close

Enter

Log in using OpenID

Catalogo Generale: Mulini Clicca qui per scaricare

embedDownload
FRANTOI AD URTO - MULINI A MARTELLI
www.rev.it
1.
FRANTOI AD URTO
Produttività ed un ampio ventaglio di settaggi
possibili per operare su una gamma altrettanto ampia di materiale di media ed elevata durezza. I mulini REV sono progettati e sviluppati
con concezione di robustezza e qualità dei materiali per un alta affidabilità e durabilità delle
varie parti. Una notevole apertura di alimentazione e molteplici configurazioni del rotore
porta martelli consentono produttività e poliedricità del prodotto finito.
UP 12.12
UP 14.14
UP 16.16
UT 11.7
UT 12.9
UT 14.10
ML 8.5
ML 10.5
ML 12.5
MS 80M
MS 120M
MS 80L
MS 120L
MST 60P
MST 80P
MST 120P
MT 60L
MT 80L
MT 120L
2.
A
H
D
E
I
ØB
F
C
G
SPECIFICHE TECNICHE
Dimensioni in mm
Tipo
A
B
C
D
E
F
G
H
I
UP 12.12
1208
900
2244
1650
3495
2470
2980
2605
1775
UP 14.14
1408
900
2431
1890
3835
2865
3545
2865
1870
UP 16.16
1608
1240
2810
2200
4720
3550
4550
3550
2210
Tipo
Apertura
di alimentazione
(mm)
Pezzatura max di
alimentazione
(mm)
Produzione
(ton/h)
Giri motore
(rpm)
Potenza richiesta
(kW)
Peso
(kg)
UP 12.12
1208x1150
50÷800
100÷350
500÷650
132÷250
29000
UP 14.14
1408x1350
80÷950
100÷480
450÷550
200÷315
34500
UP 16.16
1608x1550
80÷1200
150÷580
450÷550
450÷560
60000
100
Impostazione distanza Corazze-Martelli C.S.S. (mm) 50
60 80
100 150
200 250
Passante cumulativo ( % peso)
90
80
70
CURVE DI PRODUZIONE
Il diagramma rappresenta la distribuzione
granulometrica indicativa, dipendente
dal materiale in entrata, dalla densità del
materiale lavorato e dalla sua frantumabilità.
60
50
40
30
20
10
2
UP
3
5
6
8
9
20
30
60
90
50
80
10
100
Foratura dei vagli a sezione quadrata (mm)
Frantoi ad urto adatti alla frantumazione primaria, in grado
di sostituire i frantoi a mascelle quando il materiale da
trattare non sia particolarmente duro e di bassa abrasività;
indicati se si vogliono ottenere percentuali di fini più
elevate rispetto alla frantumazione a mascelle.
La dimensione finale del prodotto può essere variata,
200
300
600 900
500
800
1000
entro certi limiti, regolando idraulicamente la distanza
tra i martelli e le corazze poste nella parte inferiore della
camera di frantumazione, inoltre, speciali barre ad incudine
regolabili impediscono l’intasamento del materiale.
La carcassa è facilmente apribile con un sistema idraulico
per agevolare l’accesso alle parti interne della macchina e
facilitarne la manutenzione.
3.
H
E
A
D
L
I
ØB
F
C
G
SPECIFICHE TECNICHE
Tipo
Dimensioni in mm
A
B
C
D
E
F
G
H
I
L
UT 11.7
1000
600
1988
1090
1950
2200
2600
2850
1365
2680
UT 12.9
1200
600
2188
1125
1950
2200
2600
2850
1365
2680
UT 14.10
1400
600
2388
1230
1950
2200
2600
2850
1365
2680
Tipo
Apertura
di alimentazione
(mm)
Pezzatura max di
alimentazione
(mm)
Produzione
(ton/h)
Giri rotore
(rpm)
Potenza richiesta
(kW)
Peso
(kg)
1000x760
600÷700
60÷200
500÷650
90÷160
13200
UT 11.7
UT 12.9
1200x860
650÷750
80÷300
500÷650
132÷200
15500
UT 14.10
1400x960
750÷850
100÷360
450÷600
160÷250
17500
Impostazione distanza Corazze-Martelli C.S.S. (mm)
25 30
40
50
60 80 100 150
200
100
CURVE DI PRODUZIONE
Il diagramma rappresenta la distribuzione
granulometrica indicativa, dipendente
dal materiale in entrata, dalla densità del
materiale lavorato e dalla sua frantumabilità.
