close

Enter

Log in using OpenID

Book Minivolley 2014 - Federazione Italiana Pallavolo

embedDownload
CP FIPAV BRESCIA—pag.1 - 24/04/2014
Parte fra pochi giorni il nostro 24° circuito di Minivolley. Difficile non ricadere, negli anni, in banalità nel riassumere in poche righe tutto quello
che significa per la pallavolo bresciana e per il Comitato la manifestazione che andrà a dipanarsi nelle prossime settimane.
Credo che al di la di ciò che viene scritto valga la gioia e l’entusiasmo
che si respira sui campetti di gioco e che sono l’ultima significativa conseguenza del buon lavoro fatto dalle Società sul territorio. Le finalità
del Circuito, quelle di sempre, sono infatti valorizzare i più piccoli, garantendo loro tutta il diritto di fare sport, divertirsi, essere circondati da
un ambiente sano, e giocare in competizioni senza alcuna classifica
che promuovano la capacità di relazione e l’impegno sia sportivo che
sociale.
Come ogni anno, infatti, sotto l’insegna “Giochiamo per un sorriso” troveremo presso le varie tappe materiale, gadget e quant’altro possa
servire per incentivare la raccolta di fondi per le associazioni che seguiamo: da tempo infatti, il minivolley a Brescia significa SOLIDARIETÀ
e SENSIBILIZZAZIONE.
Grazie, come sempre, alle Società sedi di tappa per la disponibilità e
l’impegno non indifferente che l’organizzazione richiede. Grazie
all’Assessorato allo Sport delle Provincia al quale abbiamo chiesto di
essere nostro illustre Patrocinatore. Un doveroso e sentito grazie alle
Amministrazioni dei Comuni sedi di tappa per la sensibilità ed il crescente interesse che vanno dimostrando negli anni nei confronti di
questa iniziativa sportiva.
Ancora grazie a tutti i dirigenti ed i genitori che condivideranno
con il Comitato Provinciale le fatiche e le gioie della 24° edizione.
CP FIPAV BRESCIA—pag.2 - 24/04/2014
Permettetemi di rivolgere il mio personale saluto e quello della Federazione Italiana Pallavolo che ho l’onore di presiedere a tutti coloro che da anni lavorano a questo straordinario progetto giunto alla sua 24esima edizione.
Il Circuito di minivolley “Giochiamo per un sorriso” è la testimonianza
più eloquente di come i giovani siano la linfa vitale della nostra disciplina, un elemento essenziale del quale la pallavolo non può fare a meno per
rinnovarsi continuamente e per trovare un sempre maggiore numero di
appassionati che possano garantirgli il seguito che merita.
Il Comitato Provinciale di Brescia da anni porta avanti un interessante lavoro per lo sviluppo di questa manifestazione che riscuote un grande successo di pubblico.
La mia speranza è che “Giochiamo per un sorriso” diventi un esempio da
imitare e che un sempre maggiore numero di persone si avvicinino alla
nostra disciplina proprio grazie ai tanti giovani protagonisti della kermesse.
Permettetemi di rivolgere un saluto e un sincero ringraziamento a coloro
che stanno lavorando per la migliore riuscita dell’avvenimento.
Un grosso in bocca al lupo, in conclusione, a tutti i partecipanti che sapranno divertirsi e saranno in grado di regalare sorrisi ai genitori che accorreranno numerosi.
CP FIPAV BRESCIA—pag.3 - 24/04/2014
Cari amici pallavolisti,
è con grande piacere che anche quest'anno porto il mio saluto al grande Circuito di Minivolley "Giochiamo per un sorriso" giunto alla 24a edizione.
Passione, competenza, capacità organizzativa contraddistinguono gli amici
pallavolisti bresciani che a tutto ciò uniscono anche il loro grande cuore,
con la sensibilità da sempre mostrata verso le organizzazioni che si occupano di chi è meno fortunato.
