close

Enter

Log in using OpenID

CinquecentocoristiperMatilde

embedDownload
Copia di a0de3c5add39fc50cf33aad4f9c6a952
GAZZETTA MARTEDÌ 17 MARZO 2015
24
■ e-mail: [email protected]
»
CELEBRAZIONI IL VIA DOMANI TRA ROTONDA E DUOMO
il calendario
Diciotto eventi
nelle chiese
della provincia
Sopra: Matilde di Canossa in una serie di raffigurazioni d’epoca e attuali, dall’iconografia tradizionale alle rievocazioni storiche
Cinquecento coristi per Matilde
Concerti e conferenze nei luoghi della Grancontessa nella ricorrenza dei 900 anni dalla sua morte
C
inquecento coristi del
Mantovano canteranno
in tutti i luoghi legati alla
memoria di Matilde di Canossa
per i 900 anni dalla sua morte avvenutanel 1115.E'ilprogramma
di "Matilde 2015. I Luoghi della
Grancontessa" che prenderà il
via domani, giorno del patrono
di Mantova Sant'Anselmo, che
proprio Matilde volle vescovo a
Mantova. Il primo concerto con
il Coro del Caldone di Cerlongo
si terrà alle 16, proprio nella Rotonda di San Lorenzo, il monumento principe in città del periodo medievale in cui Matilde fu la
signora di Mantova. Qui si potrà
ascoltare anche la relazione di
un monaco benedettino. E alle
18, in Duomo, la Corale Discantica di Scorzarolo accompagnerà
con le sue voci la messa celebratadal vescovoRoberto Busti.
Ma il programma organizzato
dall'Usci, l'associazione nazionale che raggruppa i cori, con la
diocesi, vuole unire tanti fili: segnalare e far conoscere i luoghi
matildici con la musica - di generi molto diversi come i repertori
dei vari cori - con relazioni sulla
storia e l'arte, e da visite guidate.
Il primo relatore, nella Rotonda
di San Lorenzo, sarà un abate benedettino dom Giovanni Spinelli, noto storico e autore tra l'altro
diunamonografiasuimonasteri
benedettini in Emilia Romagna.
Parlerà di Matilde e del suo rapporto con la chiesa mantovana,
che fu intenso ma non facile. Del
Preziosissimo Sangue e del secondo "rinvenimento" nel 1048,
ad opera di Beatrice di Lorena,
mamma di Matilde, parlerà invece Alberto Castaldini a Villa Poma il 17 maggio. Gianfranco Ferlisi, a Cavriana il 5 luglio, spiegherà invece di come viene raccontata Matilde nel mondo a 900 anni dalla morte. Nella Roveri, don
Telò, Vittorio Negrelli, Nerino Valentini, Maria Bianchi, Vittorio
Bocchi, Roberto Capuzzo, Cesarino Mezzadrelli affronteranno
altri temi, illustrando i singoli
monumenti matildici e storie legate al territorio. Raffaele Bertolini, di Pegognaga, terrà una performanceteatraledaluiideata.
Si comincia proprio
nella ricorrenza
di Sant’Anselmo
che la feudataria
volle vescovo a Mantova
Diocesi e Usci
puntano ora a fare
conoscere il periodo
storico e religioso
attraverso la musica
«Ildesideriochel'Usci-spiega
il presidente Davide Nigrelli - ha
condiviso con la diocesi, e in particolare monsignor Giancarlo
Manzoli e don Renato Pavesi - è
stato quello di far conoscere le
chiese matildiche e il periodo
storico, artistico e religioso, al
mondo dei coristi che sono tantissimi e in genere si spostano
con le famiglie, oltre che al pubblico dei vari appuntamenti.
Quindi chi viene da Viadana,
piuttosto che da Monzambano
andrà a visitare Felonica, dove
magari non né mai stato. Inoltre
sarà un'occasione straordinaria
per conoscere la storia di monumenti,luoghi, personaggi».
