close

Enter

Log in using OpenID

comunicato - Università degli Studi di Milano

embedDownload
Helden wie wir / Eroi come noi
Vite straordinarie nel cinema tedesco
CALENDARIO DELLE PROIEZIONI
13.01.
Helden wie wir
20.01.
Sein letztes Rennen
27.01.
Esther che suonava la fisarmonica
nell’orchestra di Auschwitz
03.02.
Tore tanzt
10.02.
Sturm
17.02.
Love Steaks
24.02.
Kohlhaas oder die
Verhältnismäßigkeit der Mittel
03.03.
Zwischen Welten
10.03.
Heute bin ich blond
17.03.
Oh Boy
24.03.
Hotel Lux
31.03.
John Rabe
Helden wie wir
Eroi come noi
Vite straordinarie
nel cinema tedesco
Per le scuole interessate (gruppi di minimo 40, massimo
100 partecipanti), sono previste proiezioni di mattina, in
giorni e orari da concordare.
Per informazioni e prenotazioni:
[email protected] • Tel. 091 6528680
13 gennaio – 31 marzo 2015
ogni martedì alle ore 18.30
Goethe-Institut Palermo Sala Wenders
Cantieri Culturali alla Zisa
Per gentile concessione della Ampelmann GmbH http://ampelmann.de/
Goethe-Institut Palermo
Cantieri Culturali alla Zisa
via Paolo Gili 4, 90138 Palermo
T. +39 091 6528680 Fax +39 091 6528676
[email protected]
www.goethe.de/palermo
ingresso libero
“Felice il paese che non ha bisogno di eroi”,
direbbe Brecht, ma al cinema come potremmo
farne a meno? Quest’anno il Goethe-Institut
propone la rassegna Helden wie wir / Eroi come
noi – Vite straordinarie nel cinema tedesco,
una serie di titoli prevalentemente recenti per
rivivere le gesta, grandi e piccole, di chi ha
saputo combattere per i propri ideali, spesso
riuscendo anche a cambiare il corso degli eventi
e della Storia stessa. Proprio la Storia tedesca
del Novecento offre spunti straordinari sui due
fronti opposti dei regimi del Nazismo e della
DDR, e, alternando dramma e ironia, ricostruzione
documentale e invenzione, tanti film hanno
raccontato la resistenza di uomini e donne capaci
di fare la scelta giusta nei momenti più difficili.
Ma la rassegna esplora a fondo anche la società
di oggi, nei suoi aspetti più quotidiani, perché
non si può non considerare un eroe chi resta
fedele alle proprie convinzioni combattendo il
conformismo dilagante, anche quando in realtà
si tratta di veri e propri “antieroi”: quei looser ai
margini della società che rispondono ai valori
dominanti con la sola forza della loro umanità.
In un’era sempre più globalizzata, poi, il cinema
non dimentica le battaglie tuttora in corso per
la democrazia in paesi che ci appaiono lontani
e vicini al tempo stesso, dove anche una piccola
scelta può essere rivoluzionaria. Perché, con
buona pace di Brecht, di eroi ed eroine anche
il mondo, oltre al cinema, ha ancora un grande
bisogno.
Tutti i film sono in versione originale con
sottotitoli italiani
13.01.
08.04.ore
ore18.30
18.30
Helden
HERR LEHMANN
wie wir
t.l. Eroi
Il signor
comeLehmann
noi
Regia:
Regia: Leander
SebastianHaußmann
Peterson
Interpreti:
Interpreti: Daniel
Christian
Borgwardt,
Ulmen,
Adrian
Detlev Heidenreich,
Buck, Katja Danowski
Xenia
Snagowski
Germania, 2003, 109’
Germania,
v.o. con sott.
1999/2000,
in italiano
98’
Klaus
Uhltzscht, nato
1969,poco
è un prima
incorreggibile
sognatore.
sua Il film
Berlin-Kreuzberg
nelnel
1989,
della caduta
del La
Muro.
incapacità
vedere la realtà
il suo entusiasmo
infantile
per tutto,
racconta ledivicissitudini
di un egiovane
barista, Frank
Lehmann,
ormai quasi
lo
trasformano
nel gregario ideale
dello Stato.
Malgrado
persegua
trentenne
– scherzosamente
chiamato
dai suoi
amici non
“Herr
Lehmann” –
alcun
tipo di non
impegno
politico,
finisce
tuttavia per
contribuire
maniera
che proprio
ne vuole
sapere
di diventare
adulto.
