close

Enter

Log in using OpenID

ABC del Processo Telematico a Torino

embedDownload
L’ABC
del Processo Telematico
Strumenti del Processo telematico:

PEC, Firma digitale, PdA, Redattore Atti;
Servizi telematici attivi a Torino/per iscritti all’OAT


PdA: Polisweb, Torino Facile, 335, Pagamenti telematici,
Casella, Reginde;
PST, Deposito Telematico, Richiesta copie, Sidip, Prenotazione
accessi Cancelleria Mobiliari, applicazione giustizia civile,
notifiche in proprio.
Avv. Ilaria Mattana
Dott. Paolo Lorenzin
30/06/2014
IL PROCESSO DIVENTA “SOLO” TELEMATICO
L’art 16 bis del DECRETO-LEGGE 18 ottobre 2012, n. 179, dispone
che:

… a decorrere dal 30 giugno2014 nei procedimenti civili,
contenziosi o di volontaria giurisdizione, innanzi al
tribunale, il deposito degli atti processuali e dei documenti da
parte dei difensori delle parti precedentemente costituite ha luogo
esclusivamente con modalita' telematiche, ….


Circolare a firma di De Meo del 17/03/2014
Gli strumenti del processo
telematico
PEC (Posta Elettronica Certificata)
“Chiavetta”


(firma digitale, dispositivo di identificazione)
-----------------------------------------------------------------------------Sistema per la consultazione dei fascicoli e per
pagamenti telematici


Punto di Accesso (PDA)/Portale dei servizi Ministeriale (PST)
Sistema per il deposito gli atti processuali

Easypct oppure qualunque altro prodotto di mercato
Cos'è
È una posta elettronica e quindi come tale si usa.


WEBMAIL



Client di posta:




https://webmail.pec.it/index.html
….
Outlook
Tunderbird
…
Sul Tablet, sullo smartphone
è CERTIFICATA, anche “più” (**) di una raccomandata
La Posta Elettronica Certificata (PEC) è il sistema che consente di inviare email con valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di
ritorno, come stabilito dalla vigente normativa (DPR 11 Febbraio 2005 n.68).
Caratteristiche della PEC:
Il mittente di una mail PEC riceve (sulla casella PEC) 2 ricevute – a valore legale
– che certificano l’invio e la consegna delle e-mail PEC inviata;


Ricevuta di accettazione (oppure mancata accettazione) – equivale alla velina della A.R.

Ricevuta di consegna (oppure mancata consegna) – equivale al cartoncino della A.R.
garanzia del contenuto (** tramite la ricevuta di avvenuta consegna completa):
il destinatario non può disconoscere il contenuto della PEC;
 garanzia che il messaggio non è stato alterato;

Questi sono anche i vantaggi/le differenze rispetto alla Posta Elettronica tradizionale.
Vantaggi della PEC rispetto ad
una Raccomandata A.R.





costi inferiori;
invio multiplo;
velocità di consegna;
garanzia del contenuto (tramite la ricevuta di
avvenuta consegna completa): il destinatario non
può disconoscere il contenuto della PEC;
garanzia che il messaggio non è stato alterato;
-----------------------------------------------------------Se necessario, firmare digitalmente i documenti allegati alla PEC
Perché la PEC è fondamentale
1) Per ricevere i biglietti di cancelleria Civili e le notifiche Penali
19 novembre 2011

COMUNICAZIONI di cancelleria ambito CIVILE a valore legale sulla PEC. decreto DGSIA,
ai sensi dell'art. 35 comma 3 D.M. 21/2/2011 n. 44.
 1 ottobre 2012

COMUNICAZIONI di cancelleria Penali a valore legale. D.M. del 12/09/2012 che
attribuisce valore legale alle notifiche effettuate per via telematica e provenienti dalle
sezioni penali del Tribunale e dalla Procura della Repubblica di Torino.

