close

Enter

Log in using OpenID

Buono Fruttifero Postale T34

embedDownload
ART€A
Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura
(L.R. 19 novembre 1999, n. 60)
Settore Affari generali, Contabilizzazione e Controlli Aziendali e Ex Post
Decreto
n. 95 del 7 Ottobre 2014
Oggetto: Regg. (CE)73/2009, 1698/2005 e 1234/2007. Approvazione del Manuale delle specifiche
tecniche per i controlli in loco Condizionalità - Anno 2014
Dirigente Responsabile: Cristina Pieragnoli Couture
Estensore: Paola Faggi
Allegati: Allegato A) Manuale Specifiche Tecniche Controlli Condizionalità - Anno 2014
Allegato B) Scheda Aggiornamento
Atto non soggetto a controllo dei sindaci revisori ai sensi dell’art. 11, comma 3, della L.R. 60/99
Pubblicità’/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (PBURT/BD)
Atto soggetto a pubblicazione sul sito di ARTEA nella sezione”Amministrazione trasparente”
IL DIRIGENTE
Considerato che il Decreto Legislativo 165 del 27 maggio 1999 e successive modifiche, “Soppressione
dell’AIMA e istituzione dell’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (AGEA) a norma dell’art.11 della L.15
marzo 1997, n. 59” prevede, all’art. 3 comma 3, l’istituzione di “Organismi pagatori regionali”;
Vista la Legge Regionale 60 del 19 novembre 1999 e successive modificazioni, istitutiva dell’Agenzia
Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura (ARTEA) alla quale vengono conferite le funzioni di
“Organismo pagatore”;
Visto il Decreto ministeriale 3458 del 26/09/2008 con il quale il Ministero delle politiche agricole, alimentari
e forestali ha provveduto alla conferma del riconoscimento dell’attività di Organismo Pagatore di ARTEA ai
sensi del Reg.(CE) del Consiglio 1290 del 21 giugno 2005 e del Reg.(CE) della Commissione 885 del 21
giugno 2006 per gli aiuti finanziati a carico del FEAGA e del FEASR;
Visto il Regolamento (CE) 73/2009 del Consiglio del 19 gennaio 2009 e successive modifiche e integrazioni
che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto agli agricoltori nell'ambito della politica
agricola comune e istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori, e che modifica i regolamenti
(CE) 1290/2005, (CE) 247/2006, (CE) 378/2007 e abroga il regolamento (CE) 1782/2003;
Visto il Regolamento (CE) 1122/2009 del 30 novembre 2009 della Commissione recante modalità di
applicazione del regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio per quanto riguarda la condizionalità, la
modulazione e il sistema integrato di gestione e di controllo nell'ambito dei regimi di sostegno diretto agli
agricoltori di cui al medesimo regolamento e modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1234/2007
del Consiglio per quanto riguarda la condizionalità nell'ambito del regime di sostegno per il settore
vitivinicolo;
Visto il Regolamento (CE) 1698/2005 del Consiglio del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo rurale
da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);
Visto il Regolamento (CE) n.65/2011 della Commissione del 27 gennaio 2011 (che abroga il Reg.
n.1975/2006) che stabilisce modalità di applicazione del regolamento CE 1698/2005 del Consiglio per
quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure di sostegno allo
sviluppo rurale;
Visto il Regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio del 22 ottobre 2007 recante organizzazione comune
dei mercati agricoli e disposizioni specifiche per taluni prodotti agricoli (regolamento unico OCM)
modificato dal Reg. (CE) n. 491/2009;
Visto il Regolamento (CE) 1310/2013 del Consiglio del 17 dicembre 2013 che stabilisce norme comuni
relative ai regimi di sostegno diretto agli agricoltori nell'ambito della politica agricola comune e istituisce
taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori, e che modifica i regolamenti (CE) 1290/2005, (CE)
247/2006, (CE) 378/2007 e abroga il regolamento (CE) 1782/2003 che modifica gli Allegati II e III del
regolamento (CE) n. 73/2009;
Visto il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali 30125 del 22 dicembre 2009 “Disciplina
del regime di condizionalità ai sensi del regolamento (CE) n. 73/2009 e delle riduzioni ed esclusioni per
inadempienze dei beneficiari dei pagamenti diretti e dei programmi di sviluppo rurale” e s.m.i.;
Considerato che il decreto ministeriale prevede che AGEA, in qualità di autorità competente al
coordinamento dei controlli, determini con propri provvedimenti i termini e gli spetti procedurali di
attuazione del decreto ministeriale nonché i criteri comuni di controllo e gli indici di verifica nel rispetto
degli elementi di condizionalità;
Vista la Circolare AGEA Coordinamento ACIU.2014.529 del 22 agosto 2014, Applicazione della Normativa
Comunitaria e Nazionale in materia di Condizionalità – Anno 2014.
Considerato che il DM 30125/2009 e prevede che le regioni adottino con propri provvedimenti l’elenco degli
impegni applicabili a livello territoriale in base agli atti relativi ai criteri dei gestione obbligatori e alle norme
per il mantenimento dei terreni;
Vista la Nota del MiPAAF prot. n.2176 del 29/01/2014, che informa le Regioni e le Province Autonome di
