close

Enter

Log in using OpenID

Bondi Work

embedDownload
ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO
“Paolo Volponi”
Via Muzio Oddi 17 - 61029 URBINO (PU)
Tel. 0722/ 320507 Fax :0722/350593 : Indirizzo e-mail:
[email protected]
Cod.Fis : 91013560411 - Codice Ministeriale MIUR PSIC837002
PROGRAMMA ANNUALE
E.F. 2014
RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO
AL PROGRAMMA ANNUALE E.F. 2014
(Art. 2 - D.I. n.44/2001)
IL Dirigente Scolastico
Prof. Antonio Serafini
1
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LE MARCHE
ISTITUTO COMPRENSIVO PAOLO VOLPONI
VIA MUZIO ODDI 17
61029 URBINO (PU)
Codice Fiscale: 91013560411 Codice Meccanografico: PSIC837002
RELAZIONE TECNICA AL PROGRAMMA ANNUALE 2014
Dirigente Scolastico: Prof. Antonio Serafini
Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi: Amedeo Volpi
Prot. n° 278 C14
Urbino ,13 Febbraio 2014
Programma Annuale 2014
Relazione del Dirigente scolastico
La presente relazione viene presentata al Consiglio d’Istituto in allegato allo schema di
Bilancio preventivo per il 2014 in ottemperanza dalle previste disposizioni normative .
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
VISTO il Decreto Interministeriale del 01/02/2001, n.44 ;
TENUTO CONTO del P.O.F. d’Istituto per l’A.S. 2013/2014 approvato dal Collegio dei Docenti e
dal Consiglio di Istituto in data 19 Dicembre 2013 con Delibera n° 41;
VISTA la nota Prot. 9626 del 17/12/2013 del MPI relativa alla predisposizione del Programma
Annuale per l’anno 2014;
VISTI gli atti contabili relativi al Programma Annuale 2014 predisposti dal Direttore S.G.A .;
TENUTO CONTO delle imputazioni di spesa previste negli Aggregati e nei Progetti di Istituto;
PROPONE
all’approvazione del Consiglio di Istituto il Programma Annuale E.F. 2014 che tiene conto:
-
Del piano dell’offerta formativa deliberato dai competenti OO.CC. ;
Della situazione delle classi,della popolazione scolastica e delle sedi funzionanti per l’A-.S.
2013/2014 ;
Del Personale Docente ed A.T.A. in servizio nell’ A.S. 2013/2014.
Il Programma Annuale dell’ E.F. 2014 è stato predisposto in coerenza con le finalità delineate
dal P.O.F. documento dal quale emergono i diversi livelli della progettazione di Istituto (curricolare,
educativa ed organizzativa).
Lo stesso programma ha tenuto in debito conto l’ampliamento dell’offerta formativa che si
attua attraverso la realizzazione dei vari progetti, tutti rispondenti agli obiettivi formativi suggeriti
dalle “indicazioni” ministeriali ed opportunamente coniugati con le caratteristiche socio
economiche e culturali del territorio di riferimento.
Le schede illustrative finanziarie dei singoli progetti, allegate al programma annuale,
dimostrano come, in base alle risorse finanziarie a disposizione, si sia cercato di rispondere in
maniera adeguata ai bisogni emersi.
Il Dirigente Scolastico
Prof. Antonio Serafini
2
ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO
“Paolo Volponi”
Via Muzio Oddi 17 - 61029 URBINO (PU)
Tel. 0722/ 320507 Fax :0722/350593 : Indirizzo e-mail: [email protected]
Cod.Fis : 91013560411 - Codice Ministeriale MIUR PSIC837002
PREMESSA AL PROGRAMMA ANNUALE 2014
DATI DEL CONTESTO DELL’ISTITUTO
ORGANICO DEL PERSONALE –GESTIONE FIS- PRIVACY
ASPETTI GENERALI DELL’ISTITUTO, ALUNNI ETC.
TEMPO SCUOLA E STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL’ISTITUTO
DESCRIZIONE FINALITA’ DEL PROGRAMMA ANNUALE 2014
PROGRAMMA PREVISIONALE E SCELTE DI IMPOSTAZIONE
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 2013 Modello C “ Situazione
finanziaria effettiva al 31/12/2013 –RIUTILIZZO DELE ECONOMIE
etc . Modello D “ Utilizzo Avanzo amm,ne effettivo
DESCRIZIONE ANALITICA ENTRATE Linee programmatiche
RIEPILOGO ENTRATE e SPESE E.F. 2014
DESCRIZIONE SINTETICA DELLE SPESE ( Impegni di Spesa)
DESCRIZIONE ANALITICA DELLE SPESE
PROGETTI DI ISTITUTO E AGGREGATI DI SPESA E.F. 2014
METODOLOGIE DI VALUTAZIONE
CONCLUSIONI FINALI
PAG. 4
PAG. 4- 5
PAG. 6-7
PAG.7-8-9-10-11-12
PAG.12-13-14
PAG. 15
PAG. 15-16
PAG. 16-17-18-
PAG. 19-20
PAG. 21
PAG-.22
PAG.23
PAG. 23-24-25-26-2728
PAG. 29-30
PAG. 31
Nella presente Relazione saranno allegati i Modelli previsti nel Programma
Annuale 2014 e precisamente:
Mod. A ( Programma Annuale Entrate/Spese E.F. 2014)
Mod. B ( Schede illlustrative finanziarie Entrate/ Spese )
Mod. C ( Situazione amministrativa al 31/12/2013)
Mod. D ( Utilizzo Avanzo di Amministrazione al 31/12/2013)
Mod. E ( Riepilogo per conti economici )
Mod. L ( Riepilogo dei Residui Attivi e dei Residui Passivi al 31.12.2013)
Delibera della Giunta Esecutiva
Delibera del Consiglio di Istituto
3
PREMESSA
La stesura del Programma Annuale per il 2014 si basa sulla Circolare ministeriale n. 9626 del
17.12.2013 ecc. nella quale si comunica che la risorsa finanziaria su cui il nostro Istituto Comprensivo
può fare affidamento per redigere il predetto documento contabile ammonta ad €: 45.971,68
Il Ministero ha fissato un budget complessivo per stipendi dei supplenti, funzionamento, fondo
dell’istituzione scolastica ed ha affermato che i fondi saranno gestiti tramite “Cedolino Unico” sul sistema
informativo SIDI , e tali somme non dovranno essere né accertate né programmate nel Programma Annuale
2014. ”
Della risorsa finanziaria complessiva: €: 45.971,68 .