La suainquotidianità
determinante
alla caduta
del visita
Muro; e
pergenitori,
questo entra
a far parte a
della
viene scombussolata
dalla
dei
costringendolo
fingersi
storia
tedesca in qualità di eroe della DDR.
ristoratore.
Versione
del romanzo
di Thomas
Brussig
del
Tratto dalcinematografica
romanzo d’esordio
omonimoomonimo
di Sven Regener,
il film
ha ottenuto
1995.
Lariconoscimenti,
pellicola getta uno
sguardo
satirico
ultimi
anni sceneggiatura.
della RDT ed è
diversi
tra cui
l’ambito
Lolasugli
per la
migliore
influenzata dagli eventi e dagli umori del periodo.
15.04. ore 18.30
20.01.
NACHTGESTALTEN
Sein
letztes Rennen
t.l. Personaggi
Back
on Track notturni
Regia: Andreas
Dresen
Regia:
Kilian Riedhoff
Interpreti: Dieter
Myriam Abbas,
Interpreti:
Dominique Horwitz,
Hallervorden,
Tatja Seibt,
OliverMakatsch
Breite
Heike
Germania/Ungheria,
Germania,
2013, 110’ 1999, 101’
v.o. con sott. in italiano
Il Papa
è in città:
ciòexnonostante,
per una manciata
di berlinesi
questa
Paul
Averhoff
è un
sportivo leggendario,
un maratoneta
di fama
notte è tutt’altro
che paradisiaca.
Hanna,
senzatetto,
trova
cento
marchi
mondiale.
Ma i momenti
di gloria sono
ormai
passati da
molto
tempo.
Ha
tedeschi
e decide di
una notte
albergo
il suo
più
di settant’anni
e, passare
su insistenza
della in
figlia,
va a con
vivere
concompagno.
la moglie
Il contadino
passaggio
a Berlino,
è allaperò,
ricerca
malata
in unaJochen,
casa didi
riposo.
La voglia
di riscatto,
lo di
fa compagnia
tornare ad
femminilecon
e finisce
per imbattersi
in Patty,
una la
ragazza
da marciapiede.
allenarsi,
un obiettivo
fuori portata:
vincere
maratona
di Berlino.
Peschke,
imprenditore
deveun
prelevare
un ospite
straniero
in di
È
impossibile
non fare ilinaridito,
tifo per Paul,
concentrato
di umanità
e forza
aeroporto
i dueil non
ad incontrarsi.
“Personaggi notturni”
volontà
chema
traina
film riescono
con un contagioso
ottimismo.
alla ricerca di una piccola fetta di fortuna – ognuno di loro vive un’odissea
divertente ma anche sconvolgente attraverso la Berlino degli anni
Novanta.
29.04. ore
ore 18.30
18.30
27.01.
In
occasione
Giorno della Memoria
THIS
AIN’Tdel
CALIFORNIA
Esther
che non
suonava
la
t.l. Questa
è la California
fisarmonica nell’orchestra di
Regia: Marten Persiel
Auschwitz
Interpreti:
Hillebrand,
Regia:
ElenaKai
Valsania
Italia,
2013, 44’,
documentario
Nora Decker,
David
Nathan
allegato
al libro di Esther
Béjarano,
Germania/Olanda,
2012,
96’
La
ragazza
con
la
fisarmonica.
v.o. con sott. in italiano
Dall’orchestra di Auschwitz alla
musica Rap, Ed. SEB27, Torino 2013
Berlino
2011.aAl
funerale
di Denis Paraceck,
detto “Panik”, si incontrano
Introduzione
cura
della germanista
Rita Calabrese
vecchi
amici deiè tempi
passati
della ex Rdt
e ricordano:
gli skateboard
Esther Béjarano
un’artista
sopravvissuta
ai lager
nazisti grazie
alla
erano
grande
passione;Ha
era
difficile
battere Denis.
piccoli episodi
musicalae loro
alla sua
fisarmonica.
perso
e abbandonato
più In
patrie,
vengono
rievocati
anni ’80,
quando
skater
erano degli outsider,
ricominciato
più vitegli
sempre
fondate
sulla gli
musica,
sull’antifascismo,
sulle
ribelli
e distanti
Stato
e dai suoilapiani
di produzione.
Il loro
punto
battaglie
politichedallo
contro
l’intolleranza,
discriminazione.