Una sensibilità unica, grande, che si protrae nel tempo e che mi fa sentire
orgoglioso di sentirmi parte, io milanese, della famiglia della pallavolo bresciana, dove ho avuto l'onore di conoscere e di diventare amico di tanta
gente che ben sa rappresentare i tratti distintivi della gente di Lombardia,
con la loro grande operosità e generosità.
Il mio più grande in bocca al lupo agli organizzatori e una grande riconoscenza da parte mia, per tutto ciò che fanno, nobilitando così tutta la pallavolo italiana.
Bruno Cattaneo
CP FIPAV BRESCIA—pag.4 - 24/04/2014
Riparte il Minivolley a Brescia e siamo giunti alla ventiquattresima edizione! Sembra impossibile ma è realtà!
Migliaia di bambini e bambine hanno calpestato i campi di minivolley e
sono diventati grandi portando con loro queste prime esperienze sportive.
Quanti di loro stanno ancora giocando a pallavolo magari ad alto livello o
sono diventati a loro volta dirigenti?
Sono convinto che sono tanti!
Centinaia di dirigenti ed accompagnatori si ritroveranno presto e di nuovo
sotto il sole per rivedere questo grande spettacolo che annovera come protagonisti tanti piccoli atleti desiderosi di confrontarsi con spirito di lealtà e
con la sana competizione legata alle loro sole forze.
L’insegnamento che l’iniziativa “Giochiamo per un Sorriso” porta con se è
un grande patrimonio solidaristico per questi miniatleti.
Patrimonio di solidarietà e di fratellanza verso chi soffre e chi non ha la
possibilità di vivere come tutti noi che deve rendere orgoglioso tutto il nostro movimento.
Grazie agli organizzatori ed i componenti del Comitato Provinciale che
prestano attenzione alla crescita complessiva dei giovani e non solo a
quella ludico-sportiva.
Ai dirigenti, agli allenatori dei settori giovanili, agli organizzatori e alle
società e Amministrazioni pubbliche sedi di tappa rivolgo il mio ringraziamento particolare per l’attenzione rivolta ai piccoli partecipanti.
A Voi, piccoli protagonisti, auguro che queste giornate siano piene di sole
e di soddisfazioni perché possiate godervi uno dei periodi più importanti
della vostra vita e possiate assaporare l’importanza di vivere e lavorare in
gruppo.
Francesco Apostoli
CP FIPAV BRESCIA—pag.5 - 24/04/2014
La pallavolo lombarda sta vivendo un altro anno di grandi emozioni e passione
sportiva senza confini, dalle palestre di periferia ai palazzetti dello sport che ospitano i più attesi appuntamenti internazionali. La provincia di Brescia dovrebbe saperlo bene: la sua squadra di punta, la Promoball VBF, ha appena ottenuto
una storica promozione nella massima serie femminile, dopo aver sfiorato anche
la conquista della Coppa Italia, e altri club occupano posizioni di vertice nelle
categorie inferiori. Non può essere un caso se a generare questi risultati è un territorio che negli ultimi anni si è impegnato costantemente nella promozione e
nella diffusione del volley tra i giovani e i giovanissimi; e la dimostrazione è
proprio il circuito di Minivolley “Giochiamo per un sorriso”, evento ormai ultraventennale che non sente affatto il peso dell’età, e si propone come esempio
da imitare per tutta la regione.
La finalità benefica e il supporto a iniziative di solidarietà contraddistinguono
da sempre il torneo organizzato dal Comitato Provinciale di Brescia, e neppure
questo è un caso: la capacità di coniugare i valori dello sport con quelli, altrettanto sentiti, della convivenza e della condivisione, è una caratteristica primaria
del nostro sport. Il contesto ideale per metterla in pratica, naturalmente, è un appuntamento che ogni anno richiama migliaia di persone tra dirigenti, allenatori e
familiari dei giovani atleti impegnati, tanto da trasformarsi in una tappa imperdibile nel calendario di appassionati e addetti ai lavori.
