close

Enter

Log in using OpenID

58572 - 3F Linda LED 2x12W L660

embedDownload
PROGETTAZIONE URBANISTICA
Arch. Luca Buti
Responsabile
Servizio Urbanistica, Edilizia Privata e Patrimonio
Comune di Bientina
INDAGINI GEOLOGICHE E IDRAULICHE
STUDIO DI GEOLOGIA
Dott. Fabio Mezzetti
PROPONENTE VERIFICA ASOGGETTABILITA’
Arch. Graziano Massetani
variante di manutenzione
al regolamento urbanistico
SCHEDA 24
SINDACO E ASSESSORE ALL’URBANISTICA
Corrado Guidi
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Arch. Luca Buti
GARANTE DELLA COMUNICAZIONE
Dott.ssa Veronica Stelitano
COMUNE DI BIENTINA
Provincia di Pisa
MARZO 2014
COMUNE DI BIENTINA
Provincia di Pisa
Premesso che in data 30/01/2014 è stata adottata con D.C.C. n°4 una parte di una più generale Va-
riante di Manutenzione al Regolamento Urbanistico vigente costituita da 32 schede grafiche e normative;
considerato che nell’elenco della suddetta Variante figurava anche la scheda 24 che per un disguido procedurale non era presente all’interno dell’elaborato, con la presente Variante si adotta la scheda 24 ad
integrazione del primo elaborato.
Naturalmente per questa scheda tempi di osservazioni e approvazione saranno conseguenti e diversi dalla precedente Variante.
Al fine di esplicitare quanto sopra esposto si riporta di seguito l’introduzione con le considerazioni di
carattere generale della Variante al Regolamento Urbanistico già adottata.
SCHEDA
PREMESSE
COMUNE DI BIENTINA
Provincia di Pisa
La presente Variante al RU vigente costituisce la prima parte e più consistente di una Variante “di manutenzione“ al RU finalizzata da un lato ad operare alcune correzioni cartografiche e normative e dall’altro
ad accogliere alcune modifiche al RU vigente frutto di alcuni contributi e richieste pervenuti da cittadini e
imprese nel corso di attuazione del RU vigente.
Quelle di tipo cartografico riguardano o correzioni di errori cartografici ovvero riduzioni di aree edificabili, quelle di tipo normativo riguardano principalmente le categorie di intervento previste dal RU sugli
edifici di valore architettonico, tipologico e ambientale individuati dal R.U. e dal P.S.: in questo caso si chiede prevalentemente di declassificare gli edifici schedati per consentire la ristrutturazione edilizia ovvero
ampliamenti una tantum già previsti dal RU per gli edifici non schedati.
In buona parte tali richieste sono legittime in quanto taluni edifici sono stati inseriti fra quelli da salvaguardare in quanto sicuramente di origine prebellica, tuttavia essi hanno subito nel corso degli anni
antecedenti alla formazione del RU alterazioni sostanziali che ne hanno modificato le caratteristiche
storico-tipologiche originarie.
Considerato che per gli edifici di carattere storico- tipologico- ambientale la categoria d’intervento
della Ristrutturazione Edilizia, con alcune prescrizioni di carattere architettonico e tipologico può consentire di salvaguardare gli elementi storici , tipologici e ambientali e al tempo stesso migliorare la qualità
igienica, strutturale ed energetica degli edifici , tanto che già il RU vigente prevede in molti casi la ristrutturazione edilizia D1(R1) e D2(R2), la Variante Manutentiva , partendo dalle singole richieste, prevede un
aggiornamento normativo degli interventi sul patrimonio edilizio storicizzato e non come adeguamento alla
L.R. n°1/2005; in questo modo si aggiornano gli interventi su tutto il patrimonio edilizio esistente anche
alla luce delle modifiche intervenute nei titoli abilitativi in edilizia, in considerazione del fatto che le nuove
definizioni degli interventi sul patrimonio edilizio esistente possono più facilmente soddisfare le esigenze
manifestate con le proposte di variante al RU.
Ogni scheda del presente documento si compone di una parte relazionale e di una parte grafica per
l’individuazione territoriale e/o urbanistica della proposta.
La parte relazionale è suddivisa in: a) Sintesi della proposta di Variante, b) Valutazioni sulla proposta stessa dal punto di vista urbanistico e ambientale, c) Indirizzi e Prescrizioni conseguenti alle valutazioni di cui al punto b), d) Valutazioni Geologiche e Idrauliche di supporto.
