close

Enter

Log in using OpenID

Bando integrale - Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi

embedDownload
Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi
AZIENDA OSPEDALIERA – POLO UNIVERSITARIO
Bando di asta pubblica per la vendita di immobili
L'AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE DI CIRCOLO E FONDAZIONE MACCHI” DI VARESE in esecuzione
della deliberazione del Direttore Generale n. 387 del 21.05.2014
RENDE NOTO
che il giorno 09.07.2014, alle ore 09,00, presso lo Studio notarile Dott. Carlo Giani di Varese, Via Cavour n. 45, alla
presenza del Direttore Generale, o suo delegato, avrà luogo un'asta pubblica per la vendita, dei seguenti immobili
di proprietà dell'Azienda Ospedaliera, distinti in due lotti, secondo il valore di stima posto a base d'asta a fianco
indicato:
Lotto
1
2
Immobile
Terreno
Terreno
Ubicazione
Varese località di Velate, Via Guttuso,
Varese località di Velate Via Carbonin
Valore di stima
€ 34.250,00
€ 14.400,00
I suddetti immobili sono stati trasferiti all'Azienda Ospedaliera “Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi” di Varese
con Decreto n. 3368 del 08.07.1996, in attuazione del D. Lgs. n. 502 del 30.12.1992, come modificato dal D. Lgs.
n. 517 del 07.12.1993.
La Regione Lombardia - Direzione Generale Salute - con Decreto n. 1502 del 25.02.2014 e Decreto n. 1775 del
04.03.2014, ha concesso all’Azienda Ospedaliera le autorizzazioni all’alienazione richieste.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
La normativa di riferimento è costituita dal Regio Decreto n. 827 del 23.05.1924, «Regolamento per
l'Amministrazione del patrimonio e per la contabilità generale dello Stato», nonché dalle disposizioni di legge e
regolamenti disciplinanti le vendite dei beni della Pubblica Amministrazione.
Per tutto quanto non previsto dal presente bando si fa riferimento alla normativa di settore.
DESCRIZIONE DEI LOTTI
Lotto 1:
Terreno sito in Varese, località di Velate, Via Guttuso, contraddistinto in catasto come segue:
Comune
Sezione
Foglio
Particella
Qualità
Classe
Superficie (m2)
R.D.
R.A.
Varese
Velate
9
17
Sem. Arb.
2
1.250,00
6,78
5,49
Il mappale, secondo la variante generale del P.R.G. è classificato:
-
in zona “A1.2” – ambiti con permanenza morfologica e tipologica del tessuto edilizio storico;
secondo il P.G.T è incluso:
-
in zona NAF – nucleo antico del territorio;
La particella di cui sopra:
-
ricade entro il perimetro del centro edificato (Legge n. 865/1971);
-
ricade entro il perimetro del centro abitato (DPR n. 495/1992);
-
ricade entro il perimetro delle aree a rischi archeologico;
-
non ricade entro le porzioni di territorio comunale che sono state percorse dal fuoco (art. 9 della Legge n.
-
è soggetta a vincolo ai sensi del D. Lgs. n. 152/2006 (vincolo pozzi).
47/1975, integrato dalla Legge n. 428/1993);
Prezzo base d’asta Euro 34.250,00 (rilancio minimo Euro 1.027,50)
__________________________________________________________________________________________________________________________
AO MACCHI VARESE - S.C. Tecnico Patrimoniale Circolo - Asta pubblica vendita terreni Velate - Bando integrale.
-1-
Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi
AZIENDA OSPEDALIERA – POLO UNIVERSITARIO
Lotto 2:
Terreno sito in Varese, località di Velate, Via Carbonin, contraddistinto in catasto come segue:
Comune
Sezione
Foglio
Particella
Qualità
Classe
Varese
Velate
9
2657
Castagneto
2
Varese
Velate
9
3655
Sem. Arb.
4
Superficie (m2)
R.D.
R.A.
50,00
0,04
0,02
270,00
0,56
0,49
I mappali, secondo la variante generale del P.R.G. sono classificati:
in zona “A1.2” – ambiti con permanenza morfologica e tipologica del tessuto edilizio storico;
-
secondo il P.G.T sono inclusi:
in zona NAF – nucleo antico del territorio;
-
Le particelle di cui sopra:
-
ricadono entro il perimetro del centro edificato (Legge n. 865/1971);
-
ricadono entro il perimetro del centro abitato (DPR n. 495/1992);
-
ricadono entro il perimetro delle aree a rischi archeologico;
-
non ricadono entro le porzioni di territorio comunale che sono state percorse dal fuoco (art. 9 della Legge n.