San Benedetto Po è il più importante e quindi ospiterà l'evento conclusivo, in quanto Matilde
protesse e finanziò il monastero
e volle essere sepolta proprio a
San Benedetto Po, ma non nel
monastero, bensì nella chiesa di
Santa Maria, che aveva fatto costruire sul modello dell'abbazia
di Cluny, dove pure c'era una
chiesetta esterna. La Grancontessa morì a Bondeno di Roncore(oggiComunediReggiolo) nel
1115, e i monaci secondo le sue
volontà, andarono a prendere il
suo corpo e lo portarono a San
Benedetto con un lungo corteo
di cui si parlò in tutta Europa.
Matilde, come verrà ricordato in
uno dei tanti incontri, salvò il
monastero di San Benedetto
una seconda volta. Nel 1630, la
peste arrivata con il Sacco dei
Lanzichecchi, aveva ucciso quasi tutti i monaci, da 80-90 ne erano rimasti solo cinque, c'era bi-
sogno di un aiuto economico
per risollevare le sorti dell'abbazia. Il denaro arrivò dal papa Urbano VIII, ma in cambio l'abate
Ippolito Andreasi donò il corpo
di Matilde al pontefice, che era
MaffeoBarberini, ilqualelo volle
a Roma per farlo tumulare nella
basilica di san Pietro dentro un
monumento scolpito dal Bernini.
Ma quale era la musica di Matilde? Amava moltissimo il canto
gregoriano e per chi voglia conoscerlo c'è l'appuntamento a Ostiglia al santuario della Comuna il
12 luglio con il coro Matilde di
Canossa e gli allievi del corso estivo di canto gregoriano di Fulvio
Rampi.
Maria Antonietta Filippini
Studiosi a convegno sul restauro
Già 140 gli iscritti all’incontro internazionale di venerdì e sabato al Bibiena
Convegno internazionale venerdì e sabato al teatro del Bibiena dedicato al restauro e alla conservazione del patrimonio librario e intitolato "Le conseguenze della conservazione". L'appuntamento è stato
presentato ieri mattina al Centro Baratta. «È la prima volta
che a Mantova si svolge un appuntamento di così alto livello
- ha detto l'assessore alle Biblioteche Marco Cavarocchi -. La
conferma arriva dai numerosi
ospiti qualificati che interverranno, già 140 sono infatti gli
iscritti provenienti da fuori città. La riapertura della Teresiana ha favorito l'interesse su
questi temi e ha rimesso la nostra città al centro di una rete di
relazioni». La due giorni di studio si rivolge a conservatori, restauratori, ai frequentatori di
archivi e biblioteche per ragioni di studio, lavoro o diletto. Il
convegno si articola in 4 sessioni: conservazione e fruizione,
ripensare il restauro: finalità e
La presentazione al Baratta. Da sinistra: Guerra, Cavarocchi, Pagliari
nuove prospettive, studiare per
conservare, conservare per studiare e, infine, conservazione e
digitalizzazione. Sull'esperienza della biblioteca digitale relazionerà il direttore della Teresiana Cesare Guerra. Al convegno parteciperanno tra gli altri
il responsabile della Biblioteca
Apostolica Vaticana monsignor Cesare Pasini, Kostantinos Choulis del Technological
Educational Institute di Atene,
e Flavio Marzo della British Library di Londra. Tra i temi che
verranno dibattuti, la conservazione e il complesso delle azioni dirette e indirette volte a ral-
lentare gli effetti della degradazione causata dal tempo e dall'
uso sulle componenti materiali
dei beni culturali per garantirne la fruizione nel presente e la
trasmissione al futuro. «Il convegno si propone una riflessione sul libro come bene culturale - ha aggiunto Irma Pagliari ed è un modo di fare cultura
che parte dal patrimonio e dalla sua valorizzazione». L'evento è organizzato da Comune di
Mantova, Regione Lombardia,
Associazione Italiana Conservatori e Restauratori degli Archivi e delle Biblioteche, Aicrab; collaborano le Università
Ca' Foscari di Venezia, Padova
e Cassino. Il convegno che si
svolge nell' ambito del Prin
2010-2011 "Bibliotheca italica
manuscripta (Bim): descrivere,
documentare, valorizzare i manoscritti medievali d'Italia" ha
anche il patrocinio del Mibac
per cui è atteso per un saluto il
ministro Dario Franceschini.