A conclusione del percorso di approvazione delle Varianti in corso sarà redatta una cartografia aggiornata di sintesi comprensiva delle N.T.A. di tutte le singole varianti che vengono approvate in più fasi
come sopra detto per ragioni di importanza e urgenza ed in considerazione dei tempi diversi imposti dal
procedimento di VAS.
Per queste Varianti è stata effettuata la verifica di assoggettabilità ai sensi della L.R. 10/2010,
con esito negativo; l’Autorità Competente ha espresso un proprio parere preliminare sulla proposta
del Proponente il Rapporto per la Verifica di Assoggettabilità ai sensi dell’art. 22 della L.R.10/2010 in
data.07/11/2013,.inviando il Rapporto opportunamente integrato con proprie valutazioni agli enti di seguito
elencati per la richiesta di contributi ai fini della conferma o meno di Verifica di non assoggettabilità a Vas:
• Regione Toscana – Dipartimento Politiche Territoriali e Ambientali.
• Regione Toscana – Ufficio Genio Civile di Pisa.
• Provincia di Pisa – Settori Ambiente e Urbanistica
SCHEDA
Introduzione e considerazioni di carattere generale
• Autorità di Bacino Arno
• Azienda USL 5
• ARPAT – Dipartimento di Pisa
• Autorità di ATO 2 per la risorsa idrica
• Consorzio Bonifica Padule Bientina
• Geo-For
• Vigili del Fuoco
• Unione Valdera
• Comuni confinanti: Comune di Altopascio, Comune di Buti, Comune Calcinaia, Comune Castelfranco di
Sotto, Comune S.Maria a Monte, Comune Vicopisano.
In data 31/12/2013 ,.oltre il termine previsto, è pervenuto il contributo della Provincia di Pisa Servizio Sistemi Informativi, Pianificazione Urbanistica e SIT con il quale si riteneva opportuno sottoporre
tutte le varianti suddette a VAS; l’Autorità Competente chiedeva pertanto alla Provincia di Pisa, in data
14/01/2014, di precisare quali delle suddette Varianti si dovessero sottoporre a Vas data la modesta rilevanza delle stesse ed in particolare di alcune di esse ; non essendo pervenuto alcun nuovo contributo
alla scadenza del termine proposto, 21/01/2014, l’Autorità Competente ha confermato il proprio parere
circa non assoggettabilità a VAS delle presenti Varianti in data 22/01/2014. Oltre al Contributo del Settore
Pianificazione da parte del Settore Viabilità della Provincia di Pisa perveniva un contributo con il quale si
raccomandava il rispetto delle norme sulla viabilità nel rispetto del Codice della Strada.
Oltre quanto sopra l’ Autorità Garante della Comunicazione ha portato a conoscenza i cittadini attraverso il sito del Comune della formazione della Variante al fine di ricevere contributi e osservazioni. Non
sono pervenuti contributi né osservazioni e pertanto questa prima parte di Variante manutentiva viene
portata in adozione secondo le procedure previste dalla L.R.1/2005 art. 55.
Le figure che intervengono nella formazione ed approvazione della presente Variante al RU sono :
• Estensore della Variante al RU nonché Responsabile del Procedimento della Verifica di assoggettabilità
a VAS della Variante al RU, redatta sulla base delle proposte presentate dai cittadini o dal Comune:
Arch. Luca Buti, Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Bientina:
• Soggetto Proponente il Rapporto di Assoggettabilità a VAS preliminare alla redigenda Variante al RU,
ai sensi dell’art.4.l) della L.R.10/2010:
Arch. Graziano Massetani, su incarico del Comune di Bientina.
• Autorità Competente ai sensi dell’art. 12 della L.R. 10/2010: Commissione comunale nominata con
Delibera G.C. 59 del 18/07/2013, costituita da: Ing. Enrico Signorini, Dott.ssa Silva Stefani, Geom. Marco
Cecchi, rispettivamente responsabili dell’Ufficio LL.PP, dell’Uffico Ambiente e dell’Ufficio Manutenzioni del
Comune di Bientina.
• Autorità Procedente ai sensi dell’art.15 della L.R. 10/2010: Consiglio Comunale di Bientina con il supporto dei propri uffici , del soggetto proponente e dell’autorità competente per la elaborazione , l’adozione
e l’approvazione della Variante al RU.
• Autorità Garante della Comunicazione e della Partecipazione ai sensi dell’art. 19 della L.R. 1/2005 e
dell’art. 9 della L.R. 10/2010: Dott.ssa Veronica Stelitano.