€ 2.500,00 + 41.083,70 sono finalizzati quale risorsa finanziaria di cui al DM 21/2007 per
Assegnazione Funzionamento Amministrativo A01-2014 e Fornitura contratti di Pulizia etc. èer il
periodo Gennaio/Giugno 2014;
 € 2.158,66 sono finalizzati quale risorsa finanziaria di cui al DM 21/2007 per Assegnazione per il
funzionamento Didattico A02-2014;
 €: 229,32 sono finalizzati quale risorsa finanziaria di cui al DM 21/2007 per Assegnazione per spese
alunni diversamente abili, imputati sul Progetto di Istituto P11/2014.
Ulteriori finanziamenti e nuove integrazioni che saranno disposte in corso di anno quali ad
esempio: Ulteriori Finanziamenti del MIUR , Assegnazioni specifiche per Progetti di Istituto etc. saranno
oggetto di variazioni e accertamenti solo al momento della reale ed effettiva assegnazione.
Nella impostazione del Programma Annuale 2013 ed in base alle disposizioni Ministeriali , si è
tenuto conto del Fondo Cassa alla data del 31.12.2013 pari ad €: 49.290,91 , dell’ importo dei Residui Attivi al
31/12/2013 pari ad 10.753,31 e analogamente dell’importo dei Residui Passivi al 31/12/2013 pari ad 0,00 si
è provveduto a inserire nel Bilancio l’ Avanzo di Amministrazione di €: 60.044,22 che comprende il Fondo
Cassa al 31 Dicembre 2013 pari ad €:49.290,91 ed i Residui Attivi alla data del 31/12/2013 pari ad €:
10.753,31 . L’ Avanzo di Amministrazione è stato poi suddiviso in in Fondi Vincolati per €: 49.210,51 e in
Fondi non Vincolati per €: 133,32; ed €: 0,00 come meglio indicato anche nel prospetto :
“ Avanzo di Ammisistrazione E.f. 2013” .
Tale operazione permette cosi’ il riutilizzo delle intere economie realizzate a fine Esercizio
2013 negli aggregati di Spesa o nei Progetti di Istituto, come indicato nel Modello I ( Rendiconto
Progetto/Attività) nella voce“ Residua disponibilità Finanziaria alla data del 31.12.2013 “.
Nella Relazione Tecnico-Finanziaria si vedrà come si è ottemperato nella redazione del Programma
Annuale 2014 .
La relazione è suddivisa in 4 parti:
1)
2)
3)
4)
Analisi del contesto sociale
Risorse Finanziarie
Progetti di Spesa
Verifica e rendicontazione finale .
ANALISI DEL CONTESTO SOCIALE:
DATI di ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 :
L'Istituto Statale Comprensivo “Paolo Volponi” di Urbino è stato istituito dall'Anno Scolastico
2000/2001 con Decreto del Provveditore agli Studi di Pesaro con nota Prot. n°13493 del 11.07.2000 con
decorrenza dal 01/09/2000.
Le Classi o Sezioni funzionanti il corrente Anno Scolastico 2013/2014 sono le seguenti :
SCUOLA INFANZIA……………… …
SCUOLA PRIMARIA …………………
SCUOLA SEC. DI I^ GRADO ……
TOTALE…
Sezioni n°06……...alunni n° 116
Classi
n°19… ..…alunni n° 268
Classi: n°10……....alunni n° 243
Classi n°35
ALUNNI N° 627
4
PERSONALE DIRETTIVO- DOCENTE –ATA IN SERVIZIO A.S. 2013/2014
Dirigente Scolastico……………………
………n° 1 unità
Direttore Amministrativo ………………
…….n° 1 unità
Assistenti Amministrativi ……… …………
. .n° 3 unità
Collaboratori Scolastici…… …….………
…. .n° 16 unità
TOTALE PERSONALE A.T.A………
…… …. N°21 unità
TABELLE ORGANICHE DI DIRITTO 2013/20143 : 72 DOCENTI …21 ATA - TOT. N° 93
(comprensive di Insegnanti di Religione e Sostegno)
Dati Generali Scuola Infanzia - Data di riferimento: 15 ottobre 2013
La struttura delle classi per l’anno scolastico è la seguente:
Numero
sezioni con
orario ridotto
(a)
Numero
sezioni con
orario
normale (b)
1
Totale
sezioni
(c=a+b)
4
Bambini
iscritti al 1°
settembre
5
Totale
Media bambini
Di cui
bambini
diversamente per sezione
frequentanti
(f/c)
abili
(f=d+e)
Bambini
Bambini
frequentanti frequentanti
sezioni con sezioni con
orario ridotto
orario
(d)
normale (e)
116
14
102
116
2
Dati Generali Scuola Primaria e Sec.di I Grado - Data di riferimento: 15 ottobre 2013
La struttura delle classi per l’anno scolastico è la seguente:
Numero
classi
funziona
nti con
orario
obbligato
rio (a)
Totale
Numero Numero
Alunni
classi
classi
classi
iscritti al
funziona funziona (d=a+b+c 1°settem
)
nti con
nti con
bre (e)
attività/in mensa e
segname dopo
nti
mensa
opzionali
(c)
facoltativi
(b)
Primaria
Alunni
frequenta
nti classi
funziona
nti con
orario
obbligato
rio (f )
Alunni
frequenta
nti classi
funziona
nti con
attività/in
segname
nti
opzionali
facoltativi
(g)
Alunni
frequent
anti
classi
funzion
anti con
mensa
e dopo
mensa
(h)
Totale Di cui Differen Media
alunni diversa za tra
alunni
frequent mente alunni
per
abili iscritti al classe
anti
(i=f+g+h
1°
(i/d)
)
settemb
re e
alunni
frequent
anti
(l=e-i)
Prime
2
1
3
42
27
17
44
Seconde
2
1
3
42
28
14
42
Terze
2
1
3
43
28
15
43
=
Quarte
2
1
3
50
31
19
50
=
Quinte
2
1
3
40
25
15
40
Pluriclassi
4
/
4
51
48
/
48
14
5
19
268
187
80
267
Prime
2
1
3
78
51
25
Seconde
1
2
3
75
25
49
Terze
2
2
4
90
44
5
5
10
243
120
Totale
Scuola Sec. 1^ gr.
+2
1
1
=
=
-3
2
-1
76
/
-2
74
3
-1
46
90
4
=
120
240
7
-3
Pluriclassi
Totale
Organico del Personale Docente e ATA :
Data di riferimento: 15 ottobre 2013
5
La situazione del personale docente e ATA (organico di fatto) in servizio può così sintetizzarsi:
DIRIGENTE SCOLASTICO
1
N.B. in presenza di cattedra o posto esterno il docente va rilevato solo dalla scuola di titolarità
del posto
Insegnanti titolari a tempo indeterminato full-time
52
Insegnanti titolari a tempo indeterminato part-time
4
Insegnanti titolari di sostegno a tempo indeterminato full-time
5
Insegnanti titolari di sostegno a tempo indeterminato part-time
Insegnanti su posto normale a tempo determinato con contratto annuale
2
Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto annuale
Insegnanti a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno
4
Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno
1
Insegnanti di religione a tempo indeterminato full-time
2
Insegnanti di religione a tempo indeterminato part-time
Insegnanti di religione incaricati annuali
2
Insegnanti su posto normale con contratto a tempo det.(30/06) su spezzone orario*
Insegnanti di sostegno con contratto a tempo determinato su spezzone orario*
*da censire solo presso la 1° scuola che stipula il primo contratto nel caso in cui il docente
abbia più spezzoni e quindi abbia stipulato diversi contratti con altrettante scuole.
TOTALE PERSONALE DOCENTE
N.B. il personale ATA va rilevato solo dalla scuola di titolarità del posto
72
Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi
1
Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi a tempo determinato
Coordinatore Amministrativo e Tecnico e/o Responsabile amministrativo
Assistenti Amministrativi a tempo indeterminato
2
Assistenti Amministrativi a tempo determinato con contratto annuale
Assistenti Amministrativi a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno
1
Assistenti Tecnici a tempo indeterminato
Assistenti Tecnici a tempo determinato con contratto annuale
Assistenti Tecnici a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno
Collaboratori scolastici dei servizi a tempo indeterminato
Collaboratori scolastici a tempo indeterminato
14
Collaboratori scolastici a tempo determinato con contratto annuale
Collaboratori scolastici a tempo det. con contratto fino al 30 Giugno(part-time)
1
Personale altri profili (guardarobiere, cuoco, infermiere) a tempo indeterminato
Personale altri profili (guardarobiere, cuoco, infermiere) a tempo det. con contratto annuale
Personale altri profili (guardarobiere, cuoco, infermiere) a tempo determinato con contratto
fino al 30 Giugno
Personale ATA a tempo indeterminato part-time
TOTALE PERSONALE ATA
2
21
Si rilevano, altresì n° 06 unità di personale estraneo all'amministrazione che espleta il servizio di pulizia degli
spazi e dei locali ivi compreso quello beneficiario delle disposizioni contemplate dal decreto interministeriale
20 aprile 2001, n. 65, nonché i soggetti destinatari degli incarichi di collaborazione occasionale di cui all'art. 2
del decreto interministeriale 20 aprile 2001, n. 66.
Risorse Finanziarie : Gestione del Fondo di Istituto A.S. 2013/2014
Per quanto riguarda la Contrattazione Integrativa di Istituto, saranno applicati i criteri per l’impiego del
Fondo di Istituto Deliberati dal Consiglio d’Istituto del 19/12/2013, in relazione alle diverse professionalità
6
docenti e ATA, e sono state definite le misure dei compensi forfetari per le attività di coordinamento e
flessibilità, mentre i compensi orari per le ore aggiuntive di insegnamento e le ore di attività funzionali
all’insegnamento previste da progetti, collaborazione e arricchimento dell’offerta formativa, così come
esplicitato nei progetti.
Tale contrattazione stipulata tra lo scrivente e la R.S.U., sarà inviata ai Revisori dei Conti per il
rilascio del parere di compatibilità finanziaria in base ai parametri del Budget Ministeriale per l’Anno scolastico
2013/14.
Il Dirigente Scolastico, responsabile della gestione finanziaria, nella redazione del Programma
Annuale E.F. 2014 ha provveduto, in collaborazione con il Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi,
all’autonoma allocazione delle risorse finanziarie provenienti dal MIUR, esplicitate all’interno dei documenti
previsti ed allegati alla presente Relazione.
Si è cercato di rispondere in maniera adeguata sia alle esigenze di funzionamento amministrativo e
didattico, che allo sviluppo dell’offerta formativa, attraverso la realizzazione di qualificati Progetti, tutti
rispondenti agli obiettivi formativi delle “Indicazioni Nazionali per il Curricolo”, opportunamente coniugati
con le esigenze socio-economiche e culturali del nostro contesto territoriale.
Per ogni attività/progetto verranno effettuati un puntuale monitoraggio in itinere ed una verifica
finale, così come previsto dall’art. 6 del D.M.44/01.
Sicurezza e Privacy
Ai fini della Sicurezza, secondo quanto previsto dal D. L. N.81/2008 e dalla Legge 7 luglio 2009
n.88, Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione è il Gruppo SEA di FANO che coordina il
Progetto Sicurezza che comprende:
 in collaborazione con il RLS e il DS, l’organizzazione di corsi di aggiornamento del personale
docente e non docente e, in particolare,la formazione dei Preposti (ASPP)
 le riunioni periodiche del Servizio Prevenzione e Protezione
 la nomina degli Addetti Antincendio e Primo Soccorso (figure sensibili), tutti regolarmente formati
e la redazione annuale del Piano di Emergenza
 i rapporti con il Comune di Urbino per quanto attiene l’applicazione della normativa circa sicurezza
e salubrità degli edifici scolastici e l’effettuazione dei Sopralluoghi di cui all’Intesa Istituzionale
n.7/CU del 28.01.2009
 i rapporti con l’ASL (Programma Regionale di controllo nelle Scuole su igiene e sanità pubblica)
 la diffusione della cultura della sicurezza tra gli studenti attraverso le prove di evacuazione antincendio
e antisismica etc.
 l’aggiornamento annuale del “Documento per la Valutazione dei Rischi”; DPS
Per quanto riguarda la Privacy ,questo Istituto Comprensivo tiene conto , come previsto dal D.L.n.196/2003,
del “ Documento Programmatico per la Sicurezza dei Dati ”
(D.P.S.S. ), in cui sono indicate le modalità tecniche ed operative adottate per il trattamento dei dati comuni e
sensibili. Le informazioni sono riferite sia ai dati gestiti mediante archivi cartacei che elettronici. Il DPS,
prevede oltre al Titolare (Dirigente Scolastico) i Responsabili del Trattamento dei Dati e gli Incaricati .
ASPETTI GENERALI
Il Programma Annuale 2014 , impegno istituzionale conseguente l’innovazione amministrativo – gestionale
introdotta nella prassi dal nuovo regolamento contabile, continua a connotare di complessità il lavoro di
gestione ed esige un percorso di programmazione e di impegno per far fronte alle molteplici richieste del
sistema ed alle differenziate esigenze dell’utenza. La necessità di progettare i processi attivati e di pianificare
le azioni ti richiede ancora tempo per concretizzarsi ed entrare a far parte di fatto della quotidianità.
L’autoformazione, coinvolgendo l’azione di tutte le componenti interessate, richiede ancora attenzione,
assunzione di responsabilità da parte di tutti e di ciascuno e forte sinergia, soprattutto tra il Dirigente
Scolastico ed il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi.
Le scelte e gli interventi che caratterizzano il programma annuale per l’ Esercizio Finanziario 2014 rispettano
in coerenza le linee progettuali e le intenzionalità espresse nel Piano dell’Offerta Formativa, anche in
considerazione di quanto emerso nelle verifiche della situazione a giugno emergenti dalle relative relazioni, e
tengono conto delle risorse umane e finanziarie di cui è possibile disporre.
Il Piano dell’Offerta Formativa infatti è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e
progettuale di ogni Istituzione Scolastica ed esplicita la progettazione adottata nell’ambito dell’autonomia
7
scolastica.
Le attività educative proposte dal nostro Istituto sono scelte in sintonia con i principi costituzionali anche
nell’ottica delle innovazioni introdotte dalla Legge sulla Riforma Scolastica, in vista della sua piena attuazione
Tenendo conto delle sollecitazioni esterne, non sempre convergenti, riconducibili alle aspettative sociali, alle
scelte politiche, ai bisogni formativi degli alunni e dei docenti, questa Istituzione Scolastica continua ad essere
impegnata a migliorare le proprie azioni ed a promuovere e potenziare l’innovazione sui seguenti campi.
CAMPO D’AZIONE
Relazione educativa e cognitiva
TIPOLOGIA
Formazione ed autoformazione
Supporto all’insegnamento/apprendimento
Progettualità
Condivisione delle procedure
Organigramma e funzionigramma
Arricchimento delle attività di laboratorio
Sostegno didattico nei Progetti di Istituto
Prestazioni d’opera professionale con esperti esterni
Personalizzazione del percorso formativo
Modularità
Potenziamento e sviluppo della rete interna multimediale di
Istituto.
Organizzazione didattica e di sistema
Ampliamento dell’offerta formativa
Flessibilità
Nuove tecnologie e multimedialità
Tale impegno si traduce in punti di forza tenendo conto che il nostro Istituto è impegnato a :
 Stipulare accordi di rete tra scuole per la realizzazione di progetti ed attività comuni;
 Recepire le sollecitazioni sostanziali della riforma e promuovere l’innovazione;
 Mantenere l’attenzione alle diversità ed aumentare l’attuazione di percorsi flessibili per meglio
rispondere alle esigenze di un’utenza disomogenea;
 Sostenere il lavoro collegiale e per gruppi, con il coinvolgimento di tutti i docenti;
 Facilitare la partecipazione attiva della componente genitori per affiancare la scuola . In particolare si
agevola l’accesso dei genitori alla scuola per incontri, colloqui, assemblee, visti e vissuti come
occasioni importanti di comunicazione diretta sul P.O.F., sull’andamento complessivo del lavoro
scolastico e sugli sviluppi e sugli esiti delle iniziative promosse;
 Favorire e sviluppare l’integrazione con il territorio, gli Enti Locali e le Associazioni Culturali, anche
attraverso la pubblicazione di un giornalino scolastico di Istituto;
 Promuovere maggior condivisione nella ricerca e nella pratica di metodologie e di criteri valutativi
efficaci;
 Sviluppare una didattica legata alle nuove tecnologie ed alla multimedialità;
 Incrementare le iniziative di formazione del personale impegnato nell’innovazione.
In questa ottica il Programma Annuale e il Piano dell’Offerta Formativa si configurano come
documenti complementari, interdipendenti ed efficaci sul piano progettuale e informativo. Nella struttura
entrambi i documenti infatti sono esplicitamente collegati e costituiscono lo strumento attraverso il quale si
realizza l’autonomia didattica. L’idea di fondo è quella di costruire un programma a misura dei progetti pensati
sulla base delle necessità emerse, modellati sulle scelte più adatte ai bisogni di apprendimento degli alunni ed
alle condizioni culturali ed organizzative degli operatori scolastici.
Pertanto, visto l’art. 3 del D.P.R. n° 275 del 08/03/1999 riguardante il regolamento dell’autonomia
scolastica che ha introdotto l’autonomia didattica, attuata sulla base di quanto richiesto dal Regolamento
Amministrativo-Contabile nel D.I. n° 44/2001, l’interconnessione tra POF e Programma Annuale si evidenzia
tramite le schede di sintesi illustrative di progetto, con il coordinamento del Dirigente Scolastico, dei docenti
responsabili di progetto, di funzioni strumentali e con la redazione delle corrispettive schede finanziarie per la
gestione delle spese da parte del DSGA.
Tipologia del documento
P.O.F.
Piano dell’Offerta Formativa
Aspetto didattico progettuale

Dirigente Scolastico
P.A.
Programma Annuale
Aspetto gestionale finanziario

Dirigente Scolastico
8
Soggetti interessati
( Compiti ideativi e/o decisionali )



Docenti dell’Istituto
Commissione POF
Soggetti esterni








Procedure e tempistica

Elaborazione del Collegio
dei Docenti
Approvazione del Collegio
dei Docenti
Adozione del Consiglio
d’Istituto




