close

Enter

Log in using OpenID

Armonia lez. II-2 – Cifratura armonica e procedimenti riduzionistici

embedDownload
LEZIONE VII
by Mario MUSUMECI
TEORIE E TECNICHE DELL’ARMONIA
L’EQUILIBRIO STATICO-DINAMICO DELL’ACCORDO:
I e II RIVOLTO DI TRIADE CONSONANTE
riepilogo e approfondimenti
LA NOZIONE DI RIVOLTO
T 6 ______________6
4
LA CADENZA IMPERFETTA
Gradi: V
III
VI
I
Gradi fondamentali:
Funzioni: D --- T6
SD6 -- T
L’USO IDIOMATICO DEL 1° RIVOLTO DI TRIADE DIMINUITA
abbastanza raro l’uso della triade diminuita
in stato fondamentale (e in secondo rivolto)
in 6 la triade diminuita si considera
come un accordo consonante (non si
raddoppia comunque la sensibile)
invece è comune l’uso della triade
diminuita in primo rivolto
nella teoria è considerato come
un accordo derivato dalla D7
altra cosa è lo stesso accordo
sul II di modo minore
L’USO PRATICO DEI RIVOLTI DI TRIADE
L’USO IDIOMATICO DEL II RIVOLTO:
A) come accordo di passaggio e di volta:
sul II e sul V tra gradi congiunti con accordi analoghi,
sul I e sul V come accordo di volta tra fondamentali
B) come accordo-appoggiatura:
nelle cadenze perfette (sul V/D  I/T) composte consonanti e doppie
TEORIE E TECNICHE DELL’ARMONIA
Uso del secondo rivolto
Cifratura armonica
e procedimenti riduzionistici
DAL FUNZIONALISMO RIEMANNIANO ...
l’uso “ornamentale”
del secondo
rivolto di triade
... AL RIDUZIONISMO SCHENCKERIANO
IL RIDUZIONISMO ARMONICO-TONALE:
simbolica riduzionistica e gerarchia dei valori notali
dalla micro- ...
“Sicut Locutus” dal Magnificat di J. S. Bach:
strutture-quadro (o assi tonali della melodia) del Tema (Soggetto e 3 Controsoggetti)
alla macro-struttura
Sintesi tonale di un’intera complessa opera
Fantasia del viandante op. 15 di F. Schubert: dalla sintesi formale e tonale dei singoli 4 movimenti
alla sintesi dello stile tonale dell’intera opera
e relazionando unitariamente il variegato impianto tematico
RIDUZIONISMO COME ACQUISIZIONE DI SINTESI/“RIASSUNTI” TONALI
A PIÙ PROSPETTIVE DI LETTURA
Mauro Giuliani
(1781-1829),
Tema e variazioni
op. 38 (1812)
La frase tematica
Sintesi accordale
Prospettive sintetiche
della melodia
ESERCITAZIONI ANALITICHE
Inquadrare nei quattro successivi brani,
di diversa epoca ed autore,
gli accordi in stato di primo e secondo rivolto di triade.
Di almeno uno dei brani, a scelta, inquadrare tutta l’analisi
armonica funzionale di almeno un intero passaggio importante
nel tono d’imposto (ad esempio della prima arcata melodica),
sul modello del brano di Mozart già analizzato in precedenza
In qualcuno di questi brani si impone con maggior evidenza
uno studio fondato sulle
proprietà secondarie, o testurali, dell’armonia?
Dal Basso continuo all’Armonia classica (Bach – Mozart)
L’evoluzione plastico-sonoriale dell’Armonia romantica
(Mendelssohn – Chopin)
Un esempio di maestria nell’uso dei rivolti: W. A. Mozart – Sonata K332, II movimento
ESERCITAZIONE: Indicate, con le apposite indicazioni abbreviate, le note estranee (n.p., n.v., app., sfugg.) e provate ad
esplicitare la natura tecnico-espressiva delle due grandi arcate melodiche che compongono questo delicatissimo Tema
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 260 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content