2) Per depositare telematicamente

Obbligatorio dal 30 giugno 2014
3) Notifiche in Proprio (mezzo PEC), insinuazione nel passivo …
Quindi la PEC è il canale trasmissivo con cui l’Avvocato comunica
con l’Ufficio Giudiziario (biglietti di cancelleria/deposito telematico).
Conclusioni PEC
Dove acquisto una PEC?

elenco pubblico gestori: www.digitpa.gov.it/pec_elenco_gestori
Per le caselle PEC [email protected]
Attivazione on line sul sito www.puntopec.it alla voce assistenza (PEC di Aruba / DCS)

A chi comunico la PEC?

Al mio Ordine Professionale
Chi è sprovvisto di PEC? Chi ha la PEC satura?
Chi ha comunicato un indirizzo sbagliato o inesistente?
è domiciliato in cancelleria – mancata consegna (controllare sul PDA/PST)
 non può depositare gli atti processuali/notificare in proprio/insinuarsi al passivo
ecc.


Definizione: …. la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è un dispositivo
(“chiavetta” o smart card) contenente due certificati digitali:




uno di sottoscrizione (per la firma dei documenti elettronici);
ed uno di identificazione che consente l'accesso telematico ai servizi
offerti via Internet: per es. PdA, PST, INPS, Agenzia delle Entrate ..;
Il certificato digitale, contenuto all’interno della CNS, è l’equivalente
elettronico di un documento d’identità (come il passaporto o la carta
d’identità) e identifica in maniera digitale una persona fisica. Viene emesso
da un'apposita Autorità di certificazione (Certification Authority - CA)
riconosciuta secondo standard internazionali, la quale garantisce la validità
delle informazioni riportate nel certificato.
Come i documenti cartacei, anche il certificato digitale ha una validità
temporale al di fuori della quale risulterà scaduto.
Svantaggi:
La prima volta che uso il dispositivo su un
nuovo pc devo eseguire la procedura di
installazione del dispositivo.
Chiavetta

Dove la posso comprare?


Acquisto presso DCS (via Boucheron 3) oppure presso la Camera di Commercio (Via Carlo
Alberto, 16), on-line, ecc. Costo 60/80 euro indicativi.
L’acquisto non è delegabile.

Acquisto Direttamente presso i rivenditori, on line sul sito della DCS ritirabile presso OAT

Si può avere più di una chiavetta per persona.

Se viene smarrita/sottratta occorre presentare denuncia.

Si può avere una chiavetta solo con il certificato di firma o
solo con il certificato di identificazione.

La firma digitale è l'equivalente informatico di una firma autografa apposta su
carta ed ha il suo stesso valore legale. La sua funzione è quella di garantire
autenticità, integrità e validità di un documento assicurandone la provenienza
e garantendone l'inalterabilità dello stesso, attribuendo ai docuementi valore
ex. Art. 2702 c.c. .




il destinatario può verificare l'identità del mittente (autenticità);
il mittente non può disconoscere un documento da lui firmato (non
ripudio);
il destinatario non può modificare un documento firmato da qualcun altro
(integrità).
Si basa su un algoritmo a doppia chiave, quella privata contenuta all'interno
della chiavetta (protetta dal pin) e usata per firmare digitalmente un
documento, e una pubblica “nota a tutti” e usata per verificare la firma apposta
sui documenti.


Per sottoscrivere digitalmente un documento
informatico servono:
 "chiavetta"
 un software (ArubaSign, Dike… sono gratuiti)
2 tipi di firma:


Formato: "p7m/busta crittografica" – valida per il Processo
Telematico e per la notifica in proprio ai sensi D.M. 44/2011
Formato: "signed/firma pdf" – solo per documenti in pdf



Firma grafica
Firma non grafica
valida temporale? se la firma è accompagnata da
un’attestazione temporale es. una PEC.

Punto di Accesso (PDA) – www.pdatorino.it è un sito, sviluppato e
mantenuto dall’Ordine degli Avvocati di Torino che offre i servizi di
(accesso con chiavetta ai soli avvocati/praticanti abilitati iscritti
all’Ordine degli Avvocati di Torino DM 44/2011 art. 23 comma 6):







Polisweb: consultazione fascicoli Uffici Giudiziari, GdP e Cassazione
Pagamenti telematici (diritti di cancelleria, contributo unificato)
Richieste di 335 (generiche e specifiche)
Torino facile
Consultazione Reginde
Download Easypct software per la redazione di atti
Prenotazione copie on-line servizio non attivo a Torino
Iscrizione direttamente sul sito www.pdatorino.it , si perfeziona con la consegna
all’Ordine della risultanza della procedura informatica sottoscritta (in modo
autografo o digitale).