È quindi con particolare entusiasmo che saluto tutti i partecipanti all’edizione
2014 del Torneo, augurandomi di rivederli presto a Milano in occasione dei
grandi eventi pallavolistici che avremo l’occasione di ospitare nei prossimi mesi: la sfida di World League maschile tra Italia e Brasile e i Campionati Mondiali femminili di ottobre, che si terranno nel nostro paese per la prima volta nella
storia.
A tutti buona pallavolo e buon divertimento!
Adriano Pucci Mossotti
CP FIPAV BRESCIA—pag.6 - 24/04/2014
È con vero piacere che rivolgo un caloroso saluto, mio personale e della
Delegazione del CONI di Brescia che rappresento, a tutti i partecipanti al
24^ Circuito Minivolley, manifestazione nata per la promozione sportiva
nei confronti dei più giovani e che vede oltre alla componente sportiva un
grande aspetto umano, nella raccolta fondi a favore delle tre associazioni
sostenute dalla pallavolo bresciana.
L’operato del Coni, impegnato da sempre nella promozione sportiva, a fianco delle Federazioni, ha la duplice finalità di portare ai massimi livelli gli
atleti più dotati e di educare i giovani alla pratica sportiva come strumento
di formazione fisica, morale e di salvaguardia della salute.
È quindi per questo motivo che agli organizzatori di suddetta manifestazione va il mio plauso per l’ impegno e gli sforzi profusi.
A tutti i partecipanti auguro poi di vivere un’ esperienza speciale all’ insegna del vero sport.
Ugo Ranzetti
CP FIPAV BRESCIA—pag.7 - 24/04/2014
Torna il più importante appuntamento con il minivolley bresciano. Sono
particolarmente lieto di porgere il benvenuto ai numerosi atleti che prendono parte a questa 24° edizione.
La storia della pallavolo bresciana, ricca di successi, è il risultato di una
tradizione importante, di protagonisti capaci di tramutare la propria passione in
sacrifici, premiati però da traguardi e trionfi: sono questi i sogni che le nostre
squadre devono raccontare ai giovani di oggi, interessati più ad internet che al
pallone.
Esistono infatti ormai tante squadre provinciali che con l’impegno e la bravura di
dirigenti, tecnici ed allenatori investono sulle nuove generazioni fondendosi con
il tessuto sociale (scuole, oratori e centri sportivi), insegnano la pallavolo e trasmettono la voglia di praticarlo.
L’Assessorato da me guidato fa di questa politica un elemento essenziale
per lo sport, per i giovani e per la nostra Provincia. Traguardi ambiziosi da perseguire per ottenere la soddisfazione di crescere veri campioni, nella vita, prima
ancora che in campo.
Esprimo la mia ammirazione ed uno speciale ringraziamento a chi per
questo sport si spende quotidianamente, con passione, per poterlo diffondere e
per poter tenere viva la tradizione. L’organizzazione di questo evento testimonia
l’impegno della FIPAV Brescia e del suo Presidente Tiziana Gaglione, a cui vanno i miei personali complimenti.
Sicuro della riuscita della manifestazione, auguro tutto il successo che merita e
saluto calorosamente i giovani partecipanti!
Fabio Mandelli
CP FIPAV BRESCIA—pag.8 - 24/04/2014
MINIVOLLEY & SOLIDARIETÀ
ASSOCIAZIONE ITALIANA GLICOGENESI
CP FIPAV BRESCIA—pag.9 - 24/04/2014
24° Circuito Minivolley
FIPAV – Comitato Provinciale di Brescia
Grazie alla grande sensibilità della FIPAV e degli Amici bresciani siamo anche quest’anno presenti per
condividere il gradito appuntamento per le Associazioni di pazienti alle quali è offerta una concreta visibilità sul
territorio, destinata a consolidare una nuova cultura della disabilità. Abbiamo la possibilità di divulgare condizioni poco
note di malattie rare che pure coinvolgono, spesso in modo drammatico, milioni di persone al mondo. Il numero di
Malattie Rare conosciute e diagnosticate oscilla tra le 7000 e le 8000: una malattia è considerata "rara" quando
colpisce non più di 5 persone ogni 10.000 abitanti.