Direttore SGA
Consiglio d’Istituto
Giunta esecutiva
Collegio dei Docenti
Docenti responsabili di
progetto
Soggetti esterni
Predisposizione del
Dirigente Scolastico e
della Giunta Esecutiva
Proposta di approvazione
al Collegio dei Revisori dei
Conti
Proposta per
l’approvazione al Consiglio
di Istituto
Pubblicazione all’Albo e
sul sito Internet
Questa relazione illustrativa evidenzia la situazione con l’intento di correlare il livello sistemico con le
risorse disponibili.
Vengono esplicitati gli obiettivi da perseguire, la destinazione dei finanziamenti ed i criteri per la
valutazione finale che sarà impostata, per quanto possibile, in termini di efficienza, efficacia ed economicità.
Tenendo conto della composizione e del funzionamento dell’istituto nel suo insieme, inteso come
sistema intenzionalmente organizzato per offrire all’utenza scolastica la migliore offerta formativa possibile
sulla base delle risorse, umane e materiali, a disposizione, vengono considerati i dati di sistema descritti nelle
relazioni degli anni precedenti in quanto peculiari del nostro territorio e dell’istituzione scolastica stessa.
Da questo quadro descrittivo che non ha visto né subito sostanziali variazioni rispetto al passato, è
possibile evincere la motivazione delle scelte che vanno a costituire il programma nella sua globalità,
considerando i correttivi necessari a seguito della valutazione degli esiti e dei processi effettuata rispetto
all’anno precedente.
Questa Istituzione ha assunto la connotazione di Istituto Statale Comprensivo
“Paolo Volponi” di Urbino a partire dall’anno scolastico 1995-1996 con Decreto del Provveditore agli Studi di
Pesaro, nota prot. N° 13493 del 11 luglio 2000, con decorrenza dal 1 settembre 2000. L’Istituto Statale
Comprensivo “Paolo Volponi ” di Urbino comprende inoltre i seguenti plessi scolastici dipendenti :
SCHEDA DESCRITTIVA DELL’ISTITUTO – Anno Scol. 2013/14
*
ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO
“Paolo Volponi” URBINO
Via Muzio Oddi 17 - 61029 URBINO
C.F. 91013560411
Codice Miur PSIC837002
C.C.Bancario : Banca Marche-Ag.Urbino
c.c.b. IT 68 A 06055 68702
000000014387
Conto Tesoreria Unica
IT 78 W 0100003245333300315114
C.C.Postale : Ente Poste Spa
c.c.p. IT 68 Y076 0113 3000 0001 7731
621
C.C.P. 17731621
Telefoni uffico di
Presidenza e di Segreteria
0722-320507
Fax
0722-350593
Posta Istituzionale :
[email protected]
Dirigente Scolastico :
Prof. ANTONIO SERAFINI
Posta elettronica
[email protected]
Direttore SGA :
AMEDEO VOLPI
Posta elettronica
Posta Elettronica Certificata [email protected]
cia.ps.it
[email protected]
[email protected]
9
1
Scuola Sec. Statale di 1^ Grado
- Via Muzio Oddi 17Sede di Presidenza e di Segreteria
Scuola Media Statale
0722-320507
Fax
0722-350593
Indirizzi E-mail Scuola Media :
[email protected]
Indirizzi E-mail Sc.Infanzia :
PLESSI DI SCUOLA INFANZIA :
2 Scuola Infanzia Statale - Canavaccio
Tel.
0722/53310
[email protected]
3 Scuola Infanzia Statale- Ca’ Mazzasette Tel.
0722/59355
[email protected]
4 Scuola Infanzia Statale - “Valerio”
0722/309414
[email protected]
Tel.
PLESSI DI SCUOLA PRIMARIA :
5 Scuola Primaria Statale di Mazzaferro
Tel. 0722/350715
Indirizzi E-mail Sc. Primaria :
[email protected]
6 Scuola Primaria Statale Piansevero
Tel.
0722/320557
[email protected]
7 Scuola Primaria Statale Pieve di Cagna Tel.
0722/345321
[email protected]
8 Scuola Primaria Statale
Tel.
0722/594010
[email protected]
Tel.
0722/53524
[email protected]
Schieti
9 Scuola Primaria Statale Canavaccio
Le classi e le sezioni funzionanti nel corrente anno scolastico sono state regolarmente autorizzate
nell’Organico funzionale dell’Istituto per l’Anno Scolastico 2013/2014 . Il prospetto seguente illustra
la situazione alla data del 13 Gennaio 2014 :
10
ISTITUTO COMPRENSIVO -"PAOLO VOLPONI" - URBINO
Numero alunni a.s. 2013-2014
Dati al 13 febbraio 2014
INFANZIA
SEZIONE A
M
F
13
9
INFANZIA CA’ MAZZASETTE (PSAA83702X)
22
9
5
INFANZIA CANAVACCIO (PSAA83701V)
14
11
15
INFANZIA VALERIO (PSAA837031)
26
TOTALE INFANZIA 112
SEZIONE B
M
F
=
=
=
13
11
24
20
6
26
SEZIONI A+B
M
F
22
38
52
PRIMARIA
Cl. 1ª
PIANSEVERO (PSEE837014)
Cl. 2ª
F
M
F
M
F
M
F
7
9
6
8
7
8
6
13
5
10
14
5
5
14
6
7
2
Totali alunni per classi scuola Primaria
12
6
4
8
5
9
9
2
1
4
72
7
66
14
3
=
4
7
4
4
6
79
11
4
3
2
7
13
1
TOTALE
15
17
11
3
1
5
6
7
3
19
17
15
1
1
8
9
3
PIEVE di CAGNA (PSEE837047)
15
13
13
SCHIETI (PSEE837058)
Cl. 5ª
M
9
CANAVACCIO (PSEE837025)
Cl. 4ª
F
16
MAZZAFERRO (PSEE837036)
Cl. 3ª
M
3
24
7
3
=
3
4
3
10
0
6
50
52
56
53
53
23
264
TOTALE PRIMARIA 264
SECONDARIA
Cl. 1ª
A
TEMPO NORMALE
B
CORSO MUSICALE
C
TEMPO PROLUNGATO
D
Cl. 2ª
Cl. 3ª
M
F
M
F
M
F
17
6
12
12
14
9
12
13
8
10
23
15
24
27
11
21
14
17
25
-
Totali classi
TOTALE SECONDARIA
-
12
-
12
12
24
70
235
112
264
235
10
22
-
75
 TOTALE ALUNNI SCUOLA SECONDARIA
8
-
11
21
25
-
 TOTALE ALUNNI SCUOLA INFANZIA
 TOTALE ALUNNI SCUOLA PRIMARIA
23
90
611
11
ALUNNI STRANIERI A.S. 2013/14
Il dato più rilevante riguarda la presenza degli alunni stranieri che si fa sempre più consistente,
richiamando l’attenzione sulla prima alfabetizzazione strumentale indispensabile per il pieno inserimento degli
alunni che spesso arrivano in corso d’anno scolastico.
Il dato più rilevante riguarda la presenza degli alunni stranieri che si fa sempre più consistente,
richiamando l’attenzione sulla prima alfabetizzazione strumentale indispensabile per il pieno inserimento degli
alunni che spesso arrivano in corso d’anno scolastico. Gli alunni stranieri iscritti e frequentanti per l’Anno
Scolastico 2013/14 sono n° 86.
ALUNNI
DISABILI A.S. 2013/14
ISTITUTO COMPRENSIVO -"PAOLO VOLPONI" - URBINO
Via Muzio Oddi, 17 61029 URBINO (PS) - C.F. 91013560411 - Tel. 0722/320507 Fax 0722/350593
_______________________________________________
ANNO SCOLASTICO 2013/2014
SCUOLA
(orario settimanale)
1 Scuola Infanzia “L. Valerio”
Arduini Matteo
TIPOLOGIA
HANDICAP
EH
2 Scuola Infanzia “L. Valerio”
Pasotto Franco
EH
Teodori Lorenzo
cl. 2°
Fabbri Ilaria
cl. 5°
Manno Maria
cl. 1° C
Paolini Tommaso
cl. 2° C
Serbezov Durmis
Cl. 2° A
Matteucci Noemi
cl. 3° B
EH
El Mouktafi Hajar
cl. 3° B
Bolognini Luca
cl. 3° C
EH
3 Scuola Primaria
di Canavaccio
4 Scuola Primaria
di Piansevero
5 Scuola Secondaria di I° grado
6 Scuola secondaria di I° grado
7 Scuola Secondaria di I° grado
8 Scuola Secondaria di I° grado
9 Scuola Secondaria di I° grado
10 Scuola Secondaria di I° grado
ALUNNO
EH
EH
EH
EH
EH
EH
ORE SOSTEGNO ASSEGNATE DA U.S.P.
12,50
Ins. Berdini Francesca
12,50
Ins. Berdini Francesca
15
Ins. Michelangeli Raffaella
15
Ins. Ticchi Silvia
12
Ins. Scaramucci Renzo
18
Corsini Maria Rita
6
Ins. Scaramucci Renzo
6
Ins. Monti Roberto
6
Ins. Monti Roberto
6
Ins. Monti Roberto
.
Tempo Scuola
I plessi di Scuola Infanzia funzionano in orario antimeridiano e pomeridiano, i plessi di Scuola
Primaria in orario antimeridiano ed il plesso di Scuola Media funziona in orari a tempo prolungato con
servizio mensa.
Servizi di segreteria
Personale
Orario di funzionamento
Attrezzature
assegnato
Il servizio prestato dal Direttore SGA si
PC con stampanti laser collegati al
 1 Direttore
svolge nelle giornate calendarizzate di
sistema informativo del MIUR e cablati in
SGA
Martedi –Mercoledi- Venerdi e Sabato ( in rete locale : 1 server + 4 client ;
quanto nelle giornate di Lunedi e di Giovedi presta
Collegamento Internet – intranet ;
servizio in qualità di Reggente DSGA c/o ISC
“Scipione Lapi” di Apecchio (PU) .
Macchina fotocopiatrice –Stampanti
12
PC con stampanti laser collegati al
sistema informativo del MIUR e cablati in
rete locale : 1 server + 4 client ;
Collegamento Internet – intranet ;
dal Lunedì al Sabato

3 Ass. Amministrativi
ITI + 1 Ass. Amm.va
per 12 Ore sett.li
Macchina fotocopiatrice –Stampanti
Servizi ausiliari

15 Collaboratori Scolastici distribuiti nei 9 plessi dell’Istituto .
Coperativa per la terziarizzazione dei servizi per n° 3 unità di Col.Scolastico
Il piano di lavoro del Personale ATA predisposto dal Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi
prevede la suddivisione delle mansioni in ambiti di riferimento circoscritti ma flessibili per rendere più funzionale il
lavoro . L’accesso agli Uffici del personale interno è permesso anche in orario diverso su appuntamento.
Risorse Materiali
Strutture

Palestra:Scuola media. Tutte le altre
scuole hanno spazi strutturati per
attività motorie
 Laboratorio di educazione tecnica,
artistica e scientifica : scuola media
 Sala multimedia : sede centrale
 Tutte le altre scuole hanno spazi
sufficienti per organizzare attività
laboratoriali
Mensa
 Scuole dell’infanzia
 Scuola Sec. 1^ Gr.
Attrezzature





Laboratorio d’informatica : scuola
media postazioni per circa 20 alunni
dislocate nelle aule di Informatica