90
Passante cumulativo ( % peso)
80
70
60
50
40
30
20
10
2
3
5
6
8
9
10
20
30
50
60
80
90
100
200
300
600 900
500
800
1000
Foratura dei vagli a sezione quadrata (mm)
UT
Frantoio ad urto serie UT adatto alla frantumazione
primaria per applicazioni mobili, in grado di sostituire
i frantoi a mascelle quando il materiale da trattare non
sia particolarmente duro e abrasivo; sono indicati se si
vogliono ottenere percentuali di fini più elevate rispetto
alla frantumazione a mascelle.
4.
La dimensione finale del prodotto può essere variata,
entro certi limiti, regolando idraulicamente la distanza
tra i martelli e le corazze poste nella parte inferiore della
camera di frantumazione. La carcassa è facilmente apribile
con un sistema idraulico per agevolare l’accesso alle parti
interne della macchina e facilitarne la manutenzione.
A
E
D
L
I
ØB
C
F
G
H
SPECIFICHE TECNICHE
Tipo
Dimensioni in mm
A
B
C
D
E
F
G
H
I
L
ML 8.5
800
480
1589
550
1230
1665
2130
2200
1300
2025
ML 10.5
1000
480
1789
550
1230
1665
2130
2200
1300
2025
ML 12.5
1200
480
1989
610
1230
1665
2130
2200
1353
2215
Tipo
Apertura
di alimentazione
(mm)
Pezzatura max di
alimentazione
(mm)
Produzione
(ton/h)
Giri rotore
(rpm)
Potenza richiesta
(kW)
Peso
(kg)
ML 8.5
800X550
150÷250
40÷120
770÷925
55÷90
6900
ML 10.5
1000X550
150÷250
60÷150
770÷925
75÷110
8000
ML 12.5
1200X610
150÷250
90÷180
770÷925
75÷132
9000
Impostazione distanza Corazze-Martelli C.S.S. (mm)
20 25 30 40
50 60 80 100
100
CURVE DI PRODUZIONE
Il diagramma rappresenta la distribuzione
granulometrica indicativa, dipendente
dal materiale in entrata, dalla densità del
materiale lavorato e dalla sua frantumabilità.
90
Passante cumulativo ( % peso)
80
70
60
50
40
30
20
10
2
3
5
6
8
9
20
10
30
50
60
80
90
100
200
300
600 900
500
800
1000
Foratura dei vagli a sezione quadrata (mm)
ML
Frantoio ad urto adatto alla frantumazione primaria e
secondaria, per applicazioni mobili, per materiale da
trattare non particolarmente duro e abrasivo; con
equipaggiamento e setteggio adeguati possono essere
impiegati come veri secondari.
La dimensione finale del prodotto può essere variata,
entro certi limiti, regolando idraulicamente la distanza
tra i martelli e le corazze poste nella parte inferiore della
camera di frantumazione. La carcassa è facilmente apribile
con un sistema idraulico per agevolare l’accesso alle parti
interne della macchina e facilitarne la manutenzione.
5.
D
E
I
A
B
H
C
F
G
SPECIFICHE TECNICHE
secondiari
Dimensioni in mm
A
B
C
D
E
F
G
H
I
MS 80M
2300
2100
1150
1710
3300
2000
2500
850
808
MS 120M
2300
2100
1350
2165
3300
2000
2500
850
1208
MS 80L
2300
2100
1150
1710
3300
2000
2500
850
808
MS 120L
2300
2100
1350
2165
3300
2000
2500
850
1208
Pezzatura Max
di alimentazione
(mm)
Produzione
(Ton/h)
Potenza richiesta
(kW)
Giri rotore
(rpm)
Prodotto reso al
setaccio da mm 5
(%)
Peso
(kg)
MS 80M
10÷220
40÷100
110÷160
660÷850
40÷60
12500
MS 120M
10÷220
80÷190
132÷200
660÷850
40÷60
16000
MS 80L
10÷100
40÷80
110÷160
660÷850
40÷60
12500
MS 120L
10÷100
80÷160
132÷200
660÷850
40÷60
16000
secondiari
Tipo
Passante cumulativo ( % peso)
FUSO MEDIO ORIENTATIVO A CICLO APERTO
Il diagramma rappresenta la distribuzione granulometrica
indicativa perchè dipendente dal materiale in entrata, dalla
densità del materiale lavorato e dalla sua frantumabilità.
0.2
MS
0.3
0.9
0.6
2
3
6
9
0.5
0.8
5
8
1
10
Foratura dei vagli a sezione quadrata (mm)
I mulini della serie MS sono dei secondari a quattro martelli
per elevate prestazioni ad un rendimento di percentuali di
sabbia prodotta oltre al 40÷50%.
6.
20
30
50
Dispongono di dispositivi idraulici, sia per la regolazione
della camera di frantumazione, sia per un rapido accesso
alle componenti interne per manutenzioni. L’inversione
del senso di rotazione consente una maggiore durata e
consumo uniforme di martelli e corazze.