Sono difficili da diagnosticare ed esistono pochi Centri specializzati nella diagnosi e nella cura. Per molte di esse
non si hanno ancora terapie efficaci e le industrie farmaceutiche, a causa del mercato limitato, hanno scarso
interesse a sviluppare la ricerca e la produzione di farmaci.
La Sindrome del cromosoma X Fragile è tra queste e oggi sappiamo che studiare le malattie genetiche può contribuire
in modo determinante a curare non solo le malattie rare ma, potenzialmente, molte patologie a grande diffusione.
E’ per noi un grande e privilegiato piacere poter festeggiare questa ricorrenza in “Casa FIPAV”, insieme
all’insostituibile Presidente, ai dirigenti sportivi e ai tanti atleti che si distinguono per il loro impegno e per i risultati
ottenuti. Da molti anni ci incontriamo per riconoscere il valore dello sport, la passione, l’impegno. Come se tutto ciò
non bastasse, grazie ai fondi raccolti durante il Circuito, è data alle nostre Associazioni la possibilità di realizzare
progetti a favore dei pazienti, per migliorarne la qualità di vita con la ricerca di farmaci o con percorsi educativi/
abilitativi.
Per quanto riguarda i progetti della nostra Associazione, abbiamo proseguito il finanziamento di due Borse di Studio di
ricerca Genetica presso l’Università Tor Vergata di Roma. Abbiamo inoltre raggiunto un altro obiettivo particolarmente
ambizioso: realizzare una monografia dedicata alla Sindrome X fragile, in italiano. Questo utilissimo strumento, che
ancora mancava nella disponibilità delle famiglie, degli insegnanti, degli operatori, di tutte le figure educative che
concorrono al miglior sviluppo delle potenzialità dei nostri figli, si propone in tono divulgativo per essere largamente
comprensibile ma è stato attentamente supervisionato dagli specialisti che compongono il Comitato Scientifico
dell’Associazione.
Siamo profondamente grati a tutti quanti contribuiscono al successo di questa manifestazione con la loro
professionalità, passione e grande attenzione ai bisogni speciali di persone speciali.
Un atteggiamento non scontato, un vero e proprio valore aggiunto di questo appuntamento da cui ogni anno deriva un
generosissimo contributo che ci auguriamo possa accompagnarci nel tempo.
Con riconoscenza e gratitudine
Donatella Bertelli
Presidente
Una malattia è considerata "rara" quando colpisce non più di 5 persone ogni 10.000 abitanti.
Sono difficili da diagnosticare, esistono pochi Centri specializzati nella diagnosi e nella cura. Per molte di esse
non esistono ancora terapie efficaci e le industrie farmaceutiche, a causa del mercato limitato, hanno scarso
interesse a sviluppare la ricerca e la produzione di farmaci.
La Sindrome X Fragile è una tra le circa 8000 Malattie Rare conosciute e diagnosticate. E’ una condizione
genetica causata da una mutazione sul cromosoma X che si trasmette per via ereditaria. Colpisce un maschio
ogni 4000 nati e una femmina ogni 6000 provocando diversi gradi di disabilità intellettiva, da problemi di
apprendimento a grave ritardo cognitivo. Sulla base di queste stime di prevalenza, in Italia dovrebbero esserci
circa 7500 maschi e 5000 femmine con Sindrome X Fragile. Le portatrici sane di questa condizione, cioè le
donne la cui prole è a rischio di ereditare la Sindrome X-Fragile, hanno una frequenza nella popolazione
stimata in 1:200, mentre la frequenza dei portatori maschi sani è stimata a 1:450.
Le persone con Sindrome X-Fragile possono presentare deficit di attenzione, iperattività e impulsività, difficoltà
nell’apprendimento, problemi di linguaggio, difficoltà ad organizzare le informazioni e a reagire ad esse in modo
efficace, impaccio motorio, problemi di comportamento.