scuola elementare mini laboraotri
informatici multimediali

Scuola dell’infanzia mini laboraotri
informatici multimediali

Collegamento ad Internet e Rete
Interna di Istituto , tutti i plessi
Macchina fotocopiatrice : tutti i plessi
Lavagna luminosa LIM in dotazione
in alcuni plessi dell’Istituto.
Dotazioni didattiche
Biblioteca :
tutte le
scuole
Videoteca :
tutte le
scuole
Riviste didattiche : tutte le
scuole
Spazio
Tutte le scuole
all’aperto
Le attrezzature delle scuole necessitano con maggior frequenza di manutenzione, rendendo necessaria la previsione di
costi anche per la sostituzione dei materiali che diventano obsoleti. Le risorse economiche dell’Istituto non permettono un
incremento cospicuo delle dotazioni strumentali, tuttavia la cultura del recupero dell’esistente e la gestione comune
permette di razionalizzare la distribuzione e valorizzare al massimo le risorse materiali.
Il contesto operativo
Sul piano operativo l’istituto si muove seguendo le scelte fondamentali previste nel piano annuale delle attività del
Collegio che rappresenta un importante punto di riferimento da tenere presente anche per la stesura del programma
annuale.
Da sottolineare che nell’erogazione del servizio tutti gli operatori scolastici dell’Istituto fanno riferimento in primo luogo al
diritto inviolabile dell’alunno a ricevere un’educazione ed una istruzione adeguate alle esigenze del contesto sociale e
culturale. L’offerta formativa tiene conto dei bisogni di ciascun alunno nel rispetto dei ritmi e dei modi di apprendere.
In tutte le scuole dell’Istituto la pratica educativa fa riferimento a:
 Rispetto dell’unità psico-fisica della persona “alunno” : formazione che tende allo sviluppo integrale ed armonico della
persona e, pertanto, mira tanto agli aspetti cognitivi, quanto a quelli fisici, affettivi, relazionali.
 Centralità della corporeità in quanto approccio naturale del bambino al mondo esterno ; il corpo, strumento di
relazione, viene considerato come potente mezzo di espressione e comunicazione.
 Cultura dell’esempio : i valori fondamentali non possono essere semplicemente trasmessi all’alunno, bensì
concretamente praticati dagli adulti, in modo coerente, nel contesto di relazione educativa.
 Atteggiamento di ricerca : considerato che cultura e scienza concordano sul fatto che in nessun campo è possibile
scoprire una verità certa e assoluta, la scuola non può essere depositaria della verità . Il compito primario ed
irrinunciabile è quello di fornire agli alunni gli strumenti indispensabili per costruirsi una propria interpretazione del
mondo e della realtà da mettere costantemente a confronto con quella degli altri.
 Educazione all’impegno ed al senso di responsabilità : ogni persona può e deve progettare la propria vita nella
massima libertà possibile nella consapevolezza che essa si concretizza nel momento in cui inizia quella degli altri. Il
rispetto degli impegni assunti ed il senso di responsabilità caratterizzano il comportamento della persona
autenticamente libera.
 Valenza formativa del gruppo : Il gruppo classe e la comunità scolastica rappresentano contesti formativi
fondamentali per la crescita degli alunni in quanto favoriscono la discussione ed il confronto, strumenti reali di
supporto allo sviluppo sociale, affettivo e cognitivo.
Le attività educative e d’insegnamento sono finalizzate in ogni caso a garantire a tutti gli alunni le opportunità formative
necessarie per raggiungere risultati coerenti rispetto a quanto enunciato nelle dichiarazioni d’intento del POF dell’ istituto,
che mira ad evidenziare le caratteristiche del sistema in risposta alla politica scolastica:
13
o
Flessibilità intesa come capacità della scuola di tenere conto delle esigenze del contesto migliorando
l’organizzazione, la qualità delle scelte formative e delle proposte didattiche curricolari ed extra curricolari.
o Integrazione riguardante la coerenza progettuale complessiva e la capacità di realizzare relazioni costruttive
all’interno della comunità scolastica come all’esterno.
o Responsabilità, diffusa a tutti i livelli, della scuola che si avvale della propria capacità decisionale per scegliere
consapevolmente criteri di individuazione delle risorse e degli strumenti per raggiungere obiettivi formativi e per
decidere analisi di qualità e criteri di autovalutazione.
In generale la politica scolastica dell’istituto risponde a principi irrinunciabili quali:
 Impegno nella direzione
 Uguaglianza ed equità
 Accoglienza ed integrazione
 Diritto di scelta
 Continuità e flessibilità
 Trasparenza
 Partecipazione e senso di appartenenza
Da qui le finalità del programma che rappresentano lo sfondo integratore della gestione del sistema scuola sempre più
difficile data la peculiarità del momento storico che la scuola in generale sta vivendo e la difficoltà di reperire risorse e
mezzi per affrontare con maggior incisività il percorso di miglioramento.
DESCRIZIONE DELLE FINALITA’ DEL PROGRAMMA ANNUALE 2014
Finalità generali
Le diverse azioni previste dal programma annuale sono da considerare indispensabili al buon andamento delle attività
dell’istituto ed al miglioramento del servizio scolastico, sia sul piano della didattica che sul piano dell’organizzazione.
Gli obiettivi generali pertanto rimangono sostanzialmente invariati rispetto all’anno precedente nella loro descrizione;
nello specifico invece vengono di seguito evidenziate situazioni particolari che hanno condotto a scelte specifiche.
Finalità
Garantire
continuità
nell’erogazione
del servizio scolastico
Promuovere
un utilizzo razionale e
flessibile
delle risorse umane
assegnate all’istituzione
scolastica per garantire il
miglioramento
complessivo dell’azione
amministrativa e
didattica
Garantire
un incremento adeguato
delle attrezzature e
delle principali dotazioni
dell’istituzione scolastica
Sostenere
La formazione del
personale
Interventi















L’attribuzione di supplenze temporanee, soprattutto nelle scuole
dell’infanzia e primarie, per la sostituzione del personale docente assente
nei limiti assegnati dal Budget di Istituto, con la dotazione base;
L’assegnazione di ore eccedenti al personale in servizio disponibile alla
sostituzione dei colleghi assenti o ad attività di ampliamento dell’offerta
formativa
Organizzazione flessibile dell’orario di servizio di tutto il personale
Pianificazione delle attività collegiali e dei servizi amministrativi
Programmazione degli incontri;
Il pieno utilizzo delle risorse finanziarie assegnate per la retribuzione dei
docenti incaricati come funzione strumentale, ( insieme di professionalità
che esercitano per la responsabilità diffusa e partecipata), del personale
ATA al quale vengono attribuiti gli incarichi
specifici previsti dal CCNL.
Gestione funzionale dell’organico d’istituto.
Laboratori d’informatica
Laboratorio musicale
Biblioteche
Attrezzature audiovisive e scientifiche di modesta entità
Lavagne interattive multimediali (LIM)
Promozione della cultura della sperimentazione e della ricerca
Pianificazione di azioni mirate alla formazione ed aggiornamento di tutto il
personale in servizio. (Il cambiamento esige azioni mirate su bisogni reali
rispetto a competenze professionali specifiche, a-specifiche, di sistema) :
 Formazione specifica del personale docente : da privilegiare la
dimensione comunicativa in relazione al Piano sulla Sicurezza, al
Documento Programmatico sulla Sicurezza Dati e sull’avviamento
delle procedure per l’accreditamento della certificazione di qualità.
 Personale ATA, assistenti amministrativi :



sul piano operativo : gestione Sissi , Sistema Sidi etc. ;
sul piano etico : funzione e ruolo nella scuola che cambia;
Sul piano organizzativo : pianificazione delle attività
programmazione degli interventi.
e
14
Alimentare
lo scambio con altre
esperienze
del territorio provinciale,
regionale, nazionale
Il confronto rappresenta la condizione indispensabile per superare il rischio
dell’autoreferenzialità:
 Confronto interno di esperienze specifiche
 Confronto esterno con altre scuole, con le famiglie, con le esperienze
realizzate all’interno della Comunità Montana, dei Comuni, etc.
 Supervisione di esperti delle esperienze più significative.
Garantire
 Organizzazione flessibile del lavoro in relazione alle esigenze del servizio
Il miglioramento
 L’incremento dell’informatizzazione delle procedure
complessivo dell’azione  La formazione del personale sui nuovi compiti connessi all’attuazione
amministrativa
dell’autonomia e dei vari procedimenti normativi
Sostenere e migliorare 
la progettualità