Questi
valori
d’incontro
l’Alexanderplatz
di Berlino
Est dove,
osservati da passanti
scandisconoera
il suo
racconto: l’infanzia
in Germania,
la deportazione
ad
stupiti
o addirittura
sconcertati,
sviluppavano
e mostravano
loro abilità.
Auschwitz
e a Ravensbrück,
l’emigrazione
in Palestina
dopo laleLiberazione,
Il
film, un mockumentary
che ha
entusiasmato
pubblico
e critica
le discriminazioni
subite in Israele,
il ritorno
in Germania,
la ripresa
della in
Germania,
di subcultura
anarchica
nel socialismo.
sua attivitàdescrive
artistica un
conpezzo
il gruppo
rap Microphone
Mafia.
06.05. ore 18.30
03.02.
NEUKÖLLN
Tore
tanzt UNLIMITED
Regia: Agostino
Nothing
Bad CanImondi,
HappenDietmar
RatschKatrin Gebbe
Regia:
Interpreti: Julius
Hassan
Akkouch, Lial
Interpreti:
Feldmeier,
Akkouch,
Maradona
Akkouch
Sascha
Alexander
Gersak
Germania, 2013,
2010, 110’
96’
Germania,
v.o. con sott. in italiano
Nel
berlinese
di Neukölln,
il giovane
Hassan
Akkouch
e i suoi
fratelli
Torequartiere
fa parte dei
Jesus Freaks,
ragazzi
che uniscono
la fede
religiosa
a uno
spirito
Lial
e Maradona
sono danzatori
e musicisti
di talento,
punk.
Per caso conosce
Benno, padre
di famiglia
che lo conosciuti
accoglie in nel
casamondo
sua, ma
della
streetfra
dance
oltrepresto
le frontiere
tedesche.
Insieme Un
combattono
per
il rapporto
i dueanche
degenera
in un gioco
al massacro.
film d’esordio
il
soggiorno
della loro
famiglia
che vive
illegalmente in
dipermesso
scioccantediintensità,
costruito
su un
personaggio
indimenticabile,
unGermania
santo del
e
rischia
continuamente
di essere
espulsa
verso il
loro paese d’origine, il Libano.
terzo
millennio
pronto a tutto
in nome
dei propri
ideali.
Senza
rap e che
breakdance,
senza
ingegno e passione
e senza
giovanile,
le
Un dramma
non scende
a compromessi,
che al Festival
di cultura
Cannes 2013
è stato
prospettive
dei ragazzima
sarebbero
minori.
accolto con entusiasmo
ha ancheancora
provocato
contestazioni.
13.05.
10.02. ore
ore 18.30
SONNENALLEE
Sturm
Regia:
Storm Leander Haußmann
Interpreti:
AlexanderSchmid
Scheer,
Regia: Hans-Christian
Alexander
Beyer,Fox,
Robert
Interpreti: Kerry
Anamaria
Stadlober
Marinca, Stephen Dillane, Rolf
Germania,
1999, 94’ Fehling
Lassgård, Alexander
v.o.
con sott.
in italiano
Germania,
2009,
110’
Il
diciassettenne
vive con
genitori nel
e una
sorella contro
nel viale
Sonnenallee,
Hanna
Maynard èMicha
procuratore
edi suoi
è impegnata
processo
Goran
Duric,
una
parte del quale
si trova
a Neukölln
(Ovest)
e l’altra
a Treptow
(Est della
ex comandante
dell’esercito
popolare
jugoslavo.
L’uomo
è accusato
di aver
città
divisa).
Micha abita
nella parte
e sogna
di diventare
grande
deportato
e provocato
la morte
di civiliorientale
musulmani
bosniaci
a Kasmaj, una piccola
popstar.
La politica
non lo Serba.
interessa
– non
è asupertestimone
favore e neanche
contrario
città dell’attuale
Repubblica
Quando
il suo
s’impanata
in al
sistema
della Rdt.
si suicida,
sostieneHannah
quandovasiaèSarajevo
giovani intenzionata
e ribelli, vuole
contraddizioni
e unTuttavia,
poco più come
tardi si
rimettere
organizzazione
della società
‘dal dal
di dentro’.
a fare lucein
suldiscussione
caso. Il filml’intera
affronta
un tema mai frequentato
prima
cinema: Poi
c’è
Mario,
l’amico dell’ICTY,
di Micha ilcon
tendenze
esistenzialistiche,
e il collega
comune
quello
dell’attività
Tribunale
Internazionale
per i Crimini
nella exWuschel,
mette nei pasticci per via di un disco dei Rolling Stones.