SCHEDA
COMUNE DI BIENTINA
Provincia di Pisa
indice
1. Proposta 64 – Modifica cartografica di viabilità
17. Proposta 33 – Aggiornamento cartografico relativo alla Via Trieste, UTOE Quattro Strade.
Bientina, loc. Quattro Strade - Proprietà: Guerrucci
Richiedenti: residenti Via Trieste
2.
18. Proposta 34 – Modifica dell’art. 20 delle N.T.A – Proponente : Ufficio Urbanistica
Proposta 3 – Edificio in Bientina Via Vittorio Veneto, 44-46 – Richiesta di cambio di destinazione di fabbricato da pubblico a privato e di declassificazione della zona.
19. Proposta 39 – Declassificazione edificio – Scheda 3- Sistema territoriale della Pianura Bonificata- Proprietà: A.C.M. srl di Caivano (CE)
Bientina, via del Puntone 6/B - Proprietà: Testi ed altri
3.
20. Proposta 40 – Correzione cartografica per eliminazione della previsione di nuova strada
Proposta 4 – Modifica cartografica di viabilità – Bientina, Centro storico
Proprietà: Del Rosso Maria Angela.
Santa Colomba, via Valdinievole sud - Proprietà: Alessandro Mariotti ed altri
4.
21. Proposta 41 – Trasformazione di area edificabile inserita in un Comparto B3 in verde privato
Proposta 5 – Modifica cartografica per spostamento parcheggio pubblico
Località Via delle Fosse, Bientina - Proprietà: Sabatino Guidi
Bientina, via A. Moro, 2 - Proprietà: Messina Alfio.
5.
22. Proposta 42 – Modifica zona omogenea da Area storica a zona B1
Proposta 6 – Modifica cartografica “Zona Edifici recenti / Zona verde privato”
Loc. S. Colomba, Via Valdiniscole, 113 - Proprietà: Francesco Baronti
Bientina, via del Monte Ovest, 25 - Proprietà: Scarselli Carla
6. Proposta 12 – Declassificazione di edificio scheda 27 Sistema Territoriale della Pianura Storica
23. Proposta 44 – Trasformazione di area edificabile inclusa nel comparto 5b soggetto a lottizzazione Bientina – Via delle Croci - Proprietà: Mario Bandecca
in verde privato – Bientina, Via Montraverso - Proprietà: Vitillo Gerardo
7. Proposta 13 – Declassificazione di edificio schda 43 Sistema Territoriale della Collina
24. Proposta 45 – Modifica di zona omogenea da Area storica a zona B1, satura
Loc. La Conserva – Via del Monte Est - Proprietà: Luca Pardini
Bientina, via del Monte Ovest - Proprietà: Mazzantini Maria
8. Proposta 14 – Declassificazione di edificio in Bientina – Centro storico, Piazza dei Portici - Propri
25. Proposta 46 – Modifica normativa alle norme del Piano del Centro Storico per consentire
età: Francesco Biscottini
ristrutturazione edilizia e cambio d’uso ad un fabbricato esistente
9. Proposta 16 – Trasformazione in verde privato di aree poste all’interno di comparto di espansione Bientina Via di Forra - Proprietà: Caturegli Margherita
residenziale soggetta a PdL convenzionato5C
26. Proposta 47 – Ampliamento resede di edificio di cui alla scheda 80 Sistema Territoriale della
Bientina, via Vittorio Veneto - Proprietà: Masini Marco, Loriano e Giuliano
Pianura Bonificata. Bientina, via del Puntone - Proprietà: Lari Francesco
10. Proposta 17 – Trasformazione di area “B3 di completamento residenziale” in “Verde privato”
27. Proposta 48 – Ampliamento fabbricato destinato a ristorante
Bientina, via delle Fosse - Proprietà: Carlotti Elio
Bientina, P.zza Vittorio Emanuele II, corte interna - Proprietà: Franco Pancani
11. Proposta 18 – Edificio posto in Via Manetti ,Bientina, Sistema Territoriale della Pianura Bonificata, 28. Proposta 50 – Realizzazione locale uso palestra – Bientina- P.zza Vittorio Emanuele II, corte in
scheda 117 - Integrazione dell’art. 18 delle NTA al fine di consentire l’ampliamento in terna - Proprietà: Venerabile Confraternita di Misericordia di Bientina
altezza per edifici posti nelle fasce di rispetto – Proprietà: Gerbi Milena
29. Proposta 51 – Declassificazione di “Edificio di interesse tipologico, ambientale”
12. Proposta 19 – Incremento volumetrico su Edificio di interesse storico architettonico
Scheda 14- Sistema Territoriale della Collina
Bientina, Piazza Vittorio Emanuele II 37/39 - Proprietà: Bonifazi e Sartini