per dare maggior qualità 
alla didattica

Incrementare la diffusione della progettualità
Sostenere i progetti d’istituto
Valorizzare i progetti che sperimentano nuove strategie per favorire
l’apprendimento personalizzato
Dare il giusto peso , la dovuta importanza alle iniziative che tendono a
“qualificare” l’attività didattica
Organizzazione interna:
Nell’ottica delle finalità sopra evidenziate il sistema scuola ha bisogno di attrezzarsi per riconoscersi come insieme
integrato all’interno del quale ognuno deve riconoscersi per fare la sua parte .
Ogni funzione è stata descritta in un profilo di riferimento che mette in evidenza i compiti necessari per il suo
espletamento.
Le modalità di attribuzione dei compensi in relazione alle funzioni assegnate per l’anno scolastico 2013/2014 sono
regolate dal CCNL e CCNI e saranno definite a livello di contrattazione decentrata d’Istituto.
PROGRAMMAZIONE PREVISIONALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2014
Il quadro completo delle attività e dei progetti previsti dal POF per l’anno scolastico 2013/2014 rappresenta di
fatto la condizione per l’elaborazione del programma annuale che richiede di definire in prima istanza la consistenza
delle somme da porre in entrata.
In sintesi il totale delle somme poste in essere nel Programma Annuiale E.F. 2014, trovano riscontro
nel Modello J “ situazione amministrativa alla data del 31 Dicembre 20132 ( termine esercizio finanziario precedente) in
cui è indicato il Fondo Cassa alla data del 01/01/2014 pari ad €: 49.290,91, il riepilogo dei Residui Attivi e Passivi
esistenti sempre alla data del 01/01/2014, è di €: 10.753,31+ , e l’Avanzo di Amministrazione alla data del 31 Dicembre
2013 pari ad €: 60.044,22 .
Il quadro completo delle attività e dei progetti previsti dal POF per l’anno scolastico 2013/2014 rappresenta di
fatto la condizione per l’elaborazione del programma annuale che richiede di definire in prima istanza la consistenza
delle somme da porre in entrata.
Avanzo di Amministrazione Esercizio Finanziario 2013
Visto il Mod. J “Situazione amministrativa definitiva di fine esercizio 2013 “ , da cui risulta che
il Fondo Cassa alla data del 31 Dicembre 2013 è di € 49.290,91 ed un avanzo di
amministrazione di €: 60.044,22 ;
Preso atto che l’avanzo di amministrazione vincolato riguarda assegnazioni con vincolo di
destinazione finalizzate ad impegni precisi e utilizzate in attività e progetti come risulta
dal Mod. H “ Conto Consuntivo E.F. 2013 “ ;
Considerato che dal Mod. C “Situazione Amministrativa presunta al 31/12/2013” l’avanzo di
amministrazione complessivo alla data di fine esercizio 2013 ( 31/12/2013) è di €: 60.044,22 ;
Preso atto che il riutilizzo completo dell’avanzo di amministrazione di cui sopra è subordinato
alla riscossione dei Residui Attivi degli anni precedenti ;
SI PROCEDE
alla riutilizzazione dell’Avanzo di Amministrazione E.F. 2013 nel Programma Annuale dell’ E.F.
2014 , per la somma di €: 60.044,22 negli Aggregati di Spesa e nei Progetti di Istituto come
sottoriportato ;
15
RIUTILIZZO AVANZO DI AMMINISTRAZIONE E.F. 2013 :
AGGREGATI DI SPESA
A01 . AMMINISTRATIVO
Programmazione
definitiva 2013
SOMME
IMPEGNATE
Differenze
in + o in -
80.896,31 +
67.936,19 –
12.960,12 +
SOGGETTO A VINCOLO
A01 E.F. 2014
€: 12.960,12+
SOGGETTO A VINCOLO
A02 E.F. 2014
€: 6.830,11+
A02 . DIDATTICO
21.716,75 +
14.886,64-
6.830,11
A03 . Spese di Personale:
11.386,41 +
9.625,60 -
1.760,81 +
SOGGETTO A VINCOLO
A03 E.F. 2014
€:1.760,81+
730,67 +
0,00 -
730,67+
SOGGETTO A VINCOLO
A04 E.F. 4
€: 730,67+
114.730,14 +
92.448,43 -
22.281,71 +
Programmazion
e
definitiva 2013
2.855,00 +
SOMME
IMPEGNATE
Differenze
in + o in -
2.483,01 -
371,99 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 = €: 371,99 =
P01
( + 2.000,00 )
P02 :PROGETTO ACCOGLIENZA CONTINUITA’ –ORIENTAMENTO
428,45 +
354,22-
74,23 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 : €: 74,23=P02
P03 : ARRICCHIMENTO
LINGUISTICO E CULTURALE
5019,00 +
3855,80-
1.163,20 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 = P03 €:
1.163,20
(+ 2.500,00 + 2.000,00 )
Carducci + Smile
P04 : PROGETTO ATTIVITA’
MUSICALI
7.396,74 +
1.133,00 -
6.263,74
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 = P04
€:3.763,74
E.F. 2014 = P03 €:
2.500,00
P05 : PROGETTO INTERCULTURA
725,51 +
0,00 -
725,51 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 = P05 €: 725,51
P06 : PROGETTO DIDATTICA
LABORATORIALE
1.874,26 +
986,84 -
887,42 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 =P06 €: 887,42
+
(+ 1.000,00 )
Museo del Bali’
P07 : PROGETTO AMBIENTE E
SALUTE
3.301,89 +
2.348,39
953,50 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 =P07 €: 953,50
P08 – PROGETTO RECUPERO E
POTENZIAMENTO
0,00 +
0,00-
0,00 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 = €: 0,00
A04 . INVESTIMENTO
TOTALE : ATTIVITA’
P R O G E T T I DI ISTITUTO :
PO1 : PROGETTO X ( Sussidi
Didattici etc. )
+
RIUTILIZZO NEL
PROGRAMMA 2014
+
RIUTILIZZO NEL
PROGRAMMA 2014
16
P09- PROGETTO FORMAZIONE E
NUOVE TECNOLOGIE
11.613,26 +
3.774,20-
7.839,06 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 = P09
€:3.839,06
E.F. 2014 =
P01€:2.000,00
E.F. 2014 = P03
€:2.000,00
P10 : PROGETTO USCITE
DIDATTICHE E VIAGGI DI
ISTRUZIONE
9.013,36+
3.109,35 -
5.904,01 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 =P10 €:
4.904,01
E.F. 2014 =P06 €:
1.000,00
P11 : PROGETTO INTEGRAZIONE
ALUNNI
1.004,61 +
9,35-
995,26 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 = P11 €: 995,26
0,00 +
0,00-
0,00 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 = €: 0,00
P13 : PROGETTO C.T.I. CENTRO
TERRITORIALE INTEGRAZ. H.
5.818,19 +
4.067,31-
1.750,88 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 = P13 €:
1.750,88
TOTALE PROGETTI
49.050,27+
22.121,47-
29.928,80 +
SOGGETTO A VINCOLO
E.F. 2014 = €: 26.928,80
104,00 +
0,00
104,00+
R98 = 104,00 +
163.884,41 +
114.569,90-
P12 : PROGERIUM –VALORIZ.
RISORSE UMANE
R98 – FONDO DI RISERVA
TOTALE GENERALE
49.314,51+
PROGRAMMA ANNUALE –ESERCIZIO FINANZIARIO 2014
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AL 31.12.2013 …€: 60.044,22 +
REIMPIEGO AVANZO DI AMMINISTRAZIONE:
importo
importo non vinc.
vincolato
Ag
gr.
Voce
A
A01
A02
A03
A04
A05
ATTIVITA '
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
1^ Totale
12.960,12
6.830,11
1.760,81
730,67
0,00
€: 22.281,71 +
Vincolate
133,32
0,00
0,00
0,00
0,00
133,32 +
P
P01
P02
P03
P04
P05
P06
P07
P08
P09
P10
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
2.371,99
74,23
5.663,20
3.763,74
725,51
1.887,42
953,50
0,00
3.839,06
4.904,01
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
P11
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
995,26
///
P12
Riutilizzo avanzo di Amministrazione
1.750,88
0,00
€: 26.928,80 +
Vincolate
€: 0,00 +
PROGETTI :
2^ Totale
17
Totale ( Riutilizzo Av. Ammin.ne)
Vincolato
€: 49.210,51 +
Non Vincolato
€: 10.833,71 =
( 133,32+10.700,39)
=============
TOTALE €: 60.044,22 +
TOT.GENERALE
AVANZO DI AMMIN.NE
€: 60.044,22 +
RIEPILOGO AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 2013
Riferimento
Consistenza
€ : 49.290,91+
Fondo cassa al 31 dicembre 2013
€: 10.753,31+
Residui attivi al 31 dicembre 2013
€:
0,00 Residui passivi al 31 dicembre 2012
Avanzo ammin.ne al 31/12/2013
Vincolato
Non vincolato
TOTALE
Simbolo
A
B
C
€: 60.044,22 +
€ 49.210,51 +
€: 10.833,71 +
€: 60.044,22 +
La provenienza delle economie accertate, relativamente alle attività ed ai progetti, confluite nell’avanzo di
amministrazione da impiegare nel Programma Annuale 2014 è la seguente :
Aggregato / voce
AO1 FUNZIONAMENTO
AMM.VO
A02 FUNZIONAMENTO
DID.CO
A03 SPESE DI PERSONALE
Tipologia di provenienza
Economie soggette a vincolo di destinazione
precedente
Economie soggette a vincolo di destinazione
precedente
Economie soggette a vincolo di destinazione
precedente
A04 SPESE DI INVESTIMENTO Economie soggette a vincolo di destinazione
precedente
PROGETTI DI ISTITUTO
Economie soggette a vincolo di destinazione
Esercizio Finanziario precedente .
derivanti da Esercizio Finanziario
derivanti da Esercizio Finanziario
derivanti da Esercizio Finanziario
derivanti da Esercizio Finanziario
e non a vincolo , derivanti da
Nel dettaglio il Modello D indica la consistenza e la suddivisiione delle economie da riutilizzare negli aggregati di
Spesa A : ( A01, A02, A03, A04,) nei Progetti di Istituto da P1 a P12.
Nell'esercizio finanziario 2013 si sono verificate economie di bilancio per una somma complessiva di
€ 60.044,22 di cui si è disposto il totale prelevamento. La somma si compone di € 10.833,71 senza vincolo di
destinazione e di € 49.210,51 provenienti da finanziamenti finalizzati.
Totale utilizzo dell'avanzo di amministrazione vincolato di € 49.210,51 e non vincolato di € 133,32. La parte rimanente
andrà a confluire nella disponibilità finanziaria da programmare (Z01).
LINEE PROGRAMMATICHE DELLE ENTRATE PER L’ESERCIZIO
FINANZIARIO 2014
Le linee programmatiche sono elaborate sulla base dei finanziamenti garantiti dallo Stato,
dagli Enti Locali che si sono resi disponibili a finanziare, in maniera diretta o attraverso il contributo alla scuola, progetti
specifici approvati ad Collegio dei Docenti, quali parti integranti del POF, nonché da contributi erogati dalle famiglie degli
alunni.
18
Gli stanziamenti previsti per le spese riflettono le risorse finanziarie a disposizione dell’Istituto e sono
strettamente correlati alle spese che si prevede di sostenere effettivamente attraverso una gestione che tiene conto:
- delle caratteristiche logistiche della scuola e delle attrezzature di cui essa dispone ;
- dal fatto che gran parte delle risorse finanziarie disponibili relative al finanziamento statale è destinata alle spese
obbligatorie .
Pur tenendo conto di tali condizioni, che potrebbero sembrare anche limitative, e pur considerando che in ogni caso
la gestione deve tendere al miglioramento del servizio che la scuola istituzionalmente è tenuta ad offrire,
nell’elaborazione del Programma Annuale si è cercato di indirizzare le risorse su quelle spese che in tutti i modi
possono :- garantire la continuità nell’erogazione del servizio, mediante l’ attribuzione di incarichi di supplenza
temporanea per la sostituzione del personale assente e l’assegnazione di ore eccedenti al personale in servizio per
sostituzioni di colleghi assenti. Il ricorso alle supplenze risulta del tutto indispensabile a seconda delle varie tipologie di
assenza, e sarà valutata la possibilità di nominare il Personale Supplente solo nei casi si assoluta necessità ;
- promuovere un utilizzo razionale e flessibile delle risorse umane assegnate all’istituzione scolastica allo scopo di
garantire il miglioramento complessivo dell’azione amministrativa e didattica ;
- garantire la valorizzazione delle risorse umane assegnate all’istituzione scolastica mediante un uso efficace e
razionale del FIS ;
- ampliare l’offerta formativa di cui la scuola è portatrice con un’attività progettuale ampia, mirata, qualificante e
innovativa ;
- rafforzare il patrimonio delle risorse didattiche, scientifiche e librarie ;
- migliorare l’offerta formativa di cui la scuola si fa garante attraverso il monitoraggio
interno ed esterno (Programmazione e Valutazione, Autovalutazione d’istituto, Coordinamento POF) ;
- garantire a ciascun plesso le risorse necessarie per l’azione didattica quotidiana
incrementando in modo adeguato le attrezzature e le principali dotazioni dell’istituzione scolastica (laboratori di
informatica /LIM,biblioteche scolastiche,attrezzature audiovisive etc. ) ;
- aggiornare il personale docente e non docente l’innovazione a livello di istituzione
scolastica si realizza con una adeguata azione di formazione e aggiornamento rivolta ai docenti e al personale ATA. Per
gli assistenti amministrativi per sostituzione del DSGA, per il coordinamento dell’area
amministrativa alunni e per la collaborazione alla realizzazione delle varie scadenze ed adempimenti amministrativi in
corso d’esercizio.
RIEPILOGO ENTRATE ESERCIZIO FINANZIARIO 2014
Ente
MIUR
ROMA
CONTRIBUTI del MIUR
Prot. n° 9626 del 17/12/2013 , avente per
oggetto “ PREDISPOSIZIONE DEL PROGRAMMA
ANNUALE 2014 ….. “ €: 4.658,66 per A01 -A02
€: 80,00 per alunni disab.
previsione
€: 2.500,00 su A01
per funz. Amm.vo
Prot. n° 9851 del 20/12/2013 , avente per
oggetto “ Assegnazione etc. per alunnni disabili “
€: 149,32 per alunni disab.
€: 80,00 + 149,32
Tot. €: 229,32 su P11
Progetto Integrazione alunni
disabili
Prot. n°728 del 21/01/2014 avente per oggetto Modifiche
“AL PROGRAMMA ANNUALE 2014-….. “
€: 11.519,17 +
€: 29.564,53 =
============
Tot. €: 41.083,70 su A01
per Contratti pulizia Mesi di
Genn.Febb. 2014 e
Marzo/Giugno 2014
€: 45.971,68 +
TOTALE
€: 2.158,66 su A02
per Funz. Did.co
19
Comune di
Urbino
Comune di
Urbino
Contributo
Alunni
Contributo
Alunni
Contributo
Alunni
Contributo
Alunni
Contributi
Privati
De Sensi
Luca
Cannarile
Fabio
Smacchia
Matteo
€: 3.000,00
Su A01
Assegnazione finanziamento in tema di servizi scolastici
di cui al DLgs.16.4.1994 n° 297, art.159
Anno 2012.
Assegnazione per Protocollo intesa sulle Funzioni Miste
A.S. 2012/13
TOTALE
Contributo per Noleggio Strumenti Musicali
€: 10.415,00
Su A03
€: 13.415,00 +
€: 240,00+
Su P04
€: 70,00
Su A01
€: 91,50
Su P06
€: 2.314,00
Su P06
/////////////////////////
Contributo per Quote Assicurative
Contributo per Progetto CEA
Contributo per Progetto Museo del Bali’
€: 546,00
Su P01
€: 126,00
Su P01
€: 96,00
Su P01
€: 3.483,50 +
€ 47,09 +
Su A01
Contributo per Affitto Palestra Scolastica
Contributo per Affitto Palestra Scolastica
Contributo per Affitto Palestra Scolastica
TESORERIA BANCA
ENTE POSTE ITALIANE
Interessi Bancari / Postali
TOTALE
Interessi c.c. bancario di Tesoreria Banca d’Italia
€
Interessi conto postale di Tesoreria n°12300619
€
TOTALE
27,09 +
Su A01
74,18 +
TOTALE: 45.971,68+13.415,00+3.483,50+74,18 = €: 62.944,36 +
L’entità complessiva delle Entrate previste per l’Esercizio Finanziario 2014 è cosi’ composta Le risorse
finanziarie, di cui dispone
l’Istituto Comprensivo e sulle quali si basa il Programma Annuale 2014
sono
complessivamente pari a € 62.944,36 +
Le risorse finanziarie, di cui dispone l’Istituto Comprensivo e sulle quali si basa il Programma Annuale 2014 sono così
suddivise:
€
2.a. Aggregato 01: Avanzo di amministrazione
“
Avanzo da programmare
€:
49.210,51+10.833,71
€
2.b. Aggregato 02: Finanziamento dello Stato :
Aggregato 4 – Fin. Enti Locali
Aggregato 5 - Contributi da Privati
Aggregato 9 – Altre Entrate
60.044,22
€
€:
€:
45.971,68
13.415,00
3.483,50
74,18
TOTALE GENERALE DELLE ENTRATE E.F. 2014…€: 122.988,58 +
L’entità complessiva delle Entrate previste per l’Esercizio Finanziario 2014 è cosi’ composta . Le