Associazione Italiana Sindrome X Fragile Onlus
c.p. 14359 uff. MI65 20146 Milano
tel e fax 02 47717104
cell. 347 2701084
www.xfragile.net
[email protected]
CP FIPAV BRESCIA—pag.10 - 24/04/2014
Cari amici, il cammino al vostro fianco procede e grazie al vostro prezioso aiuto procede spedito e dopo aver raggiunto la realizzazione del CENTRO di
RICERCA AIL degli Spedali Civili di Brescia dedicato ai pazienti oncoematologici adulti e bambini, ora abbiamo messo in campo un altro importante
progetto.
Da molti anni ospitiamo gratuitamente nei nostri sei appartamenti famiglie di ammalati in cura presso il nostro ospedale, ma purtroppo le richieste ed i
bisogni sono sempre maggiori e pertanto abbiamo deciso di provvedere ad un
ampliamento delle nostre case AIL ARCOBALENO.
Pertanto abbiamo deciso di acquisire un nuovo immobile e di provvedere
alla sua ristrutturazione ed al suo arredo completo.
L’investimento previsto sarà di 260.000 euro circa.
Quindi prosegue il nostro impegno nella ricerca, nell’accoglienza e
nell’assistenza sempre più convinti che sia possibile realizzare i nostri sogni e
ridurre i disagi e la sofferenza degli ammalati.
Grazie di cuore!
Dott. G. Navoni
Presidente AIL Brescia
CP FIPAV BRESCIA—pag.11 - 24/04/2014
Un grande cordiale saluto a tutti e un bentornato al circuito Minivolley e a
tutti gli organizzatori che anche quest'anno si stanno prodigando per far si
che le varie tappe riescano nel migliore dei modi e sicuramente ci riusciranno.
È un grande piacere per noi rendervi informati sulle nostre varie attività che
riusciamo a continuare anche grazie al Vostro prezioso aiuto.
Stiamo continuando e abbiamo addirittura raddoppiato i nostri finanziamenti al nostro laboratorio di biologia dell'ospedale Gaslini di Genova sempre
più convinti che la ricerca sia la strada maestra per la risoluzione del nostro
problema,e finchè avremo possibilità continueremo su questa strada.
Continuiamo anche la collaborazione con le altre associazioni europee
nell'intento di unire le forze e creare sinergie per non sprecare risorse.
All'ultimo nostro convegno annuale nel mese di dicembre che si è tenuto a
Roma si sono presentate molte famiglie “nuove” e sono emersi anche problemi con varie A.S.L.che in questo periodo di crisi e tagli stanno colpendo
anche i nostri piccoli e grandi pazienti.
È stata organizzata nel mese di aprile e precisamente il giorno 15 la prima
giornata mondiale della Glicogenosi di tipo 2 con varie manifestazioni in
giro per l'Italia per sensibilizzare e raccogliere fondi da destinare ancora una
volta allo studio di questa forma che presenta alcune problematiche difficili
da risolvere.
Noi comunque ci crediamo e sappiamo che abbiamo al nostro fianco tutta la
FIPAV con i loro grandi atleti e organizzatori che non finiremo mai di ringraziare
Tantissimi saluti dai genitori A.I.G.
Santina e Venanzio Cotelli
AIG - Associazione Italiana Glicogenosi - Associazione di Volontariato ONLUS di Diritto
Via Roma, 2/G 20090 Assago (MILANO) Tel. 02 4570 3334 - Fax 02 700 405 465
e-mail: [email protected] - WEB: www.aig-aig.it - C.C. Postale N° 3818 8207
CP FIPAV BRESCIA—pag.12 - 24/04/2014
PALLA RILANCIATA: 156
PRIMO MINIVOLLEY: 131
PRIMO LIVELLO: 142
SECONDO LIVELLO: 193
TOTALE SQUADRE: 622
MINIATLETI: 2668
PAESI COINVOLTI: 17
PARTECIPANTI:
circa 7000
CP FIPAV BRESCIA—pag.13 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.14 - 24/04/2014
C a r l o
Magri
CP FIPAV BRESCIA—pag.15 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.16 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.17 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.18 - 24/04/2014
LA PRIMA TAPPA:
CENTRO SPORTIVO F. GHIZZI (Ex TRE STELLE)
DESENZANO DEL GARDA -VIA GIOTTO 104
01 MAGGIO 2014
Il Comitato Provinciale FIPAV di Brescia e le Associazioni Sportive che aderiscono al Circuito Provinciale di Minivolley hanno da molti anni intuito che per dare visibilità alla manifestazione
occorra iniziare alla grande. Dopotutto chi “ben comincia è a metà dell’opera”. Ed è così che, già da
diversi anni, la prima tappa si svolge in un’unica città per dare modo ai rappresentanti delle varie Associazioni ONLUS, che si occupano di piccoli pazienti colpiti da malattie rare ed a cui è rivolto il
motto “GIOCHIAMO PER UN SORRISO” del circuito, di incontrare tutte le Associazioni Sportive
partecipanti e soprattutto i loro piccoli atleti.