Esistono altri PDA
Il PDA
connettersi a www.pdatorino.it
selezionare
accedi e poi
digitare pin
elenco dei servizi
Polisweb
ovvero
come non andare in cancelleria
selezionare
SE SI E' COSTITUITI IN GIUDIZIO
1- selezionare
2- selezionare i parametri
di ricerca
3- selezionare
cliccare sull'intestazione per visualizzare
il profilo del fascicolo
cliccare per visualizzare i dettagli del fascicolo
deposito telematico
del giudice
cliccare per visualizzare i
dettagli del provvedimento
scarico del cancelliere
cliccare per visualizzare
provvedimento
NON USARE
NON E' ATTIVO
per prenotare le copie è necessario
utilizzare il programma di Aste Immobili
cliccare per visualizzare tutti i documenti associati al fascicolo
cliccare per visualizzare i dettagli della notifica del provvedimento
provvedimento allegato
alla notifica
(se c'è un allegato)
cliccare per visualizzare la RAC (ricevuta di avvenuta consegna)
della pec inviata dalla cancelleria all'avvocato
il server del gestore di posta certificata dell'avvocato ha ricevuto la
comunicazione di cancelleria in questa data ed a questa ora
cliccare per visualizzare i dettagli di un deposito telematico (proprio o di controparte)
atto principale
N.B. Non sono data e ora del deposito effettivo
(che per legge sono quelle della RAC)
ma quelle dell'esito dei controlli automatici.
E' un problema di visualizzazione del
sistema ministeriale
allegati
cliccare sulle icone per visualizzare l'atto o il documento
SE NON SI E' COSTITUITI IN GIUDIZIO
1- selezionare
3- cliccare
2- impostare i parametri di ricerca
Viene visualizzato l'elenco dei procedimenti che risponde ai parametri impostati
e si possono ricavare Sezione, Giudice e data udienza
Non essendo costituiti non si possono visualizzare i dettagli del fascicolo
VISUALIZZAZIONE DEI BIGLIETTI NON RECAPITATI
1- selezionare
3- cliccare
2- impostare il periodo
Pagamenti telematici
1- selezionare
2- selezionare
compilare i campi
compilare i campi
compilare i campi
TorinoFacile
1- selezionare
2- selezionare
inserire c.f. intestatario certificato
selezionare
selezionare il tipo
di certificato
Selezionare l'uso.
Se il certificato non è esente selezionare
“uso non in elenco”
selezionare
nel caso di certificato
non esente inserire
codice marca da bollo
1- selezionare
2- compilare i campi
3- selezionare

Portale dei servizi Ministeriale (PST) – pst.giustizia.it



Polisweb: consultazione fascicoli Uffici Giudiziari – con chiavetta
Consultazione stato dell’arte valore legale depositi telematici – senza chiavetta
Consultazione in forma anonima dei registri degli Uff. Giudiziari – senza
chiavetta
connettersi a pst.giustizia.it
servizi con accesso
tramite chiavetta
servizi ad accesso
libero
consultazione valore legale depositi telematici negli Uffici Giudiziari italiani
1- selezionare i parametri
2- cliccare
cliccare per visualizzare
il decreto attuativo
ministeriale
elenco dei servizi attivi
presso l'ufficio giudiziario
prescelto.
connettersi a pst.giustizia.it
consultazione pubblica dei fascicoli in forma anonima
1- selezionare
i parametri
2- cliccare
3- compilare i campi
4- cliccare
dettaglio del fascicolo
in forma anonima

Applicazione giustizia civile
per smartphone e tablet
compatibile con sistemi operativi iOS, BlackBerry, Android e Symbian Belle

Per Consultazione in forma anonima dei registri degli Uff. Giudiziari
Cosa mi occorre per depositare telematicamente?