47/1975, integrato dalla Legge n. 428/1993);
-
sono soggette a vincolo ai sensi del D. Lgs. n. 152/2006 (vincolo pozzi).
Prezzo base d’asta Euro 14.400,00 (rilancio minimo Euro 432,00)
Gli immobili sopra descritti sono venduti a corpo e non a misura con i relativi pesi e oneri, pertinenze, diritti, servitù
attive e passive, apparenti e non apparenti, continue e discontinue, anche se non indicati nella descrizione. Lo stato
degli immobili sarà quello risultante alla data di consegna degli stessi, senza che possano essere fatte eccezioni o
riserve, nello stato di fatto e di diritto, e con le destinazioni in cui si trovano, come descritti nelle relative perizie e
negli atti ad essi allegati. Il valore degli immobili è stato determinato al solo scopo della formazione del prezzo a
base d'asta, restando l’Azienda Ospedaliera alienante, sollevata dal fornire garanzia su ogni possibilità di utilizzo e
sul futuro valore dell'immobile ceduto. Non vi sarà luogo ad azione per lesione, né aumento o diminuzione di
prezzo, per qualunque materiale errore nella descrizione del bene posto in vendita o nella determinazione del
prezzo d'asta, nell'indicazione della superficie, dei confini, dei numeri di mappa e coerenze, dovendosi intendere
come espressamente dichiarato dall’offerente di ben conoscere il bene nel suo valore e in tutte le sue parti.
L'Azienda Ospedaliera garantisce la piena proprietà, la legittima provenienza, nonché la libertà da privilegi, ipoteche
e trascrizioni pregiudizievoli e resta esonerata dal fornire la relativa documentazione.
SOGGETTI AMMESSI ALLA PROCEDURA D’ASTA
Sono ammessi a partecipare alla procedura d’asta tutti i soggetti che non incorrono nelle incapacità previste
dall'art. 32-quater del Codice Penale. L’Azienda Ospedaliera ha piena e insindacabile facoltà di escludere dall'asta
qualsiasi offerente senza che l'escluso possa reclamare indennità di sorta.
Gli interessati a partecipare all’asta del presente bando dovranno far pervenire, presso lo Studio notarile Dott. Carlo
Giani di Varese, Via Cavour n. 45, entro le ore 16,00 del giorno 08.07.2014:
Domanda di partecipazione all’asta, redatta in carta semplice, predisposta sulla base del fac-simile allegato
(Allegato “A”), datata e sottoscritta dal partecipante, nella quale dovranno essere indicati:
-
il lotto cui si riferisce la domanda;
-
nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e codice fiscale del partecipante; per le persone giuridiche:
esatta denominazione e ragione sociale, codice fiscale e partita IVA, la sede nonché nome, cognome, luogo e
data di nascita del legale rappresentante;
-
la domanda dovrà essere sottoscritta con firma leggibile e per esteso dal partecipante o dal legale
-
in caso di partecipazione per conto di altra persona dovrà essere prodotta, procura speciale in originale o in
rappresentante se trattasi di società;
copia autentica (atto pubblico o scrittura privata con firma autenticata da notaio);
__________________________________________________________________________________________________________________________
AO MACCHI VARESE - S.C. Tecnico Patrimoniale Circolo - Asta pubblica vendita terreni Velate - Bando integrale.
-2-
Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi
AZIENDA OSPEDALIERA – POLO UNIVERSITARIO
Dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, in carta libera, con sottoscrizione del titolare
o di un legale rappresentante, accompagnata da copia fotostatica anche non autenticata, di un documento di
identità del sottoscrittore, resa sotto la personale responsabilità del dichiarante, da compilarsi sulla base del
fac-simile allegato (Allegato "B") o (Allegato "C"), a seconda che la domanda di partecipazione venga
presentata da persone fisiche o persone giuridiche;
(solo per le persone giuridiche): dichiarazione sostitutiva del Certificato di iscrizione alla CCIAA, da
compilarsi sulla base del fac-simile allegato (Allegato "D");
Deposito cauzionale dell'importo pari al 10% del prezzo posto a base d'asta, mediante assegno circolare
intestato all'Azienda Ospedaliera “Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi” di Varese.