Jugoslaviache
de si
L’Aia.
Tratto da un romanzo di successo di Thomas Brussig.
20.05.
ore 18.30
17.02. ore
KADDISCH
Love
SteaksFÜR EINEN FREUND
t.l.
Kaddisch
Regia:
Jakob per
Lassun amico
Regia: Leo
Khasin
Interpreti: Lana
Cooper, Franz
Interpreti:
RyszardAbendroth,
Ronczewski,
Rogowski, Kerstin
Neil
Belakhdar,
Malik
Eric Popp,
MarcelNeil
Gronzka
Abdullah
Germania, 2013, 89’
Germania, 2012, 94’
v.o. con sott. in italiano
La
storia
di due
amici
molto diversi.
Per diessere
accettato
dai suoi coetanei
In un
albergo
di lusso
si intrecciano
i destini
Clemens,
timido massaggiatore,
e
arabi,
il quattordicenne
Ali, profugo
libanese appena
arrivato
a Berlino,e deve
Lara, aiuto
cuoco dal carattere
forte e esuberante.
Gli opposti
si attraggono
tra i
intrufolarsi
loro in casa
vicino
Alexander
Zamskoy,
un anziano ebreo
due nasce uncon
sentimento
che lidel
aiuterà
a vincere
le loro
debolezze.
russo.
Viene
scoperto
e denunciato
alla
polizia.
Pergrande
non essere
ed
Di scena
in scena
si compone
la piccola
storia
di una
coppia:condannato
una relazione
espulso,
Aliquanto
è costretto
a fare
con Alexander.
tanto dura
tenera.
Due pace
definizioni
per nulla contrastanti perché si
Diretto
dal aregista
di origine
russa Leo Khasin,
qui al suo
debutto nel cinema, il
alimentano
vicenda.
Inutile sottolineare
che sprizzano
scintille.
film
narra
una
storia esemplare
di tolleranza
e di amicizia
tra due
generazioni
In gran
parte
improvvisato
con attori
non professionisti,
il ritratto
di una
coppia
distanti
tra di due
loro,antieroi
al di là delle
religiose
e culturali.
di emarginati,
capacibarriere
di uno slancio
vitale
che emoziona e commuove.
27.05.
24.02. ore 18.30
DIE FREMDE
Kohlhaas
oder die
t.l.
La straniera
Verhältnismäßigkeit
der Mittel
Regia: Feo
Aladag
t.l.: Kohlhaas
ovvero la
Interpreti:
Sibeldei
Kekilli,
Nizam
proporzionalità
mezzi
Schiller,
Derya
Alabora
Regia: Aron
Lehmann
Germania,
2010, 119’
Interpreti: Robert
Gwisdek, Jan
v.o.
con sott.
in italiano
Messutat,
Rosalie
Thomass
Germania, 2012, 90’
17.06.
17.03. ore 18.30
PRINZESSINNENBAD
Oh
Boy
Regia: Bettina
Blümner
Oh Boy - Un caffè
a
Interpreti:
Klara
Berlino
Reinacher,
Tanutscha
Regia: Jan Ole
Gerster
Glowasz,
Interpreti:Mina
Tom Bowling
Schilling,
Germania,
2007, 92’
Marc Hosemann
v.o.
con sott.
in italiano
Germania,
2012,
82’, b/n
Umay
vive
in giovane
un sobborgo
metropoli
turca
Istanbulinaspettatamente
insieme al marito
Che cosa
fa un
regista della
quando
i produttori
gli tagliano
Kemal
e al ilfiglio
Cem. Gira
Kemal
sfoga sempre
i suoiprovincia
accessi d‘ira
contro
la moglie
i fondi per
suo film?
lo stesso!
La profonda
bavarese
diventa
il e
il
Dentro Umaycinematografico
cresce l’inesorabile
di tornare
nella
città natale
setfiglio.
per l’adattamento
della desiderio
famosa novella
Michael
Kohlhaas
di
Berlino
dai suoi
In preda
alla disperazione,
fa i bagagli,
lascia Istanbul
Heinrichevon
Kleistgenitori.
sull’ossessiva
quanto
impossibile ricerca
della giustizia
terrena.e
abbandona
il marito.