Paola Cortese
Mantova. Rotonda di S. Lorenzo, domani ore 16, Cantori del
Caldone, dirige Nerile Jaruskaite, conferenza dell'abate
Dom Giovanni Spinelli. Alle 18
in Duomo, messa del vescovo
Busti, concerto coro Discantica, dirige Michael Guastalla
Poggio Rusco. Parrocchiale, 12
aprile alle 17.30, Gamma Chorus, coro e orchestra del Campiani, dirige Luca Buzzavi,
conferenza Lino Rezzaghi
Villa Poma. Oratorio Matildico
di S. Andrea del Ghisione, 17
maggio alle 17, coro Livia D'Arco, dirige Roberto Fabiano,
conferenza Roberto Castaldini
Volta Mantovana. Chiesetta Madonnina a Cereta, 24 maggio
alle 16, coro Voci del Mincio,
dirige Mario Rebecchi, conferenza Cesarino Mezzadrelli
Acquanegra. Chiesa S. Tommaso, 31 maggio 20.45, corale Marenzio, dirige Muzio Martini,
conferenza Roberto Capuzzo
Barbassolo. Chiesa Santi Cosma e Damiano, 6 giugno alle
18, Schola Cantorum Pomponazzo, dirige Marino Cavalca,
conferenza don Giovanni Telò
S. Benedetto Po. Chiesetta Valverde, 14 giugno alle 18, coro
Isabella Gonzaga, dirige Emanuele Mazzola, conferenza
Maria Bianchi
Cavriana. Pieve Matildica, 5 luglio alle 19, Coro Humana vox,
dirige Simone Morandi, conferenza Gianfranco Ferlisi
Quingentole. Teatro parrocchiale, 12 luglio alle 18, coro
Palestrina dirige Pier Alessio
Carol, conferenza Nella Roveri
Ostiglia. Santuario Comuna,
12 luglio alle 10.30, Schola Gregoriana Matilde di Canossa e
allievi corso dirige Fulvio Rampi, Messa in canto Gregoriano
Felonica. Pieve Assunta, 15 agosto alle 18, performance di Raffaele Bertolini, conferenza Vittorio Bocchi
Pieve di Coriano. Pieve Assunta,
16 agosto, coro polifonico Polironiano dirige Davide Nigrelli,
conferenza Davide Nigrelli
Gonzaga. Conventino, 6 settembre alle 18, Coro Mantova
Incanto, dirige Alfredo Scalari,
conferenza Nerino Valentini
Schivenoglia. Parco Dall'Acqua, 19 settembre 17.30, Coro
Boni dirige Marino Cavalca,
conferenza Guidelli e Tilatti
Tabellano. Parrocchiale, 20 settembre alle 18, coro Marenzio,
dirige Muzio Martini, conferenza Michele Garini
Nuvolato. Pieve S. Fiorentino,
26 settembre alle 18, corale Jubilate Deo, dirige Francesca
Ravani. Conferenza don Telò
Pegognaga. Pieve S. Lorenzo, 9
ottobre 20.45, coro Poulenc dirige Roberto Braglia. Conferenza Vittorio Negrelli
San Benedetto Po. Basilica Polironiana, 18 ottobre alle 15.30,
cori voci bianche Coro Canticuore dirige Stefania Rossi, Coro Les Choristes dirige Matteo
Cavicchini e Coro Voci in Festa Città di Mantova dirige Michele Mazzocchi, Coro Ams dirige Marino Cavalca. Conferenza don Albino Menegozzo.
Alle 18, Coro Polifonico Polironiano dirige Davide Nigrelli
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
509 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content