CRITERI DI AGGIUDICAZIONE
Le aste saranno tenute con il metodo di estinzione della candela vergine, ai sensi dell'art. 73, lett. a) e dell'art. 74
del Regio Decreto n. 827 del 23.05.1924, sostituito dall'equivalente sistema dei tre minuti, separatamente per ogni
lotto. L'aggiudicazione avrà luogo con unico incanto. Le offerte devono essere fatte con percentuale in aumento sul
prezzo posto a base d’asta, con i rilanci minimi indicati. E' facoltà dell'Azienda Ospedaliera procedere
all'aggiudicazione anche nel caso in cui vi sia una sola offerta valida. Si riterrà aggiudicatario provvisorio
quell’aspirante la cui offerta non sia stata da altri aumentata durante il periodo dei tre minuti dall'ultima offerta. Nei
dieci giorni successivi a quello dell'esperimento dell'asta è ammesso l'aumento oltre il quinto sul prezzo della
medesima, mediante deposito di una cauzione pari al 10% dell'offerta in aumento e idonea domanda di
partecipazione, corredata di tutti i documenti richiesti dal bando, da depositarsi presso lo Studio notarile Dott. Carlo
Giani di Varese, Via Cavour n. 45. In tal caso si procederà ad un nuovo esperimento d'asta ai sensi dell'art. 571 del
Codice di Procedura Civile. Nel caso in cui non ci fosse alcuna offerta in aumento, l’aggiudicatario provvisorio sarà
considerato aggiudicatario definitivo. Sono ammesse offerte per procura e per persona da nominare, ai sensi
dell'art. 1401 e seguenti del Codice Civile. Le procure speciali dovranno essere esibite in originale o in copia
autenticata (atto pubblico o scrittura privata con firma autenticata da notaio). Allorché le offerte sono presentate a
nome di più persone, queste si intendono obbligate in solido. La domanda di partecipazione per persona da
nominare dovrà avere i requisiti necessari per essere ammessa all'incanto, contenere la dichiarazione che la
domanda è presentata per persona da nominare, e presentare a suo nome i documenti previsti dal presente bando.
Nel caso in cui risulti aggiudicatario l'offerente per persona da nominare egli deve dichiarare la persona per la quale
ha agito ed attestare che è garante solidale della medesima; tale dichiarazione deve essere fatta mediante atto
pubblico o scrittura privata con firma autenticata da notaio, entro il termine perentorio di tre giorni successivi a
quello dell'esperimento dell'incanto e deve essere fatta pervenire all'Azienda Ospedaliera entro gli ulteriori
successivi tre giorni. Qualora l'offerente non faccia la dichiarazione nei termini e nei modi indicati o si dichiari
persona incapace di obbligarsi e/o di contrarre, o si dichiari non legittimamente autorizzato, o la persona da
nominare (dichiarata) non accetti l'aggiudicazione, l'offerente sarà considerato a tutti gli effetti come vero ed unico
aggiudicatario. L'Azienda Ospedaliera si riserva la facoltà di sospendere, revocare o annullare, in tutto o in parte
l'asta, qualora lo ritenga opportuno o necessario nel proprio interesse, senza che gli offerenti possano vantare
pretese o diritti di sorta. In caso di procedura d’asta andata deserta, per l'alienazione degli immobili oggetto del
presente bando, si procede a Trattativa Privata ai sensi dell'art. 38 co. 1, punto 5), art. 41 co. 1, punto 19) e art.
92 del Regio Decreto n. 827 del 23.05.1924. Terminata l’asta verrà redatto il Verbale d'asta, ai sensi dell’art. 82 del
R.D. n. 827/1924. L'aggiudicazione vincola immediatamente l’aggiudicatario, il quale rimane obbligato alla
scrupolosa osservanza dei termini e delle condizioni di cui al presente bando e nulla avrà a pretendere per
l'eventuale mancato perfezionamento dell'aggiudicazione.
CONTROLLI E VERIFICHE
L'Azienda Ospedaliera si riserva di effettuare controlli e verifiche sulla veridicità delle autocertificazioni prodotte dal
partecipante/offerente,
anche
successivamente
all'aggiudicazione
e
prima
della
stipula
del
contratto
di
compravendita. La non veridicità delle autocertificazioni prodotte comporterà la decadenza dall'aggiudicazione e la
non stipulazione del contratto per fatto imputabile all'aggiudicatario, fatte salve le responsabilità penali (cfr.: art.
76 del DPR n. 445/2000). In tal caso l' Azienda Ospedaliera avrà diritto ad incamerare il deposito cauzionale, salvo
il risarcimento di maggiori danni che ne dovessero derivare.
__________________________________________________________________________________________________________________________
AO MACCHI VARESE - S.C. Tecnico Patrimoniale Circolo - Asta pubblica vendita terreni Velate - Bando integrale.