Bientina, Via Valdinievole Nord. Proprietà: Rugiati Giulio
13. Proposta 24 - Centro servizi e commerciale posto in Bientina Via Don Luigi Sturzo- Ampliamento 30. Proposta 52 – Modifica normativa scheda fabbricato N° 46 Sistema Territoriale della Pianura Bonifi
volumetrico Lottizzazione 2. Proprietà: Guidi Costruzioni srl
cata – Bientina, via del Puntone - Proprietà: Cristianini Federica e Genovesi Rosetta
14. Proposta 26 – Trasformazione parziale di aree per attrezzature di interesse comune per la realiz-
31. Proposta 53 – Modifica delle norme del Piano del centro Storico per consentire ristrutturazione
zazione isola ecologica da parte di Geofor - Via E.Fermi. Proponente Ufficio Urbanistica
edilizia (D/3) – Bientina, Via del Vecchi Porto 9 - Proprietà: Caprili
15. Proposta 30 – Ampliamento di resede di fabbricato senza potenzialità edificatoria
32. Proposta 59 – Rettifica scheda 138 Sistema territoriale della Pianura Bonificata
Loc. Quattro Strade, Via Gruccione 13 - Proprietà: Lucchesi Luca
Bientina, loc. Fungaia - Proprietà: Cerrai
16. Proposta 32 – Declassificazione edifici. Scheda 12 Sistema Territoriale della Pianura storica 33. Proposta 63 – Ampliamento resede fabbricato scheda 102 Sistema Territoriale della Collina
Bientina, via delle Fosse 86/D - Proprietà: Nieri Ivana/Novelli Giampaolo
Bientina, loc. Spazzavento, UTOE 5 Santa Colomba - Proprietà: Verrilli Franco
COMUNE DI BIENTINA
Provincia di Pisa
SCHEDA
PROPOSTA N. 45
Proprietà: Mazzantini Maria
Modifica di zona omogenea da Area Storica a zona B1, satura
Ubicazione: Bientina - Via del Monte Ovest
24
45
• Sintesi della Proposta
Si propone di modificare l’area di proprietà dalla zona omogenea Area Storica alla zona omogenea B1 satura al fine di
consentire l’ampliamento del fabbricato di proprietà. Contributo analogo alla proposta 42 (scheda 22).
• Valutazioni
La proposta di variante è parzialmente accolta. Non viene trasformata l’area da Area storica in B1 in quanto non è
opportuno modificare la connotazione di tutto un comparto di origine fine ‘800 – primi ‘900 posto lungo Via del Monte,
con la modifica di un singolo lotto; si ritiene più corretto in questa fase modificare la norma dell’Area storica, di cui
STATO ATTUALE
all’art. 33.1.1., al fine di consentire la possibilità di edificare un nuovo edificio di volume non superiore a mc 350 oltre
ad eventuali pertinenze per ragioni familiari sul retro dell’edificio storicizzato, purché ve ne siano le condizioni spaziali.
Si accoglie pertanto ,dove possibile per l’ampiezza della resede, la possibilità di un nuovo fabbricato o di ampliamenti
nella parte retrostante nel rispetto dei parametri urbanistici e dei caratteri tipologici ed architettonici dell’edificato esistente senza cambiare la zonizzazione prevista dal RU.
La Verifica di assoggettabilità a VAS della Variante ha dato esito negativo trattandosi di modesto incremento urbanistico in un ambito già urbanizzato.
• Indirizzi e prescrizioni
Considerato che in questo caso, vista l’ubicazione dell’edificio storicizzato al centro dell’area, sembra assai difficile la
realizzazione sul retro di un autonomo nuovo fabbricato ma solo un ampliamento sul retro del fabbricato esistente,
per cui si prescrive che gli interventi ammissibili siano coerenti architettonicamente con l’edificio già presente nel lotto
che presenta caratteristiche architettoniche, tipologiche e decorative di pregio.
• Valutazioni geologiche e idrauliche di supporto
- Pericolosità Geomorfologica:________________________________________________________________ G.2
- Perocolosità Idraulica:_______________________________________________________________________ I.2
- Pericolosità Sismica:_____________________________________________________________________S.3 (9)
- Vulnerabilità Idrogeologica:___________________________________________________________________ 3a
45
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
784 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content