risorse finanziarie, di cui dispone l’Istituto Comprensivo e sulle quali si basa il Programma Annuale 2014
sono complessivamente pari a € 122.988,58 + come indicato nel sottoindicato prospetto .
20
Modello A (Programma Annuale) E.F. 2014 .
PARTE PRIMA - ENTRATE
Aggr.
01
Voce
01
02
02
01
02
03
04
05
03
01
02
03
04
04
01
02
03
04
05
06
05
01
02
03
04
06
01
02
03
04
07
01
02
03
04
08
01
02
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Non vincolato
Vincolato
Finanziamenti dallo Stato
Dotazione ordinaria
Dotazione perequativa
Altri finanziamenti non vincolati
Altri finanziamenti vincolati
Fondo Aree Sottoutilizzate FAS
Finanziamenti dalla Regione
Dotazione ordinaria (1)
Dotazione perequativa (1)
Altri finanziamenti non vincolati
Altri finanziamenti vincolati
Finanziamenti da Enti locali o da altre istituzion
Unione Europea
Provincia non vincolati
Provincia vincolati
Comune non vincolati
Comune vincolati
Altre istituzioni
Contributi da privati
Famiglie non vincolati
Famiglie vincolati
Altri non vincolati
Altri vincolati
Proventi da gestioni economiche
Azienda agraria
Azienda speciale
Attività per conto terzi
Attività convittuale
Altre entrate
Interessi
Rendite
Alienazione di beni
Diverse
Mutui
Mutui
Anticipazioni
Importo
60.044,22
10.833,71
49.210,51
45.971,68
45.971,68
13.415,00
13.415,00
3.483,50
3.483,50
74,18
74,18
Per un totale entrate di € 122.988,58
PARTE SECONDA - SPESE
Aggr.
A
Voce
A01
A02
A03
A04
A05
P
P01
P02
P03
P04
P05
P06
Descrizione
Attività
Funzionamento amministrativo generale
Funzionamento didattico generale
Spese di personale
Spese d'investimento
Manutenzione edifici
Progetti
PROGETTO X : SUSSIDI DIDATTICI PLESSI ISTITUTO
PROGETTO ACCOGLIENZA CONTINUITA' ORIENTAMENTO
PROGETTO ARRICCHIMENTO LINGUISTICO E CULTURALE
PROGETTO ATTIVITA' MUSICALI
PROGETTO INTERCULTURA
PROGETTO DIDATTICA LABORATORIALE
Importo
59.821,32
8.988,77
12.175,81
730,67
0,00
3.139,99
74,23
5.663,20
4.003,74
725,51
4.292,92
21
Aggr.
Voce
P07
P08
P09
P10
P11
P12
Descrizione
PROGETTO AMBIENTE E SALUTE
PROGETTO RECUPERO E POTENZIAMENTO
PROGETTO FORMAZIONE NUOVE TECNOLOGIE INFORMATICHE
PROGETTO USCITE DIDATTICHE E VIAGGI ISTRUZIONE
PROGETTO DI INTEGRAZIONE ALUNNI
C.T.I.CENTRO TERRIT.LE RISORSE PER L'INTEGRAZIONE
Importo
953,50
0,00
3.839,06
4.904,01
995,26
1.750,88
0,00
G
G01
G02
G03
G04
R
R98
Z
01
Gestioni economiche
Azienda agraria
Azienda speciale
Attività per conto terzi
Attività convittuale
Fondo di riserva
Fondo di riserva
0,00
0,00
0,00
0,00
200,00
Per un totale spese di € 112.258,87.
Disponibilità finanziaria da programmare
10.729,71
Totale a pareggio € 122.988,58
IMPEGNI DI SPESA E.F. 2014
Gli impegni di spesa avvengono sulla base dei “Criteri e limiti di negoziazione” deliberati dal Consiglio di Istituto e si
ripartiscono in 5 parti:
1. A 01 : Funzionamento Amministrativo generale
Le attività previste sono finalizzate a garantire il funzionamento amministrativo generale dell’Istituto. Sono state quindi
considerate tutte quelle attività che non sono riferibili a specifici progetti di lavoro, ma che costituiscono l’indispensabile
supporto generale allo svolgimento degli stessi.
Vengono quindi imputate al funzionamento amministrativo generale le spese relative a :
- Fornitura di cancelleria , stampati, carta, rinnovo abbonamenti a riviste scolastiche e modulistica ad uso degli uffici
Amministrativi e di Presidenza ;
- registri di Classe etc. e degli Insegnati per la Scuola Sec. di 1^ grado ;
- manutenzione e funzionamento delle attrezzature per la fotoriproduzione e per la stampa, manutenzione e
funzionamento delle attrezzature informatiche in dotazione agli uffici ;
- materiale igienico , sanitario e di pulizia ambienti scolastici Scuole Sec. di 1^ Grado ;
- materiale ad uso Amministrativo e per l’Ufficio di Presidenza;
- spese di amministrazione: postali, spese varie di funzionamento, bancarie etc. ;
- Terziarizzazione per servizi di pulizia e consulenza in materia di supporto informatico , Hardware e sistemi
informatici ;
- noleggio macchine fotocopiatrici e spese di funzionamento per fotocopie ;
- spese per affrancatura , spese conto di tesoreria etc.
2.
A 02 : Funzionamento Didattico generale
Le attività previste sono finalizzate a garantire il funzionamento didattico generale delle scuole Si tratta di attività non
riferite a singoli progetti didattici, ma volte a conseguire il complessivo funzionamento ordinario e didattico dei sette plessi
Scolastici dipendenti .
Vengono imputate al funzionamento didattico generale le spese relative a:
- acquisto di materiale di didattico consumo per le esercitazioni pratiche degli alunni ;
- acquisto di sussidi didattici e materiale bibliografico per alunni ed insegnanti, quali strumenti di lavoro
- manutenzione dei sussidi e delle attrezzature in dotazione ai singoli plessi ;
- organizzazione di iniziative culturali ;
- noleggio macchine fotocopiatrici dei vari plessi scolastici ;
- consulenze didattiche , canoni informatici e spese per Laboratori Informatici o multimediali ;
- acquisto di materiale tecnico e specialistico ad uso didattico;
- abbonamenti a riviste scolastiche.
22
3.A 03 : Spese di personale
La programmazione delle spese di personale è finalizzata a garantire l’erogazione del servizio scolastico e, in
particolare :
-
Compensi per indennità di missione del Collegio dei Revisori dei Conti
Indennità al Presidente Commissione Esami di Stato Licenza Media .
4.A 04 : Spese di investimento
Fanno parte di questo aggregato le spese relative all’ acquisto di arredi scolastici, mobili per uffici, sussidi didattici ed
audiovisivi soggetti ad operazioni di inventario nonché attrezzature scientifiche , ricreative e ginnico sportive..
5. Progetti di Istituto – da P1 a P12
In sintesi i Progetti di Istituto dell’ esercizio finanziario 2014 sono i seguenti :
Per tutti i progetti sono previsti monitoraggi in itinere e finali, volti a verificare la valenza culturale, la frequenza,
l’interesse, parametri di successo, efficienza, economicità.
Le schede allegate alla presente relazione riportano più dettagliatamente obiettivi e aggregati di spesa relativi ai singoli
progetti.
La Relazione Illustrativa, unitamente alla Relazione Tecnico-Finanziaria di accompagnamento al Programma Annuale,
corredata dagli allegati, sarà trasmessa ai Revisori dei Conti per l’acquisizione del previsto Parere di Compatibilità
Finanziaria.
PROGETTI – ESERCIZIO FINANZIARIO 2014
Progetti
P01
Progetto X
P02
Accoglienza,
continuità,
orientamento
Descrizione
Sussidi Didattici e Fornire ai Plessi Scolastici materiale didattico , di funzionamento ,
Materiale Tecnico
Specialistico
Una scuola che
accoglie e
orienta…
P03
Arricchimento
Linguistico e
OBIETTIVI/FINALITÀ
Lingue-
Culturale (Progetto intercultura
tecnico specialistico ecc.
Promuovere il riconoscimento delle attitudini in modo che ogni
ragazzo divenga consapevole delle sue potenzialità al fine di
effettuare scelte consapevoli. Agevolare l'inserimento dei bambini/e
DESTINATARI
Istituto
D.S./DSGeA
Budget
3.139,99
Istituto: alunni delle classi
ponte.
Romiti
Scaramucci
nell'ambiente scolastico. Favorire il passaggio da un ordine di
74,23
scuola all'altro.
Sviluppo della motivazione all'apprendimento di una seconda
Istituto: alunni
della lingua straniera. Insegnamento di discipline in lingua inglese.
della primaria e della
lingua. Ampliamento del lessico e maggior consapevolezza dell'uso
Europa)
dell'infanzia di 5 anni,
secondaria.
a) Progetto musica
Avvicinare gli alunni ai linguaggi musicali, modulando le attività
Istituto: allievi del corso
2013/14.
primaria e secondaria.
della scuola secondaria e
"Music Box" -
Referente
per le diverse fasce di età. Favorire la continuità tra scuola
Pieri
+
Esperto
5.663,20
esterno
musicale, altri alunni
Pupita
le classi quinte della
primaria
b) Laboratorio di
Avvicinare gli alunni ai linguaggi musicali, modulando le attività
Secondaria: alcuni gruppi
LAB 19
realizzazione di brani musicali con lo strumento a voce.
richiesto l'inserimento nel
strumento: MUSIC
P04
Attività musicali
per le diverse fasce di età. Sviluppare il senso ritmico con la
c) Progetto sette
Avviamento allo studio di uno strumento musicale. Costi in parte a
suoni
carico delle famiglie, in parte a carico del comune e in parte a
carico dell'istituto.
di alunni che avevano
Donati
corso musicale
4.003,74
Primaria: alunni delle
classi 3a, 4a e 5a di
Canavaccio; delle 4a e 5a
di Mazzaferro; della 4a di
Sasdelli
L. Romani
Mariotti
Piansevero.
d) Spettacolo di
fine anno
scolastico
a) Con-senso di
P05 Intercultura
con-tatto
Allestire il saggio finale con canti, anche in inglese, e balli di
gruppo
Primaria: alunni delle
classi di Mazzaferro
Accettazione delle diversità e delle differenze. Condividere i
Infanzia: bambini della
musiche.
Mazzasette
comunicare emozioni. Muoversi nello spazio in base a suoni,canti e scuola dell'infanzia di Ca'
Sasdelli
Mazzini
725,51
23
b) TWOGETHER:
Intercultura,
solidarietà. Perché
Condividere i valori della comunità e apprezzare l'essere cittadini
del mondo.
cambia il
Infanzia: bambini e
famiglie dell'infanzia
Valerio
Marsili
panorama intorno
a noi?
c) Tombola a
Piansevero:
Sensibilizzare gli alunni e le famiglie nei confronti della adozione a Primaria: alunni di
distanza.
Piansevero
d)Tutti insieme ….
Sviluppare il senso dell'identità personale. Essere disponibili ed
Infanzia: bambini
DIVERSI
confronti dellamulticulturalità.
Canavaccio
progetto twogether
DIVERSI AMICI
accoglienti verso gli altri. Sviluppare un correttoatteggiamento nei
dell'infanzia di
e) Teatro a scuola
Saper drammatizzare. Sapersi muovere seguendo un ritmo ed
Primaria: alunni di Pieve
a)Progetto
Individuare la biblioteca come luogo di relazione sociale. Leggere
Istituto: bambini della
"LETTURA -
BIBLIOTECA"
indicazioni date.
per imparare ed approfondire. Leggere per il piacere dileggere.
chitarra
scuola dell'infanzia
Valerio e alunni delle
Istituto
Stimolare la fantasia e la creatività. Sviluppare le abilità manuali.
Secondaria: un piccolo
gruppo di alunni
d) Informatica
Assumere lo strumento multimediale come ordinario ambiente di
Secondaria: alunni delle
e) Avvio allo studio
Potenziamento delle abilità linguistiche.
Secondaria: alcuni alunni
del latino
P06 Didattica
Romiti
Tiberi
Bartolucci
Bucci
primarie
b) Progetto Volponi
c) Faccio io la mia
e Schieti
Scardacchi
studio per organizzare contenuti e percorsi didattici.
classi prime e seconde.
delle classi terze e le
classi prime e seconde a
laboratoriale
Forza
Cuceli
+ esperto
Bigini
Franci
TP.
f) Laboratori CEA
Istituto
g)L'orto viaggiatore Promuovere consapevolezza, responsabilità, competenza e
cittadinanza ambientale. Comprendere l'importanza di nutrirsi
correttamente.
h) Progetto
Balì"
Primaria: alunni delle
classi di Canavaccio,
Piansevero, Mazzaferro,
Scardacchi
Pieve e Schieti.
Forlini
i)) A scuola con
Saper drammatizzare. Sapersi muovere seguendo un ritmo ed
Primaria: alunni di 4^ e
a) Attività motoria
Fornire una base di esperienze motorie comuni a tutti gli alunni
Primaria: alunni della
b) Il GOLF a scuola
4.292,92
Istituto
"Museo del
sagome e ombre
Scardacchi
indicazioni date.
della scuola primaria
Potenziare capacità spaziali e oculo-manuali.
Familiarizzare con il gioco del GOLF. Socializzare.
5^ di Piansevero
scuola primaria di
Canale
Sasdelli
Mazzaferro
Istituto: alunni delle terze,
quarte e quinte
Mazzaferro. Alunni delle
Arcidiaco
classi seconde della
scuola secondaria.
P07
Ambiente e salute
c) Minivolley
d) Agire giocare
pensare:
PSICOMOTRICITÀ
e) Mangiar bene
…… conviene.
Primaria: alunni di tutte
le sedi
Favorire un sano e armonico sviluppo del corpo e delle sue
funzioni.
Acquisire consapevolezza di una alimentazione sana
Fraternale
953,30
Infanzia: bambini
infanzia Valerio.
Cepile
Primaria: alunni delle
classi quinte e genitori.
Secondaria: alunni della
Arcidiaco
Vitali
2^A e genitori
f) Frutta nelle
Abituare i giovani al consumo quotidiano della frutta.
Primaria: alunni di tutte
a) Recupero e
Valorizzare le attitudini e le abilità già acquisite, promuovendole
Istituto: alunni delle
per prevenire la dispersione scolastica.
secondaria. Secondaria:
scuole
P08
Recupero e
potenziamento
potenziamento
eccellenze. Favoriore interventi di sostegno e di aiuto allo studio
D.S.
le sedi
scuole primaria e
Frezza
Pieri
Romani
0,00
24
uno scolaro per amico.
b) Progetto
Stimolare gli alunni ad una maggiore motivazione allo studio.
studiare
Offrire l'opportunità di recuperare alcune abilità di base.
a)Attività inerenti
P09
Formazione e
nuove tecnologie
b) giardino del
Formazione verso una didattica metacognitiva, con particolare
sviluppo della
matecognitivo Bright Start di H.C. Haywood
competenza
classi di Canavaccio.
Istituto: tutti i Docenti
alla sicurezza
pensiero: lo
Primaria: gli alunni delle
attenzione all’individuazione di obiettivi a lungo termine. Metodo
imparare a
Scaramucci
Alunni e Insegnati
dell’Infanzia e dei primi
due anni della Primaria
3.839,06
Piacenza
imparare nella
Scuola
dell’Infanzia
a) Gemellaggio
P 10
Uscite didattiche e
viaggi di istruzione
b) Viaggi di
istruzione
naturalistico, artistico, culturale. Favorire la socializzazione.
d'ascolto
psicologico
b) Laboratorio di
arti espressive e
Territoriale Risorse
per l'integrazione
circa 60 alunni e alcuni
Scaramucci
trovano in difficoltà.
secondaria.
Integrare e socializzare attraverso il gioco creativo.
infanzia, primaria,
Istituto: alunni delle
scuole primaria e
secondaria
Sviluppare la capacità di manipolare con conseguente evoluzione
Istituto: alunni
Chef
alimentari.
scuole primaria e
Formazione sul
problema
dell'inclusione con
una psicologa.
della motricità fine. Eseguire le principali prassi igienico-
diversamente abili delle
Ticchi
Corsini
+ esperto
esterno
Corsini
Ticchi
secondaria
Dare a tutti gli alunni pari opportunità di apprendimento
995,26
Mariotti
effettuando lo screening per individuare problemi di dislessia.
Fornire un aiuto ai docenti per la gestione di alunni DSA/BES.
4.904,01
Istituto
Istituto: alunni di
studio. Accogliere le problematiche e le richieste dei genitori che si
Rossi
docenti.
c) Progetto cucina:
d) Progetto SPIDER
C.T.I. - Centro
Secondaria: un gruppo di
Promuovere negli alunni la fiducia in se stessi e la motivazione allo
comunicative
piccoli e grandi
P12
nei confronti dello studio delle lingue europee.
Migliorare la conoscenza del territorio dal punto di vista
a) Sportello
P 11 Integrazione
Scambio tra alunni italiani e francesi. Migliorare la motivazione
Docenti delle 19 scuole
della Rete
Esperto
esterno
1.750,88
DESCRIZIONE ANALITICA DELLE SPESE :
Nel Programma Annuale sono contenute le schede illustrative finanziarie di ciascuna Attività/Progetto, le quali