-3-
Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi
AZIENDA OSPEDALIERA – POLO UNIVERSITARIO
STIPULA DEL CONTRATTO
La stipula del contratto dovrà essere formalizzata presso lo Studio notarile Dott. Carlo Giani di Varese, Via Cavour
n. 45, nel giorno che sarà fissato dall'Azienda Ospedaliera e comunque non oltre sessanta (60) giorni dalla data di
comunicazione dell'avvenuta aggiudicazione e dopo l'esperimento degli eventuali diritti di prelazione esercitati nei
modi e nei termini previsti dalla normativa vigente. L'acquirente dovrà produrre, in tempo utile, tutta la
documentazione necessaria per la stipulazione del contratto di compravendita presso lo Studio sopra citato.
L'assegno circolare depositato a garanzia dell'offerta, diverrà, a seguito dell'aggiudicazione, anticipo del prezzo
dovuto e costituirà caparra confirmatoria. Quest'ultima in caso di mancato versamento a saldo del prezzo di vendita
oppure in caso di rinuncia, verrà trattenuta dall'Azienda Ospedaliera a titolo di indennizzo, mentre l’offerente
decadrà automaticamente dall'aggiudicazione. Nel caso in cui l'aggiudicatario dichiari di voler rinunciare all'acquisto
o non si presenti per la stipula del contratto, la cauzione verrà incamerata a titolo di penale, fatto salvo il
risarcimento di maggiori danni. Il deposito cauzionale degli offerenti esclusi o non aggiudicatari, verrà svincolato e
restituito dopo l'esperimento dell’asta. Il pagamento a saldo del prezzo di aggiudicazione dovrà essere eseguito in
unica soluzione al momento della stipula del contratto di compravendita. La consegna dell'immobile avrà luogo al
momento del rogito e da tal giorno decorreranno gli effetti attivi e passivi. Ogni onere e spesa relativi
all’espletamento della procedura ed alla stipula del contratto di compravendita, incluse imposte, tasse e spese
notarili, sono a carico degli aggiudicatari. Le imposte e le tasse di qualsiasi genere, riferite direttamente o
indirettamente agli immobili alienati, saranno da quella data, a carico dell'acquirente.
CONSULTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE E INFORMAZIONE
Il bando integrale e i documenti necessari per la partecipazione all’asta, sono consultabili e scaricabili dal sito
internet aziendale all’indirizzo: www.ospedalivarese.net e dal sito comunale: www.comune.varese.it, o possono
essere ritirati presso l’Azienda Ospedaliera “Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi” ubicata in Varese, V.le L.
Borri, n.57, c/o Palazzina n. 11 - 6^ Piano - S. C. Tecnico Patrimoniale Circolo. Per ulteriori chiarimenti e
informazioni relativi al presente bando ed alle procedure e modalità di vendita, gli interessati potranno rivolgersi al
Dott. Giovanni Sergio Ferraro, in servizio presso la S. C. Tecnico Patrimoniale Circolo (rif.: tel. 0332/278.155 mail: [email protected]). Per eventuali chiarimenti tecnici e richieste di sopralluogo gli interessati
possono contattare l’Arch. Marco Pelizzoni, Direttore della S.C. Tecnico Patrimoniale Verbano (rif.: tel.
0332/607.350 - mail: [email protected]).
TUTELA DELLA PRIVACY
Ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D. Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 "Codice in materia di protezione dei dati
personali" si informa che:
-
la richiesta di dati è finalizzata all'espletamento della procedura in oggetto;
-
il conferimento dei dati ha natura obbligatoria;
-
la
conseguenza
dell'eventuale
rifiuto
di
ottemperare
a
quanto
sopra
consiste
nell’esclusione
dalla
partecipazione alla presente procedura d'asta;
-
i soggetti o le categorie cui possono essere comunicati i dati sono:
il personale dell'Azienda Ospedaliera implicato nel procedimento;
gli eventuali partecipanti alla procedura d'asta;
ogni altro soggetto interessato ai sensi della L. n. 241 del 7 agosto 1990;
altri soggetti dell'Azienda Ospedaliera;
titolare del trattamento è l'Azienda Ospedaliera, legalmente rappresentata dal Direttore Generale.
Responsabile è il Direttore della S.C. Tecnico Patrimoniale Circolo.
__________________________________________________________________________________________________________________________
AO MACCHI VARESE - S.C. Tecnico Patrimoniale Circolo - Asta pubblica vendita terreni Velate - Bando integrale.
-4-
Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi
AZIENDA OSPEDALIERA – POLO UNIVERSITARIO
__________________________________________________________________________________________________________________________
AO MACCHI VARESE - S.C. Tecnico Patrimoniale Circolo - Asta pubblica vendita terreni Velate - Bando integrale.
-5-
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
165 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content