La sua ad
famiglia,
la accoglie
a bracciaimprovvisate:
aperte: eppure,
Gli attori però
sono costretti
agire inignara,
situazioni
completamente
fin
dal suo
arrivodiacavalli,
Berlino,
Umay
è consapevole
esigere
troppo dai genitori e
mucche
al posto
alberi
rinsecchiti
anzichédisoldati
nemici...
dai
fratelli,
perché
l‘affermazione
dei
suoi diritti ferisce il loro onore.
Un film
sul fare
cinema
e sulla forza
dell’immaginazione.
Il film ha ottenuto diversi premi internazionali e nel 2011 ha rappresentato la
Germania nella corsa agli Oscar come miglior film straniero.
Le
amiche
Klara,
e Tanutscha
quindici
sono inseparabili.
Niko
Fischer
viveMina
candidamente
allahanno
giornata
dopo anni
aver einterrotto
i suoi
Sono
Berlino-Kreuzberg
le loro madri.
Questo
quartiere,
con
studi.cresciute
Girovaga aper
Berlino, osserva con
stupefatto
gli esseri
umani
per strada
le
i chioschi
e, in estate,
con lacambia:
piscinail“Prinzenbad”,
e sisue
fa ferrovie
trascinareurbane,
dagli eventi.
Un giorno,
però, tutto
padre
è
il mondo
in cui si sentono
a casa.
Raccontano
dei psicologo
loro interessi,
delle
sospende
i pagamenti
mensili, la
ragazza
lo lascia, uno
gli ritira
feste
e dei un
ragazzi,
e amicizia.
Klara
è insicura
su cosa
fare dopo
la patente,
vicinodidiamore
casa gli
racconta le
proprie
pene, un’ex
compagna
la
scuola,loMina
vuoleerimanere
assieme
al suo
ragazzo
George,
deve
di classe
rimorchia
un anziano
incontrato
al bar
gli confida
un che
evento
partire
per della
un lungo
viaggio all’estero
e Tanutscha
più
libertà.
traumatico
sua infanzia.
Alla fine della
giornata,vuole
anche
per
lui è giunto
Pluripremiata
docu-fiction
girata nel quartiere più multiculturale di Berlino.
il momento di diventare
adulto.
03.06.
03.03. ore 18.30
BERLIN BABYLON
Zwischen
Welten
Regia: Hubertus
Tra due mondi Siegert
Produzione:
Hubertus Siegert
Regia: Feo Aladag
Germania,
2001, 92’
Interpreti: Ronald
Zehrfeld, Moshin
v.o.
con sott.
inBarmaki,
italiano Abdul
Ahmady,
Saida
Salam Yosofza, Burghart Klaussner
Germania, 2014, 103’
24.06.
24.03. ore 18.30
BERLIN
IS IN GERMANY
Hotel
Lux
Regia:
Hannes Stöhr
Regia: Leander
Haußmann
Interpreti:
Jörg Schüttauf,
Interpreti: Michael
Julia
Jäger,
Tom
Jahn
Herbig,
Jürgen
Vogel,
Germania,
2001,Alexander
91’
Thekla Reuten,
v.o.
con sott. in italiano
Senderovich
Germania, 2011, 110’
Berlino
secondatedesco,
metà degli
anniè ’90:
Il boomalla
edilizio
la cadutadidel
Militare nella
dell’esercito
Jesper
assegnato
difesadopo
dai Talebani
unMuro
è
arrivato
suo vertice.
Nel conflitto
tra interprete
preservamento
e cambiamento,
fra
villaggio
in al
Afghanistan.
L’amicizia
con Tarik,
del posto,
lo porrà davanti
tradizione
e modernità,
si muovono
noti
urbanisti,
politici,
funzionari
ad una scelta.
La regista, già
autrice del
filmarchitetti,
di successo
Die Fremde
(La straniera),
e
costruttori
unaeccezionale
velocità che
toglie sul
il respiro.
anni Hubertus
Siegert ha
dimostra
una con
tempra
girando
campo -Per
le riprese
sono state
documentato
questo in
mutamento
– senza
commento,
affascinato
e scettico.
realmente effettuate
Afghanistan
- il racconto
drammatico
e avvincente
di una
La
colonna
del film
documentario
è affidata
significativamente
guerra
spessosonora
dimenticata
e punta
la sua attenzione
sul travaglio
interiore di unagli
Einstürzende
Neubauten,
band dimilitari
culto berlinese
di genere industrial, formatasi
uomo combattuto
fra gli obblighi
e la sua coscienza.
nel 1980, il cui nome, tradotto letteralmente, significa “nuovi edifici che crollano”.