prevedere, nelle rispettive delibere regionali di applicazione del DM del 10 dicembre 2013 che modifica il
DM 30125/2009, quanto è previsto dal regolamento (UE) n.1310/2013 in ordine alle modifiche degli allegati
II e III del Reg. (CE) n. 73/2009;
Vista la Delibera della Giunta Regionale n.183 del 10 marzo 2014 Criteri di Gestione Obbligatoria (CGO) e
Buone Condizioni Agronomiche e Ambientali (BCAA) ai sensi del decreto ministeriale 30125/2009 relativo
alla "Disciplina del regime di condizionalità ai sensi del regolamento (CE) n.73/2009 e delle riduzioni ed
esclusioni per inadempienze dei beneficiari dei pagamenti diretti e dei programmi di sviluppo rurale";
Vista la Nota della Regione Toscana AOOGRT_0212600 del 02/09/2014 (prot.ARTEA n.166774 del
04/09/2014) “Condizionalità 2014 – Circolare AGEA” con la quale si prende atto delle modifiche apportate
per la campagna 2014;
Vista la Nota della Regione Toscana prot. AOOGRT_0231637 del 24/09/2014 (prot. ARTEA n.174183 del
25/09/2014) “Regg.n.73/2009 e 1122/2009. Controlli di Condizionalità 2014. Verifiche Standard 4.6 –
“Densità di bestiame minime e/o regimi adeguati”;
Considerato che su tutte le domande per cui ricorrono le condizioni di pagamento in relazione all’attuazione
dei Regg.(CE) 73/2009,1698/2005,1234/2007 è determinato annualmente un numero di domande da
sottoporre a controllo in loco in merito alla Condizionalità secondo le disposizioni previste dal Reg. (CE)
1122/2009;
Considerato che l’Autorità di controllo competente è responsabile dell’attuazione delle procedure e che
pertanto deve definire con propri provvedimenti i criteri e le procedure di controllo;
Considerato che il rispetto delle disposizioni relative alle condizionalità gestite nell’ambito del Sistema
Integrato deve essere controllato in modo efficace e a tale scopo, per ottenere un livello di controlli in loco
armonizzato sui territori della Regione Toscana, occorre determinare dettagliatamente i criteri e le modalità
tecniche di esecuzione dei controlli;
Considerato che è necessario definire ed approvare le procedure controllo, la relazione di controllo, le check
list da utilizzare nell’ambito delle verifiche dei Criteri di Gestione Obbligatori (CGO) e delle Buone
Condizioni Agronomiche e Ambientali (BCAA), oltre alla definizione degli indici di verifica (portata,
gravità, durata) per ogni Criterio di Gestione Obbligatorio (CGO) e per ogni Buona Condizione Agronomica
e Ambientale (BCAA);
Considerato che, in virtù dell’esperienza maturata sulla materia, è possibile che il Manuale Tecnico necessiti,
in corso d’attuazione, di integrazioni / variazioni / specificazioni senza modifica nei contenuti di principio e
nella struttura e che tali integrazioni / variazioni / specificazioni possano determinare la redazione di una
ulteriore “revisione” del Manuale Tecnico, resa immediatamente disponibile ai tecnici controllori e
all’utenza tramite il sito ARTEA www.artea.toscana.it alle pagine dedicate alla condizionalità;
Visti i decreti del Direttore di ARTEA n.107 del 30/06/2011 e n.232 del 28/12/2011 con i quali la sottoscritta
è stata nominata Dirigente responsabile del Settore in oggetto
DECRETA
1) di approvare, per la campagna controlli in loco anno 2014 per i controlli concernenti la Condizionalità di
cui ai Regg.(CE) 73/2009, 1698/2005 e 1234/2007 il Manuale delle Specifiche Tecniche Controlli a
Campione - Anno 2014”, Allegato A al presente decreto di cui forma parte integrante e sostanziale;
2) che il manuale di cui al punto precedente rappresenta il documento tecnico operativo recante modalità e
metodi di svolgimento dei controlli in loco per la Condizionalità anno 2014;
3) che ogni eventuale revisione del manuale, in armonia con i contenuti di principio e di struttura di cui alla
revisione allegata al presente decreto, venga tempestivamente indicata nella scheda di cui all’allegato B e
resa visibile sul sito ARTEA www.artea.toscana.it;
4) di trasmettere il presente atto alla Direzione, al Servizio Aiuti diretti ed altri interventi di mercato e
promozionali e al Servizio Sostegno allo Sviluppo Rurale e interventi strutturali di ARTEA e al
competente Servizio di coordinamento della Direzione Sviluppo Economico della Giunta regionale.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT ai sensi dell’art. 5bis comma 1 lett. b) della L.R.
23/2007 e sulla Banca Dati degli atti amministrativi dell’ARTEA ai sensi dell’art.18 della L.R. 23/2007.
Il presente atto è soggetto a pubblicità sulla rete internet ai sensi del D.Lgs. 33/2013 ed è pertanto pubblicato
sul sito istituzionale di ARTEA all’indirizzo www.artea.toscana.it nella sezione "Amministrazione
trasparente".
Il Dirigente
Dott. Cristina Pieragnoli Couture
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del testo unico D.P.R. 28 dicembre 2000,n. 445, del D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82
e norme collegate, il quale sostituisce il testo cartaceo e la firma autografa.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
159 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content