illustrano sia la spesa per aggregati e voci, sia la provenienza delle relative coperture finanziarie in ordine alle quattro
“Attività “ previste dal D.I n. 44/2001 e ai progetti finalizzati a migliorare l’organizzazione, innalzare i livelli di efficacia
dell’azione didattica ed ampliare l’offerta formativa. Aggregato A – Attività : A01-A02-A03-A04 .
La determinazione delle entrate da suddividere nell’area A01, funzionamento amministrativo generale, che viene
identificata come centro di costo dei servizi amministrativi ed ausiliari e nell’area A02, funzionamento didattico generale,
centro di costo per tutte le spese di carattere didattico non riferibili ad un singolo progetto si presenta come azione
prioritaria in quanto risponde alle esigenze imprescindibili della funzione del sistema scuola impegnato ad erogare un
servizio pubblico.
Prima di procedere a suddividere il totale delle entrate nei due aggregati si decide di detrarre prioritariamente le spese
più consistenti, che comunque afferiscono al funzionamento amministrativo e didattico, già impegnate per
il noleggio della macchina fotocopiatrice e per gli adempimenti di cui alla Legge 81/2008 (Centro Antinfortunistico Gruppo
Sea – FANO ) .
Per cui la consistenza finanziaria dell’aggregato A01, funzionamento amministrativo generale è così composta :
25
A01 Funzionamento amministrativo generale
DESCRIZIONE
In questa voce sono previste le spese di funzionamento amministrativo di carattere generale quali ad esempio
l’acquisto di cancelleria, stampati, materiale di pulizia, nonché le spese postali, per la manutenzione ordinaria e per
la locazione delle apparecchiature ed attrezzature degli uffici ed altre spese, correlate anche alle tecnologie
multimediali, contratti per servizi esterni ( D.Lg.vo 81/2008 e noleggio fotocopiatrice ), assicurazione alunni,
servizio mensa gratuita al personale docente. Spese per il funzionamento delle apparecchiature informatiche di
Segreteria e dell’Ufficio di Presidenza , e spese per abbonamenti a riviste amministrative .
In questo aggregato trovano imputazione anche le spese riferite alla terziarizzazione dei servizi di pulizia .
In sintesi la situazione dell’Aggregato A01 è riportata nella scheda allegata. Viene prevista inoltre l’anticipazione
del “fondo minute spese” a favore del DSGA, di cui All’art. 17 del Regolamento.
A
A01
Funzionamento amministrativo
59.821,32
generale
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Finanziamenti dallo Stato
Finanziamenti da Enti locali o da altre
istituzion
Contributi da privati
Altre entrate
Aggr.
01
02
04
05
07
Importo
13.093,44
43.583,70
3.000,00
70,00
74,18
Tipo
02
03
04
07
Spese
Descrizione
Beni di consumo
Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi
Altre spese
Importo
6.734,30
50.687,02
1.500,00
Oneri finanziari
900,00
A02 : FUNZIONAMENTO DIDATTICO GENERALE
In relazione a detta attività sono previste le spese per l’acquisto di libri, riviste, periodici, giornali tecnici e
scientifici riferiti all’attività didattica; le spese per l’acquisto di materiale per le esercitazioni di laboratorio; spese
per acquisti di modesta entità delle attrezzature tecnico-scientifiche; spese di manutenzione delle stesse, ivi
comprese quelle per i laboratori informatici e quelle afferenti alle esigenze connesse con l’attività didattica
generale; spese per l’acquisto di carta da fotocopia e materiale di facile consumo ad uso didattico.
A
A02
Funzionamento didattico generale
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Finanziamenti dallo Stato
Aggr.
01
02
Importo
6.830,11
2.158,66
Tipo
02
03
Spese di personale
aggregato A, voce A03
8.988,77
Spese
Descrizione
Beni di consumo
Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi
Importo
5.600,00
3.388,77
DESCRIZIONE
La previsione delle spese riguarda i compensi e le indennità per il trattamento accessorio spettante al
personale medesimo, in particolare il rimborso spese per i Revisori dei Conti , i compensi per Indennità al
Presidente Esami etc.
A
Aggr.
01
04
A03
Spese di personale
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Finanziamenti da Enti locali o da altre
istituzion
12.175,81
Importo
1.760,81
10.415,00
Tipo
01
03
04
Spese
Descrizione
Personale
Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi
Importo
11.080,00
695,81
Altre spese
400,00
Spese di investimento aggregato A voce A04
Le spese concernenti detta attività sono quelle che si prevede di sostenere per acquisti di beni mobili e
immobili non imputabili ad uno specifico progetto. Le spese previste nel programma rappresentano il
minimo possibile in un contesto come il nostro che si “affatica” per garantire un’offerta formativa adeguata.
La previsione di spesa nell’aggregato A04 per l’esercizio finanziario 2014 è così descritta :
A
A04
Spese d'investimento
730,67
Aggr.
01
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Importo
730,67
Tipo
06
Spese
Descrizione
Beni d'investimento
Importo
730,67
26
MANUTENZIONE EDIFICI ASCOLASTICI – AGGR. A05
A
A05
Manutenzione edifici
Entrate
Descrizione
Aggr.
0,00
Importo
Spese
Descrizione
Tipo
DISPONIBILITA’ FINANZIARIA DA PROGRAMMARE –AGGREGATO Z-
Importo
VOCE Z 01
In questa voce è stata previsto un avanzo per eventuali necessità da programmare in sede di gestione del
Programma Annuale 2014 . La somma iscritta nell’aggregato è data dalla differenza tra il totale delle entrate e il totale
delle uscite.
Aggr.v
Previsione iniziale
ATTIVITA’
oce
ANNO 2014
TOTALE PREVISIONE 2014
DISPONIBILITA’
PROGRAMMARE
TOTALI:
Z01
10.729,71
10.729,71
€: 10.729,71
FONDO DI RISERVA
VOCE R01
La cifra prevista di € 200,00 della dotazione ordinaria della scuola e verrà utilizzata per sostenere spese di attività o progetti non
previste in corso di Esercizio.
ATTIVITA’
Aggr.v
Previsione
TOTALE PREVISIONE 2014
oce
iniziale 2014
FONDO
RISERVA :
R 98
TOTALI:
200,00
€: 200,00
200,00
€: 200,00
PROGETTI DI ISTITUTO – ESERCIZIO FINANZIARIO 2014
Per l'aggregato P/Progetti è previsto un impegno di spesa comprensiva per €: 30.342,30
La commissione POF ha individuato alcune tematiche di riferimento generale per la classificazione dei Progetti , sudditi
per tematica e per Plesso di appartenenza
che meglio permettono di conoscere l’obiettivo dell’offerta formativa
dell’istituto. Ogni progetto prevede ha una scheda illustrativa finanziaria, cosi’ come gli Aggregati di spesa. A conclusione
della prima fase di attuazione delle norme stabilite dal D.P.R. 275/99 – regolamento per l’autonomia – e di esperienze di
progettazione, si è ritenuto necessario mantenere la classificazione dei progetti nella stessa collocazione del precedente
Anno Scolastico 2012/2013.
L’elenco che segue indica la ripartizione delle famiglie di progetto, e la tipologia delle entrate .
I progetti sono riferiti a vario titolo a tutte le scuole dell’istituto e vengono gestiti sulla base delle indicazioni operative date
dal Dirigente Scolastico al Direttore SGA.
Le attività progettuali elencate sono riferite al potenziamento dell’autonomia didattica, organizzativa e di sperimentazione;
all’arricchimento e all’ampliamento dell’offerta formativa; alla formazione continua di tutto il personale scolastico; alla
piena accoglienza ed integrazione degli alunni portatori di handicap e/o provenienti da altri paesi ; al contenimento ed
alla prevenzione della dispersione scolastica.
P
PROGETTO X : SUSSIDI DIDATTICI
PLESSI ISTITUTO
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Contributi da privati
Aggr.
01
05
P
Aggr.
01
P01
P02
Importo
2.371,99
768,00
Tipo
02
3.139,99
Spese
Descrizione
Beni di consumo
PROGETTO ACCOGLIENZA
CONTINUITA' ORIENTAMENTO
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Importo
74,23
Tipo
02
Importo
3.139,99
74,23
Spese
Descrizione
Beni di consumo
Importo
74,23
27
P
PROGETTO ARRICCHIMENTO
LINGUISTICO E CULTURALE
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Aggr.
01
P
P04
P
P05
P
P06
P
P07
P
P08
P
P09
P
P10
Tipo
02
03
Spese
Descrizione
Beni di consumo
Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi
Importo
725,51
Tipo
02
03
Importo
1.887,42
2.405,50
Importo
953,50
Importo
Importo
3.839,06
Spese
Descrizione
Beni di consumo
Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi
Importo
4.904,01
Importo
125,51
600,00
4.292,92
Tipo
02
03
Spese
Descrizione
Beni di consumo
Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi
Tipo
02
Importo
876,51
3.416,41
953,50
Spese
Descrizione
Beni di consumo
Importo
953,50
0,00
Spese
Descrizione
Tipo
Tipo
02
03
Tipo
03
Importo
3.839,06
Spese
Descrizione
Beni di consumo
Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi
PROGETTO USCITE DIDATTICHE E
VIAGGI ISTRUZIONE
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Importo
2.503,74
1.500,00
725,51
PROGETTO FORMAZIONE NUOVE
TECNOLOGIE INFORMATICHE
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Aggr.
01
Importo
3.763,74
240,00
Importo
863,20
4.800,00
4.003,74
PROGETTO RECUPERO E
POTENZIAMENTO
Entrate
Descrizione
Aggr.
Beni di consumo
Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi
PROGETTO AMBIENTE E SALUTE
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Aggr.
01
Spese
Descrizione
PROGETTO DIDATTICA
LABORATORIALE
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Contributi da privati
Aggr.
01
05
Tipo
02
03
PROGETTO INTERCULTURA
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Aggr.
01
Importo
5.663,20
5.663,20
PROGETTO ATTIVITA' MUSICALI
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Contributi da privati
Aggr.
01
05
Aggr.
01
P03
Importo
839,06
3.000,00
4.904,01
Spese
Descrizione
Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi
Importo
4.904,01
28
P
P11
PROGETTO DI INTEGRAZIONE
ALUNNI
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Aggr.
01
P
Aggr.
01
P12
P
R
Z
Tipo
02
03
Spese
Descrizione
Beni di consumo
Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi
C.T.I.CENTRO TERRIT.LE RISORSE
PER L'INTEGRAZIONE
Entrate
Descrizione
Avanzo di amministrazione presunto
Aggr.
A
Importo
995,26
995,26
Importo
1.750,88
Tipo
02
03
Importo
295,26
700,00
1.750,88
Spese
Descrizione
Beni di consumo
Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi
RIEPILOGO SPESE PROGRAMMA ANNUALE 2014
Attività
A01 Funzionamento amministrativo generale
A02 Funzionamento didattico generale
A03 Spese di Personale
A04 Spese d’investimento
A05 Manutenzione edifici scolastici
Progetti POF da P01 a P12
Fondo di riserva
Disponibilità finanziaria da programmare
TOTALE
Importo
1.250,88
500,00
Importi
59.821,32
8.988,77
12.175,81
730,67
0
30.342,30
200,00
10.729,71
€: 122.988,58 +
Al prospetto riassuntivo delle spese, dopo l’analisi dello specifico in precedenza effettuata, si ipotizzano scelte
di traguardi da raggiungere e si forniscono indicazioni pratiche per la loro realizzazione.Per ulteriori analisi ed
approfondimenti contabili si richiama il conto annuale redatto dal Direttore SGA che riporta nel dettaglio la ripartizione
delle spese in relazione alle entrate finora descritte.
Traguardi attesi :
Funzionamento amministrativo generale : Aggregato A voce A01
Il budget di previsione è certamente non sufficiente a coprire tutte le Spese Amministrative previste per l’Esercizio
Finanziario 2014.
Ciò nonostante, per contenere i costi previsti, nell’ottica dell’ottimizzazione delle risorse in generale e del risparmio in
particolare, si opererà per ridurre le spese di cancelleria e per l’uso della macchina fotocopiatrice e delle stampanti PC .
Si confida comunque nel contributo di Enti locali, di privati , di alunni etc. assolutamente vitale per far fronte alle spese
previste per la gestione finanziaria dell’Esercizio finanziario di riferimento.
Funzionamento didattico generale: Aggregato A voce A02
La didattica richiede molta attenzione e sostegno; gli alunni che apprendono necessitano di materiale e sussidi che è
difficilmente quantificabile e richiede una soglia minima di accettabilità.
Il budget di previsione serve per coprire le spese didattiche e richiederebbe maggiori disponibilità finanziarie. Si
auspica, come gli anni precedenti sulla disponibilità delle famiglie che hanno sempre contribuito spontaneamente
all’acquisto di materiale di facile consumo.
Ciò nonostante, per contenere i costi previsti, nell’ottica dell’ottimizzazione delle risorse in generale e del risparmio in
particolare, si opererà per ridurre le spese , in particolare circa l’uso delle macchine fotocopiatrici in uso nei plessi.
Spese di personale : Aggregato A, voce A03
Non è facile ipotizzare forme di risparmio in relazione alla modesta cifra posta da programmare.
Spese di investimento : Aggregato A voce A04
Obiettivo specifico : Reperire finanziamenti esterni per l’acquisto di attrezzature multimediali nei plessi, per il
potenziamento dei laboratori di informatica e per il rinnovo del parco macchine informatiche ve relative stampanti in uso
nei vari plessi dell’Istituto.
Progetti : Aggregato P
Obiettivo specifico : Sostenere la progettualità come conditio sine qua non per interventi formativi di qualità;
Misurare l’indice di gradimento di ogni singolo progetto al fine di valutare anche la rispondenza tra l’offerta erogata e
l’offerta percepita.
29
Per concludere si ritiene che il Programma Annuale per l’esercizio finanziario 2014, predisposto nel rispetto degli
enunciati del POF, possa aver individuato con chiarezza le linee generali di azione didattica ed amministrativa dell’istituto
Per ulteriore precisione qui di seguito vengono riportate le spese previste per il corrente anno 2014:
Ripartizione delle spese
A01
A02
A03
A04
Aggr. P
F.RISERVA
Z01
In sintesi le entrate da porre nel conto annuale dell’esercizio finanziario 2014 ed il riepilogo delle spese sono
corrispondenti al pareggio di : € 122.988,58 + ( Vedi Modelo A) .
CRITERI DI VALUTAZIONE DEL PROGRAMMA ANNUALE
In riferimento alla valutazione intendo precisare che un progetto di autovalutazione dell’istituto è ancora in fase di
preparazione. Sono state però avviate alcune procedure che consentono di monitorare alcune azioni forti. In particolare è
da sottolineare che:
 Tutte le attività collegiali , aggiuntive, aggiuntive di insegnamento e funzionali all’insegnamento vengono registrate e
rendicontate;
 Ogni plesso è in grado di controllare il materiale di facile consumo dato in uso;
 I singoli progetti prevedono nella loro struttura interna indicatori e modalità di verifica/valutazione dei risultati;
 Su tutti i progetti vengono effettuati reports che consentono di verificare lo stato di avanzamento e permettono la
progettazione per l’anno successivo.
Relativamente al presente programma la valutazione di efficienza e di efficacia rispetto agli obiettivi stabiliti terrà conto
degli indicatori che seguono:
Obiettivi – finalità
Indicatori

