attività di animazione
A tempo pieno ed indeterminato
Si provvede alla copertura dei
parametri richiesti dalle norme
regionali per mezzo di somministrazione di lavoro (fino al 31
dicembre 2014 per mezzo di lavor
autonomo).
Si provvede alla copertura dei
parametri richiesti dalle norme
regionali per mezzo di somministrazione di lavoro.
A tempo parziale e indeterminato con
diverse tipologie di tempo parziale
A tempo pieno ed indeterminato
Dotazione organica Centro diurno San Domenico – Budrio – 10 posti per anziani non autosufficienti
N.
Qualifica
categoria
Rapporto contrattuale
posti
Operatore socio
B1
Tempo pieno ed indeterminato
Si provvede alle sostituzioni con
2
sanitario
altro personale, anche in somministrazione.
12
Dotazione organica CSRR Villa Rosalinda
N.
Qualifica
Categoria
posti
Coordinatore ReD1
1
sponsabile
Educatore
C1
1
Educatore
C1
1
10
Operatore socio
sanitario
Rapporto contrattuale
Note
A tempo indeterminato e pieno
Il tempo pieno è richiesto dalle
norme sull’accreditamento
A tempo pieno ed indeterminato
A tempo indeterminato e pieno con
utilizzo anche presso la CRA di Minerbio (50%) per attività di animazione
A tempo pieno ed indeterminato
B1
N. posti
2
qualifica
Cuoche
Dotazione organica servizi generali
categoria
Copertura posto
B1
tempo pieno ed indeterminato
1
Aiuto cuoca
A1
1
Cuoca
B1
1
guardarobiera
B1
1
Addetta ai servizi generali
Addetta alla
portineria
Operaio manutentore
A1
1
1
tempo pieno ed indeterminato
tempo pieno ed indeterminato
tempo pieno ed indeterminato
B1
B1
Dotazione organica Area Amministrativa
N.
Qualifica
posti
Direttore
1
Vicedirettore
1
Responsabile Ufficio Ragioneria
1
Responsabile Ufficio tecnico
1
Responsabile Ufficio economato
1
Istruttori amministrativi
3
Istruttore amministrativo
1
Esecutori
1
Note
In distacco funzionale presso ditta
agg.ria servizio
In distacco funzionale presso ditta
agg.ria servizio
In servizio presso la cucina della
CRA di Minerbio
In servizio presso la CRA San Domenico
tempo pieno ed indeterminato
CRA Minerbio
tempo pieno ed indeterminato
CRA San Domenico
tempo pieno ed indeterminato
Tutti i servizi
Categoria
Rapporto contrattuale
D3
D1
D1
D1
D1
C1
C1
B1
A tempo pieno ed indeterminato
A tempo pieno ed indeterminato
A tempo pieno ed indeterminato
A tempo pieno ed indeterminato
A tempi pieno ed indeterminato
A tempo pieno ed indeterminato
A tempo parziale ed indeterminato
A tempo pieno ed indeterminato
1
Esecutore
B1
A tempo parziale ed indeterminato
1
Esecutori
B1
A tempo parziale ed indeterminato
Note
proviene dai servizi per
non idoneità.
In comando presso
A.S.P. G.R.
proviene dai servizi per
non idoneità.
FORMAZIONE PERSONALE DIPENDENTE.
Servizi amministrativi
Le attività formative dell’A.S.P. per il personale dei servizi amministrativi saranno concentrate
sull’introduzione della fatturazione elettronica e su un corso avanzato di excel, oltre che sulla gestione interna del sito internet (operazione già avviata e portata a termine nel corso del corrente mese di gennaio).
In relazione al rapporto con il Servizio informatico associato delle Terre di Pianura il processo di unificazione delle due A.S.P. distrettuali sta comportando l’ipotesi condivisa di risoluzione del rapporto contrattuale
e di affidamento del servizio ad altro CED.
Personale sanitario e socio-sanitario.
- Formazione per addetti all’emergenza antincendio per il personale ancora privo dell’attestato (poche
unità), da svolgersi nella primavera 2015.
- Simulazioni di emergenze (da effettuarsi nell’estate 2015).
13
- Movimentazione manuale carichi (corretto utilizzo dei presidi di movimentazione, corrette manovre sugli ospiti in funzione della loro tutela e della prevenzione infortuni degli operatori).
- Tecniche psico-pedagogiche di approccio all’utenza disabile e pianificazione del Piano educativo personalizzato (autunno 2015);
- Il lavoro d’équipe (inverno 2015).
INDICI DI RIFERIMENTO
In considerazione dell’assoluta importanza che ha la tenuta del bilancio per l’A.S.P. Donini Damiani,
nell’individuazione degli indici di riferimento che costituiscono anche obiettivi affidati alla direzione ed ai
responsabili dei diversi servizi, si è tenuto conto, in particolare, dei ricavi derivanti dalla copertura dei posti
letto.
INDICI
RISULTATI ATTESI PER IL 2014
CRA – copertura posti letto
CSRR V. R.
Centro Diurno San Domenico
Copertura posti letto con percentuale pari o superiore al 97%
Copertura posti letto con percentuale pari o superiore al 99%
Copertura posti semiresidenziali con percentuale pari o superiore al
70%
Valore delle risposte soddisfatto o molto soddisfatto pari all’80% delle
risposte complessive
Esiti questionario per la rilevazione soddisfazione degli
utenti (CRA San Domenico e
CRA Minerbio)
CSRR V.R.