La città di Desenzano del Garda e il centro sportivo F. Ghizzi si prestano benissimo allo scopo.
Il grande spazio a disposizione dà modo agli organizzatori della Pro Desenzano insieme ai rappresentanti FIPAV di porre in risalto l’aspetto SOLIDALE della manifestazione. Molti saranno i banchetti
allestiti a favore delle tre associazioni ONLUS per dare modo alle centinaia di genitori che interverranno di vedere da vicino delle realtà di cui non si sente parlare spesso o addirittura non si conoscono
affatto.
Quest’anno la Pro Desenzano settore Volley festeggia il 20° anniversario dalla fondazione.
Nata nel giugno del 1994 per merito di alcuni genitori, dopo 11 anni di attività “solitaria”, ci si accorse che c’era bisogno di unirsi ad altre realtà sportive, per condividerne i comuni valori e sfruttare le
sinergie. Nacque così la Polisportiva Pro Desenzano dall’unione del Desenzano Volley, A.C. Pro
Desenzano di calcio ed Desenzano Sport di Atletica a cui si sono aggiunti l’ass. Ad Flexum di tiro
con l’arco e l’ass. Tritone Sub di attività subacquee. In tutto ciò molto importante fu il ruolo della
compianta signora Flavia Martello, cofondatrice e primo Presidente del Desenzano Volley e che fu
tra i promotori della nascita dell’attuale Polisportiva; sempre presente in palestra ed a bordo campo in
occasione delle tappe di minivolley, il suo impegno nello sport mirava a porre maggior attenzione
verso il mondo dei più giovani, difatti il settore giovanile è sempre stato prerogativa delle finalità del
Desenzano Volley e della Polisportiva. Durante la manifestazione verrà dedicato un momento al ricordo della signora Flavia Martello.
Tantissime saranno le Associazioni Sportive provenienti da tutta la provincia bresciana che interverranno portando i loro piccoli atleti, pallavolisti in erba che si contenderanno il premio della simpatia,
della gioia di stare insieme e della solidarietà.
Lo stadio F. Ghizzi, quindi, si animerà e diventerà un vero centro di aggregazione, dove su 76 campetti di pallavolo, con una rete ad altezza “speciale” e con un pallone leggero i piccoli atleti si sentiranno grandi campioni.
IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA
Ore 08.00-09.30: accredito dei bambini e dei partecipanti presso l’Info Point all’interno del
campo da gioco;
Ore 09.30– 10.00: sfilata inaugurale delle Associazioni Sportive partecipanti lungo la pista
di atletica;
Ore 10.00- 12.30: incontri di Minivolley tra le squadre partecipanti;
Ore 12.30: disallestimento dell’evento e consegna dei campi agli organizzatori delle tappe
successive.
CP FIPAV BRESCIA—pag.19 - 24/04/2014
CONSIGLI PER LA TAPPA DI DESENZANO
Alla cortese attenzione di tutte le società partecipanti alla tappa di apertura del 24° circuito di
Minivolley – 1° maggio 2014 – Desenzano del Garda.
Dato il grande numero di partecipanti alla tappa, vi forniamo alcune note per agevolare
l’organizzazione, chiedendovi di trasmetterle a coloro che accompagneranno gli atleti.