Continuità nell’erogazione del servizio scolastico




Utilizzo razionale e flessibile delle risorse umane
per il miglioramento

dell’azione amministrativa e didattica


Incremento adeguato delle attrezzature e
dotazioni
Formazione del personale




Numero delle assenze del personale scolastico
- Numero dei giorni di contratto a t.d. attivati
- Numero ore eccedenti retribuite al personale per la
sostituzione dei colleghi assenti
Numero di ore coperte senza spesa
Determinazione della quota di risparmio rispetto al budget
assegnato dal MPI .
Grado di autonomia nella gestione delle pratiche didattiche
Numero di progetti elaborati in rapporto al numero di progetti
completati
Numero di docenti e di classi coinvolte nei progetti
Numero di docenti e di alunni coinvolti in progetti di ricerca
azione in rapporto alle spese sostenute
Numero di classi coinvolte nelle attività di laboratorio o di
progetto sulla pluralità dei linguaggi in rapporto alle spese
sostenute
Finanziamenti esterni reperiti
Entità delle spese sostenute per l’acquisto di materiale in
rapporto al numero delle classi e degli alunni che lo utilizzano
Unità di personale in formazione o formata
Numero di ore di formazione interna in rapporto alle spese
30
sostenute
Numero di uscite sul territorio
Scambio di esperienze nel territorio
Numero di classi/sezioni coinvolte
Numero di convenzioni e protocolli d’intesa
Grado di autonomia nell’espletamento delle procedure:
Miglioramento complessivo del servizio
- Predisposizione di modelli e/o di percorsi amministrativi
amministrativo
- Pratiche arretrate evase
 Indice di incremento del numero di pratiche espletate con
procedure informatizzate
Al fine di raccogliere elementi utili per la valutazione del servizio erogato, per quanto riguarda gli aspetti: organizzativo,
didattico ed amministrativo, il Consiglio di Istituto, nell'ambito delle rispettive competenze puo’ adottare modalità
appropriate di rilevazione (Controllo interno di gestione).
A questo fine oltre alla rilevazione di dati e fatti oggettivi, possono essere disposti questionari rivolti ai genitori ed al
personale. Scopo di tale valutazione, oltre a quello di misurare i livelli di raggiungimento degli standard, sarà di rilevare le
eventuali disfunzioni, contribuire alla revisione continua del POF e al miglioramento del servizio erogato.
MIGLIORAMENTO DEL SERVIZIO
L’Istituto promuove e sostiene un clima di confronto e dialogo tra scuola e famiglia e incentiva ogni forma di
collaborazione finalizzata a corresponsabilizzare le famiglie,
promovendo e sostenendo la cultura della partecipazione. I Genitori , i Docenti e il Personale ATA in generale per
tramite dei rispettivi rappresentanti, possono formulare pareri e presentare proposte agli organi collegiali, in particolare al
Consiglio di Istituto per tutto ciò che riguarda gli aspetti di tipo organizzativo e di funzionamento generale.




Conclusioni
Il programma annuale dell’esercizio finanziario 2014 , considerate le entrate da porre nel conto annuale ed il riepilogo
delle spese, è determinato in :
Entrate
Spese
112.258,87
Disponibilità da programmare
10.729,71
€
122.988,58 +
€:
122.988,58 -
La pianificazione finanziaria fin qui descritta risponde all’organizzazione complessa del nostro Istituto Comprensivo che
ha scelto come “ mission “ l’integrazione di tutte le componenti chiamando in causa l’aspetto socio-culturale,
pedagogico, metodologico-didattico, organizzativo, gestionale e amministrativo.
Il Piano dell’Offerta Formativa, racchiude il senso della nostra scelta tesa a rafforzare l’identità di un istituto scolastico
che si assume l’impegno di dare un significato unitario e coerente all’azione formativa nella quale si estrinseca la funzione
direttiva e docente e si qualifica quella amministrativa coinvolgendo tutti gli operatori .
Tutto questo nell’ottica dell’autonomia scolastica che va cercata e costruita, che ha bisogno di essere interiorizzata come
sentimento e modo di pensare prima ancora di essere realizzata. Gli ambiti di esercizio dell' autonomia perciò hanno
bisogno di essere riconosciuti e circoscritti sul piano politico come su quello amministrativo.
Imparare a decidere per imparare a gestire il cambiamento è di fatto la motivazione di fondo che sostiene il programma
proprio perché risponde alle aspettative di un’autonomia vissuta e non semplicemente concessa o addirittura subita.
Questo bisogno obbliga tutti e ciascuno ad assumere l’atteggiamento di continua ricerca per l’acquisizione della
progettualità che caratterizza il rinnovamento e sostanzia la riscoperta dei valori.
CONCLUSIONI
La presente proposta del Programma Annuale 2014 tiene conto dei seguenti punti programmatici :
1. E' coerente con il POF dell'Istituto approvato dal Collegio Docenti e dal Consiglio d'Istituto alla fine del precedente
anno scolastico 2012/13;
2. Mantiene, come già negli anni precedenti, una buona capacità di accedere a finanziamenti di Enti, Istituzioni
territoriali e contributi di privati;
3. Contiene alcune scelte che costituiscono obiettivi da conseguire in corso d'anno, realizzazione di progetti didattici
interdisciplinari, sviluppo dell'innovazione sia sotto l'aspetto del potenziamento delle nuove tecnologie, sia sotto
l'aspetto del potenziamento delle lingue comunitarie, sia sotto l’aspetto della comunicazione con i ragazzi e le
famiglie;
4. Presenta, sotto il profilo gestionale, una rilevante disponibilità della struttura organizzativa all'assunzione di
responsabilità nel farsi carico delle scelte operate nel POF;
5. Evidenzia infine una forte coerenza sia per quanto riguarda le modalità di pianificazione delle risorse e delle attività,
sia nel continuo monitoraggio durante la gestione, sia nella valutazione conclusiva.
Per quanto attiene ai residui attivi e passivi dell’esercizio finanziario 2013 si allegano le schede Mod. L con l’elenco dei
residui esistenti alla data del 31.12.2013.
La presente relazione, redatta con il Direttore dei servizi generali e amministrativi per la parte finanziaria è
parte integrante del programma annuale per l’esercizio finanziario 2014.
Urbino , 13 Febbraio 2014
Il DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof. Antonio Serafini
31
ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO
“Paolo Volponi”
Via Muzio Oddi 17- 61029 URBINO (PU)
VERBALE DEL CONSIGLIO D’ISTITUTO
DEL 14 .02. 2014
…………………..omissis……………………
Approvazione Programma Annuale Esercizio Finanziario 2014
IL CONSIGLIO DI ISTITUTO
Ascoltati gli interventi del Presidente e del Dirigente Scolastico e la discussione che ne è seguita;
Visto l’art. 21 legge 15 marzo 1997 n. 59;
Visto il D.P.R. 8/3/1975, n. 275;
Visto il regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile
delle istituzioni scolastiche Decreto 1 febbraio 2001, n. 44;
Visto il D.P.R. 4 agosto 2001 n. 352;
Vista la comunicazione MIUR del 5/12/2013 prot. n. 9144 relativa alla predisposizione del
Programma annuale 2014
Visto il programma annuale dell’esercizio finanziario 2014 predisposto dal Dirigente Scolastico e
riportato nell’apposita modulistica ministeriale;
Vista la proposta della Giunta Esecutiva, con apposita relazione, del 17/02/2014;
Verificato che il programma annuale è coerente con le previsioni del piano dell’offerta formativa
( POF ), adottato con deliberazione consiliare n. 41 del 19/12/2013,
con la seguente votazione espressa in forma palese, all’unanimità,
DELIBERA ( n° 04/ 2014 )
–
All’unanimità di approvare il Programma Annuale dell'Esercizio Finanziario 2014, così come predisposto dal
Dirigente Scolastico , proposto dalla Giunta Esecutiva, con apposita relazione, e riportato nella modulistica
ministeriale modelli A, B, C, D ed E .
Di disporne successivamente la pubblicazione all’albo e sul Sito Webb dell’Istituto :
………………. omissis ……………………….
DELIBERA ( n° 5 /2014 )
_
All’unanimità di stabilire il limite del Fondo per le minute spese E.F. 2014 , da anticipare al
Direttore dei servizi generali e amministrativi, ai sensi e per gli effetti dell'art 17 D. 40/2001, nella
misura di 50 ,00 Euro .
*********************************
Avverso la presente deliberazione è ammesso reclamo al Consiglio stesso da chiunque vi abbia
interesse entro il quindicesimo giorno dalla data di pubblicazione all'albo della scuola. Decorso tale termine la
deliberazione diventa definitiva e può essere impugnata solo con ricorso giurisdizionale al TAR o ricorso straordinario
al Capo dello Stato, rispettivamente nei termini di 60 e 120 giorni.
Urbino , 14 Febbraio 2014
Letto, approvato e sottoscritto .
IL SEGRETARIO Consiglio di Istituto
Ins: CANALE PINELLO SERAFINA ANGELA
IL PRESIDENTE Consiglio di Istituto
Dott.ssa CALZINI MARIA ELISABETTA
32
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
92
File Size
1 571 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content