Livello di assenze personale
turnista
Situazione crediti
Organizzazione e gestione di n. 3 soggiorni estivi in collaborazione con
Enti esterni
Numero di ore effettive di servizio prestato su base annua pari o superiore a 1.500 ore.
Proseguimento nella riscossione dei crediti maturati e non riscossi;
diminuzione del 20% del valore percentuale della somma dei crediti
rispetto all’ammontare complessivo delle rette o dei ricavi relativi
(es.affitti)
14
Investimenti e Piano di valorizzazione del patrimonio.
L’A.S.P. Donini Damiani ha avviato e portato a termine nel corso del suo periodo di attività non poche ed
importanti operazione di ristrutturazione e manutenzione straordinaria del proprio patrimonio immobiliare,
basti citare gli interventi sull’Istituto San Domenico, sulla sede amministrativa, su Villa Donini e Villa Rosalinda.
Si ritiene, quindi, che gli immobili dell’A.S.P., soprattutto con riferimento a quelli destinati ai servizi socio.sanitari, l’ente non debba procedere ad altri interventi rilevanti se non di manutenzione ordinaria quando
ve ne fosse bisogno.
Rimane, come spiegato anche nelle precedenti relazioni, il problema della chiesa di San Domenico, di
proprietà dell’A.S.P., situata nel centro storico di Budrio: l’edificio contiene preziosi dipinti del Tiarini e
dell’Albani, ma costituisce per l’ente una vera e propria spada di Damocle, poiché gli interventi che si rendessero necessari sarebbero oltremodo costosi e privi di qualsivoglia utilità per l’attività istituzionale
dell’Ente; in questo senso ricordo un intervento effettuato tra il 2011 ed il 2012 sul campanile per ragioni di
sicurezza.
Nel corso del 2015 saranno portate a termine le ultime operazioni di vendita immobiliare, già avviate e
che necessitano solo dell’atto notarile.
L’ente intende avviare la procedura per l’alienazione di alcune opere d’arte di proprietà custodite nella
pinacoteca civica Inzaghi di Budrio.
Dell’immobile di via Nuvolari (appartamenti a canone concordato) si è scritto sopra e si conferma
l’intenzione di assegnare le unità immobiliari oggi vuote a soggetti solvibili.
AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA “DONINI-DAMIANI”
PROSPETTO RIEPILOGATIVO DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE
PATRIMONIO INDISPONIBILE
Descrizione cespite
Valore InvenAttuale utiRapporti contrattuali in
Scadenza del
tario
lizzo
essere
contratto/convenzion
e in corso
Ist. San Domenico in Budrio
2.478.655,62
Ist. Villa Donini in Budrio
1.669.920,84
Casa protetta
per Anziani
Centro socio
riabilitativo
Centro socio
riabilitativo
Ist. Villa Rosalinda in Budrio
507.574,62
Palazzina Rossa in Budrio –
Parte
Ist. Damiani in Castenaso
184.620,58
Uffici
1.738.232,37
Casa Protetta
per Anziani
596.278,62
Appartamenti
Fabbricato di via Tazio Nuvolari n.1 in Castenaso
In gestione all’Asp Donini
Damiani
In gestione alla Coop. Dolce
========
In gestione all’Asp Donini
Damiani 1 e secondo piano, il
piano terra in locazione con
contratto Coop.Quadrifoglio per
l’anno 2014 .
Canone annuo €. 12.252,00.
Sede A.S.P. Donini Damiani
31/12/2018
In gestione alla Coop. Ida Poli,
al piano secondo insistono
alcuni appartamenti in locazione con contratto all’Ausl (Simap),per l’anno 2013 /2014 . Il
canone è di €. 13.672,80.
Contratti di affitto con inquilini
a canone concordato, per l’anno
2014 il canone è di €.
33.217,12, con due unità libere
da contratto.
15/11/2018
========
========
Proposta
per utilizzo
futuro
Casa protetta
per Anziani
Centro socio
riabilitativo
Centro socio
riabilitativo
Uffici
Scadenza contratti 2016/2017
Appartamenti
2/12/2019
Uffici
PATRIMONIO DISPONIBILE
Palazzina Rossa in Budrio –
Parte
302.766,95
Chiesa San Domenico in Budrio
========
Palazzo della Noce in Budrio
1.286.443,62
Uffici
Appartamenti
Contratto di locazione Croce
del Soccorso, con canone annuo
2013/2014 di €. 3.221,40.
In disponibilità A.S.P. Donini
Damiani.
possiede alcuni quadri di consistente valore
Gli appartamenti sono ceduti in
comodato gratuito al Comune
========
31/12/2014
15
di Budrio.
Nel fabbricato n 8 unità sono in
disponibilità A.S.P. Donini
Damiani, ma non locabili poiché non a norma.
Un negozio è in Contratto di
locazione all’associazione
“ Budrio Equo Solidale” con
canone annuo 2013/2014 di €.
3.600,00.
30/06/2019
TERRENI EDIFICABILI DISPONIBILI
Terreno di via Tommasini in
Budrio
Terreno di via Guidotti in
Vedrana di Budrio
200.000
Terreno
430.000,00
Terreno
In disponibilità A.S.P. Donini
Damiani
========
========
Vendita anno
2015
Permuta a
pagamento di
parte del lavoro per la manutenzione
straordinaria
dell’Ist. San.
Domenico
16
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
344 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content