All’arrivo allo stadio, gli atleti e i responsabili delle squadre accederanno al campo, mentre i genitori
si accomoderanno in tribuna per assistere alla sfilata delle squadre.
Al termine di questa potranno raggiungere i loro figli sul campo di gioco. Ogni società troverà lungo
la recinzione il cartello con il proprio nome che sarà portato da un proprio rappresentante durante la
sfilata. Le società “ritardatarie” si accoderanno a quelle già presenti.
Al momento dell’accredito, i rappresentanti dovranno fornire il numero esatto dei bambini in modo
da non creare disguidi al momento del ritiro dei sacchetti per la merenda.
Il ritiro dei sacchetti avverrà sotto le tribune all’interno del corridoio degli spogliatoi, presso lo spogliatoio numero 8. Ogni società dovrà presentarsi al ritiro con un numero adeguato di rappresentanti
in base ai sacchetti da ritirare.
All’esterno dell’impianto sarà presente uno stand gastronomico dove i più “golosi” e gli adulti potranno trovare saporiti panini con salamelle ed altre gustose leccornie. Anche questo stand, come tutti
i banchetti all’interno dell’impianto sportivo dove saranno offerti gadget ed altro ancora, è legato al
discorso della solidarietà del circuito di minivolley
ALLE SOCIETÀ PARTECIPANTI SI CHIEDE DI PORTARE CON SÉ ALMENO UN MINIARBITRO PER AGEVOLARE E SUPPORTARE L’ORGANIZZAZIONE DELLA TAPPA.
TRE PERCORSI ALTERNATIVI PER ARRIVARE A DESENZANO
1.
2.
3.
Per chi proviene da Brescia dalla Tangenziale.
Dopo la galleria di Lonato passare sotto i due sottopassi contigui, superare la prima uscita e
proseguire sulla tangenziale sempre dritti ed uscire alla successiva “Rivoltella”, allo svincolo
girare a sx. Alla seconda rotatoria a sx. Alla prima rotatoria a sx per via Michelangelo, prose
guire dritti fino allo stadio.
Per chi proviene da Brescia con l’autostrada.
All’uscita Desenzano, alla rotatoria girare a sinistra. Seguire le indicazioni per Desenzano, pas
sare sul cavalcavia. Subito dopo il centro commerciale le Vele, alla rotatoria girare a destra e
costeggiare il viadotto ferroviario fino in fondo. Alla rotatoria girare a sx e poi subito a dx,
passare davanti alla stazione e proseguire dritti fino alla rotatoria. Girare a sx, prendere la di
scesa e poi la seconda a dx per via Giotto. Proseguire diritto fino alla stadio.
Per chi arriva da Manerba.
Dopo Padenghe alla rotato
ria grande all’altezza del supermercato LA COLLINA, andare
dritti e prendere per la minitangenziale in direzione autostrada. Alla seconda rotatoria giraea sx
e proseguire lungo la statale per Verona. Dopo circa 2 km, all’altezza della base mili t a r e
che sta a sx, girare a dx per via Allende, proseguire dritti fino allo stadio.
Per i pullman sarà riservato uno parcheggio nella strada che costeggia lo stadio.
Per il ritorno si suggerisce di recarsi a Rivoltella e prendere la tangenziale per Brescia e per
l’autostrada.
Per informazioni la segreteria è aperta Lun/Ven 15.30-19.30 tel. 0309914202 – Fax 0309123225.
Ringraziandovi per la collaborazione e augurandoci e augurandovi una bellissima giornata, porgiamo
cordiali saluti.
PRO DESENZANO S.C.S.D. – SETTORE VOLLEY
Salvatore Palazzi
CP FIPAV BRESCIA—pag.20 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.21 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.22 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.23 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.24 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.25 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.26 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.27 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.28 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.29 - 24/04/2014
CP FIPAV BRESCIA—pag.30 - 24/04/2014
Il mini referto gara
CP FIPAV BRESCIA—pag.31 - 24/04/2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
7 323 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content