Chiavetta

PEC (comunicata all’Ordine)
Software per il deposito: l’Ordine di Torino ha acquistato il
programma Easypct e la relativa assistenza tecnica (della
società LeaxTeam) che concede ai propri iscritti con licenza
gratuita. (funziona solo su S.O. Windows)



Il programma è scaricabile dalla sezione redattore del PDA.
Per ogni questione tecnica fare riferimento ai numeri di
assistenza ivi presenti
Devo usare Easypct?
 No
posso usare qualunque prodotto disponibile sul
mercato, per esempio:

Elenco redattori gratuiti a cura del Ministero:

http://pst.giustizia.it/PST/it/pst_28.wp
Se ho un computer MAC o Linux e voglio usare Easypct?
1.
Boot Camp


2.
Si divide in due l’hard disk, si sceglie quanto spazio assegnare a Windows
Si avvia il Mac utilizzando OS X o Windows.
Installare Windows in una macchina virtuale

Parallels Desktop, VirtualBox, …
Come funziona il deposito telematico?
1. Devo verificare che presso il Tribunale in cui deposito sia
stato dato valore legale allo specifico atto che mi appresto a
depositare (pst.giustizia.it sezione uffici giudiziari)
2. Redigo l’atto mediante apposito programma informatico
denominato redattore (per es Easypct)
3. Il redattore crea una busta informatica contente l’atto
principale, gli eventuali allegati, i dati delle parti ecc.
4. Il redattore (o io manualmente se ho scelto questa opzione) invierà la
busta informatica dalla mia casella PEC alla casella PEC del
Tribunale destinatario.
Come funziona il deposito telematico?
1.Inviata la busta informatica, sulla mia casella PEC riceverò 4
mail:
1.
1.
La ricevuta di accettazione
La ricevuta di consegna che attesta il depositato presso il
Tribunale destinatario ai sensi dell’art 13 comma 2 dm 44/2011
I documenti informatici di cui al comma 1 si intendono ricevuti dal dominio
giustizia nel momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta consegna da
parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della giustizia.
n.b. il depositato non significa che il deposito sia valido
2.
1.
L’esito dei
ministeriali
controlli
automatici
L’accettazione della cancelleria
dei
sistemi
informatici
Per scaricare EasyPCT e trovare i riferimenti per l'assistenza tecnica
andare sulla pagina “redattore” del PDA
selezionare il tipo di atto
N.B. Prima di effettuare un deposito verificare
che siano impostati i parametri per l'invio della pec
1- selezionare
2- cliccare ed evidenziare nome
3- selezionare
se non è compilato, riempire i campi con i dati richiesti
compilare tutti i campi fino al “genera busta”
selezionare per
inviare la busta ed
effettuare deposito
SIDIP
Il sistema di digitalizzazione dei fascicoli delle indagini della Procura
della Repubblica di Torino che consente al difensore munito di user id
e di password di accedere e consultare telematicamente gli atti dal
momento della loro discovery.
Attraverso il Sidip il difensore può inoltre richiedere copia degli atti
che verranno consegnati in forma tradizionale cartacea oppure per
email senza così dover ritornare negli uffici della Procura.
Ad oggi soltanto i nuovi fascicoli delle indagini e soltanto i fascicoli di
alcuni Procuratori sono consultabili mediante il Sidip.
L’avvocato è abilitato a notificare se:


È autorizzato dal proprio Consiglio dell’Ordine ad effettuare
notifiche in proprio
Possiede un indirizzo PEC risultante da pubblici elenchi




Anche il destinatario deve possedere un indirizzo PEC risultante da pubblici elenchi
Ha un dispositivo di firma digitale (chiavetta) operante sulla
base di certificato valido e non scaduto
È munito di procura ad litem rilasciata dal cliente ai sensi
dell’art. 83 c.p.c. (su documento informatico o copia per
immagine di documento analogico)
Normativa:

L. n. 53/1994 e D.L. n. 179/2012
Prenotazione copie
aprire il sito del CdO
selezionare
selezionare
inserire username e password
selezionare
selezionare
compilare tutti i campi
\
al termine selezionare
Prenotazione appuntamenti es. mob.
selezionare
selezionare
sfogliare l'agenda
scegliere l'appuntamento e selezionare
indicare i dati richiesti e selezionare
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
7 615 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content