Martin,
della
viene incarcerato
Quando cittadino
Hitler arriva
al Repubblica
potere, due Democratica
celebri comiciTedesca,
sono costretti
a
nel
1989.Berlino:
Quando
esce dientra
prigione,
undici anni ildopo,
è confrontato
da un
lasciare
il primo
nella Resistenza,
secondo
fugge a Mosca
giorno
all’altro
con una
ormai riunita.
Affitta
una stanza
approdando
all’Hotel
Lux.Berlino
Grazie nuova
ad una erocambolesca
serie
di equivoci,
in
un albergoarriverà
e cerca lavoro,
ma senza
Va ila corso
trovare
Manuela,
quest’ultimo
a conoscere
Stalinsuccesso.
e a deviare
della
Storia. sua
moglie
e madretravolgente
del loro figlio,
che
non ha mai un
visto,
e lì conosce
l’uomo che
Una commedia
o più
esattamente
“romanzo
picaresco”,
ora
vive
con lei… il regista, palesemente ispirato a Il grande dittatore di
come
lo definisce
Esordio
cinema
di Hannes
che con
filmvivere!
riescenella
a descrivere
Chaplin, nel
in cui
riecheggia
ancheStöhr
il Lubitsch
diquesto
Vogliamo
capacità
senza
cliché mescolando
l’incontro trateatro
Est e eOvest
di far ridere
vita. della Germania. Il film ha ottenuto al
Festival di Berlino del 2001 il premio del pubblico nella sezione Panorama
e importanti riconoscimenti anche in diversi altri contesti.
10.06.
10.03. ore 18.30
DICKE bin
MÄDCHEN
Heute
ich blond
Heavy
girlsdalle nove parrucche
La ragazza
Regia: Axel
Regia: Marc Ranisch
Rothemund
Interpreti:
Heiko
Pinkowski, Ruth
Interpreti: Lisa
Tomaschewsky,
Bickelhaupt,
Peter
Trabner
Karoline Teska,
David
Rott
Germania,
2012, 76’
Germania, 2000,
91’
v.o. con sott. in italiano
Sven
vive
con la madre
Edeltraut
nello stesso
appartamento
a Berlino
e divide
Sophie
ha appena
iniziato
a frequentare
l’università,
è piena di
vita e ha
voglia con
lei
persino il Quando
vecchio le
letto
matrimoniale.
Quando
va allelavoro,
viene
a casa
Daniel,
di divertirsi.
viene
diagnosticato
un cancro,
crolla il
mondo
addosso.
che
si occupa
della donna
malata
di Alzheimer.
giorno
Edeltraut
chiude
il suo
Ma Sophie
è combattiva
e non
si lascia
abbattere.Un
Inizia
a curarsi
e, dopo
essere
badante
e scappa. decide
Sven ediDaniel
cercano
la donna
diventatafuori
calvadal
perbalcone
la chemioterapia,
reagire
indossando
novescomparsa.
parrucche
Potrebbe
esserecon
l’inizio
di una
bella amicizia se solo Sven non avesse tendenze
diverse, ognuna
una sua
personalità...
così
apertamente
Daniel non
avesseall’olandese
moglie e figlio
a casa.
Così,
La storia
è tratta daomosessuali
una vicendaerealmente
accaduta
Sophie
van der
invece,
sviluppa
unastata
storia
d’amore
tragicomica.
Stap che,sidopo
essere
colpita
dal male,
apre un blog online per raccontare la
Grande
successo
critica meno
e botteghino
per questo film low budget del giovane,
sua battaglia
e perdisentirsi
sola.
ma già famoso in patria, regista Axel Ranisch.
31.03. ore 18.30
John Rabe
Regia: Florian Gallenberger
Interpreti: Ulrich Tukur,
Daniel Brühl, Steve
Buscemi, Anne Consigny
Germania/Cina/Francia,
2009, 134’
John Rabe (1882-1950) è, insieme a Marx ed Engels, il tedesco più noto
in Cina. Definito da The New York Times “l’Oscar Schindler della Cina”,
Rabe, direttore della Siemens a Nanchino nel 1937 - proprio mentre viene
richiamato a Berlino perché il governo ha deciso di chiudere la fabbrica - si
trova a difendere la popolazione locale e i suoi operai e a salvare oltre
200.000 persone dalla doppia azione del governo nazista e, soprattutto,
dell’esercito giapponese.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
463 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content