D
E
I
A
B
H
C
F
G
SPECIFICHE TECNICHE
terziari
secondiari
Dimensioni in mm
A
B
C
D
E
F
G
H
I
MST 60P
2200
1805
920
1410
2780
1920
2500
785
608
MST 80P
2200
1805
1140
1710
2780
1920
2500
785
808
MST 120P
2200
1805
1340
2165
2780
1920
2500
785
1208
MT 60L
2200
1805
920
1410
2780
1920
2500
785
608
MT 80L
2200
1805
1140
1710
2780
1920
2500
785
808
MT 120L
2200
1805
1340
2165
2780
1920
2500
785
1208
Pezzatura Max
di alimentazione
(mm)
Produzione
(Ton/h)
Potenza richiesta
(kW)
Giri rotore
(rpm)
Prodotto reso al
setaccio da mm 5
(%)
Peso
(kg)
MST 60P
8÷80/120
30÷60
75÷132
725÷850
55÷65
7600
MST 80P
8÷80/120
40÷90
110÷160
725÷850
55÷65
10100
MST 120P
8÷80/120
70÷150
132÷200
725÷850
55÷65
12300
MT 60L
6÷30
30÷40
75÷132
925÷1080
80÷90
6700
MT 80L
6÷30
30÷60
110÷160
925÷1080
80÷90
8850
MT 120L
6÷30
70÷150
132÷200
925÷1080
80÷90
10400
terziari
secondiari
Tipo
FUSO MEDIO ORIENTATIVO A
CICLO APERTO
Il diagramma rappresenta la
distribuzione granulometrica
indicativa perchè dipendente
dal materiale in entrata, dalla
densità del materiale lavorato
e dalla sua frantumabilità.
Passante cumulativo ( % peso)
MT
Passante cumulativo ( % peso)
MST
0.2 0.3
MST - MT
0.6
0.5 0.8
2
1
3
5
6
8
20
10
30
0.2 0.3
50
La serie MST rappresenta i mulini a martelli secondari
idonei a produrre elevate percentuali di fini e ottima
forma poliedrica. Si compongono normalmemnte con
un rotore a quattro file di martelli di tipo pesante e
l’equipaggiamento può essere sia in lega-cromo che al
manganese. La serie MS è del tipo a martelli, terziari,
equipaggiati di norma con martelli e corazze in lega-cromo
e quindi capace di frantumare materiali con un certo grado
0.6
0.5 0.8
2
1
3
5
6
8
20
10
di abrasività. Questa serie è dotata di due file di martelli.
Tutte le macchine dispongono di un sistema idraulico di
regolazione della camera di frantumazione , possibilità
di invertire periodicamente il senso di rotazione per
consentire una maggiore durata e un consumo uniforme
dei martelli e delle corazze . Tutti i mulini sono accessibili
alla camera di frantumazione mediante apertura con
cilindri idraulici per una facile e sicura manutenzione.
7.
Da oltre 40 anni REV è presente sul mercato delle macchine e impianti per l’industria estrattiva, trattamento inerti
e riciclaggio. La ricerca e una costante evoluzione progettuale stanno alla base di un prodotto ai vertici, per qualità,
affidabilità, prestazioni e lunga vita operativa.
Nel settore delle macchine mobili REV offre al mercato una gamma ricca e completa:
• Unità autocaricanti di frantumazione e vagliatura
• Gruppi cingolati di frantumazione per riciclaggio e cava; dal piccolo GCV 60 di 13 Ton al MAXI GCS 140 da 150 Ton
• Gruppi cingolati di frantumazione e vagliatura secondari
• Gruppi cingolati di vagliatura
La serie GCV e GCR sono macchine flessibili, di immediata messa in opera e di evidente praticità d’utilizzo, con elevate
performances nel riciclaggio a contratto.
La serie GCS è ad oggi un punto di riferimento per gli addetti ai lavori della cava e della grande demolizione.
Un servizio assistenza di assoluta professionalità, una concreta disponibilità di magazzino ricambi, un team di tecnici
preparato e disponibile sono un biglietto da visita ormai noto e costituiscono il valore aggiunto di ogni prodotto che esce
dagli stabilimenti REV.
Dati e caratteristiche sono orientativi, la REV si riserva il diritto di apportare tutte le modifiche che ritiene opportune senza preavviso.
8.
REV S.r.l.
Via Marecchiese, 66
47864 Pennabilli (RN) - Italy
Tel +39 0541 928474 - Fax +39 0541 928157
http://www.rev.it • e-mail: [email protected]
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 534 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content